Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Girada 2010
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2  >>
Autore: Oggetto: Girada 2010

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 02/08/2010 alle 15:15
Come ogni anno in questo periodo la macchina organizzativa della Girada de Vilanoa e Gaard, la seconda corsa ciclistica per importanza dopo il Tour (la terza piazza se la giocano il mondiale ed il Caedagne) si mette in moto.
Ed ecco infatti la mail dell'organizzazione che annuncia strabilianti. sconvolgenti, conturbanti ed esilaranti novità nel regolamento:


"cari giradini,

La Girada è nata nel 1997 tra un gruppo ristretto di amici che per qualche anno ha coltivato questa esperienza agonistica in modo esclusivo e ammettendo con grande parsimonia nuovi adepti e partecipanti.
Per venire incontro alla numerose richieste, nel 2002, la Girada ha affrontato un primo grande cambiamento, divenuto noto anche con il nome di Girada "open" a significare l'allargamento dei partecipanti e l'accoglimento di gran parte delle domande di adesione.
Oggi, nel 2010, dopo quasi un decennio di grandi successi sportivi e di pubblico, la Girada sente il bisogno di affrontare un grande ulteriore cambiamento. Per recuperare lo spirito delle origini e per ravvivare il senso agonistico che era nell'intento dei fondatori, nasce una nuova svolta, e nasce la Girada "ad handicap".
Quest'anno infatti la corsa a tappe prevede pesanti aggravi per tutte le tappe e ben due tappe che dovrebbero, si spera, rimescolari i valori. Tali iniziative, sicuramente innovative e da sperimentare, dovrebbero da un lato mettere freno alla crescita incontrollata del puro agonismo, che pure ha dato molto alla storia recente della Girada, e dall'altro offrire spunto di tatticismi, discussioni e polemiche.
Siamo comunque convinti che questa nuova forma, non possa stravolgere i valori in campo, anche se richiederà a tutti quanti un modo nuovo di concepire la corsa. Del resto questo è il vero spirito dela Girada.

Questa sera, alle ore 21, il comitato organizzatore nelle persone di Stefano Filippini, Roberto Tottoli, Luca Turrini, il responsabile dei giudici di gara Marco Favagrossa e il rappresentante sindacale dei corridori Pierluigi Paterlini ha stabilito e approvato quanto sopra, definendo inoltre il percorso dell'edizione di quest'anno.
A questo primo comunicato seguirà, come sempre, un programma dettagliato che verrà incluso anche nel blog.

Importante: siete pregati di iscrivervi o comunque farvi vivi al più presto, in modo da comunicare la vostra iscrizione. Vi ricordo inoltre che le candidature di nuovi, possibili, partecipanti, deve essere comunicata entro la fine di agosto, così come la vostra iscrizione.

... segue...

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 02/08/2010 alle 15:15
" GIRADA 2010

Novità del regolamento

Innanzitutto gli aggravi: come accennato sopra il vincitore di ogni tappa avrà un aggravio progessivo di 30". Tutte le tappe comportano un aggravio compresa la cronometro a coppie, per i due vincitori.
Il carattere "progressivo" dell'aggravio significa che il valore di 30" raddoppierà progressivamente nel caso in cui un atleta vinca più di una tappa. Ad es.: se l'atleta X vince la prima tappa, avrà una penalità di 30"; se l'atleta X vincerà una seconda tappa, il suo aggravio per quella vittoria sarà di 1'; alla terza tappa raddoppierà a 2' e così via. Questo vuol dire, ad eseMpio, che lo scorso anno, quando vinse 3 tappe, Dancelli avrebbe avuto una penalità (di aggravi) in classifica di 30" + 1' + 2' = 3'30".
Due delle sei tappe contemplano altri elementi di "handicap": la tappa bidone (la 3a) è così chiamata perché vi è stabilita una fuga biDone iniziale così determinata: gli ultimi tre inclassifica generale partiranno in anticIpo sul gruppo di un tempo corrispondente al distacco del terz'ultimo dal primo in classifica.
La cronometro a coppie avverrà tramite estrazione: i corridori verranno divisi in due gruppi: in uno vi sarà la prima metà di classifica mentre nel secondo, la seconda. Le coppie verranno formate estraendo un corridore da un gruppo e uno dall'altro. Nel caso vi siano partenti dispari, il corridore che si trova a metà (ad es. l'8° in classifica tra 15) parte da solo.


GIRADA 2010 / tappe

domenica 5 settembre h. 17.00
1. tappa circuito di Calcinato (casa Teofrasto Paracelso - casa di Teofrasto), Km. 20
tappa pianeggiante per celebrare in un circuito pianeggiante da percorrere più volte, un protagonista della Girada.

lunedì 6 settembre h. 19.00
2. tappa Casa Filippini - Cavallino, 17 Km.
tappa che parte da casa Filippini - Cave - S. discoteca Plaza - provinciale verso Villa- al cartellodi Villa si gira a destra verso chiesetta Alpini - si sale fin oalla ciclabile dei laghetti - bivio ciclabile direzione S.Qurico -discesa su S. Quirico - a sinistra arrivo sotto Cavallino.

martedì 7 settembre h. 19.00
3a. tappa (tappa bidone) Giro dei Laghetti, 19 Km.
La classica dei laghetti

mercoledì 8 settembre: riposo

giovedì 9 settembre h. 19.00
4a tappa: cronometro a coppie (estratte come da modalità stabilite dal regolamento): Castrezzone- Bivio per Burago, KM. 5
crono in gran parte in discesa, che parte da Castrezzone , fa i due tornanti dopo Calvagese, quindi prima del ponte sul Chiese e di Prevalle, si prosegue dritti verso Longavina e si arriva dove c'è il bivio verso Burago (lo stesso arrivo di qualche anno fa, dove vinse Zanardelli)

venerdì 10 settembre h. 19.00
5a tappa: Piazza S. Quirico - circuito della Kermesse, 16 Km.
partenza da S. Quirico (e poi per gran parte il percorso della tappa sotto la pioggia anni fa), sotto il Cavallino sterratoverso residence panorama, Castrezzone, Calvagese, Rotonda di Mocasina -direzione Bedizzole - tangenziale di Bedizzole - dopo ponte Chiese si prende via gavardina a dx e quindi si prosegue dritti verso il circuito dela Kermesse e si fa dalla rotonda quasi un giro e si arriva al solito arrivo della Kermesse.

sabato 11 settembre h. 17.00
Vallio terme - salita Monte Magno santuario Paolo VI, Km. 10
partenza da vallio alla Chiesa -discesa verso Sopraponte - si prende slaita per Monte Magno - arrivo dopo circa 3 Km. dove c'è monumento a Paolo VI.

sera cena e premiazioni

seguirà programma ufficiale

ciao a tutti"

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 08/08/2010 alle 22:44
Piccole, ma sostanziali modifiche al regolamento: in occasione dell'ultima tappa con arrivo in salita sull'impegnativa erta del Monte Magno di Gavardo, non ci sarà l'aggravio di 30" per il vincitore. In questo modo si vedranno per l'arrivo in salita i veri valori in campo, senza che i big siano bloccati da calcoli tattici.

Un po' di considerazioni sul percorso:
* le tappe veramente dure sono due: la seconda, che prevede un pezzo della salita dura della Chiesetta degli Alpini di Villa di Salò e poi continua su percorso molto vallonato fino a sopra i laghetti di Sovenigo, e l'ultima con l'arrivo in salita a Monte Magno dove la pendenza è per lunghi tratti in doppia cifra.
* la 3° tappa, la classica dei laghetti, quest'anno vedrà l'innovativa formula della tappa bidone: gli ultimi tre in classifica partire per primi con un vantaggio pari al distacco del terz'ultimo dal capoclassifica. Per avere un'idea dell'entità del possibile vantaggio, basti pensare che l'anno scorso alla terza tappa il terz'ultimo era in ritardo di 14' 16" (!!!) rispetto al capoclassifica; se conosco i miei polli, inoltre, non escludo mosse tattiche clamorose tipo ritardi biblici volontari nella seconda tappa in modo da partire con un vantaggio consistente per l'ambitissima classica dei laghetti.
* la tappa a cronometro a coppie sorteggiate avrà anch'essa l'aggravio per i due vincitori di tappa: questo vuol dire che se uno va veramente forte e vince la tappa, rischia di prendersi sul groppone un ritardo molto maggiore (30" o più) rispetto a quello che riuscirebbe a darne agli altri, visto che il percorso è di soli 5 km quasi tutti in discesa.
* molto bella quest'anno la tappa che una volta era della kermesse: la prima parte della tappa è in linea e sul finale si fa un giro del circuito e resta il solito arrivo. La tappa è poco mossa, ma si presta a fughe da lontano per passisti coraggiosi, sempre che i big lascino fare.
* dopo l'orgia di sentieri dello scorso anno, purtroppo quest'anno lo sterrato sarà praticamente assente.

 

[Modificato il 08/08/2010 alle 23:29 by Zanarkelly]

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 08/08/2010 alle 23:28
Qualche considerazione sul nuovo regolamento, talmente assurdo da poter funzionare: i vincitori di tappa avranno un aggravio in classifica di 30" e chi vince più di una tappa vedrà questo aggravio raddoppiare progressivamente in base alle tappe vinte.

Se si pensa che il vantaggio massimo di un vincitore di tappa lo scorso anno è stato di circa 50", questo significa che sicuramente chi vuole vincere la Girada dovrà cercare di non vincere tappe, per poi scatenarsi nell'ultimo arrivo in salita molto selettivo.

Questo potrebbe favorire gli scalatori Tami e Micheli, ovviamente se saranno abbastanza in forma da opporsi seriamente a Dancelli. La tattica giusta per loro dovrebbe essere quella di marcare a uomo gli atri favoriti, stando attenti a non arrivare mai primi al traguardo, e poi scatenarsi nell'ultima tappa.

Il buon Claudio dal canto suo, se la condizione fosse lastessa dello scorso anno, nonostante potrebbe tranquillamente seguire la stessa tattica, quasi sicuramente vorrà tentare qualcosa, rischiando di compromettere tutto.

La tappa giusta potrebbe essere la "tappa bidone": se, infatti, i primi corridori che partono, non venissero raggiunti prima dell'arrivo, cosa probabile, chi scatta sui Laghetti (salita molto adatta a Claudio) darebbe un distacco effettivo agli altri.

Con questo regolamento, comunque, è difficile che qualcuno che punta alla classifica finale possa pensare di andare in fuga solitaria: agli inseguitori basterebbe tenerlo a bagnomaria a 20" per essere sicuri di averlo dietro in classifica.

Una possibile soluzione potrebbe essere quella delle alleanze trasversali: un big va in fuga con un altro corridore (che chiameremo per semplificità "pezzente") a cui interessa solo la tappa. Il pezzente vince la tappa e si becca l'aggravio, e il big si tiene il vantaggio guadagnato. La mia tattica sarà molto semplice: non avendo possibilità alcuna in classifica, vista l'ultima durissima tappa, mi proporrò come il pezzente di turno, almeno nelle tappe che si adattano alle mie caratteristiche, che sono la prima e la quinta (quelle pianeggianti, per interderci), in modo da puntare a qualche vittoria di tappa.

Ultima considerazione sulla cronometro a coppie che vede l'aggravio per i vincitori: potrebbe diventare una tappa molto importante, perchè qualche big cadrà sicuramente in un'imboscata e potrebbe perdere secondi pur vincendo la tappa. I secondi potrebbero anche non essere pochi, visto che, se il sorteggio lo accoppiasse con un corridore già vincitore di tappa, l'aggravio potrebbe essere di un minuto o più.

Non riesco ad immaginare del tutto quali potranno essere i risvolti tattici derivanti da questo tipo di regolamento: spero solo che queste modifiche non tarpino le ali allo spettacolo (termine che per la Girada andrebbe per lo meno virgolettato).

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 09/08/2010 alle 08:07
cacchio non vale!!!

volevo farla la girada quest'anno....ma non potrò, ho il venerdì e il sabato già impegnatissimi!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 8805
Registrato: Dec 2004

  postato il 09/08/2010 alle 08:36
Originariamente inviato da robby

cacchio non vale!!!

volevo farla la girada quest'anno....ma non potrò, ho il venerdì e il sabato già impegnatissimi!


Sei HC non puoi!

 

____________________
http://www.nicolascattolin.com
Chi non indossa il casco non ha nulla nella testa che valga la pena proteggere.
If you don't have the balls to brake late then that is your problem. L.H. to K.R.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 09/08/2010 alle 09:09
io HC???? ti ricordi settimana scorsa sul Duran?? altro che HC!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1624
Registrato: Mar 2007

  postato il 09/08/2010 alle 09:24
Si può fare wild card al sabato e alla domenica?

La tappa bidone...

 

____________________
..vince, trionfa! Alza le braccia al cielo!!
---
Asso di quadri
---
Che cos'è la CKC-Memorial janjanssen?
2006 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=3901
2007 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=5719
2008 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=6951
2009 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=8330
2010 http://forum.cicloweb.it/viewthread.php?tid=9102
Decalogo http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=7799

---
"caffè, solo caffè..."
---
ex-stiloso (2008)
---
davanti a Bitossi, nelle occasioni che contano! :-D

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 09/08/2010 alle 09:50
Ragazzi, niente wild-card.

Tenetevi liberi per il Caedagne, che probabilmente sarà il 19 settembre.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 09/08/2010 alle 10:26
Originariamente inviato da Zanarkelly

Ragazzi, niente wild-card.

Tenetevi liberi per il Caedagne, che probabilmente sarà il 19 settembre.


ecc.azzo no, ho il matrimonio del mio migliore amico...

osti che rogna quest'anno!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 8805
Registrato: Dec 2004

  postato il 09/08/2010 alle 10:49
Originariamente inviato da robby

Originariamente inviato da Zanarkelly

Ragazzi, niente wild-card.

Tenetevi liberi per il Caedagne, che probabilmente sarà il 19 settembre.


ecc.azzo no, ho il matrimonio del mio migliore amico...

osti che rogna quest'anno!


Un nemico in meno, anzi, il NEMICO!!!

 

____________________
http://www.nicolascattolin.com
Chi non indossa il casco non ha nulla nella testa che valga la pena proteggere.
If you don't have the balls to brake late then that is your problem. L.H. to K.R.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1624
Registrato: Mar 2007

  postato il 09/08/2010 alle 14:55
Dai Zanna, almeno una pedalata in compagnia, senza classifica o altro...

 

____________________
..vince, trionfa! Alza le braccia al cielo!!
---
Asso di quadri
---
Che cos'è la CKC-Memorial janjanssen?
2006 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=3901
2007 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=5719
2008 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=6951
2009 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=8330
2010 http://forum.cicloweb.it/viewthread.php?tid=9102
Decalogo http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=7799

---
"caffè, solo caffè..."
---
ex-stiloso (2008)
---
davanti a Bitossi, nelle occasioni che contano! :-D

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 10/08/2010 alle 01:16
Originariamente inviato da uffa
Dai Zanna, almeno una pedalata in compagnia, senza classifica o altro...

Se vuoi aggregarti al gruppo da fuori-classifica, la tappa ideale è l'ultima con l'arrivo in salita, quella del sabato; bene o male ogni anno c'è sempre qualcuno esterno che segue l'ultima tappa.
La cosa importante è di non tirare e di non favorire nessuno: gli organizzatori sono molto severi in questo.

Se poi vuoi eventualmente potresti fermarti per la cena: basta che lo dici prima e prenoti. Negli ultimi due anni è stata a base di piatti vari e sempre molto buoni, però quest'anno potrebbe tornare come piatto forte lo "spiedo alla bresciana", pietanza che, per un salutista milanese come te, potrebbe risultare fatale.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1624
Registrato: Mar 2007

  postato il 10/08/2010 alle 10:17
In pratica ci sarà il gruppetto degli ospiti che vi seguirà e sbeffeggerà...
Spiedo alla bresciana? E credi che abbia paura? Si vede che non sai chi io sia..

 

____________________
..vince, trionfa! Alza le braccia al cielo!!
---
Asso di quadri
---
Che cos'è la CKC-Memorial janjanssen?
2006 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=3901
2007 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=5719
2008 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=6951
2009 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=8330
2010 http://forum.cicloweb.it/viewthread.php?tid=9102
Decalogo http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=7799

---
"caffè, solo caffè..."
---
ex-stiloso (2008)
---
davanti a Bitossi, nelle occasioni che contano! :-D

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 10/08/2010 alle 22:17
Originariamente inviato da uffa

Spiedo alla bresciana? E credi che abbia paura? Si vede che non sai chi io sia..


Guardalo, subito: "Lei non sa chi sono io!" Da stra-bauscià!

Ti facevo più salutista e meno milanese

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 31/08/2010 alle 16:59
Questa dovrebbe essere la lista più o meno definitiva dei partecipanti alla Girada 2010, anche se ci sono alcuni iscriti "sub judice", che vuol dire che, se sono troppo forti, potrebbero venire esclusi dalla classifica (cosa già successa alla Girada negli anni passati...)

1. Nadir Loro
2. Roberto Giottoli
3. Eugenio Sartorelli
4. Giovanni Massolini
5. Roberto Tottoli
6. Pierluigi Paterlini
7. Stefano Filippini
8. Rossano Lavi
9. Claudio Dancelli
10. Renato Milini
11. Lorenzo Zanardelli
12. Matteo Cappelletti
13. Alessandro Fondrieschi
14. Alessandro Tami
15. Leone Tami
16. Federico Micheli
17. Giorgio Franzoni
18. Massimo Licci
19. Stefano Falsina

Più o meno sono gli stessi partecipanti di sempre con tre esordienti che potrebbero rappresentare una sorpresa. Grandi cose si attendono dal rookie "Roberto Giottoli", di cui si dice che sia allenato, ma soprattutto farmacista, alla faccia dello sporto pulito

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 01/09/2010 alle 12:11
Questo è il volantino ufficiale della Girada 2010:

http://www.datafilehost.com/download-2aea6fe1.html

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 03/09/2010 alle 11:56
Cresce l'attesa per la Girada 2010 che comincerà domenica 5 settembre.
La prima tappa sarà completamente pianeggiante: un circuito (vedere link sottostante) di circa 8.5 km da ripetere 2 volte. Non c'è un metro di salita neanche a misurare con bolla e teodolite o addirittura facendo il conteggio del dislivello in stile Stress (concedetemi la frecciatina ): in teoria è la mia tappa e in pratica è l'unica che quest'anno potrei avere l'ambizione di vincere.
Domani se riesco vado a fare un giro sul percorso, ma non vorrei stancarmi troppo (da questo si capisce anche il mio grado di preparazione per quest'anno)

http://maps.google.com/maps/ms?ie=UTF8&hl=it&t=h&msa=0&msid=114000917042312096294.00048d78d3ab082e04182&ll=45.447969,10.428472&spn=0.017914,0.045104&z=15


 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1624
Registrato: Mar 2007

  postato il 03/09/2010 alle 14:10
abuso di questo thread per segnalare la necessità di anticipare al 18 il Mondiale su Caedagne, pena la non partecipazione di robby e Bitossi...

 

____________________
..vince, trionfa! Alza le braccia al cielo!!
---
Asso di quadri
---
Che cos'è la CKC-Memorial janjanssen?
2006 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=3901
2007 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=5719
2008 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=6951
2009 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=8330
2010 http://forum.cicloweb.it/viewthread.php?tid=9102
Decalogo http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=7799

---
"caffè, solo caffè..."
---
ex-stiloso (2008)
---
davanti a Bitossi, nelle occasioni che contano! :-D

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 03/09/2010 alle 23:49
Originariamente inviato da uffa
abuso di questo thread per segnalare la necessità di anticipare al 18 il Mondiale su Caedagne, pena la non partecipazione di robby e Bitossi...


Io credo, invece, che per esigenze di produzione il mondiale verrà posticipato al 26 settembre, se non addirittura al 3 ottobre, anche se quest'ultima data sarebbe da evitare per non andare in conflitto con il mondiale dei professionisti che si correrà nella notte a Melbourne.
Cosa volete... mi ha chiamato Pat e mi ha supplicato di non far coincidere i due eventi e io sono buono di natura...

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 06/09/2010 alle 14:57
Ieri si è svolta la prima tappa della Girada 2010.
Debacle totale dello Zanarkelly che accusa un ritardo consistente su una tappa che sulla carta era fatta per lui.
Ecco la classifica...

1a tappa: circuito Calcinato, 17 Km
1. Pierluigi Paterlini in 30’00’’ + 30’’ di aggravio
2. Nadir Loro s.t.
3. Renato Milini s.t.
4. Alessandro Tami s.t.
5. Eugenio Sartorelli s.t.
6. Rossano Lavi s.t.
7. Giorgio Franzoni s.t.
8. Massimo Licci s.t.
9. Federico Micheli s.t.
10. Roberto Tottoli a 0’34’’
11. Lorenzo Zanardelli a 3’00’’
12. Stefano Filippini a 4’23’’
13. Alessandro Fondrieschi a 4’29’’

Classifica generale
1. Nadir Loro in 30’00’’
2. Renato Milini s.t.
3. Alessandro Tami s.t.
4. Eugenio Sartorelli s.t.
5. Rossano Lavi s.t.
6. Giorgio Franzoni s.t.
7. Massimo Licci s.t.
8. Federico Micheli s.t.
9. Pierluigi Paterlini a 30’’
10. Roberto Tottoli a 34’’
11. Lorenzo Zanardelli a 3’00’’
12. Stefano Filippini a 4’23’’
13. Alessandro Fondrieschi a 4’29’’

Claudio Dancelli, Leone Tami, Stefano Falsina, Matteo Cappelletti e Giovanni Massolini aggregati a 4’29’’

Breve commento
L’assenza di avversari pericolosi per la classifica sprona il gruppo ad attaccare fin dalle prime battute i due giri del circuito di Calcinato. Lavi eFranzoni impongono un ritmo infernale e il gruppo si sgrana. Tra quelli che resistono, Paterlini regola un gruppo che non sprinta alla morte onde evitare l’aggravio, ma riuscendo a regalare agli assenti un fardello di oltre 4

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 06/09/2010 alle 14:58
... ed il geniale commento di Teofrasto Paracelso

Il fatto che ad una corsa ciclistica il trenta percento dei partecipanti non si presenti alla partenza della prima tappa (che tra l'altro si corre di domenica) può significare solo una cosa: circa un terzo dei partecipanti aveva altri impegni.

La frazione di oggi si è corsa nelle assolate campagne attorno la mia dimora, in modo da consentirmi la consueta pennica domenicale. Essendo che io abito in un posto più piatto di un 33 giri il percorso aveva un dislivello complessivo di circa trenta centimetri, ovvero la somma dei due dossi rallentatori sul tracciato. Qualsiasi commentatore del mondo da circa ottant'anni a questa parte definirebbe la tappa di oggi “adatta ai velocisti” ma il sottoscritto ama distinguersi dalla massa e quindi la definirò “adeguata ai velocisti”.

Facendosi beffe di chi la immaginava una tappa tranquilla il gruppone prendeva da subito un'andatura da autovelox tanto che alcuni giradini hanno approfittato dell'effetto “risucchio” e si sono piazzati al centro del plotone muovendo si e no una dozzina di pedalate dalla partenza all'arrivo. Già dai primi chilometri un ormai ottuagenario Filippini si lasciava sfilare nelle retrovie, non si sa se per giovarsi dell'astruso regolamento della Girada o solamente per riuscire bene nelle foto della corsa. A seguire si staccavano anche il novizio Fondrieschi, Zanardelli ed il non più giovanissimoTottoli (non ricordo se sia coetaneo di Binda o di Learco Guerra).

A proposito di regolamento, come tutti saprete chi vince una tappa si ritrova con penalizzazioni in classifica progressivamente più alte, calcolate secondo un complicato sistema matematico che, se sviluppato interamente, prevede la fine del mondo il 16 ottobre 2011 (A Maya, levateve!). Quindi vincere non conviene ma, come avrei fatto io se mi avessero detto che in quella birra fresca c'è il veleno di dieci scorpioni, Paterlini se ne straciccia e va a conquistare la volata del gruppo compatto.

Come da accordi prima della partenza tra giudici di gara e corridori quest'anno chi non partecipa ad una tappa avrà il tempo dell'ultimo più sei minuti e quindi chi non si è presentato oggi, oltre ai quattro minuti e mezzo presi da Filippini si becca questo distacco.

La tappa di domani prefigura distacchi misurabili in giorni venusiani, viste le ardite scalate da affrontare. Chi tra i corridori è fermamente convinto che il tempo sia solo una convenzione antropomorfa può prendersela con calma. Tutti gli altri o pedalano come dei dannati o addio sogni di Gloria (Gloria è una delle miss che premiano i corridori all'arrivo).

P.S.
quella dei sei minuti di penalizzazione non è vera, ho solo verificato la tenuta delle coronarie di Dancelli. Non temere Claudio, se leggi fino a qui o sei di tempra robusta o avevi casualmente a fianco un primario di rianimazione.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 06/09/2010 alle 15:25
Cosa dire della prima tappa?
Un disastro! Ovviamente solo dal mio punto di vista, perchè era forse l'unica tappa in cui potevo e "dovevo" fare qualcosa.
In realtà ho fatto fatica fin dal primo metro a tenere le ruote del gruppo che è schizzato da subito a velocità supersoniche (ovvio: tutto è relativo) e mi sono barcamenato in fondo al gruppo per riuscire a stare attaccato. Mi sono dovuto staccare all'inizio del secondo giro, quando non sono riuscito a chiudere un buco in uscita di curva, e alla fine ho preso 3 minuti.

Non mi aspettavo un'andatura così elevata; effettivamente la media forsennata è stata determinata dall'assenza a sorpresa del Dancelli, come al solito faro della corsa (anche quando non c'è!), o meglio dalla smania di Lavi di tagliarlo fuori dalla lotta per la classifica finale.

Avrei dovuto tenere duro e stare attaccato al gruppo e avrei vinto di sicuro la volata, che tra l'altro non c'è stata, ma proprio non potevo.
Ho fatto tutto quello che era in mio potere per resistere, ma sono riuscito solamente a dimostrare, se ancora non fosse chiaro, che in bici non si inventa niente e che l'allenamento è quasi tutto.

Per la cronaca, ieri ha vinto Paterlini, che ha messo in campo tutte le sue abilità oratorie e diplomatiche (degne del miglior Kissinger) per costruire una rete di alleanze e concussioni tipo Sacra Corona Unita.

Stasera seconda tappa, molto dura, con la salita assassina della chiesetta degli Alpini di Villa di Salò, non lunga, ma parecchio dura. La tappa è disegnata sulle caratteristiche di Dancelli e se ci sarà prevedo la sua vittoria.
Per conto mio sarei felice di contenere il distacco entro i 10 minuti

 

[Modificato il 06/09/2010 alle 15:28 by Zanarkelly]

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2863
Registrato: Oct 2005

  postato il 07/09/2010 alle 21:35
"Invece tutto avviene. Il Big bang dal quale nasce il nuovo ordine del mondo." (cit.)
.................

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 08/09/2010 alle 10:29
Sono rimasto un po' indietro con gli aggiornamenti della Girada, ma... cosa volete?... faccio tutto questo gratuitamente e quindi non mi sembra uno scandalo che me la prenda comoda.

Vado quindi ad aggiornarvi sulla durissima seconda tappa riportando la classifica:

2a tappa: Casa Paterlini-Cavallino, 12 Km
1. Claudio Dancelli in 28’03’’ + 30’’ di aggravio
2. Rossano Lavi a 53’’
3. Alessandro Tami s.t.
4. Roberto Giottoli a 1’26’’
5. Giorgio Franzoni a 2’35’’
6. Stefano Filippini a 2’40’’
7. Federico Micheli s.t.
8. Matteo Cappelletti s.t.
9. Pierluigi Paterlini s.t.
10. Eugenio Sartorelli a 3’39’’
11. Renato Milini s.t.
12. Roberto Tottoli a 4’47’’
13. Giovanni Massolini s.t.
14. Alessandro Fondrieschi a 4’52’’
15. Massimo Licci a 5’16’’
16. Lorenzo Zanardelli a 5’56’’
Nadir Loro aggregato a 5’56’’
Stefano Falsina aggregato a 6’56’’

Classifica generale
1. Rossano Lavi in 58’56’’
1. Alessandro Tami s.t.
3. Giorgio Franzoni a 1’42’’
4. Federico Micheli a 1’47’’
5. Pierluigi Paterlini a 2’17’’
6. Eugenio Sartorelli a 2’46’’
6. Renato Milini a 2’46’’
8. Claudio Dancelli a 4’06’’
9. Massimo Licci a 4’23’’
10. Roberto Tottoli a 4’28’’
11. Roberto Giottoli a 5’02’’
12. Nadir Loro a 5’56’’
13. Stefano Filippini a 6’10’’
14. Matteo Cappelletti a 6’16’’
15. Lorenzo Zanardelli a 8’03’
16. Giovanni Massolini a 8’22’’
17. Alessandro Fondrieschi a 8’28’’
18. Stefano Falsina a 10’32’’

Breve cronaca
Ritmo sostenuto fin dall’inizio in discesa e pianura, in cui Paterlini perde contatto. Sulle dure rampe di Villa Dancelli attacca e sgrana il gruppo.

Doamni tappa bidone, con gli ultimi tre che partiranno otto minuti prima del gruppo. Si prevede pioggia> i concorrenti sono invitati a portare una luce.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 08/09/2010 alle 10:30
Ed ecco il commento alla seconda tappa di Teofrasto Paracelso:

Signore e signori è arrivato il Dancelli.

Sono certo che se fossero stati lui e Cristoforo Colombo con un pedalò a partire da Palos quella mattina di agosto del 1492, l'America l'avremmo scoperta qualche mese prima e senza tante storie di equipaggi ammutinati e caravelle da farci il pieno di gasolio.

Chi pensava che qualcuno oggi avrebbe tentato di approfittare dello scellerato regolamento che penalizza chi vince ed agevola chi perde (neanche fosse una legge elettorale scritta da Calderoli) è stato seccamente smentito.

Come saprete Dancelli partiva con diversi minuti di ritardo in classifica generale e si aspettava un altro 30 secondi di aggravio se avesse vinto. Bene, avrà pensato tra sé e sé, dov'è il problema? Basta darne una vagonata di minuti ai miei rivali che qualcosa si mette in saccoccia. E così è stato. In classifica recupera qualcosa come undici posizioni.

Certo, decisi a non concedergli cavalcate trionfali c'erano due tipini come Lavi e Tami che, collaborando efficacemente, hanno dimostrato non solo di provare evidente affetto reciproco, ma anche che, per citare la letteratura classica, “due ciclist is megl che uan”.

Non hanno affatto demeritato oggi neanche Giottoli, Franzoni e vecchie conoscenze come Filippini, Cappelletti e Micheli. Paterlini avrebbe anche potuto rimanere nei pressi dei primi se durante l'agevole discesa iniziale non si fosse fatto distrarre dai numeri di targa di una vettura che lo precedeva che, sommati tra loro e divisi per il proprio valore fattoriale davano esattamente il suo vantaggio in classifica misurato in bimestri. Ah, la passione per la matematica fa brutti scherzi.

Che non scherzava affatto oggi era la salita verso Sovenigo. Nei tratti più duri si era sparsa la voce incontrollata che la pendenza superasse il 78 percento e che per salirla ci si dovesse togliere la bici, metterla a spalle e scalare con le nude mani.

Come fosse realmente non lo sapremo mai con certezza dato che la zona è da anni isolata a causa di alcune tribù antropofaghe mai debellate. Pare che solo l'intervento di un capotribù appassionato di ciclismo abbia impedito ai selvaggi di cenare con i carnosi polpacci del Novizio Fondrieschi.

Un pensiero commosso prima di chiudere va al tenero Tottoli che, nonostante il rapporto peso-età sia pari a quello di un capidoglio settantenne, riesce ancora a precedere giovanotti del calibro di Zanardelli e Licci. Ciò che vietano le leggi fisiche concedono le scoperte della chimica moderna.

Domani (oggi per chi legge se legge domani e ieri per chi legge se legge dopodomani) si corre la classicissima dei Laghetti. Se pioverà prevedo che sul viso dei concorrenti, oltre alla pioggia ed al sudore si mischieranno fango, lacrime e sangue. Uno schifo incredibile.

Alla prossima.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 08/09/2010 alle 10:51
Grande vittoria di Dancelli, quindi, come da previsioni. Ho fatto appena in tempo a vedere il suo scatto all'inizio della salita che lo ha portato a dare un distacco al secondo di quasi un minuto(!): tanta roba in una tappa di 12 km.

Comunque la salita era parecchio dura con due strappi secchi seguiti da un lungo falsopiano (più falso, che piano). E pensare che in teoria abbiamno seguito la pista ciclabile Salò-Lonato; beh uno pensa ad una pista ciclabile e gli vengono in mente famigliole in bici, nonni in citybike, fighette in rollerblade, ecc. E invece ti ritrovi davanti una rampa assassina, male asfaltata, con una pendenza dichiarata del 12% (percepita del 17%).

Io personalmente sul muro mi sono letteralmente piantato e sono arrivato al traguardo penosamente ultimo. Mi piacerebbe poter dire che mi sono staccato apposta per poter accusare un ritardo in classifica tale da potermi consentire di partire avanti nella tappa bidone (vedere regolamento di gara), ma la verità è che in quella tappa ho veramente sofferto sia la salitona che il falsopiano successivo.

Il LandoTeam, quindi, torna alla vittoria, in un anno per ora amaro di soddisfazioni, e non si accontenta solo di quello, ma piazza anche un uomo all'ultimo posto di tappa. Metafisicamente parlando l'unica interpretazione che riesco a dare è che il LandoTeam rappresenta l'alfa e l'omega del ciclismo e ne incarna quindi lo spirito massimo; ma questa è solo una delle possibili ipotesi.

Guardando la classifica generale noto con orrore che sono in quartultima posizione e, quindi, non sarei nella fuga bidone decisa d'ufficio per la classicissima dei laghetti. Però ho buone speranze: probabilmente pioverà e non vedo perchè Falsina, che ha saltato le prime due tappe, debba presentarsi proprio con il maltempo. Domani è un altro giorno: si vedrà.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 08/09/2010 alle 10:55
Ed il giorno dopo è davvero un altro giorno: è il giorno dello Zanarkelly.

Eccol la classifica di tappa:

3a tappa: Cimitero Villanuova – Ristorante trote, 19 Km

1. Lorenzo Zanardelli in 35’15’’ + 30’’ di aggravio
2. Giovanni Massolini a 18’’
3. Rossano Lavi a 1’08’’
4. Claudio Dancelli a 1’10’’
5. Alessandro Tami a 1’15’’
6. Giorgio Franzoni a 2’03’’
7. Alessandro Fondrieschi a 2’06’’
8. Nadir Loro a 2’21’’
9. Federico Micheli a 4’24’’
10. Matteo Cappelletti a a 4’34’’
11. Eugenio Sartorelli a 4’43’’
12. Pierluigi Paterlini a 4’47’’
13. Renato Milini a 5’03’’
14. Roberto Tottoli a 7’38’’
15. Stefano Filippini s.t.
16. Massimo Licci s.t.
Roberto Giottoli aggregato a 8’38’’
Stefano Falsina aggregato a 9’38’’

Classifica generale
1. Rossano Lavi in 1h35’19’’
1. Alessandro Tami a 7’’
3. Giorgio Franzoni a 2’37’’
4. Claudio Dancelli a 4’08’’
5. Federico Micheli a 5’03’’
6. Pierluigi Paterlini a 5’56’’
7. Eugenio Sartorelli a 6’21’’
8. Renato Milini a 6’41’’
9. Nadir Loro a 7’09’’
10. Lorenzo Zanardelli a 7’25’’
11. Giovanni Massolini a 7’32’’
12. Alessandro Fondrieschi a 9’26’’
13. Matteo Cappelletti a 9’42’’
14. Massimo Licci a 10’53’’
15. Roberto Tottoli a 10’58’’
16. Stefano Filippini a 12’40’’
17. Roberto Giottoli a 12’32’’
18. Stefano Falsina a 18’55’’

Breve cronaca
I primi tre (essendo la tappa bidone sono gli ultimi tre della classifica), partiti con otto minuti di vantaggio, fanno corsa da soli e Zanardelli riesce a staccare a Castrezzone Massolini e ad andare a vincere. Dietro Dancelli strappa per saggiare le forze e il gruppo si frantuma e sol oalla fine lavi strappa qualche secondo a Tami per quella che appare ormai una sfida a due per la vittoria finale. Domani riposo.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 08/09/2010 alle 10:56
Commento di Teofrasto alla terza tappa

Dopo aver scongiurato la possibile cancellazione della tappa per una sovrapposizione con un concerto di Tony Santagata in un paese vicino (immaginate che caos sulle strade della zona?) la tappa parte regolarmente (Tony ha annullato il concerto) con la fantomatica “fuga bidone”. Secondo il regolamento di quest'anno gli ultimi tre della classifica partono con un vantaggio pari al ritardo non dell'ultimo ma bensì del terz'ultimo, conservando però validi i tempi complessivi degli altri concorrenti cosicchè all'arrivo la classifica diventa a quel punto reale e non virtuale considerato che subentra anche l'aggravio progressivo per il vincitore di tappa.

Vi conforti il fatto che ad oggi l'estensore di questo regolamento è piantonato a vista in un manicomio criminale in piena steppa siberiana. Partiti i primi tre concorrenti tutti gli altri hanno ingannato l'attesa chi accendendo un fuoco e strimpellando alla chitarra e chi ultimando la lettura degli ultimi tre volumi di “Alla ricerca del Tempo Perduto” di Proust. Una volta iniziata la gara Dancelli unitamente al tandem Tami-Lavi abbandonano il resto del gruppo forzando l'andatura. I tre fuggiaschi bidoni, ovvero Zanardelli, Massolini e Fondrieschi si sfaldano ma conservano una porzione del vantaggio trasformando la fuga bidone in bella fuga e si sa, quando c'è di mezzo una bella fuga i corridori si esaltano.

Poco dietro un ottimo Franzoni fa in modo di conservare la posizione in
classifica e contiene il distacco. All'arrivo Zanardelli, nel frattempo passato tra le file dell'Unione Sovietica, si presenta solitario al traguardo e conquista una tappa storica pur perdendo sette minuti dai tre Caballeros. Con questo risultato Dancelli risale ulteriormente la generale fino al quarto posto in classifica, dominando sempre più oltre alla gara anche gli incubi notturni dei primi tre.
Da quel che si dice in giro Dio lo fece al settimo giorno ma quelli della Girada, nella loro infinita superbia, ritengono di poter riposare già al quarto giorno. Anche perchè al settimo giorno Dio (come pure faranno i giradini) aveva già finito il lavoro e quindi perchè si è preso un giorno di riposo? Tanto il lunedì dopo mica ha ripreso con la creazione di una nuova terra. E poi questo Dio che si stanca dopo soli sette giorni non mi convince. Berlusconi fa più o meno lo stesso lavoro da quindici anni e non da segni di cedimento.
Cosicchè domani giorno dedicato al recupero delle forze ed alle sedute dallo psicanalista il quale dovrà faticare non poco a dare motivazioni per continuare questa assura corsa verso la follia. Poi giovedì si sorteggeranno le coppie per la cronometro, abbinando a ciascun corridore una concorrente di Miss Italia tra quelle che parteciparono al concorso del 1954.
Arrivederci a tutti e quanti.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 08/09/2010 alle 12:14
Grandissima gioia per la mia vittoria nella classicissima dei laghetti, la tappe forse più bella della Girada. Poco importa che quest'anno la formula fosse quella della fuga bidone (cioè con partenza degli ultimi tre in classifica generale con un vantaggio pari al ritardo del terzultimo); poco importa che formalmente io fossi quartultimo, ma, non essendosi presentato uno degli ultimi tre, sono entrato di diritto nella fuga bidone. Ma siccome della Girada, come del maiale, non si butta via niente... sono soddisfatto.

La fuga bidone parte con circa 8 minuti di vantaggio ed è composta, oltre che da me, da Fondrieschi e Massolini. Entrambi mi hanno staccato nella tappa del giorno prima e, sulla carta, mi sono superiori in salita; la mia tattica, quindi, vorrebbe essere quella di collaborare fino alla salita dei laghetti, ma cercando di tenere in serbo un po' di energie per evitare che mi stacchino in salita. Ho detto vorrebbe, perchè la realtà si presenta subito ben diversa: Fondrieschi è infortunato ad un polpaccio e non riesce a spingere bene sui pedali e Massolini non sembra molto convinto, mantenendo un'andatura troppo blanda quando si mette davanti a tirare. Io esorto: "Bisogna andare più forte, sennò ci prendono" e mi metto davanti a tirare per dare il buon esempio e alla fine tirerò per quasi tutta la tappa. Mi accorgo però che quando tiro, soprattutto sui falsipiani, fanno fatica a tenermi le ruote. Decido quindi di forzare sul falsopiano prima di cominciare la lunga discesa verso Polpenazze e stacco di brutto Massolini; nella discesa mi esalto ed aumento il vantaggio, ma arrivato alla rotonda di Polpenazze mi si bloccano le ruote in frenata e piombo nell'incrocio sfiorando un furgone che prende un po' allegramente la curva, finisco dritto verso la strada nella direzione opposta e devo girarmi e tornare indietro; una breve pausa per litigare con l'autista del furgone e poi riparto proprio mentre arriva Massolini. Avrò perso 20 secondi.

Ripartiamo quindi insieme verso la salita dei laghetti, trampolino finale verso il traguardo; ho il terrore che mi stacchi nella salita e quindi cerco di risparmiare energia per la rampa. Comincia la salita e facciamo la prima rampa insieme; da vecchia volpe dei velodromi mi tengo in centro alla carreggiata, cercando di prendere l'asfalto migliore: se vuole scattare, il porco dovrà passarmi tutto a sinistra, invadendo l'altra corsia, oppure dovrà farsi il pessimo asfalto all'interno della strada.

Massolini però non scatta. Penso: vorrà scattare nella seconda rampa, che è molto più dura. E allora comincio la seconda rampa con buona lena cercando di imprimere un ritmo forte e antiscatto alla Indurain. Finita la prima rampa mi accorgo che si è staccato di una ventina di metri. Non me l'aspettavo. Vado su con il mio passo perchè, anche se dovesse riprendermi, in volata lo batto. Ma ecco che mi affianca l'auto della giuria (il giuria andrebbe forse virgolettato) che mi comunica che anche il gruppo dei migliori ha iniziato la salita. Caxxo! allora non posso sederrmi sugli allori! Faccio tutto il resto della salita a canna, o, meglio, al massimo delle mie possibilità attuali, per paura di vedermi piombare Dancelli o Lavi alle spalle. Ma non c'è pericolo: scollino da solo, mi concedo anche una discesina tranquillo e arrivo da solo al traguardo a braccia quasi alzate. Massolini arriva dopo 20 secondi, mentre i migliori arriveranno con poco più di un minuto.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 08/09/2010 alle 12:14

Sono felice e molto sopreso della vittoria (e, a dirla tutta, sono tutti molto sorpresi della mia vittoria). La tappa dei laghetti mi era sfuggita al mio secondo anno nella Girada, quando ero stato battuto da Dancelli in volata, e poi non sono più riuscito ad essere protagonista. Ovvio che con il regolamento di quest'anno un piccolo aiuto l'ho avuto, ma un buon giradino sa sfruttare anche i regolamenti a suo vantaggio.

Quindi grande uno-due del LandoTeam, che piazza la seconda vittoria di fila nella gara a tappe bresciana; mi dispiace solo che non indossavo la maglia del team, ma una fantastica maglia vintage CCCP con enorme falce e martello disegnata.

A questo proposito, gustosissimo aneddoto del dopo gara: arriva Sartorelli, noto nostalgico del ventennio, e si avvicina a me e Massolini che stavamo parlando delle fasi della corsa. Dice: "Chi ha vinto? Massolini?" e si profonde in un saluto romano per l'amico che porta il suo "quasi cognome preferito". Massolini fa no con la testa e indica me che stavo, pugno chiuso alzato e mantellina aperta a scoprire la falce e martello, di fianco a lui. Sartorelli si tocca i genitali e se ne va con la coda fra le gambe.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1624
Registrato: Mar 2007

  postato il 08/09/2010 alle 12:48

 

____________________
..vince, trionfa! Alza le braccia al cielo!!
---
Asso di quadri
---
Che cos'è la CKC-Memorial janjanssen?
2006 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=3901
2007 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=5719
2008 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=6951
2009 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=8330
2010 http://forum.cicloweb.it/viewthread.php?tid=9102
Decalogo http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=7799

---
"caffè, solo caffè..."
---
ex-stiloso (2008)
---
davanti a Bitossi, nelle occasioni che contano! :-D

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3539
Registrato: Jan 2008

  postato il 08/09/2010 alle 17:29
La storia dei 30'' di aggravio è favolosa

C'è qualcosa dal repertorio Luce sulle immagini della gara? Son proprio curioso


PS: complimenti Lorenzo!!!

 

____________________
Fabio

I walk these streets, a loaded six string on my back...

"L'unico sport che pratico è seguire, camminando, i funerali dei miei amici che avevano praticato sport" Bertrand Russell

http://platissimamente.blogspot.com/

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 08/09/2010 alle 17:50
Originariamente inviato da plata
La storia dei 30'' di aggravio è favolosa
C'è qualcosa dal repertorio Luce sulle immagini della gara? Son proprio curioso
PS: complimenti Lorenzo!!!


L'aggravio per il vincitore è una cosa che non mi piace, anche perchè inevitabilmente inibisce lo spettacolo tra gli uomini di classifica.

Bellissima invece è la fuga bidone perchè rimescola le carte, oltre ovviamente a dare la possibilità ai bidoni di vincere. Ho proposto infatti per il prossimo anno di inserire la fuga bidone in tutte le tappe, magari per gli ultimi 5 al posto degli ultimi 3 della classifica; così sarebbero comunque distacchi meno marcati, ma la fuga potrebbe avere comunque buone possibilità di arrivare.

Per quanto riguarda le immagini della gara, ogni anno vengono effettuate riprese da uno dei giudici di gara, l'esimio Pier Parkinson Goffi, che vengono poi montate ad arte da Alessandro Tami, uno dei protagonisti della Girada, che sforna dei veri e propri film, che sono degli assoluti capolavori.

E' perchè non so come si fa, sennò ne posterei qualche pezzo (tutto è impossibile perchè durano 1 ora e mezza)

P.S.: film così alla Kobram ve li sognate!!!

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 08/09/2010 alle 18:13
Originariamente inviato da plata

La storia dei 30'' di aggravio è favolosa



Anche la denominazione delle tappe secondo me è memorabile: ad esempio "3a tappa: Cimitero Villanuova–Ristorante trote" è semplicemente sublime...


PS: Mi aggrego ai complimenti per il mio omonimo!

 

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 09/09/2010 alle 14:29
Originariamente inviato da Bitossi
Originariamente inviato da plata
La storia dei 30'' di aggravio è favolosa

Anche la denominazione delle tappe secondo me è memorabile: ad esempio "3a tappa: Cimitero Villanuova–Ristorante trote" è semplicemente sublime...

PS: Mi aggrego ai complimenti per il mio omonimo!


La linea di arrivo della tappa era la stesso del Caedagne 2009; l'unica cosa diversa dallo scorso anno è la coppia di villette, quasi sicuramente abusive, che è cresciuta sul terreno a destra della strada come un boletus in una notte umida.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 09/09/2010 alle 14:40
Stasera ci sarà la quarta tappa della Girada, frazione a cronometro a coppie estratte a sorte, accoppiando un atleta della parte alta della classifica ad uno della parte bassa. Interessante eventualità nel caso di disparità: chi non è accoppiato corre da solo! forse era più giusto farlo correre con altri due, in fondo due o tre non fa una gran differenza, però la Girada non è una questione di giustizia e quindi...

Sempre a proposito dell'ingiustiza, rammento che la coppia vincitrice della cronometro subirà l'aggravio di 30" o più come da regolamento.

Non si sa quindi come verrà interpretata la tappa dagli uomini di classifica, o meglio dai primi due della classifica Lavi e Tami, che sembrano gli unici a potersi giocare la vittoria in classifica finale. Vincere la cronometro potrebbe significare dire addio ai sogni di gloria e perdere la Girada.

Che dire del percorso? sono circa 5 km quasi completamente in discesa da fare in apnea tra rotonde e tornantoni abbastanza trafficati. I distacchi dovrebbero essere irrisori.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 10/09/2010 alle 10:33
Risultati della quarta tappa.
Il LandoTeam ci prende gusto: tre vittorie su quattro tappe.

4a tappa: crono a coppie Castrezzone – bivio per Burago, 4,5 Km
1. Dancelli – Micheli in 6’34’’ + 30’’ (Mich.) e 1’ (Dan.) di aggravio
2. Lavi – Licci a 0’07’’
3. Cappelletti – Fondrieschi a 0’10’’
4. Tottoli – Giottoli a 0’12’’
5. Franzoni – Filippini a 0’14’’
6. Tami – Milini a 0’17’’
7. Falsina – Zanardelli a 0’30’’
8. Sartorelli – Massolini a 0’40’’
Pierluigi Paterlini aggregato a 0’40’’
Nadir Loro aggregato a 1’40’’

Classifica generale
1. Rossano Lavi in 1h42’00’’
2. Alessandro Tami a 17’’
3. Giorgio Franzoni a 2’44’’
4. Claudio Dancelli a 5’01’’
5. Federico Micheli a 5’26’’
6. Pierluigi Paterlini a 6’29’’
7. Renato Milini a 6’51’’
8. Eugenio Sartorelli a 6’54’’
9. Lorenzo Zanardelli a 7’58’’
10. Giovanni Massolini a 8’05’’
11. Nadir Loro a 8’49’’
12. Alessandro Fondrieschi a 9’29’’
13. Matteo Cappelletti a 9’45’’
14. Massimo Licci a 10’53’’
15. Roberto Tottoli a 11’03’’
16. Roberto Giottoli a 12’37’’
17. Stefano Filippini a 12’47’’
18. Stefano Falsina a 19’18’’

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 10/09/2010 alle 10:34

Commento di Teofrasto alla quarta tappa

Per la tappa di oggi gli organizzatori hanno rispolverato oltre alla loro vecchia camicia di forza anche una formula già usata in passato, ovvero la cronometro a coppie formate per estrazione a sorte.
Per scimmiottare la cerimonia del sorteggio dei gironi di Champions League erano state predisposte delle insalatiere in cristallo di Boemia in cui porre le palline col biglietto, ma poco prima dell'estrazione alcuni spiritosi le hanno effettivamente utilizzate per condire valeriana e rucola e banchettare leggero. Si è quindi ripiegato su due urne cinerarie gentilmente offerte da Tottoli che le aveva acquistate in saldo qualche mese fa per togliersi il pensiero della cappella funeraria di famiglia.
L'estrazione ha assortito in maniera più o meno equilibrata le coppie, con un certo vantaggio per Dancelli - Micheli, sulla carta imbattibili e probabilmente anche sulla strada.
Ovviamente durante il sorteggio il destino, che io conosco bene per averlo frequentato ai tempi delle superiori, non ce l'ha fatta a resistere. Ma anche il più forte, imparziale e risoluto tra voi che leggete non avrebbe resistito a far abbinare la coppia Tottoli-Giottoli. Il prossimo anno se si iscrivono anche un Dottoli ed un Nottoli possiamo creare una speciale classifica avulsa.
Alla partenza, a sorpresa, si presenta anche Falsina, il personaggio mitologico, per metà uomo e per l'altra metà 'ritardo in classifica'. Quest'anno per la Girada ha deciso di allenare solo le dita delle mani, visto che l'unica tappa che farà è tutta in discesa e serviranno ottime frenate.
La cronometro, come detto quasi tutta in discesa, aveva una lunghezza di circa 5 km, meno della somma dei giro-vita di tutti i concorrenti. I distacchi sono stati dunque contenuti con 40 secondi tra la prima e l'ultima coppia. Grazie alle insidie del regolamento (vedi commenti precedenti) Dancelli, che ha vinto assieme a Micheli, si becca un minuto di aggravio dato che è la seconda vittoria di tappa. A questo punto l'ingiustizia disumana di questo regolamento appare in tutta la sua crudeltà e noi, imparziali osservatori, non possiamo che confortare Dancelli dicendogli: “La vita è ingiusta. Fattene una ragione.”
In programma domani una tappa solo all'apparenza senza grosse insidie dato che oltre ad essere abbastanza lunga è anche nervosetta come una puledra psicotica punta da vespe arrabbiate e sofferente di rinite acuta. Quindi ci si aspetta il solito attacco di un Dancelli ormai risoluto a vincere le rimanenti tappe strafottendosene della classifica. Pare che abbia già acquistato un biglietto della Transiberiana per andare a strangolare con le proprie mani l'estensore del regolamento. Gli auguriamo buona fortuna.
La lotta per il primato parrebbe quindi ormai appannaggio del duo Tavi-Lami, con Franzoni a fare da terzo polo, che oggi va di moda.
Au revoir.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 10/09/2010 alle 11:03
Cosa dire della crono a coppie di ieri? Sotto un cielo di piombo e che minacciava ben più di un semplice cataclisma, ci siamo ritrovati alla partenza ad aspettare le procedure di estrazione a sorte delle coppie. La sorte... che strano senso dell'umorismo possiede...
Vengo estratto subito in coppia con Falsina, che si è finalmente presentato alla partenza e che qualche minuto prima avevo abbracciato come un fratello perchè la sua assenza mi aveva dato la possibilità di entrare nella fuga bidone della tappa precedente; adesso mi sta già sui cojoni! E pensare che io e Dancelli ci siamo presentati con le maglie del LandoTeam nel caso fossimo estratti in coppia...
E invece lui viene estratto com Micheli, coppia super-competitiva e destinata probabilmente alla vittoria di tappa.
Vittoria di tappa che i capiclassifica Lavi e Tami devono fuggire come la peste perchè gli porterebbe in dote un ritardo di 30" in classifica che vorrebbe dire una sconfitta quasi sicura nella generale.

La mia gara si svolge un po' come mi aspettavo: ho tirato per tutti i 5 km con Falsina a ruota, tranne gli ultimi 100 metri quando lui ha messo il naso davanti per esigenze di sponsor. Comunque le gambe non è che andassero così bene; ad un certo punto, nel pezzo piano dopo il ponte del Chiese (o meglio: che tutti dicono piano, ma che a me ha sempre trasmesso una sensazione di salita. Leggera. Leggerissima. Non saprei neanche dire con esattezza... però in definitiva non è piano!), Falsina mi ha detto: "Se vuoi andare anche più forte, io ce la faccio". Con l'ultimo fiato che mi è rimasto, riesco solo a rispondergli: "Sono mort..."

La seconda coppia all'arrivo è Dancelli-Micheli che ci battono di 30" e saranno i vincitori di tappa. Le coppie Lavi-Licci e Tami-Milini arrivano rispettivamente a 7" e a 17": adesso in classifica Lavi ha un vantaggio di 24" su Tami.

Da segnalare la tattica diabolica di Lavi che piazza un uomo sul percorso proprio dopo il ponte del Chiese a prendere i tempi intermedi; il cronometrista gli ha segnalato che Lavi-Licci avevano il miglior tempo e allora hanno leggermente rallentato in modo da non vincere la tappa ed evitare l'aggravio. Chapeau! Ora io mi chiedo se questo è ancora il dilettantismo, o meglio il pressapochismo, che faceva bella la Girada. Ditemi voi, signori, se questa è Girada!

24" secondi di vantaggio, comunque, non sono pochi, ma l'arrivo in salita di sabato è tosto e Tami tira parecchio su queste salite. Per me rimane ancora il favorito per la vittoria finale.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1476
Registrato: Mar 2005

  postato il 10/09/2010 alle 16:31
Ciao belli.
Anche senza vincere la classifica finale, il Lando detta legge. E' da lunedì che vinciamo le tappe!

Stasera mi prendo una tappetta di riposo. Spero che Zanna riesca a "Portare via la fuga" come da sue intenzioni.

 

____________________
“…..oh, ghè riàt Dancelli!....”


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 10/09/2010 alle 16:36
Questa sera si corre la quinta tappa della Girada: percorso molto bello con lungo tratto vallonato e nervoso nella prima parte e finale praticamente piatto.

Visto che tra gli uomini di classifica non ci sarà praticamente battaglia, in attesa del difficile arrivo in salita di sabato, è l'ultima occasione per le seconde linee di vincere o di ben figurare.

Tatticamente parlando, potrei starmene coperto in attesa del finale in volata e mi porterei a casa una vittoria quasi sicura, ma, poichè ho già vinto la mia bella tappa e lo sponsor è già soddisfatto, ho deciso di fare il super-sborone e di non effettuare la volata.

Questo non vuol dire però che non cercherò di vincere la tappa; anzi farò di tutto per cercare di fare mia la frazione di oggi, però devo arrivare da solo.

Mi rimane appena da decidere se scattare in avvio di tappa (il posto giusto sarebbe lo sterrato del residence Panorama) e tentare la fuga a lunga gittata (tattica decisamente suicida), oppure se attendere gli ultimi 5 km e provare l'azione da finisseur (tattica un po' meno suicida).

Deciderò strada facendo in base a come si metterà la corsa e in base alle gambe; tra l'altro per attuare il piano della fuga da lontano dovrei fare qualcosa che mai in passato mi sarei sognato di fare: riscaldarmi prima della partenza! Sarò in grado?

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 10/09/2010 alle 22:42
Ordine di arrivo della 5a tappa: S. Quirico – Circuito di Prevalle, 18 Km
1. Renato Milini in 37’10’’ + 30’’ di aggravio
2. Giorgio Franzoni a 2’’
3. Stefano Filippini s.t.
4. Eugenio Sartorelli a 7’’
5. Roberto Tottoli a 9’’
6. Lorenzo Zanardelli a 13’’
7. Nadir Loro a 50’’
8. Rossano Lavi s.t.
9. Alessandro Tami s.t.
10. Pierluigi Paterlini a 1’08’’
11. Matteo Cappelletti s.t.
12. Federico Micheli s.t.
13. Massimo Licci s.t.
14. Federico Micheli s.t.
15. Stefano Falsina a 1’31’’
15. Claudio Dancelli a 7’16’’
16. Alessandro Fondrieschi s.t.
Giovanni Massolini aggregato a 7’16’’
Roberto Giottoli aggregato a 9’16’’

Classifica generale
1. Rossano Lavi in 1h42’00’’
2. Alessandro Tami a 17’’
3. Giorgio Franzoni a 1’56’’
4. Federico Micheli a 6’02’’
5. Eugenio Sartorelli a 6’11’’
6. Renato Milini a 6’31’’
7. Pierluigi Paterlini a 6’47’’
8. Lorenzo Zanardelli a 7’21’’
9. Nadir Loro a 8’49’’
10. Matteo Cappelletti a 10’03’’
11. Roberto Tottoli a 10’22’’
12. Massimo Licci a 11’11’’
13. Claudio Dancelli a 11’27’’
14. Stefano Filippini a 11’59’’
15. Giovanni Massolini a 15’21’’
16. Alessandro Fondrieschi a 16’50’’
17. Stefano Falsina a 19’59’’
18. Roberto Giottoli a 21’53’’

Commento alla quinta tappa
Tappa vera e movimentata. Parte subito una fuga a sei formata da quelli che poi saranno i prim isei in classifica. Dietro Dancelli aspetta Fondrieschi che buca e poi sarà costretto al ritiro. Davanti Franzoni guida il gruppo e dietro l’inseguimento è organizzato da Lavi e Tami. Mentre i sei si preprano alla volata a un paio di Km dall’arrivo alcune pecore di un gregge nel campo vicino (proprio come sulle stesse strade nella Girada del 1999!) costringe Paterlini, Tottoli e Franzoni a una frenata brusca e aperdere cento metri che per Sartorelli e Tototli sraanno fatali. Zanardelli tenta l’allungo ma si pianta a mezzo Km. sdall’arrivo, Franzoni rinviene sui primi e i quando i ltwerzetto si prepara alla volata, un salto di catena di Filippini spiana la strada alla volata imperiosa di milini, alla sua prima storica vittoria. Dietroil gruppo sgranato.

Il commento di Teofrasto seguirà domani, prima della tappa conclusiva sulle pendici del Monte Magno.

 

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3539
Registrato: Jan 2008

  postato il 10/09/2010 alle 22:48
Stavo in pensiero... ero proprio curioso!

Mi dispiace Lorenzo... ma l'impresa la puoi fare domani... scaldati bene e poi sorprendi tutti! (e passa un paio di mazzetet al pastore, per essere sicuro...)

 

____________________
Fabio

I walk these streets, a loaded six string on my back...

"L'unico sport che pratico è seguire, camminando, i funerali dei miei amici che avevano praticato sport" Bertrand Russell

http://platissimamente.blogspot.com/

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1669
Registrato: Sep 2008

  postato il 10/09/2010 alle 23:17
Cosa dire della 5° tappa che si è corsa oggi? Finalmente si è vista alla Girada una tappa che poteva sembrare una vera corsa ciclistica con scatti, fughe e tutto quanto può servire all'uopo; e questo è stato possibile soprattutto per il disinteresse degli uomini di classifica che, eccettuato per Franzoni, hanno lasciato partire una fuga determinante.

Appena partiti, infatti, sul falsopiano verso il Cavallino, si avvantaggiano di una ventina di metri tre corridori, con Milini che rompe gli indugi e scatta. Io decido di metter in atto il piano per la fuga da lontano, anche se mi sembra di capire che sono in parecchi che vogliono seguire lo stesso piano.

Decido di scattare appena prima dello sterrato: mi riporto prima sui tre davanti e poi scatto da bue, salto sulle orecchie a Milini e lancio nello sterrato più veloce che posso. Lo sterrato è piano, se non in leggerissima salita; devo tentare di farlo al massimo della velocità fino all'inizio della discesa, dopodichè potrò tirare il fiato. Le gambe non mi assistono fino a tanto, ma cedono una ventina di metri prima. Poco male, penso io, anche in discesa cercherò di andare forte.
Finisce lo sterrato e sulla discesina in asfalto mi raggiungono Franzoni e Filippini. Arrivati sulla strada principale ci raggiungono anche Sartorelli, Tottoli e Milini. Siamo in sei e proseguiamo di gran lena cercando di dare cambi regolari, anche se per la maggior parte del tempo tira Franzoni, terzo in classifica ad oltre due minuti, per il quale tirare è una missione di vita.
La fuga prosegue ad andatura molto sostenuta per tutta la tappa fino ad arrivare nel circuito finale, che è quello classico della kermesse. Qui succede di tutto: Franzoni sbaglia direzione nella rotondina all'ingresso del circuito; sempre Franzoni con Sartorelli e Tottoli devono frenare per non investire una pecora che vagava in mezzo alla strada.
Ci avvantaggiamo quindi io, Milini e Filippini, ma l'andatura cala leggermente; si aspettano che tiri io che sono il più veloce, ma io ribadisco che non ho intenzione di fare la volata, ma di cercare di staccarli prima. Non ho ancora finito la frase che, girandomi indietro, vedo Franzoni che tira per rientrare con i tre attardati; allora decido di partire subito.
Manca un km all'arrivo e parto alla Tchmil; devo arrivare con un certo vantaggio alla esse prima della salitina, che in realtà sono trenta metri di strada ad un 2% forse, ma che tagliano le gambe, però le suddette gambe non rispondono in pieno e mi pianto clamorosamente subito dopo la salitella.
Mi risprende Franzoni, che come al solito tira (quel ragazzo deve avere una fissazione!), riportando sotto Milini e Filippini. Ho deciso che non avrei fatto la volata, quindi, mi lascio sfilare e guardo la volata da dietro. Vedo Filippini che armeggia con il cambio, gli salta la catena e rallenta sensibilmente e Milini che lo supera e va a vincere la sua prima tappa alla Girada. Sono contento per lui, ma lo sarei stato tanto anche per Filippini.

Vi chiederete perchè non ho fatto la volata (che avrei vinto anche con una gamba e impennato, credo...): ebbene, volevo dimostrare agli altri e soprattutto a me stesso che potevo arrivare da solo al traguardo anche senza gli 8 minuti di vantaggio.
La dimostrazione è fallita! Miseramente! In fondo volevo dimostrare l'indimostrabile e cioè che il postulato "in bici non si inventa niente" non è sempre vero; effettivamente era un compito un po' pretenzioso, roba da geometria non euclidea.
Però sono stato felice di averci provato e di essere stato protagonista per tutta la tappa.

 

[Modificato il 10/09/2010 alle 23:24 by Zanarkelly]

____________________
"Per aspera ad astra" Seneca o Eros Poli ... non ricordo

Ad imperitura memoria di quando, dal 4 al 14 marzo 2009, fu "Livello Sean Kelly",
queste stelline pose:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  1    2  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.4185550