Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Giro dell'Appennino 2006
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2    3    4  >>
Autore: Oggetto: Giro dell'Appennino 2006

Moderatore




Posts: 2848
Registrato: Nov 2004

  postato il 12/04/2006 alle 17:11
Presentata oggi la 67° edizione della corsa che si disputerà il 23 aprile, contemporaneamente si è svolta la premiazione dell'Appennino d'Oro, quest'anno attribuito a Gianni Bugno. Partenza da Novi Ligure alle 11 e arrivo classico a Pontedecimo dopo ben 5 GPM tra cui la mitica Bocchetta e 2 volte il Passo della Castagnola.
21 le squadre iscritte di cui 2 soli Pro-Team: Lampre e Liquigas.
Tra gli iscritti anche Damiano Cunego e José Rujano. Sul palco ci sarà uno speaker fantastico!
Ecco qui l'altimetria:


La corsa sarà anticipata sabato 22 dal Criterium del Levante, una kermesse di circa 70km nel centro cittadino di Chiavari. Fari della corsa, Cunego e Napolitano! E il solito mitico speaker...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 12/04/2006 alle 17:29
Ma se il Sabato il Cuneghin sara' a Chiavari immagino
che la domenica lo vedremo passare sulla Bocchetta....

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 12/04/2006 alle 17:33
Forse Cunego farà la Liegi...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 12/04/2006 alle 17:36
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Forse Cunego farà la Liegi...


MIIIII he notizia che mi hai dato Mario!!!!! Spettacoloso!!!!! chi ti ha dato questa buona nuova?????
Nel caso la notizia si avveri seguirò la Liegi con ancora + interesse!!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 12/04/2006 alle 17:38
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Forse Cunego farà la Liegi...

Lo avevo letto anche io,
pero' se il Sabato sara' al Criterium del Levante
(come decantato nei comunicati stampa) mi sembra
un po' azzardato partire nel pomeriggio per
essere pronto alla partenza a Liegi l' indomani

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 2848
Registrato: Nov 2004

  postato il 12/04/2006 alle 17:39
Ops mi ero dimenticato una cosa molto importante! La Fondazione Carige in collaborazione con L'Us Pontedecimo ha promosso l'iniziativa "La bici in classe" coinvolgendo gli studenti delle scuole medie dei comuni della corsa. I ragazzi hanno scritto alcuni articoli sul ciclismo e i migliori sono stati pubblicati sul tradizionale giornale della corsa, ma uno (a dire il vero non un articolo vero e proprio) ha colto la mia attenzione... riporto solo l'inizio perchè è quello l'importante:
I Siti Internet Consigliabili sul Ciclismo
www.cicloweb.it: sito molto vario consigliabile soprattutto per chi vuole informazioni su gare o eventi ciclistici, contiene i caledari delle gare programmate per quest'anno.

Una ragazza di prima media dell'Istituto Comprensivo di Serra Riccò e Sant'Olcese... mitica!!!!

Poi ho anche parlato con il presidente dell'US Pontedecimo sull'eventuale tappa del Giro 2007 con arrivo alla Madonna della Guardia: ha detto che la richiesta è stata inviata e anche la provincia si attivata per la tappa. All'RCS sono state fatte avere tutte le caratteristiche sull'arrivo ma non ci sono ancora stati sopralluoghi. Però visto che gli organizzatori hanno invitato all'Appennino alcuni membri RCS sarà l'occasione per portarli di persona a visionare l'arrivo alla Madonna della Guardia (da Geo se ho capito bene) e il terribile tratto finale in pavè. Inoltre la provincia con il presidente Repetto sta cercando di siglare un accordo con l'RCS per avere un arrivo del Giro per i prossimi 3 anni, dopo Sestri Levante e la Guardia nel 2008 si parlava di Arenzano già sede dell'arrivo del Giro di Liguria 2004 e che doveva ospitare un arrivo di tappa del Giro Dilettanti lo scorso anno che poi è saltato.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 12/04/2006 alle 17:40
E ALLORA MI SA TANTO CHE AL CRITERIUM DEL LEVANTE NON CI ANDRA' DI SICURO!!!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 12/04/2006 alle 17:41
Criterium del Levante
Chiavari, sabato 22 aprile 2006

Damiano Cunego sarà la stella della seconda edizione del Criterium del Levante, la gara di ciclismo riservata ai professionisti organizzata dal Gruppo Sportivo Levante di Lavagna, in programma lungo le strade del centro storico di Chiavari nella mattinata di sabato 23 aprile. La corsa è stata organizzata in collaborazione con l'Unione Sportiva Pontedecimo ed è abbinata al Giro dell'Appennino che la società genovese organizzerà il giorno successivo.
Lo scorso anno alla sua prima edizione il Criterium aveva debuttato in maniera più che positiva, suscitando entusiasmo negli appassionati e curiosità in tutti.
In occasione di questa importante kermesse su due ruote è attesa la presenza di corridori di spicco del panorama ciclistico internazionale. Un nome su tutti, quello di Damiano Cunego: il ventiquattrenne corridore veneto, vincitore dell’edizione 2004 del Giro d’Italia, nonostante la giovane età può vantare nel proprio palmarés anche il titolo mondiale della categoria Juniores, un successo al Giro di Lombardia, una vittoria al Giro dell’Appennino e, infine, l’affermazione, ottenuta pochi giorni fa alla Settimana “Coppi & Bartali”. Al fianco di Cunego a Chiavari correrà il suo compagno di squadra della Lampre Caffita, Danilo Napolitano, velocista emergente, che quest’anno si è già aggiudicato sette corse, e che si candida ad un ruolo di spicco anche il Riviera.
Fra gli altri, gli organizzatori del Gruppo Sportivo Levante contano di portare sulle strade del Tigullio anche Davide Gasparrotto, che tornerà a Chiavari ad un anno di distanza indossando questa volta la casacca tricolore, l’intramontabile russo Dimitry Konyshev, una delle vecchie volpi delle due ruote, Fabio Baldato, altro velocista di notevole esperienza, Enrico Franzoi, ex campione del mondo di ciclocross, ora passato alle gare su strada, Emanuele Sella, già vincitore di una tappa al Giro d’Italia, e il bielorusso Aliaksandr Kuchynski, che a queste latitudini si impose, ancora dilettante, nella Milano Rapallo edizione 2002.

Gli appuntamenti per la stampa:
- Giovedi' 20 Aprile alle 11 nella Sala Consiliare del Comune di Chiavari
conferenza stampa di presentazione dell'evento

Altri dettagli tecnici sullo svolgimento della gara saranno comunicati
nei prossimi giorni.

Gli addetti stampa:
Emanuela Castello - Andrea Ferro
Uff. Stampa FCI Liguria

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 12/04/2006 alle 17:43
Dice che la presenza "è attesa", non certa...

...e poi Gasparotto (con una "r") si chiama Enrico, non "Davide"...

Comunque, Zaballa domenica 3 aprile era al Giro delle Fiandre e lunedì 4 aprile era alla partenza del Giro dei Paesi Baschi.
Si può fare, insomma.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 2848
Registrato: Nov 2004

  postato il 12/04/2006 alle 17:44
Domenica Cuneghin all'Appennin... l'avevo anche scritto....
Le squadre non le ricordo tutte a memoria cmq dovrebbero essere:
Lampre
Liquigas
Androni
Ceramica Panaria
Ceramica Flaminia
Tenax
LPR
Comunidad Valenciana
Elk House Simplon
Endeka (c'era Elli alla presentazione)
Amore & Vita
Acqua & Sapone
Miche
Adria Mobil
Naturino
Selle Italia
OTC
Universal Caffè
... e chiedo scusa a chi ho dimenticato...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 12/04/2006 alle 17:44
Originariamente inviato da Seb
21 le squadre iscritte di cui 2 soli Pro-Team: Lampre e Liquigas.
Tra gli iscritti anche Damiano Cunego e José Rujano. Sul palco ci sarà uno speaker fantastico!

Lo aveva gia' scritto Seb che e' stato alla presentazione.
(Grazie per l'altimetria!!).

Sono curioso di scoprire chi sara' lo speaker...

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 12/04/2006 alle 17:45
Originariamente inviato da Seb

Domenica Cuneghin all'Appennin... l'avevo anche scritto....


I partenti di Appennino e Liegi si sapranno sabato 22, fidatevi.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 12/04/2006 alle 17:47
MA NON E' CHE LO SPEAKER PER CASO SEI TU SEB????

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 12/04/2006 alle 17:49
Originariamente inviato da robby

MA NON E' CHE LO SPEAKER PER CASO SEI TU SEB????


Fuocherello... (è iscritto al nostro Forum...)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 2848
Registrato: Nov 2004

  postato il 12/04/2006 alle 17:51
Seee magari.... ma lo conosciamo tutti molto bene!
Cmq gli organizzatori ne parlano come una cosa certa la presenza di Cunego (e me ne avevano già parlato anche un pò di tempo fa), capisco quando si parla magari di corridori meno importanti ma certe corse, e soprattutto i Criturium, sborsano anche parecchi soldi per avere al via i migliori atleti... cmq vedremo.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 2848
Registrato: Nov 2004

  postato il 12/04/2006 alle 17:53
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Originariamente inviato da robby

MA NON E' CHE LO SPEAKER PER CASO SEI TU SEB????


Fuocherello... (è iscritto al nostro Forum...)


Tu la sai lunga....

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 12/04/2006 alle 18:58
Originariamente inviato da Seb

Originariamente inviato da Monsieur 40%

Originariamente inviato da robby

MA NON E' CHE LO SPEAKER PER CASO SEI TU SEB????


Fuocherello... (è iscritto al nostro Forum...)


Tu la sai lunga....


Chi sarà mai???

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 12/04/2006 alle 19:13
Eccolo lo speaker....

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 12/04/2006 alle 19:20
Originariamente inviato da Robby

MIIIII he notizia che mi hai dato Mario!!!!! Spettacoloso!!!!! chi ti ha dato questa buona nuova?????

La notizia nasce da un'intervista rilasciata da Saronni a Eurosport qualche giorno fa, che dava possibile la partecipazione di Damiano alla Liegi.
Ecco le parole del Beppe:

"Damiano è in buona condizione. Ha provato due o tre tappe del Giro d'Italia in questi giorni. Correrà il Gran Premio di Primavera in Spagna, poi il Trentino e penso che farà anche la Liegi. Il morale è buono".

Io sinceramente eviterei che quest'anno facesse la Liegi, che non era inizialmente nei programmi e non è corsa che si inventa da un momento all'altro.
Tanto più che a Damiano già portò sfiga lo scorso anno: si dice che proprio alla Redoute abbia contratto la mononucleosi...

Originariamente inviato da Maracaibo

Chi sarà mai???

Ste, davvero tu non ne sai nulla?

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 12/04/2006 alle 19:45
Originariamente inviato da marco83

Io sinceramente eviterei che quest'anno facesse la Liegi, che non era inizialmente nei programmi e non è corsa che si inventa da un momento all'altro.
Tanto più che a Damiano già portò sfiga lo scorso anno: si dice che proprio alla Redoute abbia contratto la mononucleosi...


Vabbè, allora Basso non dovrebbe fare il Giro, Van Petegem non avrebbe dovuto correre la Roubaix e Bettini non dovrebbe mai più fare la Tirreno-Adriatico...



(Secondo me, da grande corridore qual è, Cunego farebbe molto meglio a correre la Liegi piuttosto che l'Appennino [con tutto il rispetto per la corsa ligure, ci mancherebbe]).

(Il vero sbaglio, e chiudo, è aver sovrapposto le due corse).

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 12/04/2006 alle 20:34
Originariamente inviato da marco83

Ste, davvero tu non ne sai nulla?


Mah... Seb parla di uno speaker "fantastico" e "mitico"... Con quelle caratteristiche credo che il pronostico lo abbia azzeccato Knightlake98 citando Pippo Baudo

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 13/04/2006 alle 08:10
Il Secolo XIX di oggi assicura la presenza di Cunego e Pozzato al Circuito di Chiavari, e parla di "duello annunciato" tra Cunego e Rujano sulle strade dell'Appennino
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 13/04/2006 alle 10:01
Sarà con tutta probabilità Damiano Cunego la star della 67^ edizione del «Giro dell'Appennino» in programma domenica 23 aprile e presentato ieri all'hotel San Biagio a Bolzaneto alla presenza degli assessori provinciali Torti e Monteverde e degli assessori comunali allo sport di Genova e Novi Ligure Guerello e Malfettani.
Il ventiquattrenne atleta veronese che prima di conquistare il Giro d'Italia 2004 si impose a sorpresa al traguardo di Pontedecimo è iscritto tra le riserve della Lampre-Fondital, ma gli organizzatori sono certi di vederlo allineato ai nastri di partenza della gara che prenderà il via alle ore 11 da Novi Ligure per concludersi sul traguardo di piazza Arimondi intorno alle 16 dopo 200 chilometri percorsi su e giù per i passi della dorsale appenninica alle spalle dell'entroterra genovese.

Fonte :www.ilgiornale.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2712
Registrato: Mar 2006

  postato il 13/04/2006 alle 10:07
spero faccia la liegi, vedremo come si comporterà, lui può vincere le klassike.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 14/04/2006 alle 18:27


La sessantasettesima edizione del Giro dell’Appennino- Fondazione Carige Cup non rinnega le sue radici di “gara da scalatori”. Gli organizzatori dell’U.S. Pontedecimo hanno creato un percorso con pochissima pianura, che comprende tutte le salite storiche di questa corsa definita, non a torto, “l’ultima gara in bianco e nero di un ciclismo che ha preso troppi colori”.
Centonovantanove chilometri in totale, cinque gran premi della montagna: il percorso non lascia tregua ai ciclisti.
Dopo l’arrivo a Novi Ligure dell’anno scorso, si ritorna al tradizionale approdo di Pontedecimo. Novi diventa il comune di partenza, che verrà data davanti al Museo dei Campionissimi, ore 11, dallo stesso viale che l’anno scorso vide la prepotente vittoria in volata di Gilberto Simoni.
La prima parte è tutta in provincia di Alessandria. Novi Ligure, Cassano Spinola, Sardigliano, il primo strappo che porta a Stazzano (dove è posto un traguardo volante), Vignole Borbera, Arquata Scrivia, Serravalle Scrivia, ancora Novi Ligure, Pasturana (secondo traguardo volante), Francavilla, Gavi Ligure, il traguardo volante di Carrosio, Voltaggio. I primi sessanta chilometri, dispiegati tra le colline dell’oltregiogo, sono spezzati dal primo Gran premio della montagna, il “Passo della Castagnola”: quattro chilometri e mezzo alla media del 5,2 per cento. Dalla vetta (a 572 metri ) si scende verso Busalla (traguardo volante) e si entra in Liguria.
Dopo Casella, strappo per Crocetta d’Orero. Discesa per Serra Riccò, e si entra nel Comune di Genova. E’ questo il pezzo più tranquillo della corsa, animata dai traguardi volanti di Pedemonte e di San Biagio. I corridori attraverseranno il capoluogo ligure fino ad arrivare alla Stazione marittima. Il rifornimento è previsto in questo tratto.
Risalendo verso la Valpolcevera , fuoco alle polveri. Da Sant’Olcese (meno settantacinque chilometri all’arrivo) non c’è più davvero spazio per la pianura.
Gran Premio della montagna a Crocetta d’orero, passaggio per Casella e Busalla, i Giovi, discesa fino a Pontedecimo, attraversando Mignanego (traguardo volante) e risalita a Campomorone. Qui, al chilometro 154, inizierà la “Corsa nella Corsa”: il Passo della Bocchetta. Ecco l’asperità regina della corsa, la “salita delle streghe” sulla quale i corridori proveranno a battere il record di scalata di Gilberto Simoni, fissato nel 2003 a 21’54". Otto chilometri di salita (pendenza media del 7,7 pendenza massima oltre il 15%). Per gli amanti del ciclismo, dei suoi aspetti più eroici e leggendari, è questo il ritrovo, il luogo deputato, l’essenza. In vetta mancheranno trentasette chilometri. Scanditi ancora da salite e discese, come quella molto tecnica ed impegnativa che porta a Voltaggio. Si risale per la seconda volta il Passo della Castagnola, e dopo aver attraversato Busalla, il Passo dei Giovi. Mancano tredici chilometri all’arrivo, la maggior parte in discesa. Chi doveva far la corsa ha avuto tutte le sue carte da giocare. Ormai è solo una picchiata. A Mignanego i giochi sono quasi fatti. Manca solo la volata finale a suggello della corsa. L’ultimo sforzo per scrivere sul prestigioso albo d’oro il proprio nome.
Piazza Arimondi, sede storica dell’arrivo, aspetta il suo campione.
Come avete potuto ben vedere, è un percorso davvero impegnativo. Come si preannuncia il giro d’Italia, mai come quest’anno carico di salite. Il Giro dell’Appennino può essere dunque un banco di prova valido per tutti gli scalatori che vorranno far bene alla corsa rosa. E poi, bisogna sempre ricordare il destino di “portafortuna” che la nostra corsa ha per i suoi vincitori. Ricordando solo gli ultimi tre anni (caratterizzati dalla doppia vittoria di Simoni intervallati dal successo-rivelazione di Damiano Cunego) il vincitore è poi salito anche sul podio del Giro d’Italia (due volte vincendolo, una piazzandosi secondo, l’anno scorso Simoni dietro Savoldelli).

fonte:www.uspontedecimo.net

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Learco Guerra




Posts: 918
Registrato: May 2005

  postato il 15/04/2006 alle 18:24
bel percorso anche quest'anno, con qualche piccola novità e finale ancora più duro perchè la Bocchetta è preceduta da altre salite (S.OLcese e Giovi) a distanza più ravvicinata del solito.
Io però rimpiango un po' i tempi quando l'Appennino si correva sulla distanza di 254 km ed era praticamente una corsa dura quanto Liegi e Lombardia, anche di più quando si disputava ad agosto.E c'erano sempre tutti i migliori italiani.
Piuttosto, non capisco come gli organizzatori abbiano potuto scegliere o accettare una concomitanza proprio con la Liegi! Se era inevitabile una contemporaneità con una gara pro-tour, non era possibile situarsi, ad esempio, la domenica del g.p. di Amburgo o della Parigi-Tours, gare con caratteristiche diverse? Io non capisco proprio perché ci si debba rassegnare ad un declassamento di una corsa così bella.

 

[Modificato il 15/04/2006 alle 18:28 by maglianera]

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 15/04/2006 alle 18:27
Io però rimpiango un po' i tempi quando l'Appennino si correva sulla distanza di 254 km ed era praticamente una corsa dura quanto Liegi e Lombardia, anche di più quando si disputava ad agosto.E c'erano sempre tutti i migliori italiani.


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 15/04/2006 alle 18:31
LA "MITICA" BOCCHETTA LA CORSA NELLA CORSA

E' la salita simbolo del Giro dell'Appennino e non solo.
Da Campomorone Il dislivello da colmare è di soli 654 metri ma sono pochi anche i chilometri da affrontare. La pendenza media è dell'8% scarso, ma distribuita in modo non omogeneo.
C'è un primo strappo (anche 13%) fino a Langasco (km 2.5, metri 320) dove la strada addolcisce le pendenze per riprendere ad impennarsi fino a Pietralavezzara (km 5, metri 500).
In questa seconda località si può rifiatare prima di affrontare gli ultimi strappi al 9% circa di pendenza media


fonte:www.uspontedecimo.net

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 15/04/2006 alle 19:08

Giro dell'Appennino 1981.
Alfio vandi, usignolo di Romagna, all'attacco sulle prime rampe della Bocchetta.
(photo by cancel58)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2712
Registrato: Mar 2006

  postato il 15/04/2006 alle 21:41
il giro dell'appenino perkè nn è riuscito a diventare 1 klassika importante? è bellissimo ma i corridori di rilievo nn vi partecipano,mancoano gli interessi forse?i soldi?
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Moreno Argentin




Posts: 372
Registrato: Oct 2004

  postato il 16/04/2006 alle 11:46
E' sempre stata corsa importantissima!! Poi è arrivato il CESSO PRO TOUR!!!!
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 16/04/2006 alle 12:07

ma perchè fanno fare a damiano l'appennino???

marco, come ha già detto mario, cosa vuol dire che damiano l'anno scorso ha contratto la mononucleosi alla liegi? che motivazione è per saltarla?
la liegi è una corsa a dir poco bellissima, importantissima e che si addice moltissimo alle caratteristiche di damiano!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 16/04/2006 alle 12:19
Originariamente inviato da Lore_88

marco, come ha già detto mario, cosa vuol dire che damiano l'anno scorso ha contratto la mononucleosi alla liegi? che motivazione è per saltarla?
la liegi è una corsa a dir poco bellissima, importantissima e che si addice moltissimo alle caratteristiche di damiano!

Lasciando da parte il fattore "sfiga" che ho scritto solo a livello statistico (è ovvio che non ci si debba attaccare alla sfiga), questa stagione è troppo importante per Damiano, e una classica difficile come la Liegi non si inventa da un giorno all'altro.
Se nei programmi invernali era previsto il Giro dell'Appennino, è giusto che quest'anno si faccia quello, senza prendere inutili rischi in quel delle Ardenne.
Ovviamente in futuro Damiano la farà, la Liegi... e magari potrà anche vincerla, ma per quest'anno credo sia giusto così.

In my humble opinion, of course...

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 16/04/2006 alle 12:53
Originariamente inviato da marco83

Originariamente inviato da Lore_88

marco, come ha già detto mario, cosa vuol dire che damiano l'anno scorso ha contratto la mononucleosi alla liegi? che motivazione è per saltarla?
la liegi è una corsa a dir poco bellissima, importantissima e che si addice moltissimo alle caratteristiche di damiano!

Lasciando da parte il fattore "sfiga" che ho scritto solo a livello statistico (è ovvio che non ci si debba attaccare alla sfiga), questa stagione è troppo importante per Damiano, e una classica difficile come la Liegi non si inventa da un giorno all'altro.
Se nei programmi invernali era previsto il Giro dell'Appennino, è giusto che quest'anno si faccia quello, senza prendere inutili rischi in quel delle Ardenne.
Ovviamente in futuro Damiano la farà, la Liegi... e magari potrà anche vincerla, ma per quest'anno credo sia giusto così.

In my humble opinion, of course...


marco, sai benissimo la mia opinione, è da mesi che si parla di questa cosa, non credo affatto che correre la liegi sia un rischio...
personalmente trovo più insensato avergli fatto correre la sanremo visto che lì ci sono rischi notevoli e damiano non aveva alcuna possibilità di ben figurare!

ps: non è vero che nei programmi invernali fosse previsto l'appennino! c'è sempre stato il dubbio "appennino o liegi" tanto da assumere le caratteristiche di una telenovela... l'ha vinta l'appennino... te sei contento di questa scelta, io no... pazienza...
a questo punto spero solo che il prossimo anno damiano metta come obiettivi principali le classiche (più un grande giro) perchè che un Ciclista come lui salti liegi&co. è un insulto...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond




Posts: 858
Registrato: May 2005

  postato il 16/04/2006 alle 19:19
Per quanto riguarda la partecipazione o meno di Damiano all' Appennino o alla Liegi, concordo in pieno con Lore.
Tra l' altro, nei programmi invernali di Damiano c'era la possibilità di correre la Liegi ma era esclusa la Sanremo, che invece poi ha corso, Marco!
Quindi, se Damiano si sente la gamba a posto non vedo proprio perchè non dovrebbe correre la Liegi - mi dispiace per l' Appennino che è una corsa bellissima, ma la Liegi è la Liegi (e tra l'altro l' anno scorso Damiano pur con tutti i suoi problemi arrivò ottavo, primo dei giovani e molto davanti a Basso...)


Originariamente inviato da maglianera

Io però rimpiango un po' i tempi quando l'Appennino si correva sulla distanza di 254 km ed era praticamente una corsa dura quanto Liegi e Lombardia, anche di più quando si disputava ad agosto.E c'erano sempre tutti i migliori italiani.
Piuttosto, non capisco come gli organizzatori abbiano potuto scegliere o accettare una concomitanza proprio con la Liegi! Se era inevitabile una contemporaneità con una gara pro-tour, non era possibile situarsi, ad esempio, la domenica del g.p. di Amburgo o della Parigi-Tours, gare con caratteristiche diverse? Io non capisco proprio perché ci si debba rassegnare ad un declassamento di una corsa così bella.


Sante parole, maglianera!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Classica San Sebastian




Posts: 71
Registrato: Nov 2005

  postato il 16/04/2006 alle 19:27
arrivò nono.....
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond




Posts: 858
Registrato: May 2005

  postato il 16/04/2006 alle 22:05
Originariamente inviato da insisto

arrivò nono.....


Hai ragione...comunque il concetto è quello, fece un'ottima Liegi l' anno scorso

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Learco Guerra




Posts: 918
Registrato: May 2005

  postato il 16/04/2006 alle 22:07
questo dovrebbe essre l'elenco completo delle squadre partecipanti:
CERAMICHE PANARIA NAVIGARE
LIQUIGAS
TENAX SALMILANO
IMMOBILIARE CB UNIVERSAL CAFFE'
TEAM LPR
TEAM BARLOWORD
CERAMICHE FLAMINIA
INTEL ACTION
COMMUNITAD VALENCIA KELME
NATURINO SAPORE DI MARE
MICHE
ACQUA&SAPONE CAFFE` MOKAMBO
PERUTNINA
LAMPRE FONDITAL
TEAM ANDRONI GIOCATTOLI 3C
AMORE&VITA MC'DONALDS
TEAM ENDEKA
OTC DOORS LAURETANA
SELLE ITALIA DIQUIGIOVANNI
ADRIA MOBIL
ELK HAUS SIMPLON

piccola nota a margine: La MILRAM, squadra pro tour mezza italiana con un organico di 30 (trenta) corridori e 5 direttori sportivi o team manager, non ha ritenuto di iscrivere neppure una rappresentanza di 8 giovani ad una corsa italiana categoria 1.1. D'altra parte a Milram, sponsor tedesco, le corse italiane interessano ben poco. Prendiamo atto che l'Italia ha solo 2 squadre pro tour (e la Francia 5...)

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2712
Registrato: Mar 2006

  postato il 17/04/2006 alle 01:01
giusto la differenza la fanno gli sponsor cari amici!i soldi fanno la differenza e questo in tutto!mi dispiace pensavo ke la milram dasse spazio ai giovani, 1 pekkato!cmq alla liegi 2005 basso arrivò col gruppetto di cunego credo...
 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 17/04/2006 alle 03:04
Originariamente inviato da falco46

[...]cmq alla liegi 2005 basso arrivò col gruppetto di cunego credo...


No, Basso era nel gruppetto di Cunego fino al Saint-Nicolas, mi pare di ricordare.
Poi, vuoi perché aveva Voigt (compagno di squadra) davanti, vuoi perché aveva lavorato parecchio da "stopper" durante la corsa, si lasciò sfilare e arrivò ad una 40ina di secondi dal gruppo di Cunego.

(non ho controllato esattamente)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2712
Registrato: Mar 2006

  postato il 17/04/2006 alle 10:50
giusto può essere,cmq ha poca importanza, ivan dice che vuole fare 1 bella doyenne!sn curioso di vederlo,kisssa se la csc farà bottino pieno!
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Learco Guerra




Posts: 918
Registrato: May 2005

  postato il 17/04/2006 alle 21:56
con 21 squadre, potrebbero esserci circa 170 partenti, che sarebbe il nuovo record per il giro dell'Appennino. La quantità è assicurata, per la qualità aspettiamo di vedere se ci sarà Cunego, e anche chi verrà dell Comunitad Valenciana. In ogni caso, un appello accorato agli organizzatori: MAI PIU' in contemporanea alla Liegi Bastogne Liegi!

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1312
Registrato: Feb 2005

  postato il 18/04/2006 alle 00:18
In effetti questa sovrapposizione è veramente deleteria...forse la scelta migliore sarebbe stata la domenica dopo o al massimo il sabato

 

____________________
DAvide

"Cause tramps like us,baby we were born to run" (Bruce Springsteen)

C.S.N.P.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2712
Registrato: Mar 2006

  postato il 18/04/2006 alle 00:20
magari in corrispondenza della roubaix o di classike di altro genere...
 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 2848
Registrato: Nov 2004

  postato il 18/04/2006 alle 18:34
Originariamente inviato da maglianera

con 21 squadre, potrebbero esserci circa 170 partenti, che sarebbe il nuovo record per il giro dell'Appennino. La quantità è assicurata, per la qualità aspettiamo di vedere se ci sarà Cunego, e anche chi verrà dell Comunitad Valenciana. In ogni caso, un appello accorato agli organizzatori: MAI PIU' in contemporanea alla Liegi Bastogne Liegi!


Infatti sarà nuovo record! Sui 168 possibili gli organizzatori se ne aspettano poco più di 150 e sarebbe cmq record. Della Comunidad Valenciana dovrebbero esserci gli stessi che stanno facendo le altre corse italiane in calendario: tra i più importanti Munoz (bravo al Giro d'Oro), Pascual Rodriguez (ottimo scalatore, una tappa all'ultima Vuelta), Mosquera (giovane molto molto interessante) e il misterioso Pecharroman!
Per quanto riguarda la sovrapposizione mi pare che dopo il 2004 sembrava che volesse cambiare data e metterla in corrispondenza del Giro di Svizzera, per avere iscritti i migliori italiani che non erano molto attratti dalla corsa a tappe. Il problema è che con il Pro-Tour ora molti sono costretti ad andare in Svizzera... penso che gli organizzatori stiano cercando di studiare bene il Pro-Tour e cercare di trovare una data buona anche se ora come ora non ce ne sono molte. Per curiosità pensate che domenica dovrebbero esserci 5 gare di livello .1 o più...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage
<<  1    2    3    4  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.0427380