Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > La Fine Dello Sport!!
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2  >>

Warning: mysql_result(): Unable to jump to row 0 on MySQL result index 338 in /var/www/html/functions.php on line 515
Autore: Oggetto: La Fine Dello Sport!!

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 20/06/2006 alle 17:38
Proprio oggi a tempo perso mi sono posto una domanda:

QUAL'é IL PROBLEMA DELLO SPORT?
PERCHé CALCIO E CICLISMO SONO I DUE SPORT CHE PIù VANNO A ROTOLI?
COS'HANNO IN COMUNE?

A questo punto mi sono pure risposto: in entrambi girano TROPPI SOLDI!!!
Se gli stipendi fossero un po' più bassi non ci sarebbero fallimenti e perdite di sponsor non disposti a rischiare tanti soldi.
Se le squadre non avessero disperato bisogno di soldi non ci sarebbe neanche la corsa alle più svariate tecniche di frode per tirare acqua al mulino: Doping, Moggiopoli...
E proprio calcio e ciclismo sono due degli sport dove girano TROPPI soldi: contratti da sceicchi, premi di migliaia di €, ecc...
A questi si aggiunge il tennis, la boxe e di tanto in tanto altri sport.

Perchè a questo punto non dare una ridimensionata ai costi?
Stipendi minori, allenamenti part-time e possibilità di studio con certe agevolaioni, per garantirsi un futuro, e gare meno dure.

Si avrebbe (secondo me) sport più puliti, con vero spirito sportivo e soprattutto pochi soldi in circolo che magari potrebbero servire ad altri progetti.



 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 20/06/2006 alle 17:47
Il dilettantismo è un'utopia e tornare al tempo della pietra (sportivamente parlando) è impossibile.
Per me ci vuole solo chiarezza nelle regole e certezza/durezza delle sanzioni per chi sgarra.
Chiunque sgarra!!!!!!!!

Ps: per fortuna nel ciclismo non c'è neanche il 30% della cacca che c'è nel calcio e, soprattutto, non c'è neanche il 2% dei soldi!!!.

 

[Modificato il 20/06/2006 alle 17:52 by stress]

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Giro di Romandia




Posts: 51
Registrato: Jul 2006

  postato il 20/06/2006 alle 18:31
guarda che i calciatori guadagnano x dieci volte dei ciclisti, Totti nel 2004 ha preso 50 miglioni di euro (escluse campagne pubblicitarie e sponsor privati) uno come Basso invece se prende 900.000 euro l'anno è pure troppo, quindi quando parli di ridimensionare gli stipendi parla dei calciatori, il ciclismo è uno sport povero ignorante!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 20/06/2006 alle 18:40
spero che quel povero ignorante non fosse diretto a me...

Non mettevo in relazione i 2 stipendi, certo che nel calcio sono di molto superiori al ciclismo, lo so, seguo più che abbastanza, dico che sport dove glistipendi superano i 100.000€ di stipendio ci sia una spietata gara ai soldi, forse è troppo grande il ridimensionamento citato prima come mi ha fatto notare stress, ma a questo punto o ci si mette la testa a posto o è così purtroppo.
Guarda la canoa campioni come Rossano Galtarossa, vincitore di 1 oro olimpico, pluricampione mondiale e con vari piazzamenti in tutte le corse maggiori, è costretto a lavorare duramente come dirigente della Canottieri Padova e non gira in Porsche o Ferrari, ma con una modesta Volkswagen.

Questo secondo me è il vero spirito, lo sport deve essere un lavoro come gli altri non una possibilità di diventare migliardari.

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 20/06/2006 alle 18:54
I miliardi e i milioni sono senza la G!!!!!!!!!!

Non sono i soli soldi la scriminante ma è tutto il teatro che circonda gli eventi e che porta tanti soldi dalle Tv e dalle sponsorizzazioni.
E' un qualcosa che si autoalimenta e s'ingrossa sempre +.
Prima o poi (spero prima possibile almeno si ridistribuiscono soldi anche ai cosidetti sport minori) i signori del calcio faranno un gran badabum e si ritroveranno col sedere per terra.

Per fortuna del ciclismo questo teatro nel ciclismo (mi scuso per la ripetizione) non c'è e non ci sarà mai.
Guardate la Gazzetta, è il giornale che organizza il giro e lo relega da pagina 30 in poi mentre le prime 28 pagine parlano di calcio e cacca /-/ cacca e calcio dalla serie A alla serie Z e poi tornando indietro.
Pagina 29 Pubblicità

 

[Modificato il 20/06/2006 alle 19:15 by stress]

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1771
Registrato: Jan 2005

  postato il 20/06/2006 alle 19:09
punizioni certe ed esemplari,senza sconti x nessuno.
chi è colpevole deve pagare,chi nn parla anche.
soprattutto c'è bisogno di regole chiare e rigide che impediscano alcun aggiramento.
purtroppo molte delle cose che accadono nello sport accadono anche in altri ambiti della società(banche,politica,industria.....)quindi purtroppo la politica del raggiro e dell'illecito è innata alla cultura italiana fin dai tempi dell'impero romano,il papato,i primi passi della monarchia.....che ci crea situazioni ben più difficili di altri paesi europei in cui la cosicenza civile è più alta della nostra.
legislazione e giustizia(istituzioni importantissime)devono aiutarci a costruire finalmente uno sport-società puliti.

 

____________________
http://www.controcopertina.it

 
Edit Post Reply With Quote

Professionista




Posts: 39
Registrato: Apr 2006

  postato il 20/06/2006 alle 19:10
Originariamente inviato da super cunego
Guarda la canoa campioni come Rossano Galtarossa, vincitore di 1 oro olimpico, pluricampione mondiale


lo sport di cui rossano galtarossa è un illustre rappresentante non è la canoa, bensì il canottaggio .ad alcuni può sembrare un cavillo lessicale ma la differenza è fondamentale!sono due sport diversi!!!
faccio presente questa cosa perchè avendo remato per diversi anni,questi termini non appropriati mi saltano subito agli occhi.
comunque per quanto riguarda il caso di galtarossa, non direi proprio che si stia ammazzando di lavoro alla canottieri padova.piuttosto ha trovato una posizione abbastanza comoda per continuare ad avere un ruolo nel mondo del canottaggio.
al di là di questo è vero che il canotttaggio,questo si! è uno sport dove davvero girano zero soldi...
mi scuso se mi sono allontanato dal thread
ciao

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Laurent Fignon




Posts: 769
Registrato: Jun 2006

  postato il 20/06/2006 alle 21:26
Originariamente inviato da super cunego

Proprio oggi a tempo perso mi sono posto una domanda:

QUAL'é IL PROBLEMA DELLO SPORT?
PERCHé CALCIO E CICLISMO SONO I DUE SPORT CHE PIù VANNO A ROTOLI?
COS'HANNO IN COMUNE?

A questo punto mi sono pure risposto: in entrambi girano TROPPI SOLDI!!!
Se gli stipendi fossero un po' più bassi non ci sarebbero fallimenti e perdite di sponsor non disposti a rischiare tanti soldi.
Se le squadre non avessero disperato bisogno di soldi non ci sarebbe neanche la corsa alle più svariate tecniche di frode per tirare acqua al mulino: Doping, Moggiopoli...
E proprio calcio e ciclismo sono due degli sport dove girano TROPPI soldi: contratti da sceicchi, premi di migliaia di €, ecc...
A questi si aggiunge il tennis, la boxe e di tanto in tanto altri sport.

Perchè a questo punto non dare una ridimensionata ai costi?
Stipendi minori, allenamenti part-time e possibilità di studio con certe agevolaioni, per garantirsi un futuro, e gare meno dure.

Si avrebbe (secondo me) sport più puliti, con vero spirito sportivo e soprattutto pochi soldi in circolo che magari potrebbero servire ad altri progetti.





io distinguerei tra corruzione pura e semplice e doping, in ogni caso: il doping penso che esista pressoché in qualsiasi sport (a parte il golf, forse) ed è inevitabile che qualcuno decida di ricorrere all'aiuto della medicina (distruggendosi), nel momento in cui due individui cercano di competere tra loro sul piano fisico, a maggior ragione quando lo fanno per lavoro; questa non vuole essere una apologia del doping, ma solo un'amara constatazione.

il calcio, nello specifico, credo che sia, a livelli professionistici, un non-sport fatto di combine, soldi, corruzione e veline; è sempre stato così (vedi scandali anni '80), molti risultati di partite di serie a apparentemente "clamorosi" sono ampiamente prevedibili (per esempio il salvataggio della fiorentina l'anno scorso fu davvero molto sospetto), e a gestire la baracca ci sono un manipolo di potenti che cercano soltanto un po' di visibilità e di copertine dei giornali, da della valle a tronchetrti (non dimentichiamoci in tempi recenti di cragnotti e tanzi, nomi che dicono qualcosa, vero?). insomma, è il sistema-calcio che è marcio fino al midollo, tant'è che secondo me lo stato dovrebbe tirarsi indietro e imporre la creazione di una lega professionistica privata sotto la diretta responsabilità civile e penale di chi la organizza. poi, a me giocare a calcio piace e diverte: ma il calcio professionistico non mi dice, né mi dà alcunché.
(p.s: anche i mondiali sono una mezza farsa; la dimostrazione? korea 2002, no???)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 20/06/2006 alle 22:33
Rispondo un po' a tutti senza quote.
Per le G di troppo dovevo dimostrare di non essere povero ignorante...

Stress, anch'io avevo detto che il primo problema sono le teste calde, perchè i soldi da soli non si mettono d'accordo, ma sono quelli l'obbiettivo, e se nessuno mette la testa a posto si devono limitare gli obbiettivi.
Per il discorso canoa-canottaggio so che sono differenti, ma non ho mai capito la differenza... comunque non era quello il punto.
Per il fatto ammazzarsi di lavoro è uscito su un giornale locale un'intervista in cui metteva in evidenza tale fatto. per arrivare a fine mese deve darsi da fare, comunque mi sembra abbastanza volenteroso, organizza anche tornei di tennis, uno proprio in questi giorni.

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Parigi-Nizza




Posts: 46
Registrato: Apr 2006

  postato il 20/06/2006 alle 23:11
ciao

volevo solo ricordare che il doping prolifera anche e piu nel modo amatoriale ,dove non penso sia il denaro il problema ,tuttalpiu si puo vincere un bel tostapane nuovo fiammante......

 

____________________
Daniele Zammicheli
www.berchisport.com
www.endurancenter.com


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1502
Registrato: May 2004

  postato il 20/06/2006 alle 23:28
Originariamente inviato da mattanattan

Originariamente inviato da super cunego
Guarda la canoa campioni come Rossano Galtarossa, vincitore di 1 oro olimpico, pluricampione mondiale


lo sport di cui rossano galtarossa è un illustre rappresentante non è la canoa, bensì il canottaggio .ad alcuni può sembrare un cavillo lessicale ma la differenza è fondamentale!sono due sport diversi!!!
faccio presente questa cosa perchè avendo remato per diversi anni,questi termini non appropriati mi saltano subito agli occhi.
comunque per quanto riguarda il caso di galtarossa, non direi proprio che si stia ammazzando di lavoro alla canottieri padova.piuttosto ha trovato una posizione abbastanza comoda per continuare ad avere un ruolo nel mondo del canottaggio.
al di là di questo è vero che il canotttaggio,questo si! è uno sport dove davvero girano zero soldi...
mi scuso se mi sono allontanato dal thread
ciao


Tra l'altro forse voi non sapete che il nostro kobramino d'oro mattanattan l'ha pure battuto Galtarossa... In equipaggio 6 contro 6 se non mi sbaglio...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Professionista




Posts: 39
Registrato: Apr 2006

  postato il 21/06/2006 alle 10:46
Originariamente inviato da Zillo
Tra l'altro forse voi non sapete che il nostro kobramino d'oro mattanattan l'ha pure battuto Galtarossa... In equipaggio 6 contro 6 se non mi sbaglio...


ah!come è bistrattato il canottaggio!!! l'equipaggio da sei non esiste,era la gara dell'otto!!ma ti perdono,zillo...
però è vero. campionati regionali veneto,padova 12-06-2005 : derby tra canottieri padova e padovacanottaggio nella gara dell'otto senior: abbiamo vinto noi!!!cioè ovviamente la padovacanottaggio!!
e tra gli avversari c'era un certo rossano galtarossa......

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Professionista




Posts: 39
Registrato: Apr 2006

  postato il 21/06/2006 alle 10:54
Originariamente inviato da super cunego
Per il fatto ammazzarsi di lavoro è uscito su un giornale locale un'intervista in cui metteva in evidenza tale fatto. per arrivare a fine mese deve darsi da fare, comunque mi sembra abbastanza volenteroso, organizza anche tornei di tennis, uno proprio in questi giorni.


prova un po' a vedere di era quell'articolo...forse di un certo giornalista di cui non faccio nome che è interno all'ambiente della canottieri?...mah...chissà...lasciamo perdere va'...
comunque sul fatto che sia volenteroso nessuno lo mette in dubbio,solo evitiamo di dire che si ammazza di lavoro...
ma quello che mi pare attinente a questo thread è che quando uno ha concluso una carriera anche brillante nel canottaggio,non è più o meno nessuno e devo andarsene a lavorare come tutte le persone normali...anche perchè molto spesso a causa degli impegni sportivi non è stato possibile per molti campioni portare a termine gli studi.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 21/06/2006 alle 11:12
Originariamente inviato da mattanattan

Originariamente inviato da Zillo
Tra l'altro forse voi non sapete che il nostro kobramino d'oro mattanattan l'ha pure battuto Galtarossa... In equipaggio 6 contro 6 se non mi sbaglio...


ah!come è bistrattato il canottaggio!!! l'equipaggio da sei non esiste,era la gara dell'otto!!ma ti perdono,zillo...
però è vero. campionati regionali veneto,padova 12-06-2005 : derby tra canottieri padova e padovacanottaggio nella gara dell'otto senior: abbiamo vinto noi!!!cioè ovviamente la padovacanottaggio!!
e tra gli avversari c'era un certo rossano galtarossa......

Paolo a leggere ste cose tu mi sembri proprio dotato di un qualcosa che mi sa di atleta puro e forte!!!!! alla kobram ti ho visto in salita mentre ho fatto quello scatto per riprendere mesti e tu andavi su che era na meraviglia (in bici 6 proprio gagliardo) e ora vedo che sei un grande anche nel canottaggio.....
le persone come te hanno dentro di loro qualcosa in più!!!!!!! tu 6 un atleta!!! te l'ho ha detto pure il Dance quando ti parlava di provare con la mtb...sei anche molto giovane (20 anni se non sbaglio???)...
Pensaci e prova...è un consiglio spassionato di uno che quando correva juniores sapeva di non essere un fenomeno però ci metteva (e ci metto tutt'ora) il cuore in quello che facevo sulla bici e si è visto in squasra dei compagni che avrebbero potuto veramente sfondare nel mondo del ciclismo professionistico, solo che non l'hanno fatto perchè il cuore non ce lo mettevano.....METTICI CUORE IN QUELLO CHE FAI PERCHE' HAI DELLE CARATTERISTICHE DA VERO ATLETA!!!!

un abbraccio e spero ci si riveda presto

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2712
Registrato: Mar 2006

  postato il 21/06/2006 alle 11:37
basso cmq ne piglia di + che 900 mila perke l'anno scorso ha rinnovato il contratto e lo sapevate ke rendeva meno di 1 francese, mi sembra moncutie o moreau, lo disse bulbarelli al gro 2006 e al tour 2005 se nn ricordo male!
 
Edit Post Reply With Quote

Professionista




Posts: 39
Registrato: Apr 2006

  postato il 21/06/2006 alle 11:43
Originariamente inviato da robby
Paolo a leggere ste cose tu mi sembri proprio dotato di un qualcosa che mi sa di atleta puro e forte!!!!! alla kobram ti ho visto in salita mentre ho fatto quello scatto per riprendere mesti e tu andavi su che era na meraviglia (in bici 6 proprio gagliardo) e ora vedo che sei un grande anche nel canottaggio.....
le persone come te hanno dentro di loro qualcosa in più!!!!!!! tu 6 un atleta!!! te l'ho ha detto pure il Dance quando ti parlava di provare con la mtb...sei anche molto giovane (20 anni se non sbaglio???)...
Pensaci e prova...è un consiglio spassionato di uno che quando correva juniores sapeva di non essere un fenomeno però ci metteva (e ci metto tutt'ora) il cuore in quello che facevo sulla bici e si è visto in squasra dei compagni che avrebbero potuto veramente sfondare nel mondo del ciclismo professionistico, solo che non l'hanno fatto perchè il cuore non ce lo mettevano.....METTICI CUORE IN QUELLO CHE FAI PERCHE' HAI DELLE CARATTERISTICHE DA VERO ATLETA!!!!

un abbraccio e spero ci si riveda presto


non so se rispondere qui perchè credo che ormai siamo un po' off...ma io scrivo lo stesso e poi in caso a spostare sarà chi di dovere...

cheddire caro robby...intanto basta complimenti per carità!! che poi mi imbarazzo...
...fare sport ad alti livelli è sempre una scelta difficile perchè nel caso in cui uno abbia il potenziale per farlo, bisogna sacrificare molte cose anche in vista di un futuro non così certo..io,nonostante nel canottaggio me la cavassi benino non ho mai potuto aspirare per esempio a entrare in nazionale.prima di tutto perchè per farlo avrei dovuto sacrificare lo studio che insomma è ciò che ti permette di avere un futuro,soprattutto per uno che ha scelto il liceo classico alle superiori.durante tutte le superiori mi sono allenato quasi sette giorni su sette,e se non erano sette erano sei...ed ero uno di quelli che si allenava meno!chi voleva entrare in nazionale sapeva che non poteva fare meno di dieci-undici allenamenti a settimana.
però sono stato contento così,ho avuto anche io le mie belle soddisfazioni.a parte le gare regionali che quelle si vincevano abbastanza "agevolmente",mi è capitato di vincere una gara nazionale e diversi piazzamenti...il problema è che poi lì i primi posti sono monopolizzati dai gruppi sportivi(fiamme gialle forestale fiamme oro marina militare)...
ho iniziato a andare in bici poco più di un anno fa "per colpa" di un amico che mi ha coinvolto in questo magnifico sport.e da quando ho lasciato il canottaggio agonistico(da quando cioè sono venuto a bologna a studiare) ho iniziato a pedalare più frequentemente perchè io, se non mi muovo, sclero...
però tu dicevi che sono "molto giovane" :insomma,vent'anni per iniziare a fare ciclismo agonistico penso siano troppi;me lo ha confermato anche claudio...in ogni caso accolgo molto volentieri consigli di questo tipo!!

a questo punto questo post potrebbe essere spostato nel thread delle maturazioni tardive!!
scusate la lunghezza
ciao robby

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 21/06/2006 alle 11:58
sei un ragazzo con la testa sulle spalle...per davvero!!!e non è una frase di circostanza!!!!!

RISPETTO MASSIMO E STRUTTURALE, per il tuo discorso!!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1502
Registrato: May 2004

  postato il 21/06/2006 alle 12:56
Originariamente inviato da mattanattan

Originariamente inviato da Zillo
Tra l'altro forse voi non sapete che il nostro kobramino d'oro mattanattan l'ha pure battuto Galtarossa... In equipaggio 6 contro 6 se non mi sbaglio...


ah!come è bistrattato il canottaggio!!! l'equipaggio da sei non esiste,era la gara dell'otto!!ma ti perdono,zillo...


Vabbè dai: tanti contro tanti!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 21/06/2006 alle 15:00
Manatthan, non voglio dire che s'ammazza di lavoro, non lo so può essere come no...
Voglio solo sottolineare che uno come Galtarossa con tutto quello che ha vinto non lo conoscono nemmeno i padovani ... VERGOGNA.
Uno come Galtarossa dopo aver vinto tanto va a fare un lavoro modesto, quanti canottieri ora vivono di rendita o hanno un lavoro di spicco? Ricordo solo Galeazzi, mentre calciatori (e vi assicuro che non ho nulla contro il calcio, anzi...) che vivono di rendita o vanno a fare telecronisti o altro ce ne sono a bizzeffe: D'Amico, Sandreani, Caputi, Bulgarelli, Bergomi... tanti dei quali sono pure incompetenti...

Quindi diamo il giusto valore alle cose...

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 21/06/2006 alle 15:02
Originariamente inviato da super cunego

Quindi diamo il giusto valore alle cose...


E diamo anche i giusti ruoli alle persone: Caputi è un giornalista, e di certo non ha mai giocato a calcio a livelli medio-alti.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 21/06/2006 alle 15:06
Ok sbaglio con nomi o altro, ma perchè non volete capire il succo di quanto dico e andate a cercare errori che ci sono e ammetto di fare, ma che sono marginali???

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: May 2006

  postato il 21/06/2006 alle 15:14
Io capisco il succo del discorso. Ma devi tenere presenta una cosa, il calcio genera un giro di soldi pazzesco, ovviamente non puoi dare ai calciatori 1000€ al mese...il canottaggio non credo abbia un giro di denaro rilevante è ovvio che uno che ha praticato questo sport poi debba trovarsi un'altra occupazione, come tanti ciclisti del resto.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 21/06/2006 alle 15:27
Originariamente inviato da super cunego

Ok sbaglio con nomi o altro, ma perchè non volete capire il succo di quanto dico e andate a cercare errori che ci sono e ammetto di fare, ma che sono marginali???



Super Cunego,
in realtà l'errore più grosso che hai fatto è proprio in apertura di thread, ed è quello di paragonare (insieme) il calcio ed il ciclismo alla società moderna.

Che lo sport professionistico generi dei soldi, ormai, è fuori discussione, e proprio con "Calciopoli" abbiamo visto cosa sono "costretti" a fare certi dirigenti per assicurare alla società per cui lavorano degli esiti sportivi che si confacciano alle esigenze economiche delle stesse società.
Ergo: se non ci si qualifica in Champions League, si perdono tanti milioni di euro di diritti televisivi.

Non guardo mai talk-show sul calcio, ma ieri sono capitato su La7 durante "Il gol sopra Berlino" che - a parte il titolo bruttissimo - mi è sembrata una trasmissione pacata: 3 ospiti in studio, più il conduttore.
Tra gli altri, il polacco Boniek (un ex-calciatore che, come tu hai detto, ora lavora nel mondo giornalistico e comunque nel settore, e non lo chiamerei "vivere di rendita") ha posto l'accento sull'atletismo del mondo del calcio (oggi Corso non sarebbe un calciatore, e Paolo Rossi non sarebbe titolare, in attacco, neanche in una squadra di mezza classifica in serie B) e sul vorticoso giro di denaro che c'è nel calcio: a differenza di 20 anni, quindi, il sistema-calcio è stato totalmente inglobato nel sistema-tv.

Perché? Beh, facile a dirsi:
1- Spettacolo di 90', con intervallo: in pratica sembra di stare al cinema;
2- Nozioni fondamentali semplicissime: se la palla entra in rete è gol, se si fa un gol più degli altri si vince, se si vince si è forti.
3- Facilità nel "conquistare" tifosi e/o adepti: basta una pallina da tennis o un pezzo di carta racchiuso nello scotch per far sì che si possa dare dei calci a della palla; non servono certo gli investimenti iniziali del ciclismo (bici da corsa), tennis (racchetta), o altri sport.

Quindi: ci sono degli sport (calcio e F1 su tutti) che stanno diventando dei veri e propri spettacoli circensi. I perché, ancora, sono deducibili dall'importanza della televisione per pagare gli stipendi degli atleti.

Altri sport sono costretti a vivacchiare, e il ciclismo - ad esempio - ha provato (sta provando) a diventare un "mezzo circo" grazie alla castroneria del ProTour (intesa come realtà e non come idea, che è invece apprezzabile).
Probabilmente ha più denaro (poco) per la vendibilità di un circuito riconoscibile (corse ProTour), di un leader riconoscibile (maglia bianca del ProTour) e, quindi, più facilmente "comprensibile" (a largo raggio).

Quindi: ecco, la fine dello sport è l'ingresso dei ricchi.
Ricchi imprenditori, ricchi magnati, ricchi mercenari. Gente che non vuole portare né esportare passione per lo sport, ma solo (o comunque in maniera predominante) portare più introiti alle proprie attività.
Sponsorizzazioni, potere, visibilità: ergo, con la televisione che trasmette tutto calcio, i ricchi entrano nel calcio.

Poi magari falliscono... ma volete mettere la popolarità di Tanzi, Cragnotti e Cecchi Gori con quella di Galbusera, Del Lago e Fassa?

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Gino Bartali




Posts: 1312
Registrato: Feb 2005

  postato il 21/06/2006 alle 16:37

Bravo,detto questo penso si possa anche chiudera la discussione

 

____________________
DAvide

"Cause tramps like us,baby we were born to run" (Bruce Springsteen)

C.S.N.P.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 21/06/2006 alle 20:19
Volevo dare un ultimo chiarimento e dare la mia opinione finale.

Intanto non ritengo telecronisti/giornalisti gente che vive di rendita, sono due categorie distinte presenti nel mondo post-sportivo e calcistico in particolare.

Non ho paragonato ciclismo e calcio assieme, ho solo detto che i due sport si assomigliano perchè in entrambi girano troppi soldi compresi quelli della TV.
Sicuramente nel calcio sono tantissimi in più, ma ritengo esagerati anche quelli che girano nel ciclismo.

Lo sport deve essere un lavoro come un altro, se non un hobby.
Lo sportivo può prendere di più rispetto al lavoratore "normale" perchè magari lo fa divertire, ma si diverte anche...
Quindi quello che non capisco è il perchè abbiano ingaggi così remunerativi che compromettono le loro prestazioni diminuendo la voglia di fare, di tanti, ma non di tutti.

COSA ME NE FREGA DI VINCERE, TANTO IL MIO STIPENDIO LO PORTO A CASA E IO NON FALLISCO...

La mia opinione finale è che tutti noi la pensiamo in maniera più o meno differente come giusto che sia, non c'è quella giusta o sbagliata perchè entrambe fanno rotta su un miglioramento, non possiamo reciprocamente cambiarci la nostra personale opinione in linea di massima, e questa discussione potrebbe andare avanti in eterno, sarebbe bello, ma solo per il divertimento nostro e non cambierebbe nulla, rischiando grossi attriti fra noi.
Quindi continuiamo a parlarne in modo da divertirci e sviscerare i migliori metodi per migliorare lo sport, ma divertendoci, tanto alla fine non seguiranno i nostri consigli quasi certamente...


 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 21/06/2006 alle 20:57
Originariamente inviato da ManuelDR

guarda che i calciatori guadagnano x dieci volte dei ciclisti, Totti nel 2004 ha preso 50 miglioni di euro (escluse campagne pubblicitarie e sponsor privati) uno come Basso invece se prende 900.000 euro l'anno è pure troppo, quindi quando parli di ridimensionare gli stipendi parla dei calciatori, il ciclismo è uno sport povero ignorante!


Prima di dare dell'ignorante a chicchessia, prova a rileggere quello che scrivi!
1)50 "miglioni" di euro è inguardabile.
2) Ma dove le prendi queste cifre? Senza sponsor privati?
Quindi secondo te SENSI dà 100 miliardi l'anno a Totti???
Meno male che non è così, altrimenti la mia ROMA sarebbe fallita da un pezzo...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 21/06/2006 alle 21:04
Non mi ero accorto del particolare...
50 milioni?? ma neanche ronaldinho o un giocatore del Chelsea...
Oramai si arriva a 10-15 con gli sponsor, ma solo pochi privilegiati.

SONO GIà TROPPI.
E i corridori prendono più di 900.000 quelli che vincono, forse quello è un contratto, poi Sponsor, vittorie, piazzamenti.
Gente come Armstrong arrivava tranquillamente ai 2milioni.

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 21/06/2006 alle 21:11

Tra gli altri, il polacco Boniek (un ex-calciatore che, come tu hai detto, ora lavora nel mondo giornalistico e comunque nel settore, e non lo chiamerei "vivere di rendita") ha posto l'accento sull'atletismo del mondo del calcio (oggi Corso non sarebbe un calciatore, e Paolo Rossi non sarebbe titolare, in attacco, neanche in una squadra di mezza classifica in serie B) e sul vorticoso giro di denaro che c'è nel calcio: a differenza di 20 anni, quindi, il sistema-calcio è stato totalmente inglobato nel sistema-tv.


Mi spiace contraddire Zibì BONIEK, ma ha detto una castroneria grossa quanto una casa. Certo ROSSI non sarà stato un fisico da 10 e lode, ma nel 1978 al mundial argentino, fu titolare nella sfida che l'Italia vinse contro l'Argentina.
Argentina che poi quel mondiale lo vinse (seppur tra mille polemiche), battendo in finale i superatletici olandesi.....
quindi, per fortuna, nel calcio , l'atletismo conta fino a un certo punto.
E magari avercene di PAOLO ROSSI ancor oggi!
E in nazionale, non in B!
Riguardo poi l'atletismo nel calcio,l'Olanda non vinse nel '74, non vinse nel '78...e Zeman non ha mai vinto nulla.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 21/06/2006 alle 21:16
Scusate: che fisico hanno Inzaghi, Martins, Crouch alto 2m e 69kg, io alto 1,75 peso 74kg?
E non sono in nazionale e segnano?

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Laurent Fignon




Posts: 769
Registrato: Jun 2006

  postato il 21/06/2006 alle 22:04
Originariamente inviato da Knightlake98

Mi spiace contraddire Zibì BONIEK, ma ha detto una castroneria grossa quanto una casa. Certo ROSSI non sarà stato un fisico da 10 e lode, ma nel 1978 al mundial argentino, fu titolare nella sfida che l'Italia vinse contro l'Argentina.
Argentina che poi quel mondiale lo vinse (seppur tra mille polemiche), battendo in finale i superatletici olandesi.....
quindi, per fortuna, nel calcio , l'atletismo conta fino a un certo punto.
E magari avercene di PAOLO ROSSI ancor oggi!
E in nazionale, non in B!
Riguardo poi l'atletismo nel calcio,l'Olanda non vinse nel '74, non vinse nel '78...e Zeman non ha mai vinto nulla.


dunque:
1. il mondiale del '78 fu un mondiale clamorosamente "rubato" dall'argentina grazie ad arbitraggi compiacenti;
2. ciò è tanto più grave visto che lo scopo di chi aveva organizzato quel mondiale era rafforzare il governo autoritario che era al potere;
3. se non sbaglio paolo rossi è stato coinvolto in prima persona, e condannato, nello scandalo calcioscommesse.

in tutta sincerità, io non ho niente contro chi si diverte guardando le partite, ma che poi ci si indigni per i vari scandali mi dà veramente fastidio: perché è evidente a chiunque non voglia voltare la testa dall'altra parte che il calcio professionistico è una pantomima, i giocatori per lo più dei corrotti, e la politica e il mondo dei grandi affari sfruttano il sistema per finalità loro proprie.
che lo stato abbia una parte in tutto questo, però, questo sì che dovrebbe scandalizzare!

 
Edit Post Reply With Quote

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 21/06/2006 alle 22:13
Originariamente inviato da magliarossa

Originariamente inviato da Knightlake98

Mi spiace contraddire Zibì BONIEK, ma ha detto una castroneria grossa quanto una casa. Certo ROSSI non sarà stato un fisico da 10 e lode, ma nel 1978 al mundial argentino, fu titolare nella sfida che l'Italia vinse contro l'Argentina.
Argentina che poi quel mondiale lo vinse (seppur tra mille polemiche), battendo in finale i superatletici olandesi.....
quindi, per fortuna, nel calcio , l'atletismo conta fino a un certo punto.
E magari avercene di PAOLO ROSSI ancor oggi!
E in nazionale, non in B!
Riguardo poi l'atletismo nel calcio,l'Olanda non vinse nel '74, non vinse nel '78...e Zeman non ha mai vinto nulla.


dunque:
1. il mondiale del '78 fu un mondiale clamorosamente "rubato" dall'argentina grazie ad arbitraggi compiacenti;
2. ciò è tanto più grave visto che lo scopo di chi aveva organizzato quel mondiale era rafforzare il governo autoritario che era al potere;
3. se non sbaglio paolo rossi è stato coinvolto in prima persona, e condannato, nello scandalo calcioscommesse.

in tutta sincerità, io non ho niente contro chi si diverte guardando le partite, ma che poi ci si indigni per i vari scandali mi dà veramente fastidio: perché è evidente a chiunque non voglia voltare la testa dall'altra parte che il calcio professionistico è una pantomima, i giocatori per lo più dei corrotti, e la politica e il mondo dei grandi affari sfruttano il sistema per finalità loro proprie.
che lo stato abbia una parte in tutto questo, però, questo sì che dovrebbe scandalizzare!

magliarossa non hai capito un beep.
consentimi.
Io stesso avevo scritto "tra mille polemiche".
nessuno discute che fu un mondiale anomalo, ma ciò non toglie che l'argentina fosse un'ottima squadra, e battè un Olanda iperatletica.L'Italia col "senza fisico" Rossi titolare però fu l'unica squadra a battere i futuri campioni del mondo.
Ad ogni modo si parlava di FISICI e non del fatto che Rossi all'epoca fu coinvolto nel calcio-scommesse.
Anzi, meno male che i 3 anni di squalifica li ridussero a 2 altrimenti nel mundial '82 non l'avremmo avuto pensa un po'....

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Laurent Fignon




Posts: 769
Registrato: Jun 2006

  postato il 21/06/2006 alle 22:21
Originariamente inviato da Knightlake98


magliarossa non hai capito un beep.
consentimi.
Io stesso avevo scritto "tra mille polemiche".
nessuno discute che fu un mondiale anomalo, ma ciò non toglie che l'argentina fosse un'ottima squadra, e battè un Olanda iperatletica.L'Italia col "senza fisico" Rossi titolare però fu l'unica squadra a battere i futuri campioni del mondo.
Ad ogni modo si parlava di FISICI e non del fatto che Rossi all'epoca fu coinvolto nel calcio-scommesse.
Anzi, meno male che i 3 anni di squalifica li ridussero a 2 altrimenti nel mundial '82 non l'avremmo avuto pensa un po'....


no, guarda, io avevo capito benissimo, e non intendevo inserirmi nel dibattito sulla fisicità degli atleti (fra l'altro a mio parerequello che ha affermato boniek non era in contraddizione con quello che dici te), ma cogliere l'occasione per una riprova delle mie teorie sul calcio professionistico.
riguardo al mondiale dell '82, beh, il fatto che giocasse rossi è di per sé abbastanza eloquente, e cmq anche su quel successo ci sono state delle inchieste giornalistiche che hanno gettato più di un'ombra.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 21/06/2006 alle 22:56
faccio tutt'erba un fascio:

1) gli stipendi sono proporzionali al giro d'affari che lo sport genera.
Negli USA i giocatori di baseball, basket o football, surclassano nettamente un giocatore di calcio, perchè a loro del calcio non gliene frega niente e nessuno paga per vederlo (tantomeno le televisioni).

Comunque riesce difficile pensare a uno sport come un hobby, o a stipendi da impiegato, quando c'è gente che paga fior di quattrini per vederti giocare: oltretutto non sarebbe neanche giusto.
Totti guadagna tanto perchè buona parte del fatturato della Roma (sui 200 milioni di euro, mi pare) è merito suo: Sensi non glieli regala certo i soldi, ma sa bene che se dà una certa cifra a Totti, quella gli ritorna con gli interessi.
Oltretutto sono soldi suoi, ed ha il diritto di farci quello che gli pare: non vedo perchè ci si debba scandalizzare per gli stipendi dei calciatori.
Non ho mai capito perchè un attore può guadagnare tanto e nessuno dice niente, idem per un musicista o un artista in generale, ma se guadagna uno sportivo c'è sempre qualcosa da obiettare.

Il problema, magari, è che non tutti si rendono che a lauti guadagni dovrebbero corrispondere anche grandi responsabilità verso chi ti consente di ottenere ciò (e parlo del pubblico in generale): il discorso delle responsabilità entra a fatica nella testa dei nostri illustri pedatori, più propensi a conoscere i propri diritti piuttosto che i propri doveri.

2) perchè il calcio piace tanto? secondo me è un fatto di tradizione.
In Italia ad ogni bambino gli mettono la palla tra i piedi e gli dicono di calciare: in America gli danno un guantone da baseball e gli insegnano a lanciare.
Poi sono dell'opinione che alla gente di razza latina piaccia l'imprevedibilità di questo sport; negli sport con alti punteggi, per vincere devi giocare almeno alla pari con gli avversari, mentre nel calcio (punteggio basso) si può vincere anche subendo 80 minuti su 90.

3) l'atletismo nel calcio. Se guardate una partita di 30 anni fa, sembra giocata al rallentatore: correvano di meno, meno velocità, pressing zero, in compenso tecnica superiore.
30 anni fa, per giocare in serie A, occorrevano basi tecniche eccelse: oggi è fondamentale il fattore atletico.
E' pur vero che quando si gioca a velocità minore, gli errori diminuiscono.

Se vediamo giocare Rivera o Corso ai loro tempi, ci accorgiamo che, una volta ricevuta palla, hanno un sacco di tempo per decidere cosa farne: oggi avrebbero si e no mezzo secondo, e poi si troverebbero tutti addosso.
Potrebbero giocare in serie A Rivera e Corso? certamente si, ma dovrebbero adeguarsi alle velocità odierne: se giocassero ai ritmi dei loro tempi non troverebbero posto neanche in C/2 (e forse è questo che Boniek voleva dire).
30 anni fa faceva meraviglia gente come Paul Breitner, capace di 11" e qualcosa sui 100 m: oggi probabilmente un tempo del genere lo farebbe mezza serie A.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 4217
Registrato: Oct 2003

  postato il 21/06/2006 alle 23:46
QUAL'é IL PROBLEMA DELLO SPORT?
PERCHé CALCIO E CICLISMO SONO I DUE SPORT CHE PIù VANNO A ROTOLI?
COS'HANNO IN COMUNE?


Dove va lo sport?
Innanzi tutto calcio e ciclismo non mostrano la stessa crisi. Il ciclismo, relativamente all’Italia, sta compassandosi come mai nella sua storia…… per mancanza di risorse. Le sponsorizzazioni non ci sono e questo è certamente un tema sul quale spendersi con tutte le forze….. Il calcio, pur nella corruzione e nel marcio che lo contraddistingue, è divenuto, nella versione rollerball, la malattia degli italiani. Gli sponsor non lo abbandonano, nemmeno di fronte a degli omicidi……Potrebbe cambiare qualcosa sul mondo del pallone se si alzasse un poco il sipario sul doping imperante, ma chi vi opera, anche con funzioni di controllo, si guarda bene dal farlo. Sempre sul doping il problema coinvolge tutte le discipline in maniera proporzionale ai soldi che vi girano, quindi c’è, eccome, anche nell’accennato pulito golf. Piuttosto, chiediamoci se lo sport, in questo Paese, possa essere diretto ancora dal vetusto Coni…..

 

____________________
"Non discutere con gli stupidi, perchè scenderesti al loro livello e ti batterebbero per la loro esperienza".

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Octave Lapize




Posts: 473
Registrato: May 2005

  postato il 22/06/2006 alle 00:15
Non mi ero accorto del particolare...
50 milioni?? ma neanche ronaldinho o un giocatore del Chelsea...
Oramai si arriva a 10-15 con gli sponsor, ma solo pochi privilegiati.

SONO GIà TROPPI.
E i corridori prendono più di 900.000 quelli che vincono, forse quello è un contratto, poi Sponsor, vittorie, piazzamenti.
Gente come Armstrong arrivava tranquillamente ai 2milioni.


mi sembra ke armstrong in quanto a guadagni "lordi" fosse nella top ten degli sportivi più pagati al mondo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 22/06/2006 alle 00:17
Non ho mai capito perchè un attore può guadagnare tanto e nessuno dice niente, idem per un musicista o un artista in generale, ma se guadagna uno sportivo c'è sempre qualcosa da obiettare.


Ho messo nel titolo Sport, ma ci sarebbe molto da dire sugli stipendi di tutti.
Ci lamentiamo di gente che prende 800€ al mese... basterebbe che ogni VIP regalasse 250-500€ ad una cassa che poi li girerebbe ai più precari, ma non lo si fa, o per lo meno non tutti.



Innanzi tutto calcio e ciclismo non mostrano la stessa crisi.


Io corruzione e doping li metterei sullo stesso piano, è andare contro il 1° articolo della costituzione sportiva: LEALTà.



Se vediamo giocare Rivera o Corso ai loro tempi, ci accorgiamo che, una volta ricevuta palla, hanno un sacco di tempo per decidere cosa farne: oggi avrebbero si e no mezzo secondo, e poi si troverebbero tutti addosso.
Potrebbero giocare in serie A Rivera e Corso? certamente si, ma dovrebbero adeguarsi alle velocità odierne: se giocassero ai ritmi dei loro tempi non troverebbero posto neanche in C/2 (e forse è questo che Boniek voleva dire).


Se avessimo giocatori come Rivera, Corso, Rossi cambierebbe il modo di giocare, non sarebbero loro a doversi adattare.
Vedi il Brasile e le squadre Sudamericane: giochicchiano per 80' e solo 10' di accellerazioni che fanno veramente male.
è uno stile differente, ma esiste ancora, noi siamo abituati a vedere il calcio europeo, ma dobbiamo guardare in tutto il mondo.

Negli USA i giocatori di baseball, basket o football, surclassano nettamente un giocatore di calcio, perchè a loro del calcio non gliene frega niente e nessuno paga per vederlo (tantomeno le televisioni).


Infatti ho scritto la fine dello sport, non del calcio...
Ho fatto solo due esempi, ma come ho già detto se ne potrebbe parlare all'infinito di infinite cose.

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 22/06/2006 alle 00:55
Originariamente inviato da super cunego


Ho messo nel titolo Sport, ma ci sarebbe molto da dire sugli stipendi di tutti.


lo stipendio va in proporzione di quanto uno rende: se io potessi darei volentieri uno stipendio di un milione di euro a chi me ne fa guadagnare due.
Sensi, o Moratti, o altri, possono e lo fanno: i soldi sono i loro, non vedo qual'è il problema.


Se avessimo giocatori come Rivera, Corso, Rossi cambierebbe il modo di giocare, non sarebbero loro a doversi adattare.
Vedi il Brasile e le squadre Sudamericane: giochicchiano per 80' e solo 10' di accellerazioni che fanno veramente male.
è uno stile differente, ma esiste ancora, noi siamo abituati a vedere il calcio europeo, ma dobbiamo guardare in tutto il mondo.


i brasiliani, quando la palla ce l'hanno gli avversari, corrono eccome: e in attacco, quando giochicchiano non cavano un ragno dal buco neanche con le squadrette da 4 soldi.
Oggi, se vuoi far risultato devi correre, e veloce.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 22/06/2006 alle 09:59
Non voglio spostare l'argomento sullla tecnica del giuoco del calcio, ma caro Antonello hai visto la partita del Brasile contro la Croazia?
Prima di andare in pressing i brasiliani aspettavano di avere gli avversari nella propria trequarti...
I croati cominciavano appena perdevano palla...

Cmq non è impossibile ridursi drasticamente l'ingaggio: guardate Damiano Tommasi, incontrista della Roma, il suo stipendio penso non arrivi ai 10.000€, è vero ha avuto un brutto intervento dove hanno dovuto ricostruirgli pure i capillari del ginocchio, ma è un giocatore che ha militato anche in nazionale, vinto uno scudetto è che tutt'ora gioca meglio di molti altri che prendono valanghe di soldi più di lui.

Certo Antonello il fatto che i soldi siano loro gli da diritto a fare ciò che vogliono, ma poi vediamo che le squadre che realmente guadagnano sono poche... diciamo le prime 4 dei vari campionati.
Siccome stipendi da capogiro le hanno minimo 15 per ogni nazione 11 devono trovare un modo alternativo che purtroppo talvolta è ontro la lealtà sportiva...

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 22/06/2006 alle 11:59
Originariamente inviato da Knightlake98

Originariamente inviato da magliarossa

dunque:
1. il mondiale del '78 fu un mondiale clamorosamente "rubato" dall'argentina grazie ad arbitraggi compiacenti;
2. ciò è tanto più grave visto che lo scopo di chi aveva organizzato quel mondiale era rafforzare il governo autoritario che era al potere;
3. se non sbaglio paolo rossi è stato coinvolto in prima persona, e condannato, nello scandalo calcioscommesse.(...)


magliarossa non hai capito un beep.
consentimi.
Io stesso avevo scritto "tra mille polemiche".
nessuno discute che fu un mondiale anomalo, ma ciò non toglie che l'argentina fosse un'ottima squadra, e battè un Olanda iperatletica.L'Italia col "senza fisico" Rossi titolare però fu l'unica squadra a battere i futuri campioni del mondo.(...)

Che quell'Argentina, allenata da Luìs "el flaco" Menotti fu una grande squadra, non ci piove. Così come grandissima squadra fu quell'Italia, a detta di molti la più spettacolare di sempre, che si stava preparando alla vittoria Mundial del 1982.

Però dire che la vittoria degli argentini non sia stata agevolata, non mi trova del tutto d'accordo: la partita era Argentina-Perù, e i biancocelesti avevano bisogno di vincere con goleada, onde evitare l'eliminazione dal girone... e vi immaginate cosa sarebbe successo tra le strade di Buenos Aires?
Nel Perù gioca Ramon Quiroga, buon portiere di nazionalità argentina ma che scelse di giocare per il Perù grazie al doppio passaporto (probabilmente tra gli argentini non sarebbe mai arrivato in nazionale...): dopo un buon inizio dei peruviani, l'Argentina dilaga e chiude 6-0, passando il turno e successivamente laureandosi campione del mondo.
Tempo dopo la fine del mondiale, si scopre che ci fu un tentativo di assecondare i giocatori del Perù per la causa argentina. Cosa sarebbe successo se si fossero rifiutati, difficile da dire... di sicuro un po' di agevolazione ce l'hanno avuta, gli uomini di Menotti.

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 22/06/2006 alle 12:08
Originariamente inviato da antonello64

Se avessimo giocatori come Rivera, Corso, Rossi cambierebbe il modo di giocare, non sarebbero loro a doversi adattare.
Vedi il Brasile e le squadre Sudamericane: giochicchiano per 80' e solo 10' di accellerazioni che fanno veramente male.
è uno stile differente, ma esiste ancora, noi siamo abituati a vedere il calcio europeo, ma dobbiamo guardare in tutto il mondo.


i brasiliani, quando la palla ce l'hanno gli avversari, corrono eccome: e in attacco, quando giochicchiano non cavano un ragno dal buco neanche con le squadrette da 4 soldi.
Oggi, se vuoi far risultato devi correre, e veloce.

Sono perfettamente d'accordo con te, Antonello.

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 22/06/2006 alle 14:10
Originariamente inviato da super cunego
Cmq non è impossibile ridursi drasticamente l'ingaggio: guardate Damiano Tommasi, incontrista della Roma, il suo stipendio penso non arrivi ai 10.000€, è vero ha avuto un brutto intervento dove hanno dovuto ricostruirgli pure i capillari del ginocchio, ma è un giocatore che ha militato anche in nazionale, vinto uno scudetto è che tutt'ora gioca meglio di molti altri che prendono valanghe di soldi più di lui.


Il caso Tommasi è più che altro una curiosità: non mi pare che Sensi abbia abbassato il prezzo dei biglietti, dopo l'autoriduzione dell'ingaggio, quindi alla fine dal gesto di Tommasi ci ha guadagnato solo la società, non certo i tifosi, o il fisco (che ci ha rimesso).

Se i soldi continuano a circolare sempre in gran quantità, perchè i calciatori (che sono gli interpreti principali) dovrebbero abbassare le loro pretese? se Totti alla propria squadra fa guadagnare una ventina di milioni all'anno, ha pieno diritto a pretenderne una decina: è la legge del mercato.

Certo Antonello il fatto che i soldi siano loro gli da diritto a fare ciò che vogliono, ma poi vediamo che le squadre che realmente guadagnano sono poche... diciamo le prime 4 dei vari campionati.
Siccome stipendi da capogiro le hanno minimo 15 per ogni nazione 11 devono trovare un modo alternativo che purtroppo talvolta è ontro la lealtà sportiva...


se fosse come dici, tutte le squadre delle serie inferiori (che certamente fatturano meno di qualsiasi squadra di serie A) dovrebbero imbrogliare dalla mattina alla sera.

 
Edit Post Reply With Quote

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 22/06/2006 alle 14:39
x >Marco83: conosciamo tutti la faccenda di Quiroga etc., ma ciò non toglie che era una nazionale forte quella argentina nel '78.
Tornando alla faccenda atletismo, mi ripeto, per fortuna nel calcio ci sono altri mille fattori che influiscono un risultato.
La tecnica ad esempio.
Purtroppo fra questi ci sono anche i "Quiroga", gli arbitri compiacenti, il doping, le scommesse....ma quale sport è completamente privo di magheggi??


La faccenda di Tommasi: fu lui ad abbassarsi lo stipendio come gesto di ringraziamento alla società che lo ha aspettato tanto tempo e gli ha dato la possibilità di tornare a giocare in serie A.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 22/06/2006 alle 14:47
Perchè "iperatletica" l'Olanda 1978 ?
Erano alti, sì ma tutt'altro che gonfiati.
Era grosso Krol ? Neskens ? Rensenbrink ?
E quando facevano girare la palla gli altri potevano solo guardarla.

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 22/06/2006 alle 15:05
Originariamente inviato da Knightlake98

x >Marco83: conosciamo tutti la faccenda di Quiroga etc., ma ciò non toglie che era una nazionale forte quella argentina nel '78.

E io mica lo nego...

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 22/06/2006 alle 15:22
Originariamente inviato da nino58

Perchè "iperatletica" l'Olanda 1978 ?
Erano alti, sì ma tutt'altro che gonfiati.
Era grosso Krol ? Neskens ? Rensenbrink ?
E quando facevano girare la palla gli altri potevano solo guardarla.


non saranno stati gonfiati ma che fossero forti fisicamente, alti, e delle frecce in ogni parte del campo e che facevano della corsa un aspetto fondamentale dei loro schemi di gioco, mi pare cosa più che risaputa.
Io quando parlo di squadra ATLETICA intendo non solo una squadra forte fisicamente ma anche una compagine che corre.

Paolo Rossi era atletico dal punto di vista della velocità sicuramente , ma fu la tecnica a fargli sopperire alle mancanze fisiche che aveva nel contrastare gli avversari più rocciosi. E spesso ebbe la meglio.

 

[Modificato il 22/06/2006 alle 15:34 by ]

____________________

 
Edit Post Reply With Quote
<<  1    2  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.3288128