Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > 5 anni dopo....,9/11
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2    3    4  >>
Autore: Oggetto: 5 anni dopo....,9/11

Livello Marco Pantani




Posts: 1449
Registrato: Jan 2005

  postato il 10/09/2006 alle 21:14
Non dimenticheremo!!!







 

[Modificato il 11/09/2006 alle 00:26 by Monsieur 40%]

____________________


To be a winner you must play hard and practice harder!!

It's not about how hard you hit, it's about how hard you can get hit and keep moving forward!



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Freddy Maertens




Posts: 873
Registrato: Jan 2006

  postato il 10/09/2006 alle 21:28
Ci sono tante cose da non dimenticare... sarebbe sbagliato dimenticare, ad esempio, tutti i morti che la "vendetta" occidentale ha fatto in medio oriente... tutti i militari e civili occidentali che sono andati a morire in Afghanistan ed in Iraq, tutte le guerre dimenticate nel mondo...

 

____________________
Web: http://www.free-os.it/blog/ Status:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2490
Registrato: Dec 2004

  postato il 10/09/2006 alle 21:36
crimini contro l umanità ne sono stati attuati un'infinità..questo il più scellerato....Never Ever!

 

____________________
http://ilmiociclismo.blog.excite.it

"La vita e la morte.La pace e la guerra.La repubblica e la monarchia.Infine Bartali e Coppi e la progressiva identificazione di un popolo, che ripartiva da zero, in una coppia di campioni."Leo Turrini

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Freddy Maertens




Posts: 873
Registrato: Jan 2006

  postato il 10/09/2006 alle 21:57
Il piu scellerato? L'Olocausto dove lo mettiamo? "Hors Categorie"? Pesiamo le parole ragazzi... io sono assolutamente d'accordo che quella dell'11 settembre sia stata una strage ingiusta, terribile, terrificante, ma cerchiamo di mantenere quella lucidità che troppi hanno perso...

 

____________________
Web: http://www.free-os.it/blog/ Status:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2490
Registrato: Dec 2004

  postato il 10/09/2006 alle 22:11
io le parole le peso sempre...e la mia opinione non la puoi giudicare...si dei giorni nostri, l'olocausto è stato concepito da menti di sessant'anni fa, la strage dell'11 settembre è la più scellerata..e ne sono fermamente convinta..se poi la tua opinione è diversa non me ne faccio un problema.

 

____________________
http://ilmiociclismo.blog.excite.it

"La vita e la morte.La pace e la guerra.La repubblica e la monarchia.Infine Bartali e Coppi e la progressiva identificazione di un popolo, che ripartiva da zero, in una coppia di campioni."Leo Turrini

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Marco Pantani




Posts: 1449
Registrato: Jan 2005

  postato il 10/09/2006 alle 22:19
alt-os, vedo che anche tu hai messo 9/11 sulla prima pagina del tuo blog....

 

____________________


To be a winner you must play hard and practice harder!!

It's not about how hard you hit, it's about how hard you can get hit and keep moving forward!



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Freddy Maertens




Posts: 873
Registrato: Jan 2006

  postato il 10/09/2006 alle 22:51
Violetta, ho ovviamente espresso la mia idea
Non volevo sembrare assolutista...

Laperla, si, anche io ho scritto di quell'evento. E infatti non sto criticando il fatto di parlarne, anzi! Solo, porgo il mio invito a riflettere alle conseguenze delle conseguenze di quel gesto, a quanto poteva essere negli intenti di chi ha colpito, a quanto abbiano realmente raggiunto il loro obiettivo, a quanto odio questo ha portato, a come uscire da questa melma...

 

____________________
Web: http://www.free-os.it/blog/ Status:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 11/09/2006 alle 01:10
Originariamente inviato da alt-os
Il piu scellerato? L'Olocausto dove lo mettiamo? "Hors Categorie"?


Mah, io non sono affatto d'accordo.
Per quale motivo dovrebbe esserlo?
Se dovessi scegliere il momento durante il quale la storia dell'uomo ha toccato il fondo, indicherei senza dubbio Hiroshima e Nagasaki.
Nessuna ideologia, nessuna fede religiosa, nessun conflitto etnico, solamente un grande spot pubblicitario, freddo, cinico, calcolato.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 11/09/2006 alle 01:28
L'anno scorso scrissi un pensiero: http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=2686

Lo ripropongo per i nuovi.

P.S.: Dite che è proprio il caso di fare classifiche...!?

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Bernard Hinault




Posts: 1177
Registrato: Feb 2006

  postato il 11/09/2006 alle 01:30
non sono d'accordo Davide, sottoscrivo invece il pensiero di violetta.

credo che sia doveroso valutare sempre e comunque la motivazione di fondo che spinge qualcuno a commettere un atto scellerato.
ti porto subito un esempio: un tizio X domattina uccide la figlia di Y, solo perche Y gli sta antipatico. Y allora, in preda all'ira, si vendica uccidendo la figlia di X.... io considererò sempre più tragica e scellerata l'azione compiuta da X, perchè commessa a "freddo", mentre Y ha avuto un motivo di fondo per commettere un gesto in ogni caso folle... non si può giustificare ma si può comprendere.


fatte le dovute proporzioni, è la stessa cosa del caso USA-Afghanistan o USA-Giappone.

uno entra in casa tua e stermina migliaia di tuoi concittadini....
uno deporta e stermina un certo gruppo etnico solo per un istinto dettato da pura follia...
ora, la reazione di chi ha subito potrà essere ancora più scellerata, ma sarà sempre dettata da una motivazione di fondo non giustificabile ma comprensibile: solo per questo motivo non può essere considerata alla stregua dell'atto che immotivatamente ha scatenato tutto l'inferno.

quindi a mio avviso la deportazione ebraica è senza alcun dubbio la pagina più nera e drammatica scritta dalla storia.







p.s: trovo che sia di cattivo gusto e inopportuno che si prenda spunto dalla tragedia dell'11 settembre per manifestare sempre e comunque una propria ideologia antiamericana.

 

[Modificato il 11/09/2006 alle 01:32 by Goodwood]


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 11/09/2006 alle 03:19
Originariamente inviato da Monsieur 40%

L'anno scorso scrissi un pensiero: http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=2686

Lo ripropongo per i nuovi.


Non sono nuovo ma l'anno scorso me l'ero perso, colpevolmente.
Colpevolmente perchè col senno di poi avrei letto con un anno d'anticipo il pensiero che in tutti questi anni più ha aggiunto emozione a quella già forte per il sentito ricordo di una vicenda tanto tragica.
Ma fa lo stesso, perchè l'undici Settembre dei prossimi anni lo rileggerò spesso...

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 263
Registrato: Jun 2006

  postato il 11/09/2006 alle 07:49
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Originariamente inviato da alt-os
Il piu scellerato? L'Olocausto dove lo mettiamo? "Hors Categorie"?


Mah, io non sono affatto d'accordo.
Per quale motivo dovrebbe esserlo?
Se dovessi scegliere il momento durante il quale la storia dell'uomo ha toccato il fondo, indicherei senza dubbio Hiroshima e Nagasaki.
Nessuna ideologia, nessuna fede religiosa, nessun conflitto etnico, solamente un grande spot pubblicitario, freddo, cinico, calcolato.

Una cosa certa su questi fatti, che non sono solo momenti di scelleratezza in cui l'uomo come dici tu ha toccato il fondo, ma sono la conclusione, l'epiologo di un obbiettivo che si è portato avanti con uno scopo ben preciso.
Premeditazione, volontà di compierli sono stati sotto gli occhi di tutti.
L'11/9 invece non avrà mai un colpevole.E' stato un momento di vigliaccheria umana a cui, per volontà , non riusciremmo mai a dare un nome.
La morte comunque non va classificata a seconda dell'audience che può fare, compiremo un grave errore.
Può passare inosservata la morte di un bambino che è morto per fame?
Almeno da morto dovremmo dargli gli stessi diritti dei suoi simili.
Saluti
Ianni

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Parigi-Roubaix




Posts: 116
Registrato: Apr 2006

  postato il 11/09/2006 alle 07:55





NON DIMENTICHEREMO..?? io credo di si..!! PURTROPPO..!!

 

____________________
Il forum del ciclismo giovanile www.cicloforum.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 11/09/2006 alle 09:19
33 anni dopo..., 9/11

Un pensiero anche ad Allende e a tutti i Cileni uccisi, toruturati o scomparsi in seguito al golpe di quel giorno.

Copio dal mio post dello scorso anno:

L’11 settembre 1973 e le sue conseguenze (da diario.it)


QUELLO CHE SUCCESSE. Tra le 6 e le 13 di martedì 11 settembre (ora locale) le forze armate cilene abbattono il governo liberamente eletto del Cile. L’azione parte dalla Marina a Valparaiso e si sviluppa nella capitale Santiago con il bombardamento aereo del palazzo presidenziale, la Moneda. Assediato, il presidente socialista Salvador Allende si suicida. Il generale Augusto Pinochet assume il potere. Migliaia di prigionieri vengono concentrati nello Stadio Nazionale. Più di 1.800 oppositori vengono uccisi nei primi giorni, con esecuzioni di massa o dopo torture.

CHE COSA C'ERA PRIMA. Unidad popular, coalizione di sinistra, aveva vinto le elezioni con il 36,6 per cento dei voti nel 1970. Allende, che governava con l’appoggio della Democrazia cristiana, aveva nazionalizzato banche, miniere di rame, espropriato 5 mila latifondi e istituito l’istruzione obbligatoria e gratuita. Una crescente opposizione alla sua politica si era prodotta in manifestazioni di piazza e serrate. Con l’appoggio della Casa Bianca (presidente Nixon, segretario di Stato Kissinger) i militari erano stati invitati a risolvere una situazione che andava contro gli interessi Usa. La maggioranza della Dc cilena appoggiò l’operazione, nel timore di una evoluzione «castrista» della situazione.

UN GOLPE MODERNO. Il colpo di Stato cileno stupisce per la violenza, la spettacolarità e l’alto livello di organizzazione. Nasce una potentissima polizia segreta (la Dina, diretta dal generale Manuel Contreras) che agisce in tutta l’America Latina (l’Operazione Condor), oppositori vengono inseguiti e uccisi in mezzo mondo. Pinochet sarà studiato dai militari argentini che tre anni dopo prenderanno il potere a Buenos Aires, con ancora maggiore violenza, ma con meno esibizione


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 11/09/2006 alle 09:39
Originariamente inviato da Goodwood
ti porto subito un esempio: un tizio X....


No, secondo me ti sbagli, tu giustifichi il meccanismo della vendetta e non ti accorgi che è proprio la vendetta il sentimento che anima il fondamentalismo islamico.
Fai attenzione perchè il tuo ragionamento finisce per giustificare il terrorismo di origine araba.

Il Giappone? Una nazione in ginocchio, che sugli arei da lanciare contro le navi metteva dei ragazzi di quattordici anni.
Sganciare una bomba nucleare su una città abitata da vecchi, donne e bambini, un grande spot pubblicitario, così come l'attentato alle torri gemelle, con la differenza che quest'ultimo fu opera di un'organizzazione mafiosa, la bomba fu invece piazzata da un governo, alla luce del sole.
Il razzismo, l'odio etnico, l'odio religioso, sono retaggi che l'uomo si porta dietro dall'età della pietra e forse anche prima, sono un'eredità che si spera sarà via via limata dal progresso, ma Hiroshima incarnò il progresso che rinnega sè stesso.

 

[Modificato il 11/09/2006 alle 09:43 by aranciata_bottecchia]

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 8805
Registrato: Dec 2004

  postato il 11/09/2006 alle 09:51
Hiroshima e Nagasaki furono proprio uno spot terrificante. Bastava applicare un embargo aereo e navale per mettere l'impero del Sol Levante in ginocchio.
I bombardamenti alle industrie giapponesi avevano minato la macchina produttiva nipponica e l'esercito era sparso per mezza Asia a difendere atolli sperduti o nei campi di prigionia.
Ma la guerra fredda era alle porte e bisognava dimostrare chi era il più potente...

 

____________________
http://www.nicolascattolin.com
Chi non indossa il casco non ha nulla nella testa che valga la pena proteggere.
If you don't have the balls to brake late then that is your problem. L.H. to K.R.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3166
Registrato: Feb 2006

  postato il 11/09/2006 alle 10:01
Arancia, la bomba su Hiroshima e Nagasaki per quanto terribile, fu l'unico rimedio per fermare una guerra che, altrimenti, si sarebbe protratta per non so quanti anni...

 

____________________
Rebellin... l'ultimo Gattopardo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Bernard Hinault




Posts: 1177
Registrato: Feb 2006

  postato il 11/09/2006 alle 10:14
Davide, io non giustifico nulla! come potrei mai compiacermi dinnanzi ad una tragedia come quella che ha posto fine al secondo conflitto mondiale. ed infatti nel mio post ho scritto questo:

Originariamente inviato da Goodwood
non si può giustificare ma si può comprendere


la vendetta ha sempre una motivazione di fondo per certi aspetti comprensibile (non giustificabile però), l'atto che invece la scatena no. non è ne comprensibile nè tanto meno giustificabile.

dici che questo modo di pensare giustifica alla fine il pensiero dei fondamentalisti islamici... ma in che modo? quelli sono terroristi. punto.
se poi pensi pure tu che la carneficina dell'11 settembre sia una conseguenza dell'oppressione che gli americani avrebbero da sempre manifestato contro il mondo islamico... beh, allora alzo bandiera bianca.


il Giappone? beh, sarei uno sciocco se ti dicessi che è stato inevitabile devastare in quel modo due città ma sopratutto una popolazione.
in ogni caso sai bene che in un conflitto come quello conclusosi nel 45 non ci si poteva fermare a considerare la situazione del Giappone. per gli americano i giapponesi erano alleati dei tedeschi, sterminatori di innocenti... e senza l'attacco a Pearl Harbor non ci sarebbero state ne Hiroshima e ne Nagasaki. e senza la deportazione di massa (tra l'altro di donne e bambini... quindi gli innocenti non erano solo a Hiroshima e Nagasaki) gli Usa sarebbero stati buoni buoni al loro posto.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Freccia Vallone




Posts: 80
Registrato: Aug 2006

  postato il 11/09/2006 alle 10:16
Sono d'accordo con tutti e con nessuno. Da tenere in considerazione che noi siamo manipolati dai media e che ci riportano ciò che interessa a loro in quel momento o fa odience.
Secondo me, noi non potremmo mai capire ciò che spinge certe persone o popolazioni o leader a comportarsi e in questo modo atroce. Sono mentalità lontane dalle nostre.
Il valore della vita unana è zero, interessa solo il diretto familiare (padre, madre, fratello o sorella).
Alcune volte conta di più un animale che una persona.
Ci sono persone che, in quanto benestanti, hanno potuto vivere in paesi industrializzati che hanno capito che si può governare facilmente un popolo mantelendolo nell'ignoranza e nel terrore.
Posso dire questo e potrei portatarvi alcune esperienze personali in paesi del 3° mondo.
Potrei portare numerose considerazioni, ma si cadrebbe in discussioni politiche o raziali.
Parliamo di sport come unione di popoli con lo stesso scopo
Non dimentichiamo certamente quanto avvenuto 11 set. e in altre date,ma gurdiamo molto vicino a noi, stiamo diventando una nazione molto multiraziale con annessi e connessi:

 

____________________
Gianni P.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3166
Registrato: Feb 2006

  postato il 11/09/2006 alle 10:18
E se pensate che questa tragedia, poteva essere evitata da Bush...

 

____________________
Rebellin... l'ultimo Gattopardo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 11/09/2006 alle 10:19
Originariamente inviato da panta2

Arancia, la bomba su Hiroshima e Nagasaki per quanto terribile, fu l'unico rimedio per fermare una guerra che, altrimenti, si sarebbe protratta per non so quanti anni...


mi pare di aver letto che hai 13-14 anni, senza nessuna offesa, però apri qualche libro di storia, perchè hai appena detto una castronata gigante.
Le bombe furono solo un'inutile e devastante dimostrazione di potenza militare, da un punto di vista militare in senso stretto sono state totalmente inutili. La guerra era già vinta, l'8 agosto del 45

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Freddy Maertens




Posts: 873
Registrato: Jan 2006

  postato il 11/09/2006 alle 10:25
Originariamente inviato da Goodwood

p.s: trovo che sia di cattivo gusto e inopportuno che si prenda spunto dalla tragedia dell'11 settembre per manifestare sempre e comunque una propria ideologia antiamericana.


Qui nessuno ha detto di essere contento per l'11 settembre 2001, Goodwood... non mi sembra proprio... l'ideologia antiamericana (o comunista) è spesso presa in palmo di mano per qualsiasi cosa vada "fuori dal coro"... Io penso che il meccanismo della vendetta (per i propri 3000 morti) messo in atto dagli USA, e poi sfuggito al loro controllo, ha già causato la morte di 5000 civili in Afghanistan, e 47000 morti in Iraq, giustifica altra violenza da parte del fondamentalismo islamico, e risveglia i fondamentalismi europei, che sono i piu pericolosi...

 

____________________
Web: http://www.free-os.it/blog/ Status:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3166
Registrato: Feb 2006

  postato il 11/09/2006 alle 10:26
Originariamente inviato da Reggio Emilia

Originariamente inviato da panta2

Arancia, la bomba su Hiroshima e Nagasaki per quanto terribile, fu l'unico rimedio per fermare una guerra che, altrimenti, si sarebbe protratta per non so quanti anni...


mi pare di aver letto che hai 13-14 anni, senza nessuna offesa, però apri qualche libro di storia, perchè hai appena detto una castronata gigante.
Le bombe furono solo un'inutile e devastante dimostrazione di potenza militare, da un punto di vista militare in senso stretto sono state totalmente inutili. La guerra era già vinta, l'8 agosto del 45


Bè, allora ha sbagliato il mio libro. Perchè c'è scritto che la bomba fu gettata poichè i comandanti giapponesi non dovevano arrendersi, su ordine dell'Imperatore. Solo dopo Hiroshima, l'Imperatore diede ordine d'arrendersi. ... Fai un po' tu...

 

____________________
Rebellin... l'ultimo Gattopardo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 11/09/2006 alle 10:27
Originariamente inviato da panta2

Arancia, la bomba su Hiroshima e Nagasaki per quanto terribile, fu l'unico rimedio per fermare una guerra che, altrimenti, si sarebbe protratta per non so quanti anni...


la tua affermazione non ha alcun senso. Il Giappone era già in ginocchio.

 
Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 11/09/2006 alle 10:29
Originariamente inviato da panta2

Originariamente inviato da Reggio Emilia

Originariamente inviato da panta2

Arancia, la bomba su Hiroshima e Nagasaki per quanto terribile, fu l'unico rimedio per fermare una guerra che, altrimenti, si sarebbe protratta per non so quanti anni...


mi pare di aver letto che hai 13-14 anni, senza nessuna offesa, però apri qualche libro di storia, perchè hai appena detto una castronata gigante.
Le bombe furono solo un'inutile e devastante dimostrazione di potenza militare, da un punto di vista militare in senso stretto sono state totalmente inutili. La guerra era già vinta, l'8 agosto del 45


Bè, allora ha sbagliato il mio libro. Perchè c'è scritto che la bomba fu gettata poichè i comandanti giapponesi non dovevano arrendersi, su ordine dell'Imperatore. Solo dopo Hiroshima, l'Imperatore diede ordine d'arrendersi. ... Fai un po' tu...


io passo.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3166
Registrato: Feb 2006

  postato il 11/09/2006 alle 10:30
Originariamente inviato da simociclo

Originariamente inviato da panta2

Arancia, la bomba su Hiroshima e Nagasaki per quanto terribile, fu l'unico rimedio per fermare una guerra che, altrimenti, si sarebbe protratta per non so quanti anni...


la tua affermazione non ha alcun senso. Il Giappone era già in ginocchio.


D'accordissimo. Ma il Giappone non voleva/doveva arrendersi. E, sicuramente, appena ripresosi avrebbe attaccato di nuovo gli USA!!!

 

____________________
Rebellin... l'ultimo Gattopardo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 11/09/2006 alle 10:31
Originariamente inviato da panta2

Arancia, la bomba su Hiroshima e Nagasaki per quanto terribile, fu l'unico rimedio per fermare una guerra che, altrimenti, si sarebbe protratta per non so quanti anni...


Sono della stessa opinione di Andrea Web, ma aggiungo che il Giappone era già in ginocchio, fu l'occasione per sperimentare sul campo l'ultimo ritrovato del progresso.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3166
Registrato: Feb 2006

  postato il 11/09/2006 alle 10:31
Originariamente inviato da Reggio Emilia

Originariamente inviato da panta2

Originariamente inviato da Reggio Emilia

Originariamente inviato da panta2

Arancia, la bomba su Hiroshima e Nagasaki per quanto terribile, fu l'unico rimedio per fermare una guerra che, altrimenti, si sarebbe protratta per non so quanti anni...


mi pare di aver letto che hai 13-14 anni, senza nessuna offesa, però apri qualche libro di storia, perchè hai appena detto una castronata gigante.
Le bombe furono solo un'inutile e devastante dimostrazione di potenza militare, da un punto di vista militare in senso stretto sono state totalmente inutili. La guerra era già vinta, l'8 agosto del 45


Bè, allora ha sbagliato il mio libro. Perchè c'è scritto che la bomba fu gettata poichè i comandanti giapponesi non dovevano arrendersi, su ordine dell'Imperatore. Solo dopo Hiroshima, l'Imperatore diede ordine d'arrendersi. ... Fai un po' tu...


io passo.


...

 

____________________
Rebellin... l'ultimo Gattopardo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Freddy Maertens




Posts: 873
Registrato: Jan 2006

  postato il 11/09/2006 alle 10:32
Originariamente inviato da panta2

Bè, allora ha sbagliato il mio libro. Perchè c'è scritto che la bomba fu gettata poichè i comandanti giapponesi non dovevano arrendersi, su ordine dell'Imperatore. Solo dopo Hiroshima, l'Imperatore diede ordine d'arrendersi. ... Fai un po' tu...


Penso che il tuo libro sia poco obiettivo, Panta, e mi lascia molto spaventato :/ Possibile che ci siano libri del genere in giro?
Ad ogni modo, questa voce dell'enciclopedia WikiPedia

http://it.wikipedia.org/wiki/Bombardamento_atomico_di_Hiroshima_e_Nagasaki

Può aiutarti a fare un po di chiarezza

 

____________________
Web: http://www.free-os.it/blog/ Status:

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 11/09/2006 alle 10:34
Originariamente inviato da panta2

Originariamente inviato da simociclo

Originariamente inviato da panta2

Arancia, la bomba su Hiroshima e Nagasaki per quanto terribile, fu l'unico rimedio per fermare una guerra che, altrimenti, si sarebbe protratta per non so quanti anni...


la tua affermazione non ha alcun senso. Il Giappone era già in ginocchio.


D'accordissimo. Ma il Giappone non voleva/doveva arrendersi. E, sicuramente, appena ripresosi avrebbe attaccato di nuovo gli USA!!!


secondo te il giappone, senza più alleati, visto che germania e italia erano ormai sconfitte, si sarebbe ripreso e avrebbe attaccato gli usa?
ma per favore...
il giappone era ormai inoffensivo e al limite bastavano altre misure per colpirlo ancor di più: embarghi, occupazione territoriale ecc. ecc.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3166
Registrato: Feb 2006

  postato il 11/09/2006 alle 10:38
Originariamente inviato da alt-os

Originariamente inviato da panta2

Bè, allora ha sbagliato il mio libro. Perchè c'è scritto che la bomba fu gettata poichè i comandanti giapponesi non dovevano arrendersi, su ordine dell'Imperatore. Solo dopo Hiroshima, l'Imperatore diede ordine d'arrendersi. ... Fai un po' tu...


Penso che il tuo libro sia poco obiettivo, Panta, e mi lascia molto spaventato :/ Possibile che ci siano libri del genere in giro?
Ad ogni modo, questa voce dell'enciclopedia WikiPedia

http://it.wikipedia.org/wiki/Bombardamento_atomico_di_Hiroshima_e_Nagasaki

Può aiutarti a fare un po di chiarezza


Grazie...

 

____________________
Rebellin... l'ultimo Gattopardo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3166
Registrato: Feb 2006

  postato il 11/09/2006 alle 10:40
Allora ho preso degli ottimi a scuola sparando cazzate....

 

____________________
Rebellin... l'ultimo Gattopardo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 11/09/2006 alle 10:51
Originariamente inviato da Goodwood
la vendetta ha sempre una motivazione di fondo per certi aspetti comprensibile (non giustificabile però), l'atto che invece la scatena no. non è ne comprensibile nè tanto meno giustificabile.
dici che questo modo di pensare giustifica alla fine il pensiero dei fondamentalisti islamici... ma in che modo?


Il paese cardine dell'Islam è l'Egitto, le università di teologia più autorevoli sono in Egitto, le scuole di pensiero più influenti si formano in Egitto, lo stesso fondamentalismo islamico nacque in Egitto.
Attualmente la dittatura di Mubarak è sostanziosamente foraggiata dagli USA, e l'Egitto da tempo è foraggiato dagli USA, una pedina importante affinchè la lega araba accettasse supinamente l'esproprio delle terre palestinesi.
La "dittatura" saudita è foraggiata dagli USA.
La "dittatura" irachena fu per lungo tempo foraggiata dagli USA.
La "dittatura" iraniana fu per lungo tempo foraggiata dagli USA.
LA Exxon ha un fatturato superiore al prodotto interno lordo dell'Arabia Saudita.
Gli USA stanno cannibalizzando le risorse economiche di interi paesi, ungendo ben bene le aristocrazie al governo.
Lo hanno fatto a lungo, lo hanno fatto con Panama perchè il canale era strategico, lo hanno fatto col Cile perchè è il primo produttore mondiale di rame, etc etc


in ogni caso sai bene che in un conflitto come quello conclusosi nel 45 non ci si poteva fermare a considerare la situazione del Giappone.


Penso che i terroristi islamici abbiano imparato a puntino la lezione degli americani, e visto quanto scrivi, sono propenso a ritenere che tu sia d'accordo con me.

e senza l'attacco a Pearl Harbor non ci sarebbero state ne Hiroshima e ne Nagasaki.


La stessa logica dei nazisti: senza Via Rasella non ci sarebbero state le Fosse Ardeatine.

Ciao

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 8805
Registrato: Dec 2004

  postato il 11/09/2006 alle 10:59
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Originariamente inviato da panta2

Arancia, la bomba su Hiroshima e Nagasaki per quanto terribile, fu l'unico rimedio per fermare una guerra che, altrimenti, si sarebbe protratta per non so quanti anni...


Sono della stessa opinione di Andrea Web, ma aggiungo che il Giappone era già in ginocchio, fu l'occasione per sperimentare sul campo l'ultimo ritrovato del progresso.


Panta mi allineo con gli altri dicendo che hai sparato una cavolata.

Militarmente la bomba fu sganciata per evitare l'invasione del Giappone.
Gli americani erano memori di Guadalcanal, delle Salomone, delle Filippine, sapevano che i fanti giapponesi preferivano morire in combattimento che cadere prigionieri, figurarsi nella difesa della propria patria.
Ciò non toglie che questa motivazione fosse un palliativo, perchè come ho detto prima, un blocco navale e aereo non avrebbe lasciato scampo alla popolazione giapponese, già piegata dai continui bombardamenti convenzionali.
Ciau

 

____________________
http://www.nicolascattolin.com
Chi non indossa il casco non ha nulla nella testa che valga la pena proteggere.
If you don't have the balls to brake late then that is your problem. L.H. to K.R.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Bernard Hinault




Posts: 1177
Registrato: Feb 2006

  postato il 11/09/2006 alle 11:24
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia
La stessa logica dei nazisti: senza Via Rasella non ci sarebbero state le Fosse Ardeatine.

e i tedeschi che ci facevano a Roma?


vedi Davide.... torniamo al "peccato originale": senza le follie del Fuhrer non ci sarebbe stata l'invasione tedesca in Italia, quindi ne Via Rasella ne tantomeno le Ardeatine.


quello che ti volgio dire è che tra le due tragedie, ovvero deportazione ebraica e Hiroshima&Nagasaki, la prima èì frutto solo esclusivamente di un ideologia folle di un uomo altrattanto folle, la seconda è una diretta conseguenza della prima e rientra nello scenario e nelle motivazioni (ingiustificabili!) di un conflitto mondiale.


ciao!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 8805
Registrato: Dec 2004

  postato il 11/09/2006 alle 11:26
Ridurre tutto alla mente deviata di un folle mi sembra poco...pensate ai nomi dei gerarchi che aveva attorno, volete qualche dritta?

 

____________________
http://www.nicolascattolin.com
Chi non indossa il casco non ha nulla nella testa che valga la pena proteggere.
If you don't have the balls to brake late then that is your problem. L.H. to K.R.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 11/09/2006 alle 11:29
Originariamente inviato da Goodwood

quello che ti volgio dire è che tra le due tragedie, ovvero deportazione ebraica e Hiroshima&Nagasaki, la prima èì frutto solo esclusivamente di un ideologia folle di un uomo altrattanto folle, la seconda è una diretta conseguenza della prima e rientra nello scenario e nelle motivazioni (ingiustificabili!) di un conflitto mondiale.


non sono molto d'accordo, le bombe atomiche, militarmente, non hanno significato nulla, la guerra era già finita e vinta.
Hiroshima e Nagasaki sono state semplicemente il "prologo" di Yalta.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 11/09/2006 alle 11:31
Originariamente inviato da Goodwood

Originariamente inviato da aranciata_bottecchia
La stessa logica dei nazisti: senza Via Rasella non ci sarebbero state le Fosse Ardeatine.

e i tedeschi che ci facevano a Roma?


Stai affermando che i tedeschi erano a Roma per vendicarsi del tradimento italiano, e di fatto stai giustificando la rappresaglia nazista.
Occhio.

quello che ti volgio dire è che tra le due tragedie, ovvero deportazione ebraica e Hiroshima&Nagasaki, la prima èì frutto solo esclusivamente di un ideologia folle di un uomo altrattanto folle...


Non puoi girare la frittata: se la deportazione nazista è frutto di follia, la vergogna di Hiroshima è frutto di un raziocinio, dunque ancor più abominevole.
Ciao

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1449
Registrato: Jan 2005

  postato il 11/09/2006 alle 11:31
Penso che stiamo andando fuori binario. Il mio, era solo un modo per ricordare una giornata che ha toccato il mondo, le famiglie che hanno perso un marito,padre, madre, figlio o figlia. Quello che è successo 11 settembre 2001, non era solo diretto agli USA ma al mondo intero, quei pazzi che hanno commesso quell'atto terroristico hanno voluto far capire a tutti che nessuno è indistrutibile. Non pensavo minimamente che ci sarebbe stato polemica.

 

____________________


To be a winner you must play hard and practice harder!!

It's not about how hard you hit, it's about how hard you can get hit and keep moving forward!



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Freccia Vallone




Posts: 80
Registrato: Aug 2006

  postato il 11/09/2006 alle 11:32
Secondo me Arancia hai espresso perfettamente il concetto delle attuali guerre: ECONOMICO E CONTROLLO DL TERRITORIO.
Attenzione questo succede anche in "casa nostra" (in Italia si chiama Mafia, Andrangheta, Camorra, mafia cinese ecc...); soltanto che la parola GUERRA fa + scoop perchè sono più morti in contemporanea tra cui "innocenti".

 

____________________
Gianni P.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1409
Registrato: Nov 2004

  postato il 11/09/2006 alle 11:33
Ricordare… A volte i ricordi fanno male. Ma ricordare bisogna. Guai a dimenticare gli orribili crimini commessi dal genere umano. E allora così sia. Apriamo il libro dei ricordi.

Era l’11 settembre. L’11 settembre del 1973. Ero nelle adorate Dolomiti. Giorni di gioia. Me ne andavo su e giù per quei Monti Pallidi che conoscevo così bene e che ora non vedo più da tanti, troppi, anni.
Era il primo pomeriggio. Qualcuno accende la radio. Così, tanto per sapere cosa c’è di nuovo in questo nostro povero mondo. E agghiacciante, orribile, arriva la notizia. Quello di cui si aveva sentore, quello che si temeva, stava accadendo.

L’Impero aveva deciso che la falla andava riparata. Che quella piccola crepa, quella crepa nel suo dominio indiscusso, quella crepa prodotta da tutti quei bollettini di voto scivolati nelle urne, quei bollettini che dicevano “siamo un paese libero, vogliamo decidere il nostro destino, di chi ci ha governato fino ad ora non ne vogliamo più sapere”, ebbene quella crepa non poteva più essere tollerata.

Le notizie si accavallano: “lo stadio si sta riempiendo!”. Lo stadio? Quale stadio? C’è forse una partita? No, non è una folla in festa quello nello stadio. E’ gente strappata dal letto da uomini in armi, è gente portata via dalla sua casa, é gente che comincia a capire, a capire che quella loro casa forse, probabilmente, anzi quasi certamente, non la rivedranno più. E’ gente che sarà torturata, è gente che sarà uccisa…

Ma qual’è quell’Impero che sta imponendo il suo volere? E’ l’Impero del Male, non c’è dubbio…
No amico, ti sbagli. E’ l’Impero del Bene invece. E’ quell’Impero che esporta libertà e democrazia a colpi di cannone. E’ quell’Impero che scrive la parola “Libertà” su ogni più minuscola parte delle sue bombe a frammentazione…

Ma il Presidente, che ne è del Presidente democraticamente eletto? Il Presidente è morto! Il Presidente è morto con le armi in pugno! Il Presidente si è suicidato! Il Presidente lo hanno ammazzato! Ma che importa come è successo? Il fatto è lì, crudele: il Presidente, il Presidente democraticamente eletto, quella tenue luce di speranza in un continente martoriato è morto!

Ah la fitta atroce, il dolore che ti morde nel profondo! E’ morto un Amico, è morto un Fratello, è morto il Presidente Allende!
Amico, Fratello, Presidente, non ti dimenticheremo. Non ti dimenticheremo mai!

Santiago, Cile. E’ l’11 settembre del 1973.

E’ l’11 settembre del 2006. E’ il momento del ricordo. Un minuto di silenzio per tutti questi morti che il nostro mondo vorrebbe dimenticare.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 8805
Registrato: Dec 2004

  postato il 11/09/2006 alle 11:34
Originariamente inviato da Reggio Emilia

Originariamente inviato da Goodwood

quello che ti volgio dire è che tra le due tragedie, ovvero deportazione ebraica e Hiroshima&Nagasaki, la prima èì frutto solo esclusivamente di un ideologia folle di un uomo altrattanto folle, la seconda è una diretta conseguenza della prima e rientra nello scenario e nelle motivazioni (ingiustificabili!) di un conflitto mondiale.


non sono molto d'accordo, le bombe atomiche, militarmente, non hanno significato nulla, la guerra era già finita e vinta.
Hiroshima e Nagasaki sono state semplicemente il "prologo" di Yalta.


Non vorrei dire una cacchiata, ma l'incontro di Yalta è stato fatto prima della fine della guerra.
Forse volevi dire "epilogo"?

 

____________________
http://www.nicolascattolin.com
Chi non indossa il casco non ha nulla nella testa che valga la pena proteggere.
If you don't have the balls to brake late then that is your problem. L.H. to K.R.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Freccia Vallone




Posts: 80
Registrato: Aug 2006

  postato il 11/09/2006 alle 11:43
Originariamente inviato da laperla

Penso che stiamo andando fuori binario. Il mio, era solo un modo per ricordare una giornata che ha toccato il mondo, le famiglie che hanno perso un marito,padre, madre, figlio o figlia. Quello che è successo 11 settembre 2001, non era solo diretto agli USA ma al mondo intero, quei pazzi che hanno commesso quell'atto terroristico hanno voluto far capire a tutti che nessuno è indistrutibile. Non pensavo minimamente che ci sarebbe stato polemica.

Questo fa capire quanto siamo diversi gli uni dagl'altri. Ci sono gesti o avvenimenti che possono essere interpretati in modo diverso a secondo della propria etnia, modo di pensare (politico e non), stato sociale e religione.
Non ti preoccupare, parlare fa sempre bene.

 

____________________
Gianni P.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 263
Registrato: Jun 2006

  postato il 11/09/2006 alle 11:54
Originariamente inviato da Andrea_Web

Ridurre tutto alla mente deviata di un folle mi sembra poco...pensate ai nomi dei gerarchi che aveva attorno, volete qualche dritta?


Hai ragione.
Come sempre l'attore interpreta la commedia.
Chi la scrive di solito sta dietro le quinte.
Ti saluto
Ianni


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 11/09/2006 alle 11:54
Originariamente inviato da Andrea_Web

Originariamente inviato da Reggio Emilia

Originariamente inviato da Goodwood

quello che ti volgio dire è che tra le due tragedie, ovvero deportazione ebraica e Hiroshima&Nagasaki, la prima èì frutto solo esclusivamente di un ideologia folle di un uomo altrattanto folle, la seconda è una diretta conseguenza della prima e rientra nello scenario e nelle motivazioni (ingiustificabili!) di un conflitto mondiale.


non sono molto d'accordo, le bombe atomiche, militarmente, non hanno significato nulla, la guerra era già finita e vinta.
Hiroshima e Nagasaki sono state semplicemente il "prologo" di Yalta.


Non vorrei dire una cacchiata, ma l'incontro di Yalta è stato fatto prima della fine della guerra.
Forse volevi dire "epilogo"?


ehm ehm sempre confusi......


sì comunque il senso era quello: il mondo era stato "spartito" e si aveva l'urgenza di mostrare i muscoli alla controparte.....

 
Edit Post Reply With Quote
<<  1    2    3    4  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.7940829