Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Danilo Di Luca
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  31    32    33    34    35    36    37  >>
Autore: Oggetto: Danilo Di Luca

Livello Fausto Coppi




Posts: 4168
Registrato: Apr 2008

  postato il 02/08/2009 alle 22:47
e domani ci daranno il risultato delle controanalisi, e probabilmente la fine della carriera di danilo

nel frattempo, mentre la giustizia sportiva procede in modo più o meno condivisibile, invito i fan di danilo a postare in questo 3d i link ai video o agli articoli riguardanti le più belle imprese del killer, per ricordarci ancora una volta dello spessore di danilo

quali articoli di ciclismo migliori di quelli di cicloweb? ecco quelli riguardanti alcune tra quelle che secondo me sono state le migliori giornate di danilo, a partire dal 2005



pinerolo 2009: http://www.cicloweb.it/art1421.html
san martino di castrozza 2009: http://www.cicloweb.it/art1413.html
monte pora 2008: http://www.cicloweb.it/art1035.html
briançon 2007: http://www.cicloweb.it/art791.html
montevergine 2007: http://www.cicloweb.it/art783.html
liegi 2007: http://www.cicloweb.it/art769.html
l'aquila 2005: http://www.cicloweb.it/art322.html
freccia 2005: http://www.cicloweb.it/art304.html
amstel 2005: http://www.cicloweb.it/art301.html

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 237
Registrato: Jun 2009

  postato il 03/08/2009 alle 15:46
ma notizie su Diluca ancora niente?
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4168
Registrato: Apr 2008

  postato il 03/08/2009 alle 16:10
speri che i risultati delle controanalisi escano davvero oggi? illuso!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 237
Registrato: Jun 2009

  postato il 03/08/2009 alle 16:31
spero solo che non finisca come Rebellin!
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 237
Registrato: Jun 2009

  postato il 03/08/2009 alle 16:33
spero almeno in qualche notizia.Sono ormai dieci giorni che non si sa niente
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 163
Registrato: Apr 2006

  postato il 04/08/2009 alle 15:09
Originariamente inviato da henkmovi

spero solo che non finisca come Rebellin!

Cioè che non fanno sapere più niente?

 

____________________
I rigori li sbaglia solo chi ha il coraggio di tirarli.


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 197
Registrato: Oct 2004

  postato il 04/08/2009 alle 18:26

Al di là delle attese spasmodiche e preoccupanti dei tifosi di Danilo, ed anche del sottoscritto, si deve tener conto del dramma umano-sportivo di un corridore che, probabilmente, diciamo con molte possibilità, avrebbe potuto vincere il Mondiale. Parliamo di colui già designato da Ballerini come capitano al prossimo mondiale, sì la grande rivincita di Danilo dopo gli ultimi due campionati in cui è stato assente. Ed allora mi sorge spontanea una domanda, che mi frulla continuamente in testa illudendomi che tutto vada per il meglio, che nulla sia successo. Come poteva Di Luca essere così stupido, proprio lui, probabilmente il più talentuoso nostro corridore insieme a Ivan Basso?. Qualcuno mi aiuti a capire.....

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 283
Registrato: May 2007

  postato il 04/08/2009 alle 19:55
Originariamente inviato da Casagrande


Al di là delle attese spasmodiche e preoccupanti dei tifosi di Danilo, ed anche del sottoscritto, si deve tener conto del dramma umano-sportivo di un corridore che, probabilmente, diciamo con molte possibilità, avrebbe potuto vincere il Mondiale. Parliamo di colui già designato da Ballerini come capitano al prossimo mondiale, sì la grande rivincita di Danilo dopo gli ultimi due campionati in cui è stato assente. Ed allora mi sorge spontanea una domanda, che mi frulla continuamente in testa illudendomi che tutto vada per il meglio, che nulla sia successo. Come poteva Di Luca essere così stupido, proprio lui, probabilmente il più talentuoso nostro corridore insieme a Ivan Basso?. Qualcuno mi aiuti a capire.....


Anch'io mi sono posto la stessa domanda senza riuscire a darmi una risposta. Tuttavia, quello che mi ha lasciato più perplesso sono state le dichiarazioni di Di Luca quando ha riferito alla gazzetta che se i risultati fossero stati confermati si sarebbe ritirato e che comunque aveva già guadagnato abbastanza per un futuro tranquillo (se non erro questa era la sintesi).

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 237
Registrato: Jun 2009

  postato il 04/08/2009 alle 20:35
Dato che danilo ,anche se molti se lo dimenticano,é un atleta sotto inchiesta e non ancora colpevole mi chiedo se per assurdo(manco tanto)risultasse innocente chi gli restituirebbe un mondiale che poteva vincere,o quanto meno correre da capitano. più tempo passa più un eventuale errore nelle analisi sarebbe un danno pesantissimo per atleta e per l'uomo diluca.Lo stesso discorso vale naturalmente per Rebellin. tutti noi(compreso io )ragioniamo da colpevolisti ma visto che questi atleti non sono ancora colpevoli dovremmo forse cambiare giudizio
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 203
Registrato: Feb 2006

  postato il 05/08/2009 alle 07:00
Sono d'accordo con Henkmovi. Due campioni di notevole spessore umano come Di Luca e Rebellin che tanto hanno dato al ciclismo (ed hanno vinto tanto)e che sono sul finire della carriera, cosa mai li avrebbe spinti a rovinare tutto proprio ora che non hanno più da dimostrare niente a nessuno? E' per questo che non credo alla loro colpevolezza, mi sembra un'assurdità e voglio sperare che tutto si risolva per il meglio. Ma l'immagine dei due corridori, in quest'ultima evenienza, chi la ripaga?
Se penso che a Pechino Davide poteva vincere l'oro olimpico e che Danilo per poco non vince il suo secondo Giro (che avrebbe dedicato alla sua gente d'Abruzzo) mi sento veramente confuso anche perchè ai prossimi Mondiali avremmo avuto nell'arco due frecce vincenti per farci sognare un poker consecutivo da fantascienza.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 237
Registrato: Jun 2009

  postato il 05/08/2009 alle 12:00
Sport • 03/08/09 - 23:27 rete 8
Ciclismo: per Di Luca ancora ore di attesa

Ci sarà da attendere fino a mercoledì 5 per saperne di più. Stamattina sono state effettuate, come previsto, a Parigi le controanalisi (con il campione B, quello congelato che si utilizza in casi come questo), con l'assistenza di un docente universitario di Padova in qualità di perito.

Assoluto riserbo in merito all'esito di un test che potrebbe essere determinante, in un verso o nell'altro, per la restante carriera di Danilo Di Luca: se dovesse arrivare una risposta contraria alle aspettative, per l'atleta di Spoltore resterebbe il Tribunale di Losanna (Tas).

non ci resta che sperare

 
Edit Post Reply With Quote

Under 23




Posts: 12
Registrato: Aug 2007

  postato il 05/08/2009 alle 12:52
io credo in Danilo di Luca speriamo a le controanalisi
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 05/08/2009 alle 13:37
Originariamente inviato da henkmovi

Sport • 03/08/09 - 23:27 rete 8
Ciclismo: per Di Luca ancora ore di attesa

Ci sarà da attendere fino a mercoledì 5 per saperne di più. Stamattina sono state effettuate, come previsto, a Parigi le controanalisi (con il campione B, quello congelato che si utilizza in casi come questo), con l'assistenza di un docente universitario di Padova in qualità di perito.

Assoluto riserbo in merito all'esito di un test che potrebbe essere determinante, in un verso o nell'altro, per la restante carriera di Danilo Di Luca: se dovesse arrivare una risposta contraria alle aspettative, per l'atleta di Spoltore resterebbe il Tribunale di Losanna (Tas).

non ci resta che sperare


ma le controanalisi le hanno fatte a parigi o barcellona?

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2534
Registrato: Oct 2006

  postato il 05/08/2009 alle 13:58
Originariamente inviato da dietzen

Originariamente inviato da henkmovi

Sport • 03/08/09 - 23:27 rete 8
Ciclismo: per Di Luca ancora ore di attesa

Ci sarà da attendere fino a mercoledì 5 per saperne di più. Stamattina sono state effettuate, come previsto, a Parigi le controanalisi (con il campione B, quello congelato che si utilizza in casi come questo), con l'assistenza di un docente universitario di Padova in qualità di perito.

Assoluto riserbo in merito all'esito di un test che potrebbe essere determinante, in un verso o nell'altro, per la restante carriera di Danilo Di Luca: se dovesse arrivare una risposta contraria alle aspettative, per l'atleta di Spoltore resterebbe il Tribunale di Losanna (Tas).

non ci resta che sperare


ma le controanalisi le hanno fatte a parigi o barcellona?


ah, ecco.
e' quello che mi chiedevo nell'altro thread.
non ricordo di aver mai sentito di controanalisi effettuate in laboratori diversi, soprattutto relativamente ad una positivita' che, a quanto sembra, solo a Parigi sarebbero in grado di riscontrare.
ma non sono sicuro, non so bene quali siano le procedure antidoping.

 

____________________
Anti-Zerbinegnan Club- Founder
Anti Armstrong number 1

Aumento delle cubature. Dei cimiteri

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Luison Bobet




Posts: 786
Registrato: Jan 2006

  postato il 05/08/2009 alle 14:20
Intanto, leggete e godete.... credibilità sempre più a zoccole. Mi chiedo: vale ancora la pena di seguire sto sport, finchè è in certe mani?


Tuttosport: Di Luca positivo in Francia, ma non in Spagna

Oggi conosceremo la verità in merito al caso di Danilo di Luca. Il biondino di spoltore, come noto, lo scorso 22 luglio venne trovato positivo in due test antidoping effettuati nel corso dell’ultimo Giro d’Italia, la mattina del 20 maggio a Moncalieri prima della tappa che portava ad Arenzano e sempre alle sette del mattino del 28 a Silvi Marina, a poche ore dalla frazione di Benevento. Il referto dell’esame era drastico e infamante: prsenza di Cera nei liquidi organici. Da qui la sospensione da parte dell’Uci e la decisione dello stesso abruzzese di autosospendersi dalla carica di vicepresidente dell’assocorridori.

FRANCIA. La doppia positività era stata riscontrata nel laboratorio francese di Chatenay Malabry, l’unico in grado di seguire una certa procedura che inchiodò anche cinque atleti (tra cui il nostro Davide Rebellin) agli ultimi Giochi di Pechino, sulla sorte dei quali, però, a tutt’oggi non si sa nulla, visto che il risultato delle controanalisi e la successiva audizione del 28 luglio scorso presso il Cio hanno evidenziato non poche discrepanze nei modi e nelle procedure.

BARCELLONA. L’altro ieri, poi, era atteso il risultato delle controanalisi sul caampione B dei liquidi organici di Di Luca. Ebbene, da una voce di corridoio trapelata ieri dalla Spagna, parrebbe che il laboratorio di Barcellona non abbia evidenziato alcuna positività. Ciò perché il test sul Cera - a differenza di quello dsull’Epo, che è ormai provato e inequivocabile - lascerebbe ampi margini di errore. In altre parole, si sarebbe evidenziata una “positività soggettiva” e tutto ciò aprirebbe un nuovo clamoroso contraddittorio in tema di lotta al doping. Ora bisognerà vedere che cosa decideranno gli organi competenti dopo l’ufficializzazione delle controanalisi, attesa per oggi.

da Tuttosport
a firma di Paolo Viberti

 

____________________
L'opzione antifascista resistenziale è l'unica via maestra.
Ovunque. (nino58)

Club anti Schleck, iscritto n. 1.

Verità e giustizia per Marco Pantani

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 05/08/2009 alle 14:26
Ne stiamo già parlando nell'altro 3D non creiamo discorsi doppioni per favore, è per essere tutto più comprensibile.

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Luison Bobet




Posts: 786
Registrato: Jan 2006

  postato il 05/08/2009 alle 14:29
Originariamente inviato da Laura Idril

Ne stiamo già parlando nell'altro 3D non creiamo discorsi doppioni per favore, è per essere tutto più comprensibile.


Allora, per favore, se puoi cancellare questo mio intervento mi fai un favore. Ciao.

 

____________________
L'opzione antifascista resistenziale è l'unica via maestra.
Ovunque. (nino58)

Club anti Schleck, iscritto n. 1.

Verità e giustizia per Marco Pantani

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 05/08/2009 alle 14:33
Ma no Luke tranquillo, non serve cancellare

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 192
Registrato: Oct 2004

  postato il 08/08/2009 alle 15:10
Caro Danilo,
ti ho seguito con affetto da quando eri dilettante.
Ma oggi vista la conferma della tua positività credo che la tua carriera fisnisca qui... E finisce nel peggiore dei modi!
L'unica affermazione che mi sento di condividere è quella di Di Rocco ovvero che il tuo gesto è uno schiaffo all'intelligenza visto che sei andato ad usare una sostanza facilmente individuabile che ha comportato la squalifica di altri tuoi colleghi. Ora tu puoi proclamarti innocente quanto ti pare l'evidenza dei fatti è questa.
Esci sconfitto dal mondo del ciclismo con un mondiale (il prossimo) che potevi avere in tasca.
Il problema è che la tua meritata squalifica non servirà a NIENTE, non sarà da esempio a nessuno dei tuoi colleghi visto che non facciamo altro che sentire di corridori squalificati e sarà così anche negli anni seguenti.
Scrivo queste cose con dispiacere, ma l'evidenza dei fatti è questa e spero che non sarai tanto patetico da iniziare inutili battaglie legali gridando al complotto...
Davide - Roma

 

____________________
...SONO ARRIVATO AL PUNTO CHE OGNI VITTORIA E' UN DUBBIO...



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: May 2006

  postato il 08/08/2009 alle 15:57
Caro Danilo,
grazie per il tuo eroico gesto. Così anche per quest'anno molti tifosi di Cunego avranno qualcosa per cui festeggiare...Sono molto contento per loro.

 

[Modificato il 08/08/2009 alle 17:22 by criab]

____________________
IL CINGHIALE DEL PEDALE

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4168
Registrato: Apr 2008

  postato il 08/08/2009 alle 16:09
Originariamente inviato da Dax

il tuo gesto è uno schiaffo all'intelligenza visto che sei andato ad usare una sostanza facilmente individuabile che ha comportato la squalifica di altri tuoi colleghi.


credere che danilo sia l'unico "stupido" in gruppo ad usare cera penso che sia lontano dalla realtà. del resto, se non ho capito male, solo i suoi campioni sono stati mandati al laboratorio francese.

schiaffi ripetuti all'intelligenza li danno invece di rocco e mcquaid, che non fanno che screditare con le loro parole e i loro gesti lo sport che dovrebbero dirigere

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Roger De Vlaeminck




Posts: 640
Registrato: Sep 2004

  postato il 08/08/2009 alle 17:15
Una sola cosa voglio dire:
Ciao Danilo, grazie di tutte le emozioni che mi hai regalato e di avermi fatto riappassionare a questo sport dp la fine di Marco Pantani.In questo momento non voglio sapere piu niente di ciclismo.Spero che qualcuno dp di te mi faccia di nuovo innamorare di questo sport.Ciao campione

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 197
Registrato: Oct 2004

  postato il 08/08/2009 alle 17:21

Cosa altro aggiungere ragazzi? oggi abbiamo chiuso il cerchio con una notizia che mai avremmo voluto sentire, soprattutto la miriade di tifosi di un campione che nel corso del Giro d'Italia ha entusiasmato. E' una brutta notizia, di quelle che veramente ti farebbero passare la voglia di seguire questo sport che rimane splendido. Ma, come in ogni settore della vita, ci si deve sforzare di andare avanti, certo che rimane la profonda amarezza di assistere molto probabilmente alla fine della carriera di un atleta per certi versi controverso ma punto di riferimento, sotto il profilo della classe e dell'immagine, dell'attuale ciclismo. Di Luca, sino a prova contraria......, si sarebbe rovinato con le sue stesse mani, perdendo l'occasione di poter diventare finalmente campione del mondo, di essere leader unico della nazionale, di spazzare ogni dubbio dopo le vicende dello Zoncolan e del medico Santuccione. Dopo Marco Pantani, c'è nel sottoscritto una tristezza indescrivibile e da augurare solamente a Danilo tutto il bene possibile per una nuova vita da ex corridore.
Ed infine una domanda a Danilo: perchè ci hai ingannato?

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: May 2006

  postato il 08/08/2009 alle 17:25
Originariamente inviato da nocs_84

Una sola cosa voglio dire:
Ciao Danilo, grazie di tutte le emozioni che mi hai regalato e di avermi fatto riappassionare a questo sport dp la fine di Marco Pantani.In questo momento non voglio sapere piu niente di ciclismo.Spero che qualcuno dp di te mi faccia di nuovo innamorare di questo sport.Ciao campione


Santo cielo quanto sei drammatico !!! Ci sono sempre e comunque tanti atleti da seguire, c'è sempre uno sport intero da seguire. Il ciclismo non era Di Luca e Di Luca non era il ciclismo. Sono i rischi del mestiere e lui lo sapeva benissimo.
Perché quando beccano qualcuno dovete sempre fare quelli che sembra gli abbiano ammazzato un parente ???

 

[Modificato il 08/08/2009 alle 17:30 by criab]

____________________
IL CINGHIALE DEL PEDALE

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4168
Registrato: Apr 2008

  postato il 08/08/2009 alle 17:46
Originariamente inviato da Casagrande

ti farebbero passare la voglia di seguire questo sport che rimane splendido. Ma, come in ogni settore della vita, ci si deve sforzare di andare avanti,


sono ben altre le notizie che mi farebbero passare la voglia di seguire questo sport: la rielezione di mcquaid, la conferma di bulbarelli come telecronista, il giro di polonia che vale più di una sanremo per l'UCI, e tante altre cose. ma nonostante tutto, come giustamente dici tu, si va avanti

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond
Utente del mese Gennaio 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 5660
Registrato: Mar 2005

  postato il 08/08/2009 alle 17:54
Originariamente inviato da Casagrande


Cosa altro aggiungere ragazzi? oggi abbiamo chiuso il cerchio con una notizia che mai avremmo voluto sentire, soprattutto la miriade di tifosi di un campione che nel corso del Giro d'Italia ha entusiasmato. E' una brutta notizia, di quelle che veramente ti farebbero passare la voglia di seguire questo sport che rimane splendido. Ma, come in ogni settore della vita, ci si deve sforzare di andare avanti, certo che rimane la profonda amarezza di assistere molto probabilmente alla fine della carriera di un atleta per certi versi controverso ma punto di riferimento, sotto il profilo della classe e dell'immagine, dell'attuale ciclismo. Di Luca, sino a prova contraria......, si sarebbe rovinato con le sue stesse mani, perdendo l'occasione di poter diventare finalmente campione del mondo, di essere leader unico della nazionale, di spazzare ogni dubbio dopo le vicende dello Zoncolan e del medico Santuccione. Dopo Marco Pantani, c'è nel sottoscritto una tristezza indescrivibile e da augurare solamente a Danilo tutto il bene possibile per una nuova vita da ex corridore.
Ed infine una domanda a Danilo: perchè ci hai ingannato?


E' quasi tutto condivisibile, però codesta ultima domanda, secondo me, l'avresti dovuta lasciare a Bartoletti

 

____________________
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente. Dopo 12 anni di carriera io so quello che devo fare e non voglio che una mia vittoria venga messa in dubbio dalla fantasia delle analisi".

(Jacques Anquetil, 4 maggio 1966, intervista a L'Équipe)

Non riesco a comprendere perché Morris non sia assunto da nessuna rete telvisiva come opinionista

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 08/08/2009 alle 20:32
Originariamente inviato da lemond

E' quasi tutto condivisibile, però codesta ultima domanda, secondo me, l'avresti dovuta lasciare a Bartoletti


 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 09/08/2009 alle 15:14
È una domanda che però si pomgono in molti, e- in altri termini, meno (melo)drammatici- condivido, pur non essendo tifoso di Di Luca.
Piuttosto non credo che prendersela con mcq, uci, torri e compagnia cantante sia l'unica strada, o la più giusta. Non che siano dei santi, ma mi sembrano dei capri espiatori comodi comodi..

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1420
Registrato: Jun 2005

  postato il 10/08/2009 alle 10:41
Secondo me si somministrava il Cera a piccole dosi e non è mai stato beccato, così ha continuato con questa pratica e come lui chissà quanti altri. Probabilmente i suoi valori erano più sballati di tutti top del Giro e hanno inviato tutto in Francia per incastrarlo. Anche perché penso che l'UCI abbia interesse a screditare le squadre non Pro Tour ed in una situazione così ... borderline ... hanno beccato il pesce più comodo per le loro politiche.
A questo punto non capisco come possa pensare di vincere una battaglia legale il nostro Danilo: come potrà provare che a Chatenay Malabry fanno un testo poco attendibile e poi a chi si appellerà ?? Mi sembra una battaglia contro i mulini a vento.
Inoltre, con la precedente squalifica rischia più dei canonici due anni ??



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2337
Registrato: Jan 2007

  postato il 10/08/2009 alle 15:56
Originariamente inviato da Bob Fats

Secondo me si somministrava il Cera a piccole dosi e non è mai stato beccato, così ha continuato con questa pratica e come lui chissà quanti altri. Probabilmente i suoi valori erano più sballati di tutti top del Giro e hanno inviato tutto in Francia per incastrarlo. Anche perché penso che l'UCI abbia interesse a screditare le squadre non Pro Tour ed in una situazione così ... borderline ... hanno beccato il pesce più comodo per le loro politiche.
A questo punto non capisco come possa pensare di vincere una battaglia legale il nostro Danilo: come potrà provare che a Chatenay Malabry fanno un testo poco attendibile e poi a chi si appellerà ?? Mi sembra una battaglia contro i mulini a vento.
Inoltre, con la precedente squalifica rischia più dei canonici due anni ??



il fatto che il cera , se somministrato a piccole dosi non è rintracciabile, è una belinata pazzesca.
parlare con qualche medico, pliizzz

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 10/08/2009 alle 16:38
ehehehehe purtroppo la Gazzetta e la Rai dettano legge, ma molto spesso ascoltare solo queste due campane....non ci rende altro che ignoranti in materia....io compreso

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 12/08/2009 alle 15:27
La Lpr Farnese ha licenziato Danilo Di Luca
Dopo essere stati informati dal Dipartimento anti-doping dell’UCI che il laboratorio di Chatenay-Malabry (Francia) ha confermato la presenza nel
sangue (campioni "B") dell’EPO recombinato (CERA) del corridore Danilo Di Luca, la BF CYCLING MANAGEMENT società di gestione del Team Lpr Freni Farnese Vini, ha stabilito di licenziare l’atleta con effetto a decorrere dal 23/07/2009. Inoltre l’atleta si terrà responsabile di tutti i danni di immagine derivanti sia agli sponsor come alla squadra, per tanto la società si riserva di dare mandato al proprio avvocato e agire per via giudiziaria a tutela della propria onorabilità, al fine di determinare i danni causati alla squadra, difendere gli interessi della stessa e da recuperare tutti le spese, le sanzioni e multe che gli sponsor e / o RCS decida di chiedere al team.


fonte: tuttobiciweb.it

che skyfo....posso capire le parole(forse solo di facciata) paraculo di Bordonali, posso capire il licenziamento.....ma non capisco tutte queste porcate che chiedono, danni d'immagine ecc.ecc.
allora Danilo nel 2007-2008 cosa doveva chiedere????

- una squadra che è fallita prima del caso Di Luca perchè incapace di fare ciclismo ad alto livello,

- una squadra che prima dell'arrivo di Di Luca era pari a zero, non la conosceva nessuno, ha fatto tanto di quel merchandising in questi ultimi mesi, da poter competere anche con le grandi Pro Tour, tutto questo grazie a chi?????

- una squadra che si è nutrita di sponsor personali di Di Luca, basta vedere i vari Farnese Vini, Angelucci e D'Angelo e tanti altri.....

ho capito che hanno i conti in rosso, ma andassero a fancu*o

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4168
Registrato: Apr 2008

  postato il 12/08/2009 alle 19:00
Originariamente inviato da danilodiluca87

ma andassero a fancu*o


hai detto tutto

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 15/08/2009 alle 00:36
Sciotti: «Punti oscuri nel caso Di Luca»

Paolo Smoglica
Lo sponsor Farnese Vini: «Inaccettabile la poca credibilità delle analisi»

PESCARA. Anche Valentino Sciotti, direttore commerciale della Farnese Vini, sponsor della Lpr, scende in campo a fianco di Danilo Di Luca in questo momento poco felice per il campione di Spoltore dopo la doppia positività al Cera scoperta dal laboratorio parigino di Chatenay Malabry, ma smentita in parte dalle analisi fatte dal laboratorio di Barcellona.
Una situazione poco chiara, confermata anche dall'avvocato del corridore pescarese nel corso del magazine tv di ciclismo Velò, in onda ieri sera. «Ritengo che "la vicenda Di Luca"», esordisce Valentino Sciotti, «presenti molti punti oscuri che sicuramente vanno chiariti, sia nell'interesse dell'atleta che in quello degli sportivi appassionati. Fino a che tutto non risulterà chiaro, restiamo fiduciosi nella correttezza e buona fede dell'atleta che ha dalla sua una lunga carriera piena di successi di indiscusso valore. Non si possono mettere sullo stesso livello risultati ottenuti da atleti di improvvisa rivelazione e quelli di chi è campione sin dalle giovanili e che ha sempre passato ogni controllo antidoping senza alcun rilievo. Sono fermamente convinto che questo sport abbia bisogno di garantirsi il proprio futuro cancellando ogni dubbio legato al doping ma, al tempo stesso, ritengo che ogni azione debba essere garantita dalla massima trasparenza nei metodi e nei risultati. E' inaccettabile che un esame sia positivo in un laboratorio e negativo nell'altro, ne va del futuro e della credibilità del ciclismo e dei singoli atleti che poi hanno una carriera, tuttosommato breve e che non può essere sporcata senza la certezza assoluta».
«Per il futuro», conclude Sciotti, «credo che resteremo nel ciclismo perchè crediamo fortemente nei valori positivi di questo sport e contiamo, con il nostra sostegno, di aiutare la lotta alla credibilità di questo sport e di aiutare i giovani, abruzzesi in particolare, a cercare di emergere con lealtà e nel rispetto delle regole».
Ernesto De Toni, l'avvocato di Di Luca, insiste sulla scarsa attendibilità del laboratorio parigino che, peraltro, già in passato (alle olimpiadi di Pechino) ha sbagliato clamorosamente a danno di un paio di atleti in un primo tempo dichiarati positivi e successivamente scagionati dall'accusa di doping: «Adesso attendiamo la convocazione del 26 dal procuratore Ettore Torri, che costituisce il primo atto del procedimento disciplinare in atto contro Di Luca. In quella sede cominceremo a elaborare la difesa basata sull'inaffidabilità del laboratorio parigino. Il sistema di Chatenay Malabry è stato validato solo il 1º luglio. Di Luca al Giro ha avuto 21 controlli, ha il passaporto biologico, cinque sono statii prelievi di sangue. Il metodo francese al momento non è riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale, non si conoscono le procedure, non c'è un articolo scientifico che ha validato questo sistema. L'Uci mi sta trasmettendo tutta la documentazione parigina, con il prof. Ferrara, consulente di Di Luca, esamineremo le carte e appureremo se il metodo è stato corretto».


fonte: l'espresso

caro Bordonali hai visto da che parte stanno gli sponsor????

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 25/08/2009 alle 01:22
io penso che la cosa più brutta del ciclismo di questo tempo, per i tifosi giovani di ciclisti beccati e non, che hanno seguito in maniera appassionata il ciclismo negli ultimi 5-10 anni(sono gli anni della giovinezza che si porteranno da esempio per l'intera vita "ahhh i tempi di Di Luca....", dove ci si forma, ci si identifica in un campione e si inquadra un determinato sport e lo si giudica <>) che ormai sono disillusi, disinnamorati del ciclismo, non c'è più passione, non c'è più voglia di appassionarsi ad un altro corridore in tutti i casi:
- se vince viene prima o poi indagato e si corre il rischio di rimanere scottati,
- se non vince non ti diverti, non c'è spettacolo, che cavolo lo tifi a fare, questo è il caso di Cunego, che ha vinto da giovane e poi disperso, si hanno tanti tifosi, ma poi man mano li perdi, e ancora più sicuramente non avvicini nessun altro al ciclismo,

come nel calcio si dovrebbe credere alla favola del campione, ed invece qui no....qui se tifi il campione vieni scottato, se tifi una mezza cucchiaia non avrai mai mezza soddisfazione, vivrai solo nel godere delle disgrazie altrui, ma per il resto niente di che, solo emozioni che deriveranno dal leggere i giornali, i Capodacqua....insomma emozioni da libro.....

io mi chiedo, si era positivo, barava, non era corretto....però porca vacca perchè io devo privarmi dello SPETTACOLO????
l'italiano medio di certo non si metterà ad osservare tutte le gare, alla ricerca di uno da tifare.... e quindi in una domenica sul divano in tv sceglierà sempre il calcio dove è sicuro che si godrà sempre il suo campione "femminuccia", lo troverà sempre come riferimento....nella mia giovinezza il mio mito è Del Piero ed io anche da vecchio posso continuare tranquillamente ad appassionarmi ad un giovane perchè sicuro che me lo godrò, mi darà emozioni e sfrutterò il suo spettacolo a lungo....
Perchè mi devo impazzire nel guardare le corse, nell'appassionarmi ad un ciclista, quando poi sono sicuro che avrò delusioni e mazzate, sia se vince che se naturalmente perde????

L'annooooooo prossimo al Giro di italiani chi ci sarà in grado di dare spettacolo e lottare per vincere????

- Riccò e Sella saranno a rischio di partecipazione, e dall'italiano medio saranno etichettati come "dopati",
- Basso e Nibali se ne vanno al Tour,
- Cunego dice che va a pane ed acqua, quindi non vincerà e non entusiasmerà mai....quindi lo spettacolo non lo darà mai, ed il contributo di Cunego al ciclismo sarà pari a zero, non avvicinerà nessun telespettatore....si sarà un vero sportivo, eppure siccome qualche(per dire qualche....) imbroglione ci sarà sempre, perchè difesi dai potenti o per qualsiasi altro motivo....la tua buona azione non servirà a niente

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 25/08/2009 alle 01:29
comunque Mercoledì 26 Agosto....Danilo sarà dal vecchio Torri, cosa succederà????

- confesserà, lo farà se vuole tornare a correre ed ottenere qualche sconto di pena, ma la pecora non è nello stile di Danilo....

- lotterà....come ha sempre fatto

ma perchè non è andato da Cecconi come avvocato, questo De Toni non l'ho mai sentito....

 

[Modificato il 25/08/2009 alle 01:44 by danilodiluca87]

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Moreno Argentin




Posts: 369
Registrato: Sep 2005

  postato il 25/08/2009 alle 07:05
Non andare da Cecconi è stato molto intelligente. Primo, perché Cecconi ha seimila assistiti, ne ha fatti assolvere finora due o tre e quelli del Coni non ne hanno paura. Secondo, perché qui il discorso è più penale che sportivo e poiché è stta riaperta l'inchiesta Oil for Drug, Danilo rischia qualcosa anche per il resto della sua vita.
Quanto al metodo francese, ha ragione Di Luca a dire che non è attendibile, anche se c'è da capire se nel suo caso lo sia o no. Nel caso di Rebellin, ad esempio, il problema è proprio che non è stata trovata la sostanza, né nelle analisi né nelle controanalisi. E' stata semplicemente trovata l variazione di un recettore che si "sposta" soltanto quando viene assunto il Cera (concetto che è alla base del metodo francese). La difesa di Rebellin ha però dimostrato che la variazione è possibile anche in caso di conservazione dei campioni a temperatura trppo alta, oppure trasporto in alta quota senza dovuta pressurizzazione (che poi è il motivo per cui ieri McQuaid, quando ha detto di riesaminare i campioni del Giro 2008, si chiedeva se i campioni fossero stati conservati in modo adeguato). Siccome il Cio va con i piedi di piombo e non vuole andare incontro a vicende giudiziarie in cui possa perdere, Rebellin è ancora in attesa di giudizio. Probabilmente lo squalificano lo stesso e comunque è già stato massacrato abbastanza, ma il metodo non funziona.
Di Luca farà questo. Dimostrerà che i suoi parametri non sono variati durante il Giro e dimostrerà che l'unico parametro variato è quel recettore, ma che in assenza di sostanza, non basta per parlare di doping. In altre parole, se Riccò, Sella e compagnia non avessero... cantato, squalificarli sarebbe stato ben più problematico.
Sarà come fu con l'epo per Pantani. Alla fine della battaglia legale, Di Luca sarà assolto, ma il giudice buontempone scriverà nella sentenza che l'uso di prodotti dopanti è comunque da ritenersi per assodato. Nel caso del Panta, nessun avvocato ricorse contro la sentenza e passò il fatto che Marco avesse usato epo (dettaglio che permise a mille altre procure di aprire fascicoli). Nel caso di Di Luca, se questo è avvocato è bravo come si dice, dovrà chiudere il discorso soltanto quando sarà veramente chiuso. E poi, amen...
Se Di Luca è furbo - e credo che lo sia - chiederà alla procura del Coni di aiutarlo a dimostrare che non ha fatto uso di Cera. E quelli in teoria mica possono mettersi a ridergli in faccia?!

 

[Modificato il 25/08/2009 alle 07:28 by grilloparlante]


 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 25/08/2009 alle 11:11
Beh, i casi Pantani e Di Luca sono molto differenti. Anche per come sono stati condotte le analisi, per i metodi utilizzati (una variazione di ematocrito non equivale alle analisi su un recettore specifico, la differenza è la stessa che ci potrebbe essere tra un esame del sangue del 1950 e un test del dna, oppure tra un vecchio diesel e un moderno jtdm common rail multijet etc ) e per le presunte irregolarità.

DDL: capisco la giovinezza e il tifo, ma appunto il tifo che proponi è di tipo calcistico. Il ciclismo è stato sempre un tifo a favore e non contro, e soprattutto si è tifato sempre anche per chi perdeva ma soffriva, dava spettacolo, cadeva. Chiedi ai francesi, nazionalisti (o patriottici, meglio) in qualunque cosa salvo che nello sport. Guarda come adottarono Ocaña, come lo adorarono per lo spettacolo ma anche per i piccoli e grandi drammi che ne costellarono carriera e vita, fino alla fine. Come incitavano Merckx, soprattutto quando il belga era in crisi, perchè era venuto a onorarli e vincere ma anche soffrire sulle loro strade. E poi il mito dello sconfitto, del perdente, che li spingeva anche a tifare per chi NON vinceva piuttosto che per il primo. Guarda, ad esempio, come amavano Poulidor anche se a vincere era Anqetil.
Guarda come commentarono ed applaudirono l'impresa di un Pirata già sfigurato contro il texano Armstrong. Tempo fa, appostato sul Galibier in attesa del Tour, parlavo con un grupppo di francesi di mezza età. Volevano sapere tutto su Pantani, delle sue interviste, del suo essere irriconoscibile negli ultimi tempi, di qualunque cosa NON riguardasse una grande vittoria ma l'umanità di Marco. Alla fine mi offrirono mezza torta ai mirtilli, magari anche contenti di sentire un italiano qui ne s'amusait à se moquer du français e che veniva a casa loro conoscendo la loro lingua.

Poi confronta tutto questo con il tifo di adesso, soprattutto in Italia: c'è davvero molto da imparare.

Il ciclismo è passione, fatica, dedizione, spettacolo. Un campione è davvero tale non quando vince, ma quando emoziona. Certo, è un concetto sempre più difficile nel ciclismo moderno, sempre più ipertecnico, meccanico, preciso, controllato. Forse, sicuramente, era tutto più.. 'terreno', nel senso di legato alla fatica, alla terra, alla strada, all'epoca famosa del ciclismo eroico. E in effetti guarda come sono ridicoli i tentativi dei Bartoletti e dei Pastonesi, i tentativi di creare miti ed eroi e leggende in mezzo a massaggiatori, preparatori, carovane, biciclette da cronometro studiate al decimo di grammo, cambi elettronici in arrivo. Le loro sono odi non a una candela ma a una lampadina a risparmio energetico, o al neon, o alogena. Efficienti, luminose, performanti, ma prova a ricavarne poesia.

ps. paradossalmente ammiro quasi i tifosi di Cunego, e me ne meraviglio: tifano forse in modo bovino, sicuramente acritico, ma almeno non tifano il loro campione solo quando vince (anche perchè.. ). Faziosità per faziosità, almeno quello. Anche perchè appunto, gli insulti all'avversario sono una novità dolorosa, e almeno quello i cunegoboys se l'erano risparmiato (in corsa).

pps. non dirmi che per dare spettacolo occorre arrivare primo o assumere cera, perchè altrimenti ho parlato (scritto) invano..

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4168
Registrato: Apr 2008

  postato il 25/08/2009 alle 11:18
Originariamente inviato da desmoblu

Un campione è davvero tale non quando vince, ma quando emoziona


in una frase hai sintetizzato i motivi per i quali tifo di luca. di corridori con palmes migliori del suo se ne trovano a palate nella storia del ciclismo, ma...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Moreno Argentin




Posts: 369
Registrato: Sep 2005

  postato il 25/08/2009 alle 16:11
"Beh, i casi Pantani e Di Luca sono molto differenti. Anche per come sono stati condotte le analisi, per i metodi utilizzati (una variazione di ematocrito non equivale alle analisi su un recettore specifico, la differenza è la stessa che ci potrebbe essere tra un esame del sangue del 1950 e un test del dna, oppure tra un vecchio diesel e un moderno jtdm common rail multijet etc ) e per le presunte irregolarità".

I casi sono diversi, ma il vizio di forma che c'è alla base è identico. E comunque il paragone si riferiva al modo di condurre la faccenda dal punto di vista penale. E comunque, stante soltanto la variazione del recettore, se l'atleta non confessa e la sostanza non viene trovata, nessuno può dire che è certa l'assunzione di Cera, così come la variazione di ematocrito non permetteva di dire che fosse stata assunta epo. Del resto, se il test non è ancora stato validato dalla comunità internazionale, un motivo c'è. Tutto qui. Se poi riusciranno a dimostrare che Di Luca è positivo oltre ogni dubbio, che abbia emozionato oppure no, sarà giusto squalificarlo.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 25/08/2009 alle 18:50
Originariamente inviato da desmoblu

Il ciclismo è stato sempre un tifo a favore e non contro, e soprattutto si è tifato sempre anche per chi perdeva ma soffriva, dava spettacolo, cadeva



Giusto per dire che io ho sempre tifato contro Moser e non me ne sono mai pentito ...

Poi, se devo essere proprio sincero, non ho mai tifato granchè per chi perdeva ma soffriva nè per chi cadeva (specie se di frequente). Grande, grandissimo rispetto ma proprio tifo ... ecco ... quello no. E' grave ? E' cosi' esecrabile ?

Per piacere, Desmo, risparmiaci le menate buoniste. Qui dentro c'è anche chi si dichiara Hypocrisy free e credo abbia tutti i diritti per non essere stuzzicato ...

 

____________________
Difendi, conserva, prega !

(dalla poesia "Saluto e augurio" - "La nuova gioventu'" di P.P. Pasolini - Ediz. Einaudi)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3577
Registrato: Oct 2006

  postato il 25/08/2009 alle 20:35
Beh, a quel qualcuno quasi brillano gli occhi quando si parla di Pantani, ad esempio. Menate buoniste, le chiami, e forse hai ragione. Però sono cose che ho toccato con mano, e allora quale tra i due è il metodo più giusto, quello empirico oppure..?
Ho fatto questo discorso non a caso. Per esempio, se guardi il palmares del Pirata (per vari motivi) vedrai che in fondo (doppietta a parte, e Tour a parte...ma per ragioni statistiche) c'è chi ha vinto molto più di lui. Eppure..
Se si dovesse solo seguire il ragionamento 'solo gli ipocriti si dichiarano contenti se il beniamino non vince', e se il campione fosse il vincente*, allora Armstrong sarebbe un dio. Eppure guarda come è considerato..
Poi: certo che c'è sempre stato il tifo contro, ma raramente il rispetto (l'ammirazione, hai scritto addirittura tu) veniva a mancare come è successo ultimamente, per via di un tifo- me lo concederai- più da stadio che da strada.
È questo che mi scoccia, devo ammetterlo.


(*periodo ipotetico dell'irrealtà, per me: l'unica eccezione è Merckx)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 237
Registrato: Jun 2009

  postato il 25/08/2009 alle 21:41
Si chiuderà molto probabilmente con un rinvio l'audizione del ciclista Danilo Di Luca in programma domattina alle 10.30 davanti al procuratore nazionale antidoping, Ettore Torri, per spiegare le due positività al Cera (l'Epo di terza generazione, ndr) rilevate dal laboratorio parigino di Chatenay-Malabry. I risultati della analisi sul campione A del sangue di Di Luca sono stati comunicati il 23 luglio e confermati dalle controanalisi validati, come richiesto dal codice WADA, l'agenzia mondiale antidoping, dal laboratorio di Vienna. Di Luca era stato trovato positivo al Cera in due occasioni durante l'ultimo Giro d'Italia. La prima il 20 maggio, a Moncalieri, dopo la tappa Torino-Arenzano di 214 km, e la seconda il 28 maggio, a Silvi Marina, dopo la tappa Sulmona-Benevento di 182 km. In entrambi i casi erano passati due giorni dal giorno di riposo previsto nella corsa a tappe di tre settimane. Il ciclista abruzzese nega però di aver assunto il Cera e punta a

dimostrare, assistito dall'avvocato Eugenio De Toni, l'inaffidabilità del metodo utilizzato dal laboratorio parigino. Quello di Chatenay, però, è ritenuto dal Coni, e non solo, il migliore e più avanzato del mondo per la ricerca del Cera nel sangue, proprio per il metodo unico che utilizza nella caccia al doping di ultima generazione. Il procuratore nazionale antidoping ascolterà le ragioni di Di Luca, che con molta probabilità chiederà attraverso il suo legale un nuovo termine per permettere al collegio difensivo e ai consulenti guidati dal professor Santo Davide Ferrara (direttore del Dipartimento di tossicologia forense antidoping dell'Azienda ospedaliera dell'università di Padova) di produrre i rilievi che proverebbero l'inaffidabilità del metodo del laboratorio parigino. Di Luca, che intanto continua ad allenarsi, in un primo momento aveva annunciato il ritiro in

caso di conferma delle controanalisi.
Il 'killer di Spoltorè va incontro al deferimento al Tribunale nazionale antidoping e a una squalifica di 2 anni. Non verrebbe però applicata la recidiva - sanzione che avrebbe potuto comportare una squalifica di 4 anni - perchè la precedente squalifica di 3 mesi nell'ambito dell'inchiesta 'Oil for drug', risalente all'estate 2007, per la frequentazione del 'chiacchieratò medico pescarese Claudio Santuccione all'epoca non configurava reato. Quella squalifica costò il Mondiale di Stoccarda a Di Luca. Nel passato del ciclista anche un secondo deferimento della Procura antidoping del Coni, il 27 febbraio 2008 per l'«esito

analitico atipico» dei livelli ormonali all'esame antidoping dopo la 17/a tappa del Giro 2007, la Lienz-Monte Zoncolan. La richiesta di Torri fu di due anni di squalifica, ma il giudice unico assolse Di Luca. Attualmente il ciclista abruzzese è comunque sospeso dall'Uci (Unione Ciclistica Internazionale). (fonte AGI)

fonte:tuttobici

due anni non sono la fine del mondo e sono convinto di rivedere un grande Diluca.Se Basso e Vinokorurov hanno ricominciato dopo la squalifica da due grandi team non vedo peche non lo possa fare danilo

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 25/08/2009 alle 22:54
caro desmoblu non ha parlato di tifo contro....per una volta che non lo faccio....

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2480
Registrato: Sep 2007

  postato il 25/08/2009 alle 23:11
Originariamente inviato da grilloparlante
Nel caso di Di Luca, se questo è avvocato è bravo come si dice, dovrà chiudere il discorso soltanto quando sarà veramente chiuso. E poi, amen...
Se Di Luca è furbo - e credo che lo sia - chiederà alla procura del Coni di aiutarlo a dimostrare che non ha fatto uso di Cera. E quelli in teoria mica possono mettersi a ridergli in faccia?!


caro grilloparlante mi spieghi cosa vuoi dire, specialmente alla fine.....Torri aiuta Di Luca

 

____________________
Danilo Di Luca....Killer strikes again


 
Edit Post Reply With Quote
<<  31    32    33    34    35    36    37  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.4359522