Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > OT > Parliamo di Atletica
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  3    4    5    6    7    8    9  >>
Autore: Oggetto: Parliamo di Atletica

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 03/09/2007 alle 08:46
Ieri Antonietta è stata eccezionale!!!!

non ho visto la gara perchè ero comodamente disteso a prendere il sole al mare ma deve essere stata fantastica...cmq essendo alta 1.70, saltare 2.03 è sensazionale!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 03/09/2007 alle 12:02
GAZZETTA SESSISTA!
Lo so che per qualcuno sarà una sciocchezza...
Il giorno che Howe ha fatto il suo salto d'argento la Gazzetta gli ha dedicato pagina 2 3 e 4.
Oggi per la Di Martino pagine 34 35 e 36!!!!!
Non ho altri commenti!!!!!!

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3235
Registrato: Sep 2005

  postato il 03/09/2007 alle 12:09
è piu che "normale" il popolo del calcio non accetterebbe vedere che si parla di altro nelle prime pagine comunque antonietta è stata fantastica veramente grandissima

 

____________________
Se si è ritirato Bewolcic si possono ritirare tutti...


Gianni



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 03/09/2007 alle 12:09
Originariamente inviato da Laura Idril

GAZZETTA SESSISTA!
Lo so che per qualcuno sarà una sciocchezza...
Il giorno che Howe ha fatto il suo salto d'argento la Gazzetta gli ha dedicato pagina 2 3 e 4.
Oggi per la Di Martino pagine 34 35 e 36!!!!!
Non ho altri commenti!!!!!!


Laura, la gazzetta non è sessista, è calciofila....
howe ha vinto di giovedì, la dimartino di domnica e oggi hanno dato la precedenza alle partite di campionato...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 03/09/2007 alle 12:22
Aggiungiamoci anche che Howe è un personaggio da tubo catodico, e per questo iper-osannato rispetto agli altri (Schwazer non se lo filava nessuno prima e se l'è filato qualcuno dopo solo per il gesto di incazzatura a fine gara)

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 03/09/2007 alle 14:13
No non è una scelta solo calciofila...
se fosse calciofila la DiMartino sarebbe stata dopo il calcio.
Invece è dopo il calcio (fino alla C2), dopo il motomondiale, dopo un pò di pubblicità, dopo il basket.
Mi pare che siano tutti sport maschili...

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 4217
Registrato: Oct 2003

  postato il 03/09/2007 alle 14:19
Originariamente inviato da Zpaolo

non sono cosi d'accordo con te morris, l'altezza, conta nel salto in alto, ma conta, perchè conta moltissimo la lunghezza delle gambe. il differenziale andrebbe fattto con la lunghezza delle gambe, nn con la statura, cosi avremmo qualcosa di veritiero (ovviamente è un mio parere!)


La classifica che ho riportato sopra, è della IAAF, anche se poco reclamizzata. La trovo significativa e, nel contempo, devo dire che è stato scelto il rapporto altezza-misura, da fior di tecnici internazionali. Tu parli di lunghezza delle gambe, dal “cavallo” fino a terra, come si usa definire questa lunghezza nel ciclismo, quando si preparano i telai su misura. Bèh, posso dirti per esperienza personale di campo, che nell’atletica, i poco equilibrati, fra gambe e tronco, per intenderci fatti come il ciclista Roberto Pellicani (corpo lunghissimo e gambe da pigmeo), sono sempre o quasi dirottati dai tecnici verso il mezzofondo, la parte dell’atletica in assoluto meno tecnica ed in seconda battuta verso i lanci che sono tecnicissimi, ma quelle gambe contano meno che nel lungo, nel triplo e nell’alto. Nelle specialità dei salti, i pochi sproporzionati che arrivano, di solito hanno gambe lunghe e corpo corto.
I bassi di statura sono sempre proporzionati, quindi la lunghezza delle gambe in rapporto ad un confronto sulla misura degli arti inferiori, li vedrebbe ancor più penalizzati. E raccogliere delle grandi misure come la Di Martino, è ancor più significativo. Facciamo un confronto fra Antonietta (che era la più bassa delle 16 finaliste) e la vincitrice Vlasic, una che ha le gambe lunghissime ed il tronco un tantino più corto del dovuto. La IAAF da l’altezza ufficiale delle due: 1,69 per l’italiana e 1,93 per la croata. Ventiquattro centimetri di differenza nella misura assoluta, rappresentano un abisso, che ci deve far capire quanto l’impresa l’abbia fatta Antonietta e non la vincitrice, che salta ancora molto male al cospetto di un potenziale superiore al record del mondo. Non conosco la lunghezza delle gambe “cavallo-terra” delle due, ma scommetterei che la differenza è superiore ai 24 cm.

Ciao!

 

____________________
"Non discutere con gli stupidi, perchè scenderesti al loro livello e ti batterebbero per la loro esperienza".

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2734
Registrato: Aug 2006

  postato il 03/09/2007 alle 14:20
agli europei di ginnastica le seconda pagina della gazzetta era tutta dedicata alla ferrari e alla giovannini....
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 03/09/2007 alle 14:26
Domanda per Morris.
Cosa pensi della marcia, intesa come disciplina?
Io adoro l'atletica perchè è una delle discipline più "naturali", nel senso che correre saltare e lanciare sono cose che fanno tutti i bambini (tranne qualcuno più sfortunato... ).
in un certo senso, tutti abbiamo corso i 100 mentri almeno una volta. io da bambino correvo nei prati saltando i mucchi di fieno e pensando di fare la finale olimpica dei 400 metri ad ostacoli........

ecco la marcia l'ho sempre trovata un qualcosa di innaturale, che stona con il resto delle discipline....
Volevo sapere la tua opinione in proposito

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 4217
Registrato: Oct 2003

  postato il 03/09/2007 alle 14:39
Simociclo, ti risponderò appena possibile, ora devo scappare...

 

____________________
"Non discutere con gli stupidi, perchè scenderesti al loro livello e ti batterebbero per la loro esperienza".

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 03/09/2007 alle 15:12
Originariamente inviato da Morris

Originariamente inviato da Zpaolo

non sono cosi d'accordo con te morris, l'altezza, conta nel salto in alto, ma conta, perchè conta moltissimo la lunghezza delle gambe. il differenziale andrebbe fattto con la lunghezza delle gambe, nn con la statura, cosi avremmo qualcosa di veritiero (ovviamente è un mio parere!)


La classifica che ho riportato sopra, è della IAAF, anche se poco reclamizzata. La trovo significativa e, nel contempo, devo dire che è stato scelto il rapporto altezza-misura, da fior di tecnici internazionali.

La trovo anch'io molto significativa, anche se poco reclamizzata...
Noi infatti ne stiamo sentendo parlare perché in questo momento una nostra connazionale è sulla cresta dell'onda, ma non si può dire lo stesso per quanto riguarda gli altri Paesi, dove pochi sanno che, come differenziale saltato, la Di Martino è la prima al mondo con 33.5 cm, davanti anche alla Bergqvist... Per rendere l'idea della grandezza di Antonietta, basta dire che la neo-campionessa mondiale Blanka Vlasic ha un differenziale di 14 cm...ben 19.5 cm in meno dell'italiana, un'enormità!

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2712
Registrato: Mar 2006

  postato il 03/09/2007 alle 18:33
Originariamente inviato da Laura Idril

GAZZETTA SESSISTA!
Lo so che per qualcuno sarà una sciocchezza...
Il giorno che Howe ha fatto il suo salto d'argento la Gazzetta gli ha dedicato pagina 2 3 e 4.
Oggi per la Di Martino pagine 34 35 e 36!!!!!
Non ho altri commenti!!!!!!
nono tranquilla cara LAura, secondo me è stato dovuto semplicemente al fatto che l'impresa di Howe è stata infrasettimanale, mentre la Di Martino ha conquistato l'argento di Domenica, giorno calcistico(infatti appena saputo ufficialmente della medaglia, mi sono precipitato allo stadio) per cui il lunedì la gazzetta da più spazio al calcio rispetto ad un normale giorno infrasettimanale...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 03/09/2007 alle 18:46
Originariamente inviato da falco46

Originariamente inviato da Laura Idril

GAZZETTA SESSISTA!
Lo so che per qualcuno sarà una sciocchezza...
Il giorno che Howe ha fatto il suo salto d'argento la Gazzetta gli ha dedicato pagina 2 3 e 4.
Oggi per la Di Martino pagine 34 35 e 36!!!!!
Non ho altri commenti!!!!!!
nono tranquilla cara LAura, secondo me è stato dovuto semplicemente al fatto che l'impresa di Howe è stata infrasettimanale, mentre la Di Martino ha conquistato l'argento di Domenica, giorno calcistico(infatti appena saputo ufficialmente della medaglia, mi sono precipitato allo stadio) per cui il lunedì la gazzetta da più spazio al calcio rispetto ad un normale giorno infrasettimanale...

Infatti...Andrea dice bene... è normale che la Di Martino paghi la "concorrenza" calcistica...

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 252
Registrato: Aug 2005

  postato il 04/09/2007 alle 00:29
Originariamente inviato da Morris

Originariamente inviato da Zpaolo

non sono cosi d'accordo con te morris, l'altezza, conta nel salto in alto, ma conta, perchè conta moltissimo la lunghezza delle gambe. il differenziale andrebbe fattto con la lunghezza delle gambe, nn con la statura, cosi avremmo qualcosa di veritiero (ovviamente è un mio parere!)


La classifica che ho riportato sopra, è della IAAF, anche se poco reclamizzata. La trovo significativa e, nel contempo, devo dire che è stato scelto il rapporto altezza-misura, da fior di tecnici internazionali. Tu parli di lunghezza delle gambe, dal “cavallo” fino a terra, come si usa definire questa lunghezza nel ciclismo, quando si preparano i telai su misura. Bèh, posso dirti per esperienza personale di campo, che nell’atletica, i poco equilibrati, fra gambe e tronco, per intenderci fatti come il ciclista Roberto Pellicani (corpo lunghissimo e gambe da pigmeo), sono sempre o quasi dirottati dai tecnici verso il mezzofondo, la parte dell’atletica in assoluto meno tecnica ed in seconda battuta verso i lanci che sono tecnicissimi, ma quelle gambe contano meno che nel lungo, nel triplo e nell’alto. Nelle specialità dei salti, i pochi sproporzionati che arrivano, di solito hanno gambe lunghe e corpo corto.
I bassi di statura sono sempre proporzionati, quindi la lunghezza delle gambe in rapporto ad un confronto sulla misura degli arti inferiori, li vedrebbe ancor più penalizzati. E raccogliere delle grandi misure come la Di Martino, è ancor più significativo. Facciamo un confronto fra Antonietta (che era la più bassa delle 16 finaliste) e la vincitrice Vlasic, una che ha le gambe lunghissime ed il tronco un tantino più corto del dovuto. La IAAF da l’altezza ufficiale delle due: 1,69 per l’italiana e 1,93 per la croata. Ventiquattro centimetri di differenza nella misura assoluta, rappresentano un abisso, che ci deve far capire quanto l’impresa l’abbia fatta Antonietta e non la vincitrice, che salta ancora molto male al cospetto di un potenziale superiore al record del mondo. Non conosco la lunghezza delle gambe “cavallo-terra” delle due, ma scommetterei che la differenza è superiore ai 24 cm.

Ciao!




beh io pensavo che i "bassi" vedi dimartino, o anche holm, abbiano un rapporto lunghezza gambe-busto, sbilanciato. Ma mi hai fatto riflettere e in effetti anche gli "alti" (vlasic ecc...) hanno questo rapporto sbilanciato, cosicche le cose sono pareggiate e alla fine fare il confronto misura saltata-altezza e misura saltata-lunghezza gambe, è piu o meno la stessa cosa!!!

Grazie della risposta morris, a presto!



P.s. come sempre sei un guru dello sport!!!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 04/09/2007 alle 00:48
Originariamente inviato da Laura Idril

No non è una scelta solo calciofila...
se fosse calciofila la DiMartino sarebbe stata dopo il calcio.
Invece è dopo il calcio (fino alla C2), dopo il motomondiale, dopo un pò di pubblicità, dopo il basket.
Mi pare che siano tutti sport maschili...


Laura, da un punto di vista hai pure ragione, ma pensadoci su...
Quanti uomini in percentuale in Italia fanno sport? Quante donne?
Ma soprattutto, quanti uomini leggono la gazzetta, e quante donne? Non è la gazzetta ad essere volontariamente sessista, è l'attenzione del pubblico che è spostata verso gli sport più masculini.Triste dirlo, ma le donne, tranne casi rari, interessano solo quando una sportiva è particolarmente bella (vd. Sharapova o Paola Pezzo)

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 4217
Registrato: Oct 2003

  postato il 04/09/2007 alle 01:47
Originariamente inviato da simociclo

Domanda per Morris.
Cosa pensi della marcia, intesa come disciplina?
Io adoro l'atletica perchè è una delle discipline più "naturali", nel senso che correre saltare e lanciare sono cose che fanno tutti i bambini (tranne qualcuno più sfortunato... ).
in un certo senso, tutti abbiamo corso i 100 mentri almeno una volta. io da bambino correvo nei prati saltando i mucchi di fieno e pensando di fare la finale olimpica dei 400 metri ad ostacoli........

ecco la marcia l'ho sempre trovata un qualcosa di innaturale, che stona con il resto delle discipline....
Volevo sapere la tua opinione in proposito


Caro Simone (presumo), la marcia, al pari della corsa, è nata con l’uomo. Camminare, è la versione meno veloce del marciare, ma è un’azione che sta nelle nostre origini e nella nostra storia. Testi antichi, senza scomodare la stessa Iliade, ne parlano. Col tempo s’è accostata spesso, ed ancor oggi lo è, al passo militare. Quanti di noi han marciato fra le tante sciocchezze che abbiamo più o meno subito in quell’anno inutile, pomposo, fuorviante, in divisa, accanto ad una caserma? E quante volte abbiamo marciato nella vita per i motivi più vari. No, la marcia non è innaturale all’uomo, semmai innaturale e l’uso che ne hanno fatte tante dimostrazioni delle nostre imperfezioni. Ma questa gestualità rappresenta anche un esercizio sportivo importante, vecchio come detto, aerobico e di grande valore per chi non è agonista, ed ha bisogno di ritemprarsi e ricostruirsi fisicamente. Sarebbe interessante sviluppare un approfondimento sulla fisiologia della marcia e della corsa e scopriremmo che quest’ultima, è più impegnativa e persino deformante, in quanto, alla lunga, il sovraccarico su specifici punti di inserzione muscolare o di appoggio, crea effetti alle articolazioni, specie per chi, non ha mai accostato, prima e dopo il segmento del correre, la pratica dello stretching. La marcia dunque, meriterebbe di essere valorizzata anche a livello amatoriale e sarebbe molto meglio che taluni podisti, anziché intristirsi sull’unica gestualità della corsa, provassero, ogni tanto, questa variabile che impegna maggiormente l’apparato cardiovascolare e dona minori effetti collaterali alle giunture.

Simone, dalle tue parole, ti immagino cresciuto in campagna come me. Sicuramente le nostre generazioni sono distanti, ma ti assicuro che in quei giochi di prati, viali e stradine sterrate, dove si imitavano le Olimpiadi, i vecchietti di mezzo secolo come me, han provato più volte a marciare. Così come alle medie, anche prima della nascita dei Giochi della Gioventù, la marcia era un riferimento e non te lo dico perché erano le gare che vincevo maggiormente, ma per il valore che in esse riponevano gli insegnanti, che le vedevano come un peculiare esercizio di coordinazione, atto a fungere da fase propedeutica per diverse attività sportive.

Il problema della marcia sta nel suo regolamento sportivo, in quella fase di bloccaggio delle gambe che deve garantire sempre un appoggio a terra e che, nella foga di aumentare il ritmo, può portare il marciatore ad un assaggio di corsa e, quindi, di incorrere in un richiamo, indi un’ammonizione e poi nella squalifica. Fare i giudici in questa disciplina è difficile e più impopolare che altrove. Si sono aperti dibattiti, ci sono volontà contrastanti nella IAAF, ma fino ad oggi ha prevalso il buon senso di non cancellare una disciplina che è sempre stata olimpica e che ha visto l’Italia evidenziare grandi marciatori. Se vogliamo, il più sicuro atleta di vertice massimo della nostra intera atletica, è proprio il marciatore Alex Schwarzer. Howe, ha Saladino, la Di Martino la Vlasic, ma chi è arrivato davanti all’altoatesino, non gli è per nulla superiore. La gara mondiale l’ha gettata solo lui, ed è giovanissimo.

Inutile dire che è una disciplina che mi piace. Quando agli inizi degli anni novanta, vivevo con lo scopo di portare l’atletica nelle piazze, ed in quei caroselli che mi spinsero a far conoscere da vicino ad un pubblico entusiasta le particolarità del salto con l’asta, una grande campionessa come Fiona May (grazie a Gianni Japichino, allora non ancora suo marito e a quei mattacchioni astisti, la portai all’esibizione per un prosciutto), una grande speranza come Simone Bianchi (un campione che, nel ’96, a 23 anni, saltò 8,25 e che poi venne tolto all’atletica da un terribile incidente stradale), iniziai proprio coi marciatori. Fu un’esperienza indimenticabile e la gente per giorni ne parlò: d’altronde vedere la marcia dal vivo, sembra un altro sport rispetto alla TV. Prima della esibizione-gara, parlai coi vari Maurizio Damilano, De Benedictis, Di Mezza, Perricelli, Spagnulo ecc, ed un giovanissimo Michele Didoni, chiedendo loro di dare spettacolo, perché dovevamo tutti convincere la gente. Furono perfetti e fu un successo che, ancor oggi, ricordandolo, mi emoziona.

Ciao!

 

____________________
"Non discutere con gli stupidi, perchè scenderesti al loro livello e ti batterebbero per la loro esperienza".

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 04/09/2007 alle 09:40
Grazie Morris per la risposta alla mia domanda!
In effetti non ho mai visto una gara di marcia dal vivo, cercherò di fare questa esperienza appena possibile.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 04/09/2007 alle 09:55
Originariamente inviato da Laura Idril

No non è una scelta solo calciofila...
se fosse calciofila la DiMartino sarebbe stata dopo il calcio.
Invece è dopo il calcio (fino alla C2), dopo il motomondiale, dopo un pò di pubblicità, dopo il basket.
Mi pare che siano tutti sport maschili...

Ne abbiamo parlato anche ieri su Messenger, e riscrivo quello che ti ho detto: oltre ad essere d'accordo con quanto già scritto da altri (più atleti uomini rispetto alle donne. concorrenza calcistica della domenica) secondo me conta anche il fatto che Howe sia per anagrafe, talento e livello di carattere molto da personaggio un atleta decisamente superiore alla pur bravissima Di Martino.
Quando un giornale intuisce che una persona può far parlare di sè magari anche al di fuori del suo ambito lavorativo, attira senz'altro di più il lettore, rispetto a chi fa il suo ottimo compito in pista, ma al di là di quello non dà spunti di discussione.

Pensaci... della Di Martino abbiamo sprecato giustamente complimenti a destra e a manca, epperò è finita lì. Di Howe abbiamo parlato di lui, del talento, della schizofrenia della madre sulle tribune, della sua (più o meno vera) sboronaggine, del duello con Saladino, etc etc.

Lì per lì ieri ero abbastanza d'accordo con te sul sessismo della Gazzetta in quest'occasione. Invece, pensandoci bene, direi proprio di no.

PS: scandaloso invece il comportamento della Rai durante la finale della Di Martino (stando alla vostra cronaca, perchè domenica ero fuori a pranzo), e il trattamento del TG5 riservato a quest'ultima.

 

[Modificato il 04/09/2007 alle 10:01 by marco83]

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 3235
Registrato: Sep 2005

  postato il 04/09/2007 alle 10:14
grazie morris quanti ricordi una volta a 13 14 anni quando i miei allenatori per instradarci verso la disciplina giusta ci fecero gareggiare in quasi tutte le specialità mi fecero allenare per circa un mese a marciare, dopo di che mi buttarono in un 3000 mt in pista che mi sembrò interminabile avevo una paura tremenda nonostante avevo fatto tante gare, questa della marcia mi provoco dentro una tensione assurda avevo paura di sbagliare di non tenere i ritmi gusti diessere squalificato beh feci i primi 5 giri (2 km) con una tensione paurosa testa quasi sempre bassa per controllare l'appoggio del piede e il ginocchio dopo quando alzai la testa per controllare dove ero finito scoprii che ero 5 e sentivo le urla dell'allenatore che mi diceva " dai che stai andando bene dai che recuperi!" gli ultimi 600 mt li ho fatti a tutta prendendomi anche un richiamo pero sono arrivato 3° ero sfinito esausto rifeci un altro 3000 dopo 20 giorni arrivando 4° poi non marciai più fui instradato prima verso i 600 e poi gli 800 e 1500, ma quella prima gara mi rimane ancora nella mente provai tantissime emozioni e paure di non farcela e quella specie di volata da semi incoscente, nonstante ho fatto tante altre gare quei 3000 mi rimangono alla mente come uno dei ricordi piu belli per me era come una vittoria, grazie morris posso capire le tue emozioni ad organizzare una gara con grandi campioni

 

____________________
Se si è ritirato Bewolcic si possono ritirare tutti...


Gianni



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 04/09/2007 alle 10:33
Originariamente inviato da Morris

Caro Simone (presumo), la marcia, al pari della corsa, è nata con l’uomo. Camminare, è la versione meno veloce del marciare, ma è un’azione che sta nelle nostre origini e nella nostra storia. Testi antichi, senza scomodare la stessa Iliade, ne parlano. Col tempo s’è accostata spesso, ed ancor oggi lo è, al passo militare. Quanti di noi han marciato fra le tante sciocchezze che abbiamo più o meno subito in quell’anno inutile, pomposo, fuorviante, in divisa, accanto ad una caserma? E quante volte abbiamo marciato nella vita per i motivi più vari. No, la marcia non è innaturale all’uomo, semmai innaturale e l’uso che ne hanno fatte tante dimostrazioni delle nostre imperfezioni. Ma questa gestualità rappresenta anche un esercizio sportivo importante, vecchio come detto, aerobico e di grande valore per chi non è agonista, ed ha bisogno di ritemprarsi e ricostruirsi fisicamente. Sarebbe interessante sviluppare un approfondimento sulla fisiologia della marcia e della corsa e scopriremmo che quest’ultima, è più impegnativa e persino deformante, in quanto, alla lunga, il sovraccarico su specifici punti di inserzione muscolare o di appoggio, crea effetti alle articolazioni, specie per chi, non ha mai accostato, prima e dopo il segmento del correre, la pratica dello stretching. La marcia dunque, meriterebbe di essere valorizzata anche a livello amatoriale e sarebbe molto meglio che taluni podisti, anziché intristirsi sull’unica gestualità della corsa, provassero, ogni tanto, questa variabile che impegna maggiormente l’apparato cardiovascolare e dona minori effetti collaterali alle giunture.



Sai cosa allontana un potenziale corridore dalla marcia, secondo me? La famosa "lavatrice"....dopo averla provata uno su due non la riprova più!...Io l'ho provata, la marcia poi non lo fatta più, se non per esercizio, perchè ero troppo scomposto. Comunque è molto utile anche per controllare i movimenti delle gambe tramite il bacino.

 

[Modificato il 04/09/2007 alle 11:45 by Andrea_Web]

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2712
Registrato: Mar 2006

  postato il 04/09/2007 alle 11:22
Originariamente inviato da marco83

Originariamente inviato da Laura Idril

No non è una scelta solo calciofila...
se fosse calciofila la DiMartino sarebbe stata dopo il calcio.
Invece è dopo il calcio (fino alla C2), dopo il motomondiale, dopo un pò di pubblicità, dopo il basket.
Mi pare che siano tutti sport maschili...

Ne abbiamo parlato anche ieri su Messenger, e riscrivo quello che ti ho detto: oltre ad essere d'accordo con quanto già scritto da altri (più atleti uomini rispetto alle donne. concorrenza calcistica della domenica) secondo me conta anche il fatto che Howe sia per anagrafe, talento e livello di carattere molto da personaggio un atleta decisamente superiore alla pur bravissima Di Martino.
Quando un giornale intuisce che una persona può far parlare di sè magari anche al di fuori del suo ambito lavorativo, attira senz'altro di più il lettore, rispetto a chi fa il suo ottimo compito in pista, ma al di là di quello non dà spunti di discussione.

Pensaci... della Di Martino abbiamo sprecato giustamente complimenti a destra e a manca, epperò è finita lì. Di Howe abbiamo parlato di lui, del talento, della schizofrenia della madre sulle tribune, della sua (più o meno vera) sboronaggine, del duello con Saladino, etc etc.

Lì per lì ieri ero abbastanza d'accordo con te sul sessismo della Gazzetta in quest'occasione. Invece, pensandoci bene, direi proprio di no.

PS: scandaloso invece il comportamento della Rai durante la finale della Di Martino (stando alla vostra cronaca, perchè domenica ero fuori a pranzo), e il trattamento del TG5 riservato a quest'ultima.
secondo me la questione è che la Di Martino ha confezionato l'argento di domenica e l'indomani c'era la gazzetta dedicata maggiormente(per non dire completamente) al campionato di calcio...tutto qui.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1835
Registrato: Sep 2006

  postato il 09/09/2007 alle 17:29
INCREDIBILE record del mondo sui 100mt di ASAFA POWELL a rieti.

9.74 in semifinale e addirittura frenando nel finale.

Grandissimo, il titolo mondiale lo ha perso lui ... è un fenomeno, speriamo si rifaccia con gli interessi a Pechino.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2390
Registrato: Sep 2006

  postato il 09/09/2007 alle 18:17
Originariamente inviato da Federico Martin

INCREDIBILE record del mondo sui 100mt di ASAFA POWELL a rieti.

9.74 in semifinale e addirittura frenando nel finale.

Grandissimo, il titolo mondiale lo ha perso lui ... è un fenomeno, speriamo si rifaccia con gli interessi a Pechino.


incredibile!!!!ma il vento era trascurabile?

 

____________________
non li senti?...questo e' il mio mondo..devo andare.

M.Rourke.THE WRESTLER.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2390
Registrato: Sep 2006

  postato il 09/09/2007 alle 18:21
+ 1.7....trovato su Gazzetta.it

 

____________________
non li senti?...questo e' il mio mondo..devo andare.

M.Rourke.THE WRESTLER.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 09/09/2007 alle 18:37
E adesso vento 0.0 e tempo di 9 e 78.


Se faceva la gara fino alla fine (quella del record) per me limava altri 3 o 4 centesimi.

Non sarà fortissimo nelle gare con 4 o 5 turni ma su gara secca è uniradiddio!!

 

[Modificato il 09/09/2007 alle 18:41 by stress]

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1835
Registrato: Sep 2006

  postato il 09/09/2007 alle 18:39
Originariamente inviato da barrylyndon

+ 1.7....trovato su Gazzetta.it


Record valido

In finale ha fatto 9.78 con vento nullo.

In semifinale 9.74 con vento +1,7 non spingendo nel finale.

Davvero una facilità di corsa assolutamente fantastica,

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 4217
Registrato: Oct 2003

  postato il 10/09/2007 alle 01:31
Originariamente inviato da Morris
....Sarò un ottimista, ma Powell, nei primi 50 metri, nasconde un potenziale che va da uno a cinque centesimi di possibile miglioramento sui suoi livelli attuali, ed una evoluzione dell’aumento medio in questa fase, favorirebbe pure una distensione del compasso in posizione ideale, per migliorare anche nella fluidità degli ultimi 50. Non esagero, ma il ragazzone giamaicano vale un tempo che sta fra il 9”70 e il 9”73. Ecco perché mi ha colpito.



Per questa frase, alcuni miei amici dell'atletica, mi hanno giudicato marcatamente ottimista.... Ieri sera qualcuno m'ha telefonato!
Asafa, se avesse corso fino in fondo la frazione di semifinale a Rieti, avrebbe tranquillamente fatto 9"71-72....
Grandissima prestazione. La Gazza anzichè gli italici aborti, nel basket, nel calcio, nella pallavolo e con la Ferrari (nonostante il vergognoso e da licenziamento sostegno del telecronista RAI che ha dato la colpa a Raikkonen...), fra poche ore dovrebbe uscire con l'impresa di Powell a tutta pagina! Non lo farà, ma ieri la piccola città laziale, s'è elevata alla storia....

 

____________________
"Non discutere con gli stupidi, perchè scenderesti al loro livello e ti batterebbero per la loro esperienza".

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3235
Registrato: Sep 2005

  postato il 10/09/2007 alle 08:09
mamma mia che prestazione!!! veramente un chapeau a Powell è il piu forte di tutti che peccato che non abbia vinto il mondiale

 

____________________
Se si è ritirato Bewolcic si possono ritirare tutti...


Gianni



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 10/09/2007 alle 08:34
Simone Collio 10"16.
Fonte: l'ho visto alla TV.

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 10/09/2007 alle 09:16
Originariamente inviato da nino58

Simone Collio 10"16.
Fonte: l'ho visto alla TV.


In finale ha fatto 10 14 (fonte: sito del meeting di Rieti)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Herman Van Springel




Posts: 449
Registrato: May 2007

  postato il 10/09/2007 alle 09:58
Originariamente inviato da Morris

Originariamente inviato da Morris
....Sarò un ottimista, ma Powell, nei primi 50 metri, nasconde un potenziale che va da uno a cinque centesimi di possibile miglioramento sui suoi livelli attuali, ed una evoluzione dell’aumento medio in questa fase, favorirebbe pure una distensione del compasso in posizione ideale, per migliorare anche nella fluidità degli ultimi 50. Non esagero, ma il ragazzone giamaicano vale un tempo che sta fra il 9”70 e il 9”73. Ecco perché mi ha colpito.



Per questa frase, alcuni miei amici dell'atletica, mi hanno giudicato marcatamente ottimista.... Ieri sera qualcuno m'ha telefonato!
Asafa, se avesse corso fino in fondo la frazione di semifinale a Rieti, avrebbe tranquillamente fatto 9"71-72....
Grandissima prestazione. La Gazza anzichè gli italici aborti, nel basket, nel calcio, nella pallavolo e con la Ferrari (nonostante il vergognoso e da licenziamento sostegno del telecronista RAI che ha dato la colpa a Raikkonen...), fra poche ore dovrebbe uscire con l'impresa di Powell a tutta pagina! Non lo farà, ma ieri la piccola città laziale, s'è elevata alla storia....


Al di là del record del mondo di Powell che indubbiamente sarà ricordato a lungo negli anni a venire, il meeting che si tiene nel mio capoluogo di provincia si è sempre caratterizzato per l'ottima organizzazione da parte del grande Sandro Giovannelli e per la qualificata partecipazione di atleti, qualificata partecipazione che ha portato anche altri records e prestazioni particolarmente significative.
Molti atleti preferiscono Rieti sia per l'ottima pista d'atletica sia perché, forse per il clima particolare della "conca reatina", non è raro assistere a prestazioni particolarmente significative in varie specialità.
Peccato che Howe non abbia gareggiato, altrimenti anche nel salto in lungo avremmo assistito ad un'ottima gara.

 

____________________
"Per quanto l'uomo sogni di valere, il difficile è
rimanere con i piedi per terra"

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 10/09/2007 alle 12:48
Originariamente inviato da Grammont63

Originariamente inviato da Morris

Originariamente inviato da Morris
....Sarò un ottimista, ma Powell, nei primi 50 metri, nasconde un potenziale che va da uno a cinque centesimi di possibile miglioramento sui suoi livelli attuali, ed una evoluzione dell’aumento medio in questa fase, favorirebbe pure una distensione del compasso in posizione ideale, per migliorare anche nella fluidità degli ultimi 50. Non esagero, ma il ragazzone giamaicano vale un tempo che sta fra il 9”70 e il 9”73. Ecco perché mi ha colpito.



Per questa frase, alcuni miei amici dell'atletica, mi hanno giudicato marcatamente ottimista.... Ieri sera qualcuno m'ha telefonato!
Asafa, se avesse corso fino in fondo la frazione di semifinale a Rieti, avrebbe tranquillamente fatto 9"71-72....
Grandissima prestazione. La Gazza anzichè gli italici aborti, nel basket, nel calcio, nella pallavolo e con la Ferrari (nonostante il vergognoso e da licenziamento sostegno del telecronista RAI che ha dato la colpa a Raikkonen...), fra poche ore dovrebbe uscire con l'impresa di Powell a tutta pagina! Non lo farà, ma ieri la piccola città laziale, s'è elevata alla storia....


Al di là del record del mondo di Powell che indubbiamente sarà ricordato a lungo negli anni a venire, il meeting che si tiene nel mio capoluogo di provincia si è sempre caratterizzato per l'ottima organizzazione da parte del grande Sandro Giovannelli e per la qualificata partecipazione di atleti, qualificata partecipazione che ha portato anche altri records e prestazioni particolarmente significative.
Molti atleti preferiscono Rieti sia per l'ottima pista d'atletica sia perché, forse per il clima particolare della "conca reatina", non è raro assistere a prestazioni particolarmente significative in varie specialità.
Peccato che Howe non abbia gareggiato, altrimenti anche nel salto in lungo avremmo assistito ad un'ottima gara.


Ma c'era la gara di lungo? da quel poco, pochissimo che ho visto in tv mi pareva ci fosse solo il triplo femminile

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 10/09/2007 alle 13:04
Originariamente inviato da Grammont63

Al di là del record del mondo di Powell che indubbiamente sarà ricordato a lungo negli anni a venire, il meeting che si tiene nel mio capoluogo di provincia si è sempre caratterizzato per l'ottima organizzazione da parte del grande Sandro Giovannelli e per la qualificata partecipazione di atleti, qualificata partecipazione che ha portato anche altri records e prestazioni particolarmente significative.

Esatto... la pista reatina non è nuova ad expoit del genere

Lo stesso Powell ha detto che la pista di Rieti ha quel qualcosa di speciale che lo aiuta ad andare più forte, ma neppure lui sa spiegarsene i motivi!

Comunque quello di Asafa è il settimo record del mondo fatto registrare sulla pista reatina...ecco glia altri:

1982 - Miglio D - Maricica Puica - 4'17"44
1983 - 1500 - Steve Ovett - 3'30"77
1992 - 1500 - Noureddine Morceli - 3'28"86
1993 - Miglio - Noureddine Morceli - 3'44"39
1996 - 3000 - Daniel Komen - 7'20"67
1999 - 1000 - Noah Ngeny - 2'11"96


Tutti questi record sono stati ottenuti su distanze abbastanza lunghe, quindi quello di Powell è il primo su breve distanza

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 10/09/2007 alle 13:07
Originariamente inviato da Subsonico

Ma c'era la gara di lungo? da quel poco, pochissimo che ho visto in tv mi pareva ci fosse solo il triplo femminile

Sì c'era... ha vinto Saladino con 8.31 con +0.1 di vento, davanti a Lukashevych (7.97 con +1.1)


 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 10/09/2007 alle 13:15
Speriamo solo che a Rieti il più grande di tutti non sia il cronometro.

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3235
Registrato: Sep 2005

  postato il 10/09/2007 alle 15:12
Collio 10" 14 è un bel tempo!! era dato in gran forma anche ai mondiali poi dopo il 4° di finale se l'è presa contro l'antidoping perche pare che sia rimasto allo stadio per ore non potendo tornare all albergo a riposarsi e ha perso tutta la concentrazione arrivando scarico al via

 

____________________
Se si è ritirato Bewolcic si possono ritirare tutti...


Gianni



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 10/09/2007 alle 19:24
Powell ha lanciato la sfida a Gay...

<>

Il campione del mondo accetterà la sfida?

Ci sarà il tanto atteso "replay" della finale iridata???

Vedremo...

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Rik Van Steenbergen




Posts: 1089
Registrato: Mar 2007

  postato il 23/09/2007 alle 19:06
per powell un altro bel 9'83 ieri a stoccarda nelle finali.. da segnalare la bellissima vittoria di andrew howe oggi con 8'35, il secondo posto della di martino nell'alto con 1'97 e il terzo posto della claretti nel martello.

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 23/09/2007 alle 20:20
da segnalare anche l'ottimo 12 92 del ventenne cubano Robles nei 110 ad ostacoli.
Può essere un grande rivale peril cine se alle prossime olimpiadi

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3235
Registrato: Sep 2005

  postato il 29/09/2007 alle 12:34
non so se qualcuno l'ha già data questa notizia ma la posto qua uno dei piu grandi saltatori in lungo Ivan Pedroso si è ritirato dall'attività agonistica una carriera incredibile dove ha vinto 5 mondiali all'aperto , 4 al coperto piu un'olimpiade un grandissimo campione

 

____________________
Se si è ritirato Bewolcic si possono ritirare tutti...


Gianni



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 29/09/2007 alle 12:38
Chapeau Ivàn.

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 29/09/2007 alle 12:41
Ma non si era ritirato già da parecchio tempo? sono almeno 5 anni che non lo vedo sulle piste importanti...

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 29/09/2007 alle 15:17
Originariamente inviato da Subsonico

Ma non si era ritirato già da parecchio tempo? sono almeno 5 anni che non lo vedo sulle piste importanti...

Sì, è parecchio che non lo si sente in giro, ma ha annunciato il ritiro ufficiale proprio poche ore fa...

Il mio più grande rimpianto (che credo sia anche il suo...), per quanto riguarda questo straordinario atleta, è di non esser mai riuscito a superare il record del mondo di Powell, quell'8,95 che tutt'ora permane nell'"Olimpo del salto in lungo"... o meglio, una volta ci riuscì, a Sestriere, nel '95, con un poderoso 8,96...ma il record non venne omologato per colpa di un giudice maldestro, che falsò la rilevazione del vento...


Complimenti, Campione...

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 29/10/2007 alle 17:14
Ho appena letto su Affari il quotidiano online di Libero.it che Baldini gareggerà a NewYork con una maglietta contro la pena di morte.
Bravo Baldini! E bravi anche tutti gli altri atleti italiani che la indosseranno!

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Rik Van Steenbergen




Posts: 1089
Registrato: Mar 2007

  postato il 04/11/2007 alle 18:16
si è appena conclusa la maratona di new york

vittoria in 2 09 04 per martin lel
e vittoria di paula radcliffe tra le femmine

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  3    4    5    6    7    8    9  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.2402048