Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Giro 2006 - 12 tappa: Livorno-Sestri Levante
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2    3    4  >>
Autore: Oggetto: Giro 2006 - 12 tappa: Livorno-Sestri Levante

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 16/05/2006 alle 21:43
La prima volta delle Cinque Terre

Anni fa Torriani c’era andato vicino, molto vicino.
Nel 1979 aveva portato il Giro a Portovenere, a conclusione di una tappa a cronometro nel Golfo dei Poeti. Conoscendo la sua fantasia, la sua inventiva, il suo entusiasmo nel portare il Giro in ogni angolo d’Italia, credo che si sia dispiaciuto di non aver potuto violare, con la carovana della Corsa Rosa, quel territorio.
Perché un tempo, neppure troppo remoto, le Cinque Terre erano praticamente inaccessibili con strade carrozzabili.
Strano destino, quello di Riomaggiore e Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso
Isolate per secoli e raggiungibili solo con sentieri più o meno impervi, furono raggiunte dalla strada ferrata ben prima rispetto ad altre località .
Nel 1874, infatti, venne completato il tratto della linea ferroviaria Genova - La Spezia e le Cinque Terre uscirono dal loro millenario isolamento terrestre.
Il treno, quindi, si aggiunse al battello: erano gli unici mezzi per raggiungere i cinque paesi.
Per i collegamenti stradali bisognò attendere ancora a lungo.
Fu nel 1952 che iniziarono i lavori della litoranea, la strada costiera che avrebbe permesso di arrivare con le auto alle Cinque Terre.
Il compimento dell’opera che, ottimisticamente, era previsto per l’inizio degli anni 60, durò molti e molti anni.
All’epoca, infatti, l’ipotesi di raggiungere le Cinque Terre in auto costituiva una vera e propria impresa.
Negli anni ‘60 non solo non esisteva l’autostrada che collegava Genova a La Spezia, ma la litoranea terminava a Manarola.
Per raggiungere Corniglia e Vernazza, in particolare, era necessario compiere percorsi arzigogolati su strade strette (ancora oggi esistenti, in verità) che scoraggiavano i più.
Basti pensare che, ancora all’inizio degli anni 90, era sterrato l’ultimo tratto della litoranea, verso Monterosso
Poi l’asfalto venne steso ovunque e la strada delle Cinque Terre(quella che verrà percorsa dalla carovana il prossimo 19 maggio) fu completata.
Così si commentava, negli anni 60, la costruzione della strada: ”Un bel giorno, però, sarà ultimata, e allora, dicono, la fisionomia delle Cinque Terre muterà…I turisti, finalmente, potranno affluirvi in macchina da ogni parte, sia da Genova che dalla Spezia e certamente molti si fermeranno e costruiranno case, ville, alberghi…ma allora, diciamo noi, addio pace, addio quiete e serena bellezza delle cinque terre”. E ancora: ” Non possiamo fare a meno di augurarci che tutta la strada sia finita in fretta. Anche se, con l’arrivo del progresso, le Cinque Terre perderanno una parte del loro incanto e delle loro attrattive di serenità e di pace”.
In parte, effettivamente, è andata così.
Il flusso turistico è decisamente aumentato nel corso degli anni e, in alcune giornate, c’è più gente sulla Via dell’Amore che in Via del Corso.
In alcune viuzze, silenziose fino a pochi anni fa, sono state aperte gelaterie e pizzerie e un po’ di poesia è andata perduta.
Non c’è più la nonnina che, a Corniglia, seduta sulla porta di casa, ci chiedeva se volevamo assaggiare del vino.
Credo che non ci siano più nemmeno i nudisti, al Gùvano, ormai comodamente raggiungibile attraverso la vecchi galleria ferroviaria.
Fortunatamente, proprio nel momento della loro maggiore notorietà , alle Cinque Terre è stato riconosciuto lo status di Parco Nazionale e di Area Marina Protetta.
Patrimonio mondiale dell’umanità, le Cinque Terre non hanno conosciuto scempi urbanistici :è gia un successo.
E poi, diciamocela tutta: se non fosse stata realizzata la litoranea, il Giro non sarebbe ci sarebbe mai arrivato.


La prima volta fu nell’83. Pare incredibile, non c’ero mai stato.
Fu il mio amico Corrado, tra un giro in bici ed un altro, a propormelo.
Un giorno d’agosto, neppure troppo caldo: da Riomaggiore a Monterosso, in una botta sola, lungo i sentieri che collegano le cinque località.
Un fiasco di vino bianco spillato nella “Cantina dello zio Bramante” accompagnò una generosa colazione al sacco a Corniglia: salame, polpettone e zucchine ripiene .
Poi via verso Vernazza , salita dura e arrivo di fronte al Mesco. Una bella passeggiata ed una straordinaria scoperta.
Tra tutte, mi piacque già allora Corniglia, alta sul mare.
E Corniglia fu, tre anni dopo, il nostro ” buen retiro.”. Quanti fine settimana abbiamo trascorso, Rosa ed io , in quell’atmosfera ovattata: un monolocale piccolo piccolo, con poggiolo e vista sul Mesco
Non c’era la televisione:solo attraverso la radio seppi del tradimento di Roche , nella tappa di Sappada , e della vittoria di Van der Velde a Canazei.
Che bello leggere la” Rosea” al mattino, sul mare , dopo aver mangiato un bel po’ di schiaccina! Sembrava di essere tornati indietro nel tempo, quando si immaginavano le corse attraverso la radio e, l’indomani si leggevano le cronache sul giornale.
Un’anno, addirittura , decidemmo di passare un periodo di ferie proprio lì: si andava al Gùvano,o allo spiaggione verso Menarola, per fare il bagno. Al ritorno, sotto il sole e dopo un’interminabile teoria di scalini, ci aspettavano le acciughe al verde, le zucchine dell’orto della padrona di casa e le notizie dal Tour, quello di Delgado.
Ma le Cinque Terre sono state, anche, la nostra prima gita in Vespa (sembrava che Monterosso fosse chissà dove!), gli spuntini a Manarola, il bagno nudi allo spiaggione, tanti giri in moto, i gavettoni con gli amici romani e altre belle giornate che ancora, di tanto in tanto, ci regaliamo.


Andateci,miei cari amici, alle Cinque Terre,ma nei periodi giusti. In tarda primavera ( a giugno, magari) o, piuttosto, a ottobre:l’acqua del mare è ancora calda ed i colori sono splendidi.
Lo avevano ben scritto Gino e Michele (li ricordate?) sul numero di Linus del giugno 1987:”
Corniglia, delle Cinque Terre, è la più Terra e la meno Mare. Cioè per arrivare in spiaggia devi farti l’equivalente di una Cinque Mulini e se ti accontenti solo di raggiungere il porticciolo alle pendici del paese, ti smazzoli d’obbligo una lunga teoria di scalette che è come essere nell’”Inferno di cristallo” quando la tromba dell’ascensore è in fiamme e buttarti dall’ottantesimo piano c’è il rischio di non mirare il telone. E poi a Corniglia gli unici teloni servono a coprire le barche tirate a secco e non è la stessa cosa buttarsi su una lampara. Così se vuoi scendere al mare, i gradini dell’inferno te li devi fare proprio tutti anche se il paesino, arroccato su di un cucuzzolo coltivato a terrazze, è davvero un paradiso terrestre. ….Tutto questo, beninteso, non in agosto, quando alle Cinque Terre è come essere a Rapallo. In giugno, invece, mese di vacanze per creativi e senza legge, per liberi professionisti giovani e con ferie a scelta, per universitari fuori corso o in odore di esame.
E’ giugno, il mese . Allora Corniglia è davvero lei, scomoda e intrigante come una storia d’amore segreta. E vale la pena di farsi tutti quei gradini”.

Ed ora, (chi l’avrebbe mai detto!) il Giro alle Cinque Terre.
I corridori passeranno alti sulla costa, ma le vedranno tutte. Riusciranno a scorgere, almeno per pochi attimi, le colline terrazzate di Riomaggiore e le case di Manarola, che sembrano nascere dalla scogliera. Vedranno il campanile della chiesa di Corniglia , la torre di Vernazza e le spiagge di Monterosso.
I santuari delle Cinque Terre vigileranno sul transito della carovana
I ciclisti sfileranno accanto ai vigneti, e da una delle ultime cantine rimaste sentiranno il profumo dello Sciacchetrà: un vecchio contadino lo stava aspettando da sempre, il Giro d’Italia, e per festeggiare “la prima volta” aprirà una bottiglia.
Non basterà per tutti, ma i corridori alzeranno ugualmente il bicchiere insieme a lui.











Scorcio di Riomaggiore



Manarola



Corniglia



Vernazza

Photo by cancel58

 

[Modificato il 17/05/2006 alle 00:51 by Monsieur 40%]


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 17/05/2006 alle 09:24
Caro Cancel58
da amante e assiduo frequentatore delle Cinque Terre (sono lunigianese e arrivo in un'ora di treno, la mia spiaggia prediletta è la sassosa Riomaggiore), ti faccio i miei complimenti per quanto scritto.
E anche le foto, da amante dell'arte fotografica, ti dico che sono bellissime.

Certo ora le Cinque Terre sono un'importante meta turistica, soprattutto per americani e tedeschi, molto meno per gli italiani che devono arrivare in auto fin sul bagnasciuga.

Ma la poesia non è del tutto scomparsa. La spiaggia nudisti di Guvano esiste ancora perchè per passare dalla vecchia galleria servono 5 euro e molti non sono disposti nè a pagarli nè a farsi il sentiero scosceso dalla via dell'amore. Le calli dei paesini sono ancora piene di personaggi popolari e di colori stupendi.

Visitate le Cinque Terre! E nonostante ci sia la strada, andateci in treno. E' più ecologico e comunque in macchina è pur sempre un tragitto angusto e i parcheggi scarseggiano.

Ciclisticamente, le Cinque Terre fino a due anni fa erano attraversate dalla GF Cinque Terre e Riviera Spezzina, con partenza da Deiva e passaggio anche nella bellissima Bonassola. Oggi questa GF gira subito per la Val di Vara. La GF Città della Spezia percorre invece un buon tratto della litoranea.

Che bello sarebbe organizzare una corsa in linea per prof che percorra tutta la provincia spezzina. Sarebbe una corsa selettiva e magnifica dal punto di vista paesaggistico.

Venerdì Giro. Io con la mia squadra ci schiereremo a Volastra, dove arriveremo in bici.

W IL GIRO W LE CINQUE TERRE

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Luison Bobet




Posts: 774
Registrato: Jan 2005

  postato il 17/05/2006 alle 09:30
Originariamente inviato da cancel58

..... E Corniglia fu, tre anni dopo, il nostro ” buen retiro.”. Quanti fine settimana abbiamo trascorso, Rosa ed io , in quell’atmosfera ovattata: un monolocale piccolo piccolo, con poggiolo e vista sul Mesco
Non c’era la televisione:solo attraverso la radio seppi del tradimento di Roche , nella tappa di Sappada , e della vittoria di Van der Velde a Canazei.
Che bello leggere la” Rosea” al mattino, sul mare , dopo aver mangiato un bel po’ di schiaccina! Sembrava di essere tornati indietro nel tempo, quando si immaginavano le corse attraverso la radio e, l’indomani si leggevano le cronache sul giornale.
Un’anno, addirittura , decidemmo di passare un periodo di ferie proprio lì: si andava al Gùvano,o allo spiaggione verso Menarola, per fare il bagno. Al ritorno, sotto il sole e dopo un’interminabile teoria di scalini, ci aspettavano le acciughe al verde, le zucchine dell’orto della padrona di casa e le notizie dal Tour, quello di Delgado. ......


Grandissimo Cancel! Tutto bello il tuo post, ma il pezzo che ho quotato lo trovo splendido!
Ho in comune con te il fatto di essere andato tardi alle 5 terre per la prima volta, ma una volta viste me ne sono innamorato..
A proposito .. il monolocale in cui andavi è in affitto?

Ciao e grazie!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 17/05/2006 alle 18:51
Caro Frank, ti ringrazio per gli apprezzamenti.
pensa che anche noi andammo al Gùvano passando appunto per il sentiero :una faticaccia! ma avevamo vent'anni di meno.
venerdì(tempo permettendo) saremo in moto da quelle parti. Chissà che non ci si riesca a vedere.
Ciao!




Il tratto di costa tra Manarola e Corniglia

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 17/05/2006 alle 18:59
A proposito .. il monolocale in cui andavi è in affitto?

caro Leo, sono lieto che ti siano piaciuti i miei ricordi "di gioventù"
Il monolocale era in affitto(magari fosse stato mio!)
Siamo stati a Corniglia nello scorso mese di ottobre ed il monolocale viene ancora affittato. Abbiamo telefonato alla padrona di casa per salutarla.
Ti mando una foto che scattai - all'epoca- dal poggiolo.
Ciao!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 17/05/2006 alle 19:03
Levante
fino al mattino molto nuvoloso con possibili isolati rovesci o temporali; nel corso della giornata poco nuvoloso con locali spazi di sereno

le previsioni per la tappa di sestri levante.
fonte:www.meteoliguria.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 17/05/2006 alle 20:30
Per i filatelici del Forum:
In occasione dei 110 anni della Gazzetta dello Sport,il Giro d’Italia(n .89)che quest’anno farà tappa a Volastra il prossimo 19 maggio, organizza con il Parco Nazionale delle 5 Terre e le Poste Italiane un annullo filatelico: nello “speciale” francobollo verrà infatti posto un timbro con la dicitura: “ l’89° giro d’Italia attraversa le Cinqueterre” e il logo del Parco Nazionale. L’annullo avverrà in presenza di tre addetti- tecnici delle Poste Italiane, che potranno vendere circa 1000 cartoline con francobollo annesso, a turisti e collezionisti per la piccola cifra di due euro circa.

Nello “stand” allestito per l’occasione, ai tre addetti delle poste si affiancheranno i dipendenti del Parco che potranno esporre e vendere i suoi prodotti.

“Siamo felici di unire una manifestazione sportiva ed entusiasmante, energica e dura come quella del Giro d’Italia ad un territorio altrettanto duro e impegnativo come il nostro,-spiega Franco Bonanini, Presidente del Parco Nazionale- per questo motivo ci è sembrato simpatico e piacevole testimoniare in questo modo la prima volta del passaggio del Giro alle Cinqueterre, che è per noi un avvenimento storico. Un avvenimento che lascerà anche il ricordo di una giornata appassionante, per noi e per tutti coloro che vi hanno partecipato: dai turisti, ai collezionisti, ai semplici visitatori.”

L’evento sportivo, che siamo certi attirerà nella nostra zona un considerevole afflusso di persone, passerà da Volastra alle 16.30.
Il personale dello stand sarà invece a disposizione del pubblico dalle 10.30 alle 16.30.

Fonte:www.parconazionale5terre.it



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 18/05/2006 alle 09:02
Originariamente inviato da cancel58



Ma sei veramente un gran fotografo!
Complimenti!

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Under 23




Posts: 18
Registrato: May 2006

  postato il 18/05/2006 alle 10:06
Ragazzi secondo voi è una tappa da fuga? A mio avviso se un bel gruppetto (tipo quello di 2 giorni fa) si stacca può arrivare fino in fondo, anche perchè poi il giorno dopo c'è il san carlo e quindi nessuno avrà voglia di andare a riprendere i fuggitivi.

Axel merckx ci riproverà????

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2475
Registrato: Sep 2004

  postato il 18/05/2006 alle 10:48
di sicuro non ci saranno i vari McEwen e Pollack a fare la volata,poi non so se ci sara' una fuga o se ad esempio la Lampre cerchera' di portare Cunego in volata o la Quick Step con Bettini
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 18/05/2006 alle 10:55
io credo o in una fuga o in una volata "anomala" con eventuali protagonisti Di Luca Cunego Bettini ecc...anche se però mi va di pensare molto di + ad una fuga visto che credo che il territorio si presta ad una fuga!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 18/05/2006 alle 11:14
Ma McEwen cosa fa? Si ritira, rimane? Notizie?

 

____________________
Il procuratore aggiunto di Catania Renato Papa: Nel 2003 è stato abrogato un comma della legge che permetteva l'arresto dei diffidati recidivi, e di chi non si presentava alla firma. E questo è stato un grave gesto di debolezza.
Uno nessuno centomila! Un libro di Pirandello? No! I castelli di Kessler secondo Bulba...
All'ombra del cavaliere oscuro (la biografia di G. Fini)
La regola del fallo di mani nel calcio? Superata, oramai si gioca con 11 portieri come la lotteria istantanea - ponzi ponzi po po po
Baci riddler/Massimo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2475
Registrato: Sep 2004

  postato il 18/05/2006 alle 11:16
credo che si ritiri dopo Brescia
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 18/05/2006 alle 11:27
Secondo me dall'inizio della litoranea in poi potrebbero susseguirsi gli attacchi. Il percorso non mi sembra buono nè per gli sprinter nè per le loro squadre che non riusciranno davvero a fare dei treni!

Ritengo che un gruppetto di una quindicina, se ben assortito, potrebbe arrivare come a Peschici.

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 18/05/2006 alle 11:54
CREDO CHE LA FUGA POSSA PARTIRE DAL VOLASTRA IN POI!!!!!

è uno strappo bello tosto di 3 km o poco più e qualche fuga li potrebbe partire

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 18/05/2006 alle 14:10
Originariamente inviato da robby

CREDO CHE LA FUGA POSSA PARTIRE DAL VOLASTRA IN POI!!!!!

è uno strappo bello tosto di 3 km o poco più e qualche fuga li potrebbe partire


penso anche io pero' lo strappo vero e proprio sara' al massimo 1 Km....

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 18/05/2006 alle 14:13
io non lo conosco, però leggendo lo speciale del Giro di BS, c'era il commento di Muraglia che diceva che il Volastra per 3 km era una salita molto tosta dove si può fare selezione....io credo che questa sarà tappa al 90% sarà fuga, perchè i big vorranno smaltire le tossine della cronoe recuperare le forze per il San Carlo

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 18/05/2006 alle 16:32
l'ho fatta alla GF La Spezia qualche anno fa, fosse stato un muro di 3Km non
sarei qui a raccontarlo

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 18/05/2006 alle 18:02
E' stata presentata bene, la tappa di domani. Precisi i commenti di Cassani . Nella discesa del Bracco potremmo assistere a qualche attacco. Attenzione alla breve ma ripida discesa su Casarza Ligure(Via per Novano):sono circa tre chilometri, la strada è stretta e alcuni tornanti sono secchi.
L'asfalto è stato appena rifatto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3235
Registrato: Sep 2005

  postato il 18/05/2006 alle 18:19
domani va in porto la fuga sicuramente

 

____________________
Se si è ritirato Bewolcic si possono ritirare tutti...


Gianni



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Elite




Posts: 27
Registrato: May 2006

  postato il 18/05/2006 alle 19:48
Si,ma domani è il giorno di Bettini,ragazzi ve lo dico io!!!
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Vuelta




Posts: 126
Registrato: Mar 2006

  postato il 18/05/2006 alle 20:01
Che nomi vi giocate per la probabile fuga di domani?
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Eddy Merckx




Posts: 1261
Registrato: Apr 2006

  postato il 18/05/2006 alle 20:15
Domani il falco prova a limarsi una trentina di secondi.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2385
Registrato: Apr 2006

  postato il 18/05/2006 alle 20:27
Domani vince Calzati.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 252
Registrato: Aug 2005

  postato il 18/05/2006 alle 20:36
per me domani è il giorno di bettini!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Elite




Posts: 27
Registrato: May 2006

  postato il 18/05/2006 alle 20:40
si è il gran giorno di BETTINI domani:si porterà a spasso un bel pò di gente!

 
Edit Post Reply With Quote

Elite




Posts: 27
Registrato: May 2006

  postato il 18/05/2006 alle 21:00
Domani Moletta della Gerolsteiner fa 2°!!!!!!tranquilli non ho bevuto!!!
 
Edit Post Reply With Quote

Elite




Posts: 27
Registrato: May 2006

  postato il 18/05/2006 alle 21:16
Presentazione tappe
19 maggio: 12° tappa Livorno - Sestri Levante 171 km


Per passare dalla pianura alle Alpi non c'è niente di meglio di una bella tappa intermedia. La frazione numero 12 infatti è l'ultima prima dell'assalto alpino e presenta un finale gustosissimo che può riservare un grande spettacolo. E' uno di quei percorsi che hanno latitato un po' negli ultimi Giri d'Italia, ma che dall'anno scorso, ed ancor più in questa edizione, stanno tornando alla ribalta. La partenza è a Livorno, importante città marinara e commerciale. Il suo antico quartiere Venezia è il punto più scenografico della città, con il Fosso Reale che protegge la Fortezza Medicea. Nei dintorni è interessante il Santuario di Montenero. Il primo centinaio di km è molto semplice, con l'attraversamento della Versilia per risalire verso la Lunigiana e sconfinare in Liguria dove la tappa entrerà nel vivo. Una parte di percorso in cui si svilupperà certamente una fuga di uomini fuori classifica che potrebbe anche avere delle chance. Gli sprinter infatti avrano qualche remora ad inseguire in una tappa per loro un po' ostica e così crediamo che questa sia una delle occasioni più favorevoli per coloro che abbiano gambe e coraggio per un successo parziale. In questa prima parte di tappa si passa da Torre del Lago Puccini, legata al ricordo del grande compositore. Sul lago c'è ancora la villa con i suoi cimeli e con il pianoforte al quale ha composto molte delle sue opere. Sestri Levante
Sestri Levante chiude ad est il Golfo del Tigullio. E' formata dal promontorio di Capo Manara che la divide in due: ad est la Baia del Silenzio, ad ovest la Baia delle Favole. La Galleria Rizzi espone opere di artisti importanti come Rubens e Tiepolo. Tra le curiosità segnaliamo che Guglielmo Marconi effettuò qui, nella torretta sul promontorio, i suoi primi esperimenti sulle onde cortissime



Tra Viareggio e Forte dei Marmi siamo invece in piena Versilia, si toccano storiche località di villeggiatura cui sono legati anche episodi che narrano l'atmosfera della Belle Epoque. Si racconta che Italo Balbo ammarasse con il proprio idrovolante a Forte dei Marmi ed un cameriere della Capannina lo raggiungesse per portargli un cocktail. Dopo Marina di Carrara si entra in Liguria. Ameglia è un tipico paese medioevale con i resti di un castello che fu residenza dei vescovi di Luni. Da qui ci si apre al golfo di La Spezia, conosciuto come Golfo dei poeti perchè ha ispirato e incantato numerosi artisti, da Dante a Petrarca, da Shelley (che qui morì durante una traversata in battello) a D'Annunzio, da Byron al musicista Wagner. In fondo al vasto golfi è situata La Spezia, uno dei maggiori porti d'Italia. Da qui la tappa si fa movimentata: si sale a Biassa su una salitella di 3 km e mezzo al 9%, per addentrarci nella zona delle Cinque Terre con lo strappo di Volastra, piuttosto impegnativo. Siamo in un territorio che pare incantato, tra alte e frastagliate coste, che si stende tra Portovenere (non toccata dalla tappa) e Levanto. Si chiama Cinque Terre perchè nelle amene valli che si aprono tra monte e monte sorgono cinque paeselli: Manarola, Riomaggiore, Monterosso, Corniglia e Vernazza. Tra Manarola e Riomaggiore si snoda la via dell'Amore, uno stradino scavato nella roccia a strapiombo sul mare. La natura strapiombante del territorio ha garantito qui un'eccelente tutela dell'ambiente che è molto più selvaggio che nel resto della costa ligure. In questa zona occorre prestare molta attenzione perchè i frazionamenti del gruppo sono all'ordine del giorno. Ma è dopo la successiva discesa verso la piacevole località balneare di Levanto che il percorso offre la sua parte più selettiva. Da Levanto si sale al passo Guaitarola, attraverso il quale ci si riporta verso l'Aurelia. Una salita di 10 km al 6% di media che sarà quindi difficilmente digeribile dai velocisti e che altrettanto difficilmente vedrà i grandi della classifica scoprirsi. Un'ascesa quindi da seconde linee e cacciatori di tappe che potrebbero tentare l'azione verso Sestri Levante, a patto che non si sia già involata una fuga più da lontano. Dalla vetta ci sono ancora 23 km, prima in falsopiano verso il Bracco e quindi la discesa finale di Sestri Levante dove è posto il traguardo.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Freccia Vallone




Posts: 81
Registrato: Apr 2006

  postato il 18/05/2006 alle 21:18
quante possibilità i sono che qualche velocista arrivi coi primi? Chi sono i principali favoriti?
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3166
Registrato: Feb 2006

  postato il 18/05/2006 alle 21:21
Bettini al 90%...

 

____________________
Rebellin... l'ultimo Gattopardo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Elite




Posts: 27
Registrato: May 2006

  postato il 18/05/2006 alle 21:24
1) 1-ROGERS MICHAEL
2) 2-GILBERT PHILIPPE
3) 3-BETTINI PAOLO
4) 4-CARUSO GIAMPAOLO
5) 5-CUNEGO DAMIANO
6) 6-DI LUCA DANILO
7) 7-ELMIGER MARTIN
8) 8-FLICKINGER ANDY
9) 9-GUIDI FABRIZIO
10) 10-KESSLER MATTHIAS
11) 11-MAZZANTI LUCA
12) 12-MCEWEN ROBBIE
13) 13-VAITKUS TOMAS
14) 14-MERCKX AXEL
15) 15-MOLETTA ANDREA
16) 16-MORI MANUELE
17) 17-PELLIZOTTI FRANCO
18) 18-MISSAGLIA GABRIELE
19) 19-POLLACK OLAF
20) 20-RICHEZE AXEL MAXIMILIA
21) 21-HALGAND PATRICE
22) 22-SCHUMACHER STEFAN
23) 23-SERRANO RODRIG. MAR.A.
24) 24-TRENTIN GUIDO
25) 25-VALJAVEC TADEJ
26) 26-VAN HUFFEL WIM
27) 27-VERBRUGGHE RIK
28) 28-VOIGT JENS
29) 29-WEGELIUS CHARLES
30) 30-WHITE MATTHEW
31) 31-ALTRO
Questa la lista favoriti della SISAL e della AAMS per il concorso BIG RACE BICI.Scarse le possibilità dei velocisti.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Campionato di Zurigo




Posts: 69
Registrato: Oct 2005

  postato il 18/05/2006 alle 21:47
Penso anchio che sia la volta di Bettini, però ho paura che vada via una fuga tipo quella di Varazze dell'anno scorso.

 

____________________
Mario

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Elite




Posts: 27
Registrato: May 2006

  postato il 18/05/2006 alle 21:51
Probabile anke quello,ma secondo me BET riuscirebbe ad inserirsi nella fuga se partissero in molti e tutti fuori classifica.Poi se no gli rimangono solo Brescia e Milano e sono due tappe di totale pianura dove McEwen potrebbe batterlo facilmente

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1795
Registrato: Sep 2005

  postato il 18/05/2006 alle 22:35
Danno Rogers Primo favorito?
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2385
Registrato: Apr 2006

  postato il 18/05/2006 alle 22:38
Rogers non lo vedo proprio bene domani
Se la fuga va in porto e non c'è Bettini, vincerà Calzati

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3711
Registrato: Apr 2006

  postato il 18/05/2006 alle 22:49
Rogers non riesce ad arrivare primo neanche se leggiamo la classifica la contrario, come Cuper.

Se parte il Falco come qualcuno dice la fuga non va in porto e vince Cunego in volata ristretta.

Penso Bettini o corridori simili, anche Schumacher, Caruso, Mazzanti, Scarponi...
Dopo del primo gruppetto il gruppo dei big farcito di qualche gregario o uomo in forma.
Infine i velocisti.



Tra questi Cunego e Pinotti che si sono attardati leggermente a Pontedera

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1312
Registrato: Feb 2005

  postato il 18/05/2006 alle 23:44
dopo la crono di oggi penso che qualche big(vedi cunego e savoldelli)supportati dalla squadra potrebbero tentare di fare qualcosa nel finale,un attacco all'ultimo km con una discesa pazza potrebbe fargli limare una trentina di secondi,forse qualcosa in più...

Bisogna frgliela sudare la maglia rosa a Basso!!!

 

____________________
DAvide

"Cause tramps like us,baby we were born to run" (Bruce Springsteen)

C.S.N.P.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 694
Registrato: Mar 2006

  postato il 19/05/2006 alle 00:32
Sono ormai 3-4 tappe che si parla di Cunego o Di Luca che faranno la volata per guadagnare sti benedetti secondi di abbuono e alla fine prendono mazzate. Sinceramente domani, penso vada in porta una fuga con Bettini e altri
 
Edit Post Reply With Quote

Juniores




Posts: 7
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/05/2006 alle 07:27
La Salita di biassa posta poco prima di quella di Volastra metterà in file il gruppo è prevedibile che i migliori rimarranno davanti e poi su volastra (che ha almeno 1 Km molto ripido) posa avvenire la selezione; il tratto tra Volastra e levanto è bellissimo dal punti di vista panoramico ma la strada è stretta e tortuosa, adatta a fughe per questo è prevedibile un arrivo di un drappello ristetto... Oggi il Falco potrebbe cercare di recuaprare qualcosa di qunato perso ieri... per cui Io voto Savoldelli...

 

____________________


LA MIA CHAT


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Giro di Lombardia




Posts: 109
Registrato: May 2006

  postato il 19/05/2006 alle 08:45
Originariamente inviato da Frank VDB

Caro Cancel58
da amante e assiduo frequentatore delle Cinque Terre (sono lunigianese e arrivo in un'ora di treno, la mia spiaggia prediletta è la sassosa Riomaggiore), ti faccio i miei complimenti per quanto scritto.
E anche le foto, da amante dell'arte fotografica, ti dico che sono bellissime.

Certo ora le Cinque Terre sono un'importante meta turistica, soprattutto per americani e tedeschi, molto meno per gli italiani che devono arrivare in auto fin sul bagnasciuga.

Ma la poesia non è del tutto scomparsa. La spiaggia nudisti di Guvano esiste ancora perchè per passare dalla vecchia galleria servono 5 euro e molti non sono disposti nè a pagarli nè a farsi il sentiero scosceso dalla via dell'amore. Le calli dei paesini sono ancora piene di personaggi popolari e di colori stupendi.

Visitate le Cinque Terre! E nonostante ci sia la strada, andateci in treno. E' più ecologico e comunque in macchina è pur sempre un tragitto angusto e i parcheggi scarseggiano.

Ciclisticamente, le Cinque Terre fino a due anni fa erano attraversate dalla GF Cinque Terre e Riviera Spezzina, con partenza da Deiva e passaggio anche nella bellissima Bonassola. Oggi questa GF gira subito per la Val di Vara. La GF Città della Spezia percorre invece un buon tratto della litoranea.

Che bello sarebbe organizzare una corsa in linea per prof che percorra tutta la provincia spezzina. Sarebbe una corsa selettiva e magnifica dal punto di vista paesaggistico.

Venerdì Giro. Io con la mia squadra ci schiereremo a Volastra, dove arriveremo in bici.

W IL GIRO W LE CINQUE TERRE
salve collega!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 264
Registrato: Mar 2006

  postato il 19/05/2006 alle 08:59
HEY Nuovo Cunego......
io non fare troppa ironia sul mio amico Cuper.

Visto l'andazzo degli ultimi giorni, non è detto che lo scudetto non l'avesse vinto !

Patacca.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3235
Registrato: Sep 2005

  postato il 19/05/2006 alle 09:26
non sarei così sicuro che i big si muovano secondo me aspettano domani e oggi arriva la fuga con 5' o anche di piu

 

____________________
Se si è ritirato Bewolcic si possono ritirare tutti...


Gianni



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Jaques Anquetil




Posts: 991
Registrato: Jan 2005

  postato il 19/05/2006 alle 09:31
Anche secondo me oggi non si muovono i big di classifica, ma potrebbe arrivare una fuga da 15-20 uomini.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 19/05/2006 alle 09:33
Per me oggi parte un'altro megafugone come quello nella tappa di Peschici.
Ci vedo dentro, tra gli altri, Belli, Garate, Sella e uno tra Scarponi e Caruso.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Freccia Vallone




Posts: 81
Registrato: Apr 2006

  postato il 19/05/2006 alle 09:42
x voi la Csc manderà qualuno all'attacco o resteranno tutti vicino a Basso?
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  1    2    3    4  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.7220800