Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Ancora incidenti...
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2    3    4    5    6  >>
Autore: Oggetto: Ancora incidenti...

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 17/11/2006 alle 12:57
in bocca al lupo Paul!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Bernard Hinault




Posts: 1161
Registrato: Jan 2005

  postato il 17/11/2006 alle 17:42
In bocca al lupo a Paul e a Giosuè

 

____________________
Daniele

Maglia Nera CKC 2007

Campione italiano 2008 Fantaciclismo di Cicloweb

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Marco Pantani




Posts: 1449
Registrato: Jan 2005

  postato il 18/11/2006 alle 00:12
Hoi avuto il piacere di conoscere questo ragazzo grazie a Vincenziono Santoni, veramente bravo e dolce.
Gli auguro una pronta guarigione, e sperando che possa salire al più presto in bici, se non l'empire State Building....
Good Luck to you Paul!!!!

 

____________________


To be a winner you must play hard and practice harder!!

It's not about how hard you hit, it's about how hard you can get hit and keep moving forward!



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 18/11/2006 alle 02:46
Speriamo veramente che Cracke si riprenda e non debba essere costretto a rinunciare ai suoi sogni.Lo scorso anno vinse un'edizione durissima della Casalincontrada-Block Haus dimostrando di avere buonissime doti in salita.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4035
Registrato: Jan 2006

  postato il 20/11/2006 alle 18:33
Paul Crake è sempre grave ma non è più in terapia intensiva

Il ciclista australiano Paul Crake, in forza alla Naturino, ha lasciato il reparto di terapia intensiva ed è ora ricoverato nel reparto ortopedico dell'Ospedale di Christchurch in Nuova Zelanda dove resterà fino a quando i medici daranno l’autorizzazione al trasferimento in Australia. Crake, che è ancora paralizzato dalla vita in giù, dovrà ora affrontare lunghi mesi di riabilitazione.
Ricordiamo che Crake è caduto durante l’ottava tappa del Powernet Tour riportando fratture alle vertebre cervicali ed una alle vertebre toraciche. La settimana scorsa Crake è stato sottoposto ad intervento chirurgico per stabilizzare e riallineare la sua spina dorsale.

(fonte:tuttobiciweb.it)

 

____________________



"Venderesti entrambi gli occhi per un milione di dollari... o le gambe... o le mani... o gli orecchi? Fai la somma di quello che hai e scoprirai che non lo venderesti per tutto l'oro del mondo. Le cose migliori della vita sono le tue, se riesci ad apprezzarle".
Dale Carnegie

"Non lamentatevi di quello che non avete. Usate quello che avete. Fare meno del vostro meglio è un peccato. Tutti noi abbiamo il potenziale per eccellere perché l'eccellenza é determinata dalla dedizione, a noi e agli altri".
Oprah Winfrey

http://www.velodrome.org.uk
http://www.yvonnehijgenaar.nl
http://www.chrishoy.com/
http://www.victoriapendleton.co.uk/

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4035
Registrato: Jan 2006

  postato il 23/11/2006 alle 16:33
PROF - Confermata la lesione spinale per Crake: resterà sulla sedia a rotelle

Giovedì 23 novembre 2006 - Paul Crake non potrà più camminare: il ciclista della Naturino ha riportato la rottura del midollo spinale. L’impietoso verdetto è arrivato dopo l’operazione effettuata per stabilizzare la schiena dell’atleta australiano, caduto durante la penultima tappa del il Powernet Tour nel Southland, in Nuova Zelanda, per una improvvisa folata di vento che lo ha fatto cadere contro il palo di uno steccato. Gli accertamenti radiografici hanno evidenziato la frattura delle vertebre cervicali C1 e C2 e lo spostamento delle vertebre toraciche T5 e T6: significa paralisi dalla vita in giù.
Dopo l’intervento Crake è stato trasferito dal reparto di terapia intensiva all’Unità spinale dell’ospedale di Christchurch, dove dovrà rimanere almeno sei settimane prima di poter tornare in Australia. L’ospedale ha precisato che l’intervento cui si è sottoposto lascia aperta qualche speranza di guarigione solo attraverso eventuali sviluppi della ricerca sulle cellule staminali.
Crake, 29 anni, è stato campione australiano 2003 e terzo ai campionati assoluti del 2005, venendo convocato anche per i Mondiali del 2004. Prima di darsi al ciclismo Crake si era dedicato allo stairclimbing, la corsa per le scale, vincendo per cinque volte consecutive tra il 1999 e il 2003 la scalata lungo i 1576 scalini dell’Empire State Building di New York (è tutt’ora il detentore del primato di velocità in 9’33”).

(fonte:ciclonews.it)
*************************************************************
Questa è una notizia che non avrei mai voluto leggere ,povero Paul

 

____________________



"Venderesti entrambi gli occhi per un milione di dollari... o le gambe... o le mani... o gli orecchi? Fai la somma di quello che hai e scoprirai che non lo venderesti per tutto l'oro del mondo. Le cose migliori della vita sono le tue, se riesci ad apprezzarle".
Dale Carnegie

"Non lamentatevi di quello che non avete. Usate quello che avete. Fare meno del vostro meglio è un peccato. Tutti noi abbiamo il potenziale per eccellere perché l'eccellenza é determinata dalla dedizione, a noi e agli altri".
Oprah Winfrey

http://www.velodrome.org.uk
http://www.yvonnehijgenaar.nl
http://www.chrishoy.com/
http://www.victoriapendleton.co.uk/

 
Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 23/11/2006 alle 16:46
Originariamente inviato da omar

PROF - Confermata la lesione spinale per Crake: resterà sulla sedia a rotelle

Giovedì 23 novembre 2006 - Paul Crake non potrà più camminare: il ciclista della Naturino ha riportato la rottura del midollo spinale. L’impietoso verdetto è arrivato dopo l’operazione effettuata per stabilizzare la schiena dell’atleta australiano, caduto durante la penultima tappa del il Powernet Tour nel Southland, in Nuova Zelanda, per una improvvisa folata di vento che lo ha fatto cadere contro il palo di uno steccato. Gli accertamenti radiografici hanno evidenziato la frattura delle vertebre cervicali C1 e C2 e lo spostamento delle vertebre toraciche T5 e T6: significa paralisi dalla vita in giù.
Dopo l’intervento Crake è stato trasferito dal reparto di terapia intensiva all’Unità spinale dell’ospedale di Christchurch, dove dovrà rimanere almeno sei settimane prima di poter tornare in Australia. L’ospedale ha precisato che l’intervento cui si è sottoposto lascia aperta qualche speranza di guarigione solo attraverso eventuali sviluppi della ricerca sulle cellule staminali.
Crake, 29 anni, è stato campione australiano 2003 e terzo ai campionati assoluti del 2005, venendo convocato anche per i Mondiali del 2004. Prima di darsi al ciclismo Crake si era dedicato allo stairclimbing, la corsa per le scale, vincendo per cinque volte consecutive tra il 1999 e il 2003 la scalata lungo i 1576 scalini dell’Empire State Building di New York (è tutt’ora il detentore del primato di velocità in 9’33”).

(fonte:ciclonews.it)
*************************************************************
Questa è una notizia che non avrei mai voluto leggere ,povero Paul


Veramente una brutta notizia! Mi dispiace moltissimo!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Bernard Hinault




Posts: 1161
Registrato: Jan 2005

  postato il 23/11/2006 alle 17:11
Paul non mollare

 

____________________
Daniele

Maglia Nera CKC 2007

Campione italiano 2008 Fantaciclismo di Cicloweb

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 23/11/2006 alle 17:57
Mi dispiace davvero tanto che questa storia si sia conclusa in questo modo triste .
Spero che Paul possa avere più fortuna nella nuova vita che dovrà affrontare ora.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2490
Registrato: Dec 2004

  postato il 24/11/2006 alle 12:52
L'amore per lo sport lo porterà a provare qualche disciplina dedicata a persone con handicap...come l hand bike!Coraggio!

 

____________________
http://ilmiociclismo.blog.excite.it

"La vita e la morte.La pace e la guerra.La repubblica e la monarchia.Infine Bartali e Coppi e la progressiva identificazione di un popolo, che ripartiva da zero, in una coppia di campioni."Leo Turrini

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Aprile 2009, Febbraio 2010 e Luglio 2010




Posts: 8326
Registrato: Jun 2006

  postato il 24/11/2006 alle 12:54
Questa è proprio una triste notizia! Paul non devi mollare! L'Handicap ti farà superare altri limiti e farai record nuovi che nemmeno pensavi!

 

____________________
Un uomo comincerà a comportarsi in modo ragionevole solamente quando avrà terminato ogni altra possibile soluzione.
Proverbio cinese

Jamais Carmen ne cédera,
libre elle est née et libre elle mourra.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 24/11/2006 alle 13:22
Paul non devi mollare. Lo devi a coloro che non hanno neanche avuto la
fortuna di poter usare le proprie gambe per almeno un po' di anni
ma stanno dimostrando una forza ed un coraggio da autentici campioni!

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 24/11/2006 alle 14:28
Un ciclista è dotato per natura di doti particolari...coraggio,determinazione e voglia di non mollare...Forza Paul!!!!!!!!!!!!!!!

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 7360
Registrato: Jun 2005

  postato il 24/11/2006 alle 15:01
poveraccio, io senza le mie gambe mi sentirei vuoto, abattuto...spero che riesca a riprendersi...

 

____________________
...E' il giudizio che c'indebolisce.

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4035
Registrato: Jan 2006

  postato il 01/12/2006 alle 12:43
Raisin e la storia di un incredibile recupero

Ricordate Saul Raisin, il giovane statunitense della Credit Agricole rimasto coinvolto in un gravissimo incidente nell’aprile scorso al Circuit de la Sarthe, cui erano seguiti lunghi giorni di coma e di preoccupazione? Bene, il suo recupero procede a grandi passi e sorprende gli stessi medici: a raccontarlo è lui stesso sul suo sito web.
«Domenica ho fatto l’uscita più impegnativa dal giorno dell’incidente, ho percorso più di cento chilometri con alcuni amici affrontando anche delle salite impegnative attorno a Chatsworth. E giorno dopo giorno mi sento più forte, ficamente e mentalmente».
Nei giorni scorsi anche un esame neurologico al quale si è sottoposto, ha dato risultati estremamente confortanti circa il recupero di Raisin, che nella caduta aveva riportato un trauma facciale ed era stato poi operato al cervello allo scopo di arginare un' emorragia cerebrale.
I tempi di recupero per Raisin sono ancora lunghi, ma il ritorno al mondo delle corse si avvicina sempre più: la Credit Agricole lo ha confermato nell’organico anche se sarà difficile vederlo in corsa prima dell’autunno del 2007. «Sono sempre in conttato con Saul - ha spiegato il manager Roger Legeay - e seguo ogni suo progresso. La sua prima grande vittoria sarà tornare alla partenza di una corsa».

(fonte:tuttobiciweb.it)

 

____________________



"Venderesti entrambi gli occhi per un milione di dollari... o le gambe... o le mani... o gli orecchi? Fai la somma di quello che hai e scoprirai che non lo venderesti per tutto l'oro del mondo. Le cose migliori della vita sono le tue, se riesci ad apprezzarle".
Dale Carnegie

"Non lamentatevi di quello che non avete. Usate quello che avete. Fare meno del vostro meglio è un peccato. Tutti noi abbiamo il potenziale per eccellere perché l'eccellenza é determinata dalla dedizione, a noi e agli altri".
Oprah Winfrey

http://www.velodrome.org.uk
http://www.yvonnehijgenaar.nl
http://www.chrishoy.com/
http://www.victoriapendleton.co.uk/

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4035
Registrato: Jan 2006

  postato il 01/12/2006 alle 17:32
Paul Crake potrà tornare a casa per Natale

Il ciclista australiano Paul Crake potrà tornare a casa per Natale e sarà poi ricoverato in un'unità specializzata nelle cure della colonna vertebrale per continuare la lunga riabilitazione, dopo l’intervento chirurgico subìto in seguito ad una caduta occorsagli l’11 novembre scorso in Nuova Zelanda nel corso del Powernet Tour.
«Non vedo l'ora di tornare a casa - ha detto a Cyclingnews il ventinovenne atleta della Aurum Hotels di Vincenzo Santoni -: ora vorrei ringraziare tutti coloro che mi hanno inviato un messaggio e mi hanno fatto sentire il loro affetto. L'incidente mi ha provocato un serio trauma spina dorsale e i dottori dicono che dovranno passare dalle sei alle otto settimane prima che il gonfiore venga riassorbito e si possano stimare con esattezza i danni subìti. Io intanto continuo a lavorare con i fisioterapisti, due sedute al giorno per migliorare forza e mobilità».
Crake è costantemente assistito da papà Peter e mamma Elizabeth e dalla sua compagna Daniela che nei giorni scorsi ha raggiunto Christchurch dalla sua casa di Bolzano.
«L’arrivo di Daniela - ha detto Paul - mi ha dato una nuova carica. Io cerco di farmi forza: anche vedere persone che lottano in una condizione peggiore della mia mi ha insegnato molto: vedo la loro sofferenza e la loro voglia difare piccole conquiste e ne faccio la mia forza».

(fonte:tuttobiciweb.it)

 

____________________



"Venderesti entrambi gli occhi per un milione di dollari... o le gambe... o le mani... o gli orecchi? Fai la somma di quello che hai e scoprirai che non lo venderesti per tutto l'oro del mondo. Le cose migliori della vita sono le tue, se riesci ad apprezzarle".
Dale Carnegie

"Non lamentatevi di quello che non avete. Usate quello che avete. Fare meno del vostro meglio è un peccato. Tutti noi abbiamo il potenziale per eccellere perché l'eccellenza é determinata dalla dedizione, a noi e agli altri".
Oprah Winfrey

http://www.velodrome.org.uk
http://www.yvonnehijgenaar.nl
http://www.chrishoy.com/
http://www.victoriapendleton.co.uk/

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 193
Registrato: Jul 2005

  postato il 08/12/2006 alle 11:57
Ho trovato queso articolo sul sito di Beppe Grillo fa un po riflettere sulla considerazione verso i ciclisti e i pedoni da parte degli automobilisti.

Le città di Milano e di Nassirya si stanno gemellando. Letizia Moratti si recherà presto in Iraq in visita all’Eni. L’accompagneranno il marito petroliere Gian Marco Moratti, il cognato petroliere Massimo Moratti e la cognata verde Milly Moratti. Le due città hanno in comune i caduti per il petrolio. In Iraq per difendere i pozzi. In Italia per difendere gli utili dei petrolieri e dello Stato. I caduti civili sono molti di più dei caduti in guerra. Nella sola Milano la contabilità da inizio anno è per i ciclisti 812 feriti e 11 morti. Per i pedoni 1.290 feriti e 26 morti. 37 morti in totale, ma manca ancora il periodo natalizio. Negli ultimi giorni una ragazza è stata uccisa da un autobus dell’Atm sulle strisce pedonali. Un signore in bicicletta è stato stritolato da un autotreno in pieno centro. Un ragazzo di 13 anni è stato travolto con la sua bici da un autocarro. Ma è gente così. Che ama il rischio. Altro che i parà. E chi rischia paga.
Il Comune dovrebbe intervenire, fare qualcosa. Obbligare ad esempio tutti i cittadini a dotarsi di automobile. Non per circolare, ma per proteggersi. Cintura, air bag, barre laterali sono fabbricati apposta. Il tempo di percorrenza sarebbe più lungo, ma la benzina andrebbe via come il pane. E si salverebbero molte vite. Rimarrebbe il pericolo per chi, testardamente, volesse andare a piedi fino alla fermata di un mezzo pubblico. La soluzione c’è: sottopassaggi. Direttamente dal portone di casa alla fermata dell’autobus o della metropolitana.
Il numero di ciclisti morti per incidente è raddoppiato in un anno a Milano. Bisogna affrontare subito il problema. Vietare le biciclette. E, a monito, mettere una lapide al ciclista ignoto in ogni città. Sponsorizzata dall’Eni e dalla Fiat.

fonte www.beppegrillo.it

 

____________________
Il volto umano è come la scatola nera degli aerei: registra i sentimenti che hanno segnato la nostra esistenza (MAURO CORONA)

"gli occhi fanno quel che possono niente meno e niente più tutto quello che non vedono è perchè non vuoi vederlo tu

cosa vuoi che sia passa tutto quanto solo un pò di tempo e ci riderai su..... " "Ligabue"

"Io sono solo un povero cadetto di Guascogna, però non la sopporto la gente che non sogna..."
guccini cyrano
http://www.robisport.it/vendita_on_linea.htm

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Federico Bahamontes




Posts: 393
Registrato: Dec 2006

  postato il 08/12/2006 alle 18:40

Beh io un annetto fa stavo per meritarmi una lapide del genere e ho avuto modo di riflettere sulla considerazione verso i ciclisti.
Era un pomeriggio invernale con un aria frizzante ma un bel sole così per far delle commissioni in paese al posto di prendere l'auto ho avuto la bella idea di usare la bicicletta per fortuna il rottame che uso per andare in stazione e non la mia bianchi.
Fattostà che provenendo da un'accesso provato dovevo attraversare una strada secondaria, come abitudine guardo prima a sinstra e poi a destra, e non avendo visto nessuno mi appresto ad attraversare ma quando torno a guardare a sinistra mi accorgo che a una decina di metri c'è un'auto che sta per investirmi, l'ultimo ricordo e che d'istinto mi son alzo sui pedali nel tentativo di togliermi di mezzo poi più nulla finchè mi son risvegliato in ambulanza .
L'auto nel tempo che guardavo dal lato opposto deve essersi immessa sulla stradina (di cui è il naturale prolungamento mentre il provincile svolta con una semicurva a sx),probabilmente senza segnalare la manovra e mantenendo una velocità sostenuta, che a differenza di me non si è accorta del pericolo finchè col mio crapone non gli ho sfondato il vetro anteriore, così almeno ha detto la signora alla guida ai primi accorsi sul luogo dell'incidente.
Mentre io venivo portato in ambulanza al più vicino ospedale per accertamenti del caso e successivo ricovero sotto osservazione per i successivi 2 giorni (ovvero fino a natale) la signora in questione si è preoccupata bene di intortare i polizzioti accorsi per i rilievi raccontando una bella storia.
La storia in questione era che mentre lei sopraggiungeva a velocità molto ridotta io (si direbbe quasi con malignità) ho atteso l'attimo del suo passaggio per fiondarmi fuori dal cancello e svoltare a dx rendendo così inevitabile l'incidente nonstante i suoi roccambolechi tentavi di evitarmi.
La cosa avrebbe potuto anche essere credibile, a patto però di non considerare alcune evidenze, la macchina era a cavallo della mezzaria, la mia bici scagliata a una decina di metri di distanza mostrava i segni dell'impatto solo nella parte posteriore mentre l'auto sul lato anteriore sinistro quindi se ero già in mezzo alla strada e la signora andava così piano aveva tutto il tempo almeno per rallentare e al massimo farmi cadere e non caricarmi sul cofano e farmi sfondare il vetro, poi se mi ha visto come ha fatto a non accorgersi che stavo svoltando a sx invece che dx?
La cosa più tragicomica della vicenda è che quando mi son recato dalla polizia per depositare la mia versione ed ho esposto le mie perplessità sulla credibilità della ricostruzione mi è stato risposto che la signora era anziana (se si può dire anziana a 50 anni) e per cui è sicuro che andasse piano, al che mi son sentito cascare le p***e e ma ne son andato allibito.
Devo dire che nonstante tutto mi è andata ancora di lusso mi son fatto 60 gg di collarino a causa dello spostamento del dente dell'epistrofeo ma fino ad oggi non ho particolari dolori al collo, ma ho avuto prova del pressapochismo di chi dovrebbe tutelarci infatti son quasi sicuro che mantendo invariata la dinamica e invertendo i ruoli, essendo giovane e per cui corsaiolo, mi sarei veduto ritirare seduta stante la patente per aver investito una signora anziana e quindi sicuramene prudente.
Sulla mancanza di prudenza della signora non posso essere certo ma della mancanza di umanità e cattiva fede ho avuto già fin troppe conferme, non solo non ha avuto la decenza di contattare i miei x sapere se ero ancora vivo (l'ultima volta che mi ha visto mi stavano caricando coperto di sangue e privo di sensi sull'ambulanza) ma attesso fino ad agosto per essere certo che fosse scaduto il termine di pagamento della multa per mancata precedenza, che mi hanno affibbiato x colpa sua, per farmi contattare dal suo avvocato per pagarle 500 euro di danni, visto che non aveva la decenza di provare prima a chiedermeli direttamente.
Questo mi fa pensare che molto probabilmente anche lei sa di non aver ragione, così ha preferito buttar via soldi con un'avvocato quando chiedendomeli avrei pagato senza problemi lo stesso visto che ero coperto da assicurazione per responsabilità civile (nn quella della tessera FCI che risponde solo in gara o allenamento e se provvisti di casco)solo che così facendo dopo avermi rovinato le vacanza natalizie x l'incidente è riuscita a farlo anche con quelle estive


(ecco come era ridotta la bici dopo l'incidente)

Da allora ho imparato due cose: casco sempre in testa e fare attenzione alle vecchiette povere ed indifese

 

____________________
Niente fremiti di gioia. Niente ebbrezza della vittoria.
La mèta raggiunta è già superata
Direi quasi un senso di amarezza per il sogno diventato realtà.
Credo che sarebbe molto più bello poter desiderare per tutta la vita qualcosa,
lottare continuamente per raggiungerla e non ottenerla mai...
L'uomo felice non dovrebbe avere più nulla da dire, più nulla da fare.
Per mio conto preferisco una felicità irragiungibile,
sempre vicina e sempre fuggente.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2712
Registrato: Mar 2006

  postato il 08/12/2006 alle 23:36
ragazzi la bici è nella stese condizioni della mia ex bici , quando ebbi 1 incidente nell'estate del 2004...attraversando la strada, 1 makkina a gran velocità da lontanissimo mi è arrivata sulla ruota posterione, facendomi precipitare x terra...era il solito automobilista disattento e con la testa fra le nuvole...ke spavento ke mi sono preso, x fortuna xò nn mi ha preso la gamba, a quest'ora avrei dovuto kiudere la mia carriera amatoriale anzitempo...ringraziamo il cielo...
 
Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 24/12/2006 alle 16:45
Non è un incidente ciclistico ma guardate che è successo a Stephane Tissot, sciatore francese:

Sci: operato il francese Tissot
All'ospedale di Aosta ridotta la frattura di tibia e perone
(ANSA)-AOSTA,24 DIC- Tra un paio di giorni lo slalomista francese Stephane Tissot lascera' l'ospedale di Aosta dove e' stato operato dall'equipe del dott. Mancini. L'intervento per ridurre la frattura di tibia e perone, parzialmente esposta, e' perfettamente riuscito. Nel Parallelo di Natale, disputato ieri a Pila, nella manche che lo vedeva opposto a Blardone (vincitore della gara), Tissot ha inforcato una porta ed e' caduto procurandosi la doppia frattura della gamba sinistra rimasta incastrata nel telo della porta che gli ha girato letteralmente la caviglia. La sua stagione e` molto probabilmente gia` terminata. .

Stephane Tissot 4- 5 mesi senza sci
Dopo l'operazione per la frattura di tibia e perone
(ANSA) - AOSTA, 24 DIC - Il francese Stephane Tissot non potra' rimettere gli sci prima di 4-5 mesi dopo l'intervento per la frattura di tibia e perone. Lo rende noto la Federsci francese. La stagione agonistica di Tissot, 27 anni, e' quindi conclusa. Lo sfortunato atleta transalpino dovra' sottoporsi ad un periodo di riabilitazione di 3 mesi, poi sara' necessario un altro mese e mezzo prima di poter salire di nuovo sugli sci.

I 2 articoli sono tratti da www.ansa.it

In bocca al lupo a questo sfortunato atleta, le immagini che ho visto ieri in tv dell'incidente erano spaventose. Peccato dover passare il Natale in questo modo.

 

[Modificato il 24/12/2006 alle 16:51 by Garda Bike]

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 28/12/2006 alle 11:50
Jovanotti cade dalla bici e finisce in ospedale
Il cantante in osservazione ad Arezzo fino a venerdì. Lieve trauma cranico e qualche contusione

AREZZO - Lorenzo Cherubini,alias Jovanotti, è caduto dalla sua mountain-bike, durante un giro sulle colline nei dintorni di Cortona, la cittadina toscana dove vive con la famiglia. Il cantante, appassionato ciclista, si è procurato un leggero trauma cranico e qualche lieve contusione. Medicato all'ospedale di Arezzo, è stato trattenuto in osservazione e resterà ricoverato su consiglio dei medici fino a venerdì.

corriere.it

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2490
Registrato: Dec 2004

  postato il 28/12/2006 alle 11:59
chissà che non trovi il tempo per scrivere dei nuovi testi!
auguri di pronta guarigione!

 

____________________
http://ilmiociclismo.blog.excite.it

"La vita e la morte.La pace e la guerra.La repubblica e la monarchia.Infine Bartali e Coppi e la progressiva identificazione di un popolo, che ripartiva da zero, in una coppia di campioni."Leo Turrini

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 04/01/2007 alle 15:00
INCIDENTI IN BICI A MILANO

Originariamente inviato da itammb

Tristissimo...

Ieri in autostrada, ascoltando la radio, sento la notizia :

Negli utimi due mesi ben TREDICI incidenti tra cicloamatori nelle strade di Milano. Ultimo e tristissimo quello di una ragazza morta (zona Monza) travolta da un autoarticolato....bla bla bla..le forze del ordine stanno indagando sul aumento di questa tipologia di indidenti causa il tasso percentuale molto preoccupante...



Originariamente inviato da lapis

ieri la mia morosa e' stata colpita da un'auto (che non si e' fermata allo stop) per la seconda volta in poche settimane.
mi sembra che quest'anno gli incidenti con bici raggiungano livelli storici (la tendeza invece dovrebbe essere opposta!)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Miguel Indurain




Posts: 676
Registrato: Jun 2005

  postato il 04/01/2007 alle 15:56
@lapis

Io ho preso l'abbitudine di guardare sempre anche se il semaforo è verde nel senso opposto di marcia....e onde evitare incertezze se sono in un incrocio guardo sempre negli occhi l'automobilista nel senso antagonista al mio e solo quando sono sicuro al 100% che non corro + rischi lascio la presa visiva con il tizio al volante....

Ovviamente se ti vengono a dosso da dietro...c'è poco da fare.

Ringrazziando Dio non mi è successo mai nulla.

 

[Modificato il 04/01/2007 alle 16:00 by itammb]

____________________


Tutto dipende...!


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 213
Registrato: May 2006

  postato il 04/01/2007 alle 16:59

Originariamente inviato da itammb
se sono in un incrocio guardo sempre negli occhi l'automobilista nel senso antagonista al mio e solo quando sono sicuro al 100% che non corro + rischi lascio la presa visiva con il tizio al volante....

anch'io guardo per vedere se mi han visto una volta uno mi ha visto ed e' partito perche' pensava fossi piu' lento..
io ormai guardo in cento direzioni ho sempre le luci e spesso meto il casco ma contro la faciloneria di molti c'e' poco da fare.
ho notato poi che i suv proprio non ti vedono e il loro cofano ti arriva giusto al bacino...
facciamoci coraggio e grazie per i consigli

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 213
Registrato: May 2006

  postato il 04/01/2007 alle 17:04
Originariamente inviato da aerials
ma attesso fino ad agosto per essere certo che fosse scaduto il termine di pagamento della multa per mancata precedenza, che mi hanno affibbiato x colpa sua, per farmi contattare dal suo avvocato per pagarle 500 euro di danni

accidenti che storia bruttissima!
cosa pensi di fare per la richiesta di danni?
ai provato a contattare la fiab? (federazione italiana amici della bicicletta httP://www.fiab-onlus.it )

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Federico Bahamontes




Posts: 393
Registrato: Dec 2006

  postato il 05/01/2007 alle 13:58
Originariamente inviato da lapis
accidenti che storia bruttissima!
cosa pensi di fare per la richiesta di danni?
ai provato a contattare la fiab? (federazione italiana amici della bicicletta httP://www.fiab-onlus.it )


A suo tempo avevo discusso la faccenda con un avvocato del settore, ma questi mi ha sconsigliato di far ricorso nonostante la palese leggerezza di chi ha steso il verbale, in quanto non essendoci testimoni è quasi impossibile riuscire a invalidare la versione del verbale per cui con buone probabilità avrei rischiato di perdere il ricorso (e di conseguenza dover pagare tutte le spese e gli interessi sulle multe), così ho dovuto pagare la multa sperando che chi mi aveva investito avesse almeno la decenza di non venire a chiedermi i danni.
Purtroppo come già detto tale persona si è dimostrata priva di decenza e tantomeno di coraggio... ricevuta la lettera dell'avvocato ho passato tutto all'assicurazine e non ne ho voluto saper più nulla, anche se credo che l'assicurazione abbia pagato senza far storie.
Che vuoi fare con l'accaduto spero di aver pagato sufficiente dazio alla sfortuna e di non aver più a che fare con indidui del genere, anche se temo sia sempre più difficile

 

[Modificato il 05/01/2007 alle 14:01 by aerials]

____________________
Niente fremiti di gioia. Niente ebbrezza della vittoria.
La mèta raggiunta è già superata
Direi quasi un senso di amarezza per il sogno diventato realtà.
Credo che sarebbe molto più bello poter desiderare per tutta la vita qualcosa,
lottare continuamente per raggiungerla e non ottenerla mai...
L'uomo felice non dovrebbe avere più nulla da dire, più nulla da fare.
Per mio conto preferisco una felicità irragiungibile,
sempre vicina e sempre fuggente.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2712
Registrato: Mar 2006

  postato il 05/01/2007 alle 14:04
MUORE IN ALLENAMENTO DILETTANTE AUSTRALIANO
SYDNEY - Daniel Bennett, un ciclista australiano dilettante, e' morto a 23 anni per una crisi cardiaca mentre si stava allenando. Lo ha reso noto la federazione ciclistica australiana. Stamani Bennett e' uscito per un allenamento a Gold Coast, localita' turistica sulla costa nordorientale dell'Australia, quando si e' accasciato sulla bici ed e' caduto. Inutili i tentativi di soccorso. (Agr)
fonte:gazzetta.it

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 30/01/2007 alle 15:41
Dario Cataldo: frattura del polso e lungo stop

Brutto infortunio per il neoprofessionista della Liquigas, Dario Cataldo: il vincitore del Giro Baby 2006 è stato protagonista di un pauroso incidente sulle strade della sua Chieti: durante un allenamento sotto la pioggia, Cataldo è stato investito da una vettura che non ha rispettato la precedenza e solo per fortuna ha evitato di sbattere contro un camion. L'incidente, che avrebbe potuto avere conseguenze più pesanti, ha portato alla rottura del polso destro con uno stop previsto di circa un mese e mezzo.
«Per come sono andato le cose posso dirmi fortunato: ora penso a guarire e recuperare al più presto. Il mio conterraneo Di Luca? Sono sicuro che stia pensando al Giro d'Italia e vedrete che sarà un grande protagonista della corsa rosa».

(fonte: tuttobiciweb.it)

*********************************

Ho sentito Dario via sms pochi minuti fa, ed ai miei auguri per un pronto ritorno (fatti anche da parte del forum ), ha risposto così:

«...meglio sia successo ora che nel pieno della stagione. Prendiamola così...»

Visione piuttosto filosofica.
In bocca al lupo, Dario!

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Miguel Indurain




Posts: 676
Registrato: Jun 2005

  postato il 30/01/2007 alle 16:32
Qualche giorno fà....Camion in pieno.....Caz...per fortuna nulla la ruota un pò peggio.

Vi racconto com'è sucesso:

Intanto colpa mia. Semaforo rosso, scatta il verde, io sono sulla destra
errore fatale. Il verde non rallento sguscio via. La prima auto è un camion, mette la freccia a destra...io onestamente non l'ho vista perchè nel momento in cui la metteva io già ero a 3/4 della sua fiancata, supero il camion che si allarga e svolta a destra prendendomi in pieno sulla ruota posteriore.....lì per lì il mio pensiero vanno alle ruote che se erano quelle da gara mi sarei messo a piangere sul posto senza vergogna.....poi pensandocci...caz...mi poteva spiattellare a terra e macinare....menomale che ho una buona stella...

Prossimamente devo ricordare di accendere un paio di lumini nel posto giusto...

 

[Modificato il 30/01/2007 alle 16:35 by itammb]

____________________


Tutto dipende...!


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 31/01/2007 alle 02:33
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Dario Cataldo: frattura del polso e lungo stop

Brutto infortunio per il neoprofessionista della Liquigas, Dario Cataldo: il vincitore del Giro Baby 2006 è stato protagonista di un pauroso incidente sulle strade della sua Chieti: durante un allenamento sotto la pioggia, Cataldo è stato investito da una vettura che non ha rispettato la precedenza e solo per fortuna ha evitato di sbattere contro un camion. L'incidente, che avrebbe potuto avere conseguenze più pesanti, ha portato alla rottura del polso destro con uno stop previsto di circa un mese e mezzo.
«Per come sono andato le cose posso dirmi fortunato: ora penso a guarire e recuperare al più presto. Il mio conterraneo Di Luca? Sono sicuro che stia pensando al Giro d'Italia e vedrete che sarà un grande protagonista della corsa rosa».

(fonte: tuttobiciweb.it)

*********************************

Ho sentito Dario via sms pochi minuti fa, ed ai miei auguri per un pronto ritorno (fatti anche da parte del forum ), ha risposto così:

«...meglio sia successo ora che nel pieno della stagione. Prendiamola così...»

Visione piuttosto filosofica.
In bocca al lupo, Dario!

Non ci voleva comunque vista la dinamica poteva andare anche peggio (e tanti complimenti all'automobilista indisciplinato )
Tanti auguri di pronta guarigione Dario,speriamo che dopo quest'inconveniente sia una stagione di belle soddisfazioni!!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 153
Registrato: Dec 2006

  postato il 31/01/2007 alle 16:57
Originariamente inviato da Abruzzese

Originariamente inviato da Monsieur 40%

Dario Cataldo: frattura del polso e lungo stop

Brutto infortunio per il neoprofessionista della Liquigas, Dario Cataldo: il vincitore del Giro Baby 2006 è stato protagonista di un pauroso incidente sulle strade della sua Chieti: durante un allenamento sotto la pioggia, Cataldo è stato investito da una vettura che non ha rispettato la precedenza e solo per fortuna ha evitato di sbattere contro un camion. L'incidente, che avrebbe potuto avere conseguenze più pesanti, ha portato alla rottura del polso destro con uno stop previsto di circa un mese e mezzo.
«Per come sono andato le cose posso dirmi fortunato: ora penso a guarire e recuperare al più presto. Il mio conterraneo Di Luca? Sono sicuro che stia pensando al Giro d'Italia e vedrete che sarà un grande protagonista della corsa rosa».

(fonte: tuttobiciweb.it)

*********************************

Ho sentito Dario via sms pochi minuti fa, ed ai miei auguri per un pronto ritorno (fatti anche da parte del forum ), ha risposto così:

«...meglio sia successo ora che nel pieno della stagione. Prendiamola così...»

Visione piuttosto filosofica.
In bocca al lupo, Dario!

Non ci voleva comunque vista la dinamica poteva andare anche peggio (e tanti complimenti all'automobilista indisciplinato )
Tanti auguri di pronta guarigione Dario,speriamo che dopo quest'inconveniente sia una stagione di belle soddisfazioni!!

spesso il mio compagno di pedalate quando c'è bagnato a terra lo vedo che scivola delicatamente .... per fortuna finora l'abbiamo presa a ridere...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2950
Registrato: Dec 2004

  postato il 01/02/2007 alle 18:00
Visto che nessuno l'ha scritto (io l'ho letto su un giornale locale di Biella).
Il 19 gennaio 2007 a Mongrando (BI) , l'ex professionista Danilo Ferrari (1940) mentre si stava allenando con la sua bici è stato travolto da un auto ed è purtroppo deceduto.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4035
Registrato: Jan 2006

  postato il 04/02/2007 alle 21:21
Brutta caduta per Fabrizio Guidi

Una cattiva notizia per il Team Barloworld durante il raduno collegiale in svolgimento in Toscana: Fabrizio Guidi è rimasto stamane vittima di una brutta caduta nella quale sembra fortunatamente non aver riportato conseguenze gravi: numerose ferite ed abrasioni in tutto il corpo ed un leggero trauma cranico, questa la diagnosi dei medici che lo hanno visitato dopo l’incidente. Guidi rimarrà con i compagni di squadra nel raduno di Castagneto Carducci ma dovrà stare fermo per un paio di giorni prima di poter riprendere gli allenamenti

(fonte:tuttobiciweb.it)

 

____________________



"Venderesti entrambi gli occhi per un milione di dollari... o le gambe... o le mani... o gli orecchi? Fai la somma di quello che hai e scoprirai che non lo venderesti per tutto l'oro del mondo. Le cose migliori della vita sono le tue, se riesci ad apprezzarle".
Dale Carnegie

"Non lamentatevi di quello che non avete. Usate quello che avete. Fare meno del vostro meglio è un peccato. Tutti noi abbiamo il potenziale per eccellere perché l'eccellenza é determinata dalla dedizione, a noi e agli altri".
Oprah Winfrey

http://www.velodrome.org.uk
http://www.yvonnehijgenaar.nl
http://www.chrishoy.com/
http://www.victoriapendleton.co.uk/

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2712
Registrato: Mar 2006

  postato il 05/02/2007 alle 19:25
povero fabrizio, speriamo si rimetta presto!
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1449
Registrato: Jan 2005

  postato il 08/02/2007 alle 13:56
Sono passati quasi 7 anni dall'accaduto, quello che posso dire é che il compartmento di O'Neil é VERGOGNOSO!!!!

08/02/2007 Investe un bimbo e non lo soccorre: condannato O'Neill

Nathan O’Neill è stato condannato dal Tribunale di Pistoia per aver investito e causato lesioni ad un bambino di quattro anni nel maggio del 2000, quando viveva in Italia.
O’Neill, che vive e corre negli Stati Uniti ed ha appena vinto il suo ottavo titolo australiano a cronometro (record assoluto), si stava allenando quando attraversando il centro del paese di Sarripoli aveva invaso la corsia opposta per affrontare una curva in discesa e aveva investito il piccolo, causandogli la frattura di tibia e perone, lasciandolo tramortito sull’asfalto e andandosene via, contravvenendo anche al codice della strada che non permette di correre su una bicicletta da corsa senza opportuni accorgimenti (ammiraglia a segnalare la presenza del o dei corridori e via dicendo).
Il corridore fu rintracciato solo quindici giorni dopo dal padre del piccolo e aveva reso una dichiarazione in questura, per poi essere denunciato per omissione di soccorso e lesioni colpose.
Da allora O’Neill si è sempre negato ed ha evitato qualsiasi contatto con l’avvocato del piccolo, che oggi ha gravi problemi alla gamba destra e ieri è stato condannato in contumacia dal Tribunale penale di Pistoia ad una pena pecuniaria di 1.500 euro e al pagamento di una provvisionale - immediatamente esecutiva - di 20.000 euro ai genitori del bambino, in vista del processo civile per risarcimento danni. Questo risarcimento, però, potrebbe non arrivare mai visto che O’Neill risiede da anni all’estero, a meno che non sia lo stesso corridore a mettersi finalmente una mano sulla coscienza dopo sette anni e a contattare la famiglia del bambino ferito.

(fonte: tuttobici.web)


 

____________________


To be a winner you must play hard and practice harder!!

It's not about how hard you hit, it's about how hard you can get hit and keep moving forward!



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 08/02/2007 alle 17:04
Sono rimasto basito quando ho letto questa notizia,spesso rimproveriamo gli automobilisti indisciplinati quando hanno torto ma in questo caso ogni ciclista,di qualunque categoria,dovrebbe tenere a mente questa vicenda come esempio di comportamento assolutamente da non imitare in quanto ci sono,a ragione,conseguenze penali poichè l'omissione di soccorso è una vera e propria vigliaccata.
Il buon esempio da dare agli altri si vede anche in queste circostanze e non solo quando si parla di evitare il ricorso a certe pratiche.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 13/02/2007 alle 16:12
Dall'articolo su Tuttobiciweb:

"[...] Oggi intanto, Francesco Di Paolo, caduto sabato scorso a Donoratico, è stato operato dal Dott. Ciampa presso l’ospedale di Ortona per la rottura dell’omero e la lussazione della spalla."

Auguri di pronta guarigione a Di Paolo,quella di Donoratico era la sua gara d'esordio tra i professionisti e purtroppo è finita male .

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1449
Registrato: Jan 2005

  postato il 14/02/2007 alle 07:52
Un augurio di pronta guarigione a DiPaolo!

 

____________________


To be a winner you must play hard and practice harder!!

It's not about how hard you hit, it's about how hard you can get hit and keep moving forward!



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4035
Registrato: Jan 2006

  postato il 25/02/2007 alle 17:18
Frattura al polso per George Hincapie

Brutto colpo per George Hincapie. Coinvolto in una caduta sulole strade del Giro della California, infatti, lo statunitense della Discovery Channel ha riportato la frattura di un polso, infortunio che potrebbe pregiudicare la stagione delle classiche del Nord nelle quali Hincapie si è sempre disimpegnato molto bene.

(fonte:tuttobiciweb.it)

****************************************

Speriamo si riprenda per la classiche del nord, in bocca al lupo George!

 

____________________



"Venderesti entrambi gli occhi per un milione di dollari... o le gambe... o le mani... o gli orecchi? Fai la somma di quello che hai e scoprirai che non lo venderesti per tutto l'oro del mondo. Le cose migliori della vita sono le tue, se riesci ad apprezzarle".
Dale Carnegie

"Non lamentatevi di quello che non avete. Usate quello che avete. Fare meno del vostro meglio è un peccato. Tutti noi abbiamo il potenziale per eccellere perché l'eccellenza é determinata dalla dedizione, a noi e agli altri".
Oprah Winfrey

http://www.velodrome.org.uk
http://www.yvonnehijgenaar.nl
http://www.chrishoy.com/
http://www.victoriapendleton.co.uk/

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 19/03/2007 alle 12:54
Ho letto la dichiarazione di Enrico Montanari dopo la vittoria nella gara elite/under 23 di Stabbia (Fi): “Dedico la vittoria a tutta la squadra e allo sponsor Neri, che è di queste parti e a Dmitry Grabovskiy, che stanotte ha avuto un brutto incidente; spero si rimetta presto”.

Qualcuno sa cos'è successo all'ex iridato?

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Marco Pantani




Posts: 1449
Registrato: Jan 2005

  postato il 19/03/2007 alle 13:32

Grabovskyy, incidente d'auto e ricovero in ospedale


Dmitri Grabovskyy, neoprofessionista ucraino della Quick Step ed ex campione del mondo degli Under 23, è stato vittima di un incidente automobilitico sabato sera sulla statale 66 che collega Firenze e Pistoia, nei pressi di Quarrata. Grabovskyy ha riportato alcune ferite al volto ed è attualmente ricoverato in ospedale per accertamenti in quanto nell’impatto, avvenuto contro una vettura che procedeva in senso opposto, l’ucraino ha picchiato violentemente il capo.

fonte:tuttobici.web

 

____________________


To be a winner you must play hard and practice harder!!

It's not about how hard you hit, it's about how hard you can get hit and keep moving forward!



 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 19/03/2007 alle 13:47
Originariamente inviato da laperla


Grabovskyy, incidente d'auto e ricovero in ospedale


Dmitri Grabovskyy, neoprofessionista ucraino della Quick Step ed ex campione del mondo degli Under 23, è stato vittima di un incidente automobilitico sabato sera sulla statale 66 che collega Firenze e Pistoia, nei pressi di Quarrata. Grabovskyy ha riportato alcune ferite al volto ed è attualmente ricoverato in ospedale per accertamenti in quanto nell’impatto, avvenuto contro una vettura che procedeva in senso opposto, l’ucraino ha picchiato violentemente il capo.

fonte:tuttobici.web


Grazie mille; quando ho chiesto informazioni la notizia non era ancora stata pubblicata

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2712
Registrato: Mar 2006

  postato il 19/03/2007 alle 14:20
mi dipisce veramente per il giovane professionista!
 
Edit Post Reply With Quote

Professionista




Posts: 40
Registrato: Oct 2006

  postato il 21/03/2007 alle 13:20
Tantissimi auguri di pronta guarigione!!!!!!!!!!!

 

____________________
prima o poi in cima s'arriva!!! meglio prima che poi!!!!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  1    2    3    4    5    6  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.3636069