Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Under 23 - Élite 2010
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  9    10    11    12  >>
Autore: Oggetto: Under 23 - Élite 2010

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 04/10/2010 alle 18:41
Originariamente inviato da nonno

Originariamente inviato da forzainter

Se non sbaglio nessuno dei 5 che han corso la gara Mondiale Under 23 passera' pro
Ottima notizia

I tre della Fior se li tengono stretti......
Moser non lo sò ma credo resti under
Graziato invece fa parte degli 8 che dalla Trevigiani Bottoli passano prof e si accaserà con Scinto e Citracca alla Trevigiani

Grazie per l'info
8!!! vero che è una stagione eccezionale
Puoi metterci il nome del ciclista con la destinazione ?(sempre che non sia segreto)
Pagani - Colnago e poi ?

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2010




Posts: 559
Registrato: Sep 2006

  postato il 08/10/2010 alle 10:53
Ho visto che nella classifica della Coppa Sabatini al 12° posto si è classificato Walt De Winter, anno 1988 stagista dell'Omega Pharma proveniente dal "farm team" Davo Lotto Davitamon. Dai risultati ottenuti finora, sopratutto quelli nella categorie inferiori, non sembra niente di trascendentale, però la posizione ottenuta ieri in un arrivo così tirato può dimostrare che il ragazzo può stare tranquillamente nei professionisti. Tra gli esperti di categorie giovanili nel forum c'è qualcuno che mi sa dare dei raguaggli sul belga?

Cosa mi dite inoltre di Pieter Serry, stagista nella Topsport e proveniente dal "farm team" Jong Vlaanderen - Baucknecht, in fuga alla Tre Valli Varesine nel giorno del suo esordio tra i pro' e 24° clasiificato alla fine?

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 11/10/2010 alle 01:17
Provo io...

Originariamente inviato da forzainter

Pagani - Colnago


Graziato - Farnese Vini
Stocco - Flaminia (quindi De Rosa)
Nizzolo - Lampre
Boaro - Carmiooro (se non chiude)
Pelucchi - Geox

e gli altri due li sparo:
Facchini - De Rosa
Andriato - Androni

attendo il responso di Nonno...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2010




Posts: 559
Registrato: Sep 2006

  postato il 11/10/2010 alle 15:32
Visto che l'ho vista nel sito dell'A.S.O., ecco i primi 10 classificati della Parigi-Tour Espoirs vinta da Jesse Wallais (stagista Topsport):

Rang Coureur Dossard Équipe Temps Écarts
1. WALLAYS JELLE 26 BEVEREN 2000 - QUICK STEP 3h 55' 00"
2. GUILLEMOIS ROMAIN 311 VENDÉE U 3h 55' 00" + 00' 00"
3. WELTER Thomas 76 Chambery Cyclisme Formation 3h 55' 00" + 00' 00"
4. DESRIAC LOÏC 44 CC ETUPES, DOUBS, PAYS DE MONTBÉLIARD 3h 55' 00" + 00' 00"
5. BOL Jetse 221 Rabobank - Continental Team 3h 55' 10" + 00' 10"
6. SKUJINS TOMS 284 Velo Club La Pomme-Marseille 3h 55' 16" + 00' 16"
7. STALLAERT JOERI 204 Jong Vlaanderen - Bauknecht/thomson bikes 3h 55' 16" + 00' 16"
8. SALOMEIN JARL 21 BEVEREN 2000 - QUICK STEP 3h 55' 16" + 00' 16"
9. DEMARE Arnaud 51 CC Nogent-sur-Oise 3h 55' 16" + 00' 16"
10. ZIMINE BORIS 46 CC ETUPES, DOUBS, PAYS DE MONTBÉLIARD 3h 55' 16" + 00' 16"


Classifica completa:
http://www.letour.fr/2010/PAE/LIVE/fr/100/classement/index.html

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2010




Posts: 559
Registrato: Sep 2006

  postato il 11/10/2010 alle 16:27
Questo post andrebbe nel thread del 2011, ma visto che non c'è ancora allora posto qua.

Ma gli organizzatori si parlano tra loro? E la federazione guarda per aria a veder passare gli uccelletti?

Scorrendo il calendario UCI per la stagione 2011 mi sono imbattuto in queste date concomitanti:
25.04.2011 25.04.2011 Gran Premio della Liberazione ITA 1.2U
25.04.2011 25.04.2011 2Giro del Belvedere ITA 1.2U


e queste:
26.04.2011 26.04.2011 GP Palio del Recioto ITA 1.2U
26.04.2011 01.05.2011 Giro delle Regioni ITA 2.2U


Ma il movimento U23 italiano scoppia di salute per permettersi queste concomitanze?

(questi sono per la FCI)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 11/10/2010 alle 17:34
Credo sia dovuto alla Pasqua

Palio del Recioto e Giro del Belvedere si disputano sempre intorno al Giorno di Pasqua (Lunedi e Martedi)
Il Liberazione il 25 Aprile

Bisognerebbe controllare in che data è la Pasqua 2011

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 11/10/2010 alle 17:53
Pasqua è il 24 Aprile, ecco il motivo della concomitanza delle corse.

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2010




Posts: 559
Registrato: Sep 2006

  postato il 11/10/2010 alle 17:56
Originariamente inviato da forzainter

Bisognerebbe controllare in che data è la Pasqua 2011

24 aprile

Ciò non toglie che per il 2011, la prossima volta sarà il 2038 quando la pasqua cadrà il 25 aprile, la federazione si adoperasse con gli organizzatori del Giro del Belvedere e del Palio del Recioto per cambiare la data (visto che il GP Liberazione si corre, credo, dal 1946 e mi sembra d'obbligo la precedenza sulle date).

I pomodori al destinatario restano.

A proposito mi sai dire qualcosa su Jelle Wallays? (la domanda vale anche per Laura e per gli esperti di U23 del forum)

 

[Modificato il 11/10/2010 alle 18:00 by Slegar]


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1124
Registrato: Jul 2007

  postato il 11/10/2010 alle 19:00
Originariamente inviato da Slegar

Originariamente inviato da forzainter

Bisognerebbe controllare in che data è la Pasqua 2011

24 aprile

Ciò non toglie che per il 2011, la prossima volta sarà il 2038 quando la pasqua cadrà il 25 aprile, la federazione si adoperasse con gli organizzatori del Giro del Belvedere e del Palio del Recioto per cambiare la data (visto che il GP Liberazione si corre, credo, dal 1946 e mi sembra d'obbligo la precedenza sulle date).

I pomodori al destinatario restano.

A proposito mi sai dire qualcosa su Jelle Wallays? (la domanda vale anche per Laura e per gli esperti di U23 del forum)


Sei sicuro che il Liberazione attiri piu' tifosi che non il Recioto e il Bevedere ?

A me sembra esattamente il contrario.

 

____________________
Il mio Avatar era superiore al mio livello !

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1124
Registrato: Jul 2007

  postato il 11/10/2010 alle 19:03
Originariamente inviato da trifase

Sei sicuro che il Liberazione attiri piu' tifosi che non il Recioto e il Bevedere ?

A me sembra esattamente il contrario.


Il liberazione mi sembra un corsa vuota, un po' pubblicizata solo dai media se morisse nessun rimpianto, anzi ben venga (non sono della Lega)

Il liberazione si corre dal '46 ? La Milano Torino da 140 anni. Nessuno sa che esiste, non so neanche io se quest'anno la fanno o no.

 

[Modificato il 11/10/2010 alle 19:07 by trifase]

____________________
Il mio Avatar era superiore al mio livello !

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 12/10/2010 alle 18:27
Originariamente inviato da trifase

Originariamente inviato da trifase

Sei sicuro che il Liberazione attiri piu' tifosi che non il Recioto e il Bevedere ?

A me sembra esattamente il contrario.


Il liberazione mi sembra un corsa vuota, un po' pubblicizata solo dai media se morisse nessun rimpianto, anzi ben venga (non sono della Lega)

Il liberazione si corre dal '46 ? La Milano Torino da 140 anni. Nessuno sa che esiste, non so neanche io se quest'anno la fanno o no.

Come nessun rimpianto?
Ma cosa stai dicendo ?
E' la corsa dilettanti di un giorno piu' famosa d'Italia e del mondo . Ci sara' poca gente e il percorso ridicolo. Pero' guarda l'albo d'oro da paura
Il Recioto e' dietro anche a Capodarco

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2010




Posts: 559
Registrato: Sep 2006

  postato il 13/10/2010 alle 10:05
Originariamente inviato da trifase

Il liberazione mi sembra un corsa vuota, un po' pubblicizata solo dai media se morisse nessun rimpianto, anzi ben venga (non sono della Lega)

Come scrive forzainter il Liberazione ha un albo d'oro da paura; guarda chi è arrivato nel 2009 e nel 2010 in seconda posizione e leggiti bene da chi è stato battuto l'anno scorso.
http://www.primaveraciclistica.it/

Anche il Palio del Recioto ha un albo d'oro di tutto rispetto; quello che dispiace è che i potenziali protagonisti del prossimo anno saranno impegnati al Giro delle Regioni.
http://www.paliodelrecioto.com/pagina.asp?tipo=2&show=28

(sempre per FCI)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Luison Bobet




Posts: 774
Registrato: Jan 2005

  postato il 13/10/2010 alle 10:54
A me pare migliore l'albo del Recioto!! Dai, Cancellara e Popovich gia valgono tanto!

Io li ho corsi tutti e 2, e il Recioto per me ha piu fascino, una marea di gente, fiumi di amarone, percorso impegnativo...il liberazione va(o almeno andava) in diretta sulla rai, quindi ti fa sentire importante, ma il percorso a mio parere e' da kermesse (ma stressantissimo mentalmente) Poi se lo chiediamo a Colli lui direbbe il contrario per ovvi motivi..

 

____________________
I miei siti di riferimento:
http://www.cyclingnews.com
http://www.cicloweb.it
http://www.ciclismoafondo.es
http://www.videociclismo.altervista.org

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2010




Posts: 559
Registrato: Sep 2006

  postato il 13/10/2010 alle 11:29
Se guardi bene c'è chi ha centrato la doppietta ('87 Konyshev - '93 Bertolini, mica pizza e fichi); indubbiamente il Liberazione è più adatto alle ruote veloci (poi se li hai corsi tutti e due allora chi meglio di te può confrontarli). Dico che sicuramente Giro delle Regioni e Palio del Recioto si dovranno dividere gli stessi protagonisti.

(alla FCI per la concomitanza)

(sempre alla FCI perché guardando bene il calendario 2011 ho scoperto che il Giro delle Regioni non è più valido per la Coppa delle Nazioni)

E' ovvio che se non partecipi alla Coppa delle Nazioni poi ti tolgono la validità alle gare.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 13/10/2010 alle 16:20
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Andriato - Androni


Avevo azzeccato il corridore, non la destinazione:
http://www.cicloweb.it/news/2010/10/13/la-farnese-neri-opziona-andriato-per-il-2012.html

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1124
Registrato: Jul 2007

  postato il 13/10/2010 alle 19:31
Sto solo dicendo che il Liberazione non ha senso di esistere. Non c'e' un supporto di appassionati tali da giustificarlo. Sarebbe come far correre il Fiandre in Ucraina. Ne va solo a discapito del ciclismo
E' bene per il ciclismo che le corse vadano dove ci sono piu' appassionati.
Da noi non si corre il ciclocross, in Belgio invece e' uno spettacolo.


ps tra Recioto e Belvedere preferisco il Belvedere.

 

____________________
Il mio Avatar era superiore al mio livello !

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 14/10/2010 alle 12:14
Originariamente inviato da Slegar

(sempre alla FCI perché guardando bene il calendario 2011 ho scoperto che il Giro delle Regioni non è più valido per la Coppa delle Nazioni)


Credo che in realtà questo dipenda poco dalla FCI.
Il fatto che il Giro delle Regioni nel 2009 non ci sia stato e nel 2010 sia stato di sole 2 tappe credo abbia avuto molta più rilevanza di ogni altra eventuale inadempienza federale.
Certo, la mancata assegnazione della Coppa delle Nazioni è un altro colpo basso ad una delle corse a tappe più affascinante del panorama italiano.
Speriamo soltanto che non sia letale.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 17/10/2010 alle 17:03
Originariamente inviato da Slegar
A proposito mi sai dire qualcosa su Jelle Wallays? (la domanda vale anche per Laura e per gli esperti di U23 del forum)

Bel corridore della Beveren 2000
Passa pro con la Top Sport Vlaanderen
Famiglia di ciclisti , lo zio pro negli anni 80
6 vittorie quest'anno , da Febbraio (Gent - Staden) a Ottobre (Paris - Tours U23). Sara' un buon corridore da classiche del nord
La regolarita' è il suo forte

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 17/10/2010 alle 17:10
Ma il Giro del Canavese vinto oggi da Colbrelli è quell'Internazionale che pareva fosse saltata non troppo tempo fa?

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 17/10/2010 alle 17:20
Si
Normalmente lo facevano nei giorni della festa del paese a Settembre
Visto l'ordine d'arrivo pero' credo che abbiano reso piu' facile il percorso

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 17/10/2010 alle 17:33
Credo anche che sia stato declassato come corsa nazionale.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Charly Gaul




Posts: 930
Registrato: Jun 2008

  postato il 17/10/2010 alle 17:45
Non era nemmeno nazionale,è stata disputata come corsa regionale,ma piuttosto di annullarla meglio così

64 partenti,pochi anche per la concomitanza con il GP Somma (ultima gara dell'anno di livello nazionale) vinta da Moreno Moser

Peccato che le corse siano già finite con la forma che hanno i reduci da Melbourne!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 539
Registrato: Dec 2006

  postato il 18/10/2010 alle 03:13
io farei passare anche patrik facchini ed Edoardo Costanzi...

 

____________________
Paolo Colò (Ds della Promociclo) a proposito di Piepoli: in lui riconosco un patrimonio del ciclismo, persona leale e coerente, atleta di lungo corso che con limpida autocritica sarà in grado domani di trasmettere valori umani e tecnici di ineguagliabile importanza.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2010




Posts: 559
Registrato: Sep 2006

  postato il 18/10/2010 alle 18:18
Originariamente inviato da forzainter

Originariamente inviato da Slegar
A proposito mi sai dire qualcosa su Jelle Wallays? (la domanda vale anche per Laura e per gli esperti di U23 del forum)

Bel corridore della Beveren 2000
Passa pro con la Top Sport Vlaanderen
Famiglia di ciclisti , lo zio pro negli anni 80
6 vittorie quest'anno , da Febbraio (Gent - Staden) a Ottobre (Paris - Tours U23). Sara' un buon corridore da classiche del nord
La regolarita' è il suo forte

Grazie

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2010




Posts: 559
Registrato: Sep 2006

  postato il 18/10/2010 alle 19:13
(I)

Originariamente inviato da Monsieur 40%

Originariamente inviato da Slegar

(sempre alla FCI perché guardando bene il calendario 2011 ho scoperto che il Giro delle Regioni non è più valido per la Coppa delle Nazioni)


Credo che in realtà questo dipenda poco dalla FCI.
Il fatto che il Giro delle Regioni nel 2009 non ci sia stato e nel 2010 sia stato di sole 2 tappe credo abbia avuto molta più rilevanza di ogni altra eventuale inadempienza federale.
Certo, la mancata assegnazione della Coppa delle Nazioni è un altro colpo basso ad una delle corse a tappe più affascinante del panorama italiano.
Speriamo soltanto che non sia letale.

Creda che dipenda dalla FCI, eccome, anche se la FCI stessa non lo sa:

Originariamente inviato da Joop Zoetemelk nel 3d "I dirigenti di ciclismo - Chi governa il nostro sport?"

......... Rappresentante inutile di un'organizzazione superata dai tempi, con una struttura periferica ed elettorale ferma a quarant'anni fa, paralizzata dai veti incrociati di vecchi personaggi che hanno come scopo principale la loro permanenza perpetua all'interno dell'organizzazione stessa in un qualsiasi ruolo, questo invece ha un obiettivo leggermente diverso, tornare ai vertici dell'ente inutile di 4 lettere... e per questo è disposto a tutto. .......

Della FCI non conosco nulla, se non quel che vedo alla TV, ma mi sembra di vedere un ritratto di qualche altra federazione sportiva nazionale. Il punto, secondo me, è quello che la FCI vuole o non vuole per il settore U23 in Italia. La gestione del settore U23 in Italia è fermo a 15 anni fa quando la categoria è stata creata.

Il dilettantismo in Italia, visto dall'esterno come lo vedo io, è sempre stato propedeutico al passaggio al professionismo e l'esordio della categoria per l'Italia è iniziato con il poker di Lugano '96, perché le squadre italiane erano già attrezzate. Passi avanti non se ne sono però mai fatti ed altre nazioni che erano dietro di un bel po' ci hanno superato. Per cercare di spiegarmi elenco il podio di quest'anno al mondiale U23 in Australia con indicate le squadre di appartenenza e le squadre 2011:

1 Michael Matthews Australia Team Jayco - Skins (Rabobank)
2 John Degenkolb Germania Thüringer Energie Team (Team HTC - High Road)
3 Guillaume Boivin Canada Spidertech powered by Planet Energy
3 Taylor Phinney Usa Trek - Livestrong U23 (BMC Racing Team)

… (segue) …

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2010




Posts: 559
Registrato: Sep 2006

  postato il 18/10/2010 alle 19:14
(II)

I primi quattro sono tutti tesserati per squadre continental e 3 su 4 hanno già un contratto in tasca per squadre ProTour mentre il canadase è confermato in una squadra che per il prossimo anno ambisce a diventare Professional. E' evidente un fatto: tutti e quattro sono abituati a correre già con i professionisti e lo stesso discorso vale per i belgi, colombiani, olandesi, sloveni e russi.

Gli U23 italiani delle squadre dilettantistiche il professionismo lo assaggiano, se sono fortunati, attraverso lo stagismo oppure fanno quasi subito il salto di categoria (vedi Felline e indietro nel tempo fino a Cunego e Pozzato).

Penso che il compito di una federazione sia quello di favorire un graduale avvicinamento dei ciclisti al professionismo agendo, ad esempio, sulle squadre continental creando un possibile status di "Continental U23" stabilendo stipendi minimi, n° di corridori minimi, ecc. Si potrebbe così spingere le squadre più forti, tipo Zalf o Mastromarco, a creare delle squadre Continental (magari sdoppiandosi e tenendo comunque aperte le squadre dilettantistiche) che possano affrontare le gare di cat. 1 del calendario italiano. Si potrebbe inoltre creare, sulla falsariga del campionato italiano a squadre e della Bundesliga U23, un campionato per squadre ed atleti U23 con rimborsi spese per le compagini e dei contratti con squadre professional per gli atleti. Ovvio che la federazione deve vigilare sulla composizione dei calendari.

E basta con la solita manfrina ripetuta ogni anno, con tanto di commentatori TV che danno corda, che le gare U23 devono essere riservate ai dilettanti e Il mondo ciclistico, se alla FCI non se ne sono accorti, va da un’altra parte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 20/10/2010 alle 18:47
Bella Riflessione
Credo che saro' tra i pochi , ma io sono contro

Il sistema Continental va bene con nazioni che hanno :
1) pochi corridori
2) attivita' limitata

Australia (150 junior) , Inghilterra (100 ?) , ecc

Con numeri cosi' bassi , l'unica possibilita' è radunare i talenti in squadre con attivita' principalmente estera
Visti i costi di logistica ecc il termine dilettante sarebbe assurdo

Diverso il discorso per le nazioni guida

Francia (piu' di 2000 junior) , Italia , Belgio ecc

Il Belgio ha varie squadre Continental ma in pratica sono le vecchie squadre da Kermesse , le 3 grosse squadre (Beveren 2000 , Pws Eijssen e Davo - Lotto) che fanno crescere i grandi talenti sono dilettanti
Vero pero' che fanno grande attivita' internazionale
Francia , Big Mat e Vc Roubaix hanno una funzione di collegamento tra le strutture dilettantistiche e i pro. Big Mat pesca quasi sempre dal suo settore giovanile (Auber93) mentre Vc Roubaix da chance a corridori di tutta la Francia (pero' raramente i corridori restano 2 anni..)
La Funzione formatrice viene svolta dalle squadre dilettanti , spesso farm team di quelle pro
Europ Car ha la Vendee U
Ag2R il team Chambery Cyclisme Formation
Saur Sojasun la sua sezione Espoir
Cofidis non ha team diretti , pero' pesca spesso dall'AVC AIX e dal CC Nogent
FDJ ha una fondazione di 4-5 corridori (di squadre differenti) , nel corso dell'anno partecipano a stage con la prima squadra ecc
Bretagne ovviamente pesca nelle squadre bretoni

Per esser in regola con le norme federali su stipendi e contributi le GS3 francesi han quasi sempre tra i 10 e i 12 corridori

Da noi i Budget di Zalf e Trevigiani (con rose da 20 a 25) si avvicinano molto a quelli GS3 pero' non si pagan i contributi

Fino a pochi anni fa , il sistema Italia andava benissimo (o quasi.. visto che quel sistema ha fatto chiudere tantissimi squadre)
Gli squadroni erano una 15 e si davan battaglia , adesso si son ridotti a 2 o 3
Quindi il dominio di queste squadre rende le corse " Facili " , cioe' tatticamente e fisicamente piu' semplici
In Francia gli arrivi allo sprint son rarissimi , da noi le 18 vittorie di Guardini e le 12 di Nizzolo dicono il contrario
Piuttosto che investire su Gs3 , bisogna aumentare la base e le squadre , tornare ai livelli di inizio anni 90
Aumentare il numero di gare , rendere piu' duri i percorsi
C'e' il minimo storico di squadre pro (forse 8..) , vuol dire che sponsor e soldi ne girano pochi.. , i GS3 diventerebbero essenzialmente squadre con corridori portasponsor o over 25 con l'ultima speranza di passare pro

Capitolo Mondiale

I nostri non son dilettanti , ricevono tutti dei rimborsi spese (alcuni piu' alti dei neopro) , nessuno lavora. La loro vita è il ciclismo
Romain Hardy l'anno scorso per andare ai Mondiali ha chiesto ferie alle Ferrovie Francesi.. (adesso che è pro , ha chiesto aspettativa)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2010




Posts: 559
Registrato: Sep 2006

  postato il 20/10/2010 alle 20:08
La mia era una semplice riflessione su come dare una "scossa" all'ambiente degli U23 in Italia, però concordi con me che, gestito in maniera attuale, il movimento U23 italiano non è più all'avanguardia. L'idea che mi sono fatto, anche parlando con un responsabile della Zalf, è che il movimento è chiuso su se stesso; come dici tu i superteam sono solamente 2-3, si corre su percorsi facili, si fa poca attività internazionale e alla fine per le squadre conta di più il numero di vittorie che la qualità delle stesse.

Sicuramente basterebbe che la federazione intervenisse sui percorsi, favorisse la messa in calendario di più corse a tappe, limitasse il numero dei corridori per squadra, promuovesse l'attività internazionale delle squadre e probabilmente il movimento sarebbe più tonico. L'idea delle "Continental U23", squadre composte al max. da 12/14 atleti tutti U23, era quella di far crescere i giovani dando la possibilità di gareggiare nelle gare di cat. 1 del calendario europeo che si svolgono in Italia (tipo Giro del Veneto o Settimana Coppi & Bartali). Il rovescio della medaglia e così si andrebbe ulriormente ad impoverire il panorama delle squadre dilettanti in Italia rendendo praticamente impossibile il passaggio tra i pro' a chi milita in queste squadre (a questa conclusione sono arrivato leggendo il tuo post).

Un'altra idea che mi è passata per la testa e che per alzare il livello degli U23 italiani la federazione, in accordo con le squadre dilettantistiche italiane e visto che il regolamento UCI lo consente, schieri nelle gare di cat. 1 italiane una nazionale formata da U23 di squadre dilettanti.

 

[Modificato il 20/10/2010 alle 20:11 by Slegar]


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 21/10/2010 alle 10:02
Originariamente inviato da Slegar


Un'altra idea che mi è passata per la testa e che per alzare il livello degli U23 italiani la federazione, in accordo con le squadre dilettantistiche italiane e visto che il regolamento UCI lo consente, schieri nelle gare di cat. 1 italiane una nazionale formata da U23 di squadre dilettanti.


bingo.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 22/10/2010 alle 20:13
Originariamente inviato da Slegar

La mia era una semplice riflessione su come dare una "scossa" all'ambiente degli U23 in Italia, però concordi con me che, gestito in maniera attuale, il movimento U23 italiano non è più all'avanguardia. L'idea che mi sono fatto, anche parlando con un responsabile della Zalf, è che il movimento è chiuso su se stesso; come dici tu i superteam sono solamente 2-3, si corre su percorsi facili, si fa poca attività internazionale e alla fine per le squadre conta di più il numero di vittorie che la qualità delle stesse.

Sicuramente basterebbe che la federazione intervenisse sui percorsi, favorisse la messa in calendario di più corse a tappe, limitasse il numero dei corridori per squadra, promuovesse l'attività internazionale delle squadre e probabilmente il movimento sarebbe più tonico. L'idea delle "Continental U23", squadre composte al max. da 12/14 atleti tutti U23, era quella di far crescere i giovani dando la possibilità di gareggiare nelle gare di cat. 1 del calendario europeo che si svolgono in Italia (tipo Giro del Veneto o Settimana Coppi & Bartali). Il rovescio della medaglia e così si andrebbe ulriormente ad impoverire il panorama delle squadre dilettanti in Italia rendendo praticamente impossibile il passaggio tra i pro' a chi milita in queste squadre (a questa conclusione sono arrivato leggendo il tuo post).

Un'altra idea che mi è passata per la testa e che per alzare il livello degli U23 italiani la federazione, in accordo con le squadre dilettantistiche italiane e visto che il regolamento UCI lo consente, schieri nelle gare di cat. 1 italiane una nazionale formata da U23 di squadre dilettanti.

E cosa cambia ?
Al posto della Zalf o della Trevigiani , domina la nazionale Italiana..
Secondo me , bisogna aumentare la base
se da 900 dilettanti si passa a 2000 , le possibilita' di trovare buoni corridori aumentano o sbaglio ?
Come si aumenta la base ?
Si guardano gli altri sport o le altre nazioni
Il fenomeno Pallavolo Femminile da dove nasce ? Da 2 cartoni animati , usciti negli anni 80.. (andavo all'elementari) eppure sempre di moda
L'altro giorno sulla Gazzetta c'era un intervista della Cardullo parlava di perche' aveva cominciato.. per Mila Azuki.. come tutte le sue compagne
In accordo con la Rai credo con 2-3 ml di euro ci si puo' riuscire
Certo l'investimento non si ripaga il prossimo anno ma tra 10 - 15 anni
Il Golf è in grande ascesa (non mi entusiasma particolarmente), non so se direttamente (federazione) o indirettamente (tramite sponsor) è Onnipresente sulla Gazzetta idem su Sky. Ogni piccolo risultato dei nostri golfisti è un trionfo. Si sanno vender bene
E il numero di praticanti andra' di conseguenza
Il Belgio e la Francia hanno in quasi ogni paese una squadra di ciclismo , in Italia c'erano una volta adesso regioni come il Piemonte hanno 4 squadre dilettanti quando va bene
Li deve lavorare
Meglio i 40 migliori italiani riuniti in 3 squadre o in 30 ? io preferisco in 30 , arriveranno tra i pro meno spremuti e avranno imparato di piu'
L'Australia ha un team di vertice Continental (Jayco Skin) pero' parallelamente sta lavorando nelle varie federazioni regionali per aumentare il numero di tesserati
Il presidente Francese vuol passar da 105000 a 200000 in 5 anni , Di Rocco invece?
D'accordo sulle corse a tappe , 5 son troppo poche , dieci andrebbero bene
ma servono soldi (tutte internazionali , i rimborsi son altissimi , dimezziamo i premi , le gare aumenteranno)
Capitolo Crono , si era partiti anni fa con il bracciale del cronoman e aveva dato anche insperati risultati , poi nulla o quasi
La programmazione non esiste


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2010




Posts: 559
Registrato: Sep 2006

  postato il 22/10/2010 alle 21:42
Originariamente inviato da forzainter

E cosa cambia ?
Al posto della Zalf o della Trevigiani , domina la nazionale Italiana...

Sicuramente mi ero spiegato male. Per gare di cat. 1 italiane intendevo le prove dell'UCI Europe Tour di cat. 1.1 e 2.1 tipo G.P. Nobili Rubinetterie o Settimana Internazionale Coppi e Bartali, per esempio, in cui possono partecipare rappresentative nazionali.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 23/10/2010 alle 16:18
Non avevo capito. Scusa
In questo son pienamente d'accordo. Tra l'altro correndo in Italia non credo ci siano grosse spese..

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Raymond Poulidor




Posts: 357
Registrato: Mar 2005

  postato il 08/12/2010 alle 00:38
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Provo io...

Originariamente inviato da forzainter

Pagani - Colnago


Graziato - Farnese Vini
Stocco - Flaminia (quindi De Rosa)
Nizzolo - Lampre
Boaro - Carmiooro (se non chiude)
Pelucchi - Geox

e gli altri due li sparo:
Facchini - De Rosa
Andriato - Androni

attendo il responso di Nonno...


Ciao Mariet ecco sono qui.....

diciamo che i sigg. Scinto e Citracca hanno tirato un bel pacco a Graziato promettendo il passaggio e dopo aver tirato per la lunghe la cosa non hanno più risposto al telefono.Nel 2011 resta con noi e passa in Lampre al 2012.
Con Scinto andrà Andriato nel 2012 (già firmato)dopo aver fatto un anno alla Petroli Firenze.
Stocco dopo aver firmato alla Flaminia è arrivato Bordonali con il gruppo De Rosa e l'ha lasciato a piedi e 2011 con noi.
Boaro alla Saxo
Alberio e Pelucchi alla Geox
Nizzolo alla Luxembourg team
Bertazzo alla Androni e nel 2012 lo raggiungerà Fortin
Pagani con voi...
ecco questa è la situazione esatta.
Noi nel 2011 27 corridori .... un bel gruppo
ma ho sentito che il Pava và alla vacansoleil vero?
ciao bèllooooooooooo

 

____________________
http://www.teamrossato.net

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  9    10    11    12  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.0286350