Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Danilo Di Luca
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  3    4    5    6    7    8    9  >>
Autore: Oggetto: Danilo Di Luca

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 21/11/2007 alle 14:12
Originariamente inviato da grilloparlante

Adesso che ha firmato, lancio un quesito. Nei giorni prima del suo ritorno dalle vacanze, era uscita la notizia che dava Di Luca molto vicino alla Saunier Duval, ma che la cosa non sembrava interessare molto il suo entourage.
Siccome credo che per entourage si intendevano i due procuratori, mi chiedo: non interessava perché non c'erano soldi o perché in quella squadra c'è Riccò, che punta al Giro e, guarda caso, ha gli stessi procuratori?


Io credo che il ragionamento sia stato questo: mi conviene stare in una squadra Pro Tour, col rischio di venir sospeso da un momento all'altro per via di Ettore Torri?
No, non gli conveniva.
La cosa fa conto paro con la situazione di Basso, che se l'anno scorso avesse accettato la Barloworld invece della Discovery, forse a questo punto sarebbe ancora in gruppo, anche se magari non avrebbe corso il Tour de France.

Di Luca, firmando con la LPR per un anno (con opzione sul secondo), s'è dato tempo 12 mesi per uscire completamente dalle grinfie di Torri (e di conseguenza McQuaid), secondo il mio parere.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Moreno Argentin




Posts: 369
Registrato: Sep 2005

  postato il 21/11/2007 alle 14:16
Possibile, ma temo che se Torri si muove, lo fa chiedendo due anni, non una sospensione per il codice etico. E Torri secondo me ha una gran voglia di farlo smettere di correre, solo che non sa come fare. Non dimentichiamo che il soignore era procuratore a Roma quando venne fuori Oil for Drug e collaborava col pm titolare dell'inchiesta, per cui avrà elementi e frustrazioni a palate. Anche perché Pescara ha archiviato e lui ha capito che con la giustizia sportiva può fare quel che gli pare.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 21/11/2007 alle 14:26
alla fine credo che il dubbio maggiore lo avesse la saunier duval. avrebbero ingaggiato di luca, non avevano i soldi, ma lui si sarebbe portato dietro uno sponsor e quindi la cosa era fattibile.
ma con la questione protour sì/no, codice etico sì/no, e non sapendo come considerare di luca per una vicenda del 2004 (rientra nel codice etico o no?), alla saunier duval stavano tergiversando, proprio perchè non sapevano cosa sarebbe potuto accadere nel 2008, co 'sti chiari di luna.
nel frattempo la lpr ha messo su un buon progetto, e di luca ha accettato le loro proposte, e tutto considerato penso abbia fatto bene.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 21/11/2007 alle 15:12
Originariamente inviato da antonello64

intanto aspettiamo di vedere com'è il Giro.
Può darsi che già il percorso escluda in partenza uno dei due.

Beh, un Giro con pochi km a cronometro e infarcito di salite potrebbe anche far pensare ad un Savoldelli escluso dalla lotta per la maglia rosa, ma quale tipo di percorso farebbe pensare a priori alla non-competitività di Di Luca?
Personalmente non lo ritenevo in grado di reggere in salita lungo l'intera durata della corsa rosa, ma vederlo pimpante anche sulle grandi montagne, per poi difendersi bene sulla Zoncolan, onestamente mi ha sorpreso.
Anche nel 2005 fece un grande Giro, ma lì era una sorta di "outsider", mentre invece quest'anno era fra i papabili vincitori, e si sa che per poter reggere le pressioni e mantenere le aspettative occorre avere una grande forze mentale.
Ragion per cui citerei Danilo fra i favoriti sempre e comunque, con qualsiasi tipo di percorso.

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 292
Registrato: Jul 2005

  postato il 21/11/2007 alle 15:21
Nel frattempo, su http://www.tuttobiciweb.com viene riportato l'elenco
delle 20 squadre che hanno fatto richiesta per essere in lista di wild card
sul calendario UCI ProTour.
Noto che LPR non e' fra quelle (al contrario, ad es., Barloworld,
Diquigiovanni, Tinkoff, Acqua&Sapone, ...).

Per capire, a quali gare Di Luca e co. (es. Savoldelli) non potranno
partecipare, dato cio'?



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 21/11/2007 alle 16:01
Originariamente inviato da Pg

Per capire, a quali gare Di Luca e co. (es. Savoldelli) non potranno
partecipare, dato cio'?


Alle prove del "nuovo" Pro Tour, e quindi:

2007 - 2008 UCI Road Calendar

UCI ProTour

22.01.2008 27.01.2008 Tour Down Under AUS
06.04.2008 06.04.2008 Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres BEL
07.04.2008 12.04.2008 Vuelta Ciclista al Pais Vasco ESP
09.04.2008 09.04.2008 Gent - Wevelgem BEL
20.04.2008 20.04.2008 Amstel Gold Race NED
29.04.2008 04.05.2008 Tour de Romandie SUI
19.05.2008 25.05.2008 Volta Ciclista a Catalunya ESP
08.06.2008 15.06.2008 Critérium du Dauphiné Libéré FRA
14.06.2008 22.06.2008 Tour de Suisse SUI
22.06.2008 22.06.2008 Eindhoven Team Time Trial NED
02.08.2008 02.08.2008 Clasica Ciclista San Sebastian - San Sebastian ESP
20.08.2008 27.08.2008 Eneco Tour ---
25.08.2008 25.08.2008 GP Ouest France - Plouay FRA
29.08.2008 06.09.2008 Deutschland-Tour GER
07.09.2008 07.09.2008 Vattenfall Cyclassics GER
14.09.2008 20.09.2008 Tour de Pologne POL
05.10.2008 05.10.2008 La Finale

************

Niente di irrimediabile, dunque.
La LPR salterà Paesi Baschi ed Amstel (Di Luca) e Giro di Romandia (Savoldelli); vorrà dire che faranno altre corse, in quel periodo.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 21/11/2007 alle 16:25
L'Amstel così manca di un grande protagonista, e Di Luca perde la possibilità di bissare il successo del 2005.

Non c'è proprio alcuna speranza di poterlo vedere all'Amstel, o anche ai Paesi Baschi?
Ovviamente è una domanda retorica...

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Marzo 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 4706
Registrato: Apr 2005

  postato il 21/11/2007 alle 16:26
e cosa pretendevi di vederlo a tutte le gare....x me è pure assai che possa fare liegi, freccia, san remo, lombardia, giro, tour

 

____________________
"Qui devi spingere con le tue gambe vecio" Davide Cassani a Gilberto Simoni alla ricognizione di Plan De Corones

"Signori non c'è ne sono più" Gilberto Simoni ad Aprica 2006

Il mio nome è Roberto che fa rima (guarda un pò che caso) con Gilberto

30 maggio 2007 ultima vittoria al giro sullo Zoncolan. 30 Maggio 2010 la fine di un lungo sogno duranto 15 anni fatto di tante gioie e tante delusioni, grazie di tutto Gibo!



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 21/11/2007 alle 16:51
Originariamente inviato da GiboSimoni

e cosa pretendevi di vederlo a tutte le gare....x me è pure assai che possa fare liegi, freccia, san remo, lombardia, giro, tour

È vero, ma l'assenza "forzata" all'Amstel rimane comunque un'occasione persa.

Dopo aver saputo dell'ufficialità del passaggio di Di Luca alla LPR, ho benedetto il Pro Tour per aver escluso fior fior di corse dal proprio calendario!
Anche se, nel caso Giro, Liegi, Lombardia, ecc, fossero appartenute al calendario PT 2008, probabilmente Di Luca non si sarebbe "accontentato" di approdare ad una squadra Professional, e magari qualche squadra Pro Tour, oltre alla Lampre, si sarebbe fatta viva.
È pur vero che qualche "top team" si sarebbe potuto far vivo lo stesso, eppure non l'ha fatto, ma alla resa dei conti non credo che il detentore della maglia rosa sarebbe rimasto a piedi.

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 21/11/2007 alle 16:53
Originariamente inviato da Abajia

[...]ho benedetto il Pro Tour per aver escluso fior fior di corse dal proprio calendario!


Veramente è successo il contrario.
Sono le "fior fior di corse" che si sono tolte dal Pro Tour.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 21/11/2007 alle 17:18
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Originariamente inviato da Abajia

[...]ho benedetto il Pro Tour per aver escluso fior fior di corse dal proprio calendario!


Veramente è successo il contrario.
Sono le "fior fior di corse" che si sono tolte dal Pro Tour.

È vero... dettaglio non trascurabile!

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 2848
Registrato: Nov 2004

  postato il 21/11/2007 alle 19:15
Danilo Di Luca



originariamente inviato da killer94 in un thread analogo

Apro questo thread con una notizia schoccante.
Dopo tre anni con il team liquigas il killer di spoltore ha deciso di cambiare squadra.Ha firmato per il team LPR.Sarà compagno di squadra di Paolo Savoldelli.
Il killer si ritiene soddisfatto di essere nella squadra con Paolo,e con lui firma anche Alessandro Spezialetti,i due ormai sono diventati inseparabili.



originariamente inviato da Subsonico

azz, che shock!
Fa niente che c'era già un thread su Di Luca, ma di questa notizia se n'è ampiamente parlato nel thread ciclomercato. Un'occhiatina no, eh?



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 08/12/2007 alle 23:08
BEPPE CONTI
Tuttosport.


Oggi l’abruzzese in redazione per ritirare il Prestige Weber Tuttosport
Di Luca campione dell’anno
La classica di Liegi e il Giro d’Italia rappresentano una storica accoppiata
La squalifica per le vicende legate al 2004 non riguarda i successi colti da Danilo nell’ultima stagione, a cominciare dalla Milano-Torino, conquistata a inizio marzo



E’ la speciale challenge che abbiamo voluto creare all’inizio di questa contra­stata stagione del grande ci­clismo, quasi già sapessimo che il Pro Tour stava mise­ramente naufragando. Una graduatoria per far luce sui verdetti d’una stagione a volte persin dispersiva e troppo folta di sfide non sempre avvincenti. Una classifica a punti per pre­miare il corridore più com­pleto, un vincente e non un piazzato.
Nessuna provocazione da parte nostra nel voler pre­miare oggi Danilo Di Luca che sta scontando tre mesi di squalifica, che nei giorni scorsi per l’ennesima volta è stato convocato dal procura­tore antidoping del Coni, Torri per un’inchiesta che a nostro avviso sta assumendo toni grotteschi.
Il nostro giornale in tal senso è sempre stato in buo­na fede. Combattiamo il do­ping con fermezza ma senza effettuare una sorta di cac­cia alle streghe. Danilo Di Luca è per noi il campione dell’anno perché è stato l’u­nico ad avere concesso nel 2007 la replica. Due vittorie spettacolari, un bis d’autore, prima la Liegi- Bastogne- Liegi, poi il Giro d’Italia nel breve spazio di poco più d’un mese.
Nessun altro corridore ita­liano nella storia del cicli­smo aveva saputo far tanto. Un’accoppiata di classe che nella stessa stagione era ap­partenuta a due campioni fra i più grandi della storia ciclistica, Eddy Merckx e Bernard Hinault. Oltre a quei due c’era riuscito sol­tanto un terzo, una meteora, Eugenio Berzin tredici anni fa.
Di Luca ha raccolto punti preziosi aggiudicandosi con brillantezza ai primi di mar­zo anche la Milano- Torino, la classica più antica del cicli­smo. Ma attenzione, lo pre­miamo oggi perché pensia­mo che Di Luca abbia otte­nuto tanto non certo a causa delle frequentazioni del dot­tor Santuccione, fra l’altro relative alla stagione 2004. E non ha certo vinto Liegi e Giro grazie ai valori anoma­li fatti riscontrare la sera dello Zoncolan. Senza falsi pudore e con grande sere­nità, come sempre.
Giro d’Italia, Liegi- Basto­gne- Liegi e Milano- Torino per la nostra challenge val­gono più del Tour de France, vinto da Alberto Contador, secondo nella nostra classi­fica. Proprio perché alla ba­se dell’idea c’è la voglia di vedere in azione un corrido­re che sappia proporsi alme­no due volte nel corso della stagione. E non su di un so­lo traguardo alla maniera di Lance Armstrong. Il tutto confermando che anche per noi il Tour de France vale più del Giro, 110 punti con­tro gli 80 della corsa rosa, i 70 della Vuelta di Spagna, i 60 del Mondiale su strada. Ecco spiegato il motivo per cui Bettini non figura ai pri­mi posti della challenge sponsorizzata dalla Weber. Paolino ha vissuto una gior­nata da leone a fine settem­bre sul circuito iridato di Stoccarda, ma sino a quel fantastico pomeriggio del ca­polavoro azzurro di Balleri­ni, la sua annata era stata parecchio deludente, su tut­to il fronte. E’ un discorso che vale anche per il russo Menchov, che ha vinto la Vuelta e nulla più. Il secondo in classifica fra gli italiani è Alessandro Ballan, un altro che sul suo terreno preferi­to, quello delle grandi classi­che, ha saputo concedere un gradito bis, Giro delle Fian­dre e corsa di Amburgo. Per chiudere, il nostro grazie va alla Weber, azienda vicina al ciclismo e ai giovani, che ha rinnovato la sponsorizzazio­ne della maglia bianca al prossimo Giro d’Italia. E che come noi crede nella rinasci­ta e nella freschezza del ci­clismo giovane per il futuro prossimo.


COSI’ IL COSI’ IL PRESTIGE PRESTIGE WEBER TUTTOSPORT

1. Danilo DI LUCA (Italia) pt. 191
2. Alberto CONTADOR (Spagna) 115
3. Cadel EVANS (Australia) 105
4. Levi LEIPHEIMER (Usa) 100
5. Oscar FREIRE (Spagna) 99
6. Alessandro BALLAN (Italia) 90
Alejandro VALVERDE (Spagna)
Carlos SASTRE (Spagna)
9. Davide REBELLIN (Italia) 85
10. Denis MENCHOV (Russia) 73
11. Paolo BETTINI (Italia) 63
12. Alessandro PETACCHI (Italia) 61



 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 09/12/2007 alle 01:00
cosa diree....un applauso per Tuttosport, specialmente per la linea intrapresa nei confronti dii Torri....
ciaooooooooooooooooooo

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 14/12/2007 alle 21:55
Fonte: Gazzetta.it

Forse a febbraio l'esame del ricorso
Danilo Di Luca ha presentato ricorso al Tas di Losanna contro la squalifica di tre mesi che gli è stata comminata nello scorso ottobre dal Giudice ultima istanza del Coni. A stilare il ricorso al tribunale supremo dello sport è stato l'avvocato Federico Cecconi che cura gli interessi del corridore abruzzese.
Di Luca era stato squalificato per tre mesi su richiesta della procura antidoping del Coni per la sua "frequentazione e conoscenza" del medico Carlo Santuccione. Il ricorso verrà esaminato dal Tas probabilmente a febbraio, quando la squalifica della maglia rosa 2007 sarà abbondantemente scaduta, ma dal clan del corridore è chiara la volontà di avere una sentenza assolutoria che faccia luce sugli episodi contestati a Di Luca

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 15/12/2007 alle 21:09
Il ricorso è più che sacrosanto.
La squalifica di Di Luca scadrà il 16 gennaio prossimo, ma la sentenza del Tas ci certo non arriverà prima di marzo-aprile.

Speriamo che Danilo riesca a cavarci qualche ragno dal buco.

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 28/12/2007 alle 01:57
Di Luca, un anno bestiale
"Giro e Liegi da sogno"


Il 16 gennaio scadrà la sua squalifica, nel frattempo il "killer" ha già ripreso ad allenarsi in vista dei prossimi obiettivi: "Nonostante tutto, il 2007 resterà eccezionale. Ora voglio il Mondiale"
Danilo Di Luca, vincitore del Giro 2007, compirà 32 anni il 2 gennaio
MILANO, 27 dicembre 2007 - Trionfi, polemiche, maglia rosa, classifica mondiale, processi, squalifica, ricorsi, rimpianti. Per capire che razza di 2007 è stato bisogna chiedere direttamente a lui, Danilo Di Luca. "Prima del Lombardia ero leader della classifica mondiale e avevo coronato tanti sogni che avevo da bambino, poi..."
2007, UN ANNO… - "Nonostante tutto lo considero molto buono. Anzi, se dovessi definirlo con un aggettivo direi "eccezionale". Credo sia impossibile ripetere l'accoppiata Giro-Liegi in dodici mesi".
LA CORSA PERFETTA - "La Liegi. Non ho sbagliato nulla. Ho aspettato l'attimo decisivo, attaccando al momento giusto, a pochi chilometri dal traguardo. Ma anche il Giro, con la gestione totale della corsa, tappa dopo tappa. La pressione che pesa indossando la maglia rosa ogni giorno non è paragonabile con le difficoltà che s'incontrano durante le corse da un giorno".
IL RIMPIANTO - "Non aver corso il Mondiale di Stoccarda. Ma alla fine, per come è andata (il riferimento è alla vittoria di Paolo Bettini, ndr), si tratta di un rimpianto che non ha grande importanza".
IL GREGARIO IDEALE - "Alessandro Spezialetti (che lo ha seguito nella nuova Lpr di Bordonali, ndr). Un po' perché ci conosciamo da bambini. Un po' perché è maturato tantissimo, al punto che ormai svolge il suo ruolo alla perfezione. E' importantissimo per me e per tutta la squadra".
VARESE O PECHINO - "Rispetto all'Olimpiade il Mondiale è molto più sentito nel ciclismo. E poi si corre in Italia e questo lo rende ancora più affascinante"
ORA COMANDO IO - "Ci sarebbero tante cose da cambiare nel ciclismo di oggi, l'elenco è talmente lungo che è meglio non cominciare nemmeno...".
Antonino Morici

fonte: gazzetta.it

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Campionato di Zurigo




Posts: 68
Registrato: Dec 2007

  postato il 28/12/2007 alle 10:03
Chissà se avesse corso il mondiale cosa sarebbe successo.....
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 192
Registrato: Oct 2004

  postato il 29/12/2007 alle 13:24
Originariamente inviato da antonello64

BEPPE CONTI
Tuttosport.


Oggi l’abruzzese in redazione per ritirare il Prestige Weber Tuttosport
Di Luca campione dell’anno
La classica di Liegi e il Giro d’Italia rappresentano una storica accoppiata
La squalifica per le vicende legate al 2004 non riguarda i successi colti da Danilo nell’ultima stagione, a cominciare dalla Milano-Torino, conquistata a inizio marzo



E’ la speciale challenge che abbiamo voluto creare all’inizio di questa contra­stata stagione del grande ci­clismo, quasi già sapessimo che il Pro Tour stava mise­ramente naufragando. Una graduatoria per far luce sui verdetti d’una stagione a volte persin dispersiva e troppo folta di sfide non sempre avvincenti. Una classifica a punti per pre­miare il corridore più com­pleto, un vincente e non un piazzato.
Nessuna provocazione da parte nostra nel voler pre­miare oggi Danilo Di Luca che sta scontando tre mesi di squalifica, che nei giorni scorsi per l’ennesima volta è stato convocato dal procura­tore antidoping del Coni, Torri per un’inchiesta che a nostro avviso sta assumendo toni grotteschi.
Il nostro giornale in tal senso è sempre stato in buo­na fede. Combattiamo il do­ping con fermezza ma senza effettuare una sorta di cac­cia alle streghe. Danilo Di Luca è per noi il campione dell’anno perché è stato l’u­nico ad avere concesso nel 2007 la replica. Due vittorie spettacolari, un bis d’autore, prima la Liegi- Bastogne- Liegi, poi il Giro d’Italia nel breve spazio di poco più d’un mese.
Nessun altro corridore ita­liano nella storia del cicli­smo aveva saputo far tanto. Un’accoppiata di classe che nella stessa stagione era ap­partenuta a due campioni fra i più grandi della storia ciclistica, Eddy Merckx e Bernard Hinault. Oltre a quei due c’era riuscito sol­tanto un terzo, una meteora, Eugenio Berzin tredici anni fa.
Di Luca ha raccolto punti preziosi aggiudicandosi con brillantezza ai primi di mar­zo anche la Milano- Torino, la classica più antica del cicli­smo. Ma attenzione, lo pre­miamo oggi perché pensia­mo che Di Luca abbia otte­nuto tanto non certo a causa delle frequentazioni del dot­tor Santuccione, fra l’altro relative alla stagione 2004. E non ha certo vinto Liegi e Giro grazie ai valori anoma­li fatti riscontrare la sera dello Zoncolan. Senza falsi pudore e con grande sere­nità, come sempre.
Giro d’Italia, Liegi- Basto­gne- Liegi e Milano- Torino per la nostra challenge val­gono più del Tour de France, vinto da Alberto Contador, secondo nella nostra classi­fica. Proprio perché alla ba­se dell’idea c’è la voglia di vedere in azione un corrido­re che sappia proporsi alme­no due volte nel corso della stagione. E non su di un so­lo traguardo alla maniera di Lance Armstrong. Il tutto confermando che anche per noi il Tour de France vale più del Giro, 110 punti con­tro gli 80 della corsa rosa, i 70 della Vuelta di Spagna, i 60 del Mondiale su strada. Ecco spiegato il motivo per cui Bettini non figura ai pri­mi posti della challenge sponsorizzata dalla Weber. Paolino ha vissuto una gior­nata da leone a fine settem­bre sul circuito iridato di Stoccarda, ma sino a quel fantastico pomeriggio del ca­polavoro azzurro di Balleri­ni, la sua annata era stata parecchio deludente, su tut­to il fronte. E’ un discorso che vale anche per il russo Menchov, che ha vinto la Vuelta e nulla più. Il secondo in classifica fra gli italiani è Alessandro Ballan, un altro che sul suo terreno preferi­to, quello delle grandi classi­che, ha saputo concedere un gradito bis, Giro delle Fian­dre e corsa di Amburgo. Per chiudere, il nostro grazie va alla Weber, azienda vicina al ciclismo e ai giovani, che ha rinnovato la sponsorizzazio­ne della maglia bianca al prossimo Giro d’Italia. E che come noi crede nella rinasci­ta e nella freschezza del ci­clismo giovane per il futuro prossimo.


COSI’ IL COSI’ IL PRESTIGE PRESTIGE WEBER TUTTOSPORT

1. Danilo DI LUCA (Italia) pt. 191
2. Alberto CONTADOR (Spagna) 115
3. Cadel EVANS (Australia) 105
4. Levi LEIPHEIMER (Usa) 100
5. Oscar FREIRE (Spagna) 99
6. Alessandro BALLAN (Italia) 90
Alejandro VALVERDE (Spagna)
Carlos SASTRE (Spagna)
9. Davide REBELLIN (Italia) 85
10. Denis MENCHOV (Russia) 73
11. Paolo BETTINI (Italia) 63
12. Alessandro PETACCHI (Italia) 61



Non voglio fare paragoni che potrebbero sembrare sacrileghi
ma tutta questa storia mi ricorda vagamente quella di Pantani
Mi spiego se Torri (leggo sui giornali) dichiara che il doping
è utilizzato più o meno da tutti visto i ritmi, i percorsi massacranti, la "filosofia" di gruppo "lo fanno tutti" ecc. ecc. ecc. ecc.
Non ho mai capito perchè Torri si accanito contro Danilo Di Luca.
perchè non prende di peto un po tutti i corridori alla ricerca della verità?

Lo fanno tutti?... Nessuno?... Qualcuno?...

Perchè non prende di petto gli organizzatori di corse a tappe massacranti con tapponi uno di seguito all'altro?
Perchè non convoca gli organizzatori dei grandi giri e gli chiede:
"Con una corsa organizzata in questo modo come potete pensare che i protagonisti lo vincano facendo colazione con latte pane e marmellata?"
Questa cosa non mi va giù.

 

____________________
...SONO ARRIVATO AL PUNTO CHE OGNI VITTORIA E' UN DUBBIO...



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 02/01/2008 alle 14:25
Buon compleanno, Danilo !!!!

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Settembre 2009, Marzo 2010, Maggio 2010




Posts: 2421
Registrato: Oct 2007

  postato il 02/01/2008 alle 15:10
auguri anche da parte mia!


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1420
Registrato: Jun 2005

  postato il 02/01/2008 alle 18:30
48 anni fa veniva a mancare il più grande di tutti, l'AIRONE di Castellania.
32 anni fa nasceva un altro grande campione , il KILLER di Spoltore !!!


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Ottavio Bottecchia




Posts: 559
Registrato: Oct 2007

  postato il 02/01/2008 alle 19:55
Auguri a Danilo anche da parte mia!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 02/01/2008 alle 21:36
Tanti auguri al Killer di Spoltore.....sulla torta chissà cosa ci ha fatto disegnare dal pasticciere....
ciaoooooooooo

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 15/01/2008 alle 18:29
fonte: tuttobiciweb.com

12/01/2008 Savoldelli e Di Luca in allenamento a Palma de Maiorca

Gabriele Bosisio, Luca Celli, Paolo Bailetti, Paolo Savoldelli, Riccardo Chiarini Danilo di Luca e Alessandro Spezialetti, sono gli atleti del Team LPR che, già dal primo ritiro ufficiale del Team, nel mese di dicembre, hanno deciso di volare a Palma di Maiorca a gennaio, per dedicarsi a un lavoro mirato ad ottimizzare la condizione atletica.
E’ l’esperienza di Di Luca e Savodelli a guidare un gruppo dove si respira la volontà di compattarsi atleticamente, essere competitivi ai massimi livelli e soprattutto una grande voglia di gettare le basi di una stagione che si prevede molto intensa.
Desiderosi di trovare un clima più mite, gli atleti hanno scelto Palma di Maiorca, perchè offre un clima mediterraneo con una temperatura media di 19° C. Il mese più freddo è gennaio dove i corridori hanno trovato 17°. I giorni di pioggia mediamente sono, sempre in un anno, 51. Sulle strade dell'isola di Maiorca, quindi, i campioni della Lpr troveranno il clima ideale per preparare al meglio la nuova stagione.


sapete qualcosaa sul fatto delle analisi della pipììììììììì
ciaoooooooooooooooooooooo

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 15/01/2008 alle 19:46
weeee amio mioo Antonello64 aspetto tue notizie, per la domanda che ho fatto prima....
ciaoooooooo

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 16/01/2008 alle 14:16
Originariamente inviato da danilodiluca87

weeee amio mioo Antonello64 aspetto tue notizie, per la domanda che ho fatto prima....
ciaoooooooo


se ne parla nel 3d del doping e anche sulla Gazzetta di oggi.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 22/01/2008 alle 23:18
Secondo quanto dichiarato da Di Luca, quest'anno l'abruzzese dovrebbe esordire al Giro della Provincia di Reggio Calabria.
Poi lo vedremo alla Sanremo.

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 23/01/2008 alle 21:32
Di Luca attacca la Procura del Coni

Danilo Di Luca torna a parlare della sua vicenda e punta il dito contro la Procura del Coni: «La Procura antidoping del Coni e' partita dal nulla. E sul nulla ha costruito un impianto accusatorio che i miei periti hanno smontato completamente. Sono tranquillo - ha detto il campione abruzzese al quotidiano del pomeriggio "24 minuti”, una settimana dopo il deposito delle perizie difensive presso la procura sportiva che gli contesta una flebo di liquidi al termine della 17esima tappa del Giro d'Italia.
«Su questa vicenda quello che avevo da dire l'ho detto. Oltre alla relazione dei periti, ci sono quattro testimoni che mi scagionano e, indipendentemente da tutto questo, quella flebo dopo la tappa non avrei avuto il tempo materiale per farla».
Di Luca ha finito di scontare lo scorso 16 gennaio i tre mesi di squalifica inflitta dal guidice sportivo di ultima istanza, per la frequentazione del dottor Carlo Santuccione, implicato in vicende di doping. Ma adesso dichiara: «ho voglia di correre e di pensare a nuovi traguardi dopo tutto quello che ho subito l'anno scorso. Voglio rivincere il giro per riprendermi tutto quello che mi è stato tolto in termini di immagine. Alla corsa rosa ci sarà una bella concorrenza, ma da campione in carica parto come favorito».
Nel mirino di danilo anche le classiche delle Ardenne, in primis la Liegi-Bastogne-Liegi, e il Mondiale di Varese. La Milano-Sanremo, invece «arriva troppo presto. Ci saro' ma non avro' la gamba giusta, visto che iniziero' a correre il 15 febbraio al Giro della Provincia di Reggio Calabria e come forma sono ancora un po' indietro».


da tuttobiciweb.it

oltre ad aver costruito l'accusa sul nulla la Procura del CONI ha agito con evidente malafede, aggiungo io.
Parlo di malafede perchè non posso pensare che Torri e il suo perito ignorassero che quelle variazioni di valori si possono ottenere si con una flebo, ma anche bevendo una notevole quantità di acqua, fatto che Di Luca ha raccontato fin da subito e per il quale aveva come testimoni addirittura gli ispettori antidoping del CONI.
Se Torri non fosse stato a conoscenza di una cosa del genere dovrei pensare che è un incapace totale; se invece, come più logico, lo sapeva, allora è chiara la malafede in quanto, pur sapendo che Di Luca aveva detto la verità, ha rimandato la palla in campo avverso come se fosse più interessato a punire a tutti i costi l'abruzzese piuttosto che a fare giustizia.
A questo punto mi aspetto un rinvio a giudizio nonostante tutto, dopodichè il GUI non potrà far altro, di fronte alle carte e alle testimonianze esibite da Di Luca, che fare a fettine l'impianto accusatorio di Torri & c.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 23/01/2008 alle 21:44
Antonello, possiamo parlare di queste cose nel thread sul doping e lasciare il thread su Di Luca all'attività agonistica di Danilo?

Thanks.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 04/02/2008 alle 15:58
Di Luca: "Il Bis al Giro
Poi in squadra con Basso"


Il leader della Lpr tra presente e futuro: "Conosco Ivan da quando eravamo bambini, mi piacerebbe molto correre con lui". Sul caso Lampre: "Una storia assurda, ci sentiamo in galera"
Danilo Di Luca, 32 anni, ha vinto il Giro 2007. Lapresse
MILANO, 4 febbraio 2008 - Il suo presente è alla Lpr con Paolo Savoldelli. Il suo futuro chissà. L’ipotesi più clamorosa sarebbe un’accoppiata con Ivan Basso alla Barloworld, che sembra la destinazione più probabile del varesino (entro un mese la decisione) per il rientro nel 2009 dopo la squalifica. Danilo Di Luca sull’argomento non si tira indietro. "Conosco Ivan da quando eravamo bambini. Siamo amici. Mi piacerebbe correre con lui, ma non c’è mai stata l’occasione. Per adesso ho un anno di contratto con la Lpr, poi si vedrà".
Come si troverebbe Di Luca con Basso?
"Sarebbe un confronto stimolante (i due ne hanno parlato anche a dicembre al Brinzio; ndr). Correndo nella stessa squadra, riesci a misurare davvero la forza del tuo compagno".
Come si troverà Di Luca con Savoldelli?
"C’è sempre stata stima reciproca, ma in raduno a Maiorca abbiamo capito di andare molto d’accordo. Tra noi non serve dire chi è il capitano".
La Lpr è un ritorno al passato?
"In un certo senso sì. Anche se non c’è paragone con la Cantina Tollo di Santoni. Questo può diventare uno squadrone. Vorrei essere io a portarlo in alto".
Cominciando dal Giro?
"Tutti si aspettano il bis al Giro e anche io me l’aspetto. La pressione non mi spaventa. Ero sicuro dell’invito, in quanto vincitore uscente, sarebbe stato strano il contrario. Prima, però, vorrei riprovare l’emozione di vincere la Liegi-Bastogne-Liegi".
L’hanno turbata la squalifica di 3 mesi e poi l’inchiesta del Coni sui controlli dello Zoncolan?
"Ora sono più sereno, ma ho sempre conservato l’equilibrio. Ho fatto ricorso al Tas contro la squalifica (legata all’inchiesta Oil for drug e alla frequentazione del medico Santuccione; ndr) perché continuo a ritenermi innocente. E per i controlli dello Zoncolan sono convinto di non avere nulla da temere: i miei periti l’hanno dimostrato scientificamente".
Che cosa pensa dei test di notte nel raduno della Lampre di Cunego in Toscana?
"Mi sembra una storia totalmente assurda. Non c’è più alcuna privacy e rispetto delle persone. Prima che atleti siamo esseri umani".
Si ritrova nello slogan "corridori agli arresti domiciliari"?
"Con la reperibilità, basta una semplice dimenticanza o un errore non voluto per finire nei casini. Normale sentirsi in galera. Penso soprattutto ai giovani che hanno davanti dieci anni di carriera. Ed è ancora più ingiusto che questo trattamento non sia uguale per tutti gli sportivi".
È d’accordo con il passaporto biologico?
"Se tutti lo accetteranno, noi della Lpr ci adegueremo senza problemi. Però non ho ancora trovato qualcuno che sappia spiegarmi esattamente che cos’è".
Quali traguardi mancano ancora alla sua carriera?
"Il Mondiale e la Sanremo. E poi ci sarebbe il Tour. Sono convinto di potere vincere anche quello. Ho almeno altri cinque anni ad alto livello".
Si prepara al riscatto?
"Davanti agli ostacoli e alle delusioni, tiro fuori sempre il meglio. Noi italiani siamo così. Basta vedere l’esempio del calcio e quello di Bettini l’anno scorso al Mondiale di Stoccarda".

Luigi Perna

fonte: gazzetta.it

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1420
Registrato: Jun 2005

  postato il 04/02/2008 alle 16:26
Una rinnovata LPR Brakes si appresta a correre
Dopo la presentazione ufficiale di sabato a Piacenza, la LPR, con molti nomi nuovi, è pronta per gareggiare. La formazione Professional Continental è adesso guidata da Fabio Bordonali con gli ingaggi acquisiti a stagione conclusa dei vincitori di tre Giri d’Italia Danilo Di Luca e Paolo Savoldelli.
L’obiettivo della LPR Brakes è il Giro, confermato dopo l’invito alla corsa. Anche se, le nuove forze di Bordonali, ex-leader della Tenax, cercheranno di essere protagonisti per tutta la stagione 2008. "Non è stato facile durante quest’inverno allestire una squadra di questo livello," ha commentato il team manager Bordonali. "Adesso, davanti a questo pubblico appassionato, siamo pronti ad iniziare questa meravigliosa avventura con gli ingredienti giusti."
Bordonali era in pensiero nei giorni precedenti la notizia delle squadre invitate al 91.mo Giro, avendo tra le sue fila il vincitore della passata edizione, Di Luca, ed il trionfatore 2005 e 2002 Savoldelli.
"Non voglio ripetermi," è stato il commento del 32enne Di Luca riguardo la sua un po’ discussa vittoria al Giro. L’abruzzese ha affrontato un inverno difficile, con i tre mesi di sospensione per il coinvolgimento nell’operazione Oil for Drugs e la ricerca di un nuovo team. Il legame con Bordonali è ideale per dare risalto all’azienda sponsor e aiutare Di Luca a tornare a combattere.
"I miei obiettivi continuano ad essere il Giro e la Liegi, la corsa di un giorno che preferisco," ha detto il vincitore della Liège-Bastogne-Liège 2007. "Noi speriamo di ottenere il massimo, facendoci vedere e, soprattutto, lavorare come una squadra."
"La LPR ha voluto investire nel ciclismo con forti corridori di qualità e con buone caratteristiche," ha confermato il 34enne Savoldelli, che ha firmato con la LPR dopo un anno all’Astana.
"Tutti si aspettano molto da noi e noi faremo buona impressione." Savoldelli ha fatto notare che le sue aspirazioni non sono soltanto per il Giro, "Spero di essere protagonista anche nella seconda parte della stagione, alle corse contro il tempo delle Olimpiadi e del Mondiale, anche se Tour e Vuelta li ritengo più importanti ma, per quest’ultime, tutto dipende dagli inviti a partecipare."
La squadra inizierà a breve un secondo raduno a Salto di Fondi (Lazio), che finirà il 17 febbraio e farà il suo debutto alle corse il 9 al GP Costa degli Etruschi.
La LPR Brakes per il 2008: Paolo Bailetti, Gabriele Bosisio, Luca Celli, Riccardo Chiarini, Claudio Cucinotta, Danilo Di Luca, Giairo Ermeti, Raffaele Ferrara, Roberto Ferrari, Jure Golcer, Sergio Laganà, Sergio Marinangeli, Alessandro Maserati, Matteo Montaguti, Ruslan Pidgornyy, Daniele Pietropolli, Walter Proch, Cristiano Salerno, Paolo Savoldelli e Alessandro Spezialetti.
-www.cyclingnews.com-


______________________________

Visti i componenti di questa LPR, secondo voi, chi saranno i partecipanti alla SECONDA vittoria del Killer al Giro d'Italia ?!?!
Io dico (in ordine d'importanza):
Di Luca, Savoldelli, Spezialetti, Bosisio, Pidgornyy, Celli, Bailetti, Chiarini e Golcer.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2734
Registrato: Aug 2006

  postato il 04/02/2008 alle 16:55
Originariamente inviato da Bob Fats
La LPR Brakes per il 2008: Paolo Bailetti, Gabriele Bosisio, Luca Celli, Riccardo Chiarini, Claudio Cucinotta, Danilo Di Luca, Giairo Ermeti, Raffaele Ferrara, Roberto Ferrari, Jure Golcer, Sergio Laganà, Sergio Marinangeli, Alessandro Maserati, Matteo Montaguti, Ruslan Pidgornyy, Daniele Pietropolli, Walter Proch, Cristiano Salerno, Paolo Savoldelli e Alessandro Spezialetti.
-www.cyclingnews.com-

______________________________

Visti i componenti di questa LPR, secondo voi, chi saranno i partecipanti alla SECONDA vittoria del Killer al Giro d'Italia ?!?!
Io dico (in ordine d'importanza):
Di Luca, Savoldelli, Spezialetti, Bosisio, Pidgornyy, Celli, Bailetti, Chiarini e Golcer.


credo che uno come ferrara potrebbe essere molto utile in salita e poi è un grande uomo squadra, infatti l'anno scorso nonostante le prestazioni non proprio esaltanti di ferrara, ballerini lo ha sempre elencato tra i papabili per la maglia azzurra a stoccarda.........

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1563
Registrato: Nov 2005

  postato il 04/02/2008 alle 17:39
Originariamente inviato da danilodiluca87

"Il Mondiale e la Sanremo. E poi ci sarebbe il Tour. Sono convinto di potere vincere anche quello. Ho almeno altri cinque anni ad alto livello".

fonte: gazzetta.it


Che Danilo avesse tanta grinta non lo scopro ora, ma con questa affermazione il suo livello di autostima è salito alle stelle (mi riferisco al Tour naturalmente)!!!!
Forza Di Luca, dimostra quanto vali!!

 

____________________
FANTACICLISMO CICLOWEB: il più forte.
Fantarivale storico (stimato e rispettato): Salvatore77
Gran CKC Staffoli 2010: Maglia Nera

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 04/02/2008 alle 19:15
Originariamente inviato da danilodiluca87

"Il Mondiale e la Sanremo. E poi ci sarebbe il Tour. Sono convinto di potere vincere anche quello. Ho almeno altri cinque anni ad alto livello".

Eh già, anch'io sono convinto che il Tour sia nelle corde di Danilo.
Il percorso 2008, ad esempio, è abbastanza adatto a lui giacché i chilometri contro il tempo sono decisamente pochi rispetto al passato, ma occorre arrivarci in forma, ed è molto difficile fare una buona Sanremo, la preparazione per il Giro e poi essere in condizione anche in Francia.
Credo che la sua frase sia rivolta al futuro, anche se può darsi che quest'anno, sempre ammesso che la LPR venga invitata, una capatina al Tour potrebbe farla comunque.

Anche se 9 su 10 l'invito resterà un miraggio, almeno per quest'anno...

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 04/02/2008 alle 20:34
Originariamente inviato da Abajia

Originariamente inviato da danilodiluca87

"Il Mondiale e la Sanremo. E poi ci sarebbe il Tour. Sono convinto di potere vincere anche quello. Ho almeno altri cinque anni ad alto livello".

Eh già, anch'io sono convinto che il Tour sia nelle corde di Danilo.
Il percorso 2008, ad esempio, è abbastanza adatto a lui giacché i chilometri contro il tempo sono decisamente pochi rispetto al passato, ma occorre arrivarci in forma, ed è molto difficile fare una buona Sanremo, la preparazione per il Giro e poi essere in condizione anche in Francia.
Credo che la sua frase sia rivolta al futuro, anche se può darsi che quest'anno, sempre ammesso che la LPR venga invitata, una capatina al Tour potrebbe farla comunque.

Anche se 9 su 10 l'invito resterà un miraggio, almeno per quest'anno...


Ma guarda, conoscendo le pastette degli organizzatori, direi che per Di Luca al tour non ci sarà mai più spazio visti i fatti dell'anno scorso. Di conseguenza, anche per la LPR, passaporto biologico o meno.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1563
Registrato: Nov 2005

  postato il 04/02/2008 alle 20:39
Originariamente inviato da Subsonico

Originariamente inviato da Abajia

Originariamente inviato da danilodiluca87

"Il Mondiale e la Sanremo. E poi ci sarebbe il Tour. Sono convinto di potere vincere anche quello. Ho almeno altri cinque anni ad alto livello".

Eh già, anch'io sono convinto che il Tour sia nelle corde di Danilo.
Il percorso 2008, ad esempio, è abbastanza adatto a lui giacché i chilometri contro il tempo sono decisamente pochi rispetto al passato, ma occorre arrivarci in forma, ed è molto difficile fare una buona Sanremo, la preparazione per il Giro e poi essere in condizione anche in Francia.
Credo che la sua frase sia rivolta al futuro, anche se può darsi che quest'anno, sempre ammesso che la LPR venga invitata, una capatina al Tour potrebbe farla comunque.

Anche se 9 su 10 l'invito resterà un miraggio, almeno per quest'anno...


Ma guarda, conoscendo le pastette degli organizzatori, direi che per Di Luca al tour non ci sarà mai più spazio visti i fatti dell'anno scorso. Di conseguenza, anche per la LPR, passaporto biologico o meno.

Aggiungiamoci anche i fatti avvenuti all'epoca della Saeco che riducono ulteriormente le possibilità di vedere Di Luca al Tour.

 

____________________
FANTACICLISMO CICLOWEB: il più forte.
Fantarivale storico (stimato e rispettato): Salvatore77
Gran CKC Staffoli 2010: Maglia Nera

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 04/02/2008 alle 20:48
L'invito al Tour resterà un miraggio soprattutto se i francesi fiutassero una sola sola possibilità su cento che Di Luca possa vincere.
Poi, di scuse ce ne sono quante se ne vogliono.
E se li aiuta pure il CONI....con i propri magnificenti procuratori.

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2734
Registrato: Aug 2006

  postato il 04/02/2008 alle 20:53
dopo aver vinto il giro di luca ha detto che avrebbe voluto riprovare con il giro quest'anno e con il tour nel 2009.............
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 04/02/2008 alle 21:26
ho sempre pensato che la Sanremo fosse nelle sue possibilità, anche se l'ostacolo più difficile per lui resta la discesa del Poggio.

Il Tour, secondo me, è un utopia: a meno di clamorosi miglioramenti a cronometro, non vedo proprio come possa essere competitivo per la maglia gialla.
O i francesi stravolgono completamente le loro abitudini circa il percorso, oppure il Tour resta un sogno.
A suo favore gioca solo il fatto che la concorrenza attuale non è poi granchè; però Andy Schleck sta venendo fuori e nel 2009 ci sarà anche Ivan Basso.
Insomma c'è poco da star allegri.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 04/02/2008 alle 21:46
Originariamente inviato da Subsonico

Originariamente inviato da Abajia

Originariamente inviato da danilodiluca87

"Il Mondiale e la Sanremo. E poi ci sarebbe il Tour. Sono convinto di potere vincere anche quello. Ho almeno altri cinque anni ad alto livello".

Eh già, anch'io sono convinto che il Tour sia nelle corde di Danilo.
Il percorso 2008, ad esempio, è abbastanza adatto a lui giacché i chilometri contro il tempo sono decisamente pochi rispetto al passato, ma occorre arrivarci in forma, ed è molto difficile fare una buona Sanremo, la preparazione per il Giro e poi essere in condizione anche in Francia.
Credo che la sua frase sia rivolta al futuro, anche se può darsi che quest'anno, sempre ammesso che la LPR venga invitata, una capatina al Tour potrebbe farla comunque.

Anche se 9 su 10 l'invito resterà un miraggio, almeno per quest'anno...


Ma guarda, conoscendo le pastette degli organizzatori, direi che per Di Luca al tour non ci sarà mai più spazio visti i fatti dell'anno scorso. Di conseguenza, anche per la LPR, passaporto biologico o meno.


Sicuramente la LPR non riceverà nessun invito dal Tour. E forse non sarà neanche un male visto che secondo me Di Luca non ha nelle sue corde il Tour.
X poter vincere in Francia si deve avere una certa esperienza che Di Luca sicuramente al Tour non ha. Ne lui, ne corridori come Simoni, Savoldelli e altri italiani. Inutile farsi troppe illusioni.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2734
Registrato: Aug 2006

  postato il 04/02/2008 alle 23:10
beh forse vincere il tour per danilo non è poi così impossibile,anche se il podio sarebbe già tanto....

cmq tra ritiri e casi di doping, fuoriclasse al tour ormai ce ne sono pochi, infatti il tour l'ha vinto perfino pereiro che è sempre stato un buon corridore ma fino a 2 anni fa non si è mai pensato che potesse vincerlo e l'anno scorso lo stava per vincere rasmussen che non è mai andato forte a crono...... anzi........

e cmq visto che il tour secondo molti può vincerlo anche valverde perchè di luca no....... a crono e in salita vanno più o meno forte uguale, solo in volata lo spagnolo è più forte ma neppure troppo......

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 05/02/2008 alle 00:32
Originariamente inviato da simone89

beh forse vincere il tour per danilo non è poi così impossibile,anche se il podio sarebbe già tanto....


in effetti il podio sarebbe un obiettivo più realistico

cmq tra ritiri e casi di doping, fuoriclasse al tour ormai ce ne sono pochi, infatti il tour l'ha vinto perfino pereiro che è sempre stato un buon corridore ma fino a 2 anni fa non si è mai pensato che potesse vincerlo e l'anno scorso lo stava per vincere rasmussen che non è mai andato forte a crono...... anzi........


beh, sia Pereiro che Rasmussen hanno vinto o lo stavano facendo grazie ad un abbuono che il gruppo gli ha gentilmente concesso: è chiaro che se Danilo guadagna 5 minuti con una fuga bidone, allora il discorso cambia totalmente.
E non dimentichiamo che nelle ultime due stagioni il Tour ha avuto la partecipazione più povera forse di sempre.
Bisogna vedere fino a quando durerà questo periodo di vacche magre.

e cmq visto che il tour secondo molti può vincerlo anche valverde perchè di luca no....... a crono e in salita vanno più o meno forte uguale, solo in volata lo spagnolo è più forte ma neppure troppo......


Valverde qualche credenziale in più a cronometro ce l'ha: alla Vuelta più di una volta è arrivato tra i primissimi.
E se vogliamo ha anche qualche credenziale in più in salita, visto che una volta è riuscito a battere perfino Armstrong.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4030
Registrato: Oct 2007

  postato il 05/02/2008 alle 00:45
Originariamente inviato da simone89

beh forse vincere il tour per danilo non è poi così impossibile,anche se il podio sarebbe già tanto....

cmq tra ritiri e casi di doping, fuoriclasse al tour ormai ce ne sono pochi, infatti il tour l'ha vinto perfino pereiro che è sempre stato un buon corridore ma fino a 2 anni fa non si è mai pensato che potesse vincerlo e l'anno scorso lo stava per vincere rasmussen che non è mai andato forte a crono...... anzi........

e cmq visto che il tour secondo molti può vincerlo anche valverde perchè di luca no....... a crono e in salita vanno più o meno forte uguale, solo in volata lo spagnolo è più forte ma neppure troppo......


Infatti. Valverde non ha vinto nessun Tour, nel 2007 era dato tra i papabili e poi si è visto che (non) ha combinato. Pereiro il Tour l'ha vinto con una fuga bidone, non scordiamocelo....
Ma il problema di Di Luca più che altro è quello di tutti gli altri italiani ( a parte Basso). Secondo me per vincere il Tour un corridore devo correrlo prima almeno 3-4 volte. Ci vuole tanta esperienza, non è detto che uno che vince il Giro debba fare per forza bene poi al Tour. E poi c'è il solito problema della cronometro.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 05/02/2008 alle 00:52
non dimentichiamo inoltre che la partecipazione del Tour è sicuramente molto più qualificata di quella del Giro.
Cunego non è riuscito a stare nei 10, nonostante in Italia sia sempre tra i primissimi; lo stesso Simoni, anche quando in Italia faceva il bello e il cattivo tempo, al Tour le ha sempre beccate.

 

____________________
"L'uomo da battere è Gianni Bugno, e quasi certamente non riusciremo a batterlo" (Greg Lemond, Stoccarda, 24 agosto 1991)

"Il rock è jazz ignorante" (Thelonious Monk)

 
Edit Post Reply With Quote
<<  3    4    5    6    7    8    9  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.4195850