Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Giro D'Italia 2011, percorso...
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  2    3    4    5    6    7    8  >>
Autore: Oggetto: Giro D'Italia 2011, percorso...

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 10/09/2010 alle 18:09
In Valle d'Aosta (o canavese/biellese) niente ?
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Indurain




Posts: 675
Registrato: Jan 2009

  postato il 12/09/2010 alle 09:37
Originariamente inviato da forzainter

In Valle d'Aosta (o canavese/biellese) niente ?


se si farà finestre e macugnaga come gran finale lo escludo. in una due giorni così ci vedo poco un'altra tappaccia in mezzo.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Settembre 2009, Marzo 2010, Maggio 2010




Posts: 2421
Registrato: Oct 2007

  postato il 12/09/2010 alle 09:51
non si offendano quelli che amano la splendida località, ma l'arrivo a Macugnaga sarebbe poco più di un arrivo allo sprint, non sarebbe sostitutiva di una tappa di montagna credo. Però temo anch'io che con una tappa con il Finestre e non solo la Valle d'Aosta/Biellese/Canavese non avrebbe spazio. L'accoppiata Crostis-Zoncolan naturalmente è molto affascinante però bisogna ponderare bene il percorso e i versanti da affrontare per attirare gli attaccanti e non terrorizzarli (cosa molto facile vista le dosi di coraggio medie). In quest'ottica a mio parere sarebbero da evitare le salite molto pedalabili (tipo la vicinissima Sella Valcalda) e i finali troppo duri (Zoncolan versante Priola o Ovaro come penultima non come ultima, magari seguita dal versante meno duro del Crostis) e arrivo da qualche aprte in fondo alla discesa...

 

____________________
FANTACICLISMO CICLOWEB 2008

Terzo posto classifica finale
Vincitrice Memorial Pantani e tappa Alpe d'Huez al Tour

FANTACICLISMO CICLOWEB 2009

Vittorie: Tappa di Barcellona Tour de France e Giro del Veneto
7 TITOLI QUIZ DELLE SALITE

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 12/09/2010 alle 12:07
Originariamente inviato da elisamorbidona

non si offendano quelli che amano la splendida località, ma l'arrivo a Macugnaga sarebbe poco più di un arrivo allo sprint, non sarebbe sostitutiva di una tappa di montagna credo. Però temo anch'io che con una tappa con il Finestre e non solo la Valle d'Aosta/Biellese/Canavese non avrebbe spazio. L'accoppiata Crostis-Zoncolan naturalmente è molto affascinante però bisogna ponderare bene il percorso e i versanti da affrontare per attirare gli attaccanti e non terrorizzarli (cosa molto facile vista le dosi di coraggio medie). In quest'ottica a mio parere sarebbero da evitare le salite molto pedalabili (tipo la vicinissima Sella Valcalda) e i finali troppo duri (Zoncolan versante Priola o Ovaro come penultima non come ultima, magari seguita dal versante meno duro del Crostis) e arrivo da qualche aprte in fondo alla discesa...


proprio allo sprint no...non esageriamo. Certo, ci sono solo due pezzi duri (il primo, dal fondovalle a prima di Castiglione, lungo circa quattro chilometri, e un paio di chilometri nei tornanti all'ingresso di macugnaga), ma cmq non arriverebbe il gruppone e lo spazio per una stoccata nel finale ci sarebbe. Concordo sul fatto che non ci sarebbero probabilmente rivoluzioni in classifica.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2475
Registrato: Sep 2004

  postato il 12/09/2010 alle 13:03
così a Macugnaga nel 1998 e 1997 al Trofeo dello Scalatore (fonte cyclingnews):

1998
1. Leonardo Piepoli (Ita) Saeco 3.32.26 (36.716)
2. Massimo Donati (Ita) Saeco
3. Michele Laddomada (Ita) Scrigno 0.19
4. Cristian Gasperoni (Ita) Amore e Vita 0.28
5. Valentino Fois (Ita) Vini Caldirola 0.29
6. Filippo Simeoni (Ita) Asics 0.30
7. Alexander Shefer (Kaz) Asics 0.31
8. Fabio Malberti (Ita) Asics 0.32
9. Gianluca Valoti (Ita) Polti 0.33
10. Gianni Faresin (Ita) Mapei-Bricobi 0.44
11. Davide Rebellin (Ita) Polti 1.12
12. Aldo Zanetti (Ita) Scrigno 1.20
13. Massimiliano Gentili (Ita) Cantina Tollo 1.23
14. Rodolfo Ongarato (Ita) Ballan 1.25
15. Ruggero Borghi (Ita) Vini Caldirola 1.26

1997
1. Gianluca Bortolami (Ita) Festina Lotus 3.22.31 (38,515 Kms/h)
2. Vladislav Bobrik (Rus) 0.01
3. Leonardo Piepoli (Ita) 0.03
4. Simone Borgheresi (Ita) 0.03
5. Gianluca Valoti (Ita) 0.03
6. Philippe Bordenave (Fra) 0.03
7. Pavel Tonkov (Rus) 0.05
8. Marco Serpellini (Ita) 0.05
9. Andrea Noè (Ita) 0.05
10. Michele Laddomada (Ita) 0.05


dunque selezione nel 1998 e volata nel 1997, considerando che la tappa verrà affrontata all'interno di un grande Giro e che dovrebbe essere più lunga di quelle del Trofeo dello Scalatore un po' di selezione potrebbe esserci

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 12/09/2010 alle 19:48
La salita di macugnaga senza salite prima non farà nessunissima selezione.
Il paragone con la cascata del toce non si può assolutamente fare per il motivo che la salita alla cascata del toce è molto ma molto + dura.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1311
Registrato: Sep 2006

  postato il 12/09/2010 alle 23:11
Originariamente inviato da elisamorbidona

non si offendano quelli che amano la splendida località, ma l'arrivo a Macugnaga sarebbe poco più di un arrivo allo sprint, non sarebbe sostitutiva di una tappa di montagna credo. Però temo anch'io che con una tappa con il Finestre e non solo la Valle d'Aosta/Biellese/Canavese non avrebbe spazio. L'accoppiata Crostis-Zoncolan naturalmente è molto affascinante però bisogna ponderare bene il percorso e i versanti da affrontare per attirare gli attaccanti e non terrorizzarli (cosa molto facile vista le dosi di coraggio medie). In quest'ottica a mio parere sarebbero da evitare le salite molto pedalabili (tipo la vicinissima Sella Valcalda) e i finali troppo duri (Zoncolan versante Priola o Ovaro come penultima non come ultima, magari seguita dal versante meno duro del Crostis) e arrivo da qualche aprte in fondo alla discesa...



non mi offendo Elisa, ci mancherebbe. Tecnicamente rischia di essere una tappa con poco sale. Diciamo che a fine giro bisogna avere ancora le gambe per spingere a fondo il 53, e qualcuno senza squadra potrebbe lasciarci le penne. Comunque sia, incrocio le dita per la "mia" Macu.
Anzi, nel caso ti rinnovo l'invito per prato-parcheggio ecc comodo e sicuro anche per babysuiveur

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 13/09/2010 alle 14:54

Originariamente inviato da Guglielmo Tell

dunque selezione nel 1998 e volata nel 1997


Selezione? La concorrenza era quella che era...

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Giugno 2009




Posts: 1863
Registrato: Oct 2007

  postato il 13/09/2010 alle 15:34
Torno dopo un pò di sosta forzata dal forum: mi si è "rotta" la scheda di memoria e non potevo entrare in alcuni siti, incluso, pultroppo, Cicloweb

Vorrei solo dire che se, come credo di aver capito, il Giro 2011 non facesse tappa a Genova quarto dei Mille sarebbe una vergogna, come sarebbe una vergogna fare uno sconfinamento dai nostri confini in un'occasione importante come i 150 anni dell'unità del nostro Paese!

 

____________________
io sono un saavvvoonnnéééésse

Un uomo solo al comando... la sua divisa è bianco-celeste... il suo nome è Fausto Coppi
CAMPIONE DEL MONDO FANTACICLISMO CICLOWEB 2008 vincitore del Giro del Piemonte, MEDAGLIA DI BRONZO alla crono mondiale

FANTACICLISMO CICLOWEB 2009
DOPPIETTA AMSTEL GOLD RACE - FRECCIA VALLONE
VINCITORE CLASSICA DI AMBURGO,VINCITORE MEMORIAL CIMURRI, innumerevoli piazzamenti

FANTACICLISMO CICLOWEB 2010
BRONZO CRONO MONDIALE, ARGENTO MONDIALE IN LINEA
VICITORE GIRO DI LOMBARDIA

ORGANIZZATORE CKC '09

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Miguel Indurain




Posts: 675
Registrato: Jan 2009

  postato il 13/09/2010 alle 16:42
Interpreto Elisa:

La picchiata su Ravascletto per una tappa Zoncolan-Valcalda-Crostis.

oppure

La risalita dello Zoncolan dopo il Crostis, però dal versante di Simoni e non Priola.


Macugnaga è una salitella, è più un omaggio al Monte Rosa. Non è né Montecampione né la Cascata del Toce.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5092
Registrato: Apr 2004

  postato il 13/09/2010 alle 19:01
La pronosticata tappa a Nizza ci sta, perchè è il paese natale di Garibaldi e di Cougnet, il papà del Giro d'Italia

 

____________________
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2312
Registrato: Oct 2007

  postato il 14/09/2010 alle 09:55
c'è pure la possibilità che RCS se ne freghi dell' anniversario dei 150 anni dell'unità d'Italia, piazzando solo la tappa di Torino, e pensando piuttosto a far tappa dove guadagnano di piu', sconfinando se dovessero arrivare offerte dall'estero.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Giugno 2009




Posts: 1863
Registrato: Oct 2007

  postato il 14/09/2010 alle 12:20
Originariamente inviato da maurofacoltosi

La pronosticata tappa a Nizza ci sta, perchè è il paese natale di Garibaldi e di Cougnet, il papà del Giro d'Italia


Si, a rigor di logica ci potrebbe stare, sta di fatto però che si festeggi l'unità d'Italia e come tale secondo me sarebbe logico stare in Italia senza sconfinare almeno per un anno, visto che tra due anni probabilmente si andrà addirittura a scoprire l'America, e andare a fare tappa, o, almeno, passare per i posti chiave dell'unità del nostro Paese.
Poi si sà che quando c'è di mezzo il "vil denaro" tutti i principi crollano!

 

____________________
io sono un saavvvoonnnéééésse

Un uomo solo al comando... la sua divisa è bianco-celeste... il suo nome è Fausto Coppi
CAMPIONE DEL MONDO FANTACICLISMO CICLOWEB 2008 vincitore del Giro del Piemonte, MEDAGLIA DI BRONZO alla crono mondiale

FANTACICLISMO CICLOWEB 2009
DOPPIETTA AMSTEL GOLD RACE - FRECCIA VALLONE
VINCITORE CLASSICA DI AMBURGO,VINCITORE MEMORIAL CIMURRI, innumerevoli piazzamenti

FANTACICLISMO CICLOWEB 2010
BRONZO CRONO MONDIALE, ARGENTO MONDIALE IN LINEA
VICITORE GIRO DI LOMBARDIA

ORGANIZZATORE CKC '09

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Parigi-Roubaix




Posts: 118
Registrato: Nov 2007

  postato il 14/09/2010 alle 20:41
Questa notizia sembrerebbe confermare l'itinerario garibaldino del prossimo Giro:

http://amendolaralive.wordpress.com/2010/09/11/giro-ditalia-2011-a-trebisacce-un-traguardo-volante/

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2312
Registrato: Oct 2007

  postato il 15/09/2010 alle 10:05
comunque tutti questi sconfinamenti hanno francamente rotto... stanno diventando la regola, RCS sta snaturando il giro d'Italia.

Che ci sia uno sconfinamento ogni due tre anni potrebbe anche starci ma fare regolarmente 3-4 tappe fuori dai confini è da organizzatori-capre-ignoranti.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond




Posts: 839
Registrato: Dec 2009

  postato il 15/09/2010 alle 10:49
Originariamente inviato da roberto79
comunque tutti questi sconfinamenti hanno francamente rotto... stanno diventando la regola, RCS sta snaturando il giro d'Italia.
Che ci sia uno sconfinamento ogni due tre anni potrebbe anche starci ma fare regolarmente 3-4 tappe fuori dai confini è da organizzatori-capre-ignoranti.


mah, l'importante e' che i percorsi siano ben disegnati e quindi avvincenti. che poi stiano di qua o di la' dal confine a me personalmente interessa poco, soprattutto ai nostri giorni in cui i confini europei di fatto non esistono piu'. guardando il 90% delle tappe in tv, non mi accorgo nemmeno dei limiti amministrativi entro cui si svolgano...

 

____________________
Fantaciclismo 2010: Tre Giorni di La Panne, Gand - Wevelgem, Scheldeprijs - GP Escaut, GP Larciano, Amgen Tour of California, Tour de Suisse, Tour de France: 2 giorni in maglia gialla, 3 tappe (Bruxelles - Spa, Bourg de Peage - Mende, Revel - Ax 3 Domaines), decimo posto finale ... e Campione del Mondo!...

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Parigi-Roubaix




Posts: 118
Registrato: Nov 2007

  postato il 17/09/2010 alle 09:34
Qualche ulteriore indiscrezione sulla tappa calabrese che dovrebbe esserci domenica 15 maggio. Ci sarebbero due ipotesi:

1) cronometro Marina di Gioiosa-Soverato

2) tappa Locri-Camigliatello Silano passando per Villaggio Mancuso, Silvana Mansio con arrivo in salita a Camigliatello Silano-Monte Scuro

Lunedì 16 maggio ci sarà una tappa che partirà da Cariati Marina, con traguardo volante a Trebisacce, che dovrebbe arrivare a Taranto.

Per la tappa di Macugnaga si profirebbe la salita del Mottarone prima dell'ascesa finale.

Il Giro 2011 dovrebbe essere presentato il 23 ottobre a Milano.


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 17/09/2010 alle 11:15
anche se è il thread del percorso (non credo ce ne siano altri sul giro 2011) scrivo qua che l'euskaltel dopo due anni di assenza vuole tornare a correre il giro, con igor anton capitano.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Settembre 2009, Marzo 2010, Maggio 2010




Posts: 2421
Registrato: Oct 2007

  postato il 17/09/2010 alle 15:27
se nella tappa di Macugnaga si facesse il Mottarone, salita vera e lunga, serebbe la classica bella salita "sprecata" a circa 80-100 km. dal traguardo, una quarantina dall'inizio dell'ultima salita con 15-20km. di fondovale (Ossola) molto ventoso a sconsigliare qualsiasi velleità sul Mottarone.

 

____________________
FANTACICLISMO CICLOWEB 2008

Terzo posto classifica finale
Vincitrice Memorial Pantani e tappa Alpe d'Huez al Tour

FANTACICLISMO CICLOWEB 2009

Vittorie: Tappa di Barcellona Tour de France e Giro del Veneto
7 TITOLI QUIZ DELLE SALITE

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1311
Registrato: Sep 2006

  postato il 17/09/2010 alle 15:42
parliamo della tappa di Macugnaga come se fosse certa... Sperem...

Il Mottarone non aggiungerebbe niente, ha ragione Elisa. Idem sarebbe se aggiungessero qualcosa nella zona di Piancavallo e/o Alpe Segletta. Troppo lontane da Piedimulera, località d'inizio della salita finale.

Da quelle parti c'è solo la brevissima Trontano (quella del Giro dell'Insubria e della caduta di Nocentini). Si potrebbe forse trovare qualche salita interessante appena a nord di Domodossola, ma rimarrebbe il problema del piano, seppure in misura appena più contenuta.

Chissà invece se hanno pensato a incattivire la Valle Anzasca con lo strappo di Calasca? Si trova nella parte iniziale ma sarebbe una discreta cucchiaiata di sale

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 17/09/2010 alle 15:49
Originariamente inviato da oronzo

2) tappa Locri-Camigliatello Silano passando per Villaggio Mancuso, Silvana Mansio con arrivo in salita a Camigliatello Silano-Monte Scuro



Secondo alcune fonti attendibili che ho sentito in giornata questa dovrebbe essere l'altimetria della tappa, piuttosto lunga:

http://i51.tinypic.com/29xhw5h.jpg

così gli ultimi 130 km:

http://i51.tinypic.com/1zqugt3.jpg .

 

____________________
L'opzione antifascista resistenziale è l'unica via maestra.
Ovunque. (nino58)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2390
Registrato: Sep 2006

  postato il 17/09/2010 alle 15:51
Originariamente inviato da pitoro

.

Il Mottarone non aggiungerebbe niente, ha ragione Elisa. Idem sarebbe se aggiungessero qualcosa nella zona di Piancavallo



anche li' c'e' un Piancavallo?perche' era in lotta con lo Zoncolan per l'arrivo di tappa friulana..

 

____________________
non li senti?...questo e' il mio mondo..devo andare.

M.Rourke.THE WRESTLER.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1311
Registrato: Sep 2006

  postato il 17/09/2010 alle 16:04
Originariamente inviato da barrylyndon

Originariamente inviato da pitoro

.

Il Mottarone non aggiungerebbe niente, ha ragione Elisa. Idem sarebbe se aggiungessero qualcosa nella zona di Piancavallo



anche li' c'e' un Piancavallo?perche' era in lotta con lo Zoncolan per l'arrivo di tappa friulana..



Sì. E' sopra Pian di Sole In zona c'è anche un Pian Cavallone, ma questo non si raggiunge con la bdc

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2312
Registrato: Oct 2007

  postato il 17/09/2010 alle 16:11
Originariamente inviato da Tranchée d’Arenberg

Originariamente inviato da oronzo

2) tappa Locri-Camigliatello Silano passando per Villaggio Mancuso, Silvana Mansio con arrivo in salita a Camigliatello Silano-Monte Scuro



Secondo alcune fonti attendibili che ho sentito in giornata questa dovrebbe essere l'altimetria della tappa, piuttosto lunga:

http://i51.tinypic.com/29xhw5h.jpg

così gli ultimi 130 km:

http://i51.tinypic.com/1zqugt3.jpg .




MA SECONDO TE SAREBBE fattibile effettuare il seguente percorso:
Potresti provare a creare l'altimetria su tracks4bikers?

Montalto Uffogo
S.Benedetto Ullano
Sella Laghicello (GPM)
Fuscaldo
Paola
Valico della Crocetta (GPM)
S.Fili
Rende
Cosenza
Valico di Monte Scuro (GPM)
Fago Del Soldato
Camigliatello Silano
Lorica
Monte Botte Donato (GPM 1900mt.)


sarebbe un tappone con un dislivello di 4200 metri

NON SO SE MI SPIEGO...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 17/09/2010 alle 16:49
Originariamente inviato da pitoro

parliamo della tappa di Macugnaga come se fosse certa... Sperem...

Il Mottarone non aggiungerebbe niente, ha ragione Elisa. Idem sarebbe se aggiungessero qualcosa nella zona di Piancavallo e/o Alpe Segletta. Troppo lontane da Piedimulera, località d'inizio della salita finale.

Da quelle parti c'è solo la brevissima Trontano (quella del Giro dell'Insubria e della caduta di Nocentini). Si potrebbe forse trovare qualche salita interessante appena a nord di Domodossola, ma rimarrebbe il problema del piano, seppure in misura appena più contenuta.

Chissà invece se hanno pensato a incattivire la Valle Anzasca con lo strappo di Calasca? Si trova nella parte iniziale ma sarebbe una discreta cucchiaiata di sale


se non sbaglio nocentinti è caduta nella discesa di Fomarco, che si trova proprio in prossimità dell'inizio della salita per macugraga.
Lo strappo di calasca in effetti sarebbe bello duro, anche se corto, e spezzerebbe un po' il lungo falsopiano che da Castiglione prosegue per 10/12 km

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 17/09/2010 alle 17:02
Eh, sarebbe una grande tappa, ma penso sia sinceramente irrealizzabile. Primo perchè una tappa del genere al sud non l'hanno mai piazzata e sono certo che non la piazzeranno neanche quest'anno. Secondo perchè praticamente sarebbe una frazione tutta interna alla provincia di Cosenza. A quanto s'è capito il Giro passerà dalla Calabria risalendola da sud verso nord, con una tappa che partirà dalla provincia di Reggio risalendo fino a quella di Cosenza (Locri-Camigliatello). L'indomani poi si dovrebbe riparire dalla costa ionica Cosentina (Cariati) per dirigersi verso la Puglia. Chiedere una tappa interamente Cosentina sarebbe forse un pò troppo, anche se a me farebbe immensamente piacere, ovviamente.

 

____________________
L'opzione antifascista resistenziale è l'unica via maestra.
Ovunque. (nino58)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 17/09/2010 alle 17:16
Domenica 15 maggio 2011, segnatevi questa data cari appassionati calabresi, infatti in quella data torna in Calabria il Giro d' Italia con una tappa che farà spettacolo che partirà da Locri e che arriverà a Camigliatello Silano che riabraccia il Giro dopo 29 anni, l' ultima volta fu nel lontano 1982 quando vinse il francese Becaas su Renosto e su un giovane Davide Cassani (oggi commentatore Rai) in una frazione partita da Palmi. E anche questa volta la tappa di Camigliatello Silano del 2011 partirà dalla provincia di Reggio Calabria questa volta da Locri che cosi come per tutta la Locride abbraccia per la prima volta il Giro.


Il percorso essere sulla litoranea jonica della SS 106 fino a Catanzaro Lido per poi salire fino a Fossato Serralta attraverso Catanzaro, poi si sale su Villaggio Mancuso che sarà il primo G.P.M. della tappa e da lì non si scenderà al di sotto dei 1200 metri circa, poi da Lorica si sale verso Silvana Mansio poi breve discesa verso San Nicola Silano e poi andare a Camigliatello Silano, ma la novità rispetto al 1982 (la frazione ricorda molto bene quella tappa di 29 anni) che la tappa non si concludera nel centro della località silano, infatti dopo Camigliatello si prenderà la strada Frazione Moccone e si inizierà a salire attraversando a metà la località Fago del Soldato e poi concludere in vetta al Monte Scuro a quota 1633 metri dove sarà posto l' arrivo della frazione calabrese del Giro 2011. La salita finale misura 10 km e ha una pendenza massima del 9%, sarà uno dei primi arrivi in salita del Giro d' Italia 2011 (addiritura potrebbe essere il primo se non ci sarà l' annunciato Etna), sarà un banco di prova per i vari Basso, Nibali, Arroyo, Scarponi e forse per Contador, Evans e Sastre e per i protagonisti della Vuelta 2010 Mosquera e Anton.
Il giorno dopo (Lunedì 16 maggio) ci sarà una tappa conpartenza dalla Calabria (Bisignano e Cariati le localià candidate) e che costeggierà il Jonio cosentino per poi concludersi probabilmente a Taranto.

fonte:www.infoggi.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 17/09/2010 alle 17:25
Originariamente inviato da pitoro

parliamo della tappa di Macugnaga come se fosse certa... Sperem...

Il Mottarone non aggiungerebbe niente, ha ragione Elisa. Idem sarebbe se aggiungessero qualcosa nella zona di Piancavallo e/o Alpe Segletta. Troppo lontane da Piedimulera, località d'inizio della salita finale.

Da quelle parti c'è solo la brevissima Trontano (quella del Giro dell'Insubria e della caduta di Nocentini). Si potrebbe forse trovare qualche salita interessante appena a nord di Domodossola, ma rimarrebbe il problema del piano, seppure in misura appena più contenuta.

Chissà invece se hanno pensato a incattivire la Valle Anzasca con lo strappo di Calasca? Si trova nella parte iniziale ma sarebbe una discreta cucchiaiata di sale

Trontano è di fronte a Domnodossola.
Nocentini è caduto nella discesa di Fomarco (tra Pieve Vergonte e Piedimulera).

L'unico modo per rendere difficile l'eventuale arrivo a Macugnaga è fare prima Mottarone (da Gignese), poi Segletta (da Cannero), poi Ungiasca (da Cambiasca), Fomarco (da Pieve Vergonte) e poi tutta la salita (???????) da Piedimulera a Macugnaga.
E' comunque una salita (SIC!!!!!!) finale del cassius!!!!

Ps: e comunque la fine di una eventuale discesa (di una precedente salita) è comunque ad almeno 20 Km (se non di +).

 

[Modificato il 17/09/2010 alle 17:34 by stress]

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1311
Registrato: Sep 2006

  postato il 17/09/2010 alle 18:31
Originariamente inviato da stress

Originariamente inviato da pitoro

parliamo della tappa di Macugnaga come se fosse certa... Sperem...

Il Mottarone non aggiungerebbe niente, ha ragione Elisa. Idem sarebbe se aggiungessero qualcosa nella zona di Piancavallo e/o Alpe Segletta. Troppo lontane da Piedimulera, località d'inizio della salita finale.

Da quelle parti c'è solo la brevissima Trontano (quella del Giro dell'Insubria e della caduta di Nocentini). Si potrebbe forse trovare qualche salita interessante appena a nord di Domodossola, ma rimarrebbe il problema del piano, seppure in misura appena più contenuta.

Chissà invece se hanno pensato a incattivire la Valle Anzasca con lo strappo di Calasca? Si trova nella parte iniziale ma sarebbe una discreta cucchiaiata di sale


Trontano è di fronte a Domnodossola.
Nocentini è caduto nella discesa di Fomarco (tra Pieve Vergonte e Piedimulera).





Certo. Lapsus orrendo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Settembre 2009, Marzo 2010, Maggio 2010




Posts: 2421
Registrato: Oct 2007

  postato il 17/09/2010 alle 22:29
io piuttosto preferirei lasciare Macugnaga come unica salita per una tappa di media difficoltà per non bruciare là una tappa di montagna con un arrivo così, tra l'altro singolarmente difficile da accoppiare ad altre salite lunghe nella vicinanze, da qualunque parte si arriva ci sono 15-20 km. di fondovalle ventoso. Come arrivo su salita secca invece potrebbe essere assaggio per una bella tappa il giorno dopo (Finestre?). Per quanto riguarda la Calabria secondo me sarebbe ora di fare una bella tappa dura sulla Sila, dove non mancano lunghe salite e pendenze importanti, la vedrei sicuramente meglio del solito arrivo in salita isolato di metà Giro.

 

____________________
FANTACICLISMO CICLOWEB 2008

Terzo posto classifica finale
Vincitrice Memorial Pantani e tappa Alpe d'Huez al Tour

FANTACICLISMO CICLOWEB 2009

Vittorie: Tappa di Barcellona Tour de France e Giro del Veneto
7 TITOLI QUIZ DELLE SALITE

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2312
Registrato: Oct 2007

  postato il 18/09/2010 alle 10:41
un arrivo al Valico di Monte Scuro sarebbe certamente piu' spettacolare se la salita fosse effetuata da Cosenza, una salità lunga piu' secca e con alcuni tratti oltre il 10%.

Eventualmente potrebbero posizionare il traguardo a Camigliatello Silano , quindi salire da Cosenza a Monte Scuro e poi riscendere verso Camigliatello , si tratta di pochi km...

In ogni caso la Sila è davvero straordinaria oltre alle salite impegnative , ci sono paesaggi bellissimi, abetaie centenarie, laghi, etc...


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 20/09/2010 alle 02:57
E' ormai certa la tappa tutta Calabrese del prossimo Giro d'Italia. Il 15 maggio si dovrebbe correre la Locri-Camigliatello Silano (Monte Scuro) di 230 km e con arrivo in salita. Riporto qui il link dal sito della Gazzetta del Sud:

http://www.gazzettadelsud.it/NotiziaArchivio.aspx?art=125289&Edizi_one=33&A=20100919

 

____________________
L'opzione antifascista resistenziale è l'unica via maestra.
Ovunque. (nino58)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Parigi-Roubaix




Posts: 118
Registrato: Nov 2007

  postato il 20/09/2010 alle 08:28
La tappa del Sestriere con il Finestre sarebbe a fine Giro o il venerdi (prima della tappa di Macugnaga) o il sabato con la tappa di Macugnaga anticipata a venerdi.

Quasi a compensare l'assurda assenza del 2008, pare che il Giro 2011 visiterà il Piemonte due volte.

In partenza da Torino per poi dirigersi da Alba o Cervere verso Nizza (Garibaldi) o Parma (Verdi).

In chiusura con un arrivo al Sestriere, comprendente il Col delle Finestre, il giorno prima di Macugnaga. Possibili località di partenza sempre Alba o Cervere, ovviamente quella delle due che non avrà dato il via 19 giorni prima.




 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2312
Registrato: Oct 2007

  postato il 20/09/2010 alle 12:08
è ufficiale l'arrivo a Camigliatello Silano, sono contento per la Calabria, spero di potere essere li in occasione dell'arrivo del Giro 2011...
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Indurain




Posts: 675
Registrato: Jan 2009

  postato il 20/09/2010 alle 18:29
finalmente la Sila!
Speriamo che scelgano un bell'arrivo, non una strada troppo piatta. Finchè non cade il telo non mi fido...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Parigi-Roubaix




Posts: 118
Registrato: Nov 2007

  postato il 21/09/2010 alle 11:43
Senza alcuna pretesa, e soprattutto non prendendomi sul serio, sulla base delle informazioni ricevute da amici sparsi sul territorio, ipotizzo il possibile percorso del Giro 2011:

Sabato 7 maggio 1 cronosquadre Venaria - Torino
Domenica 8 maggio 2 Alba - Parma
Lunedì 9 maggio 3 Reggio Emilia - Genova (Quarto)
Martedì 10 maggio 4 Sarzana - Viareggio
Mercoledì 11 maggio 5 Firenze - Monte Argentario

Giovedì 12 maggio Riposo (trasferimento in Sicilia)

Venerdì 13 maggio 6 Marsala - Cefalù
Sabato 14 maggio 7 Milazzo - Etna
Domenica 15 maggio 8 Locri -Camigliatello Silano(Monte Scuro)
Lunedì 16 maggio 9 Bisignano -Taranto
Martedì 17 maggio 10 Bari - Avellino
Mercoledì 18 maggio 11 Teano - Lido di Ostia
Giovedì 19 maggio 12 Rieti - Castelfidardo
Venerdì 20 maggio 13 Rimini – Ravenna(cronometro individuale)
Sabato 21 maggio 14 Comacchio – Padova
Domenica 22 maggio 15 Treviso - Monte Zoncolan
Lunedì 23 maggio 16 Pordenone - Vittorio Veneto
Martedì 24 maggio 17 Belluno-Nevegal (cronometro individuale)

Mercoledì 25 maggio Riposo (trasferimento a Como)

Giovedì 26 maggio 18 Como - Macugnaga
Venerdì 27 maggio 19 Stresa - Alessandria
Sabato 28 maggio 20 Cervere - Sestriere (con Colle Finestre)
Domenica 29 maggio 21 Milano - Milano(cronometro individuale)


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond




Posts: 839
Registrato: Dec 2009

  postato il 21/09/2010 alle 13:29
stavo giusto per chiedere se qualcuno riusciva a fare un riassunto dell'ipotetico percorso...
mi pare interessante, con la sorpresa di parecchie tappe nel sud.
il dubbio mi viene riguardo alle cronometro: da un lato mi piace che abbandoni la tendenza del momento (secondo me folle) di ridurre i km contro il tempo, da un altro mi pare strano che 3 crono individuali siano cosi' compresse negli ultimi 10 giorni. che una delle 3 siano una tappa in linea?

 

____________________
Fantaciclismo 2010: Tre Giorni di La Panne, Gand - Wevelgem, Scheldeprijs - GP Escaut, GP Larciano, Amgen Tour of California, Tour de Suisse, Tour de France: 2 giorni in maglia gialla, 3 tappe (Bruxelles - Spa, Bourg de Peage - Mende, Revel - Ax 3 Domaines), decimo posto finale ... e Campione del Mondo!...

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2312
Registrato: Oct 2007

  postato il 21/09/2010 alle 13:58
Originariamente inviato da cauz.

stavo giusto per chiedere se qualcuno riusciva a fare un riassunto dell'ipotetico percorso...
mi pare interessante, con la sorpresa di parecchie tappe nel sud.
il dubbio mi viene riguardo alle cronometro: da un lato mi piace che abbandoni la tendenza del momento (secondo me folle) di ridurre i km contro il tempo, da un altro mi pare strano che 3 crono individuali siano cosi' compresse negli ultimi 10 giorni. che una delle 3 siano una tappa in linea?


è possibile. effettivamente le crono sono troppe, anzi direi che sicuramente qualcuna di quelle sopra descritte sarà una tappa in linea.
Sicuramente quella di Milano potrebbe essere una tappa in linea

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2312
Registrato: Oct 2007

  postato il 21/09/2010 alle 17:19
http://www.suipedali.it/articolo/giro-d-italia-2011-partenza-da-torino-tappe-e-percorso-celebrativi/2343/

Giro d’Italia 2011 sarà dedicato all’Unità d’Italia che compie 150 anni: la partenza sembra ormai confermata per Torino che ospiterà una cronometro dalla reggia di Venaria Reale fino a Palazzo Reale al centro del capoluogo piemontese il 7 maggio

Stiamo ordinando le varie indiscrezioni sul prossimo percorso e le prossime tappe della Corsa Rosa che dovrebbe celebrare il 150enario dell’Unità d’Italia toccando tutte le città storiche e più rappresentative. Una sorta di riedizione del viaggio garibaldino. Il finale sarà a Milano il 29 maggio con una cronometro
Il Giro d’Italia 2011 insomma servirà per rivivere l’Unità Nazionale giunta al centocinquantenario ripercorrendo parte del tragitto di Garibaldi – che dà il nome al magico libro-guida sul percorso – finalmente si dovrebbe ritornare a Sud con tanto di “sbarco” in Sicilia forse passando da Marsala e Milazzo. Poi Calabria, Basilicata e passaggio a Roma.

Rispolverato l’arrivo a Milano. La prima richiesta prevedeva partenza e arrivo da Torino, ma sarà verosimilmente accontentata solo in parte: dalla prima capitale si dovrebbe passare da Cervere in provincia di Cuneo, poi Quarto (Genova) e la truppa dovrebbe raggiungere l’estremo est fino a Trieste. Si farà visita a Parma poi a Firenze. Per ora non è ancora chiaro in che ordine si toccheranno queste città, la decisione come sempre spetterà al direttore Angelo Zomegnan.

Finora sembrano confermate le tappe di partenza e arrivo del Giro, dunque Torino e Milano oltre che l’impegnativa frazione con arrivo sul Sestriere dopo aver scalato il Colle delle Finestre e la tappa calabrese Locri-Camigliatello Silano con il Monte Scuro.

Tornate su questo post che sarà aggiornato man mano.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 165
Registrato: Sep 2008

  postato il 21/09/2010 alle 18:14
Originariamente inviato da oronzo

Senza alcuna pretesa, e soprattutto non prendendomi sul serio, sulla base delle informazioni ricevute da amici sparsi sul territorio, ipotizzo il possibile percorso del Giro 2011:

Sabato 7 maggio 1 cronosquadre Venaria - Torino
Domenica 8 maggio 2 Alba - Parma
Lunedì 9 maggio 3 Reggio Emilia - Genova (Quarto)
Martedì 10 maggio 4 Sarzana - Viareggio
Mercoledì 11 maggio 5 Firenze - Monte Argentario

Giovedì 12 maggio Riposo (trasferimento in Sicilia)

Venerdì 13 maggio 6 Marsala - Cefalù
Sabato 14 maggio 7 Milazzo - Etna
Domenica 15 maggio 8 Locri -Camigliatello Silano(Monte Scuro)
Lunedì 16 maggio 9 Bisignano -Taranto
Martedì 17 maggio 10 Bari - Avellino
Mercoledì 18 maggio 11 Teano - Lido di Ostia
Giovedì 19 maggio 12 Rieti - Castelfidardo
Venerdì 20 maggio 13 Rimini – Ravenna(cronometro individuale)
Sabato 21 maggio 14 Comacchio – Padova
Domenica 22 maggio 15 Treviso - Monte Zoncolan
Lunedì 23 maggio 16 Pordenone - Vittorio Veneto
Martedì 24 maggio 17 Belluno-Nevegal (cronometro individuale)

Mercoledì 25 maggio Riposo (trasferimento a Como)

Giovedì 26 maggio 18 Como - Macugnaga
Venerdì 27 maggio 19 Stresa - Alessandria
Sabato 28 maggio 20 Cervere - Sestriere (con Colle Finestre)
Domenica 29 maggio 21 Milano - Milano(cronometro individuale)



Secondo me ci sarà anche una tappa di montagna in Trentino, con probabile partenza da Feltre...

 

____________________
"..La corsa nel tempo in salita forse è la mia preferita
È pure oggi mi dovrò affilare i denti
La luce rossa dice " c'è corrente "
Perché qualcosa nasce nella mente
Il mio cammino nel passato è già presente.."

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 225
Registrato: Jan 2009

  postato il 21/09/2010 alle 18:33
A parte la tappa di montagna trentina, forse il percorso ipotizzato da oronzo non è così lontano dalla realtà; salta all'occhio il fatto che nessuna città sarà sede sia di partenza che di arrivo, con trasferimenti quindi tutti i giorni, e in particolare quello ormai dato per certo, e secondo me quasi folle, dall'Etna fino a Locri.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Marzo 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 4706
Registrato: Apr 2005

  postato il 21/09/2010 alle 19:18
Originariamente inviato da oronzo

Senza alcuna pretesa, e soprattutto non prendendomi sul serio, sulla base delle informazioni ricevute da amici sparsi sul territorio, ipotizzo il possibile percorso del Giro 2011:

Sabato 7 maggio 1 cronosquadre Venaria - Torino
Domenica 8 maggio 2 Alba - Parma
Lunedì 9 maggio 3 Reggio Emilia - Genova (Quarto)
Martedì 10 maggio 4 Sarzana - Viareggio
Mercoledì 11 maggio 5 Firenze - Monte Argentario

Giovedì 12 maggio Riposo (trasferimento in Sicilia)

Venerdì 13 maggio 6 Marsala - Cefalù
Sabato 14 maggio 7 Milazzo - Etna
Domenica 15 maggio 8 Locri -Camigliatello Silano(Monte Scuro)
Lunedì 16 maggio 9 Bisignano -Taranto
Martedì 17 maggio 10 Bari - Avellino
Mercoledì 18 maggio 11 Teano - Lido di Ostia
Giovedì 19 maggio 12 Rieti - Castelfidardo
Venerdì 20 maggio 13 Rimini – Ravenna(cronometro individuale)
Sabato 21 maggio 14 Comacchio – Padova
Domenica 22 maggio 15 Treviso - Monte Zoncolan
Lunedì 23 maggio 16 Pordenone - Vittorio Veneto
Martedì 24 maggio 17 Belluno-Nevegal (cronometro individuale)

Mercoledì 25 maggio Riposo (trasferimento a Como)

Giovedì 26 maggio 18 Como - Macugnaga
Venerdì 27 maggio 19 Stresa - Alessandria
Sabato 28 maggio 20 Cervere - Sestriere (con Colle Finestre)
Domenica 29 maggio 21 Milano - Milano(cronometro individuale)



Bari????? Dimmi se ne sai qualcosa di più, ti prego

 

____________________
"Qui devi spingere con le tue gambe vecio" Davide Cassani a Gilberto Simoni alla ricognizione di Plan De Corones

"Signori non c'è ne sono più" Gilberto Simoni ad Aprica 2006

Il mio nome è Roberto che fa rima (guarda un pò che caso) con Gilberto

30 maggio 2007 ultima vittoria al giro sullo Zoncolan. 30 Maggio 2010 la fine di un lungo sogno duranto 15 anni fatto di tante gioie e tante delusioni, grazie di tutto Gibo!



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Francesco Moser




Posts: 718
Registrato: Jul 2008

  postato il 21/09/2010 alle 20:00
se il percorso è questo vado andrei a vedere almeno due tappe
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 165
Registrato: Sep 2008

  postato il 22/09/2010 alle 09:01
Dal "Messaggero Veneto":
Giro: il sogno è il passaggio sul Piancavallo
Messaggero Veneto — 21 settembre 2010 pagina 15 sezione: PORDENONE
PORDENONE. Sì al Piancavallo, ma solo di passaggio. Il confronto tra l’assessore regionale al turismo Luca Ciriani e il patron delle tappe friulane del Giro d’Italia Enzo Cainero ha prodotto un compromesso. Come annunciato da almeno tre anni, la provincia di Pordenone sarà protagonista della prossima edizione della corsa rosa, quella del 150º anniversario dell’unità d’Italia. Se si era sognato a lungo un ritorno dei “girini” in cima al Piancavallo, negli scorsi mesi si era capito che gli organizzatori di Rcs non erano propensi di fissare un traguardo di tappa sulla montagna pordenonese. I motivi sono molteplici, il primo dei quali la concorrenza impareggiabile dello Zoncolan. Ebbene, il Giro d’Italia il prossimo maggio si fermerà per due giorni in regione, in virtù di una doppietta destinata a segnare la classifica generale della corsa a tappe a una settimana dalla sua conclusione. La terza settimana di maggio il Giro tornerà nuovamente sullo Zoncolan, affrontando di sabato il “Kaiser” dopo l’aperitivo del Crostis, per una frazione che si annuncia già avvincente. La novità, tuttavia, dovrebbe essere rappresentata dalla ripartenza della tappa successiva, domenica 22 maggio, dalla provincia di Pordenone, il cui territorio potrebbe essere ampiamente attraversato dalla carovana rosa, valorizzandone le località turistiche più importanti. Maniago o Spilimbergo la sede di partenza della tappa, una cima delle dolomiti trentine quella di arrivo. «Era proprio impossibile mantenere fede alla promessa di fissare un traguardo nella Destra Tagliamento per il 2011 – ha riconosciuto l’assessore regionale –. Rcs si è impuntata sullo Zoncolan, ritenendola una salita in grado di segnare la corsa e di incollare al video i telespettatori. Ripetere l’arrivo sullo Zoncolan dopo un solo anno ci trovava perplessi ma, in ogni caso, si tratta di una località della nostra regione e possiamo soltanto essere fieri di tanto interesse da parte del Giro d’Italia». Pordenone, comunque, non poteva essere tagliata fuori. «Ripeto, il Pordenonese meritava e merita l’omaggio del Giro – ribadisce Ciriani –. Dopo un incontro chiarificatore, motivato dal fatto che senza i soldi della Regione il Giro non potrà arrivare in Friuli Venezia Giulia e, pertanto, con la Regione ci si doveva confrontare, abbiamo trovato una giusta soluzione per gratificare anche la provincia di Pordenone». «La tappa successiva allo Zoncolan prenderà il via da Maniago o da Spilimbergo, nei prossimi giorni verrà stabilito tutto con precisione. La cosa importante è che la corsa attraverserà in lungo e in largo la Destra Tagliamento. Nell’ipotesi a noi più gradita, il gruppo dovrebbe percorrere la Pedemontana sino ad Aviano, quindi in località Pedemonte prenderebbe la salita che porta in Piancavallo. L’idea è che da lassù si scenda su Barcis, affrontando la Valcellina fino a Erto e quindi passando in Veneto. La tappa sarà di quelle importanti per la classifica e la giornata domenicale, grazie alla lunga diretta televisiva, darà un ritorno d’immagine eccellente al territorio pordenonese. Direi che possiamo dirci soddisfatti di questo compromesso». «Confermo i contatti con gli assessori Ciriani e De Anna - spiega l’organizzatore -: ho riferito a Rcs le proposte che prevedono il giusto riconoscimento per la destra Tagliamento. I percorsi allo studio degli organizzatori sono ancora in fase di definizione, tuttavia l’impegno è di mantenere una forte presenza di Pordenone». La decisione finale però spetterà a Rcs». E a Pordenone si puo’ continuare a sognare il Piancavallo.

 

____________________
"..La corsa nel tempo in salita forse è la mia preferita
È pure oggi mi dovrò affilare i denti
La luce rossa dice " c'è corrente "
Perché qualcosa nasce nella mente
Il mio cammino nel passato è già presente.."

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 165
Registrato: Sep 2008

  postato il 22/09/2010 alle 09:05
Dunque il giorno dopo lo Zoncolan, la corsa ripartirà da Spilimbergo o Maniago, affronterà la salita di Piancavallo, entrerà in Veneto dalla Valcellina e dunque da Longarone nel bellunese e arriverà su una cima delle dolomiti trentine!!!

 

[Modificato il 22/09/2010 alle 09:23 by Cacciatore di tappe]

____________________
"..La corsa nel tempo in salita forse è la mia preferita
È pure oggi mi dovrò affilare i denti
La luce rossa dice " c'è corrente "
Perché qualcosa nasce nella mente
Il mio cammino nel passato è già presente.."

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  2    3    4    5    6    7    8  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.2278869