Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Una manica di cretinetti ... che scioperano solo per fesserie
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2  >>
Autore: Oggetto: Una manica di cretinetti ... che scioperano solo per fesserie

Livello Fausto Coppi




Posts: 2863
Registrato: Oct 2005

  postato il 16/09/2008 alle 21:36
http://www.cicloweb.it/art1145.html

Bravo Marco Grassi, ottimo editoriale!

E vedo che su Bettini, finalmente, hai abbracciato il punto di vista che alcuni eretici sostenevano anche nei giorni della santificazione (poco meno di un anno fa) ...



P.S. se non va bene qui, chiudete pure il thread e spostatelo dove va spostato (grazie in anticipo)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1476
Registrato: Mar 2005

  postato il 16/09/2008 alle 21:43
Profroubaix, é incredibile, volevo aprire io questo 3d.
Non so se rispettare di più te o Grassi.
Nell'incertezza mi faccio i complimenti da solo, uno degli eretici ero io.

Admin, dovresti buttarti sugli articoli di fondo. Sai, sociologia, sociopedalatoria, politologiciclistologia, teoria psichica del cicloimpallinato. Roba così, ci staresti dentro!

baci
cla

ps. bella la scelta del quarto stato di pellizza, (brutto quadro) capovolto.

 

____________________
“…..oh, ghè riàt Dancelli!....”


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 16/09/2008 alle 22:33
Claudietto, più a fondo di così non posso andare, te l'assicuro

(Il mio ego mi spingerebbe a tenere aperto questo thread, ma mi sa che il discorso si instraderebbe bene nel thread sui corridori e l'assenza di coscienza di classe, aperto dall'ottimo Tondani).

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2432
Registrato: Jan 2005

  postato il 16/09/2008 alle 22:35
Volendo fare l'avvocato del diavolo: che interesse avrebbe Bettini, a fine carriera ormai, ad attirare su di sè critiche e malumori dei "padroni" facendo il sindacalista di base? Alla vigilia di un mondiale in casa, il terzo consecutivo che punta diritto a vincere.

 

____________________
Eugenio Vittone, EROE DEL GAVIA

E' famosa la risposta che George Leigh Mallory diede ai giornalisti che gli domandavano perchè volesse andare sull'Everest. "Perchè c'è", disse semplicemente.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2390
Registrato: Sep 2006

  postato il 16/09/2008 alle 22:38
solo una cosa non mi e' chiara.Bettini ha fatto il capopolo per rivendicazioni che tu definisci fesserie,giustamente.
Ma per se'?in che senso?era in fuga ieri?e' stato ingannato dall'altimetria nel finale di tappa?
solo questo...
ah si,i gendarmi con i pennacchi..non credo che siano in tanti per accompagnare il Ricco' di turno da un albergo ad una gendarmeria,quanto per evitare resse provocate da giornalisti e fotografi..da quel poco che ne capisco di o.p.

 

____________________
non li senti?...questo e' il mio mondo..devo andare.

M.Rourke.THE WRESTLER.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 16/09/2008 alle 22:40
incredibile! e io addirittura avevo pensato che la tappa fosse stata mandata in differita su Eurosport per non accavallarsi col Giro di Polonia.

una solo commento: chi è causa del suo mal pianga sè stesso.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Costante Girardengo




Posts: 1056
Registrato: Mar 2008

  postato il 16/09/2008 alle 22:48
Solo applausi per Grassi.
 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Rik Van Looy




Posts: 802
Registrato: May 2005

  postato il 16/09/2008 alle 22:48
dall'articolo in home page:
ed esprimiamo solidarietà ai poveri corridori vessati dal cambio di un'altimetria, aspettando di vedere il prossimo di loro portato via da 20 gendarmi, con i pennacchi, con i pennacchi (senza che gli altri 200 ciclisti battano ciglio).

Ehm, veramente gli altri 200 professionisti in quelle occasioni si sono sempre schierati, dalla parte sbagliata...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2337
Registrato: Jan 2007

  postato il 16/09/2008 alle 23:26
Il quarto stato sono loro, i ciclisti, incapaci di prendere una mezza posizione su tutti i problemi seri che affossano questo sport (e dire che non avrebbero che da chiudere gli occhi e puntare il dito a caso), che non hanno sentito la necessità di opporre più di un'ideale occhiataccia di rimprovero nei confronti di un sistema che ha brutalizzato (per dire il caso più grave) un Kevin Van Impe nel giorno più brutto della sua vita; che non sono riusciti a far nulla di nulla per evitare, impedire (o almeno provare a farlo) di essere essi stessi progressivamente equiparati a ladri e mascalzoni della peggior risma; che eleggono a loro rappresentanti (perlomeno in Italia) dei paciosi e attempati signori che biascicano parole assurde come "radiazione", assurde per chi guida un'associazione di corridori, s'intende; e che subiscono imbelli (ma la tentazione di aggiungerci in mezzo quel "ci" è forte) ogni decisione passi sopra il loro testone pieno di vaporosi pensieri inutili.
-----
C'è qualcuno di buona volontà che vuol prendersi la briga di fare un bel cartello con quanto scritto sopra ed esporlo, a favor di telecamera ,domenica 28 sul circuito di Varese?

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1671
Registrato: Dec 2004

  postato il 16/09/2008 alle 23:30
questa volta sottoscrivo in toto le parole di admin.
era un po' che non mi capitava
prafo

ciao

mesty

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2534
Registrato: Oct 2006

  postato il 16/09/2008 alle 23:57
Di certo dall'articolo in homepage non si è capito un benemerito dell'oggetto della discussione, l'unica cosa che ho capito è che Grassi ha sconfessato un suo titolo di ieri.
Corro su qualche sito di ciclismo specializzato per capire cosa sia successo.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Bernard Hinault




Posts: 1177
Registrato: Feb 2006

  postato il 17/09/2008 alle 00:31
Stavolta l'Admin ha fatto strike... concordo in toto.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani
Utente del mese Febbraio 2009
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 2093
Registrato: Sep 2004

  postato il 17/09/2008 alle 00:32

Sì, ci eravamo illusi l'anno scorso che Bettini potesse essere almeno la parvenza di un capopolo ( noi siamo gente che si illude, spesso, e ne sono orgogliosa e che. illudendosi, spesso sbaglia).
Non lo era.
Purtroppo i ciclisti sono minus habens e tali rimangono,senza redenzione.
Bravo anche per la scelta del quadro e per averlo capovolto. Altro che coscienza di classe, prima di acquisire quella bisognerebbe acquisire coscienza di sé. ma pare sia già un'impresa troppo grande.

 

____________________
Verità e giustizia per Marco Pantani: una battaglia di civiltà.

Arcana loggia per il ripristino della civiltà dell'ordalia.

IO NON L'HO VOTATO.

IO CORRO DOPATO COME TUTTI.

"E' tutto alla conoscenza di tutti" Marco Pantani,1997 ( tempi non sospetti),parlando di doping in un'intervista televisiva con Gianni Minà.

Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping.

Hypocrisy free.

CAREFUL WITH THAT AXE, EUGENIO.



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 17/09/2008 alle 00:39
Bravo Marco

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1311
Registrato: Sep 2006

  postato il 17/09/2008 alle 00:49
Giusto Bewolcic, rovesciato come il Quarto Stato, quoto tutto.

Però questi stessi discorsi li abbiamo fatti tante volte, ci siamo dichiarati di volta in volta incazzati, delusi, perfino offesi dal comportamento del gruppone, dei singoli califfi e del superpadrino.

Ma la domenica dopo siamo tornati a bordo strada, in massa. Così come abbiamo fatto dopo le mazzate dell'antidoping.

Non c'è davvero niente di più vulnerabile di un marito innamorato (del ciclismo, e sempre meno dei ciclisti però)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 17/09/2008 alle 01:16
Originariamente inviato da meriadoc

Di certo dall'articolo in homepage non si è capito un benemerito dell'oggetto della discussione[...]
Corro su qualche sito di ciclismo specializzato per capire cosa sia successo.


...Però, guai a cambiargli l'altimetria di una tappa! Sarebbero capaci di percorrere la frazione successiva a passo turistico. L'hanno fatto oggi alla Vuelta, capeggiati, manco a dirlo, da quel Paolo Bettini che speravamo riuscisse a diventare un capopopolo vero, di quelli che lottano per i diritti di tutti e non solo per i propri, non solo per le questioni irrilevanti come questa qui. E invece alziamo le braccia, chiediamo scusa per il titolo di ieri ("Tutti x uno, Betto x tutti"? No, andava meglio "Betto x Betto, e chi s'è visto s'è visto"), ed esprimiamo solidarietà ai poveri corridori vessati dal cambio di un'altimetria...

A me pare sia abbastanza chiaro l'oggetto della discussione.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 17/09/2008 alle 01:27
bravoooo bravoooooooooooooo hanno rottoo pure i giornalisti rai facendolo passare per il simbolo del ciclismo....specialmente di questi tempii
non ricordò quando cercava la rissa ad un arrivo, e poi capì che voleva fargli solo i complimenti....nun v lu gliuttet
ciaooooooooooooooooooo

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1388
Registrato: Jun 2008

  postato il 17/09/2008 alle 01:38
Ma in che senso hanno cambiato l'altimetria della tappa? Seguo poco la Vuelta per lavoro, che è successo?

 

____________________
http://cicloblog.splinder.com/

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 17/09/2008 alle 01:48
Trovo quantomeno curioso che un articolo contro i ciclisti metta d'accordo tutti, ma proprio tutti.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 17/09/2008 alle 01:59
Grande Marco,quando si assiste a questo non si può che dire le cose come stanno .

 

____________________
Vivian Ghianni

"...L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa.L'importante è ciò che provi mentre corri." (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 17/09/2008 alle 06:59
Sì! Davvero bello!

Scommetto che fino a quando non leggeranno l'editoriale, si sentiranno pure belli e forti e Bettini penserà di avere fatto paura capitanando il gruppo!

Quando lo leggerà o glielo faranno leggere, si sentirà un po' sgonfio!

Ma tanto.... Io lo dico sempre che i ciclisti pensano solo per loro stessi! Si vede che Paolino (che è semplicemente come gli altri) non vuole dare fastidio a nessuno in vista del Mondiale, lo scorso anno era incacchiatissimo perchè era stato messo in mezzo....

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 17/09/2008 alle 09:18
Questa volta sono pienamente d'accordo col nostro Conducador!
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3502
Registrato: Jun 2007

  postato il 17/09/2008 alle 09:24
Vorrei capire alcune cose premettendo che protestare per il cambio di pendenza è assolutamente ridicolo e ha fatto bene a sottolinearlo Admin:

1) Perchè nasce la protesta? SOLO per il cambio di percorso o c'è altro?
2) Bettini ha deciso lui per tutti o sono andati tutti da Bettini e hanno preso insieme sta decisione?
3) Come hanno giustificato la loro proteste? Ci sono interviste e dichiarazioni in merito?


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1339
Registrato: Nov 2005

  postato il 17/09/2008 alle 10:06
Originariamente inviato da Subsonico

Trovo quantomeno curioso che un articolo contro i ciclisti metta d'accordo tutti, ma proprio tutti.


Nonostante l'articolo sia ben scritto, mi sembra che per quanto è capitato la reazione sia eccessiva, ce la prendiamo solo con Bettini e buttiamo cacca su chi non si schiera con i positivi all'antidoping (sul caso Van Impe ovviamente siamo tutti d'accordo). Provate a pensare se un ciclista (o il gruppo) col clima da forcaioli che c'è, favorito anche dai giornalisti, dicesse che è solidale con un collega che viene arrestato. Tutti subito direbbero che è a favore del doping, oppure che dice così perchè teme che possa capitare anche a lui... Il discorso è più complesso, non basta dire che i corridori sono smidollati e che Bettini pensa solo al suo interesse.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Raymond Poulidor




Posts: 342
Registrato: Apr 2006

  postato il 17/09/2008 alle 10:37
Originariamente inviato da meriadoc

Di certo dall'articolo in homepage non si è capito un benemerito dell'oggetto della discussione, l'unica cosa che ho capito è che Grassi ha sconfessato un suo titolo di ieri.
Corro su qualche sito di ciclismo specializzato per capire cosa sia successo.


Che fai? Rosichi? A me sembra chiarissimo.

 

____________________
#1 Danilo Di Luca's Fan

GTA forever

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2534
Registrato: Oct 2006

  postato il 17/09/2008 alle 11:14
Originariamente inviato da KILLER

Che fai? Rosichi?



non ho fatto un copy and paste dei tuoi post sul thread di Varese

A me sembra chiarissimo.


a me no, e continua a non esserlo.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 17/09/2008 alle 11:27
Penso che la stessa lamentela si possa fare riguardo alla sicurezza dei corridori.
Al Giro della Provincia di Grosseto il gruppo si è fermato perchè ha ritenuto l'arrivo a Orbetello troppo pericoloso però al Tour Pereiro Sio e Augustyn quasi si ammazzavano in discesa perchè senza protezioni eppure non han detto niente!

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 17/09/2008 alle 11:37
Originariamente inviato da Greg Lemond
Provate a pensare se un ciclista (o il gruppo) col clima da forcaioli che c'è, favorito anche dai giornalisti, dicesse che è solidale con un collega che viene arrestato.


sarebbe come vedere il derubato solidale con il ladro.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Federico Bahamontes




Posts: 390
Registrato: May 2008

  postato il 17/09/2008 alle 11:59
Originariamente inviato da antonello64

Originariamente inviato da Greg Lemond
Provate a pensare se un ciclista (o il gruppo) col clima da forcaioli che c'è, favorito anche dai giornalisti, dicesse che è solidale con un collega che viene arrestato.


sarebbe come vedere il derubato solidale con il ladro.


Eppure qualche esempio, sporadico, c'è: uno su tutti Contador (che è un corridore importante) sul caso Riccò. Non è giusto per me chiedere di essere compatti ad ogni costo, per il motivo che tu brevemente illustri, ma a volte basterebbe essere consapevoli di essere un anello abbastanza debole, ed evitare commenti sgradevoli e fuori luogo, oltrechè un po ipocrite (vedi Sella).

 

____________________
La vita è un'esperienza da cui nessuno esce vivo!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 17/09/2008 alle 12:30
Originariamente inviato da antonello64

Originariamente inviato da Greg Lemond
Provate a pensare se un ciclista (o il gruppo) col clima da forcaioli che c'è, favorito anche dai giornalisti, dicesse che è solidale con un collega che viene arrestato.


sarebbe come vedere il derubato solidale con il ladro.


In un mondo di ladri questo è possibile. Vedere il signor Berlusconi

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 17/09/2008 alle 14:06
Originariamente inviato da jonoliva82
Eppure qualche esempio, sporadico, c'è: uno su tutti Contador (che è un corridore importante) sul caso Riccò.


magari perchè è l'unico che lo ha battuto.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 17/09/2008 alle 14:16
proviamo a dare qualche chiave di lettura un pò diversa di tutta la questione.
1° ipotesi: gli atleti hanno scioperato alla Vuelta e non per il caso van Impe perchè qui lo sciopero andava a colpire i diretti responsabili (cioè gli organizzatori) dello sgarbo subito; nel caso Van Impe invece ci sarebbero andati di mezzo altre persone (cioè gli organizzatori di Parigi-Nizza e Tirreno-Adriatico) che niente c'entravano col comportamento irresponsabile degli ispettori antidoping.

2° ipotesi: lo sciopero per il caso Van Impe non c'è stato perchè, essendo gli organizzatori di Parigi-Nizza e Tirreno-Adriatico gli stessi di Tour e Giro, nessuno se l'è sentita di entrare in contrasto con organizzazioni così potenti, col rischio magari che gli organizzatori stessi si leghino al dito lo sgarbo ricevuto.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2390
Registrato: Sep 2006

  postato il 17/09/2008 alle 15:02
cretinetti,fesserie,Van Impe,ecc.ecc. tutte cose sacrosante.
ma non ho capito i vantaggi personali che avrebbe avuto Bettini con questa protesta..sono tardo,qualcuno ha la compiacenza di spiegarmeli?

 

____________________
non li senti?...questo e' il mio mondo..devo andare.

M.Rourke.THE WRESTLER.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2390
Registrato: Sep 2006

  postato il 17/09/2008 alle 15:08
per la solidarieta'del gruppo contro i censori con i pennacchi, ricorderei la figuraccia del gruppo nel tour 98 quando si rischio' l'annullamento del tour stesso,per una squadra ,a suo dire persguitata dai gendarmi con i pennacchi,che appena finita la tappa (arrivata in svizzera mi sembra),se la svigno'dal tour,dal gruppo,dai gendarmi con i pennacchi,facendo fare ai ciclisti rimasti al tour una solenna figura di m....a:

 

____________________
non li senti?...questo e' il mio mondo..devo andare.

M.Rourke.THE WRESTLER.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 17/09/2008 alle 15:34
Non credo che si debba difendere oggi quello e domani quell'altro. Semmai bisogna pretendere che le regole verso i ciclisti siano rispettate oggi, domani, il mese prossimo e l'anno che verrà.
Il ciclista sa che ci sono delle regole comportamentali da rispettare, l'orario di partenza, banalissimo, è una regola che va rispettata sempre, non che oggi il gruppo parte puntuale e domani si vedrà, forse dobbiamo aspettare quello che arriva un'ora dopo!!!! Faccio un esempio assurdo, ma l'UCI non vive secondo leggi coerenti e sensate, si basa su ciò che più gli è comodo.
Bettini e tutti gli altri dovrebbero semplicemente contestare quando un regolamento non è rispettato, perchè devono avere la certezza di presentarsi alla partenza con uguali diritti e doveri ogni giorno.
E non doversi domandare se oggi sarà contro di te che la ruota gira o contro un altro e quando toccherà a te.

Il cambio di pendenza, di salita, allungamento del tragitto, arrivo pericoloso, asfalto scivoloso, giustissimo..... ci sono anche quelli, come ci sono gli altri problemi. Se c'era in programma una determinata tattica e il cambio dell'organizzazione rovina tutto, ci sta la lamentela, va segnalata energicamente quando non ha senso e va compresa quando l'organizzazione non ha responsabilità. Ma per ridurre l'egemonia e l'arroganza di team manager e dirigenti, bisogna attaccare sulle cose importanti e rosicchiare potere piano piano. Non è che se oggi si protesta o si sciopera, da domani l'abbiano vinta su tutto, però la prossima volta che i ciclisti alzeranno la testa, gli altri abbasseranno le orecchie!!
Io la penso così.... Ma iniziare è dura e nessuno si fida di chi gli copre le spalle....

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2534
Registrato: Oct 2006

  postato il 17/09/2008 alle 15:36
Originariamente inviato da barrylyndon

per la solidarieta'del gruppo contro i censori con i pennacchi, ricorderei la figuraccia del gruppo nel tour 98 quando si rischio' l'annullamento del tour stesso,per una squadra ,a suo dire persguitata dai gendarmi con i pennacchi,che appena finita la tappa (arrivata in svizzera mi sembra),se la svigno'dal tour,dal gruppo,dai gendarmi con i pennacchi,facendo fare ai ciclisti rimasti al tour una solenna figura di m....a:


si', la TVM.
Aggiungo: pochissimi riferimenti a questa vicenda dello sciopero sugli altri siti, da cyclingnews alla gazzetta a eurosport, ho trovato due righe su tuttobiciweb, del tutto assente il nome di Bettini (capopopoLOL).
Domande legittime, e risposte necessarie quelle avanzate da Serpa per esempio, quantomeno prima di lanciarsi in certi j'accuse nell'editoriale.
Insomma, Grassi e cicloweb colgono l'occasione per "fare caciara" e "buttare tutto in un calderone", la pendenza della tappa, il doping e i gendarmi con i pennacchi, con i pennacchi, con i pennacchi, con i pennacchi.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Rik Van Looy




Posts: 828
Registrato: Jan 2006

  postato il 17/09/2008 alle 16:39
per Marco grassi:



standing ovetion standing ovation per te standing ovation, ovation, for you........


standing ovation, standing ovation per te, standing ovation, ovation for you...... standing ovation, standing ovation per te, standing ovation, ovation for you..............

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 17/09/2008 alle 21:20
Io sono anni che dico che le altimetrie della Vuelta sono fatte con i piedi.
Sicuramente l'incazzatura è giustificata (chi se l'aspettava quella fatica supplementare) ma, conoscendo l'inaffidabilità grafica degli spagnoli, non condivido affatto il dopo con tappa fatta a rilento a modi sciopero.
Con tutte le motivazioni "validissime" per protestare questi protestano per un grafico fatto male.
Qui a Verbania dicono " Ma va da via i ciapp"!!!

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2863
Registrato: Oct 2005

  postato il 18/09/2008 alle 21:37
L'editoriale di ieri (bravo Mario!) http://www.cicloweb.it/art1147.html tornava sulla questione "scioperi", interrogandosi su come mai gli scioperi sui percorsi abbiano avuto successo e le (eventuali) proteste per gli altri interessi/diritti no.

Cito dalla homepage: i ciclisti, così uniti in questi due giorni per quanto riguarda salite, altimetrie, medie, curve, pioggia, pericolosità e pozzanghere, sapranno - uniti - chiedere all'agenzia francese antidoping come e dove sono state conservate le loro provette?
I ciclisti sapranno - uniti - presentarsi venerdì a Madrid, quando i tre grandi organizzatori (ASO-Tour, RCS-Giro, Unipublic-Vuelta) organizzeranno una riunione con le squadre per definire il calendario ciclistico 2009 ed i criteri di partecipazione alle corse?
I ciclisti sapranno - uniti - presentarsi all'UCI e chiedere alla federazione internazionale del ciclismo di mettere da parte le sue mire espansionistiche ed economiche e tornare (iniziare?) ad essere quell'ente super partes che dovrebbe garantire la salvaguardia del bene più prezioso del ciclismo, e cioè i corridori (e le corse storiche, of course)? Lo sapranno fare, o la loro unità di intenti e la loro compattezza rimarrà circoscritta ai livelli più bassi di quella che dovrebbe essere una vera e propria lotta sindacale?


La notizia c'è, e consiste proprio negli scioperi "riusciti", cosa rarissima nel ciclismo.
Credo che le risposte che il gruppo ha fatto pervenire sinora suggeriscano una prima, possibile (e che non esclude altre) ipotesi per capire che cosa sta succedendo (le azioni collettive contro i pericoli e le fatiche della strada) e cosa non sta succedendo (le azioni collettive a tutela di dignità, interessi e diritti "contro" antidoping, organizzatori e Uci).

Non è che la "lotta sindacale" si verifica solo quando (come davanti alle altimetrie e ai pericoli della strada) i corridori sono effettivamente tutti uguali e non quando (come davanti all'agenzia francese antidoping, ai tre grandi organizzatori e all'Uci) effettivamente non lo sono?

Detto altrimenti, non è che fra le cause del fallimento della "lotta sindacale" in tema di antidoping vi è anche (attenzione: "anche"; non "solo") il fatto che "quel" o "quei pochi" ciclisti puliti - di cui claudiodance, mestatore e altri vaneggiano da anni - esistono davvero?
O comunque che alcuni si sentono nettamente più puliti (o, per i complottisti: più spregiudicati e/o più protetti) degli altri?

Discorso analogo per gli organizzatori: alcuni corridori/squadre sono più "forti" di altri.

P.S. se dovete spostare nel calderone sul doping, fate pure

 

[Modificato il 18/09/2008 alle 21:40 by ProfRoubaix]


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 18/09/2008 alle 21:47
Punto di vista mica da ridere.

Nel '98 era l'esatto contrario: divisi per le questioni di sicurezza (Tirreno/Adriatico), uniti nei problemi col doping (Tour).

la domanda è: cosa ha portato in 10 anni a stravolgere i problemi del ciclismo? Perchè onestamente non credo che quel 10% di corridori più o meno "puliti" possa avere tutta questa influenza.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Settembre 2009, Marzo 2010, Maggio 2010




Posts: 2421
Registrato: Oct 2007

  postato il 19/09/2008 alle 15:36
anche io credo che corridori che non fanno uso di doping ( "pulito" è un aggettivo che ha poco a che fare con l'umanità e che comunque oggi per me andrebbe usato per classificare qualche altra categoria professionale)ce ne siano. Tuttavia non sarebbe comunque intelligente da parte loro se facessero il ragionamento: "bene, qualcuno imbrogliava, l'hanno preso, peggio per lui", in questo modo ci si lava le mani in primo luogo della sorte del collega, e, soprattutto, della propria, visto che se si continua con il sistema attuale dei gendarmi, dell'antidoping a orologeria in occasione dei grandi eventi e rivolto a ben mirati obiettivi il lavoro lo perderà ben presto anche il corridore "pulito".
Fare sentire la propria voce con il far venir meno l'agonismo, danneggiando un'altra volta l'immagine del proprio sport, è autolesionismo sterile.
Approvo in pieno anche io quanto scritto nell'editoriale . Ho l'impressione che questa ultima settimana di Vuelta poco accattivante da punto di vista del percorso sia stata frutto di una specie di accordo sottobanco con i corridori stessi per non essere costretti a giocarsi la classifica anche nell'ultima settimana e così essere costretti a "rischiare" di sacrificare il Mondiale per vincere o fare il podio alla Vuelta. Una salita in più non dichiarata sulle mappe deve essere così sembrata una specie di tradimento.
Però bisogna capire che così la passione e l'interesse per le corse vanno calando pericolosamente.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 19/09/2008 alle 16:27
Originariamente inviato da ProfRoubaix
Detto altrimenti, non è che fra le cause del fallimento della "lotta sindacale" in tema di antidoping vi è anche (attenzione: "anche"; non "solo") il fatto che "quel" o "quei pochi" ciclisti puliti - di cui claudiodance, mestatore e altri vaneggiano da anni - esistono davvero?
O comunque che alcuni si sentono nettamente più puliti (o, per i complottisti: più spregiudicati e/o più protetti) degli altri?


se non sbaglio, però, la lotta sindacale in tema di antidoping, dovrebbe riguardare più la modalità dei controlli piuttosto che i controlli stessi.
Di fronte ad un controllo alle 11 di sera i corridori dovrebbero essere tutti uguali, puliti o meno, nel senso che tutti sono costretti a sopportare una vessazione inutile.
Non parliamo poi del caso Van Impe.
Anche i corridori puliti dovrebbero sapere (e sicuramente lo sanno) che non sono questi i modi per fare una lotta antidoping come si deve (anzi, sono controproducenti); anche chi va a pane e acqua non può certo approvare una battaglia condotta con questi metodi

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: Sep 2005

  postato il 20/09/2008 alle 09:57
Scusate, mi dissocio dal coro di peana all'indirizzo di questo articolo.

Tra i corridori manca una coscienza di classe: perbacco, verissimo.

Il caso Van Impe grida vendetta: sfido chiunque a dire il contrario.

I corridori dovrebbero schierarsi a favore di chi viene beccato positivo: no!
Ringraziando i corridori non sono ancora una casta autoreferenziale come i politici, non si proteggono l'un l'altro e, se un Del Turco si prende la solidarietà di tutto l'arco costituzionale, da Rifondazione alla Santanchè, i corridori perlomeno manifestano dispiacere per l'immagine del ciclismo, che cade sempre più in basso. Non ricordo di aver sentito i corridori, sul caso Riccò, fare affermazioni forcaiole: ma vi rendete conto che cmq un corridore positivo danneggia anche gli altri - onesti o no che siano? Cosa dovrebbero dire i corridori dell'ex Saunier Duval? Ma è già tanto se non gli hanno lanciato una macumba al modenese, visto che rischiano di rimanere appiedati!!! E quelli delle altre squadre? La paura che il proprio sponsor non abbia più voglia di legare la sua immagine a uno sport dove ogni giorno ne beccano qualcuno con le mani nella marmellata?

Se in una corsa gli organizzatori sbagliano l'altimetria e non segnalano una salita, commettono un errore e i corridori, che vedono la competizione falsata da questo errore, possono anche arrabbiarsi.
A una GF sarebbe successo così, no? Io mi ricordo 3 anni fa a una mezza maratona ad Alba (CN), con 30° C, dal 5° al 18° km non c'era un rifornimento idrico: nonostante il resto dell'organizzazione fosse stato buono, avreste dovuto sentire i fischi alla premiazione!!

Bettini ha "capeggiato la rivolta" alla Vuelta perchè un errore nella segnalazione del percorso ha falsato una tappa: chiaro che ci sono almeno 100mila cause più serie - il Darfur, la guerra in Ossezia e Abkhazia, il Tibet o lo scandalo che l'Alitalia venga regalata a degli imprenditori e i suoi debiti li paghino i contribuenti - ma ahimè il Masaniello del ciclismo non può dedicarsi ad esse, chè verrebbe tacciato di presunzione.

Un corridore ha le palle a inizio carriera, a fine carriera, a metà carriera, e mi sembra sia il caso di Bettini. Per avere le palle bisogna avere il carisma, che è dato molto dai risultati: uno che è stato 2 volte campione del mondo può guardare in faccia Cordero e dirgli cosa pensa. Se Cordero non lo invita alla prossima Vuelta, ci fa lui la figura del "piccolo oggetto tondeggiante non troppo intelligente", come la fece Leblanc quando non invitò Cipollini al Tour. Se lo stesso gesto lo avesse fatto, per dire, Kyrienka, gli avrebbero riso in faccia.
Bettini già in passato si è contraddistinto per aver sempre detto la sua, mentre gli altri big stavano zitti: l'ultima che mi ricordo era sui traferimenti insensati del Giro d'Italia.
So che fa notizia provare a smontare i miti, so che la tentazione di smarcarsi dai peana di Bulbarelli all'indirizzo del Grillo è molto forte, so che dopo tanti colpi al cerchio (la difesa strenua dei corridori) si deve dare anche un colpo alla botte...ma a me sto articolo pare proprio fuori luogo!

Aggiungo un'ultima considerazione, che illumini i cuor di leone che popolano il forum: nel ciclismo gli organizzatori decidono chi invitare. Immaginatevi la Champion's League, se rifiutassero di far giocare l'Inter perchè Ibrahimovic sta antipatico a Platini (presidente della UEFA): bene, nel ciclismo una cosa analoga è possibilissima.
Si parva licet, l'Acqua e Sapone non è stata invitata al Giro 2008 nonostante nel 2007 Garzelli abbia vinto due tappe: uno scandalo, eppure nessuno ha detto niente.
I corridori cambiano squadra frequentemente, e le squadre stesse cambiano frequentemente: solo gli organizzatori e i parrucconi dell'UCi rimangono al loro posto. Facile capire chi ha il coltello dalla parte del manico.

 

____________________
Il ciclismo è uno sport sano e alla portata di tutti,contro la vecchiaia e le malattie, ma soprattutto conferisce grande lucidità ed efficienza sul lavoro [...]
Voglio anche dire che mi fanno pena e schifo gli impiegati che vengono in ufficio in macchina
e che la sera corrono a rinchiudersi in quelle scatole di sardine invece di farsi una bella sgambata fuori città...
(Visconte Cobram, da "Fantozzi contro tutti")

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Ottavio Bottecchia




Posts: 548
Registrato: Mar 2004

  postato il 20/09/2008 alle 09:57
Originariamente inviato da antonello64

Originariamente inviato da ProfRoubaix
Detto altrimenti, non è che fra le cause del fallimento della "lotta sindacale" in tema di antidoping vi è anche (attenzione: "anche"; non "solo") il fatto che "quel" o "quei pochi" ciclisti puliti - di cui claudiodance, mestatore e altri vaneggiano da anni - esistono davvero?
O comunque che alcuni si sentono nettamente più puliti (o, per i complottisti: più spregiudicati e/o più protetti) degli altri?


se non sbaglio, però, la lotta sindacale in tema di antidoping, dovrebbe riguardare più la modalità dei controlli piuttosto che i controlli stessi.
Di fronte ad un controllo alle 11 di sera i corridori dovrebbero essere tutti uguali, puliti o meno, nel senso che tutti sono costretti a sopportare una vessazione inutile.
Non parliamo poi del caso Van Impe.
Anche i corridori puliti dovrebbero sapere (e sicuramente lo sanno) che non sono questi i modi per fare una lotta antidoping come si deve (anzi, sono controproducenti); anche chi va a pane e acqua non può certo approvare una battaglia condotta con questi metodi


Magari pensano sono le il merito venga prima del metodo.
Almeno io lo penserei.
Come quel corridore che dopo il blitz al Giro del 2001, pur finendo tra la cinquantina di indagati perché gli trovaro della caffeina in camera, disse comunque "hanno fatto bene!".

 

____________________
Via i dopati dal ciclismo.

Non è che mi sono staccato, è che il gruppo è andato in fuga!


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Ottavio Bottecchia




Posts: 548
Registrato: Mar 2004

  postato il 20/09/2008 alle 10:00
Originariamente inviato da Subsonico

Trovo quantomeno curioso che un articolo contro i ciclisti metta d'accordo tutti, ma proprio tutti.


Per me è un articolo disgustoso.

 

____________________
Via i dopati dal ciclismo.

Non è che mi sono staccato, è che il gruppo è andato in fuga!


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  1    2  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.1927969