Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > OT > Colonna Sonora & Gusti Musicali
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread    |  Versione stampabile
<<  14    15    16    17    18    19    20  >>
Autore: Oggetto: Colonna Sonora & Gusti Musicali

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 17/01/2008 alle 18:50
Tra l'altro, a voler essere precisi, tra quelli qui elencati risalgono al 1967 anche The Piper, Strange Days, Hendrix, Jefferson e Absolutely Free.

Questo del 1967 è un mio pallino. Forse ne avevo già parlato qui.
A parte che mi chiedo che cacchio di doping esisteva all'epoca: i Velvet Underground sfornano nello stesso anno DUE capolavori di quel genere... Idem i Doors (addirittura forse preferisco Strange Days)... Idem i Jefferson Airplane (Scaruffi dà meno di 8 a Surrealistic Pillow!!! Un pazzo!)...
L'anno in cui praticamente esordiscono tutti i gruppi qui citati (vabbè, i Jefferson avevano pubblicato una cosina nel '66), in cui si fa conoscere Janis Joplin, in cui da questa parte dell'oceano i Beatles sfornano Sgt. Pepper's (Scaruffi li detesta, ecco perché non ci sono. Al Sergente ha dato 7, mi pare)... E troppi altri personaggi e dischi non cito.

Fino a poco tempo fa dicevo che avrei voluto nascere nel 1950, per vivere in pieno quell'epoca musicalmente incredibile. Vi immaginate, accendere la radio e trovarci White Rabbit, o vedere in tv i Doors che fanno Light My Fire all'Ed Sullivan Show... Senza dire di tutto il fermento che c'era intorno (a partire dalla Summer of Love...).
Solo che per vivere appieno il momento avrei dovuto nascere a San Francisco o quantomeno a Londra, perché nel resto del mondo quelle istanze giunsero in ritardo.
Troppo complessa come cosa.

Allora, assecondando il mio animo progressista, ho cambiato prospettive: diciamo che spero di durare abbastanza e di essere così fortunato da vivere un altro 1967. Non dico dal punto di vista sociale, ma almeno da quello musicale. Anche perché oggi, coi mezzi di comunicazione che abbiamo a disposizione, tutto sarebbe istantaneo e contemporaneo in tutto il mondo. Che dite, sarà possibile?

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 17/01/2008 alle 18:56
Originariamente inviato da pedalando

Marco,
non vedo in elenco i Rush, io non sono un intenditore
ma ho letto un sacco di giudizi positivi su di loro
e visto chi metti in classifica non vorrei che ti
fossero sfuggiti.
Se in effetti non li conosci ti consiglio l'album "Hemispheres"
o dei recenti "Counterparts" e' molto bello.


No no, non sono io ad aver trascurato i Rush, ma Scaruffi che non li inserisce nel suo elenco di 389 (di cui io posseggo solo i 25 sopracitati).

Diciamo che il tipo è un po' particolare, ama sovvertire certezze e convenzioni (e anche convinzioni): per esempio non v'è traccia, nel suo best, di gente come i Beatles, o Bowie, o i Radiohead...
Ma resta comunque un punto di riferimento per chi vuol conoscere il rock in maniera più approfondita.
Il suo delirante sito è http://www.scaruffi.com/itmusic.html (anzi, direi che questa è la sezione sulla musica).

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 17/01/2008 alle 18:59
Questo è l'elenco di cui parlo.

http://www.scaruffi.com/ratings/best100.html

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 17/01/2008 alle 19:34
Originariamente inviato da Admin

Questo è l'elenco di cui parlo.

http://www.scaruffi.com/ratings/best100.html

Io sono a 78, salvo sviste... mica male per un jazzofilo!

Ah, ma allora "Trout" non ce l'hai!!!


PS: Se può essere utile saperlo, quando parla di jazz Scaruffi dice un mare di cagate... ma forse vale anche per il rock...

 

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 17/01/2008 alle 19:37
Oh *****!! (Era una bestemmia, ma pia: può iniziare con la C o con la K).
Scaruffi non lo considero, mi ricordo la recensione che aveva fatto dei Soundgarden, da quel giorno ho deciso che come critico vale ben poco:
(...)Chris Cornell, cantante monotono, per quanto enfatico, che tenta di rifare il verso a Robert Plant e Ozzy Osbourne (con risultati per la verita' talvolta da dilettante) e soprattutto Kim Thayil, chitarrista alla Jimmy Page che non lesina fraseggi blues e brucianti staccato...


Insomma, nonostante quello che scrive di sé ("cognitive scientist, author, poet, music historian, film historian, political commentator, software consultant), mi ricorda da vicino Fegiz (che se la tira tanto, ma andò a vedersi un concerto dei Nirvana e ne scrisse la recensione senza accorgersi che AVEVA VISTO LA BAND D'APERTURA). Poi magari Scaruffi e Fegiz sono utenti aficionados di cicloweb, vebbè, pace: vorrà dire che avrò pestato una discreta fatta di cane.

ps: per farsi un giudizio sul Cornell cantante, ascoltarsi Temple of The Dog o anche il (solista) Euphoria Morning. Oppure provare a canticchiare Jesus Christ Pose o Somewhere o qualsiasi altro pezzo dei Soundgarden.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 17/01/2008 alle 21:05
Originariamente inviato da Bitossi
PS: Se può essere utile saperlo, quando parla di jazz Scaruffi dice un mare di cagate... ma forse vale anche per il rock...



sempre se può essere utile saperlo, nonostante abbia fatto una lista raccomandata enorme per la musica classica (circa 300 titoli), nella suddetta lista ci sono diversi buchi clamorosi.
Tanto per dirne un paio, la Sinfonia "Eroica" di Beethoven ed il concerto per clarinetto di Mozart.
E poi i grandi operisti italiani totalmente assenti (Verdi escluso)...

A parte questo, tanto di cappello perchè fare liste del genere deve essere stata una faticaccia biblica.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 17/01/2008 alle 21:18
Originariamente inviato da antonello64

sempre se può essere utile saperlo, nonostante abbia fatto una lista raccomandata enorme per la musica classica (circa 300 titoli), nella suddetta lista ci sono diversi buchi clamorosi.
Tanto per dirne un paio, la Sinfonia "Eroica" di Beethoven ed il concerto per clarinetto di Mozart.
E poi i grandi operisti italiani totalmente assenti (Verdi escluso)...


Se Scaruffi non li inserisce, vuol dire che non li ritiene meritevoli d'esserci!!!

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 17/01/2008 alle 21:19
Originariamente inviato da Bitossi

PS: Se può essere utile saperlo, quando parla di jazz Scaruffi dice un mare di cagate... ma forse vale anche per il rock...


Come osi, sacrilego iconoclasta?
Scaruffi non sbaglia mai!

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 17/01/2008 alle 22:57
oh capito.
Scaruffi e' un critico ed i Rush hanno cambiato 3 volte genere
e tutte e 3 le volte i critici hanno decretato la loro fine
poi smentita dalle vendite e dai fans.

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 17/01/2008 alle 23:01
cacchio!
sul loro sito ho scoperto che il 23 ottobre erano a Milano....

 

[Modificato il 17/01/2008 alle 23:05 by pedalando]

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 17/01/2008 alle 23:13
Originariamente inviato da Admin

Originariamente inviato da antonello64

sempre se può essere utile saperlo, nonostante abbia fatto una lista raccomandata enorme per la musica classica (circa 300 titoli), nella suddetta lista ci sono diversi buchi clamorosi.
Tanto per dirne un paio, la Sinfonia "Eroica" di Beethoven ed il concerto per clarinetto di Mozart.
E poi i grandi operisti italiani totalmente assenti (Verdi escluso)...


Se Scaruffi non li inserisce, vuol dire che non li ritiene meritevoli d'esserci!!!


Giusto! non ci avevo pensato

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 17/01/2008 alle 23:23
comunque se qualcuno vuol divertirsi con qualche lista, può dare un'occhiata qui

http://www.digitaldreamdoor.com/pages/music0.html

questo addirittura l'Eroica la mette al terzo posto, anche se poi non tratta proprio benissimo Bitches Brew

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1624
Registrato: Mar 2007

  postato il 18/01/2008 alle 09:02
Viste anche queste... Classifiche fatte coi bussolotti o il pendolino magico, sono in disaccordo soprattutto sui bassisti jazz: Pedersen oltre il 40° posto, vabbé... Ecco!

 

____________________
..vince, trionfa! Alza le braccia al cielo!!
---
Asso di quadri
---
Che cos'è la CKC-Memorial janjanssen?
2006 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=3901
2007 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=5719
2008 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=6951
2009 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=8330
2010 http://forum.cicloweb.it/viewthread.php?tid=9102
Decalogo http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=7799

---
"caffè, solo caffè..."
---
ex-stiloso (2008)
---
davanti a Bitossi, nelle occasioni che contano! :-D

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 18/01/2008 alle 11:30
Originariamente inviato da uffa
Viste anche queste... Classifiche fatte coi bussolotti o il pendolino magico, sono in disaccordo soprattutto sui bassisti jazz: Pedersen oltre il 40° posto, vabbé... Ecco!

Spero che queste liste vadano intese come "tutti i più rappresentativi che mi vengono in mente", invece che come classifiche di tipo sportivo con un primo, un secondo, un dessert... Le classifiche, appunto, lasciamole allo sport!
Se invece così fosse, risulterebbero ridicole, oltre che soggettive e incomplete (quasi sempre contengono una o più dimenticanze importanti...).
Inoltre, sembrano il frutto di una mentalità catalogatoria di origine vagamente autistica...

 

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 18/01/2008 alle 13:55
Be Toxic, a parte che il tuo nick sembra un invito a drogarsi, ma se continui a parlar male di Scaruffi rischi il ban, eh!!!

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 18/01/2008 alle 15:32
Originariamente inviato da Admin
Be Toxic, a parte che il tuo nick sembra un invito a drogarsi, ma se continui a parlar male di Scaruffi rischi il ban, eh!!!

A parte gli scherzi (ma magari intendi bannarmi veramente... ), che mi dici della leggenda metropolitana, letta non ricordo dove, secondo la quale Scaruffi non sarebbe una persona sola?
In effetti, tenere in vita quel sito tuttologo, in 6 lingue (c'è anche una sezione dedicata alle scienze cognitive, con tanto di pubblicazioni...), è molto più di un lavoro. Lo afferma anche in un articolo comparso sul NY Times: http://www.nytimes.com/2006/10/15/arts/15morr.html?_r=3&oref=slogin&oref=slogin&oref=slogin
Inoltre dovrebbe scrivere libri, lavorare (consulente informatico...), tenere a tempo perso lezioni universitarie... ce l'avrà poi una famiglia?

Comunque, a puro titolo di esempio (di str..ate ne scrive un po' ovunque), ci sarebbe questo trafiletto sul jazz-fusion (anche detto jazz-rock):

"Once jazz music had been contaminated by rock music, it was merely natural that jazz musicians also adopted the instruments of rock music. This juncture marked the first major revolution in instrumentation since the early days of New Orleans jazz. In a few years jazz adopted the electric guitar, the bass guitar (replacing the double bass), the Hammond organ and all its successors (electric piano and electronic keyboards). Jazz-rock also adopted the rock way of using them. For example, the guitar and the keyboards as leading instruments, not part of the rhythm section. the rhythm section was pared down to bass and drums..."

Morale: il jazz avrebbe preso strumenti come l'organo Hammond e la chitarra elettrica dal rock... e la chitarra sarebbe diventata uno strumento solista anche nel jazz, sempre grazie al rock...

Se ne volete altre, chiedete pure, ve le quoto un'altra volta... adesso devo andare a spacciare al Parco Lambro...

 

[Modificato il 18/01/2008 alle 15:36 by Bitossi]

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 18/01/2008 alle 15:40
Originariamente inviato da Admin

Allora, assecondando il mio animo progressista, ho cambiato prospettive: diciamo che spero di durare abbastanza e di essere così fortunato da vivere un altro 1967. Non dico dal punto di vista sociale, ma almeno da quello musicale. Anche perché oggi, coi mezzi di comunicazione che abbiamo a disposizione, tutto sarebbe istantaneo e contemporaneo in tutto il mondo. Che dite, sarà possibile?



Beh, proprio i mezzi di comunicazione dovrebbero essere un probelma: nel ciclismo del passato c'erano tanti eroi perchè i praticanti non erano tanti e correvano all'avventura, oggi ne arrivano in tanti su ed hanno tutti la stessa preparazione, e dunque si rincorrono uno dietro l'altro e non abbiamo la cognizione di un 'campione assoluto'.
E' un po' così anche per la musica, anche se è un discorso qualitativo e non quantitativo: prima gli innovatori erano pochi, perchè per arrivare ad incidere un disco bisognava essere di una certa caratura, dato che il tutto costava non poco. Oggi migliaia di gruppi e gruppettini riescono a farsi sentire ed a incidere, e tra poco anche a vedere i propri dischi in formato mp3 via internet, creando una confusione di suoni che, unita alle nuove tecnologie che ci permettono di scaricare un album dietro l'altro, creano una tale babele di suoni da cui non si riesce a elevare un mito sopra tutti.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 18/01/2008 alle 15:48
Degli scaruffiani ho:

9:
-Velvet Underground & Nico (1967)
8,5:
- Pink Floyd: The Piper At The Gates Of Dawn (1967)

Più qualcosa dei Doors in forma - collezione.

E stimo solo il secondo (sicuramente l'album rock più innovativo che ho mai ascoltato, ha 40 anni e suona + nuovo di molta altra roba): dopo velvet underground & nico mi sono imposto di andarci cauto con gli anni '60, certi album ascoltati oggi non hanno sapore o suonano già sentiti (ovviamente è il contrario), non capisci che ci potevano trovare i giovani di allora nella voce da trans di Nico, fai discussioni e mandi amicizie ai pesci...

Scommetto qualsiasi cifra che scaruffi è nato intorno al 1955.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1624
Registrato: Mar 2007

  postato il 18/01/2008 alle 16:34
Originariamente inviato da Admin

Be Toxic, a parte che il tuo nick sembra un invito a drogarsi, ma se continui a parlar male di Scaruffi rischi il ban, eh!!!



Dai! Hiseman al 23° posto tra i batteristi e Charlie Watts al secondo? MA nemmeno Veronelli al suo meglio potrebbe dire una cose del genere!
Scaruffi è SORDO.
Bannami.
uffa

 

____________________
..vince, trionfa! Alza le braccia al cielo!!
---
Asso di quadri
---
Che cos'è la CKC-Memorial janjanssen?
2006 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=3901
2007 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=5719
2008 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=6951
2009 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=8330
2010 http://forum.cicloweb.it/viewthread.php?tid=9102
Decalogo http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=7799

---
"caffè, solo caffè..."
---
ex-stiloso (2008)
---
davanti a Bitossi, nelle occasioni che contano! :-D

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 18/01/2008 alle 16:57
Originariamente inviato da uffa

Bannami.


Te cianno mai bannato... a quer paese? Sapessi quanta ggente che ce sta!


W Scaruffi!

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 18/01/2008 alle 18:34
Originariamente inviato da Admin

Be Toxic,


c'ho messo mezza giornata per capirla

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 18/01/2008 alle 18:35
Epperò meglio Ondarock, a sto punto. Più completa e più obiettiva, e sopratutto gestita da più d'uno.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 18/01/2008 alle 18:41
e comunque, almeno per il jazz, c'ho anch'io la mia bella lista, fatta mettendo insieme le varie discografie consigliate che ho trovato nei libri e nelle riviste in mio possesso.

Beccatevi i primi 10 (i numeri si riferiscono alle presenze totali nelle varie liste):

23 Coltrane John A LOVE SUPREME
23 Davis Miles KIND OF BLUE
22 Dolphy Eric OUT TO LUNCH!
21 Hancock Herbie MAIDEN VOYAGE
20 Rollins Sonny SAXOPHONE COLOSSUS
18 Garner Erroll CONCERT BY THE SEA
17 Coleman Ornette FREE JAZZ [A COLLECTIVE IMPROVISATION]
17 Davis Miles BIRTH OF THE COOL
17 Ellington Duke THE BLANTON - WEBSTER BAND
16 Coleman Ornette THE SHAPE OF JAZZ TO COME
16 Coltrane John GIANT STEPS
16 Quintet JAZZ AT THE MASSEY HALL

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Utente del mese Aprile 2010




Posts: 2754
Registrato: Mar 2006

  postato il 18/01/2008 alle 19:01
Io lo so che non sono solo
anche quando sono solo
io lo so che non sono solo
io lo so che non sono solo
anche quando sono solo
sotto un cielo di stelle e di satelliti
tra i colpevoli le vittime e i superstiti
un cane abbaia alla luna
un uomo guarda la sua mano
sembra quella di suo padre
quando da bambino
lo prendeva come niente e lo sollevava su
era bello il panorama visto dall�??alto
si gettava sulle cose prima del pensiero
la sua mano era piccina ma afferrava il mondo intero
ora la città è un film straniero senza sottotitoli
le scale da salire sono scivoli, scivoli, scivoli
il ghiaccio sulle cose
la tele dice che le strade son pericolose
ma l�??unico pericolo che sento veramente
è quello di non riuscire più a sentire niente
il profumo dei fiori l�??odore della città
il suono dei motorini il sapore della pizza
le lacrime di una mamma le idee di uno studente
gli incroci possibili in una piazza
di stare con le antenne alzate verso il cielo
io lo so che non sono solo
io lo so che non sono solo
anche quando sono solo
io lo so che non sono solo
e rido e piango e mi fondo con il cielo e con il fango
io lo so che non sono solo
anche quando sono solo
io lo so che non sono solo
e rido e piango e mi fondo con il cielo e con il fango
la città un film straniero senza sottotitoli
una pentola che cuoce pezzi di dialoghi
come stai quanto costa che ore sono
che succede che si dice chi ci crede
e allora ci si vede
ci si sente soli dalla parte del bersaglio
e diventi un appestato quando fai uno sbaglio
un cartello di sei metri dice tutto è intorno a te
ma ti guardi intorno e invece non c�??è niente
un mondo vecchio che sta insieme solo grazie a quelli che
hanno ancora il coraggio di innamorarsi
e una musica che pompa sangue nelle vene
e che fa venire voglia di svegliarsi e di alzarsi
smettere di lamentarsi
che l�??unico pericolo che senti veramente
è quello di non riuscire più a sentire niente
di non riuscire più a sentire niente
il battito di un cuore dentro al petto
la passione che fa crescere un progetto
l�??appetito la sete l�??evoluzione in atto
l�??energia che si scatena in un contatto
io lo so che non sono solo
anche quando sono solo
io lo so che non sono solo
e rido e piango e mi fondo con il cielo e con il fango
io lo so che non sono solo
anche quando sono solo
io lo so che nn sono solo
e rido e piango e mi fondo con il cielo e con il fango
e mi fondo con il cielo e con il fango
e mi fondo con il cielo e con il fango

Fermo restando che non è una canzone orribile, perché Povia s'è impossessato di Jovanotti?

(sì, so della morte del fratello, ma non mi sembra solo questa la causa...)

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 18/01/2008 alle 19:11
Antonello...nelle MIE liste compaiono anche Chet Baker e Bill Evans (quello bravo, il pianista)
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 18/01/2008 alle 19:30
Originariamente inviato da desmoblu

Antonello...nelle MIE liste compaiono anche Chet Baker e Bill Evans (quello bravo, il pianista)


Se dovessi farne una personale, mai e poi mai lascerei fuori dai top 10 Thelonious Monk, Clifford Brown o Charles Mingus.
In quella sopra però io mi sono limitato soltanto a fare le somme.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 18/01/2008 alle 21:49
Originariamente inviato da Subsonico
Scommetto qualsiasi cifra che scaruffi è nato intorno al 1955.

Mi sa che l'hai azzeccata in pieno... lo dice anche l'articolo del NYT (51 anni, l'articolo è del 2006)... classe di ferro...

Mi risulta anche che sia laureato in matematica: la diagnosi di autismo assume contorni di ulteriore credibilità!

 

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/01/2008 alle 09:30
Originariamente inviato da Bitossi

Originariamente inviato da Subsonico
Scommetto qualsiasi cifra che scaruffi è nato intorno al 1955.

Mi sa che l'hai azzeccata in pieno... lo dice anche l'articolo del NYT (51 anni, l'articolo è del 2006)... classe di ferro...

Mi risulta anche che sia laureato in matematica: la diagnosi di autismo assume contorni di ulteriore credibilità!


questione logica: in genere il 'folgoramento' musicale avviene tra adolescenza e conseguimento della maggiore età, ed i miti del 67 sono stati sdoganati negli anni '70. 1955+(14,18)= (1969,1972) Non sarò laureato ma di matematica qualcosa ne capisco

E cmq sono peggio i prof di filosofia...

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 19/01/2008 alle 12:58
Carissimo Sub,

non sono così convinto che il progresso tecnologico, e con esso il proliferare di musicisti che vedono la luce della (auto)pubblicazione, sia necessariamente dannoso per il mio piccolo sogno sessantasettino.

Esempio: non è che l'epoca d'oro del melodramma (per dire: nel 1853 Verdi licenziò la Traviata e il Trovatore... Altro che Velvet Underground!!!) ha esaurito la possibilità della musica di svilupparsi in direzioni che nell'800 erano totalmente impensabili.

Si può pensare che la musica abbia esaurito la sua vena innovativa? Non credo. Penso anzi che ci troveremo a vivere delle esperienze che ora non immaginiamo.

Il modernizzarsi dei mezzi a disposizione, sia dal punto di vista tecnico, sia soprattutto della connessione tra gente che ascolta e fa musica (e quindi si influenza a vicenda), secondo me abbatterà anche i tempi tra una rivoluzione e l'altra: e se il '900 è stato il secolo del jazz e del rock, cosa ci porteranno questi anni 2000?
L'elettronica non è stata una vera rivoluzione, forse perché è intervenuta quando era ancora in atto l'onda lunga dell'esplosione del rock. Ma io sono fiducioso che cascate di nuova bellissima musica ci possano travolgere da qui a qualche anno.

Parafrasando Mestatore, mi siedo e mi dispongo ad attendere l'anno perfetto

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/01/2008 alle 14:27
Forse non mi sono spiegato bene, anzi, non mi hai capito

Non ritengo affatto impossibile un'evoluzione della musica, anzi, io credo sia ormai alle porte, probabilmente ci sta passando sotto il naso e non ce ne stiamo nemmeno accorgendo, nè noi, nè gli Scaruffi e gli altri critichini di turno. Però non credo ci sarà quell'esplosione così rilegata in pochi anni, per i motivi che ho esposto. la tendenza generale poi è ad una musica sempre più globalizzata, e la sensazione, dal brit-pop in poi, passando per la new-rave, stoner ecc...è di avere delle micro-esplosioni per ogni genere.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 19/01/2008 alle 15:25
Originariamente inviato da Admin

Carissimo Sub,

non sono così convinto che il progresso tecnologico, e con esso il proliferare di musicisti che vedono la luce della (auto)pubblicazione, sia necessariamente dannoso per il mio piccolo sogno sessantasettino.

Esempio: non è che l'epoca d'oro del melodramma (per dire: nel 1853 Verdi licenziò la Traviata e il Trovatore... Altro che Velvet Underground!!!) ha esaurito la possibilità della musica di svilupparsi in direzioni che nell'800 erano totalmente impensabili.

Si può pensare che la musica abbia esaurito la sua vena innovativa? Non credo. Penso anzi che ci troveremo a vivere delle esperienze che ora non immaginiamo.

Il modernizzarsi dei mezzi a disposizione, sia dal punto di vista tecnico, sia soprattutto della connessione tra gente che ascolta e fa musica (e quindi si influenza a vicenda), secondo me abbatterà anche i tempi tra una rivoluzione e l'altra: e se il '900 è stato il secolo del jazz e del rock, cosa ci porteranno questi anni 2000?
L'elettronica non è stata una vera rivoluzione, forse perché è intervenuta quando era ancora in atto l'onda lunga dell'esplosione del rock. Ma io sono fiducioso che cascate di nuova bellissima musica ci possano travolgere da qui a qualche anno.

Parafrasando Mestatore, mi siedo e mi dispongo ad attendere l'anno perfetto


una cosa è certa: più si va avanti e più sarà difficile innovare.
Sarà sempre più arduo trovare degli spazi che non siano già stati occupati da altri, e proporre progetti che non richiamino fatalmente cose già sentite.
Anzi, il progresso tecnologico, accelerando la diffusione della musica ha per forza di cose accelerato anche la velocità di innovazione, e questa accelerazione porta con sè un inevitabile avvicinamento ai limiti estremi della creatività musicale.
Non credo di sbagliare se dico che si sono viste più novità dal dopoguerra ad oggi che nei 2-300 anni precedenti.
Questo perchè fino al secolo scorso per ascoltare musica bisognava per forza andare ai concerti, o magari essere in grado di leggere lo spartito.
Un opera di Verdi probabilmente ci metteva diversi anni prima di esser conosciuta in Inghilterra o in Russia, mentre oggi invece tutto viene ascoltato in tempo reale.
E' altresi vero che la maggior possibilità di fruizione della musica ha fatto aumentare a dismisura sia gli appassionati che gli addetti del settore, con tutto ciò che ne può derivare in termini di nuove idee.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 22/01/2008 alle 15:37
http://www.youtube.com/watch?v=ukythkK4EPQ

Marco l'avrà visto, ma lo consiglio anche agli altri: è un esibizione casalinga dei Radiohead del 1 gennaio di tutto In Rainbows. Utile anche per qualche compendio tecnico.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 22/01/2008 alle 16:29
Originariamente inviato da antonello64

una cosa è certa: più si va avanti e più sarà difficile innovare.
Sarà sempre più arduo trovare degli spazi che non siano già stati occupati da altri, e proporre progetti che non richiamino fatalmente cose già sentite.


Non sono d'accordo. Tu stesso dici che ci sono state più innovazioni negli ultimi 60 anni che nei 200 precedenti.

L'evoluzione prosegue a ritmi sempre più sostenuti, è così in tutti gli ambiti dell'umanità, perché non dovrebbe esserlo nella musica?

Quando parlo di spazi evolutivi che oggi non immaginiamo, mi riferisco all'elemento musica a 360 gradi.
Per esempio: e se venisse inventato uno strumento che producesse un suono immensamente piacevole, molto più di quelli finora conosciuti?
Ancora: e se venisse sperimentato un modello di fruizione della musica in grado di comportare una partecipazione molto maggiore che non quella ottenuta dal semplice ascolto auditivo? Nei '60s ci provarono con le droghe, e i risultati furono incredibili: il coinvolgimento psichico con la musica (e l'arte in generale) secondo me ha ancora molta strada davanti a sé.

Tutto questo senza considerare gli elementi propri dello scrivere musica: le combinazioni sono infinite, come puoi pensare che non ci sia più da innovare? A me mi intristirebbe assai una simile prospettiva.

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 22/01/2008 alle 21:00
Originariamente inviato da Admin
Non sono d'accordo. Tu stesso dici che ci sono state più innovazioni negli ultimi 60 anni che nei 200 precedenti.


il boom dei nuovi mezzi di diffusione della musica (radio, televisione, dischi) e la conoscenza globale delle tradizioni musicali nel mondo ha aiutato in maniera decisiva questa innovazione: l'evoluzione non è certo dovuto ad una maggior proliferazione di geni, ma semplicemente ad una maggior diffusione del sapere e del conoscere, che ha permesso di portare su scala mondiale dei valori artistici che in precedenza erano fatalmente condannati a restare su scala regionale.
E se andiamo a ben guardare il massimo dell'innovazione si è avuto negli anni 40-50-60, poi il ritmo di innovazione ha rallentato di brutto, e più si va avanti più rallenta.
Sarà perchè i generi musicali più diffusi non li seguo poi molto, ma negli ultimi 10 anni faccio fatica a trovare qualcosa di veramente nuovo nella musica.

L'evoluzione prosegue a ritmi sempre più sostenuti, è così in tutti gli ambiti dell'umanità, perché non dovrebbe esserlo nella musica?


forse perchè i terreni in cui l'evoluzione galoppa erano molto più vergini rispetto a quelli musicali o artistici in generale.

Quando parlo di spazi evolutivi che oggi non immaginiamo, mi riferisco all'elemento musica a 360 gradi.
Per esempio: e se venisse inventato uno strumento che producesse un suono immensamente piacevole, molto più di quelli finora conosciuti?
Ancora: e se venisse sperimentato un modello di fruizione della musica in grado di comportare una partecipazione molto maggiore che non quella ottenuta dal semplice ascolto auditivo? Nei '60s ci provarono con le droghe, e i risultati furono incredibili: il coinvolgimento psichico con la musica (e l'arte in generale) secondo me ha ancora molta strada davanti a sé.


qui però esuliamo dall'innovazione musicale in senso stretto


Tutto questo senza considerare gli elementi propri dello scrivere musica: le combinazioni sono infinite, come puoi pensare che non ci sia più da innovare? A me mi intristirebbe assai una simile prospettiva.


mah, se scartiamo quello che è già stato scritto e quello che non si può scrivere perchè di pessima qualità, non penso che rimangano un numero infinito di combinazioni.
Magari può evolvere qualche genere musicale che ancora non è stato sfruttato più di tanto, o magari ne verrà fuori uno totalmente nuovo al quale oggi non si pensa minimamente, però a mio parere le novità saranno sempre meno.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1624
Registrato: Mar 2007

  postato il 23/01/2008 alle 00:40
La musica che ascolto io ha di solito circa 50 anni di stagionatura, almeno 30 quella proprio più recente. Produzioni successive sono episodi isolati. A che cosa sia dovuto non so, forse l'imprinting dei tardi anni '70, con mio fratello (del '61) che ascoltava ELP, Yes, Led Zeppelin, Deep Purple, Black Sabbath, Jethro Tull, Santana eccetera eccetera. Dall'80 circa per cinque anni, fino all'84 per essere precisi, non so che cosa abbia ascoltato, poi ho rispolverato vecchi nastri con appunto Black Sabbath e Deep Purple ed ho abbracciato la santa causa, forse anche per reazione agli anni dei mai abbastanza bistrattati "paninari". E quindi la teoria 'Subsonica' regge, avevo 14/15 anni all'epoca della prima rivelazione. Poi però ho avuto una seconda folgorazione sulla via di Damasco ai 18/19 anni, ascoltando del jazz dal vivo (Bovisa New Orleans Jazz Band, grandi!!). Lì sono diventato talebanissimo ed intollerante verso musica che fosse meno sapida di quella di Monk, Coltrane, Evans... Concludo lo sproloquio: ritengo che nel futuro ci saranno meno 'rivoluzioni' di quelle che ci sono state nello scorso secolo (il '900), ma sicuramente qualche genio, in grado di cambiare il corso della musica, ci sarà senz'altro. Perlomeno questo è quello che ho capito dalla storia di quest'arte che io considero somma tra tutte.

 

____________________
..vince, trionfa! Alza le braccia al cielo!!
---
Asso di quadri
---
Che cos'è la CKC-Memorial janjanssen?
2006 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=3901
2007 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=5719
2008 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=6951
2009 http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=8330
2010 http://forum.cicloweb.it/viewthread.php?tid=9102
Decalogo http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=7799

---
"caffè, solo caffè..."
---
ex-stiloso (2008)
---
davanti a Bitossi, nelle occasioni che contano! :-D

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 23/01/2008 alle 10:50
Originariamente inviato da Admin

Originariamente inviato da antonello64

una cosa è certa: più si va avanti e più sarà difficile innovare.
Sarà sempre più arduo trovare degli spazi che non siano già stati occupati da altri, e proporre progetti che non richiamino fatalmente cose già sentite.


Non sono d'accordo. Tu stesso dici che ci sono state più innovazioni negli ultimi 60 anni che nei 200 precedenti.

L'evoluzione prosegue a ritmi sempre più sostenuti, è così in tutti gli ambiti dell'umanità, perché non dovrebbe esserlo nella musica?

Quando parlo di spazi evolutivi che oggi non immaginiamo, mi riferisco all'elemento musica a 360 gradi.
Per esempio: e se venisse inventato uno strumento che producesse un suono immensamente piacevole, molto più di quelli finora conosciuti?
Ancora: e se venisse sperimentato un modello di fruizione della musica in grado di comportare una partecipazione molto maggiore che non quella ottenuta dal semplice ascolto auditivo? Nei '60s ci provarono con le droghe, e i risultati furono incredibili: il coinvolgimento psichico con la musica (e l'arte in generale) secondo me ha ancora molta strada davanti a sé.

Tutto questo senza considerare gli elementi propri dello scrivere musica: le combinazioni sono infinite, come puoi pensare che non ci sia più da innovare? A me mi intristirebbe assai una simile prospettiva.


Sulla questione strumentale ti posso dar ragione, anche se occorre che questo strumento, come è stato per chitarra e sassofono, necessiti di un modo di suonare "a parte" da inserire in un nuovo genere.
Però attenzione: credo che oltre uno strumento che già dal nome "sintetizzatore" fa venire i brividi, sia difficile andare..
Su qesto punto di vista, però, la musica è avvantaggiata rispetto alle altre arti, ormai in crisi nera.
La letteratura ha esaurito l'originalità tecnica e si sostiene su narrativa e saggistica (la poesia, ormai, è morta: i poeti scrivono canzoni); l'arte, idem: se da una parte c'era Ungaretti, dall'altra c'erano futuristi e astrattisti. Come si può andare oltre l'astrazione nell'arte?
Sopravvivono gli spettacoli grazie al "fresco" si fa per dire, filone cinematografico.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 23/01/2008 alle 12:46
Originariamente inviato da antonello64
una cosa è certa: più si va avanti e più sarà difficile innovare.

Ma nel frattempo l'Era dell'Acquario è iniziata o no?

Il fatto è che ultimamente sono un po' distratto... la famiglia, il lavoro, gli allenamenti (che comprendono anche gli sforzi per preparare Uffa a piazzarsi tra i primi 10 alla Coppa Kobram 2008)...
Quindi può darsi che qualche vagito ci sia stato, e che me lo sia perso!

Comunque, un mio amico teorico musicale sostiene che in musica sia stato sperimentato molto meno rispetto ad altre arti; cioè che in alcune arti (quelle figurative ad esempio) siano stati "rotti" molti più schemi consolidati, e che quindi in musica ci sarebbe spazio per moooooolte innovazioni.
Il mio controragionamento è sempre stato... che forse l'occhio è più "paziente" dell'orecchio, e che la sperimentazione in musica possa andare a cozzare contro il muro dell'infruibilità (se non l'ha già fatto)...
Però lui risponde che è solo una questione di "educazione all'ascolto"... ecc. ecc. Allora io gli rispondo che... ecc. ecc.

Capirete che così poi si va a parare in questioni di teoria musicale, che hanno a che vedere con lo studio "colto", con la musica contemporanea, al massimo con l'avanguardia e il jazz, ma forse solo di striscio con la vivacità o meno della musica pop(olare), che mi sembra il tema di questa discussione.
E qui divento un po' più pessimista... si tratterebbe di inventare qualcosa di nuovo con un po' poche variabili a disposizione... insomma, da x, y e z (sono generoso... ) si tirano fuori al massimo 27 combinazioni... già tutte strausate... , fra l'altro in epoche più "vivaci" sotto diversi aspetti, rispetto alla presente.
Non è detto però che, di fronte a grandi novità sul piano storico/sociale, economico o tecnologico, anche il pop/rock non possa essere stimolato ad esempio ad allargare il numero delle sue variabili, o a "rileggersi" con nuove modalità tecnologiche.
C'è da dire che i tentativi già in atto finiscono per il momento per sconfinare in altri generi: ad esempio i gruppi di rock d'avanguardia sembrano essere risucchiati nell'orbita jazz o "parajazz", a livello di strumentazione, suoni, trattamento dei brani... come se nel pop/rock ci fossero delle "Colonne di Ercole" che implicitamente lo limitano e lo definiscono (o meglio lo lasciano nell'area indefinita del "non storicizzabile").
Ecco perchè, almeno per quel che mi riguarda, le uniche cose che negli ultimi 25 anni mi hanno fatto chiedere "cos'è 'sta roba?" (in senso positivo ma senza necessariamente piacermi), nell'area "rock & affini" sono state quelle manipolazioni elettroniche alla Aphex Twin, FSOL o Fennesz, che aggiungevano una variabile sfruttando un passo avanti dal punto di vista tecnologico...

PS: mi sono informato, l'Era dell'Acquario inizierà il 25 marzo del 2012... speriamo non piova!

Originariamente inviato da Subsonico
http://www.youtube.com/watch?v=ukythkK4EPQ

Marco l'avrà visto, ma lo consiglio anche agli altri: è un esibizione casalinga dei Radiohead del 1 gennaio di tutto In Rainbows. Utile anche per qualche compendio tecnico.

Azz... ma allora sono capaci di suonare veramente...

PS: gli effetti in "House of cards" sono ottenuti con una chitarra... non l'avrei mai detto!
PS2: ma quanti c.... di chitarristi ci sono nei Radiohead?

 

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 25/01/2008 alle 21:04
E' un paio di sere che distrattamente vedo, o meglio sento (sono in altre faccende affaccendato) che nella sua striscia serale Fiorello fa un'imitazione di Enrico Rava...
Che fa, lo piglia "p'u culu" come per sottolineare che è un po' snob, o la cosa "trasmette simpatia"?

Chiedo con una certa curiosità, perché veramente non seguo molto la televisione, anche se capita che in casa mia sia accesa...

 

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 25/01/2008 alle 21:47
ne ho vista una e mi è sembrata simpatica: se non altro si parla di jazz in prima serata.
Quando mai mi ricapiterà di sentire il nome di Flavio Boltro in tv a quell'ora?

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 26/01/2008 alle 02:28
Originariamente inviato da Bitossi

PS: mi sono informato, l'Era dell'Acquario inizierà il 25 marzo del 2012... speriamo non piova!


hahahhahahahahahhahahahahhahahahahhaha!

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Moreno Argentin




Posts: 361
Registrato: Jun 2005

  postato il 26/01/2008 alle 11:26
leggo solo ora gli ultimi post di questo thread.

- seguo il sito di scaruffi praticamente da quando ho internet (~2000). La mia opinione è che si può essere o meno d'accordo con lui. Ma si può star certi che quando dà un voto alto difficilmente l'opera non è epocale. Inoltre pure senza leggere le recensioni, si possono trovare liste su liste di dischi interessanti di qualsiasi genere. Molto interessanti le classifiche dedicate: se uno vuole farsi un'idea di qualche genere può farlo. In ultimo se non siete d'accordo con lui, scrivetegli. A me ha risposto sempre (anche quando avevo meno di 20 anni, non importava. Leggeva e rispondeva colpo su colpo). E se si trovava d'accordo (a me è successo una volta), lo diceva, inseriva la correzione nelle sue schede e citava nella newsletter mensile l'autore della correzione. Quindi:pazienza per alcuni giudizi poco ortodossi. Probabilmente è l'unico in rete che mette a disposizione così tanta informazione in un colpo solo (beh a parte wikipedia...)

- vedo che tra gli ultimi acquisti di admin c'è 'confusion is sex'. Beh: qui si entra nel mio campo. I Sonic Youth sono il mio gruppo preferito e l'unico gruppo di cui sono fan. Se è il primo disco loro a cui ti avvicini probabilmente ti farai una idea un po' particolare del quartetto...

 

____________________
"...and what exactly is a dream
and what eactly is a joke"
"...tired of lying in the sunshine..."

saluti a tutti
Vittorio

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 26/01/2008 alle 15:35
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Originariamente inviato da Bitossi

PS: mi sono informato, l'Era dell'Acquario inizierà il 25 marzo del 2012... speriamo non piova!


hahahhahahahahahhahahahahhahahahahhaha!


Eh, sì... quel giorno ho programmato un allenamento (cadrà di domenica)...

 

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1743
Registrato: May 2006

  postato il 29/01/2008 alle 13:10
Originariamente inviato da dedalus
- seguo il sito di scaruffi praticamente da quando ho internet...
... Quindi:pazienza per alcuni giudizi poco ortodossi...

A (parziale ) riabilitazione di Scaruffi, almeno si può dire che ha una "coscienza di genere"
Tende cioè a tenere giustamente separati il mondo pop/rock, quello del jazz/avanguardia e quello della classica/contemporanea.

E quindi, anche se continuo a pensare che le sue liste siano comunque un po' grottesche e piene di dimenticanze, mi sembra che almeno non raggiungano gli abissi di ridicolo dei "500 dischi di Rolling Stone", di cui posseggo il volume illustrato.
Qui siamo proprio al "conosco 3 dischi di jazz, e siccome mi sembrano belli, li metto insieme agli altri dischi che mi piacciono"...
Il risultato di tale procedimento crea le seguenti "perle":

1) Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band, (The Beatles)
...
12) Kind of Blue (Miles Davis)
...
47) A Love Supreme (John Coltrane)
...
94) Bitches Brew (Miles Davis) (Antonello, dì qualcosa!!!)
...
102) Giant Steps (John Coltrane)
...
246) The Shape of Jazz to Come (Ornette Coleman)
...
356) Sketches of Spain (Miles Davis) ...anche qui vorrei sentire il parere di Antonello
...
454) Getz/Gilberto (Stan Getz and João Gilberto featuring Antonio Carlos Jobim)


Ecco che cosa succede quando si mischiano le pere ai manici di ombrello...
E comunque, tenderei a non fidarmi di una classifica che non mette tra i 500 titoli più significativi del rock un disco dei King Crimson o dei Genesis, o di Robert Wyatt... mentre ce n'è persino uno degli Abba!!!

Morale: le "classifiche" come si diceva lasciamole allo sport, e prendiamo queste liste con grande beneficio di inventario, al massimo come riferimento dei gusti del compilatore...

 

____________________
"...Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta, penso che per la razza umana ci sia ancora speranza..." (H.G. Wells)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 29/01/2008 alle 13:32
Giustissimo...ma Scaruffi riabilitato (Anche solo parzialmente)....vabbè, vabbbè.
Vado a stilare una classifica sulle migliori marmellate che abbia mangiato negli ultimi 23 mesi.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 29/01/2008 alle 17:20
Originariamente inviato da Bitossi

94) Bitches Brew (Miles Davis) (Antonello, dì qualcosa!!!)
.....
Morale: le "classifiche" come si diceva lasciamole allo sport, e prendiamo queste liste con grande beneficio di inventario, al massimo come riferimento dei gusti del compilatore...


e che vuoi che ti dica!
Quel libro ce l'ho anch'io: in effetti una classifica del genere non ha una spiegazione logica.
Assodato che il jazz non è pane per i loro denti, a questo punto non si capisce perchè li abbiano inseriti: forse gli sembrava più chic una lista con una mezza dozzina di titoli jazz.

Riguardo a queste classifiche, trovo che possono essere abbastanza utili come guide all'acquisto, sempre se chi le compila ha una certa autorità in materia.
Altrimenti sono soltanto un'esternazione del gusto personale, e a quel punto la mia classifica vale quanto quella di chiunque altro.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote
<<  14    15    16    17    18    19    20  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.8597782