Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Bici Sport
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  4    5    6    7    8    9    10  >>
Autore: Oggetto: Bici Sport

Livello Fausto Coppi




Posts: 2312
Registrato: Oct 2007

  postato il 05/02/2009 alle 09:51
scusa l'ignoranza che disse la Ronchi sui giornalisti di BS?

ps . a me Bicisport Piace !

 

____________________
VAI VINCENZO NIBALI!
Torri Dimettiti!

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 06/02/2009 alle 01:03
Originariamente inviato da ProfRoubaix
Mi chiedo: anche altri come me hanno pensato (almeno sino all'ultima frase) che che l'articolo di admin fosse ironico?

io no

io ho letto una possibile interpretazione dei fatti, una sorta di
rimandatura del giudizio.

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1671
Registrato: Dec 2004

  postato il 08/02/2009 alle 20:08
ho comprato cycling pro di febbraio
direi bene, si9 matiene sul livello degli ultimi numeri che per me erano validi..

c'è un articolo intero sui forum di ciclismo che di fatto è dedicato a cicloweb: sono trascritti numerosi post, su vari argomenti, di diversi autori da zanarkelly a babeuf a vdb ed arenberg....donchisciotte è citata per un contributo che viene definito originale e profondo......
bene ci leggono e anche con attenzione.

insomma , bs è un volume, questo CP no, si legge in fretta ma a me interessa
questi sono attenti ai forum e a internet, bene la tecnica con le bici dei pro e l' articolo sull' indice glicemico
neri i forum fa finta che non esistano e ci racconta ogni anno la cena da carmagnini del 500 con lobby toscana al completo e la saggezza di martini...
inoltre, ad esaudire una richiesta apparsa sul forum, belli gli articoli sulla coppia cunego e ballan , interviste non banali a algeri e bartoli.

insomma bs è un giornale nostalgico, CP mi sembra in crescita

io li compro tutti e 2 per ora, ma se dovessi sceglierne uno sarei in difficoltà solo per gli articoli di vicennati

ciao

mesty

ps: donchi , sei obbligata ad investire in CP questo mese, mica vorrai perderti un articolo su cicloweb con te tra gli interpreti principali....


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani
Utente del mese Febbraio 2009
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 2093
Registrato: Sep 2004

  postato il 08/02/2009 alle 20:42
Mesty, è chiaro che comprerò Cycling pro questo mese ( BS l'ho già comprato, come ho detto), la vanità mi spinge a farlo. E io cedo alla vanità ( e alla curiosità).
BS lo continuo a comprare ma, ormai, come te, solo per leggere Vicennati perché a me interessa quel tipo di giornalismo, non quello svelto,veloce, da fast food.
Certo, avere più attenzione di BS per il web è una vittoria facilissima per CP.

 

____________________
Verità e giustizia per Marco Pantani: una battaglia di civiltà.

Arcana loggia per il ripristino della civiltà dell'ordalia.

IO NON L'HO VOTATO.

IO CORRO DOPATO COME TUTTI.

"E' tutto alla conoscenza di tutti" Marco Pantani,1997 ( tempi non sospetti),parlando di doping in un'intervista televisiva con Gianni Minà.

Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping.

Hypocrisy free.

CAREFUL WITH THAT AXE, EUGENIO.



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Raymond Poulidor




Posts: 349
Registrato: Apr 2007

  postato il 08/02/2009 alle 21:26
Originariamente inviato da Donchisciotte

Mesty, è chiaro che comprerò Cycling pro questo mese ( BS l'ho già comprato, come ho detto), la vanità mi spinge a farlo. E io cedo alla vanità ( e alla curiosità).
BS lo continuo a comprare ma, ormai, come te, solo per leggere Vicennati perché a me interessa quel tipo di giornalismo, non quello svelto,veloce, da fast food.
Certo, avere più attenzione di BS per il web è una vittoria facilissima per CP.

a conferma dell'ottimo lavoro di vicennati, sottolineo il piccante servizio dell'ultimo numero sulla gestione delle squadre dilettantistiche, nel quale sputtana (il primo a farlo "ufficialmente") i ricatti di un noto fotografo e della rivista rivale (che ovviamente non menziona, ma è come se lo facesse) alle squadre giovanili

 

____________________
http://davidepode.altervista.org

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 08/02/2009 alle 22:42
Sono venuta su questo 3d per scrivere dell'ultimo numero di CP e scopro che Mesty mi ha preceduta felicemente e con il solito stile.
Cunego-Ballan raccontano come interpreteranno il loro ruolo di leader e come si preparano durante tutta la stagione.
Anche l'articolo a Bartoli mi piace, finalmente ci ho capito qualcosa sulle sue intenzioni per il 2009.
Biesse invece non l'ho comprato.

Continuo a leggere..... Ciao!

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Mondiali




Posts: 139
Registrato: Jan 2006

  postato il 09/02/2009 alle 17:07
perchè il messaggio di pony è stato moderato omettendo i nomi che lui in un primo momento aveva messo??? cioè, si può dire tutto ma questo è tabù??? mah
 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 09/02/2009 alle 17:31
Josera, credo che Pony abbia modificato da sé il messaggio.
Non vedo che tabù debba essere per noi il fatto che vengano riportate notizie apparse sulla stampa.

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Raymond Poulidor




Posts: 349
Registrato: Apr 2007

  postato il 09/02/2009 alle 20:10
Originariamente inviato da Admin

Josera, credo che Pony abbia modificato da sé il messaggio.
Non vedo che tabù debba essere per noi il fatto che vengano riportate notizie apparse sulla stampa.


mi sono automoderato...

 

____________________
http://davidepode.altervista.org

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Octave Lapize




Posts: 475
Registrato: Oct 2007

  postato il 09/02/2009 alle 21:17
Originariamente inviato da miky70

Sono venuta su questo 3d per scrivere dell'ultimo numero di CP e scopro che Mesty mi ha preceduta felicemente e con il solito stile.
Cunego-Ballan raccontano come interpreteranno il loro ruolo di leader e come si preparano durante tutta la stagione.
Anche l'articolo a Bartoli mi piace, finalmente ci ho capito qualcosa sulle sue intenzioni per il 2009.
Biesse invece non l'ho comprato.

Continuo a leggere..... Ciao!


Piccolo OT

Chiarisci anche a noi lettori di BS i programmi di Bartoli per il 2009?

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani
Utente del mese Febbraio 2009
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 2093
Registrato: Sep 2004

  postato il 09/02/2009 alle 21:29
Si vede che è destino che non possa tradire BS, anche se qualcuno mi ha suggerito di farlo prima del canto del gallo...
Non ho trovato Cycling pro in nessuna delle edicole che ho girato.
Se c'è qualcuno che ha l'artico e che me lo può scannerizzare e inviare gliene sarei grata. O anche suggerirmi dove posso ordinare il giornale.
Il caso rarissimo di qualcuno che parli bene di me e della mia presenza sul web, non me lo vorrei perdere.

 

____________________
Verità e giustizia per Marco Pantani: una battaglia di civiltà.

Arcana loggia per il ripristino della civiltà dell'ordalia.

IO NON L'HO VOTATO.

IO CORRO DOPATO COME TUTTI.

"E' tutto alla conoscenza di tutti" Marco Pantani,1997 ( tempi non sospetti),parlando di doping in un'intervista televisiva con Gianni Minà.

Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping.

Hypocrisy free.

CAREFUL WITH THAT AXE, EUGENIO.



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 10/02/2009 alle 07:03
Originariamente inviato da albe89

Originariamente inviato da miky70

Sono venuta su questo 3d per scrivere dell'ultimo numero di CP e scopro che Mesty mi ha preceduta felicemente e con il solito stile.
Cunego-Ballan raccontano come interpreteranno il loro ruolo di leader e come si preparano durante tutta la stagione.
Anche l'articolo a Bartoli mi piace, finalmente ci ho capito qualcosa sulle sue intenzioni per il 2009.
Biesse invece non l'ho comprato.

Continuo a leggere..... Ciao!


Piccolo OT

Chiarisci anche a noi lettori di BS i programmi di Bartoli per il 2009?

Certamente!
Bartoli ritiene di essere in una discreta condizione, a 4 anni dal suo stop. Pensa che il suo fisico si sia rigenerato stando a riposo ed è molto curioso di vedere come si comporterebbe ora nelle corse che affrontava prima da protagonista.
Da quando ha avuto l'idea del rientro, ha iniziato ad intensificare i suoi allenamenti e la sua preparazione. Prima si comportava da amatore percorrendo ogni mese 1000 km rispetto ai 3000 km di quando correva.
E' stupito dei progressi fatti velocemente e non fa sforzi eccessivi per raggiungere i tempi di allora quando si testava sul Serra a 15'45". I watt dice che sono cambiati poco.
Lo sponsor con cui è in trattativa (non ha fatto nomi) era intenzionato ad entrare nel 2010, ma il ritorno di Armstrong ha accelerato i programmi.
La domanda per aderire al programma del passaporto biologico l'ha fatta a dicembre e spera che i tempi siano sufficienti per fargli correre le classiche o al più tardi il Giro.
Non mi è molto chiaro se voglia anche gestire la squadra dal campo, un po' come Cipollini, perchè ha risposto ad alcune domande su come gli sembra la gestione delle squadre oggi dal punto di vista psicologico e umano, in questo senso dice di apprezzare il lavoro di Riis come quello di Ferretti che faceva alla Fassa Bortolo, ma non riesco a capire se è ciò che lui intende fare riprendendo a correre oppure se è ciò che secondo lui manca al di là del suo progetto.
Comunque pesa 68/69 kg ed è nelle stesse condizioni di quando correva, durante il periodo invernale. I dubbi su come si comporterebbe in corsa, però sono molti, questi dubbi sono anche uno stimolo.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 10/02/2009 alle 07:30
Originariamente inviato da mestatore

ho comprato cycling pro di febbraio
direi bene, si9 matiene sul livello degli ultimi numeri che per me erano validi..

c'è un articolo intero sui forum di ciclismo che di fatto è dedicato a cicloweb: sono trascritti numerosi post, su vari argomenti, di diversi autori da zanarkelly a babeuf a vdb ed arenberg....donchisciotte è citata per un contributo che viene definito originale e profondo......
bene ci leggono e anche con attenzione.

Infatti, è stata una bella sorpresa. Nomina Cicloweb all'inizio, definendolo il forum più frequentato e antico del web. CP ha analizzato i dati di gennaio, quindi recenti. Spiega come è suddiviso e come vengono etichettati i forumisti.
Tolta un po' di dietrologia, retorica, qualche banalità o falsità diffamanti, dice che ci sono commenti illuminanti, ottimi contributi e spunti dettati da chi il ciclismo lo conosce veramente con spunti tecnici che spesso nella carta stampata non trovano spazio.
Soprattutto quando si fanno commenti come quello di Cassius che è riportato, preso dal 3d su Pozzato.
C'è un giudizio sui commenti dedicati al 3d sul doping, riportando ben 3 post ambivalenti su come viene interpretato e vissuto il problema dai tifosi.
Di FVD riporta un commento sulla gestione delle società e dei bilanci, ritenendo che il forumista si scatena soprattutto quando si occupa dei dirigenti, dei funzionari e della politica del ciclismo, riconoscendo che i giornali trattano il tema superficialmente.




ps: donchi , sei obbligata ad investire in CP questo mese, mica vorrai perderti un articolo su cicloweb con te tra gli interpreti principali....


Per finire lo spazio dedicato a Donchi, proprio nella parte finale dell'articolo, su come il ciclista dopato interpreta il suo ruolo di positivo all'interno del sistema.
Dopo aver riportato il commento, il giornalista scrive:
E' un'analisi di sicuro molto sofisticata e per questo certamente non alla portata di tutti i lettori. Ma è una di quelle cose che si trovvano sui forum, di quei "modelli alti" rispetto ai quali il giornalismo scritto e quindi convenzionale non può non confrontarsi, se non rischiando di perdere la battaglia con la Rete.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 10/02/2009 alle 10:18
ammazza...alzano proprio bandiera bianca! Anch'io ritengo che Cicloweb sia uno dei forum più culturalmente elevati che esistano, ma non scrivono mica Platone e Talete!

Ai giornalisti basterebbe essere un po' meno 'surfisti' (ovvero parlare un po' di tutto e alla fine non sapere niente) e tenersi aggiornati sugli argomenti di cui devono trattare per contratto. Sul topic 'giornalisti BRA' riporterò una topica di Paolo Tommaselli che, l'avesse scritta uno della redazione di Cicloweb, ce lo saremmo mangiati vivo.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Marco Pantani
Utente del mese Febbraio 2009
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 2093
Registrato: Sep 2004

  postato il 10/02/2009 alle 10:46
Grazie Micky, visto che ci stai mi potresti dire anche che commento è riportato? Magari è uno da perfezionista militante…
Negare che questo giudizio mi faccia piacere ( molto) sarebbe una bugia, fa sempre piacere il riconoscimento degli altri,inutile negarlo.
Solo non capisco perché certe analisi sarebbero troppo sofisticate per potersi fare sulla carta stampata se non sollecitata dal web con il rischio della vittoria del web sulla stampa.
Per me, sarà l’età, ma certe analisi “sofisticate” e approfondite si possono e si DEVONO fare soprattututto sulla carta stampata, per me il luogo dell’approfondimento, della lettura rilassata e riflessiva è la carta stampata.
Se si parla di doping si deve scomodare la filosofia della scienza, certo nei forum non scrive Platone ma è anche di lui che si deve parlare se si affrontano certi argomenti.
Ecco, questo non lo capisco, ma, insomma, mi tengo il riconoscimento, me lo godo e taccio.
P.s. : Quali sarebbero le cose diffamanti dell’inizio dell’articolo? E chi è l’autore dell’articolo? Perché mi hanno detto che ci sono due giornalisti ( ex) di BS a CP ( Porcai, che mi ricordo, e un altro, Bonarrigo(?), non sono sicura del nome). Alla fine CP deriva da BS?

 

____________________
Verità e giustizia per Marco Pantani: una battaglia di civiltà.

Arcana loggia per il ripristino della civiltà dell'ordalia.

IO NON L'HO VOTATO.

IO CORRO DOPATO COME TUTTI.

"E' tutto alla conoscenza di tutti" Marco Pantani,1997 ( tempi non sospetti),parlando di doping in un'intervista televisiva con Gianni Minà.

Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping.

Hypocrisy free.

CAREFUL WITH THAT AXE, EUGENIO.



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Mondiali




Posts: 139
Registrato: Jan 2006

  postato il 11/02/2009 alle 22:09
ah ok per l'automoderazione allora!
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Moreno Argentin




Posts: 369
Registrato: Sep 2005

  postato il 11/02/2009 alle 23:18
Al di là di come tratta il doping e tutto il resto, anche al di là di Cycling Pro, nessuno ha voglia di togliersi le scarpe per quello che hanno scritto su quello che significa fare uno squadrone nei dilettanti? Siamo tutti qui a parlare della serie A e nessuno ha voglia di capire che il disastro comincia sotto? Ma a voi sembra normale una squadra di dilettanti che costa mezzo milione di euro? A voi sembra normale una rivista e probabilmente anche un'emittente radiotelevisiva nazionale in cui parlano di te soltanto se paghi?
Io credo che nel ciclismo tante cose non vadano, ma se un giornale come Bicisport dedica poche pagine a uno scandalo belo e buono e nessuno se lo fila, mentre tutti o tanti provano interesse soltanto per le velleità del giovane Neri, allora dico che i lettori di quella rivista hanno ciò che si meritano. Cioè una gestione di superficie, che dà la colpa all'Uci e agli stregoni e non va a vedere il punto nero da cui nascono tutti i problemi. Parliamo tanto di doping, ci riempiamo la bocca. Ma secondo voi, se a 21 anni ti danno tutti quei soldi, in cambio cosa chiedono: sorrisi?

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani
Utente del mese Febbraio 2009
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 2093
Registrato: Sep 2004

  postato il 12/02/2009 alle 01:55
Pony aveva, appunto, sottolineato l'importanza di quell'inchiesta.
Quello che dici è giusto ed è la dimostrazione che hanno un'eco e una ridondanza solo gli scandali innocui e questo è costruito dagli stessi media.
Se BS dedica la copertina ( per dire) a sbranare i professionisti beccati, se dedica pagine intere alla letterina del dilettante, all'intervista al medico che annuncia che il doping non c'è più, otto pagine a Moser che dice quanto sono imbroglioni i ciclisti ( del giovane, velleitario neri e anche questo non è un caso), otto pagine al direttore che risponde ai lettori sulle radiazioni, otto pagine per saronnni che dice che basso non lo si deve intervistare, e cose così e poi ci sono poche pagine di inchiesta seria, dura, coraggiosa su uno scandalo pesante, dove si capisce che se poi si arriva al professionsita che si dopa, tutto è stato ampiamente preparato prima da una realtà dilettantistica ( e magari anche precedente al dilettantismo) dopata di soldi, corruzione ecc., assetata di risultati ad ogni costo, se questa inchiesta è là, solitaria in mezzo al giornale che punta ad altro,è già implicito che si vuole suggerire: continuate a guardare al caso eclatante del prof dopato.
Anche perché il caso del prof dopato trova subito eco negli altri giornali che parlano della stessa cosa o in televisione con le lunghe discussioni durante le tappe, a chi conviene,invece, magari in televisione, fare un dibattito su quell'inchiesta?
Sono i contenuti tipo quell'inchiesta che possono rompere il giocattolo, mica sparare in copertina che Riccò è un baro.
Quando admin intervista Di Rocco che dice che il passaporto biologico è un mezzo di ricatto in mano all'uci che decide chi corre e chi no, qualcuno si chiede se è normale che un presidente della FCI dica una cosa del genere e nessuno reagisca?
No, però poi esce la notizia di Valverde e scrivono in cento per dare addosso a chi bara.
Siamo sempre lì, le inchieste vere, su cose che rischiano di rompere l'omertà su come funziona il sistema, vanno avanti con il silenziatore. E non è un caso. Perché non sono innocue.
ma se Fanini, per esempio, spara m.... con il ventilatore su bettini, su pantani, su quelli che si ritirano dalla Vuelta ecc., le cose che dic finiscono pure sul giornale che legge mia madre ( Oggi) o in televisione, magari quella stessa di cui si parla nell'inchiesta di BS. Appunto perché sono, quelle di Fanini, affermazioni innocue per il sistema ( non per gli sputtanati).
Il discorso è sempre quello. Non succede per caso.

 

[Modificato il 12/02/2009 alle 02:28 by Donchisciotte]

____________________
Verità e giustizia per Marco Pantani: una battaglia di civiltà.

Arcana loggia per il ripristino della civiltà dell'ordalia.

IO NON L'HO VOTATO.

IO CORRO DOPATO COME TUTTI.

"E' tutto alla conoscenza di tutti" Marco Pantani,1997 ( tempi non sospetti),parlando di doping in un'intervista televisiva con Gianni Minà.

Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping.

Hypocrisy free.

CAREFUL WITH THAT AXE, EUGENIO.



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 14/02/2009 alle 17:05
Ciao Donchi, scusa per il ritardo, ma non avevo mai il giornale a portata di mano quando volevo risponderti.
Allora:
l'introduzione all'articolo dice così "Ci sono approfondimenti seri e di grandissimo interesse e citazione colte e appropriate. Ci sono banalità assolute e falsità diffamanti. Ci sono contributi brevi e illuminanti. Ci sono polpettoni retorici e illeggibili, Ci spunto da approfondire e luoghi comuni da cestinare"
Come vedi la parte sulla diffamazione è generica, non fa riferimento a nessun argomento.

Le belle parole spese su di te si riferiscono a questo post:
"....non vedi ombra di pentimento, di stridio del loro essere e del sistema nei "beccati". Solo conformismo assoluto, retorica richiesta di scuse e subito lavorare per reinserirsi nel sistema nel modo pià conformistico e di regime." ecc. ecc.

Poi chiedevi dei giornalisti, dal sommario di febbraio leggo gli autori:
Giulio Porcai, Marco Bonarrigo, Silla Gambardella, Maurizio Coccia.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Miguel Indurain




Posts: 675
Registrato: Jan 2009

  postato il 15/02/2009 alle 00:05
Post ponte tra threads,
il 14 febbraio obbliga a farlo,
vorrei riportare un pezzo della penna che più preferisco di BS, ossia Enzo Vicennati; lo scrisse qualche mese fa, lo riporto perché bello e sintetico, perché completa la bella intervista d'apertura di cicloweb (e perché di Vicennati e Neri Jr. si fa un graparlare in questo forum)

OLTRE LA CRONACA/ La vera storia del mio amico Marco Pantani
sabato 24 maggio 2008

Sono già passati dieci anni, sembra ieri. Marco Pantani primo al Giro e poi anche al Tour. Marco Pantani finalmente padrone dei suoi sogni, dopo anni di cadute, dolore, maledizioni, ferite e il continuo e cocciuto rialzarsi di ogni volta. Marco Pantani a ventotto anni sul tetto del mondo, con la sensazione della festa appena iniziata, osannato dai media e dai tifosi, il personaggio più popolare d’Italia, anche al di là degli stretti confini del ciclismo. Pantani fu Marco, prima di diventare il campione celebrato da tutti.

Conoscerlo ragazzino, con i capelli al loro posto e il mondo là fuori che era ancora tutto da scoprire, fu un privilegio riservato a pochi: coloro che credevano e ancora credono che per scrivere di campioni occorre scoprire l’uomo all’interno dell’atleta, senza considerarli icone o semplici macchine da guerra. Marco sapeva riconoscere nell’interlocutore la capacità di approfondire e andare oltre lo strato superficiale. Rifiutava le domande banali e si dedicava con grande attenzione a quelle più stimolanti, con la capacità di non essere mai banale. Al giornalista amico, Pantani dava il titolo ad ogni risposta. Le prime lezioni memorabili ad Indurain nel 1994. Un investimento alla vigilia del Giro del 1995. Il ritorno faticoso e poi trionfale al Tour della prima vittoria all’Alpe d’Huez. Il mondiale del terzo posto in Colombia e poi una gamba spezzata pochi giorni dopo e il rischio crudele e scongiurato dell’amputazione. Un anno per risalire la china e poi il ritorno maledetto al Giro d’Italia, con quel gatto fra le ruote e la caduta del Valico del Chiunzi. Ancora una caduta e ancora un ritorno, al Tour de France, con quell’arrivo solitario - ancora all’Alpe d’Huez - e un urlo rabbioso sulla vetta a scuotergli il petto e far tremare il cielo.

Il 1998 sembrava l’anno in cui tutti i conti erano stati pareggiati e da lì in poi tutto sarebbe filato alla perfezione, invece la maledizione non era appagata e presentò il conto nel 1999, nel corso di un Giro dominato con la forza di un inverno senza infortuni e la consapevolezza di essere il più forte. Madonna di Campiglio fu per lui e chi meglio lo conosceva come uno schiaffo in faccia davanti a milioni di persone, per una colpa che Marco non avrebbe mai riconosciuto. Un controllo del sangue che si svolse fra mille anomalie e fu invece sposato dalla grande stampa e dalla giustizia, senza che nessuno mai cercasse di capire se la ribellione di Pantani fosse basata su elementi concreti. Controllarono Pantani, ma umiliarono Marco. Lo mandarono a casa dal Giro dicendo che aveva barato e questo fu l’inizio della sua fine.

Eppure accaddero cose assurde: il controllo poteva essere impugnato, ma Marco era tranquillo e vi si sottopose con il cuore leggero. Arrivarono in grave ritardo: avrebbe potuto rifiutarsi, ma li aspettò. Gli proposero una sola provetta invece delle due di rito: avrebbe potuto rifiutarsi, ma li assecondò. Ma quando dissero che non era in regola e lui provò a dire che non era vero, nessuno sentì il bisogno di assecondare lui. Neppure quando, sei mesi dopo, la regola per cui fu mandato a casa venne cambiata inquanto ritenuta inaffidabile e, sulla base del nuovo ordinamento, Marco in quel Giro sarebbe risultato a posto.
Perché nessun grande quotidiano si scagliò contro l’Unione ciclistica internazionale, chiedendo i danni morali per quel linciaggio fondato su una prova inattendibile? Da quel giorno, da quei giorni dannati nulla fu più come un tempo. E solo oggi, quando ormai il tempo ha lavato le ferite e attutito il dolore, la gente nelle strade ha capito che quel massacro e quelle sette Procure sul collo altro non furono che il disegno ordito da chi aveva in odio che un uomo così piccolo avesse così tanto successo.
C’è chi sulla pelle di Pantani ha compiuto manovre indecenti. Non credo nella giustizia degli uomini, confido piuttosto in quella divina. E spero che come Giuda si trovò a penzolare con i suoi trenta denari in tasca, ci sia in un angolo di mondo qualcuno che di notte non riesce più a dormire, schiacciato dall’asfissiante colpa di quel giorno di Campiglio.
La gente l’ha capito e ancora oggi acclama il campione. Guardando le salite. Guardando le vette orfane del loro interprete migliore. Ascoltando nel silenzio della montagna il suo respiro, che ancora popola i boschi e i tornanti che lo riconobbero signore delle cime.
Vecchio Marco, mi manchi davvero tanto.

(Enzo Vicennati)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 27/02/2009 alle 08:24
Leggo sul sommario del sito di BS che nel numero di Marzo si parla del mondiale di Mendrisio, già studiando i possibili capitani!!!!
Ballerini vuole comparire su BS 12 mesi l'anno oppure Neri non sa fare un numero senza inserirci una pagina dedicata al mondiale!?

Su CP non c'è tanta filosofia, molta più concretezza e semplicità, e l'articolo su come si allenano Cunego e Ballan durante l'anno me lo sono già letto 3 volte, è un bel pezzo, che spiega come avvicinarsi agli impegni più importanti.

Aspetto di trovare in edicola il numero di Marzo, così possiamo nuovamente fare un'analisi delle due riviste.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Marco Pantani
Utente del mese Febbraio 2009
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 2093
Registrato: Sep 2004

  postato il 27/02/2009 alle 09:06
Dopo aver letto il tuo post,Miky, sono andata a vedere il sommario di BS.
Neri ( senior) lo aspetto al varco sulla rievocazione dell'ora di Moser...

 

____________________
Verità e giustizia per Marco Pantani: una battaglia di civiltà.

Arcana loggia per il ripristino della civiltà dell'ordalia.

IO NON L'HO VOTATO.

IO CORRO DOPATO COME TUTTI.

"E' tutto alla conoscenza di tutti" Marco Pantani,1997 ( tempi non sospetti),parlando di doping in un'intervista televisiva con Gianni Minà.

Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping.

Hypocrisy free.

CAREFUL WITH THAT AXE, EUGENIO.



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Marco Pantani
Utente del mese Febbraio 2009
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 2093
Registrato: Sep 2004

  postato il 04/03/2009 alle 01:22
Ho trovato BS oggi e non ho avuto modo di leggere nulla, solo l'articolo che aspettavo al varco ( anche quello molto frettolosamente): la rievocazione dell'ora di Moser.
Firma beppe Conti.
In nome della tolleranza zero si parla di: scienza al servizio di uno sport arcaico

Quando si accenna a Conconi lo si decsrive come una persona simpatica, carismatica, con grandi idee ( sicuramente vero, lo dice pure il PM Spinosa), non un accenno al doping, solo un vago " diventato personaggio molto negativo" ma subito dopo si dice che non si puà giudicare ( veramente ci sarebbe una sentenza che ha già giudicato: prescrizione ma doping di Stato), che se non avesse litigato con Arcelli chissà cosa poteva fare...
Ecco, c'è bisogno di altro per capire che la tolleranza zero è solo per gli atleti?

 

____________________
Verità e giustizia per Marco Pantani: una battaglia di civiltà.

Arcana loggia per il ripristino della civiltà dell'ordalia.

IO NON L'HO VOTATO.

IO CORRO DOPATO COME TUTTI.

"E' tutto alla conoscenza di tutti" Marco Pantani,1997 ( tempi non sospetti),parlando di doping in un'intervista televisiva con Gianni Minà.

Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping.

Hypocrisy free.

CAREFUL WITH THAT AXE, EUGENIO.



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Moreno Argentin




Posts: 369
Registrato: Sep 2005

  postato il 04/03/2009 alle 07:28
Condivido. Quantomeno una bella presa di distanza dal periodo che stava per iniziare con quel record e quegli studi ci stava tutto...
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani
Utente del mese Febbraio 2009
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 2093
Registrato: Sep 2004

  postato il 04/03/2009 alle 21:25
Letto meglio il giornale, confermo quanto detto sopra e aggiungo.
1) Da leggere la continuazione dell'inchiesta sui costi delle squadre dilettantistiche e la denuncia di quanto fanno certe riviste. Penso che inchieste come questa dovrebbero essere più valorizzate come spazio perché mostrano un aspetto delle radici del problema. E di quanto... marcio ci sia in Danimarca.
2) Nel solito , noioso incontro di Luca Neri, stavolta con Petacchi gli capita il jolly: Petacchi che racconta di quanto sia assurda la reperibilità continua richiesta ai corridori: per ogni spostamento anche improvviso, devono segnalare all'Uci per e mail, riempire un modulo di difficile compilazione, con risposte automatiche in inglese che loro non capiscono, attendere il messaggio di ricezione che, anche quello, è complicato.
Capita che il bambino di petacchi si senta male e che debbano portarlo al pronto soccorso, c'è il racconto del problema di dover provvedere a mandare l' e mail all'Uci e la necessità di portare, insieme alla moglie, il bambino all'ospedale. Una cosa che avrebbe richiesto di andare avanti, di spiegare, di commentare. ma Luca neri se ne esce con: Torniamo al Giro.
Come torniamo al Giro? E un discorso sui ciclisti e la loro inesistente coscienza di classe? e sul sindacato corridori? Niente, torniamo al Giro.
3) Nelle lettere al direttore ci sono sempre esagitati che si inventano qualche novità: la radiazione morale di Riccò.
Che è? Fare finta che sia trasparente? Ignorarlo? Sputargli in faccia? Non parlarne sui giornali? Naturalmente The boss calma gli animi con paterna bontà: no, non radiamolo moralmente, ma che paghi, tanto.

ma io posso sopportare questo accanirsi con Riccò (anche la paterna bontà è accanimento), quando su Conconi mi si dice che è diventato personaggio negativo ( perché? boh, chi non sa la storia magari pensa ad altre cose) ma che non si può giudicare, che ha portato la scienza nello sport arcaico?
ma perché, si è pentito,forse, Conconi? Ha pagato qualcosa? E non ha 24 anni e non ha al massimo la terza media.
Torno a chiedere? Tolleranza zero che vuol dire? Su chi si abbatte?

 

____________________
Verità e giustizia per Marco Pantani: una battaglia di civiltà.

Arcana loggia per il ripristino della civiltà dell'ordalia.

IO NON L'HO VOTATO.

IO CORRO DOPATO COME TUTTI.

"E' tutto alla conoscenza di tutti" Marco Pantani,1997 ( tempi non sospetti),parlando di doping in un'intervista televisiva con Gianni Minà.

Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping.

Hypocrisy free.

CAREFUL WITH THAT AXE, EUGENIO.



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 04/03/2009 alle 22:50
un errore imperdonabile da un lettore di 7 anni:
nelle descrizioni dei papabili per la Sanremo vengono
elencati, per ognuno il peso e l'altezza.
Tutti tranne uno: Rebellin!

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 04/03/2009 alle 23:19
Ma come? Fai leggere BS a tuo figlio? Cosa ne pensa della necessità di creare una Coverciano del Ciclismo?
E dell'idea di perdonare che confessa e radiare i recidivi?
Temo che anche quando ti renderà nonno, i tuoi nipoti leggeranno le stesse cose

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 05/03/2009 alle 10:21
no. non e' che lo faccio leggere...
Lui lo legge ed ogni tanto mi concede di leggerne delle parti,
ma non sempre.

Riguardo alle filosofie lui ha un approccio molto semplice:
se uno viene beccato se ne sta "in castigo" per un po' senza
radiazioni ma senza dietrologie.
I grandi del passato saranno anche stati bravi ma lui non
li ha vissuti e quindi non gli evocano nessuna emozione.
Quindi gli articoli storici vengono saltati.

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Moreno Argentin




Posts: 369
Registrato: Sep 2005

  postato il 05/03/2009 alle 18:17
Bè, se posso permettermi, non lasciare che a tuo figlio spengano questa passione e anche questa semplicità. Ho un gelsomino in giardino, ingrigito sopra, con foglioline verdi giù in basso...
Leggendo il tuo racconto su tuo figlio m'è venuto da sperare che il maledetto/benedetto ciclismo abbia un futuro di nuovo entusiasmo e m'è venuto il buon umore.
Quanto a Bicisport e a Conconi, credo che si portino appresso entrambi una storia fatta di compromessi quando ancora non se ne aveva il sentore e che adesso per il giornale sia difficile prendere le distanze in modo netto. Puoi dire che Conconi (lo disse Pescante) oltre alla scienza portò dentro qualcosa d'altro, ma come fanno a dire che Moser fece il record dell'Ora, vinse il Giro e pure la Sanremo magari grazie a quel qualcosa?
Sono nell'angolo. fosse per me, lascerei Conconi nella pinacoteca e picchierei secco su quelli che ancora lavorano in un certo modo. Allora sì che la tolleranza zero a 360 gradi avrebbe un senso...
Ma forse, finché a guidare la nave c'è lo stesso timoniere di 30 anni fa, questo cambio di rotta non sarà possibile. Mi chiedo però con disincanto se sarà capace di farlo suo figlio, cui per ora si può riconoscere soltanto una carriera fulminante...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani
Utente del mese Febbraio 2009
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 2093
Registrato: Sep 2004

  postato il 07/03/2009 alle 01:45
Appunto per questa storia passata, la furbizia stava nel non andare a ricordare l'ora di Moser.
Però, c'è un'altra cosa. Una lettera di un lettore su Pantani. Bella lettera, ci si commuove. Ma la risposta del Direttore fa capire molte cose.
In un punto: quando si vanta di non aver seguito le isteriche ricerche di verità degli ultimi tempi.
Ecco, invece io penso che, senza isterismi, senza concessioni emotive, ma con rigore giornalistico di inchiesta forse si doveva andare a dare un'occhiata a quello che stava succedendo.
Qualche tempo fa, su questo thread si parlava della necessità delle inchieste giornalistiche, della necessità del coraggio per un giornale, di rischiare anche di fare buca, ma con la determinazione giornalistica di andare a curiosare, a vedere, a fare inchiesta.
E non credo che Neri junior saprà cogliere l'ispirazione del reporter e indirizzare il giornale a quel coraggio e a quella curiosità irresistibile che stanno all'inizio di un'inchiesta.
Non c'è solo isterismo e emotività nell'andare a vedere che succede.

 

____________________
Verità e giustizia per Marco Pantani: una battaglia di civiltà.

Arcana loggia per il ripristino della civiltà dell'ordalia.

IO NON L'HO VOTATO.

IO CORRO DOPATO COME TUTTI.

"E' tutto alla conoscenza di tutti" Marco Pantani,1997 ( tempi non sospetti),parlando di doping in un'intervista televisiva con Gianni Minà.

Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping.

Hypocrisy free.

CAREFUL WITH THAT AXE, EUGENIO.



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 08/03/2009 alle 15:02
Ho comprato CP di marzo.
Dal sommario vedo che c'è un'intervista a Di Luca, l'analisi dei possibili vincitori della prossima Milano Sanremo, con uno speciale su Pozzato e la sua nuova sfida, L'allenamento alla soglia, il nuovo doping dopo l'epo e l'emodoping, un servizio su Visconti, l'analisi della nuova bici di Basso e il punto su Di Rocco.
All'inizio, unica cosa ancora letta, intervista a Bettini.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 28/03/2009 alle 22:49
Ho appena visto la copertina di BS di Aprile e mi sono davvero cascate le braccia:


(www.compagniaeditoriale.it)

Con tutto il rispetto per Basso, credo il dedicare a lui la copertina piuttosto che all'astro nascente Cavendish sia sintomo di estremo provincialismo.
Se vince un italiano, copertina con gigantografia e titolone, se invece il successo arride ad uno straniero, foto formato francobollo e titolo da lente d'ingrandimento.
Cosa non si fa per qualche copia in più...eppure, sistematicamente, finisco ogni mese col comprarlo, ormai da 16 anni.
Continuiamo così, facciamoci del male...

 

[Modificato il 28/03/2009 alle 22:51 by W00DST0CK76]

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Settembre 2009, Marzo 2010, Maggio 2010




Posts: 2421
Registrato: Oct 2007

  postato il 29/03/2009 alle 10:26
non sono molto d'accordo. Capire se o come Basso possa tornare ai livelli precedenti la lunga squalifica è uno dei temi ( e delle speranze) dell'anno. Non è affatto scontato. Se succede, forse nei pochi anni ancora buoni che ha a disposizione potrebbe finalmente vincere uno dei Tour che obiettivamente sarebbero stati alla sua portata - ammesso che glielo facciano correre. Il fatto che sembri sulla strada buona è forse la notizia più importante di questo scorcio di stagione, al di là della cronaca di una delle poche corse non molto divertenti di questo mese.
Detto tra parentesi, un bel tema da copertina sarebbe anche l'altro ritorno ad alto livello dell'altro capro espiatorio di OP, Scarponi.
Un tema da copertina utile anche per aprire un discorso serio e scientifico sulla presunta efficacia del doping.

 

____________________
FANTACICLISMO CICLOWEB 2008

Terzo posto classifica finale
Vincitrice Memorial Pantani e tappa Alpe d'Huez al Tour

FANTACICLISMO CICLOWEB 2009

Vittorie: Tappa di Barcellona Tour de France e Giro del Veneto
7 TITOLI QUIZ DELLE SALITE

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 29/03/2009 alle 13:13
Originariamente inviato da elisamorbidona

non sono molto d'accordo. Capire se o come Basso possa tornare ai livelli precedenti la lunga squalifica è uno dei temi ( e delle speranze) dell'anno. Non è affatto scontato. Se succede, forse nei pochi anni ancora buoni che ha a disposizione potrebbe finalmente vincere uno dei Tour che obiettivamente sarebbero stati alla sua portata - ammesso che glielo facciano correre. Il fatto che sembri sulla strada buona è forse la notizia più importante di questo scorcio di stagione, al di là della cronaca di una delle poche corse non molto divertenti di questo mese.
Detto tra parentesi, un bel tema da copertina sarebbe anche l'altro ritorno ad alto livello dell'altro capro espiatorio di OP, Scarponi.
Un tema da copertina utile anche per aprire un discorso serio e scientifico sulla presunta efficacia del doping.


Sono d'accordo, Elisa. Questa ultima tua affermazione poi mi spinge ad abbracciarti idealmente, tanto vorrei dimostrarti quanto la condivida.
Il ritorno di Ivan può davvero gettare una nuova luce su di un dibattito disincantato e finalmente "laico" sul doping. Perchè "laico" ? Perchè si spera, una volta per tutte, non inficiato da integralismi dal sapore eccessivamente moralistico che, in un caso come questo, sarebbero di ostacolo e pure fuorvianti. Si vorrebbe vedere all'opera un uso piu' frequente della ragione e se ne hanno piene le tasche di opinioni fondate su di una scarsa e superficiale osservazione dei fatti.

Il danno ricevuto da Ivan è patente, sotto gli occhi di tutti. Danno indiretto da doping, direi, dovuto ad una sanzione per avere infranto i regolamenti. Tu pensa, Elisa, a coloro che, a differenza di Ivan, dal doping hanno ricevuto un danno diretto, che cioè, invece di veder accrescere le proprie prestazioni grazie all'uso di sostanze e/o metodiche dopanti, le abbiano viste degradarsi. Ma questo mi porta troppo OT. Poco male, carissima. Sediamoci ed aspettiamo; a meno di incidenti o problemi fisici del nostro Ivan, ormai ci siamo...

Ciao cara.

 

____________________
Difendi, conserva, prega !

(dalla poesia "Saluto e augurio" - "La nuova gioventu'" di P.P. Pasolini - Ediz. Einaudi)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 29/03/2009 alle 14:40
Originariamente inviato da elisamorbidona

non sono molto d'accordo. Capire se o come Basso possa tornare ai livelli precedenti la lunga squalifica è uno dei temi ( e delle speranze) dell'anno. Non è affatto scontato. Se succede, forse nei pochi anni ancora buoni che ha a disposizione potrebbe finalmente vincere uno dei Tour che obiettivamente sarebbero stati alla sua portata - ammesso che glielo facciano correre. Il fatto che sembri sulla strada buona è forse la notizia più importante di questo scorcio di stagione, al di là della cronaca di una delle poche corse non molto divertenti di questo mese.
Detto tra parentesi, un bel tema da copertina sarebbe anche l'altro ritorno ad alto livello dell'altro capro espiatorio di OP, Scarponi.
Un tema da copertina utile anche per aprire un discorso serio e scientifico sulla presunta efficacia del doping.

Sì, Elisa, quello che dici è condivisibile, ma il punto è un altro: Franz ha voluto sottolineare un'altra cosa, credo, che mi trova pienamente d'accordo.
Capire se Basso potrà tornare ai livelli del 2006 è uno dei temi principali di questa stagione, sì, questo mi pare non sia in discussione, ma il fatto è che ciò non giustifica la scelta della copertina di BS di riservare ad Ivan gran parte dello spazio mentre al vincitore (il vincitore!) della Sanremo (la Sanremo!) - che peraltro è un classe '86, fuoriclasse e futuro dominatore delle volate, cosa che in linea di massima dovrebbe calamitare ancor più l'attenzione - un riquadrino defilato sulla destra della pagina con tanto di titolino bonsai.
Non esiste proprio. O quantomeno non dovrebbe esistere, ma a quanto pare...

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 29/03/2009 alle 14:52
perfettamente d'accordo con woodstock e abajia, ma ormai bs ci ha abituato a questo tipo di scelte.
 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 29/03/2009 alle 16:29
Probabilmente non sono stato felice nel mio modo di esprimermi, nel mio precedente intervento non volevo criticare l'attenzione di BS verso Basso ma lo scarso risalto che viene dato ai successi dei corridori non italiani.
Se la Sanremo fosse stata vinta da Petacchi o Bennati la foto in copertina sarebbe stata delle stesse dimensioni di quella dedicata a Cavendish?
E' vero, quella di sabato scorso è stata una delle classicissime più deludenti degli ultimi anni però l'inglese meritava più attenzione.
Già immagino la copertina del numero di maggio, se qualche italiano vincerà almeno una classica del nord si meriterà la copertina, in caso contrario, foto dei favoriti al Giro d'Italia e titolo del tipo "ora tocca a voi!".
Voi magari mi direte: "scemo tu che continui a comprare BS da 16 anni" e a quel punto non potrò che darvi ragione

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 29/03/2009 alle 19:06
Condivido pienamente il commento di Woody.
BS è una grande rivista e la compro ogni mese, ma è troppo "italiana" almeno nelle copertine.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 29/03/2009 alle 22:25
Ho comprato BS per alcuni mesi dopo il rientro di Ivan alle corse e non ci avevo trovato molto a suo favore, anzi mi sembrava un giornale in attesa dell'insuccesso, deluso e disincantato da Birillo e la sua vicenda.
Alla prima azione bella compiuta da Ivan, ecco che lo mettono addirittura in copertina. Più ipocrisia di così.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Moreno Argentin




Posts: 369
Registrato: Sep 2005

  postato il 29/03/2009 alle 23:56
Scusa Micky, ma non ti seguo, forse perché ho sonno o forse perché sono un lettore distratto... A me pare che Bicisport con Basso non sia stata negativa, semmai sono stati cauti e questo è un altro affare.
Dopo di che ho letto un'intervista di Luca Neri e poi una di Vicennati che tutto mi parevano fuorché negative. Forse Vicennati andò giù un po' duro, ma non bisogna nemmeno dimenticarsi di quello che Basso ha combinato al ciclismo italiano, no?
E perché adesso che Ivan inizia a scaldare i motori vedi ipocrisia nel parlarne?
Boh, io sono molto meno malizioso.
Penso a quanti tifosi italiani medi, lascia stare i veri appassionati/intenditori, comprino un giornale sulla cui copertina c'è Cavendish e quanti invece a un mese dal Giro non abbiano voglia di vedere un Basso in formato maglia rosa.
Ma su Basso, sperando con tutto il cuore che torni a vincere, vorrei che adesso non si tirasse la tenda dell'oblio. Ha pagato la sua pena ed è giusto che abbia una seconda chance, ma se qualcuno ancora lungo la strada diffiderà di lui e si chiederà ancora perché credergli questa volta dopo la fregatura del 2006, non credo che ci sia da stupirsi. Pensa che non se ne stupisce neppure Basso...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 30/03/2009 alle 08:41
Secondo me un giornale come BS avrebbe potuto fare di meglio che quel servizio di Luca Neri che sembrava da scolaretto.
Lungo tutti gli articoli di quest'inverno ho sempre trovato spunti di Sergio Neri che tornavano in modo più o meno velato a tutti i protagonisti di vicende doping, da Basso a Riccò. Non c'era un articolo in cui si parlasse esclusivamente di ciclismo ma spesso la parte centrale o finale erano rivolte a questioni di doping ed io avvertivo molto chiaramente quella sensazione di "tolleranza zero" verso Basso o Riccò o Sella e tutti quelli beccati che per un periodo erano stati le stelle del suo giornale.
Poi ho smesso di comprarlo dopo l'intervista a Saronni.

Oggi trovo ipocrita metterlo in copertina, va bene dedicargli un articolo all'interno della rivista, ma inserire la sua immagine mentre tira il gruppo alla Sanremo.... per me non ha senso. Potevano mettere allora una sua immagine della tappa di Camerino, lì è stato protagonista, anche se ripeto, in copertina non doveva andarci.
Perchè non mettere appunto Cavendish che vince la Sanremo? Se avesse vinto Bennati, avrebbero messo Basso in copertina?
Perchè non metterci allora quelli che la Sanremo non l'hanno vinta, se non vogliono proprio dedicare il numero a Cavendish? Oppure Scarponi che tira sul Poggio?

Le lettere al direttore sono piene di richieste di "tolleranza zero" con le sue risposte tutte uguali. Sono i corridori a tradire il pubblico. Bene! Allora perchè appena Ivan fa vedere che potrà tornare quello del 2006, Neri gli dedica subito una copertina?
Secondo me non è coerente.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Moreno Argentin




Posts: 369
Registrato: Sep 2005

  postato il 30/03/2009 alle 10:07
Continuo a pensare che sarebbe stato ipocrita dedicargli la copertina nel caso di una vittoria al Giro d'Italia.
Il fatto che la gente chieda tolleranza zero può significare secondo te che, a parte noi che ne mastichiamo un po' di più, la gente là fuori si sia davvero rotta le palle? Ti dirò che certi giorni vado vacillando anch'io, a pensare che non c'è un solo corridore forte di casa nostra (a parte Cunego, la cui sola pecca è stata farsi seguire per un po' da Cecchini) che non abbia sul collo una squalifica per doping...
Prendi i più illustri, tanto per restare in casa e non farci venire il mal di testa: Di Luca, Petacchi, Riccò, Piepoli, Simoni, Garzelli, Basso, Sella. A te non basta per dire basta?
Boh, a me non sembra un dramma quella copertina, tutt'altro mi fa pensare che, nonostante le lettere di tolleranza zero, in realtà sia stata aperta una bella porta. Come anche a Scarponi.
Una cosa che mi piacerebbe poter chiedere a uno di Bicisport, allo stesso Neri, è quale danno in termini di pubblicità abbiano subito a causa dei tanti positivi. Si fa presto a parlare di principi e altro, ma ho idea che certa gente con il ciclismo debba farci mangiare le famiglie e forse ci sono conseguenze di certi sbagli di cui dovremmo tenere conto. Un abbraccio

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 30/03/2009 alle 14:00
Originariamente inviato da grilloparlante

Ha pagato la sua pena ed è giusto che abbia una seconda chance, ma se qualcuno ancora lungo la strada diffiderà di lui e si chiederà ancora perché credergli questa volta dopo la fregatura del 2006, non credo che ci sia da stupirsi. Pensa che non se ne stupisce neppure Basso...


Un po' velenosetta...Sembra (sembra) quasi un voler mettere le mani avanti. Ma non è questo il ciclismo piu' pulito di ogni epoca ?
Beninteso non è un'annotazione che faccio a te...non credo avessi intenzioni cosi' sulfuree.
Ciao

 

____________________
Difendi, conserva, prega !

(dalla poesia "Saluto e augurio" - "La nuova gioventu'" di P.P. Pasolini - Ediz. Einaudi)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani
Utente del mese Febbraio 2009
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 2093
Registrato: Sep 2004

  postato il 30/03/2009 alle 14:32
Sono d'accordo con la copertina, anche se Bicisport qua ancora non è arrivato.
Va bene Cavendish ma è stata una Sanremo talmente noiosa che non ha fatto storia, la vittoria di un italiano, nella logica degli appassionati italiani, avrebbe, comunque, avuto un significato diverso ( logica che non condivido perché io raramente tifo gli italiani, ma che è così, innegabile).
Poi mi fa piacere la copertina a Basso che è il corridore che tiferò al Giro, se non ce la facesse tiferò tutti gli altri meno uno.
Però l'atteggiamento su Basso di BS è stato: lettere al direttore che ne chiedevano il silenzio per sempre con risposte sempre buoniste di Neri, poi l'intevista di Neri junior, effettivamente un compitino, e una di Vicennati.
Cioè a Basso, giustamente, è stato dato ampio spazio, non è vero, come dici tu Miky70 che non gli sia stato dato, le lettere al direttore sono un gioco delle parti, non fanno testo, sappiamo benissimo che tutte le lettere non sono elogiative e tutte non sono di plauso a tolleranza zero.
Nel giornale, a Basso è stato dato lo spazio che merita, molto.
Avevo letto che qualche tifoso di Basso( e ne avevamo parlato,Miky, in un thread di qualche tempo fa che non mi ricordo) non aveva gradito il fatto che Vicennati, nella sua intervista, avesse parlato di dubbi sulla tenuta, sulla ripresa di Ivan ecc.
Io avevo detto che lo stesso Basso sentiva senza dubbio il peso del dubbio, dopo due anni, non è la stessa cosa tornare a correre invece che allenarsi sia pure simulando gare. Il ritmo, la ripresa, il recupero, sono cose diverse in corsa e in allenamento.
Per cui su Basso mi pare che BS sia stato corretto, anche nella copertina.

Grilloparlante: Intanto non mi pare che andare da certi preparatori sia un peccatuccio veniale, anche perché ci sono preparatori " forti" e preparatori bruciati e poco potenti. magari non significa niente ma ci sono tanti preparatori al mondo, perché andare da quelli chiacchierati?
Poi pure l'annuncio fatto urbi et orbi di aver lasciato il preparatore dopo l'episodio della presunta, rientrata, giustificata "irreperibilità" di febbraio dell'anno scorso in Toscana, definita da capodacqua la terra del triangolo delle bermude , mi ha sorpreso. Un preparatore si lascia prima di iniziare la preparazione e lo si annuncia subito no?
Comunque a me sarebbe tanto piaciuto che nel 2006 non si fossero interrotte le indagini su OP e i collegamenti italiani in coincidenza della fuga di notizie da parte dell'Uci prima del Tour.
Certo, i positivi ( tanti, indubbiamente, che preparatori avevano, nella stragrande maggioranza? quelli bruciatissimi mi pare) avranno fatto perdere pubblicità, vendite ai giornali ecc.
Io sono convinta che molto dipenda dall'assenza di campioni carismatici, trascinatori di folle.
Guarda caso torna Armstrong ( che di sospetti se ne porta dietro no?) e pure in Australia sono tutti amanti del ciclismo, alla Sanremo ci sono più inviati che mai, la gazzetta accende i ceri perché partecipi al Giro .
Guarda caso l'anno scorso al Tour fa un paio di tappe belle e emozionanti Riccò e pure qua dove il ciclismo nei bar non è argomento di conversazione dai tempi di Pantani, si inizia a parlare di Riccò, si vede, palese, un interesse che nasce.
E' solo per i positivi che viene meno l'interesse intorno al ciclismo? Non credo. Servono i campioni che sappiano emozionare.
Infatti si sta puntando, mediaticamente, giustamente, su Armstrong e Basso.
E poi sui positivi, va bene, fatene polpette, ma dopo arriveremo mai a dedicare un'attenzione vera a chi li "disegna" così?
Ho letto su Repubblica, l'altro giorno, che persino in America vogliono abbandonare la linea della repressione militare dei tossicodipendenti al grido di tolleranza zero perché si sono accorti che non ha avuto risultati e vogliono passare a un "perfezionismo" che guardi, finalmente, l'intero del problema, ci vogliamo far battere dagli amerikani?

 

____________________
Verità e giustizia per Marco Pantani: una battaglia di civiltà.

Arcana loggia per il ripristino della civiltà dell'ordalia.

IO NON L'HO VOTATO.

IO CORRO DOPATO COME TUTTI.

"E' tutto alla conoscenza di tutti" Marco Pantani,1997 ( tempi non sospetti),parlando di doping in un'intervista televisiva con Gianni Minà.

Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping.

Hypocrisy free.

CAREFUL WITH THAT AXE, EUGENIO.



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Moreno Argentin




Posts: 369
Registrato: Sep 2005

  postato il 31/03/2009 alle 09:44
Se di gioco delle parti parliamo, allora ci sta anche che si sia chiesto a Basso se può avere la tenuta di una volta e tutto il resto. D'altra parte avrei visto con maggior diffidenza un'apertura incondizionata, come quella della Gazzetta, con Basso fotografato in un letto di petali rosa. ecco, quello l'ho trovato un po' eccessivo.
Sul fatto del riferimento sulfureo, non era mia intenzione, ma credo che la gente, almeno quella con cui esco in bici ogni santo fine settimana, ormai viaggi col dubbio in tasca. Perciò spero davvero che questo sia il ciclismo più pulito di sempre, come ci ripetiamo a ogni inizio di stagione, ma credo che per ritrovare la fiducia e la serenità servano due o tre anni puliti e lisci come l'olio.
Quanto al fatto di frequentare Cecchini da parte di Cunego, fui uno dei primi in anni remoti a stigmatizzarlo, quindi non credo che ci sia da approfondire oltre: certo, se Cecchini fosse stato in altri tempi squalificati, anche Damiano avrebbe vinto una bella sanzione per frequentazione. Diciamo che almeno in questo è stato più avveduto di altri.
Sulle indagini dell'OP sfondi una porta aperta. Ma tanto ormai sono entrato nell'ottica che, come l'imboscata di Campiglio, anche l'OP sia servita all'Uci per far fuori una sola persona, l'unico così potente fra i gruppi sportivi da aver messo in discussione il ProTour: Manolo Saiz. Fatto fuori lui, s'è fermato tutto. Così come fatto fuori Pantani, s'è risolto il problema doping, no?
Infine i campioni carismatici. Non è che nascano ogni anno. Tolto Armstrong, quello prima si chiamava Pantani e quello prima ancora Indurain. Avevamo creduto a Riccò, ma il suo carisma si è rivelato velenoso. Non basta andare forte per essere carismatici, ma basterebbe andare forte in modo pulito (o comunque restando nelle regole, guarda cosa arrivo a dire) per riportare gente al ciclismo.
Chi pensava che Riccò potesse essere un nuovo Pantani sbagliava di grosso: c'era e ci sarà sempre un abisso. Ma Riccò poteva far riaccendere televisioni spente da anni. Non sarà colpa sua o non tutta colpa sua, ma il danno l'ha fatto. L'hanno fatto. E nonostante tutto, grazie a una spiata senza prove, gli hanno fatto anche lo sconto. Speriamo che quando sarà nuovamente in gruppo, grazie a uno di quei manager che fino a qualche mese fa lo dipingeva come un demonio da ardere, porti con sé una dose superiore di saggezza...

 
Edit Post Reply With Quote
<<  4    5    6    7    8    9    10  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.4347711