Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Il direttore vede rosa (intervista a Zomegnan)
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2    3    4  >>
Autore: Oggetto: Il direttore vede rosa (intervista a Zomegnan)

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 02/05/2006 alle 22:20
E dire che non mi era simpatico.....
un Grande in tutto quello che dice nell'acuta intervista.

Il passo che piu' mi piace:
«No, beh, col calcio non mi metto nemmeno in competizione».

Se anche la tappa del Plan sara' un successo bisognera'
fare un monumento a quest'uomo....

P.S.: naturlamente l'intervista e' in HomePage

 

[Modificato il 02/05/2006 alle 23:01 by Vuelta Espana]

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2863
Registrato: Oct 2005

  postato il 02/05/2006 alle 22:33
Originariamente inviato da pedalando
E dire che non mi era simpatico.....
un Grande in tutto quello che dice nell'acuta intervista.


QIT Lando!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 204
Registrato: Apr 2005

  postato il 02/05/2006 alle 22:36
letta tutto d'un fiato. bellissima

e trovo anche ottima la sua sintesi sulle tappe

Andate a cercare percorsi inediti e salite in sterrato: nel 2005 il Finestre, quest'anno il Plan. Quanto c'è di voglia di stupire e quanto, invece, di bisogno di differenziarsi dal Tour?
«Nessuna voglia di stupire; e nessun bisogno di differenziarci dal Tour, visto che da tanto tempo siamo diversi e lo sanno tutti. Perché lo sterrato? Un ciclismo in cui si arriva in 80 al Poggio e in 60 ai piedi della salita decisiva di una tappa in un grande giro, è evidentemente un ciclismo livellato. E allora le differenze vanno cercate nella resistenza, e bisogna mettere i corridori nella condizione di farla, quella differenza. Per questo diamo salite vere agli scalatori (e al limite in sterrato), e crono vere ai cronoman: l'anno scorso sbagliammo concettualmente con le due crono, perché erano uguali: partenza, salita a metà percorso, discesa, arrivo. Non erano da specialisti. Quest'anno, sia la cronosquadre che la tappa di Pontedera sono da cronoman puri: che facciano lì, sul loro terreno, la differenza, e gli scalatori dovranno difendersi; ma poi sulle montagne, e parlo di montagne vere, dure, anche con lo sterrato, le parti si invertono. I corridori devono entrare in quest'ottica, devono provarci, tutti hanno il loro terreno. ».

 

[Modificato il 02/05/2006 alle 22:38 by EugeRambler]


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2258
Registrato: Feb 2005

  postato il 02/05/2006 alle 23:01
Mettiamo anche il link:

http://www.cicloweb.it/art569.html

E complimenti al nostro grandissimo Marco Grassi

 

____________________
"Se hai la fortuna clamorosa di diventare un cronista di ciclismo, non puoi fare a meno di essere coinvolto, trascinato in una passione infinita, irrinunciabile, che ti segna per sempre" - Pietro Cabras

"C'è una salita? Vai su, arriva in cima, e vedrai che sarai sempre vincitore" - Giordano Cottur

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 02/05/2006 alle 23:01
Cristallino lo Zome e pungente al punto giusto l'ocognonimo.
Bella, m'è piaciuta tanto.

Appunto, il piccolo mortirolo e la salita delle Cesane non il Catria!!!!!

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 02/05/2006 alle 23:11
Oppppsss!

Correggiamo


direi che, per il fatto di aver scoperto il "Piccolo Mortirolo" (le Cesane, nds), e anche per aver previsto un passaggio fondamentale



nds significa Nota di Stress, che ringrazio per la segnalazione

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 02/05/2006 alle 23:16
Ho lavorato pochi giorni a Fossombrone molti anni fa e la salita l'ho fatta.
Grazie per l'nds

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Franco Ballerini




Posts: 312
Registrato: May 2005

  postato il 02/05/2006 alle 23:46
Veramente bella anche questa intervista a Zomegnan, come dire un'intervista a tutto tondo.
Sono curioso di apere per chi tiene lo Zome.

 

____________________
Carmine Coiro

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani
Utente del mese Febbraio 2009
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 2093
Registrato: Sep 2004

  postato il 03/05/2006 alle 00:05
Pochi personaggi al mondo hanno la capacità di provocarmi l'orticaria come l'intervistato in questione.
Ma segnalo che non è dall'affaire festina che ci sono i blitz, i Nas tentarono un blitz al Giro del 1996, ma quello fallì.......
Non erano maturi i tempi.......

 

____________________
Verità e giustizia per Marco Pantani: una battaglia di civiltà.

Arcana loggia per il ripristino della civiltà dell'ordalia.

IO NON L'HO VOTATO.

IO CORRO DOPATO COME TUTTI.

"E' tutto alla conoscenza di tutti" Marco Pantani,1997 ( tempi non sospetti),parlando di doping in un'intervista televisiva con Gianni Minà.

Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping.

Hypocrisy free.

CAREFUL WITH THAT AXE, EUGENIO.



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 03/05/2006 alle 00:09
Capito perchè stimo tanto Zomegnan??? Questo signore è davvero un animale da comunicazione... troppo top mettere il ritrovo del Lombardia a Mendrisio dentro un centro commerciale, oppure inventarsi un percorso che a detta di Davide Cassani che è il più duro degli ultimi 30 anni ( e scusate ma l'arrivo al Kronplatz è un colpo alla Torriani), irradiare il Giro in Europa tramite la Tv. Non so se lo avete notato ma anche il ricambio di 'personale' in Rcs è molto grande.. Sono entrati il mio amico Della Vedova e Molinari, Giannelli, Rosella Bonfanti diventuta in toto direttrice di gara e pian piano ce ne saranno altri,,, La persona che per anni ha seguito il ciclismo come prima penna in gazzetta non ha alcun problema ad intervenire di prima persona e ad esporsi e il bel pezzo di Grassi lo dimostra. Zomegnan è l'uomo giusto per un vero rilancio Giro... e di grosse cose davvero sorprendenti ne vedremo tante anche in futuro...

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 03/05/2006 alle 00:14
Certo che O'Loughlin sarebbe stato un bel corridore per le tappe mosse del Giro...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 03/05/2006 alle 00:16
???

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 03/05/2006 alle 00:25
Dall'home-page:

Anche stavolta le wild card saranno Panaria e Selle Italia; nulla da dire, meritevoli. Quel è però la prima delle non elette?
«La Navigators».
La Navigators?
«Ma no, è una provocazione! Non lo so, una vale l'altra, forse mi intrigava qualche vecchietto arzillo della L.P.R., ma in realtà il problema non me lo sono proprio posto, tanto è vero che avremmo avuto tempo per ufficializzare le wild card fino al 5 marzo, ma eravamo tanto convinti della scelta che ne abbiamo diffuso i nomi sin dal 26 febbraio».

(fonte: http://www.cicloweb.it/art569.html )



 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 03/05/2006 alle 00:43
...E tu chiamalo fesso Mario...

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 8805
Registrato: Dec 2004

  postato il 03/05/2006 alle 01:00
A me piacciono da MORIRE, questa:

Si dice che lei abbia un carattere ruvido. Che risponde?
«Rispondo di sì, lo ammetto. È come i genitori, uno se li trova, e così il carattere uno non se lo può scegliere. Ma poi in realtà non sono così ruvido, suvvia. Chi è che dice che lo sono? Lo trucidiamo subito...».


e questa

...per il resto l'anno scorso la cosa migliore che alcune squadre hanno portato è stata l'autobus... e noi non siamo tour operator».

 

____________________
http://www.nicolascattolin.com
Chi non indossa il casco non ha nulla nella testa che valga la pena proteggere.
If you don't have the balls to brake late then that is your problem. L.H. to K.R.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 03/05/2006 alle 01:59


Lo vedete li all'arrivo.. si aggira CON IL SUO OCCHIALONE scuro ed auricolare collegato su radiocorsa con l'occhio vigile a controllare quel che combinano i suoi collaboratori...

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Giro di Lombardia




Posts: 108
Registrato: Jun 2005

  postato il 03/05/2006 alle 08:15
Bella intervista ! Bel personaggio, mi piace !
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 03/05/2006 alle 08:30
se ce n' era bisogno una volta di più rinnovo il mio grande applauso allo Zome!!!!!! la cosa + giusta è quella della livellatura del percorso: salite dure duirssime e con lo sterrato e crono da puri cronoman....all'inizio sembrava un giro troppo duro e troppo sbilancianto ma ad analizzarlo fino in fondo ci si rende conto che le crono saranno davvero difficili per gli scalatori puri!!!!! staremo a vedere ormai manca davvero poco!!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Moreno Argentin




Posts: 372
Registrato: Oct 2004

  postato il 03/05/2006 alle 09:34
Grande Zomegnan!!

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3235
Registrato: Sep 2005

  postato il 03/05/2006 alle 10:07
bella intervista sono contento che in Spagna diano di nuovo il Giro e addirittura anche in Cina, questo è un segnale forte di promozione del Giro in tutto il mondo bravo Zome continua cosi!

 

____________________
Se si è ritirato Bewolcic si possono ritirare tutti...


Gianni



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond




Posts: 843
Registrato: Aug 2005

  postato il 03/05/2006 alle 10:58
Una piccola precisazione: il 'blitz' a Montecatini è avvenuto a Larciano casomai e non al Giro di Toscana. Non mi sono documentato ma ne sono abbastanza sicuro, anche perchè Montecatini ha ben poco a che fare con il percorso del Giro di Toscana (a meno che non si riferisse a quello juniores).

 

____________________
www.karemaski.com

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1476
Registrato: Mar 2005

  postato il 03/05/2006 alle 11:39
Dall’intervista dell’orrido in Home page:

(…) Allora, fra 4 giorni si parte. Cosa si aspetta da questo Giro 2006?
«Mi aspetto una corsa più internazionale rispetto alle ultime edizioni, e con la partecipazione di grandi campioni. Mi pare che, rispetto al passato, ci siano aspettative migliori per questo Giro».
Come mai?
«Per una miglior qualità dei partecipanti, per merito di qualche accorgimento organizzativo, per il fatto di partire in Belgio, dove il ciclismo è una religione, e anche per la nostra attenzione ad alcuni aspetti sociali e sportivi che abbiamo scelto di curare, come la celebrazione di alcune ricorrenze importanti lungo il percorso del Giro». (…)


Oh beh, lo Zome, da orrido diventa macchietta, c’è qualcuno che crede ancora a quest’uomo? Son contento, a me piacciono gli ottimisti ad oltranza.
Dai, vediamo nel dettaglio la simpatica “Bufala 0.1”: dove sarebbe la migliore partecipazione internazionale? Sostanzialmente ci sono due grossi nomi, ma entrambi saranno qui per fare preparazione al Tour (Ullrich e Rasmussen).
Alcune squadre straniere hanno ingaggiato capitani (….spesso mezze punte) italiani, tipo Saunier D. con Simoni, Liberty S. con Scarponi e la Cofidis con Bertagnolli. Quindi nessuna novità.
L’unico straniero che farà classifica sarà RuJano…ditemi che scienza c’è voluta per convincere la Selle Italia a privilegiare il Giro….

Il resto: beh, la Caisse d'Epargne punta forte su… Palacios? (Valverde cosa corre? Ah il tour, sfigatone!).
La Phonack invece allinea il forte Elmiger? O A. Merckcx? Peccato per l’ammeregano Pink Floyd Landis, (tourofilo anche lui) e anche Moos e anche il bravo Botero, mancano.

AG2R Prevoyance allinea il gagliardo..uhm…S. Calzati?...Mancebo e Moreau, manco a dirlo, faranno il ricciolo giallo

Oh, Bouygues Telecom propone il tostissimo….ehm…. Giovanni Bernaudeau, il padre vinse la tappa dello Stelvio, speriamo bene! Fedrigo e Voeckler (per quanto non fulminei, ma i meno peggio)….non ci saranno..ohbò!

Credit Agricole….Bellotti? ma è italiano! E comunque Caucchioli, non c’è.
Bene, andiamo avanti.

Eccone una buona: Davitamon-Lotto, il furbo Van Huffel cercherà qualche compratore decente delle sue indubbie qualità, peccato che il forte canguro Cadel Evans (ottimo vincitore in Romandia) vada al tour

I celestini Gerolsteiner ….non hanno uno straccio di uomo da classifica, mentre Leiphimer da buon american boy correrà il tour.

Questa mi fà sbarellare, Euskaltel-Euskadi : il camoscio I. Mayo evita accuratamente le salitazze del giro (che sarebbero il suo pane) per dedicarsi all’inadatto tour, che fenomeni….super punta per la rosea: Laiseka!

Quick Step, sembra strano, ma una delle meno peggio. Il buon Garate correrà da regolarista per un piazzamento nei dieci.

Liberty Seguros, ah, Vino dove sei?...al tour? Ma và!?!? Per fortuna che c’è Scarponi…ma è italiano e l’unica differenza è che da capitano sarà più facile deludere.

Carissimi, fatemi citare alla fine la formazione che sognare tutti ci fa. la T-Mobile Team: i fucsia di cruccolandia punteranno la classifica sul bravo (davvero) Honchar, che corre il giro da sempre, solo che stavolta, invischiato in tattiche meravigliose finirà piuttosto indietro, bene.

Favoriti veri al giro; tutti italiani più Rujano se non si gioca il melone con i danari veri o presunti.

Basso, Cunego, Simoni, Savoldelli e Di Luca. 5 protagonisti, italiani. Il livello è ottimo, ma solo grazie a questi campioni, gli altri, fisicamente o virtualmente, mancano tutti.

Zome, che fenomeno, quasi quasi gli mando un curriculum, magari mi prende come consulente.

Ciao belli
Claudio

 

____________________
“…..oh, ghè riàt Dancelli!....”


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 03/05/2006 alle 12:02
Beh, in effetti lo Zome ha ragione, è un Giro davvero internazionale, nel senso che il 75% degli stranieri, peccato che la presenza di molti di questi sarà quasi impalpabile
L'80% (4 su 5) dei possibili vincitori è invece italiano, ma questo non vuol dire che manchèrà lo spettacolo, se per molti corridori è più importante un 6° posto al Tour che la possibilità di vincere un Giro, fatti loro!

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 03/05/2006 alle 12:14
Pure io la penso come te caro Wood!!!!! Landis vuole andare a fare il Tour perchè preferisce entrare nei 10 lì piuttosto che fare bene qui da noi...tanto meglio, anche perchè se viene al Giro si piglia scoppole a destra e a sinistra e stiamo pur tranquilli che lo stesso discorso vale (almeno secondo me) per gli stessi Leipheimer Rasmussen (ok al giro ci viene ma per allenarsi ma anche se fosse al top col cacchio che potrebbe puntare al podio) e via discorrendo!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 03/05/2006 alle 12:20
io continuo a fare l'attendista e tifero' per gli "eroi"
che dopo aver finito alla grande il nostro Giro
proveranno anche a fare bene il Tour.
E se per caso facessero bene anche li'..

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Luison Bobet




Posts: 774
Registrato: Jan 2005

  postato il 03/05/2006 alle 12:33
D'accordo in tutto e per tutto con ClaudioDance...
il giro piu internazionale lo vede solo lui..

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 03/05/2006 alle 12:49
Rispetto ma non capisco

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Marco Pantani




Posts: 1476
Registrato: Mar 2005

  postato il 03/05/2006 alle 12:50
Originariamente inviato da pedalando

io continuo a fare l'attendista e tifero' per gli "eroi"
che dopo aver finito alla grande il nostro Giro
proveranno anche a fare bene il Tour.
E se per caso facessero bene anche li'..


Anche io lando, lo spero, ma questo non cambia il fatto Zome continua a propinarci Bufale.

ecco le altre:
Ancora l’ottimo Zome:

(…) Avverte il rischio che la troppa roba presente sul profilo altimetrico possa bagnare - per paura del dopo - le polveri a chi dovrebbe attaccare? E se ciò avverrà, invertirete la rotta nel 2007?
«Se avviene una cosa del genere, credo che potrà dipendere da un deficit dei corridori, e non del percorso. Faccio un esempio: nel 1993 Ugrumov attaccò e staccò Indurain solo all'ultima salita del Giro, a Oropa, e quello non era un Giro duro come questo. Semplicemente il lettone non aveva la forza di attaccare, altrimenti si sarebbe mosso prima. (…)


Eh?? Ma fammi il piacere!!! Odioso “so-tutto-io” che non sei altro,…..…deficit dei corridori???? Cosa vuol dire??? Che cosa cazz.o vuol dire!??!? Cos’è un deficit? Una mancanza di maltodestrine? O sono brocchi? Vacci tu a scalare la discesa capovolta di Plan!!! Santa pazienza, Ugrumov doveva attaccare un certo M. Indurain e non era la cosa più facile del mondo. Davvero quest’uomo è il meglio che si potesse avere per disegnare il Giro??

Ancora il caustico Zome:

(…) Poi però è venuto il Pro Tour e le cose sono un po' cambiate: tralasciando i danni che provoca a corse e squadre di seconda fascia, non si può negare che la riforma Uci abbia elevato di molto il livello medio delle starting list del Giro rispetto al 2004.
«Si sa come la penso sul Pro Tour, è una riforma non piramidale che non fa che dividere, creando un cartello su cui alcuni possono permettersi di vivere di rendita. Di certo il Pro Tour ha modificato l'atteggiamento in corsa, ma non direi che il livello sia migliorato tanto: i big italiani ci sarebbero comunque stati, e per il resto l'anno scorso la cosa migliore che alcune squadre hanno portato è stata l'autobus... e noi non siamo tour operator».(…)



Ma come, non c’era una super partecipazione “internazionale”?? bellalì, qualcuno più calmo di me dovrebbe spiegare all’orrido che se il Giro allinea molti italiani nella veste di capitani è proprio grazie al Pro-tour che obbliga tutte le formazioni a partecipare e che di fatto le ha obbligate a ingaggiare i vari Scarponi, Caucchioli, Simoni e Bertagnolli.
E forse-forse, senza pro-tour, il signor Ivan Basso non ci sarebbe stato, o dite che la CSC si sarebbe fatta convincere a venire al Giro se non fosse stata obbligata?


Ancora il mordace Zome:
(…) Dei tanti stranieri che mancano, chi avrebbe voluto?
«In assoluto, ho due rammarichi: Boonen e Vinokourov».(…)
Ah? E Valverde?…e Mayo?…e Leipheimer?...e Mancebo?....e Landis?...ed Evans…e Hincapie? (ah scusate, la spalla malandata, non avrebbe mancato il TourofItaly altrimenti!) …e Popovich?....

 

____________________
“…..oh, ghè riàt Dancelli!....”


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 03/05/2006 alle 12:51
Originariamente inviato da pedalando
io continuo a fare l'attendista e tifero' per gli "eroi"
che dopo aver finito alla grande il nostro Giro
proveranno anche a fare bene il Tour.
E se per caso facessero bene anche li'..

Quoto, straquoto e condivido.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 03/05/2006 alle 13:06
Claudio mi sembri un po' caustico... Zomegnan è sicuramente uno di quei personaggi che o li ami o li odi, ma francamente chiamarlo 'orrido' non mi sembra corretto. Internazionalita? Si... mica solo del campo di partenti, LA TV, gli sponsor..ecc ecc.. Io credo che il Giro faccia passi avanti.. il Tour è inarrivabile, lo sappiamo, ma la Vuelta si può surclassare,,,... Sui campioni..beh, non sarsanno qui per fare classifica ma gente come Julich, Mc Ewewn ecc ecc possono lasciare il segno sai che ti dico..anche Ullrich., poi arrivano squadre che in effetti portano ' solo il pullman... Quindi avrà certamente lati negativi come ognuno di noi.. ma fidati che è tutt'altro che uno sfigato...

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 03/05/2006 alle 13:33
Ho letto - anche se in maniera un po' veloce (abbiate pazienza, la mia pausa-pranzo sul lavoro è corta ) - l'intervista a Zomegnan... e faccio i complimenti all'ottimo servizio reso da Marco Grassi, nonchè alla professionalità dell'Angelo.

Claudio, forse sei un tantino esagerato nelle critiche, ma un fondo di ragione ce l'hai... le contraddizioni che porti alla luce lasciano effettivamente un po' perplesso anche me.
Però, a mio parere, ci sono due aspetti a favore di Zomegnan:

1)deve promuovere il suo Giro, quindi da lettore e appassionato di ciclismo non posso aspettarmi di certo che critichi il suo stesso operato e il tracciato che ha partorito. Significherebbe darsi la zappa sui piedi in modo clamoroso...
2)nonostante le contraddizioni, credo che il sentiero intrapreso dallo Zome sia quello giusto, e la riforma Pro-Tour (anche se da modificare in alcuni aspetti) dà un grande vantaggio riguardo alla partecipazione. Pensate che squadre come CSC, Discovery e Quickstep sarebbero al Giro, senza il Pro-Tour? Io dico di no...
Però non possiamo aspettarci miracoli in un batter d'occhio... serve tempo (speriamo poco, ma serve): la strada percorsa da Hansel&Gretel (aka Zomegnan&RCS) è lunga, per arrivare alla casetta di marzapane nel bosco (cioè una visibilità e un prestigio che possano in qualche modo essere comparati a quelli del Tour).

Infine... che sia un mago della comunicazione e del marketing mi trova d'accordo, ma spero che già a partire dall'anno prossimo il sito del Giro non si trovi a dover dipendere così tanto da quello della Gazzetta, come in queste ultime edizioni.
Quello del Tour secondo me è perfetto... e non lo dico perchè è il Tour, ma perchè è veramente bello!

 

[Modificato il 03/05/2006 alle 13:39 by marco83]

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Marco Pantani




Posts: 1476
Registrato: Mar 2005

  postato il 03/05/2006 alle 13:36
Originariamente inviato da Cascata del Toce

Claudio mi sembri un po' caustico... Zomegnan è sicuramente uno di quei personaggi che o li ami o li odi, ma francamente chiamarlo 'orrido' non mi sembra corretto. Internazionalita? Si... mica solo del campo di partenti, LA TV, gli sponsor..ecc ecc.. Io credo che il Giro faccia passi avanti.. il Tour è inarrivabile, lo sappiamo, ma la Vuelta si può surclassare,,,... Sui campioni..beh, non sarsanno qui per fare classifica ma gente come Julich, Mc Ewewn ecc ecc possono lasciare il segno sai che ti dico..anche Ullrich., poi arrivano squadre che in effetti portano ' solo il pullman... Quindi avrà certamente lati negativi come ognuno di noi.. ma fidati che è tutt'altro che uno sfigato...


…cascata, fidati, SONO caustico (o almeno ci provo).
non dico che Zome sia uno sfigato, ma che ci piglia per il cu.lo.

lo zome è orrido per me, ovvio, lo ritengo un furbetto cacciaballe con poca cultura ciclistica, ma è un mio pensiero, potrebbe non essere così furbo.
della internazionalità televisiva del Giro non me ne può fregà de meno.
Le balle che ci ha cacciato nell’intervista di Grassi sono sotto gli occhi di tutti.
L’arrivo a Plan è, a mio parere (che fatica precisarlo uff!), una vigliaccata, sotto molti profili.

Io dico che il livello dei partecipanti al Giro è un ottimo livello, un poco sotto quella del tour probabilmente, ma ottimo davvero, solo che questa eccellenza dipende esclusivamente dai cinque italiani che ho citato: 4 farebbero il Giro comunque, il quinto, Basso, lo fa grazie al Protour.

La “moral suasion” di Zome, fa ridere i polli. Riderò per due giorni!

Invece ti invito a una riflessione:
Nelle epoche recenti il Giro veniva corso dai più grandi campioni stranieri per vincerlo:
Senti questi: Hinault – Fignon – Mottet – Herrera – Roche - Indurain
Bei nomi eh? E adesso? Da 10 anni circa la cosa non avviene più, il Giro è sostanzialmente autarchico per la classifica finale.

Da cosa dipende, ohibò, ma dal nuovo calendario col mondiale ottobrino preceduto dalla Vuelta. (leggere il mordace dottor Mesty per i particolari).
Contro questo dato di fatto c’è poco da fare, davvero poco.

Una sola cosa potrebbe ridare lustro, e forse partecipazione di stranieri che puntino alla maglia rosa, al Tour of Italy, ed è che il vincitore del Giro vinca anche il Tour….possibilmente per un paio d’anni di seguito…ma su questo il corpulento Zome…non può nulla.
Forza Basso, Forza Cunego…sognare è possibile!!

Ciao belli
claudio


ps. Julich è gregario di Basso, MecEwen è uno sprinter....e anche lì, se proprio volessimo vedere il ranking....

 

____________________
“…..oh, ghè riàt Dancelli!....”


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3235
Registrato: Sep 2005

  postato il 03/05/2006 alle 13:55
come fai a dire che della internazionalità televisiva del giro non te ne frega nulla? come pretendi che arrivino i cosi detti campioni esteri quando certe nazioni conoscono solo il tour perche lo danno in tv? reputare campioni gente come Landis Leipheimer Evans mi pare esagerato anche perchè gente come Di Luca Simoni sono piu forti quindi verrebbero qua per giocarsi un posto dal 5° in giù, lo scopo di Zomegnan è quello di rendere il giro spettacolare in modo che la gente ne parli e si affezzioni a seguirlo forse a discapito dei corridori quando si propongono certe tappe, forse sbaglia il metodo ma l'intenzione è ottima, e poi certe squadre come la bouygues o la euskaltel faranno schifo sia al giro che al tour perche sono scarsi è basta

 

____________________
Se si è ritirato Bewolcic si possono ritirare tutti...


Gianni



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 03/05/2006 alle 13:55
quello che sta cercando di fare lo Zome e' un rilancio del Giro
a livello internazionale.
Lo sta facendo in vari modi: percorso, partenza dalla "mecca",
varianti come la cronosquadre e le semitappe (purtroppo non permesse)
e naturalmente una discreta dose di "messaggi comunicativi"
(che qui a Genova chiamiamo musse o balle).

Mi pare una bella scommessa

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1476
Registrato: Mar 2005

  postato il 03/05/2006 alle 14:41
Originariamente inviato da lolloso

come fai a dire che della internazionalità televisiva del giro non te ne frega nulla? come pretendi che arrivino i cosi detti campioni esteri quando certe nazioni conoscono solo il tour perche lo danno in tv? reputare campioni gente come Landis Leipheimer Evans mi pare esagerato anche perchè gente come Di Luca Simoni sono piu forti quindi verrebbero qua per giocarsi un posto dal 5° in giù, lo scopo di Zomegnan è quello di rendere il giro spettacolare in modo che la gente ne parli e si affezzioni a seguirlo forse a discapito dei corridori quando si propongono certe tappe, forse sbaglia il metodo ma l'intenzione è ottima, e poi certe squadre come la bouygues o la euskaltel faranno schifo sia al giro che al tour perche sono scarsi è basta
No, io volevo solo sottolineare le balle di Zomegnan. Mi sembra di esserci riuscito. Ne consegue che mi importa solo l’internazionalità dei partecipanti e segnatamente dei concorrenti della classifica finale. Questa non c’è, con tutta evidenza. La forza del tour è nel calendario (odierna) e (storicamente) nella centralità che i corridori di belgio e Olanda gli hanno riservato, eleggendolo a loro GT di riferimento e investendolo di quei caratteri di agonismo e di gara battagliata che sono il segno più evidente della corsa gialla.

Leggi bene, leggi tutto. Ho citato Landis, Leipheimer e C. solo come paragone ai paralleli partecipanti al giro delle rispettive squadre. L’intenzione era evidenziare come tutte le squadre straniere (eccetto Csc) abbiano mandato le seconde o terze linee, non certo le loro punte di riferimento per i GT. Le uniche eccezioni sono ciccio-Ullrich e scheletro-Rasmussen, ma che correranno il Giro come allenamento. Ecco di nuovo sbugiardato il pungente Zome!

Lo scopo di Zomegnan era chiaro, solo che se sbaglia il metodo per me sbaglia tutto. Ci mancherebbe solo che l’intenzione fosse cattiva, ho detto che è orrido, non mefistofelico!

Ciao bello
W il Giro
claudio

 

____________________
“…..oh, ghè riàt Dancelli!....”


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Francesco Moser




Posts: 730
Registrato: Jan 2005

  postato il 03/05/2006 alle 16:37
Claudiodance sei troppo avanti.

Si vede troppo chiaramente che lo Zome proviene da una vita da giornalista in gazzetta, è un abile comunicatore e questo, non lo nego, non può che far bene al nosto amato Giro.

Lo stomachevole imprinting aziendale è però quello di elogiare il proprio giocattolino al limite dell'indecenza: il titolo di oggi ad esempio pone Ullrich allo stesso piano degli altri 5 pretendenti alla corsa rosa. Balzane da capogiro!
Ma alla Gazzetta, da almeno un lustro, si nega l'evidenza di un livello di partecipazione che rasenta il ridicolo se confrontato con la storia e la tradizione della corsa rosa (basta leggere i nomi che ha scritto Claudiodance), degno forse del giro di Spagna.
E siccome nessuno mette in dubbio che le colpe di ciò non sono da attribuire a RCS, non capisco questo sforzo revisionistico, se non per vendere qualche copia in più (ma sarà poi vero - chi compra la gazzetta per leggere di ciclismo non si fa mica infinocchiare da queste palle alla Biscardi).

Ragazzi aprite gli occhi! Molti di voi sono giovani, ma andatevi a rivedere i partecipanti ai giri, non dico tanto, di 10 anni fa.
Negli ultimi 9 anni (1997-2005) 9 vittorie italiane consecutive. Ecche, siamo diventati bravi all'improvvisso?
Dubbi visto che nei 10 anni precedenti (1987-1996) potevamo contare su 2 affermazioni italiane e complessivamente su 11 vittorie italiane nei 30 anni precedenti il 1997.
Diciamo che il rapporto giusto è 1 su 3 ma nove consecutive hanno qualcosa di stonato.

Io amo il Giro ed è per questo che a leggere la starting list di molte squdare straniere (quasi tutte a dire la verità) mi viene da ridere per non piangere.



 

[Modificato il 03/05/2006 alle 16:39 by Raf Benson]


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Moreno Argentin




Posts: 372
Registrato: Oct 2004

  postato il 03/05/2006 alle 18:20
Attualmente siamo nettamente i più forti nelle corse a tappe.
Basso è il N°1
Savoldelli poco dietro e poi Cunego e Simoni e lo stesso DiLuca.
Al giro chi manca che potrebbe REALMENTE essere competitivo?
Credo Leipheimer, Landis ed Evans che tutti comunque consideriamo non dei fenomeni.
Valverde si è visto al Romandia che non stacca Savoldelli nemmeno se prega (ed il Falco massacra lo spagnolo a crono ed in discesa)
Vinoukurov al tour si è sempre staccato da Basso in salita (figuriamoci al giro)
Mancebo rumina piazzamenti e niente più.
Chi altro?

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 03/05/2006 alle 20:08
Perbacco, vogliamo gli Heras, gli Hamilton, gli Hondo e i Santi Perez, i Terminaitor, vogliamo che il Giro torni ad essere intenrazionale davvero, vogliamo che questi bei personaggi tornino sulle nostre strade, porca zozza.
Meno male che c'è Beltran, valà...

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 03/05/2006 alle 20:25
Domanda per Dancelli: ma la tua deliziosa figliola chi l'ha tenuta a battesimo, Jean Marie Leblanc, detto Il Meringa?
Ciao bello

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 03/05/2006 alle 20:38
Questa era la partecipazione straniera al Giro 2004.
Penso che non resti altro da aggiungere, per chi ancora non percepisce il cambio di rotta rispetto agli anni 2000-2004, resta solo da consigliare una visita agli stabilimenti Zeiss, o a Lourdes in alternativa.


CHOCOLATS JACQUES WINCOR-NIXDORF
41 ARANAGA AZKUNE Andoni (Esp) ab.6°
42 ARDILA CANO Mauricio Alberto (Col)
43 BRARD Florent (Fra)
44 KOSTYUK Denys (Ukr)
45 GADRET John (Fra) ab.4°
46 RUDENKO Maxim (Ukr)
47 VAN DE WALLE Jurgen (Bel) ab.3°
48 VERHEYEN Geert (Bel)
49 VAN VELZEN Jan (Hol)
FDJEUX.COM
91 BICHOT Freddy (Fra) ab.10°
92 DEREPAS David (Fra)
93 FRITSCH Nicolas (Fra)
94 GILBERT Philippe (Bel)
95 McGEE Bradley (Aus)
96 MOUREY Francis (Fra)
97 VAUGRENARD Benoit (Fra)
98 VOGONDY Nicolas (Fra)
99 WILSON Matthew (Aus)
GEROLSTEINER
111 FARESIN Gianni (Ita) np.10°
112 FÖRSTER Robert (All)
113 MONTGOMERY Sven (Sui) np.14°
114 POLLACK Olaf (All)
115 REBELLIN Davide (Ita) np.8°
116 SERPELLINI Marco (Ita)
117 STRAUSS Marcel (Sui)
118 WEGMANN Fabian (All)
119 ZIEGLER Thomas (All)
LANDBOUWKREDIET-COLNAGO
131 BILEKA Volodymyr (Ukr)
132 DUMA Vladimir (Ukr)
133 DURAND Jacky (Fra) ab.18°
134 GASPERONI Cristian (Ita) ab.2°
135 POPOVYCH Yaroslav (Ukr)
136 SIJMENS Nico (Bel)
137 VAITKUS Tomas (Lit) np.10°
138 VERSTREPEN Johan (Bel)
139 ADYEYEV Sergiy (Ukr)

LOTTO-DOMO
141 McEWEN Robbie (Aus) np.16°
142 BRANDT Christophe (Bel)
143 GARDEYN Gorik (Bel)
144 WADECKI Piotr (Pol) np.15°
145 VIERHOUTEN Aart (Hol)
146 DETILLOUX Christophe (Bel) ab.16°
147 GATES Nick (Aus)
148 STEEGMANS Gert (Bel)
149 VERBRUGGHE Ief (Bel)

PHONAK HEARING SYSTEMS
151 ALBASINI Michael (Sui)
152 AEBERSOLD Niki (Sui)
153 BENNATI Daniele (Ita) ab.2°
154 FERTONANI Marco (Ita)
155 MOOS Alexandre (Sui)
156 MURN Uros (Slo)
157 SCHNIDER Daniel (Sui)
158 USOV Alexandre (Blr)
159 VALJAVEC Tadej (Slo)

SAUNIER DUVAL-PRODIR
161 BERTOGLIATI Rubens (Sui)
162 CANADA GRACIA David (Esp)
163 DOMINGUEZ Juan Carlos (Esp) np.8°
164 GOMIS LOPEZ Juan (Esp)
165 LOBATO ELVIRA Ruben (Esp)
166 LODDO Alberto (Ita) ab.17°
167 MORI Manuele (Ita)
168 ZAUGG Oliver (Sui)
169 STRAZZER Massimo (Ita) np.10°

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 03/05/2006 alle 20:39
Ma lo sapete che con Ardila Cano e Gadret la Chocolade Jacques non era poi così scarsa?!

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 03/05/2006 alle 20:46
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Ma lo sapete che con Ardila Cano e Gadret la Chocolade Jacques non era poi così scarsa?!



Diciamo che Ardila è esploso l'anno scorso, e che Gadret forse quest'anno ha deciso di pensare seriamente allo stradismo, visto che a 26 anni ha capito che nel cross non può diventare un numero uno.
Comunque, a scanso di equivoci, io parlavo dell'internazionalità della corsa, non del livello dei partecipanti, anche se sono d'accordissimo con te.
Del resto i saltamartino che sbeffeggiavano il livello del Giro del 2004 oggi menano il torrone sbandierando la partecipazione di Popovych al Tour.
É sempre la stessa storia.
Ciao Marietto

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 03/05/2006 alle 20:51
Ma sì, anche lallo che l'anno scorso era terribilmente pessimista (ricordate?) adesso pare aver cambiato idea.

Gli unici che potevano portare qualcosa in più erano (e sono) Valverde e Vinokourov, per la classifica generale.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Greg Lemond




Posts: 858
Registrato: May 2005

  postato il 03/05/2006 alle 22:46
Davvero un' ottima intervista, il sig. Zomegnan ci sa fare...peccato però che la sua difesa della sua creatura mi abbia più volte quasi fatta cadere dalla sedia per via della (del tutto involontaria, ne sono convinta) comicità.

Grande Claudio, concordo sulla fola (anzi, fole) che hai rilevato nelle affermazioni del sig. Zomegnan riguardo alla partecipazione straniera...
Anche se certi nomi, come quelli citati da Davide, sono ben contenta che non abbiano mai messo piede in Italia, così come sono strafelice che Braccioforte non sia mai venuto (soprattutto poi se per averlo si sarebbe dovuto disegnare un percorso ad hoc come successe per Indurain).

Ma quella rilevata dal mitico CDMSC (spero di essermelo ricordato correttamente) non è certo la sola "perla" nel discorso di Zomegnan: io ne ho rilevate parecchie, come dicevo.

La più esilarante è la seguente:

A me una cosa che ha sempre dato fastidio è stata la crono piazzata prima delle salite: è un vantaggio grosso per i cronoman, che poi possono correre in difesa

è la realtà, e non potrei che essere assolutamente d' accordo, come ben sapete.
Peccato però che lo Zomegnan stesso abbia piazzato una crono lunga per specialisti puri esattamente prima delle montagne nel suo Giro.
E alla (immagino stupita) replica dell' ottimo Grassi in merito, lo Zomegnan se ne esce con questa perla esilarante:

Pontedera viene dopo un fine settimana di montagna: non sottovalutate la tappa di Saltara, che è davvero impegnativa, e quella di Passo Lanciano, un vero arrivo in salita

Ohibò, ma che bugia! Pontedera viene dopo un giorno di riposo, così come anche la cronosquadre. Ma non solo: pur scrutando a lungo le altimetrie delle due tappe precedenti il riposo, proprio non vedo un "fine settimana di montagna"... saranno false, forse? Montagne? Tappe impegnative? Dove sono?
Nella tappa di Saltara vedo un GPM a San Marino (!) un altro sul Monte Catria (ben milletrecento metri) e infine il Monte delle Cesane, che sarà pure come dite un "piccolo Mortirolo" ma è a ben 40 km dall' arrivo, posto su uno strappetto, è cioè del tutto inutile per chi dovesse guadagnare in salita. Non sembra proprio una tappa "di montagna molto impegnativa", caro Zomegnan
La tappa della Maielletta poi è lunga appena 170 km e piatta come un biliardo, a parte la salita finale dalla pendenza media dell' 8,4% , non particolarmente adatta agli scalatori che tra l' altro soffriranno i 160 km di pianura precedenti.
Ma che bugie, sig. Zomegnan

Altra colossale bugia:

abbiamo messo le salite importanti tutte alla fine delle frazioni.

Si vede che il concetto di "alla fine" di Zomegnan è diverso da quello comunemente inteso...
Vediamo un pò:

-Cesane, 39,5 km all' arrivo
-Arrivo di La Thuile: 7 km di discesa dopo il GPM (peraltro l' unico della giornata)
-Passo del Sempione (non un granchè, ma anche qui l' unico GPM se si eccettua quello del San Bernardo all' inizio della tappa): 46 km all' arrivo.
-Fedaia (o Marmolada che dir si voglia): 88 km all' arrivo
-Mortirolo, 32 km all' arrivo



Esilarante poi la motivazione dell' inserimento della cronosquadre:

non l'abbiamo inserita solo per compiacere gli sponsor, ma anche per un motivo ben preciso: per spingere i direttori sportivi ad allestire formazioni di alto livello, in modo che i loro capitani non perdano troppo terreno in quella tappa

Mi piacerebbe davvero sapere quale maggiore contributo di spessore tecnico possa apportare alla corsa il fatto che Cunego, Basso, Simoni, Savoldelli e Di Luca portino al Giro gregari forti a cronometro.
Il problema è lo scarso spessore tecnico delle squadre alle quali della cronosquadre non frega più di tanto, non lottando per il podio.
E il risultato della cronosquadre è negativo in duplice modo: sia perchè penalizza ingiustamente una classifica indivuduale con una prestazione di squadra, sia perchè indebolisce in montagna le squadre di quei corridori che in montagna devono attaccare.
E il fatto che non siano stati nemmeno messi gli sbarramenti come invece al Tour la dice lunga sulle bugie di Zomegnan e sul fatto che le conseguenze di cui sopra sono esattamente quello che lui vuole.

E infine, la megaballa riassuntiva. Mr Zomegan afferma:

le grandi gare a tappe sono l'essenza del ciclismo; e per questo devono essere equilibrate, avere la giusta misura di cronometro, salite e percorsi che premino la resistenza.

Già, tutto vero e giusto, peccato però che il tracciato disegnato da Zomegnan neghi in toto questo assunto!
Il suo è tutt' altro che un Giro equilibrato. Un Giro equilibrato per definizione non dà vantaggi a nessuno.
Invece, con la cronosquadre e la crono lunga e piatta per specialisti dopo i riposi e prima delle montagne viene dato un grosso vantaggio a chi va forte a cronometro ed ha squadre forti a cronometro, ovvero a Basso/CSC e Savoldelli/Discovery.
Inoltre, rispetto all' anno scorso, all'introduzione di crono da specialisti puri corrisponde una diminuzione dell' altimetria complessiva, da 29.300 metri a 26.600.
E come se non bastasse, l' unico arrivo in salita per scalatori, ovvero non pedalabile, è quello di Plan de Corones, piazzato però alla fine di una tappa vergognosamente corta e con un solo altro GPM - ovvero, come ti preservo al massimo il passista.
Della distanza (o per meglio dire lontananza) delle altre salite "da scalatori" rispetto al traguardo ho già detto prima.
Dice Zomegnan:
Meno salita quindi, ma contano i versanti che vengono affrontati: la Marmolada la si può prendere da una parte o dall'altra, e il dislivello è sempre quello. Ma noi abbiamo scelto il versante più duro
Già, peccato però che sia a 88 km dall' arrivo, e con in mezzo il facilissimo Pordoi a ben 62 km dall' arrivo, dei quali 45 km sono di discesa e pianura!
Già, ma se uno scalatore non arriva da solo all' arrivo in una tappa così è colpa sua, no? Lo dice Zomegnan... Proprio come ai tempi di Indurain. Ma vaffa...

Che bugiardo!

PS: per quanto riguarda il riferimento fatto da Zomegnan alla tappa di Oropa in cui Ugrumov attaccò e staccò Indurain, che mi ha fatta veramente arrabbiare: non è che per caso quella era l' unica tappa con una salita "vera"? Eh? Ma va...

PPS: basta guardare il percorso per capire per chi tifa Zomegnan, visto che si prende in toto le responsabilità. E' chiaro come il sole: Basso.

PPPS: Claudiè, Basso e Bettini sarebbero venuti al Giro anche senza il Pro Tour, puoi starne certo. Hanno cambiato atteggiamento nei confronti della corsa rosa quando nel 2004 gli indici d' ascolto sono schizzati in su (la tappa della Presolana detiene tutt'ora il record) ed hanno visto quanta popolarità ha acquisito Damiano. Ricordo bene le dichiarazioni d' intenti di Basso e Bettini nel giugno del 2004, poi ribadite durante il Tour.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond




Posts: 858
Registrato: May 2005

  postato il 03/05/2006 alle 22:48
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Del resto i saltamartino che sbeffeggiavano il livello del Giro del 2004 oggi menano il torrone sbandierando la partecipazione di Popovych al Tour.
É sempre la stessa storia.


E già...

 
Edit Post Reply With Quote
<<  1    2    3    4  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.5561399