Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Espoirs vs. Dilettanti: cosa rende di più?
Sondaggio: Espoirs vs. Dilettanti: cosa rende di più?
Pro a 20 anni in un team espoirs
Pro dopo la trafila dilettantistica

Visualizza risultati
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
Autore: Oggetto: Espoirs vs. Dilettanti: cosa rende di più?

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 16/03/2007 alle 20:48
Guardando la vittoria di Popovich di oggi, e pensando alla digressione nella carriera dell'atleta (da corridore per corse a tappe a gregario-passista/scalatore col pallino delle fughe) non ho fatto meno di pensare a quanti corridori che invece son passati pro a 20 anni con squadre espoirs (e allora si storceva un po' il naso, o cmq si andava cauti sui possibili effetti di questo salto di categoria) stanno avendo un grande sviluppo nella famosa generazione dell'81..mi viene subito da pensare allo squadrone che formava la Mapei-Espoirs.
Proviamo ad Analizzare i giovani di oggi tra i primi 100 nei vari ranking:
-Tom Boonen, Alejandro Valverde, Damiano Cunego, Philppe Gilbert,Vincenzo Nibali, Vladimir gusev, Janez Brajkovic sono quei predestinati che vanno fortissimo tra i dilettanti e dopo circa 3 anni passano a 21-22 anni in una squadra forte e dopo un po' di rodaggio danno;
-Stephan Schumacher, Danilo Napolitano sono quelli che si rodano in squadre minori per poi esplodere quando pronti
-Frank Schleck, Josè Gomez Marchante, Nick Nuyens, Daniele Bennati, Manuele Mori, santo Anzà, Gregory Rast sono quei corridori passati tardi o esplosi relativamente tardi;
-fabain Cancellara, Andrei kasechkin, Pippo Pozzato, Bernard Eisel, Patrik Sinkewitz son passati giovanissimi alla mapei espoirs, e Dekkerino nella Rabobank espoirs.
-Fabian Wegmann, Vladimir Karpets, Brain vandborg, Gert Steegmans, Yarloslav Popovich son quei corridori passati pro con una squadra forte e che han fatto un po' meno di quel che si aspettava;

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3025
Registrato: Feb 2006

  postato il 17/03/2007 alle 10:07
Per come è strutturato il dilettantismo attuale, con ricerca di risultati "tutto e subito", ho votato la prima opzione, anche se perlomeno sulla carta sarebbe meglio un dilettantismo blando e graduale (dove per blando non intendo con scarso impegno, ma cercando di evitare l'esagerazione e l'esasperazione delle competizioni - intese sia qualitativamenet sia quantitativamente).

I Pozzato, i Cunego, i Cancellara hanno goduto di "protezioni" perchè già da juniores avevano mostrato la loro stoffa; ma il rischio è di spostare l'esasperazione addirittura dal dilettantismo alla categoria juniores.
Sono state eccezioni ed è giusto che rimangano tali. Il "caso" Vangi, invece, va proprio nella direzione sbagliata, a mio avviso.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Giro di Lombardia




Posts: 105
Registrato: Jan 2007

  postato il 17/03/2007 alle 11:58
non dimenticate ballan..che e l'esempio piu recente..c'e anche un certo PRONI vedremo cosa ci mostrera..di sicuro uno che passa pro a 24-25 anni ha le motivazioni giuste per allenarsi con criterio anche tra i pro!e comunque io vorrei ricordare che cunego si dice non abbia avuto tutta questa carriera dilettantisitica..Avendo vinto un lunigiana da primo anno jr e un mondiale da secondo anno non doveva dimostrare niente a nessuno..per finire meglio fare il dilettante secondo me
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 17/03/2007 alle 13:35
Originariamente inviato da Carrefour de l arbre

. Il "caso" Vangi, invece, va proprio nella direzione sbagliata, a mio avviso.


Vangi starebbe per?

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Giro di Lombardia




Posts: 105
Registrato: Jan 2007

  postato il 17/03/2007 alle 14:08
Originariamente inviato da Subsonico

Originariamente inviato da Carrefour de l arbre

. Il "caso" Vangi, invece, va proprio nella direzione sbagliata, a mio avviso.


Vangi starebbe per?


La vangi la squadra "satellite" della lampre fondital!l'anno scorso faceva solo juniores quest'anno invece ha espanso anche al dilettantismo le sue mansioni!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 17/03/2007 alle 14:10
Originariamente inviato da teo 88

Originariamente inviato da Subsonico

Originariamente inviato da Carrefour de l arbre

. Il "caso" Vangi, invece, va proprio nella direzione sbagliata, a mio avviso.


Vangi starebbe per?


La vangi la squadra "satellite" della lampre fondital!l'anno scorso faceva solo juniores quest'anno invece ha espanso anche al dilettantismo le sue mansioni!

Non lo sapevo...so che l'acqua e sapone ha una sua rete dilettanti e la liquigas ha la marchiol, ma non è la stessa cosa di squadre come rabobank espoirs che possono correre nel circuito professional...però, questa 'via di mezzo', cioè far correre dei ragazzi in funzione del passaggio al professionismo, mi sembra il migliore compromesso.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Giro di Lombardia




Posts: 105
Registrato: Jan 2007

  postato il 17/03/2007 alle 14:14

Non lo sapevo...so che l'acqua e sapone ha una sua rete dilettanti e la liquigas ha la marchiol, ma non è la stessa cosa di squadre come rabobank espoirs che possono correre nel circuito professional...però, questa 'via di mezzo', cioè far correre dei ragazzi in funzione del passaggio al professionismo, mi sembra il migliore compromesso.


si e una buona scelta;anche perche spesso in queste squadre gli atleti sono opiu simili nel senso tutti under 18-19-20 anni..l'ideale per crescere con cautela..almeno credo

 

[Modificato il 17/03/2007 alle 15:13 by Monsieur 40%]


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 17/03/2007 alle 15:40
Riporto il punto di vista di Napolitano: http://www.cicloweb.it/art703.html

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3025
Registrato: Feb 2006

  postato il 17/03/2007 alle 18:14
Ciao Sub, non mi riferivo tanto a squadre satellite, quanto al fatto che la Vangi, squadra del campione del mondo juniores Ulissi, si gloriasse nell'avere un team che fornisse l'SRM a tutti i suoi corridori (17-18 anni!), e che si gloriasse altrettanto di portarli in giro per le gare con camper faraonici.
Se a questo si aggiunge che il direttore sportivo è Forconi, che ha avuto i suoi problemi di doping, e che si mormora che il medico di squadra sia Cecchini, beh, dico solo che non mi piace....

Non vorrei, infatti, che il discorso esasperazione - complice anche il passaggio "eccezionale" di Pozzato dagli juniores ai pro - si spostasse su questa categoria, e certi segnali (smr, ds, frequentazioni) suonano un pò come campanello d'allarme.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 17/03/2007 alle 18:49
Una considerazione: un circuito dilettantistico vero e proprio esiste solamente in Italia, Spagna e Francia, qualcosa c'è anche in Belgio, sicchè è ragionevole che in Olanda Rabobank abbia pensato di allestire una squadra continentale per consentire ai giovani talenti di potersi confrontare ad un livello tecnico accettabile (quello delle corse semiprofessionistiche europee).
Erano diverse le condizioni di partenza.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 17/03/2007 alle 21:19
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Una considerazione: un circuito dilettantistico vero e proprio esiste solamente in Italia, Spagna e Francia, qualcosa c'è anche in Belgio, sicchè è ragionevole che in Olanda Rabobank abbia pensato di allestire una squadra continentale per consentire ai giovani talenti di potersi confrontare ad un livello tecnico accettabile (quello delle corse semiprofessionistiche europee).
Erano diverse le condizioni di partenza.


Questo l'avevo intuito leggendo anche le parole di Bozic nell'intervista...dunque, riformulo la domanda: E' meglio avere un circuito dilettantistico altamente competitivo, o è meglio che i nostri giovani più talentuosi tentino la via del professionismo semi-dilettantistico nei primi anni?

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 17/03/2007 alle 23:20
Originariamente inviato da Subsonico

Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Una considerazione: un circuito dilettantistico vero e proprio esiste solamente in Italia, Spagna e Francia, qualcosa c'è anche in Belgio, sicchè è ragionevole che in Olanda Rabobank abbia pensato di allestire una squadra continentale per consentire ai giovani talenti di potersi confrontare ad un livello tecnico accettabile (quello delle corse semiprofessionistiche europee).
Erano diverse le condizioni di partenza.


Questo l'avevo intuito leggendo anche le parole di Bozic nell'intervista...dunque, riformulo la domanda: E' meglio avere un circuito dilettantistico altamente competitivo, o è meglio che i nostri giovani più talentuosi tentino la via del professionismo semi-dilettantistico nei primi anni?


Io penso che per un giovane corridore di grande talento sia importante soprattutto entrare quanto prima nell'orbita di una squadra Pro-Tour, dopodichè almeno un paio d'anni nel dilettantismo, ovviamente nelle squadre più trasparenti, o meno torbide, credo che costituisca un'ottimale trafila.
Per ciò che riguarda i corridori più lenti a maturare, secondo me è meglio il dilettantismo che il professionismo di serie B di alcune continentali italiane, offre maggiori garanzie di maturazione.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote
Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.1671159