Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > 27/07/98 - 27/07/08
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
Autore: Oggetto: 27/07/98 - 27/07/08

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 27/07/2008 alle 11:16
Si, gente, ad oggi ricorrono i 10 anni dall'ultima grande impresa del ciclismo moderno.

Gentili signore e signori, Buongiorno. [...]E' la 15 tappa, da Grenoble a Les Deux Alpes, dove sta piovendo alla grande. D'altronde, le condizioni atmosferiche qui sul traguardo sono non dico autunnali, ma addirittura invernali, da stamattina...


(spaces.live.com)

-...Potrebbe partire Pantani. Se sta bene, parte adesso. Eccolo, difatti parte.
- Ecco parte Pantani, attenzione, l'atteso scatto di Pantani....
- E non risponde Ullrich!
- Ullrich che aveva già dimostrato che quando scatta Pantani è meglio lasciar perdere...


La storia la conoscete tutti, non c'è bisogno che ve la racconti. Il ricordo che più mi è rimasto impresso, di quel pomeriggio così caldo qui a contrasto con quel freddo cane che la televisione trasmetteva, stranamente non riguarda Pantani,ma il contrasto con Luc Leblanc. Luc Leblanc sulla discesa del Galibier era un ghiacciolo, non si muoveva. Ullrich lo passa a doppia velocità, insieme ad altri uomini, e lui semplicemente non reagisce. Fermo, continua a non pedalare. Poi la regia passa su Pantani. Caz.zo, come se stesse pedalando a 25°, come se non sentisse niente, continua ad attaccare.

Voi che ricordi avete di quella giornata?

 

[Modificato il 27/07/2008 alle 11:26 by Subsonico]

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Eddy Merckx




Posts: 1231
Registrato: May 2006

  postato il 27/07/2008 alle 11:22
Un ricordo indimenticabile, come se fosse accaduto qualche giorno fa.

Ciao Marco

 

____________________
Andrea Giorgini

a.giorgini@ilciclismo.it
http://www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Eddy Merckx




Posts: 1229
Registrato: Apr 2008

  postato il 27/07/2008 alle 11:39
Sta piovendo alla grande, e le condizioni sono invernali...

Ma perchè sul Galibier non ci fu la neve ?
E le immagini in diretta ci furono dall' inizio alla fine ?

Per Pantani resterà un impresa immensa.....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Herman Van Springel




Posts: 452
Registrato: Jun 2008

  postato il 27/07/2008 alle 11:46


la più bella impresa di sempre.
un attacco a 50 km dal traguardo, una cosa straordinaria. in 5 km di salita rifilò 2 min e mezzo a ullrich. rimontò la fuga sul galibier con una potenza impareggiabile. la discesa poi, quando lo inquadrarono fermo, il cuore mi si fermò. e poi l'apoteosi, a le deux alpes. il ciclismo è questo ragazzi, è tutto qui. questa cavalcata deve essere fatta vedere nelle scuole, al corridore dilettante per fargli capire quello che può regalare alla gente in termini di emozioni, un uomo sui pedali. l'elogio della fantasia, del coraggio, dell'eccezionalità. grazie marco

 

____________________
Mi hai conosciuto in un momento molto strano della mia vita!


« Allora, io non ti voglio prendere per il culo, okay? Non me ne frega un beneamato "particolare anatomico che, se rotto, simboleggia seccatura" di quello che sai e di quello che non sai. Tanto ti torturo lo stesso. Comunque sia, non per il fatto di avere informazioni. Il fatto è che mi diverte torturare uno sbirro. Puoi dire quello che vuoi, tanto non mi fa nessun effetto. Tutto quello che puoi fare è invocare una morte rapida.. cosa che tanto non otterrai. »

NON NE POSSIAMO PIU' DEL SESSO FAI DA TE, VIVA LEA DI LEO, VIVA I CLUB PRIVE'

SCINDIAMO L'AMORE DAL SESSO SPORTIVO

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3025
Registrato: Feb 2006

  postato il 27/07/2008 alle 12:01
E'l'inizio dell'estate 1998. Aspetto la cartolina per il servizio militare. Lavoro tutta l'estate come facchino, e aspetto impazientemente il 27 Luglio per partire in camper con altri 4 amici. Destinazione: un giro tra Danimarca, Svezia e Norvegia.

Mentre prepariamo il camper, il Sig. Marziano Righi, padre del mio amico Rocco, si affaccia alla finestra e annuncia: "E'scattato Pantani, li ha lasciati lì come al solito".
"Quanto manca? E'matto? E'troppo presto!"

Continuiamo a preparare il camper.In testa il colore che più si avvicina al giallo è il biondo dei capelli delle ragazze scandinave.

Di nuovo il Sig.Righi: "E'maglia gialla virtuale. Ullrich sta facendo una cotta paurosa!".

"Vabbè, ragazzi, il camper preparatelo voi. Ci sono cose ppiù important, qua si vince il Tour"

Partiamo la sera tardi, visto che la preparazione del camper ha subito un pesante ritardo.
Il 28 Luglio i due giganti spianano Albertville: il Kaiser è ritoranto il Kaiser, ma Pantani è sempre Pantani.
Con un ghigno beffardo siamo sul molo di Rostock, in attesa del traghetto per la Danimarca.
Bionde, arrivo!

 

____________________
Gaudium magnum. E'tornato! (cit. Frank VDB)

Anti-Zerbinegnan club - Iscritto n°1

Anti Armstrong n°2

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Roger De Vlaeminck




Posts: 632
Registrato: Jul 2008

  postato il 27/07/2008 alle 12:22
Sembra ieri. Vidi quella tappa dall’inizio alla fine. Fatto vuole che ci siano stati gli elementi tali da poter creare una vera e propria impresa d’altri tempi e unica in questo ciclismo metodico: il brutto tempo, l’attacco da lontano e soprattutto la conquista insperata della maglia gialla contro colui che fino al giorno prima era considerato il nuovo mostro del ciclismo moderno. Segnò di fatto l’apice della carriera di Marco Pantani (finita pochi mesi dopo) e la prematura detronizzazione di Jan Ullrich che negli anni successivi non avrebbe più vestito la maglia gialla.
Fu un momento particolare del mondo ciclistico, troppo particolare perché potesse ripetersi una seconda volta. Forse nemmeno lo stesso pirata sarebbe riuscito a ricalcarsi in cotanta grandezza, o forse chissà… Ad oggi rimangono molti rimpianti, quella è l’unica cosa certa.

 

____________________


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: Sep 2005

  postato il 27/07/2008 alle 13:54
Ero in Spagna, sulla costa catalana, in vacanza con i miei.
Allora non seguivo il ciclismo con regolarità come adesso, ma quell'anno non mi persi una tappa importante del Giro e del Tour.
Mia madre si arrabbiava perchè al pomeriggio, invece di andare al mare, mi attaccavo alla TV.
Quella pioggia, la TV che non si vedeva bene, la "cabeza della carrera" e il "peloton" che erano le uniche due parole di spagnolo che capivo dal commento..e poi quello scatto folle, quella discesa a tutta mentre dietro gli avversari - soprattutto l'Avversario - si congelavano..
Quel giorno delle Deux Alpes non lo dimenticherò mai.

 

____________________
Il ciclismo è uno sport sano e alla portata di tutti,contro la vecchiaia e le malattie, ma soprattutto conferisce grande lucidità ed efficienza sul lavoro [...]
Voglio anche dire che mi fanno pena e schifo gli impiegati che vengono in ufficio in macchina
e che la sera corrono a rinchiudersi in quelle scatole di sardine invece di farsi una bella sgambata fuori città...
(Visconte Cobram, da "Fantozzi contro tutti")

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 27/07/2008 alle 14:43
Il giorno più bello della mia vita di tifoso. Mi ricordo per filo e per segno tutta la tappa: Marco che scatta sul Galibier, il faccione di Ullrich terrorizzato dall'attacco, Marco fermo in discesa a mettere la mantellina, Ullrich che buca in fondo alla discesa, la maglia gialla virtuale, il trionfo a Le Deux Alpes.... Ma l'immagine che mai se poi mai scorderò e il trenino della Telekom, Riis-Bolts-Ullrich che arriva a 8.58 da Pantani! Il povero Jan non riusciva a tenere neanche le ruote dei due compagni. Una cosa alla quale nessuno avrebbe mai creduto il giorno prima....

 

[Modificato il 27/07/2008 alle 14:56 by Tranchée d’Arenberg]


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 207
Registrato: Aug 2007

  postato il 27/07/2008 alle 14:58
Ricordo come se fosse ieri quel 27 luglio, la corsa dalla spiaggia al lido per vedere la tappa... io ragazzino di 16 anni matto per il calcio correvo per vedere l'impresa dell'uomo che mi stava insegnando a conoscere, ad amare questo sport, un amore che credo mi accompagnerà per tutta la vita... GRAZIE MARCO!!!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Eddy Merckx




Posts: 1229
Registrato: Apr 2008

  postato il 27/07/2008 alle 22:30
http://www.videopeloton.com/dettaglio.aspx?CodFile=50267
http://www.videopeloton.com/dettaglio.aspx?CodFile=50268
http://www.videopeloton.com/dettaglio.aspx?CodFile=50269
http://www.videopeloton.com/dettaglio.aspx?CodFile=50270
http://www.videopeloton.com/dettaglio.aspx?CodFile=50264
http://www.videopeloton.com/dettaglio.aspx?CodFile=50262
http://www.videopeloton.com/dettaglio.aspx?CodFile=50263

Nella leggenda...

E c'era anche Jose Maria Jimenez
(fonte:wievimages)


Resterai sempre nei nostri cuori....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gastone Nencini




Posts: 504
Registrato: Jul 2008

  postato il 27/07/2008 alle 22:56
Una giornata indimenticabile, unica, leggendaria!!!
L' unanimità dei giudizi fu, per citare la celebre prima pagina dell' Equipe, C'est un geant!!!
Marco quel giorno di 10 anni dimostrò a tutti i soloni che dissertano animatamente sulle qualità per primeggiare in un GT ed in 1 Tour segnatamente che l' impresa in salita, e l' arrembaggio sfrontato e lugimirante fatto di cambi di ritmo, scatti a ripetizione, rasoiate secche contro avversari cronoman e regolaristi potenti, alla Ullrich ed Indurain tanto per intenderci e non succhiaruote mediocri privi di slancio e fantasia alla Evans o Menchov, è l' unica strategia possibile.
La stessa identica cosa fu fatta con le debite proporzioni al Giro nell' attacco sul Fedaia con Turbo Guerini, anche lì Pantani fece andare a carte 48 il postulato infallibile che per vincere i GT bisogna essere forti contro il tempo, perchè ciò conterebbe proporzionalmente di più rispetto al rendimento in salita.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Juniores




Posts: 8
Registrato: Aug 2006

  postato il 27/07/2008 alle 23:55

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani
Utente del mese Febbraio 2009
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 2093
Registrato: Sep 2004

  postato il 28/07/2008 alle 01:34
C'est un geant!!!
Basta questo.
Hasta siempre comandante Marco!!!!!

 

____________________
Verità e giustizia per Marco Pantani: una battaglia di civiltà.

Arcana loggia per il ripristino della civiltà dell'ordalia.

IO NON L'HO VOTATO.

IO CORRO DOPATO COME TUTTI.

"E' tutto alla conoscenza di tutti" Marco Pantani,1997 ( tempi non sospetti),parlando di doping in un'intervista televisiva con Gianni Minà.

Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping.

Hypocrisy free.

CAREFUL WITH THAT AXE, EUGENIO.



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2534
Registrato: Oct 2006

  postato il 02/08/2008 alle 14:18
Un uomo solo al comando
 
Edit Post Reply With Quote
Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.1615179