Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Ancora incidenti...
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  4    5    6    7    8    9  >>
Autore: Oggetto: Ancora incidenti...

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 09/07/2009 alle 04:28
Come segnalato nel Chi sale e chi scende di oggi, il radio rotto è il sinistro, visto che l'olandese è andato giù da quel lato.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 283
Registrato: May 2007

  postato il 09/07/2009 alle 10:23
Assurda la stupidità della gente! tuttavia, cerchiamo noi ciclisti in primis di non dare occasione a certi oglioni di avere tali atteggiamenti perchè purtroppo siamo sempre noi a rimetterci!
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5092
Registrato: Apr 2004

  postato il 11/07/2009 alle 10:26
Tragedia sfiorata alla presentazione della Tre Valli Varesine, contuso Ivan Basso

CROLLA TRALICCIO DURANTE PRESENTAZIONE TRE VALLI VARESINE, 1 FERITO
Ha rischiato di trasformarsi in tragedia quella che avrebbe dovuto essere una serata di sport e festa in occasione della presentazione dell’89esima ‘Tre Valli Varesine’ e della celebrazione dell’ottantesimo anno di fondazione della società ciclistica Alfredo Binda. D’improvviso, attorno alle 22.30 un forte colpo di vento ha abbattuto la struttura di supporto dell’impianto luci chiamata di gergo ‘americana’ e costituita da grossi tralicci metallici, del tipo di quelli che si usano sul palco durante gli spettacoli. Il drammatico episodio nel giardino di Villa Recalcati, proprio mentre sul palco, c’erano il ciclista Ivan Basso, il Presidente della Alfredo Binda Renzo Oldani, il giornalista Sergio Gianoli e altre due persone. Sul posto sono subito intervenuti i Vigili del Fuoco di Varese, la Polizia Locale e i sanitari del 118 con ambulanza e automedica. Al momento del crollo vi erano circa 200 persone, una delle quali è rimasta ferita. Si tratta della moglie dell’Assessore comunale Fabio Binelli. Portata in ospedale non dovrebbe essere grave, mentre sia Basso, sia Gianoli avrebbero subito una botta alla schiena, colpiti da un tubo metallico mentre si mettevano al sicuro correndo verso il pubblico. Basso è stato riaccompagnato nella sua abitazione di Cassago Magnago. Colpito di striscio anche il presidente del Consiglio provinciale Luca Giovanni Macchi.

Fonte: www.radionews.it

 

____________________
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 14/07/2009 alle 18:37
Arvesen si è rotto la clavicola in questa tappa di Issodum ed è costretto ad abbandonare il Tour.

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 14/07/2009 alle 20:18
Azz... difatti quando s'è fatto visitare dal medico si vedeva che toccava la clavicola ed era parecchio sofferente...

In bocca al lupo!

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 28/07/2009 alle 18:53
Gara sospesa a Vinci: Fabio Fazio colto da infarto

http://www.tuttobiciweb.it/cg/index.php?page=news&cod=8954&tp=n




 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Raymond Poulidor




Posts: 340
Registrato: Mar 2005

  postato il 28/07/2009 alle 18:56
magari fosse grave. E' deceduto, purtroppo.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 28/07/2009 alle 19:02
Le più sentite condoglianze alla famiglia

 

____________________

Amarti m'affatica, mi svuota dentro
qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m'affatica, mi dà malinconia
che vuoi farci, è la vita... è la vita, la mia

(Non sono a favore del doping. Sono semplicemente contro l'antidoping)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 28/07/2009 alle 19:03
Condoglianze alla famiglia

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 28/07/2009 alle 19:21
Sono shockata... condoglianze...

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 28/07/2009 alle 19:25
Sentite condoglianze.

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Gino Bartali




Posts: 1339
Registrato: Nov 2005

  postato il 28/07/2009 alle 19:29
Condoglianze.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 28/07/2009 alle 19:40
Una bruttissima notizia purtroppo

Condoglianze alla famiglia.

 

____________________
Vivian Ghianni

"...L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa.L'importante è ciò che provi mentre corri." (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3539
Registrato: Jan 2008

  postato il 28/07/2009 alle 20:19
Condoglianze alal famiglia e agli amici.

OT
Oggi qui c'erano 35 gradi, di certo il clima non ha aiutato
chiuso OT

 

____________________
Fabio

I walk these streets, a loaded six string on my back...

"L'unico sport che pratico è seguire, camminando, i funerali dei miei amici che avevano praticato sport" Bertrand Russell

http://platissimamente.blogspot.com/

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Campionato di Zurigo




Posts: 67
Registrato: Aug 2006

  postato il 28/07/2009 alle 21:49
Che colpo...ho ancora una foto insieme a lui sul podio di una gara da juniores...sono senza parole.

Condoglianze alla famiglia.



OT: non sarebbe il caso di spostare questi post sul thread delle disgrazie? Qui di incidente purtroppo c'è ben poco...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 283
Registrato: May 2007

  postato il 29/07/2009 alle 10:12
Condoglianze alla famiglia e a coloro che gli hanno voluto bene.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Marzo 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 4706
Registrato: Apr 2005

  postato il 29/07/2009 alle 10:19
Condoglianze

 

____________________
"Qui devi spingere con le tue gambe vecio" Davide Cassani a Gilberto Simoni alla ricognizione di Plan De Corones

"Signori non c'è ne sono più" Gilberto Simoni ad Aprica 2006

Il mio nome è Roberto che fa rima (guarda un pò che caso) con Gilberto

30 maggio 2007 ultima vittoria al giro sullo Zoncolan. 30 Maggio 2010 la fine di un lungo sogno duranto 15 anni fatto di tante gioie e tante delusioni, grazie di tutto Gibo!



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4189
Registrato: Jan 2007

  postato il 29/07/2009 alle 11:47

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 19/08/2009 alle 14:34
Oggi, all'Eneco Tour, c'è stata una caduta che ha coinvolto Pasamontes e Stroetinga: lieve commozione cerebrale per lo spagnolo, clavicola fratturata per l'olandese.

In bocca al lupo ad entrambi.

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
UTENTE DELL'ANNO 2009
Utente del mese Luglio, Novembre e Dicembre 2009




Posts: 15932
Registrato: Jul 2007

  postato il 20/08/2009 alle 14:17
Panchetti ha appena fatto sapere che Klöden è caduto nella tappa odierna dell'Eneco Tour e s'è rotto un polso.

 

____________________

« La superstizione porta sfortuna »
(Raymond Merrill Smullyan, 5000 B.C. and other philosophical fantasies, 1.3.8)


Fantaciclismo Cicloweb 2010

Piazzamenti sul podio:


Omloop Het Nieuwsblad Élite: 3°
E3 Prijs Vlaanderen - GP Harelbeke: 2°
GP Miguel Indurain: 1°
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres: 3°
Rund um Köln: 1°
Liège-Bastogne-Liège: 1°
Giro d'Italia: Carrara - Montalcino: 2°
Tour de France: Sisteron - Bourg-lès-Valence: 1°
Tour de France: Longjumeau - Paris Champs-Élysées: 1°
Tour de France - classifica finale: 3°
Gran Premio Città di Peccioli - Coppa G. Sabatini: 1°

---

Asso di Fiori

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2188
Registrato: Jun 2008

  postato il 20/08/2009 alle 14:20
azz...tanti auguri a Kloden allora, mi spiace non vederlo capitano alla vuelta

 

____________________
Io Odio Marino Bartoletti e Abajia



Vincitore al Fantaciclismo del Tour de Suisse 2009
2°, 3° e 4° in tre tappe al Fantagiro d'Italia '09
Una vittoria di tappa e un 4° posto al Fanta Tour 2009

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 219
Registrato: May 2008

  postato il 02/09/2009 alle 17:37
"Un ciclista russo ventiduenne è rimasto gravemente ferito in un drammatico incidente stradale accaduto nella zona di Tavernola. Il giovane si trova ora ricoverato in gravi condizioni agli Ospedali Riuniti di Bergamo. La prognosi è riservata. Poco prima delle 13, il ciclista stava percorrendo la strada che da Vigolo conduce a Tavernola. Ad un tratto, per cause ancora in corso di accertamento, si è scontrato frontalmente contro un'auto che procedeva nella corsia opposta di marcia.
L'impatto è stato violentissimo. Il ciclista è stato sbalzato dal sellino ed è caduto rovinosamente a terra battendo il capo. L'allarme è scattato immediatamente e sul posto poco dopo è giunto l'elisoccorso, che ha portato il ferito al nosocomio di Bergamo."

La fonte è il sito dell'Eco di Bergamo, però non son riuscito a trovare il nome da nessuna parte:qualcuno ne sa qualcosa in più?

 

____________________
La salita è l'essenza del ciclismo.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 263
Registrato: Aug 2007

  postato il 02/09/2009 alle 18:55
Canada: ex-ministro uccide ciclista dopo litigio
02 Settembre 2009 18:27

WASHINGTON - Michael Bryant, 43 anni, due figli, e' stato un ministro della Giustizia e dell'Economia famoso in Canada, proprio perche' era un paladino della guida sicura. Ma ieri ha perso la testa e, dopo essersi messo a litigare con un ciclista 33enne, ne ha provocato la morte investendolo intenzionalmente con la sua auto e trascinandolo in una corsa folle con l'uomo aggrappato alla portiera. Si e' fermato quando e' riuscito a scagliarlo contro una cassetta delle lettere. Il ciclista e' morto in ospedale per le ferite riportate. Bryant e' stato arrestato.

Fonte: Corriere della Sera
http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Canada-ministro-uccide-ciclista-litigio/02-09-2009/1-A_000044283.shtml

RACCAPRICCIANTE

 

____________________
Ciao mama, sono contento di essere arrivato uno!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 263
Registrato: Aug 2007

  postato il 02/09/2009 alle 18:59
Originariamente inviato da Granfondista

"Un ciclista russo ventiduenne è rimasto gravemente ferito in un drammatico incidente stradale accaduto nella zona di Tavernola. Il giovane si trova ora ricoverato in gravi condizioni agli Ospedali Riuniti di Bergamo. La prognosi è riservata. Poco prima delle 13, il ciclista stava percorrendo la strada che da Vigolo conduce a Tavernola. Ad un tratto, per cause ancora in corso di accertamento, si è scontrato frontalmente contro un'auto che procedeva nella corsia opposta di marcia.
L'impatto è stato violentissimo. Il ciclista è stato sbalzato dal sellino ed è caduto rovinosamente a terra battendo il capo. L'allarme è scattato immediatamente e sul posto poco dopo è giunto l'elisoccorso, che ha portato il ferito al nosocomio di Bergamo."

La fonte è il sito dell'Eco di Bergamo, però non son riuscito a trovare il nome da nessuna parte:qualcuno ne sa qualcosa in più?


Qua parlano di un cicloamatore.
http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=15016

 

____________________
Ciao mama, sono contento di essere arrivato uno!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Eddy Merckx




Posts: 1243
Registrato: Jul 2006

  postato il 03/09/2009 alle 21:47
Originariamente inviato da Granfondista

"Un ciclista russo ventiduenne .........
............non son riuscito a trovare il nome da nessuna parte:qualcuno ne sa qualcosa in più?

Ho saputo che è un professionista. Non so altro.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 03/09/2009 alle 21:49
E' scherbakov del team moscow. Pace all'anima sua

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 03/09/2009 alle 21:51
Dimitri Shcherbakov classe 87 del Team Russo Moskow.

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Eddy Merckx




Posts: 1243
Registrato: Jul 2006

  postato il 03/09/2009 alle 21:54
Originariamente inviato da Subsonico

E' scherbakov del team moscow. Pace all'anima sua

Vuoi dire che é morto?!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 03/09/2009 alle 21:56
Originariamente inviato da annasci

Originariamente inviato da Subsonico

E' scherbakov del team moscow. Pace all'anima sua

Vuoi dire che é morto?!


No scusate, letto male io.
A proposito di incidenti gravi, nessuno sa niente di hovelinck? che fine ha fatto?

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Eddy Merckx




Posts: 1243
Registrato: Jul 2006

  postato il 03/09/2009 alle 22:03
Auguri di ripresa per Dimitri Shcherbakov!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 20/09/2009 alle 14:20
Quarrata, grave incidente stradale per il britannico Bellis

Grave incidente nella notte tra il 18 e 19 settembre intorno alle 3 e 30 a Quarrata, la cittadina toscana divenuta famosa per essere il "covo" di molti campioni di ciclismo. Ed è proprio uno di loro che ora si trova all'ospedale fiorentino di Careggi, in prognosi riservata quando a bordo di uno scooter è rimasto gravemente ferito dopo essere uscito fuori strada. Si tratta di Johnny Bellis il ciclista professionista di 21 anni, portacolori del team danese Saxo Bank, un giovane di 21 anni, originario dell'Isola di Man, che si trova a Quarrata da alcuni mesi per allenarsi con la nazionale inglese Under 23 di ciclismo nel complesso realizzato da Max Sciandri, attuale coach della nazionale anglosassone.
in attesa di notizie c'è anche l'amico e ciclista Mark Cavendish. Le cause dell'incidente sono al vaglio dei Carabinieri.

(www.tuttobiciweb.it)

****

Intanto ho appreso che Kurt Hovelynck è uscito dal coma non molto tempo dopo l'incidente, la settimana scorsa ho visto una sua foto durante l'eneco tour in cui salutava i suoi compagni di squadra di passaggio dal suo paese.

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 20/09/2009 alle 16:58
Leggo tra le news brevi di Gazzetta.it che Bellis è in coma.
Brutto affare, speriamo ce la faccia.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 4217
Registrato: Oct 2003

  postato il 25/09/2009 alle 16:36
Da Gazzetta.it

Ciclismo: operato al cervello britannico Jonathan Bellis dopo incidente

FIRENZE - Tecnicamente riuscito il delicato intervento chirurgico al cervello a cui e' stato sottoposto il ciclista britannico Jonathan Bellis, 21 anni, coinvolto una settimana fa in un grave incidente stradale a Quarrata, in provincia di Pistoia, dove vive. L'intervento e' stato effettuato questa mattina nella clinica neuro-chirurgica dell'ospedale di Careggi a Firenze. La prognosi - dicono i medici - restera' riservata per alcuni giorni, fino al termine del monitoraggio post-operatorio. Bellis era in sella alla sua vespa, quando - stando al racconto di due testimoni - ha perso il controllo del mezzo e ha sbattuto contro una massicciata. (RCD)

 

____________________
"Non discutere con gli stupidi, perchè scenderesti al loro livello e ti batterebbero per la loro esperienza".

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 01/10/2009 alle 09:22
Brutto incidente per Giuseppe Lanzoni: domani sarà operato

Giuseppe Lanzoni, direttore sportivo della CSF Group Navigare, è stato vittima di un brutto incidente stradale mentre stava pedalando sulle strade attorno a Lucca: una vettura lo ha investito in pieno e la caduta è stata inevitabile. Lanzoni si è procurato la rottura del malleolo destro e ha riportato fratture ad entrambi i polsi, escoriazioni multiple, colpo di frusta e lieve trauma. Domani il buon Beppe sarà operato all'ospedale di Lucca per la ricostruzione del malleolo frantumato.

(tuttobiciweb.it)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 01/10/2009 alle 13:07
Incidente in bici per il ds Lanzoni: sarà operato domani
Entrambi i polsi fratturati e malleolo del piede destro da ricostruire

Brutta dissavventura capitata ieri mattina, mercoledì 30 settembre, al direttore sportivo della CSF Group-Navigare Giuseppe Lanzoni. Erano le 11:30 quando stava percorrendo la Via Pesciatina nei pressi di Camigliano, frazione di Capannori (LU), quando un furgoncino che proveniva dalla parte opposta ha curvato a sinistra per entrare in una via secondaria, tagliandogli la strada e scaraventandolo su un muretto di cinta alto circa un metro.

L'ex professionista ha subito la frattura di entrambi i polsi, già ingessati, e domani subirà un intervento chirurgico per ricostruire il malleolo del piede destro, frantumatosi nell'impatto con il muretto: «Indossavo anche un giubbotto catarifrangente - spiega Lanzoni, raggiunto telefonicamente stamattina in ospedale - quindi si può pensare ad una disattenzione da parte della conducente del furgoncino, visto che la macchina che procedeva nel mio stesso senso di marcia aveva segnalato, suonando e gridando, il probabile impatto».

I tempi di recupero non sono stati ancora stabiliti, visto che si dovrà attendere l'operazione ed il successivo assorbimento del gonfiore.

(ufficio stampa)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 12/10/2009 alle 21:38
Bellis se recupera lentamente

El joven de 21 años del Saxo Bank, Jonathan Bellis mejora muy poco a poco de las lesiones que se produjo el pasado 19 de septiembre de madrugada cuando sufrió un accidente con su scooter en Itali.

Bellits está ingresado en el hospital de Florencia y es sobrino del preparador Mike Doyle, uien ha revelado que: "está saliendo poco a poco de coma inducido en el que le sumergieron y ahora respira ya sin la ayuda de un ventilador. Hay que esperar".

Fuente: BBC

(biciciclismo.com)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Miguel Indurain




Posts: 675
Registrato: Jan 2009

  postato il 05/12/2009 alle 19:04
Statistiche di fine anno sulla parte fragile del popolo della strada


4 Dicembre 2009

SICUREZZA

A piedi o sulle due ruote
La strada uccide i più «deboli»

Le chiamano «utenze deboli», e mai termine è parso meglio appropriato ad indicare una categoria di soggetti – uomini e donne, giovani e anziani – che più degli altri utenti della strada mettono a repentaglio la propria incolumità personale quando escono di casa per affrontare uno spostamento anche minimo. «Un problema estremamente serio», denuncia Umberto Guidoni, segretario generale della Fondazione Ania (Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici) per la sicurezza stradale. «Un problema che denota il grado di inciviltà che riscontriamo sulle nostre vie di comunicazione. Il rispetto di chi sulla strada non è protetto da un abitacolo o sta attraversando sulle strisce pedonali dà il senso dell’educazione dei conducenti e del livello di cultura di un Paese». Il modo migliore di onorare la memoria dei caduti sull’asfalto – appena ricordati nella Giornata mondiale – non sarebbe stato quello di ridurre il tasso di mortalità ai livelli europei rispettando l’obiettivo di dimezzare il numero delle vittime entro il 2010? Invece no, si continua a morire, e si muore soprattutto in città.

Non deve sorprendere che le aree urbane della penisola registrino un rischio-strada sensibilmente superiore ai livelli di Parigi, di Londra e di Madrid, per non parlare di Stoccolma, capitale di un Paese dove sulla sicurezza della circolazione molto si è investito. «Abbiamo le vie urbane più pericolose d’Europa», è stato messo in evidenza durante un recente convegno milanese organizzato dalla stessa Ania e dall’Ancma (Associazione nazionale ciclo, motociclo e accessori) di Confindustria in occasione del Salone del ciclo e del motociclo giunto alla 67esima edizione.

È infatti nelle aree urbane che nel corso del 2007 si è registrato il 76,6 per cento degli incidenti complessivi, vale a dire 176.897 sinistri con 2.269 morti e 238.712 feriti (nel 2008 fuori e dentro le città sono morte complessivamente 4.731 persone e oltre 310 mila hanno riportato lesioni di varie entità).

Ma chi erano, chi sono queste vittime del traffico? Torniamo al dato generale del 2007: su 5.131 vite spezzate, 1.540 erano di motociclisti, 352 di ciclisti e ben 627 di pedoni. Insomma, oltre il 50 per cento dei morti di traffico era – ed è – costituito dalle cosiddette «utenze deboli». Volete andare in moto? Fatelo, lo fa anche chi scrive queste righe, ed è incontestabile l’affermazione del presidente dell’Ancma, Corrado Capelli, che sottolinea come le due ruote «siano una risorsa preziosa per il futuro della mobilità». Fatelo, ma sappiate che rischiate più di un automobilista, di un camionista, di uno spericolato conducente di furgone. Motociclisti e ciclomotoristi pagano il 30 per cento del gravosissimo tributo di vittime del traffico: quasi un morto su tre, insomma, viaggiava su una due ruote a motore, che sono più di 8 milioni.

Facile puntare il dito contro il motociclista, accusarlo di imprudenza (non certo assente). Facile ma ingeneroso in quanto le statistiche parlano chiaro: la maggior parte dei motociclisti viene investita dagli altri conducenti. Il centauro è vittima, è «utenza debole» a tutti gli effetti. Ha ragione Capelli: «Occorre aumentare la sicurezza di chi va in moto anche rendendo più consapevoli gli altri utenti».


«Debole» è certamente la platea di utenza costituita dai ciclisti, 352 morti e 14.535 feriti. Sono cifre da bollettino di guerra se si pensa che in Italia la media degli spostamenti in bici – complice la scarsità di piste ad hoc, ma anche una certa pigrizia – è di gran lunga inferiore alla media europea. In otto casi su dieci l’incidente è causato da un’autovettura.


«Utenza debole», anzi debolissima è infine quella dei pedoni, per i quali la strada – urbana o extraurbana – è davvero territorio ad alto rischio: 627 morti e 20.525 feriti nel 2007, anno di riferimento. Ogni giorno ne vengono travolti una sessantina, e due perdono la vita. Nel 51 per cento dei casi i rilievi effettuati dagli organi di polizia non accertano responsabilità alcuna della vittima nella dinamica dell’incidente. I morti sono per il 60 per cento uomini, i feriti per il 64 per cento donne.
Se sei pedone, e per di più sei anziano, attento a come ti muovi: gli over 65 sono coinvolti nel 55 per cento degli eventi mortali, mentre nella fascia d’età tra zero e 15 anni il dato del 2006 parlava di 40 morti e 2.424 feriti, cifre in crescita rispetto al 2005. La regione che guida la tragica classifica della mortalità pedonale è la Lombardia. Seguono Lazio, Piemonte, Emilia. Agli ultimi posti (cioè ai primi per sicurezza) la Sardegna, il Molise, la Basilicata. Qui il pedone è più rispettato. Ultimo dettaglio agghiacciante: un investimento mortale su tre avviene sulle strisce pedonali.
Antonio Giorgi (fonte Avvenire.it)

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 16/12/2009 alle 15:42
Frattura della clavicola per Maciej Bodnar. Oggi il rientro in Italia
Il polacco del team Liquigas-Doimo è caduto ieri durante il primo allenamento a Benicàssim

Il polacco del team Liquigas-Doimo Maciej Bodnar, campione nazionale a cronometro nel 2009, è rimasto vittima ieri di una caduta durante il primo allenamento a Benicàssim. Trasportato immediatamente in ospedale, è stato sottoposto agli esami del caso che hanno evidenziato la frattura della clavicola sinistra. La situazione clinica è inoltre lievemente complicata dal fatto che la rottura sia avvenuta a livello del callo osseo formatosi dopo una medesima frattura sofferta da Bodnar in passato.
Il polacco è tornato questa mattina in Italia, dove verrà immediatamente visitato da un’equipe di specialisti per effettuare indagini cliniche e strumentali. Di concerto con lo staff sanitario della Liquigas-Doimo, guidato dal dottor Roberto Corsetti, verrà poi definito il quadro operativo e i tempi di recupero.

(ufficio stampa)

 

____________________
Vivian Ghianni

"...L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa.L'importante è ciò che provi mentre corri." (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Learco Guerra




Posts: 918
Registrato: May 2005

  postato il 09/01/2010 alle 22:26
HORRILLO SI RITIRA DEFINITIVAMENTE DALLE CORSE (anche se adesso sta meglio):
"Longtemps indécis, Pedro Horrillo a rendu son verdict et a décidé de tirer sa révérence. Quel beau sport que le cyclisme, mais quelle cruauté parfois... L'Espagnol de 34 ans avait chuté très lourdement sur le dernier Giro en passant par-dessus le rail de sécurité qui prévenait d'une falaise. Le coureur de la Rabobank fit une chute de 80 mètres. Il avait été transporté par hélicoptère après plusieurs heures de calvaire pour remonter son corps meurtri de multiples fractures et contusions. Une longue séance de rééducation résulta de cet évènement tragique jusqu'aux entrainements progressivement plus poussés.
Ne parvenant pas à retrouver le rythme, le niveau tout simplement, Horrillo hésitait à faire son retour dans les pelotons, mais les blessures ont eu raison du coureur, Pedro Horrillo préfère se retirer."
(da Velo-club net)


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 10/01/2010 alle 18:25
Incidente in allenamento per Rodriguez

Joaquim Rodriguez è stato vittima di una caduta in allenamento durante il primo giorno di raduno a Calpe (Spagna). Durante la discesa che portava i ragazzi in albergo lo spagnolo è stato vittima dello scoppio di un copertone che lo ha costretto ad una caduta. A Rodriguez gli sono stati applicati 7 punti di sutura nella gamba destra all’altezza della coscia. Per lui una decina di giorni di stop.

(ufficio stampa)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 11/01/2010 alle 13:18
Questa ha dell'incredibile

*********

Costola rotta per Albert, steso da fan ubriaco

La storia ha un po’ dell’incredibile, ma è vera. Il campione del mondo di ciclocross Niels Albert si è fratturato una costola nella caduta di cui è stato vittima ieri a Oostmallle, durante il campionato nazionale belga. Albert è stato praticamente buttato a terra da uno spettatore che ha confessato die ssere ubriaco. E che per colmo di iella, come rivela sport.be, è un supporter dello stesso Albert che stava seguendo la corsa in mezzo ad un gruppo di sostenitori di Nys.
«A Niels è stata diagnosticata una frattura ad una costola dopo una visita all’ospedale di Herentals - ha spiegato il suo manager Christoph Roodhooft -: sicuramente non correrà oggi a Otegem, ma anche la sua presenza in Coppa a Roubaix, domenica, è in forse. Verificheremo ora se intentare causa per danni fisici e finanziari nei confronti dello spettatore».
(www.tuttobiciweb.it)

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Learco Guerra




Posts: 918
Registrato: May 2005

  postato il 14/01/2010 alle 22:00
2 incidenti importanti
il primo per il sempre sfortunato Soler che pare sia stato ivestito da un'auto in Colombia mentre si allenava con il fratello: qualche ferita ma non sembra nulla di grave.
Più gravi invece le condizioni di Kessler, caduto in allenamento (era con Kloden e Hondo) e ricoverato in ospedale per lesioni alla testa

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2010




Posts: 559
Registrato: Sep 2006

  postato il 25/01/2010 alle 17:52
Da "Il Giornale di Vicenza" di domenica 24 gennaio

Travolto in bici da un’auto
Muore il patron della Wilier

Un volo di trenta metri dopo un violento scontro. Inutili i soccorsi Il decesso due ore più tardi all’ospedale di Castelfranco

"L’impatto con un’auto mentre stava effettuando un giro sull’amatissima bici da corsa è stato fatale a Lino Gastaldello, fondatore e presidente della Nuova Wilier Triestina. Il noto imprenditore abitava a Rossano in via Stazione e avrebbe compiuto 72 anni il prossimo 20 marzo. L’incidente è accaduto ieri mattina verso le 10,30 a Ca’ Rainati di San Zenone. Gastaldello stava percorrendo il tratto della provinciale 121 denominato via Marini, diretto da Ca’ Rainati verso San Zenone. Arrivato all’altezza di via Perosina, nei pressi del ristorante Martini, almeno secondo una prima ricostruzione dei fatti, il ciclista ha svoltato a sinistra per imboccarla. Proprio in quel momento è sopraggiunta dal senso opposto di marcia un’auto condotta da un cittadino macedone. Si trattava di una Ford condotta da H.D., di 25 anni, che risiede a Mussolente. L’impatto fra l’auto e la bicicletta è stato molto violento, tant’è vero che Lino Gastaldello è letteralmente volato per una trentina di metri, prima di piombare sull’asfalto. L’allarme è stato immediato e sul posto sono arrivati i sanitari del 118 di Crespano, che si sono resi conto subito della gravità della situazione. Lino Gastaldello è stato stabilizzato e gli sono state prestate le prime cure sul posto. È stato quindi intubato è trasportato in ambulanza all’ospedale di Castelfranco Veneto, dov’è stato sottoposto ad una serie di accertamenti e alle cure, nel tentativo di salvargli la vita.
Le lesioni riportate nel drammatico incidente però erano troppo gravi e la pur forte fibra del presidente della Wilier Triestina non ha resistito. Un paio d’ore dopo l’incidente il suo cuore ha cessato di battere. Sulle cause del sinistro sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri di Fonte e della polizia locale di San Zenone. La notizia del tragico incidente s’è presto sparsa nell’ambiente sportivo, lasciando tutti sgomenti. Gastaldello era un personaggio di spicco nel mondo delle due ruote e con la sua attività aveva riportato in auge un’azienda che da decenni è un fiore all'occhiello dell’industria e dello sport italiani. Gastaldello amava la bicicletta e praticava il ciclismo. Aveva quasi 72 anni ma l’attività fisica lo manteneva giovane nel fisico e nello spirito. La corsa di Lino s’è conclusa a pochi chilometri dalla sua casa e dalla sua azienda, mentre era in bici: stava scritto così nella carte della vita, ma avrebbe avuto ancora molto da dire e da dare."

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Agosto 2010




Posts: 559
Registrato: Sep 2006

  postato il 25/01/2010 alle 17:56
Sempre dalla stessa pagina de "Il Giornale di Vicenza" di domenica 24 gennaio

Da Pantani a Ballan una parata di campioni

"La fama di Wilier Triestina è sempre stata legata alle imprese di grandi campioni del ciclismo. La prima esperienza nel professionismo fu nel 1979 al fianco della Mecap Hoonved di Mario Beccia, che quell’anno vinse una tappa al Giro d’Italia. Nel 1981 venne la Selle San Marco di Alfio Vandi, vincitore della Coppa Placci. Pochi risultati arrivarono con la Selle San Marco (1982) la Mareno (1983) e la Supermercati Brianzoli (1984), ma il riscatto era dietro l’angolo: nel 1985, sempre con la Supermercati Brianzoli, la Wilier andò in trionfo al campionato italiano su strada grazie a Claudio Corti, primo anche al Giro dell’Umbria e al Giro di Romagna.
A cavallo fra gli anni ’80 e i ’90, la Wilier Triestina uscì dal professionismo, per rientrare alla grande nel ’95 con la Brescialat, che s’impose con Podenzana al Giro di Toscana e con Piccoli alla 15a tappa del Giro. Nel frattempo l’azienda si era spostata nell’attuale sede.
Il ’97 fu un anno storico: Wilier era la bici ufficiale della Mercatone Uno, quindi anche di Marco Pantani. Il pirata era all’apice della sua carriera e, ritiratosi per cadute al Giro d’Italia, si rifece al Tour vincendo all’Alpe d’Huez e a Morzine. Fra Lino e Pantani era nata un’amicizia vera: il campione gli regalò spontaneamente una sua maglia con dedica.
Ancora allori dal ’99 con la Liquigas: Gonchar vinse il mondiale a cronometro, mentre Rebellin nel 2001 inaugurò con la Tirreno-Adriatico una raffica di vittorie.
Nel 2002, Wilier e Mercatone Uno tornarono assieme ma Pantani, dopo la bufera, non era più quello di prima.
Dal 2003 doppia sponsorizzazione: Lampre e Gerolsteiner. Casagrande da una parte e Rebellin dall’altra regalarono numerosi successi alla Wilier, che l’anno dopo equipaggiò anche l’iridato Astarloa (Lampre). Nel 2004 Rebellin centrò la tripletta Amstel, Freccia Vallone e Liegi. Nel biennio successivo, con la francese Cofidis, Wilier vinse una tappa al Tour con Moncoutie e una alla Vuelta con Bertagnolli.
Gli ultimi anni hanno visto consolidarsi il binomio Lampre-Wilier. I testimonial dell’azienda di Rossano sono stati soprattutto Cunego e Ballan. L’apoteosi nel 2008, quando Alessandro Ballan ha vinto il campionato del mondo di Varese, precedendo proprio il suo illustre compagno di squadra."

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 19/02/2010 alle 17:40
http://www.directvelo.com/direct-velo/actualites/6458/nicolas-vaillant-meurt-dans-un-accident.html

Nicolas Vaillant 21 anni muore in un incidente

L'incidente sembra molto simile a quello di Orsani
Tra gli junior era uno dei 10 migliori francesi della sua classe

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  4    5    6    7    8    9  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.8148179