Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > OT > Colonna Sonora & Gusti Musicali
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread    |  Versione stampabile
<<  21    22    23    24    25    26    27  >>
Autore: Oggetto: Colonna Sonora & Gusti Musicali

Livello Rik Van Looy




Posts: 802
Registrato: May 2005

  postato il 22/10/2008 alle 22:15
Quello che non capisco di Ligabue,Vasco e simili è perchè s'insista a dire che i primi lavori non erano male. Per carità, può essere vero. Grazie a dio al giorno d'oggi siamo liberi di ascoltare e sperimentare musica con un click. Che senso ha rispolverare album che erano già "vecchi" quindici anni fa? Allora meglio rivalutare piccoli capolavori bistrattati dalla critica e ascoltare nuove band. Se Liga e Vasco sono famosi, non lo sono certo per qualche brano sufficiente che hanno pubblicato agli esordi, bensi per i famosi jingles pubblicitari!

Scusate lo sfogo!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 22/10/2008 alle 23:42
Originariamente inviato da Salvatore77

Consigliatemi qualche brano o album da dove si evince questa vena sperimentale di tiziano Ferro, perchè tutto quello che conosco io e solo monnezza.


Ah, non saprei dirti. E anche qello che conosco io è solo monnezza.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1624
Registrato: Mar 2007

  postato il 22/10/2008 alle 23:53
Mah io ormai sono viziato e ho gusti difficili, però posso spiegare che cosa non mi piace delle canzoni italiane: le canzoni! Non c'è musica e si sente solo una voce, di solito mediocre, che parla in continuazione. Due palle COSI' (e non così). Poi ci sono miliard di eccezioni, con tutta la gente che fa musica qualcuno valido deve pur esserci, però quelli che vanno per la maggiore mi risultano in media insopportabili. Faccio un esempio cretino: a me non piace Sting, non mi piacciono i suoi dischi e mi sta pure antipatico, però l'ho sentito esibirsi a Milano, in piazza del Duomo, dopo i negramaro. Bene, era un altro pianeta, anche il suo fonico era un altro pianeta. Con tutto che mi sta antipatico 'teneva' il palco, aveva buon gusto, e anch il suono era tecnicamente migliore. Ma perché in Italia si portano alle stelle delle schifezze assolute?

 

____________________
..vince, trionfa! Alza le braccia al cielo!!
---
Asso di quadri
---
Che cos'è la CKC-Memorial janjanssen?
2006 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=3901
2007 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=5719
2008 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=6951
2009 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=8330
2010 http://forum.cicloweb.it/viewthread.php?tid=9102
Decalogo http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=7799

---
"caffè, solo caffè..."
---
ex-stiloso (2008)
---
davanti a Bitossi, nelle occasioni che contano! :-D

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1388
Registrato: Jun 2008

  postato il 23/10/2008 alle 00:24
Si immagino che se però Abajia incide qualcosa tu lo ascolti

 

____________________
http://cicloblog.splinder.com/

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3791
Registrato: Sep 2007

  postato il 23/10/2008 alle 07:49
La musica dal vivo ha dei valori in campo completamente diversi. Magari un cantante scarso che fa canzoni scarse e sul disco si sentono solo campionamenti e musica sintetica, magari va in tour e si circonda di una schiera di turnisti da paura e il sound e l'energia dal vivo lo elevano rispetto alla solita mediocrità. Purtroppo non si può ascoltare musica solo dal vivo. Magari.

 

____________________
FANTACICLISMO 2008 Campione Olimpico in linea - S. Sebastian - Parigi Bruxelles - Vincitore classifica generale grandi giri (10° Giro - 10° Tour - 4° Vuelta) 1 tappa al Tour - 4 tappe alla Vuelta 9° classifica finale.
FANTACICLISMO 2009 Liegi-Bastogne-Liegi 2° classifica finale Giro d'Italia - 2 tappe - 1 giorno in maglia rosa - Best Belgio - 5° classifica finale

66 punti (nel 2008) + 115 punti (nel 2009) di vantaggio su Frejus: la mia nemesi!

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 23/10/2008 alle 09:01
Originariamente inviato da uffa

Mah io ormai sono viziato e ho gusti difficili, però posso spiegare che cosa non mi piace delle canzoni italiane: le canzoni! Non c'è musica e si sente solo una voce, di solito mediocre, che parla in continuazione. Due palle COSI' (e non così). Poi ci sono miliard di eccezioni, con tutta la gente che fa musica qualcuno valido deve pur esserci, però quelli che vanno per la maggiore mi risultano in media insopportabili. Faccio un esempio cretino: a me non piace Sting, non mi piacciono i suoi dischi e mi sta pure antipatico, però l'ho sentito esibirsi a Milano, in piazza del Duomo, dopo i negramaro. Bene, era un altro pianeta, anche il suo fonico era un altro pianeta. Con tutto che mi sta antipatico 'teneva' il palco, aveva buon gusto, e anch il suono era tecnicamente migliore. Ma perché in Italia si portano alle stelle delle schifezze assolute?

La realtà è che siamo e restiamo provinciali. Manca cultura musicale. E allora ci troviamo le centinaia di canzonette che parlano di [amore, amicizia, tradimento, mi manchi,..] e poi quelli che scimmiottano gruppi d'oltremanica o di oltreoceano (alla finley, per intenderci).
Tutti quelli che impazziscono per Vasco magari non lo ascolterebbero se sapessero che cos'è il VERO rock. Capirebbero che è un signore che si arrangia a scrivere, non sa assolutamente cantare né tantomeno suonare, quindi si circonda di mestieranti (magari tecnicamente validi) che sappiano fare un mezzo assolo. Però se avessero presente Hendrix o Knopfler o.. altro che 'mamma mia! senti che pezzo!'.
Insomma: a questa gente va bene che siamo in Italia: altrove sarebbero a fare gli impiegati al catasto.

Rock? Per molti un gruppo è rock se ha le borchie al polso. E per molti cantanti basta METTERSI le borchie al polso, chiamare un chitarrista decente, ed è fatta.
Jazz? Per molti jazz è Armstrong, o la pubblicità del tabù ('anche bianco!'), una tromba, due tizi di colore, gente morta.
Blues? E che robb'è?
E via così..

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 23/10/2008 alle 10:15
Originariamente inviato da desmoblu
La realtà è che siamo e restiamo provinciali. Manca cultura musicale...

Ing. Desmo, qui non sono molto d'accordo con Lei. Dire che in Italia manca cultura musicale non è un gran complimento al paese-guida in molti ambiti (conservatorii di alto livello, studio della lirica, grandi tradizioni di musica popolare, grandi musicisti jazz, costruzione di strumenti tradizionali...).

Correggerei in: "siamo un paese provinciale se ci mettiamo a scimmiottare i paesi anglosassoni nelle loro derive musicali peggiori".
E cioè, semplificando, a mio avviso e soprattutto in questo momento, il mondo pop/rock...

Fenomeno che ha contribuito non poco, sempre a mio avviso, ad abbassare ulteriormente il gusto musicale medio, già fortemente compromesso da un approccio educativo poco corretto (vogliamo parlare dell'insegnamento della musica a scuola?). E questa, appunto, è una tra le tante colpe del nostro sistema formativo, incapace spesso di "trasferire" ciò che di più vivo e interessante esiste nella nostra cultura e nella nostra società.

Non a caso, nei territori "di confine" come la musica contemporanea, l'avanguardia e il jazz, e cioè dove è possibile coniugare il patrimonio classico e folclorico con suggestioni provenienti anche da altri mondi e altre culture, disponiamo di musicisti e produzioni di altissimo livello...

 

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 23/10/2008 alle 10:40
Cav. Bitossi....anzi, meglio: egregio Bitossi ()
Quando parlo di cultura musicale mi riferisco al basso, e quindi al pubblico. E' vero: ottimi istituti (ed è un miracolo guardando al pessimo livello di approccio alla musica negli anni della scuola dell'obbligo, hai ragione), conservatorii, otimi musicisti, che però sono sconosciuti o disprezzati dal grande pubblico (sottolineo grande: esiste un pubblico di nicchia che magari sa dirti chi è la Magoni o sa dirti che il 25 giugno '61 era domenica, ma..).
Che è poi quello che fa il mercato (anche qui parliamo di mercato, lo so, è dura..), che determina cosa mi trovo sugli scaffali IO. Se il pubblico italiano non fosse plasmato a livello-Vasco, non avremmo Vasco (almeno nella top ten)..e quindi forse ci sarebbe spazio per altro.
Ma leviamo anche il forse.

Ripeto: manca cultura musicale negli ascoltatori, tutto qui (e qui torniamo al discorso 'flauto aulos alle medie per suonare giovannin/se ne va/per il mondo tutto sol').

Per il rock: a me piace, o meglio mi piace CERTO rock.. non credo che a certi livelli esista per forza un 'tutto buono' o un 'tutto cativo'.. a certi livelli: il pop in genere è un male assoluto, quello delle Spears e delle madonne, poi...
E difatti arrivo sulle cose con minimo 10 anni di ritardo, sono un ruminante. E i miei preferiti sono tutti morti e sepolti da lungo tempo. Ma ad esempio l'assolo di All along the watchtower o l'intera Castles made of sand di Hendrix sono dei capolavori assoluti. (Del resto il rock è il nipote scellerato del jazz. Anzi, diciamo così: il jazz è il nonno, il blues è il padre ragioniere, il rock è quello che torna alle 2 di notte e si prende i rimbrotti dal babbo e le pacche dal nonno).

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 23/10/2008 alle 11:11
Originariamente inviato da desmoblu
...Del resto il rock è il nipote scellerato del jazz. Anzi, diciamo così: il jazz è il nonno, il blues è il padre ragioniere, il rock è quello che torna alle 2 di notte e si prende i rimbrotti dal babbo e le pacche dal nonno...

Secondo Arrigo Polillo ("Jazz" - Mondadori, ultima ed. 1998) ed altri, andrebbe invertito il rapporto blues/jazz; cioè l'antenato sarebbe il blues (nelle sue forme non ancora codificate in "genere")... anche se esiste il famoso detto "non tutto il jazz è blues ma tutto il blues è jazz", che fa istintivamente pensare il contrario...

 

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 23/10/2008 alle 13:05
Beh, il Jazz è anche figlio del Dixie...che col Blues c'entra molto poco. Sarebbe un discorso lunghissimo
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 23/10/2008 alle 14:27
Originariamente inviato da desmoblu

Beh, il Jazz è anche figlio del Dixie...che col Blues c'entra molto poco. Sarebbe un discorso lunghissimo

Hai voglia... immagino comunque che con Dixieland tu intenda quello inizialmente suonato dalle fanfare, mentre poi il termine indicherà uno "stile" jazz, prevalentemente bianco, quasi contemporaneo al New Orleans dell'albero qui sotto (viene assimilato probabilmente al Chicago Jazz, ma ha origine pure lui negli stati meridionali degli USA; il nome addirittura potrebbe derivare dal francese "dix"):



Fonte: http://foudemusique.free.fr

 

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 23/10/2008 alle 14:31
Originariamente inviato da Salvatore77

La musica dal vivo ha dei valori in campo completamente diversi. Magari un cantante scarso che fa canzoni scarse e sul disco si sentono solo campionamenti e musica sintetica, magari va in tour e si circonda di una schiera di turnisti da paura e il sound e l'energia dal vivo lo elevano rispetto alla solita mediocrità. Purtroppo non si può ascoltare musica solo dal vivo. Magari.


Spesso vale anche il contrario, però.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 23/10/2008 alle 14:40
Originariamente inviato da Bitossi

Originariamente inviato da desmoblu

Beh, il Jazz è anche figlio del Dixie...che col Blues c'entra molto poco. Sarebbe un discorso lunghissimo

Hai voglia... immagino comunque che con Dixieland tu intenda quello inizialmente suonato dalle fanfare, mentre poi il termine indicherà uno "stile" jazz, prevalentemente bianco, quasi contemporaneo al New Orleans dell'albero qui sotto (viene assimilato probabilmente al Chicago Jazz, ma ha origine pure lui negli stati meridionali degli USA; il nome addirittura potrebbe derivare dal francese "dix"):



Fonte: http://foudemusique.free.fr

Esattamente, il primo Dixieland, quello delle bande e delle fanfare... e il Ragtime.. ma come illustrato ci sono decine di influenze.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3791
Registrato: Sep 2007

  postato il 23/10/2008 alle 15:25
Originariamente inviato da Subsonico

Originariamente inviato da Salvatore77

La musica dal vivo ha dei valori in campo completamente diversi. Magari un cantante scarso che fa canzoni scarse e sul disco si sentono solo campionamenti e musica sintetica, magari va in tour e si circonda di una schiera di turnisti da paura e il sound e l'energia dal vivo lo elevano rispetto alla solita mediocrità. Purtroppo non si può ascoltare musica solo dal vivo. Magari.


Spesso vale anche il contrario, però.


Diciamo che spesso accade il contrario nel senso che quanbdo ascoltiamo il disco, spesso notiamo arrangiamenti molto soft sempre in linea con la musica di facile ascolto radiofonico. Questo lo impongono i discografici, magari l'artista non vorrebbe nemmeno che il disco suoni in una certa maniera ma pur di pubblicarlo accetta. Poi dal vivo magari esprime le proprie attitudini e le proprie preferenze (suono più duro, qualche testo leggermente diverso, arrangiamenti più grezzi). Spesso le canzoni capita che sono anche migliori.

 

____________________
FANTACICLISMO 2008 Campione Olimpico in linea - S. Sebastian - Parigi Bruxelles - Vincitore classifica generale grandi giri (10° Giro - 10° Tour - 4° Vuelta) 1 tappa al Tour - 4 tappe alla Vuelta 9° classifica finale.
FANTACICLISMO 2009 Liegi-Bastogne-Liegi 2° classifica finale Giro d'Italia - 2 tappe - 1 giorno in maglia rosa - Best Belgio - 5° classifica finale

66 punti (nel 2008) + 115 punti (nel 2009) di vantaggio su Frejus: la mia nemesi!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 23/10/2008 alle 18:27
No no, io intendevo gente che in studio fa dei bei lavori e poi dal vivo prende stecche o arrangia in modo povero. Credimi, ce ne son parecchi

I Liars ad esempio dal vivo son disastrosi, ma colmano il tutto spaccando ogni cosa trovino tra sè il pubblico

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 23/10/2008 alle 18:37
il dixieland è successivo al periodo di New Orleans, e si sviluppò prevalentemente a Chicago, dove si erano trasferiti in massa gran parte dei musicisti rimasti senza lavoro dopo la chiusura del quartiere a luci rosse di Storyville a New Orleans.
I suoi maggiori interpreti furono musicisti bianchi, tra cui Bix Beiderbecke, Tommy Dorsey e l'oriundo abruzzese Eddie Lang, che morì per colpa di una banalissima operazione alle tonsille.

Il ragtime ha poco a che vedere col jazz: anche se presenta i ritmi sincopati tipici della musica nera, è musica completamente scritta e manca totalmente di improvvisazione, caratteristica fondamentale di qualsiasi corrente jazzistica.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3791
Registrato: Sep 2007

  postato il 23/10/2008 alle 18:45
Originariamente inviato da Subsonico

No no, io intendevo gente che in studio fa dei bei lavori e poi dal vivo prende stecche o arrangia in modo povero. Credimi, ce ne son parecchi

I Liars ad esempio dal vivo son disastrosi, ma colmano il tutto spaccando ogni cosa trovino tra sè il pubblico


Negli anni '60 esistevano i Monkees che di fatto erano solo dei prestanome, nel senso che nei programmi televisivi uscivano dei bei ragazzi che fingevano di suonare ma erano in playback, invece loro non sapevano suonare nemmeno uno strumento, in studio ci andavano dei turnisti. Poi si è scoperto l'imbroglio e hanno imparato a suonare davvero.
Questa è storia.

 

____________________
FANTACICLISMO 2008 Campione Olimpico in linea - S. Sebastian - Parigi Bruxelles - Vincitore classifica generale grandi giri (10° Giro - 10° Tour - 4° Vuelta) 1 tappa al Tour - 4 tappe alla Vuelta 9° classifica finale.
FANTACICLISMO 2009 Liegi-Bastogne-Liegi 2° classifica finale Giro d'Italia - 2 tappe - 1 giorno in maglia rosa - Best Belgio - 5° classifica finale

66 punti (nel 2008) + 115 punti (nel 2009) di vantaggio su Frejus: la mia nemesi!

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 23/10/2008 alle 18:55
Originariamente inviato da antonello64

il dixieland è successivo al periodo di New Orleans, e si sviluppò prevalentemente a Chicago, dove si erano trasferiti in massa gran parte dei musicisti rimasti senza lavoro dopo la chiusura del quartiere a luci rosse di Storyville a New Orleans.
I suoi maggiori interpreti furono musicisti bianchi, tra cui Bix Beiderbecke, Tommy Dorsey e l'oriundo abruzzese Eddie Lang, che morì per colpa di una banalissima operazione alle tonsille.

Il ragtime ha poco a che vedere col jazz: anche se presenta i ritmi sincopati tipici della musica nera, è musica completamente scritta e manca totalmente di improvvisazione, caratteristica fondamentale di qualsiasi corrente jazzistica.

Le origini del dixieland, quello primitivo, sono le bande musicali che esistevano già prima del jazz propriamente detto. E per il ragtime...certo, ma infatti si sta parlando delle influenze alla base del jazz, non di uguaglianze matematiche. IL jazz è nato partendo da tante esperienze..

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 23/10/2008 alle 19:39
Originariamente inviato da desmoblu
IL jazz è nato partendo da tante esperienze..


ma l'improvvisazione è sempre stata una sua caratteristica peculiare, una conditio sine qua non.
Nel ragtime l'improvvisazione non c'è, e per questo motivo è difficile inserirlo nel filone jazzizstico, anche se è un tipo di musica fatta prevalentemente da musicisti neri e presenta i ritmi swinganti che hanno da sempre caratterizzato il jazz

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 23/10/2008 alle 19:41
Si, infatti...ma si parlava dei 'padri' del jazz, non del jazz
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Federico Bahamontes




Posts: 389
Registrato: Sep 2008

  postato il 23/10/2008 alle 20:40


Io ho amato e amo il jazz con tutto me stesso. Ma purtroppo devo dire che oggi, buona parte dei musicisti di questo genere sono strumentisti di grande tecnica ma poca anima. Un tempo il jazz era avanguardia, ogni decennio si staccava dal precedente inventando nuovi suoni, nuove armonie (vedi le scale modali di Miles Davis). Oggi, a parte pochi avventurieri conosciuti da pochi, i musicisti non fanno altro che compiacersi:"sentite come sono bravo, ho studiato con Tizio e Caio e so tutti gli assoli di Sempronio a memoria, ho perfino il bocchino del sax della stessa marca..."
Hanno fatto diventare la musica dei bassifondi roba da fighetti figli di papà...
Ripeto: parlo in generale. Qualcuno che si salva c'è ancora per fortuna...
Conoscete John Lurie e Lounge Lizards?

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 23/10/2008 alle 20:52
Originariamente inviato da bianconiglio



Io ho amato e amo il jazz con tutto me stesso. Ma purtroppo devo dire che oggi, buona parte dei musicisti di questo genere sono strumentisti di grande tecnica ma poca anima. Un tempo il jazz era avanguardia, ogni decennio si staccava dal precedente inventando nuovi suoni, nuove armonie (vedi le scale modali di Miles Davis). Oggi, a parte pochi avventurieri conosciuti da pochi, i musicisti non fanno altro che compiacersi:"sentite come sono bravo, ho studiato con Tizio e Caio e so tutti gli assoli di Sempronio a memoria, ho perfino il bocchino del sax della stessa marca..."
Hanno fatto diventare la musica dei bassifondi roba da fighetti figli di papà...
Ripeto: parlo in generale. Qualcuno che si salva c'è ancora per fortuna...
Conoscete John Lurie e Lounge Lizards?

Conoso Evan Lurie..
(scherzo, anche se la colonna sonora de Il Mostro mi piace molto).
Comunque è in parte anche per i motivi che hai detto tu che sto scavando indietro.. è uscita una ristampa delle prime registrazioni di un Conte ventenne, che suonava jazz con altri coetanei ad Asti: ora ce l'ho sottomano, nei prossimi giorni la ascolterò.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 23/10/2008 alle 22:51
è fatale che più si va avanti e più è difficile proporre cose nuove.
Anche il jazz in questo non fa eccezione: le novità epocali probabilmente sono finite con Ornette Coleman.
Dopodichè ci sono state deviazioni più o meno marcate dalle strade principali, ma nessuna che potesse veramente essere considerata una nuova strada.
Riguardo ai musicisti, secondo me è positivo che oggi ci sia in giro gente molto preparata a livello tecnico: anche perchè non sta scritto da nessuna parte che un musicista bravo tecnicamente debba poi essere scarso a livello artistico.
Meglio un musicista con tecnica e senz'anima, piuttosto di uno che non ha nè l'una nè l'altra, non vi pare?

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Federico Bahamontes




Posts: 389
Registrato: Sep 2008

  postato il 24/10/2008 alle 17:42
Originariamente inviato da desmoblu

Originariamente inviato da bianconiglio



Io ho amato e amo il jazz con tutto me stesso. Ma purtroppo devo dire che oggi, buona parte dei musicisti di questo genere sono strumentisti di grande tecnica ma poca anima. Un tempo il jazz era avanguardia, ogni decennio si staccava dal precedente inventando nuovi suoni, nuove armonie (vedi le scale modali di Miles Davis). Oggi, a parte pochi avventurieri conosciuti da pochi, i musicisti non fanno altro che compiacersi:"sentite come sono bravo, ho studiato con Tizio e Caio e so tutti gli assoli di Sempronio a memoria, ho perfino il bocchino del sax della stessa marca..."
Hanno fatto diventare la musica dei bassifondi roba da fighetti figli di papà...
Ripeto: parlo in generale. Qualcuno che si salva c'è ancora per fortuna...
Conoscete John Lurie e Lounge Lizards?

Conoso Evan Lurie..
(scherzo, anche se la colonna sonora de Il Mostro mi piace molto).
Comunque è in parte anche per i motivi che hai detto tu che sto scavando indietro.. è uscita una ristampa delle prime registrazioni di un Conte ventenne, che suonava jazz con altri coetanei ad Asti: ora ce l'ho sottomano, nei prossimi giorni la ascolterò.

Ma infatti Evan è il fratello e suona pure lui nei Lounge Lizards
E' un jazz particolare, influenzato da tango e tarantella. La col.son. de "il mostro" può vagamente rendere l'idea...
Ah, a proposito: John Lurie faceva l'attore in "daunbailò" insieme a Benigni e Tom Waits

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 24/10/2008 alle 17:50
Originariamente inviato da bianconiglio

Originariamente inviato da desmoblu

Conoso Evan Lurie..
(scherzo, anche se la colonna sonora de Il Mostro mi piace molto).
Comunque è in parte anche per i motivi che hai detto tu che sto scavando indietro.. è uscita una ristampa delle prime registrazioni di un Conte ventenne, che suonava jazz con altri coetanei ad Asti: ora ce l'ho sottomano, nei prossimi giorni la ascolterò.

Ma infatti Evan è il fratello e suona pure lui nei Lounge Lizards
E' un jazz particolare, influenzato da tango e tarantella. La col.son. de "il mostro" può vagamente rendere l'idea...
Ah, a proposito: John Lurie faceva l'attore in "daunbailò" insieme a Benigni e Tom Waits

Si, lo sapevo

 

[Modificato il 24/10/2008 alle 18:06 by Admin]


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2432
Registrato: Jan 2005

  postato il 25/10/2008 alle 00:18
Ma quanto spaccano i Pogues?
E quanto è rilassante Steve Earle?

E cosa meglio di una Guinness, ma anche due, per gustare al meglio l'ascolto?

(Se non si è capito, sono fissato con l'Irlanda in questo periodo )

 

____________________
Eugenio Vittone, EROE DEL GAVIA

E' famosa la risposta che George Leigh Mallory diede ai giornalisti che gli domandavano perchè volesse andare sull'Everest. "Perchè c'è", disse semplicemente.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3791
Registrato: Sep 2007

  postato il 27/11/2008 alle 13:09
E' arrivato il momento che attendevo da quando era ragazzo e che ormai credevo non sarebbe più mai arrivato:
ecco il nuovo disco dei Guns'n'Roses!!!

 

____________________
FANTACICLISMO 2008 Campione Olimpico in linea - S. Sebastian - Parigi Bruxelles - Vincitore classifica generale grandi giri (10° Giro - 10° Tour - 4° Vuelta) 1 tappa al Tour - 4 tappe alla Vuelta 9° classifica finale.
FANTACICLISMO 2009 Liegi-Bastogne-Liegi 2° classifica finale Giro d'Italia - 2 tappe - 1 giorno in maglia rosa - Best Belgio - 5° classifica finale

66 punti (nel 2008) + 115 punti (nel 2009) di vantaggio su Frejus: la mia nemesi!

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 27/11/2008 alle 13:55
Io lascio a Euge i Pogues e mi tengo la Guinness...magari una special export..con quella schiuma che è poesia densa.
Ora ascolto la Magoni e per certe cose m'innervosisce..

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 29/12/2008 alle 13:10
Potevo non tediarvi con la classifica di fine anno? Sì. Ma sono così cattivo che lo faccio pure controvoglia.

10)- OFFLAGA DISCO PAX - Bachelite



Secondo capitolo dell'esperienza ODP, un viaggio tra l'Emilia Paranoica che fu e quella di oggi. Non c'è più l'effetto sorpresa ma Collini&co ci regalano ancora bei momenti tra comicità, surrealismo e dramma, Tutto condensato nella triste "Cioccolata IACP", paraculate varie ad artisti di oggi (dal "Lurido Clerk" a una citazione di Ligabue fonico dell'Arci).

La canzone: Cioccolato IACP
La frase: Un pompino in cambio di un tobleroni...i condomini IACP degli anni '80 riservavano economie alternative molto convincenti

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 29/12/2008 alle 13:33
9) NICK CAVE & THE BAD SEEDS - Dig Lazarus Dig!!!



E' incredibile come Nick Cave riesca a produrre canzoni bellissime usando sempre lo stesso sistema: una base sotto per tutto il pezzo (che può durare anche 8 minuti) e lui che ci canta e/o declama e/o bestemmia sopra. Con rinnovata originalità.

Una canzone: Dig Lazarus Dig
Una frase: He ended up like so many of them do, back on the streets of New York City
In a soup queue, a dopefiend, a slave, then prison, then the madhouse, then the grave
Ah poor Larry.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 29/12/2008 alle 14:00
8) REM - Accelerate



Poco ma buono: dev'essere questo il pensiero alla base di un cd breve ma intenso, costituito da 11 tracce che trasudano 25 anni di esperienza.

Un pezzo: I'm gonna dj
Una frase: Mr Richards, your convinction had us cheering in the kitchen. Now the jury's eating pigeon pie

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 29/12/2008 alle 14:14
7) PORTISHEAD - Third



Tra tanti ritorni osannati di supergruppi rock, è un ritorno più silenzioso che desta scalpore quello del trip hop di Bristol che a 11 anni dall'ultimo album di inediti confeziona uno spettacolo a livello sonoro: il trip hop degli anni '90 e la voce di Beth Gibbons uniti alle tendenze percussive attuali e ai suoni acidi della nuova elettronica. Il risultato "esplode" in "Machinegun".

Una canzone: Silence
Una frase : Through the glory of life,
I'm scattered on the floor,
Disappointed and sore.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3791
Registrato: Sep 2007

  postato il 29/12/2008 alle 20:11
A causa della mia impazienza, ecco a mio parere quali sono stati i migliori album del 2008:


1 Counting Crows - Saturday Nights & Sunday Mornings
2 Presidents Of The United States Of America - These Are The Good Times People
3 Killers - Day And Age
4 R.E.M. - Accelerate
5 Black Crowes - Warpaint
6 John Cougar Mellencamp - Life Death Love And Freedom
7 Kooks - Konk
8 Oasis - Dig Out Your Soul
9 AC-DC - Black Ice
10 Guns'n'Roses - Chinese Democracy

In effetti l'album che ho ascoltato con più frequenza credo sia Magic di Bruce Springsteen, che in realtà è uscito nel 2007

Le delusioni:
Primal Scream - Beautiful future
Coldplay - Viva la Vida

 

____________________
FANTACICLISMO 2008 Campione Olimpico in linea - S. Sebastian - Parigi Bruxelles - Vincitore classifica generale grandi giri (10° Giro - 10° Tour - 4° Vuelta) 1 tappa al Tour - 4 tappe alla Vuelta 9° classifica finale.
FANTACICLISMO 2009 Liegi-Bastogne-Liegi 2° classifica finale Giro d'Italia - 2 tappe - 1 giorno in maglia rosa - Best Belgio - 5° classifica finale

66 punti (nel 2008) + 115 punti (nel 2009) di vantaggio su Frejus: la mia nemesi!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 30/12/2008 alle 19:00
6) MUSICA PER BAMBINI - Dio contro Diavolo



Manuel Bongiorni, Alias Musica Per Bambini, è un frullato del meglio della musica italiana. Combina una ecletticità vocale tra John de Leo e Marta sui Tubi a delle basi techno hardcore, il tutto con un cantato che ricorda un po' gli Amari, un po' i Subsonica, e testi spesso e volentieri compresi tra Branduardi ed Elio & le storie tese
Chiaro, no?
Il risultato, ovviamente, è qualcosa che non avete mai ascoltato.

Una canzone: "Morto vivo"
Una frase: "Guarda mamma tutto il mio corpo inondato dall'escreato" (Disputa di sputi)

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 30/12/2008 alle 19:05
5) HOT CHIP - Made in the dark



Il poker elettronico inglese alla seconda prova stupisce con una convincente dimostrazione di quale sia la musica del futuro. 3 tastierine, una chitarra e tanto divertentismo elettronico. Con "Ready for the floor" han bucato anche le nostre pur restie radio, buon segno.

Un pezzo: "Out of pictures"
Una frase: "I'll never be your love for sure...except for that day"

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 31/12/2008 alle 10:03
4) MARTA SUI TUBI - Sushi & Coca



Sushi e Coca come la vita a milano, descritta ampiamente dalla title track. Alla terza prova in studio il trio siciliano diventa quartetto, riempiendo li vuoto del basso con la tastiera, e suona ancor più barocco di prima col suo elegante melting-pot, lontano dalla Sicilia che traspariva in "perchè non pesi niente", sembrano sempre un gruppo che suona hardcore senza distorsioni, ma le costruzioni in tempi dispari son sempre più circensi e acide. Un album che non lascia indifferenti.

Un pezzo: Cinestetica
Una frase: Ho visto sante a me devote diventare troie due minuti dopo avere conosciuto il mio migliore amico..ubriaco

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 31/12/2008 alle 10:19
3)AFTERHOURS - I Milanesi Ammazzano il Sabato



"Maturità, nel vocabolario Afterhours, significa alzare le mani dal volante e godersi il pompino dell'ispirazone" La recensione di sentire/ascoltare parla per me. Che altro aggiungere? Chi conosce gli Afterhours e non ha ancora sentito questo disco vedrà un ritorno a sonorità più chitarristiche, dopo che negli ultimi 2 album aveva predominato la chitarra di Agnelli e soprattutto il particolare violino di Ciffo, fondamentale in "Quello che non c'è", un po' nauseante nelle "Ballate per piccole Iene". I testi sono quelli un po' schizzati, un po' caricaturali che han caratterizato "Hai paura del buio", ma senza l'agressività di allora. Stona un po' l'eccessiva autorefenzialità di Agnelli nelle tracce finali (sulla sua primogenita)

Una canzone: E' solo febbre
Una frase: C'era una casa bellissima che un brutto mutuo stregò...Togliti il buio amor, le mutandine, il tuo dolore. Sai voglio scoparti fino a farti ridere

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 31/12/2008 alle 10:27
2) BAUSTELLE - Amen



Che fosse l'anno della loro consacrazione lo si è capito sin dalla copertina dell'album. I Baustelle bucano il mainstream con il loro pop retrò aggiornato che quest'anno è entrato nelle mode (vedi Il Genio) con un album che piace o schifa, a prescindere, come loro d'altronde. Piacciono i pezzi più eclettici tipo la cavalcata di "Baudelaire", "Spaghetti Western" e i testi Ammanitiani di "Il liberismo ha i giorni contati", "Charlie fa surf" e "Antrophofagus". Un po' meno le canzoni cantate solo da Rachele.

Un pezzo: Alfredo
Una frase: Datti al giardinaggio dei fiori del male

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 31/12/2008 alle 10:40
1) THE RACONTEURS - Consolers of the Lonely



Jack White è il bluesman dei nostri tempi, ed ha trovato in Brendan Benson e nella sezione ritmica dei GreenHornes la sua parte complementare, ben più che in Meg White (e ce ne vorrebbe). Vederlo suonare con un vero gruppo è come veder Goku trasformarsi in SuperSayan. Ogni pezzo è diverso dall'altro e a suo modo, riuscitissimo: dal vivo devono esser trascinanti. E' un evoluzione del precendente album, più tendente all'alternative e all'hard rock: qui ci son sì pezzi come "Salute your solution" che san molto di white stripes, ma anche fiati ("Many shades of black") e ballate old-style alla Nick Cave ("Carolina Drama"). Enjoy. E' un album che può piacere a tutti.

Un pezzo: Many shades of Black
Una frase: "I'm like a trash can holding all the information"

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3025
Registrato: Feb 2006

  postato il 01/01/2009 alle 20:23
La mia classifica 2008 "corta":

1) Sigur Ros
2) Portishead
3) Kings of leon
4) Lightspeed Champion
5) Hot Chip

 

____________________
Gaudium magnum. E'tornato! (cit. Frank VDB)

Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°1

Anti Armstrong n°2

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 1607
Registrato: Mar 2005

  postato il 02/01/2009 alle 18:05
Segnalo un po' di album che mi stanno girando per le mani nell'ultimo periodo.

Innanzitutto i primi due album dei Replecements. Il primo del 1981 "Sorry Ma, I forgot to take out the trash" ed il II "Stink" sono rock'n'roll a 200 allora che poi perderà la sua potenza quando si metterenno a fare i fichetti. Un assaggio anche se si sentono da cu.lo: http://www.youtube.com/watch?v=JwLJwHRJcn4&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=3SnHs_RS10w&feature=related

Poi, il primo album dei Supersuckers (un po' la versione U.S dei nostri Peeweas), "The Smoke Of Hell": un incrocio tra boogie spericolato, rock'n'roll e punk rock con lo spettro del blues sempre in agguato.Un altro video anche se siamo nell'epoca dell'apoteosi del paninaro-syle: http://www.youtube.com/watch?v=B8qfGY29Wno

Infine, nonostante il nome da calci sui denti , i primi 2 album dei "Lords of The New Church" dell'ex cantante dei Dead Boys (buonanima), del chitarrista dei Damned e bassista degli Sham69. Sebbene il genere post'punk un po' lugubre non mi dica gran chè,"The Lords of The New Church" del 1982 e "Is Nothing Sacred" del 1983 sono due grandi album..con un occhio di riguardo al singolo "dance with me" (http://www.youtube.com/watch?v=8Td7Qap9KGA) che apre il II album.

ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 1607
Registrato: Mar 2005

  postato il 02/01/2009 alle 18:27
Segnalo un po' di album che mi stanno girando per le mani nell'ultimo periodo.

Innanzitutto i primi due album dei Replecements. Il primo del 1981 "Sorry Ma, I forgot to take out the trash" ed il II "Stink" sono rock'n'roll a 200 allora che poi perderà la sua potenza quando si metterenno a fare i fichetti. Un assaggio anche se si sentono da cu.lo: http://www.youtube.com/watch?v=JwLJwHRJcn4&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=3SnHs_RS10w&feature=related

Poi, il primo album dei Supersuckers (un po' la versione U.S dei nostri Peeweas), "The Smoke Of Hell": un incrocio tra boogie spericolato, rock'n'roll e punk rock con lo spettro del blues sempre in agguato.Un altro video anche se siamo nell'epoca dell'apoteosi del paninaro-syle: http://www.youtube.com/watch?v=B8qfGY29Wno

Infine, nonostante il nome da calci sui denti , i primi 2 album dei "Lords of The New Church" dell'ex cantante dei Dead Boys (buonanima), del chitarrista dei Damned e bassista degli Sham69. Sebbene il genere post'punk un po' lugubre non mi dica gran chè,"The Lords of The New Church" del 1982 e "Is Nothing Sacred" del 1983 sono due grandi album..con un occhio di riguardo al singolo "dance with me" (http://www.youtube.com/watch?v=8Td7Qap9KGA) che apre il II album.

ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3539
Registrato: Jan 2008

  postato il 03/01/2009 alle 14:56
Sebbene quello che scrivo non interesserà a nessuno, sento cmq l'esigenza di scrivere.

Non avendo nulla a che vedere con la cultura musicale di molti di voi tendo a ascoltare roba molto semplice, ma che mi garba assai. Essendo un grande ascoltatore dei Bon Jovi (un po' meno della loro roba dal 2000 in poi) mi sono innamorato della chitarra di Sambora e della sua voce (non espressiva come quella di Jon, ma a mio parere meravigliosa). Allora mi sono scaricato i due album solista di Sambora.

Il primo, Stranger in this town, lo adoro proprio. È un rock con chiare influenze blues ben fatto. Ci sono dei pezzi tipo "father time" e la title track che sono molto belli. E poi la chitarra... io sono avviamente di parte ma la adoro proprio. Non è un fenomeno della sei corde, parliamo chiaro, ma amo il suo tocco e il suo stile. Niente passaggi fulminei, ma per me è come se la chitarra parlasse quando lui la suona.

Se a qualcuno può interessare, glielo consiglio vivamente

 

____________________
Fabio

I walk these streets, a loaded six string on my back...

"L'unico sport che pratico è seguire, camminando, i funerali dei miei amici che avevano praticato sport" Bertrand Russell

http://platissimamente.blogspot.com/

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Gino Bartali




Posts: 1388
Registrato: Jun 2008

  postato il 03/01/2009 alle 20:27
E' morta oggi, in seguito ad un incidente stradale avvenuto ieri notte Valentina Giovagnini...
A molti questo nome non dirà nulla
S'era classificata seconda tra i giovani ed aveva vinto il premio per il miglior arrangiamento al San Remo del 2002 con questo pezzo...

http://www.youtube.com/watch?v=IZo56BCiaus&eurl=http://www.virginradioitaly.it/forum/posts/list/9780/311.page

Abbiamo perso una bellissima voce.... http://www.youtube.com/watch?v=U8_q9zFeKig&feature=related
Ed un talento... http://www.youtube.com/watch?v=_iw2zo3GzQM&feature=related

Buon viaggio, Valentina...

 

____________________
http://cicloblog.splinder.com/

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 11/01/2009 alle 20:49
se vi piace la musica non perdetevi lo speciale su RAI3
dedicato a Fabrizio De Andre' (ora!)

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote
<<  21    22    23    24    25    26    27  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.9100311