Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Giro del Mediterraneo
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2  >>
Autore: Oggetto: Giro del Mediterraneo

Moderatore




Posts: 2848
Registrato: Nov 2004

  postato il 31/01/2005 alle 10:51
Presentato oggi il giro del Mediterraneo 2005. Le tappe:
1- Sanremo - Mentone 130km
2- Villeneuve Loubet - Bormes les Mimosas 131km
3- La Garde - Toulon (Mt. Faron) 134km
4- Bouc Bel Air - Berre (crono) 36km
5- Cabries - Marseille 122km

Gli Iscritti:
Acqua & Sapone : Masciarelli, Nocentini, D'Amore, Pospyeyev, Hamburger, Balducci, Ferrigato, Donati
AG2R : Calzati, Dessel, Dumoulin, Goubert, Krivtsov, Nazon, Scanlon, Turpin
Agritubel : Berges, Canouet, Coutouly, Crosbie, Martinez, Olivier, Robin, Salmon
Bookmaker : Boucher, Bouguet, Hunt, Laidoun, trouve, planckaert, pronk, cowen
Bouygues : Brochard, Claude, Geslin, Kern, Lefrevre, Renier, Voeckler, Gene
Cofidis : Coyot, Engoulvent, farazijn, moncoutie, koerts, scheirlinckx, tombak, white
Credit Agricole : Caucchioli, Herve, Patour, Hushovd, Belotti, Muravyev, Nazon, Wiggins
Domina : Cadamuro, Celestino, Cortinovis, Furlan, Honchar, Ivanov, Ludevig, Vanotti
Fassa : Bossoni, Cancellara, Chicchi, Corioni, Facci, Frigo, Hauptman, Kirchen
FDJ : Casar, Cooke, Delage, Finot, Gilbert, Lovkvist, McGee, Sanchez
Gerolsteiner : Rebellin, Forster, Hondo, Moletta, Ordowski, Serpellini, Wrolich, Zberg
Liquigas : Cipollini, Albasini, Andriotto, Backstedt, Milesi, Pellizotti, Sironi, Zanotti
Miche : Kohut Se., Kohut Sl., Niemec, Gabrovski, D'Aniello, Muto, Carta, Rothmer
Phonak : Clerc, Elmiger, Grabsch, Hunter, Nose, Schnider, Tschopp, Zampieri
QuickStep : Bramati, De Fauw, De Weert, Pozzato, Rosseler, Tankink, Paolini, Zanini
RAGT : Berthou, Dion, Dulac, Levecot, Luhovyy, Martin, Minard, Reinaud
Rabobank : Dekker E., Dekker T., De Groot, Boven, Horillo, Posthouma, Scheunemann, Sentjens
CSC : Peron, Julich, Vandevelde, Zabriskie, Voigt, Bak, Goussev, Roberts
Navigators : Baldwin, Campognara, Milne, O'Loghlin, Nothstein, O'Bee, Power, Zajcek


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Octave Lapize




Posts: 471
Registrato: Dec 2004

  postato il 31/01/2005 alle 11:18
solito arrivo sul mont faron per vedere chi e' gia' in condizione.
Ma sta cavolo di crono a squadre non la levano!! l'anno scorso si sono ritirati meta' dei partecipanti e certe squadre presero minuti e minuti perche' altrim non arrivavano in 5 al traguardo.
Per me e' una cosa assurda a meta' febbraio una crono a squadre.

 

____________________
Pedivella rovente

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 2848
Registrato: Nov 2004

  postato il 31/01/2005 alle 11:24
Beh.. almeno non e' come l'anno scorso quando hanno fatto una cronoscalata a squadre con tempo individuale sempre sul mt. Faron.... una autentica assurdita'!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Giro di Svizzera




Posts: 91
Registrato: Jan 2005

  postato il 31/01/2005 alle 11:40
La cronometro a squadre dopo una tappa di montagna non ha molto senso era meglio iniziare con una cronosquadre. Far decidere una corsa alla squadra di un certo corridore è falsare la corsa.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 31/01/2005 alle 12:04
La cronosquadre è SEMPRE una stupidata, ad inizio stagione ed in una mini-corsa a tappe è anche peggio!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 31/01/2005 alle 12:11
concordo pienamente,una cronosquadre di ben36km.dopo le tappe piu'impegnativo vuol dire falsare una corsa,tra l'altro molto impegnativa(almeno rispetto alla parigi-nizza)e spettacolare!
e'un peccato perch'per me il giro del mediterraneo varrebbe bene un posto nel pro-tour...ma d'altronde in francia conta solo il tour e queste prove sono la dimostrazione che e'fatto tutto in funzione di quella corsa,cronosquadre comprese!!!
l'unica nota felice la partenza da sanremo....

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 31/01/2005 alle 12:37
Io credo che una cronosquadre inserita in un grande giro non debba superare i 10-15 Km e debba essere posta almeno nei primi tre giorni... Fa spettacolo e tutto quanto ma messa come penultima tappa è una cafonata a maggior ragione se è di quasi 40 Km. Parlare poi di una cronoscalatasquadre è poi follia. Non sarei così drastico alla cronosquadre, basta regolamentarle e non piazzarne di oltre 70 Km come al tour

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 31/01/2005 alle 12:38
no ma infatti anche io nn sono troppo rigido nei confronti di tale prova,cmq spettacolare,a patto che nn superi 15km.nelle corse a tappa medio-piccole ed i trenta nei GT!
va da se che inoltre nelle prove di tre settimane deve esser fatta nei primi giorni di corsa,quindi prima delle grandi montagne e cio'anche deve anche avvenire nelle piccole corse a tappe!
inoltre deve esser sempre in sostituzione di una prova individuale e nn in aggiunta ad essa(e niente sbarramenti)!

 

[Modificato il 31/01/2005 alle 12:51 by Pirata x sempre]

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 31/01/2005 alle 12:48
Ti dirò...io la lascerei a 25 nei grandi giri. Dai sarai d'accordo con me che 80 Km di cronosquadre al tour è troppo, incide tanto sulla classifica... Per esempio alla Vuelta il prologo a squadre di circa 30Km poi non fa danni anche se già lunga... Sono convinto che si potrebbe regolamnetare ma non abolire

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 31/01/2005 alle 13:01
certo cascata,e'uno scandalo vedere cronosquadre di 70km che fino all'anno scorso al tour addirittura nn sostituivano un bel niente ma erano semplicemente un'altra mazzata a chi nn aveva team fortissimi,pur essendo un campione...mayo nel 2003 docet!
quest'anno almeno hanno tolto ua cronometro individuale,gia'e'qualcosa,ma sinceramente proprio nn capisco questo intestardirsi con tuti questi km.e con l'escamotage degli sbarramenti che rende la prova ancor piu'ridicola!
la vuelta ha sempre fatto ottime cronosquadre,tra l'altro spesso con percorsi impegnativi,ma d'altronde in questi ultimi anni la vuelta e'sempre stato il top per percorsi spettacolari...i problemi li sono ben altri,e ben piu'gravi....

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2432
Registrato: Jan 2005

  postato il 31/01/2005 alle 14:25
la cronosquadre è il fenomeno più evidente del potere che hanno gli sponsor sul ciclismo moderno. una cronosquadre è una bella passerella per mostrare tutti i marchi che coprono le divise e visto che sono gli sponsor a pagare per mandare avanti la baracca diciamo che questo è il loro prezzo. troppo alto però
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Octave Lapize




Posts: 471
Registrato: Dec 2004

  postato il 31/01/2005 alle 14:29
verissimo, anche se quella dello sbarramento presentato quest'anno e'del tutto ridicolo: fatela lunga la meta' e niente sbarramenti! ovvio poi che debba essere in sostituzione di una crono e non in aggiunta a quelle gia' previste.

 

____________________
Pedivella rovente

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 31/01/2005 alle 16:20
e'vero Euge,capisco l'esigenza di mostrare i marchi degli sponsor,ma penso che 30-35km,quindi poco piu'minuti siano piu'che sufficienti...visto che senno'si rischia come spesso accade di falsare in modo decisivo una corsa cosi importante come quella del tour,mah...

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 31/01/2005 alle 16:36
tornando a parlare del giro del mediterraneo c'e'da segnalare che in questa corsa fara'il suo esordio pietro caucchioli,che comincera'quindi tra una settimana il suo percorso di avvicinamento al giro d'italia e che ha dichiarato piacergli parecchio,dove dice puntera'a confermare il podio di tre anni fa!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 31/01/2005 alle 17:19
Non volevo essere troppo drastico.
Se qualcuno trova spettacolare una cronosquadre ha ben diritto di trovarla in una grande corsa a tappe (per me non lo è, però i gusti sono gusti).
La verità, però, è quella già espressa da EugeRambler e Umbi. Sopravvive esclusivamente come "contentino" agli Sponsor.
Almeno si faccia in modo che non influenzi assolutamente la classifica individuale!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 31/01/2005 alle 17:21
Non volevo essere troppo drastico.
Se qualcuno trova spettacolare una cronosquadre ha ben diritto di trovarla in una grande corsa a tappe (per me non lo è, però i gusti sono gusti).
La verità, però, è quella già espressa da EugeRambler e Umbi. Sopravvive esclusivamente come "contentino" agli Sponsor.
Almeno si faccia in modo che non influenzi assolutamente la classifica individuale!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5092
Registrato: Apr 2004

  postato il 01/02/2005 alle 08:54
Hanno messo le altimetrie della gara su qualche sito?

 

____________________
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 323
Registrato: Dec 2004

  postato il 01/02/2005 alle 09:15
Le altimetrie sono qui

http://letour.asp-hebergement.org/tmcp/index.htm

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 01/02/2005 alle 14:00
grande fagot!!!

bellissimo il sito che ci hai segnalato,ed il fatto che sia quello ufficiale nn giustifica tutta questa completezza,la gazzetta col giro docet(almeno fino a pochi giorni prima dell'evento).....

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 01/02/2005 alle 14:16
e'veramente un percorso molto interessante,con nessuna delle due volate previste con un tracciato piatto e scontato(tra l'altro nella prima si sale sul poggio..)e con due belle tappe,la3°con il classico arrivo sulla dura salita del mont faron,e l'ultima(5°)con dei bei colli previsti prima di approdare a marsiglia!
peccato per quei 36km a cronometro(per di piu'a squadre)che risulteranno purtroppo a dir poco decisive per le sorti finali della corsa...diciamo che se tale prova fosse stata la meta'l'intrigante percorso faceva invidia anche a molte corse pro-tour....

p.s.certo che lo sciovinismo ai francesi nn fa mai difetto...nell'ultima tappa una pedalabile salitella ad inizio tappa scollina col nome di"petit galibier"....!!!

 

[Modificato il 01/02/2005 alle 14:20 by Pirata x sempre]

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 02/02/2005 alle 15:26
all'ultimo minuto si e'aggiunta una 20°squadra alla 32°edizione del giro del mediterraneo e precisamente la naturino saponi di mari,con tre dei suoi big come casagrande,fagnini e colombo al via da sanremo!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 225
Registrato: Jan 2005

  postato il 02/02/2005 alle 17:56
Condivido il parere di molti di voi che la cronosquadre è da eliminare, per di più così lunga, in una corsa del genere può decidere da sola la classifica.
Qualcuno sa se e dove trasmettono in TV il giro del mediterraneo?
A proposito di quanto diceva Pirata del "Petit Galibier", tengo a dire che anche in Italia esiste il "Piccolo Stelvio".

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 02/02/2005 alle 18:53
almeno pero'e'una bella salita...certo niente di paragonabile al mito,ma neanche poco piu'di un cavalcavia....

a proposito eccola:
http://www.salite.ch/caldirola.htm

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 07/02/2005 alle 17:10
Per me il méditerranéen é la prima corsa seria dell’anno.
Potremmo dire che terminato l’aperitivo (i vari down under, Langkawi, Qatar, Bessèges...) cominciano gli antipasti.
Non si scherzerá piú, i corridori di secondo piano lotteranno alla morte per guadagnare la fiducia dei propri direttori sportivi, i giovani rampanti troveranno qui un test attendibile per cominciare a farsi un’idea delle proprie potenzialitá, i fuoriclasse capiranno se siano in ritardo di condizione atletica o se la preparazione proceda per il meglio.

La prima tappa, San Remo-Mentone 130 Km, nonostante alcune asperritá (come il famoso Poggio) presenta 30 Km finali completamente piatti, quindi dovrebbe risolversi allo sprint.
La seconda tappa (Villeneuve Loubet - Bormes les Mimosas) si presta alle fughe da lontano, presenta un colle di 400 metri attorno ai 40 Km, seguono 50 Km pianeggianti e negli ultimi 30 Km ci sono due colline sufficienti al colpo di mano di un finisseur anche qualora il gruppo avesse riacciuffato i fuggitivi (non impossibile ma difficile l’arrivo a ranghi compatti).
La terza tappa (La Garde - Toulon 134 Km) é molto bella, completamente vallonata con arrivo in salita ai 450 metri del Mont Faron (ma attorno al 40° Km c’é anche il Col des Fourches di oltre 500 metri).
La quarta tappa (Bouc Bel Air - Berre l’Etang 36 Km) é una cronosquadre la cui prima metá del tracciato percorre un falsopiano in leggera discesa.
Come al solito vado un po’ controcorrente e giudico la cronosquadre insulsa esattamente come le cronometro individuali, ne piú ne meno, perché il ciclismo non é sport prettamente individuale né prettamente di squadra bensí é uno sport meravigliosamente ibrido.
La quinta e ultima tappa incredibilmente ricalca la tappa dell’etoile de Bessèges dove ha dato spettacolo Monfort: sul col de l’Espigoulier (oltre 700 metri) csc e cofidis si erano arrese, sul col de la Ginestre (350 metri) Monfort aveva attaccato scrollandosi di dosso Labbe ma non Bichot, ed alla luce di quanto accaduto nella Bessèges si puó dire che é una tappa in grado di offrire un altro scossone alla classifica (sempre che i csc non abbiano giá monopolizzato la classifica scoraggiando gli avversari).

Bella presentazione della corsa su velo club du net http://www.velo-club.net/article.php?sid=21955

Come consuetudine mi diverte elencare i corridori che mi piacciono o che mi dispiacciono o che reputo interessanti in prospettiva futura, non necessariamente i favoriti della corsa:

ACQUA E SAPONE / ADRIA
Crescenzo D’Amore: il méditerranéen sará un rendez-vous per velocisti e Crescenzo dovrá dimostrare di essere all’altezza dei migliori, soprattutto dopo la piccola delusione di Donoratico.
Rinaldo Nocentini: dopo un 2004 di buon livello (2° a Falzes, 3° nell’Emilia, 5° nel Lazio), dovrá darsi da fare per garantirsi una squadra migliore l’anno prossimo.

AG2R
JP Nazon - che dire, gli basta farsi trovare pronto per il Tour, tutto il resto sembra interessarlo poco poco.
Sylvain Calzati - non c’era all’etoile de Bessèges e credo abbia voglia di mettersi in mostra.
Samuel Dumoulin- dell’80, potrebbe essere un passista veloce ambizioso.
Yuriy Krivtsov - credo che in squadra si aspettino molto da questo passista ucraino del ’79.
Mark Scanlon - questa promessa irlandese scivola sempre piú verso la promessa mancata.

AGRITUBEL
Unici nomi noti sono il vecchio e solido Alberto Martinez e il vecchio e un po’ meno solido Benôit Salmon, e per loro il méditerranéen sará una delle corse piú importanti della stagione.

BOUYGUES TELECOM
Ecco il piú amato di Francia Thomas Voeckler, ecco Laurent "barabba" Brochard alla soglia dei 37 anni, poi alcuni corridori di secondo piano, forse degno di menzione é Anthony Geslin classe ’80.

COFIDIS
David Moncoutié - dovrebbe puntare alla vittoria, attraverso la cronosquadre e una delle "sue" fughe.
Per il resto sembra una formazione di rincalzi, compreso quel Matthew White che al Down Under si tolse la soddisfazione di battere McEwen al termine di una fuga a sei.

CREDIT AGRICOLE
Pietro Caucchioli - spero che possa avere una stagione serena, senza inofrtunii, se poi tornerá ail livelli del 2001/2002 tanto meglio.
Thor Hushovd - classe ’78, possente passista veloce, é giá uno dei piú forti del mondo e soprattutto é ancora in fase di progresso, potrebbe giocarsi molte vittorie con i vari Zabel, Boonen, Freire, O’Grady, Davis.
Damien Nazon - é il Nazon sbagliato.

CSC
Jens Voigt - show solitario negli ultimi dieci kilometri della terza tappa della Bessèges, è in foma e realisticamente cercherá la vittoria finale.
Come tutte le squadre di Riis questa formazione é imbottita di passistoni, come gli eterni Julich e Peron e l’emergente Vladimir Goussev, ma anche corridori giovani e giá rodati come Lars Bak Ytting e David Zabriskie (mezza vittoria di tappa alla Vuelta).

DOMINA VACANZE
Simone Cadamuro - in Qatar ha offerto delle prestazioni discrete ma non certo esaltanti, spero vivamente che si sia reso conto di non essere competitivo con le ruote piú veloci e che abbia svolto una preparazione mirata ad aumentare la resistenza necessaria per le classiche del nord.
Mirko Celestino - nel 2004 ha ottenuto piazzamenti piú o meno dignitosi alla Sanremo, al Fiandre, alla Amstel, a Liegi, ad Amburgo, a San Sebastian, a Zurigo, a Tours, ma é possibile che non sia mai stato capace di salire sul podio? Da Celestino ci si attende molto molto di piú.
Angelo Furlan - non credo che abbia le caratteristiche del passista veloce, ma ogni volta attendo che si faccia valere almeno come velocista puro, e questa sará la sua grande occasione.
Serhiy Honchar - la sua stagione dovrebbe comprendere Giro e Tour, difficilmente lo vedremo impagnato a fondo in queste corse preparatorie; alla presentazione della Domina Vacanze era entusiasta dei rinforzi giunti in squadra.
Jorg Ludwig - alla Saeco era uno dei tanti gregari, alla Domina sará uno dei piú importanti in questo ruolo.

FASSA BORTOLO
Fabian Cancellara - Diciamocelo, nonostante il quarto posto a Roubaix e il prologo vittorioso del Tour ci saremmo aspettati qualcosina di piú da questo giovane talento (dell’81 come Cunego, Pozzato, Sella...), vedremo se giá dal mediterraneo mostrerá dei progressi.
Francesco Chicchi - tutti si aspettano grandi progressi da questo giovane velocista puro, per primo Ferretti che ha paura di rimanere in braghe di tela qualora Petacchi si infortunasse; Francesco, che a Donoratico si é comportato benino, dovrá approfittare della presenza di due "fionde" come Bossoni e Hauptman e dimostrare di essere all’altezza del ruolo di vice Petacchi.
Claudio Corioni - classe 1982, tra i dilettanti a Orsago, nel giro del belvedere 1.7.1, mise in scacco ben tre corridori sloveni (Nose Brajkovic Strgar), poi ha esibito grandi prestazioni e vittorie in numerose e importanti corse in linea, fino a guadagnarsi la presenza a Verona; proviene dalla Egidio/Unidelta di Bruno Leali, squadra che bada bene a far crescere i ragazzi senza spremerli; un in bocca al lupo gigantesco, faccio apertamente il tifo per lui.
Dario Frigo - bicisport di febbraio gli ha dedicato una bella intervista e questo corridore, dopo un 2004 passato in sordina per vari motivi, potrebbe stupire facendosi trovare in grandissima forma e competitivo come un tempo.

FRANÇAISE DES JEUX
Baden Cooke - dopo un 2004 opaco, complice l’ansia per certe storiacce di doping, potrebbe tornare ad essere uno dei migliori velocisti del plotone.
Philippe Gilbert: a Marsiglia un vigile urbano sciovinista gli ha scippato il Gp d’ouverture, ma é giá in forma e cercherá di dimostrere che é un corridore per corse a tappe oltre che per classiche vallonate.
Brad McGee non ha bisogno di presentazioni, nel corso dell’anno ci si attende da lui un netto miglioramento sulle salite, perché a cronometro é giá uno dei piú forti.
Thomas Lovqvist - svedese dell’84, grandissima promessa, giá forte a cronometro dovrá confermarsi corridore completo e la fdjeux potrebbe puntare su di lui per la classifica di questa corsa.
Sandy Casar - come avevo giá scritto é un discreto passista scalatore del ’79 con ancora qualche margine di progresso.
Frederic Finot - é un passista del ’77 buono per le fughe e la cronosquadre.
La Fdjeux mi sembra la squadra piú completa in questo méditerranéen e probabilmente la piú forte.

GEROLSTEINER
Davide Rebellin - corridore ipocondriaco come pochi, il capitàno dell’armata veneta avrá superato la delusione per il mondiale mancato e la coppa del mondo scivolatagli via dalle mani? Sará giá in formato Parigi-Nizza?
Danilo Hondo - trentuno anni suonati, per mostrare il salto di qualità dovrá battere avversari del calibro di Cipollini, JP Nazon, Hushovd.
Andrea Moletta - curiositá per questo giovane corridore esplicitamente voluto in squadra da Rebellin.
C’é anche Beat Zberg, discreto corridore del ’71 con un po’ di gloria alle spalle, forse leggermente bollito ma buono per tutte le stagioni.

LIQUIGAS / BIANCHI
Mario Cipollini - dovrá mostrare continuitá nelle belle prestazioni esibite in Qatar.
Backstedt / Zanotti - aspettando le classiche fiamminghe lo svedesone formerá con Zanotti il tandem al servizio di Re Leone negli ultimi mille metri.
Franco Pellizotti - comincia per il friulano una stagione importante, forse decisiva per l’indirizzo futuro della sua carriera.

MICHE
La formazione sembra ricalcare quella della Bessèges, da vedere se ci sará o meno Giairo Ermeti.
Confermo un certo interesse per Przemyslaw Niemec, polacco dell’80 che l’anno scorso ha vinto il gp Rio Saliceto .

MR.BOOKMAKER
Il pezzo "migliore" sembra il ’79 Johan Coenen.
Gli altri sono giovanissimi oppure consumati professionisti che non destano interesse.

NATURINO / SAPORE DI MARE
Francesco Casagrande - spero che sia in salute, tutto qua, mi auguro che cominci serenamente quella che potrebbe essere la sua ultima stagione tra i professionisti.
Francesco Failli - un bel banco di prova per testare spessore e ambizioni di questo ragazzo del 1983.
Andris Nauduzs - libero da Cipollini, avrá a disposizione Fagnini per essere scortato fino alla testa della volata, poi dovrá dimostrare di essere all’altezza; a Donoratico non é comparso nel tabellino d’arrivo, forse perché ritirato, forse perché non é partito.

PHONAK
Robert Hunter- esordio vincente a Doha, poi quasi sempre tra i primi nelle tappe del Qatar.
Aurelien Clerc - discreto velocista svizzero del ’79, sará solamente l’ombra del compagno piú forte?
Martin Elmiger: questo ragazzo del ’78 nelle corse in linea potrebbe offrire dei progressi, é inserito anche nelle liste della "vuelta" a Mallorca.
Tomasz Nose: passista scalatore sloveno, grande protagonista del Guglielmo Tell e del Valle d’Aosta tra i dilettanti, anch’egli é inserito anche nelle liste della "vuelta" a Mallorca.
Un minimo d’interesse meritano il passista Bert Grabsch e lo scalatore passista Steve Zampieri.

QUICKSTEP
La P2 (Paolini-Pozzato) si allenerá in vista della San Remo, Bramati Tankink e Zanini sono fidàti gregari, i rimanenti sono ragazzi giovani in cerca della propria dimensione.

RABOBANK
Erik Dekker: la splendida annata conclusa é stata il canto del cigno o il principio di una rinascita?
Thomas Dekker: un olandese dell’84 che a Verona tra gli under 23 fu argento sia nella cronometro che nella corsa in linea, é campione nazionale a cronometro, numerose apparizioni tra i professionisti, dovrebbe fare il botto quest’anno, stiamo a vedere.
Pedro Horrillo: classe 1974 proveniente dalla Quickstep, mi incuriosisce.
Joost Posthuma: passista olandese dell’81, potrebbe mostrare miglioramenti.
Roy Sentjens: classe 1980, l’anno scorso non ha mostrato mirabilie ma nel 2003 aveva vinto una corsa di buon livello come la Kuurne Bruxelles Kuurne, potrebbe recuperare il terreno perduto.

RAGT SEMENCES
Non seguo il ciclismo giovanile europeo e non conosco nessuno dei giovani corridori di questa squadra, accompagnati da un paio di mediocri stagionati.

US NAVIGATORS
Phil Zajcek - americano classe 1979, é succeduto a Cunego nell’albo d’oro del giro del lago Qinghai.
Siro Camponogara - é italiano.

Nota interessante: la Liberty Seguros ha disertato le corse a tappe europee di questo inizio di stagione: niente Bessèges, niente Mallorca, niente Méditerranéen (ma a quest’ultima corsa non parteciperá alcuna squadra spagnola).

Seconda nota curiosa: non sono mai stato bravo in matematica, ma mi pare che le dodici squadre Pro-Tour che partecipano al méditerranén (su venti complessive) sfondino il tetto del 50% previsto per le competizioni dell’UCI European Tour.
Anche considerando la Phonak come "professional", la percentuale é del 55%.
Che succede? Hanno cambiato in corsa il regolamento?

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Ferdy Kubler




Posts: 422
Registrato: Jan 2005

  postato il 07/02/2005 alle 18:46
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia
Seconda nota curiosa: non sono mai stato bravo in matematica, ma mi pare che le dodici squadre Pro-Tour che partecipano al méditerranén (su venti complessive) sfondino il tetto del 50% previsto per le competizioni dell’UCI European Tour.
Anche considerando la Phonak come "professional", la percentuale é del 55%.
Che succede? Hanno cambiato in corsa il regolamento?


Si,mi sembra che hanno esteso al 70% la percentuale massima di squadre Pro Tour nelle corse del circuito Continental, almeno sino a Marzo

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 07/02/2005 alle 19:42
sino a marzo,cioe'sino a quando nn inizieranno le corse pro-tour con la parigi nizza,ma guadra un po'che furbi....
certo dispiace perche'cosi si contribuisce sempre di piu'a far morire il ciclismo nn di"serie A",che e'la gran parte dell'intero movimento,spero almeno che veramente si ravvedano con l'inizio del pro-tour!
concordo pienamente con aranciata,e mi complimento con la sua splendida analisi,in quanto anch'io valuto il mediterraneo la prima vera corsa della stagione,tanto che per me tecnicamente(ed a leggere i nomi anche come strat-liste)e'molto piu'valida di tante gare pro-tour,a cominciare proprio dalla parigi-nizza stessa!
insomma cresce l'attesa...

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1771
Registrato: Jan 2005

  postato il 07/02/2005 alle 21:22
che bel percorso e che bel sito complimenti agli organizzatori....altro che le piccole corse a tappe italiane.....
cmq tornando alla polemica pro tour : conviene ad un dilettante passare in una squadra tipo LPR,Flaminia,miche,tenax etc. se potrà correre solo corse davvero poco significative?saranno pochi i banchi di prova dove confrontarsi con i migliori per queste squadre minori.Piuttosto potenzieranno i loro risultati fra under 23 ed elite(con tanti rischi)ed aspetteranno la chiamata di qualche squadrone

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 323
Registrato: Dec 2004

  postato il 09/02/2005 alle 18:28
Prima tappa a Jens Voigt, con 17" di vantaggio sul gruppo (non so quanto grande, visto che c'erano i risultati solo dei primi dieci) regolato da Nazon davanti a Dekker. Sesto Paolini
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 09/02/2005 alle 18:55
che forma che ha voigt in questo periodo(...)veramente eccezionale,ho letto che ha attaccato sul poggio,con voekler,celestino(un gradito ritorno)ed un quick-step e visto che il gruppo li stava risucchiando e'partito tutto solo a circa dieci km dall'arrivo resistendo al ritorno degli sprinter dove e'da notare il sorprendente terzo posto di erik dekker,evidentemente gia'in buonissima forma!
buoni anche i piazzamenti di paolini,un po'meno di d'amore ma soprattutto del giovane ermeti!

stupefacenti questi ritiri di rijs.....

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Gastone Nencini




Posts: 507
Registrato: Oct 2004

  postato il 09/02/2005 alle 19:39
1 Jens Voigt (Ger-Csc)
2 Jean-Patrick Nazon (Fra-A2r)
3 Erik Dekker (Ned-Rab)
4 Staf Scheirlinckx (Bel-Cof)
5 Luca Paolini (Ita-Qst)
6 Giairo Ermeti (Ita-Mie)
7 Crecenzo D'Amore (Ita-Asa)
8 Vladimir Goussev (Rus-Csc)
9 Bram de Groot (Ned-Rab)
10 Christophe Detilloux (Bel-FdJ) 3.18.01

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 09/02/2005 alle 22:04
É in grandissima forma Super Jens! Una valida conferma anche Vladimir Goussev.
C’é anche il Giairo!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 335
Registrato: Dec 2004

  postato il 10/02/2005 alle 17:00
Il francese Philippe Gilbert (Française des Jeux) ha vinto la seconda tappa del Giro del Mediterraneo, da Villeneuve Loubet a Bromes Les Mimosas per 131 km. Alle sue spalle il tedesco Jens Voigt (CSC), che resta al comando della classifica generale, e Davide Rebellin (Gerolsteiner).
(fonte Datasport)

 

____________________

"A volte chiudiamo gli occhi perchè la realtà non ci piace...
...se però smettiamo di comunicare non riusciamo più ad assaporare la vita e a scrivere la nostra storia.
Il mio linguaggio è la bici...
e voglio continuare a scrivere quel capitolo del mio libro che da troppo tempo ho lasciato in sospeso..."

Marco Pantani



Il NOCE darà i suoi frutti.




 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 10/02/2005 alle 18:06
attendendo la deliziosa cronaca di cicloweb sull'evolversi della tappa a vedere i primi classificati,che dovrebbero esser:

Philippe GILBERT
Franck SCHLECK
Fabien SANCHEZ
Bram DE GROOT
Jens VOIGT
Davide REBELLIN
Franco PELLIZOTTI
Damien NAZON
Antonio D’ANIELLO
Laurent BROCHARD

direi proprio che,in quei due strappetti nel finale dev'esser uscita una bella tappa,tanti sono i grossi nomi presenti tra i primi dieci!
sono molto felice per lo splendido talendo gilbert,che si riprende cio'che gli era stato sottratto al Gp La Marseillaise(con tutto il rispetto per van huffel)ed anche per gli ottimi piazzamenti di rebellin e pelizzotti,che anche loro sembrano gia'a buon punto in ottica classiche di primavera dove saranno sicuri protagonisti!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1771
Registrato: Jan 2005

  postato il 10/02/2005 alle 19:53
che bei nomi.......
sono già molti dei possibili protagonisti di inizio stagione....
okkio a voigt per fiandre e roubaix se continua così.....
il camp militare lo dovrebbero fare ank i nostri team

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 10/02/2005 alle 20:28
leggera rettifica,come riporta il nostro impareggiabile sito:

http://www.cicloweb.it/viewclas.php?key_prog=3497

si vede l'ottimo kirchen,un hushovd chre forse deve ancora crescere ed un bossoni anche lui preparatosi a puntino per una primavera(si spera)da protagonista...ma nn cambia la sostanza e l'ottima qualita'dell'ordine d'arrivo!

 

[Modificato il 10/02/2005 alle 20:30 by Pirata x sempre]

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 10/02/2005 alle 22:23
Sono sempre piú impressionato da Voigt, sembra essere il padrone della corsa, fuoco e fiamme.
I Valloni si sfregheranno le mani per Gilbert, i fiamminghi forse un po’ meno, ma questo ragazza dà l’impressione di crescere costantemente, sta a vedere, come scrive Pirata, che ce lo ritroviamo grande protagonista sulle ardenne.
Rebellin ha giá la gamba.
Bello vedere Pellizotti con i primi, anche se ultimo nella volata ristretta.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Jaques Anquetil




Posts: 991
Registrato: Jan 2005

  postato il 11/02/2005 alle 18:03
Ancora Voigt!
Poi Moncoutiè, Pellizotti, Schleck, Niemec, Lokvist, Brochard, Kirchen, Rebellin, Russ.
Voigt è in una forma pazzesca.
Bene Pellizotti e ottimo sesto il giovane Lokvist.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 11/02/2005 alle 18:32
impressionante jens voigt,il merckz di febbraio,capace di vincere sia in pianura che allo sprint e addirittura in cima ad una salita niente male come il mont faron,dopo una tappa irta di difficolta'!
esaltante o vomitevole beh decidetelo voi.....io,visto il 4°posto del poco piu'che carneade Schleck(cmq giovane)mi son gia'tristemente schierato...

tornando agli umani direi che il piazzamento di moncoutie'e'molto significativo per uno come lui che raggiunge il top della forma solo dopo molte corse e magari potra'esser protagonista di un'ottima primavera,a cominciare dalla parigi-nizza e perche'no con un pensierino a delle classiche da outsider!
belissime conferme dal terzo posto di pellizotti,dall'eterno brochard,di kirchen che conferma di esser corridore molto completo(secondo me veramente adatto a qualche classica)e la crescita di rebellin!
una mensione speciale merita lo splendido 6°posto del 20enne lovkvist che ribadisce cosi la bonta'delle previsioni piu'rosee fatte(a ragione)da molti addetti ai lavori!!!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 11/02/2005 alle 20:02
Bè Giuseppe, vista anche la prova di Verona al Mondiale non definirei Schleck un carneade (o anche poco più). A me piace il corridore, che si comporta bene anche in parecchie classiche.

Se poi lo Schleck che si è piazzato non è Frank bensì Andy considera nullo il mio intervento.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 11/02/2005 alle 20:19
no no e'proprio il vice campione di lussemburgo in carica,pero'sinceramente andando a scorrere i suoi piazzamenti,visto che nn ha mai vinto,noto che quella di una splendida prova in una salita vera come il mont faron e'un'assoluta novita'...magari dettata da un'evoluzione di colui che e'cmq un giovane nn ancora 25enne,pero'sinceramente e'un exploit che mi lascia un po'dubbioso...soprattutto se abbinato ai gia'innumerevoli e sorprendenti trionfi della csc!!!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1771
Registrato: Jan 2005

  postato il 11/02/2005 alle 21:30
attento caro pirata...
il lussemburghese è si una rivelazione ma ricordati del 3° posto nel tappone di Malbun allo svizzera dello scorso anno vinto da Totshnig con cioni 5° e il 5° a gippigen quindi proprio carneade non è......
sono stupito ank io dai CSC speriamo al giro Basso non riservi brutte delusioni visti i metodi efficaci del danese

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1671
Registrato: Dec 2004

  postato il 12/02/2005 alle 01:32
caro pirata,
avevo già scritto di voigt nel thread sull' etoile de besseges e non mi pare così sorprendente che un corridore con quei numeri , evidentemente in gran forma anticipata , possa fare bene in una corsa di inizio stagione come il mediterraneo.
Tra l' altro Jens aveva già fatto 3° l' anno scorso, salendo sorprendentemente bene il faraon.
tutti conosciamo riis, però i csc erano già partiti fortissimo l' anno scorso, potrebbe anche esserci un disegno razionale per attrarre nuovi sponsor e di preparazione e non solo del marcio in danimarca...
ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 12/02/2005 alle 01:55
Voigt é sempre piú il favorito per la Parigi Nizza, domani schianterá questa corsa con la cronosquadre e Schleck dovrebbe scavalcare Pellizotti in classifica.
Schleck si era giá comportato benino alla Bessèges, questa é una piccola conferma.
Ovviamente rimarrá poi l’ultima tappa, e non sono bruscolini, ma la CSC avrá fatto tesoro dell’esperienza della Bessèges per evitare che il col de l’Espigoulier sia un tramploino per fughe pericolose (tipo quella di Monfort e Bichot alla Bessèges, appunto).

Note positive: non mi aspettavo un Pellizotti cosí pimpante, mi fa molto piacere e penso che vorrá dire la sua alla Parigi Nizza, evidentemente motivato dalla nuova squadra e dalla responsabilitá che il Pro-Tour comporta anche in obbiettivi fino a ieri considerati minori come la Parigi Nizza.
Davide Rebellin secondo me é in gran forma e sta giocando a nascondersi un po’.

Note negative: ho letto del ritiro di Simone Masciarelli, Luca Ascani e Francesco Failli.
Mi dispiace in particolare per i due della Naturino, anche perché tira brutta aria per le wild-card del Giro e mettersi in mostra in queste corse sarebbe importante per la loro squadra.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2475
Registrato: Sep 2004

  postato il 12/02/2005 alle 08:43
ecco la prima corsa veramente interessante dell'anno.Voigt e' in una forma clamorosa tanto da staccare tutti in salita,e in teoria dovrebbe essere uno degli uomini da battere nelle classiche del Nord,fatto sta che nonostante abbia grandi doti sia di potenza che di resistenza che anche di tattica in queste corse non ha mai ben figurato.secondo Moncoutie' e non e' una sorpresa,lo e' invece il terzo posto di Pellizotti che l'anno scorso dopo il Giro era un po' sparito,forse perche' la sua squadra chiudeva i battenti,bene anche Schleck che e' una delle piu' grandi promesse per il futuro e Niemec che si era gia' distinto nelle corse italiane della scorsa estate.Rebellin 9° a 32 secondi era nel gruppo di testa ma ha perso terreno nel finale,comunque la sua forma e' gia' discreta,come anche quella di Gonchar che mai si era visto nelle corse di inizio stagione.Celestino e Sacchi hanno offerto buoni segnali in prospettiva Sanremo,e lo stesso si puo' dire per Cipollini,mentre Frigo non e' ancora al top come non lo sono comprensibilmente Casagrande e Caucchioli.
 
Edit Post Reply With Quote

Juniores




Posts: 8
Registrato: Feb 2005

  postato il 12/02/2005 alle 09:24
salve a tutti, vi leggo da diverso tempo,e faccio i complimenti a tutti sia a chi gestisce il sito e sia a chi vi scrive.leggendo questo tread mi è venuta voglia di chiedervi un giudizio sul giovane Agnoli della Naturino,certo che per essere un ragazzo di solo 20 anni e alla sua prima vera esperienza da neo prof. mi sembra che stia andando piuttosto bene. volevo sapere che cosa ne pensate voi ciao a presto

 

____________________
S.P.P.

 
Edit Post Reply With Quote
<<  1    2  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.8079469