Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > i corridori più spettacolari
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2  >>
Autore: Oggetto: i corridori più spettacolari

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 08/11/2005 alle 20:54
vorrei invitare i ciclowebbisti a stilare la loro classifica dei corridori più spettacolari che hanno visto in azione (e quindi non quelli conosciuti tramite letture o racconti). Ecco la mia

1. Pantani
2. Moser
3. Fignon (soprattutto per quello che fece nel 1984; dopo fu condizionato da problemi al ginocchio e la sua condotta di corsa fu giocoforza più ragionata)
4. Chiappucci
5. Bettini
6. Bartoli
7. Hinault
8. Lemond
9. Tafi
10. Virenque

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 522
Registrato: Dec 2004

  postato il 09/11/2005 alle 01:34
virenque durand chiappucci pantani
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Octave Lapize




Posts: 471
Registrato: Aug 2005

  postato il 09/11/2005 alle 07:37
su su "vecchietti" fatevi sotto

 

____________________
http://www.ivanbassoblog.com
http://nalya.wordpress.com
La vita è come una bicicletta con dieci velocità.
La maggior parte di noi ha marce che non userà mai.(Schultz Charles)




 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Federico Bahamontes




Posts: 390
Registrato: Oct 2005

  postato il 09/11/2005 alle 07:41
Jalabert, Pantani, Di Luca...ma un numero che non dimenticherò mai lo fece Rubens Bertogliatti in una tappa di un Tour di qualche anno fa (già era Armstrong). Gruppo lanciato per arrivo in volata, finale nervoso con rettilineo di arrivo in leggera salita, Rubens sorprende tutti e scappa a 1,5 km dal traguardo, prende 2 o 3 curve con dei rischi allucinanti e resiste al rientro del gruppo tagliando il traguardo a braccia alzate.
Scusate sono andato OT (si parlava di ciclisti non di numeri).

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 524
Registrato: Jun 2005

  postato il 09/11/2005 alle 09:24
Pantani, molto lontani gli altri, ma il ciclismo lo vedo solo dal 90.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 155
Registrato: Nov 2005

  postato il 09/11/2005 alle 10:08
Considerando che spesso l'azione spettacolare non coincide con la migliore tattica di corsa ma è in relazione con la generosità dell'atleta la mia classifica è la seguente:
Moser
Pantani
Tafi
Hinault
Bettini
Durand
Chiappucci
Tchmil

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2863
Registrato: Oct 2005

  postato il 09/11/2005 alle 10:23
Cercavo negli emoticon se c'era la coltellata al cuore, per rispondere a Nalya e alla sua esortazione ai "vecchietti". La ragione è che appena l'ho letto, mi sono sentito in dovere di rispondere.

Rewind (chiudo volutamente con gli anni Novanta, il resto è troppo fresco, ma una menzione per la crisi di Evans al Giro):
- Bertacco che passa in fuga a Pavia nella prima Milano-Sanremo che ho visto;
- gli attacchi di Van Houwelingen commentati da De Zan (Van-Ho-u-u-we-li-i-i-n-gen);
- Hinault che lascia a Bernadeau la vittoria dopo lo Stelvio;
- Saronni a Goodwood, visto nel televisorino del casellante uscendo dall'autostrada;
- Moser e l'ora: le notizie dal Messico, ma soprattutto dal vivo, al Vigorelli, con un vento tremendo e il pubblico che a ogni folata cercava di spingerlo più forte (presente lo spot di New Zealand della vela? Ecco, una cosa così);
- Hinault che attacca Fignon nel 1984, e a ogni tappa rimbalza ma ci riprova;
- Herrera, l'idolo dei miei 15 anni;
- Roche che sviene e vince al Tour, e poi batte Argentin (dico: Argentin!) al mondiale;
- Bugno, che bellezza, vederlo passare sul Mortirolo nemmen sudato;
- Chioccioli sul Pordoi;
- Chiappucci che attacca sui Pirenei in maglia gialla, e la tiene per 5";
- Bugno e Miguelon sull'Alpe d'Huez;
- Indurain che ride sul Joux Plane e si volta verso Bugno, vedendoci correre a fianco col bandierone e a piedi nudi, sotto il diluvio;
- Chiappucci a Sestriere: l'emozione è stata passare al mattino e chiedere a uno con la tv se erano tutti in gruppo. E lui: "dicono che Chiappucci ha attaccato";
- Museeuw, Museeuw, Museeuw, Bugnooooooo!
- Giro 1994: leggere di Pantani da Londra, senza vedere una immagine ma capendo che era successo qualcosa di grosso;
- il Tour 1994, sempre a Londra, visto andando tutti i pomeriggi delle tappe di montagna fuori da un negozio di televisori che li teneva su Eurosport (e fare aspettare un'ora un'amica che era arrivata dall'Italia con 20 - !! - ore di ritardo, perchè c'era Poli in fuga e Pantani all'attacco sul Ventoux);
- Pantani in Colombia (Miguel y Marco, che bel libro!): a quando un altro mondiale così bello?;
- la prima Liegi di Bartoli, giocando con Jalabert (non il fratello, quello vero!) e Zulle;
- essere sull'Alpe d'Huez nel 1997, il giorno che Pantani è davvero risorto;
- il Galibier, ci mancherebbe altro.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3235
Registrato: Sep 2005

  postato il 09/11/2005 alle 11:46
Pantani- Chiappucci- Bugno- Museeuw- Abdoujaparov(mai visto un pazzo cosi in volata)
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 09/11/2005 alle 12:33
Innanzitutto complimentissimi a ProfRoubaix per i bellissimi racconti di vita...ciclistica.
Per non andare OT mi limito a citare i più spettacolari corridori visti dal sottoscritto specialità x specialità.
Confermo ABDUJAPAROV per gli sprinter (Cipollini disse a DeZan dopo una furiosa gand-wewelgem: "SE LO PIGLIO LO TRONCO").
In salita PANTANI OLTRE OGNI MISURA.
Per il coraggio in assoluto, CHIAPPUCCI e TAFI. Battaglieri come pochi.
Ma nello spettacolo come non menzionare gli arrivi-thrilling di Bugno a Stoccarda e al Fiandre, per non parlare di Benidorm.
O quella volata al Giro '91 dove Chioccioli alzò le mani troppo presto e Bugno lo infilò al fotofinish!
Oppure Ballerini, correva 1 giorno l'anno ma che spettacolo a Roubaix....una volta vinse con 4 minuti sul secondo, non credo d'aver mai visto distacchi così grandi tra il primo e il secondo, nemmeno Pantani riuscì a tanto.
Nei tempi moderni son distakki clamorosi.
robbo
p.s. grandissime cose ha fatto anke un corridore TROPPO POCO CONSIDERATO in questo forum:
MAURIZIO FONDRIEST.
Grandissimo.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: Sep 2005

  postato il 09/11/2005 alle 13:32
Il più spettacolare di tutti i tempi è Pantani, non c'è dubbio anche se chi scrive è un giovinastro di 21 anni con pochi ricordi alle spalle.
Tra quelli ancora in attività Bettini e Vinokourov.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 09/11/2005 alle 13:36
Wow che thread interessante. Parlo solo degli atleti che ho visto correre...vale a dire dal '90 in poi.
Il più spettacolare Museeuw: si sapeva benissimo come e quando avrebbe attaccato. Ha corso un mondiale a Lugano andando in fuga a metà gara. E' stato lui con uno scatto sulla Crespera a portare via Gianetti...fantastico! E che dire della Roubaix del 2002, in cui è andato inf uga solitaria a 50 km dall'arrivo con due Us Postal (Boonen e Hincapite) a braccarlo. Oppure degli innumerevoli Giri delle Fiandre in cui ha sempre attaccato su Tenbosse e Grammont.
Anche nel 2003, quando era convalescente per un'influenza e veramente non ne aveva più, ha scatenato la bagarre sul Tenbosse per essere saltato via da Van Petegem. Uno scatto così, anche se le energie sono 0, lo si fa solo che si ha l'anima da combattente.
Un altro uomo spettacolare è stato Tchmil. Un uomo che attaccava da lontano, riattaccava a pochi km dall'arrivo e, se non fosse bastato, faceva pure la volata. I mondiali del 2000 sono stati la summa dello spettacolo. Tchmil ha duellato con Bartoli negli ultimi due giri, in vetta all'ultima salita si è pure staccato dal gruppo, venendo però inseguito da tutta la Spagna. Comprendendo poi che non ce l'avrebbe fatta, si rialzò volontariamente per attaccare nuovamente a 2 km dall'arrivo. Incredibile!!!
E per non parlare del Giro delle Fiandre dello stesso anno, in assoluto l'arrivo più entusiasmante che possa ricordarmi, in cui Tchmil da solo contro 30 difese fino all'ultimo metro un vantaggio di pochissimi secondi.
Per non parlare poi della Roubaix più bella degli ultimi 15 anni, quella del 1994 quando, dopo 8 ore di gara, sotto una pioggia battente, dopo una lunga fuga solitaria, saltando pure sopra le rotonde della strada, respinse il disperato inseguimento di Museeuw che gli arrivò a soli 7" per poi cedere di schianto.
Quella gara meravigliosa fu un delitto della Rai che la trasmise aprendo solo una finestra su "Quelli che il calcio..."...
Poi spettacolare fu Chiappucci. Tutti sanno il significato che ha avuto la tappa di Sestriere del 1992, che passerà alla storia come una delel più straordinarie imprese alla grand boucle...impresa che può trovare un analogo nelle 13 edizioni successive solo in quella epica leggendaria cavalcata di Pantani a les deux alpes.
E quindi come non ricordarci Pantani e i Giri de '94, '98, '99 e il Tour del '98 che nessuno può negare essere state le più belle e avvincenti grandi corse a tappe ddal '90 in poi, grazie al talento e al coraggio di un uomo dalla classe fuori da comune.
Per passare ai giorni nostri meritano mezione Tafi, Durand e Vinokourok, Bettini e Boogerd, senza dimenticare cosa ha fatto Dekker alla Parigi Tours dell'anno scorso o Virenque, sempre a Tour, qualche anno prima.

 

____________________
"Un uomo solo è al comando; la sua maglia è bianco-celeste; il suo nome è Fausto Coppi", Mario Ferretti, Radiocronista Rai

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 09/11/2005 alle 13:39
Originariamente inviato da Knightlake98

Innanzitutto complimentissimi a ProfRoubaix per i bellissimi racconti di vita...ciclistica.
Per non andare OT mi limito a citare i più spettacolari corridori visti dal sottoscritto specialità x specialità.
Confermo ABDUJAPAROV per gli sprinter (Cipollini disse a DeZan dopo una furiosa gand-wewelgem: "SE LO PIGLIO LO TRONCO").
In salita PANTANI OLTRE OGNI MISURA.
Per il coraggio in assoluto, CHIAPPUCCI e TAFI. Battaglieri come pochi.
Ma nello spettacolo come non menzionare gli arrivi-thrilling di Bugno a Stoccarda e al Fiandre, per non parlare di Benidorm.
O quella volata al Giro '91 dove Chioccioli alzò le mani troppo presto e Bugno lo infilò al fotofinish!
Oppure Ballerini, correva 1 giorno l'anno ma che spettacolo a Roubaix....una volta vinse con 4 minuti sul secondo, non credo d'aver mai visto distacchi così grandi tra il primo e il secondo, nemmeno Pantani riuscì a tanto.
Nei tempi moderni son distakki clamorosi.
robbo
p.s. grandissime cose ha fatto anke un corridore TROPPO POCO CONSIDERATO in questo forum:
MAURIZIO FONDRIEST.
Grandissimo.


Caro Robbo ti quoto in pieno e ci aggiungo le roubaix di Moser e De Vlamink (si scrive così???) e le discese di Savoldelli.

 

[Modificato il 09/11/2005 alle 13:41 by stress]

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 09/11/2005 alle 14:33
I corridori più spettacolari che ho visto in azione :

1. Van Looy
2. Bitossi
3. Pantani
4. Cipollini
5. Roger De Vlaeminck
6. Beppe Saronni
7. Julio Jimenez Munoz
8. Moser
9. Savoldelli
10. Lemond


Pensiamo allo "spettacolo", quindi all'emozione del gesto atletico indipendentemente dalle vittorie. Allora voto il kaiser Rik Van Looy perché il più combattivo e dotato della maggior classe in sella; seguono l'indomabile "cuore matto" e l'indimenticato Pirata.
A seguire il Cipo per alcune indimenticabili volate, R. De Vlaeminck di misura su Saronni, Julio Jimenez per alcune scalate indimenticabili. Piazze d'onore per Moser e Savoldelli per discese ardite (non ho mai potuto vedere il grandissimo Nencini) e Lemond come citazione.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 09/11/2005 alle 14:38
Non è che abbia visto così tanti corridori (almeno rispetto ad altri illustri ciclowebbisti), però...

SALITA: Pantani, Cunego (e pure Mayo all'Alpe d'Huez, guarda un po'... )

DISCESA: Savoldelli

CRONOMETRO: Ullrich e Armstrong

VOLATA: Petacchi, Cipollini, Boonen

PISTA: Collinelli e Bellutti ad Atlanta '96

MTB: Hermida, mondiali Livigno '05

DONNE (in generale): Pucinskaite, mondiali Verona '99

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: Jun 2005

  postato il 09/11/2005 alle 14:43
Se per spettacolare intendiamo un gesto rischioso è un conto, se ci riferiamo alla spettacolarità intrinseca è un altro. Della prima categoria, i capostipiti saranno sempre Chiappucci, Virenque, oppure Tafi e Durand. Corridori che non essendo dotati di classe sopraffina, non potevano attendere gli ultimi KM e dovevano muoversi molto prima, rischiando quindi appunto di saltare clamorosamente. Ma è con quegli attacchi dissennati che si possono scrivere delle imprese memorabili. Soprattutto corridori come Chiappucci o Virenque hanno avuto il merito di fare appassionare al ciclismo molta più gente di altri corridori che pur vincendo di più non trasmettevano minimamente delle emozioni paragonabili, perchè robotici e calcolatori in ogni loro mossa. Quante emozioni vi hanno dato i 7 Tour di Armstrong? Quante ne da Virenque in fuga alla Parigi-Tours per 230 km, tutti col vento contrario e con un margine di vantaggio alla fine di due secondi? Il mio è un parere di parte perchè Virenque è sempre stato il mio corridore preferito e perchè sono un romanticone, ma per me è Virenque, al di là del fatto che non fosse un fuoriclasse, ad interpretare la vera essenza del ciclismo. Lo stesso discorso vale per Chiappucci. Della seconda categoria fanno parte corridori che invece erano talmente forti, magari anche in una sola specialità, da potersi permettere di attendere un determinato momento della corsa nel quale muoversi. Per esempio le volate del miglior Cipollini quando staccava di ruota l'avversario, erano un gesto in sè bellisimo. Oppur Jalabert quando era nelle sue giornate di grazia, era praticamente imbattibile. Era formidabile soprattutto negli arrivi in salita su strappi secchi, e io non potrò mai dimenticare la sua seconda vittoria alla Freccia, quando staccò Leblanc sul muro di Huy, sul quale danzava letteralmente sulla bicicletta mentre tutti gli altri erano accartocciati sulla bici. Ma appunto anche qui, come nel caso di Cipollini, si trattava di un gesto stupendo ma preventivabile e quindi atteso, tanta era la classe di chi lo compiva. Per il miglior Bartoli si potrebbe fare lo stesso discorso. Anche Pantani rientra in questa categoria. Era talmente forte in salita che non aveva bisogno di attaccare da lontano, ma aspettava l'ultima salita tanto gli bastavano pochi KM per scavare il vuoto. Solo quando prese la maglia gialla si mosse prima, poi tentò di nuovo nel 2000 contro Armstrong ad attaccare da lontano ma fu sfortunato. Le sue progressioni in salita erano incredebili ed emozionanti, ma erano attese, non ci coglievano quasi mai di sorpresa. Parlo chiaramente del ciclismo che ho visto io.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2009
Utente del mese Gennaio 2010




Posts: 2761
Registrato: Dec 2004

  postato il 09/11/2005 alle 15:07
Hernan Buenahora - el Cabrito de Barichara -

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 09/11/2005 alle 15:18
caro Angian

perchè hai la foto di Sonny Liston?

Van Looy e Jimenez non li ho mai visti e Bitossi me lo ricordo appena, ma Cipollini, De Valeminck e Saronni li conosco molto bene: perchè li hai messi (loro che cercavano di tenere la corsa bloccata per vincere in volata) prima di Moser che invece animava la corsa a parecchi km dal traguardo?

se non si fosse capito io ero moseriano feroce

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Campionato di Zurigo




Posts: 69
Registrato: Oct 2005

  postato il 09/11/2005 alle 15:38
Penso che la spettacolarità del gesto atletico sia molto legato all'epoca in qui viene effettuato, a sentire i vecchi il ciclismo così detto eroico era molto più bello di questo, poi vai aleggere le cronache del tempo e scopri che una Sanremo a Varazze era già finita.
Io mi emozionavo molto ad esempio per Moser e Saronni, con una predilezione per il primo, e da bambino per Gimondi e De Vlaemink.
De gustibus.........

 

____________________
Mario

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2863
Registrato: Oct 2005

  postato il 09/11/2005 alle 15:45
Interessante quest'ultima osservazione di Marsik (sulla Senremo che finiva a Varazze per oggi ho fatto già abbastanza casino con i quote).

Ho sempre amato le grandi fughe, ma proprio all'ultima Zurigo, vedendo Bettini in fuga, mi chiedevo: e ora?

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 252
Registrato: Aug 2005

  postato il 09/11/2005 alle 18:10
2 su tutte....seguo assiduamente solo dal 1994...circa

innanzitutto museew alle roubaix, in secondo luogo il pantani della grenoble-le deux alpes.....senza parole!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1635
Registrato: Apr 2005

  postato il 09/11/2005 alle 20:25
Corridore spettacolare era "tarangu" Josè Manuel Fuente. Spettacolare nelle fughe in salita, spettacolare nelle cotte incredibili nell'ultima salita....
Ha nobilitato il Giro 72 con le sue pazzie contro il cannibale.
Spettacolare Roger DeVlaeminck nell'inferno del nord. Cadeva men degli altri, saltava da una pietra all'altra come un camoscio. Il ciclocross lo aveva forgiato, la sua potenza e velocità faceva il resto.
Spettacolare il duello snervante e sublime in montana fra Federico Martìn Bahamontes e l'angelo Charlie Gaul. Due giganti contemporanei e fieri.....
Spettacolare il duello sul filo dei 70 all'ora fra Rik V.Steemberghen e Miguel Poblet. Il granatiere e l'artista degli sprint. Un duello infinito.
Spettacolare la fuga di Adorni ad Imola. Incredibile e strepitosa. Fuga furba, forte, stilisticamente straordinaria. Adorni la volpe.
Straordinario Jacques Anquetuil alla Parigi Nizza del 66...strappare all'ultima tappa la vittoria allìeterno scionfitto Poulidor. In yv ero sbigottito. Tifavo Poupou, ma non potevo non ammirare un corridore che in fuga con uno stile fantastico. Primo Jacquot, secondo Poupou, terzo Adorni. Che atleti!...ah sapete che Jacques è morto di tumore allo stomaco. Poulidor lo andò a trovare, portandogli la sua solidarietà...Jacquot gli disse....anche qua arriverai secondo...morirò prima io...ed il giorno dopo....morì. Che lenza il normanno!!!!
Spettacolare ed iorriverente Gianni Motta ad Herleen del 67...in fuga a 250 km dallìrrivo con Sarz e Van der Vleuten. Poi arrivò un cannibale e infuine Janssen. Morale in volata Gianni era cotto, ma che coragguio!!
Spettacolare il Tasso Hinault alla Liegi sotto la neve....distacchi da tempi eroici nella decana.
Spettacolare Luis Ocana...il più puro talento spagnolo. Fughe da lontano, attacchi in salita, spavalderia a cronometro....1973, il tour perfetto.
Spettacolari le volate del duo Brooklyn Sercu-Devlaeminck....un minitreno che andava come un treno grande.
Poi Bugno, il Pirata, Ullrich all'olimpiade, Freire la volpe......
E' uno sport spettacolare.....

 

____________________
pedala che fa bene.....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 09/11/2005 alle 20:44
Nessuno ha citato il Basso (Marino) trionfante a Gap nel 1972 su Bitossi... se non è spettacolo quello, cosa potremmo pretendere? Fa un po' a De Zan gli veniva una sincope!

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2863
Registrato: Oct 2005

  postato il 09/11/2005 alle 20:47
Non sapevo di Anquetil ...
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 09/11/2005 alle 21:45
ecco il mio elendo

pantani
virenque
bettini
hinault
bartoli
moser
bugno
vinokourov
chiappucci
museeuw

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 09/11/2005 alle 22:21
Originariamente inviato da antonello64

caro Angian

perchè hai la foto di Sonny Liston?

Van Looy e Jimenez non li ho mai visti e Bitossi me lo ricordo appena, ma Cipollini, De Valeminck e Saronni li conosco molto bene: perchè li hai messi (loro che cercavano di tenere la corsa bloccata per vincere in volata) prima di Moser che invece animava la corsa a parecchi km dal traguardo?

se non si fosse capito io ero moseriano feroce


Caro Antonello84,
sono stato molto in dubbio se mettere Moser davanti a DeVla e Saronni. Ma a favore di questi due c'erano imprese memorabili, tra cui la ben nota fucilata. Tuttavia devo riconoscere che certe fughe e certi attacchi di Moser (unitamente ad arditissime discese) ne fanno in assoluto uno dei protagonisti in questo thread.
Quanto al grande Sonny, come ti potrà confermare il sommo JanJanssen, unisce la maledizione delle sue origini a quelle della società (mafiosa) della boxe, che lo ha condizionato per tutta la vita, fino alla morte misteriosa. Liston è ancora oggi uno dei più grandi e misteriosi miti della boxe, anche lui capace di imprese memorabili e spettacolari. E' tra l'atro uscito in italiano la traduzione di The Devil and Sonny Liston (Il diavolo e Sonny Liston) del bravo Nick Tosches, molto utile per saperne di più. Con stima.
Angian

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 09/11/2005 alle 22:25
Errata corrige: Antonello64, e non 84! Sorry sorry
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Learco Guerra




Posts: 918
Registrato: May 2005

  postato il 09/11/2005 alle 22:33
è spettacolare anche come Mc Ewen riesce a districarsi nelle volate

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 09/11/2005 alle 22:39
Originariamente inviato da maglianera

è spettacolare anche come Mc Ewen riesce a districarsi nelle volate


Vero, è diabolico. Ricorda Marino Basso.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 09/11/2005 alle 22:43
caro Angian
anzitutto mi fa piacere che oltre al ciclismo abbiamo in comune la passione per la boxe: proprio la scorsa settimana ESPN Classic Sport ha fatto rivedere alcuni dei match di Liston antecedenti ai due famosi incontri con Cassius Clay.
Sei riuscito a vederli? ne valeva davvero la pena.

ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 09/11/2005 alle 22:49
Noooo. Li ho persi, purtroppo. Ma venerdì 18 novembre 2005 c'è un Dietro le quinte alle 21 da non perdere: K.O. al primo round, i più memorabili KO della boxe. Con Joe Louis, Jersey Joe Walcott, Rocky Marciano, Sonny Liston, Muhammad Ali e Mike Tyson. Da leccarsi i baffi.
ciao

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 09/11/2005 alle 22:53
Cmq stasera su PLANET (Bouquet SKY) alle 21 han fatto vedere uno special su 2 campioni veramente spettacolari......l'eterna lotta fra EDDY MERCHKX e OCANA!!!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Member






Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 09/11/2005 alle 22:54

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 09/11/2005 alle 23:08
per angian

i ko al primo round li hanno già fatti vedere in passato e li ho registrati tutti: anche i match di Liston non era la prima volta che li facevano vedere.
Comunque non preoccuparti: prima o poi Espn Classic Sport li ritrasmette, visto che a rotazione fa rivedere più o meno tutto.

scusa ma questo è un forum di ciclismo o di pugilato?

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 10/11/2005 alle 13:28
Già già.... eh eh
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 10/11/2005 alle 13:44
non sono il solo a vedere quel canale.
Bello, molto bello.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 10/11/2005 alle 14:19
Originariamente inviato da Knightlake98

Cmq stasera su PLANET (Bouquet SKY) alle 21 han fatto vedere uno special su 2 campioni veramente spettacolari......l'eterna lotta fra EDDY MERCHKX e OCANA!!!


è forse lo stesso che Planet (canale 430 sky) trasmetterà stasera alle 23,40?

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 10/11/2005 alle 14:26
Si antonello.
Sia Planet che ESPN classic danno a rotazione questi eventi.
Li repplicano, con orari diversi, per un po di giorni.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Giro di Lombardia




Posts: 109
Registrato: Oct 2005

  postato il 11/11/2005 alle 18:32
Originariamente inviato da mont ventoux

Se per spettacolare intendiamo un gesto rischioso è un conto, se ci riferiamo alla spettacolarità intrinseca è un altro. Della prima categoria, i capostipiti saranno sempre Chiappucci, Virenque, oppure Tafi e Durand. Corridori che non essendo dotati di classe sopraffina, non potevano attendere gli ultimi KM e dovevano muoversi molto prima, rischiando quindi appunto di saltare clamorosamente. Ma è con quegli attacchi dissennati che si possono scrivere delle imprese memorabili. Soprattutto corridori come Chiappucci o Virenque hanno avuto il merito di fare appassionare al ciclismo molta più gente di altri corridori che pur vincendo di più non trasmettevano minimamente delle emozioni paragonabili, perchè robotici e calcolatori in ogni loro mossa. Quante emozioni vi hanno dato i 7 Tour di Armstrong? Quante ne da Virenque in fuga alla Parigi-Tours per 230 km, tutti col vento contrario e con un margine di vantaggio alla fine di due secondi? Il mio è un parere di parte perchè Virenque è sempre stato il mio corridore preferito e perchè sono un romanticone, ma per me è Virenque, al di là del fatto che non fosse un fuoriclasse, ad interpretare la vera essenza del ciclismo. Lo stesso discorso vale per Chiappucci. Della seconda categoria fanno parte corridori che invece erano talmente forti, magari anche in una sola specialità, da potersi permettere di attendere un determinato momento della corsa nel quale muoversi. Per esempio le volate del miglior Cipollini quando staccava di ruota l'avversario, erano un gesto in sè bellisimo. Oppur Jalabert quando era nelle sue giornate di grazia, era praticamente imbattibile. Era formidabile soprattutto negli arrivi in salita su strappi secchi, e io non potrò mai dimenticare la sua seconda vittoria alla Freccia, quando staccò Leblanc sul muro di Huy, sul quale danzava letteralmente sulla bicicletta mentre tutti gli altri erano accartocciati sulla bici. Ma appunto anche qui, come nel caso di Cipollini, si trattava di un gesto stupendo ma preventivabile e quindi atteso, tanta era la classe di chi lo compiva. Per il miglior Bartoli si potrebbe fare lo stesso discorso. Anche Pantani rientra in questa categoria. Era talmente forte in salita che non aveva bisogno di attaccare da lontano, ma aspettava l'ultima salita tanto gli bastavano pochi KM per scavare il vuoto. Solo quando prese la maglia gialla si mosse prima, poi tentò di nuovo nel 2000 contro Armstrong ad attaccare da lontano ma fu sfortunato. Le sue progressioni in salita erano incredebili ed emozionanti, ma erano attese, non ci coglievano quasi mai di sorpresa. Parlo chiaramente del ciclismo che ho visto io.


daccordissimo con te. Ma ti riferisci al pantani campione affermato. Invece il primo pantani era un po' sullo stile chiappucci, o comunque doveva dimostrare ancora chi era. Guarda nel 94 il mortiroo non era a 20 Km dall'arrivo!!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: Jun 2005

  postato il 11/11/2005 alle 19:16
Diciamo che Pantani era in grado nei suoi grandi momenti, di rischiare sia l'attacco da lontano che l'attesa del momento più propizio. Nel 1994 si rese sicuramente protagonista di fughe da lontano, ma bisogna dire pure che era allora meno controllato e che sul Mortirolo è difficile comunque correre al risparmio anche se l'arrivo è lontano. Negli anni successivi, per sua stessa ammissione, cercò invece di calcolare il momento migliore per attaccare, valutando dove poter fare la maggiore differenza. L'azione più "folla" della sua carriera, è comunque per me quella del 2000 al Tour verso Morzine, molto di più dell'attacco sul Galibier. L'attacco ad Armstrong, fallì proprio perchè troppo improvvisato e perchè Pantani non era al meglio, ma in altre circostanze avrebbe davvero potuto rivoluzionare la storia del ciclismo, se avesse avuto esito positivo.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Raymond Poulidor




Posts: 352
Registrato: Oct 2005

  postato il 11/11/2005 alle 19:20
In salita: Pantani
In discesa:Savoldelli
X classiche:Museeuw
X fughe nei grandi giri:Jalabert e Virenque

 

[Modificato il 20/11/2005 alle 12:16 by Admin]

____________________
Gabriele Pella
Sito ufficiale Omar Sottocornola:
http://xoomer.virgilio.it/omarsottocornola-site/
Forum sul calcio nel VCO:
http://phpbb.forumgratis.com/?mforum=calciolocale

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Moreno Argentin




Posts: 375
Registrato: Nov 2005

  postato il 14/11/2005 alle 18:40
Pantani in generale sopra tutti
Cipollini il velocista(subito dopo c'è Zabel)
Bettini quando è in forma su tutti i terreni.
E poi Vinokurov, Escartin, Heras, Pieri(quando evita di mangiare bistecche alla fiorentina per tutto l'inverno...), Virenque, Musseuw, Cacaito Rodriguez e Francesco Casagrande

 

[Modificato il 14/11/2005 alle 18:56 by thepirate87]

____________________
La bùca l'è mea straca
se la sà mea ad vaca(detto Ornavassese)
...ecco il pirata che getta via la bandana e scatta...(A.De Zan)
Un giorno senza sangue è come un giorno senza sole...(full metal jacket)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 14/11/2005 alle 19:11
A me piaceva caso festina a parte, tantissimo Virenque non era un grandissimo scalatore (alla Pantani intendo) ma aveva un gran fondo e non si preoccupava di scattare anche a 100 km. dal traguardo!
Spesso i telecronisti non hanno avuto molto riguardo per questo grande campione, peraltro sempre in crescita prima del caso festina!
Detto questo mi piacevano altresì Pantani, Lemond e... Mario Chiesa

 

____________________
Il procuratore aggiunto di Catania Renato Papa: Nel 2003 è stato abrogato un comma della legge che permetteva l'arresto dei diffidati recidivi, e di chi non si presentava alla firma. E questo è stato un grave gesto di debolezza.
Uno nessuno centomila! Un libro di Pirandello? No! I castelli di Kessler secondo Bulba...
All'ombra del cavaliere oscuro (la biografia di G. Fini)
La regola del fallo di mani nel calcio? Superata, oramai si gioca con 11 portieri come la lotteria istantanea - ponzi ponzi po po po
Baci riddler/Massimo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 14/11/2005 alle 19:16
ovviamente mi limito a quelli visti... cioè agli ultimi 10 anni...
pantani su tutti! poi museeuw bettini vinokourov jaja cunego virenque

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Octave Lapize




Posts: 471
Registrato: Dec 2004

  postato il 15/11/2005 alle 14:30
Avete nominato tantissimi grandi del passato e del presente, ma non ho visto l'episodio secodno me piu' spettacolare degli ultimi 5 anni:
simoni vs cunego alla tappa della presolana del 2004 ve li siete scordati?
Se non e' spettacolo quello: un duello a distanza durato 3 ore con in palio il giro d'italia tra due compagni di squadra. mai visto!!!(a mia memoria)

 

____________________
Pedivella rovente

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 15/11/2005 alle 14:33
Ma nessuno invece si ricorda di Chiesa? Ma ha mai vinto una tappa?

 

____________________
Il procuratore aggiunto di Catania Renato Papa: Nel 2003 è stato abrogato un comma della legge che permetteva l'arresto dei diffidati recidivi, e di chi non si presentava alla firma. E questo è stato un grave gesto di debolezza.
Uno nessuno centomila! Un libro di Pirandello? No! I castelli di Kessler secondo Bulba...
All'ombra del cavaliere oscuro (la biografia di G. Fini)
La regola del fallo di mani nel calcio? Superata, oramai si gioca con 11 portieri come la lotteria istantanea - ponzi ponzi po po po
Baci riddler/Massimo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  1    2  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.0921881