Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Danilo Di Luca
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  35    36    37    38    39    40    41  >>
Autore: Oggetto: Danilo Di Luca

Livello Tour




Posts: 237
Registrato: Jun 2009

  postato il 07/09/2009 alle 23:01
ma!!! invece che avercela con Diluca perchè non pensi a goderti questo grande momento di Cunego
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4168
Registrato: Apr 2008

  postato il 08/09/2009 alle 13:39
Originariamente inviato da Ale10orna

ma ora la situazione com'è, una volta confermate le controanalisi come è successo, i prossimi passi quali saranno???


cercare di fare confusione per ridurre al massimo la squalifica. mi sembra la strada migliore



io sinceramente sono schifato, xk al giro mi aveva emozionato, ora spero nn corra più, che nessun team lo ingaggi...e spero di non trovarlo neppure in qualche gara amatoriale!
DOPATI AVETE ROTTO!


problemi tuoi

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Ferdy Kubler




Posts: 427
Registrato: Oct 2005

  postato il 08/09/2009 alle 17:17
sei il mio caro cunego venisse beccato dopato mi cadrebbero le braccia e sarei deluso, tradito, caro danilodiluca87 visto che mi hai anche dato dello scemo, ti dico che tu che sei suo fans sei il primo ad essere stato preso in giro!!!
dovrebbero fare una categoria a parte, con i vari ricco piepoli ecc...la categoria dai asan!!! dai varda che sun dre a ciapat par al cul!!

 

[Modificato il 08/09/2009 alle 17:20 by Ale10orna]

____________________
ciclismo che passione

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2188
Registrato: Jun 2008

  postato il 08/09/2009 alle 17:59
a parte le splendide riflessioni di grilloparlante, direi che questa è vera spazzatura

 

____________________
Io Odio Marino Bartoletti e Abajia



Vincitore al Fantaciclismo del Tour de Suisse 2009
2°, 3° e 4° in tre tappe al Fantagiro d'Italia '09
Una vittoria di tappa e un 4° posto al Fanta Tour 2009

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 08/09/2009 alle 22:07
Ale10orna , danilodiluca87 non pensate che
far scendere la discussione ad uno sterile scambio
di offese non ottenga come unico risultato il
dare ragione a Tetzuo ?


 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 09/09/2009 alle 01:23
il giornale tuttobiciweb ed il caso Di Luca....

Doping, anche Di Luca scivola sulla CERA
di Cristiano Gatti

Anche Di Luca: via, un altro campione senza valore da rottamare in discarica. L’ul­ti­mo di una lunga serie, di una lunga serie che non sembra avere mai un ultimo. Impallinato ai controlli antidoping in due tappe dell’ultimo Gi­ro, Arenzano (20 maggio) e a Bene­ven­to (28 maggio), un Giro concluso alle spalle di Menchov, rischiando seriamente di vincerlo.
Sorvolando sulle sue reazioni, che co­me in tutti gli ultimi dieci anni di scandali non hanno nemmeno stavolta il pregio della fantasia («Sono incredulo, non ho preso niente, chiederò le controanalisi in un altro laboratorio, se finisce così lascio il ciclismo»), più interessante rilevare come persino Di Luca risulti vittima del famigerato Ce­ra, cioè l’Epo di terza generazione. Di­co “persino”, perché onestamente non sembra possibile che un campione as­suma questa sostanza al Giro d’Italia, dopo un anno ininterrotto di casi scoperti, a partire dall’Ultimo Tour, per passare ai Giochi di Pechino. Eppure, anche Di Luca cade sul Cera. Col­pe­vo­le due volte: di truffa sportiva, ma an­che di stupidità umana, visto che tutti quanti, nel mondo dello sport, hanno ormai capito benissimo come il Cera sia facile preda dei cecchini antidoping.
Non c’è niente da fare: questa metastasi continua a seminare danni irreparabili. Sanno di rischiare, ma continuano imperterriti a rischiare. Di Luca era un volto molto amato dai tifosi, soprattutto per la sua tenacia e la sua combattività. Evidentemente non gli bastava. Con il Giro a portata di mano, dev’essersi detto che il rischio valeva la candela. Per battere Menchov mi basta pochissimo, un piccolo aiutino: e via con l’aiutino. Finisce nel solito modo. Come per Sella, Riccò, Rebellin. An­ch’egli passa alla storia nel modo più umiliante. I posteri racconteranno la sua storia partendo dalla fine: Cera una volta Di Luca.
E dire che Di Luca aveva già subìto le sue tortuose tribolazioni, nel ramo do­ping. Come dimenticare i guai per le frequentazioni nello studio del dottor Santuccione, un medico radiato e infrequentabile per regolamento. Allora Di Luca si difese dicendo che Santuccione era il suo medico di famiglia, che lo frequentava sin da bambino. Adesso è un po’ più dura: a trentatrè anni, dopo lun­ga e disonorata carriera, il pescarese dovrà ripresentarsi davanti a quel suo Abruzzo che durante il Giro diceva di voler rappresentare come una bandiera, citando le ataviche prerogative di ca­rattere e di resistenza. Non sarà facile, andando avanti, girare ancora per borghi e contrade della sua terra. Il tradimento è pesante. Il suo pubblico chie­de conto.
Il resto dei discorsi diventa persino stucchevole. Troppe volte si sono ripetute le stesse litanie. Le chiacchiere, però, ormai stanno a zero. Fino a quan­do la squalifica per doping resterà ferma a due anni, il doping continuerà ad essere un affarone, per l’atleta. Si rischia, si guadagna, al massimo si fa un po’ di vacanza se arriva una squalifica. Ma basta che faccia un nome, che in qualche modo confessi qualcosa, perché i due anni vengano addirittura di­mezzati. Proprio così: il doping può pesare sulla vita di un atleta meno di una frattura. Hai voglia di sperare che smettano. Per dire: il popolare Sella si è già rimesso a correre, Riccò quanto prima. Dopo aver distrutto, rispettivamente, un Giro e un Tour. Soltanto l’anno scorso.
E allora?
Mi ripeterò, consapevole di dare noia: a mali estremi, estremi rimedi. Nei periodi di emergenza, servono misure draconiane. Il doping non sparirà mai dallo sport, questo lo sappiamo, ma almeno deve diventare molto, molto, molto rischioso anche in termini di carriera: chi viene pizzicato va estromesso con biglietto di sola andata. Deve cambiare mestiere, se ne trova un altro. Comunque non può più ripresentarsi alle gare, bello come il sole, magari pu­re con la medaglia dell’eroe che ha collaborato con la giustizia, sorridendo in faccia ai tifosi traditi.
In termini tecnici, questa cosa si chiama radiazione. Da un punto di vista sportivo, ormai, è legittima difesa.


certe volte ci lamentiamo di Capodacqua....

DOPING 0. Speriamo che sia così: “zero tituli”, al momento di scrivere. D come Di Luca: la ferita, il dolore, la rabbia raccolta sulle strade del Tour ma proveniente dal Giro d’Italia. Speriamo che Danilo abbia la possibilità di dimostrare la propria innocenza. Speriamo non ci siano altri scandali. Speriamo che cambi qualcosa, ma ci credo poco. Così come Pierre Bordry, il presidente della AFLD, l’Agenzia Francese di Lotta al Doping. In una intervista concessa al quotidiano Le Monde, si è detto «convinto che durante il Tour siano state utilizzate sostanze che non sono ancora sul mercato, in particolare riguardanti l’autoemotrasfusione». Bordry ha parlato di Hematide, una nuova molecola che ha sul sangue gli stessi effetti della Eritropoietina: la sostanza prodotta dalla Affymax è ancora alla fase tre di sperimentazione e quindi non in commercio. La seconda sostanza indicata da Bordry è l’AICAR (aminoimidazole carboxamide ribonucleotide) del quale si hanno notizie già dallo scorso anno: durante la sperimentazione, gli scienziati hanno scoperto che nei topi questa sostanza aumenta la resistenza anche in assenza di allenamento. Lo scopo di questa sostanza è infatti quello di modificare le fibre “veloci” dei muscoli trasformandole in fibre “di resistenza”.

fonte: tuttobiciweb.it

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 17/09/2009 alle 22:45
Vittorie per squadra:

SQUADRE PRO-TOUR

TEAM COLUMBIA - HIGH ROAD 81
TEAM SAXO BANK 41
RABOBANK 24
QUICK STEP 22
GARMIN - SLIPSTREAM 20
ASTANA 20
TEAM KATUSHA 20
CAISSE D'EPARGNE 20
LIQUIGAS 17
FRANCAISE DES JEUX 16
LAMPRE - NGC 16
COFIDIS, LE CREDIT EN LIGNE 15
BBOX BOUYGUES TELECOM 13
Team MILRAM 8
SILENCE-LOTTO 7
EUSKALTEL EUSKADI 6
AG2R LA MONDIALE 5
FUJI-SERVETTO 3

SQUADRE PROFESSIONAL

SERRAMENTI PVC DIQUIGIOVANNI-ANDRONI GIOCATTOLI 33
CERVELO TEST TEAM 24
Agritubel 23
LPR BRAKES 18
VACANSOLEIL PRO CYCLING TEAM 13
PSK WHIRLPOOL - AUTHOR 8
ISD 7
Barloworld 7
SKIL-SHIMANO 7
CERAMICA FLAMINIA - BOSSINI DOCCE 6
CSF GROUP - NAVIGARE 6
ELK HAUS 6
XACOBEO GALICIA 6
ANDALUCIA CAJASUR 5
CONTENTPOLIS AMPO 4
TOPSPORT VLAANDEREN - MERCATOR 4
BMC RACING TEAM 3
ACQUA & SAPONE - CAFFE MOKAMBO 2
SHIMANO RACING TEAM 2
VORARLBERG - CORRATEC 2
LANDBOUWKREDIET - COLNAGO

SQUADRE CONTINENTAL

LIBERTY SEGUROS 22
BESSON CHAUSSURES - SOJASUN 21
CCC POLSAT POLKOWICE 20
RABOBANK 3 18
TEAM CAPINORDIC 16
PETROCHEMICAL TABRIZ CYCLING TEAM 14
KATYUSHA CONTINENTAL TEAM 12
TEAM AIS 11
AZAD UNIVERSITY IRAN 10
COLOMBIA ES PASION COLDEPORTES 10
KELLY BENEFIT STRATEGIES 10
TEAM DESIGNA KOKKEN 10


fonte: forum di Cunego

la Lpr era uno squadrone, ha vinto più di molte Pro Tour correndo la metà delle corse....non era da Grandi Classiche

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 22/09/2009 alle 16:29
Abruzziamo, fondi devoluti all'Ospedale di Neonatologia L'Aquila

A seguito del grande successo dell’iniziativa ABRUZZIAMO che ha portato alla vendita di oltre 37.000 braccialetti rosa durante le tre settimane di svolgimento del Giro d’Italia del Centenario, l’ACCPI (Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani), in collaborazione con Fondazione ABIO Italia Onlus, informa che il ricavato derivato dalla vendita dei suddetti braccialetti (pari a euro 38.465,20) sarà devoluto al Reparto di Neonatologia dell’Azienda Ospedaliera San Salvatore di L’Aquila.
L’ACCPI, insieme a tutti i corridori professionisti italiani, ringrazia Androni Giocattoli e RCS per la fornitura gratuita dei braccialetti, Fondazione ABIO per la preziosa collaborazione e, non da ultimi, gli oltre 37.000 tifosi per l’entusiastico sostegno offerto a questa nostra iniziativa, voluta ed ideata da Danilo Di Luca.
ABIO, Associazione per il Bambino in Ospedale ONLUS, è stata fondata a Milano nel 1978 per promuovere l’umanizzazione dell’ospedale. Da 30 anni i volontari ABIO si occupano di sostenere e accogliere, in collaborazione con medici e operatori sanitari, bambini e famiglie che entrano in contatto con la struttura ospedaliera. Fondazione ABIO Italia ONLUS coordina e promuove, sul territorio nazionale, l’attività delle Associazioni ABIO locali che con i loro 4.500 volontari offrono un valido e costante supporto ai bambini e alle loro famiglie.
Per avere maggiori informazioni e scoprire come sostenere Fondazione ABIO Italia Onlus visitate il sito www.abio.org.


fonte: tuttobiciweb.it

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Costante Girardengo




Posts: 1056
Registrato: Mar 2008

  postato il 22/09/2009 alle 20:30

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2337
Registrato: Jan 2007

  postato il 22/09/2009 alle 22:04
danilo è sempre stato un gran signore. ve lo assicuro, al 100%!!!
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 22/09/2009 alle 23:51
quante cavolate e cattiverie gli hanno sparato proprio per questo motivo, per aver sfruttato e strumentalizzato il terremoto, anche qui sul forum alcuni elementi lo hanno accusato che lo faceva per farsi pubblicità....

Grande Danilo....uomo e ciclista, lo dicevo queste cose sarebbero rimaste e nulla avrebbe potuto rovinarle....punto e basta

teneteveli e metteteveli voi quei braccialetti da paraculo "I'm doping free...."

TORNEREMO....prima o poi

 

[Modificato il 22/09/2009 alle 23:57 by danilodiluca87]

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 237
Registrato: Jun 2009

  postato il 23/09/2009 alle 09:50
Diluca è uno dei pochi uomini veri del gruppo.un grande applauso per quello che ha fatto per il suo abruzzo.Tornerà a correre e a vincere nè sono certo
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 02/10/2009 alle 18:06
Il coni concede altri 15 giorni alla difesa di Di Luca....

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Marzo 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 4706
Registrato: Apr 2005

  postato il 02/10/2009 alle 18:12
per me non è un uomo con la U maiuscola se lo era ora stava ancora in corsa

 

____________________
"Qui devi spingere con le tue gambe vecio" Davide Cassani a Gilberto Simoni alla ricognizione di Plan De Corones

"Signori non c'è ne sono più" Gilberto Simoni ad Aprica 2006

Il mio nome è Roberto che fa rima (guarda un pò che caso) con Gilberto

30 maggio 2007 ultima vittoria al giro sullo Zoncolan. 30 Maggio 2010 la fine di un lungo sogno duranto 15 anni fatto di tante gioie e tante delusioni, grazie di tutto Gibo!



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 237
Registrato: Jun 2009

  postato il 02/10/2009 alle 18:37
qualcuno mi sa dire come mai questa proroga di 15 giorni?come mai sta ritardando così tanto?
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Ferdy Kubler




Posts: 427
Registrato: Oct 2005

  postato il 02/10/2009 alle 19:57
Originariamente inviato da GiboSimoni

per me non è un uomo con la U maiuscola se lo era ora stava ancora in corsa


riflessione azzeccatissima, sono pienamente d'accordo con te

 

____________________
ciclismo che passione

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 02/10/2009 alle 20:18
Originariamente inviato da Ale10orna

Originariamente inviato da GiboSimoni

per me non è un uomo con la U maiuscola se lo era ora stava ancora in corsa


riflessione azzeccatissima, sono pienamente d'accordo con te


ehehe sicuramnete i vostri sono uomini con la C maiuscola....

Danilo uomo in gara e fuori....non lo cambio con Simoni e Armstrong....

 

[Modificato il 02/10/2009 alle 20:22 by danilodiluca87]

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Marzo 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 4706
Registrato: Apr 2005

  postato il 02/10/2009 alle 20:34
il signor Di Luca non è uomo nè superiore e nè inferiore a Simoni, Armstrong e altri...

 

____________________
"Qui devi spingere con le tue gambe vecio" Davide Cassani a Gilberto Simoni alla ricognizione di Plan De Corones

"Signori non c'è ne sono più" Gilberto Simoni ad Aprica 2006

Il mio nome è Roberto che fa rima (guarda un pò che caso) con Gilberto

30 maggio 2007 ultima vittoria al giro sullo Zoncolan. 30 Maggio 2010 la fine di un lungo sogno duranto 15 anni fatto di tante gioie e tante delusioni, grazie di tutto Gibo!



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 02/10/2009 alle 20:41
Originariamente inviato da GiboSimoni

il signor Di Luca non è uomo nè superiore e nè inferiore a Simoni, Armstrong e altri...


questo volevo dire anche io....

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 05/11/2009 alle 19:44
eheheheh cari giovani questo thread in quarta pagina....è come mandare la Juventus in serie C....

comunque finalmente una buona notizia per Danilo....il 5 dicembre dovrebbe inaugurare il suo grande negozio KIKLOS....nella magnifica Pescara....

quindi un invito a tutti....tutti ad "accattare" biciclette

babeuf, nocs_84, henkmovi ed altri....tornate a scrivere, non mi lasciate solo contro tutti
NON E' FINITA....

 

[Modificato il 05/11/2009 alle 20:32 by danilodiluca87]

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 05/11/2009 alle 21:45
Non sei solo, lo sai.
A parte la Juve ed il Berlusca, ci intendiamo.

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 237
Registrato: Jun 2009

  postato il 06/11/2009 alle 13:26
no,hai ragione non è finita e io spero di vedere Diluca al prossimo giro contro tutto e tutti,vedremo.. .....l'inverno è lungo e nel caos generale magari ci scappa qualche bella notizia,ad ogni modo sicuramente CERA o non CERA è stato il ciclista italiano dell'anno e i suoi duelli con menchov hanno dato un pò di pepe a tutta la stagione

forza danilo tieni duro che cunego ti aspetta a braccia aperte per farti da gregario!!!!


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 06/11/2009 alle 13:50
non ho visto duelli con Menchov, primo perchè non sono mai stati da soli, secondo perchè Di Luca più che avere duellato ha fatto dell'ottimo gregariato al russo, inseguendo pure i pollini portati dal vento.

Tutto ciò per dire che di pepe alla stagione Di Luca ne ha dato poco, per giunta in una stagione senza pepe in generale, escludendo l'irresistibile Gilbert d'autunno o i numeri di Cavendish (in primis quello alla Sanremo).

Detto questo, auguri a Di Luca per il suo nuovo negozio (di bici mi pare di capire). Nel 2010 potrebbe anche tornare perchè in questo ciclismo non ci si capisce più granchè, ma sul piano prettamente tecnico-sportivo penso che gli anni passino anche per lui, l'inattività "pesi" molto e gli stress nervosi pure. Ergo, dubito che - anche se tornasse - sia in grado di ripetersi. Se mi sbaglio, sarò il primo a tirarmi giù il cappello.

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Gino Bartali




Posts: 1388
Registrato: Jun 2008

  postato il 06/11/2009 alle 14:04
"Di Luca contro tutto e contro tutti"
Ma che brutta CERA

 

____________________
http://cicloblog.splinder.com/

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 237
Registrato: Jun 2009

  postato il 06/11/2009 alle 15:18
forse non si vedrà più il Diluca dell'ultimo giro,forse non vincerà più una gara a tappa ma il piacere di rivederlo in gara va oltre tutto ,e poi sono convinto che numeri come quello del giro dell'emilia danilo li possa fare pure a 40 anni,rebellin docet,ad ogni modo spero solo di rivederlo correre e poi vedremo.......
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond
Utente del mese Gennaio 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 5660
Registrato: Mar 2005

  postato il 06/11/2009 alle 15:24
Originariamente inviato da Frank VDB

non ho visto duelli con Menchov, primo perchè non sono mai stati da soli, secondo perchè Di Luca più che avere duellato ha fatto dell'ottimo gregariato al russo, inseguendo pure i pollini portati dal vento.



Va bene, Henk doveva scrivere "duello" anziché duello, però a me sembra che, se non ci fosse stato Di Luca, il Giro di quest'anno sarebbe stato come il Tour e cioè "stradominato" dal vincitore.
Nonostante la sua indubbia debolezza a cronometro, è arrivato a 41" secondi di distacco dal degnissimo vincitore e quanto allo spettacolo ed al "duello": è riuscito a vincere la quarta tappa, ci ha provato (soccobbendo) nella quinta, ha preso l'abbuono nella ottava, ha staccato tutti nella Cuneo-Pinerolo ed ha fatto il bis con Denis sul Blockhaus. Lo ha di nuovo battuto nella volata del Vesuvio ove si giocavano l'abbuono ed era addirittura avanti al primo riferimento nella crono finale, costringendo Mechov ad impegnarsi, rischiando, sui sampietrini. Che si può chiedere di più ad un atleta?

 

____________________
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente. Dopo 12 anni di carriera io so quello che devo fare e non voglio che una mia vittoria venga messa in dubbio dalla fantasia delle analisi".

(Jacques Anquetil, 4 maggio 1966, intervista a L'Équipe)

Non riesco a comprendere perché Morris non sia assunto da nessuna rete telvisiva come opinionista

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 06/11/2009 alle 16:47
Originariamente inviato da lemond

Originariamente inviato da Frank VDB

non ho visto duelli con Menchov, primo perchè non sono mai stati da soli, secondo perchè Di Luca più che avere duellato ha fatto dell'ottimo gregariato al russo, inseguendo pure i pollini portati dal vento.



Va bene, Henk doveva scrivere "duello" anziché duello, però a me sembra che, se non ci fosse stato Di Luca, il Giro di quest'anno sarebbe stato come il Tour e cioè "stradominato" dal vincitore.
Nonostante la sua indubbia debolezza a cronometro, è arrivato a 41" secondi di distacco dal degnissimo vincitore e quanto allo spettacolo ed al "duello": è riuscito a vincere la quarta tappa, ci ha provato (soccobbendo) nella quinta, ha preso l'abbuono nella ottava, ha staccato tutti nella Cuneo-Pinerolo ed ha fatto il bis con Denis sul Blockhaus. Lo ha di nuovo battuto nella volata del Vesuvio ove si giocavano l'abbuono ed era addirittura avanti al primo riferimento nella crono finale, costringendo Mechov ad impegnarsi, rischiando, sui sampietrini. Che si può chiedere di più ad un atleta?


Confermo: la prestazione di Di Luca al Giro è stata eccellente (facciamo finta di non sapere quello che sappiamo da luglio), la vittoria di Pinerolo ha esaltato pure me, ottimo il suo secondo posto, ma con Menchov non c'è stato duello o sfida o altro sinonimo: ha dominato dalle Cinque Terre in poi e nessuno è mai riuscito a metterlo in difficoltà. Anzi, temo che se avesse voluto, Menchov avrebbe potuto fare lui la differenza... Di Luca ha corso con tanto cuore ma poco criterio e allacciando poche alleanze.

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 06/11/2009 alle 19:28
Originariamente inviato da Frank VDB

non ho visto duelli con Menchov, primo perchè non sono mai stati da soli, secondo perchè Di Luca più che avere duellato ha fatto dell'ottimo gregariato al russo, inseguendo pure i pollini portati dal vento.

Tutto ciò per dire che di pepe alla stagione Di Luca ne ha dato poco, per giunta in una stagione senza pepe in generale, escludendo l'irresistibile Gilbert d'autunno o i numeri di Cavendish (in primis quello alla Sanremo).

Detto questo, auguri a Di Luca per il suo nuovo negozio (di bici mi pare di capire). Nel 2010 potrebbe anche tornare perchè in questo ciclismo non ci si capisce più granchè, ma sul piano prettamente tecnico-sportivo penso che gli anni passino anche per lui, l'inattività "pesi" molto e gli stress nervosi pure. Ergo, dubito che - anche se tornasse - sia in grado di ripetersi. Se mi sbaglio, sarò il primo a tirarmi giù il cappello.


caro Franck VDB sei un maesto nello scrivere qualcosa e poi contraddirti il post dopo....sei il classico tifoso cuneghino....
mi dici che ti sei esaltato in alcune tappe...e poi che Di Luca non ha dato niente alla stagione, non c'è stato nessun duello.....insomma niente di niente....mettiti d'accordooo
io vedo e mi fa piacere(figuriamoci....) che sei intervenuto su questo thread per buttare fango, come sempre, ed era da tempo che non scrivevi sul forum....insomma hai fatto quello che faccio sempre io nei threadh di Cunego, ehehehe buttare fango....solo che io sono un TIFOSO(ultras, cafone, antisportivo, incitatore alla violenza ecc.ecc) mentre tu caro Franck VDB lo SPORTIVONE....giusto????

dici che non c'è stato duello.....ma lo hai visto il Giro, e poi mi avete rotto con sta storia che gli abbia fatto da gregario....manko foste dei tecnici di ciclismo o altro, quando forse non avete neanche mai pedalato(mi ci metto anche io in mezzo) però almeno non faccio il tecnico....

uno che vince a San martino di Castrozza in quel modo con uno sprint a 60 all'ora, nel duello con Menchov ha vinto a Pinerolo, in quella maniera staccando tutti anche Menchov, cosa che al contrario non è mai accaduta....
uno che scatta a Bergamo e fa 3°, che fa scatti nella tappa di Faenza, che ci prova sul Petrano.....nella sua tappa di casa del Block Haus dove voi professoroni di tecnica avete detto che gli ha fatto da gregario per tutta la salita, è stata l'unica volta dove negli ultimi 500 metri Menchov ha mollato....ci ha provato sul Vesuvio....poi Menchov ha fatto il fenomeno nella crono di 60 Km.....è stato più forte punto e basta....ma comunque ha reso spettacolare un girooooo
rivoglio quello scatto nella nube rosa, quando Danilo ha dovuto frenare per colpa di una motocicletta....che spettacolooooo

caro frank vdb visto che il tuo mito italiano ha fatto skyfo per un anno, dici che la stagione è stata poco divertente, dove addirittura ti ha entusiasmato anche Gilbert.....mentre Di Luca nienteeee
questi sono i misteri dei rosicatori cuneghini....si diventa anche esterofilii

un'ultima cosa....certo che diventerà vecchio, ma anche dopo quello che gli hanno fatto passare tra 2007 e 2008 ti ricordo qualche tappa che ha fatto appena un mese dopo che lo hanno fatto ricorrere, che da cuneghino continuerai a sognare....ma non tanto per lo spettacolo, ma per le pa**e che ha dimostrato....
- pescocostanzo,
- monte pora,
- giro dell'emilia,

ma figuriamoci, voi cuneghini avete considerato fallimentare il giro 2008 di Di Luca, lo avete definito ancora più fallimentare di quello di Cunego 2009....eh vabbè grazie per la stima

caro Bartolino non fare troppo il simpaticone.....tu per chi tifi????
chi è la "scartina" italica di cui provi vergogna nel nominarlo????
o anche tu per fare il professore del forum ti affidi a campioni stranieri????

ehh giààà anche io sono tifoso di Merckx

 

[Modificato il 06/11/2009 alle 19:56 by danilodiluca87]

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1388
Registrato: Jun 2008

  postato il 06/11/2009 alle 20:02
Scartina?
Professore?
Io tifo per Cunego e il mio tifo (che è un tifo critico e non con le fette di prosciutto davanti agli occhi) credo sia risaputo
Alla luce delle vicende Di Luca di questa estate, dopo che si era autoproclamato eroe, mito nazionale eccetera ed essersi fatto beccare con le mani nella marmellata credo che andare in giro a fare i gradassi non sia la cosa piu indicata

 

____________________
http://cicloblog.splinder.com/

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 06/11/2009 alle 20:13
Originariamente inviato da Bartoli
Io tifo per Cunego e il mio tifo (che è un tifo critico e non con le fette di prosciutto davanti agli occhi) credo sia risaputo
Alla luce delle vicende Di Luca di questa estate, dopo che si era autoproclamato eroe, mito nazionale eccetera ed essersi fatto beccare con le mani nella marmellata credo che andare in giro a fare i gradassi non sia la cosa piu indicata


ma non sparare cavolate....aveva detto che correva con l'Abruzzo sulla sella, che avrebbe fatto qualcosa per aiutarli....

eroe, mito nazionale lo dici tu....

poi che sia stato beccato o meno, è secondario....i braccialetti e le maglie le ha vendute....38.000 euro li ha raccolti....
il tuo amico Cunego con i suoi braccialetti cosa ha raccolto????
paraculaggine ed immunità....poi....

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 06/11/2009 alle 20:17
boooni state boooooni

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 237
Registrato: Jun 2009

  postato il 07/11/2009 alle 13:23
penso che ognuno è libero di giudicare Diluca come meglio crede,può entusiasmare o lasciare indifferente,il tifo è soggettivo ma non si può negare che nel bene e nel male Diluca è stato l'autentico trascinatore del giro,che senza il campione abruzzese sarebbe stato semplicemente dominato dal russo.ed è altresì innegabile che quello tra i due sia stato un duello con la D maiuscola.a memoria negli ultimi 15 anni non mi ricordo due corridori che dall'inizio alla fine abbiano corso l'uno accanto all'altro in ogni salita come loro e i 40 secondi nè sono l'emblema.che poi Diluca abbia corso male o bene è un altro discorso.infine Diluca non si è mai proclamato eroe nazionale,ha solamente corso sostenendo la sua terra,ma diciamo che ha dato fastidio a molti che sognavano e pronosticavano una lotta tra Basso e l'americano
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 14/11/2009 alle 01:30




l'anno prossimo a Città Sant'Angelo....

 

[Modificato il 14/11/2009 alle 02:20 by danilodiluca87]

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 16/11/2009 alle 21:46
Originariamente inviato da danilodiluca87

Originariamente inviato da Frank VDB

non ho visto duelli con Menchov, primo perchè non sono mai stati da soli, secondo perchè Di Luca più che avere duellato ha fatto dell'ottimo gregariato al russo, inseguendo pure i pollini portati dal vento.

Tutto ciò per dire che di pepe alla stagione Di Luca ne ha dato poco, per giunta in una stagione senza pepe in generale, escludendo l'irresistibile Gilbert d'autunno o i numeri di Cavendish (in primis quello alla Sanremo).

Detto questo, auguri a Di Luca per il suo nuovo negozio (di bici mi pare di capire). Nel 2010 potrebbe anche tornare perchè in questo ciclismo non ci si capisce più granchè, ma sul piano prettamente tecnico-sportivo penso che gli anni passino anche per lui, l'inattività "pesi" molto e gli stress nervosi pure. Ergo, dubito che - anche se tornasse - sia in grado di ripetersi. Se mi sbaglio, sarò il primo a tirarmi giù il cappello.


caro Franck VDB sei un maesto nello scrivere qualcosa e poi contraddirti il post dopo....sei il classico tifoso cuneghino....


Ah ah ah ah ah adesso mi prendo pure del tifoso di Cunego ah ah ah ah ah ah questa sì che è buona... il chierichetto del Vescovo che si prende del cuneghiano uh ah ah ah
Ma su questo sei perdonato perchè sei sul forum da poco e in maniera monotematica; su tutto il resto non mi prendo nemmeno la briga di risponderti; semplicemente scuoto la polvere dai miei calzari. Un gesto regale che di tanto in tanto va riservato a quelli come te.

Mi spiace cedere a queste inclinazioni che tendono alla maleducazione e che quindi non mi appartengono, però dai, un pò anch'io... dal momento che il consenso da queste parti aumentano se si strapazzano un pò le persone... beh, cerco anch'io la mia parte di popolarità.

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 16/11/2009 alle 21:57
Frank e DDL87, spero che questa vostra polemica ormai personale non continui oltre, anche perché temo possa degenerare.
E poi non credo che la cosa possa giovare alla vostra "popolarità"

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 16/11/2009 alle 22:10
Giova Franz, giova eccome alla popolarità... te lo assicuro.
Quanto a me, tranqui: finisce qui. L'espressione "scuotere la polvere dai propri calzari", oltre a resuscitare i bei tempi di don Frank (quando peraltro per discutere di ciclismo con pochi astii ad alti livelli su questo forum era abbastanza più facile rispetto a ora) è abbastanza chiara.
Saludos

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2009
Utente del mese Luglio 2010




Posts: 289
Registrato: Jul 2009

  postato il 17/11/2009 alle 09:57
Di Luca è un corridore spettacolare ed il ciclismo ha senz'altro perso molto con la sua squalifica; questo a prescindere dal giudizio morale che si voglia dare di Danilo.
Durante il Giro, rimanendo solo a insidiare il primato di Menchov, ne ha garantito la spettacolarità, anche se ha corso con poco acume tattico, aprendo una faida controproducente con i Liquigas (che sarebbero potuti essere preziosi alleati) e piantandosi costantemente davanti a fare il ritmo, anziché lasciare la situazione in mano alla maglia rosa per poi attaccarla con cambi di ritmo (di cui Di Luca è capace).

 

[Modificato il 17/11/2009 alle 10:01 by Lupo]


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5156
Registrato: Apr 2005

  postato il 17/11/2009 alle 10:01
Originariamente inviato da Lupo

Di Luca è un corridore spettacolare ed il ciclismo ha senz'altro perso molto con la sua squalifica; questo a prescindere dal giudizio morale che si voglia dare di Danilo.
Durante il Giro, rimanendo solo a insidiare il primato di Menchov, ne ha garantito la spettacolarità, anche se ha corso con poco acume tattico, aprendo una faida controproducente con i Liquigas (che sarebbero potuti essere preziosi alleati) e piantandosi costantemente davanti a fare il ritmo, anziché lasciare la situazione in mano alla maglia rossa per poi attaccarla con cambi di ritmo (di cui Di Luca è capace).


Avrei qualche dubbio sul fatto che i Liquigas sarebbero potuti essere preziosi alleati.
Già facevano a pugni tra loro ...

 

____________________
nino58

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2009
Utente del mese Luglio 2010




Posts: 289
Registrato: Jul 2009

  postato il 17/11/2009 alle 10:03
Originariamente inviato da nino58

Avrei qualche dubbio sul fatto che i Liquigas sarebbero potuti essere preziosi alleati.
Già facevano a pugni tra loro ...


Il fatto stesso che attaccassero Menchov li rendeva utili per Di Luca, anche se ovviamente avrebbe dovuto essere disposto a rischiare qualcosa (ossia rischiare di perdere il secondo posto lasciando a Menchov l'inseguimento).

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 17/11/2009 alle 20:25
ho trovato questo post su internet sul muro di velonews, che sintetizza un pò la storia giovanile del nostro Danilo....per noi tifosi più giovani....

Danilo Di Luca,se da ragazzo hai corso con lui lo sai,ha iniziato a gareggiare nel 1984 al di là delle vittorie era innamorato dello sport.Quando tornava a casa dopo l'allenamento lasciava la biciclettina da corsa e saltava sulla sua muntaine-bike,al richiamo di mamma Maria rispondeva candidamente che quella non era da corsa.Era felice di pedalare,percepiva quell'emozione che senti quando sei a cavallo del pezzo di ferro.Sotto la guida di Mario Di Nicola continuava nelle categorie esordienti e allievi;iniziava di già a contare quanto mancava per il professionismo.C'erano anche altri ragazzi vincenti,ma non erano innamorati del ciclismo come lui.Anche allora vi erano i gufi che dicevano "quando passa di categoria..."e puntualmente rimanevano delusi.Da Juniores con Lucio Di Federico ha dato dimostrazione della sua immensa classe.Dopo aver dominato diverse premondiali gli hanno negato la maglia azzurra e lui diede appuntamento a tutti al Giro della Lunigiana.Andate a chiedere a Figueras che Danilo si è trovato a duellare.Non l'ha solo vinto l'ha dominato.Anche da dilettante ha continuato il suo cammino d'avvicinamento verso la propria vetta con la solita grinta.L'ultimo anno si poteva permettere di passeggiare,il contratto prof l'aveva ottenuto.Diede spettacolo al giro d'italia dilettanti nonostante l'avvio non felicissimo.Invitò prima i propri tifosi alla cronometro di Montappone e poi proseguì lo spettacolo sulle alpi.La ciliegina sulla torta la mise a Treviso:campionati italiani.Nonostante fosse stato tagliato fuori dalla fuga buona,uscì dal gruppo da solo rinvenendo sui fuggitivi(vi erano tutti i migliori)li guardò negli occhi uno ad uno battendoli prima ancora della linea.Il diploma di maturità lo ha conseguito regolarmente senza rinvii o altro.Coraggio Danilo sei stato....

porca miseria già da allora in nazionale....

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 22/11/2009 alle 17:46
weeee giovani questa sera Danilo Di Luca sarà in studio nella trasmissione La Domenica Sportica alle ore 22 su Rete 8....porca majella questa sera non si vede in Molise, maledetta Retecapri che mi fa interferenza....

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 23/11/2009 alle 01:26
cari giovani ho appena sentito un mio caro amico abruzzese Vincenzo.....mi ha subito informato della puntata....

- si dice fiducioso e convinto della sua posizione, contestano i metodi dell'esame....anche se non ha detto quando andranno da Torri a difendersi, ma si aspetta in dicembre o gennaio la SENTENZA(qui non sò se il mio amico ha capito male, perchè non penso che rinunci a difendersiiii)

- il 5 dicembre come vi avevo annunciato alcune settimane fa, apre il suo negozio KYKLOS a Pescara, ed ho saputo via Facebook che ci saranno quasi tutti i suoi vecchi compagni, in particolare dell'ultimo anno....questa secondo me è una bella cosaaaa

- si ritiene giovane e può correre per altri 5-6 anni....

- se nel 2010 correrà.....andrà alla Lampre....

- poi gli hanno chieso dei percorsi del Giro e del Tour....ed ha detto che l'anno prossimo sarà bello anche il percorso del Tour.....oltre le grandi salite del Giro....

- ha detto che è stato contattato per andare a L'isola dei famosi.....ma ha detto "si....poi vediamo"

tutte le cose si conoscevano, tranne l'ultima....

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 237
Registrato: Jun 2009

  postato il 28/11/2009 alle 17:20
Danilo Di Luca non ha nulla a che fare con l’indagine della procura di Padova che ruota attorno all’ex ct serbo, Aleksandar Nikacevic. E’ stato indagato dal pm Benedetto Roberti solo perchè il magistrato padovano ha avocato a sè tutti i casi di Cera.
«Di Luca non ha mai conosciuto l’ex ct serbo», tiene a precisare Flavia Tortorella, avvocato del campione di Spoltore, che insieme al collega Ernesto de Toni lo tutela nella vicenda della presunta positività al Cera nel Giro del Centenario.
«Danilo non è entrato nella vasta indagine che ruota attorno a Nikacevic e coinvolge corridori di fama come Sella e Rebellin. E’ accaduto che il pm di Padova, Benedetto Roberti, ha avocato a sé tutte le vicende legate al Cera. Tra l’inchiesta di Padova e Di Luca non ci sono relazioni, non ha mai comprato Cera dall’ex ct serbo perché non l’ha mai conosciuto. In base alla legge del 2000 sulla frode sportiva una procura ha l’obbligo di indagine davanti a un riscontro di positività che altera la prestazione sportiva».
Indagato sì a Padova, ma non correlato alla mega inchiesta veneta che a luglio ha portato anche ad arresti. Resta il macigno della presunta doppia positività al Cera nel Giro del Centenario. Di Luca ha chiuso la corsa rosa al secondo posto dopo un lungo duello con il russo Menchov e dopo ben 12 prlievi di sangue o di urine nel corso dei 20 giorni della corsa.
«C’è un elemento che differenzia notevolmente le posizioni di Riccò e Sella (quest’ultimo coinvolto nell’inchiesta padovana), e quella di Di Luca», prosegue l’avvocato Tortorella.
«Danilo è l’unico corridore che si è dichiarato innocente, mentre gli altri due hanno ammesso l’assunzione di Cera».
Insieme al collega de Toni avete presentato un ampio dossier alla procura antidoping anche sulla base delle relazioni di un tossicologo di fama, Santo Davide Ferrara, docente dell’università di Padova. Su che si basa la vostra difesa?
«Ci sono aspetti della vicenda che non si possono rendere pubblici se nono dopo le decisioni del procuratore Ettore Torri. La nostra difesa ruota attorno ai dubbi che permangono sulle risultanze del laboratorio di Chatenay-Malabry. La metodologia dell’sitituto parigino non ha una convalidazione scientifica. E’ l’unico isitituo che pratica questo metodo e, quindi, si capisce gli interessi che vi ruotano attorno. E’ un metodo ambiguo di accertamento, non viene detto che metodo si usa, ci sono troppi falsi positivi, cioè casi di positività apparente. Su 12 prelievi sangue-urina durante il Giro, a Danilo sono state accertate due presunte positività in altrettanti prelievi del sangue, mentre le analisi delle urine non presentavano nessuna traccia di prodotti proibiti. Come la mettiamo?».
Che aspettative avete sulle decisioni di Torri?
«Speriamo che trionfi la certezza del diritto. Non ci può essere convalidazione di un risultato se l’attendibilità di un metodo è messa in dubbio. In questo caso non i fracesi non svelano neppure che metodo usano», aggiunge l’avvocato Tortorella.
Vi siete posti un obiettov?
«In luglio, vogliamo far tornare a gareggiare Danilo entro luglio».

da Il Centro
a firma di Paolo Smoglica



allora ti aspettiamo al tour!!!!speriamo bene

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 28/11/2009 alle 19:29
nei giorni scorsi erano comparsi questi articoli....

Doping nel ciclismo
Di Luca indagato nell’inchiesta di Padova
Il campione sospettato è stato già interrogato dal pm


PADOVA — Non era soltanto un colloquio informale quello avvenuto venerdì scorso nel palazzo di Giustizia di Padova. Perché Danilo Di Luca, 33 anni, abruzzese di Spol­tore, nome di spicco del ciclismo internazionale, risulta iscritto nel registro degli indagati dalla Procura padovana. L’accusa è assunzione di sostanze dopanti durante il Giro d'Itala di quest’anno, la stessa ipotesi di reato per cui il campione italiano, maglia rosa finale a Milano nell’edizio­ne 2007 del Giro, era stato indagato dalla magistratura di Roma. Da una settimana gli atti sono arrivati al quarto piano del palazzo di Giustizia della città del Santo, che da circa un anno sta conducendo una serrata e difficile indagine sul Cera, l’epo di nuova generazione. Adesso sarà la procu­ra padovana a occuparsi del caso Di Luca. Probabile che si sia deciso in questo senso perché Padova è il primo ufficio giudiziario d’Italia a occuparsi del doping dal punto di vi­sta penale, mentre finora tutto era rimasto circoscritto al­l’ambito della giustizia sportiva.

Il caso di Danilo Di Luca era scoppiato poco dopo la fine del Giro, durante il quale il «killer» contese il successo fina­le al russo Denis Menchov, in un’entusiasmante testa a testa che si concluse con la cronome­tro di Roma, proprio sotto il Co­losseo. Il 22 luglio, però, venne dato l’annuncio della positività di Di Luca (maglia ciclamino al Giro appena concluso, riservata al vincitore della classifica a punti), in conseguenza dei con­trolli antidoping effettuati al ter­mine delle tappe di Arenzano e Benevento, rispettivamente il 20 e il 28 maggio. L'8 agosto, poi, si aggiunsero le controana­lisi a confermare la positività del corridore, che rischia una squalifica di quattro anni. La sostanza rintracciata nel sangue di Di Luca era appunto il Cera, più precisamente una sua evoluzione chiamata Mir Ce­ra. Finita anche nel mirino della magistratura padovana, che ha aperto un fascicolo indagando 12 persone, tra cui l'ex Commissario tecnico della naziona­le serba Aleksandar Nikacevic, già ciclista professionista e direttore sportivo della Partizan di Belgrado, che riforniva di sostanze dopanti alcuni grossi nomi delle due ruote. Nikacevic è stato già rinviato a giudizio.

Il manager ser­bo è accusato di avere fornito farmaci dopanti a ciclisti pro­fessionisti e dilettanti in varie regioni d’Italia. Tra le sostan­ze distribuite anche il Cera, l’attivatore continuo del recet­tore dell’eritropoietina a livello renale. Le indagini, che continuano per gli altri undici indagati, erano partite da un cicloamatore padovano: gli investigatori avevano sco­perto che era in grado di fornire sostanze dopanti. Al telefo­no, intercettato, parlava delle «due coppie di ruote», gergo utilizzato per indicare i farmaci Epo, l’eritropoietina, e Gh, la somatotropina, conosciuta come l’ormone della cresci­ta. Nei guai è finito anche Enrico Lazzaro, medico di Monte­grotto (Padova), filmato mentre «ossigenava» il sangue di una nuotatrice 14enne con la tecnica illegale dell’ozonote­rapia.

Nicola Munaro



Il Mattino di Padova. Di Luca indagato dal pm Roberti

Adesso cominciano i guai seri per Danilo Di Luca, secondo al Giro d’Italia 2009 e maglia rosa al 90º Giro del 2007. Il suo nominativo è finito nel registro degli indagati della procura di Padova: l’accusa è di violazione della legge che vieta l’impiego di sostanze dopanti nell’attività sportiva.
In occasione dell’ultimo Giro il trentaduenne ciclista pescarese, noto come «il killer di Spoltore», fu trovato positivo a un controllo effettuato il 20 maggio a Moncalieri, dopo la tappa di Arenzano, e in quello del 28 maggio a Silvi Marina, dopo la tappa di Benevento.
Positivo al Cera, un’eritropoietina ricombinante sintetica di terza generazione la cui denominazione commerciale è «Mircera», inventato e realizzato dalla casa farmaceutica Roche per contrastare gravi forme di anemia. Tuttavia il farmaco ben presto è dilagato nell’ambiente ciclistico perché si tratta di un tipo di ormone che, aumentando il numero dei globuli rossi nel sangue, fa crescere la capacità di trasportare ossigeno, moltiplicando la prestazione atletica. Per un ciclista è come aver un motore turbo dentro il proprio corpo. Senza sentire fatica.
E come mai il caso Di Luca è finito sul tavolo del pm Roberti? La procura antidoping del Coni ha trasmesso i dati alla procura ordinaria di Roma che, per legge, è competente in caso di illecito sportivo, salvo poi demandare il procedimento alla procura della Repubblica competente sul territorio nazionale. A Padova il pm Roberti sta da tempo svolgendo accertamenti sull’importazione di Cera dai Balcani.
Il sospetto è che il Cera impiegato sia da Di Luca che da Riccardo Riccò - ventiseienne modenese, squalificato per doping al Tour 2008, che dal 18 marzo 2010 ricomincerà a correre) - abbia la stessa fonte, ovvero Aleksandar Nikacevic, il trentunenne ex commissario tecnico della nazionale serba di ciclismo under 23, direttore sportivo della Futura di Tombolo, arrestato nel luglio scorso. Nei giorni scorsi Di Luca è stato visto nel Palazzo di giustizia di Padova accompagnato dal suo difensore, l’avvocato Ernesto De Toni.

da Il Mattino di Padova
a firma di Cristina Genesin


cara Cristina Genesin se lo scriveva mia nonna, scriveva meglioooo

ma Riccò veniva da Santuccione.....
comunque da quello che dicono qua dentro, tra le 6-7 positività che dicevano qualche mese fa sulla Gazzetta dei campioni del Giro 2008....mi devo preoccupare????



Ciclismo, Danilo Di Luca indagato a Padova? Il corridore annuncia querele

CICLISMO - Non c’è pace per Danilo Di Luca. In un articolo scritto su un quotidiano di Padova è rimbalzata la notizia che il corridore sarebbe indagato anche dalla Procura veneta. Ricordiamo che Di Luca è in attesa del pronunciamento della Procura Antidoping del Coni di Roma sulla positività al Cera (l'Epo di ultima generazione) riscontratatagli nel corso dell'ultimo Giro d'Italia.
Secondo quanto si è appreso l’accusa è di violazione della legge che vieta l’impiego di sostanze dopanti nell’attività sportiva, indagine su cui sta lavorando da tempo il PM padovano Benedetto Roberti insieme alla Guardia di Finanza. Nel mirino accertamenti sull’importazione del Cera dai balcani. Il sospetto della procura è che la sostanza dopante impiegata dal ciclista abruzzese sia stata ceduta da Aleksander Nikacevic, ex ciclista ed ex ct della Serbia, arrestato dalle Fiamme Gialle nel luglio scorso. Raggiunto telefonicamente, Di Luca ha dichiarato che si tratta di una farsa in quanto oltre a non avere ricevuto alcun avviso dalla Procura non conosce Nikacevic. Il corridore, inoltre, ha dato mandato ai legali di tutelare la sua immagine e il suo nome, riservandosi eventuali iniziative giudiziarie.

di Paolo Durante


la miglior difesa è l'attacco....è sempre una buona cosa minacciare azioni legali, sennò questi già ti mettono i piedi in testa, poi se li lasci fare....ti distruggono completamente professionalmente e umanamente....ALL'ATTACCOOOO
le stesse denuncie le voleva fare anche ad As poi è andata com'è andata....ma non bisogna mai mollareee



fonte: corrieredelveneto.it

fonte: tuttobiciweb.it

fonte: rete8.it

 

[Modificato il 28/11/2009 alle 20:47 by danilodiluca87]

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 09/12/2009 alle 02:07
ciao giovani come vi avevo anticipato qualche mese fa....il 5 dicembre ha inaugurato il suo negozio, vi posto un articolo che ho trovato in giro....

Danilo Di Luca entra nel commercio, inaugurato il suo nuovo negozio

In attesa di conoscere il proprio futuro in sella alle due ruote, Danilo Di Luca non perde tempo ed oltre a continuare ad allenarsi entra nel mondo del commercio inaugurando un nuovo negozio di biciclette, sotto le insegne di Kyklos (dal greco antico "due ruote"); "La scelta di questo brand non è un caso", ha spiegato il campione pescarese, "insieme all’agenzia di comunicazione Mirus abbiamo cercato di individuare un marchio che potesse sposare la nostra filosofia commerciale. Kyklos vuole diventare l’emblema del ciclismo pescarese."

Non una semplice vetrina, ma un vero e proprio show room in grado di offrire suggestioni e momenti di pura arte su due ruote: gigantografie dei momenti più belli della carriera di Danilo riempiono ogni parete per raccontare la misura di uno dei campioni del pedale più amati dal pubblico.

Il locale, diviso in due piani di 550 metri quadri, diventeranno mille con l’apertura di un bar e centro relax nelle prossime settimane, è costruito secondo una grafica studiata dal campione abruzzese; nel tempio della bici ci sono anche laboratori di biomeccanica, fisioterapia, preparazione, zona relax.

Moltissimi gli amici presenti nella serata di gala, tenutasi sabato nei locali del nuovissimo negozio, con un ospite d'eccezione come il trofeo del Giro d'Italia vinto dal campione abruzzese; presenti il fido gregario Alessandro Spezialetti, il campionee italiano under 23 Matteo Rabottini, Umberto Di Giuseppe patron dell’Aran World. Non poteva mancare il segretario generale del trofeo Matteotti, Nino Bellonio, imprenditori e tra i politici sono intervenuti il presidente del Consiglio regionale Nazario Pagano, il sindaco Luigi Albore Mascia e l’ex presidente del consiglio comunale Gianni Melilla.

Già nutrito il parco delle biciclette disponibili al pubblico: moltissime le marche che si possono trovare sugli scaffali pescaresi dalle bici riservate ai più piccoli, sino alle mountainbike più sofisticate e alle bici da corsa di ultima generazione.

"A Pescara", ha detto nel corso della presentazione il killer di Spoltore, "Stanno nascendo molte piste ciclabili e la bicicletta diventerà un valido mezzo di locomozione per spostarsi in città senza inquinare"; applausi, strette di mano e l'abbraccio degli amici, per Danilo Di Luca una nuova avventura è iniziata.

servizio a cura di Andrea Fin


fonte: ciclismoweb.net

per vedere qualche foto andate su....http://www.photors.net/motore.php?&tappa=278

 

[Modificato il 09/12/2009 alle 02:12 by danilodiluca87]

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote
<<  35    36    37    38    39    40    41  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.2905898