Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Ciao, Giordano
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
Autore: Oggetto: Ciao, Giordano

Livello Fausto Coppi




Posts: 2258
Registrato: Feb 2005

  postato il 08/03/2006 alle 11:52
Giordano Cottur se n'è andato stamattina. E con lui, muore non solo il 90% del ciclismo triestino, ma una delle memorie storiche del nostro sport, uno dei pochi grandi del passato che ancora potevano raccontarci dal vivo quello che era il ciclismo.

E, anche, un amico che mi ha dato tanto.

Ora sei di nuovo insieme ai grandi...e non ti dimenticherò mai.

 

____________________
"Se hai la fortuna clamorosa di diventare un cronista di ciclismo, non puoi fare a meno di essere coinvolto, trascinato in una passione infinita, irrinunciabile, che ti segna per sempre" - Pietro Cabras

"C'è una salita? Vai su, arriva in cima, e vedrai che sarai sempre vincitore" - Giordano Cottur

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 08/03/2006 alle 11:56
Proprio ieri sulla gazzetta ho visto che c'era un servizio dedicato a lui intitolato "91 anni in bicicletta" o qualcosa del genere, per ricordare quanto fosse ancora giovane dentroe fuori!!!!!!
Ciao Giordano e buone pedalate assieme ai grandi della storia lassù tra le nuvole del paradiso

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 08/03/2006 alle 12:18
Uno di quei nomi con i quali formulare i ricordi della storia del ciclismo.. Arrivederci maestro Cottur.. sali, Gino e Fausto ti aspettano...
Vueltina, capisco il tuo dispiacere... ti sono moralmente vicino...

 

[Modificato il 08/03/2006 alle 12:23 by Cascata del Toce]

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 08/03/2006 alle 12:28
Dispiace a tutti che una persona di tale caratura se ne vada...ma sappiamo quanto possa mancare a te Elisa, quindi siamo vicini alla famiglia di Giordano ma anche a te.

Ciclismo in lutto: è morto Giordano Cottur
Giordano Cottur, figura storica del ciclismo italiano, tre volte terzo al Giro d' Italia alle spalle di Coppi e Bartali, e' morto stamani nella clinica ''Salus'' di Trieste dove era ricoverato da domenica scorsa. Lo si e' appreso da fonti del reparto ''Medicina'' della clinica, dove e' avvenuto il decesso. Cottur, che era nato nel capoluogo giuliano, dove ha sempre vissuto e lavorato, avrebbe compiuto 92 anni il prossimo 24 maggio.
Passista scalatore, Cottur è stato professionista dal 1938 al 1949 con 7 vittorie. Per quanto ha potuto in periodo di campioni come Valetti, Coppi, Bartali e Robic ha messo ha frutto le sue qualità di corridore atletico. Si è distinto soprattutto nei Giri, trasformandosi quando la corsa passava dalle sue parti: sue la Trieste-Postumia-Trieste del '38, la tappa di Trieste del Giro del '39, la Trieste-Opicina del '45. Fu protagonista e primo anche al traguardo di Trieste (ma l'ordine d'arrivo non venne ufficializzato) della dodicesima tappa del Giro del '46 interrotta a Pieris da contestatori anti italiani: alla guida di un drappello di volontari continuò la corsa e arrivò in testa a tutti nella sua città, che lo accolse con un commosso abbraccio. Conquistò due terzi posti finali al Giro d'Italia: nel '40, il primo di Coppi, dietro Fausto e Mollo, e nel '48, il primo di Magni, dietro Fiorenzo e Cecchi. Nel '47 contribuì a far conquistare all'Italia il primo posto per nazioni nello Challange Desgrange-Colombo, piazzandosi al quinto posto della classifica dietro Schotte, Camellini Bartali e Magni.


Breve ricordo di Tuttobiciweb

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 08/03/2006 alle 12:50
Questa notizia mi lascia davvero sbigottito, non me lo aspettavo! proprio pochi giorni fa avevo pensato a lui leggendo una sua bellissima frase riportata sulla firma di Elisa. Ricordo soprattutto quella giornata al giro del 46 in cui entrò trionfante nella sua Trieste.
Anche se ora non c'è più lo ricorderemo sempre così, con la sua maglia alabardata che portava con orgoglio.

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 185
Registrato: Nov 2002

  postato il 08/03/2006 alle 13:22
Ho letto stamani la notizia sul sito dell'Ansa...

Ciao Giordano..

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Octave Lapize




Posts: 466
Registrato: Dec 2005

  postato il 08/03/2006 alle 13:33
Ciao Giordano ....
un altro grande del ciclismo è arrivato lassù ... oltre quelle vette raggiunte con tanti sacrifici in sella a una bicicletta ...

e un abbraccio a Elisa.

 

____________________
"...poi Dio creò la biciletta perché l'uomo ne facesse strumento di fatica e di esaltazione nell'ardito itinerario della vita ..." (monumento al Ghisallo)


L’orizzonte era fatto di monti
che guardavano in fondo la valle.
S'ergevano austeri e inviolati
al cuore d'un credo
provato dal non lontano
ricordo d'una immane prova di vita.... (L'Angelo della Montagna - Morris)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Octave Lapize




Posts: 466
Registrato: Dec 2005

  postato il 08/03/2006 alle 14:53
http://www.cicloweb.it/art521.html





Grazie Elisa.

 

____________________
"...poi Dio creò la biciletta perché l'uomo ne facesse strumento di fatica e di esaltazione nell'ardito itinerario della vita ..." (monumento al Ghisallo)


L’orizzonte era fatto di monti
che guardavano in fondo la valle.
S'ergevano austeri e inviolati
al cuore d'un credo
provato dal non lontano
ricordo d'una immane prova di vita.... (L'Angelo della Montagna - Morris)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 155
Registrato: Nov 2005

  postato il 08/03/2006 alle 14:57
Se ne è andato un campione grande non solo per le sue gesta sportive ma anche per ciò che ha rappresentato per gli italiani e soprattutto per i triestini in un perodo particolarmente difficile,la sua vicenda sportiva ha contribuito a dare fiducia e a tornare ad essere orgogliosi di essere italiani,e questo all'epoca lo poteva fare solo un ciclista che con la sua fatica e la sua forza di volontà fendeva la folla che lo aspettava lungo le strade di casa.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 08/03/2006 alle 15:01
Originariamente inviato da Stella alpina

http://www.cicloweb.it/art521.html





Grazie Elisa.



GRAZIE DAVVERO ELISA!!!!!!
BRAVISSIMA!!!!!!!!!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 08/03/2006 alle 15:04
se ne va un altro pezzo di storia del ciclismo italiano, protagonista della giornata forse più drammatica di tutta la storia del Giro, quando la carovana (1946, tappa Rovigo-Trieste) fu accolta a fucilate a Pieris.

Giornata triste per tutto il ciclismo, quello triestino in particolare.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 08/03/2006 alle 15:08
Originariamente inviato da Stella alpina

http://www.cicloweb.it/art521.html

Grazie Elisa.


si', grazie Elisa.
Un abbraccio forte.
Alberto

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 08/03/2006 alle 16:52
Eri proprio affezionata a quell'uomo Elisa...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 08/03/2006 alle 16:55
cavoli antonello non ero a conoscenza di quell'episodio che altro non può essere considerato come un altro esempio di quanto può essere cattiva la mente dell'uomo!!!!!!!!!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2258
Registrato: Feb 2005

  postato il 08/03/2006 alle 18:48
Sono felice che abbiate apprezzato il mio ricordo di Cottur...in effetti per me era molto. Vivo in un posto dove il ciclismo è praticato pochissimo, e lui per gli appassionati di queste zone era un vero e proprio faro, si impegnava perchè il ciclismo si diffondesse, e raccontava le storie di una volta con una passione incredibile. Quando lo incontravi, non sembrava di essere di fronte a un supercampione, bensì a un nonno affettuoso e pieno di vita e allegria. era sempre presente a tutte le corse, sia su strada che mtb, seguiva tutto. Certo che aveva una bella età (quasi 92 primavere), e anzi, ringrazio il cielo che ha vissuto tanto a lungo, ma una cosa del genere ti colpisce sempre tanto. Credevo quasi che sarebbe stato invincibile anche dalla morte. Ora mi sembra come se alla mia città mancasse un pezzo, un grosso pezzo, un punto di riferimento. Lui aveva un modo di capire il ciclismo che non ho trovato quasi in nessuno da queste parti. Uno che se la prendeva per bene se il giornale non dava alle corse lo spazio che meritavano. Uno che quando una volta l'ho chiamato per un'intervista mi aveva detto: "No scusa, ma sto guardando il Tour...chiamami dopo...bellissima eh questa tappa, sai chi c'è in fuga?" e mi raccontava tutto mentre io ero in ufficio e non potevo vederla...uno che diceva: "90 anni?! Macchè...da quando c'è l'euro, ne ho 45!"

Ci mancherà davvero tantissimo.

 

____________________
"Se hai la fortuna clamorosa di diventare un cronista di ciclismo, non puoi fare a meno di essere coinvolto, trascinato in una passione infinita, irrinunciabile, che ti segna per sempre" - Pietro Cabras

"C'è una salita? Vai su, arriva in cima, e vedrai che sarai sempre vincitore" - Giordano Cottur

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 08/03/2006 alle 18:54
Un altro pezzo grosso del nostro ciclismo, uno dei pochi superstiti del cosiddetto ciclismo eroico , ci ha lasciato.
E con tanta tristezza porgo il mio personale abbraccio alla famiglia Cottur e alla nostra Elisa, che con la sua testimonianza si dimostra ancora una volta ragazza sensibilissima.
Che questo abbraccio virtuale possa alleviare l'amarezza e lo sconforto... addio grande Giordano!!!

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 08/03/2006 alle 18:58
Sono rimasto male nell'apprendere questa notizia se penso che solo l'altro giorno leggevo la sua intervista sulle pagine della Gazzetta in cui oltre a ricordare i tempi eroici di un ciclismo che non c'e' piu' si era di fronte ad una persona che amava ancora tanto la bici e la vita.Mi dispiace molto,condoglianze alla sua famiglia.Riposi in pace ora.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2142
Registrato: Jun 2005

  postato il 08/03/2006 alle 19:14

Voglio ricordare Cottur con una bella foto degli anni giovanili

Grazie , Elisa ,per il ricordo del campione alabardato.


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2490
Registrato: Dec 2004

  postato il 08/03/2006 alle 20:04
Prima maglia rosa nel fantastico giro 1946..............la rinascita di un Italia passa anche attraverso la sua maglia rosa.....

 

____________________
http://ilmiociclismo.blog.excite.it

"La vita e la morte.La pace e la guerra.La repubblica e la monarchia.Infine Bartali e Coppi e la progressiva identificazione di un popolo, che ripartiva da zero, in una coppia di campioni."Leo Turrini

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 1043
Registrato: Mar 2005

  postato il 08/03/2006 alle 20:33
Spero che la sua vita longeva, il suo sport, le sue esperienze gli abbiano riempito l'anima per spegnersi senza rimpianti.
Arrivederci...
E un abbraccio ad Elisa

 

____________________
Enula.
http://www.cicloweb.it
http://www.cicloweb.it/Pg/pg.html

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 08/03/2006 alle 20:53
Ho appena letto il tuo articolo su Cottur e mi ha devvero emozionato, grazie a te Elisa conosciamo qualcosa in più di questo uomo straordinario, credo che tutti noi, idealmente ci siamo immedesimati in te mentre ascoltavi affascinata i suoi racconti di vita e di strada.
Hai avuto una grande fortuna a conoscerlo di persona e niente potrà toglierti quei momenti.

 

____________________
Vorrei morire in bici, in un giorno di sole, dopo aver scalato una di quelle montagne che sembrano protendersi verso il cielo, mi adagerei sull'erba fresca senza rimpianti, attendendo con serenità il compiersi del mio tempo. Non importa se sarà ...oggi o tra cent'anni, avrò in ogni caso trovato il mio giorno perfetto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2863
Registrato: Oct 2005

  postato il 08/03/2006 alle 20:57
Aaah, che tristezza.
Aumentata dal tuo articolo, Elisa-Vuelta. E per questo, grazie.
Ad altri, e a te, il compito della memoria di un vero

p.s. non sapevo dell'"eterno terzo", bellissima immagine.
Nè della frase sulle salite, ancora più bella.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5641
Registrato: Nov 2005

  postato il 08/03/2006 alle 21:57
ve lo ricordate nel film "Totò al Giro d'Italia"? Totò lo inserì anche nella canzoncina finale che canta sull'aria del "Barbiere di Siviglia".
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2258
Registrato: Feb 2005

  postato il 08/03/2006 alle 22:05
Originariamente inviato da ProfRoubaix
Nè della frase sulle salite, ancora più bella.


Pensa che è stata l'ultima cosa che gli ho sentito dire. Alla conferenza stampa di presentazione del Trofeo Zssdi, non ha potuto essere presente perchè malato, ma ha mandato un messaggio audio in cui diceva, tra le varie cose, questo. Ha sempre cercato di essere presente in tutte le manifestazioni ciclistiche di casa nostra, anche solo attraverso un nastro registrato.
E colgo l'occasione per ringraziare ancora una volta Marco Grassi per lo spazio che mi ha concesso per ricordare questo grande uomo...
Grazie a tutti per le belle parole, è giusto che i grandi campioni vengano ricordati come meritano...

 

____________________
"Se hai la fortuna clamorosa di diventare un cronista di ciclismo, non puoi fare a meno di essere coinvolto, trascinato in una passione infinita, irrinunciabile, che ti segna per sempre" - Pietro Cabras

"C'è una salita? Vai su, arriva in cima, e vedrai che sarai sempre vincitore" - Giordano Cottur

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 09/03/2006 alle 23:47
Originariamente inviato da janjanssen in un thread doppione

Un ciao al grande giovane vecchio Giordano Cottur.
Nel portale c'è un bellissimo articolo di una giovane giornalista che vale la pena leggere.
Chapeau!

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 4217
Registrato: Oct 2003

  postato il 12/03/2006 alle 13:21
Bellissimo e commuovente il ricordo di Cottur, da parte di una giovanissima concittadina che, in altro modo, saprà tenere fede al messaggio e alle consistenze ciclistiche del suo maestro.
Cara Elisa, come ho detto l’altro giorno col nostro direttore e creatore dell’invidiatissimo Cicloweb, sei stata e sei bravissima. Una colonna bionda che, come diceva il tuo anfitrione, “non si deve dare mai per vinta”.
Un abbraccio!

 

____________________
"Non discutere con gli stupidi, perchè scenderesti al loro livello e ti batterebbero per la loro esperienza".

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2258
Registrato: Feb 2005

  postato il 13/03/2006 alle 13:19
Oggi sono stata al funerale. Lo scrivo solo perchè è stato un momento molto profondo, che solo il grande Cottur poteva, ancora una volta, regalare alla nostra città. Persone di tutte le generazioni erano presenti: dai grandi anziani come Martini e Pinarello, a uomini e donne di mezza età, ai giovani. Tutti insieme, anche chi corre in squadre diverse (che qui, pur essendo poche, sono fortemente rivali tra loro), uno accanto all'altro a ricordare il grande campione e il grande uomo.
Per fortuna dalla mia posizione potevo vedere non la bara, ma le foto in bianco e nero che ritraevano le più importanti gesta di Cottur. Perchè uno come lui, così attaccato alla vita, non morirà mai: e oggi, in quella chiesa affollata, dove tutti erano vicini tra loro e commossi nel suo ricordo, affranti dalla sua mancanza, ho avuto la prova che Cottur vivrà per sempre nel cuore della sua città.

 

[Modificato il 13/03/2006 alle 13:26 by Vuelta Espana]

____________________
"Se hai la fortuna clamorosa di diventare un cronista di ciclismo, non puoi fare a meno di essere coinvolto, trascinato in una passione infinita, irrinunciabile, che ti segna per sempre" - Pietro Cabras

"C'è una salita? Vai su, arriva in cima, e vedrai che sarai sempre vincitore" - Giordano Cottur

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.8991749