Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > OT > Parliamo di cinema (del passato e del presente)
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  6    7    8    9    10    11    12  >>
Autore: Oggetto: Parliamo di cinema (del passato e del presente)

Livello Fausto Coppi




Posts: 3025
Registrato: Feb 2006

  postato il 11/01/2010 alle 21:21
Originariamente inviato da pacho

Originariamente inviato da Zanarkelly

Ieri ho visto "Il matrimonio di Lorna": bel film, bel cinema, senza orpelli e molto essenziale, anche troppo forse, al punto di diventare un po' un pugno nello stomaco.
Comunque, lo consiglio: uno sguardo molto amaro sul mondo e sui problemi dell'immigrazione, in questo caso in Belgio, ma penso possa essere applicato a tutti i paesi d'Europa. Piccola nota: tutti i traffici più illeciti ed ignobili sono gestiti da un italiano, con buona pace dell'adagio "italiani brava gente".


sul tema, merita molto Welcome di Philippe Lioret.


incuriosito, sono andato a vederlo ieri sera.
A me è piaciuto molto, sia per la storia (a tratti un pò inverosimile, ma ci sta) sia per la regia. Dopo i film anni 60, il cinema francese ha sempre surclassato quello italiano

 

____________________
Gaudium magnum. E'tornato! (cit. Frank VDB)

Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°1

Anti Armstrong n°2

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 12/01/2010 alle 00:06
"Welcome" è parecchio che sto cercando di scaricarlo, ma non riuscivo a trovarlo; adesso forse l'ho trovato.
Film un po' particolari come questo sono difficili da reperire e si trovano praticamente solo con Emule, dove velocità di download e qualità sono spesso scadenti.

Invece stasera ho visto "Kolja", che non mi era mai capitato di vedere: veramente un bel film, umano e che non scade nel retorico, nonostante con un bambino di 5 anni nel cast ce lo si possa aspettare. Tra l'altro la recitazione del bambino è fenomenale!
Lo sfascio dell'impero sovietico e dell'apparato comunista sullo sfondo è dipinto in modo magistrale.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 1607
Registrato: Mar 2005

  postato il 12/01/2010 alle 00:18
Originariamente inviato da Carrefour de l arbre

Originariamente inviato da pacho

Originariamente inviato da Zanarkelly

Ieri ho visto "Il matrimonio di Lorna": bel film, bel cinema, senza orpelli e molto essenziale, anche troppo forse, al punto di diventare un po' un pugno nello stomaco.
Comunque, lo consiglio: uno sguardo molto amaro sul mondo e sui problemi dell'immigrazione, in questo caso in Belgio, ma penso possa essere applicato a tutti i paesi d'Europa. Piccola nota: tutti i traffici più illeciti ed ignobili sono gestiti da un italiano, con buona pace dell'adagio "italiani brava gente".


sul tema, merita molto Welcome di Philippe Lioret.


incuriosito, sono andato a vederlo ieri sera.
A me è piaciuto molto, sia per la storia (a tratti un pò inverosimile, ma ci sta) sia per la regia. Dopo i film anni 60, il cinema francese ha sempre surclassato quello italiano


Ola vecio. se non sbaglio un bel po di tempo fa davi delle cariche, giustamente, a funny games. Volevo ricordarti solo adesso, dato che non ho piu tempo nemmeno per suonare gli stiff little fingers, che quello che hai visto era un rifacimento dell'originale che invece é del 97 ed é di Haneke: diciamo che non é cosi brutto come la copia rifatta.

comqune, sempre sul genere brrrrrrrivido, uno che mi ha proprio fatto cacare addosso (specialmente appena chiusi gli occhi una volta andato a letto) é Spoorloos. Anche qui, la versione originale della fine degli anni 80 (credo si tratti di un film belga, olandese o giu di li) e non il rifacimento yenkee.

salud.

 

____________________
I'm ipocrisy free

Io sto con Silvio che è
un gran furbacchione e con
la bellissima Oriana che ha
il coraggio di dire ciò che
tutti pensano ma nessuno dice
(si vocifera che la casalinga
di Voghera impallidisca
al suo cospetto).

---------------------------
Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°2

Anti Armstrong n°3
--------------------
Solo chi non ha paura di morire di mille ferite riuscirà a disarcionare l'imperatore

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 1607
Registrato: Mar 2005

  postato il 12/01/2010 alle 00:23
ah, é un po che ci penso dopo che nel mio odio marchigiano un giorno mi sono letto le leggendarie imprese del comandante Chang. Ebbene, esiste qualche film che assuma il punto di vista vietcong(non mi frega che siano bravi o cattivi..anzi, meglio che siano cattivi dato che poi han fatto un cul.o a 4 ante all "esercito piu potente del mondo")? no poerche mi son accorto che anche i film critici statunitensi al massimo raccontano la storia dei dissidenti o di chi faceva la parte del polizziotto buono.

aspetto una risposta per passare due ore di sollazzo

 

____________________
I'm ipocrisy free

Io sto con Silvio che è
un gran furbacchione e con
la bellissima Oriana che ha
il coraggio di dire ciò che
tutti pensano ma nessuno dice
(si vocifera che la casalinga
di Voghera impallidisca
al suo cospetto).

---------------------------
Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°2

Anti Armstrong n°3
--------------------
Solo chi non ha paura di morire di mille ferite riuscirà a disarcionare l'imperatore

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 12/01/2010 alle 11:38
Mi sa che capiti male... ci saranno sicuramente dei film vietnamiti, ma credo sia abbastanza impossibile trovarli da noi.

Paradossalmente, un film americano che riesce almeno in parte a darci conto delle vicissitudini e dell'umanità del "nemico" è il retorico, patriottico e alquanto militarista "We were soldiers" con Mel Gibson.
Le scene nei sotterranei mostrano i vietnamiti con un certo senso di "parità", invece di dipingerli come scimmie isteriche, clichè in cui cadono anche film cinematograficamente di gran lunga superiori, come ad esempio "Il cacciatore".

Un altro film abbastanza singolare è "Bullet in the head" di John Woo, dove alcuni sbandati di Hong kong fuggono a Saigon ed hanno a che fare con i Vietcong... ma è più che altro un film di "malavita"...

Altri, non me ne vengono in mente.

Invece, un altro bel libro è "Memorie di un Vietcong" di Truong Nhu Tang (Piemme Edizioni).

 

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 12/01/2010 alle 15:42
Originariamente inviato da Bitossi

invece di dipingerli come scimmie isteriche, clichè in cui cadono anche film cinematograficamente di gran lunga superiori, come ad esempio "Il cacciatore".


Ma non per esempio in Full Metal Jacket, che è l'unico film che mi ha brutalmente messo di fronte - col geniale stratagemma del cecchino - a un'immedesimazione col vietcong. (Non dico di più per non rovinare la visione a chi non avesse visto il film).

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3025
Registrato: Feb 2006

  postato il 12/01/2010 alle 20:15
Originariamente inviato da pacho

ah, é un po che ci penso dopo che nel mio odio marchigiano un giorno mi sono letto le leggendarie imprese del comandante Chang. Ebbene, esiste qualche film che assuma il punto di vista vietcong(non mi frega che siano bravi o cattivi..anzi, meglio che siano cattivi dato che poi han fatto un cul.o a 4 ante all "esercito piu potente del mondo")? no poerche mi son accorto che anche i film critici statunitensi al massimo raccontano la storia dei dissidenti o di chi faceva la parte del polizziotto buono.

aspetto una risposta per passare due ore di sollazzo


Non è ambientato in Vietnam, ma "Flags of your fathers" e "Lettere da Iwo Jima" di Clint (io ho il terrore di "Invictus", dopo qualche accenno di melassa in "Gran Torino") narrano della battaglia del monte Suribachi, con "flags..." che fa vedere la battaglia dalla parte americana e "Lettere..." che la narra dalla parte giapponese.

@pacho. Io ho visto il pessimo "Funny games" del 2007, di Haneke, che però realizzò anche il primo "Funny games" del 1997: questo mi manca. Com'è?

 

____________________
Gaudium magnum. E'tornato! (cit. Frank VDB)

Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°1

Anti Armstrong n°2

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 12/01/2010 alle 20:38
Originariamente inviato da Carrefour de l arbre

il primo "Funny games" del 1997: questo mi manca. Com'è?


Angosciante, molto bello.

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 1607
Registrato: Mar 2005

  postato il 12/01/2010 alle 21:10
non so se fosse l'effetto delle sostenze psicotrope..ma a me era piaciuto.
comunque lo ribadisco, beccati spoorloos credo dell'88.

grazie a tutti per le dritte sui film vietconghesi.sto provvedendo al reperimento.

 

____________________
I'm ipocrisy free

Io sto con Silvio che è
un gran furbacchione e con
la bellissima Oriana che ha
il coraggio di dire ciò che
tutti pensano ma nessuno dice
(si vocifera che la casalinga
di Voghera impallidisca
al suo cospetto).

---------------------------
Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°2

Anti Armstrong n°3
--------------------
Solo chi non ha paura di morire di mille ferite riuscirà a disarcionare l'imperatore

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 13/01/2010 alle 00:26
haneke mi piace soprattutto per la riflessione sul cinema e sull'immagine in genere che quasi sempre c'è nei suoi film, ma lo trovo troppo freddo.

visto che si parla di austria, consiglio vivamente - a chi piace ad esempio todd solondz - hundstage (canicola) di ulrich seidl.

quanto a spoorloos, bel film in effetti, quanto il remake americano stentava. peraltro anche in questo caso il regista è il medesimo (non ricordo il nome).
un altro regista olandese di thriller che mi viene in mente è dick maas, niente di eccezionale, ma a chi piace il genere dovrebbe gradire l'ascensore (e in minor misura amsterdamned).

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 13/01/2010 alle 00:50
Originariamente inviato da Bitossi
Persepolis era la capitale del regno Persiano, distrutta da Alessandro Magno (credo che il film tratti di questo, no? Me lo procurerò...)


Procurato... ed ho scoperto che del film non sapevo niente, neppure che fosse un'animazione (e che fosse tratto da un fumetto). Strano, me l'ero perso completamente, nonostante gli svariati premi ricevuti. Di solito sono più informato!
Pensavo proprio, dal titolo, che fosse una specie di "Alexander"...

E pure voi, ditemelo, no?


Per il momento ho visto solo l'inizio, e mi pare veramente interessante, con quella grafica tradizionale in 2D e quel bianco e nero (tranne la prima sequenza) che fa tanto neorealismo.

A questo punto mi sono informato, ed ho scoperto che nell'originale francese le voci di figlia e madre sono quelle di Chiara Mastroianni e della madre Catherine Deneuve (Paola Cortellesi e Licia Maglietta in quella italiana, con Castellitto a doppiare il padre).

Però ora capisco anche la domanda di Lemond riguardo al perché del titolo...

 

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond
Utente del mese Gennaio 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 5660
Registrato: Mar 2005

  postato il 13/01/2010 alle 07:01
Originariamente inviato da Bitossi


Però ora capisco anche la domanda di Lemond riguardo al perché del titolo...


E tu di solito rispondi senza capire

 

____________________
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente. Dopo 12 anni di carriera io so quello che devo fare e non voglio che una mia vittoria venga messa in dubbio dalla fantasia delle analisi".

(Jacques Anquetil, 4 maggio 1966, intervista a L'Équipe)

Non riesco a comprendere perché Morris non sia assunto da nessuna rete telvisiva come opinionista

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 1607
Registrato: Mar 2005

  postato il 14/01/2010 alle 03:18
appena visto il Grande Sogno: bel film! ok, c'é la parte un po mielosa ma per il resto gira bene. consigliato

 

____________________
I'm ipocrisy free

Io sto con Silvio che è
un gran furbacchione e con
la bellissima Oriana che ha
il coraggio di dire ciò che
tutti pensano ma nessuno dice
(si vocifera che la casalinga
di Voghera impallidisca
al suo cospetto).

---------------------------
Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°2

Anti Armstrong n°3
--------------------
Solo chi non ha paura di morire di mille ferite riuscirà a disarcionare l'imperatore

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 14/01/2010 alle 11:06
Grazie per la dritta, raccoglierò il consiglio al più presto Pacho!

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Marzo 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 4706
Registrato: Apr 2005

  postato il 14/01/2010 alle 11:09
cosa mi dite della serie di film fantascientifici Mad Max di Mel Gibson?

 

____________________
"Qui devi spingere con le tue gambe vecio" Davide Cassani a Gilberto Simoni alla ricognizione di Plan De Corones

"Signori non c'è ne sono più" Gilberto Simoni ad Aprica 2006

Il mio nome è Roberto che fa rima (guarda un pò che caso) con Gilberto

30 maggio 2007 ultima vittoria al giro sullo Zoncolan. 30 Maggio 2010 la fine di un lungo sogno duranto 15 anni fatto di tante gioie e tante delusioni, grazie di tutto Gibo!



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 14/01/2010 alle 13:24
Originariamente inviato da GiboSimoni

cosa mi dite della serie di film fantascientifici Mad Max di Mel Gibson?


ho visto il primo ed è molto di quell'epoca lì (prende Carpenter), direi bello. Il secondo l'ho visto tanto tempo fa, non ricordo granchè ma è fedele al primo anche se comincia con le menate apocalittiche, il terzo è più hollywoodiano ma non l'ho visto per intero

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 17/01/2010 alle 20:28
Originariamente inviato da pacho

l altra sera ho visto Avatar: da paura. il film piú antimperialista che abbia mai visto


Appena tornata da Avatar: quoto tutto! Spettacolare.

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond
Utente del mese Gennaio 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 5660
Registrato: Mar 2005

  postato il 18/01/2010 alle 08:18
Visto ieri questo film, davvero bello (per me)

E' un film che si può definire bello o buono, ma il termine migliore è il contrario dell'oTTIMO, di chi è cioè tETRAGONO nelle sue certezze (che siano dIPIETRISTE, sTALINISTE, mUSULMANE o cATTOLICHE). Non ci sono risposte, solo domande e tante (è' un film che si basa sulla sceneggiatura). Neppure certezze per lo spettatore, solo la voglia di condurlo in un viaggio nei meandri della coscienza umana in cui tutti noi ci potremmo trovare, a dover lottare contro le nostre convinzioni più profonde.
C'è anche il riferimento alla tv, in specie quella italiana, in cui l'opinione pubblica è fomentata dal pettegolezzo, e propende, come ogni curva (nord o sud è lo stesso) per la colpevolezza o per l'innocenza a spada tratta.

P.S.

Mi scuso per riferimenti all'oTTIMO etc. scritto in questo modo, che quasi nessuno in questo forum è in grado di comprendere. Ma ho copiato quanto ho spedito anche per altri e non mi sembrava giusto modificarlo, perché poi basta che lo leggiate in maniera normale.

 

____________________
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente. Dopo 12 anni di carriera io so quello che devo fare e non voglio che una mia vittoria venga messa in dubbio dalla fantasia delle analisi".

(Jacques Anquetil, 4 maggio 1966, intervista a L'Équipe)

Non riesco a comprendere perché Morris non sia assunto da nessuna rete telvisiva come opinionista

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond
Utente del mese Gennaio 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 5660
Registrato: Mar 2005

  postato il 18/01/2010 alle 09:57
Mi ero dimenticato di mettere il titolo: "Il dubbio".

 

____________________
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente. Dopo 12 anni di carriera io so quello che devo fare e non voglio che una mia vittoria venga messa in dubbio dalla fantasia delle analisi".

(Jacques Anquetil, 4 maggio 1966, intervista a L'Équipe)

Non riesco a comprendere perché Morris non sia assunto da nessuna rete telvisiva come opinionista

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 1607
Registrato: Mar 2005

  postato il 18/01/2010 alle 11:04
ti sei dimenticato di inserire le certezze liberiste, della ineluttabilità del mercato e del fascino discreto della borghesia.ossia le tue.

 

____________________
I'm ipocrisy free

Io sto con Silvio che è
un gran furbacchione e con
la bellissima Oriana che ha
il coraggio di dire ciò che
tutti pensano ma nessuno dice
(si vocifera che la casalinga
di Voghera impallidisca
al suo cospetto).

---------------------------
Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°2

Anti Armstrong n°3
--------------------
Solo chi non ha paura di morire di mille ferite riuscirà a disarcionare l'imperatore

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 18/01/2010 alle 13:07
Signori, atteniamoci al titolo del 3D per favore.

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 18/01/2010 alle 13:33
Originariamente inviato da W00DST0CK76

Signori, atteniamoci al titolo del 3D per favore.


Il liberismo è una terra straniera

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 174
Registrato: Oct 2009

  postato il 18/01/2010 alle 21:35
qualcuno di voi è andato a vedere Avatar?

vorrei avere dei giudizi per vedere se andarlo a vedere o no....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond
Utente del mese Gennaio 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 5660
Registrato: Mar 2005

  postato il 19/01/2010 alle 14:28
Originariamente inviato da alberto84

qualcuno di voi è andato a vedere Avatar?

vorrei avere dei giudizi per vedere se andarlo a vedere o no....


A me non piace questo genere, però ...

http://www.liquida.it/giampaolo-visetti/

 

____________________
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente. Dopo 12 anni di carriera io so quello che devo fare e non voglio che una mia vittoria venga messa in dubbio dalla fantasia delle analisi".

(Jacques Anquetil, 4 maggio 1966, intervista a L'Équipe)

Non riesco a comprendere perché Morris non sia assunto da nessuna rete telvisiva come opinionista

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 174
Registrato: Oct 2009

  postato il 19/01/2010 alle 15:01
Dall'articolo però dicono solo che in cina l'hanno ritirato per propaganda politica, però ha fatto il reord di incassi...
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 1607
Registrato: Mar 2005

  postato il 19/01/2010 alle 15:51
ha chiesto se il film sia bello, non se i cinesi sono cattivi.
.... ........ w bettino

 

____________________
I'm ipocrisy free

Io sto con Silvio che è
un gran furbacchione e con
la bellissima Oriana che ha
il coraggio di dire ciò che
tutti pensano ma nessuno dice
(si vocifera che la casalinga
di Voghera impallidisca
al suo cospetto).

---------------------------
Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°2

Anti Armstrong n°3
--------------------
Solo chi non ha paura di morire di mille ferite riuscirà a disarcionare l'imperatore

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3791
Registrato: Sep 2007

  postato il 19/01/2010 alle 20:43
Originariamente inviato da alberto84

qualcuno di voi è andato a vedere Avatar?

vorrei avere dei giudizi per vedere se andarlo a vedere o no....


Io non andrei a vederlo.

 

____________________
FANTACICLISMO 2008 Campione Olimpico in linea - S. Sebastian - Parigi Bruxelles - Vincitore classifica generale grandi giri (10° Giro - 10° Tour - 4° Vuelta) 1 tappa al Tour - 4 tappe alla Vuelta 9° classifica finale.
FANTACICLISMO 2009 Liegi-Bastogne-Liegi 2° classifica finale Giro d'Italia - 2 tappe - 1 giorno in maglia rosa - Best Belgio - 5° classifica finale

66 punti (nel 2008) + 115 punti (nel 2009) di vantaggio su Frejus: la mia nemesi!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3025
Registrato: Feb 2006

  postato il 19/01/2010 alle 21:02
Venerdì notte ho finalmente visto "la moglie del soldato". Erano anni che volevo vederlo, attirato dalla bellissima colonna sonora.
Posso dire ciò che disse, con l'estremo dono della sintesi, il mitico Fantozzi?
La trama non sarebbe male ma un rapitore che al secondo giorno lo sgrolla al rapito mi ha fatto ridere per un quarto d'ora. Non parliamo poi dei dialoghi, quasi esilaranti....insomma, per me è stata una sorpresa in negativo.

Fortunatamente, come Fantozzi che si concedeva un paio di giorni con la filmografia della Fenech, domenica sera è arrivato lui.
Rambo.
Il primo.
Il fascista buono contro i fascisti cattivi.
Sempre grandissimo!

 

____________________
Gaudium magnum. E'tornato! (cit. Frank VDB)

Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°1

Anti Armstrong n°2

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 1607
Registrato: Mar 2005

  postato il 19/01/2010 alle 21:07
Originariamente inviato da alberto84

qualcuno di voi è andato a vedere Avatar?

vorrei avere dei giudizi per vedere se andarlo a vedere o no....


non ti fidare mai di chi ti da consigli. ci sono brutti personaggi in giro.

 

____________________
I'm ipocrisy free

Io sto con Silvio che è
un gran furbacchione e con
la bellissima Oriana che ha
il coraggio di dire ciò che
tutti pensano ma nessuno dice
(si vocifera che la casalinga
di Voghera impallidisca
al suo cospetto).

---------------------------
Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°2

Anti Armstrong n°3
--------------------
Solo chi non ha paura di morire di mille ferite riuscirà a disarcionare l'imperatore

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 1607
Registrato: Mar 2005

  postato il 19/01/2010 alle 21:08
Originariamente inviato da Salvatore77

Originariamente inviato da alberto84

qualcuno di voi è andato a vedere Avatar?

vorrei avere dei giudizi per vedere se andarlo a vedere o no....


Io non andrei a vederlo.


sono senza parole. per tutto il resto c'è il bannomat.

 

____________________
I'm ipocrisy free

Io sto con Silvio che è
un gran furbacchione e con
la bellissima Oriana che ha
il coraggio di dire ciò che
tutti pensano ma nessuno dice
(si vocifera che la casalinga
di Voghera impallidisca
al suo cospetto).

---------------------------
Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°2

Anti Armstrong n°3
--------------------
Solo chi non ha paura di morire di mille ferite riuscirà a disarcionare l'imperatore

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond
Utente del mese Gennaio 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 5660
Registrato: Mar 2005

  postato il 20/01/2010 alle 15:11
Emmatar

http://video.corriere.it/?vxSiteId=404a0ad6-6216-4e10-abfe-f4f6959487fd&vxChannel=Dall%20Italia&vxClipId=2524_adce534a-05c3-11df-a1d7-00144f02aabe&vxBitrate=300

 

____________________
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente. Dopo 12 anni di carriera io so quello che devo fare e non voglio che una mia vittoria venga messa in dubbio dalla fantasia delle analisi".

(Jacques Anquetil, 4 maggio 1966, intervista a L'Équipe)

Non riesco a comprendere perché Morris non sia assunto da nessuna rete telvisiva come opinionista

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 20/01/2010 alle 17:59
Originariamente inviato da Carrefour de l arbre
Rambo.
Il primo.
Il fascista buono contro i fascisti cattivi.
Sempre grandissimo!

Uno dei miei film preferiti
Il 2-3 ecc erano meno belli (a parte qualche frase a effetto tipo " Rambo dacci la posizione che ti veniamo a prendere " " Sono io che vengo a prenderti.. " o nel 3 " Chi credi mai che sia quell'uomo ? Dio ? " " Dio avrebbe pietà lui no " ) troppi esplosivi.
Rambo 1 invece era diverso , una vera sceneggiatura , mezzi meno importanti (infatti incasso' piu' di dieci volte quello che era costato..) , il mito (piu' che in Rocky) , poche frasi ma emblematiche
Poi c'era un accusa sul modo in cui erano stati trattati i reduci dal Vietnam al ritorno in America

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 1607
Registrato: Mar 2005

  postato il 24/01/2010 alle 15:27
appena finito di vedere "Louise-Michel" nella mia domenica a base di cazzeggio totale con la morosa via per un po (speriamo che torni che ormai la casa é a condizione punkabbestia), scorte di birra pronta e chiterretta accessa per suonare sui pretenders (brrrrrrrrividi).

la liberté!!!

comuqnue: grandissimo film!

 

____________________
I'm ipocrisy free

Io sto con Silvio che è
un gran furbacchione e con
la bellissima Oriana che ha
il coraggio di dire ciò che
tutti pensano ma nessuno dice
(si vocifera che la casalinga
di Voghera impallidisca
al suo cospetto).

---------------------------
Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°2

Anti Armstrong n°3
--------------------
Solo chi non ha paura di morire di mille ferite riuscirà a disarcionare l'imperatore

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1450
Registrato: Apr 2009

  postato il 24/01/2010 alle 16:39
Visto ieri sera Nemico Pubblico-Public Enemies di quel grande regista che è Michael Mann. Grande prova di Johnny Depp e una bellissima fotografia.
Assolutamente da non perdere !

 

____________________
Fantaciclismo 2009 : 1°Tour de Romandie - 1° Paris-Tours
Tour de France 2009 : Vittoria 11°tappa Vatan Saint-Fargeau
Vuelta a Espana 2009 :Vittoria 6°tappa Xativa-Xativa e 11°tappa Murcia-Caravaca de la Cruz

Fantaciclismo 2010 : 1° Het Volk - 1° Milano-Sanremo - 1° Tour de Romandie
Tour de France 2010 : Vittoria 9°tappa Morzine Avoriaz- Saint Jean de Maurienne

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 25/01/2010 alle 08:21
Ieri ho visto, per la prima volta, "Stromboli" (1950) di Rossellini.
La scena in presa diretta della tonnara è incredibile ed oggi quasi impossibile nonostante la raffinatezza dei mezzi tecnici e per la quasi scomparsa dei tonni.

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Eddy Merckx




Posts: 1231
Registrato: May 2006

  postato il 25/01/2010 alle 17:14
Ho visto Avatar venerdi sera, gran bel film.

 

____________________
Andrea Giorgini

a.giorgini@ilciclismo.it
http://www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 26/01/2010 alle 23:45
Ho visto stasera "Il Grande Sogno" e non mi è piaciuto per niente: mi è sembrata una storia raccontata da qualcuno che si fosse trovato in mezzo a tutto il movimento del '68 quasi per caso, come se non avesse capito una cippa di quello che gli capitava intorno.
Nota positiva: l'interpretazione di Argentero. Questo ragazzo è veramente bravo e se si pensa (se possiamo essere un po' razzisti) che viene dal Grande Fratello, la cosa è già di per sè incredibile.
L'avevo visto recitare molto bene anche in una commediola carina di un po' di tempo fa "Diverso da chi?" e mi aveva stupito.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 1607
Registrato: Mar 2005

  postato il 27/01/2010 alle 00:01
ciao,
a mio avviso era un po' quello l'intento del film, ossia raccontare la storia dal punto di vista del poliziotto emigrato dal sud chenon é assolutamente politicizzato e che si trova immerso in una cosa di cui effettivamente non ne capisce una cippa (credo che sia una cosa autobiografica di Placido).

Secondo me ha il pregio, rispetto a molti altri film, che in definitiva non implica che ci sia una polizia buona o una polizia cattiva, ma che il compito costitutivo delle forze dell'ordine, sia il mantenimento dell'ordine punto e basta. Se le istanze rivendicative fuoriescono dall'ordine costituito, sono mazzate, e non c'é generale buono o cattivo che tenga.
Inoltre, particolare non da sottovalutare, non é portatore dell'odioso messaggio completamtne revisionista che vi sia stato un movimento buono - quello hippy e colorato - e uno cattivo - autonomo e incazzato. Per me questa á una cosa positiva.

Poi che Placido non abbia ancora capito dopo 30 anni cosa fosse il movimento ci puó pure stare..e si evince dalle sue dichiarazioni rilasciate a venezia in cui sosteneve che lui nel 68 si opponeva a un gruppo rivoluzionario che praticava la lotta armata..quando quel gruppo nasce in relatá nel 1971. Peró nella sua ignoranza porta un punto di vista non preconcetto e non "dalla parte del politiamente corretto."

oh, poi puó darsi che non ci abbia capito una mazza io. Peró, ecco, non mi aspettavo certo da Placido un film con il portato teorico de La Cinese di Godard! Secondo me, assumendo quel punto di vista dello sbirro spaesato ha compiuto la miglior cosa che potesse fare.

Quindi, mettiamola cosí: é come se il film "Lavorare con Lentezza" di Guido Chiesa fosse stato raccontato assumendo la prospettiva dell'appuntato Lionello (un grandissimo Mazzotta, il protagonista di Paz!). Boh, secondo me é molto meglio quella prospettiva che la prospettiva dell'illuminato o dell'organico del Pci che che sosteneva sempe e comunuqe che il "movimento fosse la feccia" (parole, tra l'altro, del professor Asor Rosa, queste ultime).

ti saluto.

 

[Modificato il 27/01/2010 alle 00:09 by pacho]

____________________
I'm ipocrisy free

Io sto con Silvio che è
un gran furbacchione e con
la bellissima Oriana che ha
il coraggio di dire ciò che
tutti pensano ma nessuno dice
(si vocifera che la casalinga
di Voghera impallidisca
al suo cospetto).

---------------------------
Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°2

Anti Armstrong n°3
--------------------
Solo chi non ha paura di morire di mille ferite riuscirà a disarcionare l'imperatore

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 27/01/2010 alle 00:35
L'intento autobiografico c'era di sicuro ed infatti si capisce che il regista si sbilancia apertamente verso il punto di vista dello sbirro spaesato.
Ma quello che mi ha un po' deluso è proprio il fatto che tutta l'ambientazione mi sembra un po' spaesata: a mio avviso non è riuscito a far quadrare i personaggi con lo sfondo. Non si è capito fino a che punto il '68 faceva da sfondo alla storia d'amore o se era il contrario.
Poi di sicuro non mi aspettavo da Placido un'analisi sociologica dettagliata del movimento.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond
Utente del mese Gennaio 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 5660
Registrato: Mar 2005

  postato il 27/01/2010 alle 12:34
"Io, loro e Lara" di Carlo Verdone: una commedia cattolica


di Gianfranco Cercone
Un luogo comune vuole che la commedia sia sottovalutata dalla critica
cinematografica. Ora: la commedia non è un genere minore; ha classici
esempi, teatrali e cinematografici, talmente noti che non è nemmeno il caso
di ricordarli. Ma c'è commedia e commedia. E anche in quel sottogenere,
tanto prolifico e longevo, che è la commedia all'italiana, esistono
fortissimi dislivelli qualitativi, che la critica è tenuta a riconoscere.

Alla commedia all'italiana appartiene certamente l'ultimo film di Carlo
Verdone: "Io, loro e Lara". Sta ottenendo in questi giorni un grande
successo di pubblico, e il plauso di una parte almeno della critica. Eppure,
a mio parere, non è tra i più brillanti esempi del genere. E cercherò di
dimostrare perché.

Uno dei procedimenti tipici della commedia è la deformazione caricaturale
dei personaggi. Un difetto - che sia l'avarizia, che sia la vanità, che sia
la petulanza - non resta soltanto un elemento della loro personalità, ma
diventa la loro ossessione dominante, tanto da dar luogo a dei tipi: l'Avaro,
il Vanaglorioso, il Brontolone, e così via.

Ma si sa che una buona caricatura, malgrado la deformazione, mantiene ben
riconoscibile il soggetto raffigurato, che anzi dovrebbe balzare ai nostri
occhi, per così dire, più vero del vero. Il personaggio, pur semplificato,
dovrebbe mantenere quel tanto di complessità e di contraddizioni, che ci
ricordino che, dopo tutto, è un essere umano.

Ora, il film di Verdone, come è giusto, fa largo impiego di caricature. Ma
sono caricature così elementari e marchiane, che non lasciano nessuna
sensazione di verità. Prendiamo, ad esempio, uno dei personaggi comprimari:
una psicanalista.

E' così presentata: una ragazza distesa sul lettino, nel suo studio, le
confessa piangente di aver dato fuoco alle tende del suo salotto, e poi
anche a sua madre. Ma lei non si scompone: quel giorno è nervosa per ragioni
personali; l'ora della seduta è terminata; e così, malgrado quella
dichiarazione madornale, congeda la paziente con quattro parole sbrigative.

Verdone vuol dirci che quella psicanalista, oltreché cinica, è malata di
nervi più ancora dei suoi pazienti. Lo spunto non è decisamente inedito. Ma
quel che è grave è che viene "spiattellato" senza la minima finezza. E a me
non sembra pedestre osservare che una dottoressa così schiettamente
disinteressata ai suoi pazienti, non può esistere, se non altro perché li
avrebbe già persi tutti da un pezzo.

E' soltanto un esempio, tra i numerosi che il film potrebbe fornire. In "Io,
loro e Lara" c'è un'assistente sociale, a prima vista rigorosa, ma che perde
la testa in modo ridicolo quando si invaghisce di un prete; un bancario
cocainomane, che tira su col naso ogni minuto, e lascia sbuffi di polvere
bianca sui risvolti dell'abito; un anziano che si sposa con la giovane
badante, agghindandosi con un parrucchino ridicolo e colto da una
incoercibile frenesia sessuale.

Insomma, il film è un carosello di maschere, nelle quali non si ritrova mai
quel gusto dell'osservazione psicologica, magari perfida, ma sottile, che è
dei buoni autori di caricature.
Eppure nel passato Verdone, soprattutto nei personaggi interpretati da lui
stesso, un talento di caricaturista lo aveva dimostrato. Come mai questa
volta tanta approssimazione?

Una ragione forse c'è. Ed è che la libera osservazione degli altri è stata
sostituita da un'ideologia, sia pure rudimentale.

Il protagonista del film è un prete in crisi, appena tornato dalla sua
missione in Africa. Le autorità ecclesiastiche gli suggeriscono saggiamente
di riunirsi per qualche tempo alla sua famiglia. E qui scopre i congiunti in
preda ai demoni del sesso, del denaro e della droga. Cinici ed egoisti, e
allo stesso tempo esauriti e disperati. In tanto buio, l'unico barlume di
luce è Lara, una giovane moldava; che, è vero, si esibisce nuda su Internet,
ma coltiva almeno un sogno "giusto": riunirsi con suo figlio, al momento
affidato ai servizi sociali, e inserirsi in una famiglia vera, calda e
solidale.

Alla fine, il prete si riconcilia con la propria vocazione, e torna felice
alla sua missione in Africa, in un mondo più povero, ma moralmente più sano.
Insomma, l'ideologia del film è inequivocabilmente cattolica. Ne dico male
per questo? Nient'affatto. Il cinema italiano e non solo, ha anche una alta
tradizione cattolica. Un nome per tutti, fulgido: Federico Fellini.

Ma come c'è commedia e commedia, c'è cattolicesimo e cattolicesimo. E nel
film di Verdone, alla grossolanità della forma corrisponde la grossolanità
del contenuto.

 

____________________
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente. Dopo 12 anni di carriera io so quello che devo fare e non voglio che una mia vittoria venga messa in dubbio dalla fantasia delle analisi".

(Jacques Anquetil, 4 maggio 1966, intervista a L'Équipe)

Non riesco a comprendere perché Morris non sia assunto da nessuna rete telvisiva come opinionista

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 1607
Registrato: Mar 2005

  postato il 02/02/2010 alle 23:46
stasera l'immoralitá di massimo pirri. vedremo

 

____________________
I'm ipocrisy free

Io sto con Silvio che è
un gran furbacchione e con
la bellissima Oriana che ha
il coraggio di dire ciò che
tutti pensano ma nessuno dice
(si vocifera che la casalinga
di Voghera impallidisca
al suo cospetto).

---------------------------
Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°2

Anti Armstrong n°3
--------------------
Solo chi non ha paura di morire di mille ferite riuscirà a disarcionare l'imperatore

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 8805
Registrato: Dec 2004

  postato il 03/02/2010 alle 10:50
Stasera andrò a RI-vedere Avatar, proverò la soluzione non in 3D.

 

____________________
http://www.nicolascattolin.com
Chi non indossa il casco non ha nulla nella testa che valga la pena proteggere.
If you don't have the balls to brake late then that is your problem. L.H. to K.R.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 05/02/2010 alle 08:07
Originariamente inviato da UribeZubia

Visto ieri sera Nemico Pubblico-Public Enemies di quel grande regista che è Michael Mann. Grande prova di Johnny Depp e una bellissima fotografia.
Assolutamente da non perdere !


straquotissimo, bel film e solito bravissimo Depp

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 8805
Registrato: Dec 2004

  postato il 08/02/2010 alle 13:07
Originariamente inviato da Andrea_Web

Stasera andrò a RI-vedere Avatar, proverò la soluzione non in 3D.


Sabato ho visto per la 3^ volta Avatar (due volte in 3D una in 2D) e devo dire che mi è piaciuto un casino.
Era dai tempi di Balla coi lupi che un film di questo genere non non mi emozionava così.

 

____________________
http://www.nicolascattolin.com
Chi non indossa il casco non ha nulla nella testa che valga la pena proteggere.
If you don't have the balls to brake late then that is your problem. L.H. to K.R.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Greg Lemond
Utente del mese Gennaio 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 5660
Registrato: Mar 2005

  postato il 11/02/2010 alle 08:10
"Baciami ancora" di Gabriele Muccino e il fenomeno dei film-sermone


di Gianfranco Cercone
"Baciami ancora" di Muccino e "Avatar" di James Cameron, hanno una
caratteristica in comune, che condividono del resto con molti film popolari.
Si basano cioè su un'idea del bene e del male semplice, che consente
rapidamente agli spettatori di comprendere quali sono i personaggi che
sbagliano, e perché; e quali sono invece quelli che hanno ragione.

In "Avatar" il bene è la difesa dell'ambiente naturale e dei diritti umani
(che sono trasfigurati fantasticamente nella difesa di un pianeta
immaginario e dei diritti degli extraterrestri); il male è la guerra, che
distrugge l'ambiente e conculca quei diritti.

In "Baciami ancora", il bene e il male sono altrettanto ben scanditi e
riconoscibili, ma di tutt'altro genere.

Il campo di interesse del film è qui rigorosamente circoscritto alla vita
privata di un gruppo di personaggi: uomini e donne sui quarant'anni, la cui
vita è segnata da una grande storia d'amore, culminata quasi sempre in un
matrimonio. Ma attenzione: una storia d'amore, ora in crisi o interrotta.

Perché gli amanti, o i coniugi, di "Baciami ancora" si sono separati, o sono
lì lì per lasciarsi?
Ecco un primo dato significativo: non accade mai perché l'amore si è
esaurito. I grandi amori, nel film di Muccino, di per sé non finirebbero
mai. Se finiscono, è perché vengono commessi degli errori.

Per esempio, in un caso, un uomo, alla nascita del figlio, è fuggito verso
lidi esotici, perché, come confessa, ha avuto paura di assumersi le sue
responsabilità. In un secondo caso, il matrimonio è stato ferito da una
serie di tradimenti, dovuti in primo luogo al marito, che non ha saputo
rinunciare alla libertà sessuale della sua gioventù. Insomma, la colpa è
degli uomini, che, secondo l'esplicita diagnosi dell'autore, sono immaturi,
non avrebbero pienamente completato la transizione dall'adolescenza all'età
adulta.

In un terzo caso però è la moglie che fugge dal marito, burbero e cupamente
geloso; invaghita di un ragazzo che fa l'artista, ed è dolce e sensibile. Ma
si sa, a volte il diavolo assume sembianze seducenti, che si dissolvono una
volta che siamo caduti in tentazione.

Ed ecco che il ragazzo tanto sensibile, quando scopre che la donna è rimasta
incinta di lui, si rivela un mostro di volgarità e di egoismo. E la donna
troverà rifugio da quel marito tanto scontroso, che non ha smesso di amarla
nemmeno per un minuto.

A questo punto, siamo in grado di indicare dov'è il bene e dov'è il male in
"Baciami ancora". Il bene è la maturità, che si esprime in un solo modo: il
matrimonio, la fedeltà, la formazione di una famiglia; il male è invece l'adolescenza
protratta, che porta al vagabondaggio sessuale e alla solitudine.

Se nel finale si ricompongono le famiglie felici (riunite - moglie, marito
e figli - sul lettone matrimoniale o baciate dal sole in un pic-nic in
campagna), lo scapolo, che per stupidità o per follia, non ha saputo unire
la propria vita con quella della donna che pure lo amava, si spara
miseramente nella cameretta della sua casa, dove ancora convive con la
madre. (E i suoi amici si rassegnano subito alla sua morte, che ritengono,
in definitiva, logica e naturale).

E per gli spettatori che non avessero ancora colto la morale del film,
provvede a illustrargliela in conclusione una voce fuori campo: "Muore chi
non ha messo radici". Parole che suonano di cattivo auspicio per un altro
personaggio, partito da solo, con lo zaino sulle spalle, per un paese
africano.

Intendiamoci: Gabriele Muccino è un regista abile, e il racconto di "Baciami
ancora" può catturarci. Ciò non toglie che il suo sia un sermone
sceneggiato, che fa eco al sermone esplicitamente clericale di Carlo
Verdone, nella commedia "Io, loro e Lara" - anche quello a sostegno del
valore della famiglia.

Qualche giorno fa, si è inaugurato presso la sede radicale di Roma, un
cineforum. Per l'occasione, Marco Bellocchio è venuto a dibattere con il
pubblico sul suo film: "L'ora di religione". Ha detto fra l'altro che
avrebbe intenzione di girare un film sull'Italia di oggi, che comprenderebbe
un episodio ispirato al caso di Eluana Englaro. Ma, ha aggiunto, non sarà
facile trovare i soldi per realizzarlo, perché, rispetto al 2002 - l'anno in
cui la Rai avevo coprodotto quel film anticlericale che è "L'ora di
religione" - da allora, ha detto testualmente Bellocchio, il clima si è
"incattivito".

Non voglio tirare conclusioni troppo sbrigative. Ma in questo inizio di
2010, si possono cogliere i segni di un vento di restaurazione sul cinema
italiano, che può destare preoccupazione.

 

____________________
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente. Dopo 12 anni di carriera io so quello che devo fare e non voglio che una mia vittoria venga messa in dubbio dalla fantasia delle analisi".

(Jacques Anquetil, 4 maggio 1966, intervista a L'Équipe)

Non riesco a comprendere perché Morris non sia assunto da nessuna rete telvisiva come opinionista

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  6    7    8    9    10    11    12  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.1687081