Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > OT > Colonna Sonora & Gusti Musicali
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread    |  Versione stampabile
<<  1    2    3    4    5    6  >>
Autore: Oggetto: Colonna Sonora & Gusti Musicali

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 05/01/2006 alle 23:52
Sono convinto che nella mitica Biblioteca del Congresso USA siano nascoste tante perle.
Tra l'altro credo che i problemi di diritti sarebbero pochi, perché in gran parte scaduti.
Antonello complimenti per la raccolta di Cd, io ho lo stupendo cofanetto di Coltrane della Impulse, quello con tutte le registrazioni del quartetto. Secondo me la più bella musica del XX secolo.
Non meno bello il cofanetto del quintetto di Davis 65-68.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 06/01/2006 alle 00:10
Originariamente inviato da Ottavio

Sono convinto che nella mitica Biblioteca del Congresso USA siano nascoste tante perle.
Tra l'altro credo che i problemi di diritti sarebbero pochi, perché in gran parte scaduti.
Antonello complimenti per la raccolta di Cd, io ho lo stupendo cofanetto di Coltrane della Impulse, quello con tutte le registrazioni del quartetto. Secondo me la più bella musica del XX secolo.
Non meno bello il cofanetto del quintetto di Davis 65-68.


i cofanetti di Miles Davis li ho tutti e sono uno più bello dell'altro.
Praticamente ho tutti anche quelli di Coltrane (Prestige, Impulse in studio, Atlantic, dal vivo al Village Vanguard e anche quello dei concerti in Europa, etichetta Pablo, pagato la bellezza di 6000 lire, una botta di c... pazzesca).

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 06/01/2006 alle 00:15
Fantastico!
Dimmi come è il cofanetto di Coltrane al Village Vanguard? lo vorrei comprare ma costa una fortuna!
Tra l'altro questa estate a New York dovevo andare proprio al Village, ma poi sono andato al più turistico (e costosto) Blue Note ed ho sentito Abbie Lincoln.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/01/2006 alle 00:18
Originariamente inviato da marco83

E, a questo proposito… Aranciata, complimenti davvero per la tua conoscenza musicale: mi domando dove lo trovi il tempo di ascoltare tutta quella bella musica che hai esposto!


Beh, dicendo che tu sei nato nell'83 e io ho comprato il mio primo disco nell'84, penso di avere risolto i tuoi dubbi, no?


E quella che gradisco meno è la classica che, non me ne vogliano gli amanti di Mozart&co. , utilizzo talvolta per prendere sonno (con risultati molto efficaci!


Ma sai, la musica è un obbligo solo nei conservatori e nelle accademie, diversamente è solo un'esigenza e ciascuno intraprende i percorsi che preferisce.
C'è un equivoco di fondo che gioca a svantaggio della "classica", ci si dimentica sempre di fare distinzione tra musica destinata al pubblico, perchè capace di trasmettere emozioni, e musica destinata ai musicisti ed a chiunque sia possieda la conoscenza delle difficoltà d'esecuzione.
Mi ricordo che una volta il Berlusca affermò che la sua musica preferita fosse quella dodecafonica, perchè è la più difficile da interpretare.
Esempio lampante di come NON si dovrebbe parlare di musica.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 06/01/2006 alle 00:21
Il Berlusca che ascolta Schomberg!!!
Questa è troppo bella!
A meno che non consideri Apicella atonale!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/01/2006 alle 00:25
Originariamente inviato da Pg

Grande Aranciata...

...unica nota, e' vero, Presence non e' al livello degli altri,
pero' dai, Achille's Last Stand... o no?


Grazie.
Presence? Guarda, l'ho riportato in cantina (sono afflitto da questioni di spazio, ho 5 cani e 2600 tra dischi e cd).
C'erano un paio di brani dignitosi, purtroppo non ho tenuto a mente i titoli, magari la canzone che citi tu è una di quelle.
Complimenti per gli Knack, massimo gruppo di power pop.
Ciao


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 06/01/2006 alle 01:20
Originariamente inviato da Ottavio

Fantastico!
Dimmi come è il cofanetto di Coltrane al Village Vanguard? lo vorrei comprare ma costa una fortuna!
Tra l'altro questa estate a New York dovevo andare proprio al Village, ma poi sono andato al più turistico (e costosto) Blue Note ed ho sentito Abbie Lincoln.


Il cofanetto è indubbiamente bello (Coltrane non tradisce mai), ma secondo me quello per la Atlantic (Heavyweight Champion, Complete Atlantic Recordings) e quello per la Pablo (Live Trane, the European Tours) gli sono indubbiamente superiori.
Tra l'altro i 4 cd del cofanetto si riferiscono a 4 serate consecutive al Village Vanguard, e i brani suonati sono più o meno gli stessi ogni serata (ad esempio i brani "India" e "Spiritual" compaiono 4 volte, il brano "Impressions" compare tre volte e così via).
Occorre poi dire che Coltrane, quando suonava dal vivo, amava fare delle improvvisazioni lunghissime, tirando fuori dal sassofono anche suoni molto particolari: questo rende l'ascolto un pò più difficile rispetto alle registrazioni in studio.
In definitiva, non ci spenderei più di 45 €: se il prezzo è superiore mi orienterei su qualcos'altro.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/01/2006 alle 01:36
Originariamente inviato da simociclo

Ascolto anche molto altro ma non voglio annoiarvi oltre...


Comunque apprezzo quasi tutti i nomi che hai citato, ad eccezione di quei pochi che non ho approfondito o dei quali non ho mai ascoltato nulla.
Ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/01/2006 alle 01:46
Originariamente inviato da Ottavio

Il Berlusca che ascolta Schomberg!!!
Questa è troppo bella!
A meno che non consideri Apicella atonale!


Infatti secondo me è solo una sbrodolata, sai, tipo quando recitava quelle due o tre citazioni latine mandate a memoria, in puro stile azzeccagarbugli.
Che tristezza.

PS la dodecafonia non mi stuzzica minimamente (o meglio, mi stuzzica minimamente).

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 06/01/2006 alle 02:02
per Ottavio

se mi fai avere la tua e-mail ti mando la mia lista di cd di jazz: sono oltre 4000 cd, più altri 1000 in MP3.

ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/01/2006 alle 02:09
Originariamente inviato da antonello64

per Ottavio

se mi fai avere la tua e-mail ti mando la mia lista di cd di jazz: sono oltre 4000 cd, più altri 1000 in MP3.

ciao


Mizzeca! Pensavo di averne tanti ma...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 06/01/2006 alle 09:52
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Originariamente inviato da antonello64

per Ottavio

se mi fai avere la tua e-mail ti mando la mia lista di cd di jazz: sono oltre 4000 cd, più altri 1000 in MP3.

ciao


Mizzeca! Pensavo di averne tanti ma...


aggiungendo anche la classica, il rock, la musica leggera italiana, le colonne sonore e qualcos'altro andiamo a più del doppio: con gli mp3 arriviamo alle 5 cifre.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/01/2006 alle 12:43
Antonello, ma li hai ascoltati tutti?
Io mi sforzo di ascoltare almeno tre o quattro volte qualsiasi titolo, e quelli che più mi stimolano li ascolto anche venti o trenta volte.
Oltretutto ne ho rivenduti parecchi all'usato (almeno 500 titoli), sapendo che non li avrei mai più riascoltati.
Ciao!

PS non è che fai il negoziante di dischi per mestiere?

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 06/01/2006 alle 14:55
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Antonello, ma li hai ascoltati tutti?
Io mi sforzo di ascoltare almeno tre o quattro volte qualsiasi titolo, e quelli che più mi stimolano li ascolto anche venti o trenta volte.
Oltretutto ne ho rivenduti parecchi all'usato (almeno 500 titoli), sapendo che non li avrei mai più riascoltati.
Ciao!

PS non è che fai il negoziante di dischi per mestiere?


forse la metà: il fatto è che mi prende la mania del collezionista, mi piace avere le discografie complete dei musicisti che mi piacciono, anche se poi non riesco ad ascoltare tutto; ho poi venduto alcuni cd man mano che acquistavo i cofanetti, per non avere doppioni.
Per fortuna che da circa un anno ho scoperto E-mule.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 06/01/2006 alle 14:59
La mia colonna sonora (Sottotitolo "Una selezione della musica che ascolta Stress"):

1° Led Zeppelin - Discografia (Preferito Remasters);
2° Curiosity Killed The Cat - Their very best;
3° ACDC - Back in Black (1980);
4° The roots of acid jazz - 5 CD;
5° The best of traditional Irish Music - (A, la Bretagna!!!!)
6° Blue Note Jazz History - 5 CD;
7° The Brand New Heavies - Discografia;
8° Depeche Mode - Discografia;
9° Dire Straits & Mark Knopfler - Discografia;
10° Enzo Avitabile - Discografia;
11° Fred Buscagline - The best of;
12° Galliano (acid jazz) - Discografia;
13° Groove Collective (acid jazz) - Discografia;
14° INXS - Discografia;
15° Iron Maiden - The best of;
16° IZIT (acid jazz) - Discografia;
17° Jamiroquai - Discografia;
18° JJ Cale - The best of;
19° Joe Jackson - The best of;
20° John Denver - The best of;
21° John Mayall - The best of;
22° Johnny Cash - The best of;
23° Le Orme - Discografia (Smogmagica in pole position);
24° Madness - Madstock live (il + bel concerto che ho visto in 39 anni);
25° Marcus Miller - Discografia;
26° Jaco pastorius - Discografia;
27° Matt Bianco - The best of;
28° Metallica - Black album;
29° Moby - Discografia;
30° Morcheeba - Discografia;
31° New Trolls - Concerto Grosso 1 e 2;
32° Parliament George Clinton - The Best of Parliament;
33° Paul Weller - Discografia;
34° Pearl Jam - Discografia;
35° Pink Floyd - Discografia;
36° Pizzicato five - Discografia;
37° Police - Discografia;
38° Pogues - The best of;
39° Prefab Sprout - The best of;
40° Rainbow - The best of;
41° Red Hot Chilli Peppers - Greatest Hits;
42° Rossana Casale (SI, Rossana Casale) - Discografia;
43° Sade - Discografia (preferito Diamond Life);
44° Sergio Caputo - Discografia;
45° Simple Minds - Discografia (preferito New Gold Dreams);
46° Sly &Robbie - Discografia (dub music);
47° Saol to Soul - Discografia;
48° Steely dan - The best of;
49° Stray Cats - The best of;
50° Style Council - Discografia;
51° Subsonica - Discografia;
52° Supertramp - Discografia;
53° Talking Heads - Discografia;
54° The Band - The Last Waltz 4 CD;
55° The Byrds - The Very Best Of;
56° The Clash - The Singles - The best of album;
57° The Cure - Discografia (preferito Disintegration);
58° The The - Discografia (preferito "TUTTI");
59° Thelonius Monk - Complete Blue Note Recordings (4CD)
60° Traffic - John Barleycorn must die (1970 remastered);
61° U2 - Discografia (preferito Boy);
62° UB40 - Discografia;
63° United Future Organization - Jazzin' 91-92;
64° US3 - Discografia;
65° Van Alen - The best of;
66° Vangelis - Odyssey The Definitive Collection 2005;
67° Yazoo - The best of;
68° ZZ Top - The best of.
Menzione particolare per tutti gli artisti e per tutta la musica sudamericana (Bossa nova, Latin Jazz, ecc).
Menzione particolare per la musica classica (odio la lirica).
Menzione particolarte per i Bluesman (Muddy Waters, Buddy Gay, BB King, ecc.).


Sono + o - in ordine alfabetico.

Buon ascolto

 

[Modificato il 06/01/2006 alle 15:21 by stress]

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Elite




Posts: 22
Registrato: Dec 2005

  postato il 06/01/2006 alle 15:27
Mmmmh, il tema della musica occuperebbe una giornata. Io ascolto di tutto, dalla lirica al punk, da Mozart a Max Pezzali..
Vediamo di dare una colonna sonora a varie situazioni ciclistiche.
1) scatto in salita: Born to Run, di Bruce Springsteen.
2) discesa a tutta: Summer of '69 di Brian Adams.
3) fuga dal primo km: Who wants to live forever dei Queen.
4) fuga dal primo km che termina all'ultimo km: Samarcanda di Roberto Vecchioni.
5) dopo un ritiro in corsa: Take me home, country roads di John Denver
6) sprint all'ultimo colpo di reni: Anything you want, you got it di Roy Orbison.
7) da dedicare sul podio del vincitore: Per te di Jovannotti
8) il giorno del ritiro: Fields of Gold, nella versione di Eva Cassidy.
9) alla fine di un giro solitario mentre il sole tramonta in mille colori: What a wonderful world di Louis armstrong.
Le ho scritte così, di getto.
Mille e poi mille sarebbero le canzoni, ma non è più tempo..
Ciao. E complimenti per l'idea originale.
Paolo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/01/2006 alle 18:03
Originariamente inviato da antonello64

Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Antonello, ma li hai ascoltati tutti?
Io mi sforzo di ascoltare almeno tre o quattro volte qualsiasi titolo, e quelli che più mi stimolano li ascolto anche venti o trenta volte.
Oltretutto ne ho rivenduti parecchi all'usato (almeno 500 titoli), sapendo che non li avrei mai più riascoltati.
Ciao!

PS non è che fai il negoziante di dischi per mestiere?


forse la metà: il fatto è che mi prende la mania del collezionista, mi piace avere le discografie complete dei musicisti che mi piacciono, anche se poi non riesco ad ascoltare tutto; ho poi venduto alcuni cd man mano che acquistavo i cofanetti, per non avere doppioni.
Per fortuna che da circa un anno ho scoperto E-mule.


Ti capisco, per un certo periodo sono stato anche io "ammalato", poi ho preferito concentrare gli ascolti.
Quelli che invece non ho mai compreso sono i "feticisti", i cacciatori di edizioni rare o originali che si svenano sborsando follie per un vinile originale del 1969 o cose del genere.
Per me la musica vale più del supporto.
Ciao!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Liegi-Bastogne-Liegi




Posts: 110
Registrato: Dec 2005

  postato il 06/01/2006 alle 19:17
Io generalmente in bicicletta l'unica cosa che ho ascoltato sono state le urla del mio allenatore, che aveva tra l'altro una voce bruttissima

Se c'è un motivo che mi canticchio quando capita che sono in difficoltà, ed ho la lucidita di pensare (di solito penso solo dopo quella curva finisce, è quasi finita BEEP se molli ora sei una merda) è la canzone che cantò Pantani al giro d'Italia di qualche anno fa, quella che fa:

...la fatica tocca solo a me, ma ho voluto la bici e adesso ... adesso pedala, la bici l'ho voluta io...

Poi a casa, qualche giorno prima della gara ascolto ripetutamente:
Il bandito e il campione
Sotto questo sole
Gimondi e il cannibale
Coppi
Bartali
E tutte o quasi quelle dedicate a Pantani.

Sicuramente ce ne sono altre, ma ora non mi vengono proprio in mente, oggi ho menato in allenamento e sono stanchino

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 06/01/2006 alle 20:04
Antonello complimenti!
Questa sì che è una collezione!
Come hai detto tu Coltrane non delude mai.
Cosi tanti dischi li ho visti solo quando facevo il DJ dilettante in radio.

Aranciata anche io non apprezzo la dodecafonia, mentre ascolto, con qualche difficoltà, il free jazz.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/01/2006 alle 20:16
Eh, è duro anche il free jazz da ascoltare, ma senza dubbio mi incuriosisce un po'di più (che vuoi, non sono mica il Silvio, io).
Oddio, alla fine della fiera io ho ascoltato solo Ornette Coleman del free jazz, ma devo dire sinceramente che non mi ha cambiato la vita.
Ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 06/01/2006 alle 20:24
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Originariamente inviato da simociclo

Ascolto anche molto altro ma non voglio annoiarvi oltre...


Comunque apprezzo quasi tutti i nomi che hai citato, ad eccezione di quei pochi che non ho approfondito o dei quali non ho mai ascoltato nulla.
Ciao


Se tra coloro che non hai mai ascoltato c'è max manfredi te lo consiglio davvero, in particolare l'ultimo album "Live in Blu" del 2004.
Introvabile o quasi nei negozi della "grande" distribuzione, si può trovare on-line su WWW.storiedinote.it., dove c'è una rassegna di diversi cantautori italiani interessanti.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 06/01/2006 alle 20:25
prima che mi si accusi di pubblicità, specifico che io non c'entro nulla con il sito che ho segnalato sopra.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 06/01/2006 alle 22:10
il "feticismo" proprio non mi interessa; ne ho potuto comprare tanti proprio perchè ho sempre cercato le edizioni economiche, ad esempio le offerte che annualmente pubblicano la Verve e la Blue Note, oppure le svendite che i vari negozi fanno, specie sul jazz, ma anche cercando su internet le offerte più svariate; ho già detto del cofanetto "Live Trane", 6 cd che in negozio costavano 150.000 lire, trovato a 6.000 lire su internet: l'ho ordinato convinto che fosse un errore di inserzione e pensando che, una volta accortisi dell'errore, non me lo avrebbero mandato dicendomi che era esaurito, invece me lo mandarono a quel prezzo.
Ho poi trovato una etichetta (Giants of Jazz) molto economica (circa 8.000 lire a cd) che pubblica brani presi dai cd originali: ad esempio hanno un cd su Miles Davis e Cannonball Adderley che comprende 3 brani di "Kind of blue" e 3 brani di "Somethin' Else", il miglior di disco di Adderley e l'unico dove Davis compare come sideman, ed i brani sono proprio gli stessi indentici dei dischi citati; davvero un ottimo rapporto qualità-prezzo.
Il free jazz lo ascolto quando mi va di sentire qualcosa di particolare: i miei preferiti sono Ornette Coleman e Cecil Taylor, ma non disdegno neanche Archie Shepp: non dimentichiamo che anche Coltrane nell'ultima fase della carriera si incanalò sul filone free.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/01/2006 alle 22:26
Originariamente inviato da antonello64

il "feticismo" proprio non mi interessa; ne ho potuto comprare tanti proprio perchè ho sempre cercato le edizioni economiche....


Condivido completamente, questo è il metodo del vero appassionato di musica.

Il free jazz lo ascolto quando mi va di sentire qualcosa di particolare: i miei preferiti sono Ornette Coleman e Cecil Taylor, ma non disdegno neanche Archie Shepp: non dimentichiamo che anche Coltrane nell'ultima fase della carriera si incanalò sul filone free.


Già, ora che mi viene in mente ho ascoltato "Fire music" di Archie Shepp e già mi è piaciuto più di qualsiasi cosa di Coleman che avessi ascoltato, sinceramente.
Mi era piaciuto anche "In Greenwich village" di Albert Ayler.
Il guaio fu che, avendo letto che in "Pithecantropus Erectus" di Charles Mingus si ravvisavano i primi esperimenti registrati di free jazz (ante litteram ovviamente), essendomi piaciuto molto quel disco mi lanciai in alcuni acquisti di questo genere musicale.
Sostanzialmente però non è scoccato il feeling, tutto qui.
Ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 06/01/2006 alle 22:33
A me piace molto il Coltrane di Ascension, Om, Kulu Se Mama e Selflessness raccolti in The Major Works of John Coltrane della Impulse, perché pur essendo atonale mantiene una struttura classica.
Molto bello ed ispiratore del free è Out of lunch di Eric Dolphy, straordinario polistrumentista che ha collaborato in alcuni dei migliori lavori di Charles Mingus.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/01/2006 alle 22:43
Originariamente inviato da Ottavio

A me piace molto il Coltrane di Ascension, Om, Kulu Se Mama e Selflessness raccolti in The Major Works of John Coltrane della Impulse, perché pur essendo atonale mantiene una struttura classica.
Molto bello ed ispiratore del free è Out of lunch di Eric Dolphy, straordinario polistrumentista che ha collaborato in alcuni dei migliori lavori di Charles Mingus.


Purtroppo The Major Works non ce l'ho.
Dolphy: mi era piaciuto molto At the Five Spot, che non è "free", quanto piuttosto aspro nei riff, molto epidermici, selvaggi.
Out to Lunch invece non mi convinse, abbracciava già la strada del free.
Ma non è una critica, sono solo sensazioni.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 06/01/2006 alle 23:10
Eric Dolphy ha collaborato anche con Coltrane: morì a 36 anni (mi pare per attacco cardiaco) proprio in una tournee con Charles Mingus; tra l'altro pare che in quella tournee Mingus fosse particolarmente aggressivo verso tutti, praticamente intrattabile, e l'unico rispettato dal boss fosse proprio Eric Dolphy.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 06/01/2006 alle 23:24
Credo fosse la famosa tourné in Germania.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 06/01/2006 alle 23:42
Originariamente inviato da Ottavio

Credo fosse la famosa tourné in Germania.


non solo in Germania, fecero un concerto a Parigi rimasto nella storia, che ha fatto scrivere queste cose:

"Se uno storico dovesse scrivere un articolo sul free jazz potrebbe iniziare asserendo che fu inventato nel 1964 a Parigi dai signori Charles Mingus ed Eric Dolphy"

(Da un articolo di Jazz Magazine del febbraio 1971)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 06/01/2006 alle 23:54
Quanto ad innovazione e genialità Mingus ha pochi uguali.
Ho la registrazione dell'ultimo concerto tenuto da Mingus, Dolphy & C. prima di partire per la tourné europea del 1964.
Si intitola Town Hall Concert è stato registrato il 4/4/64 ed era allegato ad un Musica Jazz (dunque sicuramente lo avrai).
La musica è semplicemente divina e le note di Mingus come al solito folli ma interessanti (scritte dopo la morte di Dolphy).

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 07/01/2006 alle 00:09
Originariamente inviato da Ottavio

Quanto ad innovazione e genialità Mingus ha pochi uguali.
Ho la registrazione dell'ultimo concerto tenuto da Mingus, Dolphy & C. prima di partire per la tourné europea del 1964.
Si intitola Town Hall Concert è stato registrato il 4/4/64 ed era allegato ad un Musica Jazz (dunque sicuramente lo avrai).
La musica è semplicemente divina e le note di Mingus come al solito folli ma interessanti (scritte dopo la morte di Dolphy).


fammi avere la tua e-mail che devo dirti alcune cose interessanti in forma privata.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 07/01/2006 alle 00:19
OK
 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 18/10/2006 alle 13:09
Parliamo di musica

Originariamente inviato da Gigilasegaperenne

Non so se c'era già un topic simile, ragion per cui ne ho aperto uno io (se ce n'era già uno segnalatemelo pure e chiudete questo senza problemi).

Questo thread è pensato perchè ognuno possa scrivere i suoi gusti musicali, i suoi cantanti/gruppi preferiti, le sue canzoni preferite, e così via.

Dite pure!


Originariamente inviato da Subsonico

OH, ma lo sai che volevo aprire un topic simile pure io? questione di giorni, praticamente....
Cmq, dal mio nickname si capisce subito in che tipo di ascolti spesso mi immergo: ma attenzione, non mi fermo certo ai Sbs. Loro sono stati il mio primo amore, diciamo così, insieme all'eredità in cassetta lasciata a me dalla mia sorella comunista (Il primo album dei 99 posse, un album dei CCCP, uno dei CSI e un Greatest Hits di Rino Gaetano, Jesus Christ Superstar) ho sviluppato un certo amore per l'alternativo.
Dunque, dopo aver ascoltato "Amorematico" mi si è letteralmente aperta la testa. Sentivo la Musica non per quella massa informe che prima sembrava, ma come un insieme di suoni, una intersecazione di menti. E allora ho allargato i miei orizzonti. Il secondo amore sono stati i Muse, che poi ho scoperto piacere a un sacco di fan dei Sbs (apparentemente e musicalmente non c'è alcun legame), rispetto ai quali non potevo restare indifferente, alla vena drammatica, presente nella loro musica, che rendeva ogni assolo, ogni attacco vocale di quel pazzo di Bellamy un'immagine viva nel cervello. Anche quello, come il primo ascolto dei Sbs, era qualcosa di nuovo per me.
E da 2 anni a questa parte, la mia ricerca è diventata frenetica, grazie anche all'ADSL e alla presenza di questa nuova rete, FLUX, che dà spazio alla musica alternativa. In questi ultimi 2 anni ho approfondito la conoscienza di 4 gruppi cardini della Musica degli anni '90, Radiohead, Marlene Kuntz (di cui proprio adesso sto ascoltando "Cometa" e della quale sto scoprendo nuove sfumature che non avevo fino ad oggi percepito , Sìgur Ros, System Of a Down. 4 gruppi nettamente diversi tra di loro (specialmente gli ultimi 2 ) ma legati da una spinta verso l'innovazione, in modo graduale, senza dimenticare il passato, che li ha resi celebri.
La mia prossima missione, diciamo così, sarà proprio questa : andare alla riscoperta del passato. Una mia grande lacuna è non aver ascoltato proprio niente del periodo 1960-90, che è stato periodo più che fertile del rock. L'unica cosa che ho ascoltato è stato il primo album dei Pink Floyd, "The piper at gates of dawn", in seguito alla morte di Syd Barrett, e sono rimasto piacevolmente soddisfatto. Posso dire che i Pink Floyd, oggi, sarebbero ancora "alternativi"
Mi sono posto come obbiettivo di ascoltare Velvet Underground, Doors, King Crimson, Nirvana e David Bowie per primi, ma se qualcuno ha "roba buona" da consigliarmi, mi dà più di una mano, specialmente i vecchiardi (credo dai miei gusti che si fosse capita la mia età, 18 anni )


Originariamente inviato da Gigilasegaperenne

Cavolo, sei un'enciclopedia di storia della musica. Soprattutto complimenti perchè sei un "esperto" nel vero senso della parola!


Originariamente inviato da Subsonico

ma son sicuro che su questo forum c'è chi la sa moooolto più lunga di me...e tu?


Originariamente inviato da stress

Scrivo i generi perchè se scrivo i nomi dei gruppi divento pazzo:_
Jazz, acid Jazz, Latin jazz, Bossa Nova, Folk, Country, New Wawe, Dark, Psichedelia, Electric Pop, Mood, Classica, Rock, Reggae, Dub, Ska, Musica Celtica, Soul, Blues, Hard Rock, Rap, Funky, Classica e altro ancora.
Tra dischi ufficiali, oltre 300, e MP3 diciamo che a 3 minuti a canzone sto oltre 50 giorni (24 ore su 24) ad ascoltare musica senza ascoltare mai 2 volte la stessa canzone.

A me i Subsonica piaccione (ho tutti gli album).
Altri gruppi o cantanti italiani sono i Casinò Royale , The gang, Enzo Avitabile, Bennato, le Orme (Smogmagica e Uomo di pezza in particolare), New Trolls (concerto grosso) Battisti, Sergio Caputo, ecc. ecc. ecc. ..............................................................................................

Ps: io di anni ne ho 40.

Un consiglio: comprate raccolte dei vari generi e poi dopo averle ascoltate acquistate i dischi dei gruppi o singoli che + vi piacciono.
Un'altro consiglio: lasciate stare le radio Italiane, tranne rari casi, RMC è uno di questi, sono solo chiacchiere e pubblicità.


Originariamente inviato da Subsonico

Mood sarebbe? (visto che sono un po' gunrante? )


Originariamente inviato da stress

Originariamente inviato da Subsonico

Mood sarebbe? (visto che sono un po' gunrante? )

E mo nume lo ricordo.
Comunque hai un MP con la lista di quello che ho in MP3.
sciau


Originariamente inviato da Bitossi

Beh, dalla mia firma si dovrebbe capire il mio genere preferito...
E qui chiamo in causa Antonelloxy, che ha come avatar una foto di Clifford Brown...
Ho circa 2.000 CD di jazz/rock/classica (in ordine numerico inverso), qualche centinaio di vecchi LP e 3/400 cassette, oltre che molti Gigabyte in mp3...
Sono sufficientemente "vecchio" (io preferisco dire... sempre giovane!) da aver visto parecchi dei miei "idoli" dal vivo.

In sintesi, direi che mi piace tutta la musica, purché sia buona!


Originariamente inviato da dedalus

ciao.
dunque...=)
per la musica nni'90 puoi ripescare diverse cose...solo nel 1991 sono usciti:
- slint - spiderland: uno dei capolavori della musica rock. immagina un gruppo che suona punk-hardcore al rallentatore. ne viene fuori uno dei dischi più emozionanti della storia. come una lunga passeggiata tra le macerie di una metropoli qualsiasi;
-pearl jam - ten: se ti interessa la musica fatta col cuore, non puoi prescinde re da questo disco. una raccolta di brani "tosti" cantati con grande passione e "sincerità".
-soundgarden - badmotorfinger: se ten dei pearl jam potesse essere rivoltato, in maniera da scoprire un lato oscuro nascosto, probabilmente suonerebbe così. una successione di brani stranianti suonanti con tutta la carica possibile. inoltre Chris Cornell probabilmente è la migliore voce di tutto il "grunge".
-smashing pumpkins - gish: magari ci metti vicino anche siamese dream (1992) e mellon collie(1996) per apprezzare la musica di uno dei gruppi fondamentali per i "giovani" degli anni '90. la loro psichedelia fatta di distorsioni e testi nichilisti rimane una esperienza significativa nel panorama musicale di quegli anni.
-metallica - black album: arrabbiatissimo, ma anche molto curato a livello stilistico. è il disco che ha consegnato i metallica alle classifiche. potresti partire da qui ed andare a ritroso con i loro capolavori degli '80s : Kill 'em all(il più rozzo del lotto, datato 1983), Ride the lightning (massiccio, a tratti quasi filosofico, 1984), Master of puppets (semplicemente il capolavoro del metal,1986) e ...and justice for all (arzigogolato, ricco di spunti,1988)
- red hot chili peppers - blood sugar sex magic: uno dei dischi da portarsi dietro ad una festa. quasi tutti i pezzi si basano sul funk-rock tutto basso, ritmo e testi osceni, ma non mancano ballate ricche di stile per spezzare l'atmosfera
- pixies - trompe le monde: i pixies sono uno dei gruppi chiave per capire i meriti reali del 90% delle rock band apparse dopo di loro. praticamente tutti (e quando dico tutti, dico tutti) hanno ripreso le intuizioni della band di frank black e soci. 3 accordi, ritmo indiavolato e via...con una atmosfera straniata che sa tanto di camera da letto di adolescente con poster annesso. la generazione dei nirvana e quella dei franz ferdinand deve molto a loro (vedi anche surfer rosa, 1988, doolitle 1989, bossanova 1990)
eh, si il 1991 è stato un anno magico...
tra gli altri negli anni '90: Jeff Buckley - Grace, Morphine - Cure for pain, Moby - Play, Beck - Mellow gold, Blur - omonimo, non so... ne dimentico chissà quanti...

riguardo ai marlene kuntz, sono stati uno dei miei gruppi preferiti per tutta la adolescenza, li ho visti non so quante volte in concerto, e ti posso assicurare che i primi tre dischi e un po' il quarto sono insuperabili.
se ti piacciono i system of a down potresti trovare piacevole il primo disco dei fear factory, i primi album dei korn, qualche canzone dei rage against the machine.

riguardo ai decenni precedenti, vorrei nominarti solo alcune band simbolo.

per gli 80s:

Sonic Youth su tutti. sono il mio gruppo preferito. sono inoltre l'unico argomento, nella conversazione, sul quale non so essere obiettivo. per me ogni disco loro è una emozione nuova ed esaltante. tuttavia consiglio Daydream nation (1988) che è in ogni caso il loro capolavoro conclamato. anche questa band è da considerarsi fondamentale per la musica degli anni a venire. tra le righe sono la principale fonte di ispirazione dei marlene kuntz...
per i 70s:

Television: la new wave fu uno dei fenomeni più esaltanti della storia della musica. i Television a mio avviso ci fanno capire come si può suonare la chitarra bene senza cadere nell'eccessiva verbosità.
capitolo a parte merita il rock progressivo. l'unica esperienza musicale rock in cui noi italiani abbiamo primeggiato.si potrebbe redigere una lista dettagliata delle innumerevoli realtà che abbiamo tirato fuori, ma ti voglio consigliare solo i capisaldi: PFM, Banco del mutuo soccorso, Le orme (già segnalate), gli Area.

per i 60s:

alcuni capisaldi li hai indicati tu: Velvet Underground e Doors. posso solo metterci vicino Rolling Stones e Frank Zappa.

abbiamo già messo un sacco di carne sul fuoco, tra il mio post e quelli degli altri utenti...
e potremmo credo continuare per ore...
facci sapere come procede il tuo percorso!
ciao ciao


Originariamente inviato da antonello64

Originariamente inviato da Bitossi

Beh, dalla mia firma si dovrebbe capire il mio genere preferito...
E qui chiamo in causa Antonelloxy, che ha come avatar una foto di Clifford Brown...
Ho circa 2.000 CD di jazz/rock/classica (in ordine numerico inverso), qualche centinaio di vecchi LP e 3/400 cassette, oltre che molti Gigabyte in mp3...
Sono sufficientemente "vecchio" (io preferisco dire... sempre giovane!) da aver visto parecchi dei miei "idoli" dal vivo.

In sintesi, direi che mi piace tutta la musica, purché sia buona!


il club dei jazzofili cresce sempre di più: dopo il sottoscritto, Ottavio e Aranciata Bottecchia, ecco anche Bitossi.

Starei ore a parlare di jazz: posso solo dirti che ho oltre 4000 cd di jazz, più oltre un migliaio in mp3.

Grande Clifford, eh? quest'anno ricorreva il cinquantenario della sua morte: ho cambiato l'avatar al millesimo post, prima avevo Thelonious Monk, che rimane sempre il mio jazzista preferito.

Magari al post n. 2000 ne metto un altro.

Mi pare però che ci fosse già un altro thread nel quale ognuno parlava dei propri gusti musicali.


Originariamente inviato da Reggio Emilia

Io sono onnivoro, ascolto di tutto purchè sia fatto con qualità.
In questo momento mi sto appassionando alla scena pop svedese (The radio Dept., I'm from Barcelona, Sambassadeur, The Legends, Club 8 - con particolare riferimento ai due dischi fin qui pubblicati dai primi che ho elencato).
Musica leggerissima, gradevole, orecchiabile, e anche un pò frivola, che sta sempre bene. L'etichetta di riferimento è la Labrador.

A questo punto dell'anno, comunque, stilo lo mia personale top ten

1)SPARKLEHORSE - Dreamt for light years in yhe belly of a mountains
2)BAND OF HORSES - Everything all the time
3)TUNNG - Comments for the inner chorus
4)I LOVE YOU BUT I'VE CHOSE DARKNESS - Fear is an our side
5)CAT POWER - The Greatest
6)THE RADIO DEPT. - Pet Grief
7)TV ON THE RADIO - Retourn to cookie mountain
8)VOOM VOOM - Peng peng
9)GUILLEMOTS - Through the windowpane
10)MOGWAI - Mr. Beast

se qualcuno volesse provare, io ascolto antenna uno rock station, ascoltabile anche in streaming www.antennaunorockstation.it


Originariamente inviato da Morris

Quando lo vedrà Aranciata Bottecchia questo thread, chissà cosa ci posterà....


Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Originariamente inviato da Morris

Quando lo vedrà Aranciata Bottecchia questo thread, chissà cosa ci posterà....






Originariamente inviato da pedalando

Originariamente inviato da Morris

Quando lo vedrà Aranciata Bottecchia questo thread, chissà cosa ci posterà....


ho pensato la stessa cosa.

Stress,
circa un lustro fa ho assistito qui a Genova ad un concerto
dei New Trolls (o meglio De Scalzi ed altri ottimi musicisti)
con l'orchestra sinfonica di Torino.
Avrai gia' capito...hanno fatto proprio il "Concerto Grosso"


Originariamente inviato da prof

a me piace molto il Canto Gregoriano...


Originariamente inviato da Admin

Originariamente inviato da prof

a me piace molto il Canto Gregoriano...



E Frank Zappa nell'avatar......




(Prof, sei un grande, e un giorno ci incontreremo, e magari ceneremo uno di fronte all'altro!)


Originariamente inviato da Goodwood

colgo l'occasione per mandare un grosso saluto ad uno dei più grandi artisti che la Sardegna abbia mai avuto... un artista unico, ma soprattutto un grande uomo che negli ultimi 15 anni ha segnato la storia della musica sarda... e non solo... e negli ultimi mesi è riuscito a dare una profonda lezione di vita a chiunque abbia seguito da vicino la sua vicenda...

questa mattina se ne è andato Andrea Parodi, ex leader dei Tezenda, una voce senza eguali nel panorama musicale intrnazionale, un ragazzo la cui forza di volontà è diffcilemtne descrivibile.
ha lottato sino all'ultimo contro un male incurabile che in maniera estremamente crudele ce lo ha protato via all'età di 51 anni..
nonostante fosse orami demolito dal male, ha sempre manifestato una forza di volontà incredibile, tenendo il suo ultimo concerto solo 15 giorni fa.

chiunque voglia farsi un idea di chi fosse Andrea, basta che ascolti la sua versione del "No photo reposare"...



ciao Andrea!


Originariamente inviato da prof

Originariamente inviato da Admin

Originariamente inviato da prof

a me piace molto il Canto Gregoriano...



E Frank Zappa nell'avatar......




(Prof, sei un grande, e un giorno ci incontreremo, e magari ceneremo uno di fronte all'altro!)


Ciao mio caro Marco,

Sei troppo buono. Purtroppo non ritornero' in Italia via Roma,questa volta, comunque non mi lascerò di certo scappare la prima occasione utile per capitare dalle tue parti. Ti farò sapere.

Ciao ancora, un abbraccio.
Alberto
P.S. è da un po' di giorni che ti devo postare una cosa niente male, proprio in riferimento a quanto mi hai accennato prima di lasciarci a Bologna. Lo farò, se ci riesco, piu' tardi dopo il lavoro.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 18/10/2006 alle 14:29
Grande Reggio, l'album dei GUILLEMOTS è stata la mia ultima scoperta..."Made up a love song #43" è veramente una bella canzone d'amore, ma anche "Sao Paolo" è una bella canzone - fiume...
Anche i Mogwai mi hanno fatto una bella impressione...tra poco uscirà "ZIDANE", la colonna sonora di un lungometraggio dedicato al giocatore francese, fatta da loro.
Devo approfondire anche la loro passata produzione...
Cmq, leggendo il vecchio topic, fa piacere vedere una gran cultura tra i forumisti, a dimostrazione che io sono ancora un dilettante...

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 18/10/2006 alle 15:40
Io invece rimasi folgorato, questa primavera, da "trains to brazil", infatti ho aspettato con ansia il loro disco, che peraltro si è confermato su ottime livelli. Grande esordio!.

Sui Mogwai ti ringrazio per la dritta di cui non sapevo nulla, Mr. Beast è un buon disco, anche se le vette di "Youn Team" (1997) non credo che saranno in grado ripetersi loro stessi.....siccome ricordo che sei anche tu un fan dei sigur ros, ti consiglio in particolar modo il brano "Fear Satan", una lunghissima sgroppata strumentale che non ti lascerà indifferente.......

ciao!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 18/10/2006 alle 15:58
Fear Satan? è per caso una delle untittled? io sapeco di Hey satan dell'ultimo album, che però non è strumentale....

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 18/10/2006 alle 16:32
no ma mi riferisco all'album dei Mogwai "Young team".....
Fear satan come approccio ricorda molto gli strumentali dei Sigur ros, lunghissimi e sempre in crescendo.....ti piacerà!

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 18/10/2006 alle 17:17
You are young and life is long and there is time to kill today
And then one day you find ten years have got behind you
No one told you when to run, you missed the starting gun...


Chi la riconosce senza ricorrere a google? (Siate onesti!!!)

Quanta verità in questi versi, comunque.

Anch'io mi ritengo un bell'onnivoro, ma sul mio podio salgono i Beatles, i Pink Floyd e i Radiohead. Gli altri, tutti giù ad applaudire
Tra gli italiani Battiato non teme rivali, nella mia personalissima classifica.

Un luogo in cui mi sarebbe piaciuto stare? Abbey Road nel 1967, mentre i Fab Four registravano Sgt. Pepper's e nello studio accanto i Pink Floyd immortalavano il loro primo disco, The Piper at the Gates of Dawn. Purtroppo ci sono andato con 39 anni di ritardo...

Sui Beatles non si può dire niente, è tutto agli atti, hanno inventato la musica moderna, dal '65 in poi (mi picco di considerare i loro primi album un po' meno capolavori, pur se eccellenti) hanno scritto la storia. A day in the life è la mia canzone in assoluto preferita.
I Pink Floyd dal '71 al '75, quindi Meddle, The Dark Side of the Moon e Wish You Were Here, hanno toccato dei livelli ineguagliati. Quanti anni passeranno prima che Shine On You Crazy Diamond mi stufi? Impossibile che avvenga
I Radiohead sono nipotini di quegli altri. Hanno avuto il coraggio di abbandonare lo spettacolare rock dei loro inizi per sperimentare, virando sull'elettronica e su sonorità diverse. Non ne vedo, al mondo, liberi come loro, oggi come oggi: hanno realizzato il nuovo album come pareva a loro, e solo successivamente l'hanno proposto alle major per la distribuzione. Chi si prende l'incarico? Hanno firmato con la Warner, li aspettiamo trepidanti all'uscita (in primavera, forse). Nell'attesa, tra qualche giorno mi arriverà The Eraser, opera solista del loro leader Thom Yorke. Io dico che non si possono capire gli anni '90 se non si conosce Paranoyd Android, che forse non è neanche la loro canzone più bella (Creep... Street Spirits... Exit Music... Karma Police... How to disappear completely... Idioteque... I Might Be Wrong... A Wolf at the Door... come scegliere?), ma è il paradigma della loro musica che è stata e di quella che verrà.

Su Battiato, tutti sanno tutto... A cavallo tra i '70 e gli '80 (diciamo tra il 1979 e il 1984) ha rivoluzionato la scena musicale italiana (anche prima, ma era troppo di nicchia), e La voce del padrone è chiaramente scritto sotto l'influsso del doping

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 18/10/2006 alle 17:21
Ps: so di spiacere a molti amici del forum e della redazione, ma detesto Max Pezzali...

Tiziano Ferro lo odiavo all'inizio, ma quest'estate non ho fatto altro che cantare Stop! Dimentica

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 18/10/2006 alle 17:29
Originariamente inviato da Admin


Tra gli italiani Battiato non teme rivali, nella mia personalissima classifica.
...

Su Battiato, tutti sanno tutto... A cavallo tra i '70 e gli '80 (diciamo tra il 1979 e il 1984) ha rivoluzionato la scena musicale italiana (anche prima, ma era troppo di nicchia), e La voce del padrone è chiaramente scritto sotto l'influsso del doping


Ti STRA QUOTO, Admin!!!!!!
Battiato è un genio, è in cima anche alla mia classifica.
Tra l'altro mi sembra che "La voce del Padrone" sia l'LP italiano più venduto della storia (o lo è stato per tantissimi anni) ed è stato il primo disco italiano a superare il milione di copie vendute.
Del resto chi non ha mai visto questa copertina in casa?

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 18/10/2006 alle 17:31
Originariamente inviato da Admin

Ps: so di spiacere a molti amici del forum e della redazione, ma detesto Max Pezzali...

Tiziano Ferro lo odiavo all'inizio, ma quest'estate non ho fatto altro che cantare Stop! Dimentica


Tranquillo, non ci spiaci...

Quanto a Tiziano Ferro, non so neppure chi sia!

P.S. Admin, visto il tuo "indovinello" due post fa, che mi dici della storia di TDSOTM come colonna sonora "sincronizzata" del Mago di Oz? Hai mai provato?

 

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Hugo Koblet




Posts: 410
Registrato: Oct 2006

  postato il 18/10/2006 alle 17:52
Originariamente inviato da Bitossi

Originariamente inviato da Admin

Ps: so di spiacere a molti amici del forum e della redazione, ma detesto Max Pezzali...

Tiziano Ferro lo odiavo all'inizio, ma quest'estate non ho fatto altro che cantare Stop! Dimentica


Tranquillo, non ci spiaci...

Quanto a Tiziano Ferro, non so neppure chi sia!

P.S. Admin, visto il tuo "indovinello" due post fa, che mi dici della storia di TDSOTM come colonna sonora "sincronizzata" del Mago di Oz? Hai mai provato?


Ehi, io sono un concittadino di Max Pezzali, come vi permettete! Comunque non piace neanche a me.
Quoto su Tiziano Ferro, non lo sopporto! Quando mi alzo alla mattina, quando non vado a scuola, metto su MTV e non cambiò mai canale. Gli unici che riescono a farmi cambiare canale ad ogni loro canzone sono Tiziano Ferro e Gigi d'Alessio (anche se ultimamente anche "Down on my knees" tutte le volte che la ascolto mi vengono degli attacchi di isterismo! Non è una canzone, è una lagna!).

 

____________________
"Quando scatta lui, io mi giro dall'altra parte, altrimenti mi demoralizzo", Ivan Gotti, a proposito di Marco Pantani

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 18/10/2006 alle 18:10
Originariamente inviato da Subsonico

La mia prossima missione, diciamo così, sarà proprio questa : andare alla riscoperta del passato. Una mia grande lacuna è non aver ascoltato proprio niente del periodo 1960-90, che è stato periodo più che fertile del rock. L'unica cosa che ho ascoltato è stato il primo album dei Pink Floyd, "The piper at gates of dawn", in seguito alla morte di Syd Barrett, e sono rimasto piacevolmente soddisfatto. Posso dire che i Pink Floyd, oggi, sarebbero ancora "alternativi"
Mi sono posto come obbiettivo di ascoltare Velvet Underground, Doors, King Crimson, Nirvana e David Bowie per primi, ma se qualcuno ha "roba buona" da consigliarmi, mi dà più di una mano, specialmente i vecchiardi (credo dai miei gusti che si fosse capita la mia età, 18 anni )



Potresti muoverti filologicamente, seguendo la cronologia della pubblicazione degli album migliori di questi gruppi... Oppure andare a salti... Secondo me però se vuoi capire più a fondo la musica ti conviene seguire un filo temporale.

Cioè, visto che hai già in carniere The Piper, mettici accanto Sgt. Pepper's, e poi l'album della banana, che era a loro contemporaneo, ma sull'altra sponda dell'Atlantico.
Poi passa a Magical Mistery Tour e magari Atom Heart Mother... non dimenticare Hendrix (Are you experienced?) e Joplin (il mio preferito: I got dem old kozmic blues again mama, che ha tra i bonus anche la fantastica esibizione di Woodstock).
Dei Doors su tutto L.A. Woman, che contiene Riders on the storm (è o non è la loro canzone più bella?), anche se è il loro ultimo disco, che ci porta dritti ai seventies.
Il tris dei Floyd che ho riportato nel precedente post vale per sempre, dei Beatles segnati il White Album e Abbey Road.
I King Crimson? Ottimo. Ma affiancagli i profeti del progressive italiano, la PFM, ovvero l'unico episodio, a parte il bel canto e il melodramma, in cui siamo stati all'altezza delle proposte straniere: conosciuti anche all'estero, in Giappone (per dire) sono adorati. Non ti sarà difficile reperire Storia di un minuto, che addirittura anticipava di qualche mese alcune cose di The dark side of the moon (per dirti il livello!). E poi Mussida è una delle migliori chitarre italiane.
Dopo, solo dopo, puoi divertirti col glam rock, tutto quel che ti pare di Bowie (Aranciata fece una volta una dettagliata digressione sul Duca Bianco), e almeno Transformer di Lou Reed.

Bob Dylan che finalmente sposa le chitarre elettriche? Ascolta Desire.
Una puntatina sul punk? Perché no? Never mind the bollocks dei Sex Pistols, e London Calling dei Clash per farti un'idea.
Non dimenticare che il '79 è l'anno di The Wall.
Poi arriviamo agli '80, in zona U2 per esempio (The Joshua Tree è irrinunciabile).
I R.E.M. rappresentano un episodio molto originale della musica americana, Document è la summa del loro primo periodo (più ruvido), Automatic for the people il capolavoro dell'intera discografia (ma molto più morbido).
I Radiohead li conosci già, per non sapere che i Muse, pur gradevoli, sono un po' dei loro succedanei.
Tra gli italiani, il secondo album della Consoli (quello di Confusa e felice) è incredibile, e oggi gli Afterhours ci stanno regalando delle belle prove.

Vedi un po', insomma...

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 18/10/2006 alle 18:14
Originariamente inviato da Bitossi

P.S. Admin, visto il tuo "indovinello" due post fa, che mi dici della storia di TDSOTM come colonna sonora "sincronizzata" del Mago di Oz? Hai mai provato?



Ne avevo sentito parlare, ma non l'ho mai esperito... Ma la durata del disco e del film non coincidono, come la mettiamo???

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 18/10/2006 alle 20:18
Grazie Admin per avermi offerto un percorso logico, te ne sono più che grato..

Due spunti:

1) Ho ascoltato the Eraser: non è niente di speciale, ma non fa nemmeno schifo. E' praticamente un album che Yorke ha registrato da solo, usando basi molto minimaliste e ritmi ottenuti da beat. Non è un album intenso, però i testi delle canzoni sono da seguire ed il suo canto è uno dei migliori, specialmente nella title/track. Condivido quello che hai detto su loro: Bravi, slegati dallo showbiz e originali (i famosi 17 secondi di KID A..."Everything in his right place" suona come una sola canzone.
2) Sui Muse: E' ovvio che un po' d'influenza i Radiohead su loro l'hanno avuta, ma è un luogo comune da sfatare (viene detto molto spesso) il fatto che sian loro succedanei. In realtà i Muse nei primi tempi si rifacevano molto ai Sonic Youth, anche se i lavori in studio danno a sentire più un accostamento col progressive, ancor più evidente negli ultimi 2 album. A dar prova di ciò, c'è "Hulabaloo Soundtrack", un doppio composto da alcune loro b-side e un live allo Zenith di Paris, di cui c'è anche un DVD fantastico (il concerto più bello e vissuto dal pubblico che ho mai visto, il 1 dicembre andrò a Roma a vederli). Dato che è una raccolta, si passa dall'Heavy al Post-Rock, dal Noise all'acoustico senza problemi, ma da un'idea di cosa passasse per le loro teste in quegli anni. Te lo consiglio.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage
<<  1    2    3    4    5    6  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.6714721