Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > ProTour 2010
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2    3    4  >>
Autore: Oggetto: ProTour 2010

Livello Fausto Coppi




Posts: 5092
Registrato: Apr 2004

  postato il 25/08/2009 alle 21:32
Ora è ufficiale: il prossimo anno il ProTour farà tappa anche in Canada. Per la precisone con due gare in linea programmate il 10 settembre a Quebec City e il 12 settembre a Montreal. A darne conferma è l'organizzatore canadese Serge Arsenault che a Cyclingnews.com ha spiegato: «L'Uci ci ha concesso una licenza di cinque anni per le due corse. Abbiamo avuto una corsia preferenziale, rispetto a molte corse europee, perché l'Uci ha la volontà di proseguire nel suo sforzo di globalizzazione del nostro sport. Tra due anni, poi, l'Uci riesaminerà la nostra candidatura in vista di una possibile estensione dell'accordo per altre quattro edizioni, vale a dire fino al 2018».

Fonte: http://www.tuttobiciweb.it/

 

____________________
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 25/08/2009 alle 21:52
Al ridicolo non c'è fine!!!

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 25/08/2009 alle 22:15
tra l'altro date di "particolare anatomico che, se rotto, simboleggia seccatura", potevano fissarle nel post-mondiale in zona zurigo...

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Miguel Indurain




Posts: 650
Registrato: May 2009

  postato il 25/08/2009 alle 22:24
Ce la mettono tutta per rovinare questo sport!
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 225
Registrato: Jan 2009

  postato il 25/08/2009 alle 22:53
Originariamente inviato da Subsonico

tra l'altro date di "particolare anatomico che, se rotto, simboleggia seccatura", potevano fissarle nel post-mondiale in zona zurigo...


Già, chi "particolare anatomico che, se rotto, simboleggia seccatura" prenderà parte a queste gare???

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 26/08/2009 alle 01:45
Sicuramente le squadre europee PT manderanno in Canada formazioni di 2° ordine...per correre 2 corse di 3° ordine.

In realtà non capisco cosa ci stiano a fare ancora nel pro tour gli squadroni come Saxo, High Road, Quick Step, ecc. Questi sono team che comunque alle grandi corse verrebbero invitati di "corsa" dagli organizzatori anche se uscissero dl PT. Stare nel PT a loro serve. Serve invece a squadre come Bouygues Telecom o Française des Jeux che invece rischierebbero molto standone fuori.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 26/08/2009 alle 02:02
Originariamente inviato da Tranchée d’Arenberg

In realtà non capisco cosa ci stiano a fare ancora nel pro tour gli squadroni come Saxo, High Road, Quick Step, ecc.


Alcune volte bisogna sposare il progetto per mettere la fede al dito del progettista.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 26/08/2009 alle 02:21
Dimenticavo. Siccome si parla della classificazione delle corse per la prossima stagione mi viene in mente lo strano caso del Giro del Portogallo. La corsa a tappe Lusitana da quando è nato il PT è classificata nella categoria 2.HC, ovvero quella immediatamente al di sotto del Pro Tour. Gli organizzatori dovrebbero esserne contenti ed invece, così come ha riportato Tuttobiciweb pochi giorni fa, stanno pensando di chiedere all'UCI un "declassamento" alla categoria 2.1. Sembrerebbe una richiesta bislacca, che in realtà ha delle motivazioni piuttosto importanti: alle corse 2.HC possono partecipare squadre Pro Tour e Professional e le Continental provenienti dal paese in cui si disputa la corsa. In pratica gli organizzatori della Volta, al giorno d'oggi, per regolamento, non possono invitare Continental straniere.
Un eventuale passaggio alla categoria 2.1 restituirebbe loro una maggiore libertà negli inviti, in particolare gli consentirebbe di invitare le Continental Spagnole che in questi ultimi anni sono rimaste fuori e che invece sarebbero molto interresate alla corsa a tappe portoghese......

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 26/08/2009 alle 07:46
Due "belle" nuove corse PT in contemporanea alla Vuelta... evvai...

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5092
Registrato: Apr 2004

  postato il 26/08/2009 alle 09:47
E dal 2011 arriverà anche il California

 

____________________
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3502
Registrato: Jun 2007

  postato il 26/08/2009 alle 10:02
A sto punto spero che nel 2012 si corra la Prenestino-Centocelle.

 

____________________
Premio Stiloso 2010
Premio These Dicks Award 2010

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4168
Registrato: Apr 2008

  postato il 26/08/2009 alle 11:31
Originariamente inviato da babeuf nel 3d "Uci Pro Tour

UCI grants Canada's ProTour five years

Non-ProTour wild cards invited to compete in Quebec

The International Cycling Union (UCI) has secured five years for the two Canadian ProTour races set to start in 2010 on September 10 in Quebec City and September 12 in Montreal. Race promoter Serge Arsenault confirmed that the pair of races will be eligible for a further extension after the completion of the second year, taking them through to 2018.

Discussions between Arsenault's organizing committee, Grand Prix Cyclists UCI ProTour, and the UCI about the possibility of the Canadian province of Quebec hosting two ProTour races began one year ago. The event location fell in line with the UCI's recent efforts to bring cycling to a world-wide platform. Arsenault admitted that the UCI granted him a five-year confirmation almost immediately, despite that fact that some promoters in Europe have been waiting for years to be eligible to organize a ProTour level event.

"We have the license for one reason," said Arsenault. "It was the UCI's decision a year ago to make it possible for people like me to obtain a ProTour license for internationally developing the sport. We got special recognition for complying with the new philosophy of the UCI to help develop cycling around the world. This is the main reason we bypassed so many people obtain in these two races. To have success in this big operation, to bring back cycling on a real world wide level, we have to have something outside of the Tour de France."

The UCI confirmed a five-year term for the pair of one-day races beginning in 2010 through to 2014. However, in 2012 the UCI will re-examine the progress of the races and determine their eligibility for an additional four-year extension into 2018. "We believe that we are bringing the best product of cycling to North America," said Arsenault. "We have been working in collaboration with the UCI and we are all very happy with our agreement."

All ProTour teams are obliged to send a seven-rider team to the races and there will be the addition of four wild card spots available. According to Arsenault the wild card teams will include one Canadian national team, Canadian-based Continental team Planet Energy, one US national team and one Continental or Pro Continental team based in the USA, to be decided at a later date.

"We wanted the best and if we want to succeed we have to bring the best product - the best courses and the best cyclists," said Arsenault. "We have an agreement that they [ProTour teams] have to bring seven riders. For us, from an international point, seven riders is enough for a one-day race. Then we will also have four wild card spots."

On August 31 the UCI will pay a visit to the two cities to examine and review the selected courses in Quebec City and Montreal. "The courses are 99 percent selected," said Arsenault. "We actually just switched the days of each race to make Quebec City the first race. It will cover 290 kilometres and go through old Quebec. The second race will be between 225 and 240 kilometres and we will use the Mont Royal in Montreal. We need to have the parcours certified by the UCI ProTour guys and it has to be done one year before the event date."

The ProTour events are receiving funding and full support from the Quebec government including Quebec city mayor, Regis Labeaume, and Montreal city mayor, Gerald Tremblay. According to Arsenault it cost upwards of four million dollars to run the high-caliber events and while there is no title sponsor at the moment the search has begun.

Arsenault is no stranger to promoting bike races. He is best known for organizing the men's Montreal World Cup and the Tour du Canada in the 1990s. He believes that the sport is just now ready to handle high-level cycling outside of Europe. "The peloton, 10 to 15 years ago has changed a lot, it is a really international field now, guys are younger and they have no fear to travel," said Arsenault. "If cycling wants to survive and grow to be a major world-wide sport than it has to get out of Europe - France, Italy and Spain. Otherwise, it can only be called a Euro sport."

Arsenault is working toward the possibility of expanding the ProTour weekend to include a third event held in Boston and a future stage race is also a possibility. "I didn't want to jump into it with something bigger, I wanted to secure our date and maintain a long term relationship with the UCI," he said. "If you want to have the 20 best teams, you have to think of a calendar that suites everyone. We already have the Tour de France and Giro d'Italia that are 21 days long. September is the end of the season, just before the world championships."

(cyclingnews.com)
--------------------------------------------------------------------------

notizie che mi fa piacere, sono sempre a favore dell'espansione del ciclismo in tutto il mondo, dal giappone al canada, dalla polonia agli stati uniti.

ciò che mi dispiace è che il tutto è inserito in un contesto confusionario. il fatto più grave secondo me è che uno spettatore poco esperto di ciclismo non è in grado, guardando le classificazioni UCI delle corse, di stabilire quali siano le più prestigiose. questo è inaccettabile per uno sport serio; un esempio da seguire sarebbe il tennis, dove le gerarchie tra le competizioni sono ben chiare e la "globalizzazione" ben si concilia con le esigenze indispensabili di preservare le competizioni "storiche". per fare un esempio, nel tennis non si arriverà mai a vedere un torneo cinese assegnare gli stessi punti di wimbledon; nel ciclismo il tour down under assegna più punti della roubaix.

questo pro tour sta raggiungendo risultati microscopici nell'espansione del ciclismo nel mondo, ma sta penalizzando, forse in modo irreversibile, tutte quelli classiche "nazionali" che sono state messe in confusionari calendari "continentali" (per esempio giro del lazio, coppa placci, e tante altre).

purtroppo sono problemi irrisolvibili, perché i dirigenti uci quelli sono e quelli restano.


questo avevo commentato un po' di settimane fa... e resto della mia idea, l'espansione del ciclismo con nuove corse va benissimo, ma solo se inserito in un contesto dove si capisca bene il valore delle corse e in cui corse "nuove" come queste canaadesi abbiano la possibilità di avere un buon prestigio perché inserite in un sistema che funziona.

la cosa non è assolutamente impossibile, nel tennis secondo me ci sono riusciti perfettamente, c'è una classifica che funziona. nel ciclismo no, ma purtroppo, si sa, tra tutti gli sport esistenti, i dirigenti più stupidi stanno proprio nel ciclismo.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 26/08/2009 alle 11:40
Originariamente inviato da Serpa

A sto punto spero che nel 2012 si corra la Prenestino-Centocelle.





anche se in realtà c'è da piangere per quello che fa l'UCI...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2259
Registrato: Apr 2007

  postato il 26/08/2009 alle 14:58
Sono d'accordo con Babeuf, non è che perché una gara si fa in Canada deve far schifo per forza. Ben venga l'espansione del ciclismo fuori dall'Europa, dovunque ci siano sponsor, passione, interesse per questo sport.

Il Tour DownUnder in questi anni è cresciuto ed è diventato una corsa molto divertente e seguitissima (ben diversa dallo spettrale spettacolo del giro del Qatar), anche perché può approfittare di una collocazione in calendario che non intralcia il calendario europeo, anzi, per molti è un'ottima opportunità per allenarsi al caldo.
Lo stesso, anzi di più, si può dire del giro della California che è una vera breve corsa a tappe di livello assoluto e che ha visto la partecipazione qualificarsi negli ultimi anni (ho sentito che vogliono spostarla di calendario, è vero? se è vero è una ca.).

Però ci vorrebbe un governo serio del calendario che renda possibile organizzare le varie iniziative, soprattutto quelle nuove, valorizzando soprattutto i mesi fiacchi della stagione.

Però smettiamola di guardare con sufficienza a qualsiasi iniziativa che vada oltre le nostre venerate tradizioni. Nella storia umana le tradizioni cambiano in continuazione, muoiono e nascono altrove, non vedo perché per il ciclismo non dovrebbe essere così.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 26/08/2009 alle 14:59
il giro di california l'anno prossimo lo disputeranno in maggio, in concomitanza con la corsa rosa.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 26/08/2009 alle 15:06
Originariamente inviato da simociclo

il giro di california l'anno prossimo lo disputeranno in maggio, in concomitanza con la corsa rosa.


bene, così armstrong si va a prendere il suo milioncino altrove e non rompe le forcelle qua.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2259
Registrato: Apr 2007

  postato il 26/08/2009 alle 15:07
Originariamente inviato da simociclo

il giro di california l'anno prossimo lo disputeranno in maggio, in concomitanza con la corsa rosa.


Ecco, complimentoni, come rovinare un lavoro ben avviato.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4168
Registrato: Apr 2008

  postato il 26/08/2009 alle 17:59
Originariamente inviato da simociclo

il giro di california l'anno prossimo lo disputeranno in maggio, in concomitanza con la corsa rosa.


ma io dico, sono proprio deficienti? a febbraio è PERFETTO, sta acquistando un buon prestigio, tanti campioni ci vanno, e loro che fanno? lo mettono a maggio... in concomitanza con giro d'italia e con una (delle tante) corse in difficoltà, il giro di catalogna! incredibile poi il fatto che gli innumerevoli fallimenti dell'uci (germania, eindhoven, sochi, zurigo) non abbiano portato a nessuna autocritica da parte dei dirigenti... che amarezza, uno sport stupendo rovinato così, dalla stupidità immensa di chi lo governa.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 26/08/2009 alle 20:10
Originariamente inviato da babeuf

Originariamente inviato da simociclo

il giro di california l'anno prossimo lo disputeranno in maggio, in concomitanza con la corsa rosa.


ma io dico, sono proprio deficienti? a febbraio è PERFETTO, sta acquistando un buon prestigio, tanti campioni ci vanno, e loro che fanno? lo mettono a maggio... in concomitanza con giro d'italia e con una (delle tante) corse in difficoltà, il giro di catalogna! incredibile poi il fatto che gli innumerevoli fallimenti dell'uci (germania, eindhoven, sochi, zurigo) non abbiano portato a nessuna autocritica da parte dei dirigenti... che amarezza, uno sport stupendo rovinato così, dalla stupidità immensa di chi lo governa.


il giro della california si sposta a maggio per ragioni climatiche, mentre il catalogna (che da un po' voleva cambiare data) va a prendere il posto del castilla y leon.
la corsa spagnola migliorerà la sua starting list rispetto agli ultimi anni, mentre - vista anche la forte incidenza americana sul ciclismo attuale - il ticket california/delfinato diventerà una preparazione molto in voga in vista tour.

ho più dubbi sulle prove canadesi, anche se in fondo montreal c'era anche nei primi anni della coppa del mondo.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4168
Registrato: Apr 2008

  postato il 26/08/2009 alle 20:38
Originariamente inviato da dietzen

Originariamente inviato da babeuf

Originariamente inviato da simociclo

il giro di california l'anno prossimo lo disputeranno in maggio, in concomitanza con la corsa rosa.


ma io dico, sono proprio deficienti? a febbraio è PERFETTO, sta acquistando un buon prestigio, tanti campioni ci vanno, e loro che fanno? lo mettono a maggio... in concomitanza con giro d'italia e con una (delle tante) corse in difficoltà, il giro di catalogna! incredibile poi il fatto che gli innumerevoli fallimenti dell'uci (germania, eindhoven, sochi, zurigo) non abbiano portato a nessuna autocritica da parte dei dirigenti... che amarezza, uno sport stupendo rovinato così, dalla stupidità immensa di chi lo governa.


il giro della california si sposta a maggio per ragioni climatiche, mentre il catalogna (che da un po' voleva cambiare data) va a prendere il posto del castilla y leon.
la corsa spagnola migliorerà la sua starting list rispetto agli ultimi anni, mentre - vista anche la forte incidenza americana sul ciclismo attuale - il ticket california/delfinato diventerà una preparazione molto in voga in vista tour.

ho più dubbi sulle prove canadesi, anche se in fondo montreal c'era anche nei primi anni della coppa del mondo.


questo del catalogna non lo sapevo, in che settimana si colloca esattamente? quella dopo la sanremo? se così ottima trovata, c'era sempre un buco dopo la classica di primavera.
sul california, per me era molto meglio a febbraio, perché era in un mese dove non ci sono corse di prestigio e comunque si sarebbe visto spettacolo, anche perché, essendo lontano dai grandi appuntamenti (tour-giro) parecchi arrivavano con una condizione non troppo lontana dal top. molti faranno california-delfinato per preparare il tour? probabile, ma è evidente che quelli che punteranno alla corsa francese saranno, a metà maggio, ben lontani dalla migliore condizione.
le corse canadesi potevano essere messe diecimila volte meglio in calendario, per esempio a ottobre c'è un bel buco la settimana dopo i mondiali prima della tours (che comunque non sta nel pro tour) e la settimana dopo il lombardia.

comunque confusione allo stato puro da parte dell'uci

un'altra considerazione: non capisco perché il calendario mondiale, questa roba che succede al pro tour e che vorrebbe racchiudere completamente la vastità del mondo del ciclismo in neppure 30 corse, cose assurde, perché deve essere completamente sbilanciato verso le corse a tappe? la base del grande ciclismo sono i GT e le classiche, le brevi corse a tappe di solito sono di preparazione alle classiche o ai GT. basare il meglio del ciclismo su corse prevalentemente di preparazione è ridicolo e offende gli appassionati di questo sport, soprattutto se pensiamo che queste corse, di preparazione, assegnano più punti delle corse che preparano. è un paradosso, ma ormai non ci stupiamo più di nulla

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 27/08/2009 alle 16:41
Originariamente inviato da babeuf

questo del catalogna non lo sapevo, in che settimana si colloca esattamente? quella dopo la sanremo? se così ottima trovata, c'era sempre un buco dopo la classica di primavera.
sul california, per me era molto meglio a febbraio, perché era in un mese dove non ci sono corse di prestigio e comunque si sarebbe visto spettacolo, anche perché, essendo lontano dai grandi appuntamenti (tour-giro) parecchi arrivavano con una condizione non troppo lontana dal top. molti faranno california-delfinato per preparare il tour? probabile, ma è evidente che quelli che punteranno alla corsa francese saranno, a metà maggio, ben lontani dalla migliore condizione.



sì, il catalogna si correrà quella settimana lì.

quanto al california, il fatto è che a febbraio il tempo non è dei migliori (anche quest'anno mi pare abbia piovuto spesso), anche se senz'altro era meglio come collocazione in calendario. però a maggio avrà lo stesso una starting list di livello, in fondo la corsa non è durissima tipo delfinato o parigi-nizza, e quindi anche quei corridori non al top della forma un po' si faranno vedere. considerando poi che saranno americani 3 squadroni pro tour e che altri 3 top team corrono su bici americane (più la cervelo che è canadese) di sicuro non andranno solo a mettere la firma sul foglio di partenza...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1553
Registrato: Jan 2005

  postato il 27/08/2009 alle 17:09
Originariamente inviato da dietzen


.... che altri 3 top team corrono su bici americane (più la cervelo che è canadese) ...


intendi la Saxo e Quick step che hannno Specialized e astana con Trek?
io credo che il prox anno la Astana non avrà più Trek, Bruynel va via e sicuramente anche il marchio di bici

 

____________________
________________________________

www.miculadematteis.it
http://www.facebook.com/group.php?gid=72731574527
http://www.italiatriathlon.it/
________________________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 27/08/2009 alle 17:11
Originariamente inviato da gigio83

Originariamente inviato da dietzen


.... che altri 3 top team corrono su bici americane (più la cervelo che è canadese) ...


intendi la Saxo e Quick step che hannno Specialized e astana con Trek?
io credo che il prox anno la Astana non avrà più Trek, Bruynel va via e sicuramente anche il marchio di bici


intendo liquigas/cannondale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2259
Registrato: Apr 2007

  postato il 29/08/2009 alle 11:38
Originariamente inviato da dietzen
intendo liquigas/cannondale.


Dubito che la Liquigas in maggio vada in California con Basso e Nibali come ha fatto quest'anno in febbraio.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4168
Registrato: Apr 2008

  postato il 29/08/2009 alle 11:59
Originariamente inviato da dietzen

quanto al california, il fatto è che a febbraio il tempo non è dei migliori (anche quest'anno mi pare abbia piovuto spesso), anche se senz'altro era meglio come collocazione in calendario. però a maggio avrà lo stesso una starting list di livello, in fondo la corsa non è durissima tipo delfinato o parigi-nizza, e quindi anche quei corridori non al top della forma un po' si faranno vedere. considerando poi che saranno americani 3 squadroni pro tour e che altri 3 top team corrono su bici americane (più la cervelo che è canadese) di sicuro non andranno solo a mettere la firma sul foglio di partenza...


io resto della mia idea, meglio a febbraio, lontano dai GT, con i più forti (leipheimer, basso e, perché no, contador o schleck) a giocarsi la corsa, magari inserendo un arrivo in salita, l'unica cosa che manca veramente a questa bellissima corsa secondo me.

a maggio sarà snobbata da tutti gli italiani, quelli che puntano al tour arriveranno al 60% della condizione a un mese e mezzo dall'appuntamento, figuriamoci un contador "appannato" al delfinato a due-tre settimane dal tour quanto può andare "piano" a cinque-sei settimane dalla corsa francese.

purtroppo l'uci, si sa, fa una cosa buona e 1000 pessime. buona l'idea di promuovere il california, corsa decisamente migliore rispetto a polonia e eneco, pessimo lo spostamento in calendario. buono lo spostamento del catalogna, pessima la collocazione delle corse canadesi.
--------------------------------------------------------------------------


per quanto riguarda il pro tour/world calendar/world ranking o come caspita lo vogliono chiamare, esprimerò qui, per intero, la mia opinione sull'argomento:

pretendere di racchiudere l'incredibile grandezza e complessità del ciclismo mondiale in una ventina di corse, con l'intento di creare un ciclismo di serie A e uno di serie B, è assurdo e decisamente stupido.

il fatto che le corse di "serie B" non assegnino punti e non diano nessun tipo di bonus per i corridori di "serie A" è la principale ragione della decadenza della maggior parte delle corse di "serie B".

il fatto che gli inviti alle corse siano dati non sulla base di meriti sportivi, ma di accordi economici o ridicole buffonate "etiche" non fa altro che danneggiare l'immagine di questo sport agli occhi delle masse, ed è la principale ragione della mancanza di impegno, da parte di parecchi atleti, su un periodo di stagione sufficientemente lungo per ammirare le loro doti (mi riferisco a un contador che termina praticamente la sua stagione a luglio, a parecchi corridori che snobbano il finale di stagione, e così via). su questo pesa anche l'assenza di una classifica decente.

le ragioni per cui l'uci ha fatto ciò, oltre alla stupidità dei dirigenti, sono economiche. e questo è vergognoso, perché sta danneggiando gravemente questo sport che è l'unico al mondo ad avere una struttura così complessa e così sbagliata

l'unica soluzione possibile secondo me è:

  • abolizione di pro tour, continental tour, world calendar e roba simile
  • istituzione di una classifica mondiale, COPIANDO parte dei criteri a quella del tennis, che secondo me è perfetta, con una classificazione delle corse basata sul prestigio e sulla storia
  • inviti delle varie squadre alle varie corse in base esclusivamente alla classifica mondiale, con la possibilità di qualche wild card


ovvio che tutto ciò con questi dirigenti è impossibile, ma è l'unica via per far diventare il ciclismo uno sport con una organizzazione e un calendario seri e comprensibili da parte del grande pubblico

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 29/08/2009 alle 12:25
Originariamente inviato da babeuf

l'unica soluzione possibile secondo me è:

  • abolizione di pro tour, continental tour, world calendar e roba simile
  • istituzione di una classifica mondiale, COPIANDO parte dei criteri a quella del tennis, che secondo me è perfetta, con una classificazione delle corse basata sul prestigio e sulla storia
  • inviti delle varie squadre alle varie corse in base esclusivamente alla classifica mondiale, con la possibilità di qualche wild card




che poi in sostanza è più o meno come funzionava il ciclismo internazionale fino al 2004, e in effetti andava bene, era chiaro, razionale e tutto sommato buono (poi qualcosa si poteva correggere, ma a grandi linee funzionava assai).

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4168
Registrato: Apr 2008

  postato il 29/08/2009 alle 12:35
Originariamente inviato da dietzen

Originariamente inviato da babeuf

l'unica soluzione possibile secondo me è:

  • abolizione di pro tour, continental tour, world calendar e roba simile
  • istituzione di una classifica mondiale, COPIANDO parte dei criteri a quella del tennis, che secondo me è perfetta, con una classificazione delle corse basata sul prestigio e sulla storia
  • inviti delle varie squadre alle varie corse in base esclusivamente alla classifica mondiale, con la possibilità di qualche wild card




che poi in sostanza è più o meno come funzionava il ciclismo internazionale fino al 2004, e in effetti andava bene, era chiaro, razionale e tutto sommato buono (poi qualcosa si poteva correggere, ma a grandi linee funzionava assai).


sì, è vero, l'unico problema è che la classifica mondiale non era proprio seguitissima dai corridori. se vedi un tennista professionista, il suo unico scopo è salire in classifica. la classifica uci era abbastanza importante per le squadre, perché dava gli inviti assicurati, ma i corridori non si dannavano certo l'anima per vincerla. e poi presentava diversi difetti, tra cui i troppi punti per i piazzamenti (lo sappiamo, nel ciclismo la vittoria vale molto di più di un piazzamento), e classiche evidentemente svantaggiate. comunque un sistema discreto, al quale era abbinata la coppa del mondo molto seguita da alcuni grandissimi atleti

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 29/08/2009 alle 12:47
Originariamente inviato da babeuf



sì, è vero, l'unico problema è che la classifica mondiale non era proprio seguitissima dai corridori. se vedi un tennista professionista, il suo unico scopo è salire in classifica. la classifica uci era abbastanza importante per le squadre, perché dava gli inviti assicurati, ma i corridori non si dannavano certo l'anima per vincerla.


Nemmeno oggi si scannano più di tanto per il pro tour. Evidentemente i successi parziali nel ciclismo pagano più che nel tennis. Non un dramma, tutto sommato, alla fine questi ranking devono avere solo poco più che valenza statistica, per me hanno più importanza le classifiche per team (criteri di assegnazione posti per le corse più importanti) e nazioni (posti a mondiali e olimpiadi)

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4168
Registrato: Apr 2008

  postato il 29/08/2009 alle 12:57
Originariamente inviato da Subsonico

Originariamente inviato da babeuf



sì, è vero, l'unico problema è che la classifica mondiale non era proprio seguitissima dai corridori. se vedi un tennista professionista, il suo unico scopo è salire in classifica. la classifica uci era abbastanza importante per le squadre, perché dava gli inviti assicurati, ma i corridori non si dannavano certo l'anima per vincerla.


Nemmeno oggi si scannano più di tanto per il pro tour.


oggi, come ho già scritto più volte, è peggio: se ne fregano alla grande. l'unico atleta che ho sentito dire che puntava a queste classifiche (e vabbè, mettiamolo in mezzo pure qua) è di luca


Evidentemente i successi parziali nel ciclismo pagano più che nel tennis. Non un dramma, tutto sommato, alla fine questi ranking devono avere solo poco più che valenza statistica, per me hanno più importanza le classifiche per team (criteri di assegnazione posti per le corse più importanti) e nazioni (posti a mondiali e olimpiadi)


premesso che le classifiche per team sono strettamente legate a quelle individuali (il punteggio di un team non è forse la somma dei punti di tutti i suoi corridori?), anche in sport come tennis e sci, per citarne due che hanno classifiche serie e seguite dagli atleti, i successi singoli valgono molto, basta pensare a un tennista che vince wimbledon o a uno sciatore che vince kitzbuhel.

e poi le statistiche in uno sport, secondo me, hanno un ruolo importante: perché in un sito come quello della federazione di sci o dell'atp posso risalire in breve tempo ai risultati del 2000, e su un sito dell'uci ciò è impossibile, tanto che per vedere i risultati del passato devo andare su un sito non ufficiale come CQ? gli archivi, le classifiche del passato, le statistiche, sono fattori importanti per preservare la storia di uno sport, e utili e interessanti per gli appassionati

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 2848
Registrato: Nov 2004

  postato il 29/08/2009 alle 13:04
Originariamente inviato da babeuf

e poi le statistiche in uno sport, secondo me, hanno un ruolo importante: perché in un sito come quello della federazione di sci o dell'atp posso risalire in breve tempo ai risultati del 2000, e su un sito dell'uci ciò è impossibile, tanto che per vedere i risultati del passato devo andare su un sito non ufficiale come CQ? gli archivi, le classifiche del passato, le statistiche, sono fattori importanti per preservare la storia di uno sport, e utili e interessanti per gli appassionati


Non vorrei darti una brutta notizia ma sul sito dell'UCI i risultati vecchi ci sono

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4168
Registrato: Apr 2008

  postato il 29/08/2009 alle 13:09
Originariamente inviato da Seb

Originariamente inviato da babeuf

e poi le statistiche in uno sport, secondo me, hanno un ruolo importante: perché in un sito come quello della federazione di sci o dell'atp posso risalire in breve tempo ai risultati del 2000, e su un sito dell'uci ciò è impossibile, tanto che per vedere i risultati del passato devo andare su un sito non ufficiale come CQ? gli archivi, le classifiche del passato, le statistiche, sono fattori importanti per preservare la storia di uno sport, e utili e interessanti per gli appassionati


Non vorrei darti una brutta notizia ma sul sito dell'UCI i risultati vecchi ci sono


ecco la semplicissima pagina della fis per i risultati dello sci alpino, dal 1924 a oggi

http://www.fis-ski.com/uk/disciplines/alpineskiing/results.html

ecco quella del tennis, (solo) dal 1967 a oggi:

http://www.atpworldtour.com/Scores/Archive-Event-Calendar.aspx

sull'uci ho trovato ciò:

http://62.50.72.82/ucinet/uci.asp?page=results&discipline=roa&ryear=2008&ridercategory=me&l=eng

ma, tralasciando l'orrida grafica e la lentezza del sito, non riesco ad arrivare al 2000, si ferma al 2004...

 

[Modificato il 29/08/2009 alle 13:14 by babeuf]

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 2848
Registrato: Nov 2004

  postato il 29/08/2009 alle 13:15
Originariamente inviato da babeuf

Originariamente inviato da Seb

Originariamente inviato da babeuf

e poi le statistiche in uno sport, secondo me, hanno un ruolo importante: perché in un sito come quello della federazione di sci o dell'atp posso risalire in breve tempo ai risultati del 2000, e su un sito dell'uci ciò è impossibile, tanto che per vedere i risultati del passato devo andare su un sito non ufficiale come CQ? gli archivi, le classifiche del passato, le statistiche, sono fattori importanti per preservare la storia di uno sport, e utili e interessanti per gli appassionati


Non vorrei darti una brutta notizia ma sul sito dell'UCI i risultati vecchi ci sono


ecco la semplicissima pagina della fis per i risultati dello sci alpino, dal 1924 a oggi

http://www.fis-ski.com/uk/disciplines/alpineskiing/results.html

sull'uci ho trovato ciò:

http://62.50.72.82/ucinet/uci.asp?page=results&discipline=roa&ryear=2008&ridercategory=me&l=eng

ma, tralasciando l'orrida grafica e la lentezza del sito, non riesco ad arrivare al 2000, si ferma al 2004...


Sul sito dell'UCI puoi giustamente trovare i risultati fino al 2004 ma ci trovi anche tutti i ranking fino al 1995. E non mi sembra siano così difficili da trovare visto che mi hai risposto subito.
Questo comunque era solo per dire che se uno vuole dei risultati si possono trovare anche li, magari non posso sapere chi è arrivato 17° alla Gand-Wevelgem del 1985, ma qualcosa c'è.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Rik Van Steenbergen




Posts: 1087
Registrato: Nov 2006

  postato il 16/09/2009 alle 16:58
ProTour: venerdì l'assegnazione delle ultime licenze

Saranno rese note venerdì le decisioni della Commissione delle Licenze del ProTour riguardo le candidature per il 2010. A confermarlo a cyclingnews.com è stato Alain Rumpf, responsabile del ProTour.
In corsa per una licenza ci sono tre nuovi team - Radio Shack, Sky e Skil-Shimano - e cinque squadre che hanno chiesto il rinnovo, vale a dire Ag2r La Mondiale, Bbox Bouygues Telecom, Cofidis, Lampre-NGC e Milram.
«Ci sono 13 squadre che già hanno una licenza per il 2010 - ha detto Rumpf - e la Commissione delle Licenze ha la possibilità di concederne fino a venti, ma non è detto che si arrivi a quel numero».
Sicuramente almeno una delle candidate, quindi, sarà respinta, ma l'impressione è che le bocciature potrebbero essere almeno un paio se non addirittura tre. Ricordiamo che la Commissione delle Licenze, che nelle ultime settimane ha ascoltato i programmi delle tre nuove candidate, valuta le candidature dal punto di vista tecnico, agonistico, etico ed economico.

fonte:tuttobiciweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 17/09/2009 alle 09:41
Originariamente inviato da 21marco21

ProTour: venerdì l'assegnazione delle ultime licenze

Saranno rese note venerdì le decisioni della Commissione delle Licenze del ProTour riguardo le candidature per il 2010. A confermarlo a cyclingnews.com è stato Alain Rumpf, responsabile del ProTour.
In corsa per una licenza ci sono tre nuovi team - Radio Shack, Sky e Skil-Shimano - e cinque squadre che hanno chiesto il rinnovo, vale a dire Ag2r La Mondiale, Bbox Bouygues Telecom, Cofidis, Lampre-NGC e Milram.
«Ci sono 13 squadre che già hanno una licenza per il 2010 - ha detto Rumpf - e la Commissione delle Licenze ha la possibilità di concederne fino a venti, ma non è detto che si arrivi a quel numero».
Sicuramente almeno una delle candidate, quindi, sarà respinta, ma l'impressione è che le bocciature potrebbero essere almeno un paio se non addirittura tre. Ricordiamo che la Commissione delle Licenze, che nelle ultime settimane ha ascoltato i programmi delle tre nuove candidate, valuta le candidature dal punto di vista tecnico, agonistico, etico ed economico.

fonte:tuttobiciweb.it


Punto di vista tecnico: entrerebbero le prime tre, rischinao Ag2r, Lampre e Bbox, meno la Cofidis, Agonistico: la Lampre e Milram rischiano, le altre mi pare si impegnino quando c'è da farlo sempre e comunque.
Etico: anche qui la Lampre un paio di casi più o meno chiari negli ultimi due anni li ha avuti, degli altri non ricordo (potrei sbagliare)...
Economico...Rischiano tutte le riconferme, forse la Milram è la più salda.

Qui la Lampre rischia grosso davvero...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 17/09/2009 alle 13:32
Originariamente inviato da super cunego

Qui la Lampre rischia grosso davvero...


Arriveranno a 20 squadre e terranno fuori la Skil o la Bbox.
Parere mio, s'intende.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 17/09/2009 alle 14:24
per me la skil non la prendono e escludono una francese (penso la bouygues), quindi 19 squadre, con la concreta possibilità che la fuji esca dal giro se non trova un nuovo sponsor.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Rik Van Steenbergen




Posts: 1087
Registrato: Nov 2006

  postato il 17/09/2009 alle 14:44
McQuaid: Astana ha fornito garanzie per il 2010

La Astana ha fornito per l’ennesima volta garanzia economiche all’Uci circa l’attività ProTour per la stagione 2010. Due settimane fa il presidente dell’Uci, Pat McQuaid, è volato in Kazakhstan dove ha incontrato il ministro del turismo e dello sport.
«Mi hanno assicurato – ha detto McQuaid a Cyclingnews – di aver posto in atto tutte le misure finanziarie per assicurare il futuro della società e perché non si ripeta quel che è accaduto quest’anno. È vero, qualche mese fa siamo stati ad un passo dal ritiro della licenza, ma ora ci sono tutte le garanzie per continuare l’attività» ha detto il presidente dell’Uci senza però entrare nel dettaglio delle stesse.

fonte:tuttobiciweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond




Posts: 845
Registrato: Aug 2009

  postato il 17/09/2009 alle 14:50
Originariamente inviato da dietzen

per me la skil non la prendono e escludono una francese (penso la bouygues), quindi 19 squadre, con la concreta possibilità che la fuji esca dal giro se non trova un nuovo sponsor.


Concordo, sarebbe veramente clamoroso se restasse solo un'italiana nel ProTour.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 17/09/2009 alle 15:36
Per prima cosa bisognerà capire se l'UCI ha intenzione di riportare a 20 i team PT, rischiando forse uno scontro con i grandi organizzatori, oppure di rimanere a 18.
Sicuramente rimarrà fuori la Skil, anche perchè l'attuale rosa non le permette di correre tutte le grandi corse e il mercato finora non ha portato grossi arrivi.
Tra le altre candidate saranno sicuramente PT i 2 nuovi team (Sky e RadioShack) e penso anche la Lampre, che al di la di tutti gli aspetti negativi schiererà Cunego e Petacchi, mica due brocchi.
Da valutare la situazione della Fuji che se non trova uno sponsor decente dovrà rinunciare alla licenza, anche perchè molti dei suoi corridori stanno già trovando un'altra sistemazione per il 2010. La situazione della squadra di Gianetti allo stato attuale sembra molto complicata.
Per quanto riguarda le altre 3 formazioni vedo favorite Bouygues Telecom e Milram sulla Cofidis, anche perchè quest'ultima già lo scorso anno aveva paventato l'uscita dal PT, riducendo il budget e facendo partire molti dei suoi uomini migliori.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 18/09/2009 alle 16:23
Two events and two teams awarded UCI ProTour licences

The Licence Commission, following an examination of applications, decided on 15 September to award UCI ProTour licences to the new Grands Prix of Quebec and Montreal (CAN) and also to the French team Ag2r La Mondiale and the new British outfit Team Sky.

The Grands Prix of Quebec and Montreal have been granted licences for four years (2010-2013), while Ag2r La Mondiale and Team Sky have been awarded licences for three years (2010-2012) and four years (2010-2013) respectively.

The Licence Commission will announce its decisions on other teams and events that have applied for UCI ProTour licences, or licence extensions, in the near future.

The Skil-Shimano (NED) team has withdrawn its application for a UCI ProTour licence.

UCI Press Services

(uci.ch)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Gino Bartali




Posts: 1339
Registrato: Nov 2005

  postato il 18/09/2009 alle 19:08
La telenovela continua...pensavo che oggi avremmo saputo tutto, come mai questo rinvio?
 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 23/09/2009 alle 10:38
ProTour: cambia data la Gand-Wevelgem. E dal 2011...

Il Consiglio dell’UCI ProTour (CUPT) si è riunito oggi a Mendrisio e ha confermato che le due nuove prove canadesi si svolgeranno il 10 e 12 settembre. Si tratterà di due prove decisamente impegnative, con il Grand Prix Cycliste de Montréal che misurerà 200 km con 2'800 metri di dislivello e il Gp de Québec di 189 km con 3'000 metri di dislivello.
Il Consiglio ha poi approvato il calendario del 2010 sancendo così lo spostamento di data della Gand-Wevelgem che si disputerà il 28 marzo all’interno della Settimana Fiamminga, voluta dalla Federazione Belga. Restano naturalmente in attesa le prove che non hanno ancora ricevuto il rinnovo della licenza ProTour (la decisione verrà presa nei prossimi giorni)
Infine, i membri del CUPT hanno manifestato la necessità di trovare per il 2011 una soluzione ad un nuovo problema : a fronte di un numero di squadre che chiedono alla licenza ProTour, le corse ProTour che desiderano invitare anche altre squadre si trovano in difficoltà. Da qui la necessità di riscrivere le regole di partecipazione per il 2011 alle corse ProTour.

Fin qui il comunicato. Alla lettura del quale balza all’occhio una considerazione : il CUPT si preoccupa del numero crescente delle richieste ProTour ma lascia intendere – è evidente – che a crescere sarà il numero delle squadre con licenza. Che quindi saranno più delle 18 attuali. Che quindi torneranno ad essere troppe. Che quindi rischiano di portare a nuovi problemi…

(tuttobiciweb.it)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Greg Lemond




Posts: 845
Registrato: Aug 2009

  postato il 23/09/2009 alle 10:52
Originariamente inviato da Monsieur 40%

ProTour: cambia data la Gand-Wevelgem. E dal 2011...

Il Consiglio ha poi approvato il calendario del 2010 sancendo così lo spostamento di data della Gand-Wevelgem che si disputerà il 28 marzo all’interno della Settimana Fiamminga, voluta dalla Federazione Belga.

(tuttobiciweb.it)


Quindi avremo in rapida sequenza una classica ogni fine settimana: Milano Sanremo, Gand, Fiandre, Roubaix, Amstel e Liegi. Con solo la Freccia infrasettimanale.
Se aumentassero anche un po' il chilometraggio della Gand (230 - 240 km almeno) penso che possa tornare al rango che gli spetta e che aveva un po' perso così collocata troppo vicino a Fiandre e Roubaix (in tanti la saltavano per non affaticarsi troppo).

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 23/09/2009 alle 18:23
Questo spostamento è sicuramente positivo per la corsa che in questa maniera recupererà molto in termini di starting list e anche di combattività dei corridori. Ovvimente non è stata un'idea dell'Uci ma della federazione belga....
A questo punto si dovrebbe capire quale sarà la collocazione della 3 giorni di La Panne. Rimanesse nella stessa posizione degli ultimi anni si ritroverebbe nella settimana compresa tra gand e fiandre e forse potrebbe esserne danneggiata.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5092
Registrato: Apr 2004

  postato il 24/09/2009 alle 23:27
Calendario 2010

19-24/01 Tour Down Under

07-14/03 Parigi - Nizza

10-16/03 Tirreno-Adriatico

20/03 Milano -San Remo

22-28/03 Volta a Catalunya

28/03 Gent-Wevelgem

04/04 Giro delle Fiandre

05-10/04 Giro dei Paesi Baschi

11/04 Parigi - Roubaix

18/04 Amstel Gold Race

21/04 Freccia Vallone

25/04 Liegi-Bastogne-Liegi

27/04-02/05 Tour de Romandie

08-30/05 Giro d'Italia

06-13/06 Dauphiné Libéré

12-20/06 Tour de Suisse

03-25/07 Tour de France

31/07 Clasica San Sebastian

01-07/08 Giro di Polonia

15/08 Vattenfall Cyclassics

17-24/08 Eneco Tour

22/08 GP Ouest-France

27-08/19/09 Vuelta di Spagna

10/09 Tour de Quebec

12/09 Tour de Montreal

16/10 Giro di Lombardia


Noto che è sparita la Parigi - Tours dal ProTour

 

____________________
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage
<<  1    2    3    4  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.6080639