Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Doping e Antidoping 2010
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  14    15    16    17    18    19    20  >>
Autore: Oggetto: Doping e Antidoping 2010

Livello Giro di Svizzera




Posts: 94
Registrato: Apr 2006

  postato il 03/05/2010 alle 20:42
La moralità ,se mai esiste,serve esclusivamente nella vita interiore dell’individuo.
Il ciclismo,e lo sport in genere, ha bisogno di semplici e chiare regole, ma non ha bisogno assolutamente di moralità né tantomeno di moralità ipocrite.
Quando Maradona ha fatto gol di mano nella finale mondiale, l’arbitro non ha visto,quindi è gol valido…semplice
Coppi, Bartali,Anquetil e tutti i grandi campioni hanno preso le bombe (il massimo che la scienza di allora metteva a disposizione)..non sono mai stati beccati… sono campioni che ricordiamo e festeggiamo solennemente.
Mercks positivo al Giro del 69,giustamente sanzionato (l’arbitro ha visto),dopo 2 mesi corre il Tour e lo vince…e grazie a questo oggi lo ricordiamo campionissimo…
Pensate un po’ se ci fossero stati controlli a sorpresa, passaporti biologici, squalifiche di due anni, radiazione,linciaggi mediatici…la storia del ciclismo andrebbe riscritta..
Se purtroppo la vita a volte va presa seriamente (e forse è un errore)…per favore lo sport almeno viviamolo per quello che è… e se Maradona fa gol con la mano e l’arbitro non lo vede esultiamo pure liberamente e senza paura che il giorno dopo qualcuno lo invalidi..

Nessun sport potrebbe sopravvivere se subisse le identiche cose che sta subendo il ciclismo..

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 03/05/2010 alle 20:50
pippo, ti tengo buono per l'utente di maggio.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Gino Bartali




Posts: 1311
Registrato: Sep 2006

  postato il 03/05/2010 alle 20:57
quoto Pippo. E rosico pensando ad altri sport

Mario, ti ricordi quell'sms di sabato (a cui peraltro non mi hai risposto)? Consideralo annullato

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 03/05/2010 alle 20:57
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Su Scognamiglio, pare sia stato Di Rocco a farla fuori dal vaso.
Nelle news in homepage gli aggiornamenti continui.


Vero, ma se ha fatto il nome di Scognamiglio qualcuno glie l'avrà comunque detto prima, sottovoce magari. Non penso che se lo sia inventato lui di sana pianta.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 03/05/2010 alle 21:03
Originariamente inviato da pitoro

Mario, ti ricordi quell'sms di sabato (a cui peraltro non mi hai risposto)? Consideralo annullato


Prevenire è meglio che curare.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 03/05/2010 alle 21:07
Originariamente inviato da Tranchée d’Arenberg

Originariamente inviato da Monsieur 40%

Su Scognamiglio, pare sia stato Di Rocco a farla fuori dal vaso.
Nelle news in homepage gli aggiornamenti continui.


Vero, ma se ha fatto il nome di Scognamiglio qualcuno glie l'avrà comunque detto prima, sottovoce magari. Non penso che se lo sia inventato lui di sana pianta.


abbiamo proprio un degno presidente federale.
e degno vicepresidente uci.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Luison Bobet




Posts: 786
Registrato: Jan 2006

  postato il 03/05/2010 alle 21:20
Quando ho sentito la notizia, per la prima volta in tempi recenti son rimasto impassibile, non mi ha colpito più di tanto. Mi dispiace molto per Pellizotti, che sarebbe stato sicuro protagonista al Giro, ma ormai non mi stupisco più di nulla, da quando ho capito chi è che tiene in mano le sorti del ciclismo.
Curioso, direi, che si tenti di spacciare per valido lo strumento del passaporto biologico nel momento stesso in cui si dice che l'atleta viene fermato per valori anomali riscontrati dieci mesi fa: tutto conferma la mia impressione, il ciclismo è dato in pasto ai porci magari per qualche poltrona (da dirigente) che vale meno di 30 denari.
Straquoto l'intervento di uffa: solo i rinco del ciclismo possono ritenere valido uno strumento che si basa su dati incrociati e non sul fatto che vengano riscontrate tracce di sostanze esogene. E poi ci vogliono raccontare che la lotta al doping funziona... MA VA!!!
Ma non è ciò che mi lascia tranquillo: dopo aver assistito a certe porcherie calcistiche (Barcelona-Inter, ancor più Inter-Barcelona e poi l'ignobile Lazio-Inter), sono convintissimo che se anche il 100% dei corridori fosse dopato, il ciclismo è molto più pulito del calcio.
Dobbiamo solo sperare che i porci si cibino di quello e che lascino stare il ciclismo, che se ne vadano.
Infine, pieno sostegno alla Isd-Neri, Dio voglia che quel che faranno loro possa servire a liberarci da quel personaggio che ha quasi saputo far peggio del suo predecessore. Mi vien da pensare che il passaporto biologico servirebbe per certi dirigenti, ma sicuramente basterebbe l'acooltest.....
Penso che anche quest'anno la mia Tv starà parecchio spenta.

 

____________________
L'opzione antifascista resistenziale è l'unica via maestra.
Ovunque. (nino58)

Club anti Schleck, iscritto n. 1.

Verità e giustizia per Marco Pantani

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 03/05/2010 alle 21:28
Ho appena letto 2 articoli su tuttobiciweb :
il primo è la dura presa di posizione della ISD che difende Scognamiglio e l'immagine dell'intero team, da un'accusa priva di ogni fondamento;
il secondo è l'imbarazzantissimo comunicato con cui la federciclo nostrana smentisce qualsiasi voce che vuole Scognamiglio conivolto in questioni-doping.

Pensavo che dopo tutta questa manfrina Di Rocco dovrebbe rassegnare le dimissioni. Cosa che ovviamente non averrà mai.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2009
Utente del mese Luglio 2010




Posts: 289
Registrato: Jul 2009

  postato il 03/05/2010 alle 21:40
Originariamente inviato da prof

Questi si fanno le procedure da soli, se le validano da soli, si controllano gli atleti, sempre da soli e poi passano il tutto (le provette numerate) ad un body esterno incaricato di rilevare le anomalie che poi, sempre loro stessi, giudicano se tali o se passabili. Questo lo chiami controllo scientificamente e proceduralmente ineccepibile ?


Vabbe', ormai è stato già detto tutto, io finirei solo col ripetere quello che scrivo da quando sono iscritto a questo forum.
Mi limito a quotare, tra i tanti interventi intelligenti, quello di cui sopra, ed a notare che sempre più tifosi cominciano a "disappassionarsi" delle imprese della Santa Inquisizione dell'Antidoping ed a notare le sue storture ed ingiustizie. Persino sul sito della Gazzetta, tempio dei fanatici antidopisti, la maggior parte dei commenti è perplesso per la tempistica, la modalità del controllo e la differenza di trattamento tra atleti di diversa nazionalità.
Ah ...finale autoreferenziale. L'avevo scritto pochi giorni fa che ogni anno qualche testa importante deve cadere tra i ciclisti italiani. Un segno del declino del nostro movimento è anche questo: che Pellizzotti oggi vada considerato un pezzo grosso...
Comunque nella Liquigas temo ci sia qualcun altro coi giorni contati. Guai a chi si eleva al di sopra della massa... solo l'aurea mediocritas ormai può salvare la carriera ai ciclisti nostrani.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond




Posts: 845
Registrato: Aug 2009

  postato il 03/05/2010 alle 22:03
Curioso il caso del carneade spagnolo di turno.
Il valore anomale pare essere stato rilevato il 20/04/2009, più di un anno fa.
Nel frattempo il buon Jesus Rosendo Prado ha continuato nella sua anonimissima carriera che non lo ha visto mai entrare nei 10 in una gara.
Lo ripeto: è strano che con spagnoli che dominino in modo imbarazzante (per le altre nazioni) corse in lungo e il largo, continuino a trovare fuori posto solo corridori di seconda o terza fascia.

(da Tuttobiciweb.it)
Sospensione anche per Jesus Rosendo Prado. Scrive in un comunifcato la Andalucia Cajasur: «L’unico risultato di esame che non sembra regolare è riferito ad un controllo del 20 aprile 2009 nel quale si evidenziano valori di emoglobina ed ematocrito molto bassi, una sorta di anemia conseguenza di un problema di emorroidi che ha afflitto il corridore. Per questo motivo si è registrato un aumento dei reticolociti. Il corridore si è rivolto ad uno specialista di ematologia per spiegare il verificarsi della situazione. Ora l’Uci chiede alla RFEC di aprire un procedimento nei confronti del corridore. In attesa della decisione, la Andalucía CajaSur ha deciso di sospendere il corridore Jesús Rosendo Prado».

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 03/05/2010 alle 22:32
Originariamente inviato da pablo_b

Curioso il caso del carneade spagnolo di turno.
Il valore anomale pare essere stato rilevato il 20/04/2009, più di un anno fa.
Nel frattempo il buon Jesus Rosendo Prado ha continuato nella sua anonimissima carriera che non lo ha visto mai entrare nei 10 in una gara.
Lo ripeto: è strano che con spagnoli che dominino in modo imbarazzante (per le altre nazioni) corse in lungo e il largo, continuino a trovare fuori posto solo corridori di seconda o terza fascia.

(da Tuttobiciweb.it)
Sospensione anche per Jesus Rosendo Prado. Scrive in un comunifcato la Andalucia Cajasur: «L’unico risultato di esame che non sembra regolare è riferito ad un controllo del 20 aprile 2009 nel quale si evidenziano valori di emoglobina ed ematocrito molto bassi, una sorta di anemia conseguenza di un problema di emorroidi che ha afflitto il corridore. Per questo motivo si è registrato un aumento dei reticolociti. Il corridore si è rivolto ad uno specialista di ematologia per spiegare il verificarsi della situazione. Ora l’Uci chiede alla RFEC di aprire un procedimento nei confronti del corridore. In attesa della decisione, la Andalucía CajaSur ha deciso di sospendere il corridore Jesús Rosendo Prado».


Ecco, ora io non so se questo ragazzo abbia mai avuto le emorroidi, ne penso sia una cosa che interessa agli appassionati di ciclismo, ma sarebbe perlomeno grottesco dover smettere di correre per un episodio del genere.
Tornando un pò più seri mi chiedo con quali metodi scientifici si può accertare, sulla base di un singolo episodio di tale tipo, che il corridore abbia assunto realmente sostanze dopanti. Cioè chiedo a chi ne sa più di me quale validità possano avere queste sentenze basate su un singolo episodio di sbalzi nei valori ematici(chiaramente assumendo che quanto detto nel comunicato dell'Andalucia sia vero).

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1311
Registrato: Sep 2006

  postato il 03/05/2010 alle 22:39
E' anche vero che gli spagnoli sono bravissimi nelle tattiche difensive. Altro che l'Inter a Barcellona
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1671
Registrato: Dec 2004

  postato il 03/05/2010 alle 23:21
Originariamente inviato da forzainter

Non sei colpevole ?
Quando è successo ?
In questo forum anni indietro tutti volevano il passaporto biologico , adesso che c'e'.. e beccano qualcuno , non va piu' bene ?


io sostenevo il passaporto biologico.
janjannssen sosteneva il passaporto biologico, il suivi medical.
tutti volevano iil passaporto biologico.
aranciata bottecchia diceva : cercare cosa ci dovrebbe essere e non c'è.

adesso il delfino di bibione, diventato contender per i grandi giri dopo i 30 anni,presenta valori anomali: mi dispiace per lui, ma deve spiegarmeli
non ha mai testato positivo: bene, mica è squalificato.
che ci vuoi fare forza inter, qui non sono manco piu' d' accordo con se' stessi.
il passaporto biologico per sua natura non è immediato: è un suivi longitudinale, i valori vanno registrati per un tempo lungo per essere credibili.
vai con il disco rotto: giustizia ad orologeria.
io non mi stupisco che alcuni corridori presentino valori non credibili.
devono essere fermati , non squalificati.

quando admin ha chiesto delle proposte credibili per rilanciare il ciclismo, tutti, o quasi, erano d' accordo sul passaporto biologico o meglio sul suivi longitudinal.
adesso non va piu' bene.
chi ha valori instabili e non è sano mica deve fare il professionista dello sport.
stia a casa e si curi, se è il caso

poi, basta con questa storia del calcio: quando il perito della juve (e del parma) sosteneva che i valori sballati dei calciatori erano casuali, era un puzzone ed era la prova che i calciatori in realtà si dopavano .
ora lo stesso tipo di difesa probabilmente va bene per pellizzotti .
bah, mettetevi d' accordo

e comunque, io continuo a sostenere che il ciclismo non deve assomigliare al calcio, anzi , continuo ad essere fiero della diversità, della diversità dei suoi campioni, dei suoi tifosi, del suo spirito.

comunque , caro forza inter: tu hai visto abbastanza ciclismo , sei stato abbastanza vicino al ciclismo dei giovani per capire.
hai visto abbastanza ciclismo francese per sapere che impatto ha avuto il suivi longitudinal sulla diffusione del doping pesante in quel paese. mica tutti sono santi lì, beninteso.
però , le loro corse ,quelle del calendario francese, non il tour, quando non ci sono corridori di fuori, sono belle e spettacolari, anche divertenti.
non si vedono cavalli da tiro, locomotive e frullatori atomici.

qui non si capisce cosa vogliamo.
io ero favorevole al passaporto biologico
sono favorevole al rispetto delle regole e del senso di correttezza.
se ci sono valori anomali, i corridori vanno fermati.

ciao

mesty


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1671
Registrato: Dec 2004

  postato il 03/05/2010 alle 23:30
aggiungo per chi scrive cose di cui forse non sa, che se uno ha delle emorroidi sanguinanti in modo cronico e così copiosamente da alterare i suoi valori, non riesce proprio a fare il ciclista, a meno che non si limiti all' andatura fuorisella.
cosa difficile, per corse di quella lunghezza
è molto piu' probabile che debba andare dal proctologo piuttosto che dal preparatore.

poi , ora passerò per forcaiolo e avanti con il concerto sulla congiura e sull' orologeria.
pazienza
io il giro lo guardo lo stesso anche se manca pellizzotti.
non penso di divertirmi di meno

sull' argomento, passo e chiudo.
amici del lando, se mi faccio tirare, abbattetemi a bastonate

ciao

mesty

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 03/05/2010 alle 23:37
Originariamente inviato da mestatore

aggiungo per chi scrive cose di cui forse non sa, che se uno ha delle emorroidi sanguinanti in modo cronico e così copiosamente da alterare i suoi valori, non riesce proprio a fare il ciclista, a meno che non si limiti all' andatura fuorisella.
cosa difficile, per corse di quella lunghezza
è molto piu' probabile che debba andare dal proctologo piuttosto che dal preparatore.

poi , ora passerò per forcaiolo e avanti con il concerto sulla congiura e sull' orologeria.
pazienza
io il giro lo guardo lo stesso anche se manca pellizzotti.
non penso di divertirmi di meno

sull' argomento, passo e chiudo.
amici del lando, se mi faccio tirare, abbattetemi a bastonate

ciao

mesty


Se ti riferisci al mio ultimo intervento io chiedevo semplicemente a chi ne sa molto più di me se riusciva a darmi dei chiarimenti in merito ad alcuni dubbi che io ho da perfetto ignorante della ematologia e più in generale della medicina. E se, per fortuna, non ho mai avuto a che fare con le emorroidi non è mica colpa mia....

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 03/05/2010 alle 23:43
Originariamente inviato da mestatore

Originariamente inviato da forzainter

Non sei colpevole ?
Quando è successo ?
In questo forum anni indietro tutti volevano il passaporto biologico , adesso che c'e'.. e beccano qualcuno , non va piu' bene ?


io sostenevo il passaporto biologico.
janjannssen sosteneva il passaporto biologico, il suivi medical.
tutti volevano iil passaporto biologico.
aranciata bottecchia diceva : cercare cosa ci dovrebbe essere e non c'è.

adesso il delfino di bibione, diventato contender per i grandi giri dopo i 30 anni,presenta valori anomali: mi dispiace per lui, ma deve spiegarmeli
non ha mai testato positivo: bene, mica è squalificato.
che ci vuoi fare forza inter, qui non sono manco piu' d' accordo con se' stessi.
il passaporto biologico per sua natura non è immediato: è un suivi longitudinale, i valori vanno registrati per un tempo lungo per essere credibili.
vai con il disco rotto: giustizia ad orologeria.
io non mi stupisco che alcuni corridori presentino valori non credibili.
devono essere fermati , non squalificati.

quando admin ha chiesto delle proposte credibili per rilanciare il ciclismo, tutti, o quasi, erano d' accordo sul passaporto biologico o meglio sul suivi longitudinal.
adesso non va piu' bene.
chi ha valori instabili e non è sano mica deve fare il professionista dello sport.
stia a casa e si curi, se è il caso




Mi permetti di dire che tra il suivi longitudinal e il passaporto biologico ci sono 3 ENORMI differenze, ovvero:

1) che il corridore col suivi viene sospeso per 15 giorni, col passaporto biologico...semplicemente non si sa?
2) che col suivi il corridore viene contattato personalmente e fermato mantenendo l'anonimato, qua invece si è creato un battage pubblicitario che manco il 21 dicembre 2012?
3) che il suivi è stato creato per la tutela della salute dell'atleta, mentre per il passaporto se l'atleta presenta delle anomalie veramente gravi arriva bello che morto?
va bene che l'atleta andrebbe seguito nel tempo, ma più di 1 anno per Rosendo Prado non ti sembra veramente troppo?

Posso scrivere che per queste 3 enormi differenze continuo ad appoggiare il suivi medical, ma proprio non riesco a digerire il passaporto biologico? Ammetto solo che, sapendo chi lo gestisce, sono un po' prevenuto.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 04/05/2010 alle 08:33
Su Gazzetta ci sono scritte alcune cose allucinanti:
intanto chi scrive sa già che a mettere il Pelli in questa posizione sono 22 analisi fatte a partire dal nov. 2008, la più pesante è quella del Tour 2009, poi lo avevano chiamato i giorni scorsi e lui diceva di non sapere niente. (ovvio, ma loro invece sapevano tutto)
Allora mi chiedo, se i giornalisti erano già al corrente di voci e avevano già parlato con il corridore, perchè ieri accennavano a 5 corridori (2 italiani) e oggi dicono che invece sono 3?
Guarda caso è tutto vero tranne il numero dei coinvolti. C'è una marcia indietro? Oppure per confondere le acque fino alla notizia ufficiale si è parlato vagamente di 2 italiani?

p.s. Grazie Mestatore, un saluto affettuoso anche a te.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3502
Registrato: Jun 2007

  postato il 04/05/2010 alle 09:51
Mammamia... ormai è come il calcio, si devono conoscere i bilanci.
Qui nel ciclismo ormai se uno non è medico è inutile scrivere.
Si va oltre lo sport, si arrivano a tematiche che fino a pochi anni fa erano sconosciute.
Ormai di sport non si può più parlare, in nessun campo, ormai parlerei di "gioco" quando va bene, o di "professione" se vogliamo estremizzare.
Io resto appeso alla fredda cronaca della corsa, magari al pronostico, tra doping, squalifiche, fermi precauzionali, controlli di quanti peli sul culo avevano nel 2000 piuttosto che nel 2010 e varie porcherie calcistiche, sto facendo di tutto per crearmi una sacca di resistenza a tutto ciò e credere di poter sopravvivere in una campana di vetro in cui si corre e si pronostica.
So' triste

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2010




Posts: 559
Registrato: Sep 2006

  postato il 04/05/2010 alle 10:26
Quoto con aggiunta:

Originariamente inviato da pippo6161

Nessun sport potrebbe sopravvivere se subisse le identiche cose che sta subendo il ciclismo..
per causa sua



Il ciclismo non è l'unico sport che si è dotato di uno strumento come il passaporto biologico o similare. Avevo rispolverato il caso Pechstein, perché, con l'uso spregiudicato che ne è stato fatto di uno strumento simile, la federazione internazionale e quella tedesca si sono scottate le dita. Ciò non vuol dire che il passaporto biologico sia stato buttato nel cestino, anzi, ma è stato usato per quello che deve essere: uno strumento di controllo da usare con discrezione (ed i panni sporchi si lavano in casa).

Se l'UCI ed i suoi derivati si potessero fregiare del titolo di "serietà" il caso Pellizotti così com'è scoppiato non sarebbe mai esistito. Se nei controlli del Tour 2009 per Pellizotti erano risultati dei valori anomali, un ente serio, come l'UCI non è, avrebbe dovuto avvertire nell'autunno scorso (diciamo settembre-ottobre) il corridore e questi aveva tutto il tempo, lontano dal periodo di gara, di giustificarsi. Se le giustificazioni erano valide bene ed il corridore poteva tranquillamente preparare la stagione 2010, altrimenti si prendeveno le opportune decisioni.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani
Utente del mese Febbraio 2009
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 2093
Registrato: Sep 2004

  postato il 04/05/2010 alle 10:26
Mestatore, penso che in questa unanimità a favore del passaporto biologico avrai considerato che proprio unanimità non era: io, per esempio, non ne facevo parte ( per quel che vale).
E questo perché sono CONTRO ogni ampliamento di potere quando non ho alcuna fiducia in istituzioni e persone che le gestiscono.
I test che si fanno nel ciclismo ( da quelli sul Cera a quelli del passaporto biologico, a far confessare la gente, tipo Basso, a quelli del DNA per incastrare Valverde ecc.) e che si fanno solo nel ciclismo, sono una dilatazione inammissibile di potere, proprio per la loro fallibilità, non validazione, sono un ulteriore rafforzamento di potere di istituzioni e persone che lo usano ai propri fini. L’intervista riportata da prof alla scienziata del passaporto biologico è emblematica.
Infatti non si prendono la responsabilità di squalificare e rischiare risarcimenti.
La vicenda di Scognamiglio è emblematica, Di Rocco che sbaglia? Può darsi ma non ci credo, esisteranno altre liste, a fianco, sotto o sopra quella, i nomi sono numeri a lotto. E Di Rocco ha forse sbagliato lista.
Nessuno sapeva di Pellizotti ma la Gazzetta sì.
Perciò io sono, se proprio ci deve essere l’antidoping, per i controlli che ci sono in tutti gli sport professionistici.
Meno nebulosità, meno arbitrio, meno potere.
Se il prezzo da pagare è che nel ciclismo si possano dopare come in altri sport senza doversi nascondere troppo, è comunque un prezzo inferiore a quello del potere incontrollato di organismi dirigenziali impazziti.
Tanto più che, nonostante tutto, mi pare palese che il doping non diminuisce: basta vedere il numero di carneadi coinvolti. Penso che, come testimoniano Frei e Kohl, su cento controlli da dopato ne passi tranquillo almeno 98, con un buon preparatore e senza colpi di testa personali ( come penso, per esempio, sia stato quello di Vinokourov tre anni fa) ne passi 100 su 100.
E i ciclisti sono umani, troppo umani, cedono alle tentazioni.
Infine vorrei sapere: quale sarà la punizione di Pellizotti? E’ rispettato il principio di certezza della pena ( mi pare un principio minimo di civiltà) oppure resterà nel limbo di quelli di cui non si sa più nulla perché proprio la squalifica non possono dargliela e allora vanno bene i provvedimenti delle squadre che non supererebbero l’esame di qualsiasi giudice ordinario? Ecco, a me questo ripugnante stillicidio di mezze notizie e mezzi indizi buttati là, questo potere incontrollato, fondato sullo stato di minorità culturale dei ciclisti che non si ribellano a niente e che serve solo a rafforzare posizioni di potere ingiustificate e un positivismo che diventa fideismo rispetto alla scienza, mi fa SCHIFO.

 

____________________
Verità e giustizia per Marco Pantani: una battaglia di civiltà.

Arcana loggia per il ripristino della civiltà dell'ordalia.

IO NON L'HO VOTATO.

IO CORRO DOPATO COME TUTTI.

"E' tutto alla conoscenza di tutti" Marco Pantani,1997 ( tempi non sospetti),parlando di doping in un'intervista televisiva con Gianni Minà.

Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping.

Hypocrisy free.

CAREFUL WITH THAT AXE, EUGENIO.



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 04/05/2010 alle 10:59
interessante comunicato liquigas:

In riferimento al comunicato dell’Union Cycliste Internationale, diramato ieri e riguardante l’atleta Franco Pellizotti, Liquigas Sport annuncia di prendere atto della decisione degli organi preposti, nel rispetto dei regolamenti vigenti sottoscritti dalla stessa.
La società sportiva, al fine di comprendere appieno la situazione e gli elementi a supporto di tale decisione, delega il proprio medico sociale, dottor Roberto Corsetti, quale incaricato all’analisi degli aspetti medico-scientifici relativi al caso. Allo stato attuale delle analisi le evidenze presentate non paiono poter dimostrare con certezza, a livello scientifico, un comportamento scorretto da parte dell’atleta. Liquigas Sport confida altresì nei chiarimenti che l’atleta Franco Pellizotti fornirà attraverso la sua persona e tramite esperti da lui incaricati.
La società esprime con forza il proprio grave disappunto circa la procedura attuata, con particolare riferimento alla mancata tempestività della comunicazione delle presunte alterazioni nei valori fisiologici dell’atleta, risalenti all’estate 2009 e rese invece note alla vigilia di un appuntamento importante.
In attesa degli ulteriori sviluppi e una volta conosciuta la sentenza definitiva, Liquigas Sport si dichiara pronta ad intraprendere senza alcuna esitazione tutte le azioni legali necessarie a tutelare la propria immagine, come già dimostrato nei mesi scorsi: sia nei confronti del corridore qualora venisse confermato un comportamento scorretto dello stesso, sia nei confronti degli organi e delle istituzioni che ingiustamente possano aver generato tale danno.
Liquigas Sport auspica peraltro che la decisione definitiva venga presa in tempi ragionevoli, al fine di poter intervenire tempestivamente a riguardo con le opportune azioni presso gli organi competenti.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 04/05/2010 alle 12:35
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Su Scognamiglio, pare sia stato Di Rocco a farla fuori dal vaso.
Nelle news in homepage gli aggiornamenti continui.


Scusate, ma non si parlava di due italiani? Chi ha detto che tra i nomi non ci sia Sconamiglio e anche Prado?
Magari non è ancora stato sospeso, ma non vuol dire che il suo nome non ci sia...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Liegi-Bastogne-Liegi




Posts: 110
Registrato: Aug 2008

  postato il 04/05/2010 alle 13:00
Inizio a pensare che l'uci abbia una lista di corridori con "valori anomali", e quando qualcuno potrebbe dar fastidio al "cavallo vincente" sul quale si vuole puntare forte si cerchi di eliminarlo in base a tali "valori anomali", facendo uscire qualche altro nome per non destare sospetti.....
Calcio e ciclismo sono le mie grandi passioni, e vederli così sacrificati ad interessi superiori.....

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2188
Registrato: Jun 2008

  postato il 04/05/2010 alle 13:17
ma che dici, il calcio adesso è stra onesto. Dopo calciopoli vince giustamente una sola squadra e senza aiuti.

 

____________________
Io Odio Marino Bartoletti e Abajia



Vincitore al Fantaciclismo del Tour de Suisse 2009
2°, 3° e 4° in tre tappe al Fantagiro d'Italia '09
Una vittoria di tappa e un 4° posto al Fanta Tour 2009

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2009
Utente del mese Luglio 2010




Posts: 289
Registrato: Jul 2009

  postato il 04/05/2010 alle 13:38
Originariamente inviato da dietzen

interessante comunicato liquigas:


Visto l'atteggiamento arbitrario e tirannico delle autorità del ciclismo, questa mezza "ribellione" della Liquigas mi sa che costerà loro tanti controlli severi... così imparano a non abbassare subito la testa e licenziare il reietto

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 04/05/2010 alle 13:40
Originariamente inviato da Serpa

Mammamia... ormai è come il calcio, si devono conoscere i bilanci.
Qui nel ciclismo ormai se uno non è medico è inutile scrivere.
Si va oltre lo sport, si arrivano a tematiche che fino a pochi anni fa erano sconosciute.
Ormai di sport non si può più parlare, in nessun campo, ormai parlerei di "gioco" quando va bene, o di "professione" se vogliamo estremizzare.
Io resto appeso alla fredda cronaca della corsa, magari al pronostico, tra doping, squalifiche, fermi precauzionali, controlli di quanti peli sul culo avevano nel 2000 piuttosto che nel 2010 e varie porcherie calcistiche, sto facendo di tutto per crearmi una sacca di resistenza a tutto ciò e credere di poter sopravvivere in una campana di vetro in cui si corre e si pronostica.
So' triste


pure tu le sacche??? oh nooo!!

 

[Modificato il 04/05/2010 alle 13:57 by Subsonico]

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 04/05/2010 alle 13:57
Originariamente inviato da Cabernet

Inizio a pensare che l'uci abbia una lista di corridori con "valori anomali", e quando qualcuno potrebbe dar fastidio al "cavallo vincente" sul quale si vuole puntare forte si cerchi di eliminarlo in base a tali "valori anomali", facendo uscire qualche altro nome per non destare sospetti.....
Calcio e ciclismo sono le mie grandi passioni, e vederli così sacrificati ad interessi superiori.....


mi torna in mente quello che antonello64 (a proposito, è un po' che non si vede, spero tutto bene) disse 2-3 anni, facendo un parallelo con la boxe. nel pugilato ci sono sempre stati un sacco di scandali, col giro delle scommesse clandestine che non poche volte indirizzava gli incontri, ma lo sport restava comunque popolare. il declino è iniziato quando le guerre intestine politiche hanno portato alla nascita di varie federazioni parallele, la gente non ci ha capito più nulla e per forza di cose si è disaffezionata.
e anche il tifoso di ciclismo non si disamora tanto per il doping in quanto tale (anche perchè non è certo una questione degli ultimi 20 anni), ma per la gestione politica dell'apparato, con sommersi e salvati a piacimento e/o interesse di chi comanda, per le faide interne, le guerre fra organizzatori e federazioni, per dei dirigenti che - nella migliore delle ipotesi - possono definirsi totalmente incapaci ma più probabilmente - o almeno questa ormai è la percezione dell'appassionato - si muovono costantemente in malafede e pensando al tornaconto proprio e dei propri sodali. e questo - non il doping - porrà fine alla grande popolarità del ciclismo.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Herman Van Springel




Posts: 445
Registrato: Jun 2006

  postato il 04/05/2010 alle 14:06
Prima volta che scrivo nel thread del "Doping". Il limbo negativo in cui rimane un corridore con valori alterati sul passaporto biologico è peggio dell'essere trovato positivo, in quest'ultimo caso paghi con la squalifica e (se trovi squadra) puoi ritornare a correre. Nel caso del passaporto biologico la vedo dura uscire da una situazione che sembra molto ma molto più complicata. E' solo una impressione?
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Settembre 2009, Marzo 2010, Maggio 2010




Posts: 2421
Registrato: Oct 2007

  postato il 04/05/2010 alle 14:35
E' proprio come dici tu caro Bazzia, anche se pure i due anni pesano come un macigno su una carriera bloccando e resettando completamente il naturale sviluppo agonistico del fisico, se ne parlava già più sopra negli stessi termini. Purtroppo quando non ci sono regole precise (e protocolli di controllo antidoping precisi, universalmente riconosciuti, e sicuri) si verificano dei paradossi che nemmeno la fisica della particelle se li sogna.

 

____________________
FANTACICLISMO CICLOWEB 2008

Terzo posto classifica finale
Vincitrice Memorial Pantani e tappa Alpe d'Huez al Tour

FANTACICLISMO CICLOWEB 2009

Vittorie: Tappa di Barcellona Tour de France e Giro del Veneto
7 TITOLI QUIZ DELLE SALITE

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gastone Nencini




Posts: 505
Registrato: Jun 2007

  postato il 04/05/2010 alle 14:56


diventato contender per i grandi giri dopo i 30 anni,



mi sembra abb "naturale" la sua carriera, una delle poche,
si e' fatto un bel mazzo, sin dal 2001 quando arrivo' 20esimo alla Vuelta da neopro,
per arrivare sul podio al giro in questi ultimi anni.

Giro 16esimo nel 2002
nono nel 2003 a 25 anni
undicesimo nel 2004
ottavo nel 2006 (il giro di Basso e Gutierrez Cataluna che andavano in moto)
nono nel 2007(con di luca capitano)
quarto nel 2008
terzo(secondo) nel 2009

 

____________________
Ma ho visto anche degli zingari felici
corrersi dietro, far l'amore
e rotolarsi per terra,
ho visto anche degli zingari felici
in Piazza Maggiore
ubriacarsi di luna, di vendetta e di guerra...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Luison Bobet




Posts: 786
Registrato: Jan 2006

  postato il 04/05/2010 alle 15:15
Da www.cycling.it


'Difendersi attaccando. Franco Pellizotti ha convocato per il tardo pomeriggio di oggi, a Milano, una conferenza stampa “tecnica”, con cui vuole respingere le accuse (implicite) di doping che derivano dalla sua sospensione dalle corse per irregolarità nel passaporto biologico, decisa dall’Uci. Alla conferenza parteciperanno il medico sociale della Liquigas, Roberto Corsetti e l’ematologo Giuseppe Banfi. L’obiettivo dovrebbe essere quello di spiegare la “pulizia” del corridore veneto, smentendo così la tesi dei nove superperiti dell’Uci, che monitorando per mesi i parametri dell’atleta, hanno individuato (così come prevede il protocollo del passaporto biologico) variazioni non spiegabili dal punto di vista naturale e quindi riconducibili solo a pratiche illecite. Mentre è apprezzabile il fatto che il corridore abbia deciso di uscire allo scoperto, evitando la chiusura totale tipica degli atleti in questi casi, resta dubbio come un singolo esperto possa smentire il lavoro di un’equipe di tecnici e ricercatori durato mesi e basato su un protocollo approvato e sottoscritto da tutti i team. Pellizotti è nel mirino dell’Uci da nove mesi, dopo una forte anomalia ematica rilevata nel corso del Tour de France 2009, dove conquistò la maglia a pois. La comunicazione formale delle irregolarità all’atleta da parte dell’Uci (tenuta nascosta al pubblico sia da lui che dalla squadra) sarebbe arrivata lo scorso 3 marzo e da quel momento gli esperti assoldati dal corridore hanno potuto presentare perizie e controdeduzioni a difesa. Banfi e l’altro consulente di parte (Alberto Dolci) avrebbero attribuito le anomalie ai soggiorni in altura Pre Tour (peraltro comuni a tantissimi atleti) del veneto, con una tesi che però non ha convinto l’Uci: Pellizotti è il primo corridore di fama ad essere fermato per passaporto biologico irregolare. A questo punto la strada è segnata: il caso passa alla Procura Antidoping che dovrà giudicare il corridore. La pena prevista nel caso è la stessa per la positività al doping: due anni di squalifica.'

Mi pare superfluo sottolineare l'an(i)omalia: stessa condanna per corridore positivo, peccato che, nel caso di positività accertata, la sostanza incriminata venga individuata, mentre nel caso del passaporto biologico ci si basa su sbalzi la cui attendibilità andrebbe dimostrata... come fu per l'ematocrito, direi.

Forza Pelli, smontali e poi chiedi i danni!!!

 

____________________
L'opzione antifascista resistenziale è l'unica via maestra.
Ovunque. (nino58)

Club anti Schleck, iscritto n. 1.

Verità e giustizia per Marco Pantani

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 04/05/2010 alle 15:22
Sono d'accordo riga per riga con quanto afferma Mestatore.

Volevo scrivere anche dell'altro ma temo che sarei frainteso e dal confronto si passerebbe subito allo scontro. Temo inoltre di dire e ridire cose già ripetute, per cui, in linea con il mio proposito di astenermi da questo thread, mi fermo qui.

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 04/05/2010 alle 15:46
Originariamente inviato da stress in un altro thread

Io sono indignato che uno squalificato con sentenza definitiva dell'ultimo grado di giudizio gareggi mentre Ballan o Santambrogio non possono gareggiare.


(Santambrogio è stato "liberato" dalla BMC, e sarà al Giro)

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 04/05/2010 alle 15:47
Originariamente inviato da Cabernet in un altro thread

A dire il vero vedere Valverde continuare a correre come se niente fosse indigna anche me, visto la fine che hanno fatto tutti i coinvolti nell'OP.....


Tutti?

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2534
Registrato: Oct 2006

  postato il 04/05/2010 alle 15:53
Originariamente inviato da Frank VDB

Sono d'accordo riga per riga con quanto afferma Mestatore.

Volevo scrivere anche dell'altro ma temo che sarei frainteso e dal confronto si passerebbe subito allo scontro. Temo inoltre di dire e ridire cose già ripetute, per cui, in linea con il mio proposito di astenermi da questo thread, mi fermo qui.




vorrei esprimere il mio parere al riguardo, ma non lo faro'.
D'altra parte, sono completamente d'accordo a meta', e credo che questo sia di per se' sufficiente, ma non pui' bastare per un'articolata spiegazione degli eventi.
mi sento quindi in dovere di affermare tutta la mia amarezza e la mia felicita', di gridarla al mondo sommessamente, piano piano, come piace a noi.
una parola in piu' sarebbe superflua, ma necessaria: pochi concetti, ma confusi.
del resto, gia' sapete come la penso: e' un segreto.

 

____________________
Anti-Zerbinegnan Club- Founder
Anti Armstrong number 1

Aumento delle cubature. Dei cimiteri

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gastone Nencini




Posts: 505
Registrato: Jun 2007

  postato il 04/05/2010 alle 16:56
Originariamente inviato da marcel



diventato contender per i grandi giri dopo i 30 anni,



mi sembra abb "naturale" la sua carriera, una delle poche,
si e' fatto un bel mazzo, sin dal 2001 quando arrivo' 20esimo alla Vuelta da neopro,
per arrivare sul podio al giro in questi ultimi anni.

Giro 16esimo nel 2002
nono nel 2003 a 25 anni
undicesimo nel 2004
ottavo nel 2006 (il giro di Basso e Gutierrez Cataluna che andavano in moto)
nono nel 2007(con di luca capitano)
quarto nel 2008
terzo(secondo) nel 2009


il vero contender dei 30(32 anni) e quel campioncino di Mosquera
Prima Vuelta a 32 anni nel 2007 e bum....quinto poco dietro Evans Sastre e S.Sanchez

 

____________________
Ma ho visto anche degli zingari felici
corrersi dietro, far l'amore
e rotolarsi per terra,
ho visto anche degli zingari felici
in Piazza Maggiore
ubriacarsi di luna, di vendetta e di guerra...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 04/05/2010 alle 19:34
Originariamente inviato da Subsonico


Mi permetti di dire che tra il suivi longitudinal e il passaporto biologico ci sono 3 ENORMI differenze, ovvero:

1) che il corridore col suivi viene sospeso per 15 giorni, col passaporto biologico...semplicemente non si sa?
2) che col suivi il corridore viene contattato personalmente e fermato mantenendo l'anonimato, qua invece si è creato un battage pubblicitario che manco il 21 dicembre 2012?
3) che il suivi è stato creato per la tutela della salute dell'atleta, mentre per il passaporto se l'atleta presenta delle anomalie veramente gravi arriva bello che morto?
va bene che l'atleta andrebbe seguito nel tempo, ma più di 1 anno per Rosendo Prado non ti sembra veramente troppo?


Non è troppo, è una pratica antidoping, per lasalute dell'atleta c'è il medico di squadra o i medici dello sport.

Se preferisci che ci sia più tempismo possono fare le cose più sommarie,m a poi li criticheresti ancora di più.


Inoltre sono pienamente d'accordo che si dovrebbe trovare la sostanza, ma con l'emotrasfusione o addirittura auto... come si fa? o si trova il Fuentes di turno oppure quelli restano li a correre per sempre tranquilli e beati. Invece così uno si guarda bene anche dalle trasfusioni.

Uno che in un anno ha un solo picco o due è difficile che si tratti solo di casualità, se poi ha molti più picchi diventa ininfluente il passaporto, ma rischia di essere beccato per doping sostanza assumendone di più, se fa più trasfusioni credo sia difficile che arrivi a finire un anno...
Ora magari il passaporto è un po' sommario, ma tra un paio di anni avranno una bella panoramica dei dati ematici di ogni corridore e sarà più preciso vedere delle anomalie...

Inoltre credo che le anomalie se sono dovute a problemi fisiologici siano ampiamente dimostrabili...anemie, mononucleosi, ferite o altro, se uno ha dei problemi insomma gli esami li fa e i riscontri li hanno, i ciclisti poi che sono seguiti da medici specializzati 365 giorni l'anno figuriamoci se non hanno una scheda per ogni monata che gli succede...e se così non fosse le faranno, ti sei tagliato? bene lo scriviamo non si sa mai e via così...
dopotutto è nell'interesse del corridore poter dimostrare che è innocente...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1476
Registrato: Mar 2005

  postato il 04/05/2010 alle 20:09
Originariamente inviato da mestatore

aggiungo per chi scrive cose di cui forse non sa, che se uno ha delle emorroidi sanguinanti in modo cronico e così copiosamente da alterare i suoi valori, non riesce proprio a fare il ciclista, a meno che non si limiti all' andatura fuorisella.
cosa difficile, per corse di quella lunghezza
è molto piu' probabile che debba andare dal proctologo piuttosto che dal preparatore.

poi , ora passerò per forcaiolo e avanti con il concerto sulla congiura e sull' orologeria.
pazienza
io il giro lo guardo lo stesso anche se manca pellizzotti.
non penso di divertirmi di meno

sull' argomento, passo e chiudo.
amici del lando, se mi faccio tirare, abbattetemi a bastonate

ciao

mesty


Sì, sostengo Mesty.
Non è una posizione facile. La tempistica degli interventi Uci è frustrante, ma rimane la questione di fondo ben esposta da Mesty. Il passaporto bio è la cosa migliore dell'antidoping da molti anni a questa parte.
Modalità forse da rivedere, ma sia. Sospendere atleti dai valori anomali. Sport, salute, legalità.
ciao belli.
ps.Mesty, non ho ancora ripreso la bici dall'MMM e vedi cosa succede a Mantova, quest'anno non è il mio anno....

 

____________________
“…..oh, ghè riàt Dancelli!....”


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2337
Registrato: Jan 2007

  postato il 04/05/2010 alle 20:53
Originariamente inviato da claudiodance

Originariamente inviato da mestatore

aggiungo per chi scrive cose di cui forse non sa, che se uno ha delle emorroidi sanguinanti in modo cronico e così copiosamente da alterare i suoi valori, non riesce proprio a fare il ciclista, a meno che non si limiti all' andatura fuorisella.
cosa difficile, per corse di quella lunghezza
è molto piu' probabile che debba andare dal proctologo piuttosto che dal preparatore.

poi , ora passerò per forcaiolo e avanti con il concerto sulla congiura e sull' orologeria.
pazienza
io il giro lo guardo lo stesso anche se manca pellizzotti.
non penso di divertirmi di meno

sull' argomento, passo e chiudo.
amici del lando, se mi faccio tirare, abbattetemi a bastonate

ciao

mesty


Sì, sostengo Mesty.
Non è una posizione facile. La tempistica degli interventi Uci è frustrante, ma rimane la questione di fondo ben esposta da Mesty. Il passaporto bio è la cosa migliore dell'antidoping da molti anni a questa parte.
Modalità forse da rivedere, ma sia. Sospendere atleti dai valori anomali. Sport, salute, legalità.
ciao belli.
ps.Mesty, non ho ancora ripreso la bici dall'MMM e vedi cosa succede a Mantova, quest'anno non è il mio anno....

a proposito di mn: a che punto sono?

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 05/05/2010 alle 00:17
Originariamente inviato da claudiodance
ps.Mesty, non ho ancora ripreso la bici dall'MMM e vedi cosa succede a Mantova


tu la sai lunga....prima scatti alla MMM e poi molli la bici e
vai a comprare lo shampo dall'altra parte della città tenendo
il Landoteam fuori dall'inchiesta del momento.
La miglior dimostrazione che le inchieste ad orologeria non sono il problema.

Anche io sostengo Mesty. E vedere il giovane Nibali al giro sarà un
piacere, finchè dura.... è questione di cogliere l'attimo, come
in tutte le cose.

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 05/05/2010 alle 01:02
Comunque stavolta questa pessima vicenda potrebbe trovare il suo epilogo piuttosto velocemente visto che Pellizotti è stato convocato dalla procura del Coni per il 17 maggio.
Quello che mi chiedo è: e se Pellizotti venisse assolto dal tribunale antidoping poi cosa accadrebbe?

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 05/05/2010 alle 01:49
Niente. Anche perché il 17 credo che il TNA deciderà se aprire o meno un procedimento contro Pellizotti. Se deciderà di non aprirlo, il caso è praticamente chiuso.
E Pellizotti non correrà il Giro perché qualcuno ha deciso così.

(stesso discorso per Valjavec - che sta accusando il dottore dell'AG2R dopo che Lavenu s'era infuriato con lo stesso sloveno - e Rosendo, pur con meno risalto)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 05/05/2010 alle 01:56
Ah, e ovviamente stesso discorso per Lobato, Serrano, Caucchioli, De Bonis, Astarloa e non ricordo chi altro fu fermato lo scorso giugno per lo stesso motivo.

Che fine han fatto? Qualcuno si è più occupato di loro?

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 05/05/2010 alle 08:25
Originariamente inviato da Tranchée d’Arenberg

Comunque stavolta questa pessima vicenda potrebbe trovare il suo epilogo piuttosto velocemente visto che Pellizotti è stato convocato dalla procura del Coni per il 17 maggio.
Quello che mi chiedo è: e se Pellizotti venisse assolto dal tribunale antidoping poi cosa accadrebbe?


Niente.

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani
Utente del mese Febbraio 2009
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 2093
Registrato: Sep 2004

  postato il 05/05/2010 alle 09:24
Prendo atto con soddisfazione del fatto che claudiodance ritenga non semplicissimo sostenere Mestatore e faccia cenno a una tempistica UCI “frustrante” ( i modi no?).
Leggo anche su Tuttobiciweb una certa perplessità. Forse qualcosa comincia o magari no, chissà?
Per Caucchioli dovrebbe decidersi a breve, mi pare a giugno ed è, ho letto, il primo caso legato al passaporto biologico che arrivi a sentenza.

 

____________________
Verità e giustizia per Marco Pantani: una battaglia di civiltà.

Arcana loggia per il ripristino della civiltà dell'ordalia.

IO NON L'HO VOTATO.

IO CORRO DOPATO COME TUTTI.

"E' tutto alla conoscenza di tutti" Marco Pantani,1997 ( tempi non sospetti),parlando di doping in un'intervista televisiva con Gianni Minà.

Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping.

Hypocrisy free.

CAREFUL WITH THAT AXE, EUGENIO.



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage
<<  14    15    16    17    18    19    20  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.2110419