Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > GIRADA 2009
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2  >>
Autore: Oggetto: GIRADA 2009

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 30/07/2009 alle 01:23
Ho appena assistito stasera ad una proiezione privata in casa del regista del film della Girada 2008: film eccezionale, e dico "film", non filmato, ripresa o altro, FILM. Commovente, divertente, sensazionale, effettivo ed eccessivo film, con tanto di trama, attori, gueststars, colonna sonora e montaggio ad arte (in questo temo che la Kobram abbia ancora tanto da imparare)

Detto questo, visto che si stanno avviando tutte le procedure per stabilire il percorso della Girada de Vilanoa e Gaard 2009 vi riporto la mail degli organizzatori dove si inizia a discutere del percorso:

"cari amici,
Ieri sera si è riunito il comitato organizzatore della GIRADA è ha fatto il punto sulla situazione.
Teofrasto, alacre direttore di gara, ha già approntato il logo della maglietta e cominciato a preparare le planimetrie delle tappe. Non siamo ancora al completo, ma quasi, e manca soprattutto una tappa non troppo impegnativa: su questa e su altri suggerimenti tutti sono pregati a farsi vivi con il sottoscritto entro mercoledì prossimo quando andremo a chiudere il percorso della GIRADA 2009 che, ricordo a tutti, si terrà da lunedì 7 al sabato 12, senza alcun giorno di riposo.
Oltre alla data e alla cancellazione della partenza di domenica e del giorno di riposo, si è deciso quanto segue: oltre alla Kermesse, alla tappa dei laghetti e a quella di sterrato che proverò stasera e ricalcherà quella mitica di due anni fa, la tappa conclusiva sarà per la prima volta con l'ascesa a due cime: sarà la Milanino-Prandaglio-Villanuova-Sopraponte (via ciclabile)-Vallio-Colle S.Eusebio. salderemo così due salite già fatte in una tappa che passa per strade non troppo trafficate.
Una tappa pianeggiante, quella inaugurale partirà dal negozio-esposizione dello sponsor e si snoderà tra Prevalle-Mocasina-Soiano etc. in un percorso che defineremo nei prossimi giorni.
Come avrete notato, per la prima volta non è prevista alcuna cronometro! Tre tappe saranno ad abbuon i (10" + 5") e tre ad aggravi (10" - 5"). La cena sarà sabato 12 settembre.
Ecco, queste le novità decise. Chi avesse ulteriori proposte o qualcosa da dire su questo primo pacchetto di decisioni potrà farlo fino a mercoledì prossimo. Poi chiudiamo il tutto ed entro il fine settimana pubblicheremo sul blog ed invieremo a tutti percorso e regolameno, aprendo le iscrizioni fino a fine agosto. Mi raccomando fatevi vivi per confermare la vostra iscrizione e, al caso, per proporre nuovi iscritti.
Ora mi farò vivo quando avrò le copie del film da distribuire,
Vostro,
Roberto"

Io, purtroppo, per impegni di lavoro pressanti, non sono riuscito a prepararmi a dovere per poter curare la classifica e punterò, come anche gli ultimi anni, alla vittoria di qualche tappa (sono il velocista del gruppo). E' quindi fallita miseramente la mia personale Operazione Girada che, partita ad aprile di quest'anno accorpando le operazioni Dieta, Forma e Colesterolo, mirava a farmi arrivare in forma all'appuntamento sportivo principe per la stagione ciclistica 2009; che dire?... pazienza. Soffrirò ed arrancherò come sempre in fondo al gruppo cercando di resistere e piazzare un eventuale stoccata vincente.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 8805
Registrato: Dec 2004

  postato il 30/07/2009 alle 09:33
Ciao Lore,
posso partecipare anche io quest'anno che vado pianino?

 

____________________
http://www.nicolascattolin.com
Chi non indossa il casco non ha nulla nella testa che valga la pena proteggere.
If you don't have the balls to brake late then that is your problem. L.H. to K.R.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 30/07/2009 alle 09:52
...osti

sarò in Sicilia, non potrò venirvi nemmeno a vedere

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 30/07/2009 alle 10:06
Originariamente inviato da robby

...osti

sarò in Sicilia, non potrò venirvi nemmeno a vedere

Beh...ti aspettiamo al Mondiale su Caedagne che sarà probabilmento il 20 settembre.

Ovviamente non in bici, ma da spettatore, visto che, parlando ieri con il regista del film della Girada, mi ha detto che le riprese dell'arrivo del Mondiale 2007 a Maguzzano, che avevi fatto tu, sono tutte sbagliate.
Probabilmente che per riprendere dovevi spegnere la lucina rossa e abbiamo minuti di riprese in cui si vede l'asfalto o il tavolino e si sentono i commenti dei vari presenti e le riprese si interrompono proprio quando stanno per avvicinarsi i corridori

Poco male dai, non è un problema così grave. E' un errore che tutti potevano fare
Ovviamente però questo errore non può essere lasciato passare senza provvedimenti e pensavamo di interdirti (si dice così?) ogni partecipazione al Caedagne per almeno due anni, come con il doping (ops... ho detto doping? adesso Laura mi riprenderà sicuramente perchè ho parlato di doping in un 3D che non c'entra).
No, a parte gli scherzi, se ci sarai al Caedagne sarai il benvenuto.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 30/07/2009 alle 10:08
Originariamente inviato da Andrea_Web
Ciao Lore,
posso partecipare anche io quest'anno che vado pianino?


Pianino???
Ma non hai appena vinto quella competizione ad inizio giugno che vagamente scimiotta il Caedagne ed ha nome coppa Kobram?

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 8805
Registrato: Dec 2004

  postato il 30/07/2009 alle 10:16
Originariamente inviato da Zanarkelly

Originariamente inviato da Andrea_Web
Ciao Lore,
posso partecipare anche io quest'anno che vado pianino?


Pianino???
Ma non hai appena vinto quella competizione ad inizio giugno che vagamente scimiotta il Caedagne ed ha nome coppa Kobram?


Si, vado pianino!
La Kobram non fa testo... è una classica di un giorno, la Girada è la corsa a tappe dei sogni che ogni Paracarro-Amatore vorrebbe correre fin da bambino, fatemi contento!!!

 

[Modificato il 30/07/2009 alle 10:23 by Andrea_Web]

____________________
http://www.nicolascattolin.com
Chi non indossa il casco non ha nulla nella testa che valga la pena proteggere.
If you don't have the balls to brake late then that is your problem. L.H. to K.R.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 30/07/2009 alle 11:14
Originariamente inviato da Andrea_Web
Originariamente inviato da Zanarkelly
Originariamente inviato da Andrea_Web
Ciao Lore,
posso partecipare anche io quest'anno che vado pianino?

Pianino???
Ma non hai appena vinto quella competizione ad inizio giugno che vagamente scimiotta il Caedagne ed ha nome coppa Kobram?


Si, vado pianino!
La Kobram non fa testo... è una classica di un giorno, la Girada è la corsa a tappe dei sogni che ogni Paracarro-Amatore vorrebbe correre fin da bambino, fatemi contento!!!

oh mio dio, un altro corridore da classiche che vuole sprecare la carriera per vincere un GT...

Purtroppo io non ho la facoltà di ammettere corridori alla Girada, che è ed è sempre stata governata da una oligarchia di pochi e squilibrati individui che decidono senza possibilità di discussioni chi corre e chi no.
Eventualmente ho la facoltà di proporre qualche partecipante, ma l'accettazione deve venire dall'alto, previa presentazione di perizia giurata, asseverata da un giudice di pace, attestante che il proposto è una sega (effettivamente sono un po' complicati, ma queste misure si sono rese necessarie dopo l'avvento del Dancelli che è e rimane un extraterrestre del pedale tra di noi).
Purtroppo per quanto riguarda una tua eventuale candidatura.... ti conoscono e non crederanno mai che tu possa andare abbastanza piano.

Per il Caedagne il discorso è diverso: quello lo organizzo io e potrei anche fare un'eccezione. Se ne riparlerà...

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 8805
Registrato: Dec 2004

  postato il 30/07/2009 alle 11:21
Originariamente inviato da Zanarkelly

Originariamente inviato da Andrea_Web
Originariamente inviato da Zanarkelly
Originariamente inviato da Andrea_Web
Ciao Lore,
posso partecipare anche io quest'anno che vado pianino?

Pianino???
Ma non hai appena vinto quella competizione ad inizio giugno che vagamente scimiotta il Caedagne ed ha nome coppa Kobram?


Si, vado pianino!
La Kobram non fa testo... è una classica di un giorno, la Girada è la corsa a tappe dei sogni che ogni Paracarro-Amatore vorrebbe correre fin da bambino, fatemi contento!!!

oh mio dio, un altro corridore da classiche che vuole sprecare la carriera per vincere un GT...

Purtroppo io non ho la facoltà di ammettere corridori alla Girada, che è ed è sempre stata governata da una oligarchia di pochi e squilibrati individui che decidono senza possibilità di discussioni chi corre e chi no.
Eventualmente ho la facoltà di proporre qualche partecipante, ma l'accettazione deve venire dall'alto, previa presentazione di perizia giurata, asseverata da un giudice di pace, attestante che il proposto è una sega (effettivamente sono un po' complicati, ma queste misure si sono rese necessarie dopo l'avvento del Dancelli che è e rimane un extraterrestre del pedale tra di noi).
Purtroppo per quanto riguarda una tua eventuale candidatura.... ti conoscono e non crederanno mai che tu possa andare abbastanza piano.

Per il Caedagne il discorso è diverso: quello lo organizzo io e potrei anche fare un'eccezione. Se ne riparlerà...


Quindi mi lasci aperto uno spiraglio per il Caedagne?
Yuppieee, allora smetto subito di allenarmi per farmi trovare appositamente abbastanza disallenato.

 

____________________
http://www.nicolascattolin.com
Chi non indossa il casco non ha nulla nella testa che valga la pena proteggere.
If you don't have the balls to brake late then that is your problem. L.H. to K.R.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 30/07/2009 alle 13:03
le riprese non le avevo fatto io, ma il mio buon babbo, che con le riprese e la tecnologia non è che sia tanto ferrato!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 30/07/2009 alle 14:15
Originariamente inviato da robby
le riprese non le avevo fatto io, ma il mio buon babbo, che con le riprese e la tecnologia non è che sia tanto ferrato!

Allora squalificati entrambi: un anno per uno.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 30/07/2009 alle 15:06
beh tanto poi il mio babbo torna e ti sderena comunque...un uomo che a 72 anni e con poco più di 500 km nelle gambe è in grado di fare Ventoux e Alpe d'huez ti sembra un tipo da tirarsi indietro...tsè!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 30/07/2009 alle 16:27
Guarda che alla Girada 500 km nelle gambe li abbiamo solo se contiamo tutto il gruppo.


No, a parte gli scherzi: se vuole partecipare anche il babbo, si può fare. Non è la prima volta che ultrasettantenni partecipano al Caedagne, anche se a dire il vero i precedenti non sono confortanti

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 30/07/2009 alle 17:17
ti riferisci al Dancelli's dad????

come sta il vecchiaccio tutto d'un pezzo? s'è ripreso completamente dalla botta dello scorso anno? facci sapere Dance

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 31/07/2009 alle 01:17
consigli agli organizzatori:
1) occhio che il papa' di Robby vi sderena sul serio.
2) per farlo partecipare obbligatelo a prepararvi i suoi ottimi amaretti....

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 01/08/2009 alle 01:48
Altra mail della operosissima organizzazione Girada:

"cari amici, concorrenti e fans,
la Tredicesima edizione della GIRADA de Gaart e Vilanoea è alle porte e co nquesto messaggio l'organizzazione rende noto che stasera o comuqnue entro il ifne settimana verrà pubblicato sul blog (http://girada.splinder.com/):
1) percorso della presente edizione che si svolge dal 7 al 12 settembre
2) regolamento e modalità di iscrizione. Chi vorrà iscriversi deve farlo direttamente sul blog entro il 31 agosto e come sempre il comitato organizzatore vaglierà le richieste e comunicherà entro il 6 settembre iscritti ed eventuali iscritti sub judice e rigettati. Ricordo che secondo prassi consolidata chi ha già partecipato ha diritto di prelazione mentre dei nuovi ne verrà valutata idoneità (ad es. qualche Kg sopra peso e una scarsa attitudine al pedale è sempre una buona referenza).
Tra le novità gustose ve ne annuncio una in anteprima: da quest'anno viene istituita la maglia del leader che come nelle altre grandi corse a tappe sarà ogni anno dello stesso colore e dovrà essere indossata dal capoclassifica. Il Tour l'ha gialla, il Giro l'ha rosa, noi non potevamo che sceglierla...... ma no, non ve lo dico, troverete il colore del leader (colore degno della corsa) sul blog al più presto.
Un'ultima cosa: alcuni hanno già avuto copia del film e l'hanno già visto. Mi hanno scritto tra lo stupito e il meravigliato per il prodotto finale: girate i ringraziamenti e gli apprezzamenti direttamente a Alessandro Tami e Pierangelo Goffi (Alias Dottor Go) che se lo meritano e che ogni anno si fanno un mazzo tanto per produrre sempre qualcosa di nuovo! Complimenti!
A presto... sulle starde della Girada!
Teofrasto + Stefano + Roberto"

Intanto il campionissimo Claudio Dancelli ha già annunciato la sua partecipazione alla gara.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 11/08/2009 alle 14:40
Vi posto il link al volantino della Girada 2009:
http://pdfvia.com/showfile-4381/girada_de_gaart_e_vilanÖa.pdf

Quest'anno percorso molto duro e selettivo; inoltre già infuriano le polemiche su alcune variazioni del regolamento riguardanti i battistrada dei copertoni, degne dei regolamenti da Formula 1.
Se volete seguire gli sviluppi e gli iscritti questo è il sito:
http://girada.splinder.com/

 

[Modificato il 11/08/2009 alle 14:54 by Zanarkelly]

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 01/09/2009 alle 16:08
Queste sono le ultime notizie dalla Girada, direttamente dal sito di Teofrasto Paracelso, grande spirito guida di tutti i partecipanti.

ISCRITTI UFFICIALI GIRADA 2009
Ok guys, le iscrizioni sono ufficialmente chiuse e quindi i partecipanti sono 17 (o 18, se qualcuno considera Baccoli Cappelletti due entità differenti). Non ci resta che trasferire la lista dei partenti a Vittorio Feltri per verificare che nessuno abbia scheletri nell'armadio ed augurare a tutti una Girada ricca di soddisfazioni e anabolizzanti.
Per volere unanime della giuria chi trasgredisse il dettame che impone di presentarsi alla prima e all'ultima tappa con una maglia della Girada (vedi regolamento nel post sottostante) verrà penalizzato di 30 secondi in classifica generale oltre che additato con fare schifato dal resto dei partecipanti.

Roberto Tottoli
Stefano Filippini
Alessandro Tami
Leone Tami
Rossano Lavi
Giovanni Massolini
Claudio Dancelli
Pierluigi Paterlini
Renato Milini
Lorenzo Zanardelli
Giorgio Franzoni
Massimo Licci
Baccoli Cappelletti
Marco Favagrossa
Eugenio Sartorelli
Federico Micheli
Stefano Falsina

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 06/09/2009 alle 01:45
Lunedì sera partirà la prima tappa della Girada 2009.
In onore dell'evento pubblico questa serie di pensieri sparsi:

CHE COLORE HA LA GIRADA?

La Girada ha tanti colori.

Ci sono le maglie, quelle ufficiali che gli organizzatori e lo sponsor (quando parlo di organizzatori e sponsor non dovete pensare a qualcosa di serio...) regalano a tutti i partecipanti; ogni anno è diversa per colore e per logo. Quest'anno è di un orribile color carne; pensando che dovrà essere utilizzata per tutte le tappe, sarà bello immaginare che tutti arriveranno alla tappa di sabato "abbronzati".

Ci sono anche le maglie da ciclismo vere, che tutti indossano sotto a quella della Girada: celeberrima è diventata la mia maglia a pois, regalo di compleanno di moti anni fà, che sfoggio immancabilmente in occasione degli arrivi in salita e che ogni anno mi va più stretta (alcuni pois sull'addome hanno ormai la forma dell'orbita di Urano).

Da quest'anno farà la sua comparsa inoltre la nuova maglia del leader della corsa, la maglia marrone, che verrà ovviamente chiamata la maillot marron. Il colore della maglia è stata scelta con chiaro riferimento alla cacca, perchè se c'è una cosa che tutti i giradini conoscono bene e hanno insita nel loro essere è il senso dell'autoironia. Un giradino corre anche se sa che non può vincere e nonostante abbia ben chiaro che probabilmente verrà tirato per il culo per un qualunque motivo; però lo fà lo stesso ed è contento perchè ovviamente sarà lui il primo a ridere di questo.

Per me comunque il colore simbolo della Girada è quello giallo e arancio delle bacche delle siepi di piracanta che contornano la tangenziale nei pressi del sottopassaggio di Prevalle, per me vera e propria porta dei territori della Girada quando, dopo il lavoro, con la bici e tutti i vestiti caricati in macchina, mi porto nei pressi dell'inizio della tappa. Quando arrivo vicino al sottopassaggio e vedo questa macchia giallo-arancio, allora capisco che la Girada è cominciata e mi si apre il cuore.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 706
Registrato: May 2007

  postato il 06/09/2009 alle 01:55
Sarò pure banale, ma io tifo Marco Favagrossa: sebbene abbia un fardello non indifferente da portarsi dietro in salita, potrebbe dire la sua in qualche org...volata di gruppo.

()

 

____________________
Alessandro

29/05/1999 - 27/07/2008: Grazie Paolo!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 06/09/2009 alle 02:03
Originariamente inviato da Nievole
Sarò pure banale, ma io tifo Marco Favagrossa: sebbene abbia un fardello non indifferente da portarsi dietro in salita, potrebbe dire la sua in qualche org...volata di gruppo.

()

La sa lunga il Nievole... altrochè...

In realtà il velocista ufficiale del gruppo sono io, sempre se Dancelli non decide di fare la volata.
In effetti la prima tappa mi si addice tanto e potrei anche vincerla; il brutto è che, per effetto di un regolamento molto cervellotico, se vincessi la tappa avrei un aggravio di 10 secondi in classifica e quindi non potrei vestire la prima maillot marron della storia. Per farlo dovrei arrivare terzo (perchè, sempre da regolamento, il secondo classificato ha un aggravio di 5 secondi). Resta da valutare se è meglio una vittoria di tappa o indossare la maglia. Magli che poi perderei senza speranza nei giorni successivi...

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 06/09/2009 alle 21:55
Proseguono i pensieri sparsi:

CHE SAPORE HA LA GIRADA?

La Girada ha tanti sapori.

C'è il sapore di sale che ho sulle labbra (non c'entra col verso della canzone) quando finisce la tappa e carico la bici in macchina per tornare a casa. E a volte è amaro se la prestazione non è stata come me l'aspettavo; a volte invece è dolce perchè tutto va come deve andare e vinco o, almeno, sento di avere fatto una bella prova.

Uno dei sapori che mi è rimasto nella mente è quello di fango di quando vinsi la mia prima tappa sotto ad un diluvio biblico. Dopo una fuga a due con Alessandro Tami, il mio miglior amico, scattai sulla facile salitella prima dell'arrivo e vinsi una tappa epica; ma mangiai tanto, ma tanto di quel fango che veniva tirato su dalla ruota di quello davanti quando lui tirava. Oh... intendiamoci: questo non vuol dire che lui tirò più di me!

Un altro sapore è quello dello spiedo che solitamente si mangia nella cena del sabato sera. La cena in cui i guerrieri, spossati dalla battaglia della settimana di gara, si rilassano e, mangiando e bevendo insieme a mogli e fidanzate, rivivono le proprie esperienze e rinnovano gli sfottò che hanno ravvivato la Girada. in questa cena ci sono anche le premiazioni e l'assegnazione per elezione del premio speciale, che viene assegnato solitamente per meriti non sportivi: tali premi negli anni hanno avuto il nome di "Zavorra d'oro", "Merdaccia d'oro", "Mezza sega d'oro", ecc. Attenzione, però, non si tratta di un premio con accezione negativa; è solo uno degli aspetti della Girada.

Ma il sapore che più mi ricorda la Girada è quello degli integratori (Gatorade) che io, ciclista "della domenica", mi concedo come un lusso indicibile solo ed esclusivamente per questa settimana; ma soprattutto il gusto principe è quello eccessivo e nauseante della Red Bull, che solo e solamente durante la Girada bevo, solitamente un'ora prima della partenza, in un rito che si ripete nella sua ridicolaggine e nella sua inutilità quando sono ancora in ufficio, con i miei colleghi che mi prendono per il culo (giustamente) e mi danno del dopato, e io che me la rido e mando giù tutto come fosse una medicina, ben conscio che l'unico effetto attribuibile alla Red Bull sarà presumibilmente quello di non farmi dormire bene la notte, anche se è molto più probabile che il sonno sarà disturbato molto di più dall'emozione della corsa; perchè l'unico doping che conosciamo, in fondo, è la Girada stessa.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 07/09/2009 alle 00:58
CHE ODORE HA LA GIRADA?

La Girada ha sostanzialmente un solo odore.

O meglio ha un blend di odori, che sono tutti condensati dentro alla mia macchina in carico giornalmente la bicicletta, i pantaloncini, la maglia e la maglietta della Girada, sudati e sporchi da giorni di gara.

All'interno dell'auto si crea un microclima particolare, che sarebbe da studiare; un ecosistema di cui Alberto Angela potrebbe parlare per decine di puntate.

A volte mi sorprendo della varietà di odori che riesco a generare ed ogni anno è diverso; non so da cosa dipendano queste differenze. Forse dai diversi climi, dall'intensità degli sforzi, dal tasso di lipidi che ho addosso a seconda delle varie stagioni (negli ultimi anni è sempre in aumento).

E tutto questo sono io che vado alla Girada.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1476
Registrato: Mar 2005

  postato il 07/09/2009 alle 09:43
Ciao belli , stasera prima tappa.
Speriamo vada tutto bene, pare che ci siano degli intoppi sul percorso (i soliti controrivoluzionari scimmioni che ci ostacolano).
Domani commenti incrociati e prime impressioni sulla "gamba" dei favoriti...

 

____________________
“…..oh, ghè riàt Dancelli!....”


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 07/09/2009 alle 11:39
ohm

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 07/09/2009 alle 12:13
Noto con rammarico che la Redazione Cicloweb non ha ancora fatto menzione in homepage della prima tappa della Girada e, quindi, mi sento in obbligo di riparare.

Oggi alle ore 19:00 avrà inizio la prima tappa della Girada de Gaard e Vilanoa 2009: partenza da Gavardo, nel piazzale del mobilificio che sponsorizza le magliette (clamoroso marchettone dell'organizzazione!), e arrivo al semaforo di Monteacuto, frazione di Puegnago del Garda o di Salò o di qualche altro comune della zona.
Fa scalpore la decisione di porre l'arrivo proprio in corrispondenza del semaforo in chiara violazione di un sacco di leggi recenti e passate; nessuno sa se la decisione vuole essere un'aperta sfida alle istituzioni o se è solamente dettata dalla follia insita negli organizzatori della Girada.
La tappa sarà lunga circa 21 km (che per la Girada è già una bella distanza) e sarà caratterizzata da un percorso vallonato, ma piuttosto semplice, con arrivo addirittura in leggera discesa; di sicuro bisognerà vedere come i big vorranno interpretare la tappa, perchè, dato il livello infimo della maggior parte dei partecipanti, anche un minimo scatto fatto nel posto sbagliato potrebbe trasformare una tappa di trasferimento come questa, che dovrebbe essere appannaggio delle seconde linee, in un vero incubo per le seconde linee stesse.
Di seguito posto planimetria e altimetria della tappa.



 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 07/09/2009 alle 12:32
Guarda Zanar, se non ci fosse la Vuelta, non solo avreste la home tutta per la Girada, ma ci verrei a partecipare pure io!

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 07/09/2009 alle 13:48
Originariamente inviato da Admin
Guarda Zanar, se non ci fosse la Vuelta, non solo avreste la home tutta per la Girada, ma ci verrei a partecipare pure io!


Ah, perchè adesso mi vorresti paragonare il prestigio della Girada con una garucola a tappe che è diventata famosa solo perchè tutti ci vanno per prepararne un'altra? è proprio finita l'era del ciclismo eroico!

Comunque ci siamo organizzati con mezzi propri. La Girada 2009, infatti, grazie ad uno sforzo giornalistico senza precedenti sarà seguita da ben due inviati: ClaudioDance, che racconterà la corsa direttamente dalla testa del gruppo, dal punto di vista di uno dei favoriti, e Zanarkelly, che racconterà quello che accade in coda e nella pancia del gruppo.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 07/09/2009 alle 16:06
Originariamente inviato da Zanarkelly
Ah, perchè adesso mi vorresti paragonare il prestigio della Girada con una garucola a tappe che è diventata famosa solo perchè tutti ci vanno per prepararne un'altra?


beh c'e' anche chi viene alla Girada per preparare un'altra gara....

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 07/09/2009 alle 16:29
Originariamente inviato da pedalando

Originariamente inviato da Zanarkelly
Ah, perchè adesso mi vorresti paragonare il prestigio della Girada con una garucola a tappe che è diventata famosa solo perchè tutti ci vanno per prepararne un'altra?


beh c'e' anche chi viene alla Girada per preparare un'altra gara....


No... quello lo escludo, perchè nell'ottica dei giradiani una settimana di gara è una fatica talmente grande che difficilmente qualcuno di loro lo potrebbe considerare un allenamento per qualche altra corsa.

Che poi quest'altra corsa potrebbe essere solamente il Mondiale su Caedagne, perchè di altre gare nessuno si sognerebbe di farne.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 07/09/2009 alle 17:05
proprio quello intendevo...

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 8805
Registrato: Dec 2004

  postato il 07/09/2009 alle 21:43
Chi ben comincia vestendo la maglia di leader è a metà dell'opera...

 

____________________
http://www.nicolascattolin.com
Chi non indossa il casco non ha nulla nella testa che valga la pena proteggere.
If you don't have the balls to brake late then that is your problem. L.H. to K.R.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 07/09/2009 alle 23:42
E lo Zanarkelly esordisce col botto!!!

Risultati della prima tappa:
1a tappa: Mobili Ziglioli – Mura di Puegnago, 19 Km.

1. Lorenzo Zanardelli in 40’40’’ + 10’’ di aggravio
2. Matteo Cappelletti s.t. + 5’’ di aggravio
3. Claudio Dancelli s.t.
4. Rossano Lavi s.t.
5. Leone Tami s.t.
6. Alessandro Tami a 3’’
7. Pierluigi Paterlini s.t.
8. Federico Micheli s.t.
9. Giovanni Massolini a 6’’
10. Eugenio Sartorelli s.t.
11. Renato Milini s.t.
12. Roberto Tottoli a 1’06’’
13. Massimo Licci a 1’40’’
14. Stefano Filippini a 3’05’’
15. Stefano Falsina a 8’05’’
16. Nicola Baccoli a 11’58’’

Classifica generale

1. Claudio Dancelli in 40’40’’ (maglia Maron)
2. Rossano Lavi s.t.
3. Leone Tami s.t.
4. Alessandro Tami a 3’’
5. Pierluigi Paterlini s.t.
6. Federico Micheli s.t.
7. Matteo Cappelletti a 5’’
8. Giovanni Massolini a 6’’
9. Eugenio Sartorelli s.t.
10. Renato Milini s.t.
11. Lorenzo Zanardelli a 10’’
12. Roberto Tottoli a 1’06’’
13. Massimo Licci a 1’40’’
14. Stefano Filippini a 3’05’’
15. Stefano Falsina a 8’05’’
16. Nicola Baccoli a 11’58’’
Giorgo Franzoni aggregato a 11’58’’

Breve cronaca
Inizio con giallo: Favagrossa non parte e Franzoni, uno dei favoriti, non si presenta. Gruppo compatto fino alla salita verso Mocasina, poi strappo di Lavi e Dancelli e il gruppo si frantuma e poi si ricompatta a Carzago. Guasto meccanico per Tami Sr., subito recuperato, poi tutti insieme si scollina verso Soiano. Scatti e controscatti di Cappelletti e altri, dietro perdono contatto, dopo Baccoli e Falsina, Filippini, Licci e infine Tottoli. Arrivo in volata, il re delle volate Zanardelli regola il gruppo sgranato precedendo Cappelletti. Dancelli, terzo, indossa la prima maglia Maron della storia.
Seguirà commento di Teofrasto!

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 08/09/2009 alle 00:46
Cavendelli!

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 08/09/2009 alle 00:52
In attesa del commento ufficiale del grande bardo della Girada, Teofrasto Paracelso, vado a riportare le mie impressioni sulla prima tappa.

Ritrovo nel piazzale del mobilificio del simpatico signore che ogni anno sponsorizza e ci regala le magliette: atmosfera da primo giorno di scuola, brindisi analcolico () e partenza con tanto di bandiera italiana sventolata dallo sponsor.
Ci sono tutti i favoriti: Dancelli, Lavi, Tami e... ops, manca Franzoni che l'anno scorso aveva ben impressionato. Da regolamento, se si presenterà al via avrà sul groppone il tempo dell'ultimo classificato di oggi; beh, poco male perchè oggi è una tappa abbastanza semplice e non potrà perdere molto
Primi km percorsi ad andatura cicloturistica col gruppo che chiacchera amabilmente. All'ingresso del paese di Prevalle, Tami, oggi in versione vigile urbano (tutta la tappa a dire: state in parte, non superate a destra, non così larghi. Che palle!), si mette davanti per tenere l'andatura alta ed il gruppo in fila indiana.
Al ponte sul Chiese, dopo la breve discesa, Dancelli rilancia sempre per tenere alta l'andatura e già i primi vagoni del treno Girada si staccano; una domanda sorge spontanea a molti: "Ma cosa caxxo tira quello là? cosa gliene viene in tasca?".
Arriviamo alla salitella verso mocasina, dopo breve sterrato pianeggiante, salita abbastanza breve, ma non facilissima; stringo i denti e tento di stare attaccato ai primi e sorprendentemente ce la faccio abbastanza bene anche se le gambe mi fanno male.
Sono parecchio orgoglione di me, quand'ecco che guardando davanti vedo Lavi che fa il forcing sulla salita con Dancelli dietro: si stanno tastando. Tami, l'altro favorito, sembra totalmente dedicato al gregariato nei confronti di papà Leone, un sessantenne in forma strepitosa, che ha problemi col cambio, e si disinteressa dei primi due che hanno preso una 50 di metri di vantaggio; sarà tattica oppure ha veramente intenzione di aspettare il padre? Una cosa è certa: ha una gamba strepitosa e si vede.
I due davanti, comunque, rallentano ed aspettano gli altri. Meglio così.
Arriviamo alla salita della strada verso Chizzoline: più che una salita, un lungo falsopiano con pendenze abbastanza lievi.
Tengo bene, ma guardando davanti vedo uno scatto di Dancelli (giuro! un vero scatto!) a cui risponde solo Lavi: continuano a tastarsi. Vabbè, penso io, ma queste porcate non possono andare a farle in privato.
Con notevole fatica cerchiamo di recuperare. Guardando indietro vedo che il missile Girada ha perso molti dei suoi stadi.
Si fermano ancora ed il gruppo si ricompatta. Dancelli mi affianca e mi dice: "Dai che questa è tua": sarà tattica oppure ha veramente intenzione di Favorirmi?
Entriamo nel paese di Soiano e cominciamo la serie di tranquilli saliscendi ad alta velocità verso Polpenazze. Qui c'è una rotonda e poi un falsopiano che personalmente odio. Ci sono alcuni scatti poco convinti, ma mi tengo in 10/11 posizione: non posso rispondere perchè spenderei tutto prima della probabile volata.
Passo indenne dal falsopiano e, quando manca circa 1 km all'arrivo, comincio a risalire il gruppo, operazione che mi occupa per un buon 600 metri. Quand'ecco che mentre ho davanti solo 5 persone e si scorge l'ultima curva, vedo Tami che, dopo aver fatto da gregario a suo padre per tutta la corsa, si toglie dalla ruota di Lavi che lo precede ed invita Leone a chiudere il buco: "Dai se vuoi vincere". In breve il buco diventa di una decina di metri e stiamo arrivando ai 300 all'arrivo.
Devo chiudere io e allora parto abbastanza deciso per non tirarmi dietro qualcuno: davanti vedo Cappelletti che, accortosi del buco, sta tirando molto forte e dietro Lavi e Dancelli che lo accompagnano come damigelle d'onore.
Devo veramente fare una discreta fatica per recuperare, ma poi arrivo, riposo un attimino, metto il rapportone e parto ai 150 metri.... mi trovo Dancelli in mezzo alla strada che fa una sbandata improvvisa e devo giragli intorno, andando vagamente sopra la linea di mezzeria (addesso ho capito: era solo tattica!).
Adesso sono lanciato, affianco Cappelletti e lo supero facile.
Vinco, non a braccia alzate perchè non sono capace di esultare, e di seguito arriva tutto il gruppo sgranato.
Bella tappa, fatta ad andatura sostenuta, con i due big Lavi e Dancelli che dimostrano la loro imbarazzante superiorità e decidono giustamente di non affossare le speranze delle seconde linee (tra cui mi colloco comodamente). Un po' di alleanze possono servire, non tanto nel corso delle tappe, perchè la forza espressa è evidente, quanto per evitare l'elezione al premio speciale, che quest'anno si chiama "Bastardo d'Oro".
Sono contento e onsetamente anche per la discreta forma che pensavo di non avere; vabbè, le gambe mi fanno parecchio male e domani prenderò una gragnuola di minuti, però credevo di essere messo peggio.
Dopo aver osservato i contendenti mi pongo l'obiettivo di un 7 posto in classifica generale.
Favorito numero uno Dancelli (che cercherò di osteggiare per quanto mi sarà possibile), che indossa, arrivando terzo, la prima Maillot Marron della storia della Girada (maglia, tra l'altro, veramente orrenda).
Lavi è molto preparato, ma paga sicuramente qualcosa in salita, però ha dalla sua la tappa sullo sterrato dove farà sicuramente bene, visto che praticamente conosce solo lui il percorso.
Tami è sicuramente forte, ma se si ostina ad aspettare papà Leone non credo potrà vincere; se domani sullo sterrato farà la sua corsa, sapremo che può essere della partita.
Ho visto bene Cappelletti che ha i numeri, ma solitamente viene solo per fare presenza; me lo ricordo però abbastanza scarso sullo sterrato.
Gli altri sono tutti da valutare, soprattutto l'ex fenomeno Micheli che a 14 anni cannibalizzò la Girada e adesso, a 19 anni, dopo aver scoperto la faiga, è sensibilmente calato.
Per la cronaca, l'ultimo arrivato è stato Baccoli (un abituè) con quasi 12 minuti, che si è ovviamente presi sul groppone anche Franzoni nel caso domani si presenti al via.
Ciao a tutti e ancora complimenti a me .
A domani per la presentazione della 2° tappa, che sarà già decisiva.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1476
Registrato: Mar 2005

  postato il 08/09/2009 alle 08:55

Che dire, cari amici, della prima tappa della girada 2009? Dal mio personale punto di vista c’è da dire che sono stato molto colpito dalla forma del vincitore uscente Rossano Lavi. Le scaramucce che Zanarkelly ha descritto come “amorosi sensi” erano proprio dei primi sondaggi per misurare la forma dei rispettivi avversari.
Rossano mi ha colpito per la frequenza di pedalata e la facilità con la quale ha risposto al mio allungo verso Chizzoline. Poco prima aveva sgasato sullo strappo duro di Mocasina e aveva forzato a tal punto da costringermi, per non lasciarlo scappare, ad andare ben oltre l’accumulo dell’acido lattico. Insomma si conferma favorito. Alessandro Tami ha corso in modo enigmatico. Sembra molto forte, ma il gregariato verso il padre gli è costato un primo fardello di 3 secondi. Federico Micheli ha dato prova di orgoglio, essendo stato il primo a riportarsi su Rossano e me dopo lo strappo di Mocasina.
Il finale di Gara è stato divertente: Lorenzo Zanarkelly si conferma uno dei pochi ad avere in dotazione una “sparata” da velocista. Basterebbe qualche sacrificio a tavola per puntare facilmente al podio Giradesco e alla vittoria mondiale delle caedagne.
Spiace rilevare che lo Zanarkelly mi accusi di millantare aiuti. La mia frase. "Dai che questa è tua" era il semplice rilievo di uno stato di fatto. Si andava verso una volata, che, senza lo spauracchio Lavi (che non l’avrebbe disputata per non perdere i secondi di aggravio) vedeva Zanna come logico favorito. Ricordo a Zanna che mi dovette offrire una birra, due anni or sono, per ricambiare l’aiuto datogli durante una delle sue kermesse vincenti. Aiuto che sarò disposto a offrire nuovamente, anzi, approfitto dell’occasione per invitare ufficialmente Zanarkelly (al secolo Lorenzo Zanardelli) a far parte del glorioso Lando Team. Si tratta di un ciclista di spessore e ogni anno lascia il segno alla Girada. E poi, scusate, è l’organizzatore del mondiale su Caedagne, oltre che utente di cicloweb, vi sembra che non sia il caso di blandirlo un po’?
Perciò caro Lorenzo, questo è un invito ufficiale, se accetti ed entri nel glorioso club Landottino, il solerte Pedalando provvederà a procurare una casacca bianca anche per te……taglia xxl.
In merito alla tappa di stasera: penso che si tratti di una tappa decisiva. Probabilmente più ancora della classica dei Laghetti (percorso kobram 2007 al contrario). La seconda frazione si corre per gran parte i su sterrati tecnici: sentieri sottobosco, salite ghiaiose e discese accidentate. La selezione verrà naturale, credo fin dalla prima rampa, che costringe i corridori a una fila indiana per sfruttare il passaggio migliore. Lavi, che conosce a memoria il percorso, parte favorito, lo marcherò e cercherò di capitalizzare. Mi piace l’off road e per questa edizione ho deciso di montare gomme artigliate proprio per questa tappa.
La questione delle gomme quest’anno è di grande rilievo. Da regolamento non si possono sostituire i battistrada nelle diverse tappe e perciò tutti rimarranno con le coperture mostrate ieri. Io, Tami e Micheli (fra in top rider) abbiamo gomme variamente tassellate, ma nessuno corre con le slick che consentono la migliore scorrevolezza su asfalto. Invece Lavi presenta gomme perfettamente lisce. Il che lo avvantaggerà sicuramente in almeno tre tappe chiave (laghetti, kermesse e tappa finale con arrivo in salita). Insomma, si mette bene per lui, che rimane il mio favorito….non mi resta che fare di tutto per sovvertire i pronostici. Se le gambe me lo consentiranno, attaccherò.
Ciao belli
claudio

 

____________________
“…..oh, ghè riàt Dancelli!....”


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Luison Bobet




Posts: 774
Registrato: Jan 2005

  postato il 08/09/2009 alle 10:02
Siete troppo dei grandi!
Mi emozionano piu questi scatta alla Girada che quelli di Valverde alla Vuelta!
Ma questo Tami soffre mica della sindrome di Andy Shleck?
E soprattutto, come mai Favagrossa non si e' presentato? Sara' mica rimasto bloccato da qualche parte?

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 08/09/2009 alle 14:07
Ecco il come al solito fantastico commento di Teofrasto Paracelso, grande cantore di tutte le girade:

martedì, 08 settembre 2009
Prima tappa, tragedia in due atti.

Atto primo, scena prima

(esterno all'imbrunire, sullo sfondo un edificio avvenieristico e, sul piazzale antistante, tanti giovani scalpitanti sulle loro fiammanti biciclette. Due passanti attraversano la scena)

Passante 1 – Guarda Petronio, anche quest'anno parte la corsa più entusiasmante del mondo, la Girada! Corri, forse facciamo in tempo a vederne l'arrivo in TV!

Passante 2 – Non temere Carlstorto, ho provveduto per tempo a programmarne la registrazione.

Passante 1 – Bravo, così non ce ne perderemo nemmeno un frammento. Ma guarda, ci sono proprio tutti, mi sembra un sogno poterli osservare così d'appresso.

Passante 2 – Eppure non ci sono proprio tutti! Vedi? Quello laggiù con la sua bella camicetta intonsa e le figlie attorno è di certo il Favagrossa, alla vigilia atteso come partente.

Passante 1 – Hai ragione Petronio, egli deve essersi burlato di noi! E pensare che avevo scommesso tutti i miei risparmi su un suo piazzamento... Che meschina prova di dileggio nei confronti del popolo.

Passante 2 – Ha! Che stolto sei. Dovevi fare come me, che ho puntato la mia nuova autovettura su un vincente sicuro: Franzoni! Egli sarà certo qui tra i partenti... Vediamo dov'è... (scruta i corridori con crescente disappunto) Ma che succede... Non mi pare di scorgerlo... Egli non s'appalesa! Che disdicevole affronto alla nostra fiduciosa attesa. Vieni Carlstorto, ritiriamoci nelle nostre dimore.

Coro – Chi troppo confida nell'operato altrui spesso rimane beffato ed a nessun altro che a se stesso deve rivolgere i giusti strali.

Ma ecco che la Gara s'avvia. L'italica effige ne da il segnale! (a voce alta) Andate, Eroi del pedale, guadagnatevi l'Onore e la gloria dei Vincitori!





Atto primo, scena seconda

(lungo il percorso)

Ciclista 1 – Non avrò più l'età di voi ragazzi, ma per fortuna con la mia grande esperienza posso preparare la mia bicicletta in modo impeccabile e stare in gruppo senza problemi. Oops, mi è caduta la catena.... Coraggio, un incidente può sempre capitare. Bene, riparata, di corsa a raggiungere il gruppo. Oops, la catena un'altra volta... Ma porca ecc. ecc.

Ciclista 2 – Eccoci a Carzago. Mi sa che tento un allungo e vedo come reagiscono questi sprovveduti... Osti, mi stanno dietro... Meglio che mi metto comodo e aspetto momenti migliori.

Ciclista 3 – Dall'alto delle mie tre vittorie posso ancora godermi la fama imperitura. Oggi sono partito con un poco di mal di gola ed in condizioni fisiche imperfette, ma vedrete che riuscirò a stare in coda ai primi senza problemi...

Coro dei ciclisti – Si sale e si scende senza respiro, qui tutti controllano tutti e chiunque prova a scattare. La cosa migliore è lasciare alla fine ogni sparata e restare compatti.




Atto secondo

(al traguardo)

Commentatore televisivo – (con un crescendo di voce) Ecco che si intravedono i primi corridori in fondo al rettilineo... Ci sono in testa cinque Giradini, seguiti da altri gruppetti. Arrivo in volata dunque! Da qui si scorgono Zanardelli, Lavi, Dancelli ed il vecchio Leone Tami. Ma aspettate.... Clamoroso! anche una parte di Baccoli Cappelletti si è unita ai primi mentre la parte rimanente è ancora alla prima rotonda della tappa. Eccoli a pochi metri dal traguardo! Scatta imperioso Zanardelli con Cappelletti alla ruota! Ma è Zanardelli che tiene, tiene, tiene, tiene e vince! Il re delle volate è ancora lui, Zanardelli!!!

Esperto in studio – Bella vittoria, anche se bisogna immaginare che la tappa con aggravio abbia consigliato i pretendenti al titolo di non voler forz...

Commentatore televisivo – Scusa se ti interrompo ma abbiamo Zanardelli al microfono: Complimenti vivissimi per la vittoria ma ci dica, come ci sis sente a battere campioni del calibro di Lavi, campione uscente e di Dancelli, altro serio pretendente alla vittoria finale.

Zanardelli – Mah, a dire il vero non ce l'ho messa neanche tutta, forse i campioni del passato stanno lasciando il passo a quelli del futuro...

Commentatore televisivo – Può essere... Ma sentiamo la parte arrivata in volata di Baccoli Cappelletti: Come si spiega questa netta frattura fra il suo Essere arrivato secondo e quello ancora in viaggio?

Baccoli Cappelletti – A dire il vero il mio psichiatra mi ha convinto a ribellarmi alla mia parte indolente ed a dar visibilità a quella combattiva. Ma non dimentico che un tempo fummo una cosa sola e considero il mio tempo di percorrenza una media tra la mia posizione e quella che avrò alla fine della tappa.

Commentatore televisivo – Che uomo! Ecco che intanto sono arrivati uno spento Tottoli, uno stanco Licci ed un remissivo Filippini, vittima dell'influenza caprina. Per attendere Falsina e Baccoli Cappelletti due lascieremo qui sul traguardo un bivacco con acqua e cibo a sufficienza per la notte. Da Mura è tutto, a voi la linea.

Coro – La tappa è finita, la notte è arrivata. I corridori torneranno alle proprie famiglie. Domani la strada sarà biforcuta in cinque o sei punti e prevediamo sfacelli. I più previdenti si porteranno i razzi a bengala, che almeno gli elicotteri li potranno salvare.

I sonni inquieti dei protagonisti partoriranno tattiche e strategie, ma alla fine sarà solo la gamba a dare il proprio verdetto!


(sipario)

(buio).

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 08/09/2009 alle 15:30
Proseguo con la presentazione della 2° tappa della Girada:

2° tappa - Cimitero di Gavardo - Stadio di Soprazzocco

La seconda tappa, soprannominata lo "Sterratone", sarà già decisiva; secondo me è LA tappa decisiva, molto più dell'arrivo in salita o della classica dei laghetti di Sovenigo.
Gli organizzatori della Girada dimostrano di avere uno schema di ragionamento molto binario: "0" o "1". Le frazioni paiono non esistere nel fantastico mondo di Gavardo e Villanuova e, quindi, dopo Girade totalmente o quasi prive di sterrato (0), si passa quest'anno a sentieri da jungla birmana (1), che non potranno non provocare danni (si spera non fisici, ma solo in classifica).
La tappa parte dal cimitero di Gavardo, da dove si sale in località Busela e si arriva subito ad un punto chiave: carrareccia infame, occlusa da due massi in stile sacro sepolcro che costringeranno tutto il gruppo ad imboccare in fila indiana la prima rampa sterrata abbastanza complessa. Prevedo molti piedi a terra e probabile ingorgo: i migliori faranno bene a tenersi davanti nell'attacco della stradina.
Da lì in poi, dopo un breve tratto pianeggiante, è tutto un salire su mulattiere e sentieri terrosi e sassosi nel bosco, fino alla cima della collina; si respira ancora un po' e poi giù in una discesa breve, ma pericolosa con sassi q.b.
Si ritrova un breve tratto di asfalto in discesa, ma ecco che ci si trova costretti ad un tornante sulla destra che porta in una salita tutt'altro che facile per pendenze e difficoltà dello sterrato (anche qui prevedo piedia terra: i miei!). Risalita la mulattiera si passa vicino al noto Agriturismo Ippogrifo, e poi giù in discesa su mulattiera verso San Quirico.
Dall'amena località si sale su asfalto verso i laghi di Sovenigo e si imbocca la pista ciclabile per Salò che si segue in discesa per circa 2 km. Quando ci si riesce a rilassare un po', ecco che si deve svoltare a sinistra su sterrato pessimo (anche qui entrano in gioco i piedi) che risale la collina; la discesa è altrettanto pessima e ci riporta sull'asfalto sulla via delle cave. Fino all'arrivo ci sono circa 3 km di asfalto in sali-scendi, lungo una parte del percorso del mondiale su Caedagne. L'arrivo allo stadio di Soprazzocco è un classico della Girada ed è noto per la difficoltà di interpretazione degli ultimi metri.
Tappa molto difficile dove personalmente vedo favorito Dancelli; Lavi conosce bene il percorso (probabilmente è l'unico che lo conosce), ma la scelta delle gomme lisce secondo me è azzardata e la pagherà cara. Subito dopo prevedo i due Tami e, forse, il Micheli, che soffre un po' lo sterrato.
Io sullo sterrato me la cavo abbastanza, ma non sono così preparato da poter fare una bella figura: se prendo meno di 5 minuti sono contento.

Per oggi scordatevi planimetria e altimetria perchè i sentieri che facciamo non sono segnati neanche sulle carte IGM o Kompass.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 08/09/2009 alle 21:58

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2863
Registrato: Oct 2005

  postato il 08/09/2009 alle 22:47
Originariamente inviato da pedalando


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 08/09/2009 alle 23:23
Grande vittoria di Dancelli, come da pronostico.
Per quanto riguarda me: dalle stelle alle stalle. Letteralmente.

2a tappa: Cimitero Gavardo – Soprazocco S. Biagio, 11 Km.

1. Claudio Dancelli in 25’12” – 10” di abbuono
2. Rossano Lavi a 53’’ – 5’’ di abbuono
3. Federico Micheli a 2’08’’
4. Giorgio Franzoni s.t.
5. Pierluigi Paterlini a 3’02’’
6. Alessandro Tami a 3’16’’
7. Leone Tami s.t.
8. Matteo Cappelletti s.t.
9. Giovanni Massolini a 4’23’’
10. Renato Milini a 4’29’’
11. Stefano Filippini s.t.
12. Roberto Tottoli a 5’21’’
13. Eugenio Sartorelli s.t.
14. Lorenzo Zanardelli a 6’43’’
15 Massimo Licci a 8’16’’
16. Stefano Falsina a 15’02’’
Nicola Baccoli aggregato a 15’02’’

Classifica generale
1. Claudio Dancelli 30 Km in 1h05’42’’ (maglia Maron)
2. Rossano Lavi a 58’’
3. Federico Micheli a 2’18’’
4. Pierluigi Paterlini a 3’12’’’
5. Leone Tami a 3’26’’
6. Alessandro Tami a 3’29’
7. Matteo Cappelletti a 3’31’’
8. Giovanni Massolini a 4’39’’
9. Renato Milini a 4’45’’
10. Eugenio Sartorelli a 5’37’’
11. Roberto Tottoli a 6’37’’
12. Lorenzo Zanardelli a 7’03’’
13. Stefano Filippini a 7’44’’
14. Massimo Licci a 10’06’’
15. Giorgio Franzoni a 14’16’’
16. Stefano Falsina a 23’17’’
17. Nicola Baccoli a 27’10’’

Breve cronaca
Partenza a tutta innescata dai big, il gruppo si sgrana subito. Dancelli attacca già nell osterrato del bosco della Faita e stacca tutti, mentre il resto procede sgranato. Gruppo ancora in fila sull’ultimo strappo e poi l’ultima discesa verso le cave determina posizioni e distacchi.

Seguirà commento di Teofrasto

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2863
Registrato: Oct 2005

  postato il 08/09/2009 alle 23:59
Originariamente inviato da Abajia

Cavendelli!



Contadelli!


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 09/09/2009 alle 00:27
Controvoglia, vado a postare con grande senso del dovere la mia personale cronaca dalla coda del gruppo. E questa volta è davvero la coda!

Partenza un po' dopo le 19 per aspettare un deficiente (me!), che arriva con qualche istante di ritardo e si deve per giunta sorbire anche i rimbrotti di Dancelli: "ah, ma guarda che se vuoi entrare nel Lando Team la puntualità è fondamentale" e cose di questo genere. Quasi quasi, mi vien voglia di diventare kazzako.
Comunque dopo il via il gruppo parte forte tirato dai big: oggi si fa veramente sul serio, ma riesco a tenere abbastanza bene.
Si arriva all'imbocco dello sterrato ad alta velocità ed ecco che in fila indiana si lanciano verso le due pietrone che, come Colonne d'Ercole, fanno da portale al mitico Sterratone.
Prendo la stradina in 5 posizione ed ecco che accade il fattaccio: il cambio, probabilemnte per una buca, non cambia bene e mi trovo sul pezzo ripido con un rapporto troppo duro. Provo a spingere, prima come una persone civile, poi da bue ed ovviamente la catena si incastra tra la moltiplica piccola e l'intermedia. Mai visto una catena così incastrata. Lo posso giurare su quanto ho di più sacro al mondo. Cerco in tutti i modi di risolvere, ma è veramente inchiodato tutto; intanto vari corridori che si erano già staccati mi superano deridendomi.
Ci vorrebbe la famosa leva con cui Archimede sollevò il mondo, ma alla fine mi arrangio con una legnata da bue alla staffa. Riparto e vedo la coda del gruppo ad una 50 di metri: non tutto è perduto. Intanto vedo da lontano Dancelli tirare forte alla testa del gruppo: sta già attaccando.
Imbocco la mulattiera nel bosco, che poi diventa sentiero sconnesso. C'è una parte un po' ripida e così metto il rampichino, ma in una fase di sforzo la catena si inchioda ancora. una, due, tre volte. Dapprima si sblocca con una mezza pedalata all'indietro, ma ad un certo punto non si sblocca e finisco per terra. Niente di grave perchè sono in salita, ma mi girano le balle. Sarò costretto a fare il resto della tappa copn la moltiplica intermedia e, quindi, a spingere la bici nei pezzi più ripidi.
Vedo per l'ultima volta la coda del gruppo e riparto sconsolato.

Qui sostanzialmente finisce la mia personale cronaca della seconda tappa, perchè da questo punto in poi non vedrò più nessuno e, proseguendo in solitaria, bado soprattutto a non farmi male e a godermi il paesaggio, riflettendo su quanto sia dura la vita.
Se vi può interessare ho potuto notare che il bosco del monte Faita presenta molte piante che si stanno seccando, ho intravisto una probabile lepre, ho rilevato che le rocce ed i sassi che ricoprono le mulattiere delle colline moreniche sono costituite soprattutto da arenaria e calcare con intrusioni di fedldspato e micascisti, ho visto che l'uva delle vigne del Groppello sprizza carica zuccherina da tutti gli acini (grande annata quest'anno).
Giungo all'arrivo con un ritardo intorno agli 8 minuti e vengo a sapere che Dancelli ha vinto su Lavi con un distacco di oltre 50 secondi; ad oltre due minuti gli altri, molto sgranati, con Tami che si spreca in attesa del padre. Complimenti al Dance che va a nozze su un percorso del genere; la Girada è presumibilmente già sua.
Io posso dire addio ai sogni di gloria ed ai castelli in aria: mi dovrò accontentare di inseguire una posizione in classifica intorno alla decima.
Beh, poco male perchè ho dalla mia altre due tappe che potrebbero sorridermi.

 

[Modificato il 09/09/2009 alle 00:35 by Zanarkelly]

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1476
Registrato: Mar 2005

  postato il 09/09/2009 alle 09:55
Ciao belli, sapete già che mi è andata bene e quindi volentieri vado a descrivere la tappa di ieri sera. Questa volta la cronaca dalla testa del gruppo, è proprio dalla vera testa, ma anche questo lo sapete già.

Niente fandonie, in questa tappa dovrò guadagnare dei secondi. La decisione da prendere è: attaccare subito all’inizio dello sterrato o attendere l’ultima e difficile salita? Consulto Guido e Andrea_web con un sms. La risposta di Andrea è perentoria: “attacca subito, almeno giustifichi la scellerata scelta di gomme che hai fatto!” Profroubaix non risponde, ma so già come la pensa, da sempre la sua visione comprende la tattica dello sfinimento dell’avversario. La mia visione contempla solo il contropiede, ma insomma, comincio a convincermi.
Per attaccare subito dovrò fare una violenza alla mia indole. Cerco di richiamare immagini di Roscioli, Durand, Chiappucci e altri sconsiderati esponenti del ciclismo dell’attacco da lontano e di colorarle di una luce positiva. Niente da fare, mi sembrano tutti dei pazzi.
Però devo farlo, devo provarci..

Ci ritroviamo e partiamo in ritardo grazie al prode Zanarkelly, il quale, per giustificare il ritardo sostiene che: “oh, c’è gente che lavora!” …certo.

Si parte. E si parte letteralmente a canna. Tami continua a comportarsi in modo indecifrabile e così nei due chilometri di asfalto che precedono l’ingresso sui sentieri della Faita conduce il gruppo ad andatura sostenutissima. Io a ruota sua sono messo da Papa, ma temo di averlo sottovalutato: “Vuoi vedere che questo ha una gamba monumentale e oggi ci butta uno per cantone!” Mi dico.
Invece lo sento sbuffare e mi consolo. Controllo la posizione di Lavi. È alla mia ruota. Tutto secondo copione. Voglio solo entrare in testa nel sentiero dopo i due massi. E lo faccio.
Una breve accelerazione e Lavi non sembra volermi ostacolare. Bene. Entro in testa, a blocco. Sui pedali sparo tutto lungo la rampa sconnessa. Ecco il pianoro erboso, fra poco ci sarà il vero sottobosco coi sentieri in salita e i tratti tecnici. La mia idea è di entrarci già con del vantaggio. Mi sono messo in testa (chissà perché) che nessuno terrà questa sparata iniziale.
Invece niente. Lavi è lì dietro a 5 metri. Insisto, mi alzo sui pedali.
Mi volto. Caz.zo Rossano non molla.
Il bosco si avvicina e il mio fiato si accorcia. Sono a tutta, ma mi sento inchiodato. La maglia gialla è sempre alle mie spalle. Ecco la prima deviazione nel bosco. Sono talmente in acidosi da perdere il controllo. Sbando ma rimango in piedi, Lavi si fa sotto. Mi sento un deficiente, vorrei spostarmi e rinunciare, rimango lì per orgoglio, ma vorrei morire.
Ancora una deviazione, tratto tecnico. Ormai dispero di fare qualcosa di buono perchè sento la fatica montare. Infatti sbando ancora, la ruota si impunta su un sasso e devo mettere il piede a terra per una frazione di secondo. Cristooooo!!
Rossano mi urla “occhio!!”, mi affianca e ci tocchiamo anche di spalla. Il mio incidente rallenta anche lui, ma almeno non deve ripartire da fermo.
Riparto rabbioso, rimango in testa. Ormai mi aspetto di vedermelo sfrecciare accanto. Che umiliazione sarebbe, mi dico. Giro venti pedalate disperate, il cuore mi scoppia, mi volto e…..Lavi ha perso dieci metri….
Penso ok claudio, non ti illudere, fra poco tornerà sotto. Continuo a macinare metri di falsopiano. Il terreno è fatto da una sabbietta sciolta ma asciutta. Accelerò un po’, butto giù due denti. Forse non va così male.
Mi volto e Lavi ha perso ancora! Ma allora era a tutta anche lui! L’incidente ha finito col disunirlo e adesso sta pagando lo sforzo.
Ecco una salitella. Il fondo è scolpito dalle zoccolate dei cavalli. Cerco la migliore traiettoria. Pompo sui pedali. Il cuore mi scoppia ancora. Fra poco saremo fuori dal bosco. Devo controllare la situazione. Mi volto…….
Nessuno. Ha mollato. Ha mollato!
Discesa brutta verso San Quirico. Evito un cane grosso che mi insegue per qualche metro e mi butto giù. Il pedale si sgancia e non riesco più a rimetterlo a posto. Impreco, perdo secondi, rallento e quando lo riattacco sono ormai all’incrocio asfaltato che porta alla salita verso il laghetti. Lavi ha riguadagnato qualcosa. Avrò un centinaio di metri di margine.
Inizio la salita. Sono piuttosto piantato e così vado su di conserva. Sparerò tutto sul falsopiano e poi sulla rampa finale. Lavi si avvicina. Ha quasi dimezzato lo svantaggio.
Sono stanchissimo, piantato come un paracarro, ma stranamente fiducioso. “se prova a chiudere il buco si stancherà”, penso in uno slancio di ottimismo.
Infatti sul falsopiano rilancio a tutta. A tutta in discesa e imbocco l’ultimo tratto difficile come un pazzo. Ballonzolo sui sassi, biusco sulla sabbia, combatto con l’acido lattico che ormai arriva alle orecchie, ma vado avanti a tutta. Fiancheggio un vigneto in salita e scelgo una carreggiata esterna alla strada bianca, che mi sembra più pulita. Mi viene da sorridere perché ripenso al ciclismo dei tempi eroici e al diavolo rosso Gerbi che per staccare gli avversari “scendeva in banchina” obbligando tutti ad aumentare il tasso di fatica e di rischio.
Eccomi in banchina. Una vaga euforia mi prende. Rientro sullo stradello e comincia la salita finale. 400 metri di sterrato brutto. Tutto dritto. Mi tengo sulla sinistra, dove le fronde dei giovani alberi mi graffiano il braccio. Salgo al massimo. Non mi sono ancora voltato, dove sarà il mio avversario?
Ecco, mi volto in un tratto più facile. Metà salita. La maglia gialla di Rossano non c’è.
È fatta.
Spingo a tutta fino sopra e mi butto in discesa. Sparo tutto anche lì. La guida offroad richiede una fatica in discesa che è quasi pari a quella in salita.
Sbuco sull’asfalto. Ancora un paio di chilometri di agonia. Metto il massimo rapporto e mi massacro le cosce per guadagnare il più possibile.
Ecco Soprazzocco. Ultimi trecento metri in leggera salita. Un calvario. La bici sembra trascinarmi indietro. Mi salvo aggrappandomi al pensiero che la tortura sta per finire.
E finisce.
Richiamo ossigeno nei polmoni. Gli spettatori giradiani mi dicono tutti qualcosa, sono complimenti, ma non afferro proprio bene, anzi, quasi niente. Mi sento ottuso e spremuto.
Guardo in fondo al rettilineo. Spunta la sagoma di Lavi. Pedala bene, ma è ancora distante.
Questo è un minutino di vantaggio, penso mentre mi slaccio il casco.

Il fiato rallenta, la testa sembra ronzare meno.
Ritorno uomo.




 

____________________
“…..oh, ghè riàt Dancelli!....”


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1476
Registrato: Mar 2005

  postato il 09/09/2009 alle 10:12
Avete notato una cosa?
Chi sono i due reporter dalla Girada “dentro la corsa”?
E chi sono i vincitori delle prime due tappe?

Stasera tappa con aggravio. Zanarkelly favoritissimo….

 

____________________
“…..oh, ghè riàt Dancelli!....”


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  1    2  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.0141640