Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > OT > Film che parlano (anche) di ciclismo
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2    3    4    5    6    7  >>

Warning: mysql_result(): Unable to jump to row 0 on MySQL result index 143 in /var/www/html/functions.php on line 515
Autore: Oggetto: Film che parlano (anche) di ciclismo

Livello Hugo Koblet




Posts: 413
Registrato: Mar 2005

  postato il 27/03/2006 alle 15:45
GINO BARTALI L'INTRAMONTABILE è un bellissimo film, ho conosciuto le imprese del giro e del tour de france di gino, ma non ho mai conosciuto molto dell'uomo che era, di quanto amava suo fratello, a tal punto di vincere solo per lui il tour, e di quanto era contro il regime facista.. bellissimo il pezzo in cui dedica la vittoria "a chi sta sopra di noi e ogni giorno ci protegge.." tutti si aspettavano dicesse il duce e invece lui dice "la vergine maria". E' lui, è l'intramontabile Gino!!! Un grande uomo nel ciclimo e nella vita!

 

____________________



 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5092
Registrato: Apr 2004

  postato il 27/03/2006 alle 16:08
Originariamente inviato da Frank VDB

E la scena sul finto Turchino di Bartali e Binda va bene per la Coppa Cobram del 17 giugno.


Altro errore: l'episodio avvenne sul Capo Berta.

 

____________________
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Marzo 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 4706
Registrato: Apr 2005

  postato il 27/03/2006 alle 16:35
a me è piaciuta tantissimo questa prima parte davvero bella ricca di tanti valori umani come l'amore l'amicizia ecc devo dire che anche le scene delle tappe non erano granchè ma non erano enanche tanto brutte come ha detto qualkuno ho trovato stupenda la parte dalla vittoria di coppi alla fine sopratutto quando svegliava un fin troppo secondo me introverso Fausto Coppi bella la scena in cui salva i bambini e scommette col commandante nazista un suo ritorno alla vittoria nella corsa rosa bello tutto bello. LA cosa che nn mi è piaciuta e che Fausto Coppie ra troppo bambascione possibile che era così?

P.s. Ah un'ultima cosa coloro che volevano vedere + ciclismo ci sono i documentari della gazzetta o di qualke altro giornale o ecc x questo ciao a tutti

 

____________________
"Qui devi spingere con le tue gambe vecio" Davide Cassani a Gilberto Simoni alla ricognizione di Plan De Corones

"Signori non c'è ne sono più" Gilberto Simoni ad Aprica 2006

Il mio nome è Roberto che fa rima (guarda un pò che caso) con Gilberto

30 maggio 2007 ultima vittoria al giro sullo Zoncolan. 30 Maggio 2010 la fine di un lungo sogno duranto 15 anni fatto di tante gioie e tante delusioni, grazie di tutto Gibo!



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 27/03/2006 alle 16:53
Originariamente inviato da GiboSimoni
P.s. Ah un'ultima cosa coloro che volevano vedere + ciclismo ci sono i documentari della gazzetta o di qualke altro giornale o ecc x questo ciao a tutti


un po di ciclismo non avrebbe fatto male, ma cmq aspettiamo stasera...cmq in linea di massima sono d'accordo con te

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Federico Bahamontes




Posts: 390
Registrato: Oct 2005

  postato il 27/03/2006 alle 16:59
Originariamente inviato da robby

Originariamente inviato da DeLorean

Bisogna accontentarsi,la tv in fondo è questa


va beh, accontentiamoci dell'intramontabile Bartali piuttosto che acontentarsi di Grande Fratello Fattoria Music farm e vaccate varie!!!!!!!!!!!!

Quoto a piene mani, bravo Robby!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2863
Registrato: Oct 2005

  postato il 27/03/2006 alle 18:03
Originariamente inviato da GiboSimoni
P.s. Ah un'ultima cosa coloro che volevano vedere + ciclismo ci sono i documentari della gazzetta o di qualke altro giornale o ecc x questo ciao a tutti


Ciao Gibo, approfitto del tuo messaggio per chiarire il mio punto di vista.
Almeno io (non so gli altri "critici") non volevo più ciclismo, ma piuttosto un migliore (e un po' meno macchiesttistico) ciclismo.

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2258
Registrato: Feb 2005

  postato il 27/03/2006 alle 18:13
Originariamente inviato da ProfRoubaix

Originariamente inviato da GiboSimoni
P.s. Ah un'ultima cosa coloro che volevano vedere + ciclismo ci sono i documentari della gazzetta o di qualke altro giornale o ecc x questo ciao a tutti


Ciao Gibo, approfitto del tuo messaggio per chiarire il mio punto di vista.
Almeno io (non so gli altri "critici") non volevo più ciclismo, ma piuttosto un migliore (e un po' meno macchiesttistico) ciclismo.

Beh dai, non era poi così tanto macchiettistico...diciamo che a parte la scenetta "Vianelliana" del capo Berta, per il resto mi è parso abbastanza serio (anche se poco quantitativamente, certo, non si capivano bene le dinamiche, ma come già detto, è una fiction per la tv...)

 

____________________
"Se hai la fortuna clamorosa di diventare un cronista di ciclismo, non puoi fare a meno di essere coinvolto, trascinato in una passione infinita, irrinunciabile, che ti segna per sempre" - Pietro Cabras

"C'è una salita? Vai su, arriva in cima, e vedrai che sarai sempre vincitore" - Giordano Cottur

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Luison Bobet




Posts: 774
Registrato: Jan 2005

  postato il 27/03/2006 alle 18:20
Originariamente inviato da Vuelta Espana


Beh dai, non era poi così tanto macchiettistico...diciamo che a parte la scenetta "Vianelliana" del capo Berta, per il resto mi è parso abbastanza serio (anche se poco quantitativamente, certo, non si capivano bene le dinamiche, ma come già detto, è una fiction per la tv...)


Dai, ho hanno fatto le riprese velocizzate per farli andare un po piu forte, oppure certi staccati sono fermi..vabbe' che un tempo si andava piu piano..ma allora almeno un po piu di stile...giulio bartali in discesa sembrava impedito..

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2863
Registrato: Oct 2005

  postato il 27/03/2006 alle 18:31
Originariamente inviato da DeLorean

ma e' vera la storia che Coppi nel Giro del 1940 ando' in crisi sulle Dolomiti e Bartali lo fece ripartire come e' stato nel film?


Certo che è vero,mi pare successe sul pordoi...mi pare non fù neanche l'unica in quel giro.Nella realtà pare che Bartali prese un mucchietto di neve e lo mise nel colletto della maglia di Coppi per farlo riprendere dalla crisi.


Se non sbaglio fu nella tappa con i passi di Cibiana e della Mauria.

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 27/03/2006 alle 18:55
In occasione del primo passaggio televisivo (1995) della fiction su Fausto Coppi, restai parecchio deluso. Mi aspettavo un film diverso, con maggiore (e migliore)spazio dedicato alle imprese del Campionissimo.
Quando lo vidi per la seconda volta lo riabilitai, almeno parzialmente.
La fiction su Bartali non mi ha colto impreparato. Stavolta non nutrivo particolari aspettative e, forse per questo, dopo avere assistito alla prima puntata, il giudizio e tutto somamto positivo. Una sufficienza piena, come ha detto Admin.
Meglio, certamente, della fiction dedicata al Grande Torino, nella quale di calcio si vedeva veramente poco.
Il punto è che questo tipo di programmi, in un periodo caratterizzato da un'omologazione generalizzata, hanno caratteristiche comuni, quasi che gli sceneggiatori siano gli stessi. Il richio , nello specifico, era che un personaggio della statura sportiva e umana di Bartali venisse in qualche misura ridotto ad una specie di "santino".
Mi pare che, nel complesso, l'operazione sia comunque riuscita. Poteva essere dato meno risalto alla storia d'amore con Adriana a vantaggio di un pur minimo approfondimento delle vicende sportive (la vittoria al Tour del 1938 è trattata in modo superficiale). Mi rendo conto, d'altra parte, che il programma è rivolto ad una platea composita e passare da "Orgoglio" a Bartali poteva essere possibile solo accentuando taluni aspetti comuni, ripeto, alla totalità delle fiction televisive.
Pur con tutti i limiti imposti dal rispetto delle regole mediatiche , tuttavia, a me non è dispiaciuto.
Ci sono state, è vero, alcune difformità rispetto alle vicende sportive.
Si è già accennato alla Sanremo del 35: vero l'episodio di Colombo sul berta, peccato che Binda si fosse ritirato prima della galleria del Turchino.La caduta al Tour del 1937, poi, non avvenne su un bel prato accanto ad una dimora gentilizia, bensì nelle gelide acque del torrente Colau, nella tappa Grenoble-Briancon.
Bartali, inoltre, non era presente sul percorso della Targa Chiari il giorno in cui Giulio subì l'incidente che ne causò la morte.
Anche l'episodio della neve, infine, viene largamente enfatizzato.
Sono peccati veniali, a mio giudizio, giustificati da esigenze cinematografiche che nulla tolgono alla vicenda complessiva.
Per quanto riguarda, poi, il rapporto con Coppi aspetto di vedere la puntata di stasera , incentrata proprio sul periodo della rivalità più accesa.
Su questo punto,comunque, colgo una notevole differenza con la fiction su Fausto. In quella, infatti, il personaggio di Gino era appena accennato in modo quasi caricaturale, mentre oggi vediamo un Coppi che, sebbene fino ad ora timido ed ossequioso (tranne che nell'episodio-vero-della discussione serale con i gregari) occupa uno spazio importante.
Vedremo quello che accadrà nella seconda parte.


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 27/03/2006 alle 19:07
Originariamente inviato da strongale

Originariamente inviato da robby

Originariamente inviato da DeLorean

Bisogna accontentarsi,la tv in fondo è questa


va beh, accontentiamoci dell'intramontabile Bartali piuttosto che acontentarsi di Grande Fratello Fattoria Music farm e vaccate varie!!!!!!!!!!!!

Quoto a piene mani, bravo Robby!

Mi accodo... anche se sono sue generi completamente diversi tra loro.

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 27/03/2006 alle 19:45
ma e' vera la storia che Coppi nel Giro del 1940 ando' in crisi sulle Dolomiti e Bartali lo fece ripartire come e' stato nel film?

A proposito di questo episodio è curioso notare che lo stesso Bartali lo ha collocato in due diverse tappe: nella Trieste- Pieve di Cadore(Tutto sbagliato, tutto da rifare) e nella Pieve di Cadore -Ortisei(La leggenda di Bartali) .. In quest'ultimo libro Gino colloca la scena sul Pordoi("nevicava, Coppi non stava troppo bene e, per dargli una scossa, gli strofinai la neve sul collo")

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 27/03/2006 alle 19:51
Coppi, invece, racconta che nella Trieste-Pieve di Cadore, sul Mauria,"Bartali mi raggiunse e mi restò vicino per incoraggiarmi a tener duro. Arrivò al punto di cercarmi dell'acqua da bere!"
Secondo Gino, invece, fu nella tappa successiva che egli procurò l'acqua a Fausto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 27/03/2006 alle 20:21





 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 27/03/2006 alle 20:46
Io non l'ho visto beh sapete ieri c'era amici, ma non è che l'attore mi faccia impazzire a dire il vero...

 

____________________
Il procuratore aggiunto di Catania Renato Papa: Nel 2003 è stato abrogato un comma della legge che permetteva l'arresto dei diffidati recidivi, e di chi non si presentava alla firma. E questo è stato un grave gesto di debolezza.
Uno nessuno centomila! Un libro di Pirandello? No! I castelli di Kessler secondo Bulba...
All'ombra del cavaliere oscuro (la biografia di G. Fini)
La regola del fallo di mani nel calcio? Superata, oramai si gioca con 11 portieri come la lotteria istantanea - ponzi ponzi po po po
Baci riddler/Massimo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 27/03/2006 alle 22:09
Originariamente inviato da riddler

Io non l'ho visto beh sapete ieri c'era amici, ma non è che l'attore mi faccia impazzire a dire il vero...


Hai rinunciato al film su BARTALI (bellissimo movie) per
quella bojata di "AMICI" ??
Spero tu stia scherzando!

FORZA "SGINO"!!!

p.s. l'attore è molto bravo, l'interpretazione è ottimale.
Peccato che il fisico sia più da boxeur che da ciclista!
Nonostante abbia perso dei kg per fare il film.
Pensavo stasera che...un toscano che potesse interpretare
la parte di Bartali c'era!
Francesco Casagrande, fiorentino pure lui.
Così come Franco Chioccioli avrebbe dovuto fare il film su Coppi.
Li avreste visti male come attori??
Sarebbe stato bello vedere loro.
In fin dei conti i veri Coppi & Bartali, come attori,
in "Totò al Giro d'Italia" una piccola parte la recitarono.

 

[Modificato il 27/03/2006 alle 22:14 by ]

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 27/03/2006 alle 22:14
No, io sono uno sfegatato fan di amici, nonchè di Rossella Brescia e Maria Zaffino... e cmq le fiction rai non è che mi esaltino + di tanto...

 

____________________
Il procuratore aggiunto di Catania Renato Papa: Nel 2003 è stato abrogato un comma della legge che permetteva l'arresto dei diffidati recidivi, e di chi non si presentava alla firma. E questo è stato un grave gesto di debolezza.
Uno nessuno centomila! Un libro di Pirandello? No! I castelli di Kessler secondo Bulba...
All'ombra del cavaliere oscuro (la biografia di G. Fini)
La regola del fallo di mani nel calcio? Superata, oramai si gioca con 11 portieri come la lotteria istantanea - ponzi ponzi po po po
Baci riddler/Massimo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 27/03/2006 alle 22:49
Premetto che non ho visto il film, ma che lo sto registrando per riguardarlo con la mia bella.
Comunque vorrei spezzare una lancia in favore di Favino (che gioco di parole).
Per me è un bravo attore, mi è piaciuto molto anche in El Alamein, film italiano, snobbato dai più.
Comunque aspetto a dare un giudizio sul "Bartali", anche se mi sembra di capire che ha avuto un bel successo.
Speriamo serva a tutto il movimento.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2258
Registrato: Feb 2005

  postato il 27/03/2006 alle 23:12
Vo' in bicicletta dottore, l'è la cosa più bella del mondo!!!!


Questo film mi ha davvero conquistata. E sta volta si è anche visto moooolto ciclismo!!!

 

____________________
"Se hai la fortuna clamorosa di diventare un cronista di ciclismo, non puoi fare a meno di essere coinvolto, trascinato in una passione infinita, irrinunciabile, che ti segna per sempre" - Pietro Cabras

"C'è una salita? Vai su, arriva in cima, e vedrai che sarai sempre vincitore" - Giordano Cottur

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2863
Registrato: Oct 2005

  postato il 27/03/2006 alle 23:15
Originariamente inviato da Vuelta Espana

Vo' in bicicletta dottore, l'è la cosa più bella del mondo!!!!


Questo film mi ha davvero conquistata. E sta volta si è anche visto moooolto ciclismo!!!


Mooooolto meglio la seconda puntata

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Bernard Hinault




Posts: 1177
Registrato: Feb 2006

  postato il 27/03/2006 alle 23:16
"ah... sei tu, De Gasperi"


comunque molto meglio la seconda parte della prima, si è parlato molto più di ciclismo vero e proprio, complice anche la figura di Coppi.

in generale lo ritengo un lavoro più che sufficente, tendente al buono.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 27/03/2006 alle 23:23
Il film è appena terminato ed è ancora viva in me la commozione per la stupenda storia di questo immenso campione e per il modo in cui è stata narrata!
Come avevo immaginato la seconda parte ha dato un po più spazio all'agonismo grazie alla rivalità con Coppi, all'inizio il campionissimo veniva descritto in un modo ingeneroso, troppo manovrabile dagli altri, alla fine invece è venuta fuori la sua personalità enigmatica rappresentata dagli occhialoni da sole.
Nonostante qualche imprecisione storica tutto il film è stato davvero avvincente e ben recitato ed ha fugato gran parte dei dubbi della vigilia, l'impresa non era facile ma il risultato è stato davvero apprezzabile.
Mi è rimasta impressa l'ultima frase: "l'ultimo vestito è senza tasche"

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 27/03/2006 alle 23:23


Non c'è più stato nessuno come loro.

Lo confesso, sul finale mi sono commosso....

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gastone Nencini




Posts: 492
Registrato: Feb 2003

  postato il 27/03/2006 alle 23:40
Nulla da eccepire sulla storia umana dei due campioni a tratti davvero commovente. Ma le vere lacrime mi sono venute sull'aspetto tecnico. Mai una scena da 'peloton' ... con uomini che limano e stanno in scia. Tutti distanti e sparpagliati sulla strada come una mandria di pecore senza pastore. Sono sicuro che la corsa anche a quell'epoca era tutta un altra cosa rispetto a quello che hanno voluto farci vedere. Anzi da quello che ho letto, mi è parso di capire che a quei tempi in qualche occasione si organizzavano delle vere e proprie tattiche di attacco basate sulla posizione sulla carreggiata. Schemi di blocco come 'la gabbia' con la quale alcuni gregari posizionati in modo opportuno rallentavano l'azione del capitano avversario mentre il proprio scattava. E poi gli altri campioni del'epoca che fine hanno fatto? ... mica c'erano solo Bartali Coppi e Bobet (finito il budget per le comparse?)
L'attore protagonista è stato bravo ma fisicamente era improponibile ... sembrava proprio un pugile. Se voi mi assicurate che fiction come questa fanno bene al ciclismo e alla sua conoscenza allora il mio giudizio finale lo sposto sul positivo ... altrimenti no ...CIAO

 

[Modificato il 27/03/2006 alle 23:55 by lucius]

____________________
PALMARES:
http://www.cycle-racing.com/winners/Rebellin.htm
http://it.wikipedia.org/wiki/Davide_Rebellin

email (scritta tutta al contrario) ti.orebil@zp.suicul

ti avverto! ... ti aspetterò solo per altri 111 anni ... poi me ne vado

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 27/03/2006 alle 23:52
seconda puntata magnifica dove viene dipinto il ciclismo ed i
ciclisti come a me piace.
Agonismo, rispetto, sofferenza e perseveranza.
In gara e nella vita.
Forse al giorno d'oggi e' un po' un'utopia ma, in fondo,
cosa e' lo Sport?

Bello e commovente.

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 28/03/2006 alle 00:34
Non so se e' originale ma ecco il discorso di Gino
alla partenza del Giro d'Italia della Rinascita
cioe' il primo dopo la fine della guerra:

Il signore qui mi ha chiamato anziano
e questo magari fara'piacere a qualcuno,
pero' anch'io son contento di averci l'esperienza che ho
perche' quest'esperienza mi fa capire che questo giro qui
non sara' un giro come tutti gli altri...
perche' le case son distrutte, le strade son tutte sotto sopra
le faccie della gente che ci guardera' dai bordi delle strade
sono faccie di fame, occhi che hanno visto tante infamie
allora secondo me noi si deve fare come se le nostre biciclette
sono il filo che ricuce tutte quante le ferite
pe' fa' torna' la gente al sole, a ridere
a fa' il tifo, per tutti i corridori

e c'é una cosa
c'é una cosa che vorrei piu' di tutte, piu'di vincere, forse,
vorrei che ai bambini, come il mi figliolo, vedendoci passare
gli venisse voglia di prendere le loro biciclette scassate,
e di diventa' campioni, che magari non lo diventano...
pero' magari riprincipiano a sognare ......
....amici ho detto un sacco di stupidaggini
buona girata a tutti via!

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1502
Registrato: May 2004

  postato il 28/03/2006 alle 00:42
Ho appena finito di vedere il film (lo avevo registrato). Sinceramente secondo me la regia è stata proprio di basso livello.. le scene di ciclismo parevano allegre scampagnate per le montagne... e mi è pure sembrato un po' buonista! Vabbè vado a dormire che è meglio!

P.S.: La miglior frase è stata:
Giorgio: "Ma sei scattista o scalatore?"
Gino: "Quando c'è da scattare scatto e quando c'è da scalare scalo!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 28/03/2006 alle 00:52
Ancora un bel discorso (questo sicuramente e' farina
del sacco degli autori... credo).
Gino rivela al bimbo in ospedale a cui manca
la volonta'di guarire, il suo "segreto":

non son le gambe, e' la voglia.
le montagne, quando pedala, pedala...
ad un certo punto ti manca il fiato
le gambe ti fanno mare da morire e dici
io smetto, basta, mi ritiro...
quello li' e' il momento della voglia
la voglia di dare un altro giro di pedale
poi dopo quella pigiata ne viene un'altra
poi un'altra, ancora ti tornan le forze,
ecco cos'e' la voglia

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gianni Bugno




Posts: 588
Registrato: Mar 2005

  postato il 28/03/2006 alle 01:11
Ditene quel che volete..a me e' piaciuto e ha commosso...
Qualche dettaglio per i criticoni...
C'erano poche comparse, sempre quelle...prima camicie nere o Monterosa e poi frontisti...
I mezzi d'epoca (alcuni splendidi, come la Sertum con la forcella sdoppiata e una bellissima guzzi Astore..che faceva servizio a tutte le corse , come peraltro il bellissimo tre ro torpedone...),come i treni erano veri...ma purtroppo sempre gli stessi!
Favino assomiglia, diciamocelo, piu' al Cipolla che a Bartali..ma l'ha reso benissimo..e il Coppi piccolo airone fragile, in contrappunto al vitalismo guascone del grande Gino, era molto migliore di quello dello sceneggiato a lui dedicato.

Insomma...Lavori in economia...ma lo spirito del tempo , che purtroppo ho potuto solo ascoltare dai racconti di mio nonno, c'era tutto...

La scena del passaggio di borraccia poi..era PERFETTA!!

una bella serata in tv...........

 

____________________
"Quel naso triste come una salita
Quegli occhi allegri da italiano in gita!"

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Federico Bahamontes




Posts: 390
Registrato: Oct 2005

  postato il 28/03/2006 alle 08:13
Certo ai nostri occhi ci sono tante imperfezioni (sono d'accordo che le scene di gare, con i corridori sparpagliati quà e là, non erano molto veritiere) però nel complesso direi che stavolta mamma Rai ha fatto un buon lavoro tenendomi per due sere incollato e un po'commosso davanti alla tv fino alle 23.30. Non accadeva da anni. Adesso purtroppo torneremo a Music Farm, al Malloppo, all'Isola dei Famosi...
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 28/03/2006 alle 08:17
ragazzi io l'ho visto e devo ammettere che nella scena dove Gino si alza dal letto e va a trovare il bambino a cui spiega cos'è la voglia e per lui rimonta in bici anche se con la gamba malandata mi ha quasi fatto venire una lacrimuccia!!!!

Concordo con chi dice che nella seconda puntata cìè molto + ciclismo ma d'altra parte era inevitabile vista la caratura della eterna sfida tra due dei più grandi sportivi della storia!!!!!!

Voto complessivo: per me un otto pieno e Favino (anche se non troppo somigliante al Ginetaccio) mi è piaciuto davvero!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5092
Registrato: Apr 2004

  postato il 28/03/2006 alle 08:32
Originariamente inviato da gru-nt

I mezzi d'epoca (alcuni splendidi, come la Sertum con la forcella sdoppiata e una bellissima guzzi Astore..che faceva servizio a tutte le corse , come peraltro il bellissimo tre ro torpedone...),come i treni erano veri...ma purtroppo sempre gli stessi!



E non erano solo i mezzi ad essere sempre gli stessi. Avete notato che sia il Giro sia il Tour si concludevano nello stesso velodromo, dove avevano solo sostituito gli striscioni pubblicitari?

 

____________________
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 28/03/2006 alle 08:37
Originariamente inviato da maurofacoltosi

Originariamente inviato da gru-nt

I mezzi d'epoca (alcuni splendidi, come la Sertum con la forcella sdoppiata e una bellissima guzzi Astore..che faceva servizio a tutte le corse , come peraltro il bellissimo tre ro torpedone...),come i treni erano veri...ma purtroppo sempre gli stessi!



E non erano solo i mezzi ad essere sempre gli stessi. Avete notato che sia il Giro sia il Tour si concludevano nello stesso velodromo, dove avevano solo sostituito gli striscioni pubblicitari?


Notato anche quello, ma d'altra parte (senza nulla togliere a niente e a nessuno) era una fiction Rai e non un colossal di Spielberg...tra l'altro anche le salite del Giro del Tour erano più o meno le stesse, ma anche qui vale il discorso che ho appena fatto

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Jaques Anquetil




Posts: 991
Registrato: Jan 2005

  postato il 28/03/2006 alle 08:58
A me è piaciuto.
In un film o fiction sullo sport, è sempre difficile che le scene relative alla competizione vera e propria rendano giustizia.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 28/03/2006 alle 09:11
Passo dal 5,5 della prima puntata al 5 della seconda. Lo so che sono in controtendenza, ma...

Lo sa lo sceneggiatore che il Tour si fa a luglio da un secolo? Poteva cercare montagne senza neve? Poteva evitare di far dire al figlio di Bartali "dice il mio compagno di banco che il Tour non lo vinci"? Perdonatemi ma io a queste cose ci guardo!

Le scene della Liberazione di Firenze sono dilettantistiche: eppure di film sulla guerra ne hanno fatti...

La moglie di Bartali (brava) si trova al Tour e il giorno dopo negli scontri di Firenze dopo il tentato omicidio di Togliatti. Mah!

Passando al ciclismo: Favino interpreta Bartali come io potrei interpretare Sharon Stone. Per piacere! Le scene di corsa sono irrealistiche: gruppo sgranato all'eccesso, urli dei corridori, crisi bestiali. Non uno straccio di topografia, tipo Col de l'Hizoard allo scambio di borraccia. Non uno straccio di classifica. Coppi si candida a fare il capitano della nazionale del 1949 al Tour (nessuno spiega che il Tour si faceva per squadre nazionali) dopo aver vinto la Sanremo, il Giro e pure il Lombardia!
Il velodromo è sempre quello e le scene di pubblico pure! Bastava cambiare l'angolo di inquadratura, oltrechè la scritta Pirelli con Michelin e cambiava tutto. C'è una foto del 1948 che è storica: Bartali portato in trionfo a spalle al Parco dei Principi; fece il giro dei giornali, qui neanche ripresa.
E poi mi aspettavo la tappa del 1949 in cui al giro Coppi sconfisse Bartali. E' vero, non era bello, ma su quella tappa (allo Stelvio?) Buzzati scrisse una bellissima pagina di letteratura che rimarrà nelle antologie ("Quando vedemmo passare Bartali...").
Goddet, un carattere forte e impulsivo, passa quasi come una comparsa, sebbene nel 1948 operò per scongiurare il ritiro della nazionale a seguito del tentato linciaggio di Bartali.

Insomma, film fatto male e che rischia di presentare, come già detto da Prof.Roubaix, un ciclismo anacronistico e oramai non più di moda.

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5092
Registrato: Apr 2004

  postato il 28/03/2006 alle 09:21
La tappa del Giro 1949 è la mitica Cuneo - Pinerolo.

Quanto alla neve al Tour, è rara ma poteva capitare (ricordate la tappa del Sestriere del Tour 1996, accorciata per neve su Iseran e Galibier?)

 

____________________
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 28/03/2006 alle 09:36
Originariamente inviato da Frank VDB
Passo dal 5,5 della prima puntata al 5 della seconda. Lo so che sono in controtendenza, ma...
...
Perdonatemi ma io a queste cose ci guardo!


Frank, i gusti sono gusti e non li discuto.
A me e' piaciuta molto la storia per come e' stata raccontata.
Gli artifici cinematografici e gli errori temporali, per me, non
hanno intaccato il "feeling" che, specie la seconda parte, mi
ha dato.
Erano anni che non passavo 2 sere davanti alla TV.
Ne e' valsa la pena.

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 28/03/2006 alle 09:38
sorry VDB, ma sono in disaccordo con te....a me è piaciuto e anche molto anche perchè ripeto era una fiction rai e non un colossal!!!!!!!
bisogna prenderlo nell'ottica di una fiction e secondo me è fatto molto bene perchè è adatto sia a gente come noi che di ciclismo un po ne sappiamo che a chi magari guarda "orgoglio" come detto già qualche post fa...è ovvio che le scene di ciclismo non possono essere reali..e poi se favino fa Bartali e tu fai Sharon Stone allora mi andrebbe proprio di conoscerti per bene piccolissimo OT sulla Stone, ma quanti ha quella lì, l'altro giorno ho visto il servizio su lTG2 sull'uscita di Basic Instinct 2 ma è ancora una super donnona!!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1502
Registrato: May 2004

  postato il 28/03/2006 alle 10:17
Originariamente inviato da Frank VDB

Passo dal 5,5 della prima puntata al 5 della seconda. Lo so che sono in controtendenza, ma...

Lo sa lo sceneggiatore che il Tour si fa a luglio da un secolo? Poteva cercare montagne senza neve? Poteva evitare di far dire al figlio di Bartali "dice il mio compagno di banco che il Tour non lo vinci"? Perdonatemi ma io a queste cose ci guardo!

Le scene della Liberazione di Firenze sono dilettantistiche: eppure di film sulla guerra ne hanno fatti...

La moglie di Bartali (brava) si trova al Tour e il giorno dopo negli scontri di Firenze dopo il tentato omicidio di Togliatti. Mah!

Passando al ciclismo: Favino interpreta Bartali come io potrei interpretare Sharon Stone. Per piacere! Le scene di corsa sono irrealistiche: gruppo sgranato all'eccesso, urli dei corridori, crisi bestiali. Non uno straccio di topografia, tipo Col de l'Hizoard allo scambio di borraccia. Non uno straccio di classifica. Coppi si candida a fare il capitano della nazionale del 1949 al Tour (nessuno spiega che il Tour si faceva per squadre nazionali) dopo aver vinto la Sanremo, il Giro e pure il Lombardia!
Il velodromo è sempre quello e le scene di pubblico pure! Bastava cambiare l'angolo di inquadratura, oltrechè la scritta Pirelli con Michelin e cambiava tutto. C'è una foto del 1948 che è storica: Bartali portato in trionfo a spalle al Parco dei Principi; fece il giro dei giornali, qui neanche ripresa.
E poi mi aspettavo la tappa del 1949 in cui al giro Coppi sconfisse Bartali. E' vero, non era bello, ma su quella tappa (allo Stelvio?) Buzzati scrisse una bellissima pagina di letteratura che rimarrà nelle antologie ("Quando vedemmo passare Bartali...").
Goddet, un carattere forte e impulsivo, passa quasi come una comparsa, sebbene nel 1948 operò per scongiurare il ritiro della nazionale a seguito del tentato linciaggio di Bartali.

Insomma, film fatto male e che rischia di presentare, come già detto da Prof.Roubaix, un ciclismo anacronistico e oramai non più di moda.


Sono perfettamente d'accordo! Sono cose che ho notato anche io... Secondo me è stato proprio fatto male: sia per gli errori ciclistici, sia per una regia inadeguata (ci sono stati dei primi piani lunghissimi che non venivano usati neanche negli anni del cinema muto! Del tutto lontani dal cinema di oggi!) sia per una scenografia approssimativa in tutto! L'unico che si salva è Favino (e anche la moglie di Bartali suvvia)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 28/03/2006 alle 11:54
Ma io dalle poche immagini che ho visto del film, mi pareva che volessero far vedere un'amicizia un pò troppo smielata con Coppi, o sbaglio?

 

____________________
Il procuratore aggiunto di Catania Renato Papa: Nel 2003 è stato abrogato un comma della legge che permetteva l'arresto dei diffidati recidivi, e di chi non si presentava alla firma. E questo è stato un grave gesto di debolezza.
Uno nessuno centomila! Un libro di Pirandello? No! I castelli di Kessler secondo Bulba...
All'ombra del cavaliere oscuro (la biografia di G. Fini)
La regola del fallo di mani nel calcio? Superata, oramai si gioca con 11 portieri come la lotteria istantanea - ponzi ponzi po po po
Baci riddler/Massimo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gianni Bugno




Posts: 588
Registrato: Mar 2005

  postato il 28/03/2006 alle 12:01
A quello che diceva mio nonno, che aveva corso na milano sanremo dopo la grande guerra e conosceva l'ambiente..Amici lo erano davvero.
Il miele fa parte delle fiction, a lo spirito di ginettaccio c'era tutto..era ruvido ma sapeva parlare da semplice , pur avendo ben chiari i massimi sistemi!

 

____________________
"Quel naso triste come una salita
Quegli occhi allegri da italiano in gita!"

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 28/03/2006 alle 12:02
in effetti l'amicizia sembra troppo "amicizia", ma dai racconti del mio mitico zio, mi risulta che cmq i due fossero molto legati!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 28/03/2006 alle 12:10
Anche a me dal punto di vista "cinematografico" non è piaciuto molto; avevo apprezzato di più la fiction su Coppi.
La ricostruzione delle corse ( e della posizione in sella dei ciclisti ) era inverosimile; salverei l'interpretazione della moglie di Bartali, quella di Bartali stesso ( nonostante la struttura fisica dell'attore fosse poco probabile per un ciclista )e gli sguardi dell'attore che interpretava Coppi.
Però un grande risultato, in casa mia, c'è stato : sia mio figlio ( di 15 anni ) che mi classifica come fanatico, sia mia figlia ( di 11 anni ) che non aveva mai dato segni di interesse per le due ruote, sia mia moglie che si lamenta del fatto che le domeniche pomeriggio ,tra classiche, tappe del Giro e del Tour e Campionati del Mondo, non si può mai uscire, sono rimasti a vedere tutto il film (tutte e due le sere)e senza cambiare canale ; erano secoli che tutti e quattro non vedevamo insieme la stessa cosa in TV : evento memorabile.

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 28/03/2006 alle 12:12
Ah, dimenticavo: settimana prossima rispolvero la videocassetta della fiction su Coppi.
Vediamo se raddoppio.

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 28/03/2006 alle 12:25
La videocassetta su Coppi me la riguarderò pure io per curiosità, ma ricordo che anche se avevo 12 anni non l'ho apprezzata molto...magari ora con qualche annetto in più cambierò il mio giudizio personale...

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  1    2    3    4    5    6    7  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.1318090