Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Riccò: corridore per grandi giri o per classiche?
Sondaggio: Riccò: corridore per grandi giri o per classiche?
per grandi giri
per classiche

Visualizza risultati
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2    3    4  >>
Autore: Oggetto: Riccò: corridore per grandi giri o per classiche?

Livello Fausto Coppi




Posts: 3025
Registrato: Feb 2006

  postato il 20/03/2007 alle 21:14
Apro questo mini-sondaggio perchè leggo, con parecchia curiosità, che Riccò potrebbe essere non solo un protagonista, ma addirittura un'insidia per Simoni al prossimo Giro d'Italia.
Mi incuriosisce perchè io non ce lo vedo per niente come possibile vincitore di un grande giro, non per sfiducia ma perchè a mio avviso non ne possiede le caratteristiche necessarie.
Non si conosce la sua tenuta sulle tre settimane, e la - obiettivamente - pessima crono di domenica, nonostante un'ottima gamba e una condizione mentale sfavillante (al di là delle due vittorie consecutive, non mi sembra certo un corridore indeciso e timoroso, tutt'altro), fanno propendere per un'idiosincrasia verso questo tipo di prova; migliorabile, certo, ma le basi sono sconfortanti.

Viceversa, le sparate nei chilometri finali nelle due tappe vinte alla T-A, la capacità di azzeccare il momento giusto, una buona (troppa?) dose di sfrontatezza e - a mio avviso - buone doti di fondo, seppur da migliorare (lo ricordo protagonista anche al Giro di Lombardia fin quasi alla fine, poi si accese la spia della riserva ma fu comunque un'ottima prestazione per un "esordiente"), me lo fanno immaginare più come un potenziale cacciatore di classiche.

Voi cosa ne dite?


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2734
Registrato: Aug 2006

  postato il 20/03/2007 alle 21:18
Per me entrambe le cose....
è ancora molto giovane e può migliorare sia in salita che a crono....
Speriamo bene......

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2984
Registrato: May 2006

  postato il 20/03/2007 alle 21:19
magari è ancora presto ... e difficilmente reggerà le tre settimane...ma per il futuro riccò è un corridore da grandi giri
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 20/03/2007 alle 21:38
per le classiche secondo me è molto competitivo già da adesso, incognita sulle lunghe distanze permettendo.
Per i giri deve dimostrare ancora tutto: se ne potrà parlare solo dopo il Giro d'Italia.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Rik Van Steenbergen




Posts: 1087
Registrato: Nov 2006

  postato il 20/03/2007 alle 21:54
Io Riccò lo vedo un corridore alla Cunego sia per le une che per le altre e chissà che al Giro non faccio un bello scherzo a Simoni come fece Damiano!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 20/03/2007 alle 21:57
Credo che il ragazzo possa essere adatto sia alle corse a tappe (Giro e Vuelta, non Tour) che alle classiche, inizialmente sarebbe meglio che si concentrasse sulle corse in linea affrontando invece quelle a tappe per fare esperienza e imparare a gestirsi nel corso delle 3 settimane.
Come corridore è abbastanza completo, forte in salita e con un'ottimo spunto veloce, unica lacuna la crono, col pasare degli anni e con la piena maturazione fisica potrebbe comunque acquisire quell'esperienza in grado di limitare i distacchi senza snaturare le sue caratteristiche, per i test in galleria del vento c'è ancora tempo.

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Giro di Lombardia




Posts: 105
Registrato: Jan 2007

  postato il 20/03/2007 alle 22:50
per me ricco assomiglia molto anzi moltissimo a cunego..entrambi veloci entrambi forti scalatori e scattisti...ma forse tra i due c'e una differenza..cunego ha un recupero formidabile;anzi conta molto su quel recupero;che non si sa ancora se ricco abbia..se non sbaglio ricco e del 84 e alla sua eta cunego vinceva il giro..ma forse difficilente riccardo terra la condizione attuale fino al giro..credo puntera forte su baschi;classiche ardenne
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1671
Registrato: Dec 2004

  postato il 20/03/2007 alle 23:06
premetto, a me non è simpatico.
non mi piace.
non mi piace il corridore che ariva , è irresisitibile per 10 giorni e poi scompare per mesi. poi riappare ed è di nuovo irresistibile per pochi giorni.
mi ricorda certi tipi degli anni novanta..

comunque, visto quello che ha fatto al lombardia all' esordio, nelle classiche ha i numeri per farsi vedere.
per la distanza si vedrà.

alla prima esperienza ha finito il tour, pur senza distinguersi.
non è poco in ogni modo.

sarà per il passato cha sa di solfatara, sarà per le interviste , non da guascone ma da "assolutamente convinto", ma io resto prevenuto.

non tutti ci possono piacere... ma alla tirreno ha fatto sfracelli.

ciao

mestatore

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2337
Registrato: Jan 2007

  postato il 20/03/2007 alle 23:06
ho sentito un paio di sue dichiarazioni..
habla mucho, e qs , per un corridore vuol dire inimicarsi molta gente.
e quando hai molti nemici , c'è il rischio che qualche corsa te la faccian pure perdere.
altro particolare: nel ciclismo si prendono e si danno. Il giorno che, presto o tardi le prenderà , ormai convinto di essere un campione, per lui l'effetto sarà ancor più devastante

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: Jun 2005

  postato il 20/03/2007 alle 23:36
I miei sospetti sono più legati agli stop ripetuti subiti tra i dilettanti. D'accordo che si può sospettare di tutti e di nessuno, però tutti quei controlli sballati che ha subito credo siano in qualche modo indicativi, il certificato, che pure hanno diversi corridori, per il valore naturalmente alto di ematocrito, non so quanto sia attendibile.
Tra i professionisti mi sembra che abbia mostrato finora una buona continuità, nel senso che è stato presente più o meno sempre presente.
Potenzialmente può diventare un personaggio anche giù dalla bici, perchè sembra molto sfacciato e diretto, però c'è il rischio che lo mettano in mezzo e gliela facciano pagare alla prima occasione, non perchè alla Tirreno li ha battuti tutti, ma perchè è stato un pò irriguardoso con l'uso delle parole.
Credo che per le corse in linea sia al top già adesso, e per le gare a tappe bisognerà vedere più che altro con quali energie arriverà al Giro, ma credo che potenzialmente sia un corridore polivalente.
C'è anche da dire che una cosa è fare lo scatto nel finale di corsa è staccare tutti, mostrando una condizione sicuramente superba, e ben altra è il logorio di una corsa di 3 settimane, quando lo vedremo al Giro potremo capirne di più.
Se anche vincesse la Sanremo, comunque, sarebbe sin troppo presto per dire che abbiamo scoperto il nuovo COPPI-SARONNI-PANTANI, come già troppi si sono affrettati a dire, dal momento che lo stesso Cunego del 2004 pareva un fenomeno, e che poi così forte non è più andato.
Come novità è positiva, certamente, anzi direi che senza di lui questa Tirreno non avrebbe lasciato quasi nulla, però è molto meglio essere cauti, e valutarlo con assoluto equilbrio facendo passare almeno un paio di anni.
Diciamo che mi stimolano più fiducia, per il momento, corridori come Pozzovivo e Nibali, per quanto riguarda le gare a tappe, credo stiano crescendo in maniera più regolare.

 

[Modificato il 20/03/2007 alle 23:40 by mont ventoux]


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1635
Registrato: Apr 2005

  postato il 20/03/2007 alle 23:52
riccò? Chi è? Portate pazienza. se è grande, crescerà.

 

____________________
pedala che fa bene.....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 263
Registrato: Jun 2006

  postato il 20/03/2007 alle 23:55
Originariamente inviato da mont ventoux

I miei sospetti sono più legati agli stop ripetuti subiti tra i dilettanti. D'accordo che si può sospettare di tutti e di nessuno, però tutti quei controlli sballati che ha subito credo siano in qualche modo indicativi, il certificato, che pure hanno diversi corridori, per il valore naturalmente alto di ematocrito, non so quanto sia attendibile.
Tra i professionisti mi sembra che abbia mostrato finora una buona continuità, nel senso che è stato presente più o meno sempre presente.
Potenzialmente può diventare un personaggio anche giù dalla bici, perchè sembra molto sfacciato e diretto, però c'è il rischio che lo mettano in mezzo e gliela facciano pagare alla prima occasione, non perchè alla Tirreno li ha battuti tutti, ma perchè è stato un pò irriguardoso con l'uso delle parole.
Credo che per le corse in linea sia al top già adesso, e per le gare a tappe bisognerà vedere più che altro con quali energie arriverà al Giro, ma credo che potenzialmente sia un corridore polivalente.
C'è anche da dire che una cosa è fare lo scatto nel finale di corsa è staccare tutti, mostrando una condizione sicuramente superba, e ben altra è il logorio di una corsa di 3 settimane, quando lo vedremo al Giro potremo capirne di più.
Se anche vincesse la Sanremo, comunque, sarebbe sin troppo presto per dire che abbiamo scoperto il nuovo COPPI-SARONNI-PANTANI, come già troppi si sono affrettati a dire, dal momento che lo stesso Cunego del 2004 pareva un fenomeno, e che poi così forte non è più andato.
Come novità è positiva, certamente, anzi direi che senza di lui questa Tirreno non avrebbe lasciato quasi nulla, però è molto meglio essere cauti, e valutarlo con assoluto equilbrio facendo passare almeno un paio di anni.
Diciamo che mi stimolano più fiducia, per il momento, corridori come Pozzovivo e Nibali, per quanto riguarda le gare a tappe, credo stiano crescendo in maniera più regolare.


Condivido quanto detto sopra.
Aggiungo che non mi è mai piaciuto e che il tempo sarà giudice di quanto ha fatto e di quanto farà.


Ciao Ianni

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 21/03/2007 alle 00:28
secondo me per le classiche può essere già competitivo ad alti livelli, tipo sulle ardenne. il suo scatto potrebbe andar bene per il muro di huy o anche per l'arrivo dell'amstel sul cauberg.

per i grandi giri è ancora presto per dirlo, bisogna vederlo sulle salite lunghe, sulle 3 settimane, sulle crono.


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 252
Registrato: Aug 2005

  postato il 21/03/2007 alle 00:28
lo ritengo, come del resto anche altri sul forum, abbastanza simile a cunego come caratterristiche, percui molto piu da classiche che da grandi giri.
Il problema è nn caricare d aspettative un giovanissimo come lui, altrimenti si rischia d bruciarlo!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Utente del mese Aprile 2010




Posts: 2752
Registrato: Mar 2006

  postato il 21/03/2007 alle 01:05
Personalmente credo che ci troviamo di fronte alla solita questione: se il ragazzo fosse nato belga, olandese, sovietico, forse anche tedesco, con le sue doti lo si sarebbe senza meno indirizzato verso le classiche.

Invece da buon italiano, in un team che privilegia senza esitazioni le (grandi) corse a tappe, si prospetta per lui un futuro come vincitore del Giro d'Italia e lo si manda a far classifica (almeno quella per la maglia bianca) e in appoggio a Simoni, all'edizione 2007.

Per me si tratta di un errore che fa parte di un panorama italiano di cui Bettini è una fortunata eccezione; mi riferisco alla tendenza a orientare verso i grandi giri corridori con ottimo spunto in volata, ma capaci di tenere e all'occorrenza attaccare su percorsi più duri. Parliamo di gente come Di Luca, Pellizotti, Cunego e Garzelli: gli ultimi due un Giro lo hanno vinto, ma a mio parere avrebbero potuto essere valorizzati maggiormente con un menu a base di grandi classiche condite eventualmente dal Tour; per Di Luca mi riferisco al 2006, l'anno dell'Equivoco, per così dire, quando decise di puntare tutto sulla corsa rosa, finendo la stagione con una vittoria di tappa alla Vuelta...

Per i detrattori di Riccò, divisi tra chi dice apertamente che trova sospetta la questione-certificato e chi dice di trovarlo antipatico ma in realtà basa tale antipatia proprio sulla questione-certificato (e sull'invidia, in alcuni casi): vi faccio notare che non si può fare i garantisti a targhe alterne ed applicare l'innocenza fino a prova contraria solo nei casi o nei giorni in cui fa comodo...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 21/03/2007 alle 01:44
Forse un giorno riusciremo ad affrontare una discussione su Riccò, qui sul forum, senza che nessuno tiri per forza fuori quella storia.

Che è il discorso valido un po' per tutti, quindi non capisco perché bisogna farlo sempre per Riccò.

E non capisco perché siamo così condizionati mentalmente da finire a parlare sempre di doping. E' una cosa insostenibile, io veramente sto iniziando a non farcela più.

Perdonate lo sfogo.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 21/03/2007 alle 03:41
Originariamente inviato da Admin

Forse un giorno riusciremo ad affrontare una discussione su Riccò, qui sul forum, senza che nessuno tiri per forza fuori quella storia.

Che è il discorso valido un po' per tutti, quindi non capisco perché bisogna farlo sempre per Riccò.

E non capisco perché siamo così condizionati mentalmente da finire a parlare sempre di doping. E' una cosa insostenibile, io veramente sto iniziando a non farcela più.

Perdonate lo sfogo.


Come si fa a non darti ragione, Marco. Lo sai bene, sono stra-d'accordo con te, non se ne può proprio piu'.

Sul ragazzo sai già come la penso; il suo caratteraccio - chiamiamolo caratteraccio anche se, a mio avviso, di pura e semplice maleducazione si tratta - gli renderà la vita molto difficile, se non impossibile. Ha un bisogno disperato di una guida solida e non lo sa; non riesco ancora a capire se nella sua squadra se ne rendano conto o no. Alla sua età è richiesta maggior maturazione e intelligenza.

Detto questo, Riccò può essere capace di tutto e, anche questo lo sai, lo dico da tempi non sospetti. Per quello che conosco io il recupero c'è ed è formidabile. L'unico punto debole è questo caratteraccio che, nell'ambiente in cui si trova, potrebbe schiantarlo. D'altra parte lo conosciamo bene quell'ambiente li', ne ha distrutti di molto forti, molto forti...

Ai discorsi sulle maturazioni piu' o meno lente io credo fino ad un certo punto: il fuoriclasse, quando c'è, lo si vede da subito o quasi. Se vincerà per un anno o due solamente non sarà il primo e sapremo anche il perchè, diversamente ben venga, ce n'è bisogno...

Ciao

 

____________________
Difendi, conserva, prega !

(dalla poesia "Saluto e augurio" - "La nuova gioventu'" di P.P. Pasolini - Ediz. Einaudi)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1446
Registrato: Oct 2004

  postato il 21/03/2007 alle 08:15
Voglio dire anch'io la mia.
Per le corse in linea non dovrebbero esserci dubbi.
Presto lo vedremo sulle grandi distanze, nelle classiche,a fianco dei più forti e, spero, fugheremo ogni dubbio.
Per le grandi corse a tappe si vedrà.
Qualcuno dice che ha un grosso recupero, quello che non avevano altri forti corridori in linea tipo Argentin, il recupero è indispensabile.
Poi ci sono le cronometro.
Credo che a cronometro possa solo difendersi ed è un handicap.
Anche come passista può esserci qualche dubbio.
Al Tour, dove, in pianura, si marcia a 50 all'ora, le andature troppo alte possono stroncarti.
Ripeto, vedremo.
E' stupendo e intrigante scoprire la nascita di un campione. Speriamo!
Io, intanto, la prima cosa che ho osservato attentamente è la sua posizione in bici : mi piace, "è bello" come si dice nell'ambiente.
Cunego in bici è bruttino, Riccò "è messo bene", si guarda con piacere e godimento.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 21/03/2007 alle 08:19
non ho ancora votato per il sondaggio perchè sono molto indeciso e perchè secondo me è ancora motlo presto...molto bello e completo il post di rizz che dovrebbe far riflettere molti ds sulla gestione dei prorpri gioiellini che crescono nelle varie squadre..

cmq come detto da altri il tempo farà da giudice, cmq sia secondo me già quest'anno potrà dire la sua in qualche corsa da un giorno importante

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 243
Registrato: Jan 2007

  postato il 21/03/2007 alle 08:31
io dico per le classiche anche se per i grandi giri magari deve solo fare un po di esperienza

 

____________________
"Il ciclismo è una malattia, quando vieni contagiato è molto difficile guarire"

"mamma mamma voio fa el curidur"

"va a studià che le mei"

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 21/03/2007 alle 09:53
(Segnalo che da stamattina in questo thread verranno cancellati tutti i post di un certo tipo).
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 21/03/2007 alle 09:54
Io dico per le classiche.
Se comincia a lavorare per fare entrambe, secondo me fa la fine di Di Luca che ha perso molte opportunità.
Lo capisco, l'affetto dei tifosi che raggiungi correndo il Giro d'Italia è grandissimo in confronto a quello che ottieni facendo bene una Milano-Sanremo o un Lombardia, ancora meno poi quello che ottieni correndo le classiche del Nord, grazie alla "grande" attenzione della TV.

Comunque Riccò mi sembra un tipo che sa già il fatto suo. Quanto a carattere credo che non debba migliorare tanto, una puntina di ironia magari... ahi, ahi finisco sempre per paragonare tutti a Marco Pantani!!

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 21/03/2007 alle 11:18
Una rondine non fa primavera. Due forse sì, ma sempre con il forse.

In altre parole, aspettiamo prima di dire se sarà un campione e - se sì - se più adatto a certe corse o ad altre.

Badate che anche Pozzato nella settimana prima della Sanremo 2003 sembrava l'astro nascente del ciclismo azzurro... ma ha passato tempi abbastanza bui e solo tre anni dopo ha rifatto vedere cose da campione, di cui peraltro aspettiamo conferma quest'anno.

Quindi io aspetterei prima di cantare inni a Riccò...

Infine, non tiro fuori i soliti discorsi sugli ematocriti, però posso esprimermi sulla personalità. Il reggiano parla troppo. Ed è troppo convinto. Non depone a suo favore, almeno per quel che riguarda un potenziale tifoso come me.

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 21/03/2007 alle 11:26
Per me non è ne' da classiche ne' da grandi giri...è semplicemente giovane e promettente. Quindi eviterei di bruciarlo in paragoni e disquisizioni, caricandolo di aspettative e pressioni, come già avvenne con Cunego.
Chi vivrà vedrà, ecco.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: Jun 2005

  postato il 21/03/2007 alle 12:10
Sul fatto che l'abbiano indirizzato o lo vogliano indirizzare imediatamente sui grandi Giri non mi sembra, anche perchè Riccò stesso si è proposto sin da quest'anno per essere protagonista alle classiche.
Altra cosa è dire che in Italia la gente comune segue il ciclismo solo in occasione del Giro e del Tour, le altre corse sono seguite solo dagli appassionati stretti.
E' così da sempre, anche se vinci tutte le classiche del mondo fai fatica ad importi all'attenzione fuori dal ciclismo, ed è quindi normale che i corridori talentuosi spostino le loro attenzioni soprattutto sulle gare a tappe.
Su altre questioni,l'ho detto anch'io che non è giusto che ogni discussione ciclistica che viene aperta porti al doping, l'ho scritto pochi giorni fa anche se non ricordo in quale topic.
Faccio anche notare che di topic sul doping o che comunque riguardavano questo problema, ne sono stati aperti moltissimi in questo forum, almeno da quando lo frequento io, cioè meno di 2 anni, e che forse almeno in alcuni casi se ne poteva fare a meno, tranquillamente, dal momento che il discorso era sempre lo stesso, le cose dette pure, e al massimo si scatenavano battibecchi che non servivano per nulla a capire meglio il problema. E anche molti topic aperti su questioni che inizialmente non avevano nulla a che fare col doping sono degenerati e sconfinati.
Per me si potrebbe tranquillamente vietare di parlare di doping, le discussioni su questo argomento le ho lette sempre con molta fatica e sono intervenuto anche di rado, non ho mai capito perchè dovremmo azzannarci su come si gestisce un atleta professionista, al massimo si può discutere degli sforzi che questo sport impone, sulla fatica e sulle modalità di recupero, lecite o illecite, ma appunto discuterne in maniera disinteressata, non con acrimonia e rabbia come è successo tante volte.
Tanto non sono cose che dipendono da noi, nè noi abbiamo alcun potere per cambiare le cose. Ognuno ama e segue il ciclismo come vuole, io sono molto più interessato a correre in bici che a litigare sul doping presunto o effettivo dei professionisti, il mio riferimento a Riccò si limitava a ricordare che è stato molto chiacchierato nel suo passato dilettantistico, poi ho aggiunto che mi sembra un bel tipo, nel senso che ha personalità e sicuramente delle grandi qualità. Tutto qua, non mi sembra di aver detto cose non vere.
Non ne faccio una questione privata, nè ho elemento alcuno per giudicare Riccò o altri atleti da altri punti di vista.
E questo vale per qualsiasi atleta, ciclista e no.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4035
Registrato: Jan 2006

  postato il 21/03/2007 alle 12:57
Possiamo dire che è sulla buona strada però deve ancora crescere, ho sentito Bulbarelli che lo paragonava a metà Saronni e a metà Pantani, ma io dico come si può paragonere Riccò per aver vinto due tappe alla Tirreno a due campioni di quel calibro, penso abbia esagerato troppo.
Prima di fare quello che hanno fatto quei due ne deve fare di strada

 

[Modificato il 21/03/2007 alle 13:07 by omar]

____________________



"Venderesti entrambi gli occhi per un milione di dollari... o le gambe... o le mani... o gli orecchi? Fai la somma di quello che hai e scoprirai che non lo venderesti per tutto l'oro del mondo. Le cose migliori della vita sono le tue, se riesci ad apprezzarle".
Dale Carnegie

"Non lamentatevi di quello che non avete. Usate quello che avete. Fare meno del vostro meglio è un peccato. Tutti noi abbiamo il potenziale per eccellere perché l'eccellenza é determinata dalla dedizione, a noi e agli altri".
Oprah Winfrey

http://www.velodrome.org.uk
http://www.yvonnehijgenaar.nl
http://www.chrishoy.com/
http://www.victoriapendleton.co.uk/

 
Edit Post Reply With Quote

Utente del mese Aprile 2010




Posts: 2752
Registrato: Mar 2006

  postato il 21/03/2007 alle 13:03
Originariamente inviato da mont ventoux

Sul fatto che l'abbiano indirizzato o lo vogliano indirizzare imediatamente sui grandi Giri non mi sembra, anche perchè Riccò stesso si è proposto sin da quest'anno per essere protagonista alle classiche.


Non voglio sembrare autoreferenziale, però:

http://www.cicloweb.it/art705.html
A proposito di palmares: dovessi pensare alla corsa che ti darebbe più soddisfazione vincere nella tua carriera, cosa sceglieresti?
«Sicuramente mi piacerebbe vincere un Giro d'Italia e, a parte quello, una Liegi».
Per il 2007?
«L'intenzione è fare un buon Giro, visto che è stata reintrodotta la maglia bianca, mentre prima andrò a far esperienza ad Amstel, Freccia e Liegi, dove pure vorrei essere protgonista. Per quanto riguarda il resto della stagione, si valuterà dopo la corsa rosa».


Insomma, le priorità mi sembrano evidenti: il Giro davanti a tutto, poi eventualmente il resto.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 21/03/2007 alle 16:14
A me francamente pare un magnifico programma: Sanremo, Amstel, Freccia, Liegi e poi Giro, senza contare che è da gennaio che corre dall'uno all'altro continente. Questo non ha il braccino corto e non si lesina ai suoi tifosi; questo ama il suo lavoro e lo vuole fare bene. Alla faccia di tutti quelli che - a 24 anni, si badi bene, non a 60 - misurano gli sforzi col bilancino e si arrovellano con dubbi esistenziali su cosa sia meglio fare da grandi, se il corridore da giro o quello da classiche o, meglio ancora, da esposizione. Senza rendersi conto che nel mentre il tempo vola.

Alla faccia di quelli che spariscono per piu' di mezza stagione, poi magari gli viene la febbre e via che si passa alla stagione successiva, nella quale la manfrina sarà piu' o meno la stessa.
No ragazzi, non foss'altro che per i motivi di cui sopra questo ragazzo va elogiato e piu' di qualcosina lo ha già fatto vedere.
Mi piace. Sarò di parte, ma mi piace. Costui non ha paura di misurarsi nè di battersi e fa onore al suo mestiere, interpretandolo come un vero corridore deve.

De Vlaeminck, tanto per citarne uno, era certo un grande corridore da classiche: benissimo, De Vlaeminck partecipava anche a Giro e Tour (sovente nello stesso anno) e si batteva come un leone in entrambi, onorando sè stesso e dando ancor maggior lustro alle vittorie di Merckx. In una parola rendeva onore al ciclismo, al suo mestiere, ai tifosi ed ai suoi colleghi e avversari. Perchè ? fa schifo a qualcuno ?

Marco faceva le volate alla Vuelta, piazzandosi nei 5 con grande scandalo del suo contabile e, se soltanto avesse potuto, avrebbe partecipato alle classiche dove, statene pur certi, non avrebbe fatto la comparsa, no di certo.

Che nessuno osi affermare o anche solo insinuare che ho fatto accostamenti impropri, eh ?

E poi, non è reggiano...


 

____________________
Difendi, conserva, prega !

(dalla poesia "Saluto e augurio" - "La nuova gioventu'" di P.P. Pasolini - Ediz. Einaudi)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Utente del mese Aprile 2010




Posts: 2752
Registrato: Mar 2006

  postato il 21/03/2007 alle 17:53
Originariamente inviato da prof

A me francamente pare un magnifico programma: Sanremo, Amstel, Freccia, Liegi e poi Giro, senza contare che è da gennaio che corre dall'uno all'altro continente. Questo non ha il braccino corto e non si lesina ai suoi tifosi; questo ama il suo lavoro e lo vuole fare bene.
...
No ragazzi, non foss'altro che per i motivi di cui sopra questo ragazzo va elogiato e piu' di qualcosina lo ha già fatto vedere.


prof, mi trovi d'accordo quando dici che qualcosa lo ha fatto vedere Riccò: insomma, ovvio che è presto per parlare di un grande campione, ma se osserviamo cos'ha fatto nel primo anno e tot da professionista ci rendiamo conto che ha doti notevolissime.
D'accordo - con qualche riserva, perchè se un corridore ha delle doti è giusto anche che vengano gestite bene - anche sul discorso del non risparmiarsi.
Quello che faccio io è un discorso di priorità: se imposti una stagione per fare maglia bianca al Giro e hai certe caratteristiche "da classica vallone" secondo me qualcosa non quadra; sarei stato d'accordo su un programma con Amstel-Freccia-Liegi per fare esperienza e provare a giocarsela e con il Giro da correre per le tappe. Ma anteporre la classifica del Giro... mah, non mi convince.
Fermo restando che chi lo gestisce è 20mila volte più competente di me e si tratta di chiacchiere e di valutazioni un po' da bar... o da forum

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 21/03/2007 alle 18:22
Originariamente inviato da prof
Sul ragazzo sai già come la penso; il suo caratteraccio - chiamiamolo caratteraccio anche se, a mio avviso, di pura e semplice maleducazione si tratta - gli renderà la vita molto difficile, se non impossibile.


visto che non ho seguito le sue dichiarazioni sulla stampa e in tv, a questo punto sono curioso di sapere cosa ha detto dal momento che tutto il forum è d'accordo nel dire che parla troppo.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 21/03/2007 alle 18:33
Originariamente inviato da rizz23


Fermo restando che chi lo gestisce è 20mila volte più competente di me e si tratta di chiacchiere e di valutazioni un po' da bar... o da forum


Mi associo nella tua annotazione, che vale anche per il sottoscritto: in ogni caso me lo auguro nell'interesse di Riccò stesso.

Cosa di piu' bello nella vita che due chiacchiere da bar. Magnifico rizz, è proprio lo spirito giusto.
E allora, finchè siamo al bar, chiediamo una bottiglia di champagne. Se poi dovessimo accorgerci di non avere abbastanza soldi, ci accontenteremo anche di un paio di birrette. Se Riccò non potrà fare classifica, pazienza: ci farà almeno divertire e discutere in pace. Si', sono d'accordo con te.

Detto tra di noi, sai te il casino che verrà fuori qui sul forum su Cunego, Riccò e Basso ? Non resta che sperare.

Ciao

 

____________________
Difendi, conserva, prega !

(dalla poesia "Saluto e augurio" - "La nuova gioventu'" di P.P. Pasolini - Ediz. Einaudi)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3025
Registrato: Feb 2006

  postato il 21/03/2007 alle 18:34
Qualche considerazione:
non era mia intenzione definire Riccò un campione: due tappe alla Tirreno- Adriatico non vogliono dire nulla. Ero però curioso di conoscere la vostra opinione sulle sue caratteristiche : io, almeno, dopo la crono di domenica ci andrei cauto a puntare alla maglia bianca del giro. Ha dimostrato ottime doti di scattista, di acume tattico nel partire al momento giusto, e una piacevole cattiveria agonistica. Mi è piaciuto perchè ha promesso l'attacco nella penultima tappa, e l'ha fatto (anche se nel finale secondo me non ne aveva). Viceversa, ha deluso nella crono di domenica (e su una distanza relativamente breve), fondamentale per tutti i gt. Inoltre non si conosce la sua tenuta sulle tre settimane.
in poche parole, io punterei per almeno un paio di anni sulle classiche, per poi mettermi alla prova nei gt. non da ultimo, cercherei di tenere a freno la lingua, visto che il carattere è al peperoncino.


Originariamente inviato da Frank VDB
Il reggiano parla troppo


ma chi, io?

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 21/03/2007 alle 18:36
beninteso, il parlar troppo non è una cosa di per sè negativa: dipende da chi lo fa.
Un conto se lo fanno Muhammad Alì, Ayrton Senna o Alberto Tomba, un altro se lo fanno Nino La Rocca, Jacques Villeneuve o Antonio Cassano.
Se alle parole seguono i fatti, ben vengano le chiacchiere e anche le sbruffonate: altrimenti è una cosa ridicola.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 21/03/2007 alle 18:41
Originariamente inviato da antonello64

Originariamente inviato da prof
Sul ragazzo sai già come la penso; il suo caratteraccio - chiamiamolo caratteraccio anche se, a mio avviso, di pura e semplice maleducazione si tratta - gli renderà la vita molto difficile, se non impossibile.


visto che non ho seguito le sue dichiarazioni sulla stampa e in tv, a questo punto sono curioso di sapere cosa ha detto dal momento che tutto il forum è d'accordo nel dire che parla troppo.


In questi giorni è balzato spesso agli onori della cronaca l'accostamento caratteriale più che fisico, fatto da molti giornalisti (Conti di tuttosport su tutti) tra Pantani e Riccò (che tra l'altro è un fan sfegatato di Pantani).

Che ne dite?

Io penso che tra i due c'è una sottile ma importante differenza: Pantani era spavaldo,cannibale, imprevedibile e anche un po' egocentrico, ma non demoliva mai gli avversari quando parlava, Riccò è arrogante, presuntuoso e talvolta sleale. Oddio, pronto a essere smentito, ma andatevi a rileggere qualche post nel topic 'Riccò fans club' o qlc del genere...

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 21/03/2007 alle 18:49
Originariamente inviato da Carrefour de l arbre

Qualche considerazione:
non era mia intenzione definire Riccò un campione: due tappe alla Tirreno- Adriatico non vogliono dire nulla. Ero però curioso di conoscere la vostra opinione sulle sue caratteristiche


penso sia giusto, quando si affaccia alla ribalta qualche nome nuovo, discuterne le potenzialità e le caratteristiche (e anche sbilanciarsi con i paragoni, perchè no?).
Poi è chiaro che le somme si tireranno a fine carriera: si sono visti fin troppi corridori che avevano le potenzialità del fuoriclasse e che hanno reso meno di un gregario medio.
I risultati della Tirreno sono ancora poca cosa, però a mio parere se Riccò corresse i prossimi 10 anni con la condizione di questi giorni di soddisfazioni se ne toglierebbe parecchie e anche in corse molto importanti.
Per quanto riguarda le grandi corse a tappe, ancora non ha fatto vedere niente: un giudizio si può dare solo sulla fiducia.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Utente del mese Aprile 2010




Posts: 2752
Registrato: Mar 2006

  postato il 21/03/2007 alle 18:50
Originariamente inviato da Subsonico

Riccò è arrogante, presuntuoso e talvolta sleale. Oddio, pronto a essere smentito, ma andatevi a rileggere qualche post nel topic 'Riccò fans club' o qlc del genere...


io dico che si parla un po' troppo per sentito dire...

e se poi il sentito dire parte da gente invidiosa, peggio ancora...

Io l'ho incontrato di persona e seguito in allenamento: mi è sembrato timido, sicuro di sè ma non arrogante e disponibile... Mi accontento di questa impressione salvo essere smentito: certo non do ascolto a chi dice di aver sentito da un amico che un suo amico dilettante ha detto che è successo tal e tal altro...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Giro di Svizzera




Posts: 94
Registrato: Apr 2006

  postato il 21/03/2007 alle 18:52
Originariamente inviato da Admin

(Segnalo che da stamattina in questo thread verranno cancellati tutti i post di un certo tipo).


decisione saggia....è molto fastidioso fare sempre delle insinuazioni sulla solita persona...ricordo che non è mai stato trovato positivo ad un solo controllo antidoping..a differenza aimè di molti altri corridori educati e corretti...grazie Admin...eliminare le maldicenze non solo quelle per Riccò ma anche per tutti gli altri ciclisti rende le discussioni più godibili...almeno per me..

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1635
Registrato: Apr 2005

  postato il 21/03/2007 alle 19:00
Alberto è uno che ne ha visti (di campioni). se lui dice che c'è stoffa, è un bel segno.
Poi uno come Fondriest, troppo "arrogante", si trovò il gruppone contro un sacco di volte.....
Ah. Con Nibali, lo batto al giro......

 

____________________
pedala che fa bene.....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 336
Registrato: Jan 2006

  postato il 21/03/2007 alle 19:04
Nemmeno Riccò stesso ha ancora capito se in futuro intenderà puntare sui grandi giri, sulle classiche o su entrambe. Quando lo scorso anno non ha potuto disputare la corsa rosa era molto dispiaciuto. <>. Allo stesso tempo però ha in testa il chiodo fisso della Liegi e spera in un futuro di potersela giocare con i migliori. Il ciclista a cui si ispira è Valverde, dello spagnolo ammira la classe e la versatilità (competitivo sia in alcune classiche che in grandi giri). Il suo idolo era Pantani e l'orecchino al lobo sinistro credo che sia proprio in onore del Pirata, anche se in realtà non gliel'ho mai chiesto.
Comunque il ragazzo ha già indossato la maglia rosa da dilettante, nelle salite lunghe tiene bene ed ha un recupero molto buono. La cronometro è il suo tallone d'Achille, ma già alla prima crono del tour de France fece meglio sia di Cunego che di Simoni e credo che potrà migliorarsi notevolmente negli anni a seguire. Lo scatto secco che può fare selezione lo avete notato tutti nella Tirreno-Adriatico e se lo si porta in volata non è facile metterselo dietro (chiedere a Bettini). Le caratteristiche gli permettono dunque di svariare su più fronti e di non focalizzarsi solamente in un certo tipo di gare. Dopo il Giro che si potranno tirare le prime somme e capire qualcosa in più, per ora di certezze ci sono solo le 3 vittorie stagionali e una condizione fisica eccellente.

 

[Modificato il 21/03/2007 alle 19:08 by Pirateattack]

____________________


"La grinta non si può comprare: o ce l'hai o non ce l'hai. Puoi avere il tecnico migliore, lo stipendio più alto e tutti gli stimoli di questo mondo, ma quando sei al limite della fatica sono solo le tue doti ad aiutarti" Marco Pantani

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 21/03/2007 alle 19:05
Originariamente inviato da antonello64

visto che non ho seguito le sue dichiarazioni sulla stampa e in tv, a questo punto sono curioso di sapere cosa ha detto dal momento che tutto il forum è d'accordo nel dire che parla troppo.


http://www.cicloweb.it/art737.html

...occhio ai virgolettati...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 21/03/2007 alle 19:14
Originariamente inviato da rizz23

Originariamente inviato da Subsonico

Riccò è arrogante, presuntuoso e talvolta sleale. Oddio, pronto a essere smentito, ma andatevi a rileggere qualche post nel topic 'Riccò fans club' o qlc del genere...


io dico che si parla un po' troppo per sentito dire...

e se poi il sentito dire parte da gente invidiosa, peggio ancora...

Io l'ho incontrato di persona e seguito in allenamento: mi è sembrato timido, sicuro di sè ma non arrogante e disponibile... Mi accontento di questa impressione salvo essere smentito: certo non do ascolto a chi dice di aver sentito da un amico che un suo amico dilettante ha detto che è successo tal e tal altro...


1 post è invidia
2 post è invidia e cattiveria
3 post significa che qualcosa, sotto sotto, c'è...

Chiedilo a Mestatore, o a Bauschan.
In effetti avrei dovuto dire che 'appare' arrogante, presuntuoso, sleale. Oh, magari è cambiato dai tempi dei dilettanti. Uno che dice che la salita del San Giacomo non gli piace perchè è troppo facile un po' arrogante lo è, ne convieni?

Detto ciò, il tempo ci dirà come è. E se è come appare, tutto il meglio, ed il peggio, usciranno fuori, ne sono certo.
Speriamo che da Bisontino non diventi Bufalino

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 21/03/2007 alle 19:23
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Originariamente inviato da antonello64

visto che non ho seguito le sue dichiarazioni sulla stampa e in tv, a questo punto sono curioso di sapere cosa ha detto dal momento che tutto il forum è d'accordo nel dire che parla troppo.


http://www.cicloweb.it/art737.html

...occhio ai virgolettati...


beh, che dire? qualche sberleffo verso i colleghi potrebbe anche risparmiarselo.
Per il resto, se alle parole fa seguire i fatti ben vengano le chiacchiere: di sicuro non ci farà annoiare.
E penso che un atleta spavaldo e vincente (più o meno come era Cipollini) non può che far del bene a tutto il movimento.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 21/03/2007 alle 19:26
Io sono dell'idea che finché verranno i risultati, l'arroganza (vogliamo chiamarla sfrontatezza? consapevolezza dei propri mezzi?) possa essere un plus incredibile, anche per creare un personaggio.

Mi sembra che Valentino Rossi non sia stato umile, soprattutto nei confronti di Max Biaggi, ma i risultati gli han dato ragione e giù il cappello dinnanzi a Vale il pesarese.

Farei lo stesso discorso per Riccò: finché la "sboronaggine" avviene dopo dei successi di tappa, dopo una classica vinta o dopo una grande corsa a tappe conquistata, ben venga. Meglio la non-diplomazia piuttosto che le frasi abbottonate, scontate e banali.
Ovvio, si farà dei nemici, ma anche dei sostenitori.

Ecco, se continua a vincere la sfrontatezza con cui corre e con cui affronta le interviste sarà un bel vantaggio per Richie Rich.

E poi non mi sembra uno che si nasconde, se le cose van male. Quel "non mi giravano proprio le gambe" detto alla De Stefano appena finita la crono di Civitanova è segno di sincerità, come era sincero (seppur sfrontato) quel "ho dimostrato di essere più forte su arrivi simili" dopo la seconda tappa vinta in 24 ore quasi in fotocopia (sia per percorso, sia per tipologia di corsa).

Insomma, un arrogante è uno che le sue qualità te le fa pesare e te le fa diventare antipatiche. Ma se Riccò ci fa(rà) divertire, perché preoccuparci di quanto sarà simpatico al gruppo?
Anche Simeoni è(ra?) antipatico al gruppo del Tour 2003...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 21/03/2007 alle 19:31
Originariamente inviato da janjanssen

Alberto è uno che ne ha visti (di campioni). se lui dice che c'è stoffa, è un bel segno.
Poi uno come Fondriest, troppo "arrogante", si trovò il gruppone contro un sacco di volte.....
Ah. Con Nibali, lo batto al giro......


Ciao, Dottore. E' una vera gioia risentirti.
Riccò l'ho visto due sole volte in gara: la prima da dilettante, allorquando era in una piccola squadra gestita dall'ottimo Paletti, bravo dilettante dei miei tempi e bravo ds, nonchè altrettanto bravo costruttore di biciclette. Corse, ancora giovanissimo, con un'autorità ed una sicurezza per me stupefacenti, disponendo a suo piacimento di u23 del giro della nazionale.

La seconda volta fu alla Coppi & Bartali dello scorso anno, nella tappa che vinse a Sassuolo. La forza, la sicurezza, la grinta e la naturalezza con cui faceva il passo sulla salita di Montegibbio, con Cunego in grande sofferenza, mi sbalordirono letteralmente, perchè immediatamente mi rimandarono a quella gara di dilettanti. Allora non è finto, ricordo che pensai. In tutti e due i casi era praticamente all'esordio nella categoria.

E, ti assicuro, non sono facile ai sbilanciarmi, specialmente quando si tratta di corridori...

Ciao carissimo, spero di leggerti piu' spesso. Ti abbraccio.

 

____________________
Difendi, conserva, prega !

(dalla poesia "Saluto e augurio" - "La nuova gioventu'" di P.P. Pasolini - Ediz. Einaudi)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Utente del mese Aprile 2010




Posts: 2752
Registrato: Mar 2006

  postato il 21/03/2007 alle 19:33
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Io sono dell'idea che finché verranno i risultati, l'arroganza (vogliamo chiamarla sfrontatezza? consapevolezza dei propri mezzi?) possa essere un plus incredibile, anche per creare un personaggio.

Mi sembra che Valentino Rossi non sia stato umile, soprattutto nei confronti di Max Biaggi, ma i risultati gli han dato ragione e giù il cappello dinnanzi a Vale il pesarese.

Farei lo stesso discorso per Riccò: finché la "sboronaggine" avviene dopo dei successi di tappa, dopo una classica vinta o dopo una grande corsa a tappe conquistata, ben venga. Meglio la non-diplomazia piuttosto che le frasi abbottonate, scontate e banali.
Ovvio, si farà dei nemici, ma anche dei sostenitori.

Ecco, se continua a vincere la sfrontatezza con cui corre e con cui affronta le interviste sarà un bel vantaggio per Richie Rich.

E poi non mi sembra uno che si nasconde, se le cose van male. Quel "non mi giravano proprio le gambe" detto alla De Stefano appena finita la crono di Civitanova è segno di sincerità, come era sincero (seppur sfrontato) quel "ho dimostrato di essere più forte su arrivi simili" dopo la seconda tappa vinta in 24 ore quasi in fotocopia (sia per percorso, sia per tipologia di corsa).

Insomma, un arrogante è uno che le sue qualità te le fa pesare e te le fa diventare antipatiche. Ma se Riccò ci fa(rà) divertire, perché preoccuparci di quanto sarà simpatico al gruppo?
Anche Simeoni è(ra?) antipatico al gruppo del Tour 2003...


quoto al cciento e per cciento

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage
<<  1    2    3    4  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.2767849