Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Ciclismo e disabilità
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
Autore: Oggetto: Ciclismo e disabilità

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 07/03/2009 alle 10:39
Ieri sera ho conosciuto Emanuele Bersini.
Emanuele Bersini è un campione che vanta un titolo mondiale nell'inseguimento individuale su pista e 15 titoli nazionali. Ha partecipato alle olimpiadi di Atene, sempre nell'inseguimento individuale, ed è giusto sesto.
Emanuele Bersini è un campione ipovedente e gareggia in tandem.
La sua guida si chiama Daniele Riccardo ed è un ragazzo del 1982 di Varese.
La coppia è nata a luglio (prima Bersini gareggiava con Fabrizio Di Somma un atleta laziale) e punta come principale obiettivo la partecipazione alle Olimpiadi di Londra 2012.
Il loro calendario di gare sarà composto soprattutto da granfondo in Italia e poi da Aprile si sposteranno in Francia, Spagna, ma soprattutto il Giro del Belgio.
Le date più importanti da ricordare sono il 14 Giugno i Campionati Italiani a Varese e poi ai primi di Settembre i campionati del Mondo a Siviglia.

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 16/03/2009 alle 14:15
Borgato del Team Essercina rientra in azzurro

Ricomincia oggi, lunedì 16 marzo, l’esperienza tinta d’azzurro per l’atleta paralimpico padovano Alessio Borgato, convocato per il ritiro
della nazionale di ciclismo che da oggi per una settimana si riunirà a Cesenatico per uno stage di allenamento.
Alessio Borgato (atleta categoria LC1) è tesserato per il Team piacentino P.V. Essercina – Argo Asd – Asi, del presidente Cristiano Valoppi e del team manager Pierangelo Vignati, una nuova realtà del panorama ciclistico paralimpico che proprio due giorni fa ha festeggiato l’impresa di un altro atleta: Vittorio Podestà, che ha conquistato la leadership nella classifica generale di Handbike di Coppa Europa.
Il nome di Borgato ritorna così nell’elenco dei convocati della nazionale dopo una lunga assenza, anche se negli ultimi anni ha sempre dimostrato il proprio valore e nonostante il dominio nella stagione 2008 con la vittoria nel Campionato del Mondo granfondo e della Coppa Europa con 4 sigilli.

(ufficio stampa)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 23/03/2009 alle 21:08
Endurancenter: con Essercina in vetta alla Maratona di Roma
Successo di Vittorio Podestà nell'Handbike, 4° Roberto Piccinini. Lunedì 30 la squadra sarà presentata a Roma presso il Salone delle Fontane dell'Eur

Grande soddisfazione in casa Endurancenter per il successo di Vittorio Podestà nella Maratona di Roma. 14mila iscritti e due risultati degni di nota, perché oltre al successo di Podestà (col tempo di 1h 20'), il team PV Essercina-Argo Asd ha piazzato nella categoria Handbike anche Roberto Piccinini al 4° posto assoluto. Endurancenter, che segue la preparazione del primo team professionistico interamente dedicato al ramo paralimpico del ciclismo, ottiene così un altro effettivo riscontro della bontà del suo lavoro.

Il team PV Essercina-Argo Asd di Pierangelo Vignati sarà presentato ufficialmente lunedì 30 marzo presso il Salone delle Fontane dell'Eur in Roma, all'interno della grande manifestazione sportiva SportLab, organizzata da ASI (Alleanza Sportiva Italiana). L'inizio della conferenza stampa, che sarà presentata del Direttore di RCS Sport e del Giro d'Italia Angelo Zomegnan, è previsto per le ore 12:00.

Il team PV Essercina-Argo Asd effettuerà durante SportLab attività di ambient marketing all'interno della Business Area dedicata ai partner e agli sponsor, con uno spazio espositivo personalizzato veicolando materiale informativo e/o promozionale dei suoi partner.

(ufficio stampa)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 03/04/2009 alle 05:06




PV Essercina, si fa la storia - Primo team pro' nel paralimpico

http://www.cicloweb.it/

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 03/04/2009 alle 15:22
http://www.cicloweb.it/art1351.html#video

Intervista a Pierangelo Vignati, team manager/capitano del Team P.V. Essercina

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 08/06/2009 alle 17:35
Assegnazione organizzazione Campionati del Mondo Para-ciclismo “09” ad altra Società

In data odierna l'Associazione Ciclistica Arona è stata informata tramite e-mail che il Comitato Regionale Piemontese, nella figura del Presidente pro-tempore Rocco Marchigiano, ha assunto la decisione di assegnare l’organizzazione dei Campionati del Mondo Para-ciclismo 2009 ad altra Società, contrariamente a quanto stabilito nella riunione tenutasi nella sede del Comitato Regionale il giorno 15 maggio 2009.

Rammaricati per le determinazioni di cui sopra, l'AC Arona si dichiara comunque a disposizione della Federazione Ciclistica Italiana e del Suo Presidente Dott. Renato di Rocco in merito alle decisioni che verranno assunte.

(ufficio stampa AC Arona)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 09/06/2009 alle 12:20
PARALIMPICI: Grandi risultati degli azzurri nella Europa Cup P1 a Gippingen

Gli azzurri paralimpici protagonisti nell’Europa Cup P1, corsa ciclistica su strada con prove in linea e a cronometro, che si è svolta sabato 6 e domenica 7 giugno lungo il circuito di Gippingen (Svizzera), con ben diciassette nazioni al via. Nelle categorie LC1 si sono distinti gli azzurri Angelo Maffezzoni, per la prima volta in nazionale, e Alessio Borgato. Sul percorso di 58 Km, al termine di una fuga a cinque, Maffezzoni si classifica primo davanti a Borgato. Nelle categorie LC3 e LC4, corsa in linea, s'impone l’azzurro Paolo Viganò, che va in fuga a tre chilometri dall’arrivo e vince per distacco. Quinto il compagno di squadra, Fabrizio Macchi (nella foto). Viganò conquista un altro successo dominando anche la corsa contro il tempo nella categoria LC4. Da mettere in evidenza la prova in linea Roberto Bargna, terzo nella categoria LC2.
Il nuovo tandem composto da Barbara Lancioni e Cinzia Coluzzi, effettua una corsa perfetta e mette a segno la vittoria sia nella prova in linea che in quella a cronometro. Da sottolineare anche la prova in tandem della coppia azzurra Daniele Riccardo e Emanuele Bersani che conquistano un buon ottavo posto.
Ottime le prestazioni degli azzurri nelle prove a cronometro. E’ Fabrizio Macchi il più veloce nella categoria LC3, molto soddisfatto di questa prestazione, anche perché la trasferta in terra elvetica era stata preceduta da una caduta in allenamento che poteva compromettere la sua gara. Si aggiudica un prestigioso terzo posto l’azzurro Alessio Borgato e soli 23 secondi dal campione olimpico di specialità, il tedesco Sacher.
Stesso gradino del podio per l’altro azzurro Alessandro Colombo (categoria LC2) che raggiunge un grande risultato al suo debutto in nazionale.

(federciclismo)

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Parigi-Nizza




Posts: 46
Registrato: Apr 2006

  postato il 09/06/2009 alle 23:54
Endurancenter vince in maglia azzurra
Vittoria di Angelo Maffezzoni a Gippingen nel ciclismo paralimpico

Ottimo bottino per Essercina Argo Cycling nella quarta prova della International Paracycling Cup che si è svolta nel weekend in Svizzera a Gippingen. Una due giorni di gare del team diretto dal piacentino Pierangelo Vignati e dal parmense Daniele Zammicheli, in cui spicca la fantastica doppietta nella prova in linea realizzata nella categoria LC1, con la vittoria di Angelo Maffezzoni in solitaria, davanti al compagno di squadra Alessio Borgato. Gioia raddoppiata, in quanto entrambi vestivano anche la maglia della Nazionale italiana. Il modo migliore per festeggiare la prima chiamata in azzurro.
Infatti, grazie ai brillanti risultati degli atleti di Essercina Argo Cycling in questa prima parte della stagione, il ct italiano Valentano ha deciso di chiamare, oltre ad Alessio Borgato, anche Maffezzoni e Colombo.
Sempre nella gara di sabato sono saliti sul podio per la categoria LC2 Roberto Bargna, che conclude terzo in una volata ristretta, mentre Alessandro Colombo è stata ripreso a 500 metri dall'arrivo, quando già stava assaporando il gusto di una vittoria. Per lui ottavo posto, che è comunque riuscito a riscattare domenica nella prova a cronometro, con un brillante secondo posto. Nella prova contro il tempo, terza piazza per Borgato.
La prossima sfida per il team piacentino è in programma domenica prossima, 14 giugno, a Olgiate Olona (provincia di Varese) con i Campionati Italiani di paraciclismo.

 

____________________
Daniele Zammicheli
www.berchisport.com
www.endurancenter.com


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Parigi-Nizza




Posts: 46
Registrato: Apr 2006

  postato il 15/06/2009 alle 11:54
Colombo e Maffezzoni si laureano campioni italiani
Dopo l’azzurro, arriva il tricolore per i due ciclisti di Essercina Argo Cycling

Olgiate Olona (Va), 14 giugno 09 - A poche settimane dalla chiamata in nazionale, i due atleti del team piacentino Essercina Argo Cycling, Angelo Maffezzoni e Alessandro Colombo, svestono i colori azzurri per indossare il tricolore dei campionati italiani di paraciclismo che si sono disputati oggi a Olgiate Olona (Varese).
Una fantastica doppietta, con Maffezzoni, che nella categoria LC1 taglia il traguardo per primo dopo 104 km di gara nel varesotto, con partenza e arrivo a Olgiate Olona, in una volata a tre, che comprendeva anche il campione olimpico in carica Fabio Triboli (giunto terzo).
Riesce a laurearsi campione d’Italia anche per Alessandro Colombo, categoria LC2, che vince in volata regolando il gruppo, arrivando di fronte al suo compagno di squadra, Roberto Bargna.
«Oggi doppia festa per noi – commenta un raggiante Pierangelo Vignati, team manager di Essercina Argo Cycling – abbiamo dominato la gara, molto selettiva, con due salite impegnative, controllandola e portando a casa due titoli nazionali, oltre ad un secondo posto. Un risultato che conferma la bontà del nostro progetto, a ripagare tutti i nostri sforzi. Per un anno andremo in giro per le strade italiane, orgogliosi di indossare e difendere la maglia tricolore, che a tutti i livelli, dalle giovanili ai professionisti, dalle femminili agli atleti disabili, deve e vuole restare dello stesso valore e motivo di vanto».
Ufficio Stampa Essercina

 

____________________
Daniele Zammicheli
www.berchisport.com
www.endurancenter.com


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 15/06/2009 alle 18:15
Ecco tutti i campioni italiani ciclismo disabili e handbike

Si sono disputati domenica 14 giugno ad Olgiate Olona i Campionati Italiani Assoluti di Ciclismo Paralimpico su Strada e i Campionati Italiani Assoluti di Handbike a Cronometro.
Organizzate alla perfezione dalla A.S.D. Pro Patria Busto Arsizio, le gare hanno visto impegnati i ciclisti ed i tandem nella mattinata su un circuito di 7,5 km da percorrere più volte a seconda della categoria. Nel pomeriggio è stata la volta degli Handbikers, in una prova contro il tempo sulla distanza di circa 10 km.

Nonostante un caldo decisamente al di sopra delle medie stagionali gli atleti hanno fornito ottime performance e tempi di livello più che discreto.
Le maglie tricolori sono andate nell’ordine, per il ciclismo, a Angelo MAFFEZZONI (LC1), Alessandro COLOMBO (LC2), Fabrizio MACCHI (LC3, al ventesimo titolo tricolore della carriera), Paolo VIGANO’ (LC4) Pietro MINNECI SBERNA (CP4), Giorgio FARRONI (CP3), Emanuele BERSINI e Daniele RICCARDO (Tandem Assoluto), Lorenzo GENOVESE e Marco SEVERA (Tandem Master), Cinzia COLUZZI e Barbara LANCIONI (Tandem Femminile).

Nella gara a cronometro di Handbike, successi di Riccardo GIANI (Div. A), Vittorio PODESTA’ (Div. B) e Giovanni ACHENZA (Div. C) in campo maschile e di Graziella CALIMERO (A), Claudia SCHULER (B) e Raffaela CONGIU (C) in quello femminile.
Da rilevare infine l’ottimo secondo posto (sfiorato l’oro per soli 8 secondi) di Alex Zanardi al suo debutto in un Campionato Italiano Assoluto di Handbike.

(tuttobiciweb.it)

Ne approfitto per fare i complimenti ai miei amici Emanuele Bersini e Daniele Riccardo per il titolo italiano tandem assoluto. Hanno anche forato a 30km dal traguardo. Sono proprio contenta

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 30/06/2009 alle 16:59
Endurancenter festeggia 3 titoli italiani tra i disabili
Maffezzoni (LC1) nella prova in linea, Colombo (LC2) in linea e a cronometro

La Settimana Tricolore si è conclusa ieri con la prova in linea dei professionisti, ma nei giorni scorsi anche il ciclismo dei disabili ha visto assegnare le maglie di Campione Italiano delle varie specialità e nelle varie categorie.
Endurancenter ha potuto festeggiare con il team Essercina Argo Cycling di Pierangelo Vignati ben 3 titoli nazionali sul suolo italiano, due nelle prove in linea ed uno nella prova a cronometro.

Il mattatore è stato sicuramente Alessandro Colombo, campione d'Italia in linea ed a cronometro nella categoria LC2. La vittoria in linea è arrivata il 14 giugno scorso ad Olgiate Olona (Varese), battendo in volata il compagno di squadra Roberto Bargna al termine di uno sprint di gruppo. La vittoria a cronometro invece è arrivata durante la Settimana Tricolore vera e propria, il 23 giugno sul circuito di 17,5 km di Mordano, con il tempo di 25'26" (9° posto assoluto).

Nel varesotto, sempre il 14 giugno, Endurancenter aveva festeggiato anche il tricolore di Angelo Maffezzoni nella categoria LC1, ottenuto al termine di una volata a tre col campione olimpico in carica Fabio Triboli (giunto terzo) dopo 104 km di gara.

(ufficio stampa)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 30/06/2009 alle 17:04
HANDBIKE: L'azzurro Paolo Cecchetto vince la quarta prova di Coppa Europa

Splendida vittoria dell’azzurro Paolo Cecchetto (A.S.D Team Pulinet), assistito da Massimiliano Bosi, alla quarta prova di Coppa Europa di Handbike disputata domenica 28 giugno sul circuito di Lorsch (Germania).
L’azzurro vince in volata la prova in linea sul percorso tedesco di 5 km ripetuto otto volte per un totale di 40 km: “Ero nel gruppetto di otto che si è formato ad inizio gara con l’azzurro Vittorio Podestà, quattro tedeschi, un canadese ed uno svizzero - ci racconta Paolo Cecchetto – L’arrivo era leggermente in salita e sapevo che dopo sei giri con otto persone in testa molto probabilmente ci sarebbe stata una volata finale. Infatti mi sono giocato la vittoria allo sprint conclusivo. Devo comunque ringraziare Vittorio Podestà che ha chiuso il buco in seguito ad una fuga, poco prima dell’arrivo, di un tedesco. Appena ho visto il traguardo, a circa 150 metri, sono partito e ho centrato l’obiettivo. Sono molto soddisfatto di questa vittoria – sottolinea Paolo Cecchetto – Ci voleva per me perché all’estero quest’anno ho vinto poco e in più sono riuscito a confrontarmi con grandi avversari come i tedeschi, in vista dei prossimi Campionati del Mondo. Ringrazio il Commissario Tecnico Mario Valentini e il mio team di appartenenza e dedico questa vittoria a mia moglie Laura”.

Cecchetto batte infatti tre tedeschi sull’arrivo di Lorsch. Secondo al traguardo il tedesco Stepan Baumann ed i connazionali Max Weber (terzo) e Tobias Knecht (quarto). Quinto, dopo una grande prestazione che ha contribuito alla vittoria di Cecchetto, l’altro azzurro Vittorio Podestà (C.S. Palandonbosco A.S.D) assistito da Barbara Pianto.

The Brain Farm
Ufficio Stampa FCI

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 16/07/2009 alle 12:59
ALLA 5° TAPPA DI COPPA EUROPA SPLENDIDA PRESTAZIONE DELLE AZZURRE CLAUDIA SCHULER E FRANCESCA FENOCCHIO
PECCATO PER VITTORIO PODESTA’ FERMO A CAUSA DI UN INCIDENTE MECCANICO DOPO AVER CORSO SEMPRE ALL’ATTACCO

Si è svolta sabato 11 e domenica 12 luglio a Louny (Repubblica Ceca) la 5° Tappa del Campionato Europeo di Handbike (European Handbike Circuit) costituita da una gara a cronometro individuale, una Criterium e una Cronometro per Team.
Louny, piccola cittadina della Repubblica Ceca situata a 60km a nord di Praga, ha visto gli atleti provenienti da tutta Europa gareggiare per la vittoria di tappa ma anche per raccogliere punti preziosi in vista dell’ultima tappa di Namur in Belgio a Ottobre.
Nella categoria Femminile WHCB in gara solo le azzurre Claudia Schuler (ASV Kortsh R.) e Francesca Fenocchio (Sportabili Alba Onlus). Nella prima gara, cronometro individuale di 15m, Claudia ha battuto la rivale di 7’ nonostante un problema al freno. Molto interessante la gara a circuito, programmata per 45’+1giro, dove Claudia ha allungato e staccato la rivale a metà gara. L’azzurra Francesca Fenocchio ha risposto all’attacco e, dopo aver raggiunto la rivale, si è giocata la gara in volata. Sul traguardo, una volata perfetta, ha permesso a Claudia Schuler di vincere.

Per la categoria MHCB l’azzurro Vittorio Podestà non è riuscito, purtroppo a raggiungere il gradino più basso del podio per circa 4” in una gara molto combattuta e infastidita da vento freddo e un pò di pioggia. Ha vinto Manfred Putz (AUT), secondo il canadese Rico Morenau e terzo lo svizzero Lukas Weber. Vittorio Podestà, per nulla demoralizzato del risultato mattutino, ha preso il via nella prova del pomeriggio nella gara a circuito sulla distanza di 1h+1g. Vittorio ha scremato il gruppo sino a pochi giri della fine e una volta pronto per raccogliere i frutti di questi innumerevoli attacchi, un banalissimo salto di catena lo ha bloccato a lato circuito facendogli perdere punti preziosissimi per la classifica finale del Circuito Europeo.
Vittoria al tedesco Max Weber Max sui connazionali Stefan Baumann (secondo) Tobias Knecht (terzo).
In gara anche l’italiano Gianluigi Granellini che ha chiuso 23^ a cronometro senza partecipare alla gara in circuito.

The Brain Farm
Ufficio Stampa FCI

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 10/09/2009 alle 18:57
Direi che è una notizia che merita di essere segnalata volentieri:

"CAMPIONATI DEL MONDO PARACICLISMO: GLI AZZURRI DEL PARACICLISMO REGALANO ALL’ITALIA UN ORO E DUE MEDAGLIE D’ARGENTO NELLA PRIMA GIORNATA IRIDATA"


Fabrizio Macchi vola a cronometro (LC3) e conquista l’oro. Vittorio Podestà conquista l’argento nella sua categoria. Claudia Schuler, tra le HCB, non è da meno e raggiunge il secondo gradino del podio. Buon quarto posto per la compagna di squadra Francesca Fenocchio. Così l’azzurro Federico Villa (HCA) sfiora il podio. Quinto posto a Fabio Triboli nella LC1 e Paolo Viganò nella LC2. Alex Zanardi “soddisfatto della mia prestazione su di un percorso suggestivo”.


"Milano, 10 settembre 2009 – Inizio entusiasmante per gli azzurri dal paraciclismo che, da oggi fino a domenica 13 settembre, saranno impegnati all’importante competizione iridata a Bogogno. Nel primo giorno di gare a cronometro sono stati assegnati otto titoli iridati nelle diverse categorie.

Medaglia d’oro all’azzurro Fabrizio Macchi, nella classe LC3, con il tempo di 28’31’’60 staccando il tedesco Tobias Graf di 19’’99 e il francese Laurent Thirionet di 37’’70.
“Sono estremamente felice di aver vinto un mondiale in Italia, a casa mia. Credo che questa sia una grande soddisfazione per un atleta – ci racconta i neo campione del mondo – Una vittoria che dedico al mio bambino che da poco va in bicicletta, a mia moglie e a mia mamma che sono il motore necessari alla mia caparbietà. Un sincero grazie anche a Fabio Triboli e Mario Valentini che hanno sempre creduto in me. La mia gioia arriva anche dal fatto che sono riuscito a fare la differenza in salita, dove, solitamente non sono al massimo. Il percorso – conclude Fabrizio Macchi – è bellissimo, duro e affascinante”. Così il Commissario Tecnico Mario Valentini: “L’oro di Fabrizio, a parte il risultato fine a se stesso, valorizza tutti i piazzamenti della sua carriera. Un premio a quanto di importante Fabrizio ha fatto e continua a fare per la disabilità”.

Un oro a cui si deve aggiungere l’argento di Vittorio Podestà e di Claudia Schuler, rispettivamente nella classe HCB maschile e femminile.
Nella prova contro il tempo categoria HCB, l’azzurro Vittorio Podestà ferma la lancetta dell’orologio a 31’21’’35 dopo 19.4 km di percorso. Un tempo eccezionale che, inizialmente, gli vale l’iride, dopo ulteriori verifiche l’oro è stato assegnato allo svizzero Jean-Marc Berset in 30’45’’38. Grande la delusione del Commissario Tecnico della Nazionale Azzurra e lo sconforto dell’atleta Vittorio Podestà: “Un grande sconforto per Vittorio nonostante sia un ragazzo con grande personalità” - dice Valentini.
Bronzo per l’altro rossocrociato Heinz Frei, terzo in 31’35’’41. Per gli azzurri, ottima anche la prova di Paolo Cecchetto settimo in 33’15’’79.

Il secondo argento arriva dall’altoatesina Claudia Schuler tra le HCB che ha chiuso in 22’11’’62. Ha avuto la meglio la svizzera Ursula Schwaller in 19’41’’92. Alla slovacca Anna Oroszova il bronzo davanti alla piemontese, l’azzurra Francesca Fenocchio : “Claudia ha solo vent’anni – dice Valentini – Una medaglia molto bella conquistata con determinazione. Claudia ha ancora un grandissimo margine di miglioramento”.
Nella classe HCC è duello tra l’olandese Laura De Vaan e la tedesca Andrea Eskau, risolto poi a favore di quest’ultima che ha fatto fermare il cronometro sul 16’49’’37 con 7’’12 sull’avversaria e 17’’10 sull’altra olandese Monique Van der Vorst.

Buona la prestazione dell’altro azzurro Federico Villa che nella gara HCA si è fermato ai piedi del podio in 21’58’’91 a 2’35’’57 dal neo campione del Mondo, il canadese Robert Labbe, primo in 19’23’’13 davanti alla coppia austriaca formata da Wolfgang Schattauer e Christoph Etzlstorfer, arrivati al traguardo con un distacco, rispettivamente di 38’’17 e 1’13’’78:” Un bellissimo quarto posto da Federico che ha dato prova di una buona condizione” - commenta il Commissario Tecnico.

Mentre, nella categoria HCC, è Oscar Sanchez il Campione del Mondo. Lo statunitense ha completato la a cronometro (HCC) con il tempo di 29’09’’86. L’atleta ha preceduto l’austriaco Elmar Sternarth (30’32’’43) e il sudafricano Ernst Van Dyk (30’41’’07). Tre gli azzurri in gara, il migliore dei quali è stato Giovanni Achenza, 15° in 33’07’’37, seguito da Alex Zanardi (16° in 33’55’’19) e da Roland Ruepp, 17° in 34’04’’32. Così l’azzurro, nonché campione di automobilismo Alex Zanardi: “Sono molto soddisfatto della mia prestazione, nonostante ci siano quasi cinque minuti di distacco dal vincitore. Una corsa molto impegnativa su di un percorso molto suggestivo dove è comunque stato difficile tenere una media di 40 km/h se non hai la giusta preparazione. Il mio obiettivo sono le Olimpiadi di Londra nel 2012. Un evento al quale voglio arrivare competitivo”.

Nella classe LC1 vinta dall’austriaco Wolfgang Eibeck in 25’37’’05 davanti all’australiano Michael Gallagher (25’37’’40) e al brasiliano Soelito Gohr (25’55’’03), quinto posto per l’olimpionico Fabio Triboli che punta al podio nella prova in linea. In gara alte due italiani: Pierpaolo Addesi, settimo in 26’30’’27, e Alessio Borgato, quattordicesimo in 27’23’’19.

Nella classe LC2, Paolo Viganò, a cui di recente è stata cambiata la categoria, ha chiuso al quinto posto in 27’15’’02: “Vorrei soffermarmi sulla tenacia, grinta, perseveranza di Paolo – sottolinea il CT Valentini – che ha corso in una categoria due volte superiore alla sua portata. Un grande atleta”.
Oro allo spagnolo Roberto Alcaide Garcia in 25’23’’40; sul secondo gradino del podio il rumeno Carol Eduard Novak in 25’26’’82 a soli tre secondi dal bronzo il ceco Jiri Jezek.

Hanno chiuso la giornata gli LC4 con il titolo che è andato al tedesco Michael Teuber in 28’29’’01, davanti allo spagnolo Juan Mendez Fernandez, in 29’14’’31, e all’americano Anthony Zahn, in 30’40’’02.

Il CT Azzurro tiene a sottolineare come grazie alla sensibilità di tutto il Consiglio Federale della Federazione Ciclistica Italiana, la partecipazione degli azzurri è così numerosa e qualificata. Un ringraziamento anche al Comitato Italiano Paralimpic per aver contribuito, negli anni, a creare un movimento così coeso e competitivo.

Domani, venerdì 11 settembre, è in programma la seconda giornata di gare a cronometro.
Tutte le classifiche sul sito www.uci.it"

The Brain Farm
Ufficio Stampa FCI

 

____________________
Vivian Ghianni

"...L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa.L'importante è ciò che provi mentre corri." (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 11/09/2009 alle 15:42
"CAMPIONATI DEL MONDO PARACICLISMO: ALTRO ORO ALL’ITALIA NELLA SECONDA GIORNATA DI GARE
Giorgio Farroni conquista uno splendido oro nella prova contro il tempo (CP2) battendo il favorito al via, l’olimpionico David Stone
"

"Milano, 11 settembre 2009 – Dopo l’oro conquistato nella prova a cronometro (LC3) di ieri, giovedì 10 settembre, da Fabrizio Macchi e le due medaglie d’argento di Vittorio Podestà e di Claudia Schuler, rispettivamente nella classe HCB maschile e femminile, è l’azzurro di Fabriano Giorgio Farroni a conquistare la maglia di campione del mondo nella categoria CP2, nella prova a cronometro disputata in mattinata.

Un ottimo inizio di giornata per l’azzurro che ha percorso i 9.70 km di circuito in 16’55”33 battendo il favorito al via, l’olimpionico britannico David Stone che si è dovuto accontentare del secondo gradino del podio chiudendo a 7”50 dal neo campione del mondo Farroni. Bronzo all’austriaco Helmut Winterleitner a 40”36.

“Una corsa incredibile – ci racconta il Commissario Tecnico Mario Valentini – dove Giorgio è andato sempre forte non perdendo mai la concentrazione. E’ stato proprio in salita che Giorgio ha dato il massimo riuscendo così a fare la differenza e a conquistarsi questa bellissima medaglia”. L’oro dell’azzurro arricchisce il bottino dell’Italia che, solo alla seconda giornata di gare, vanta già due titoli del mondo e due medaglie d’argento.
L’azzurro disputerà domenica la prova in linea all’ultima giornata di gare in programma ai Mondiali Paraciclismo di Bogogno."


"CAMPIONATI DEL MONDO PARACICLISMO: MICHELE PITTACOLO METTE A SEGNO UN ALTRO SUCCESSO AZZURRO NELLA PROVA CONTRO IL TEMPO
Dopo l’oro conquistato nella mattinata da Giorgio Farroni nella prova contro il tempo (CP2) è l’azzurro Michele Pittacolo a regalare all’Italia il secondo oro nella seconda giornata di gare
"

"Milano, 11 settembre 2009 – Michele Pittacolo regala il terzo iride all’Italia. Ottima la sua prestazione nella prova contro il tempo, categoria CP4, che conquista l’oro e la maglia iridata in 26’53”34 su di un percorso di 9.70 km distaccando lo spagnolo Cesar Prez Neira di 15”74, argento al traguardo. Bronzo al tedesco Klaus Lungershausen a 24”08 dal neocampione del mondo.

Il titolo del Mondo di Michele Pittacolo insieme all’oro nella categoria CP2 di Giorgio Farroni, vinto nella mattinata e quello conquistato ieri da Fabrizio Macchi nella cronometro per la categoria LC3, oltre alle due medaglie d’argento di Vittorio Podestà e di Claudia Schuler, rispettivamente nella gara contro il tempo per classe HCB maschile e femminile, fanno salire a tre i titoli iridati che si sommano alle due medaglie d’argento. Preziosi risultati dagli azzurri dopo solo due giorni di competizione."

Entrambi i comunicati da:
The Brain Farm
Ufficio Stampa FCI


 

____________________
Vivian Ghianni

"...L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa.L'importante è ciò che provi mentre corri." (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 13/09/2009 alle 17:40
"CAMPIONATI DEL MONDO PARACICLISMO:
Prove in linea: Michele Pittacolo (categoria CP4) e Giorgio Farroni (categoria CP2) conquistano il loro secondo oro.
"

"Milano, 13 settembre 2009 – Un incredibile Michele Pittacolo, dopo aver vinto la cronometro riservata alla Classe CP4 maschile di venerdì pomeriggio, conquista il suo secondo oro nella prova in linea (CP4). Il corridore di Varmo, unico azzurro al via dei 67,9 km del percorso, si è presentato sul rettilineo finale senza più mollare la presa: “Ero controllato dal gruppo – racconta il neocampione del Mondo – Tutti aspettavano che mi muovessi. All’ultimo giro ho subito la tensione e ho avuto dei crampi. Poi però siamo andati in fuga in sette. A tre chilometri dall’arrivo eravamo quasi fermi, nessuno prendeva la decisione di attaccare. E’ scattato lo spagnolo ed io ho preso la sua ruota. Poi sono riuscito a passarlo e gli ultimi seicento metri ho trovato la mia traiettoria ed ho vinto senza rischiare niente. Sono molto felice di questo oro conquistato in questa corsa a cui tengo in modo particolare. Sono ormai passati due anni esatti dal mio incidente. Se penso che solo un anno e mezzo fa non riuscivo nemmeno a camminare e che in quattro giorni ho vinto due ori mondiali, ha dell’incredibile. Ringrazio particolarmente tutti i miei compagni di squadra e il Commissario Tecnico Mario Valentini per la grande opportunità accordatami”.

Il corridore friulano ha conquistato l’oro in 1h44’08’’ battendo allo sprint il francese Michel Alcaine e il ceco Jiri Bouska, quest’ultimo arrivato a due secondi di distacco. Spaventosa la caduta che ha coinvolto il giapponese Masashi Ishii durante la volata conclusiva. Il corridore è stato trasportato all’ospedale di Borgomanero per accertamenti.

Il secondo oro dell’ultima giornata di gare arriva da Giorgia Farroni nella categoria CP2: “Giorgio è partito favorito nella prova in linea – ci dice Valentini – Tutto il gruppo ha corso contro di lui ma lui ha saputo difendersi e attaccare al momento opportuno e così, conquistare questa splendida medaglia. Una grande soddisfazione perché Giorgio è un lottatore che non ha mai smesso di allenarsi con determinazione e costanza”. Farroni domina sul circuito di Bogogno in 55’30” sul ceco David Vondracek in 55’31”, argento all’arrivo. Bronzo all’austriaco Helmut Winterleiner (56’04”).

Raggiungono quota cinque gli ori conquistati, fino ad ora, dall’Italia insieme alle quattro medaglie d’argento e ai due bronzi."

Di seguito le medaglie conquistate dagli azzurri nelle prove a cronometro:
Fabrizio Macchi (LC3) - Medaglia d’Oro
Giorgio Farroni (CP2) - Medaglia d’Oro
Michele Pittacolo (CP4) - Medaglia d’Oro
Vittorio Podestà (HCB) - Medaglia d’Argento
Claudia Schuler (HCB) - Medaglia d’Argento

Di seguito le medaglie conquistate dagli azzurri nelle prove in linea:
Michele Pittacolo (CP4) – Medaglia d’Oro
Giorgio Farroni (CP2 M) – Medaglia d’Oro
Claudia Schuler (HCB) - Medaglia d’Argento
Francesca Fenocchio (HCB) - Medaglia di Bronzo
Fabio Triboli (LC1) – Medaglia d’Argento
Alessio Borgato (LC1) – Medaglia di Bronzo


The Brain Farm
Ufficio Stampa FCI

 

____________________
Vivian Ghianni

"...L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa.L'importante è ciò che provi mentre corri." (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Hugo Koblet




Posts: 400
Registrato: Jan 2005

  postato il 16/09/2009 alle 22:38
Atleti con la A maiuscola immortalati in qualche scatto nella giornata di sabato 12 ai Mondiali di Paraciclismo di Bogogno.
( http://www.cicloweb.it/Gallery/fotogallery.html )

 

____________________
Marco Bardella

Vieni a giocare con noi:

http://www.fantasportal.com/cyclo/index.php

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Eddy Merckx




Posts: 1243
Registrato: Jul 2006

  postato il 19/09/2009 alle 18:28
Nello sfogliare le fotografie dei campionati del mondo paraciclismo 2009 di Marco Bardella, sono rimasta affascinata dalle ultime, quelle con i ritratti dopo la gara:
trabocca una meravigliosa intensità emotiva vissuta dai protagonisti.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 27/10/2009 alle 18:24
NOVAK DONA LA MAGLIA IRIDATA AL MUSEO DEI CAMPIONISSIMI

Si è svolta questa mattina, presso il MUSEO DEI CAMPIONISSIMI di Novi Ligure (AL) la cerimonia di donazione della maglia ridata di CAROL EDUARD NOVAK, dominatore degli ultimi Campionati del Mondo di Paraciclismo che si sono disputati quest'anno a Bogogno. Grazie al suo talento, Novak, ha potuto dire la sua anche tra i normodotati, nei Mondiali Elite di Mendrisio del 2009, convocato dalla selezione rumena per la prova contro il tempo, poi dominata da Fabian Cancellara.

Il campione rumeno era accompagnato, tra gli altri, da PIERANGELO VIGNATI (medaglia d'oro alle Paralimpiadi di Sydney 2000 e ora team manager di ARGO CYCLING).

Novak iniziò la carriera sportiva sul ghiaccio: specialista di velocità nello speed skating. Nel 1996 a causa di un incidente d'auto subì l'amputazione del piede destro.

Ad accoglierlo erano presenti il Sindaco di Novi Ligure, LORENZO ROBBIANO, e l'Assessore al Turismo, SIMONE TEDESCHI.

Per il ciclista nativo di Miercurea-Ciuc ora una nuova sfida: i mondiali di
paraciclismo su pista a Manchester dal 6 all'8 di novembre.

(ufficio stampa Argo Cycling)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 27/10/2009 alle 18:26
AZZURRI DEL PARACICLISMO VERSO I CAMPIONATI DEL MONDO PISTA PASSANDO PER
L¹ANELLO COPERTO DI MONTICHIARI


Il velodromo di Manchester (Gran Bretagna)
ospiterà, da venerdì 6 a domenica 8 novembre i Campionati del Mondo di
paraciclismo su pista. Per l¹importante appuntamento il Commissario Tecnico
della Nazionale di paraciclismo, Mario Valentini ha convocato questi atleti
che difenderanno la Maglia Azzurra nella manifestazione internazionale:
Fabio TRIBOLI (G.S. FIAMME AZZURRE) medaglia d¹argento nella prova in linea
(LC1) ai Mondiali strada di Bognogno, il Campione del Mondo a cronometro
(LC3)
Fabrizio MACCHI (A.S.D.ATESINA CYCLING), Pierpaolo ADDESI (MOVEO A.S.D.),
Paolo VIGANO¹ (G.S. FIAMME AZZURRE) e l¹iridato contro il tempo nella
categoria CP4, Michele PITTACOLO
(A.S.D. G.S. ELISA PAVIMENTI E R.).

La Squadra Azzurra, in previsione appunto dei Campionati del Mondo pista,
effettuerà il raduno di preparazione all¹interno del velodromo coperto di
Montichiari a partire da sabato 31 ottobre fino a lunedì 2 novembre. La
Nazionale, guidata da Mario Valentini, partirà il giorno 3 novembre per
raggiungere il velodromo di Manchester dove si disputeranno le prove
iridate.
³Vorrei fare un plauso a tutti gli atleti convocati a questi Campionati del
Mondo Pista perché dopo la loro presenza ai Campionati del Mondo strada di
Bogogno di settembre, sono riusciti a mantenere alto il loro livello di
preparazione. Il nostro obiettivo è infatti di correre questi mondiali
lottando per conquistare delle medaglie² - dice Mario Valentini.
Gli azzurri correranno tutti il chilometro da fermo e l¹inseguimento.

In allegato il programma della manifestazione.
Sito di riferimento: http://new.britishcycling.org.uk/paracycling-2009/ o
www.uci.ch


The Brain Farm
Ufficio Stampa FCI

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 29/10/2009 alle 14:10
Nasce il Team Endurancenter Paracycling
7 atleti e tutta la professionalità Endurancenter al servizio del ciclismo paralimpico

Dopo l'esperienza 2009 come preparatore atletico, il direttore di Endurancenter S.r.l. ed il suo staff si lanciano in prima persona nell'avventura del ciclismo paralimpico. Nasce così il Team Endurancenter Paracycling.
Il team manager sarà Daniele Zammicheli, direttore sportivo FCI di 3° livello, che vanta già notevoli esperienze in campo professionistico e dilettantistico, sia nel ciclismo maschile che in quello femminile.

Saranno 8 gli atleti che daranno vita al primo anno di attività del Team Endurancenter Paracycling (LC1 sono gli handicap minori o minimi; LC2 rappresentano gli handicappati da una sola gamba e capaci di pedalare normalmente utilizzando le loro gambe, con o senza protesi; LC3 sono gli handicappati da un arto inferiore che pedalano maggiormente con una gamba; CP2 rappresentano le paralisi cerebrali):

Alessio Borgato, bronzo ai Mondiali 2009 in linea - LC1;
Angelo Maffezzoni, campione italiano 2009 in linea - LC1;
Alessandro Colombo, campione italiano 2009 in linea e a cronometro - LC2;
Roberto Bargna - LC2;
Andrea Devicenzi - LC3;
Alessandro Grassi, campione italiano 2003 e 2006 in linea, 2007 su pista - LC3
Luciano Caironi - LC3.

I direttori sportivi del team saranno Thomas Zammicheli e Roberto Miodini, che si avvarranno delle strutture logistiche e medico-sanitarie dell'Endurancenter S.r.l. e del responsabile santitario del Centro, il Dott. Marco Poli, che sarà il medico sociale del Team.

14 appuntamenti internazionali in Spagna, Canada, Francia, Belgio, Repubblica Ceca, Irlanda, Austria, Slovacchia e Colombia (Paese che ospiterà i Campionati del Mondo 2010), già stilati nel calendario UCI, andranno a sommarsi alle competizioni italiane che vedranno protagonisti gli atleti del Team Endurancenter Paracycling.

Il team manager Daniele Zammicheli e il responsabile marketing Giuseppe Rivolta sono in queste settimane impegnati nella definizione del pool di sponsor che sosterranno il Team nelle sue attività non solo sportive, ma di impatto sociale, comunicativo e promozionale.

(ufficio stampa)

 

____________________
Vivian Ghianni

"...L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa.L'importante è ciò che provi mentre corri." (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 04/11/2009 alle 14:06
UCI to organise a Para-cycling World Cup as from 2010
The International Cycling Union (UCI) will organise a Para-cycling World Cup as from 2010

The first UCI Para-cycling World Cup will get under way in May 2010. It will consist of three rounds on two continents:

May 21 – 23: Corrèze, France
June 11 – 13: Segovia, Spain
July 2 – 4: Baie-Comeau, Canada.

The organisers of the first two rounds have already organised P1 events on the 2009 UCI Para-cycling calendar. All three events are strongly backed by their respective National Federations.

Each round of the new World Cup will enable participating nations to gain qualification points for the 2011 UCI Para-cycling Road World Championships in Roskilde, Denmark.

The three World Cup events will feature on the UCI Para-cycling calendar alongside the discipline’s major international events such as the World Championships and the Paralympic Games, organised respectively every year except an Olympic year and every four years.

Para-cycling was fully integrated into the UCI in February 2007 and is enjoying constant growth. A record number of para-cyclists participated in the 2008 Beijing Paralympic Games, and the organisation of the UCI World Cup is an important step for the development of the discipline.

According to the UCI Para-cycling Coordinator Chantale Philie, next year’s UCI Para-cycling World Cup is just the beginning: “The UCI is confident that this first edition will be very successful. Indeed, the series should include four events from 2011. The new race should be organised in Asia or Oceania, which will contribute to the universal development of the discipline.”

More information on the UCI Para-cycling World Cup will soon be available in the Para-cycling section of the UCI website.

UCI Press Services

(uci.ch)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 05/11/2009 alle 19:47
Un campione del mondo nel Team Endurancenter Paracycling
Giorgio Farroni (bronzo olimpico a Pechino) andrà a rinforzare il neonato team. Con lui arrivano anche Francesco Alberghini, Dorel Ungurean e il tandem di Zanotti-Cervati

Si allarga il parco atleti del Team Endurancenter Paracycling, il progetto rivolto al ciclismo paralimpico che Daniele Zammicheli ed il suo staff hanno deciso di intraprendere dalla stagione 2010. Ai sette atleti già in organico si vanno ad aggiungere cinque nuovi innesti: Francesco Alberghini, Dorel Ungureanu, Damiano Zanotti e Matteo Paolo Cervati (che gareggeranno in coppia nel tandem) e Giorgio Farroni. Novità anche nello staff: il Prof. Moreno Martinelli, docente all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e responsabile del Centro studi, ricerche e formazione del CIP (Comitato Italiano Paralimpico) Lombardia, che si occuperà di tutta la parte Handbike.

Naturale dunque puntare i riflettori sul Farroni, pluricampione italiano ed attuale campione del mondo a cronometro e bronzo olimpico a Pechino 2008 su strada. «Spero di dare l'immagine giusta ed il contributo atletico necessario per far sì che questo diventi un grande progetto»: queste sono state le prime parole dopo l'accordo raggiunto con Zammicheli, che con 12 atleti adesso può veramente progettare un'annata completa sotto tutti i punti di vista.

È difatti di ieri la notizia che l'UCI ha promosso la Coppa del Mondo per il ciclismo paralimpico su strada, con tre prove che verranno corse in Francia (21-23 maggio a Corrèze), in Spagna (11-13 giugno a Segovia) e in Canada (2-4 luglio a Baie-Comeau) e che daranno i punteggi necessari alle Nazionali per partecipare ai Campionati del Mondo del 2011 a Roskilde, in Danimarca. Proprio nel 2011 la Coppa del Mondo dovrebbe prevedere quattro prove, con la novità rappresentata da una corsa in Asia o in Oceania.

(ufficio stampa)

 

____________________
Vivian Ghianni

"...L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa.L'importante è ciò che provi mentre corri." (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 07/11/2009 alle 17:13
Sono tornata da poco da Montichiari dove Emanuele Bersini (ipovedente) e la sua guida Daniele Riccardo hanno provato il loro nuovo tandem da inseguimento. Bello davvero! Anche il tandem, molto scicchettoso

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 07/11/2009 alle 19:33
CAMPIONATI DEL MONDO DI PARACICLISMO SU PISTA
Gli azzurri Michele Pittacolo (Km CP4) e Paolo Viganò (inseguimento LC4) conquistano la medaglia di bronzo ai mondiali di Manchester


Milano, 7 novembre 2009 - Al termine della prima giornata dei Campionati del Mondo di Paraciclismo su Pista, in corso a Manchester, il bilancio degli azzurri guidati dal C.T. Mario Valentini è più che lusinghiero. Michele Pittacolo e Paolo Viganò hanno conquistato le medaglie di bronzo, rispettivamente nel Km da fermo CP4 e nell’inseguimento LC4. Fabrizio Macchi, dopo aver superato il turno di qualificazione, si è classificato quarto nell’inseguimento LC3, mentre Pierpaolo Addesi si è piazzato al quinto posto nella stessa specialità categoria LC1. Michele Pittacolo, campione del mondo della crono a Bogogno, ha mostrato di pedalare forte anche su pista salendo sul podio del Km da fermo con il tempo di 1’14”013. L’oro è andato al ceco Jiri Bouska (1’10”520), l’argento allo statunitense Aaron Trent (1’13”377). Eccellente anche la perfomance di Paolo Viganò nell’inseguimento. Dopo aver ottenuto il terzo tempo nelle qualificazioni in 4’20”278, ha confermato la sua posizione nella sfida per il bronzo con il tedesco Erich Winkler. Vittoria al tedesco Michael Teuber (4’01”310 in qualificazione), argento allo spagnolo Juan Jose Méndez (4’08”900).
Gli altri ori della giornata sono andati ai britannici Storey Fachie e Richard Neil (pilota) nel Km da fermo B&VI. La coppia ha stabilito anche il nuovo record del mondo in 1’02”217. Nel Km CP3 si è imposto il britannico Darren Kenny in 1’11”472. Nell’inseguimento LC1 oro all’australiano Michael Gallagher. Nella categoria LC2 titolo al ceco Jiri Jezek. Nella LC3 ha confermato la sua superiorità il tedesco Tobias Graf, mentre Macchi non è riuscito a spuntarla nella sfida per il bronzo contro il ceco Michal Stark. Oggi la seconda giornata di corse.

KM DA FERMO B&VI: 1. Storey Fachie, Richard Neil (GBR) 1’02”217 (record del mondo); 2. Readle Jackson, David Simon (GBR) 1’04”904; 3. Jose Enrique Porto, Jose Antonio Villanueva (Spa) 1’05”683.

KM DA FERMO CP3: 1. Darren Kenny (Gbr) 1’11”472; 2. Rik Waddon (Gbr) 1’11”513; 3. Juan Emilio Gutiérrez (Spa) 1’16”530; 4. Tomas Kvasnicka (R. Ceca) 1’18”128; 5. Javier Ochoa (Spa) 1’18”746; 6. Jaco Nel (Rsa) 1’23”038; 7. Brayden Mcdougall (Can) 1’24”797; 8. Maurice Far Eckhard (Spa) 1’25”190.

KM DA FERMO CP4: 1. 1. Jiri Bouska (R. Ceca) 1’10”520, media 51.040; 2. Aaron Trent (Usa) 1’13”377; 3. Michele Pittacolo (Ita) 1’14”013; 4. Craig Vogtsberger (Usa) 1’14”641; 5. Janos Plekker (Rsa) 1’15”085; 6. Enda Smyth (Irl) 1’15”157; 7. Cesar Neira (Spa) 1’15”556.

INSEGUIMENTO LC1: 1. Michael Gallagher (Aus) 4’41”568, tempo qual. 4’38”888; 2. Wolfgang Sacher (Ger) tempo qual. 4’45”088; 3. Wolfgang Eibeck (Aut) 4’50”966; 4. Cathal Miller (Irl) 4’55”359; 5. Pierpaolo Addesi (Ita) 4’58”777; 6. Russell White (Gbr) 4’59”034; 7. Soelito Gohr (Bra) 4’59”785; 8. Manfred Gattringer (Aut) 5’00”059; 9. Radim Pavlik (R. Ceca) 5’06”651; 10. Alain Goolaerts (Bel) 5’07”365.

INSEGUIMENTO LC2: 1. Jiri Jezek (R. Ceca) 4’41”883; 2. Carol Eduard Novak (Rou) 4’45”117; 3. Roberto Alcaide (Spa); 4. Diego German Dueñas Gomez (Col)

INSEGUIMENTO LC3: 1. Tobias Graf (Ger) 3’50”646, tempo qual. 3’50”198; 2. Masaki Fujita (Giap) tempo qual. 3’59”759; 3. Michal Stark (R. Ceca) tempo qual. 4’00”157; 4. Fabrizio Macchi (Ita) tempo qual. 4’04”020; 5. Mathieu Parent (Can) 4’09”476; 6. Antonio Garcia (Spa) 4’10”009; 7. Carmelo Sanchez (Col) 4’14”082; 8. Roger Bolliger (Svi) 4’16”317; 9. Victor Hugo Garrido Marquez (Ven) 4’23”531.

INSEGUIMENTO LC4: 1. Michael Teuber (Ger) tempo qual. 4’01”310; 2. Juan Jose Méndez (Spa) tempo qual. 4’08”900; 3. Paolo Vigano (Ita) 4’21”394, tempo qual. 4’20”278; 4. Erich Winkler (Ger) 4’27”367, tempo qual. 4’21”754; 5. Pierre Senska (Ger) 4’28”626.




CAMPIONATI DEL MONDO DI PARACICLISMO SU PISTA
L’azzurro Michele Pittacolo ipoteca l’oro nell’inseguimento CP4 ai mondiali di Manchester


Milano, 7 novembre 2009 - Un’altra formidabile impresa di Michele Pittacolo ha illuminato l’apertura della seconda giornata dei Campionati del Mondo Paraciclismo su Pista a Manchester. L’iridato della cronometro su strada categoria CP4, dopo aver vinto ieri la medaglia di bronzo nel chilometro da fermo, ha debuttato oggi nell’inseguimento ipotecando l’oro grazie all’ottimo tempo stabilito (4’57”223), nelle prove di qualificazione e staccando di circa sei secondi lo spagnolo Neria, secondo nelle qualificazioni in 5’03”567. L’azzurro disputerà questa sera la finale che lo vede favorito alla conquista del titolo iridato.


RISULTATI PROVE DI QUALIFICAZIONE INSEGUIMENTO CP4: 1. Michele Pittacolo (Ita) tempo qual. 4’57”223, 2. Cesar Neira (Spa) tempo qual. 5’03”567; 3. Jiri Bouska (R. Ceca) tempo qual. 5’05”560; 4. Aaron Trent (Usa) tempo qual. 5’07”532; 5. Janos Plekker (Rsa) 5’08”262; 6. Craig (Vogtsberger Usa) 5’13”680; 7. Enda Smyth (Irl) 5’18”048.


(Ufficio Stampa FCI)

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 08/11/2009 alle 14:16
CAMPIONATI DEL MONDO DI PARACICLISMO SU PISTA: L’azzurro Michele Pittacolo conquista l’iride nell’inseguimento CP4. Paolo Viganò sfiora il podio nel Km LC4.
Trasferta più che soddisfacente per l’Italia che conquista due bronzi, un titolo mondiale e con l’azzurro Pittacolo, stabilisce un nuovo record del mondo.


Era un oro annunciato dalla performance di Michele Pittacolo nelle qualificazioni con un tempo di 4’57”223 che lasciava a debita distanza il secondo miglior tempo dello spagnolo Cesar Neira, oltre a rappresentare il primo record mondiale sulla nuova distanza di 4 km per la classe CP4.
La finale oro-argento ha confermato i valori in campo. L’azzurro non ha avuto difficoltà ad imporsi, nonostante la resistenza opposta dal rivale lungo i 4 km della distanza. Pittacolo ha concluso in 5’02”953, lo spagnolo in 5’06”704. Nella sfida per il bronzo lo statunitense Aaron Trent ha avuto la meglio sul ceco Jiri Bouska.

“Sono molto soddisfatto – ci dice il neo campione del mondo di inseguimento, Michele Pittacolo – Questo è il terzo titolo iridato conquistato nella stagione che si somma al bronzo nel chilometro e al record del mondo. Nelle prove di qualificazione avevo come avversario lo statunitense Trent, di sedici anni più giovane. Ho dato il massimo soprattutto negli ultimi tre giri e questo mi ha permesso di concludere con un ottimo tempo stabilendo così un nuovo record del mondo. Nella gara per la lotta al titolo mondiale, non ho voluto esagerare, ho corso infatti in modo sereno garantendomi così la vittoria e la maglia iridata”.
Ricordiamo che l’azzurro ha conquistato i titoli iridati ai Campionati del Mondo Strada di Bogogno per la categoria CP4, sia nella prova a cronometro che in quella in linea. A questi successi si aggiunge l’oro nell’inseguimento e il bronzo nel chilometro (CP4), oltre al record del mondo.

Ha sfiorato invece il podio Paolo Viganò, già medaglia di bronzo nell’inseguimento LC4, nel Km da fermo. Soltanto sette decimi lo hanno diviso dal bronzo. Meglio di lui hanno fatto i tedeschi Michael Teuber (oro in 1’22”083) e Pierre Senska (argento in 1’26”224) e lo spagnolo Juan Jose Méndez, terzo in 1’27”004. L’azzurro ha concluso in 1’27”728.
Da segnalare anche il quinto posto di Fabrizio Macchi nel Km LC3 dominato dal giapponese Masaki Fujita (1’15”307) davanti al tedesco Tobias Graf (1’18”037) e al colombiano Carmelo Sanchez (1’18”095) e l'ottavo posto di Fabio Triboli nel Km LC1 vinto dal britannico Mark Bristow.
A conferma dell’alto tasso tecnico della manifestazione, il britannico Jody Cundy ha stabilito il nuovo record mondiale nel Km LC2. Impresa riuscita anche alle connazionali Hunter Mcglynn ed Ellen Aileen (pilota) nel Km donne categoria B&VI.

Oggi l’ultima giornata dei Campionati del Mondo, con nessun azzurro al via. L’Italia, infatti, conclude la sua trasferta con due bronzi rispettivamente di Michele Pittacolo (KM CP4) e Paolo Viganò (inseguimento LC4), l’oro di Pittacolo nell’inseguimento categoria CP4 ed un nuovo record del mondo (4’57”223) stabilito dallo stesso sulla distanza di 4 chilometri nelle prove di qualificazione inseguimento CP4.


RISULTATI:
KM DA FERMO LC1: 1. Mark Bristow (Gbr) 1’09”680; 2. Pablo Jaramillo Gallardo (Spa) 1’09”953; 3. Mario Hammer (Ger) 1’10”381; 4. Wolfgang Sacher (Ger) 1’10”627; 5. Russell White (Gbr) 1’11”527; 6. Radim Pavlik (R. Ceca) 1’11”643; 7. Wolfgang Eibeck (Aut) 1’11”723; 8. Fabio Triboli (Ita) 1’11”751; 9. Michael Gallagher (Aus) 1’11”805; 10. Cathal Miller (Irl) 1’12”213.

KM DA FERMO LC2: 1. Jody Cundy (Gbr) 1’05”414, record del mondo; 2. Carol Eduard Novak (Rou) 1’09”746; 3. Jiri Jezek (R. Ceca) 1’10”198.

KM. DA FERMO LC3: 1. Masaki Fujita (Giap) 1’15”307; 2. Tobias Graf (Ger) 1’18”037; 3. Carmelo Sanchez (Col) 1’18”095; 4. Michal Stark (R. Ceca) 1’21”180; 5. Fabrizio Macchi (Ita) 1’21”648; 6. Antonio Garcia (Spa) 1’22”135; 7. Mathieu Parent (Can) 1’23”640; 8. Roger Bolliger (Svi) 1’24”165; 9. Victor Hugo Garrido Marquez (Ven) 1’25”956.

KM DA FERMO LC4: 1. Michael Teuber (Ger) 1’22”083; 2. Pierre Senska (Ger) 1’26”224; 3. Juan Jose Méndez (Spa) 1’27”004; 4. Paolo Viganò (Ita) 1’27”728; 5. Erich Winkler (Ger) 1’28”010.

KM DA FERMO DONNE B&VI: 1. Hunter Mcglynn, Ellen Aileen (Gbr) 1’09”054, record del mondo; 2. Woodring Whitsell, Mackenzie Karissa (Usa) 1’12”222; 3. Heiny Handrup, Ellen Henrike (Ger) 1’12”475:

INSEGUIMENTO DONNE LC1: 1. Sarah Storey (Gbr); 2. Greta Neimanas (Usa); 3. Anna Harkowska (Pol).

INSEGUIMENTO DONNE LC2-CP4: 1. Jennifer Schuble (Usa); 2. Marie-Claude Molnar (Can); 3. Roxanne Burns Mathieson (Rsa).

INSEGUIMENTO DONNE LC3-4/CP3: 1. Barbara Buchan (Usa); 2. Raquel Acinas (Spa); 3. Yvonne Marzinke (Ger).

INSEGUIMENTO UOMINI B&VI: 1. Swanson Rachfal, David Clark (Usa) 4’26”472; 2. Venge Llaurado, Christian David (Spa) 4’31”502; 3. Smibert Cowie, Devon Brian (Can) 4’31”171.

INSEGUIMENTO UOMINI CP3: 1. Darren Kenny (Gbr) 3’38”944; 2. Rik Waddon (Gbr) 3’42”461; 3. Javier Ochoa (Spa), tempo qual. 3’51”230; 4 Juan Emilio. Gutiérrez (Spa) 3’56”764.

INSEGUIMENTO UOMINI CP4: 1. Michele Pittacolo (Ita) 5’02”953, tempo qual. 4’57”223; 2. Cesar Neira (Spa) 5’06”704, tempo qual. 5’03”567; 3. Aaron Trent (Usa)5’02”447, tempo qual. 5’07”532; 4. Jiri Bouska (R. eca) 5’07”752, tempo qual. 5’05”560; 5. Janos Plekker (Rsa) 5’08”262; 6. Craig Vogtsberger (Usa) 5’13”680; 7. Enda Smyth (Irl) 5’18”048.

The Brain Farm
Ufficio Stampa FCI

 

____________________
Vivian Ghianni

"...L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa.L'importante è ciò che provi mentre corri." (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 11/11/2009 alle 20:33
Notizia (quella in apertura di thread) pressoché storica: http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=8897

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 23/11/2009 alle 08:13
Per tutti gli interessati sabato 5 dicembre a partire dal mattino, presso il velodromo di Montichiari, si potrà assistere ad una serie di gare per disabili.
Non mancate!!!

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 06/12/2009 alle 10:42
Ecco i risultati del 1° Trofeo Mobility Volkswagen di Montichiari

Inseguimento 3 Km

Categoria LC1:
Addesi Pierpaolo
Triboli Fabio
Borgato Alessio
Mesiti Massimiliano

Categoria LC2:
Pittacolo Michele
Colombo Alessandro

Categoria LC3:
Macchi Fabrizio
Grassi Alessandro
Devicenzi Andrea

Categoria Tandem Non Vedenti:
Bersini Emanuele - Riccardo Daniele
Ponzoni Ezio - Pizzocri Moreno
Zanotti Damiano - Cervati Matteo Paolo


Km da fermo

Categoria LC1:
Addesi Pierpaolo
Triboli Fabio
Mesiti Massimiliano
Borgato Alessio

Categoria LC2:
Pittacolo Michele
Colombo Alessandrio

Categoria LC3:
Macchi Fabrizio
Devicenzi Andrea
Grassi Alessandro

Categoria Tandem Non Vendenti:
Bersini Emanuele - Riccardo Daniele
Ponzoni Ezio - Pizzocri Moreno
Zanotti Damiano - Cervati Matteo Paolo

Vincitori finali del torneo
LC1: Addesi Pierpaolo
LC2: Pittacolo Michele
LC3: Macchi Fabrizio
Tandem: Bersini-Riccardo

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Hugo Koblet




Posts: 400
Registrato: Jan 2005

  postato il 06/12/2009 alle 15:09
Con la collaborazione dell'onnipresente Laura (ricordiamolo, proprietaria del Velodromo di Montichiari) è stato possibile fare qualche foto ai partecipanti.

http://www.cicloweb.it/Gallery/fotogallery.html

 

____________________
Marco Bardella

Vieni a giocare con noi:

http://www.fantasportal.com/cyclo/index.php

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 05/01/2010 alle 14:45
Il Team Endurancenter Paracycling ricevuto in Municipio a Noceto
Il nuovo team di ciclismo paralimpico è stato salutato con entusiasmo dal sindaco Giuseppe Pellegrini

Prima uscita pubblica ufficiale per il nuovissimo Team Endurancenter Paracycling, squadra di ciclismo disabili composta da 12 elementi e guidata dal parmigiano Daniele Zammicheli e dal manager brianzolo Giuseppe Rivolta. Dirigenti, staff tecnico e atleti del team, che ha sede a Pontetaro di Noceto (Parma), sono stati ricevuti nella sala del Consiglio Comunale del Municipio di Noceto dal sindaco Giuseppe Pellegrini e dall’assessore allo sport dello stesso Comune Carlo Rabaglia.

Con in bella mostra le due maglie di campione del mondo e le rispettive medaglie d’oro conquistate l’anno scorso da Giorgio Farroni (trentatreenne di Fabriano) nella prova in linea e in quella a cronometro, la mattinata è stata l’occasione migliore per presentare alle istituzioni nocetane questa nuova realtà del territorio. «È con grande entusiasmo e soddisfazione che ho appreso la notizia della creazione di questa squadra proprio qui a Noceto – ha spiegato il sindaco Pellegrini - Si tratta di un progetto serio e ammirevole, per il quale dobbiamo ringraziare soprattutto Daniele Zammicheli, che ha intrapreso con passione e competenza questa avventura. Il mio augurio per il 2010 è che la squadra possa ottenere le soddisfazioni che merita e che contribuiranno a far conoscere il nome di Noceto anche in questo sport».
«Il nostro paese – ha sottolineato l’assessore Rabaglia - ha un ruolo primario nello sport, per questo la nascita di questo team è da salutare con grande gioia, anche per la grande valenza sociale e culturale che svolge».

A parlare più specificatamente del Team Endurancenter (che prende il nome dal poliambulatorio medico di Pontetaro) è stato Daniele Zammicheli: «Questi sono da considerare atleti veri e propri, non persone in cerca di compassione. Stando con loro ho capito tante cose, fra le quali l’importanza del vincere sfide vere. Abbiamo costruito un team che si porrà subito ai vertici internazionali del ciclismo paralimpico con 5-6 elementi già stabilmente presenti nel giro della Nazionale. Abbiamo tante motivazioni, non vediamo l’ora che la stagione prenda il via e intendiamo ben figurare soprattutto in Coppa del Mondo e ai Mondiali».

Le punte del team sono, oltre all’iridato Farroni (terzo alle Paralimpiadi di Pechino), il bronzo mondiale Alessio Borgato, i campioni d’Italia Alessandro Colombo (reduce dall’esperienza di una corsa fra i professionisti in Messico) e Angelo Maffezzoni, e tanti altri atleti che faranno di tutto per stupire nelle manifestazioni in giro per il mondo.

La squadra attualmente è in ritiro proprio a Noceto, dove alloggerà fino a domani per svolgere le visite mediche e i test atletici in base ai quali gli specialisti dell’Endurancenter stileranno le tabelle di allenamento.

(ufficio stampa)

 

[Modificato il 05/01/2010 alle 14:49 by Monsieur 40%]

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Hugo Koblet




Posts: 400
Registrato: Jan 2005

  postato il 05/01/2010 alle 18:13
Qualche immagine del raduno dell'Endurancenter Paracycling Team e della presentazione dello stesso al municipio di Noceto sono disponibili nella fotogallery di Cicloweb:
http://www.cicloweb.it/Gallery/fotogallery.html

 

____________________
Marco Bardella

Vieni a giocare con noi:

http://www.fantasportal.com/cyclo/index.php

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 05/01/2010 alle 18:43
Andrea allora a deciso di fare quella che lui ha chiamato "la follia in Tibet"?!?!?

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 11/01/2010 alle 15:46
Il Team Endurancenter Paracycling correrà con calzature Gaerne
La nuova G.Myst Plus per il team paralimpico. Edizione speciale iridata per il campione del mondo Giorgio Farroni

Importante accordo raggiunto dal parmigiano Daniele Zammicheli e dal manager brianzolo Giuseppe Rivolta. La neonata squadra paralimpica denominata Team Endurancenter Paracycling potrà contare nel 2010 sulla qualità delle calzature Gaerne. L'azienda trevigiana metterà difatti a disposizione dei 12 atleti del team la nuova G.Myst Plus, ultima creazione tecnologica (in allegato le specifiche). Gaerne ha fornito addirittura il team di una calzatura particolare, con i colori dell'iride, che sarà vestita dal campione del mondo (e bronzo olimpico) Giorgio Farroni durante quest'annata.

Grande soddisfazione per il team manager Daniele Zammicheli: «Il marchio Gaerne non ha certo bisogno di presentazioni, e quindi siamo onorati che un'azienda così importante ci abbia accordato la propria fiducia. Un attestato di stima che ci dà ancora nuovi stimoli verso questa nuova affascinante avventura e che ci testimonia, una volta di più, la bontà del nostro progetto».

(ufficio stampa)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 13/01/2010 alle 15:34
G.I.B. firmerà l'abbigliamento del Team Endurancenter Paracycling
I dodici atleti del team paralimpico saranno vestiti dall'azienda cremonese, presente anche sulle maglie iridate di Farroni

Continuano a comporsi i pezzi del puzzle creato e voluto da Daniele Zammicheli e Giuseppe Rivolta. Dopo l'accordo con Gaerne per le calzature, ecco l'ufficializzazione dell'azienda G.I.B. per la fornitura dell'abbigliamento da gara. L'azienda cremonese metterà a disposizione del neonato Team Endurancenter Paracycling delle maglie realizzate in tessuto Resistex, antistatico e dissipativo, perché le sue speciali fibre conduttive assorbono e disperdono le cariche elettriche prodotte e accumulate dall'ambiente esterno o durante l'attività fisica. I pantaloncini saranno in lycra Power 220 gr., con tessuto traspirabile, fondello Coolmax traspirante in gommapiuma. La produzione di tutti i capi della G.I.B. è garantita "made in Italy", dai tessuti ai modelli, fino alla lavorazione eseguita con macchinari altamente tecnologici.

G.I.B. firmerà dunque anche le maglie iridate (in linea e a cronometro) di Giorgio Farroni, che con il team manager Daniele Zammicheli e il direttore sportivo Thomas Zammicheli, si è recato già in azienda per conoscere i titolari. «Il lavoro procede per il meglio - dichiara soddisfatto Zammicheli "senior" - e gli ultimi tasselli sono in via di definizione. Siamo contenti del fatto che aziende serie e competenti si interessino al nostro progetto e abbiano deciso di percorrere questo pezzo di strada, che speriamo possa crescere anno dopo anno, insieme a noi di Endurancenter e a questi splendidi 12 atleti e ragazzi».

(ufficio stampa)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 12/02/2010 alle 12:47
(brescia) i ragazzi del tandem dei sogni daniele e emanuele domani partiranno ancora una volta per la liguria destinazione laigueglia(sv) dove domenica parteciparanno alla granfondo laigueglia pedalando con... bruno zanoni, e' una granfondo impegnativa e un ottimo test come inizio stagione afferma daniele la guida del tandem. sono 115km da percorrere con l'asperita' piu importante del passo del ginestro e del capo mele dal versante di andora.la corsa partira' alle ore 10 in punto da corso badaro' a laigueglia.

(comunicato stampa)

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 15/02/2010 alle 16:27
(brescia) giornata nevativa sotto un certo punto di vista e positiva sotto un altro. i ragazzi del tandem dei sogni ieri nella granfondo laigueglia pedalando con... bruno zanoni purtroppo si sono dovuti arrendere a un incidente meccanico e sono stati costretti al ritiro quando erano circa a a 5km dalgpm del passo del ginestro, ultima asperita' della giornata.la giornata e' subito partita male afferma emanuele siamo partiti con 4 gradi e con qualche goccia di pioggia poi pero' nel entroterra verso la prima salita dove abbiamo scollinato nelle prime 50 posizione la gara sembrava voltare nella maniera giusta anche daniele e' stato molto bravo a dosare le energie sia nella prima salita che da arnasco porta vendone che nella pianura dopo la difficile discesa di onzo.stavamo salendo veramente forte ma il raggio della ruota posteriore si e' rotto e siamo stati costetti al ritiro.il prossimo impegno sara in lombardia vicino casa a inzago(mi).

(comunicato stampa)

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 24/02/2010 alle 14:18
PARALIMPICI: Presentato ufficialmente il 1° Giro d’Italia HandBike, challenge in sei tappe

"Il ciclismo paralimpico è entrato a fare parte a pieno titolo della Federciclismo e oggi salutiamo con piacere la nascita di questa importante competizione in più prove dedicata alla specialità dell’HandBike e denominata Giro d’Italia". Così il Presidente Federale Renato Di Rocco ha promosso l'iniziativa, presentata ieri a Somma Lombarda e nata dall’intraprendenza di Maura Macchi, che ha trovato immediata rispondenza e collaborazione nel Cav. Silvio Pezzotta e in società lombarde e piemontesi organizzatrici di sei bellissime tappe, terreni di sfida per atleti di HandBike. "Un challenge che completa il percorso verso una società delle pari opportunità anche a livello sportivo". Questo le parole pronunciate dal presidente Di Rocco di fronte a una platea ricca della presenza di tutti i sindaci e assessori allo sport delle città sedi di tappa, del presidente della Provincia di Varese, Dario Galli, degli assessori allo sport delle province di Varese, Giuseppe De Bernardi Martignoni, di Milano, Cristina Stancari, di Cuneo, Giuseppe Lauria e, per la Regione Lombardia, l’assessore Luca Ferrazzi.

La Federazine Ciclistica Italiana era rappresentata anche dal vicepresidente Gianni Sommariva, dal consigliere provinciale di Varese, Puricelli, dalla presidente della Commissione Tecnica Nazionale Paralimpica, Marinella Ambrosio, col presidente regionale del “C.I.P. Lombardia”, Pierangelo Santelli, e il presidente provinciale Varese nonché vicepresidente regionale del C.O.N.I., Fausto Origlio.
Tanti importanti interpreti dello sport e delle istituzioni lombarde e piemontesi, a significare la grande importanza di questa iniziativa che, come ha dichiarato la coordinatrice del progetto, signora Maura Macchi, nasce con l’intento di creare un circuito di gare che possano distinguersi a livello nazionale per organizzazione e qualità, offrendo agli atleti la possibilità di concorrere ad una classifica finale, analogamente a quanto accade a livello professionistico. Ciò darà loro la possibilità di indossare la “Maglia Rosa”.

Per questo primo anno “sperimentale”, ha precisato Maura Macchi, il Comitato è riuscito a trovare l’entusiasmo e la collaborazione di sei società sportive e di una Onlus, oltre al Patrocinio della FCI, delle Regioni Lombardia e Piemonte, di tutti i Comuni sedi di tappa, delle Province di Milano, Varese, Como e Cuneo.

Partecipano all’iniziativa anche la “Virtual Image” per la Maglia Rosa, “GVG By Gian Vargian” di Gallarate, “Altran Italia”, “Decathlon Rescaldina”, “Break Cavaria”, “Lemuria Erboristeria”, “Tanner”, fornitore della maglia rosa, e “Hilton Garden Inn-Milano Malpensa”, il prestigioso hotel di Somma Lombardo, che ha ospitato la presentazione del Giro d’Italia HandBike.
Tanti padrini di eccezione, come gli atleti Francesca Finocchio (bronzo ai Mondiali di Bogogno e campionessa europea 2009 del circuito HC), Paolo Cecchetto, Vittorio Podestà, Desirèe Crisafulli, Sette Pantaleo, Diego Ceriotti, Domenico Vinci, Moreno Negri ed altri ancora.

Infine, il Presidente Di Rocco, con Maura Macchi, Silvio Pezzotta e Lucia Trevisan, hanno tolto il velo dalla planimetria generale del Giro, presentando in anteprima la Maglia Rosa e le sei tappe:
02.06.2010 – Bregnano (Como), Ritrovo ore 14,00, partenza prima gara ore 15,30, organizzazione Team Mtb Bee and Bike, presidente Carlo Ricci, www.beeandbike.it;
12.06.2010 – Parabiago (Milano), in notturna, ritrovo ore 17,00, partenza prima gara ore 20,15 Organizzazione GS Rancilio, presidente Mario Bonissi, www.grupposportivorancilio.com;
13.06.2010 – da Olgiate Olona (Va) a Solbiate Olona (Va), Ritrovo Olgiate Olona ore 14,00 prima partenza ore 15,00, organizzazione Onlus Amici del Gamba, presidente Roberto Albè, arrivo, GS Solbiatese, presidente Emilio Saporiti, www.amicidelgamba.org;
10.07.2010 – Fossano (Cuneo), in notturna, ritrovo ore 18,00, prima gara ore 18,30, organizzazione Polisportiva P.A.S.S.O. coordinatore sportivo Remo Merlo, www.passocuneo.com;
29.08.2010 - Alba (Cuneo), Ritrovo ore 07,00 prima gara ore 10,00, organizzazione SportABILI-Alba, presidente Francesca Finocchio, www.sportabili.org;
05.09.2010 – Somma Lombardo (Varese), Ritrovo ore 13,00, prima gara ore 15,00 organizzazione VC Sommese, 2° Gran Premio “Mariangela con noi” e proclamazione vincitori classifiche finali.
Questa la composizione e le relative mansioni del Comitato di Gestione:
Maura Macchi (Coordinamento Progetto);
Roberto Rancilio, Carlo Ricci, Vittorio Bonissi e Alberto Zin, (Area Tecnica & Consultants);
Lucia Trevisan, (Segreteria Operativa);
Silvio Pezzotta per la Lombardia e Remo Merlo per il Piemonte, (Relazioni Esterne);
Roberto Parravicini e Roberto Albè, (Area Commerciale).
Contatti mail: girohandbike@gmail.com e pex1954@libero.it

www.federciclismo.it
The Brain Farm
Ufficio Stampa FCI

 

____________________
Vivian Ghianni

"...L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa.L'importante è ciò che provi mentre corri." (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1311
Registrato: Sep 2006

  postato il 23/05/2010 alle 12:44
Oggi poco prima delle 14 il Team dei ciclisti paralimpici, che ieri ha scalato lo Zoncolan, dovrebbe intervenire a una trasmissione prediretta coin la De Stefano
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Parigi-Tours




Posts: 86
Registrato: Sep 2005

  postato il 24/08/2010 alle 19:09
Team Endurancenter Trenkwalder Paracycling: una maglia iridata e tre argenti
Ottimo bottino ai campionati mondiali di paraciclismo corsi in Canada: oro per Tarlao nella crono, due argenti per Farroni e uno per Bargna

Una maglia iridata e tre medaglie d’argento: è questo l’ottimo bottino con cui gli atleti del Team Endurancenter Trenkwalder Paracycling di Pontaro (Parma) tornano dal Campionato del Mondo di Paraciclismo corso a Baie Comeau in Canada.
A laurearsi campione del Mondo, per la prima volta in carriera, è stato il giovane Andrea Tarlao, friulano che si è avvicinato al paraciclismo solo quest’anno, “scovato” da Daniele Zammicheli, team manager del Team Endurancenter, nel mese di maggio durante una pedalata non competitiva sullo Zoncolan. Tarlao ha conquistato l’oro nella cronometro della categoria C5, ma purtroppo non è stato schierato al via della prova su strada dove avrebbe potuto sfruttare la sua eccellente condizione.
Due argenti li ha invece conquistati Giorgio Farroni (categoria T2, tricicli), bicampione del mondo in carica, che non è riuscito a confermarsi: ma per lui questa è stata una stagione tribolata sul piano fisico, per cui la doppia piazza d’onore è da considerarsi soddisfacente.
Estremamente positivo è sicuramente l’argento regalato al team parmense da Roberto Bargna (categoria C4), arrivato secondo nella prova in linea. Una bella soddisfazione per un’atleta che, grazie al duro lavoro, è stato fin qui autore di un’eccellente stagione, che l’ha visto fra l’altro indossare la maglia tricolore.
Infine, sesto posto per Angelo Maffezzoni, il quarto azzurro tesserato per l’Endurancenter Trenkwalder, che purtroppo, su un percorso piuttosto duro per le sue caratteristiche, non è riuscito a salire sul podio.

“Siamo soddisfatti –commenta il team manager Daniele Zammicheli -, perché grazie a Tarlao portiamo a casa una maglia iridata, che ci ripaga di tanti sforzi e sacrifici, sia dei ragazzi che della società stessa. Sono molto felice per l’argento di Bargna, se lo meritava proprio, perché Roberto ha lavorato molto bene quest’anno. Peccato che Farroni non si sia confermato campione del mondo, ma ha avuto una stagione non semplice, e nonostante ciò s’è confermato sul podio. L’unico rammarico che ho è il mancato schieramento di Tarlao nella prova in linea: è vero, avrà altre occasioni in futuro, ma io sono del parere che i più forti debbano sempre correre. Soprattutto ad un Mondiale”.

press endurancenter

 

____________________
vivo sull'onda delle passioni come in un sogno,che cerco ostinatamente di realizzare.....spero di non svegliarmi.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Parigi-Tours




Posts: 86
Registrato: Sep 2005

  postato il 24/08/2010 alle 19:11
oltre le barriere
un progetto e un impresa di un diversamente abile veramente toccante il video..
guardatelo

http://www.youtube.com/watch?v=fleLCIjVLWc


 

____________________
vivo sull'onda delle passioni come in un sogno,che cerco ostinatamente di realizzare.....spero di non svegliarmi.

 
Edit Post Reply With Quote
Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.3162229