Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Santo Lance
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2  >>
Autore: Oggetto: Santo Lance

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 07/10/2004 alle 01:28
Non mi ero accorto che in casa eravamo rimasti senza valpolicella, il cartoncino era proprio vuoto e le bottiglie stavano là nell'angolo in attesa che le portassi al cassonetto del vetro da riciclare.
Anche quella maledetta bottiglia di grappa era vuota, l'avevo scolata per inventarmi le stupidaggini da raccontare alla corte dei miracoli.
Il tempo stringeva, i fumi dell'alcol stavano già svanendo e si avviciniava l'orario di chiusura del supermercato...ma dove diamine avevo messo quelle stramaledette chiavi della macchina?
Niente da fare, non le trovavo, inconvenienti della nebbia alcolica.
Avessi comperato almeno quell'amaro "di nonna gertrude" che al discount vendevano a tre euro...non mi piacciono gli amari, ma in situazioni come questa avrebbero fatto comodo.
Un dramma irreversibile, sentivo che la ragione si stava riappropriando della mia mente, la lucidità squarciava le tenebre caligginose, ed ecco il miracolo, ricordo con emozione quel momento in cui lacrime agli occhi mi lasciai cadere sul divano, stupito e ammutolito davanti alla figura di Santo Lance Armstrong, alto e imponente dinnanzi a me, rapito dalla mistica aureola che cingeva il suo capo irradiando una luce che colmava di bontà e santità quel volto magro e scavato ma giusto e severo.
Ancora adesso mi sento sciocco per non aver guardato se avesse le stigmate, ma sono sicuro che le avesse perchè non può essere diversamente.
Immantinente mi vergognai degli atroci pensieri che per troppo tempo avevano ammorbato il mio cuore in merito alla figura di questo santo texano, mi vergognai di tutta la sporca propaganda diffamatoria che avevo svolto sul forum di cicloweb.
Quante lacrime mio buon Lance...
Ma non è che per caso fosse un santo protestante? non per altro, io sono cattolico...ma via, che importanza può avere questo dettaglio davanti ad un sommo spirito aureolato? mi gettai ai suoi piedi e li baciai chiedendo perdono tra le lacrime.
Grazie Lance per avermi fatto vedere la luce, non riesco a capire come io possa avere dubitato di un uomo che assieme alla nike vende dei bellissimi braccialetti gialli di gomma per destinare il ricavato alla cura degli ammalati di cancro.
Lo so che molte aziende sportive sfruttano il lavoro minorile nel sud-est asiatico, ma se Santo Lance si fida mi fido anche io.
So che anche il Silvio fà tanta beneficienza, ed è per questo che smetterò di pensare male del Silvio grazie a Santo Lance.
Mi vergogno di tutti i cattivi pensieri e mi prostro chiedendo perdono.
Lo so che il tour de france è la corsa più importante del mondo esclusivamente dal punto di vista mediatico, so che esistono altre corse che sportivamente sono significative tanto quanto il tour se non di più, ma mi adeguo, mi sottometto da buon convertito, accetto supinamente che il tour sia l'unica corsa che meriti di essere corsa, tutto il resto è insignificante se lo ha deciso il buon Santo Lance, e chiedo perdono.
Santo Lance ancora una volta è ricco di bontà e generoso nel donare, perchè se partecipasse a tutte le corse più prestigiose vincerebbe sempre, perchè è troppo forte e ha sconfitto anche il cancro, mentre così lascia che anche i poveri abbiano i loro cinque minuti di gloria, alle olimpiadi piuttosto che al mondiale o alla sanremo.
Eppoi che emozione ripensare alla lezione che impartì a quel calunniatore di Simeoni, perchè come i cavalieri della tavola rotonda, come i paladini di Carlomagno, come El Cid de la reconquista, Santo Lance punisce i felloni e i marrani, infligge loro la giusta pena per avere spergiurato sull'onestà di un bravissimo e rispettabilissimo dottore, perchè se un dottore si prende cura di Santo Lance, allora anche quel dottore è un po' santo e Simeoni non può permettersi di bestemmiare.
Vade retro Filippo Satana Simeoni!
Perdonami Santo Lance, per aver pensato che nascondesse la verità quel libriciattolo con le dichiarazioni della tua fisioterapista, adesso so che probabilmente gli autori sono stati assoldati dall'assicurazione che ora non vuole pagare i cinque milioni di dollari che ti spettano per la vittoria del sesto tour de france.
Quei maledetti ipocriti hanno anche sguinzagliato gli investigatori per raccogliere informazioni, torbidi impostori, hai fatto benissimo Santo Lance a fargli causa.
Non ho altro da dire Santo Lance, se non chiederti ancora umilmente perdono.
Ti prometto che toglierò la frase di Lemond che stà ai piedi dei miei post.
Ciao Santo Lance, grazie per avermi fatto vedere la luce.

 

[Modificato il 07/10/2004 alle 01:41 by aranciata_bottecchia]

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 07/10/2004 alle 10:29
Favoloso!!!!!Non so dire altro!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 193
Registrato: Aug 2004

  postato il 07/10/2004 alle 12:30
aranciata_bottecchia sei un mito, propongo di candidarti al nobel per la letteratura,
i tuoi racconti nella "corte dei miracoli" e quest'ultimo sull'amerikano sono veri capolavori, grandioso, continua a proporci quello che partorisce la tua fantasia,
ciao e grazie mille

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 07/10/2004 alle 13:23
guarda io l'avevo letto ieri notte ma mi ero ripromesso di aprire un nuovo thread solo per complimentarmi con tanta geniale creativita,ed altrettanto ficcante senso della realta',uno spiccato ed elegantissimo cinismo,veramente un piccolo capolavoro,che nn volevo "sporcare"con altri post ma siccome l'hanno gia'fatto,beh allora nn rimane che rinnorvarti i miei complimenti....poi tutto a mente completamente lucida...!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 07/10/2004 alle 13:53
Grazie a tutti per gli apprezzamenti, fanno piacere sinceramente.
Devo comunque ammettere che se Armstrong avesse vinto un paio di tour in meno, se avesse realizzato almeno una doppietta giro-tour, se avesse corso professionalmente tutto l'arco delle stagioni e si fosse messo in saccoccia una sanremo e una LBL, beh io sarei tra quelli che lo paragonerebbero ai grandi del passato nonostante le ombre del doping.
Così non è.
Sento dire che vorrebbe partecipare alla maratona di new york o qualcosa del genere, lo sento sempre più lontano dallo sport che amiamo più di tutto.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 203
Registrato: Sep 2004

  postato il 07/10/2004 alle 20:43
pare che il santo stia pensando di dispensare i suoi prodighi consigli perchè gira voce che voglia sostituire ciccio graziani al cervia!cosmico

 

____________________
janny

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 07/10/2004 alle 20:59
stiamone certi che,grazie alle sue imprese miracolose,riuscirebbe tempo un paio d'anni a vincere anche a new york,mi dispiacerebbe giusto per l'olimpionico baldini,lo vedete lance che lo doppia ad un'altra velocita'dopo anni di sudatissima carriera x uno stefano arrivato solo adesso e meritatamente in cima al mondo...che disdetta,ma che santo(ne) l'americano...

 

[Modificato il 07/10/2004 alle 21:02 by Pirata x sempre]

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 203
Registrato: Sep 2004

  postato il 07/10/2004 alle 23:34
ecco..cosa è successo..pare che il santone abbia guarito con le sue mani franca fiacconi..che adesso vorrebbe vedersi restituito il favore..

 

____________________
janny

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 193
Registrato: Aug 2004

  postato il 08/10/2004 alle 09:01
Così scrisse tra le sue cronache E. Capodacqua dopo la cronscalata dell Alpe d'Huez a proposito del santone amerikano:
"Un minuto a Ullrich in soli 15,5 chilometri; uno e mezzo (quasi) a Kloden, due specialisti; dal quinto in giù tutti oltre i due minuti.
Sono differenze da brivido, che dicono di un regno che al momento non vede confini. La crono è sempre la corsa della verità. E se è in salita, la verità è ancora più vera. Armstrong non solo non ha avversari, ma non ha neppure semplici antagonisti: questo ha detto l’Alpe d’Huez.
Troppa la differenza fra lui e gli altri. Lui capace di "girare" fin oltre 100 pedalate al minuto sulle sfiancanti pendenze dell’Alpe; gli altri affannati attorno alle 80-90.
Un ritmo che dice di una differenza di "cilindrata" incolmabile.
Far girare così veloci le gambe in salita per quasi 40 minuti, infatti, richiede una enorme capacità di trasportare ossigeno ai muscoli. Per non andare troppo presto in acido e far decadere la qualità della prestazione. Ma Armstrong è in grado di pedalare i 15,5 chilometri che portano da Le Bourg d’Oisans all’Alpe (dislivello di 1130 metri, pendenza media 7,2%) ad una velocità di 23,436 chilometri l’ora. Il che, applicando la formula di Di Prampero con i parametri più favorevoli possibili, vuol dire pedalare ad un vattaggio medio, durante tutta la prova, di circa 468 watt (circa 6,6 watt/chilo) . E ad un massimo consumo di ossigeno presunto (VO2max) di circa 105,6 ml/kg/m. Si tratta di valori di assoluta eccellenza, che non si trovano nei libri di fisiologia, neppure a cercare gli atleti più forti dal punto di vista aerobico, quelli di mezzofondo e maratona."

Chissamai che faccia il miracolo anche col sottoscritto portandolo dagli ultimi ranghi del plotone degli udacini indomito a sbavare e mangiare erba fino a mettere la testa avanti, che mi trasmetta il suo fluido magico.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 08/10/2004 alle 17:33
Forza Eretico, beviti un'aranciata come Bottecchia e dacci dentro!
Ma che percorso seguite da corsico?

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Elite




Posts: 28
Registrato: Oct 2004

  postato il 08/10/2004 alle 19:02
Mi unisco ai complimenti per aranciata_bottecchia: puntuale e (soprattutto) pungente.
Intanto una indiscrezione: S.Lance da Austin dovrebbe a breve provare il record del percorso Terra-Luna dotato solo della sua Trek, con la quale si staccherà dal suolo, pedalando con la consueta agilità verso le altezze dell'Universo, sulle orme del suo omonimo Neil...me lo ha assicurato un certo medico dal rosso cognome veloce...ora che lo hanno condannato a pagare due pesche e tre mele dopo un lungo processo, chi lo ferma???

Saluti
El_Chaba

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 08/10/2004 alle 22:23
ma perche'nn ce lo vedete un lance a fine carriera provare il record dell'ora e distruggere il grande boardman nn solo con i nuovi limiti u.c.i.imposti alle biciclette ma anche i 56km.e passa fatti con le super protesi,spinaci etc....d'altronde solo un santo(ne) potrebbe riuscire ad esser il piu'veloce di sempre con i nuovi regolamenti...

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Ottavio Bottecchia




Posts: 548
Registrato: Jul 2004

  postato il 12/10/2004 alle 16:01
pur non essendo in accordo con quello che ha scritto, trovo veramente divertente e fantasisoso il racconto di Aranciata_Bottecchia. Complimenti!

 

____________________
http://www.bloggers.it/bici



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/11/2004 alle 22:45
SANTO LANCE parte seconda

Anni, tanti ne erano passati dacchè ebbi il mio ultimo incubo, probabilmente ero ancora un ragazzino, perciò sono rimasto travolto dall'orrore l'altra notte, ho impiegato parecchi giorni per recuperare la serenità.
Indubbiamente la colpa è stata del cotechino con la polenta e le lenticchie, quelle piccole migon, molto più buone di quelle grandi che quando le cuoci si attaccano tutte tra di loro, diventando una pappetta che mi ricorda gli orribili pasti alla mensa della scuola elementare.
Ero tormentato da una certa acidità di stomaco, faticavo a prendere sonno e quando finalmente mi assopii...ecco l'incubo.
Avevo sognato di essere Pippo Simeoni, stavo in cassetta di un carro conestoga coi cavalli lanciati a briglia sciolta, la schiuma alla bocca, mentre le ruote scricchiolavano paurosamente e pareva che potessero schiantarsi a pezzi da lì a poco.
Quelli che mi inseguivano cacciavano grida animalesche, erano Lance e i suoi vestiti da indiani, con gli archi e le frecce e le facce pittate.
Mi erano sempre più vicini, forse avevano i cavalli strafatti di epo perchè anche i miei ronzini non erano male, eppure perdevo sempre più terreno.
"Stump" fece la freccia piumata che si conficcò a pochi centimetri dalla mia gamba, facendomi voltare verso l'indemoniato che l'aveva scagliata, era Ekimov e adesso mi faceva le corna, poi arrivò il grande capo Lance Braccio Forte, mi squadrò torvo e poi mi disse: "Simeoni, avrò il tuo scalpo!"
Mi sentivo disperato e mi misi a piangere mentre quelli sghignazzavano, volevo gridargli che non ero Simeoni, che ero solo Aranciata Bottecchia, poi mi sovvenni che il grande capo aveva tanti soldi e tanti avvocati, così lo implorai -per favore, grande capo Braccio Forte, non potrei parlare con il suo avvocato?-
Niente, quello sghignazzava, poi tese la corda dell'arco e prese la mira, tenendo le briglie del cavallo tra i denti e zaccc...mi svegliai di soprassalto, spaventato a morte, tastandomi dappertutto come per verificare che non mi avesse colpito una freccia vagante, tirai un sospiro di sollievo e chiusi gli occhi...e li riaprii subito, perchè Santo Lance stava seduto comodamente sulla poltrona davanti a me, con l'aureola che rischiarava tiepidamente l'oscurità.
"Sono fottuto" fu quello che pensai, perchè nonostante la sua prima apparizione avevo continuato a scriverne peste e corna sul godurioso forum di cicloweb.
-Ciao Bottecchia, come stai?-
Tenevo lo sguardo basso davanti alla sua santità e a voce bassa gli risposi -benino-
-Why man? forse la tua coscienza ha qualcosa di cui vergognarsi?-
-Mi vergogno profondamente Santo Lance, so di averti deluso profondamente, me ne dispiaccio...-
-Bravo ragazzo, vedo che capisci al volo, ora cosa ti proponi di fare per espiare i tuoi peccati?-
-Cosa vuoi che faccia Santo Lance? i tuoi desideri saranno ordini per un misero peccatore come me, vuoi che ti dedichi un blog tutto tuo?-
-No, No, per carità, ne ho già tanti, e poi sai che preferisco che di me non si scriva proprio, meno si parla di me meglio è-
-Ah già, capisco, che vuoi che faccia Santo Lance?-
-Ho qui un braccialettino della mia fondazione livestrong, potresti comprarlo-
-Ma certo Santo Lance!!!- gridai euforico per la prospettiva di cavarmela così a buon mercato, al cospetto di Santo Lance.
-Quanto costa?- gli chiesi.
-Solo un euro-
Mi tastai le tasche ma non trovai gli spicci, mi alzai verso il salvadanaio, lo presi e lo agitai ma quello restò muto, allora aprii il portafogli e ne cavai quella solitaria banconota da 50 euro.
-Avresti il resto Santo Lance?-
-No, però posso darti 50 braccialetti-
Restai di sasso, stavo per giocarmi gli ultimi risparmi della settimana, ma come rifiutare l'offerta di Santo Lance? eppoi i braccialettini erano molto trendy, forse avrei potuto mettermi nel parcheggio di una discoteca e rivenderli anche a due o tre euro ciascuno, così accettai e gli allungai tristemente la mia ultima banconota, che Santo Lance acchiappò alla velocità della luce (prerogative degli spiriti superiori).
-E i braccialetti dove sono?-
-Te li mando per posta, forse non ti fidi? guarda che l'US postal service funziona benissimo-
-Certo Santo Lance, non ho dubbi-
Quello stava lì e mi sorrideva, mi chiesi se dovessi mai aspettarmi qualche altra punizione, ma visto che l'aureolato stava lì in silenzio mi feci coraggio e cercai di imbastire un dialogo.
-Vuoi mangiare qualcosa Santo Lance?-
-Mmm, non saprei, che c'è di buono?-
-Ho ancora un po' di cotechino con la polenta e le lenticchie-
-I'm texan by the grace of God! che schifezze mangi? sei peggio di Ullrich!!!-
-Hai ragione Santo Lance, ti chiedo scusa- fu tutto quello che riuscii a blaterare perchè mi sentivo umiliato, così cercai di cambiare discorso.
-Santo Lance, l'anno prossimo vincerai ancora il tour?-
-Mah, non so, non ho ancora deciso, ma ti confesso che mi piacerebbe venire in italia-
-Come come come? parteciperai al giro d'italia?-
-Oh what a stupid man! you are crazy! certo che no! che vuoi che me ne importi a me del giro, stavo pensando di andare da Bonolis al tirapacchi, o forse da Gerry Scotti al milionario-
-Ah, per devolvere la vincita in beneficenza?-
-No, mi servono soldi, l'assicurazione non paga e Sheryl per il compleanno mi ha chiesto di comprarle un biglietto per un viaggio su una di quelle navette spaziali, perchè sai com'è...i suoi dischi non è che vendano più tanto come prima, i repubblicani poi la boicottano e anche le radio country non la trasmettono più, così dobbiamo darci da fare per mantenere un certo tenore di vita e poi, ti dirò in confidenza, lei è anche un po' arrabbiata con me, perchè è stanca di fare l'amore sotto la tenda ipobarica, quindi anche io ho qualche peccatuccio da farmi perdonare-
Ero onorato e lusingato dalla fiducia che Santo Lance mi riservava confessandomi le traversìe della sua vita, sicchè commosso capii che non si accede per caso alla santità e Santo Lance aveva tutte le carte in regola, e le sue carte erano siglate M.F., ma ancora oggi non sono riuscito a scoprire quale fosse il significato di quella sigla tanto santa quanto misteriosa.
Poi ci fù un gran botto e un nuvolone di polvere e nebbia che si dissolse molto lentamente mentre qualcuno tossiva, ma non si trattava di mè come neppure di Santo Lance, c'era un nuovo arrivato.
-Mmm, che bon ch'el sè sto profumo...oilà bocia, cossa ghe sè da magnar?-
Santo Lance taceva impallidito, aveva perso il suo tipico colorito roseo e sembrava irrigidito.
Anche il nuovo arrivato era aureolato.
-Mi scusi, al cospetto di quale Santità mi ritrovo?- chiesi inginochiandomi.
-Marson! non star a ciaparme per mona, te gò domandà cossa ghe sè da magnar?-
-C'è del cotechino con la polenta e le lenticchie-
-Beh? cossa spetitu? te gà parecià a tòea?-
-Corro a preparla- e mi precipitai ad apparecchiare tovaglia e posate e tutto il resto, stappai anche il cabernet.
Il Santo si sedette e mangiò con voracità spazzolando tutto lo spazzolabile.
-Ah che tociada, ah che magnada...magna fa merda, merda fa grassa, grassa fa magna...mmmm che bon ch'el sè el cotechin- fece massaggiandosi il ventre col palmo della mano.
Santo Lance stava muto nel suo angolo e non proferiva parola.
-Oh ben, me presento và, io son Santo Ottavio, Santo Ottavio Bottecchia-
Trasalii e gli occhi mi si illuminarono, mentre cadevo in ginocchio prostrandomi, anche perchè ormai mi ci ero abituato.
-Cossa te stà lì coi genocci in terra, vien sù mona!-
-Sì Santo Ottavio, chiedo scusa, mi ero abituato a prostrarmi con Santo Lance-
Santo Ottavio guardò Santo Lance, il quale chinò lo sguardo.
-Scoltame un po' tosatiol, varda de non badar ae puttanate ch'el te dise quel mona, no star a darghe attension, pensa che quando el gera ceo el gavea la voia de far quea spesse de lotta coe mascare, el restlin' me par ch'el se ciama, quel che i fà finta de darse e botte e i fà ridar quei mona dei americani, poi ghe sè stato qualche sempioldo ch'el gà regaeato a bissicletta, e adesso el và a imbroiar quei insemenii che i no capisse ch'el ciapa un sacco de medissine e i no ghe dise niente-
-Io non sono mai stato trovato positivo!- saltò sù gridando quell'altro.
-Tasi sù mona, và che te dò un schaffon!- e fece il gesto mentre l'americano si proteggeva il viso con le braccia, cadendo sulla poltrona.
-Scoltame, no star a darghe retta! el s'è un corridor patacca e anca un santo patacca, el fà finta, el gà l'aureola con la pila duracell.
E sparì in un soffio di nebbia il Santo Ottavio, trascinando via per la collottola quel personaggio che non so più come chiamare.
Raccolsi la banconota da 50 euro che era rimasta sulla poltrona e la rimisi nel portafogli.
"Anche questo mese riuscirò a comprarmi bicisport" fù tutto quello che pensai.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/11/2004 alle 23:31
Per Admin: nella satira precedente c'è qualche termine volgarotto, ti chiedo per cortesia di chiudere un occhio perchè era un'esigenza irrinunciabile.
Ti assicuro che non abuserò di questa licenza.
Ciao

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1446
Registrato: Oct 2004

  postato il 07/11/2004 alle 08:10
Bravissimo Aranciata.
Con la fantasia che ti ritrovi e con la genialità che dimostri, forse ti conviene dedicarti più alla letteratura che al ciclismo.
Comunque e sempre evviva il ciclismo e ......la letteratura.

 

[Modificato il 07/11/2004 alle 09:05 by ciclgian]


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 07/11/2004 alle 11:40
Ciao Ciclgian, ti ringrazio per i complimenti.
Ora tocca a me contraccambiare: in tutti i tuoi post precedenti non avevi mai lasciato intendere di possedere il men che minimo briciolo di umorismo, ma constato con piacere che c'è stato un piccolissimo progresso.
Bravo! insisti su questa strada, mi raccomando.
Ciao

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 13/11/2004 alle 20:01
Questo è un delirio immaginario

SANTO LANCE terza parte

-Pronto? ah è Lei, come stà?-
-Mi consenta di procurarle grande felicità facendole sapere che la mia Persona gode di ottima salute, piuttosto ultimamente la vedo appesantita...-
-Ha ragione, mi metterò immediatamente a dieta-
-Bravo, piuttosto le telefono perchè il mio grande amico George Walker mi ha confidato che un suo grande amico, Armstrong, parteciperà al quiz televisivo che Lei conduce, e mi ha pregato perchè facesse un'ottima figura degna e consona per un rappresentante di quel favoloso paese che è il texas-
-Dobbiamo pilotare le domande?-
-Bravo, mi consenta di dirLe che comprende al volo le mie esigenze, e Le assicuro che quando il tricheco lascerà la baracca quella poltrona sarà sua-
-La ringrazio con gioia, Le assicurò che non ci saranno contrattempi, mi saluti la signora e i suoi figlioli...-


Santo Lance rimira per l'ultima volta l'aureola finta che tiene tra le mani poi toglie la pila duracell, che può tornare buona per la radiosveglia, e getta via l'attrezzo oramai inutilizzabile.
Chiude la valigia e aspetta il taxi che lo condurrà all'aeroporto, destinazione italia, il milionario.

-Eccoci alla prima domanda, Lance, quante ruote ha la bicicletta? una, due, tre o quattro?-
-La sò! due e accendiamola!-
-Braaaavo, Lei è un concorrente molto preparato e sono felice di averla come ospite in questa trasmissione che, lo ricordiamo per gli amici che ci seguono da casa, devolverà in beneficenza l'interà somma che Lance Armstrong riuscirà a vincere.-
Scroscio di applausi, quindi segue una serie di domande "molto difficili" cui il grande campione riesce a rispondere con prontezza e intelligenza.
-Complimenti Lance, ha già risposto a tredici domande tenendo un ruolino di marcia impressionante, le ha affrontate tutte come se fossero una cronometro del tour de france ed effettivamente ha stabilito un vero e proprio record, nessuno aveva risposto alle prime tredici domande con la sua velocità, si vede proprio che è un campione-
Santo Lance gigioneggia sorridendo, esibendo ancor più la sua prominente mascella.
-Ed eccoci alla penultima domanda, quale tra questi corridori ha vinto il maggior numero di giri d'italia? Coppi? Bigozzi? Migliavacca? Vicariotto? ci pensi bene Lance, non sia affrettato e si prenda tutto il tempo di cui ha bisogno-
-Voglio l'aiuto del pubblico-
Scroscio di applausi
-Bravo Lance, li ha fatti contenti anche perchè si tratta di un argomento molto popolare..ecco che il pubblico vota...tra un momento la grafica visualizzerà i risultati...ecco, c'è un Coppi con il 65% dei voti, poi Migliavacca con il 25%, Vicariotto con il 9% e solo 1% per Bigozzi-
-Mi sento di fare fiducia al pubblico, dico Coppi-
-Certamente 65% è una bella percentuale, la accendiamo?-
-Accendiamo-
-Ma certo!!! Fausto Coppi!!!! un bravo anche al nostro preparatissimo pubblico!!-
Scroscio di applausi mentre Santo Lance si volta a destra e sinistra regalando il suo meraviglioso sorriso.
-Bravissimo Lance, si è confermato grandissimo campione anche stando seduto qui con noi, rispondendo imperturbabilmente a tutte le domande e andando avanti, ma si sà che in questo gioco...only the braves...e il nostro campione di coraggio ne ha da vendere, pensate che nella sua vita ha saputo sconfiggere anche il cancro dopo una lunga lotta, dopo che i dottori gli avevano detto "fifty fifty", cinquanta e cinquanta, le possibilità che vincesse lui e le possibilità che la spuntasse la malattia, ma Lance ora è qui con noi perchè è lui che ha vinto-
Scroscio di applausi.
-Ed ora eccoci all'ultima domanda, quella cui rispondendo consentirebbe al nostro Lance di andare a casa con un milione di euro da devolvere alla fondazione livestrong, ma ricordiamo che Lance potrebbe anche decidere di tenere la cifra che ha guadagnato sinora, oppure potrebbe rispondere e sbagliare cadendo a quota sedicimila euro, che sarebbe un premio di consolazione ben piccolo per le grandi qualità che ci ha mostrato sinora, ma veniamo al dunque, ecco la domanda: quale di questi corridori ha vinto il maggior numero di tour de france? Anquetil? Poulidor? Chiappucci? Bottecchia?-
Cala il più profondo silenzio nello studio, mentre Lance si sfrega la mascella pensieroso.
-Voglio usare l'ultimo aiuto, voglio togliere due possibilità-
Scroscio di applausi.
-Il nostro Lance vuole togliere due possibilità...lasciamo agire il compiuter...ecco, il compiuter ha tolto Poulidor e Chiappucci, sono rimasti Anquetil e Bottecchia-
Lance rimane pensieroso, quasi ipnotizzato, come se fosse in trance comincia a balbettare
-Bb..bb..bb, bottt...bottt...bb...bbbb...botteee...bbb...-
Poi caccia un urlo
-Aaaaaaaaaarrrggggggg-
-Che succede Lance, si sente bene?-
-Botteeeeecchiaaaaaaa!!!-
-Ha scelto Bottecchia-
-Botteeeecchiaaaaaa!!!!-
-Accendiamo?-
-Botteeeecchiaaaaaa!!!!-
-Lance, accendiamo?-
Lance sbava, gli occhi capovolti come se fosse posseduto
-Bottecchia...- mormora, poi -Bottecchia, accendiamo-
-Ma noooo, è sbagliato, ma come le viene in mente di dire Bottecchia! era Anquetiiil! amici, Armstrong ha buttato via una grandissima occasione e dovrà rinunciare al milione di euro che, ricordiamolo, sarebbero stati devoluti alla fondazione contro il cancro, che peccato, è una vera disdetta, si era comportato egregiamente sino all'ultimo scoglio, ma poi proprio su quell'ultimo scoglio Lance è naufragato-
Lance crolla in lacrime mentre Santo Ottavio sghignazza indisturbato in angolo buio dello studio televisivo, sapendo che il milione per la donazione era già stato consegnato a Lance per la sola partecipazione....

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 257
Registrato: Nov 2004

  postato il 13/11/2004 alle 21:14
Aranciata-Bottecchia pensi che il santo Lance riuscirà a miracolare anche Popovych, visto che nella sua squadra tutti quanti volano?
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 13/11/2004 alle 22:14
Mah...di sicuro Yaroslav migliorerà notevolmente le proprie perstazioni a cronometro, su questo aspetto non ho dubbi.

Vincere tanto tra gli juniores può anche essere un segnale positivo.
Vincere tanto tre gli under23 può anche essere un segnale negativo.

Ho la netta sensazione che fino ad ora Yaroslav sia stato consigliato male; per esempio, come ho già scritto, credo che sulla sua scelta abbia influito il suo ds alla landboukrediet, Baffi, già compagno in US postal di Hincapie e Ekimov.
Ma tutto ciò significherebbe anche che Yaroslav ha una personalità non proprio forte.

C'è chi mi fà notare che il solo doping non avrebbe mai permesso ad Armstrong di vincere sei tour de france.
Chiaramente c'è un equivoco, io non ho mai sostenuto una cosa del genere, riconosco che Armstrong possiede una personalità marcatissima, una ferrea determinazione negli allenamenti e nella preparazione, una forza di volontà che non può essere paragonata a quella di nessun altro corridore in attività.
Tuttavia ritengo che la sola forza di volontà non avrebbe mai permesso a Lance di vincere sei tour de france e probabilmente nemmeno uno.
Sono le due facce della stessa medaglia.
Quindi non è detto che per Popovych sia sufficiente trasferirsi a Gerona per diventare un campione.
Doping o meno, la forza mentale è una componente imprescindibile per un fuoriclasse, una condizione non sufficiente ma assolutamente necessaria per trasformarsi in atleti vincenti.
Si tratta di una qualità che viene predisposta da mamma natura e che le condizioni ambientali possono aumentare o diminuire in misura limitata e mai radicale.
Chissà...

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Professionista




Posts: 44
Registrato: Sep 2004

  postato il 13/11/2004 alle 22:39
x arancia, mi chiedo cosa saresti riuscito a tirar fuori una trentina d anni fà su eddy merckx ?
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 13/11/2004 alle 23:50
Ti piacerebbe eh?
Na na na na na.
L'unica cosa che ho scritto a proposito di Eddy Merckx è che il fiammingo stava profondamente sui marroni ai francesi, tanto che che quelle tra il 1969 e il 1974 furono per il tour edizioni con pochissimi kilometri a cronometro proprio per non avvantaggiare il fortissimo fiammingo.
Ti è andata male, provaci ancora leoncino, al prossimo attacco potresti essere più fortunato (ne dubito...).

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 14/11/2004 alle 00:42
Credo che nell'intervista di Grassi a Molinaroli un po' tutti si siano accorti del riferimento ai "diari clinici" che il candidato sosterrebbe in seno alla federazione qualora venisse eletto.

In francia si parla da tempo della necessità di introdurre il "suivi medical", ovvero il monitoraggio continuo dei dati clinici di un atleta.
Il caso Cioni ha dimostrato quanto grave sia la mancanza di una simile istituzione.
Una lotta al doping credibile non può prescindere dall'introduzione dei diari clinici, assieme alla progressiva limitazione dei farmaci dopanti a "restrizione d'uso", farmaci dopanti consentiti agli ammalati, spesso immaginari, che hanno per scopo l'aumento della soglia del dolore o la copertura di altre sostanze dopanti.
Chiaramente ci si aspetta anche che l'organismo dell'antidoping (almeno per gli sport europei) vada a dipendere direttamente da una commissione-sanità del parlamento europeo e non dall'UCI.
Forse in questo modo non avremo più "mostri" irrazionali come Lance Armstrong.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 14/11/2004 alle 02:50
Bè, "rassegnati" alla superiorità di Lance, aranciata, perchè pare che la tua patacca di santo abbia chiesto al suo amico Mark Webber di fargli provare la Williams-BMW

Dopo Ullrich, il texano avrà preso mica di mira Michael Schumacher ?!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 14/11/2004 alle 12:50
NOTIZIA DALL'AGENZIA "ANSIA"

Armstrong avrebbe dichiarato "proverò la williams-bmw perchè Valentino Rossi mi ha già soffiato il posto alla ferrari".

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 14/11/2004 alle 14:10
eh ma sulla formula uno c'e'poco spazio per il doping...
leggendo anch'io l'intervista a molinaroli devo dire che,a parte la gran gioia di nn vedere piu'ceruti..mi e'sembrata persona piuttosto seria e determinata e gia il voler monitorare i dati clinici di un'atleta e'un segnale evidente di voler affrontare la piaga del doping in modo certamente piu'serio dei vari quaderni neri che vanno in giro a tutt'oggi!!!
poi nn e'un politico,e'una persona che nel ciclismo corso ci ha vissuto per anni,insomma sono moderatamente fiducioso in caso di sua vittoria..

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 15/11/2004 alle 15:58
Eh eh eh, guardando la mascella di Sochmacher qualche dubbietto viene

Bernard Hinault, detto il tasso, ha dichiarato che "fanno ridere quelli che credono che Armstrong debba le sue vittorie solo alla medicina".
Ma sul palco a stringere la mano del texano ci sale proprio il tasso, pertanto non mi sarei mai aspettato opinioni molto differenti.
Credo anche che lo paghino, no? mica abbandonerà i suoi cinquanta tori castrati solo per andare a dispensare sorrisi e strette di mano, vero?
Ma poi, leggendo bene, ho capito che io e il tasso condividiamo lo stesso pensiero...Armstrong non deve le sue vittorie solo alla medicina.
Bisogna imparare a leggere tra le righe.
Armstrong non deve le sue vittorie solo alla medicina...
Grande il tasso, che furbetto.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 4217
Registrato: Oct 2003

  postato il 15/11/2004 alle 23:00
L’ironia e la satira, sovente vanno a braccetto, si danno una mano, o si passano il testimone. Di solito s’apprezza di più la prima, perché molti intellettuali la vogliono far loro come un segno chiaro di superiorità ed intelligenza. Parimenti si sfregia sovente la satira, considerandola e vendendola come una manifestazione di volgarità linguistica ed etica. Nella realtà pulita da interessi di sorta, attraverso un osservatorio d’attenzione ed apertura, queste due cugine del linguaggio, rappresentano efficaci testimonianze di talento, al fine di estremizzare delle verità con l’efficacia del sorriso o delle vere e proprie risate. Spesso dunque, le migliori verità escono proprio dalla satira, ovvero la gamba considerata zoppa o grossolana.
Aranciata Bottecchia, il cui spessore artistico è degno di uno sceneggiatore o di un regista, porta nella scrittura le essenze della fantasia che sta sempre dietro sia all’ironia che, soprattutto, alla satira. Il Santo Lance, come ce lo racconta il nostro grandissimo amico, non lo sa fare nessuno, ed in mezzo, applaudendolo a scena aperta, inserisce delle verità che troverebbero pure il conforto della prova scientifica. Accanto a queste emergenti fulgidezze, aggiunge aspetti del carattere, narrati certo con fare satirico, ma con tutti i presupposti della plausibilità.
Carissimo, tempo fa ti scrissi che c’era un tuo intervento da incorniciare, bene, nella tua vasta gamma di dipinti, questo è un autentico capolavoro!
L’ADMIN, è troppo intelligente ed affascinato per mettere tagli censori alle doverose spinte volgari dell’arte satirica, e sa bene quanto queste siano, dopotutto, parte del nostro linguaggio quotidiano.
Mi si permetta di considerare “Santo Lance”, come un segno chiaro di genuinità artistica e di come il ciclismo, da tanti considerato ancora come espressione di quel “ciao mama sono contento di essere arrivato uno”, sia invece in grado di portare alla passione e all’amore anche coloro che, come Aranciata, possiedono connotati che vorrei più presenti nel triste mondo intellettuale italiano.

Un applauso prettamente ciclistico, carissimo amico veneto (mia seconda terra), te lo devo, per come, con una battuta, hai inquadrato una realtà su Eddy Merckx….a proposito dei suoi Tour de France. Ti ringrazio doppiamente, perché nella mia carriera, pur considerando oltre al ciclismo, le altre discipline che ho seguito, non ho mai visto un’atleta con una statura così completa come quella di Eddy.
Se Merckx, fosse stato disponibile a far da cavia alle essenze che han costruito Santo Lance, forse sarebbe andato sulla Luna in bicicletta, di sicuro avrebbe sfondato l’atmosfera terrestre…..

Caro Aranciata, graffia pure e fai il cattivello, ma tu del ciclismo e dello sport, hai capito tanto di più di quello che si presume come un parametro lontano….. E la tua cattiveria, sublimata in polemica, nel vero, non è altri che un’esaltazione del realismo……della verità. Adesso tronco, altrimenti si potrebbe dire che ti sto tirando la volata come Didi Thurau a Jan Raas nel ’79 a Valkenburg......


Morris

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/11/2004 alle 00:14
Eh eh eh, spero piuttosto di non fare la fine di Battaglin

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 4217
Registrato: Oct 2003

  postato il 16/11/2004 alle 00:40
Eh eh eh, spero piuttosto di non fare la fine di Battaglin


Non c'è problema, noi corriamo sulle poltrone.....

P.S. Non quelle care a certi politici però....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 16/11/2004 alle 16:17
Notizia, credo, abbastanza fresca.
Il "nostro" ha avanzato una timida candidatura per la partecipazione al Fiandre.......Vedremo!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/11/2004 alle 16:28
ma cmq io credo che armstrong lo vedremo molto competitivo in tutte le classiche del nord,d'altronde e'difficile sbagliare un'obiettivo con ferrari al seguito...ma credo anche che la discovery gli imporra'di fare un tour da protagonista,che di certo pero'nn potra'preparare come al solito se si dedichera'fino a tutto aprile alle mitiche corse in belgio...e vista l'eta'potrebbe anche fare una visitina alla vuelta,a patto che portare certificati a destra ed a manca per tutti quei mesi nn possa risultare troppo dannoso per la salute futura,cosa probabile visto l'assenteismo mostrato dalla sua "rinascita"...

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Professionista




Posts: 44
Registrato: Sep 2004

  postato il 18/11/2004 alle 14:20
premesso che x me l'americano non è un campione nonostante i 6 tour,xchè x me il campione è colui che prevale in tutte le discipline e non solo xchè fa una crono ai 50 orari oppure scatta nelle salite o vince 6-7 volate in un giro,secondo me dopo hinault si sono avvicinati solo indurain e bugno al valore della parola campione, ma tornando a lance non si è sempre detto che tutti o la stragrande maggioranza di ciclisti fa uso di sostanze proibite ,voi x avere un contratto migliore voi x primeggiare ,voi x altri motivi quindi nessuno li obbliga a giocare con la propria salute e di conseguenza se ne fanno uso tutti xchè arroventarsi su lance ,evidentemente il suo fisico può permettergli una dose superiore alla media e lui la sfrutta come farebbe chiunque altro oppure preferite i gotti i lele colombo i savoldelli i luc leblanc i luttembergher ecc che appena hanno messo il naso fuori dalla mischia sono sprofondati giù talmente in basso che a volte ci chiediamo se fanno ancora questo mestiere, purtroppo lo sport vero non esiste più in nessuna categoria e chi può ottenere più quattrini fa di tutto e il fisico + forte prevale sui + deboli
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 18/11/2004 alle 14:38
e'pero'questo un atteggiamento tanto realistico quanto passivo nell'affrontare il problema doping!!!
nn si possono mettere nello stesso caderone campioni veri quali bugno,chiappucci,pantani,indurain e buoni corridori diventati vincenti solo grazie all'uso smodato della medicina e de farmaci!
forse ci dimentichiamo che simeoni dice una cosa molto,molto grave:rivela infatti che armstrong nn fa uso di certe sostante magari in corrispondenza di alcuni tapponi,di alcuni momenti chiave di una corsa e di una carriera come fatto piu'o meno da tutti,fuoriclassi veri o presunti della storia del ciclismo,simeoni ha dichiarato che lance,anche grazie ai suoi certificati quali puo'riccorrere vista la malattia avuta,fa uso di tale sostante in modo scientifico,con matematica cadenza..
permetti che tra le due divetrse situazioni si possa avere un'altrettanto diversa considerazione della parola campione e che varra'sempre di piu'un tour ed un giro vinto nello stesso anno da chi alla prova del nove,fatta senza rispetto per la persona,la stessa mancanza di rispetto mostrata negli ultimi tribolati anni della sua vita,all'analisi del midollo spinale ha dimostrato che tutti quelli che su di lui avevano aperto fascicoli e fatto fantomtiche ipotesi su un'assuefazione da epo tale da doverla prendere anche all'ospedale nel famoso processo sui fatti rsalenti al terribile infortunio della milano-torino del'95 avevano preso un terribile,divenuto tragico,abbaglio(per nn dire altro) rispetto a chi,nonostante i sei tour vinti,si sottopone alle cure di un medico che ha fatto divenir campioni gli oggetti piu'misteriosi,divenuti poi inspiegaili meteore,che ha decine di processi in corso e che soprattutto per ammissione di uno dei pochi corridori nn omertosi in questo sport quale il corridore di sezze dopa i suoi "clienti" in modo scientifico e regolare,a prescindere dalle fatiche sportive da dover afrontare,pensa poi x chi ha il privilegio di pararsi davanti a certificati di pogni tipo vista la gravita'della malattia avuta,malattia sul quale dovremmo anche domandarci perche'..

un saluto caro leoncino

 

[Modificato il 18/11/2004 alle 14:41 by Pirata x sempre]

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Professionista




Posts: 44
Registrato: Sep 2004

  postato il 18/11/2004 alle 16:06
pirata io sono d'accordo con te ,però i presunti campioni da te citati stai pur certo che non sono andati ad acqua e panino con la nutella e visto che se fai della fatica e in questo sport ne fai tu atleta vuoi trarne maggiore beneficio e di conseguenza usi le tue armi e lance usa le sue che x sua fortuna o sfortuna xchè noi non sappiamo realmente come vive normalmente l'americano ,comunque le sue armi sono superiori alla media quindi è inutile rovinarsi il fegato tanto esiste soloil business purtroppo
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 18/11/2004 alle 17:52
Ciao Leoncino, sono d'accordo con te quando affermi che gli avversari di Lance non vanno certo a pane e nutella.
Ma se ci pensi bene nessuno, nemmeno io, ha affermato che Lance sia l'unico disonesto in circolazione.
Sotto il profilo etico non è nè migliore nè peggiore di tanti altri colleghi (e tra le altre cose non è certo stato il primo cliente del dottor Maserati).
Armstrong sfrutta la licenziosità permissiva dei regolamenti UCI, e nel fare questo non è più criminale di altri ma semplicemente più furbo.
Gli riconosco una determinazione ferrea, e quella non te la regala nessun doping.
La questione è: per quanto entrambi siano criminali, é lecito mettere sullo stesso piano il ladro di banane e il bancarottiere fraudolento?
Perchè in fondo di questo stiamo parlando: Armstrong è la più grande truffa nella storia del ciclismo, non l'unica, ci mancherebbe no?

Secondo punto: sì, il business e soprattutto quello televisivo stà plagiando un po' tutto, ma se gli anabolizzanti fossero stati disponibili li avrebbe assunti anche Anquetil, nonostante all'epoca il business fosse meno invadente.
E' la stupidità ovina la grande piaga, persino i corridori della domenica si bombano per finire le gran fondo.
Se il doping fosse monopolio esclusivo dei professionsti sarebbe mancato il forte movimento di denaro che ha invece solleticato parecchio gli interessi mafiosi.
A che punto arrivano superbia e vanagloria!
Se il business prolifera significa che il grande imbonitore dispone di un bel gregge che altro non chiede che essere fottuto.
Penso che siamo d'accordo per una volta, no?
Ciao

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 18/11/2004 alle 18:47
leoncino,come mi ha anticipato il grande aranciata nn e'solo un discorso di businnes senno'nn si spiegherebbe il doping nei cicloamatori piu'o meno della domenica!
inoltre vorrei ricordarti che tutti i campioni capaci di muovere miliardi con le loro pedalate possono sicuramente affidarsi volendo ad un medico che li"gonfi"per bene e fatta questa premessa e' nella logica consequenziale che nella mia scala di valori avranno sempre posti ben diversi campioni capace di esser vincendi cercando anche di salvaguardare la propria salute ed incoscienti che per riuscire a diventare i migliori sono disposti ad assumere tutto senza nessun limite morale ma soprattutto x la propria salute!!!

un saluto

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Professionista




Posts: 44
Registrato: Sep 2004

  postato il 18/11/2004 alle 23:43
il ciclismo è un mestiere come tanti altri il + furbo sfrutta la sua dote a rischio della vita x fottere i colleghi e i tifosi stessi ovvero gli amanti di questo sport ,dicevo un mestiere ,si come un tanzi un cragnotti che hanno rovinato i piccoli azionisti che li avevano dato fiducia hanno rovinato migliaia di famiglie e nessuno potrà mai farci nulla figuriamoci se qualcuno si prende davvero la briga di ascoltare simeoni e company quindi pace all'anima loro . ps. non pensiate comunque che i simeoni qualunque siano illibati altrimenti non ce nè x nessuno e chiudo qui x quanto riguarda il doping xchè è una battaglia persa noi tifosi non possiamo fare assolutamente nulla
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 19/11/2004 alle 10:20
Mi piace che il Pirata abbia accennato al doping dei cicloamatori, perchè è un aspetto molto grave e importante, come ho già accennato in altre parti del forum.
I mezzi economici per i controlli nelle gran fondo sono assolutamente insufficienti, in particolare per la gran massa di partecipanti di secondo piano,tra i quali, oltretutto, l'uso del doping è "autogestito" speso senza neanche l'aiuto (?) del "ferrari" di turno.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 19/11/2004 alle 14:31
e'vero leoncino noi nn ci possiamo far nulla,pero'nn per questo posso portare il cervello all'ammasso convincendomi che siano sullo stello livello ciclisti che si aiutano in modo occasionale,tutelando il proprio futuro e cosi forti da riuscire ugualmente a primeggiare da pseudo-campioni in realta'macchine costruite in laboratorio!
il giudizio e l'opinione personale deve sempre esser alla base,a prescindere dalla valenza che tale giudizio ha sulla realta'cui si ragiona,nn credi???

sul doping fai da te amatoriale,parlando con amatori di buon livello ho sentito cose allucinanti che mi hanno fatto capire che si e'pronti a far di tutto pur di essere protagonisti tra i tanti ed e'vero marc che nn esser seguiti da nessun medico comporta dei rischi molto molto piu'alti...a questo punto per assurdo comprendo piu'i professionisti,almeno x loro e'un lavoro,con cui dover vivere!!!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Ottavio Bottecchia




Posts: 548
Registrato: Mar 2004

  postato il 19/11/2004 alle 16:31
visto che in molti odiamo armstrong, una domanda: preferireste vederlo perdere sul campo, o finire positivo a un controllo? io forse preferirei una sua sconfitta cocente.
coi percorsi che ha la vuelta, se lui e mayo si presentassero entrambi al top, polifemo, senza dottor Berlucchi al seguito, rischierebbe la clamorosa sconfitta. ma purtroppo credo che mayo farà il tuor e pallalcentroxlance, forse, la vuelta.

certo, se qualcuno riuscisse a smascherare il suo doping scientifico sarebbe una bella soddisfazione, ma una positività tipo la cremina del'99 non cambierebbe molto e si penserebbe subito all'immancabile complotto.

 

____________________
Via i dopati dal ciclismo.

Non è che mi sono staccato, è che il gruppo è andato in fuga!


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 19/11/2004 alle 16:58
Io credo che se fosse accertata una qualsiasi positività al doping di L.A., sarebbe molto difficile per lui giustificarla in altro modo considerando che
1) sa bene di essere "sotto controllo" da parte dell'opinione pubblica e quindi la sua eventuale ricerca di una scusante sarebbe risibile
2) come può un atleta di cotanto livello che gode dell'appoggio di un medico "ferrarista"
NON SAPERE se una pomata o, ad esempio, un antiasmatico fa o non fa scattare "l'allarme rosso"

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 19/11/2004 alle 18:42
Un paio di precisazioni.

Abbiamo interpellato l'Uci, nella persona del dottor Enrico Carpani, membro della commissione medica, e abbiamo da lui avuto una secca e abbastanza risentita smentita relativamente al fatto, in questa sede dato invece praticamente per scontato, che Armstrong possa godere di uno status particolare.
L'americano - dice Carpani - non può assumere medicinali o sostanze precluse agli altri corridori, l'Uci non glielo permette. Badate, è una posizione ufficiale, non va presa sotto gamba.
Inoltre, sulla sua positività ai costeroidi del Tour '99, Carpani ci ha assicurato che Armstrong aveva presentato come da regolamento il certificato medico prima del test; e che la pomata antiinfiammatoria incriminata è normalmente usata da moltissimi corridori.

In conclusione, facciamo in modo di non scordarci due cose: che esiste, SEMPRE, la presunzione d'innocenza.
E che il fatto che Armstrong possa essere poco simpatico umanamente non deve inficiare l'equidistanza e l'obiettività di giudizio da tenere: per esempio, saremmo così drastici se si trattasse di un italiano?

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 19/11/2004 alle 18:42
Lance ha fatto quello che sentiva doveroso fare, per questo motivo lo disapprovo ma sono anche consapevole che indietro non si può tornare.
Una eventuale positività di Armstrong non restituirebbe al ciclismo l'equilibrio perduto, al contrario un "caso discovery channel" non farebbe altro che gettare sul nostro sport altra sporcizia mediatica, meritata non certo più di altri sport, come ha ben illustrato il nostro guru Morris.
Dunque, limitatamente al futuro più prossimo, io spero vivamente che Lance si vinca 'sto giro delle fiandre del piffero e decida di concludere lì la sua carriera, sul gradino più alto del podio di una delle corse più prestigiose, convinto di aver fatto cambiare opinione a chi lo riteneva incapace di vincere null'altro che il tour.
Spero davvero che vinca e sparisca dal mondo dei professionisti, lui che ha accusato Simeoni di sputare nel piatto in cui mangia.
Che si rifaccia vivo a fine anno per frantumare il record dell'ora e poi sparisca dalla faccia della terra definitivamente.
Questa è la mia principale speranza.
In secondo luogo è importante che il ciclismo internazionale si approprii di regole che impediscano in futuro la comparsa di simili aberrazioni di laboratorio.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 19/11/2004 alle 18:51
Ulteriore precisazione:

se Armstrong o chi per lui legge questo forum e denuncia Cicloweb.it per diffamazione, veniamo a torcervi la noce del capocollo

 
Edit Post Reply With Quote
<<  1    2  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.9937241