Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Il perché del mio odio (sportivo) verso Ivan Basso
Nuovo Thread  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2    3    4  >>
Autore: Oggetto: Il perché del mio odio (sportivo) verso Ivan Basso

Livello Tour




Posts: 248
Registrato: Oct 2004

  postato il 19/05/2006 alle 10:02
niente da fare, mio caro ivan, nn riesci proprio ad emozionarmi.. hai iniziato a raccogliere vittorie (e che vittorie, fino ad ora) a 27 anni, hai cambiato completamente attitudine, diventando da buon scalatore, ma fermo sul passo, in un cronoman di levatura mondiale e poi grande scalatore.. si critica tanto armstrong, trasormatosi in un cannibale da corse a tappe dopo esser stato un discreto uomo da vallonia, ma nn si indaga sulla tua consacrazione e sul tuo sodalizio con monsieur percentuale.. e, poi, nn scatti, niente, manco uno visto nella tua carriera.. vai avanti di passo, di ritmo sempre uguale.. hai dichiarato che vuoi vincere alla indurain, e sinceramente ciò mi allarma parecchio dal punto di vista emozionale.. e chi capisco ancor di meno, sono i tuoi tifosi, proliferatasi come criceti gravidi, magari essendo stati tempo fa fans accaniti di marco pantani.. l'antitesi di due corridori, uno senza fantasia e uno in grado di soverchiare ogni gerarchia.. e, poi, l'incensazione dei media, di auro bulbarelli in particolare mi da sui maroni in un modo inimmaginabile.. e già pregusto al tuo secondo tour vinto auro sbraitare "E' PIU' FORTE DI PANTANIIIIIIII", nn vede l'ora.. odio la tua faccia pulita, il tuo sorriso, il tuo classico "essere-bravo-ragazzo", odio il tuo avere una buona parola su tutti, odio il fatto che sei dipinto come il modello di seguire..

e spero ardentemente ( anche se credo sia una vana speranza), che cunego ti prenda a calci nel culo per tutte le dolomiti..

 

____________________

 

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 19/05/2006 alle 10:14
alla faccia dell'"odio sportivo"....questo è odio allo stato puro e basta!!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post

Livello Classica San Sebastian




Posts: 72
Registrato: May 2005

  postato il 19/05/2006 alle 10:17
almeno viene fuori un pó di giustizia in questi giorni
 
E-Mail User Edit Post

Livello Tour




Posts: 169
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/05/2006 alle 10:18
un po' duro ma condivisibile... basso non rispecchia il campione che il tifoso ama tifare.

 

____________________
"Il Giro è grande ma ci manca Casagrande"

"Lotito comprace Hincapie"

 
E-Mail User Edit Post

Livello Tour




Posts: 169
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/05/2006 alle 10:19
Originariamente inviato da furslide

almeno viene fuori un pó di giustizia in questi giorni

di cosa parli?

 

____________________
"Il Giro è grande ma ci manca Casagrande"

"Lotito comprace Hincapie"

 
E-Mail User Edit Post

Livello Moreno Argentin




Posts: 372
Registrato: Oct 2004

  postato il 19/05/2006 alle 10:19
Basso proprio nel confronto con Armstrong ha mostrato do essere cresciuto col lavoro e non con il doping (che c'è ma c'è per tutti). Infatti, a fronte di un costante duello alla pari in montagna (negli ultimi 3 tour si staccò in due occasioni in salita dall'americano) ha progredito a cronometro risalendo da distacchi abissali alla quasi parità dello scorso tour (al netto delle discese..). E' chiaro che se questo fosse un vantaggio conseguito col doping allora Basso avrebbe distrutto Armstrong in salita essendo partito da una situazione di equilibrio precedente.
Basso ha lavorato molto sul cronometro (e non solo)
I sistemi di allenamento di Riis sono all'avanguardia e sono focalizzati al progresso del Varesino. (Quanti altri direttori sportivi si vedono sfrecciare in motorino, in inverno, con a ruota l corridore (o i corridori) avendo sul manubrio una console che raccoglie in tempo reale i dati dei corridori?

 
Edit Post

Livello Gino Bartali




Posts: 1312
Registrato: Feb 2005

  postato il 19/05/2006 alle 10:34
Anche a me non piace basso....ma forse usare lka parola "odio" mi sembra esagerato.

Hai ragione comunque,tra noi amici è sempre preso di mira per le sue risposte alle interviste,penso abbia più vita un matusalemme di 70 anni.
Ha fatto del calcolo ,della razionalità,della metodicità e del passo le sue sue armi,e questo a me come a molti altri non piace.

Spero vivamente che Cunego possa tirare fuori il coraggio e la fantasia per fare qualcosa di importante!!!

 

____________________
DAvide

"Cause tramps like us,baby we were born to run" (Bruce Springsteen)

C.S.N.P.

 
E-Mail User Edit Post

Livello Hugo Koblet




Posts: 417
Registrato: Aug 2005

  postato il 19/05/2006 alle 10:39
caro Tonymontana se gli scatti sono come quello fatto da Cunego a Lanciano ( durato...13 metri ) ben vengano le tre pedalate ben assestate da Basso per andare a prenderlo. Ma che scalatori sono quelli che non riescono a tenere il ritmo (in salita) di uno che sale tranquillo tranquillo ?
 
Edit Post

Livello Hugo Koblet




Posts: 417
Registrato: Aug 2005

  postato il 19/05/2006 alle 10:42
Originariamente inviato da DeLorean

Spero vivamente che Cunego possa tirare fuori il coraggio e la fantasia per fare qualcosa di importante!!!


Si ma gli mancano due cose fondamentali, la testa e le gambe....


 
Edit Post

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/05/2006 alle 10:46
Condivido il pensiero di tutti un po'. Quello di Toni: non mi piace il modo di essere Campione di Basso (perchè lo è...) con il suo rivelarsi appieno a 28 anni dopo lustri di duro lavoro di costruzione. Non c'è genio, non c'è fantasia e, alla fine, neanche un pochino di sregolatezza che diamine! Però... però non dobbiamo dimenticarcelo, noi abbiamo visto Pantani... un po' come quello che, nato ad Asti, aveva visto Genova...Non capita sempre, c'è la sua bella differenza. E concordo pure con Lollo, un dirigente come Riis non è disponibile ovunque: pensate un po' cosa sarebbe di Cunego, se invece di un...Martinelli avesse conosciuto il danese. E cosa sarebbe stato di Pantani...ma qui ci spingiamo troppo in là...
 
E-Mail User Edit Post

Livello Fausto Coppi




Posts: 1563
Registrato: Nov 2005

  postato il 19/05/2006 alle 10:47
Non condivido assolutamente la tua opinione.
W Basso

 

____________________
FANTACICLISMO CICLOWEB: il più forte.
Fantarivale storico (stimato e rispettato): Salvatore77
Gran CKC Staffoli 2010: Maglia Nera

 
Edit Post Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 19/05/2006 alle 10:51
io l'ho sempre detto: anche a me Basso non mi fa impazzire e probabilmente questo è dato dal fatto che sono rimasto troppo legato alla figura del pirata e quindi mi piacciono i corridori che danno spettacolo (vedi Cunego 2004 e spero tanto per lui nell'ultima settimana di questo giro), cmq sono in prima fila ad applaudirlo!!!!! il tifoso di ciclismo (e l'ho scritto pure in altri 3D è quello che tifa per il suo beniamino, ma ammira e applaude anche tutti gli altri corridori pure se il suo beniamino non è al top e non riesce magari a dare spettacolo.

TonyMontana, per me il tuo odio è sconsiderato e non si tratta solo di odio sportivo!!!!!!! lasciamo questo tipo di odio ad altri sport dove l'odio purtroppo è molto più radicato (ma come caxxo è possibile che un padre non può portare i figli allo stadio perchè deve aver paura ) e facciamo sì che dal punto di vista del tifo il ciclismo rimanga uno sport puro e che dia l'esempio!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post

Livello Federico Bahamontes




Posts: 392
Registrato: Jan 2006

  postato il 19/05/2006 alle 10:52
c'è ki con la grinta e l'impegno, ottenendo grandi risultati, riesce ad emozionare le masse (leggi Pantani), invece c'è ki sempre con grinta e impegno (e dedizione e sacrificio, leggi Basso)ottiene (non ancora) gli stessi risultati ma senza trasmettere quel calore e quell'euforia tipica di ki scatta in salita.. ma il non farlo non significa non essere un campione..

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Visit User's Homepage

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/05/2006 alle 10:55
Originariamente inviato da Frejus

Non condivido assolutamente la tua opinione.


Quale, il paragone tra Asti e Genova ?

Ciao,
Alberto

P.S. si', lasciamo da parte l'odio, anche quello tra virgolette.

 
E-Mail User Edit Post

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 19/05/2006 alle 11:01
Posso condividere il fatto che Ivan Basso sia uno dei corridori meno spettacolari visti ultimamente (almeno, per la concezione che ho io di spettacolo nel mondo del ciclismo), ma ammiro la sua dedizione e meticolosità nell'essersi saputo migliorare anno dopo anno, fino a diventare quel corridore che è, e che ha ottime chances di vincere questo Giro d'Italia.
Per cui, trovo che la parola "odio", anche se riferita ad un contesto sportivo, non stia bene. Lasciamo il vero odio ad altri ambiti...

e spero ardentemente ( anche se credo sia una vana speranza), che cunego ti prenda a calci nel culo per tutte le dolomiti..

A calci nel di-dietro magari no, ma sportivamente parlando anch'io mi auguro che Cunego le suoni a Ivan...

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Visit User's Homepage

Livello Hugo Koblet




Posts: 401
Registrato: Oct 2005

  postato il 19/05/2006 alle 11:06
la lampre sta sbagliando molto in questo giro ma certe critiche nei confronti di martinelli mi sembrano eccessive. è pur sempre un direttore sportivo che ha vinto il giro con quattro corridori diversi: pantani, garzelli, simoni e cunego. non mi pare poco o no?
 
Edit Post

Livello Classica San Sebastian




Posts: 72
Registrato: May 2005

  postato il 19/05/2006 alle 11:07
Forse a nessuno é ancora venuto in mente che Cunego é solamente un campione "costruito" dai massmedia per rilanciare il ciclismo dopo il vuoto che lasciato Marco Pantani. Con Cunego volevano sepellire al piú presto Pantani e l'errore di Cunego é stato di prestarsi al gioco. e ora sta pagando e penso che la strada fará un pó di giustizia e porta alla luce tutta l'ipocrisia degli ultimi 2 anni e non solo.
 
E-Mail User Edit Post

Livello Fausto Coppi




Posts: 1502
Registrato: May 2004

  postato il 19/05/2006 alle 11:15
Boh! Io i corridori che amo di più sono quelli che hanno più testa! Credo che se il ciclismo fosse "solo" un puro sforzo fisico perderebbe molto del suo fascino. A me i corridori come Basso e Savoldelli sono sempre piaciuti. In fin dei conti Domenica ha vinto arrivando in solitaria.. e ha risposto a un attacco contrattacando... Al tour ha fatto delle accelerazioni che da sole hanno fatto selezione... se lo scatto non ce l'ha nel DNA perchè bisogna andare a criticarlo per questo???
 
E-Mail User Edit Post Visit User's Homepage

Livello Octave Lapize




Posts: 479
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/05/2006 alle 11:21
Originariamente inviato da robby

alla faccia dell'"odio sportivo"....questo è odio allo stato puro e basta!!!!!


Ehhh già qui l'odio sportivo centra poco.
tu citi una serie di elementi caratteriali che ti disgustano, non certo caratteristiche sportive.

Anch'io non amo particolarmente il modo di correre di ivan ma è innegabile che sia un ottimo corridore, probabilmente un campione
(mettendo da parte le mie perplessità sul suo grande miglioramento a cronometro in questi anni, preferisco credere che sono gli altri scalatori che vanno molto piano nelle crono).
Personalemnte non amo cunego, caratterialmente parlando, ma preferisco il suo modo di correre, se dovesse ritrovare mai le gambe di un tempo. ma credo che non basterebbero comunque. non dimentico infatti che anche nel 2004 cunego, sulla prima salita, si era staccato da simoni dopo aver attaccato per primo; ed il simoni 2004 non era certo il migliore possibile, anzi.
gall


 
E-Mail User Edit Post Visit User's Homepage

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: May 2006

  postato il 19/05/2006 alle 11:22
Io tifo Basso. Prima tifavo anche Cunego ma i suoi ultras me l'hanno fatto diventare antipatico (non per colpa sua poverino). Tifavo ovviamente per Pantani, ma mi piaceva molto anche Indurain. Tra Moser e Saronni tifavo Visentini, tra Bugno e Chiappucci tifavo Chioccioli, avevo preso in simpatia anche Garzelli. E sono pure interista. Si parla sempre di corridori che infiammano la corsa che attaccano che scattano ecc. ecc. Purtroppo Basso non ha queste caratteristiche e allora ? non si può tifare per lui perché FISICAMENTE non è uno scalatore alla Pantani o, in misura assai più limitata, alla Cunego ? Ognuno fa la corsa con le qualità che più gli sono consone, anche se, nell'unico arrivo in salita, Basso ha staccato pure gli scalatori. Ma a sentire qualcuno quello era un arrivo adatto a Basso, salita pedalabile ecc. ecc. Allora se Basso va più forte a cronometro e sulle salite pedalabili cosa bisogna fare, disegnare un giro con SOLAMENTE salite come il Finestre, il Plan, il Mortirolo o lo Zoncolan ? Come sentito dire in 1000 discorsi in questo forum è un bel giro, con tanta montagna. Io spero lo vinca Basso, ma se dovesse vincere Cunego o qualcun'altro sarò sicuramente lì ad applaudirlo comunque e non mi verrà certo in mente di dire che Basso l'ha perso perché era un giro troppo duro e non adatto alle sue caratteristiche.
 
E-Mail User Edit Post

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/05/2006 alle 11:35
Originariamente inviato da galibier98

la lampre sta sbagliando molto in questo giro ma certe critiche nei confronti di martinelli mi sembrano eccessive. è pur sempre un direttore sportivo che ha vinto il giro con quattro corridori diversi: pantani, garzelli, simoni e cunego. non mi pare poco o no?


Simoni ? Con Martinelli ?

Pantani l'avrebbe vinto anche se il ds fosse stato Bulbarelli: Cunego l'ha vinto nonostante Martinelli, il quale fece di tutto per farglielo perdere.

Ma non è qui il punto. Bisogna ritornare a Pantani per capire.

Ciao,
Alberto

 
E-Mail User Edit Post

Livello Fausto Coppi




Posts: 1635
Registrato: Apr 2005

  postato il 19/05/2006 alle 11:41
Ognuno di noi è attirato da un atleta per motivi spesso sconosciuti.
Motivi che guardano a noi dentro.
Io ad esempio, riesco senza nessun problema a separare un discorso tecnico da un "affetto" sportivo. Tecnicamente, anzi, mi piace un tipo di atleta che affettivamente, spesso, non mi coinvolge. Forse questo è il motivo per il quale riesco con difficoltà a tifare contro.
Tecnicamente mi piacciono i ciclisti. Ogni pezzo di strada ha i suoi specialisti e ho i miei preferiti fra gli sprinter, i passisti, gli scalatori, i pistard. Il gesto tecnico porta differenze e riesco ad innamorarmi di specialisti di ogni categoria di sport a due ruote e pedali.
Ma tendenzialmente , tendo a adottare corridori che abbiano hanno un temperamento mite, atteggiamenti modesti, possibilmente discreti o buoni scalatori. I corridori troppo vincenti, troppo aggressivi, troppo sicuri di se, difficilmente hanno conquistato il mio cuore.
Pantani non l'ho mai "tifato". Pur amando gli scalatori, pur vivendo a 30 km dallacasa di Pantani, pur essendo un romagnolista convinto, non ho mai tifato Pantani. Apprezzato, applaudito..si certo, ma tifato mai.
Come non ho mai tifato per Hinault, Moser, saronni, Merckx, Indurain... gli invincibili non mi appassionano.
Oggi simpatizzo per Basso. vorrei spiegare il perchè.
Finita la carriera di Bugno, cecavo un giovane che mi interessasse, su cui investire. ho preso Basso quindi prima , ben prima che vincesse una qualunque corsa fra i prof. Non mi scordo che da giovane ha fatto il gregario, crescendo pian piano, ha attaccato invano, fermo assolutamente in volata, ha perso corse anche per poco. Ed è cresciuto , checchè ne dica il nostro amico, ad ogni stagione. Non un fenomeno (non mi appassiono ai fenomeni...), ma un faticatore. Uno che deve crescere facendo fatica. e non contando sull'arma dello sprint. Constatato che non è un fenomeno, ho notato un atteggiamento un pò "pretile", (Vescovo è un nick arguto del sempre attento Davide) troppo misurato forse, ma in fondo abbastanza congeniale. Niente show, niente spettacolo sotto ai riflettori, niente dichiarazioni sopra o sotto le righe, insomma , l'elogio del comune. Lo si contrappone a Cunego. Ragazzo dotato, sfavillante, pompatissimo nel suo anno domini , il 2004. Esattamente ciò che Tony rimprovera a Basso, ha visto Cunego (innocente...) protagonista. Confronti con Pantani, con i migliori di ogni tempo, definizioni di fenomeno ad ogni piè sospinto.
Cunego ha doti notevolissime. Ma non mi pare sia il nuovo messia della bicicletta. E' giovane, deve e può migliorare in ogni campo, ma può anche fermarsi troppo presto. Il ciclismo è pieno di fenomeni a 22 anni , non diventati poi fenomeni mai. Un nome? Baronchelli. Un primo anno da professionista con il giro d'Italia quasi strappato a Merckx (non ha gonchar, con tutto il rispetto per l'ukraino..), poi un dimensionamento inferiore ad ogni attesa. La prudenza non è mai stata dei nostri commentatori, nè dei tifosi, nè dei mas media.
Basso non ha nessuna responsabilità se qualche troppo pagato commentatore sparerà peana fuori luogo su di lui. Ho sentito fare peana a Pellizzotti, con tutto il rispetto... non mi stupirei certo. Basso non ha nessuna responsabilità se corre in una epoca di transizione, senza grandi avversari in Italia. e con POCHI grandi avversari nel mondo. E' già successo ad altri. La crisi di talenti nel ciclismo non è da oggi. Indurain non aveva i rivali di Hinault, Armstrong non ha avuto i rivali di Indurain. Su Pantani si potrebbe scrivere un libro. Oggi Savoldelli ha 33 anni, Simoni di più, Garzelli è ormai logoro, Di luca a tappe è un'incognita, cunego.... non sta bene.
E' una colpa di Basso questa? O è una situazione di cui potrebbero approffittare altri, se ne avessero i mezzi?
Anno scorso Savoldelli lo ha dimostrato. Mi pare abbia vinto lui il giro, no?
L'odio contro a Basso, nasce da altro. Mentre Savoldelli o Di Luca sembrano non mettere in dubbio la leadership "teorica" di Cunego, Basso si. La mette in dubbio. Se batterà Cunego quest'anno e si comporterà bene al tour, rivendicherà il titolo di migior italiano del momento per le corse a tappe. Questo rode ai Cuneghesi. Rode è l termine giusto. Non tirate fuori storie di lesa maestà con i paragoni a Pantani. Proprio Cunego è stato colui che li ha ispirati. Quindi, tifate contro quanto volete (affari vostri , ovviamente),ma almeno siate intellettualmenteonesti. Non tirate in ballo storie ipocrite.
Il bello è un'altra cosa. Basso può essere lo Zuelle del 98. Dopo la crono pareva imbattibile. Poi c'era la marmolada . Scappa lassù e diZuelle si pesero le tracce. Niente pippe sul terreno, sul disegno del giro, sul numero di arrivi favorevoli o contrari... semplicemente il Pirata prese bandana e salutò. Stroncando Zuelle. La marmolada c'è quest'anno. Ce l'hanno messa. Come ci hanno aggiunto Mortiroli, corones, san pellegrini... se lo davate al vostro pirata sto giro a Basso dava 20 minuti. Cunego dovrà misurarsi su questo. E se ci riuscirà, tanto di cappello. Avrà avvicinato il mito cui è stato affiancato dall'inizio... (Pantani un giro con tante salite non l'ha mai avuto, perchè gli altri non ci sarebberoneanche andati ad affrontarlo....) . Sennò dovrà dire che è un bel prospect, che deve farsi ma oggi non è neanche lontanamente lo scalatore che TUTTI dicevano fosse. e basta con la litania della mononucleosi per cortesia. No è malattia eterna. E non può essere la scusa per ogni cosa.
Il giro è lungo. E forse Cunego ci farà vedere che prende a calci basso per tutto l'arco alpino. Ce l'hanno dato, il terreno per farlo. Forse invece di prenderlo a calci, gli darà dei minuti. delle mezz'ore o dei giorni. Se avverrà il contrario, non mi vedrai mai scrivere che Basso ha preso a calci il presuntuoso principino. I corridori non sono nè pugili, nè wrestler. Si sfidano a colpi di pedale. E vince chi va più forte, chi ha più testa, cuore, resistenza, senza la distruzione fisica dell'avversario. La bicicletta ha visto rivalità molto più accese di questa. E' sopravvissuta. Sopravviverà anche all'odio infantile di nuovi pseudoappassionati di ciclismo, mostrato per Basso. Non ho il minimo dubbio. Quindi, un pò di pazienza, ed in bocca aòl lupo a tutti. Che abbiano la salute per farci vedero OGGI chi sia il migliore sula strada.
Vescovo o principino o falco che sia.

 

____________________
pedala che fa bene.....

 
Edit Post

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 19/05/2006 alle 11:48
Tonino, scommetto che se vai in giro in macchina e incontri il Vescovo in bicicletta, lo tiri sotto!
Dai, mi rendo conto che Basso è entusiasmante come un sermone di Tettamanzi, però non esageriamo, dai.
Sono anche io tifoso di Cunego, ma non posso non fare i complimenti a Basso.
Li hai visti in bicicletta? il nostro amatissimo Cunego sculettava e dava colpi di spalla a dritta e manca, Basso era elegante come un greyhound.
Posso solo invitarti ad essere più tollerante e ad avere fiducia, perchè ci vuole tempo, non credo proprio che la svolta del Piccolo Principe avrà luogo in questa stagione.
Ma una svolta in futuro ci sarà, è inevitabile.


 

____________________
Davide

 
Edit Post

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: May 2006

  postato il 19/05/2006 alle 11:50
Originariamente inviato da janjanssen

Ognuno di noi è attirato da un atleta per motivi spesso sconosciuti.
Motivi che guardano a noi dentro.
Io ad esempio, riesco senza nessun problema a separare un discorso tecnico da un "affetto" sportivo. Tecnicamente, anzi, mi piace un tipo di atleta che affettivamente, spesso, non mi coinvolge. Forse questo è il motivo per il quale riesco con difficoltà a tifare contro.
Tecnicamente mi piacciono i ciclisti. Ogni pezzo di strada ha i suoi specialisti e ho i miei preferiti fra gli sprinter, i passisti, gli scalatori, i pistard. Il gesto tecnico porta differenze e riesco ad innamorarmi di specialisti di ogni categoria di sport a due ruote e pedali.
Ma tendenzialmente , tendo a adottare corridori che abbiano hanno un temperamento mite, atteggiamenti modesti, possibilmente discreti o buoni scalatori. I corridori troppo vincenti, troppo aggressivi, troppo sicuri di se, difficilmente hanno conquistato il mio cuore.
Pantani non l'ho mai "tifato". Pur amando gli scalatori, pur vivendo a 30 km dallacasa di Pantani, pur essendo un romagnolista convinto, non ho mai tifato Pantani. Apprezzato, applaudito..si certo, ma tifato mai.
Come non ho mai tifato per Hinault, Moser, saronni, Merckx, Indurain... gli invincibili non mi appassionano.
Oggi simpatizzo per Basso. vorrei spiegare il perchè.
Finita la carriera di Bugno, cecavo un giovane che mi interessasse, su cui investire. ho preso Basso quindi prima , ben prima che vincesse una qualunque corsa fra i prof. Non mi scordo che da giovane ha fatto il gregario, crescendo pian piano, ha attaccato invano, fermo assolutamente in volata, ha perso corse anche per poco. Ed è cresciuto , checchè ne dica il nostro amico, ad ogni stagione. Non un fenomeno (non mi appassiono ai fenomeni...), ma un faticatore. Uno che deve crescere facendo fatica. e non contando sull'arma dello sprint. Constatato che non è un fenomeno, ho notato un atteggiamento un pò "pretile", (Vescovo è un nick arguto del sempre attento Davide) troppo misurato forse, ma in fondo abbastanza congeniale. Niente show, niente spettacolo sotto ai riflettori, niente dichiarazioni sopra o sotto le righe, insomma , l'elogio del comune. Lo si contrappone a Cunego. Ragazzo dotato, sfavillante, pompatissimo nel suo anno domini , il 2004. Esattamente ciò che Tony rimprovera a Basso, ha visto Cunego (innocente...) protagonista. Confronti con Pantani, con i migliori di ogni tempo, definizioni di fenomeno ad ogni piè sospinto.
Cunego ha doti notevolissime. Ma non mi pare sia il nuovo messia della bicicletta. E' giovane, deve e può migliorare in ogni campo, ma può anche fermarsi troppo presto. Il ciclismo è pieno di fenomeni a 22 anni , non diventati poi fenomeni mai. Un nome? Baronchelli. Un primo anno da professionista con il giro d'Italia quasi strappato a Merckx (non ha gonchar, con tutto il rispetto per l'ukraino..), poi un dimensionamento inferiore ad ogni attesa. La prudenza non è mai stata dei nostri commentatori, nè dei tifosi, nè dei mas media.
Basso non ha nessuna responsabilità se qualche troppo pagato commentatore sparerà peana fuori luogo su di lui. Ho sentito fare peana a Pellizzotti, con tutto il rispetto... non mi stupirei certo. Basso non ha nessuna responsabilità se corre in una epoca di transizione, senza grandi avversari in Italia. e con POCHI grandi avversari nel mondo. E' già successo ad altri. La crisi di talenti nel ciclismo non è da oggi. Indurain non aveva i rivali di Hinault, Armstrong non ha avuto i rivali di Indurain. Su Pantani si potrebbe scrivere un libro. Oggi Savoldelli ha 33 anni, Simoni di più, Garzelli è ormai logoro, Di luca a tappe è un'incognita, cunego.... non sta bene.
E' una colpa di Basso questa? O è una situazione di cui potrebbero approffittare altri, se ne avessero i mezzi?
Anno scorso Savoldelli lo ha dimostrato. Mi pare abbia vinto lui il giro, no?
L'odio contro a Basso, nasce da altro. Mentre Savoldelli o Di Luca sembrano non mettere in dubbio la leadership "teorica" di Cunego, Basso si. La mette in dubbio. Se batterà Cunego quest'anno e si comporterà bene al tour, rivendicherà il titolo di migior italiano del momento per le corse a tappe. Questo rode ai Cuneghesi. Rode è l termine giusto. Non tirate fuori storie di lesa maestà con i paragoni a Pantani. Proprio Cunego è stato colui che li ha ispirati. Quindi, tifate contro quanto volete (affari vostri , ovviamente),ma almeno siate intellettualmenteonesti. Non tirate in ballo storie ipocrite.
Il bello è un'altra cosa. Basso può essere lo Zuelle del 98. Dopo la crono pareva imbattibile. Poi c'era la marmolada . Scappa lassù e diZuelle si pesero le tracce. Niente pippe sul terreno, sul disegno del giro, sul numero di arrivi favorevoli o contrari... semplicemente il Pirata prese bandana e salutò. Stroncando Zuelle. La marmolada c'è quest'anno. Ce l'hanno messa. Come ci hanno aggiunto Mortiroli, corones, san pellegrini... se lo davate al vostro pirata sto giro a Basso dava 20 minuti. Cunego dovrà misurarsi su questo. E se ci riuscirà, tanto di cappello. Avrà avvicinato il mito cui è stato affiancato dall'inizio... (Pantani un giro con tante salite non l'ha mai avuto, perchè gli altri non ci sarebberoneanche andati ad affrontarlo....) . Sennò dovrà dire che è un bel prospect, che deve farsi ma oggi non è neanche lontanamente lo scalatore che TUTTI dicevano fosse. e basta con la litania della mononucleosi per cortesia. No è malattia eterna. E non può essere la scusa per ogni cosa.
Il giro è lungo. E forse Cunego ci farà vedere che prende a calci basso per tutto l'arco alpino. Ce l'hanno dato, il terreno per farlo. Forse invece di prenderlo a calci, gli darà dei minuti. delle mezz'ore o dei giorni. Se avverrà il contrario, non mi vedrai mai scrivere che Basso ha preso a calci il presuntuoso principino. I corridori non sono nè pugili, nè wrestler. Si sfidano a colpi di pedale. E vince chi va più forte, chi ha più testa, cuore, resistenza, senza la distruzione fisica dell'avversario. La bicicletta ha visto rivalità molto più accese di questa. E' sopravvissuta. Sopravviverà anche all'odio infantile di nuovi pseudoappassionati di ciclismo, mostrato per Basso. Non ho il minimo dubbio. Quindi, un pò di pazienza, ed in bocca aòl lupo a tutti. Che abbiano la salute per farci vedero OGGI chi sia il migliore sula strada.
Vescovo o principino o falco che sia.





stending ovescion !

 
E-Mail User Edit Post

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 19/05/2006 alle 11:51
Originariamente inviato da galliano
non dimentico infatti che anche nel 2004 cunego, sulla prima salita, si era staccato da simoni dopo aver attaccato per primo;


Sai che non ci pensavo più? É vero, era a Corno alle Scale se non sbaglio.

 

____________________
Davide

 
Edit Post

Livello Luison Bobet




Posts: 774
Registrato: Jan 2005

  postato il 19/05/2006 alle 11:53

BAsso a CAP Decoverte 2003


Basso a Pontedera 2006

DA queste foto è evidente da dove deriva (in parte) la su crescita a cronometro

FOnte cyclingnews.com

 
Edit Post

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 19/05/2006 alle 11:54
Originariamente inviato da prof
un po' come quello che, nato ad Asti, aveva visto Genova...Non capita sempre, c'è la sua bella differenza.


Grande citazione paolocontesca.

 

____________________
Davide

 
Edit Post

Livello Tour




Posts: 248
Registrato: Oct 2004

  postato il 19/05/2006 alle 11:58
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Tonino, scommetto che se vai in giro in macchina e incontri il Vescovo in bicicletta, lo tiri sotto!
Dai, mi rendo conto che Basso è entusiasmante come un sermone di Tettamanzi, però non esageriamo, dai.
Sono anche io tifoso di Cunego, ma non posso non fare i complimenti a Basso.
Li hai visti in bicicletta? il nostro amatissimo Cunego sculettava e dava colpi di spalla a dritta e manca, Basso era elegante come un greyhound.
Posso solo invitarti ad essere più tollerante e ad avere fiducia, perchè ci vuole tempo, non credo proprio che la svolta del Piccolo Principe avrà luogo in questa stagione.
Ma una svolta in futuro ci sarà, è inevitabile.




altro che tettamanzi, il ruini del pedale..
sai cos'è caro davide, che nn lo reggo proprio.. gli riconosoco le sue doti eh, per carità, dio adesso è il n°1, ha fatto il culo a strisce a tutto l'elenco dei partenti..

ma se il ciclismo è emozioni, è passione, beh basso è quantomeno fuori luogo in questo contesto.. vuole fare l'armstrong dei poveri, ha corso sei tour per "rubare con gli occhi" le fantasticherie dell'ameregano, senza mai attaccarlo, pur avendone la possibilità, sempre "aspettando il suo momento", ossia quello dello sfanculamento di lance..

e con queste credenziali, per me vali poco nella mia scala dei valori..

io su damiano ho enormi speranze, purtroppo ancora deve dimostrare molto.. il cruccio è se sarà in grado di ripagare l'ampio consenso che ha tra i suoi fans

 

____________________

 
Edit Post

Livello Tour




Posts: 254
Registrato: Mar 2006

  postato il 19/05/2006 alle 12:01
Originariamente inviato da tonymontana

Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Tonino, scommetto che se vai in giro in macchina e incontri il Vescovo in bicicletta, lo tiri sotto!
Dai, mi rendo conto che Basso è entusiasmante come un sermone di Tettamanzi, però non esageriamo, dai.
Sono anche io tifoso di Cunego, ma non posso non fare i complimenti a Basso.
Li hai visti in bicicletta? il nostro amatissimo Cunego sculettava e dava colpi di spalla a dritta e manca, Basso era elegante come un greyhound.
Posso solo invitarti ad essere più tollerante e ad avere fiducia, perchè ci vuole tempo, non credo proprio che la svolta del Piccolo Principe avrà luogo in questa stagione.
Ma una svolta in futuro ci sarà, è inevitabile.




altro che tettamanzi, il ruini del pedale..
sai cos'è caro davide, che nn lo reggo proprio.. gli riconosoco le sue doti eh, per carità, dio adesso è il n°1, ha fatto il culo a strisce a tutto l'elenco dei partenti..

ma se il ciclismo è emozioni, è passione, beh basso è quantomeno fuori luogo in questo contesto.. vuole fare l'armstrong dei poveri, ha corso sei tour per "rubare con gli occhi" le fantasticherie dell'ameregano, senza mai attaccarlo, pur avendone la possibilità, sempre "aspettando il suo momento", ossia quello dello sfanculamento di lance..

e con queste credenziali, per me vali poco nella mia scala dei valori..

io su damiano ho enormi speranze, purtroppo ancora deve dimostrare molto.. il cruccio è se sarà in grado di ripagare l'ampio consenso che ha tra i suoi fans


Mah... quanti sono riusciti ad attaccare Armostrong in salita in sette anni al Tour? Uno, due? Medita

 

____________________
Inutile avere una bici leggerissima, se ti porti nel corpo un'anima che pesa come un macigno.

"...e questo non è un messaggio legato solo allo sport, ma anche alla scuola, al lavoro, alla salute... se uno ci crede, può arrivare dove vuole." Ivan Basso




 
Edit Post

Livello Tour




Posts: 248
Registrato: Oct 2004

  postato il 19/05/2006 alle 12:05
Originariamente inviato da Ivan il terribile

Originariamente inviato da tonymontana

Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Tonino, scommetto che se vai in giro in macchina e incontri il Vescovo in bicicletta, lo tiri sotto!
Dai, mi rendo conto che Basso è entusiasmante come un sermone di Tettamanzi, però non esageriamo, dai.
Sono anche io tifoso di Cunego, ma non posso non fare i complimenti a Basso.
Li hai visti in bicicletta? il nostro amatissimo Cunego sculettava e dava colpi di spalla a dritta e manca, Basso era elegante come un greyhound.
Posso solo invitarti ad essere più tollerante e ad avere fiducia, perchè ci vuole tempo, non credo proprio che la svolta del Piccolo Principe avrà luogo in questa stagione.
Ma una svolta in futuro ci sarà, è inevitabile.




altro che tettamanzi, il ruini del pedale..
sai cos'è caro davide, che nn lo reggo proprio.. gli riconosoco le sue doti eh, per carità, dio adesso è il n°1, ha fatto il culo a strisce a tutto l'elenco dei partenti..

ma se il ciclismo è emozioni, è passione, beh basso è quantomeno fuori luogo in questo contesto.. vuole fare l'armstrong dei poveri, ha corso sei tour per "rubare con gli occhi" le fantasticherie dell'ameregano, senza mai attaccarlo, pur avendone la possibilità, sempre "aspettando il suo momento", ossia quello dello sfanculamento di lance..

e con queste credenziali, per me vali poco nella mia scala dei valori..

io su damiano ho enormi speranze, purtroppo ancora deve dimostrare molto.. il cruccio è se sarà in grado di ripagare l'ampio consenso che ha tra i suoi fans


Mah... quanti sono riusciti ad attaccare Armostrong in salita in sette anni al Tour? Uno, due? Medita


pantani del '98 lo faceva saltare in aria all'ameregano..

ma come, ho forse sognato o ho sentito con le mie orecchie: basso attacca armstrong, armstrong fatica a tenere la sua ruota, le ruà americhen è al gancio..

 

____________________

 
Edit Post

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/05/2006 alle 12:06
E quali sarebbero i corridori che in questo ciclismo fanno divertire la gente, che esaltano le folle?
Cosa centra Pantani con Basso? Perchè deve essere sempre preso a metro di paragone?
A parte il fatto che se ci lasciamo andare al clima del sospetto, e mi riferisco al DS "mister percentuale", gare professionistiche non dovremmo guardarne più, a meno che qualcuno sia pronto a mettere le mani sul fuoco per qualcuno si e per qualcun'altro no.
A me Basso come corridore piace tanto, perchè come dicevo su questo forum quest'inverno, è uno che si è fatto un culo così per migliorare di anno in anno, e anzi, è molto più credibile al limite un corridore che raggiunta la maturità (28 anni), e proveniendo da una serie di stagioni in cui ogni volta si è migliorato (al Tour ha fatto undicesimo, settimo, terzo e secondo) sembra ora aver raggiunto il top, di chi, e non faccio riferimento a nessun corridore in particolare, fa degli exploit che durano un mesetto scarso per poi ripiombare nell'anonimato se va bene.
Basso è tutto tranne che un corridore costruito per vincere, e non è stato neanche dotato dalla natura di un talento eccezionale, senonchè per emergere in questo sport contano per fortuna anche altri fattori e valori come la passione per la bici, la dedizione e il sacrificio nella ricerca continua e paziente anche del più piccolo miglioramento.
Ed è da questo punto di vista che Basso è un super, ed è per questo che a me piace.
Le salite senza scattare? E chi se lo può permettere di scattare?
Perchè un passista-scalatore come Basso, deve fare uno scatto per poi pagarlo amaramente dal momento che lui non pesa 50 kg?
Mica stiamo alla corrida, che vince chi fa più ridere la gente.
Basso è un esempio per chiunque pratichi questo sport, perchè rappresenta, sia pure a livelli eccelsi, i risultati che si possono conseguire se ci si allena con dedizione e umiltà.

 
Edit Post

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 19/05/2006 alle 12:09
Odio sportivo ?

questa e' veramente una fregnaccia.

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 19/05/2006 alle 12:09
Originariamente inviato da tonymontana

altro che tettamanzi, il ruini del pedale..
sai cos'è caro davide, che nn lo reggo proprio.. gli riconosoco le sue doti eh, per carità, dio adesso è il n°1, ha fatto il culo a strisce a tutto l'elenco dei partenti..


Esatto, e almeno per questo motivo è giusto che i suoi tifosi abbiano soddisfazione, è una questione di rispetto.
Però credo che Ruini ispiri molta più verve, vitalità ed energia di Basso, che a me sembra più un Tettamanzi.

io su damiano ho enormi speranze, purtroppo ancora deve dimostrare molto.. il cruccio è se sarà in grado di ripagare l'ampio consenso che ha tra i suoi fans


Cunego è passato attraverso un tritacarne: troppe pressioni, Simoni tra i marroni, la malattia, il recupero affrettato, la rivoluzione del proprio status familiare...
Ha bisogno di tempo, fattene una ragione.

 

____________________
Davide

 
Edit Post

Livello Tour




Posts: 248
Registrato: Oct 2004

  postato il 19/05/2006 alle 12:09
io devo e voglio capire solo una cosetta: se tu hai tifato pantani, come fai a tifare basso? nn è una questione di essere razionale, io parlo dal punto di vista emotivo.. poi se ti accontenti perchè la vacca è magra il discorso cambia..

 

____________________

 
Edit Post

Livello Tour




Posts: 254
Registrato: Mar 2006

  postato il 19/05/2006 alle 12:10
Originariamente inviato da tonymontana

Originariamente inviato da Ivan il terribile

Originariamente inviato da tonymontana

Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Tonino, scommetto che se vai in giro in macchina e incontri il Vescovo in bicicletta, lo tiri sotto!
Dai, mi rendo conto che Basso è entusiasmante come un sermone di Tettamanzi, però non esageriamo, dai.
Sono anche io tifoso di Cunego, ma non posso non fare i complimenti a Basso.
Li hai visti in bicicletta? il nostro amatissimo Cunego sculettava e dava colpi di spalla a dritta e manca, Basso era elegante come un greyhound.
Posso solo invitarti ad essere più tollerante e ad avere fiducia, perchè ci vuole tempo, non credo proprio che la svolta del Piccolo Principe avrà luogo in questa stagione.
Ma una svolta in futuro ci sarà, è inevitabile.




altro che tettamanzi, il ruini del pedale..
sai cos'è caro davide, che nn lo reggo proprio.. gli riconosoco le sue doti eh, per carità, dio adesso è il n°1, ha fatto il culo a strisce a tutto l'elenco dei partenti..

ma se il ciclismo è emozioni, è passione, beh basso è quantomeno fuori luogo in questo contesto.. vuole fare l'armstrong dei poveri, ha corso sei tour per "rubare con gli occhi" le fantasticherie dell'ameregano, senza mai attaccarlo, pur avendone la possibilità, sempre "aspettando il suo momento", ossia quello dello sfanculamento di lance..

e con queste credenziali, per me vali poco nella mia scala dei valori..

io su damiano ho enormi speranze, purtroppo ancora deve dimostrare molto.. il cruccio è se sarà in grado di ripagare l'ampio consenso che ha tra i suoi fans


Mah... quanti sono riusciti ad attaccare Armostrong in salita in sette anni al Tour? Uno, due? Medita


pantani del '98 lo faceva saltare in aria all'ameregano..

ma come, ho forse sognato o ho sentito con le mie orecchie: basso attacca armstrong, armstrong fatica a tenere la sua ruota, le ruà americhen è al gancio..


Appunto solo Pantani. Ti sei risposto da solo. Medita

 

____________________
Inutile avere una bici leggerissima, se ti porti nel corpo un'anima che pesa come un macigno.

"...e questo non è un messaggio legato solo allo sport, ma anche alla scuola, al lavoro, alla salute... se uno ci crede, può arrivare dove vuole." Ivan Basso




 
Edit Post

Livello Tour




Posts: 254
Registrato: Mar 2006

  postato il 19/05/2006 alle 12:11
Originariamente inviato da Ivan il terribile

Originariamente inviato da tonymontana

Originariamente inviato da Ivan il terribile

Originariamente inviato da tonymontana

Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Tonino, scommetto che se vai in giro in macchina e incontri il Vescovo in bicicletta, lo tiri sotto!
Dai, mi rendo conto che Basso è entusiasmante come un sermone di Tettamanzi, però non esageriamo, dai.
Sono anche io tifoso di Cunego, ma non posso non fare i complimenti a Basso.
Li hai visti in bicicletta? il nostro amatissimo Cunego sculettava e dava colpi di spalla a dritta e manca, Basso era elegante come un greyhound.
Posso solo invitarti ad essere più tollerante e ad avere fiducia, perchè ci vuole tempo, non credo proprio che la svolta del Piccolo Principe avrà luogo in questa stagione.
Ma una svolta in futuro ci sarà, è inevitabile.




altro che tettamanzi, il ruini del pedale..
sai cos'è caro davide, che nn lo reggo proprio.. gli riconosoco le sue doti eh, per carità, dio adesso è il n°1, ha fatto il culo a strisce a tutto l'elenco dei partenti..

ma se il ciclismo è emozioni, è passione, beh basso è quantomeno fuori luogo in questo contesto.. vuole fare l'armstrong dei poveri, ha corso sei tour per "rubare con gli occhi" le fantasticherie dell'ameregano, senza mai attaccarlo, pur avendone la possibilità, sempre "aspettando il suo momento", ossia quello dello sfanculamento di lance..

e con queste credenziali, per me vali poco nella mia scala dei valori..

io su damiano ho enormi speranze, purtroppo ancora deve dimostrare molto.. il cruccio è se sarà in grado di ripagare l'ampio consenso che ha tra i suoi fans


Mah... quanti sono riusciti ad attaccare Armostrong in salita in sette anni al Tour? Uno, due? Medita


pantani del '98 lo faceva saltare in aria all'ameregano..

ma come, ho forse sognato o ho sentito con le mie orecchie: basso attacca armstrong, armstrong fatica a tenere la sua ruota, le ruà americhen è al gancio..


Appunto solo Pantani. E Ivan l'anno scorso. Ti sei risposto da solo. Medita

 

____________________
Inutile avere una bici leggerissima, se ti porti nel corpo un'anima che pesa come un macigno.

"...e questo non è un messaggio legato solo allo sport, ma anche alla scuola, al lavoro, alla salute... se uno ci crede, può arrivare dove vuole." Ivan Basso




 
Edit Post

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: May 2006

  postato il 19/05/2006 alle 12:14
Originariamente inviato da tonymontana

io devo e voglio capire solo una cosetta: se tu hai tifato pantani, come fai a tifare basso? nn è una questione di essere razionale, io parlo dal punto di vista emotivo.. poi se ti accontenti perchè la vacca è magra il discorso cambia..


Come faccio ? non lo so, al cuore non si comanda. il mio tifo per Basso non l'ho scelto, se vince Basso sono più contento che se vince un altro. E poi, nella tappa della Maielletta, in molti si sono "emozionati" per lo scatto di Cunego. Non era sicuramente quello uno scatto per cui emozionarsi, non era certo uno scatto alla Pantani tanto per intenderci se il metro di paragone è quello. Tanto è vero che con tre pedalate Basso l'ha raggiunto e con altre tre lo ha staccato e questo per me è stato più "emozionante" dello scatto di Cunego. Un motivo preciso però non c'è. E' così e basta.

 
E-Mail User Edit Post

Elite




Posts: 29
Registrato: Sep 2005

  postato il 19/05/2006 alle 12:16
Vero…ciclisticamente Basso e Pantani sono l’antitesi, ma non sta scritto da nessuna parte che non si possa amare la diversità, ma c’è un altro aspetto, quello umano. Probabilmente i tifosi di Marco si riconoscono più in Basso, piuttosto che in Cunego, per affinità caratteriale. Che Basso sia arrivato gradualmente e progressivamente alla maturità atletica e tecnica, pittosto che con un cambio repentino, credo sia, per origine del suo talento, naturale e un bene… per Pantani fu diverso, partiva da una base di talento immenso e diverso, obbligarlo alla scientificità degli allenamenti avrebbe voluto dire “snaturarlo” con risultati deleteri… comunque credo avesse raggiunto la su maturità proprio in quel 1999…

Janjanssen, grazie…sempre istruttivo. Quel tuo non essere “tifoso” (io lo sono stato, mio malgrado) ti consente di essere particolarmente lucido.

 
E-Mail User Edit Post

Livello Octave Lapize




Posts: 479
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/05/2006 alle 12:17
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Originariamente inviato da galliano
non dimentico infatti che anche nel 2004 cunego, sulla prima salita, si era staccato da simoni dopo aver attaccato per primo;


Sai che non ci pensavo più? É vero, era a Corno alle Scale se non sbaglio.


Sì proprio lì, in casa Saeco.
Per quanto mi riguarda il cunego in salita ha i suoi limiti, un po' celati nel 2004 da vari fattori: avversari non al top, percorsi ridotti, ecc.
Anche al lomabardia del 2004 (lasciamo un attimo da parte che è una classica vinta pure da bettini che non è uno scalatore) in salita aveva faticato molto a tenere la ruota del "vescovo", anzi si era staccato di qualche decina di metri. Staccato da basso in salita in una classica!
Questo ed altro ha sempre alimentato i miei dubbi sulla sua abilità in salita
ciao
gall

 

[Modificato il 19/05/2006 alle 12:27 by galliano]


 
E-Mail User Edit Post Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 19/05/2006 alle 12:20
janjansen haui fatto un discorso veramente da applausi, l'unica cosa che mi trova in dissaccordo è quella della malattia di Damiano!!!!! io non adduco alla malattia tutte le colpe, ma lo stesso Merckx (che la mononucleosi l'ha avuta) all'inizio del Giro diceva che Basso era favorito e Cunego se aveva smaltito le tossine della malattia poteva dargli fastidio!!!!! quindi la malattia non è una scusa!!!!

poi, è giovane e ha sempre avuto troppe pressioni addosso e troppi cambiamenti in questi 2 anni (leggi che è diventato padre da ragazzo, troppe responsabilità la malattia ecc....) facciamolo assestare un po e poi sono convinto che tornerà quello del 2004 se non più forte!!!!!!

cmq spero che in questi giorni riesca a regalarci qualche numero!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 19/05/2006 alle 12:21
Io non sono tifoso di Basso.
Dico però che la "leggerezza" con cui fa la differenza in salita, in quarant'anni che seguo il ciclismo, non l'ho vista a molti, anzi adesso non mi viene in mente proprio nessuno.
Se stiamo lì a guardare se è un vescovo, se si è migliorato troppo a cronometro, se non è entusiasmante, se è più forte di Pantani o no, perdiamo di vista, invece, quella caratteristica che ha in montagna e che, ripeto, non ho visto in altri.
E che può farlo ricordare agli amanti della bici.

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/05/2006 alle 12:30
Originariamente inviato da janjanssen

Ognuno di noi è attirato da un atleta per motivi spesso sconosciuti.
Motivi che guardano a noi dentro.
Io ad esempio, riesco senza nessun problema a separare un discorso tecnico da un "affetto" sportivo. Tecnicamente, anzi, mi piace un tipo di atleta che affettivamente, spesso, non mi coinvolge. Forse questo è il motivo per il quale riesco con difficoltà a tifare contro.
Tecnicamente mi piacciono i ciclisti. Ogni pezzo di strada ha i suoi specialisti e ho i miei preferiti fra gli sprinter, i passisti, gli scalatori, i pistard. Il gesto tecnico porta differenze e riesco ad innamorarmi di specialisti di ogni categoria di sport a due ruote e pedali.
Ma tendenzialmente , tendo a adottare corridori che abbiano hanno un temperamento mite, atteggiamenti modesti, possibilmente discreti o buoni scalatori. I corridori troppo vincenti, troppo aggressivi, troppo sicuri di se, difficilmente hanno conquistato il mio cuore.
Pantani non l'ho mai "tifato". Pur amando gli scalatori, pur vivendo a 30 km dallacasa di Pantani, pur essendo un romagnolista convinto, non ho mai tifato Pantani. Apprezzato, applaudito..si certo, ma tifato mai.
Come non ho mai tifato per Hinault, Moser, saronni, Merckx, Indurain... gli invincibili non mi appassionano.
Oggi simpatizzo per Basso. vorrei spiegare il perchè.
Finita la carriera di Bugno, cecavo un giovane che mi interessasse, su cui investire. ho preso Basso quindi prima , ben prima che vincesse una qualunque corsa fra i prof. Non mi scordo che da giovane ha fatto il gregario, crescendo pian piano, ha attaccato invano, fermo assolutamente in volata, ha perso corse anche per poco. Ed è cresciuto , checchè ne dica il nostro amico, ad ogni stagione. Non un fenomeno (non mi appassiono ai fenomeni...), ma un faticatore. Uno che deve crescere facendo fatica. e non contando sull'arma dello sprint. Constatato che non è un fenomeno, ho notato un atteggiamento un pò "pretile", (Vescovo è un nick arguto del sempre attento Davide) troppo misurato forse, ma in fondo abbastanza congeniale. Niente show, niente spettacolo sotto ai riflettori, niente dichiarazioni sopra o sotto le righe, insomma , l'elogio del comune. Lo si contrappone a Cunego. Ragazzo dotato, sfavillante, pompatissimo nel suo anno domini , il 2004. Esattamente ciò che Tony rimprovera a Basso, ha visto Cunego (innocente...) protagonista. Confronti con Pantani, con i migliori di ogni tempo, definizioni di fenomeno ad ogni piè sospinto.
Cunego ha doti notevolissime. Ma non mi pare sia il nuovo messia della bicicletta. E' giovane, deve e può migliorare in ogni campo, ma può anche fermarsi troppo presto. Il ciclismo è pieno di fenomeni a 22 anni , non diventati poi fenomeni mai. Un nome? Baronchelli. Un primo anno da professionista con il giro d'Italia quasi strappato a Merckx (non ha gonchar, con tutto il rispetto per l'ukraino..), poi un dimensionamento inferiore ad ogni attesa. La prudenza non è mai stata dei nostri commentatori, nè dei tifosi, nè dei mas media.
Basso non ha nessuna responsabilità se qualche troppo pagato commentatore sparerà peana fuori luogo su di lui. Ho sentito fare peana a Pellizzotti, con tutto il rispetto... non mi stupirei certo. Basso non ha nessuna responsabilità se corre in una epoca di transizione, senza grandi avversari in Italia. e con POCHI grandi avversari nel mondo. E' già successo ad altri. La crisi di talenti nel ciclismo non è da oggi. Indurain non aveva i rivali di Hinault, Armstrong non ha avuto i rivali di Indurain. Su Pantani si potrebbe scrivere un libro. Oggi Savoldelli ha 33 anni, Simoni di più, Garzelli è ormai logoro, Di luca a tappe è un'incognita, cunego.... non sta bene.
E' una colpa di Basso questa? O è una situazione di cui potrebbero approffittare altri, se ne avessero i mezzi?
Anno scorso Savoldelli lo ha dimostrato. Mi pare abbia vinto lui il giro, no?
L'odio contro a Basso, nasce da altro. Mentre Savoldelli o Di Luca sembrano non mettere in dubbio la leadership "teorica" di Cunego, Basso si. La mette in dubbio. Se batterà Cunego quest'anno e si comporterà bene al tour, rivendicherà il titolo di migior italiano del momento per le corse a tappe. Questo rode ai Cuneghesi. Rode è l termine giusto. Non tirate fuori storie di lesa maestà con i paragoni a Pantani. Proprio Cunego è stato colui che li ha ispirati. Quindi, tifate contro quanto volete (affari vostri , ovviamente),ma almeno siate intellettualmenteonesti. Non tirate in ballo storie ipocrite.
Il bello è un'altra cosa. Basso può essere lo Zuelle del 98. Dopo la crono pareva imbattibile. Poi c'era la marmolada . Scappa lassù e diZuelle si pesero le tracce. Niente pippe sul terreno, sul disegno del giro, sul numero di arrivi favorevoli o contrari... semplicemente il Pirata prese bandana e salutò. Stroncando Zuelle. La marmolada c'è quest'anno. Ce l'hanno messa. Come ci hanno aggiunto Mortiroli, corones, san pellegrini... se lo davate al vostro pirata sto giro a Basso dava 20 minuti. Cunego dovrà misurarsi su questo. E se ci riuscirà, tanto di cappello. Avrà avvicinato il mito cui è stato affiancato dall'inizio... (Pantani un giro con tante salite non l'ha mai avuto, perchè gli altri non ci sarebberoneanche andati ad affrontarlo....) . Sennò dovrà dire che è un bel prospect, che deve farsi ma oggi non è neanche lontanamente lo scalatore che TUTTI dicevano fosse. e basta con la litania della mononucleosi per cortesia. No è malattia eterna. E non può essere la scusa per ogni cosa.
Il giro è lungo. E forse Cunego ci farà vedere che prende a calci basso per tutto l'arco alpino. Ce l'hanno dato, il terreno per farlo. Forse invece di prenderlo a calci, gli darà dei minuti. delle mezz'ore o dei giorni. Se avverrà il contrario, non mi vedrai mai scrivere che Basso ha preso a calci il presuntuoso principino. I corridori non sono nè pugili, nè wrestler. Si sfidano a colpi di pedale. E vince chi va più forte, chi ha più testa, cuore, resistenza, senza la distruzione fisica dell'avversario. La bicicletta ha visto rivalità molto più accese di questa. E' sopravvissuta. Sopravviverà anche all'odio infantile di nuovi pseudoappassionati di ciclismo, mostrato per Basso. Non ho il minimo dubbio. Quindi, un pò di pazienza, ed in bocca aòl lupo a tutti. Che abbiano la salute per farci vedero OGGI chi sia il migliore sula strada.
Vescovo o principino o falco che sia.



Amen.

Mamma mia, JanssenJan; un inno (interminabile) al politicamente corretto. Il povero zappatore Basso che si sfanga la carriera al prezzo di sacrifici sovrumani e che finalmente vede la luce della gloria. Ohibo'. Da contrapporre al genio maligno di Pantani che si allenava poco, che da Luglio a Settembre lo si poteva trovare solo nottetempo ma che però vinceva, eccome se vinceva. Ma anche tu, nei momenti di debolezza almeno, quando nessuno ti vede, sembri indulgere alle manifestazioni del genio. Sei tu che ricordi Ocana e Orcieres Merlette ed è qui che riveli la tua debolezza di essere umano, come tutti noi.

Comunque sono d'accordo con te anche se questa rivalità Cunego-Basso non è cosa minore. Ci fa discutere, appassionare anche: ti par poco ? Dici che questo è periodo di transizione: anche questo è un argomento interessante, meriterebbe un thread di per se'.

Infine Pellizotti. Non posso che citarti ammirato: ma ricordi quando il duo RAI lo menzionava ogni due per tre ?

Ciao, non volermene per carità.
Alberto

 
E-Mail User Edit Post

Livello Octave Lapize




Posts: 479
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/05/2006 alle 12:35
Originariamente inviato da prof

Infine Pellizotti. Non posso che citarti ammirato: ma ricordi quando il duo RAI lo menzionava ogni due per tre ?

Ciao, non volermene per carità.
Alberto

Già Pellizzotti..... bonta suà se dovessimo limitarci ad ascoltare telecronisti e cannavò di turno, avrebbe già vinto un paio di giri e qualche classica. Uno dei corridori + sopravvalutati del gruppo. che sia parente del bulbarelli?
saluti
gall

 
E-Mail User Edit Post Visit User's Homepage

Livello Octave Lapize




Posts: 473
Registrato: May 2005

  postato il 19/05/2006 alle 12:51
anke il cunego del 2004 si è staccato da basso nel lombardia....quindi a me sembra lo stesso(a pontedera ha sbagliato a provare ad andare con rapporti troppo poco agili, ma sbagliando s'impara)
 
E-Mail User Edit Post

Under 23




Posts: 17
Registrato: Apr 2005

  postato il 19/05/2006 alle 12:51
Sono d'accordo con Furlside .
Inoltre quanto a bravi ragazzi , personalmente , reputo Cunego il numero uno , per questo proprio non mi piace . E' indubbiamente carino e diplomatico . Ma a me sembra preoccupato di piacere e ruffiano . Almeno in Basso vedo una sicura personalità che non mi entusiasma , ma c'è . E apprezzo il suo non prestarsi ai giochini dei giornalisti . Cunego , invece , date le esigenze del movimento e l'enorme affetto della gente per Marco da non "sprecare" è stato invitato a diventre tifosissimo di Pantani quando il Pirata non c'era più . Lui ha accettato , si è prestato , non ha rifiutato il mezzuccio offertogli , a scapito anche di una vita più tranquilla da corridore (si sà che le miriade di impegni , come presenziare a certe manifestazioni , tolgono tempo , riposo ed energie alla vita da corridore ). Quell'entusiasmo , quell'affetto , quel seguito sulle strade , quella passione nella gente , Pantani l'ha creato da sè , così con l'immediatezza spontanea del proprio talento con la coerenza a se stesso (indubitabile per chiunque dato l'epilogo) mai contaminata dai ragionamenti della convenienza , della diplomazia e del dover piacere. Ed è una fortuna per la salute economica del movimento incrociare uno che dal nulla crea quella passione nella gente , mette in moto quel principio , la passione , senza il quale tutto sarebbe vuoto e sempre più fiacco , fino a lasciare tutti a piedi mentre si preoccupano di proclamare eredi , rilanciare continuità poco autentiche e molto forzate ed economiche , inventare dualismi e creare passione (presupposto per i propri guadagni) a tavolino .
Mi sono sempre detto che voler creare il nuovo campione , oltre che impossibile (prendo in prestito dalla mia filosofia spicciola , e dico che il talento autentico accade incondizionatamente , non perchè lo vuoi)è anche stupido perchè ciò che tocca davvero le corde profonde del pubblico non si costruisce ma capita senza assecondare nessuna necessità di utilità umana . Le cose vere emozionano davvero e non si può decidere quando , come e dove , non vedo come può annunciarmele un Bulbarelli.
Cunego a mio modo di vedere è un vecchietto dentro e non è affatto un rivoluzionario in grado di far saltare il giro come desidererebbe Bergonzi , anche perchè non ha caratteristiche da fuoriclasse sulle grandi montagne , o se le ha ancora non ne ha dato nessunissima sbiadita impressione .
Inoltre credo che il calibro effettivo di uno scalatore da classifica generale in una grande corsa a tappe si misura quando a fianco hai quei corridori che dettano legge sulle montagne del tour . Quando si fanno certe andature in montagna gli scalatori sono troppo alla corda per produrre scatti utili e al tour è già tanto se i 50 di media fatti prima della salita non li portano a rimanere vittima della selezione già ai primi km d ascesa .

 

[Modificato il 19/05/2006 alle 12:55 by pinkd]


 
E-Mail User Edit Post
<<  1    2    3    4  >> Nuovo Thread   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.9827850