Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Damiano Cunego, nel 2008
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2    3    4  >>
Autore: Oggetto: Damiano Cunego, nel 2008

Livello Federico Bahamontes




Posts: 380
Registrato: May 2007

  postato il 08/12/2007 alle 15:33
08/12/2007 Saronni: «Per Cunego mi sembra più adatto il Tour»


«Oltre all'importanza a livello internazionale, che non si discute, c'è anche il fatto che puo' essere uno stimolo diverso». A parlare è Giuseppe Saronni. Il team manager della Lampre-Fondital spiega all'agenzia Dire come Damiano Cunego potrebbe essere più orientato a correre il Tour de France piuttosto che il Giro d'Italia nel 2008.
«Sia chiaro, non c'e' niente di stabilito e non ce ne vogliano gli amici del Giro - prosegue - Damiano al Tour ha vinto la maglia bianca e sappiamo che essere protagonista, fare secondo, terzo o anche quarto al Tour è uno stimolo morale e sportivo più importante di quello del Giro. Se Damiano arrivasse terzo al Giro l'avrebbe sostanzialmente perso. Il percorso del Tour, poi, mi sembra più adatto a corridori giovani, con salite che fanno selezione, ma non salite durissime. Il percorso del Giro, invece, non mi sembra adatto alle caratteristiche di Damiano». Da Cunego ad Alessandro Ballan. Il corridore di Castelfranco Veneto quest'anno ha vinto il Giro delle Fiandre e la Classica di Amburgo. «Alessandro è un corridore completo, che vince certe gare - spiega -. E' un atleta umile che dimostra di saper essere anche gregario quando la situazione lo richiede: lo sa essere nella sua squadra, ma anche in Nazionale. Lui puo' puntare alla Sanremo, ma anche ai Mondiali di Varese in cui potrebbe rientrare in gioco per la vittoria. Per la prossima stagione, credo che potrebbe essere un'idea quella di inserirlo nella lista del Giro d'Italia».

(tuttobiciweb.it)

 

[Modificato il 04/07/2008 alle 02:50 by Monsieur 40%]


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Rik Van Steenbergen




Posts: 1089
Registrato: Mar 2007

  postato il 08/12/2007 alle 18:05
bah... l'eventuale conferma si avrà comunque il 12 dicembre quando team meneger e corridori si incontreranno con la stampa dopo i 2 giorni di raduno in cui si decideranno i piani per la stagione dei vari corridori...

comunque secondo me il giro lo farà..poi magari farà anche il tour così che si trovi poi in ottima condizione per l'olimpiade e poi riprepararsi per il mondiale...

anche se avere 3 picchi di preparazione in una stagione non è semplice, bisogna fare bene i calcoli...

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Giro di Romandia




Posts: 52
Registrato: Nov 2007

  postato il 08/12/2007 alle 18:26
secondo me cunego farebbe bene a nn fare il giro x fare il tour ke ha un percorso ke si addice a lui...prima o poi kuesto benedetto tour lo doveva anke fare!
se così fosse avrebbe un picco di forma nelle ardenne e al tour ma poi dovrebbe puntare sul mondiale piuttosto ke sull'olipiade!!...mah la cosa nn è tanto semplice da pianificare!!...spero ke cunego faccia vedere belle cose al tour ...almeno in attesa delle fine della squalifica di ivan basso!!da allora in poi non ce ne sarà x nessuno!!

 

____________________
39x26 per sognare!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2337
Registrato: Jan 2007

  postato il 08/12/2007 alle 19:11
quindi hanno deciso ( perchè se il manager dice così vuol dire che una decisione è già stata presa, mica aspettano il 12 dic ) che cunego sarà un corridore da classiche e non da gt.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 08/12/2007 alle 19:21
Originariamente inviato da Silvy92


comunque secondo me il giro lo farà..poi magari farà anche il tour così che si trovi poi in ottima condizione per l'olimpiade e poi riprepararsi per il mondiale...

Giro, Tour, Olimpiadi e Mondiali, tutti nella stessa stagione?
Si può fare, ma è estremamente difficile essere competitivi in tutte le corse.
E considerato il fatto che in nazionale ci si va solo se in buone condizioni psico-fisiche, può anche darsi che Damiano rinunci ad uno di questi obiettivi.
Francamente spero che al Giro sia della partita.
Il percorso gli si addice, così come quello del Tour.
A Varese potrebbe far bene, così come a Pechino. Ma, semmai dovesse trovarsi difronte ad una "cernita", non dovrebbe rinunciare ad un GT. Nel modo più assoluto.
Anche perché, per il momento, in nazionale è chiuso da Bettini.

 

[Modificato il 08/12/2007 alle 19:35 by Abajia]

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 08/12/2007 alle 20:53
Penso che la scelta del Tour al posto del Giro possa essere una buona idea per Cunego, ciò gli permetterebbe di prepararsi bene per le classiche delle Ardenne e ripresentarsi a luglio in Francia senza l'obbligo di dover vincere, in Italia un piazzamento sul podio per lui sarebbe una sconfitta, al Tour (con salite meno ripide e quindi più adatte a lui) un ottimo successo.
Dopo la Grand Boucle poi potrebbe sfruttare le condizione raggiunta per partecipare alle Olimpiadi sacrificando solo gli ultimi scampoli di stagione, del resto di Lombardia ne ha già vinti due, può anche staccare la spina prima di ottobre.

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 08/12/2007 alle 21:38
1) Benvenuta una eventuale "sprovincializzazione" di Damiano Cunego.

2)Spero che non si ripeta il caso di Bugno nel '92, quando decise di saltare il Giro per preparare il Tour e tutti gli saltarono addosso, non tanto per la scelta di fare un solo grande giro (allora si potevano ancora fare due gt ad altissimo livello), ma perchè la diserzione del Giro ebbe lo stesso valore di un tradimento alla patria. A maggiore ragione quando al Tour fece cilecca.
Ecco, io rispetto e sostengo la scelta di Cunego. Perchè sa che al Tour si mette davvero in gioco, vista la fortissima concorrenza. Bravo.

3) Un bravo anche a Saronni: non me l'aspettavo da un corridore ben poco avezzo a uscire dai sacri confini come lui. Una soprendente e positiva conversione.

4) [O.T.] Non gliene vogliano Zomegnan e la Gazzetta: il perchè lo posto nel thread sul Giro.

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Settembre 2009, Marzo 2010, Maggio 2010




Posts: 2421
Registrato: Oct 2007

  postato il 08/12/2007 alle 22:21
però non sono d'accordo che ad un corridore non esattamente longilineo e piuttosto poco passista come Damiano le salite pedalabili si addicano di più. Almeno così dovrebbe essere secondo natura, pseudo-preparazioni permettendo...
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 09/12/2007 alle 00:26
Originariamente inviato da Frank VDB

2)Spero che non si ripeta il caso di Bugno nel '92, quando decise di saltare il Giro per preparare il Tour e tutti gli saltarono addosso, non tanto per la scelta di fare un solo grande giro (allora si potevano ancora fare due gt ad altissimo livello), ma perchè la diserzione del Giro ebbe lo stesso valore di un tradimento alla patria. A maggiore ragione quando al Tour fece cilecca.
Ecco, io rispetto e sostengo la scelta di Cunego. Perchè sa che al Tour si mette davvero in gioco, vista la fortissima concorrenza. Bravo.


Ma io non penso che la gente possa dare del traditore a Cunego se non fa il Giro...ognuno fa le sue scelte e fine. Quello che non capisco è dire che Cunego non è adatto a questo Giro, ma al Tour si.
Cioè si può discutere che Cunego sia corridore da Giri o Classiche, ma se adatto ad un Giro piuttosto che ad un altro...

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Rik Van Steenbergen




Posts: 1089
Registrato: Mar 2007

  postato il 09/12/2007 alle 14:47
Originariamente inviato da Abajia

Originariamente inviato da Silvy92


comunque secondo me il giro lo farà..poi magari farà anche il tour così che si trovi poi in ottima condizione per l'olimpiade e poi riprepararsi per il mondiale...

Giro, Tour, Olimpiadi e Mondiali, tutti nella stessa stagione?
Si può fare, ma è estremamente difficile essere competitivi in tutte le corse.
E considerato il fatto che in nazionale ci si va solo se in buone condizioni psico-fisiche, può anche darsi che Damiano rinunci ad uno di questi obiettivi.
Francamente spero che al Giro sia della partita.
Il percorso gli si addice, così come quello del Tour.
A Varese potrebbe far bene, così come a Pechino. Ma, semmai dovesse trovarsi difronte ad una "cernita", non dovrebbe rinunciare ad un GT. Nel modo più assoluto.
Anche perché, per il momento, in nazionale è chiuso da Bettini.



si si.. è difficile però calcola che l'olimpiade è solo 10 giorni dopo la fine del tour quindi il tour sarebbe un'ottima preparazione poi riposo e preparazione per il mondiale.. cmq è estremamente difficile...

è anche vero che damiano ha dimostrato di avere fondo quindi potrebbe farcela a fare tutto..

comunque tra 3 giorni si saprà tutto....

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 09/12/2007 alle 15:11
Originariamente inviato da W00DST0CK76

Penso che la scelta del Tour al posto del Giro possa essere una buona idea per Cunego, ciò gli permetterebbe di prepararsi bene per le classiche delle Ardenne e ripresentarsi a luglio in Francia senza l'obbligo di dover vincere

Se Cunego dovesse decidere di "sacrificare" il Giro per arrivare al Tour nella miglior condizione possibile, sulle sue spalle graverebbero le aspettative dell'intero Paese.
Perché un conto è se al Tour ci si va per onor di firma, magari con l'obiettivo di vincere una tappa, ma senza far classifica, un altro par di maniche invece è se in Francia ci si va dopo aver saltato il Giro proprio perché si è convinti di poter far bene sulle strade d'oltralpe.
Insomma, di pressione ne avrebbe, eccome.

in Italia un piazzamento sul podio per lui sarebbe una sconfitta, al Tour un ottimo successo.

Non sono convinto sia davvero così.

con salite meno ripide e quindi più adatte a lui

Personalmente sono convinto del contrario.
Damiano usa rapporti agili in salita, ragion per cui lo vedo più adatto a pendenze aspre piuttosto che a salite pedalabili, dove spesso la potenza ha la meglio sull'agilità.
Quest'anno, infatti, Contador mi ha molto sorpreso, essendo un amante del rapporto agile.
In linea di massima, però, al Tour vincono i passisti-scalatori, quasi mai gli scalatori puri.

Dopo la Grand Boucle poi potrebbe sfruttare le condizione raggiunta per partecipare alle Olimpiadi sacrificando solo gli ultimi scampoli di stagione, del resto di Lombardia ne ha già vinti due, può anche staccare la spina prima di ottobre.

Non sono d'accordo neppure qui, Wood.
Saltare un GT per partecipare ad una corsa in linea dove si è chiusi dal capitano (Bettini), la trova una scelta estremamente sbagliata.
Ancor di più lo sarebbe saltare il Lombardia, una delle classiche che più si addicono alle caratteristiche di Cunego, che per di più correrebbe coi gradi di capitano.

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 09/12/2007 alle 18:52
Originariamente inviato da Abajia

Originariamente inviato da W00DST0CK76

Penso che la scelta del Tour al posto del Giro possa essere una buona idea per Cunego, ciò gli permetterebbe di prepararsi bene per le classiche delle Ardenne e ripresentarsi a luglio in Francia senza l'obbligo di dover vincere

Se Cunego dovesse decidere di "sacrificare" il Giro per arrivare al Tour nella miglior condizione possibile, sulle sue spalle graverebbero le aspettative dell'intero Paese.
Perché un conto è se al Tour ci si va per onor di firma, magari con l'obiettivo di vincere una tappa, ma senza far classifica, un altro par di maniche invece è se in Francia ci si va dopo aver saltato il Giro proprio perché si è convinti di poter far bene sulle strade d'oltralpe.
Insomma, di pressione ne avrebbe, eccome.

in Italia un piazzamento sul podio per lui sarebbe una sconfitta, al Tour un ottimo successo.

Non sono convinto sia davvero così.

con salite meno ripide e quindi più adatte a lui

Personalmente sono convinto del contrario.
Damiano usa rapporti agili in salita, ragion per cui lo vedo più adatto a pendenze aspre piuttosto che a salite pedalabili, dove spesso la potenza ha la meglio sull'agilità.
Quest'anno, infatti, Contador mi ha molto sorpreso, essendo un amante del rapporto agile.
In linea di massima, però, al Tour vincono i passisti-scalatori, quasi mai gli scalatori puri.

Dopo la Grand Boucle poi potrebbe sfruttare le condizione raggiunta per partecipare alle Olimpiadi sacrificando solo gli ultimi scampoli di stagione, del resto di Lombardia ne ha già vinti due, può anche staccare la spina prima di ottobre.

Non sono d'accordo neppure qui, Wood.
Saltare un GT per partecipare ad una corsa in linea dove si è chiusi dal capitano (Bettini), la trova una scelta estremamente sbagliata.
Ancor di più lo sarebbe saltare il Lombardia, una delle classiche che più si addicono alle caratteristiche di Cunego, che per di più correrebbe coi gradi di capitano.



Personalmente resto dell'idea che le aspettative su Cunego siano molto più forti per il Giro che il Tour, un Giro Damiano l'ha già vinto e l'opinione pubblica continuerà sempre (a torto o a ragione, visto che ci sono anche gli avversari) a parametrarlo con gli standard del 2004, al Tour ha un unico precedente, il piazzamento a ridosso dei 10 del 2006, e sono sicuro che anche un 5° posto sarebbe accolto favorevolmente da tutti in prospettiva futura.
Una nuova esperienza all'estero poi non potrebbe far altro che accrescere lo spessore internazionale del corridore che fino ad ora ha raccolto solo due successi fuori dai nostri confini (tappa al Romandia 2005 e tappa in Germania 2007) e gli permetterebbe di prapararsi al meglio per le classiche di aprile (terreno che in questo momento resta quello a lui più congeniale)senza il timore di arrivare cotto al Giro.
Per quanto riguarda il discorso delle salite ripide, è stato lo stesso Saronni ad affermare che le salite del Giro sono troppo dure per lui, bisogna essere realisti, Cunego non è uno scalatore puro e su terreni come Plan de Corones, Fedaia o Mortirolo dovrà difendersi da gente come Riccò o Simoni e non credo che possa recuperare a cronometro eventuali ritardi.
Tornando al discorso delle corse in linea, credo che ci siano pochi corridori con le sue potenzialità su percorsi impegnativi e, visto che il circuito Olimpico e il mondiale potrebbero essere adatti a lui perchè non sfruttare l'occasione, naturalmente dopo questi impegni non si potrà pretendere di vederlo ancora al top della forma al Lombardia.
Non so se i suoi tifosi saranno d'accordo con me però se il veronese riuscisse a centrare un grande successo in una classica e un piazzamento tra i primi 5/6 al Tour si potrebbe tranquillamente parlare di grande stagione.

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1924
Registrato: May 2007

  postato il 09/12/2007 alle 21:43
Tour, Tour, Tour...

 

____________________
Giorgio, malato di ciclismo

http://www.youtube.com/watch?v=CbG4xcmxduI
http://www.youtube.com/watch?v=lnX4uaDYyIU&feature=related

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3502
Registrato: Jun 2007

  postato il 10/12/2007 alle 09:55
PArtiamo da cosa vuole fare cunego.
Nel senso, vuole essere protagonista o ancora fare esperienza?
Se vuole essere protagonista si butti sulle classiche, se vuole fare esperienza credo che vada bene il tour.
Al Tour il parco partenti è superiore, non neghiamolo, storicamente è così, a quello del Giro.
Se vuole fare il tour davvero si aspetta di arrivare sul podio?
Se dichiara di non voler fare il Giro per me si conferma un bluff, un "core de paja", uno che quando vede che non ce n'è scappa...invece di affrontare e mettersi alla prova.
Facile andare dove il tracciato si ritiene sia più adatto.
Dimostrasse di essere bravo ovunque e di non essere sopravvalutato.

(questo discorso lo potrei fare anche per altri, tipo gli stranieri che saltano il giro per fare il tour).

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 538
Registrato: Oct 2006

  postato il 10/12/2007 alle 10:10
Originariamente inviato da Serpa

PArtiamo da cosa vuole fare cunego.
Nel senso, vuole essere protagonista o ancora fare esperienza?
Se vuole essere protagonista si butti sulle classiche, se vuole fare esperienza credo che vada bene il tour.
Al Tour il parco partenti è superiore, non neghiamolo, storicamente è così, a quello del Giro.
Se vuole fare il tour davvero si aspetta di arrivare sul podio?
Se dichiara di non voler fare il Giro per me si conferma un bluff, un "core de paja", uno che quando vede che non ce n'è scappa...invece di affrontare e mettersi alla prova.
Facile andare dove il tracciato si ritiene sia più adatto.
Dimostrasse di essere bravo ovunque e di non essere sopravvalutato.

(questo discorso lo potrei fare anche per altri, tipo gli stranieri che saltano il giro per fare il tour).


Ovviamente, non sono d'accordo con te soprattutto su una cosa, la domanda se cunego è da podio al tour; ma tu credi che Cunego sia inferiore a Contador? Contador va + forte a cronometro ma Cunego è sempre andato + forte di lui.
Io credo che Cunego sul podio al tour ci sta benissimo, io sono fortemente indeciso su cosa è meglio per Cunego perchè secondo me sono adattissimi tutti e due, penso che qualunque sia la scelta si cadrà in piedi perchè le alternative non mancano, col Tour potrebbe puntare secco sulla Liegi che ultimamente puntando a essere in forma al giro diciamo che ci è arrivato al 90% e puntare all'Olimpiade; col Giro si va poi su sosta, Mondiale e Lombardia che non è male comunque.
L'importante è che Damiano faccia una preparazione adatta a lui (non, come ultimamente al giro perdendo le doti da scattista) e nessun traguardo sarà impossibile!!!

 

____________________
Tifo per il fenomeno (Damiano Cunego)...
and i have a dream... Damiano in giallo a Paris!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3502
Registrato: Jun 2007

  postato il 10/12/2007 alle 10:22
Originariamente inviato da magic box

Originariamente inviato da Serpa

PArtiamo da cosa vuole fare cunego.
Nel senso, vuole essere protagonista o ancora fare esperienza?
Se vuole essere protagonista si butti sulle classiche, se vuole fare esperienza credo che vada bene il tour.
Al Tour il parco partenti è superiore, non neghiamolo, storicamente è così, a quello del Giro.
Se vuole fare il tour davvero si aspetta di arrivare sul podio?
Se dichiara di non voler fare il Giro per me si conferma un bluff, un "core de paja", uno che quando vede che non ce n'è scappa...invece di affrontare e mettersi alla prova.
Facile andare dove il tracciato si ritiene sia più adatto.
Dimostrasse di essere bravo ovunque e di non essere sopravvalutato.

(questo discorso lo potrei fare anche per altri, tipo gli stranieri che saltano il giro per fare il tour).


Ovviamente, non sono d'accordo con te soprattutto su una cosa, la domanda se cunego è da podio al tour; ma tu credi che Cunego sia inferiore a Contador? Contador va + forte a cronometro ma Cunego è sempre andato + forte di lui.
Io credo che Cunego sul podio al tour ci sta benissimo, io sono fortemente indeciso su cosa è meglio per Cunego perchè secondo me sono adattissimi tutti e due, penso che qualunque sia la scelta si cadrà in piedi perchè le alternative non mancano, col Tour potrebbe puntare secco sulla Liegi che ultimamente puntando a essere in forma al giro diciamo che ci è arrivato al 90% e puntare all'Olimpiade; col Giro si va poi su sosta, Mondiale e Lombardia che non è male comunque.
L'importante è che Damiano faccia una preparazione adatta a lui (non, come ultimamente al giro perdendo le doti da scattista) e nessun traguardo sarà impossibile!!!


Al tour ci sarà l'incognita Andy Shleck da non sottovalutare, se non è un fuoco di paglia lo vedremo lì, e se confermerà quanto fatto al Giro a mio avviso cunego gli leggerà la targa tutto il tempo...
Per me Contador è più forte di Cunego, sono gusti per carità. Opinabilissimi.


A parte che da qui a luglio beato che c'ha un occhio...quindi tutto può succedere e magari arriverà al tour in formissima e non ce ne sarà per nessuno.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Federico Bahamontes




Posts: 380
Registrato: May 2007

  postato il 10/12/2007 alle 11:20
Originariamente inviato da magic box

Originariamente inviato da Serpa

PArtiamo da cosa vuole fare cunego.
Nel senso, vuole essere protagonista o ancora fare esperienza?
Se vuole essere protagonista si butti sulle classiche, se vuole fare esperienza credo che vada bene il tour.
Al Tour il parco partenti è superiore, non neghiamolo, storicamente è così, a quello del Giro.
Se vuole fare il tour davvero si aspetta di arrivare sul podio?
Se dichiara di non voler fare il Giro per me si conferma un bluff, un "core de paja", uno che quando vede che non ce n'è scappa...invece di affrontare e mettersi alla prova.
Facile andare dove il tracciato si ritiene sia più adatto.
Dimostrasse di essere bravo ovunque e di non essere sopravvalutato.

(questo discorso lo potrei fare anche per altri, tipo gli stranieri che saltano il giro per fare il tour).


Ovviamente, non sono d'accordo con te soprattutto su una cosa, la domanda se cunego è da podio al tour; ma tu credi che Cunego sia inferiore a Contador? Contador va + forte a cronometro ma Cunego è sempre andato + forte di lui.
Io credo che Cunego sul podio al tour ci sta benissimo, io sono fortemente indeciso su cosa è meglio per Cunego perchè secondo me sono adattissimi tutti e due, penso che qualunque sia la scelta si cadrà in piedi perchè le alternative non mancano, col Tour potrebbe puntare secco sulla Liegi che ultimamente puntando a essere in forma al giro diciamo che ci è arrivato al 90% e puntare all'Olimpiade; col Giro si va poi su sosta, Mondiale e Lombardia che non è male comunque.
L'importante è che Damiano faccia una preparazione adatta a lui (non, come ultimamente al giro perdendo le doti da scattista) e nessun traguardo sarà impossibile!!!


Piu Tour che Giro secondo me:il percorso del Tour con salite non durissime e meno chilometri a cronometro degli anni scorsi si adatta meglio alle caratteristiche di Damiano.Al Giro abbiamo visto l'anno scorso, su Zoncolan e Tre Cime ad esempio, che rispetto agli scalatori puri paga qualcosa su salite di questo tipo;è migliorato a cronometro e dal punto di vista delle classiche ci sono Liegi,a cui potrebbe arrivare al 100%,Mondiale e soprattutto le Olimpiadi,una grande occasione per lui,unica forse(Londra 2012 non dovrebbe presentare grandi salite),con un percorso che è stato definito impegnativo e con la possibilità di uscire dal Tour in ottima condizione in vista di Pechino.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2337
Registrato: Jan 2007

  postato il 10/12/2007 alle 13:31
con la rosolata che ha preso a Vr nell'ultimo giro, come si fa a dire che è migliorato a crono??
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Ottavio Bottecchia




Posts: 559
Registrato: Oct 2007

  postato il 10/12/2007 alle 13:35
Originariamente inviato da sceriffo

con la rosolata che ha preso a Vr nell'ultimo giro, come si fa a dire che è migliorato a crono??



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Federico Bahamontes




Posts: 380
Registrato: May 2007

  postato il 10/12/2007 alle 14:31
Originariamente inviato da Tallo

Originariamente inviato da sceriffo

con la rosolata che ha preso a Vr nell'ultimo giro, come si fa a dire che è migliorato a crono??




Rispetto a qualche anno fa è migliorato,al Tour la crono lunga sarà l'ultima e a fine Tour contano più le gambe e le energie rimaste dell'abilità nelle prove contro il tempo(la sua prova contro il tempo nell'ultima crono del tour 2006 in cui ha conservato la maglia bianca lo dimostra).Certo non è al livello di un Kloden o di un Evans a cronometro,ma secondo me puntare al Tour non sarebbe un errore.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 10/12/2007 alle 16:11
Originariamente inviato da magic box

Contador va + forte a cronometro ma Cunego è sempre andato + forte di lui.


Ahahahahahahahahahahahahahahahah!!! Ohiohi! Ho il mal di pancia da quanto ho riso...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1339
Registrato: Nov 2005

  postato il 10/12/2007 alle 16:14
Damiano deve andare al Tour che è + adatto a lui, non so se riuscirà a vincere, anzi è molto difficile, ma il percorso è sicuramente più adatto di quello del Giro e un piazzamento nei 10 al Tour (magari con una tappa) per me val ben di più che uno nei 5 al Giro. In ogni caso Forza Cunego
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 10/12/2007 alle 17:07
Originariamente inviato da Lore_88

Originariamente inviato da magic box

Contador va + forte a cronometro ma Cunego è sempre andato + forte di lui.


Ahahahahahahahahahahahahahahahah!!! Ohiohi! Ho il mal di pancia da quanto ho riso...


Molto più sommessamente di Lore io chiedo quando mai Cunego e Contador si sono sfidati direttamente così da darci un qualche indizio per la formazione del giudizio

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Miguel Poblet




Posts: 538
Registrato: Oct 2006

  postato il 10/12/2007 alle 17:26
Originariamente inviato da Frank VDB

Originariamente inviato da Lore_88

Originariamente inviato da magic box

Contador va + forte a cronometro ma Cunego è sempre andato + forte di lui.


Ahahahahahahahahahahahahahahahah!!! Ohiohi! Ho il mal di pancia da quanto ho riso...


Molto più sommessamente di Lore io chiedo quando mai Cunego e Contador si sono sfidati direttamente così da darci un qualche indizio per la formazione del giudizio


Giro di Romandia 2005, classifica finale cunego 2° dietro a Botero, Contador 4°

Liegi 2006, Cunego 7° o 9° ora non ricordo Contador 81°

giro dei baschi 2007, Cunego tra i 5 mi sembra contador 14°

Liegi 2007, Cunego 7°, Contador 27°

Diverse volte è arrivato dietro e non dirmi che al baschi gli spagnoli non sono in forma

 

____________________
Tifo per il fenomeno (Damiano Cunego)...
and i have a dream... Damiano in giallo a Paris!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 10/12/2007 alle 17:36
Originariamente inviato da Frank VDB

Molto più sommessamente di Lore io chiedo quando mai Cunego e Contador si sono sfidati direttamente così da darci un qualche indizio per la formazione del giudizio


Magic Box sta dicendo che siccome Cunego va meglio di Contador alla Liegi (ma va?) allora è ovvio che lo batta pure al Tour!!! Ahahahahahah!!! Come fai a non spanciarti?

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 10/12/2007 alle 17:44
Mah...io non starei qui a vivisezionare una per una tutte le varie corse perchè alla fine ha ragione chi vince e della Liegi 2007 tra un bel pò di anni ci ricorderemo sicuramente che l'ha vinta Di Luca mentre non so quanti si ricorderanno del piazzamento di Cunego e Contador.Potrei capire se Cunego quelle corse le avesse vinte ma dato che non è stato così io certi confronti li farei solo in gare dove entrambi puntano effettivamente alla vittoria e uno dei 2 la corsa se la porta a casa.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2337
Registrato: Jan 2007

  postato il 10/12/2007 alle 18:37
Originariamente inviato da Kristian

Originariamente inviato da Tallo

Originariamente inviato da sceriffo

con la rosolata che ha preso a Vr nell'ultimo giro, come si fa a dire che è migliorato a crono??




Rispetto a qualche anno fa è migliorato,al Tour la crono lunga sarà l'ultima e a fine Tour contano più le gambe e le energie rimaste dell'abilità nelle prove contro il tempo(la sua prova contro il tempo nell'ultima crono del tour 2006 in cui ha conservato la maglia bianca lo dimostra).Certo non è al livello di un Kloden o di un Evans a cronometro,ma secondo me puntare al Tour non sarebbe un errore.

Infatti Vr era il penultimo gg , la famosa 3 settimana

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 10/12/2007 alle 19:03
Originariamente inviato da Lore_88

Originariamente inviato da Frank VDB

Molto più sommessamente di Lore io chiedo quando mai Cunego e Contador si sono sfidati direttamente così da darci un qualche indizio per la formazione del giudizio


Magic Box sta dicendo che siccome Cunego va meglio di Contador alla Liegi (ma va?) allora è ovvio che lo batta pure al Tour!!! Ahahahahahah!!! Come fai a non spanciarti?


Effettivamente sto cercando di trattenermi... sta cosa mi ricorda un poco il mitico sondaggio Vuelta/Liegi...

Ma insomma, quando mai i due si sono confrontati in una salita (non sullo Sprimont, intendiamoci) ed entrambi in forma?

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3025
Registrato: Feb 2006

  postato il 10/12/2007 alle 22:58
Originariamente inviato da Lore_88

Originariamente inviato da magic box

Contador va + forte a cronometro ma Cunego è sempre andato + forte di lui.


Ahahahahahahahahahahahahahahahah!!! Ohiohi! Ho il mal di pancia da quanto ho riso...


*azzo ti ridi? quanti trentini ha vinto contador?!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1409
Registrato: Nov 2004

  postato il 10/12/2007 alle 23:50
Originariamente inviato da Carrefour de l arbre

Originariamente inviato da Lore_88

Originariamente inviato da magic box

Contador va + forte a cronometro ma Cunego è sempre andato + forte di lui.


Ahahahahahahahahahahahahahahahah!!! Ohiohi! Ho il mal di pancia da quanto ho riso...


*azzo ti ridi? quanti trentini ha vinto contador?!


Ragazzi, sinceramente io non vi capisco. Avete ancora voglia di sbellicarvi dalle risa o di fare dello spirito su questi argomenti? Suvvia...

Quanti Trentini ha vinto Contador? Nessuno! Gli fa onore questo? Certo, visto che il Giro del Trentino é considerato, chissà perché, cacca schietta. Quante classiche monumento ha vinto Conrtador? Nessuna! Gli fa onore questo? Un po' meno, penso che tutti possiamo essere concordi... Però Contador ha vinto un Tour! E questo cambia radicalmente le cose! Ma certo, ma certo... Peccato che in quel Tour sia stato stracciato da "cicken" Rasmussen, arci-noto grandissimo campione, famosissimo per aver ottenuto ben 5 vittorie - dicasi 5! - durante la sua gloriosissima carriera iniziata peraltro soltanto 12 anni fa - dicasi 12! Pardon, 5 sono le vittorie dal 2002, visto che sono andato a curiosare nel database di Cicloweb ed é da lì che ho tratto questo dato.
Nel quale database di Cicloweb non gli hanno neppure contabilizzato le vittorie nelle tappe del Tour de France, chissà poi perché. Così come a Contador non hanno contabilizzato il Tour de France. Poco tempo per mettere a giorno il sito o lapsus freudiano? A voi l'ardua sentenza...

Ebbene, avete sempre voglia di fare dello spirito?

Ciao

 

____________________
E' la guerra che Madre Natura conduce contro la natura dell'uomo. Sarà una guerra senza quartiere, e sarà la grande guerra del XXI secolo

Ascoltato alla alla radio il 25/10/2007 a commento degli incendi che stavano devastando la California.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 11/12/2007 alle 11:04
Originariamente inviato da Felice

Ragazzi, sinceramente io non vi capisco. Avete ancora voglia di sbellicarvi dalle risa o di fare dello spirito su questi argomenti? Suvvia...

Quanti Trentini ha vinto Contador? Nessuno! Gli fa onore questo? Certo, visto che il Giro del Trentino é considerato, chissà perché, cacca schietta. Quante classiche monumento ha vinto Conrtador? Nessuna! Gli fa onore questo? Un po' meno, penso che tutti possiamo essere concordi... Però Contador ha vinto un Tour! E questo cambia radicalmente le cose! Ma certo, ma certo... Peccato che in quel Tour sia stato stracciato da "cicken" Rasmussen, arci-noto grandissimo campione, famosissimo per aver ottenuto ben 5 vittorie - dicasi 5! - durante la sua gloriosissima carriera iniziata peraltro soltanto 12 anni fa - dicasi 12! Pardon, 5 sono le vittorie dal 2002, visto che sono andato a curiosare nel database di Cicloweb ed é da lì che ho tratto questo dato.
Nel quale database di Cicloweb non gli hanno neppure contabilizzato le vittorie nelle tappe del Tour de France, chissà poi perché. Così come a Contador non hanno contabilizzato il Tour de France. Poco tempo per mettere a giorno il sito o lapsus freudiano? A voi l'ardua sentenza...

Ebbene, avete sempre voglia di fare dello spirito?

Ciao


Sul fatto delle classiche monumento continuo a non cogliere la loro importanza in chiave Tour. Qui stiamo parlando di quale dei due può essere più forte alla Grande Boucle e il fatto che Cunego abbia vinto due Lombardia non significa alcunchè in quest'ottica.
Poi, Contador "stracciato" da Rasmussen? Mi sa che abbiamo visto due Tour diversi: l'unica tappa in cui lo spagnolo è stato nettamente battuto dal danese è stata quella dell'Aubisque dove Alberto ha pagato la pressione di dover staccare l'avversario a tutti i costi; poi nelle altre tappe (Galibier, Plateau-de-Beille, Peyresourde) Contador sembrava avere sempre un qualcosa in più di Rasmussen. Quindi la parola "stracciato" è decisamente inappropriata.
Comunque sia, per tornare al discorso iniziale, credo che chiunque abbia un minimo di onestà intellettuale riconosca che il Cunego di questi ultimi tre anni le prenderebbe sode non solo da Contador ma anche da Evans, Sastre & Co.
E te qui giochi la solita carta delle supposizioni più o meno velate e del ditino contro Contador. E io qua mi ritiro perchè mi sono rotto di questi discorsi.
(Però ci tengo a precisare che potrei tranquillamente rispondere pari pari con le frequentazioni del veronese. Oppure potrei parlare del fatto che Contador quando aveva 19 anni andava forte quanto ragazzi più grandi di lui di 3 anni come Valverde. Dico questo perchè, se non ricordo male, te e il Bottecchia davate molta importanza alla manifestazione del talento già in giovane età, no? Già cambiato idea?)
Buona giornata!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 538
Registrato: Oct 2006

  postato il 11/12/2007 alle 11:39
Mi piace vedere che riparte la crociata anticunego in molti utenti!

Potete pure stramazzare dalle risate, potete pure togliermi le Liegi, ma i confronti, diretti, veri, ci sono stati. Il Romandia 2005 (con Cunego probabilmente già con i primi sintomi di mononuclesosi) e l'anno scorso al Giro dei Paesi Baschi, tutte due corse a tappe con tappe di montagna e cronometro e tutte e due le volte Contador è arrivato dietro!!!

E tutti a dire e beh però ha vinto il Tour! Si, che tour? Quello dove il primo avversario era Rasmussen che in classifica generale in 10 anni di carriera non ha mai fatto nulla, lo stesso Tour in cui correva Sastre uno che arriva secondo o terzo anche se corre mio nonno! Lo stesso tour dello scoppiato Valverde, parliamo di quel Tour? L'unico buon corridore che c'era era Evans che è cmq un perdente di successo.
Beh io andrei piano a fare di Contador questo fenomeno e a ridere e a credere che nei GT sia + forte di Cunego, cmq ognuno si tiene le mie opinioni!

 

____________________
Tifo per il fenomeno (Damiano Cunego)...
and i have a dream... Damiano in giallo a Paris!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 538
Registrato: Oct 2006

  postato il 11/12/2007 alle 11:40
Originariamente inviato da magic box

Mi piace vedere che riparte la crociata anticunego in molti utenti!

Potete pure stramazzare dalle risate, potete pure togliermi le Liegi, ma i confronti, diretti, veri, ci sono stati. Il Romandia 2005 (con Cunego probabilmente già con i primi sintomi di mononuclesosi) e l'anno scorso al Giro dei Paesi Baschi, tutte due corse a tappe con tappe di montagna e cronometro e tutte e due le volte Contador è arrivato dietro!!!

E tutti a dire e beh però ha vinto il Tour! Si, che tour? Quello dove il primo avversario era Rasmussen che in classifica generale in 10 anni di carriera non ha mai fatto nulla, lo stesso Tour in cui correva Sastre uno che arriva secondo o terzo anche se corre mio nonno! Lo stesso tour dello scoppiato Valverde, parliamo di quel Tour? L'unico buon corridore che c'era era Evans che è cmq un perdente di successo.
Beh io andrei piano a fare di Contador questo fenomeno e a ridere e a credere che nei GT sia + forte di Cunego, cmq ognuno si tiene le mie opinioni!


...ognuno si tiene le sue opinioni" (lapsus)

 

____________________
Tifo per il fenomeno (Damiano Cunego)...
and i have a dream... Damiano in giallo a Paris!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3502
Registrato: Jun 2007

  postato il 11/12/2007 alle 11:44
Originariamente inviato da magic box

E tutti a dire e beh però ha vinto il Tour! Si, che tour? Quello dove il primo avversario era Rasmussen che in classifica generale in 10 anni di carriera non ha mai fatto nulla, lo stesso Tour in cui correva Sastre uno che arriva secondo o terzo anche se corre mio nonno! Lo stesso tour dello scoppiato Valverde, parliamo di quel Tour? L'unico buon corridore che c'era era Evans che è cmq un perdente di successo.
Beh io andrei piano a fare di Contador questo fenomeno e a ridere e a credere che nei GT sia + forte di Cunego, cmq ognuno si tiene le mie opinioni!


magic ma come mai co' tutta sta massa di pipponi, tra scoppiati, dopati ed ex ciclisti, da te elencata cunego non è riuscito a vincere?

Il prossimo anno gli faranno fare lo spot del Lotto.
Lui da solo sulle strade, nessun altro corridore insieme a lui...e parte la musichetta.
Ti piace vincere facile? ponciponcipopopo...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 11/12/2007 alle 12:01
il thread su Cunego è sempre uno spasso.

Comunque mi pare quantomeno azzardato dare importanza ad un Giro di Romandia o dei Paesi Baschi in chiave Tour, e lasciamo perdere la Liegi che non c'entra nulla.
Se si vuol fare un pronostico per il Tour, bisogna tener conto dei confronti diretti al Tour (che finora non ci sono stati) perchè li nessuno ci va in condizioni di forma scadenti; sotto questo punto di vista neanche il Giro sarebbe indicativo, perchè in questi anni ci sono stati diversi atleti che al Giro hanno fatto la comparsa e poi al Tour sono stati protagonisti (Rasmussen, tanto per dirne uno).

Così a naso direi che il Cunego del 2004 non deve certo aver paura di Contador: il problema però è che il Cunego delle ultime stagioni è stato ben lontano da quello del 2004.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 11/12/2007 alle 13:57
Originariamente inviato da magic box

Mi piace vedere che riparte la crociata anticunego in molti utenti!

Potete pure stramazzare dalle risate, potete pure togliermi le Liegi, ma i confronti, diretti, veri, ci sono stati. Il Romandia 2005 (con Cunego probabilmente già con i primi sintomi di mononuclesosi) e l'anno scorso al Giro dei Paesi Baschi, tutte due corse a tappe con tappe di montagna e cronometro e tutte e due le volte Contador è arrivato dietro!!!

E tutti a dire e beh però ha vinto il Tour! Si, che tour? Quello dove il primo avversario era Rasmussen che in classifica generale in 10 anni di carriera non ha mai fatto nulla, lo stesso Tour in cui correva Sastre uno che arriva secondo o terzo anche se corre mio nonno! Lo stesso tour dello scoppiato Valverde, parliamo di quel Tour? L'unico buon corridore che c'era era Evans che è cmq un perdente di successo.
Beh io andrei piano a fare di Contador questo fenomeno e a ridere e a credere che nei GT sia + forte di Cunego, cmq ognuno si tiene le sue opinioni!


"Ognuno si tiene le sue opinioni"? Allora che scrivi a fare in un forum? Questi spazi sono nati per discutere non per emettere verità assolute.
A parte questo...
1) Io che faccio crociate anticunego? Ma se l'ho difeso anche troppo!
2) Come fai a reputare indicativa delle forze in campo una corsa di quasi tre anni fà? Al Romandia del 2005 (!!!) Contador era poco più che un neoprof mentre Cunego era già un campione straosannato. Non ha senso! Così come non ha senso portare ad esempio il Giro dei Paesi Baschi che col Tour c'entra come i cavoli a merenda!
3) Cunego nel 2006 ha corso il Tour e l'ha prese da tutti i corridori che tu reputi delle mezzeseghe. L'ha prese da Rasmussen, l'ha prese da Sastre, l'ha prese da Evans e molto probabilmente le avrebbe prese pure da Valverde se non si fosse fratturato la clavicola. Se queste sono pippe, Cunego cosa è? E non mi venire a tirar fuori la storia del "non si è impegnato" perchè mi metto di nuovo a ridere.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Ottavio Bottecchia




Posts: 559
Registrato: Oct 2007

  postato il 11/12/2007 alle 14:08
Originariamente inviato da antonello64

il thread su Cunego è sempre uno spasso.



Veramente!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1409
Registrato: Nov 2004

  postato il 11/12/2007 alle 14:09
Originariamente inviato da Lore_88

Originariamente inviato da Felice

Ragazzi, sinceramente io non vi capisco. Avete ancora voglia di sbellicarvi dalle risa o di fare dello spirito su questi argomenti? Suvvia...

Quanti Trentini ha vinto Contador? Nessuno! Gli fa onore questo? Certo, visto che il Giro del Trentino é considerato, chissà perché, cacca schietta. Quante classiche monumento ha vinto Conrtador? Nessuna! Gli fa onore questo? Un po' meno, penso che tutti possiamo essere concordi... Però Contador ha vinto un Tour! E questo cambia radicalmente le cose! Ma certo, ma certo... Peccato che in quel Tour sia stato stracciato da "cicken" Rasmussen, arci-noto grandissimo campione, famosissimo per aver ottenuto ben 5 vittorie - dicasi 5! - durante la sua gloriosissima carriera iniziata peraltro soltanto 12 anni fa - dicasi 12! Pardon, 5 sono le vittorie dal 2002, visto che sono andato a curiosare nel database di Cicloweb ed é da lì che ho tratto questo dato.
Nel quale database di Cicloweb non gli hanno neppure contabilizzato le vittorie nelle tappe del Tour de France, chissà poi perché. Così come a Contador non hanno contabilizzato il Tour de France. Poco tempo per mettere a giorno il sito o lapsus freudiano? A voi l'ardua sentenza...

Ebbene, avete sempre voglia di fare dello spirito?

Ciao


Sul fatto delle classiche monumento continuo a non cogliere la loro importanza in chiave Tour. Qui stiamo parlando di quale dei due può essere più forte alla Grande Boucle e il fatto che Cunego abbia vinto due Lombardia non significa alcunchè in quest'ottica.
Poi, Contador "stracciato" da Rasmussen? Mi sa che abbiamo visto due Tour diversi: l'unica tappa in cui lo spagnolo è stato nettamente battuto dal danese è stata quella dell'Aubisque dove Alberto ha pagato la pressione di dover staccare l'avversario a tutti i costi; poi nelle altre tappe (Galibier, Plateau-de-Beille, Peyresourde) Contador sembrava avere sempre un qualcosa in più di Rasmussen. Quindi la parola "stracciato" è decisamente inappropriata.
Comunque sia, per tornare al discorso iniziale, credo che chiunque abbia un minimo di onestà intellettuale riconosca che il Cunego di questi ultimi tre anni le prenderebbe sode non solo da Contador ma anche da Evans, Sastre & Co.
E te qui giochi la solita carta delle supposizioni più o meno velate e del ditino contro Contador. E io qua mi ritiro perchè mi sono rotto di questi discorsi.
(Però ci tengo a precisare che potrei tranquillamente rispondere pari pari con le frequentazioni del veronese. Oppure potrei parlare del fatto che Contador quando aveva 19 anni andava forte quanto ragazzi più grandi di lui di 3 anni come Valverde. Dico questo perchè, se non ricordo male, te e il Bottecchia davate molta importanza alla manifestazione del talento già in giovane età, no? Già cambiato idea?)
Buona giornata!


Lore, le classiche monumento c'entrano con il Tour esattamente nello stesso modo in cui c'entra il Trentino.

Quando Rasmussen si é ritirato aveva più di 3 minuti di vantaggio su Contador. "Stracciato" é un termine probabilmente troppo forte, ma descrive bene il fatto che non c'era il minimo dubbio che il Tour lo avrebbe vinto Rasmussen. Così come nelle tappe precedenti non mi sembra di ricordare che Contador avesse mai dato la senzazione di poter prendere il sopravvento.

Ad ogni modo, io non mi sono mai sognato di dire che Cunego andrà a fare sfracelli al Tour. Se Cunego vuole avere una possibilità di vincere una grande corsa a tappe deve provarci con il Giro, dove, a mio parere, se la giocherebbe. Se decide di fare il Tour, allora le sue speranze di ottenere risultati di rilievo risiedono nelle classiche. Quanto al Tour, secondo me, sarà sede di un'epica lotta tra gli Astana, doppi eredi della Liberty Seguros e della Discovery e la CSC il cui punto di forza é il mitico Bjarne Riis. Epica lotta che qualcuno seguirà pure con un certo piacere, magari senza neppure sentire il bisogno di turarsi il naso.

Ciao

PS: Continuo ad essere convinto che i grandi campioni si manifestano giovani. Questo però non implica che costoro facciano poi una carriera limpida come l'acqua di una fonte.

 

____________________
E' la guerra che Madre Natura conduce contro la natura dell'uomo. Sarà una guerra senza quartiere, e sarà la grande guerra del XXI secolo

Ascoltato alla alla radio il 25/10/2007 a commento degli incendi che stavano devastando la California.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 11/12/2007 alle 14:50
Originariamente inviato da Felice

Quando Rasmussen si é ritirato aveva più di 3 minuti di vantaggio su Contador. "Stracciato" é un termine probabilmente troppo forte, ma descrive bene il fatto che non c'era il minimo dubbio che il Tour lo avrebbe vinto Rasmussen. Così come nelle tappe precedenti non mi sembra di ricordare che Contador avesse mai dato la senzazione di poter prendere il sopravvento.

Tre minuti maturati tutti nella tappa di Tignes. Per il resto i due si sono ampiamente equivalsi.

Quanto al Tour, secondo me, sarà sede di un'epica lotta tra gli Astana, doppi eredi della Liberty Seguros e della Discovery e la CSC il cui punto di forza é il mitico Bjarne Riis. Epica lotta che qualcuno seguirà pure con un certo piacere, magari senza neppure sentire il bisogno di turarsi il naso.

Vedi Felice, credo che si debba compiere una scelta: o si accetta lo sport per quello che è nel terzo millennio (ovvero, poco più di uno spettacolo) o è meglio spengere la TV e andarsi a fare una girata con gli amici o con la famiglia. Io, da buon fannullone, trovo il tempo per fare entrambe le cose.

PS: Continuo ad essere convinto che i grandi campioni si manifestano giovani. Questo però non implica che costoro facciano poi una carriera limpida come l'acqua di una fonte.

Certamente. So benissimo che Contador è limpido quanto l'acqua dell'Arno, non sono mica scemo, ma io parto dal presupposto che i corridori di un certo livello siano tutti decisamente inquinati. Quindi, il fatto che un ragazzo come lo spagnolo abbia sempre dimostrato un certo talento, metta in mostra un caratterino pepato e ogni tanto sforni belle azioni mi è più che sufficiente per farmelo apprezzare. D'altra parte se voglio continuare a seguire questo sport mi devo accontentare di quello che passa il convento, no?

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 11/12/2007 alle 15:10
Originariamente inviato da Felice
PS: Continuo ad essere convinto che i grandi campioni si manifestano giovani.


i campioni che emergono da giovani sono sempre più simili alle mosche bianche, per i più svariati motivi.
Faccio due esempi sul cui talento nessuno può dubitare: Roger Federer ha vinto il suo primo titolo dello Slam a 22 anni, molto più tardi dei vari Borg, Connors, McEnroe, Wilander, Becker, Edberg, Sampras, Agassi; Francesco Totti è diventato titolare nella Roma a 20-21 anni, anche qui nettamente in ritardo rispetto a numerosi altri campioni del nostro calcio.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 11/12/2007 alle 15:21
Originariamente inviato da antonello64

Originariamente inviato da Felice
PS: Continuo ad essere convinto che i grandi campioni si manifestano giovani.


Francesco Totti è diventato titolare nella Roma a 20-21 anni, anche qui nettamente in ritardo rispetto a numerosi altri campioni del nostro calcio.


Ah Totti non è prematuro?
Allora me lo sono sognato che ha esordito in serie a a 17 anni?

E pure che a 22 era capitano?

Cappro, Materazzi allora era un nonnetto quando ha cominciato a giocare all'Inter...


Tonè, quando parli di ciò che hai a cuore (Roma, Di Luca, ecc...spero non anche il jazz) tendi a sparare delle boiate pazzesche!

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3502
Registrato: Jun 2007

  postato il 11/12/2007 alle 15:28
OT
Admin ma non se potrebbero mettere che ne so? [...] oppure ++++++ al posto del nome di quel tizio che me fa partì l'antivirus?
Grazie
EOT


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 11/12/2007 alle 15:34
Originariamente inviato da Subsonico

Originariamente inviato da antonello64

Originariamente inviato da Felice
PS: Continuo ad essere convinto che i grandi campioni si manifestano giovani.


Francesco Totti è diventato titolare nella Roma a 20-21 anni, anche qui nettamente in ritardo rispetto a numerosi altri campioni del nostro calcio.


Ah Totti non è prematuro?
Allora me lo sono sognato che ha esordito in serie a a 17 anni?

E pure che a 22 era capitano?

Cappro, Materazzi allora era un nonnetto quando ha cominciato a giocare all'Inter...


Tonè, quando parli di ciò che hai a cuore (Roma, Di Luca, ecc...spero non anche il jazz) tendi a sparare delle boiate pazzesche!


io ho parlato di "Titolare" e non di esordio: le due cose sono diverse.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 11/12/2007 alle 15:38
Originariamente inviato da antonello64

Originariamente inviato da Subsonico

Originariamente inviato da antonello64

Originariamente inviato da Felice
PS: Continuo ad essere convinto che i grandi campioni si manifestano giovani.


Francesco Totti è diventato titolare nella Roma a 20-21 anni, anche qui nettamente in ritardo rispetto a numerosi altri campioni del nostro calcio.


Ah Totti non è prematuro?
Allora me lo sono sognato che ha esordito in serie a a 17 anni?

E pure che a 22 era capitano?

Cappro, Materazzi allora era un nonnetto quando ha cominciato a giocare all'Inter...


Tonè, quando parli di ciò che hai a cuore (Roma, Di Luca, ecc...spero non anche il jazz) tendi a sparare delle boiate pazzesche!


io ho parlato di "Titolare" e non di esordio: le due cose sono diverse.

"Capitano" invece ti disgusta?

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Marco Pantani




Posts: 1409
Registrato: Nov 2004

  postato il 11/12/2007 alle 16:01
Originariamente inviato da Lore_88

Originariamente inviato da Felice

Quando Rasmussen si é ritirato aveva più di 3 minuti di vantaggio su Contador. "Stracciato" é un termine probabilmente troppo forte, ma descrive bene il fatto che non c'era il minimo dubbio che il Tour lo avrebbe vinto Rasmussen. Così come nelle tappe precedenti non mi sembra di ricordare che Contador avesse mai dato la senzazione di poter prendere il sopravvento.

Tre minuti maturati tutti nella tappa di Tignes. Per il resto i due si sono ampiamente equivalsi.


Sai, quando uno ha 3 minuti di vantaggio su chi gli sta dietro non ha nessun bisogno di darsi da fare per rendere questo vantaggio più cospicuo. Anzi, attaccare vuol dire prendere rischi inutili. Attaccare sono gli altri che devono farlo. Se lo fanno e non riescono a tirare fuori un ragno dal buco, vuol dire che chi é in testa é il più forte senza ombra di dubbio. E poi, nell'ultima tappa che ha corso, Rasmussen ha ribadito la sua superiorità staccando di nuovo Contador, proprio quando questi si stava giocando le ultime carte per rovesciare la situazione.

Originariamente inviato da Lore_88
Quanto al Tour, secondo me, sarà sede di un'epica lotta tra gli Astana, doppi eredi della Liberty Seguros e della Discovery e la CSC il cui punto di forza é il mitico Bjarne Riis. Epica lotta che qualcuno seguirà pure con un certo piacere, magari senza neppure sentire il bisogno di turarsi il naso.

Vedi Felice, credo che si debba compiere una scelta: o si accetta lo sport per quello che è nel terzo millennio (ovvero, poco più di uno spettacolo) o è meglio spengere la TV e andarsi a fare una girata con gli amici o con la famiglia. Io, da buon fannullone, trovo il tempo per fare entrambe le cose.


Vero. Però c'é un problema. Negli spettacoli - diciamo così - "classici", cinema, teatro, o che so io, viene rappresentata una qualche vicenda che, nelle intenzione dell'autore, dovrebbe avere un certo impatto sullo spettatore: farlo ridere, commuoverlo, trasmettergli un messaggio sociale, o quant'altro. Nello sport, lo "spettacolo" consiste nello stabilire chi, tra i concorrenti, é il più bravo a superare una certa prova. E il pubblico partecipa e si entusiasma alle imprese di questo o di quell'altro in funzione delle proprie simpatie. Se però sai che quello scalatore che scatta brillantemente su una salita durissima o quel cronomen che macina chilometri più veloce di un TGV, la sera prima erano stesi su un lettino con una flebo nel braccio, beh allora l'entusiasmo se ne va e lo spettacolo non ti piace più. Diventa come un film comico che non fa ridere. O come una partita di pallone in cui una squadra ha perso perché i suoi giocatori sono stati pagati per perdere. La partita la vedi. Lo spettacolo c'é. Ma se prima della gara ti dicono che il risoltato é scontato perché alcuni giocatori sono stati corrottti, pensi che ti divertiresti lo stesso?

Originariamente inviato da Lore_88
PS: Continuo ad essere convinto che i grandi campioni si manifestano giovani. Questo però non implica che costoro facciano poi una carriera limpida come l'acqua di una fonte.

Certamente. So benissimo che Contador è limpido quanto l'acqua dell'Arno, non sono mica scemo, ma io parto dal presupposto che i corridori di un certo livello siano tutti decisamente inquinati. Quindi, il fatto che un ragazzo come lo spagnolo abbia sempre dimostrato un certo talento, metta in mostra un caratterino pepato e ogni tanto sforni belle azioni mi è più che sufficiente per farmelo apprezzare. D'altra parte se voglio continuare a seguire questo sport mi devo accontentare di quello che passa il convento, no?


E infatti riconosco a Contador delle belle qualità ed é un corridore che potrebbe piacermi non poco. Però uno che sta dentro all'OP, che ripara poi in casa Discovery, e che poi non trova nulla di meglio da fare che andare in quella specie di mostricciattolo che é l'Astana, insomma...

Ciao

 

____________________
E' la guerra che Madre Natura conduce contro la natura dell'uomo. Sarà una guerra senza quartiere, e sarà la grande guerra del XXI secolo

Ascoltato alla alla radio il 25/10/2007 a commento degli incendi che stavano devastando la California.

 
Edit Post Reply With Quote
<<  1    2    3    4  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.1315000