Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Rebellin voltagabbana?
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
Autore: Oggetto: Rebellin voltagabbana?

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 08/12/2004 alle 22:13
Ho letto su ciclonews che Rebellin ci avrebbe ripensato, ovvero che visto com'è andata tanto vale rimanere italiano.
Io spero che non sia vero, io spero che Rebellin insista sulla strada per l'argentina perchè sennò mi scadrebbe completamente come uomo.
Non si può prendere per il c..o un paese come l'argentina (e certe sue frasi di circostanza, grondanti retorica, mi avevano già fatto rabbrividire se ricordate bene).

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1502
Registrato: May 2004

  postato il 08/12/2004 alle 22:16
Tant'è che Simoni ha dichiarato che gli piacerebbe diventare argentino, poichè correre con Rebellin gli farebbe molto piacere, essendo Rebbellin "la persona più corretta che conosca"

Bhe, se Rebellin rimanesse italiano non sarebbe certo corretto...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 08/12/2004 alle 22:24
Perfettamente d'accordo con Aranciata e Zillo.
Tuttavia mi piacerebbe sapere come è andata bene la questione del passaporto. Noi sappiamo che il passaporto è arrivato troppo tardi per l'iscrizione al mondiale di Verona (se prendo un granchio correggetemi pure). Potrebbe darsi che il passaporto sia arrivato tardi per una negligenza della burocrazia argentina. In questo caso potrebbero esserci attenuanti sul possibile (ma non certo) dietro front di Rebellin.
Cmq sia peccato non averlo visto al via del mondiale!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 08/12/2004 alle 23:28
giustificazione pero' del tutto inadeguate,io capisco che per il denaro ed in questa caso prima ancora la gloria ci si "vende",in certi casi estremi come questi anche giustamente,la patria ma nn solo pero'che almeno nn si rinneghi la propria scelta palesando tutta l'ipocrisia di certe dichiarazioni una volta che l'obiettivo in vista e'svanito...ora tutti sappiamo che davide ha preso la nazionalita argentina nn perche'gli piace buenos aires,il calore e l'affetto delle gente,piuttosto che la loro carne,pero'almeno che nn ce lo ricordi cosi'pubblicamente,ma nn tanto a noi,ma magari a quei seppur pochi appassionati di ciclismo in argentina che delle parole del veneto e della possibilita'che un tale campione andasse a correre nelle loro fila ci si erano magari gonfiate il petto e ne andavano fiere!!!
tecnicamente parlando son proprio curioso se il prossimo anno,alla soglia dei 34,si presenti con la stessa straordinaria forma con cui quest'anno ha strabiliato tutti,per me nn e'facile,pero'di sicuro lo spero vivamente..

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1502
Registrato: May 2004

  postato il 08/12/2004 alle 23:34
Comunque se io fossi Ballerini, o chiunque altro al suo posto, dopo quello che ha fatto non gli darei più un posto in azzurro neanche se vince Liegi, Freccia e Amstel per altri 3 anni!!!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 08/12/2004 alle 23:42
beh zilo nn esagerare,n dimentichiamoci che coon ballerini nn c'e'mai stato un rapporto idilliaco,tutt'altro e che gia'l'esclusione dalle olimpiadi era stata a dir poco scandalosa(con tutto il rispetto per pozzato),ora su verona,da cio'che si sa,c'e'stato un equivoco dovuto ad una mancanza di dialogo ed un rapporto ormai logoro,e forse in quel caso una telefonata da parte di uno dei due poteva risolvere tante cose,pero'nn colpevolizzerei rebellin per la sua scelta,sicuramente molto di piu'se dovesse essere ritrattata con questa ipocrisia,e dico questo con l'immenso dispiacere di perdere un grande campione,come l'anno scorso ha dimostrato di essere,per le competizioni iridate future!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 09/12/2004 alle 00:55
Ciao Aranciata, ho letto ora su ciclonews l'intervista a Rebellin, e pare che il vicentino abbia già deciso: resterà italiano

Io non so cosa, certe volte, possa dire la testa delle persone, ma questa mi sembra la classica bambinata che, a 33 anni, mi pare fuori tempo massimo. Non soltanto prende in giro l'Argentina, ringraziando dirigenti, federazione e chiunque (fosse stato interista avrebbe ringraziato anche Cuper...) gli fosse capitato sotto tiro, ma ora prende in giro anche l'Italia, "sperando - dice - che le porte della squadra azzurra non rimangano chiuse"

Io le lascerei aperte, infatti, per poi potergliele chiudere sul muso...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Octave Lapize




Posts: 471
Registrato: Dec 2004

  postato il 09/12/2004 alle 11:07
farebbe una brutta figura a tornare indietro, anche se paga le conseguenze di un atto
magari anche giusto ma sicuramente affrettato, dettato dall'avere il mondiale sotto casa.
Ora per coerenza dovrebbe continuare altrim si tira addosso le maledizioni di due federazioni...
Su simoni credo che preferisca diventare austriaco (e' li' vicino al confine...) cosi' due o tre compagni decenti li trova.
Moser addirittura diceva che quando scoppio' il caso rebellin, la federazione austriaca intuendo i suoi malumori, non dico che
glielo avesse chiesto, ma si era detta piuttosto compiacente...
sara' vero?
opinione mia: quest'anno non lo farei visto il mondiale per velocisti che c'e' a madrid e attenderei gli eventi (tra l'altro il mondiale 2006 e'
proprio a salisburgo...).

 

____________________
Pedivella rovente

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 09/12/2004 alle 13:22
REBELLIN VOLTAGABBANA

Non so che dire, non credo nemmeno che sia una questione di tasse perchè tanto il nostro risiede nel principato di Monaco...
Mi dà fastidio tre volte, una come a tutti voi, l’altra perchè Rebellin è uno dei simboli di quel ciclismo veneto che adoro, ma soprattutto perchè avevo difeso con passione e accanimento la sua scelta.

 
Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 09/12/2004 alle 13:36
Io non ero d'accordo all'epoca, non tanto con la sua scelta, ma con la possibilità che è data agli atleti (mi viene in mente, nell'atletica, Kiptanui che corre con la Danimarca, mi pare...) di gareggiare con altri colori (per questo il calcio è il regolamento migliore: se hai fatto 1 presenza in nazionale, tutte le altre nazionalità che ottieni ti valgono solo sulla carta d'identità!)

Anche Simoni, che ammiro moltissimo, farebbe bene a decidersi prima di parlare, e a non aspettare gli eventi: ha detto che con la Nazionale Italiana ha chiuso... magari poteva dire (ma è ancora in tempo di rettifica) che ha chiuso con Ballerini, e finchè Franco sarà CT lui, anche se convocato, non andrà! Questa poteva essere una soluzione

Però se anche lui chiede la cittadinanza austriaca per correre il Mondiale lo faccia subito, non aspetti Madrid perchè "inadatta". Qui non stiamo parlando di iper-mercati e di sconti dopo le feste, stiamo parlando di nazioni con le proprie tradizioni e i propri tifosi

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 09/12/2004 alle 14:24
il keniota naturalizzato danese e'il grande wilson kipketer,il piu'grande ottocentista forse di sempre,ma li il discorso e'addirittura contrario,basti pensare che il formidabile mezzofondista rinuncio'alle olimpiadi di atlanta perche'per problemi burocratici,nn poteva farlo con la danimarca e nonostante la kenia sbavasse su di lui...

cmq son assolutamente d'accordo con voi...rebellin mi ha proprio deluso!!!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Parigi-Tours




Posts: 85
Registrato: Oct 2004

  postato il 09/12/2004 alle 14:27
d'accordo con aranciata, e poi in Italia non lo convocherebbero...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 09/12/2004 alle 16:02
Sembra praticamente certo il passaggio di Simoni all'impero Austro-Ungarico
Per quanto riguarda Rebellin, è evidente che deve essere successo qualcosa che ha cambiato completamente le carte in tavola.
Sarebbe il caso che l'eventuale " ritorno all'italianità" fosse, almeno, giustificato e giustificabile in qualche modo.....diversamente, prescindendo dal fatto che ognuno è libero di prendere in questo campo una qualsiasi decisione e poi, il giorno dopo, di rimangiarsela, la perdita di faccia sarebbe in ogni caso TOTALE.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 09/12/2004 alle 16:05
Un'altra cosa..... qualcuno si chiede come l'avranno presa gli Argentini?!?!?........
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 09/12/2004 alle 16:34
e'proprio la mancanza di rispetto verso di loro il motivo principale per cui mi sembra veramente ridicolo questo improvviso voltafaccia di rebellin,sai tecnicamente parlando per noi nn puo'che considerarsi un vantaggio,ma in quest casi la morale ha il sopravvento,vi immaginate se camoranesi,e nn dico un campione,una volta presa la doppia nazionalita'dichiarando amore eterno per la nostra nazione nn veniva mai convocato e dopo qualche mese rinunciava a questa possibilita'perche'magari l'argentina gli faceva fare qualche amichevole estiva,giusto per l'assenza dei titolari...che opinione potevamo avere di un calciatore,ma prima ancora di un uomo cosi deludente ipocrita e superficiale!!!

p.s.volendo sdrammatizzare il post di marc(a proposito ben tornato)e col permesso di admin potremmo dire che piu'di chiederci come l'hanno presa gli argentini sarebbe da ragionare su dove quest'ultimi l'hanno presa...

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 09/12/2004 alle 18:19
Ciao Pirata, purtroppo in Argentina da diverso tempo devono affrontare ben altri problemi che non quelli del Voltafaccia di Rebellin......... comunque la figuretta resta ( o resterebbe proviamo ad essere ancora dubitativi in proposito....)
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 10/12/2004 alle 00:05
Originariamente inviato da marc

Sembra praticamente certo il passaggio di Simoni all'impero Austro-Ungarico


Speriamo non lo legga tonymontana, altrimenti potrebbe chiamare a rapporto Massimo Decimo Meridio e tutto l'esercito di Roma...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 10/12/2004 alle 00:54

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 2848
Registrato: Nov 2004

  postato il 10/12/2004 alle 10:38
Volevo fare due considerazioni:
1- gli argentini potrebbero anche essere contenti dell'arrivo di rebellin dato che potrebbe far salire l'argentina nel ranking mondiale e magari far convocare uno o due ciclisti in piu'.
2- su bicisport c'e' scritto che anche Martin Perdiguero potrebbe diventare argentino (per correre il mondiale madrileno) e che l'UCI non sembra molto contenta di tutti questi "trasferimenti".

Il fatto e' che italia e spagna sono le due nazioni col movimento ciclistico piu' ampio, quindi anche i corridori lasciati a casa potrebbero benissimo correre con altre nazioni, un rimedio a tutte queste secessioni potrebbe essere quello di creare qualche altra corsa per nazionali (ad esempio una breve corsa a tappe) per dare a piu' ciclisti la possibilita' di rappresentare la propria nazione.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 10/12/2004 alle 10:59
Proposta MOLTO interessante quella della corsa a tappe per squadre nazionali.
Naturalmente andrebbe limato ulteriormente il calendario per trovarci il posto, cosa assolutamente difficile.
Attualmente l'unico periodo proponibile mi sembra potrebbe essere ad inizio stagione (naturalmente dove il clima lo permette),
ad inizio marzo, ad esempio, per una settimana, al sud della Spagna o posti similari.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Octave Lapize




Posts: 471
Registrato: Dec 2004

  postato il 10/12/2004 alle 12:01
idea da prendere in considerazione(6-7 tappe al max.), anche perche' l'anno prossimo le nazionali al mondiale saranno composte solo da 9 corridori invece che degli usuali 12 come accaduto finora per le nazioni piu' rappresentative.
Per la data:una possibile collocazione ad inizio stagione e' fattibile come tempi (ad esempio occupare una delle due settimane che separano la milano-sanremo dal giro delle fiandre) ma d'altra parte vedrebbe protagonisti corridori che si preparano per andare forte alle classiche che sono poi quasi tutti quelli che gia' hanno in programma il mondiale di fine settembre,
percio' un'alternativa potrebbe essere a giugno sovrapponendosi e' vero in parte con giro di svizzera e delfinato o catalogna, ma che avrebbe al via gente che ha fatto il giro e gente che sta preparandosi per il tour spostando il lotto dei partecipanti verso corridori che
non hanno caratteristiche da gare in linea che gia' hanno il loro mondiale a settembre.
Che ne dite?

 

____________________
Pedivella rovente

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 10/12/2004 alle 12:10
Certamente trovare il posto a giugno sarebbe l'ideale perchè vorrebbe dire non essere limitati nella scelta dei luoghi.
E poi, chissà, (ma qui sto veramente vaneggiando....) potrebbe servire, col tempo, anche a cominciare a togliere un pò di potere e fare concorrenza al signor Leblanc.....

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 10/12/2004 alle 14:05
bellissima idea,forse solo un po'utopistica,ma cosi'per parlare devo dire che resto entusiasmato da questa ipotesi,come ha detto marc a giungno,di modo da n esser cpstretti a farla solo nei paesi piu'caldi a differenza di fine marzo e con la possibilita'di fare salite anche superiri ai mille metri senza rischio di neve...e finalmente anche il giro avra'i suoi mondiali!!!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 10/12/2004 alle 22:18
Io credo che gli unici modi di far correre ad una nazionale una corsa a tappe siano due:
1- Correre una corsa minore di fine stagione con la maglia azzurra e con dei ragazzi forti e/o non ancora affermati (l'anno scorso Cunego vinse in Cina proprio con la maglia azzurra)
2- Far correre alle nazionali convocate dai ripettivi CT per i Campionati Mondiali una breve corsa a tappe (diciamo 3 o 4) prima della corsa in linea: sarebbe un modo per valutare le condizioni degli atleti convocati, capire se ci sono gli estremi per una tattica piuttosto che per un'altra, ecc. (questo discorso era già stato fatto da me e Aranciata su un altro thread, non ricordo però quale)

Questo perchè, come in tutti gli sport, le squadre di club hanno degli sponsor che pagano, e le nazionali non sono sempre ben viste, anzi (a volte sono considerate come una minaccia per i tesserati... bah!). Quindi i giorni "nazionali" devono essere concentrati, e soprattutto non devono essere troppi! Altrimenti tutti si ricorderebbero della vittoria di Pinco Pallino con l'Italia e nessuno di Sempronio con la Ceramica Flaminia (ho detto il primo nome di un team che m'è venuto in mente...)!!!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 248
Registrato: Oct 2004

  postato il 10/12/2004 alle 22:32
Originariamente inviato da mario82

Originariamente inviato da marc

Sembra praticamente certo il passaggio di Simoni all'impero Austro-Ungarico


Speriamo non lo legga tonymontana, altrimenti potrebbe chiamare a rapporto Massimo Decimo Meridio e tutto l'esercito di Roma...


eh già.. si ho già fatto richiamare le truppe di massimo dalal germania, stanno arrivando..

a parte gli scherzi, rebellin ha fatto quello che farebbero in molti al giorno d'oggi: aveva creduto che forse riusciva a correre il mondiale di casa, ma date le circostanze sfavorevoli ha detto: lo sai che c'è de nuovo, che io l'argentina nn me la so mai inculata de pezza (passami il termine admin!), adesso che nn ho più problemi di convocazione( nn penso che abbia aspirazione di correre a madrid, visto che il circuito dove l'asperità più dura è paragonabile al garage sotto casa mia) tornerò a cantare l'inno di mameli come se nulla fosse..

gli ideali e i principi sono ahimè stati riposti in un comodino..

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 11/12/2004 alle 14:52
Per la cronaca, il thread di cui parlavo nel precedente post è "Qualcuno volò sul nido del Ballero"
 
Edit Post Reply With Quote
Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.6426270