Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Corse sparite
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2    3  >>
Autore: Oggetto: Corse sparite

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 07/07/2005 alle 20:00
Il ritorno del Grand Prix des Nations a coronometro, dal 2006, è lo spunto per una riflessione. Ci sono altre corse del passato che potrebbero essere riproposte.
Comincio ad elencarne qualcuna.
Il Giro di Sardegna (di fatto rimpiazzata dalla Tirreno-Adriatico) proponeva una corsa interessante ad inizio stagione. e non a caso la correvano tutti i grandi.



In Francia il Tour du Nord ed il Piccardia, sparite da una quarantina d'anni.





che dire inoltre della leggendaria Roma - Napoli - Roma ? Certo, si tratta di archeologia (si pedalava dietro motori), ma una nuova corsa potrebbe essere organizzata in altro modo.

riproporrei anche il Giro di Campania (nobilissimo)
e due ex classiche la Milano Modena e la Milano Vignola

... oltre al Trofeo Baracchi, di cui mi pare s'è già parlato in questo forum

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5092
Registrato: Apr 2004

  postato il 07/07/2005 alle 20:26
Hai segnalato due corse che non sono affatto scomparse.
La Milano - Vignola esiste ancora, ma dal 1997 ha cambiato il nome in "G.P. Beghelli". Quest'anno è in calendario il 9 ottobre.
Il Giro della Piccardia è stato riprosto a partire dal 2002 (per sostituire lo scomparso Tour de l'Oise. Organizzato dall'ASO (la stessa del Tour de France), quest'anno si è svolto dal 13 al 15 maggio. Puo visitare il sito ufficiale digitando http://www.letour.fr/stf/oise/2005/fr/

 

____________________
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 07/07/2005 alle 20:37
Beh caro Mauro, direi che ripristinerei le seguenti corse:
GP delle Americhe: è necessario secondo me, per un'ulteriore promozione del ciclismo oltre oceano, che ritorni una grande corsa in linea Pro Tour da quelle parti;
Bordeaux Parigi: la madre di tutte le classiche, con oltre 600 km di corsa, aggiungerebbe molto fascino al ciclismo moderno: secondo me non si tratta di una follia, così come emerge in un precedente thread di questo forum che trattò tale argomento;

P.S. Credo inoltre che la Japan Cup (che pure si svolge tuttora), per le stesse esigenze di una gara in America, debba tornare gara Pro Tour (in precedenza fu gara di coppa del mondo).

 

____________________
"Un uomo solo è al comando; la sua maglia è bianco-celeste; il suo nome è Fausto Coppi", Mario Ferretti, Radiocronista Rai

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 08/07/2005 alle 09:09
Una corsa abbastanza importante scomparsa da poco è il Midi Libre, corsa a tappe francese di preparazione al Tour.
Sarebbe bello anche rivedere il Trofeo Baracchi e indubbiamente una corsa in linea Pro Tour in America ormai è necessaria, visto l'enorme progresso degli yankees.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 08/07/2005 alle 10:00

La Bordeaux Parigi non riuscirebbero a correrla in molti....

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1502
Registrato: May 2004

  postato il 08/07/2005 alle 11:35
Cari amici... è vero che potrebbe essere importante inserire nuove corse Pro Tour in paesi in via di ciclosviluppo... ma non dimenticate che per far entrare corse nuove, le corse vecchie dovrebbero lasciargli il posto... Vorreste voi una Japan Cup Pro Tour al posto di una clasika si San Sebastian? Vorreste un GP delle Americhe al posto di una Freccia Vallone?
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 08/07/2005 alle 11:40
Poi il ciclismo fa la fine del circo della formula uno.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1502
Registrato: May 2004

  postato il 08/07/2005 alle 11:42
Originariamente inviato da Angian

Poi il ciclismo fa la fine del circo della formula uno.


Esatto... il rischio è proprio quello...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 08/07/2005 alle 12:41
Scusate...la Japan Cup nel Pro Tour??? Ma stiamo scherzando??? Prima della garetta Giapponese ce ne sono di corse storiche e belle da mettere nella challenge: Giro del Lazio, Tre Valli Varesine, Parigi Bruxelles, tanto per dirne tre... Una gara americna può anche starci ma ai tempi della corsa di Montreal sul percorso c'erano si e no 500 persone...
Il Midi Libre non è scomparso ma è diventato Tour de languedoc - Roussillon,saltato quest'anno per guai economici ed organizzato dall'Aso; potrebbe tornare nel 2006. Una sorta di Trofeo Baracchi, il GP Androni si corre da due anni organizzato dalla AC Arona (2004: 1° Popovyc - Gontchar). Bisogna però capire che le corse scomparse sono utte finite male per mancanza di soldi. Non crediate che per organizzare una corsa basti una cartina ed una matita... La Tirreno Adriatico non ha per nulla soppiantato il Giro di Sardegna, questa è una stupidaggine perchè il Sardegna è diventato poi Settimana Ciclistica Internazionale: si è corsa in Sicilia fino al 1995, è tornata per due anni in Sardegna e successivamente è stata acquistata dal GS Emilia e tramutata in Settimana Coppi e Bartali... Quindi all'atto pratico è una corsa che vive ancora. Così come la Tirreno Adriatico...

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Giro del Lazio




Posts: 60
Registrato: Dec 2004

  postato il 08/07/2005 alle 12:57
Originariamente inviato da Zillo

Originariamente inviato da Angian

Poi il ciclismo fa la fine del circo della formula uno.


Esatto... il rischio è proprio quello...


no, questo penso proprio di no. in fondo la F1 sta facendo una fine misera perchè ci sono troppi soldi, troppo poco spettacolo e si è perso il contatto con il pubblico: del resto come fai a stare a contatto con il pubblico quando i biglietti per il circuito hanno quei prezzi? il ciclismo è molto + a contatto con la gente. Avete visto quanta gente c'era sullo Stelvio quest'anno? e a Rossano Veneto all'arrivo? E anche durante un cronoprologo decisamente poco spettacolare? All'arrivo dei big c'era tantissima gente.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 08/07/2005 alle 16:58
Ma perchè invece di riproporre corse vekkie , non INVENTIAMO corse nuove?
Io abito vicino Roma, ma ve lo immaginate una ROMA-NAPOLI, ROMA-FIRENZE oppure una stratosferica ROMA-MILANO (un anno partenza da Roma e un anno partenza da Milano!)
Sarebbe una corsa incredibile x un kilometraggio antico, e molti rifiuterebbero, ma pensate alla GLORIA per il vincitore, sopratutto se ci fosse un nutrito premio in punti PRO-TOUR....
Sogno???
Mi sa di sì!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 08/07/2005 alle 17:30
A dire il vero esisteva una roma-napoli-roma a tappe e dietro motori!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1771
Registrato: Jan 2005

  postato il 08/07/2005 alle 18:02
vedrete che lens organizzerà una mega corsa dalle sue parti magari proprio ad austin e sarà anche gara pro tour il LANCE ARMSTRONG TROPHY
A me piaceva da matti il trofeo dello scalatore che organizzava la gazzetta peccato sia sparito

 

____________________
http://www.controcopertina.it

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 08/07/2005 alle 18:06
Originariamente inviato da superalvi
A me piaceva da matti il trofeo dello scalatore che organizzava la gazzetta peccato sia sparito


Quoto in pieno, anche se qualche volta proprio per scalatori non era.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Marzo 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 4706
Registrato: Apr 2005

  postato il 09/07/2005 alle 10:26
Anche il giro di puglia bisogna rimetterlo....

 

____________________
"Qui devi spingere con le tue gambe vecio" Davide Cassani a Gilberto Simoni alla ricognizione di Plan De Corones

"Signori non c'è ne sono più" Gilberto Simoni ad Aprica 2006

Il mio nome è Roberto che fa rima (guarda un pò che caso) con Gilberto

30 maggio 2007 ultima vittoria al giro sullo Zoncolan. 30 Maggio 2010 la fine di un lungo sogno duranto 15 anni fatto di tante gioie e tante delusioni, grazie di tutto Gibo!



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5092
Registrato: Apr 2004

  postato il 09/07/2005 alle 10:48
Difficilmente rivedremo il Giro di Puglia ed il Trofeo dello Scalatore.
Il Giro di Puglia è stato soppresso perchè Castellano si era accorto che non c'era più interesse per gli arrivi di tappa ed organizzare l'evento era diventato sempre più difficile.
Il Trofeo dello Scalatore, invece, a seguito di movimenti in calendario, da alcuni anni si era trovato ad essere concomitante con altre corse più gettonate (Giro del Veneto, Trofeo Melinda). Già da alcuni anni, inoltre, la partecipazione non era delle migliori. Lo stesso Castellano mi ha riferito, lo scorso anno a Como, in occasione del Giro di Lombardia, che sarebbe rimasto in calendario per due anni ma, in realtà, non si sarebbe più disputato. Nei mesi successivi, a seguito della riforma dei calendari, è stato definitivamente depennato.

 

____________________
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 09/07/2005 alle 11:04
Il giro di puglia non si fa perchè la federazione pugliese è allo sfascio, ecco perchè.
Arrivi belli non ci vuole assai ad organizzarli, perchè le salite ci sono: Monte Sant.Angelo su tutte! ma le gelosie tra i dirigenti non permettono tutto ciò...

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 11/07/2005 alle 13:31

Molto affascinante era la gara a cronometro individuale professionisti del G. P. Castrocaro Terme (prima si chiamava G. P. Tendicollo) che dal 1958 al 1979 propose indimenticabili ed entusiasmanti duelli fra Ercole Baldini, detto il treno di Forlì, ed il fuoriclasse francese Jacques Anquetil; ed ancora negli anni 60-70 i successi di Gimondi e Moser.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Learco Guerra




Posts: 918
Registrato: May 2005

  postato il 11/07/2005 alle 22:21
C’è da dire che se, da un punto di vista formale, una corsa continua ad esistere perchè c’è qualcuno che ne ha acquistato i diritti, da un punto di vista sostanziale è diverso. Ad esempio, che il giro di Sardegna si sia trasformato prima in Settimana ciclistica int. (in Sicilia) e poi in Coppi&Bartali non cambia il fatto che il giro di Sardegna, nella realtà, non esiste più. E anche il g.p. Beghelli, pur svolgendosi nella stessa zona, è tutt’altra cosa, non solo di nome, rispetto alla vecchia Milano-Vignola, onorata classica per velocisti.
Tra le corse che vorrei rivedere, cito senz’altro la mitica Bordeaux-Parigi (oltre 500 km, anche se in parte dietro motori). La mancanza di una gran fondo per professionisti si sente proprio. Ormai si superano nettamente i 260 km solo nella Milano-Sanremo. E’ davvero poco. Ed è, secondo me, profondamente sbagliato aver limitato a 200 il kilometraggio massimo di tante corse prestigiose che un tempo si disputavano su distanze intorno ai 250. Cito ad esempio Giro dell’Appennino, Tre Valli Varesine, Giro dell’Emilia, G.P. Francoforte; e anche la Gand Wewelgem, che pure si trova nel Pro tour.

La Japan Cup o una corsa in America potrebbero stare nel Pro Tour al posto, ad esempio, del GP di Plouay: corsa francese di tradizione non eccelsa, inserita proprio perchè i francesi hanno avuto parte preponderante in questo circuito. (Perchè la Francia, il cui movimento ciclistico, grandeur del Tour a parte, è ben lontano dai fasti di un tempo, hanno ottenuto più corse e più giorni di gara, nettamente, di tutti gli altri?). Per la cronaca, mi pare che l’Italia abbia pure meno giorni di gara rispetto alla Spagna. Non voglio fare il nazionalista, ma non mi sembra giusto rispetto all’importanza, storica e attuale, dei rispettivi movimenti.

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 12/07/2005 alle 01:30
Una corsa in america e la Japan cup potrebbero anche sostituire qualche piccola corsa a tappe tipo l'insulso Giro del Benelux o al posto della cronosquadre in olanda.
Piu mi chiedo: perchè non si sostituisce la parigi bruxelle col gp di plouay?
Mi congratulo con maglianera per il suo post!

 

____________________
"Un uomo solo è al comando; la sua maglia è bianco-celeste; il suo nome è Fausto Coppi", Mario Ferretti, Radiocronista Rai

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 12/07/2005 alle 12:06
Carne al fuoco ce n’è tanta, ma a mio avviso l’unica corsa che sarebbe doveroso recuperare per amore filologico verso il ciclismo, anche quando questa non sapesse offrire un ritorno economico significativo, è la Parigi Bordaux, tutto il resto è opzionale, facoltativo.
La Parigi Bordeaux segna l’anno ufficiale della nascita del ciclismo professionistico su strada, il 1891.
Il suo alveo naturale è il Pro-Tour, al posto di quella porcheria insipida della cronosquadre di Eindhoven, e sarebbe sufficiente che ogni squadra fosse invitata a parteciparvi con tre corridori, per un totale complessivo di sessanta partecipanti, in linea con la tradizione di questa corsa.
A metà tragitto o anche prima entrano i derny-bike e via così.
Stesso punteggio del Tour de France ovviamente, noblesse oblige.

Sulle corse italiane: dice bene Cascata, se una corsa sparisce è perchè economicamente non sta in piedi, nel thread sul Calendario Italiano ho comunque espresso la mia opinione su come si dovrebbe agire sia per rivitalizzare alcune delle corse già esistenti, sia per lanciarne di nuove.

Sulle corse da inserire nel Pro-Tour: Emiliano, non sono d’accordo su Japan Cup e GP des Ameriques, la Globalizzazione del ciclismo è sacrosanta, ma deve progredire in questa direzione: anche gli Americani, gli Asiatici e gli Africani devono avere la possibilità di partecipare alle corse feticcio della storia del ciclismo, e queste corse si svolgono in Europa. Credo comunque che a breve sarà inventata di sana pianta una nuova classica da svoglersi in Cina, o magari il Qinghai sarà inserito nel Pro-Tour, con mio disappunto.

Infine ribadisco quello che avevo scritto in un altro thread:
« trovo che il Pro-Tour sia una buona idea, realizzata male.
Innanzi tutto il ciclismo ha alimentato il proprio mito attraverso le classiche e le grandi corse a tappe, non capisco la scelta di dare grande importanza a corse di preparazione come Nizza, Tirreno, Paesi Baschi, Catalogna, Delfinato etc etc , per non parlare di corse che con la storia del ciclismo c’entrano poco nulla come il Benelux, il Germania e il Polonia.
Delle corse a tappe avrei lasciato nel Pro Tour solamente il Giro, il Tour, la Vuelta e forse lo Svizzera.
Altrettanto vergognosa è la presenza del GP di Plouay.
A mio avviso nel Pro-Tour ci sarebbero state bene la Parigi Bruxelles, il GP di Francoforte (al posto del giro di Germania), il Giro dell’Emilia e il Giro del Lazio, magari anche la Milano Torino se collocata in estate o in autunno, perchè per noi Italiani il Tour de France non è il centro della stagione e abbiamo bisogno di più corse per soddisfare la nostra fame e la nostra sete, quindi sì, credo come te che le corse italiane siano poche, pochissime, rispetto alle numerose corse straniere cui siamo costretti a partecipare controvoglia.
Di sicuro chi sta in carrozza sono la Spagna e il binomio Francia/Belgio.
Un po’ trascurata sembra l’Olanda, con la sola Amstel e il promiscuo giro del Benelux, ma d’altronde quale corsa inserire, la Veenendaal - Veenendaal? »

Un saluto.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1409
Registrato: Nov 2004

  postato il 12/07/2005 alle 13:17
Originariamente inviato da Cascata del Toce

Il Midi Libre non è scomparso ma è diventato Tour de languedoc - Roussillon,saltato quest'anno per guai economici ed organizzato dall'Aso; potrebbe tornare nel 2006. Una sorta di Trofeo Baracchi, il GP Androni si corre da due anni organizzato dalla AC Arona (2004: 1° Popovyc - Gontchar). Bisogna però capire che le corse scomparse sono utte finite male per mancanza di soldi. Non crediate che per organizzare una corsa basti una cartina ed una matita... La Tirreno Adriatico non ha per nulla soppiantato il Giro di Sardegna, questa è una stupidaggine perchè il Sardegna è diventato poi Settimana Ciclistica Internazionale: si è corsa in Sicilia fino al 1995, è tornata per due anni in Sardegna e successivamente è stata acquistata dal GS Emilia e tramutata in Settimana Coppi e Bartali... Quindi all'atto pratico è una corsa che vive ancora. Così come la Tirreno Adriatico...


Riprendo questo post di Cascata per un semplice commento: purtroppo, in questo vai e vieni di cambi di denominazioni e di acquisizioni di proprietà, le varie corse perdono non poco in prestigio, visto che quest'ultimo é legato essenzialmente alla tradizione e ai grandi nomi che figurano nell'albo d'oro. E' un vero peccato!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 13/07/2005 alle 13:28
D'accordo con te Felice...poi recuperare corse vecchie ma certamente gloriose crea anche problema di calendario...dove cavole l metti, contando che corse come il tanto criticato ( chissà poi perchè) Giro del Benelux non lo si schioda dal calendario...

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 22/02/2007 alle 13:34
Riporto su questo vecchio thread per manifestare la mia nostalgia per il caro, vecchio Giro di Campania, sparito dal calendario da 5 anni.
E' triste pensare che una corsa che vede nel suo albo d'oro campioni del calibro di Guerra, Bartali, Coppi, Bitossi, Saronni, Moser, De Vlaemink ecc. debba restare solo un lontano ricordo per gli appassionati che, anche in una terra con scarsa tradizione ciclistica, non mancano di certo e potrebbero sicuramente aumentare grazie all'entustiasmo che un grande avvenimento potrebbe portare.
I percorsi tecnicamente validi sicuramente non mancano, ciò che mancano sono purtroppo gli sponsor, e senza soldi si può fare ben poco, ormai il baricentro del ciclismo si sta spostando altrove, verso mete più esotiche ma in grado di attirare ricchi sponsor.

A questo link potete vedere la foto della lapide posta sulla salita Amalfi-Agerola, a ricordo delle imprese di Coppi al Giro di Campania.

http://ima.dada.net/image/141402.jpg

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 8805
Registrato: Dec 2004

  postato il 22/02/2007 alle 13:39
Ma se non mi sbaglio prima dell'ultima volta erano molti anni che non la correvano...o no?

 

____________________
http://www.nicolascattolin.com
Chi non indossa il casco non ha nulla nella testa che valga la pena proteggere.
If you don't have the balls to brake late then that is your problem. L.H. to K.R.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 22/02/2007 alle 13:46
Originariamente inviato da Andrea_Web

Ma se non mi sbaglio prima dell'ultima volta erano molti anni che non la correvano...o no?


Esatto, non si è disputato dal 1994 al 1999, ha ripreso nel 2000 ma solo per 2 edizioni

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 22/02/2007 alle 13:59
Purtroppo spesso sono le amministrazioni locali a non appogiare le corse... Gare come il Giro di Campania, il Giro di Puglia, il Giro di Calabria... saltano perchè gli amministratori locali non hanno a disposizione i fondi (o non vogliono utlilizzarli) per promuovere le loro terre attraverso il ciclismo... D'altronde una Rcs, una amici Group o qualsiasi organizzatore non può permettersi il lusso di organizzare una gara spendendo tutto di tasca sua...

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Professionista




Posts: 41
Registrato: Oct 2006

  postato il 22/02/2007 alle 14:31
Salve a tutti: guardando il nuovo sito della gazzetta dello sport ho notato che le corse RCS di quest'anno saranno:
-Milano-Torino
-Tirreno Adriatica
-Sanremo
-Giro del Lazio
-Lombardia

E il Piemonte ??? Aria di "sospensione" anche per quella corsa ?
Un saluto

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 22/02/2007 alle 14:34
Bravo Franz che hai rispolverato questo thread.

Impaginando il calendario 2007, mi sono reso conto di un preoccupante turn-over che va avanti anno dopo anno nelle corse professionistiche (o semi).

Ogni anno sparisce qualcuna delle "vecchie" corse, e viene soppiantata da due corse nuove che non si capisce che tipo di respiro possano avere.
Vi invito ad andare a dare un'occhiata al mese di settembre. Ci sono almeno 10 corse che prima non esistevano, o esistevano a livello molto più basso.
Mi pare assurdo che un Tour of Missouri dal nulla abbia direttamente la qualifica di 2.1... Per quanti anni lo organizzeranno, prima di sostituirlo col Tour of South Dakota?

Va bene l'idea di mondializzare il ciclismo, figurarsi se non sono d'accordo. Il problema è che ciò non può avvenire calpestando la tradizione, perché se nel giro di 5 anni spariscono 20 corse che avevano un nome e una ragion d'essere (più quelle che nascono, campano 2-3 anni e poi muoiono d'inedia), il panorama è più povero.

In alcuni casi concordo sullo scarso interesse delle amministrazioni locali. Ma il punto è che certe corse, deprivate dei più importanti campioni, relegate in differita su palinsesti sconosciuti, non potrebbero comunque sperare di prosperare.
Se Bettini sta facendo il Tour of California, il Laigueglia perde un personaggio; o lo perde la Ruta del Sol, o il Giro del Mediterraneo.
Per 5 anni il California attrae un tot numero di campioni, poi chiude perché la Amgen non scuce più... ma se nel frattempo la Ruta del Sol è saltata per concomitante perdita di interesse? La somma algebrica è maggiore o minore di 0?
Poi sicuramente ci sarà un Giro di Libia a raccogliere il testimone, ma nel frattempo saranno stati cancellati decenni di storia.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 22/02/2007 alle 15:30
Originariamente inviato da Cascata del Toce

Purtroppo spesso sono le amministrazioni locali a non appogiare le corse... Gare come il Giro di Campania, il Giro di Puglia, il Giro di Calabria... saltano perchè gli amministratori locali non hanno a disposizione i fondi (o non vogliono utlilizzarli) per promuovere le loro terre attraverso il ciclismo...


Diciamola fino in fondo:
un sacco di amministratori locali non organizza più corse perchè il ciclismo non gli da il ritorno che loro si aspettano: sindaco e assessore sul palco con il vincitore, ampie inquadrature tv, foto sulla Gazzetta.

I soldi ci sarebbero, solo che la tv non viene più, inghiottita dal calcio e allora quegli assessori e quei sindaci prefersicono spendere maree di soldi nei premi e nei pali più impensabili e impresentabili. O si autopromuovono con pensate amministrative fatte solo per attirare i media.

In più, per l'assessore arrivista il ciclismo non è più un buon veicolo di promozione.
Primo perchè il ciclismo non è sotto una buona luce... un assessore che premia un Basso si sente come un assessore con avviso di garanzia per corruzione.
Secondo perchè traffico e viabilità sono uno dei più gravi problemi che gli amministratori locali devono affrontare oggigiorno: e chiudere 200 km di strade ingolfando il traffico e attirandosi le ire degli automobilisti ("siamo qui fermi per far passare una corsa di dopati" mi sembra già di sentire) è oggi un azzardo. Il gioco vale la candela oramai solo per il Giro...

L'anno scorso il Giro della Lunigiana Juniores è arrivato da noi con una semitappa in linea e una semitappa a crono... dovevate sentire la gente il giorno prima per la strada interrotta!

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 23/02/2007 alle 01:13
Originariamente inviato da Admin

Bravo Franz che hai rispolverato questo thread.

Impaginando il calendario 2007, mi sono reso conto di un preoccupante turn-over che va avanti anno dopo anno nelle corse professionistiche (o semi).

Ogni anno sparisce qualcuna delle "vecchie" corse, e viene soppiantata da due corse nuove che non si capisce che tipo di respiro possano avere.
Vi invito ad andare a dare un'occhiata al mese di settembre. Ci sono almeno 10 corse che prima non esistevano, o esistevano a livello molto più basso.
Mi pare assurdo che un Tour of Missouri dal nulla abbia direttamente la qualifica di 2.1... Per quanti anni lo organizzeranno, prima di sostituirlo col Tour of South Dakota?

Va bene l'idea di mondializzare il ciclismo, figurarsi se non sono d'accordo. Il problema è che ciò non può avvenire calpestando la tradizione, perché se nel giro di 5 anni spariscono 20 corse che avevano un nome e una ragion d'essere (più quelle che nascono, campano 2-3 anni e poi muoiono d'inedia), il panorama è più povero.

In alcuni casi concordo sullo scarso interesse delle amministrazioni locali. Ma il punto è che certe corse, deprivate dei più importanti campioni, relegate in differita su palinsesti sconosciuti, non potrebbero comunque sperare di prosperare.
Se Bettini sta facendo il Tour of California, il Laigueglia perde un personaggio; o lo perde la Ruta del Sol, o il Giro del Mediterraneo.
Per 5 anni il California attrae un tot numero di campioni, poi chiude perché la Amgen non scuce più... ma se nel frattempo la Ruta del Sol è saltata per concomitante perdita di interesse? La somma algebrica è maggiore o minore di 0?
Poi sicuramente ci sarà un Giro di Libia a raccogliere il testimone, ma nel frattempo saranno stati cancellati decenni di storia.


Pienamente concorde col tuo intervento Admin!
Trovo che la storia della mondializzazione del ciclismo sia solo un pretesto ipocrita per trasformare il ciclismo in un carrozzone che si sposta laddove ci sono soldi. Una corsa non diventa prestigiosa nel giro di poche edizioni solo perchè i suoi munifici (e magari occasionali) sponsor riescono ad attirare grossi nomi, il prestigio di una corsa è creato dalla sua storia e ci vogliono decenni perchè ciò avvenga, ma cercare di far capire certi valori a dirigenti del tutto privi di cultura sportiva è impresa a dir poco vana

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 23/02/2007 alle 16:54
Il discorso di Admin è estremamente giusto.... Le corse chiudono schiacciate anche da competizioni che possono durare poco in futuro... Pensiamo al GP delle Americhe o GP Teleglobe di MOntreal.... Gare fini a se stesse che di futuro ne hanno avuto pochino... E' anche vero che questa grossa battaglia tra Uci e organizzatori (inutile girarci intorno.. Rcs Aso e Unipublic hanno alcune tra le gare più storiche) crea problemi... Le gare citate in precedenza sono cadute per la poco collaborazione delle amministrazioni (Pantalica, Campania, Puglia... Non tanto per la poca visibilità che il ciclismo offre, ma soppratutto per la poca voglia di cacciare il grano.. ma sapete le dificoltà che si hanno per avere tutti i nulla osta per organizzare una corsa anche solo giovanile di un certo livello?? Ecco tutto... Forse con una piccola collaborazione, un passo indietro da parte di chi organizza ed un paso avanti da chi richiede magari porterebbe a salvare qualche gara in piu. Riguardo al Giro del Piemonte il fatto che Rcs non abbia messo la corsa nel suo sito preoccupa anche me... Mi informerò... Sapevo che quella della scorsa edizione avrebbe dovuto essere l'ultima nel 'basso' Piemonte e che le opzioni possibili per il percorso nuovo erano la Provincia di Biella e quella del Vco, qui nella mia zona.. ma ora sono spiazzato.. indagnerò...

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 23/02/2007 alle 18:36
In tema di "corse meteora", credo che nessuno di voi abbia molta nostalgia della Coors Classic che si svolse dal 1979 al 1988 con velleità di competere con Giro, Tour e Vuelta.
Peccato che dopo 10 anni lo sponsor si stancò del giocattolo ciclismo e la corsa sparì dai calendari, come si fa a non pensare che tante altre gare extraeuropee non possano fare la stessa fine dopo aver affossato manifestazioni di tradizione superiore?

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 23/02/2007 alle 19:06
Originariamente inviato da W00DST0CK76

In tema di "corse meteora", credo che nessuno di voi abbia molta nostalgia della Coors Classic che si svolse dal 1979 al 1988 con velleità di competere con Giro, Tour e Vuelta.
Peccato che dopo 10 anni lo sponsor si stancò del giocattolo ciclismo e la corsa sparì dai calendari, come si fa a non pensare che tante altre gare extraeuropee non possano fare la stessa fine dopo aver affossato manifestazioni di tradizione superiore?


bè, però nemmeno si può essere drastici nell'altro senso, cioè non facciamo le corse fuori dall'europa perchè non hanno un passato.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 23/02/2007 alle 19:19
Originariamente inviato da dietzen

Originariamente inviato da W00DST0CK76

In tema di "corse meteora", credo che nessuno di voi abbia molta nostalgia della Coors Classic che si svolse dal 1979 al 1988 con velleità di competere con Giro, Tour e Vuelta.
Peccato che dopo 10 anni lo sponsor si stancò del giocattolo ciclismo e la corsa sparì dai calendari, come si fa a non pensare che tante altre gare extraeuropee non possano fare la stessa fine dopo aver affossato manifestazioni di tradizione superiore?


bè, però nemmeno si può essere drastici nell'altro senso, cioè non facciamo le corse fuori dall'europa perchè non hanno un passato.


quello no, però credo che il tutto dovrebbe avvenire in modo più graduale, qui già si parla di aprire il Protour a corse con il giro di Malesia!

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 23/02/2007 alle 19:25
Originariamente inviato da W00DST0CK76

Originariamente inviato da dietzen

Originariamente inviato da W00DST0CK76

In tema di "corse meteora", credo che nessuno di voi abbia molta nostalgia della Coors Classic che si svolse dal 1979 al 1988 con velleità di competere con Giro, Tour e Vuelta.
Peccato che dopo 10 anni lo sponsor si stancò del giocattolo ciclismo e la corsa sparì dai calendari, come si fa a non pensare che tante altre gare extraeuropee non possano fare la stessa fine dopo aver affossato manifestazioni di tradizione superiore?


bè, però nemmeno si può essere drastici nell'altro senso, cioè non facciamo le corse fuori dall'europa perchè non hanno un passato.


quello no, però credo che il tutto dovrebbe avvenire in modo più graduale, qui già si parla di aprire il Protour a corse con il giro di Malesia!


eh, ma quello è un problema dell'uci che straparla...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 24/02/2007 alle 00:36
Appunto... ma ne converrai che se fa pena vedere nel PT l'Eneco Tour al posto di una ..che ne so... Tre Valli Varesine... pensa che roba se ci fosse il Giro di California o il Malesia.. Si si ,,, gare fatte bene, bei percorsi... però....

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Rik Van Steenbergen




Posts: 1087
Registrato: Nov 2006

  postato il 24/02/2007 alle 00:47
Che corsa era il Coors Classic??Non ne avevo mai sentito parlare e poi quando è terminata avevo solo 3 anni!!!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 24/02/2007 alle 00:56
Originariamente inviato da Cascata del Toce

Appunto... ma ne converrai che se fa pena vedere nel PT l'Eneco Tour al posto di una ..che ne so... Tre Valli Varesine... pensa che roba se ci fosse il Giro di California o il Malesia.. Si si ,,, gare fatte bene, bei percorsi... però....


ma l'eneco tour non vale come esempio negativo secondo me. perchè è in realtà una versione "estesa" al benelux del vecchio giro d'olanda, una corsa che magari qui in italia si conosce poco ma che ha una tradizione notevole e un palmares con grossi nomi.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 24/02/2007 alle 01:02
Originariamente inviato da 21marco21

Che corsa era il Coors Classic??Non ne avevo mai sentito parlare e poi quando è terminata avevo solo 3 anni!!!


si correva ad agosto in colorado, sponsorizzata dalla coors, una delle birre più famose in usa. durava credo una quindicina di giorni e si è corsa dal '77 all'88. credo che il massimo splendore l'abbia raggiunto nel 1986 quando, dopo i dissidi al tour, hinault e lemond si ritrovarono (compagni alla vie claire ma lo stesso rivali) di fronte. quell'anno vinse il francese su lemond e phil anderson.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 24/02/2007 alle 01:17
Il Coors ebbe successo nel 1986 perchè corsero i grandi visto che i mondiali si fecero pochi giorni dopo...
L'Eneco?? Una gara organizzata in maniera pessima..ecco perchè non merita il PT...
La Coors Classic ok..che nel 1989 divenne il Tour de Trump, sponsorizzato dal magnate Donald Trump che poi si stufò... La gara rimase in calendario fino al 1996 col nome di Dupont Tour,,, senza mai attecchire... Fu la prima gara a tappe vinta da Armstrong

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 24/02/2007 alle 01:30
Originariamente inviato da Cascata del Toce

Il Coors ebbe successo nel 1986 perchè corsero i grandi visto che i mondiali si fecero pochi giorni dopo...
L'Eneco?? Una gara organizzata in maniera pessima..ecco perchè non merita il PT...
La Coors Classic ok..che nel 1989 divenne il Tour de Trump, sponsorizzato dal magnate Donald Trump che poi si stufò... La gara rimase in calendario fino al 1996 col nome di Dupont Tour,,, senza mai attecchire... Fu la prima gara a tappe vinta da Armstrong


bè, no, la coors classic e il tour de trump erano 2 corse distinte, anche se una è finita nell'88 e l'altra è iniziata nell'89. la prima si correva ad agosto in colorado (lo stato più "ciclistico" degli usa), la seconda a maggio sulla east coast.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Indurain




Posts: 677
Registrato: Jul 2006

  postato il 24/02/2007 alle 22:49
Io aggiungerei una sei giorni di milano

 

____________________
W IL CICLISMO


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Indurain




Posts: 677
Registrato: Jul 2006

  postato il 24/02/2007 alle 22:51
anche se su pista

 

____________________
W IL CICLISMO


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Indurain




Posts: 677
Registrato: Jul 2006

  postato il 24/02/2007 alle 22:54
Ma non c'è stata anche una piccola corsa a tappe di due giorni (qualche anno fa) chiamata, se non sbaglio, Fienze - Roma?

 

____________________
W IL CICLISMO


 
Edit Post Reply With Quote
<<  1    2    3  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.5630569