Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Giro D'Italia 2011, percorso...
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  9    10    11    12    13    14    15  >>
Autore: Oggetto: Giro D'Italia 2011, percorso...

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 18/10/2010 alle 19:21
quella cartinaa mi sembra un pò a "capocchia"
eh vabbè è saltato pure Termoli che lo confondono con Teramo....

anche se qua me la danno per sicuro Termolii....

 

[Modificato il 18/10/2010 alle 19:28 by danilodiluca87]

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 292
Registrato: Jul 2005

  postato il 19/10/2010 alle 08:17
Originariamente inviato da mattia8781

Originariamente inviato da cancel58

Originariamente inviato da mattia8781

La tappa finale prima di Milano al Sestriere la trovo molto più verosimile rispetto a un arrivo a Pian de Resinelli o Como per due ragioni: 1) da almeno un anno giravano indiscrezioni che il Giro partiva da Torino e si sarebbe comunque deciso nel Piemonte per dare risalto alla regione da cui è partita l'unità d'Italia; 2) se entrambi i maggiori quotidiani di Torino escono fuori praticamente certi oggi con questa novità, non penso sia una boutade fatta così a casaccio... Capisco se si parlasse della tappa dell'Etna e magari le loro fonti non sono così attendibili, ma dato che sono proprio lì sul posto la vedo difficile in qualche errore. Ecco, l'unico dubbio riguarda il Finestre, tuttavia l'arrivo al Sestriere ci può stare sempre proprio per celebrare i 150 anni, in un Giro comunque già di per sè durissimo...


sono d'accordo: mi pare più verosimile l'ipotesi Sestriere rispetto a Pian dei resinelli ( poi sabato saremo clamorosamente smentiti:Od


Sì, sicuro, la smentita sarà servita su un piatto d'argento...
Comunque ho fatto proprio un breve e approssimativo calcolo col tuttocittà, e se verrà effettivamente fatta la Verbania-Sestriere viene fuori un km al 90% sopra i 250km mi sa...


Al contrario, oggi la Gazzetta cartacea conferma il Finestre su servizio
a tutta pagina. A memoria (letto al bar sotto casa...) dicono 242km,
confermando partenza da Verbania. Non mi pare citassero l'arrivo,
ma Sestriere parrebbe scontato.

Cosi' fosse, mi pare che l'unica strada possibile sia la piu' breve
(Google Maps mi da' 244 km in realta'): tutta la piana, passando
praticamente a Torino, la val di Susa, poi su dal Finestre, giu',
ed arrivo in salita al Sestriere. Ovvero Finestre e Sestriere uniche
asperita'.


 

[Modificato il 19/10/2010 alle 08:24 by Pg]


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Freddy Maertens




Posts: 873
Registrato: Sep 2005

  postato il 19/10/2010 alle 08:50
Originariamente inviato da roberto79

IMPOSSIBILE NOVE ARRIVI IN SALITA:

- Montevergine
- Etna
- Zoncolan
- Grossglockner
- Foppolo
- Rifugio Gardecciola (Vajolet)
- Nevegal
- Sestriere
- Macugnaga

piu' altre tappe di montagna

DOVE SAREBBERO LE CRONOMETRO LUNGHE e PIANE per specialisti???

QUALCOSA NON QUADRA NEL GIRO PROPOSTO DA TUTTOSPORT

MA SCUSA LEGGI I POST??????non c'è Foppolo ma San pellegrino

 

____________________
W Bartali!voglio tornare al ciclismo fatto di polvere, di mangiate, bevute di vin rosso ,respiri di sofferenza vera e viaggi di avventura e di sana follia

"Felix qui potuit rerum cognoscere causas"

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2312
Registrato: Oct 2007

  postato il 19/10/2010 alle 08:54
La Gazzetta cartacea in edicola oggi, parla abbondantemente della Tappa che passerà dal Colle delle Finestre e si concluderà su a Sestriere.
Sarà un vero e proprio Tappone di 240 KM : roba da veri Fondisti.

 

____________________
VAI VINCENZO NIBALI!
Torri Dimettiti!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2312
Registrato: Oct 2007

  postato il 19/10/2010 alle 09:24
A questo punto credo che ci sia ancora qualcosa da definire.
continuo a pensare che ci siano "troppe" salite.
Alla luce delle conferme per la tappa con lo Zoncolan,
La tappa Dolomitica
La tappa con il Finestre e Sestriere
La tappa di Macugnaga (che mi sembra ormai certada quanto leggo)

Metterei in dubbio UNA delle seguenti Tappe:

- Arrivo in salita sull' Etna (potrebbe arrivare ai piedi dell'Etna.)
- Arrivo a Montevergine
- Tappa con salite in Lombardia.

Secondo me UNA di queste tappe non si svolgerà come speriamo noi, e sarà piu' piatta di quel che si pensa...

 

____________________
VAI VINCENZO NIBALI!
Torri Dimettiti!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 165
Registrato: Sep 2008

  postato il 19/10/2010 alle 10:32
Da "La provincia di Sondrio":
Profumo di Giro d'Italia a Sondrio e Morbegno
SONDRIO Prima Sondrio, con un arrivo, e poi Morbegno, sede della partenza. La carovana rosa del Giro d'Italia nell'edizione 2011, stando alle ultime indiscrezioni trapelate nell'ambiente, dovrebbe tornare in Valtellina dalla porta principale. Il condizionale è d'obbligo ancora per qualche giorno. Almeno fino sabato pomeriggio quando al Teatro Carignano di Torino sarà svelato il tracciato del giro del prossimo anno che celebrerà i 150 anni dell'Unità d'Italia.
Tra i più attesi in Valle, ovviamente, il talamonese Francesco Gavazzi, già protagonista del Giro del 2010. Mercoledì 25 maggio dovrebbe essere in programma la Feltre-Sondrio, con Tonale e Aprica prima dell'arrivo in centro città. Niente Mortitolo, però, questa volta.
Il giorno successivo, come nel 2008, si dovrebbe ripartire da Morbegno verso San Pellegrino Terme con, il condizionale è d'obbligo, la scalata al Passo San Marco oppure in alternativa la Valsassina come due anni fa a lanciare i corridori verso la zona di arrivo: «Fino a poco tempo fa e dopo aver parlato con il patron, Angelo Zomegnan ero abbastanza scettico sul possibile approdo del Giro d'Italia in provincia di Sondrio nel 2011 - ha commentato il presidente del comitato provinciale della Federazione Ciclistica Italiana Michele Imparato -, invece in attesa che sabato sia svelato l'arcano sembra che riavere il Giro d'Italia in Valtellina è più di un'ipotesi, sarebbe fantastico proseguire sulla traccia degli ultimi anni per il calore della gente e perché il passaggio della carovana rosa trasmette sempre tanta allegria».

Dunque niente o quasi montagne in Lombardia: meglio così visto quello che ci sarà prima e dopo! Nella tappa di Sondrio si faranno Tonale e Aprica, mentre nella tappa di S.Pellegrino Terme forse il S.Marco.

 

____________________
"..La corsa nel tempo in salita forse è la mia preferita
È pure oggi mi dovrò affilare i denti
La luce rossa dice " c'è corrente "
Perché qualcosa nasce nella mente
Il mio cammino nel passato è già presente.."

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 165
Registrato: Sep 2008

  postato il 19/10/2010 alle 10:42
Anche nella pagina ufficiale di Fecebook del Giro annunciano il Colle delle Finestre!

 

____________________
"..La corsa nel tempo in salita forse è la mia preferita
È pure oggi mi dovrò affilare i denti
La luce rossa dice " c'è corrente "
Perché qualcosa nasce nella mente
Il mio cammino nel passato è già presente.."

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2390
Registrato: Sep 2006

  postato il 19/10/2010 alle 11:05
tra Zoncolan e Gardeccia piu' di 12.000 metri di dislivello in 2 giorni..se corresse ancora questo giro lo vincerebbe facile Lucio Herrera..

 

____________________
non li senti?...questo e' il mio mondo..devo andare.

M.Rourke.THE WRESTLER.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 333
Registrato: Jan 2009

  postato il 19/10/2010 alle 11:47
Originariamente inviato da barrylyndon

tra Zoncolan e Gardeccia piu' di 12.000 metri di dislivello in 2 giorni..se corresse ancora questo giro lo vincerebbe facile Lucio Herrera..


Se le indiscrezioni sono vere e riesce a non cadere troppo Pozzovivo è il candidato numero uno a mio avviso

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Indurain




Posts: 675
Registrato: Jan 2009

  postato il 19/10/2010 alle 12:15
Mi sembra per scalatori, ok, ma certe cose vanno ridimensionate.

Mercogliano e Macugnaga sono per passisti scattisti. Non per scalatori, né per scalatori puri. Quindi non contano, saranno tappe belle, ma se ci sarà una vittima non pagherà più di un minuto, e gli altri staranno tutti insieme. Da Cunego.

Cosa c'è poi di duro?

Poi di duro c'è l'Etna, e dipende da che tracciato faranno, ma sarà una salita magnifica, il duo Finestre Sestriere, che chiude il Giro.

Un gradino sotto il Nevegal, puro esercizio di potenza, tappa breve.

Forse san Pellegrino, Ravenna, e l'arrivo valPusteria/austriaco saranno dure. Queste tre tappe a seconda di come saranno tracciate saranno dure, impegnative o facili.

Poi i tapponi, che saranno da antologia, ma saranno solo 2: Zoncolan, da Urlo, e la doppietta Fedaia-Gardeccia (che sta un gradino sotto Crostis-Zonchy).

Giro duro, ma non mortale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2390
Registrato: Sep 2006

  postato il 19/10/2010 alle 12:30
Originariamente inviato da Maìno della Spinetta

Mi sembra per scalatori, ok, ma certe cose vanno ridimensionate.

Mercogliano e Macugnaga sono per passisti scattisti. Non per scalatori, né per scalatori puri. Quindi non contano, saranno tappe belle, ma se ci sarà una vittima non pagherà più di un minuto, e gli altri staranno tutti insieme. Da Cunego.

Cosa c'è poi di duro?

Poi di duro c'è l'Etna, e dipende da che tracciato faranno, ma sarà una salita magnifica, il duo Finestre Sestriere, che chiude il Giro.

Un gradino sotto il Nevegal, puro esercizio di potenza, tappa breve.

Forse san Pellegrino, Ravenna, e l'arrivo valPusteria/austriaco saranno dure. Queste tre tappe a seconda di come saranno tracciate saranno dure, impegnative o facili.

Poi i tapponi, che saranno da antologia, ma saranno solo 2: Zoncolan, da Urlo, e la doppietta Fedaia-Gardeccia (che sta un gradino sotto Crostis-Zonchy).

Giro duro, ma non mortale.


il giro anticipato da tuttosport sarebbe il piu' duro di sempre..con 5 tappe potenzialmente esplosive...

 

____________________
non li senti?...questo e' il mio mondo..devo andare.

M.Rourke.THE WRESTLER.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Giugno 2009




Posts: 1863
Registrato: Oct 2007

  postato il 19/10/2010 alle 13:10
Sarei proprio contento per il colle delle Finestre, se ci sarà, ci andrò sicuramente!! (in bici ovviamente )

 

____________________
io sono un saavvvoonnnéééésse

Un uomo solo al comando... la sua divisa è bianco-celeste... il suo nome è Fausto Coppi
CAMPIONE DEL MONDO FANTACICLISMO CICLOWEB 2008 vincitore del Giro del Piemonte, MEDAGLIA DI BRONZO alla crono mondiale

FANTACICLISMO CICLOWEB 2009
DOPPIETTA AMSTEL GOLD RACE - FRECCIA VALLONE
VINCITORE CLASSICA DI AMBURGO,VINCITORE MEMORIAL CIMURRI, innumerevoli piazzamenti

FANTACICLISMO CICLOWEB 2010
BRONZO CRONO MONDIALE, ARGENTO MONDIALE IN LINEA
VICITORE GIRO DI LOMBARDIA

ORGANIZZATORE CKC '09

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Professionista




Posts: 40
Registrato: Nov 2007

  postato il 19/10/2010 alle 13:37
Proprio bella questa bozza di Giro
Secondo me salta il Grossglockner per una tappa con l'arrivo in Val Pusteria alla vigilia dello Zoncolan. Per il resto dovrebbe corrispondere a quello che verrà presentato sabato. Dico che salta il Grossglockner per una serie di motivi che si possono dedurre:
- con la Cima Coppi sul Giau non si può arrivare sulla montagna austriaca;
- viene eliminato un arrivo in salita, che alla vigilia dello Zoncolan non lo vedo proprio indicato;
- si evita un arrivo all'estero che in questa edizione stonerebbe proprio (pazienza per la sola partenza da Lienz);
- mi sembrava ci fosse più di un'indiscrezione dell'arrivo in Val Pusteria, tappa con qualche salita interessante ma non certo un tappone durissimo;
- si sposerebbe abbastanza bene con la ripartenza il giorno dopo da Lienz.
Speriamo venga confermato tutto sabato. Ah, una tappa di quelle capaci di sconvolgere la classifica nell'ultimo fine settimana (quella del Finestre) è obbligata: altrimenti che terza settimana è? Con le bozze precedendi saremo arrivati all'ultimo lunedì (dopo la cronoscalata) con il vincitore deciso al 90% e gli ultimi 5 giorni svuotati di buona parte dell'interesse.

 
Edit Post Reply With Quote

Professionista




Posts: 40
Registrato: Nov 2007

  postato il 19/10/2010 alle 13:46
Originariamente inviato da Maìno della Spinetta

Mercogliano e Macugnaga sono per passisti scattisti. Non per scalatori, né per scalatori puri. Quindi non contano, saranno tappe belle, ma se ci sarà una vittima non pagherà più di un minuto, e gli altri staranno tutti insieme.

Non per contraddirti, ma io questa affermazione la prenderei con le pinze... Quelle due salite seranno fatte a velocità molto sostenuta, da un gruppo compatto, tirato da una o più squadre, dove si sta benissimo a ruota, con la classica selezione da dietro. Bene, se un uomo di classifica dovesse rimanere attardato a diversi chilometri dal traguardo, o per una giornata poco felice o per un momento di difficoltà, o anche per un problema meccanico, magari con una squadra debole, rischia di perdere di più che in un arrivo dalle pendenze più impegnative

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 19/10/2010 alle 13:47
Se lo fanno correre stravince Riccò.

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Indurain




Posts: 675
Registrato: Jan 2009

  postato il 19/10/2010 alle 14:25
Originariamente inviato da FofinhoCR9

Originariamente inviato da Maìno della Spinetta

Mercogliano e Macugnaga sono per passisti scattisti. Non per scalatori, né per scalatori puri. Quindi non contano, saranno tappe belle, ma se ci sarà una vittima non pagherà più di un minuto, e gli altri staranno tutti insieme.

Non per contraddirti, ma io questa affermazione la prenderei con le pinze... Quelle due salite seranno fatte a velocità molto sostenuta, da un gruppo compatto, tirato da una o più squadre, dove si sta benissimo a ruota, con la classica selezione da dietro. Bene, se un uomo di classifica dovesse rimanere attardato a diversi chilometri dal traguardo, o per una giornata poco felice o per un momento di difficoltà, o anche per un problema meccanico, magari con una squadra debole, rischia di perdere di più che in un arrivo dalle pendenze più impegnative


è vero, ed è già successo, però non ricordo di persone che hanno pagato 3 minuti a Montevergine e che poi hanno brillato nella terza settimana dicendo "ah, se fosse andata meglio a Montevergine...".

Sul fatto che è il più duro ho i miei dubbi: quello del 2005 era peggio secondo me.

PS Il bello dei forum è contraddirsi...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 19/10/2010 alle 16:49
Macugnaga, x chi ancora dubita, è strasupermegaconfermata dato che il giorno dopo si parte da Verbania.... stesso territorio, circa 20 - 25 minuti di macchina... Poi occhio .. xke prima di Macugnaga si fa il Mottarone eh...

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Settembre 2009, Marzo 2010, Maggio 2010




Posts: 2421
Registrato: Oct 2007

  postato il 19/10/2010 alle 20:04
per la via più corta, tra il GPM (bivio Stresa-Armeno) del Mottarone e Macugnaga ci sono 20 km. di discesa (da pedalare in molti tratti) 30 km. di fondovalle ventoso e 30 km. di salita per buona parte pedalabile. Non ha molto senso messa lì una splendida salita come il Mottarone secondo me.

 

____________________
FANTACICLISMO CICLOWEB 2008

Terzo posto classifica finale
Vincitrice Memorial Pantani e tappa Alpe d'Huez al Tour

FANTACICLISMO CICLOWEB 2009

Vittorie: Tappa di Barcellona Tour de France e Giro del Veneto
7 TITOLI QUIZ DELLE SALITE

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2390
Registrato: Sep 2006

  postato il 19/10/2010 alle 20:36
Originariamente inviato da Maìno della Spinetta


Sul fatto che è il più duro ho i miei dubbi: quello del 2005 era peggio secondo me.

PS Il bello dei forum è contraddirsi...


secondo me e' paragonabile.ma personalmente non lo vedo piu' duro di questo che comunque ricordiamo e' ancora ipotetico..
Zoldo alta con il Duran
Ortisei con l'erbe
Livigno con lo Stelvio ed il Rombo,mi sembra.
colle di Tenda.
Sestrierre.

paragoniamo il colle di Tenda con il previsto arrivo all'Etna..credo che sulla carta sia piu' duro quest'ultimo.
Ortisei con l'arrivo sullo Zoncolan..non credo ci siano paragoni,l'accoppiata Crostis Zoncolan gia da sola avrebbe partita vinta.immaginiamo con l'antipasto di altre tre salite.
Zoldo Alta con Torri del Vajolet.stiamo parlano di una tappa che se confermata porterebbe i forzati del giro a superare i 7000 mt di dislivello.forse una delle tappe piu' dure della storia.
Livigno e' una tappa un po' a se e non paragonabile con queste previste per il 2011.bisogna vedere come disegnano la tappa in Austria.
Sestrierre siamo pari.piu' o meno.
mancano le tappe nel 2005 alcuni arrivi insidiosi quali Montevergine e Macucagna 2011.almeno che non ne dimentichi qualcuna.ma non penso,c'era una tappa in toscana con una salita dura a pochi km dall'arrivo.ma poco sposta.
questo Giro ha una sequenza di salite incredibile.se confermato l'arrivo in Austria tra venerdi 19 a martedi 23 saranno 5 giorni incredibili,allievati solo dal giorno di riposo.
in piu'sembra che la tappa di Sondrio sara' mossa e quella di S.Pellegrino potrebbe avere salite importanti.
esagerato,se sara' confermato.estremo e puo' darsi nemmeno spettacolare.almeno che non vi sara' un'altra imboscata tipo L'Aquila.
altrimenti si rischiano interminabili processioni su e giu dai passi alpini in attesa dell'ultima ascesa...

 

____________________
non li senti?...questo e' il mio mondo..devo andare.

M.Rourke.THE WRESTLER.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/10/2010 alle 22:37
Originariamente inviato da cancel58

l'incognita resta il Grossglockner, Quarant'anni fa venne affrontato dal versante salisburghese, nel prossimo Giro ( forse) da quello di Lienz. Ci potrebbe anche stare......


pensierino della sera.e se la tappa arrivasse nella località di Kals am Grossglokner?

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 165
Registrato: Sep 2008

  postato il 20/10/2010 alle 09:05
Da "La Tribuna di Treviso"(stesso articolo anche ne "Il Mattino di Padova"):
Tappone da Conegliano a Gardeccia Val di Fassa cronoscalata sul Nevegal
la tribuna di Treviso — 19 ottobre 2010 pagina 40 sezione: SPORT
TREVISO. Quattro giorni nel Veneto per il Giro d’Italia numero 94 che celebra dei 150 anni dell’Unità nazionale. La Rcs Gazzetta dello Sport che sabato al Teatro Carignano di Torino leva il sipario sulla corsa a tappe, ha disegnato la partenza dal Piemonte, con la cronometro a squadre Venaria Reale-Torino sulla distanza di 21,5 chilometri ed ha previsto l’arrivo nuovamente a Milano - dopo la parentesi all’Arena di Verona di quest’anno - con una cronometro individuale importante sulla distanza di 32,8 chilometri. Ma la parentesi sulle strade di casa nostra sarà decisiva per delineare la classifica, perché proprio a cavallo dell’attraversamento dalle Dolomiti alle Alpi. Il 20 maggio - tappa numero 13 - ecco la Spilimbergo-Grossglockner di 210 chilometri, il giorno appresso si riparte dal Lienz, in Austria, a 50 chilometri da Dobbiaco, per uno dei tapponi epici di questa edizione del Giro che prevede l’arrivo sul temibilissimo Zoncolan e la scalata di altre montagne inedite - come il Monte Crostis - che faranno la selezione dei migliori per uno spettacolo da incorniciare. Sullo Zoncolan si arriva sabato 21 maggio dopo 210 chilometri. Domenica 23 maggio omaggio alla Marca sui pedali con la partenza della frazione numero 15 da Conegliano - una delle capitali italiane del Prosecco - per arrivare a Gardeccia Val di Fassa, in Trentino, dopo 230 chilometri: è la terza tappa più lunga del Giro. Ma non finisce qui con l’abbuffata di salite che senbra essere una prerogativa di patron Angelo Zomegnan e il suo staff. Dopo il giorno di riposo previsto lunedì 23 maggio, martedì 24 ritorna lo spettacolo dove la strada sale con la cronoscalata Belluno-Nevegal, una crono individuale sulla distanza di 12,7 chilometri che darà l’assestamento generale della classifica dopo il terremoto dello Zoncolan in vista del tappone che condurrà - il 25 maggio - la carovana da Feltre a Sondrio. A Feltre il Giro torna dopo 11 anni, a Belluno è il sesto arrivo di tappa. Il Giro numero 94 misura 3.498 chilometri ed è un affare per scalatori: Contador - se ci sarà dopo la bufera doping - Nibali e Basso sono chiamati a dare spettacolo. Si parte sabato 7 maggio con la crono a squadre Venaria Reale-Torino. Il giorno dopo è prevista la Alba-Parma di 242 chilometri, seguita dalla Reggio Emilia-Rapallo di 178 chilometri e la Quarto dei Mille-Livorno di 208 chilometri. Mercoledì 11 maggio altra tappa-ricordo da Piombino ad Orvieto sulla distanza di 201 chilometri. Il giorno dopo la Corsa Rosa riparte dalla località umbra per arrivare a Fiuggi Terme dopo 195 chilometri. Venerdì 13 maggio primo giorno-verità con la Maddaloni-Montevergine di Mercogliano, primo arrivo in salita dopo 100 chilometri. Quindi - in tema di revival - ecco la Sapri-Tropea e la Messina-Etna prima del riposo del 16 maggio. Il Giro prende la strada del nord con la Termoli-Teramo 158 chilometri, la Teramo-Castelfidardo (162) e la Castelfidardo-Ravenna (171), festival dei velocisti prima delle grandi montagne che scattano venerdì maggio con la Spilimbergo-Grossclockner, Lienz-Zoncolan Lienz-Zoncolane Conegliano Gardeccia Val di Fassa. Dopo il riposo di lunedì 23 maggio, si torna a salire con la Belluno-Nevegal e Feltre-Sondrio, il tappone del Giro sulla distanza di 246 chilometri. Gli ultimi quattro giorni sono da brivido. Giovedì 28 maggio galoppata da Morbegno a San Pellegrino Terme (147), Bergamo-Macugnaga (211) e Verbania-Sestrière (242), ultima razione di salita prima della crono finale il 29 maggio a Milano sulla distanza di 32,8 chilometri.

 

____________________
"..La corsa nel tempo in salita forse è la mia preferita
È pure oggi mi dovrò affilare i denti
La luce rossa dice " c'è corrente "
Perché qualcosa nasce nella mente
Il mio cammino nel passato è già presente.."

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 292
Registrato: Jul 2005

  postato il 20/10/2010 alle 09:29
Noto dall'articolo riportato da Cacciatore diversi cambiamenti nella parte tirrenica del percorso.
Ad es. una sola tappa calabra. E la tappa di Mercogliano da 100km, una
vera stranezza (anche perche' Fiuggi-Maddaloni e' un gran trasferimento...). Vedremo sabato.

Originariamente inviato da Cacciatore di tappe

[...] Mercoledì 11 maggio altra tappa-ricordo da Piombino ad Orvieto sulla distanza di 201 chilometri. Il giorno dopo la Corsa Rosa riparte dalla località umbra per arrivare a Fiuggi Terme dopo 195 chilometri. Venerdì 13 maggio primo giorno-verità con la Maddaloni-Montevergine di Mercogliano, primo arrivo in salita dopo 100 chilometri. Quindi - in tema di revival - ecco la Sapri-Tropea e la Messina-Etna prima del riposo del 16 maggio. [...]

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 165
Registrato: Sep 2008

  postato il 20/10/2010 alle 10:20
Originariamente inviato da Pg

Noto dall'articolo riportato da Cacciatore diversi cambiamenti nella parte tirrenica del percorso.
Ad es. una sola tappa calabra. E la tappa di Mercogliano da 100km, una
vera stranezza (anche perche' Fiuggi-Maddaloni e' un gran trasferimento...). Vedremo sabato.



Inoltre sembrerebbe che le tappe del Grossglockner e Gardeccia si siano scambiate le partenze: per il "Grande Campanaro" si parte da Spilimbergo, mentre per le Torri del Vajolet si parte da Conegliano...ma questo poco conta!

 

____________________
"..La corsa nel tempo in salita forse è la mia preferita
È pure oggi mi dovrò affilare i denti
La luce rossa dice " c'è corrente "
Perché qualcosa nasce nella mente
Il mio cammino nel passato è già presente.."

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 165
Registrato: Sep 2008

  postato il 20/10/2010 alle 10:29
Da "L'Eco di Bergamo" di oggi: sicura la scalata del Passo S.Marco!
Il «Giro» arriva a San Pellegrino
La mattina ripartirà da Bergamo
Trentaquattro anni fa, nel 1977, San Pellegrino Terme aveva ospitato per l'ultima volta una tappa del Giro d'Italia, la numero 19, partita da Pinzolo, nel Trentino. Era il 9 giugno, un giovedì. Dopo di allora, complice il decadimento del termalismo, San Pellegrino era uscita malinconicamente dai quadranti.
Ma il 2011 sarà l'anno della rinascita, almeno da questo punto di vista. Dopo un lunghissimo abbandono, il 94° Giro d'Italia torna a scoprire e gustare l'ebbrezza delle bollicine. San Pellegrino sarà sede d'arrivo della 18ª tappa della grande corsa rosa, che verrà presentata sabato al Teatro Carignano di Torino. Il giorno è il 26 maggio, anche stavolta un giovedì.
La tappa partirà da Morbegno e sarà la quartultima del Giro, dunque strategicamente importante, incastonata in un'ultima settimana molto impegnativa. Del percorso non si sa ancora nulla di preciso, ma di sicuro verrà scalato il Passo San Marco.
Il giorno successivo - venerdì 28 maggio - farà tappa a Macugnaga, nella zona del Monte Rosa, dopo essere partito da Bergamo. E questa è la seconda bella notizia che anticipiamo oggi ai nostri lettori.

 

____________________
"..La corsa nel tempo in salita forse è la mia preferita
È pure oggi mi dovrò affilare i denti
La luce rossa dice " c'è corrente "
Perché qualcosa nasce nella mente
Il mio cammino nel passato è già presente.."

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 20/10/2010 alle 10:44
Se la tappa per S.Pellegrino parte da Morbegno il S.Marco si fa in partenza.
Un po' strano.
E' vero che poi, prima di arrivare alla città termale, si può salire a Dossena, scendere ad Algua, salire a Bracca, scendere a Zogno, risalire in Val Taleggio, riscendere a S.Giovanni Bianco e concludere a S.Pellegrino oppure da Algua salire a Selvino, scendere a Bergamo e a Sedrina salire in val Taleggio per poi concludere nello stesso modo dell'ipotesi precedente.
Però il S.Marco subito in partenza è sprecato.

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2475
Registrato: Sep 2004

  postato il 20/10/2010 alle 10:58
una tappa di 80 km con il San Marco in partenza e il Trinità Dossena prima di San Pellegrino sarebbe spettacolare, tanto più che a quanto pare le lunghe tappe di montagna non mancano
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 20/10/2010 alle 14:43
Sì, ma da Dossena per tornare a S.Pellegrino si deve fara una discesa, quella da Serina, che azzererebbe tutto o quasi.
Aggiungendo il primo giro che dicevo sopra si arriverebbe a circa 120 Km.
Quei percorsi sono comunque molto difficili da interpretare.

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Parigi-Roubaix




Posts: 118
Registrato: Nov 2007

  postato il 20/10/2010 alle 14:52
Il Giro 2011 prende forma e con esso anche i trasferimenti tra l'arrivo di una tappa e la partenza successiva si materializzano. Basandosi sulle ultime versioni in circolazione, ancora secondo me non del tutto esatte, e limitandoci ai trasferimenti superiori ai 100 km, registriamo alla fine della prima settimana quanto segue:

1 - Monte Vergine di Mercogliano - Sapri 206 km
2 - Tropea - Villa San Giovanni 99 km più traghetto per Messina
3 - Etna - Messina - Villa San Giovanni - Termoli 90 km km seguiti da traghetto e poi altri 633 km

Questi tre trasferimenti, complessivamente superiori ai 1000 km, sono concentrati nell'arco di 72 ore!

Ci sarebbero, poi, alla fine della seconda settimana altri due mega trasferimenti dei quali, tuttavia, non sono convinto:

a - Ravenna - Spilmibergo 250 km
b - Monte Zoncolan - Conegliano 173 km

Invertendo le località di partenza delle due tappe del 20 e 22 maggio, avremmo invece:

a - Ravenna - Conegliano 194 km
b - Monte Zoncolan - Spilimbergo 69 km

La differenza più che nel trasferimento da Ravenna si fa sentire nella discesa dallo Zoncolan alla vigilia del successivo tappone dolomitico.

Resta, in ultimo, il passaggio da Sestriere a Milano (236 km) ma alla vigilia della chiusura del Giro, questo ci può pure stare.





 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 20/10/2010 alle 18:28
A quanto pare le tappe calabresi non sono 2 ma solo una, più precisamente da Praia a Mare a Tropea, tutta lungo la costa tirrenica della Calabria. Questo per far posto alla Orvieto-Mentana che farebbe di fatto slittare la tappa di Montevergine di Mercogliano a venerdì 13 maggio. Il giorno successivo ci sarebbe proprio la Praia a Mare-Tropea.

 

____________________
L'opzione antifascista resistenziale è l'unica via maestra.
Ovunque. (nino58)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 20/10/2010 alle 19:00
Originariamente inviato da cancel58

Originariamente inviato da cancel58

l'incognita resta il Grossglockner, Quarant'anni fa venne affrontato dal versante salisburghese, nel prossimo Giro ( forse) da quello di Lienz. Ci potrebbe anche stare......


pensierino della sera.e se la tappa arrivasse nella località di Kals am Grossglokner?


sono proprio 211 chilometri da Conegliano..........

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 165
Registrato: Sep 2008

  postato il 20/10/2010 alle 23:12
Altre news di giornata:
Da "Il Resto del Carlino": la Castelfidardo-Ravenna sarà per velocisti(non ci voleva molto a capirlo).
Da "Il Centro": anche la Termoli-Teramo sarà per velocisti, mentre la tappa di Castelfidardo potrebbe partire da Tortereto Lido o Alba Adriatica(ma non parlano del percorso).
Da "Il Tirreno": la Piombino-Orvieto dovrebbe passare per la Maremma Grossetana. Ovviamente la corsa passando per la Maremma non toccherebbe più la zona delle strade bianche di Siena(io personalmente in quella tappa ci vedrei bene un passaggio sull'Amiata).

 

____________________
"..La corsa nel tempo in salita forse è la mia preferita
È pure oggi mi dovrò affilare i denti
La luce rossa dice " c'è corrente "
Perché qualcosa nasce nella mente
Il mio cammino nel passato è già presente.."

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 292
Registrato: Jul 2005

  postato il 21/10/2010 alle 08:01
Stamane la Gazzetta cartacea conferma l'Etna. Tappa il 15 maggio,
partenza da Messina, arrivo al rifugio Sapienza. Il servizio, a firma
Pastonesi, riporta che sara' salito da 2 versanti: prima da nord, da
Linguaglossa fino a Lenza (m.1631), poi da sud, da Nicolosi al rifugio Sapienza.
Tappa breve: 159 km. Ma (aggiungo io) interessante

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 21/10/2010 alle 08:26
azz da due versanti.....verrebbe fuori quasi quasi un tappone!

speriamo!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 292
Registrato: Jul 2005

  postato il 21/10/2010 alle 08:46
Beh, in realta' dato il chilometraggio, mi pare che le uniche salite
possano essere appunto quei 2 versanti, entrambi lunghi ma non difficili,
(vedi http://www.salite.ch/10480.asp e http://www.salite.ch/etna2.asp )
ed
intervallati da 15-20km in valle fra Zafferana e Nicolosi. Forse fossero
saliti direttamente da Zafferana, sarebbe risultata anche piu' interessante.
Cosi' invece temo non accadra' moltissimo, sulla prima erta.
Rimane comunque tappa da seguire con attenzione...

Originariamente inviato da robby

azz da due versanti.....verrebbe fuori quasi quasi un tappone!

speriamo!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2312
Registrato: Oct 2007

  postato il 21/10/2010 alle 09:02
Escluso Montevergine, La prima tappa realmente impegnativa sarà quella dell' Etna.
Due salite in 160 Km di corsa.
La prima salita lunga 20 Km circa, la Seconda un po' meno ma con pendenze piu' impegnative. La pendenza media della salita verso il rifugio sapienza da Zafferana supera di poco il 7%. ma ci sono punte ben oltre il 10%.
Da Questa tappa Potrebbe già saltare fuori il favorito del Giro. e potrebbe uscire di classifica qualcuno.



http://www.salite.ch/etna1.asp?Mappa=http://www.viamichelin.fr/viamichelin/ita/dyn/controller/Cartes-plans?mapId=-t20nqv71wbef1o&dx=485&dy=330&empriseW=970&empriseH=661

http://www.salite.ch/etna3.asp?Mappa=http://www.viamichelin.fr/viamichelin/ita/dyn/controller/Cartes-plans?mapId=-tigez389ehef1o&dx=485&dy=330&empriseW=970&empriseH=661

 

[Modificato il 21/10/2010 alle 09:27 by roberto79]

____________________
VAI VINCENZO NIBALI!
Torri Dimettiti!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2390
Registrato: Sep 2006

  postato il 21/10/2010 alle 09:42
Originariamente inviato da cancel58

Originariamente inviato da cancel58

Originariamente inviato da cancel58

l'incognita resta il Grossglockner, Quarant'anni fa venne affrontato dal versante salisburghese, nel prossimo Giro ( forse) da quello di Lienz. Ci potrebbe anche stare......


pensierino della sera.e se la tappa arrivasse nella località di Kals am Grossglokner?


sono proprio 211 chilometri da Conegliano..........


per me hai ragione per quel che riguarda l'arrivo..per la partenza sono propenso a pensare a Spilimbergo.gli indizi che mi fanno scegliere questa localita' sono 2:innanzitutto Cainero,il mentore delle tappe in friuli venezia giulia, ha sempre sostenuto che vi saranno tre passaggi in regione.
poi partendo da Conegliano,facilmente il giorno dopo si ripasserebbe in molte localita' gia' toccate dal Giro nella tappa con arrivo in Austria.
per me le tre giornate in questione saranno cosi:
Spilimergo,Verzegnis,Tolmezzo,Paluzza,Passo Monte Croce Carnico,poi invece di puntare dritto verso Lienz,svolta a sinistra fino a Tassenbach.poi magari prima di Linez un salto sul Bannberg,discesa verso Lienz ed ascesa finale sul Gloss.in tutto 210 km circa..per me sarebbe verosimile.
La tappa dello Zoncolan per me sara invece questa,Lienz,S.Candido,percorrendo a ritroso una ventina di km corsi il giorno prima,Comelico,poi invece di terminare la discesa a S.Stefano,a Padola si svolta a destra verso San.Antonio,terminando la successiva discesa nei pressi di Auronzo.Lorenzago,Mauria,Forni di Sopra,Ampezzo,Villa Santina,salita verso Lauco,svolta verso Trava ed Avaglio,e poi il percorso gia' svelato:Comeglians,Crostis,Ravascletto, Ovaro,Zoncolan.
La tappa successiva,Conegliano,Aviano, Piancavallo(terzo passaggio in Friuli)poi Barcis,Erto Casso e Longarone(tristemente famose per la diga del Vajont),Cibiana,Cortina,Giau,Selva di Cadore,Rocca Pietore,Fedaia,Canazei,Torri del Vajolet..se l'altimetria postata su Facebook e' veritiera,la tappa dovrebbe essere questa..
sabato vedremo se ho indovinato..

 

____________________
non li senti?...questo e' il mio mondo..devo andare.

M.Rourke.THE WRESTLER.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Settembre 2009, Marzo 2010, Maggio 2010




Posts: 2421
Registrato: Oct 2007

  postato il 21/10/2010 alle 11:22
per la tappa dello Zoncolan, però siccome parlavano di 4 gpm, mi sembrebbe più logico dopo Santo Stefano la salita al gpm di Cima Sappada poi Crostis e Zoncolan. Per quella del Gardeccia, se è autentica l'altimetria dell'altro giorno direi che l'unica "soluzione" è quella, ma qualche dubbio lo ho. Soprattutto il Piancavallo ad inizio tappa mi suona strano, e poi dalla cima del Giau temo che scelgano l'alternativa soft (S. Lucia- Livinallongo - Pordoi)

 

[Modificato il 21/10/2010 alle 11:24 by elisamorbidona]

____________________
FANTACICLISMO CICLOWEB 2008

Terzo posto classifica finale
Vincitrice Memorial Pantani e tappa Alpe d'Huez al Tour

FANTACICLISMO CICLOWEB 2009

Vittorie: Tappa di Barcellona Tour de France e Giro del Veneto
7 TITOLI QUIZ DELLE SALITE

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Parigi-Roubaix




Posts: 118
Registrato: Nov 2007

  postato il 21/10/2010 alle 11:31
Scusate ma non ritenete un pò improbabile che finita la tappa dello Zoncolan alle 17.30, se non più tardi, la carovana possa essere spostata fino a Conegliano, ossia 173 km, per arrivare a notte fonda, considerando che tutti scenderanno dal versante opposto a quello della gara. E poi incolpiamo i ciclisti se si dopano?

Per carità, Zomegnan ce ne ha fatte vedere di tutti i colori negli ultimi anni ma a me pare chiaro che logica e soprattutto logistica vogliano che, dopo Ravenna, si parta da Conegliano per l'Austria, senza il Grossglockner o comunque in forma ridotta, per poi, dopo lo Zoncolan, ripartire dal Friuli, provincia di Pordenone, per la cavalcata dolomitica che porterà al Rifugio Gardeccia.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Indurain




Posts: 675
Registrato: Jan 2009

  postato il 21/10/2010 alle 11:39
L'altimetria che avevi postato, Elisa, sembrava avesse il Fedaia.

Vedremo sabato, comunque a me sto giro piace: la doppietta Etnea la sognavo da mo', e finalmente la propongono. è vero che da Zafferana sarebbe stato meglio (la salita che parte dalla costa fino al rif. Sapienza, su quel versante, sarebbe eccezionale) ma anche così ci sta: passare da Nicolosi ha anche il suo perché, è un comune grande, importante della zona, mi sembrava ovvio attraversarlo.

Visto che tutto o quasi è svelato ho solo un grande dubbio: come sarà San Pellegrino?

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2712
Registrato: Mar 2006

  postato il 21/10/2010 alle 11:48
Sono anni che propongo la mia amata Etna, come primo arrivo in salita...Non sarà un'ascesa semplice e scontata...soprattutto se affrontata dal versante più duro...
P.S. Sono tornato, è un bel pò che non scrivevo, forse qualche utente di vecchia data, si ricorderà di me!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2712
Registrato: Mar 2006

  postato il 21/10/2010 alle 11:51
Originariamente inviato da Pg

Beh, in realta' dato il chilometraggio, mi pare che le uniche salite
possano essere appunto quei 2 versanti, entrambi lunghi ma non difficili,
(vedi http://www.salite.ch/10480.asp e http://www.salite.ch/etna2.asp )
ed
intervallati da 15-20km in valle fra Zafferana e Nicolosi. Forse fossero
saliti direttamente da Zafferana, sarebbe risultata anche piu' interessante.
Cosi' invece temo non accadra' moltissimo, sulla prima erta.
Rimane comunque tappa da seguire con attenzione...

Originariamente inviato da robby

azz da due versanti.....verrebbe fuori quasi quasi un tappone!

speriamo!

Sottoscrivo...il versante da zafferana è il pù duro...19 km al 7 per cento circa....Ma anche così sarà interessante!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Franco Ballerini




Posts: 311
Registrato: Jun 2007

  postato il 21/10/2010 alle 12:10
Originariamente inviato da Camoscio Madonita

L'arrivo sull'Etna a quanto pare sarà sul Rifugio Sapienza...li gli organizzatori potrebbero costruire un vero e proprio tappone inserendo prima la sailta dell'Etna dal versante Nord di Linguaglossa (salita lunga ma pedalibile, al 6-7%9, successiva picchiata su zafferana ed infine salita verso il rifugio sapienza dal vesrante più duro, ovvero quello che parte dalla stessa Zafferana (con pendenza quasi sempre intorno all'8%).



sembra che quelli di RCS abbiano letto questo post

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2312
Registrato: Oct 2007

  postato il 21/10/2010 alle 12:20
L'Etna affrontato da ben due versanti, per la prima volta dopo anni, al sud torna una tappa impegnativa, che puo' disegnare la classifica.
E' un sogno che si avvera per noi appassionati.

Quel Giorno partirò presto da palermo in macchina, con bici al seguito ovviamente per recarmi alle pendici dell' Etna ed affrontare il gigante , in attesa del passaggio dei corridori...

 

____________________
VAI VINCENZO NIBALI!
Torri Dimettiti!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2390
Registrato: Sep 2006

  postato il 21/10/2010 alle 12:41
Originariamente inviato da elisamorbidona

per la tappa dello Zoncolan, però siccome parlavano di 4 gpm, mi sembrebbe più logico dopo Santo Stefano la salita al gpm di Cima Sappada poi Crostis e Zoncolan. Per quella del Gardeccia, se è autentica l'altimetria dell'altro giorno direi che l'unica "soluzione" è quella, ma qualche dubbio lo ho. Soprattutto il Piancavallo ad inizio tappa mi suona strano, e poi dalla cima del Giau temo che scelgano l'alternativa soft (S. Lucia- Livinallongo - Pordoi)


Ciao Elisa,prova con bike route..l'altimetria e' uguale a quella postasta su fb,per quel che riguarda la tappa delle torri del vajolet.con il piancavallo ed il fedaia.
per quel che riguarda la tappa dello Zonky,la gazza parlava di 4 gpm prima dello zoncolan.uno dovrebbe essere il Comelico,uno San.Antonio,uno il Mauria e l'altro il Crostis.questa percorso sarebbe compatibile con il kilometraggio.in questo caso pero' la salita di Lauco non sarebbe considerato traguardo della montagna.non credo che sia il percorso che hai pensato tu,poiche' si parlava nelle indiscrezioni,del passo della Mauria.e quindi questo dovrebbe escludere Cima Sappada..vedremo.ormai manca poco..

 

____________________
non li senti?...questo e' il mio mondo..devo andare.

M.Rourke.THE WRESTLER.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Settembre 2009, Marzo 2010, Maggio 2010




Posts: 2421
Registrato: Oct 2007

  postato il 21/10/2010 alle 13:08
Originariamente inviato da barrylyndon

Originariamente inviato da elisamorbidona

per la tappa dello Zoncolan, però siccome parlavano di 4 gpm, mi sembrebbe più logico dopo Santo Stefano la salita al gpm di Cima Sappada poi Crostis e Zoncolan. Per quella del Gardeccia, se è autentica l'altimetria dell'altro giorno direi che l'unica "soluzione" è quella, ma qualche dubbio lo ho. Soprattutto il Piancavallo ad inizio tappa mi suona strano, e poi dalla cima del Giau temo che scelgano l'alternativa soft (S. Lucia- Livinallongo - Pordoi)


Ciao Elisa,prova con bike route..l'altimetria e' uguale a quella postasta su fb,per quel che riguarda la tappa delle torri del vajolet.con il piancavallo ed il fedaia.
per quel che riguarda la tappa dello Zonky,la gazza parlava di 4 gpm prima dello zoncolan.uno dovrebbe essere il Comelico,uno San.Antonio,uno il Mauria e l'altro il Crostis.questa percorso sarebbe compatibile con il kilometraggio.in questo caso pero' la salita di Lauco non sarebbe considerato traguardo della montagna.non credo che sia il percorso che hai pensato tu,poiche' si parlava nelle indiscrezioni,del passo della Mauria.e quindi questo dovrebbe escludere Cima Sappada..vedremo.ormai manca poco..


ah ecco, io avevo capito 4 gpm compreso lo Zoncolan, se è così allora va meglio il giro più a sud con il Passo della Mauria.
per la tappa del Gardeccia: se l'altimetria è autentica, non ci sono dubbi, PIANCAVALLO - S.OSVALDO - CIBIANA - GIAU DA POCOL - FEDAIA VERS. DURO - GARDECCIA.
Siccome conservo qualche dubbio sull'autenticità di quell'altimetria (più che altro per ragioni "stilistiche"), temo una altrenativa soft per il finale e una salita così laboriosa come Piancavallo (evitabilissimo) in partenza mi sembra strana.
ciao barrylyndon

P.S.: siccome c'è in ballo rispetto a quella altimetria (Cima coppi Passo Giau) anche la quota di arrivo sul Grossglockner, più che altro sarebb un peccato (per chi osserva, naturalmente...) non arrivare allo splendido Franz Joseph Hohe.
A tal proposito questa idea di arrivare là parrebbe una strizzata d'occhio a quel turpe esiliato che risponde al nome di Riccò, che lassù ha vinto proprio quest'estate una splendida tappa. Che sia un segnale per una riapertura che ad oggi sembra molto molto difficile? Viceversa, con la cima coppi sul Giau, il Grossglockner sarebbe ridotto al rango di torre mozzata dal barbaro invasore e tutto il resto fantasia...

 

[Modificato il 21/10/2010 alle 13:17 by elisamorbidona]

____________________
FANTACICLISMO CICLOWEB 2008

Terzo posto classifica finale
Vincitrice Memorial Pantani e tappa Alpe d'Huez al Tour

FANTACICLISMO CICLOWEB 2009

Vittorie: Tappa di Barcellona Tour de France e Giro del Veneto
7 TITOLI QUIZ DELLE SALITE

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  9    10    11    12    13    14    15  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.9831660