Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Elite - Under 23 Orange Juice Awards 2004
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2  >>
Autore: Oggetto: Elite - Under 23 Orange Juice Awards 2004

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 14/12/2004 alle 13:35
ELITE - UNDER 23 ORANGE JUICE AWARDS 2004

Non ero soddisfatto del Prestigio di Bicisport nè degli Oscar di Tuttobici, l’uno eccessivamente restrittivo, l’altro esageratamente ingordo nel totalizzare i punteggi, così mi sono costruito la mia classifica dei dilettanti 2004.
Non ho certo intenzione di stabilire chi sia stato il più forte nè di affermare chi tra i migliori (o i peggiori) potrà comportarsi bene tra i professionisti o addirittura mostrare le qualità del campione.
Nessun’altra materia si presta a giudizi effimeri o avventati come il ciclismo dilettantistico, quindi la classifica che segue avrà il puro e semplice scopo di servirmi da promemoria durante la prossima stagione, mi aiuterà a ricordare quali corridori devo tenere d’occhio.
Perchè? Perchè mi diverte, è un gioco come un altro, nè migliore nè peggiore.
Chi segue solo il ciclismo dei grandi campioni affermati come Armstrong o Bettini può tranquillamente ignorarla, la storia del ciclismo non stà certo da queste parti.
Ma siccome ci piace giocare, giochiamo no?
Ho considerato i corridori under 23 (classi dal 1982 al 1985) e gli elite (classe 1981 e precedenti) italiani e stranieri appartenenti a società italiane, ho considerato anche corridori stranieri di squadre straniere che abbiano disputato prove del calendario italiano.
Di ciascuno riporto un breve riassunto dei migliori risultati stagionali, la squadra di appartenenza di quest’anno e se possibile quella del prossimo.
Buon divertimento.


1) DOMENICO POZZOVIVO
Competizioni U23 di primo livello: 3° palio del recioto, 3° di tappa al tryptique des barrages in Belgio, 4° campionato del mondo, 4° circuito di Caneva, 5° campionato italiano, 5° di tappa al giro delle regioni, 5° trofeo DeGasperi, 6° trofeo Piva, 6° giro del belvedere
Competizioni Elite di primo livello : 1° di tappa al giro del Friuli, 2° classifica generale del giro della valle d’Aosta, 2° di tappa al giro d’Italia, 2° gp di Felino, 2° di tappa al giro della valle d’Aosta, due volte 3° di tappa al giro della valle d’Aosta, 3° classifica generale del giro d’Italia, 5° di tappa al giro d’Italia
Competizioni Elite di secondo livello: 3° coppa Collecchio
Pozzovivo ha corso con la Zalf Desiree Fior, di rilevante ha vinto solo una tappa del giro del Friuli, ma ha ottenuto importantissimi piazzamenti da marzo sino ad ottobre, ha dimostrato di essere forse non vincente ma assolutamente competitivo sia nelle corse di un giorno che nelle corse a tappe più impegnative come il giro della valle d’Aosta.
Ciliegia sulla torta è stata la corsa del campionato del mondo, dove la sua fuga non programmata dal ct Fusi forse (ma solo forse) è costata una medaglia all’Italia, ma ha fatto conoscere a tutto il mondo il carattere e il coraggio di questo scalatore tascabile.
Passerà tra i professionisti con la Ceramiche Panaria-Navigare, squadra Professional.

2) TOMASZ NOSE (Slovenia)
Competizioni U23 primo livello: 1° palio del recioto, 2° giro del belvedere, 7° trofeo Piva
Competizioni Elite primo livello : 1° classifica generale giro della valle d’Aosta, 1° di tappa giro della valle d’Aosta, 1° classifica generale gp Guglielmo Tell, 1° di tappa gp Guglielmo Tell, due volte 2° di tappa giro della valle d’Aosta, 4° di tappa giro della valle d’Aosta
Competizioni U23 secondo livello: 1° colli isolani Vicenza
Competizioni professionistiche: 1° di tappa giro della Slovenia
Nose ha corso per la KRKA di Novo Mesto e si è rivelato forte e resistente in salita, tanto da vincere due corse importanti come il gp Guglielmo Tell in Svizzera e il giro della valle d’Aosta, in oltre ha vinto il prestigioso gp del palio del recioto, da segnalare anche il 25° posto al giro di Lombardia professionsiti.
Tra i professionisti correrà con la Phonak, squadra Professional (che presumibilmente avrà il trattamento da squadra Pro-tour).

3) GIOVANNI VISCONTI
Competizioni U23 primo livello: 1° giro delle Fiandre, 1° di tappa giro delle regioni, 1° cronometro giro delle regioni, 2° di tappa giro delle regioni, 3° classifica generale giro delle regioni, 4° coppa città di Asti, due volte 4° di tappa giro delle regioni, 5° di tappa giro delle regioni, 7° campionato del mondo.
Competizioni Elite primo livello : 2° Mentone Savona.
Competizioni Elite secondo livello: 1° gp artigiani di Grosso Canavese, 1° giro delle due provincie, 1° gp Ezio DelRosso, 2° coppa del mobilio.
Visconti ha corso per la Finauto-Yomo, si è rivelato un fortissimo cacciatore di corse in linea, tra le quali spicca il giro delle Fiandre con tripletta italiana, mentre il pur validissimo terzo posto al giro delle regioni non può garantire che sia altrettanto resistente nelle corse a tappe.
Passerà tra i professionisti con la Domina Vacanze.

4) ELIA RIGOTTO
Competizioni U23 primo livello: due volte 1° di tappa giro delle regioni, 2° trofeo DeGasperi, 3° giro delle Fiandre, 4° palio del recioto, 4° di tappa giro delle regioni
Competizioni Elite primo livello : 1° Mantone Savona, 1° trofeo dei circoli sloveni in Italia, 2° coppa San Geo
Competizioni U23 secondo livello: 1° gp Joseph Bruyere in Belgio, 1° memorial Danilo Furlan, 1° memorial Gigi Pezzoni.
Rigotto ha corso per il Veloce Club Bassano 1892, tra febbraio e maggio ha infilato una dietro l’alatra delle formidabili prestazioni da sprinter e passista veloce, in estate non si è visto (infortunato? Ha staccato la spina?), per ripresentarsi a settembre con una positiva campagna in Belgio e la presenza ai mondiali di Verona.
Passerà tra i professionisti con la Domina Vacanze (come Visconti).

5) PAOLO BAILETTI
Competizioni Elite primo livello : 1° gp di Felino, 1° ruota d’oro, 2° giro delle valli aretine, 2° gp Inda, 3° classifica generale giro del Friuli, 4° di tappa giro della valle d’Aosta, 4° trofeo Bianchin, 5° di tappa al giro del Friuli, 5° gp Val d’Arno, 6° classifica generale giro d’Italia, 8° classifica generale giro della valle d’Aosta
Competizioni Elite secondo livello: 1° trofeo della rapa rossa, 2° giro della Val Sesia, 2° trofeo sportivi di Briga, 2° coppa Collecchio
Bailetti ha corso per la Camel Brunero-Boeris, è stato competitivo tutto l’anno con una sorprendente continuità, mese dopo mese, con valide dimostrazioni di resistenza anche nelle corse a tappe più importanti.
Passerà tra i professionisti con la Androni giocattoli di Boifava, se andrà in porto, ed è da scoprire se sarà un team Professional o Continental.

6) MARCO MARZANO
Competizioni Elite primo livello : 1° classifica generale giro d’Italia, 1° di tappa giro d’Italia 2° di tappa giro d’Italia, due volte 2° di tappa giro di Cosenza, 2° cronoscalata Gardone Val Trompia, 3° campionato italiano, 4° di tappa giro d’Italia, 5° classifica generale giro di Cosenza.
Competizioni Elite secondo livello: 1° coppa cantina Val Tidone
Competizioni professionistiche: 7° Japan Cup.
Marzano ha corso per la ceramiche Pagnoncelli e si è confermato scalatore di razza e corridore resistente, ha impreziosito la propria stagione con la vittoria del giro d’Italia, benchè ottenuta con un solo secondo di vantaggio, simboleggiata dalla vittoria di tappa sul Terminillo.
Passerà professionista con la Lampre-Caffita dove contano molto sulle sue doti dopo la dipartita di Bertagnolli.
E’ da notare che essendo stagista presso la Lampre non ha "potuto" disputare il valle d’Aosta (che ha vinto due volte), diversamente avrebbe potuto essere anche due o tre posizioni più in alto in questa mia personalissima classifica.

7) JANEZ BRAJKOVIC (Slovenia)
Competizioni U23 primo livello: 1° campionato del mondo a cronometro, 1° trofeo Piva, 1° di tappa gp Guglielmo Tell, 2° palio del recioto, 2° classifica generale gp Guglielmo Tell, 3° giro del belvedere, 4° di tappa gp Guglielmo Tell
Brajkovic ha corso per la KRKA di Novo Mesto assieme a Nose, si è rivelato formidabile a cronometro e resistente in una corsa importante come il Guglielmo Tell in Svizzera.
La KRKA-Adria Mobil è una squadra Continental e almeno per ora Brajkovic dovrebbe sbarcare tra i professionisti in questa compagine slovena.

8) VINCENZO NIBALI
Competizioni U23 primo livello: 1° di tappa giro della Toscana, 2° di tappa giro delle regioni, 3° campionato del mondo a cronometro, 3° classifica generale giro della Toscana, 3° di tappa giro delle regioni, 4° cronometro giro delle regioni, 5° campionato del mondo in linea, 5° classifica generale giro delle regioni, 5° di tappa giro dell regioni,
Competizioni Elite primo livello : 2° gp Corridonia
Competizioni Elite secondo livello: 1° trofeo Bedogni, 1° coppa del mobilio, 3° gp DelRosso
Vincenzo Nibali ha corso per la Mastromarco, si è dimostrato corridore di valore sia in linea che a cronometro, mentre si attendono opprtune conferme per la resistenza nelle corse a tappe.
Poichè nella sua annata gli obbiettivi sono stati relativamente pochi, pensando più alla qualità che alla quantità, presumo che anche tra i professionisti, dove correrà con la Fassa Bortolo, Nibali progredirà per gradi sotto la guida di Cenghialta, senza cercare di bruciare le tappe, del resto è molto giovane, probabilmente preparerà con scrupolo un paio di obbiettivi e per il resto penserà solamente ad imparare.

9) GIAIRO ERMETI
Competizioni Elite primo livello : 1° campionato italiano in linea, 1° gp Val d’Arno, 1° piccolo giro di Lombardia, 2° gp San Giuseppe, 3° coppa Apollo, 3° freccia dei vini, 5° gara ciclistica milionaria, 5° di tappa giro della valle d’Aosta, 7° classifica generale valle d’Aosta.
Competizioni Elite secondo livello: 2° Firenze Viareggio, 2° gp DelRosso
Ha corso per la Palazzago-Vellutex dimostrando di essere un forte cacciatore di corse in linea, mentre al valle d’Aosta ha mostrato una resistenza solo discreta.
Passerà tra i professionisti con il team Miche, squadra Professional.

10) CLAUDIO CORIONI
Competizioni U23 primo livello: 1° giro del belvedere, 2° giro delle Fiandre, 3° di tappa tryptique des barrages in Belgio, 5° palio del recioto
Competizioni Elite primo livello : 1° città di Brescia, 4° Astico Brenta, 5° Soprazocco, 5° gp di Felino
Competizioni U23 secondo livello: 2° gp Joseph Bruyere in Belgio.
Corioni ha corso nella Egidio-Unidelta e nella sua annata brilla fulgida la vittoria ad Orsago nel giro del belvedere, davanti agli scatenati sloveni Nose e Brajkovic, da maggio in poi la sua forma è calata leggermente ma è stato comunque tra gli azzurrini di Verona.
Mancano verifiche probanti nelle corse a tappe.
Dopo un tiramolla con la Saeco ha scelto di passare tra i professionisti con la Fassa Bortolo dove Cenghialta sarà il direttore sportivo ideale per questo corridore.

11) MIRKO ALLEGRINI
Competizioni Elite primo livello : 1° gp San Giuseppe, 1° gp di Corridonia, 1° gp Inda, 2° di tappa giro della valle d’Aosta, 3° di tappa giro d’Italia, 5° di tappa giro d’Italia.
Competizioni Elite secondo livello: 1° gp sportivi di Poggiana, 2° piccola San Remo, 2° gp corriere di Romagna.
Mirko Allegrini ha corso nella Zalf Desiree Fior, dimostrando di essere un finisseur di buona qualità.
Passerà tra i professionisti con la Ceramiche Panaria-Navigare, squadra Professional.

12) DENIS SHKARPETA (Uzbekistan)
Competizioni Elite primo livello : 1° di tappa giro della valle d’Aosta, 2° gp val d’Arno, 3° di tappa giro d’Italia, 3° città di brescia, 4° di tappa giro della valle d’Aosta, 5° classifica generale giro della valle d’Aosta, 5° di tappa giro d’Italia, 5° cronometro giro d’Italia, 5° di tappa giro di Cosenza, 5° cronoscalata Val Trompia, 10° classifica generale giro d’Italia
Competizioni Elite secondo livello: 2° coppa cantina Val Tidone, 2° Milano Rapallo.
Shkarpeta ha corso con la Ceramiche Pagnoncelli, la sua resistenza nelle corse a tappe è abbastanza buona, è forte in salita (spicca la vittoria al val d’Aosta nella tappa con passaggio sul piccolo San Bernardo), si difende a cronometro.
Per ora non mi risulta un suo passaggio tra i professionisti.

EX-AEQUO POSIZIONE 13

ALESSANDRO BERTUOLA
Competizioni Elite primo livello : 1° di tappa giro d’Italia, 1° cronoscalata Bassano-MonteGrappa, 2° classifica generale giro d’Italia, 2° campionato italiano, 4° di tappa giro del Friuli, 4° gp Inda, 7° classifica generale giro del Friuli.
Bertuola ha corso nella IMA-Moro Brugnotto, è buono come scalatore-passista e possiede una buona resistenza nelle corse a tappe (ha perso il giro d’Italia per un secondo!).
Dovrebbe passare tra i professionisti con la squadra di Boifava (Androni? Continental? Professional?).

DANIELE COLLI
Competizioni U23 primo livello: 1° gp della Liberazione, 1° gp DeGasperi, 2° città di Asti, 5° coppa della pace
Colli ha corso nella Zalf Desiree Fior, il suo stato di forma tra aprile e maggio è stato prodigioso, ha vinto il Liberazione a Roma, forse la corsa per dilettanti più importante in Italia, imponendosi come finisseur micidiale.
Non so se il resto della stagione sia stato condizionato da un infortunio oppure se ci sia stato un incredibile calo di forma o la scelta precisa di staccare la spina, ma certamente la primavera di Daniele Colli ha convinto la Liquigas ad investire su questo potenziale campione.

ALEXANDER EFIMKIN (Russia)
Competizioni Elite primo livello : 1° di tappa giro di Cosenza, 2° Torino Biella, 2° Casentino, 3° classifica generale giro di Cosenza, 4° gp San Giuseppe, 4° di tappa giro di Cosenza.
Competizioni Elite secondo livello: 2° targa d’oro, 3° confezioni Santini.
Competizioni professionistiche: 5° campionato russo.
Non so se Alexander Efimkin, corridore della Pragma-ADV, sia fratello di Vladimir della Feralpi, sembra comunque un corridore amante dei percorsi movimentati, mentre poco testata è la resistenza nelle corse a tappe.
Non mi risulta il passaggio tra i professionisti.

VLADIMIR EFIMKIN (Russia)
Competizioni Elite primo livello : 1° classifica generale giro di Cosenza, 1° di tappa giro della valle d’Aosta, 2° di tappa giro di Cosenza, 4° gara ciclistica milionaria, 5° di tappa giro di Cosenza
Competizioni Elite secondo livello: 1° trofeo Rigoberto Lamonica, 2° gp sportivi di Poggiana.
Vladimir Efimkin ha corso nella Feralpi, stando ai risultati dovrebbe trattarsi di uno scalatore-passista, la vittoria del giro di Cosenza non ha avuto seguito al valle d’Aosta, dove comunque ha infilato un successo in una delle due tappa "leggere".
Non mi risulta il suo passaggio tra i professionisti.

ANDRIY GRIVKO (Ucraina)
Competizioni U23 primo livello: 1° classifica generale giro delle regioni, 1° classifica generale giro della Toscana, 2° di tappa giro della Toscana, 3° di tappa giro della Toscana,.3° cronometro giro delle regioni.
Competizioni Elite secondo livello: 2° Campi Bisenzio, 2° Firenze Modena.
Grivko ha corso nella Finauto-Yomo, si è affermato come corridore di resistenza, capace di vincere il Regioni e il Toscana, anche se non è mai stato protagonista di grandi acuti.
Non so se per difetto atletico o per assenza deliberata, mancano completamente risultati degni di nota nelle gare più probanti tra quelle aperte agli elite, ed è un peccato perchè avrei potuto farmi un’idea migliore sulle capacità di questo corridore.
Passerà tra i professionisti nella Domina Vacanze (come il suo compagno Visconti e come Rigotto).

BLAZEJ JANIACZYK (Polonia)
Competizioni U23 primo livello: 1° coppa della pace, 1° La Roue Tourangelle in Francia, 3° trofeo Piva, 3° di tappa giro di Toscana, 7° giro del belvedere.
Competizioni professionistiche: 3° di tappa giro della Navarra, 4° di tappa giro della Navarra, 5° di tappa giro della Navarra.
Janiaczyk ha corso nella Norda-Volvo-Dorini, nel suo palmares spiccano le due corse 1.7.1 e la buona prestazione nel giro della Navarra professionisti.
Dovrebbe correre con la squadra di Boifava (vedi punti 5 e 13).

BRANISLAV SAMOILAU (Bielorussia)
Competizioni U23 primo livello: 1° Liegi Bastogne Liegi, 1° di tappa giro delle regioni, 2° cronometro giro delle regioni, 7° classifica generale giro delle regioni.
Competizioni Elite primo livello : 3° gp Capodarco
Competizioni Elite secondo livello: 2° gp Pretola, 3° trofeo Morucci
Samoilau ha corso nelle varie manifestazioni con la selezione bielorussa e le sue performances, benchè centellinate, sono di altissima qualità (vedi la Liegi, il regioni e il Capodarco).
Non mi risulta che sia passato tra i professionisti e quindi lo attendo per l’anno prossimo in cerca di conferme.

EX-AEQUO POSIZIONE 20

JUAN PABLO MAGALLANES (Messico)
Competizioni U23 primo livello: 2° gp della Liberazione, 2° di tappa giro delle regioni, 4° trofeo Piva, 6° città di Asti.
Competizioni Elite primo livello : 2° gp industrie del marmo.
Competizioni U23 secondo livello: 1° di tappa pesche nettarine, 3° classifica generale pesche nettarine.
Magallanes ha corso per la Pratesi OTC-Saeco, e proprio alla Saeco professionisti probabilmente sarebbe giunto se essa non si fosse fusa alla Lampre per accedere al pro-tour.
Il corridore messicano sembra portato per le corse in linea adatte ai finisseur, ma visti i risultati direi che gli fà difetto la cosiddetta sparata, lasciando comunque intravedere ampi margini di miglioramento.
Passerà tra i professionisti con il team di Boifava (come Bailetti, Bertuola e Janiaczyk).

MARCO OSELLA
Competizioni Elite primo livello : 1° Torino Biella, 3° di tappa giro di Cosenza, 4° coppa Apollo, 7° classifica generale giro di Cosenza.
Competizioni Elite secondo livello: 1° classifica generale valli cuneesi, due volte 2° di tappa valli cuneesi.
Osella ha corso per la Resine Ragnoli, soprattutto nel giro delle valli cuneesi ha mostrato di essere corridore di solida resistenza e amante delle corse dure, qualità che potrebbero riservargli ampio spazio tra i professionisti, dove correrà con il team di Boifava (con Bailetti, Janiaczyk, Magallanes e Bertuola).

RICCARDO RICCO’
Competizioni U23 primo livello: 1° campionato italiano
Competizioni Elite primo livello : 3° di tappa giro d’Italia, 4° industrie del marmo, 5° classifica generale giro d’Italia
Competizioni Elite secondo livello: 1° Firenze Viareggio, 1° Milano Rapallo, 3° Firenze Modena.
Competizioni professionistiche: 2° di tappa giro d’Abruzzo, 3° di tappa giro d’Abruzzo.
Riccò ha corso per la Grassi-Coppi, a dispetto dei risultati buoni le sue potenzialità sono enormi, anche Cunego in una intervista lo ha citato tra i migliori dilettanti in circolazione, tuttavia se non ricordo male la sua stagione sarebbe stata condizionata da difficoltà tecnico sanitarie, per causa di un tasso d’ematocrito alto ed anche soggetto a notevoli variazioni, fatto questo che dovrebbe avergli impedito sino ad ora l’ottenimento di una certificazione UCI.
Non mi risulta che sia passato tra i professionisti, ma l’anno scorso i citati impedimenti tecnico sanitari hanno fatto saltare un contratto già scritto, quindi ne deduco che il suo futuro sarà al 100% nel professionismo...se quelle difficoltà saranno risolte.

KANSTANTSIN SIUTSOU (Bielorussia)
Competizioni U23 primo livello: 1° campionato del mondo.
Competizioni Elite primo livello : 3° gp val d’Arno, 4° ruota d’oro.
Competizioni Elite secondo livello: 1° gp Folignano, 1° trofeo Morucci, 2° trofeo confezioni Santini, 3° memorial Pigoni Coli.
Siutsou ha corso per la Palazzago-Vellutex e che razza di corridore sia lo abbiamo visto tutti al mondiale, ma comunque i pur validi risultati precedenti non lasciavano presagire un tale exploit, tenendo anche conto che questo corridore si è fatto vedere solo a partire da luglio.
Nel frattempo è stato ingaggiato dalla Fassa Bortolo, una macchina pro-Petacchi che ha sempre bisogno di passistoni per riprendere quei rompiscatole che vanno in fuga.

IVAN STEVIC (Serbia-Montenegro)
Competizioni Elite primo livello : 1° di tappa giro di Cosenza, 2° di tappa giro d’Italia, 3° cronometro giro d’Italia, 3° trofeo Bastianelli, 4° classifica generale giro di Cosenza, 5° coppa Apollo, 5° di tappa giro di Cosenza.
Competizioni Elite secondo livello: 1° coppa papà Espedito.
Competizioni professionistiche: 4° di tappa giro d’Abruzzo.
Stevic ha corso per la Aran-World Cubo, sembra un passista scalatore senza grandi ambizioni di classifica ma buono per i successi di tappa e discreto a cronometro, un gran faticatore.
Non mi risulta il suo passaggio tra i professionisti.

EX-AEQUO POSIZIONE 24

MOISES ALDAPE CHAVEZ (Messico)
Competizioni Elite primo livello : 1° trofeo Bastianelli, 1° gp di Capodarco.
Competizioni Elite secondo livello: 1° trofeo Santi e Martiri, 1° trofeo confezioni Santini, 3° giro del cigno.
Chavez ha corso per la Centri della calzatura, facendo sensazione per la capacità di vincere corse in linea decisamente dure.
Incognite sono lo stato di salute delle ginocchia e la mancanza di test probanti nelle corse a tappe.
Passerà tra i professionisti con il team professional Ceramiche Panaria-Navigare, sperando di poterlo vedere sulle strade del giro d’Italia.

GENE BATES (Australia)
Competizioni Elite primo livello : 2° di tappa giro d’Italia, 3° Matteotti di Marcialla, due volte 3° di tappa giro di Cosenza, 5° città di Brescia.
Competizioni Elite secondo livello: 1° Parma LaSpezia, 2° coppa Romita.
Competizioni professionistiche: 2° di tappa tour down under.
Bates ha corso per la Podenzano-Italfine ma dopo giugno non si è più visto (che sia tornato in Australia?), ottenendo comunque risultati degni di rilievo in corse abbastanza impegnative, tanto che era in trattativa il passaggio alla Saeco poi sfumato.
Non mi risulta il passaggio tra i professionisti.

MAXIM BELKOV (Russia)
Competizioni U23 primo livello: 1° di tappa circuito di Caneva, 2° classifica generale giro delle regioni, 5° cronometro giro delle regioni, 7° gp palio del recioto.
Competizioni U23 secondo livello: 1° di tappa pesche nettarine.
Competizioni Elite secondo livello: 3° trofeo Corsanico.
Belkov ha corso con una selezione russa, lasciando itravedere buone doti soprattutto nelle corse di un giorno con percorso abbastanza impegnativo.
Non mi risulta il suo passaggio tra i professionisti.

MATTIA GAVAZZI
Competizioni Elite primo livello : 1° di tappa giro d’Italia, 1° trofeo papà Cervi, 1° circuito del porto, 4° di tappa giro d’Italia.
Competizioni U23 secondo livello: 2° di tappa pesche nettarine.
Ha corso nella Resine Ragnoli segnalandosi come uno degli sprinter migliori in circolazione (ha vinto a Rieti la tappa finale del giro d’Italia), sarebbe stato facile prevedere un suo passaggio tra i professionisti, ma una squalifica per uso di stupefacenti lo tiene momentaneamente al palo.

JULIEN MAZET (Francia)
Competizioni Elite primo livello : due volte 1° di tappa giro della valle d’Aosta, 4° classifica generale giro della valle d’Aosta, 5° di tappa giro della valle d’Aosta
Competizioni professionistiche: 3° di tappa giro della Navarra, 4° di tappa giro della Navarra.
Mazet ha corso per la Cerdit Agricole Espoirs, al valle d’Aosta si è dimostrato ottimo scalatore, di resistenza buona, ed è sicuramente un nome da tenere d’occhio per le corse a tappe tra i professionisti, anche se correndo nel 2005 con la Auber 93, un team continental francese, difficilmente lo vedremo sulle strade del Tour.

MATEJ MUGERLI (Slovenia)
Competizioni Elite primo livello : 1° classifica generale giro del Friuli, 1° gp industrie del marmo, 3° di tappa giro del Friuli, 4° di tappa giro d’Italia, 5° di tappa giro del Friuli.
Mugerlj ha corso per la IMA-Moro Brugnotto, dimostrandosi passista scalatore di buon livello, anche se dopo la vittoria al giro del Friuli mi sarei aspettato che ottenesse qualcosa di più al giro d’Italia.
Comunque la sua annata gli è valsa il passaggio alla Liquigas.

CARL NAIBO (Francia)
Competizioni U23 primo livello: 2° giro del mendrisiotto, 3° di tappa giro delle regioni.
Competizioni professionistiche: 1° classifica generale criterium des espoirs, due volte 1° di tappa criterium des espoirs
Questo ragazzo ha corso con una selezione francese ottenendo risultati degni di nota, ma non mi risulta il passaggio tra i professionisti.

MORRIS POSSONI
Competizioni U23 primo livello: 7° trofeo DeGasperi
Competizioni Elite primo livello : 2° di tappa giro della valle d’Aosta, 3° classifica generale giro della valle d’Aosta, due volte 3° di tappa giro della valle d’Aosta, 5° gp di Capodarco, 5° di tappa giro della valle d’Aosta, 5° piccolo giro di Lombardia.
Possoni ha corso per la Egidio-Unidelta rivelandosi ottimo scalatore, dotato anche di buona resistenza, tra i migliori nelle corse più dure del calendario italiano.
Non mi risulta il passaggio tra i professionisti ma il suo è un nome da seguire assolutamente.

JAIME ROVIRA POUS (Spagna)
Competizioni Elite primo livello : 1° di tappa giro di Cosenza, 2° classifica generale giro di Cosenza, due volte 2° di tappa giro del Friuli.
Scalatore spagnolo degno di nota, non so se sia giovane oppure un nonno infiltrato tra gli elite, nè mi risulta il suo passaggio tra i professionisti.

ALESSIO SIGNEGO
Competizioni U23 primo livello: 1° di tappa giro di Toscana, 2° classifica generale giro di Toscana.
Competizioni Elite primo livello : 3° di tappa giro d’italia, 3° Corridonia, 5° di tappa giro di Cosenza.
Competizioni Elite secondo livello: 2° gp enel, 2° di tappa valli cuneesi, 3° trofeo Lamonica, 3° Milano Rapallo.
Signego ha corso per la Promociclo, protagonista al giro di Toscana (che ha perso per pochi secondi), amante dei tracciati abbastanza impegnativi e capace di resistenza, lascia prevedere netti miglioramenti.
Non mi risulta il suo passaggio tra i professionisti.

ALCUNI NOMI DI GRANDE RILIEVO

MAURO DA DALTO
Competizioni Elite primo livello : 2° cronometro giro d’Italia, 2° trofeo Bianchin, 3° gp Inda, 4° gp di Felino, 5° ruota d’oro.
Competizioni Elite secondo livello: 1° di tappa valli cuneesi, 3° di tappa valli cuneesi.
DaDalto ha corso per la Marchiol-Famila dimostrandosi passista scalatore di buon livello, a proprio agio nelle cronometro come nelle corse abbastanza impegnative.
Non mi risulta il suo passaggio tra i professionisti.

ALEXEY ESIN (Russia)
Competizioni U23 primo livello: 2° coppa della pace, 7° Caneva.
Competizioni Elite primo livello : 1° di tappa giro d’Italia.
Competizioni U23 secondo livello: 1° di tappa pesche nettarine.
Esin ha corso con una selezione russa, mettendosi in mostra come passita veloce.
Non mi risulta il suo passaggio tra i professionisti.

ENRICO GASPAROTTO
Competizioni Elite primo livello : 1° di tappa giro del Friuli, 4° di tappa giro del Friuli, 5° di tappa giro del friuli.
Competizioni U23 secondo livello: due volte 1° di tappa pesche nettarine, 1° gp del riso.
Competizioni Elite secondo livello: 2° Vicenza Bionde, 3° sportivi di Poggiana.
Gasparotto ha corso per la Basso Piave dimostrandosi sprinter di valore, correrà tra i professionisti con la Liquigas.

GIANLUCA GEREMIA
Competizioni Elite primo livello : 2° trofeo Balestra
Competizioni Elite secondo livello: 1° popolarissima, 1° gp Camon, 1° Vicenza Bionde.
Ha corso nella Zalf Desiree Fior dimostrandosi sprinter degno di nota, forse non al livello di Gavazzi, Grillo e Gasparotto ma sicuramente apprezzabile.
Passerà tra i professionisti con la Androni giocattoli di Boifava.

PARIDE GRILLO
Competizioni Elite primo livello : 1° trofeo Balestra, 3° coppa San Geo, 3° circuito del porto, 4° di tappa giro d’Italia, 5° trofeo papà Cervi.
Competizioni Elite secondo livello: 3° giro delle tre provincie.
Competizioni professionistiche: 2° di tappa giro di Gran Bretagna.
Grillo ha corso nella Ceramiche Pagnoncelli mettendosi in luce come uno degli sprinter migliori.
Passerà tra i professionisti con il professional team Ceramiche Panaria-Navigare, squadra con la quale da stagista ha esordito al tour of Britain arrivando secondo di tappa per un soffio dietro a Boonen.

DAINIUS KAIRELIS (Lituania)
Competizioni Elite primo livello : due volte 1° di tappa giro d’Italia, 3° giro delle valli aretine, 5° di tappa giro d’Italia, 7° classifica generale giro d’Italia.
Ha corso per la Cyber Team, lo si è visto solo tra giugno e luglio, in evidenza al giro d’Italia (che aveva vinto l’anno scorso) nelle tappe dure ma non durissime.
Forse ha mollato un po’ per la delusione di non essere passato tra i professionisti lo scorso anno, ma evidentemente dopo il caso Rumsas le squadre mostrano cautela verso i corridori di quel paese.
Tra i professionisti ci passerà nel 2005 ripiegando sul team continental Amore & Vita.


ANTONIO QUADRANTI
Competizioni Elite primo livello : 1° freccia dei vini, 2° piccolo Lombardia, 4° gp di Capodarco, 4° cronoscalata Gardone Val Trompia.
Competizioni Elite secondo livello: 1° sportivi di Briga
Quadranti ha corso per la Ceramiche Pagnoncelli confermandosi molto forte nelle corse più dure, ma lo si è visto solo da luglio in poi, se non sbaglio per via di una squalifica per positività al doping, fatto che sicuramente ne condizionerà la credibilità e la carriera futura.
Non mi risulta il suo passaggio tra i professionisti (e forse il regolamento non glielo permette).

LUIGI SESTILI
Competizioni U23 primo livello: 1° di tappa giro della Turingia in Germania3° di tappa giro della Turingia, 4° campionato italiano, 6° giro delle Fiandre, 7° gp della Liberazione.
Competizioni Elite secondo livello: 3° gp Pretola.
Corridore della Palazzago-Vellutex, ha brillato nel giro della Turingia, dove ha vinto una tappa staccando il danese Mads Christensen, uno dei nomi più importanti del ciclismo giovanile.

STELVIO MICHERO
Competizioni Elite primo livello : 1° gp San Giuliano, 3° di tappa giro di Cosenza, 3° gara ciclistica milionaria, 4° di tappa giro di Cosenza, 6° classifica generale giro di Cosenza.
Competizioni Elite secondo livello: 2° coppa papà Espedito, 3° gp Folignano.
Michero ha corso per la Centri della calzatura, dimostrandosi valido per le corse abbastanza dure, da migliorare invece la resistenza.
Non mi risulta il suo passaggio tra i professionisti.

ALTRI NOMI SPARSI

Il ciclismo dilettantistico di nomi ne offrre a carrettate, eccone alcuni tra quelli degni di nota:

PETER DAWSON, australiano, con la selezione nazionale si è messo in mostra al giro delle regioni come passista veloce, ha ottenuto una vittoria, un 2° e un 3° posto di tappa.
JOSU AGIRRE,scalatore spagnolo, ha ottenuto una vittoria di tappa alle valli cuneesi, con sesto posto finale, ed è stato ingaggiato dal team continental LPR.
FUMIYUKI BEPPU, giapponese, vincitore di una tappa al val d’Aosta e terzo al gp città di Felino (1.6), correrà tra i professionisti con la Dicovery Channel.
PHILIP DEIGNAN, irlandese, due volte terzo nelle tappe più dure del giro d’Italia, 8° alla Liegi bastogne Liegi (1.7.1), due volte 6° di tappa al Langkawi (2.2 professionisti), correrà tra i professionisti con la AG2R Prevoyance.
ALESSANDRO DEL FATTI della Alplast ha condotto una buona stagione dove spicca il secondo posto nella Valli Cuneesi dietro ad Osella, con tanto di vittoria di tappa, ed è stato ingaggiato dalla Tenax-Salmilano, squadra professional.
HUBERT DUPONT,scalatore francese, ha ottenuto una vittoria e un secondo posto di tappa al giro d’Italia, tra i professionisti un 4° posto di tappa al circuit des mines in Francia.
SERGIO GHISALBERTI,della Bergamasca 1902-Las, 1° nella cronoscalata di Gardone ValTrompia (1.6), 4° alla Torino Biella (1.6), 5° al campionato italiano elite, è stato stagista alla DeNardi, ora Domina Vacanze, con la quale correrà tra i professionisti nel 2005.
AARON KEMPS, australiano, con la selezione nazionale ha vinto la prestigiosa coppa della città di Asti (1.7.1) davanti all’altro grande finisseur Daniele Colli, quindi un secondo posto nell’ultima tappa del giro d’Italia dietro a Mattia Gavazzi, passerà tra i professionisti con la Liberty Seguros.
MICHELE MACCANTI della Cyber Team ha vinto la coppa San Geo (1.6) e la cronometro del giro d’italia, passerà tra i professionisti con il team continental LPR.
HRVOJE MIHOLJEVIC, croato della Basso Piave, pur senza grandi exploit ha mostrato buona continuità e discreta resistenza durante l’anno con il secondo posto al giro del Friuli, l’ottavo al giro d’Italia e il nono al valle d’Aosta.
DANILO NAPOLITANO, ha corso nel Veloce Club Bassano 1892, ha ottenuto alcune buone prestazioni come la vittoria a Limito, ma ha preso la paga da Gavazzi a Gattattico e Cremona.
A metà stagione è passato tra i professionisti alla LPR, dove ha ottenuto un 4° e un 5° di tappa al giro della Baviera, e nel team continental LPR correrà anche l’anno prossimo.
XABAT OTXOTORENA, scalatore spagnolo, ha vinto una tappa del giro delle valli cuneesi, ma ha ottenuto anche due secondi posti di tappa nel giro della Navarra professionisti e correrà con la spagnola Orbea, team continental se non sbaglio.
RUSLAN PIDGORNY, ucraino, ha vinto il giro del Casentino, il gp del cuoio e delle pelli ed è arrivato secondo alla freccia dei vini, al trofeo Bastianelli e alla corsa ciclistica milionaria, tutte competizioni 1.6, performances che gli varrebbero almeno il decimo posto in classifica se non chè si tratta di un nonno delle classe 1977 e giovane non è.
Era pure sbarcato tra i professionisti lo scorso anno con il team LPR ma poi quella squallida storia di maltrattamenti ai danni di una prostituta, in cui fu coinvolto con un paio di compagni di squadra, permise alla LPR di licenziarlo, sicchè a giugno Pidgorny ha ripreso a correre tra gli elite con la Alplast e la buona stagione gli ha fruttato un contratto con la Tenax-Salmilano, squadra professional.
ANDRIY PRISHCHEPA, ucraino della Palazzago-Vellutex, ha ottenuto alcuni buoni piazzamenti nelle corse di un giorno (vedi il terzo posto al Mendrisiotto e al DeGasperi) e visto l’andazzo in casa Palazzago direi che potrebbe vincere il prossimo campionato del mondo.
NICOLA SCATTOLIN della Zalf Desiree Fior ha vinto il trofeo Caduti di Soprazocco (1.6) da grande finisseur, il suo nome non avrebbe sfigurato nella classifica ma la sua stagione è stata troncata da un terribile incidente in allenamento con frattura della mascella, ma passerà comunque tra i professionisti con la Androni giocattoli di Boifava.
JURE ZRIMSEK, sloveno, 2° al trofeo Piva (1.7.1), quattro volte nei primi tre di tappa al giro della Slovenia professionisti, correrà l’anno prossimo nel team professional Acqua & Sapone.


Tra i professionisti passeranno anche altri corridori di un certo interesse come Marco Righetto alla Liquigas, Mariano Giallorenzo alla Colombia-Selle Italia, Domenico Quagliarello alla Ceramiche Flaminia, Wojciech Dybel al Team Nippo,
Davide Viganò e Konstantin Klyuev alla Androni giocattoli.

Correzioni e aggiunte sono gradite, anche i commenti purchè non siano banali (non interessa a nessuno leggere che Tizio è più forte di Caio, ma piuttosto è interessante leggere il perchè Tizio dovrebbe essere più forte di Caio).
Aneddoti, ricordi e saggi di esperienza sul campo sono ancor più graditi.
Ciao a tutti.

 

[Modificato il 14/12/2004 alle 14:26 by aranciata_bottecchia]


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 171
Registrato: Dec 2004

  postato il 14/12/2004 alle 14:23
Spettacolare articolo.

Quanto riguarda ai corridori spagnolo che hai citato, Jaume Robira non ha trovato ancora un accordo con nessun gruppo profesionista e penso che non lo troverà, é un ragazzo che due anni fa si pensava poteva essere un meglio corridore di quello che poi é stato.

Otxotorena é un buon scalatore, ma non é un bambino. Vedremo cosa pu fare alla orbea, vivaio della Euskaltel, una squadra dove anche ci sarà Del Nero, un ottimo velocista con un valore importante: non é facile passare a pro essendo velocista a Spagna.

Saluti!


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 14/12/2004 alle 14:33
Ciao Teka, grazie per le informazioni.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 14/12/2004 alle 14:51
innanzittutto i miei complimenti,anzi complimentissimi per un pezzo di inestimabile valore per tutti noi che amiamo questo sport,tanto che come per i pezzi di morris vedro'di salvarlo...


volevo chiederti se mi raccontavi(o chi ne sa di piu')cosa e'successo,o meglio come e'finita(e cosa ne pensi)la vicenda del campione italiano riccardo ricco'che nella prima parte di stagione volava veramente...?

 

[Modificato il 14/12/2004 alle 14:53 by Pirata x sempre]

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 171
Registrato: Dec 2004

  postato il 14/12/2004 alle 14:56
Solo un appunte: Penso che manca Francesco Gavazzi della Bottoli-zoccorinese, qualcuno sa si questo ragazzo passarà nel 2006?

Grazie.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 14/12/2004 alle 15:05
Per Teka: anche Francesco Gavazzi è un giovane interessante, i suoi risultati però, benchè dignitosi, non mi sembravano superiori alla media.
Non mi risulta che sia passato al professionismo.

Per Pirata: su Riccò so quello che sai anche tu, ha dei problemi con il tasso di ematocrito ma non tanto per il valore massimo, che comunque passerebbe la soglia del 50%, ma per via del fatto che lo stesso valore è instabile e non si presta a certificazioni come quelle di Cunego o Cioni.
Sinceramente non so come sia andata a finire, di certo è l'unico impedimento al suo passaggio tra i professionisti.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 522
Registrato: Dec 2004

  postato il 14/12/2004 alle 17:08
Per aranciata, Wladimir e Alexander Efimkin sono gemelli
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 14/12/2004 alle 18:17
SCIALUPPA DI SALVATAGGIO

Direi che dopo Jure Zrimsek c’è spazio per una scialuppa di salvataggio per alcuni nomi del dilettantismo italiano che potevano stare nel post d’apertura:
Luca Capodaglio (2° al Capodarco dietro a Chavez), Luca Amoriello (una vittoria di tappa al Friuli), Alessandro Proni (vittoria di tappa e quarto posto al Toscana), Daniele Callegarin (tantissimi piazzamenti), Piergiorgio Camussa (2° a Soprazocco e 2° alla Parigi Barentin Yvetot, corsa francese 1.5), Harald Starzengruber, austriaco con paercchi buoni piazzamenti e qualche vittoria minore, Drausutis Stundzia, lituano discreto nelle corse in linea e in quelle a tappe, Rino Zampilli, molto forte e vincente nelle corse minori per under 23, Luca Zanasca, con validi piazzamenti da febbraio a settembre, vincitore di una tappa del Friuli, Fabio Masotti, anche per lui tanti onesti piazzamenti, Valery Dimitriev, kazako con una vittoria e un secondo posto di tappa al regioni, Matteo Lasurdi, autore di buoni piazzamenti e qualche vittoria minore, Francesco Rivera, campione italiano a cronometro e 6° al campionato del mondo a cronometro, Ashley Humbert, australiano autore di discreti piazzamenti in Italia e vincitore di una tappa al Guglielmo Tell in Svizzera, Massimiliano Maisto, valido scalatore, Fabio Negri, autore di tanti piazzamenti.

Giù da questa scialuppa, fosse anche per un soffio, ci sono Maurizio Girardini, Pavel Klainin, Jonathan Righetto, Dario Benenati, Daniele Dinucci, Maurizio Biondo, Matteo Bono, Stefano Brunelli, Rocco Capasso, Marco Righetto, Konstantin Klyuev, Marco Stefani, Bruno Bertolini, Davide Viganò, Fabrice Piemontesi, Carlo Scognamiglio, Manuele Spadi, Nicola DelPuppo, Domenico Quagliarello, Paolo Capponcelli, Michele Gaia, Cristiano Salerno e tanti altri tra i quali anche il Francesco Gavazzi di cui sopra, ma si sconfina apertamente nel citazionismo più arido e il gioco diventa meno interessante.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gastone Nencini




Posts: 507
Registrato: Oct 2004

  postato il 14/12/2004 alle 20:07
un corridore che secondo meritava una posizione di rilievo e PRONI della MCS Bedogni

ottimo corridore e secondo me di discreto talento

vince la 2a tappa del giro di toscana 2004

 

[Modificato il 14/12/2004 alle 20:14 by maxspeed2]


 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 14/12/2004 alle 22:44
Ciao Roberto, non discuto il talento e le potenzialità di Alessandro Proni, oltre alla tappa ha ottenuto anche il quarto posto in classifica al Toscana e tra le gare Elite di secondo livello ha ottenuto un 2° posto al trofeo dell’alta valle del Tevere e un 2° posto al trofeo Egidio Bedogni.
Proprio per non recare torto a tanti ragazzi in gamba, colmi di passione e dediti al sacrificio della vita d’atleta, avevo inserito il post "SCIALUPPA DI SALVATAGGIO", dove ci sono nomi che per me sono appena appena inferiori se non addirittura equivalenti a quelli dei personaggi precedentemente citati, e alla pari di Proni anche ragazzi come Capodaglio e Amoriello avrebbero meritato maggiore luce.
Ma entrando nel particolare a proposito di Alessandro Proni, mi sarebbe piaciuto vederlo all’opera in corse importanti per elite come il giro del Friuli o il Valle d’Aosta se non addirittura il giro d’Italia, o anche solo il giro di Cosenza o quello delle Valli Cuneesi, anche perchè al giro delle regioni ha ottenuto solo un settimo posto di tappa, un po’ pochino nel confronto con gli avversari in una delle gare più aperte per parteciapzione e qualità.
Non conosco la Bedogni, non so se sia una società importante piuttosto che minore, ma spero comunque che l’anno prossimo sappia offrire a Proni palcoscenici sempre più importanti e che Luca sappia meritarli.
Probabilmente Proni è semplicemente giovane e l’anno prossimo farà ancora meglio, e se mi capiterà di stilare un’altra classifica ne terrò doverosamente conto.
Ma tieni presente che io ho dato una "cifra" all’operato, che nel dilettantismo conta fino ad un certo punto, mentre non posso quantificare le potenzialità del futuro, che nel dilettantismo sono il solo aspetto determinante.
Comunque hai fatto benissimo a segnalare questo nome, l’occhio sul campo è importantissimo e penso che tu il Toscana lo abbia visto.
Ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 14/12/2004 alle 23:56
Cambiando argomento, và sottolineato che l'anno prossimo nel calendario UCI sparirà la categoria delle corse under 23, per esempio il giro della Toscana vinto da Grivko diventerà una corsa Elite e addirittura potrebbero parteciparvi squadre continental come la LPR, la Flaminia o la Amore & Vita (che a ben vedere sono semi-professionistiche più che professionistiche).

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 15/12/2004 alle 02:49
Caro Aranciata, il tuo lavoro è talmente completo che non abbiamo potuto non linkarlo alla nostra home-page.

Davvero complimenti!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2009
Utente del mese Gennaio 2010




Posts: 2761
Registrato: Dec 2004

  postato il 15/12/2004 alle 14:40
Ciao ragazzi. Complimenti aranciata_bottecchia per l'articolo. Molto bello.

Mi permetto solo di fare una piccola osservazione su Gavazzi: il ragazzo è stato beccato per cocaina a fine stagione e, dopo aver ammesso la sua dipendenza, ha accettato di sottoporsi ad un programma di riabilitazione gestito dalla federazione.
E' sicuramente un ragazzo di talento... uno veloce e molto molto scaltro. Alla McEwen per intenderci.
Però si è sempre dimostrato incostante ed a volte un pò troppo "esuberante". Se non sbaglio ha avuto anche alcuni problemi di doping e suo padre (Pierino) è stato pure condannato.
Sinceramente non ci scommetterei nemmeno una lira...

Saluti
Nicolò

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2009
Utente del mese Gennaio 2010




Posts: 2761
Registrato: Dec 2004

  postato il 15/12/2004 alle 14:42
Ma Proni non ha fatto lo stagista per la Formaggi Pinzolo quest'anno? Forse è per questo che nn ha corso il Val d'Aosta... boh
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 15/12/2004 alle 15:17
Originariamente inviato da Admin

Caro Aranciata, il tuo lavoro è talmente completo che non abbiamo potuto non linkarlo alla nostra home-page.

Davvero complimenti!


Mi fà tantissimo piacere, spero che sia un motivo in più perchè sempre più appassionati frequentino il sito e il forum.
Ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 15/12/2004 alle 15:22
Originariamente inviato da faxnico

Ma Proni non ha fatto lo stagista per la Formaggi Pinzolo quest'anno? Forse è per questo che nn ha corso il Val d'Aosta... boh


Ciao, è vero che Proni è stato stagista alla Pinzolo, è difficile tenere conto di tutto.
Ma ne valeva la pena?

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 15/12/2004 alle 15:28
Originariamente inviato da faxnico

Mi permetto solo di fare una piccola osservazione su Gavazzi: il ragazzo è stato beccato per cocaina a fine stagione e, dopo aver ammesso la sua dipendenza, ha accettato di sottoporsi ad un programma di riabilitazione gestito dalla federazione.
E' sicuramente un ragazzo di talento... uno veloce e molto molto scaltro. Alla McEwen per intenderci.
Però si è sempre dimostrato incostante ed a volte un pò troppo "esuberante".



Ciao Nicolò, devo dire che le tue parole non smontano le mie speranze.
Ne emerge un Mattia Gavazzi piuttosto cinico, forse arrogante, sicuramente egoista, probabilmente un po' figlio di buona donna.
Tutte qualità indispensabili per diventare un gladiatore degli ultimi cento metri.
Spero veramente che si lasci alle spalle il passato e le cazzate, che trovi amore per la vita e voglia di spaccare il mondo.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2009
Utente del mese Gennaio 2010




Posts: 2761
Registrato: Dec 2004

  postato il 15/12/2004 alle 16:03
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Originariamente inviato da faxnico

Mi permetto solo di fare una piccola osservazione su Gavazzi: il ragazzo è stato beccato per cocaina a fine stagione e, dopo aver ammesso la sua dipendenza, ha accettato di sottoporsi ad un programma di riabilitazione gestito dalla federazione.
E' sicuramente un ragazzo di talento... uno veloce e molto molto scaltro. Alla McEwen per intenderci.
Però si è sempre dimostrato incostante ed a volte un pò troppo "esuberante".



Ciao Nicolò, devo dire che le tue parole non smontano le mie speranze.
Ne emerge un Mattia Gavazzi piuttosto cinico, forse arrogante, sicuramente egoista, probabilmente un po' figlio di buona donna.
Tutte qualità indispensabili per diventare un gladiatore degli ultimi cento metri.
Spero veramente che si lasci alle spalle il passato e le cazzate, che trovi amore per la vita e voglia di spaccare il mondo.


Il fatto che abbia accettato di sottoporsi al programma di riabilitazione della federazione è già un segnale evidente della sua volontà di voltare pagina e di riscattare questa brutta parentesi. Forza Gavazzi allora!

Ciao
Nicolò

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Gastone Nencini




Posts: 507
Registrato: Oct 2004

  postato il 15/12/2004 alle 19:45
si PRONI ha fatto lo stage con Giuliani, ma Giuliani non potendo piu' contare sullo sponsor del Trentino diverse centinaia di vecchi milioni, ha deciso che non fara' per questo 2005 la squadra e forse per questo che PRONI fara' ancora un anno in categoria e spero che lui possa dimostrare quanto puo' valere, per la Bedogni e' una squadra discreta ma non ottima quindi anche alessandro doveva fare molto da solo per mancanza (a mio parere) di compagni che potevano aiutarlo nelle sue corse(ne ha buttate via diverse e per me deve ancora imparare a correre) che spero possa conquistare nel 2005

 

[Modificato il 15/12/2004 alle 19:47 by maxspeed2]


 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 15/12/2004 alle 22:21
COMPLIMENTISSIMI per il magnifico post!!!

Ho già salvato il post, anche perchè da profano dei dilettanti ho soltanto da imparare da quanto scrivete nel thread. Complimenti a parte poi per il link "ottenuto" dalla pagina iniziale di Cicloweb.it (credo che sia il primo al di fuori dei sondaggi) e per il bellissimo nome dato al "premio" da te istituito!

Domanda: so che Jurco, ciclista De Nardi per il 2004, è indicato da molti come un possibile campione. Vorrei sapere se non è stato inserito perchè già pro' (mi sembra comunque che il post fosse riferito anche agli Elite-Under 23, e credo che Jurco lo sia) o perchè non abbia mantenuto le attese!? Grazie per la risposta

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 15/12/2004 alle 23:53
VORREI PORRE RIMEDIO AD ALCUNE GRAVI DIMENTICANZE

I tre nomi che seguono possono stare tranquillamente nel gruppetto con Ghisalberti, Napolitano e Scattolin, la loro assenza mi doveva essere segnalata come o più di quella di Proni:

NICOLA PECCOLO
Competizioni U23 primo livello: 3° campionato italiano, 5° trofeo Piva, 6° trofeo DeGasperi.
Competizioni Elite primo livello : 2° cronoscalata Bassano Montegrappa, 6° classifica generale giro del Friuli.
Peccolo ha corso per la Marchiol-Famila, si è messo in luce in alcune corse importanti, in più il sesto posto al friuli, unitamente al secondo nella cronometro di 30Km Bassano-Montegrappa, dietro a Bertuola, fanno intravedere grandissime potenzialità, senza dimenticare che l’anno prossimo dovrebbe correre nella Zalf (ricordiamo alcuni nomi che vi sono transitati? Basso, Cunego, Sella, Figueras...bastano?).

MATIC STRGAR (Slovenia)
Competizioni U23 primo livello: due volte 3° di tappa giro delle regioni, 4° giro del belvedere, 6° gp palio del recioto
Competizioni Elite primo livello : 5° circoli sloveni in Italia
Competizioni professionistiche: due volte 3° di tappa e 3° classifica generale nel giro della Slovenia professionisti.
Piazzamenti di rilievo in alcune delle corse in linea più importanti, da tenere d’occhio anche se non mi risulta il passaggio al professionismo.

MICULA’ DE MATTEIS
Competizioni U23 primo livello: 3° coppa della pace
Competizioni Elite primo livello : 4° classifica generale giro d’Italia
Competizioni Elite di secondo livello : 5° classifica generale valli cuneesi
De Matteis ha corso nella Bottoli-Artoni, facendosi notare soprattutto per una buona attitudine verso le corse a tappe, calcolando che l’anno prossimo correrà per la Zalf potremmo vederne delle belle.

Questi tre nomi erano compresi nella bozza iniziale del file ma non mi ero accorto di averli cancellati per errore nella versione che poi ho copiato nel post iniziale del thread.

Altri nomi che avevo invece proprio dimenticato, e che starebbero bene nella "scialuppa di salvataggio" con PRONI, sono due ragazzi della Bottoli-Artoni, DIEGO CACCIA, 1° al valli aretine (1.6), 2° al Bazzigaluppi (1.6) e 2° di tappa al giro d’Italia, quindi ARISTIDE RATTI, 2° al città di Brescia, 4° alla freccia dei vini, 1° al Val Sesia (1.12).
Quindi MANOLO ZANELLA della TermoPiave, 1° e 3° nelle tappe per passisti veloci del giro del Friuli.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 15/12/2004 alle 23:54
ZALF

Bisogna riconoscere a questo club una capacità unica nel raccogliere i migliori talenti delle compagini venete (ma non solo) e di saperli valorizzare come nessuln’altra società.
Solo quest’anno attraverso la Zalf passeranno al professionismo Pozzovivo, Allegrini, Colli, Geremia, Scattolin...
Ovviamente i rimpiazzi saranno di qualità, ed ai già citati Miculà DeMatteis e Nicola Peccolo vanno aggiunti i nomi del validissimo e già segnalato Gene Bates (uno dei pochi australiani a non essere un velocista), e Manolo Zanella, anch’esso già citato nel mio post precedente.
Alla Zalf approderà anche Marco Bandiera.
Serve aggiungere che di questi ragazzi sentiremo sicuramente parlare?

Anche se, personalmente, per l’anno prossimo io scommetterei su Morris Possoni della Egidio-Unidelta.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/12/2004 alle 00:10
Originariamente inviato da mario82

COMPLIMENTISSIMI per il magnifico post!!!


Domanda: so che Jurco, ciclista De Nardi per il 2004, è indicato da molti come un possibile campione. Vorrei sapere se non è stato inserito perchè già pro' (mi sembra comunque che il post fosse riferito anche agli Elite-Under 23, e credo che Jurco lo sia) o perchè non abbia mantenuto le attese!? Grazie per la risposta


Ciao Mario, non ho inserito Matej Jurco proprio perchè essendo già professionista non ha disputato la stagione dei dilettanti.
Detto questo bisogna sottolineare che è della classe 1984, giovanissimo.

ps sono contento che ti sia piaciuto il thread, mi sono divertito un mucchio a scriverlo e spero che serva da promemoria proprio a chi con il dilettantismo ha poca dimestichezza (come il sottoscritto sino a poco più di un anno fà) e che magari sia fonte di interesse verso un movimento che stà al professionismo come l'alba stà al mezzogiorno.
Diresti mai che è priva di fascino?
Ciao.

 
Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 16/12/2004 alle 00:19
Credevi davvero che il tuo post potesse non piacere a qualcuno?! A me ha entusiasmato...

Vi lascio scrivere dei dilettanti, ora... io mi faccio da parte con l'avida voglia di leggere ed apprendere quante più cose possibili

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2009
Utente del mese Gennaio 2010




Posts: 2761
Registrato: Dec 2004

  postato il 16/12/2004 alle 12:58
Ghisalberti (12-10-1979 / San Giovanni Bianco), è stato, al pari di altri ragazzi della UC Bergamasca, nell'orbita delle squadre di Stanga per parecchio tempo. E' un corridore forte anche se non giovanissimo. E' uno scalatore puro... uno dei pochi ad aver lasciato dietro Marzano in forma-giro in salita. Secondo me meritava da tempo il passaggio. Vedremo che combinerà!

Miculà De Matteis abita a Rore di Sampeyre se non sbaglio. Sarà mai un passista?

Ciao e grazie.

Nicolò
www.cyclingmania.net

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/12/2004 alle 14:59
Ciao Faxnico, sono d’accordo su Ghisalberti.
Credo che al giro la Domina Vacanze punterà abbastanza sui velocisti, e non potrebbe essere diversamente vista la presenza contemporanea di Furlan, Quaranta e Cadamuro ma ovviamente un piccolo plotoncino di uomini da classifica non verrà trascurato, ed assieme a Belli e Honchar potrebbe esserci proprio Ghisalberti.
Per rimanere in casa Domina Vacanze dirò che sono curiosissimo di vedere come sarà condotta la campagna nelle classiche del nord, dove Cadamuro molto probabilmente sarà affiancato dai gioiellini Visconti e Rigotto.

Non ho capito la battuta su Miculà DeMatteis, non mi sembra di avere scritto che fosse un passista.
Beh, se come dici è di Rore di Sampeyre, non sarebbe dovuto diventare uno sciatore?

Ciao!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2009
Utente del mese Gennaio 2010




Posts: 2761
Registrato: Dec 2004

  postato il 16/12/2004 alle 17:47
Intendevo dire che con tutta quella montagna non ce lo vedo proprio passista... infatti è pure lui uno scalatore puro. E anche abbastanza promettente.

Ciao
Nicolò

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/12/2004 alle 23:45
In più di un post ho scritto che la categoria under 23 sarebbe sparita, accorpata a quella degli elite (mondiali esclusi).
Avendo or ora consultato il sito della UCI ho visto che sul calendario è stata ripristinata la dicitura "under 23" per alcune corse, quindi è possibile che sopravviva questa categoria internazionale (ed è auspicabile, specialmente se il dilettantismo si gonfierà di ex-professionisti adattatisi all’andazzo dei tempi).
Riporto il calendario comprendente le corse 1.2 italiane del 2005, che siano indifferentemente "open" o riservate agli under 23 (calendario probabilmente soggetto a modifiche):

6 marzo Trofeo dei circoli sloveni in Italia (Barcola, Trieste)
13 marzo Trofeo Franco Balestra (San Pancrazio, Brescia)
20 marzo GP San Giuseppe (Montecassiano, Macerata)
28 marzo Giro del belvedere (Orsago, Treviso)
29 marzo GP Palio del recioto (Negrar, Verona)
29 marzo Coppa Apollo (Colbuccaro, Macerata)
3 aprile Trofeo Banca popolare Piva (Col San Martino, Treviso)
13-17 aprile Settimana ciclistica lombarda
25 aprile GP della Liberazione (Roma)
25 aprile Trofeo Torino Biella
26 apr - 1 mag Giro delle regioni
3 maggio Coppa Città di Asti
8 maggio Trofeo Alcide DeGasperi (Trento)
8 maggio GP Industrie del marmo (Carrara)
15 maggio Circuito del porto (Cremona)
15 maggio Trofeo Matteotti (Marcialla, Firenze)
21 maggio Circuito internazionale di Caneva (PN)
25-28 maggio Giro ciclistico della provincia di Cosenza
1-5 giugno Giro del Friuli e Venezia Giulia
5 giugno Coppa della pace (Sant’Ermete, Rimini)
10-19 giugno Giro ciclistico d’Italia
26 giugno Giro delle valli aretine
28 giugno Trofeo città di Brescia
2 luglio Cronoscalata Gardone ValTrompia - Prati di Caregno (BS)
3 luglio Freccia dei vini (Vigevano, Pavia)
4 luglio Chieti - Casalincontrada - Block Haus
9 luglio Giro della Val Sesia 1
10 luglio Giro della Val Sesia 2
10 luglio Giro del medio Brenta (Villa del Conte, Padova)
17 luglio Giro del Casentino (Arezzo)
17 luglio Coppa dei colli briantei (Sovico, Milano)
24 luglio Gran Premio Inda (Caravate, Varese)
13 agosto GP Città di Felino (PR)
14 agosto Trofeo internazionale Bastianelli (Atina, Frosinone)
16 agosto GP Capodarco (AP)
17 agosto Gara ciclistica milionaria (Montappone, Ascoli)
28 agosto GP San Giuliano (Macerata)
30 ago - 4 set Giro della Valle d’Aosta
4 settembre GP Industria del cuoio e delle pelli (Santa Croce sull’Arno, Pisa)
8-11 settembre Giro della Toscana
18 settembre Trofeo Bianchin (Ponzano Veneto, Treviso)
25 settembre Giro del Canavese (Valperga, Torino)
27 settembre Ruota d’oro (Castelfranco di sopra, Arezzo)
1 ottobre Piccolo giro di Lombardia (Eupilio, Como)

 

[Modificato il 16/12/2004 alle 23:50 by aranciata_bottecchia]


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 17/12/2004 alle 23:07
ANDRIY GRIVKO
Mi ero chiesto come mai nella stagione di Grivko mancassero grandi acuti nelle corse in linea.
A spiegarcelo è Giovanni Visconti in una intervista apparsa su www.velo101.com, dove racconta come il suo compagno di squadra ucraino gli abbia tirato tantissime volate rinunciando ai piazzamenti personali in favore della vittoria di squadra.
Grande onore e merito a Grivko, diciamo che virtualmente sale in classifica di una posizione.

VLADIMIR EFIMKIN
Questo corridore russo (Gemello di Alexandre stando a quanto dice Tobia) non avrebbe trovato un ingaggio tra i professionisti, non se ne trova traccia in alcuna delle tabelle di ciclomercato riportate nei vari siti internet o sulle pagine delle riviste, eppure su tuttobici di ottobre il presidente della Feralpi, Adriano Fraccaroli, raccontava che Vladimir sarebbe passato "pro" con la squadra di Bordonali, la Tenax-Salmilano.
Evidentemente l’accordo è saltato.
Vladimir Efimkin viene descritto come un ragazzo che lavora con tanta serietà e tanti sacrifici, perennemente in sella ad una bicicletta, ma non si spiegano il "passaggio a vuoto" nelle tappe centrali del giro della Valle d’Aosta.
Forse che il pur bravo corridore si stìa spremendo come un limone pur di ottenere un contratto?

 
Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 18/12/2004 alle 14:57
Altra domanda da profano: ma il Ghisalberti passato alla Domina Vacanze è imparentato col Ghisalberti che scrive sulla Gazzetta!?
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 18/12/2004 alle 16:11
DICONO DI SE’ STESSI
Riporto alcune considerazioni che alcuni corridori hanno rilasciato a proposito di sè medesimi sulle pagine di tuttobici:

Mirko Allegrini, veronese della Zalf passato alla Ceramiche Panaria, dice di essere un corridore che tiene bene sulle salite che non raggiungono lunghi kilometraggi, capace di cavarsela abbastanza bene nelle volate ristrette, quelle di gruppetto.

Nicola Scattolin della Zalf racconta che il 13 marzo in allenamento (ma non racconta come) cadde fratturandosi zigomi, setto nasale e mandibola (non mascella, come avevo scritto precedentemente), racconta di avere passato tre settimane in ospedale senza poter mangiare e per i primi giorni senza poter nemmeno bere (evidentemente alimentato per via endovenosa), perdendo 10Kg di peso, tornando in sella non prima della metà di maggio, con prestazioni discrete al GP di Capodarco e al GP di Felino, tornando anche a vincere verso la metà di settembre nel GP di Custoza (una gara regionale per under 23).
Un regalo meritato l’occasione offertagli da Boifava.

Sergio Ghisalberti dice di essere un passista scalatore che si difende bene a cronometro, racconta che da stagista alla DeNardi fu coinvolto in una caduta di gruppo alla Coppa Placci (caduta nella quale fu coinvolto anche Gibo Simoni se non ricordo male), riportando alcune ferite che richiesero l’applicazione di punti di sutura, ma soprattutto rimediando uno strappo al quadricipite che praticamente l’ha costretto a chiudere in anticipo la stagione.

Marco Osella dice di essere un passista scalatore che ama le gare dure e si difende bene in salita, piuttosto completo.

Mariano Giallorenzo dice di essere un passista veloce.
Nel thread "vivaio italiano" avevo scritto che poteva essere un corridore interessante per le corse a tappe (forse sono stato fuorviato dalla vittoria in Senegal), rettifico quindi: questo corridore passato professionista con la Colombia-Selle Italia è un passista veloce.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2009
Utente del mese Gennaio 2010




Posts: 2761
Registrato: Dec 2004

  postato il 19/12/2004 alle 16:33
Scattolin era partito come una moto ad inizio anno... poi si è mezzo distrutto se non sbaglio.
Grivko ha vinto il regioni... pure il Toscana? Beh è un gran bel regolarista. Ne sentiremo parlare.
Efimkin (non ricordo quale dei due) è quello che ha attaccato nella prova dei pro a Verona. PESSIMO DISCESISTA! Uno dei peggiori.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Classica San Sebastian




Posts: 72
Registrato: Dec 2004

  postato il 19/12/2004 alle 17:07
Scusate la mia ignoranza nel settore dilettanti (anche se mi dovrò presto abituare)..mi sembra di ricordare se nn sbaglio che Scattolin vinse la Firenze-Empoli in solitario e poi anche il giorno successivo in alt'Italia giusto???
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 19/12/2004 alle 17:30
Originariamente inviato da Alessandra

Scusate la mia ignoranza nel settore dilettanti (anche se mi dovrò presto abituare)..mi sembra di ricordare se nn sbaglio che Scattolin vinse la Firenze-Empoli in solitario e poi anche il giorno successivo in alt'Italia giusto???


Esattamente, tuttavia nella mia personalissima classifica ho scelto di includere solo ed eslusivamente le gare italiane che fanno parte del calendario UCI, e la Firenze Empoli non ne fà parte, benchè sia una gara importante.
Ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 20/12/2004 alle 16:53
PALAZZAGO VELLUTEX
A pagina 98 di tuttobici di novembre c’è un bel servizio sulla Palazzago Vellutex, definita caput mundi a dispetto del mio amicone Tonino Legend Killer.
La presidente Anita Tironi nonostante i quattro titoli mondiali consecutivi conseguiti dal team Vellutex si dichiara comunque rammaricata perchè avrebbe applaudito volentieri il successo di un ragazzo italiano.
Testuali parole: "E chissà che il prossimo anno, dopo aver visto per quattro mondiali consecutivi i nostri ragazzi italiani esclusi dalla selezione del CT Fusi, non sia proprio uno dei nostri a rendere ancor più bella la festa di Palazzago".
Dichiarazioni importanti che fanno sorgere il sospetto che vi sia dell’attrito tra la dirigenza di questo team e il CT Fusi se non addirittura la Federciclismo.
A completamento di ciò voglio aggiungere alcuni fatti oggettivi che potrebbero incastrarsi benissimo nel discorso:
1) Domenico Pozzovivo nel 2003 correva per la Palazzago Vellutex sotto la direzione sportiva di Olivano Locatelli.
2) Alla vigilia della corsa iridata il padre di Domenico Pozzovivo avrebbe ricevuto una telefonata da parte dell’ex direttore sportivo del figlio, il Locatelli succitato appunto, il quale lo avrebbe minacciato di fargliela pagare perchè Domenico aveva lasciato la squadra "sputando nel piatto dove mangiava".
Tutto ciò si legge a pagina 108 di bicisport di novembre.
3) Kanstantsin Siutsou, gigante bielorusso con fasce muscolari da paura, corridore della Palazzago-Vellutex, si laurea campione del mondo per la categoria under 23 al termine di una fuga condotta per buona parte in compagnia di Domenico Pozzovivo.
4) Tagliato il traguardo subito si diffonde il tam-tam secondo il quale Siutsou avrebbe dichiarato di avere ricevuto da Pozzovivo un’offerta di denaro perchè gli concedesse la vittoria (vicenda che ricalca le dicerie a proposito di Bettini e Astarloa).
5) Il CT bielorusso Muravski dichiara che Siutsou non si sarebbe mai sognato di dire una cosa del genere (sempre bicisport pagina 108).

Detto ciò che era doveroso dire, sono da notare alcune considerazioni di un altro ds di casa Palazzago, Ezio Tironi, il quale dice che Siutsou ha un "motore potente" affinato in anni di lavoro su pista (mi chiedo io, c’è un limone spremuto in arrivo in casa Fassa?).
Di Francesco Rivera dice che possiede un "motore molto potente" e che ci si aspettava molto di più.
Che voglia aprire una scuderia di macchine?

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 171
Registrato: Dec 2004

  postato il 20/12/2004 alle 17:35
Sioutsou gia è stato pro con la Itera russa, cosa pensavano alla fassa quando lo hanno ingaggiato? Non capisco piu niente.....
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 23/12/2004 alle 13:47
Carl Naibo passera pro con la squadra Jean Flochs , ha vinto una dozzina di gare però e’ stato fermato per ematocrito alto (53) quindi ho dei dubbi sul suo talento
Mi pare che anche Prishchepa sia stato trovato positivo ma non ne sono sicurissimo

Mensilmente facevo un ranking come quello Uci riguardante le corse dilettanti , avevo dato i punti a tutte le gare (anche la convocazione in maglia azzurra dava punti ) e la classifica finale (solo italiani) è :

1 Visconti 1034 pt
2 Nibali 973 pt
3 Pozzovivo 885 pt
4 Rigotto 828 pt
5 Ermeti 751 pt
6 Bailetti 679 pt
7 Corioni 627 pt
8 Gavazzi M. 575 pt
9 Allegrini 528 pt
10 Marzano 524 pt
11 Gasparotto 464 pt
12 Ricco’ 458 pt
13 Callegarin 445 pt
14 Bertuola 441 pt
15 Grillo 438 pt
16 Proni 431 pt
17 Napolitano 411 pt
18 Da Dalto 397 pt
19 Possoni 391 pt
20 Zampilli 372 pt

Nei primi 12 salvo Gavazzi e Ricco’ passano tutti pro , come avete detto giustamente questi due non passano pro per problemi diversi (droga per uno , ematocrito e test coni l’altro)
Se non sbaglio Ricco’ era stato sospeso al raduno premondiale prima di Hamilton (Torosantucci lo sositui ) dunque potrà passare pro solo nel 2006 (due anni dalla sospensione) salvo che dimostri di avere l’ematocrito ballerino

Dei corridori dell’est non mi fido troppo , si allenano come professionisti ma tra i pro raramente confermano il loro talento

Sugli stessi sloveni (Nose sembrava Zulle) ho molti dubbi , al valle d’aosta per esempio , gli italiani hanno fatto i test del sangue – urina gli stranieri no.
Lo stesso è successo al recioto
Se si corre in italia tutti quanti dovrebbero subire gli stessi test
L’anno scorso Bajenov era stato trovato positivo all’epo con il metodo australiano on (o off non mi ricordo) , la federazione russa non riconosce questo test e lui e’ potuto passare pro.
Invece quadranti e gli altri hanno preso un anno di squalifica
Le regole devono essere uguali per tutti

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 23/12/2004 alle 17:14
Ciao forzainter, ti ringrazio per le informazioni che mi hai passato, di buona parte di esse non ero a conoscenza.
Sulla tua classifica, premettendo che ciascuno in questo forum si costruisce delle classifiche secondo i valori che ritiene più rappresentativi del ciclismo, e che per tale soggettività tutte sono accettabili, direi che essa premia un po’ troppo lo stakanovismo, ovvero la continuità in termini di quantità, difetto condiviso con gli oscar di tuttobici, mentre nella classifica che ho proposto ho cercato di premiare la qualità e la continuità nel conseguire risultati di qualità.
Da questo punto di vista non potrei mai accettare l’assenza nella top-20 di corridori come Signego e soprattutto Colli.
In oltre ho badato a considerare differentemente le corse a tappe aperte agli elite (come il giro d’Italia o il Valle d’Aosta), quindi più significative per testare la resistenza di un corridore, rispetto a quelle riservate agli under 23 (come il Regioni e il Toscana).
Era altresì importante considerare solo le gare italiane quotate dall’UCI perchè la presenza in classifica di corridori come Nose e Brajkovic fosse un attendibile termine di paragone.
Se dovessi entrare nel dettaglio direi che, per il mio modo di intendere i valori del ciclismo, nella top-20 stagionale non possono mancare Colli, Osella e Signego, nell’ordine in cui li ho scritti, ma su almeno quindici nomi, eccetto che per sfumature di posizione, siamo abbastanza in sintonia (se pur di un soffio nei top-20 italiani ci metterei anche Geremia).

Ovviamente mi ero costruito anche una classifica comprendente corse di basso livello come il "Toscana trucks", la "Mercury arredamenti", il "Pollo brianzolo", il "Ristorante La Casa Rossa", il "Trofeo Opel concessionaria Vighini", competizioni che avrei escluso fosse anche solo per il nome che portano.
Nella mia classifica le differenze più consistenti sono quelle relative a Callegarin e Proni (per me 27° e 31° stagionali).

A parte queste trascurabili differenze di veduta, mi interessano ogni sorta di indiscrezioni e delucidazioni sul ciclismo dei dilettanti e interventi come il tuo sono apprezzatissimi.
Ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 26/12/2004 alle 15:17
Nella mia classifica
Signego è 21
Colli e’ 25
Osella è 26

Anche io ho fatto una divisione stile UCI

Corse Regionali e tappe 2 livello 25-20-15-10-5
Tappe 1 livello 40-30-20-15-10
Internazionali crono italia internazionali estero50-40-30-26-22-18-14-10-6-2
Italiano 100-80-60-52-44-36-28-20-12-4
Mondiale punteggi doppi dell’italiano 200-160-120-104-88-72-56-40-24-8
Gare a Tappe 1 Regioni – Italia – Valle d’aosta - europeo 150-120-90-78-66-54-42-30-18-6
Gare a Tappe 2 Toscana – Friuli – Veneto 100-80-60-52-44-36-28-20-12-4
Altre corse italiane a tappe ed internazionali 70-60-50-40-30-25-20-15-10-5
Maglia azzurra Regioni –Belgio 25 pti europeo + mondiale 30 pti

Callegarin ha 27 risultati mentro Colli solo 20

Probabilmente la mia classifica come quella UCI vecchia edizione dava troppi punti ai piazzamenti

Colli ha vinto due grandi internazionali come il Liberazione e il De Gasperi ed ha sicuramente piu’ talento di Callegarin

Proni ha il bonus di due convocazioni in nazionali che valgono 50 punti per me

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 26/12/2004 alle 16:26
Vorrei proporre una sorta di tabellone delle teste di serie (tra i corridori italiani) che dovranno cercare conferma nella prossima stagione dei dilettanti, sfidandosi con "vecchi" rivali che nel frattempo saranno maturati, e con le nuove leve provenienti dagli juniores, con i bull-dozer provenienti dall’est.
Faccio mie le annotazioni di Forzainter su Gavazzi, Quadranti e Riccò, ragazzi che per i risultati ottenuti dovrebbero correre tra i professionisti ma che per un motivo o per l’altro devono forzosamente stazionare ancora tra i dilettanti, o addirittura scontare periodi di sospensione.
Accanto ai nomi citati riporto "grossolanamente" la tipologia del corridore e il nome della squadra.
Non sono assolutamente un super-esperto del panorama dilettantistico, perciò non intendo insegnare niente a nessuno ma solo condividere impressioni e informazioni, sicchè accetterò volentieri suggerimenti, aggiunte e correzioni a quanto ho scritto, particolarmente per quello che riguarda la descrizione del corridore e la società di tesseramento (e anche l’anno di nascita di ciascun atleta).

TESTE DI SERIE PER IL 2005

1 ALESSIO SIGNEGO scalatore passista Promociclo
2 MAURO DA DALTO scalatore passista Marchiol / Ima / Famila
3 MORRIS POSSONI scalatore Egidio logistica / Unidelta
4 STELVIO MICHERO scalatore Centri della calzatura
5 DIEGO CACCIA finisseur, scalatore passista Bottoli / Artoni
6 ARISTIDE RATTI scalatore passista Bottoli / Artoni
7 RINO ZAMPILLI passista veloce Grassi / Pantani / Laterina
8 DANIELE CALLEGARIN passista veloce, finisseur Bottoli / Artoni
9 NICOLA PECCOLO scalatore passista, finisseur Zalf / Desiree / Fior
10 MICULA’ DE MATTEIS scalatore Zalf / Desiree / Fior
11 JONATHAN RIGHETTO passista veloce Trevigiani Dynamon
12 LUCA AMORIELLO passista veloce, velocista Zalf / Desiree / Fior
13 MARCO GELAIN passista veloce, velocista Trevigiani Dynamon
14 NICOLA DEL PUPPO scalatore passista, finisseur Marchiol / Ima / Famila
15 STEFANO BRUNELLI passista veloce Trevigiani Dynamon
16 ALESSANDRO PRONI scalatore passista, finisseur Bedogni Monsummanese
17 MAURIZIO GIRARDINI finisseur Zalf / Desiree / Fior
18 LUIGI SESTILI scalatore passista, finisseur Palazzago / Vellutex / Abi
19 MASSIMILIANO MAISTO scalatore Podenzano Italfine
20 LUCA CAPODAGLIO finisseur Monturano Civitanova Cascinare
21 LUCA ZANASCA scalatore passista Palazzago / Vellutex / Abi
22 FABIO NEGRI scalatore passista Aurora
23 BRUNO BERTOLINI passista veloce, velocista Marchiol / Ima / Famila
24 FRANCESCO RIVERA passista Palazzago / Vellutex / Abi
25 MANOLO ZANELLA passista veloce Zalf / Desiree / Fior
26 MATTEO LASURDI passista veloce Pratesi / Saeco
27 ALESSANDRO DEL FATTI scalatore Alplast / Centro Convenienza Esse
28 MAURIZIO BELLIN passista veloce Podenzano Italfine
29 OSCAR GATTO passista veloce, velocista Zalf / Desiree / Fior
30 CARLO SCOGNAMIGLIO scalatore passista, finisseur Bergamasca / Las

Direi che trenta teste di serie sono tantissime, e c’è pure qualcuno rimasto fuori d’un soffio, come Paolo Capponcelli, Domenico Loria, Cristiano Salerno e qualcun altro ancora, ma non è possibile nominare tutti, morirebbe il concetto di "testa di serie".
Personalmente farò il tifo per Possoni della Unidelta e per tutti i corridori della Zalf.
Ciao a Tutti (e un saluto speciale a Forzainter).

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 27/12/2004 alle 00:00
Consigliato dare un'occhiata al simpaticissimo sito http://www.nicolascattolin.com dedicato al talento veneto da un suo amico, il webmasterNSFC che si è iscritto anche in questo forum.
Si respira aria di amicizia.
Scatta Scatto!

Spero davvero che la Androni ottenga la licenza pro-continental.

 
Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 28/12/2004 alle 15:34
Vladimir Efimkin ha firmato con il Team Barloworld
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 28/12/2004 alle 19:56
Ciao Mario, direi che Efimkin difficilmente diventerà un campione ma potrebbe rivelarsi un valido gregario.
A questo punto alla Barloworld non devono fare altro che trovare dei campioni cui corridori come Efimkin possano fare per l'appunto da gregari.

In un altro thread lo Scattolin Fans Club ha scritto che Geremia e Bertuola non avrebbero ancora firmato per la Androni, notizia non bella, aggiungendo che la stessa Androni difficilmente otterrà la qualifica professional, notizia brutta.
Ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 30/12/2004 alle 16:15
ho appena letto che si da per fatto il passaggio di janez brajkovic alla discovery channel....gran bell'acquisto per una squadra che doveva ringiovanirsi....con sommo dispiacere da parte mia!!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 30/12/2004 alle 16:24
L'ho letto anch'io ora su tuttobiciweb.

Comunque il passaggio avverrà da agosto, farà i primi mesi del 2005 con la sua attuale squadra. Chiedo a voi: perchè da agosto?!

 
Edit Post Reply With Quote
<<  1    2  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.6850750