Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Che cos'è una Sei Giorni?
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
Autore: Oggetto: Che cos'è una Sei Giorni?

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 02/11/2005 alle 17:55
Ragazzi, c'è qualcuno di voi che potrebbe per favore spiegarmi in cosa consistono esattemente le cosiddette Sei Giorni? Ho sentito dei successi di Erik Zabel e Rolf Aldag alla Sei Giorni di Dortmund, ma non ho ben capito cos'è esattemente questa corsa: .so solo che si svolge in pista, a coppie e alla fine c'è una classifica a punti che però non so su cosa è basata. Sapete qualche informazione in più?
Grazie.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 333
Registrato: Dec 2004

  postato il 02/11/2005 alle 18:01
Una seigiorni è una competizione che si svolge in pista. Vi gareggiano coppie che durante sei giorni affrontano diverse tipologie di gare(americana ecc), ognuna di queste gare attribuisce dei punti. Alla fine si sommano i punti che ciascuna coppia ha ottenuto nelle diverse gare e viene stilata la classifica finale.

 

____________________
antonio

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 02/11/2005 alle 18:02
Solo un piccolo inciso: la prima discriminante è il numero dei giri quindi si prendono in considerazione i punti

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 02/11/2005 alle 18:11
Ok grazie! Quindi in pratica è l'equivalente nel ciclismo su pista degli eptathlon e decathlon per l'atletica, giusto?

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 02/11/2005 alle 18:29

Vai a questo link: http://www.federciclismo.it/download/regolamenti.htm
Apri il PDF Gare su pista.
Leggi un po tutto per capire le varie specialita'
Poi da pagina 32 ci sono le regole delle sei giorni.
Buona lettura.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Ottavio Bottecchia




Posts: 559
Registrato: Jul 2005

  postato il 02/11/2005 alle 19:02
ciao, come ha giustamente detto l'ottimo maracaibo, la prima discriminante è costituita dal numero dei giri. per capire a fondo cosa significa, dovresti conoscere il regolamento dell'americana.

in pratica i componenti di ciascuna coppia sono in pista contemporante, ma sono in gara per 2 giri a testa. durante i giri di riposo stanno in una zona della pista tale da non infastidire gli altri colleghi che invece pedalano a tutta.

ogni due giri si danno il cambio "all'americana", per l'appunto, ovvero l'atleta che è a riposo viene raggiunto e superato dall'atleta impegnato il quale prende la mano del compagno e lo lancia, trasferendo a lui la propria forzia d'inerzia.

per lo spettatore è una specialità molto spettacolare, per i corridori serve grandissimo colpo d'occhio e notevole abilità nella conduzione della bici. occorrono doti di equilibrio e scaltrezza ma anche scelta di tempo per il momento (ed eventualmente per la ricerca di alleati con cui andare in caccia) in cui si lancia l'attacco per guadagnare un giro sulle coppie rivali.

ci sono poi numerose altre prove (gare sprint a eliminazione, tempo sul giro lanciato ecc.) che assegnano punti, ma il numero dei giri, ripeto, è determinante per assegnare la vittoria.

si chiama seigiorni perchè si svolge nell'arco temporale di sei giorni, appunto. una volta addirittura le gare erano delle vere e proprie non-stop, con gare notturne senza soluzione di continuità. nel parterre dei velodromi c'erano delle brande per dormire e anche piccoli box dove lavoravano i barbieri, in modo che i corridori potessero rimettere in sesto il proprio aspetto dato che non avevano materialmente il tempo di uscire dai palazzetti. oggi i regolamenti sono più umani.

spero di esserti stato utile.

ciao

alex

 

____________________
Fu nel 1982 che capii. Odio le armi, ma la fucilata - quel giorno - mi fece innamorare.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Ottavio Bottecchia




Posts: 559
Registrato: Jul 2005

  postato il 02/11/2005 alle 19:14
HO TROVATO IL REGOLAMENTO IN UN FILE PDF SUL SITO DELLA FEDERAZIONE

LO COPIO QUI, CMQ QUESTO E' IL LINK

http://www.federciclismo.it/download/regolamenti.htm

CIAO


Definizione
La corsa all'americana é una prova che si disputa con sprint intermedi ed è corsa da squadre di due corridori. La classifica è stabilita sulla distanza e sui punti guadagnati dai corridori.

Organizzazione della competizione
La gara é disputata con un massimo di 18 squadre su una pista con sviluppo inferiore a 333,33 metri e con un massimo di 20 squadre su piste con sviluppo di 333,33 metri e oltre. I due corridori di ogni squadra portano lo stesso numero dorsale con un colore della cifra diverso.

In occasione dei campionati del mondo ogni federazione nazionale può allineare solamente una squadra e gli sprint intermedi si disputano ogni 20 giri, qualunque sia la lunghezza della pista, per una distanza totale uguale o vicino a 50 Km per gli uomini Elite e 30 km per gli uomini Juniores.

Sono attribuiti 5 punti alla prima squadra classificata in ogni sprint intermedio, 3 punti alla seconda, 2 punti alla terza ed 1 punto alla quarta. La classifica è redatta, sulla distanza, in base al numero di giri interi percorsi da ogni squadra. Le squadre che hanno percorso lo stesso numero di giri sono classificate in base ai punti ottenuti. In caso di parità di giri e di punti, sarà considerato il numero di vittorie negli sprints. In caso di nuova parità si terrà conto dei secondi posti e, in ultima ipotesi, del piazzamento nello sprint finale.

Svolgimento della gara
La partenza é data da fermo ad un corridore di ogni squadra che effettua il primo cambio. I corridori della stessa squadra possono darsi il cambio a volontà, sia alla mano che per i pantaloncini. Gli sprints si disputano secondo le regole stabilite per le gare di velocità. Si considera che una squadra abbia conquistato un giro quando raggiunge l'ultimo corridore
del gruppo più numeroso. Un corridore in gara staccato dal gruppo non può aiutare il o i corridori che tentano di prendere un giro al gruppo, sotto pena di espulsione della squadra. Se durante il giro che conta per una volata uno o più corridori raggiungono l'ultimo corridore del gruppo più importante, questo o questi corridori guadagneranno un giro. I punti saranno attribuiti immediatamente ai restanti corridori in fuga, o a quelli in testa al gruppo. Le squadre doppiate 3 volte dal gruppo principale, possono essere eliminate dai Commissari.

In caso di caduta od incidente meccanico di uno dei corridori, il suo compagno deve immediatamente riprendere la posizione in corsa della squadra. Non vi sarà alcuna neutralizzazione. In caso di caduta simultanea di entrambi i componenti la coppia, la squadra ha diritto ad una neutralizzazione pari ad un numero di giri che sia il più vicino ai 2.000 metri. Risalendo in pista, uno dei due compagni deve riprendere la posizione che la squadra occupava nel gruppo prima dell'incidente. Non vi sarà neutralizzazione negli ultimi 2.000 metri di corsa. La squadra sarà classificata in funzione dei giri conquistati o persi e dei punti acquisiti al momento dell'incidente. In caso di caduta che coinvolga più della metà delle squadre (calcolata sulla base di un corridore per squadra), la corsa sarà fermata ed i commissari fisseranno la durata dell'interruzione. Sarà data una nuova partenza e ogni squadra conserva i giri conquistati o persi ed i punti acquisiti al momento della caduta.

 

____________________
Fu nel 1982 che capii. Odio le armi, ma la fucilata - quel giorno - mi fece innamorare.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 02/11/2005 alle 19:39
Originariamente inviato da Maracaibo

Solo un piccolo inciso: la prima discriminante è il numero dei giri quindi si prendono in considerazione i punti



Troppo preciso!!! Mitico Ste!!!

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 333
Registrato: Dec 2004

  postato il 02/11/2005 alle 22:12
Originariamente inviato da Maracaibo

Solo un piccolo inciso: la prima discriminante è il numero dei giri quindi si prendono in considerazione i punti


me ne ero dimenticato, grazie maracaibo

 

____________________
antonio

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 02/11/2005 alle 22:28
Spieghiamo anche che quando adesso ai mondiali e alle olimpiadi si guadagna il giro si prendono un bel po di punti e non + il giro di vantaggio.
Una persona "Vera" a vinto il mondiale (e nessuno ne parla) di gran "Carrara".
Ecco la la campionessa del mondo, miss Vera Carrara:





Nb. L'unico campione del mondo italiano nel 2005 nel ciclismo!!!!!!

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 02/11/2005 alle 22:40
Originariamente inviato da stress


Nb. L'unico campione del mondo italiano nel 2005 nel ciclismo!!!!!!


E Davide Malacarne, iridato nel ciclocross tra gli juniores dove lo mettiamo?



 

[Modificato il 02/11/2005 alle 23:04 by Maracaibo]

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 02/11/2005 alle 22:45
Originariamente inviato da stress

Spieghiamo anche che quando adesso ai mondiali e alle olimpiadi si guadagna il giro si prendono un bel po di punti e non + il giro di vantaggio.


Certo, nelle prove di campionato quando si guadagna il giro vengono attribuiti alla coppia o al concorrente 20 punti, ma nelle sei giorni si utilizza il regolamento "vecchio" anche perchè è la classifica della gara ad assegnare i punti (15-10-8-6-4-2 per le gare di durata inferiore ai 45 minuti e 25-15-10-8-6-4 per le gare di durata superiore ai 45 minuti) alle prime sei coppie per la classifica generale. Al raggiungimento dei 100 punti alla coppia, inoltre, viene "abbonato" un giro.

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 02/11/2005 alle 23:06
Originariamente inviato da Maracaibo

Originariamente inviato da stress


Nb. L'unico campione del mondo italiano nel 2005 nel ciclismo!!!!!!


E Davide Malacarne, iridato nel ciclocross tra gli juniores dove lo mettiamo?


Chiedo scusa a Malacarne, non avevo considerato gli juniores.
Bene 2 campioni del mondo.
applausi ad entrambi.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 03/11/2005 alle 09:56
Originariamente inviato da stress



Oltre a Vera, quanto è bella l'australiana Katherine Bates?!

 

[Modificato il 03/11/2005 alle 10:18 by Monsieur 40%]

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 03/11/2005 alle 10:08
Un pò pallidina direi!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 03/11/2005 alle 10:11
La russa sembra + un mastino.
Credo sia la Slussareva (si scrive così?).

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Professionista




Posts: 44
Registrato: Sep 2005

  postato il 03/11/2005 alle 10:17
Qualcuno saprebbe dirmi se le trasmettono in tv? Grazie.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 324
Registrato: Jul 2005

  postato il 03/11/2005 alle 10:48
scusate, ma sto avendo un attacco di anzianite acuta, non so se il dr. janjanssen mi può aiutare.
quando ho visto all'indice il titolo "cos'è una sei giorni?" pensavo a un titolo provocatorio, magari per sviluppare un dibattito sul declino di questa specialità o sul fatto che oggi non ci sono più i velodromi di una volta (eeeh, signora mia!).
il punto è che venticinque anni fa chiunque fosse appena appena appassionato di bicicletta sapeva cos'era una sei giorni.
la sei giorni di milano... la facevano gente come moser (vincitore nel 1976, 77, 78, 81, 83, 84), sercu (vincitore nel 1973, 76, 80, 81), saronni (vincitore nel 1980, 82), gimondi (vincitore nel 1972), van linden (vincitore nel 77), motta (vincitore nel 65, 66, 67, 68 - le ultime tre volte con peter post), merckx (vincitore nel 1971). addirittura gimondi scelse proprio la seigiorni di milano come corsa d'addio al ciclismo.
in effetti, era un altro ciclismo, dove gente che ambiva ai grandi giri non disdegnava l'attività su pista. e non è che faceva la pista così, tanto per fare... no, capitava che vincesse anche una seigiorni.
la sei giorni di grenoble del 1976, per esempio, la vinse thevenet in coppia con haritz, davanti a moser-pijnen e sercu-gimondi. d'accordo, si svolgeva a fine ottobre, quindi i corridori avevano le batterie scariche, però oggi sarebbe improponibile una roba del genere.
mi piacerebbe che claudio dance o morris tirassero fuori qualche storia, qualche aneddoto semisconosciuto sulle sei giorni.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 155
Registrato: Nov 2005

  postato il 03/11/2005 alle 16:24
Anch'io da ultra cinquantenne sono trasalito quando ho letto la domanda"cos'è una sei giorni?"poi mi sono chiesto dove sia andata a finire la memoria storica di questo sport antico che da oltre 100 anni trascina le folle sulle strade,nei velodromi e davanti ai televisori di mezzo mondo;certamente i più giovani non conosceranno le gesta di Giorgetti,Terruzzi,Rigoni,Faggin,Moser ma mi sorprende che non siano a conoscenza degli strepitosi successi di Martinello(il commentatore del Giro)spesso ottenuti in coppia con Villa nelle sei giorni più prestigiose infrangendo dopo lungo periodo l'incontrastata egemonia dei seigiornisti mitteleuropei.Forse come spesso capita di leggere in questo forum anche il ciclismo sta diventando un fenomeno mediatico e si fa del fantaciclismo,si parla di ciclomercato,di tattiche,di direttori sportivi,di medici,di sponsor,di punteggi,dimenticando che ciò che scatena l'entusiasmo degli appassionati è lo scatto,la fuga,la"caccia"per dirla in gergo seigiornistico,il campiome che se ne và,che stacca tutti e che dopo pochi giri raggiunge il gruppo siglando la sua superiorità o che vince uno sprint su una dozzina di specialisti ingobbendosi sulla linea bianca(ma quali treni!)per il colpo di reni decisivo.Da bambino ho visto Van Steenbergen,Faggin,Terruzzi,poi Post e Altig,poi Sercu,Allan,Clarke,Pjinen,Moser e infine Martinello e Risi infiammare i velodromi con le loro imprese nelle americane,negli sprint,negli inseguimenti,dietro motori ecc.Spero che coloro i quali spesso intervengono su questo forum con invidiabile competenza e conoscenza del pianeta ciclismo trovino il tempo per intervenire sull'argomento,siamo in stagione morta,il gossip lasciamolo al calcio.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 03/11/2005 alle 17:50
Originariamente inviato da wing

Anch'io da ultra cinquantenne sono trasalito quando ho letto la domanda"cos'è una sei giorni?"poi mi sono chiesto dove sia andata a finire la memoria storica di questo sport antico che da oltre 100 anni trascina le folle sulle strade,nei velodromi e davanti ai televisori di mezzo mondo;certamente i più giovani non conosceranno le gesta di Giorgetti,Terruzzi,Rigoni,Faggin,Moser ma mi sorprende che non siano a conoscenza degli strepitosi successi di Martinello(il commentatore del Giro)spesso ottenuti in coppia con Villa nelle sei giorni più prestigiose infrangendo dopo lungo periodo l'incontrastata egemonia dei seigiornisti mitteleuropei.Forse come spesso capita di leggere in questo forum anche il ciclismo sta diventando un fenomeno mediatico e si fa del fantaciclismo,si parla di ciclomercato,di tattiche,di direttori sportivi,di medici,di sponsor,di punteggi,dimenticando che ciò che scatena l'entusiasmo degli appassionati è lo scatto,la fuga,la"caccia"per dirla in gergo seigiornistico,il campiome che se ne và,che stacca tutti e che dopo pochi giri raggiunge il gruppo siglando la sua superiorità o che vince uno sprint su una dozzina di specialisti ingobbendosi sulla linea bianca(ma quali treni!)per il colpo di reni decisivo.Da bambino ho visto Van Steenbergen,Faggin,Terruzzi,poi Post e Altig,poi Sercu,Allan,Clarke,Pjinen,Moser e infine Martinello e Risi infiammare i velodromi con le loro imprese nelle americane,negli sprint,negli inseguimenti,dietro motori ecc.Spero che coloro i quali spesso intervengono su questo forum con invidiabile competenza e conoscenza del pianeta ciclismo trovino il tempo per intervenire sull'argomento,siamo in stagione morta,il gossip lasciamolo al calcio.

Concordo.
Sono cresciuto con mio padre che mi parlava di un surplace di oltre un'ora e cose del genere.
Ricordo (ero un sedicenne) l'ultima (vera) sei giorni di milano al palazzetto di san siro inverno 1983/1984 (poi e' crollato e guarda quanti anni sono passati e non c'e' nulla).
Si era bello, c'era la tv, i cantanti, i tavoli dove mangiare, ecce.
Bei ricordi.
Che peccato siano solo ricordi.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1476
Registrato: Mar 2005

  postato il 03/11/2005 alle 17:53
Originariamente inviato da stress
Ricordo (ero un sedicenne) l'ultima (vera) sei giorni di milano al palazzetto di san siro inverno 1983/1984 (poi e' crollato e guarda quanti anni sono passati e non c'e' nulla).
Si era bello, c'era la tv, i cantanti, i tavoli dove mangiare, ecce.
Bei ricordi.
Che peccato siano solo ricordi.



mitico Mauro, allora eri tui quel ragazzino stressato seduto davanti a me!

uau, le ultime sei giorni al palasport, c'ero anche io, la roba più divertente di tutte le robe divertenti.....Patrick Sercu mica pizza e fichi!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 03/11/2005 alle 20:02
Ragazzi, chiedo scusa se la mia domanda ha fatto sobbalzare sulla sedia davanti al pc diverse persone... Purtroppo io sono giovane (1988) e seguo solo il ciclismo professionistico su strada, anche se cercherò di correggere questa mia specializzazione, che purtroppo ci sta a pennello con il ciclismo odierno! E grazie a tutti quelli che mi hanno risposto!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 03/11/2005 alle 20:06
Originariamente inviato da lubat

Ragazzi, chiedo scusa se la mia domanda ha fatto sobbalzare sulla sedia davanti al pc diverse persone... Purtroppo io sono giovane (1988) e seguo solo il ciclismo professionistico su strada, anche se cercher� di correggere questa mia specializzazione, che purtroppo ci sta a pennello con il ciclismo odierno! E grazie a tutti quelli che mi hanno risposto!

Non devi scusarti.
Sono io che ti ringrazio per aver(mi) (ri)aperto il libro dei ricordi.
Oh io ci ho solo 39 anni, son mica vecio.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 04/11/2005 alle 13:01
Originariamente inviato da wing

...Forse come spesso capita di leggere in questo forum anche il ciclismo sta diventando un fenomeno mediatico e si fa del fantaciclismo,si parla di ciclomercato,di tattiche,di direttori sportivi,di medici,di sponsor,di punteggi,dimenticando che ciò che scatena l'entusiasmo degli appassionati è lo scatto,la fuga,la"caccia"per dirla in gergo seigiornistico,il campiome che se ne và,che stacca tutti e che dopo pochi giri raggiunge il gruppo siglando la sua superiorità o che vince uno sprint su una dozzina di specialisti ingobbendosi sulla linea bianca(ma quali treni!)per il colpo di reni decisivo...


Ciao Wing, e benvenuto!

Ti quoto quella parte di testo perché, da come l'hai scritta tu, sembra una cosa negativa. Non lo credo. Nel caso lo fosse - però - lo sarebbe solo in parte.

Il fanta-ciclismo ed il ciclo-mercato, tanto per fare due esempi (peraltro da te citati) "mediatici", sono gli accostamenti più facili ai calciofili. Io ero un calciofilo. Mi sono (ri)avvicinato al ciclismo grazie ad un Fanta-Ciclismo on-line, di un ragazzo belga, di Harelbeke.
Ora seguo quasi tutte le corse, alcune anche dal vivo, mentre l'altra sera - pur essendo milanista - non ho visto Psv-Milan (ma Milan-Juve sì ) perché non mi stimolava.
Certo, limitare il ciclismo al "fanta-" o al "ciclo-mercato" è sicuramente riduttivo ed errato, ma questi fenomeni possono essere due tra le questioni che più possono avvicinare i calciofili (in particolare, ma non solo) al ciclismo.

Se vai su Fanta-Sportal, un sito di fanta-giochi, ti accorgerai che molte persone - per eccellere in una competizione "platonica" - si informano realmente sullo sport in questione (non solo ciclismo, ma anche basket, football, baseball, hockey, sci, pallavolo, formula 1, calcio, etc.) e sui loro protagonisti, magari diventando un appassionato di quello sport che prima non conosceva, o seguiva saltuariamente.

I "gossip" sono deprecabili ovunque. Sia nel calcio che nel ciclismo che nella vita. Le "notizie" o i "rumors" non sono gossip, però. Sono anche un modo per tenersi aggiornati e, perché no?, per far finta che la stagione che finisce sia inevitabilmente attaccatta a quella che inizia.

Ti rinnovo il benvenuto!!

P.S.: Ah, Martinello-Villa me li ricordo, anche Collinelli. E, ti dirò, un viso come quello di Vera Carrara difficilmente si dimentica...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Professionista




Posts: 36
Registrato: Jul 2005

  postato il 04/11/2005 alle 13:26
Per gli appassionati di pista, in questi giorni si disputa la Coppa del Mondo ( dal 4 al 6 ) a Mosca. Italiani in gara oggi : Pinos ( scratch 15km ) Chiappa ( Keirin ) , Carrara e Bertolo ( corsa a punti ) Cucinotta e Frisoni ( velocità ) . Domani : Villa ( corsa a punti ) , Chiappa ( velocità ) Frisoni ( 500mt da fermo ) , Carrara ( inseg. individuale ).
Domenica : Villa e Biolo ( americana ), Carrara e Cucinotta ( scratch ), Frisoni e Cucinotta ( keirin ) . Per info qs è il sito : http://moscowtrackcup.worlds2005.com.

Forza azzurri

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 04/11/2005 alle 14:42
...di Chiappa, un certo Morris, in una notte di luglio, ci raccontò...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Professionista




Posts: 36
Registrato: Jul 2005

  postato il 04/11/2005 alle 15:04
Originariamente inviato da Monsieur 40%

...di Chiappa, un certo Morris, in una notte di luglio, ci raccontò...


??????sono curiosa ! cosa?

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 04/11/2005 alle 15:09
...beh, del suo 99esimo percentile, un valore che difficilmente il ciclismo italiano ha riscontrato negli ultimi periodi nei valori dei suoi atleti, ma non solo...

...per un po' di egoismo, però, e per non farti perdere l'emozione del suo racconto, lascio la cosa in sospeso, sperando che Morris legga e possa - a suo stupendo modo - dirci qualcosa di più...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Marco Pantani




Posts: 1446
Registrato: Oct 2004

  postato il 04/11/2005 alle 16:18
Giovedì 10/11 inizierà la sei giorni di Monaco (Germania).
La Tv tedesca Bayrisches Fernsehen trasmetterà in diretta l'americana di apertura nel programma sportivo che avrà inizio alle ore 23.
Credo che anche nelle serate successive verrano proposte telecronache dirette.
Segnalo che detta Tv si riceve IN CHIARO sul satellite Astra a 19° est .
freq. 11836 H 27500 3/4
freq. 11141 H Pal analogico.

 
Edit Post Reply With Quote

Professionista




Posts: 36
Registrato: Jul 2005

  postato il 04/11/2005 alle 17:48
Originariamente inviato da cippalippa

Per gli appassionati di pista, in questi giorni si disputa la Coppa del Mondo ( dal 4 al 6 ) a Mosca. Italiani in gara oggi : Pinos ( scratch 15km ) Chiappa ( Keirin ) , Carrara e Bertolo ( corsa a punti ) Cucinotta e Frisoni ( velocità ) . Domani : Villa ( corsa a punti ) , Chiappa ( velocità ) Frisoni ( 500mt da fermo ) , Carrara ( inseg. individuale ).
Domenica : Villa e Biolo ( americana ), Carrara e Cucinotta ( scratch ), Frisoni e Cucinotta ( keirin ) . Per info qs è il sito : http://moscowtrackcup.worlds2005.com.

Forza azzurri


Vera Carrara 7 posto nell'indiv. a punti ; a breve finali Keirin con Chiappa

 
Edit Post Reply With Quote

Professionista




Posts: 36
Registrato: Jul 2005

  postato il 04/11/2005 alle 17:51
Originariamente inviato da cippalippa

Originariamente inviato da cippalippa

Per gli appassionati di pista, in questi giorni si disputa la Coppa del Mondo ( dal 4 al 6 ) a Mosca. Italiani in gara oggi : Pinos ( scratch 15km ) Chiappa ( Keirin ) , Carrara e Bertolo ( corsa a punti ) Cucinotta e Frisoni ( velocità ) . Domani : Villa ( corsa a punti ) , Chiappa ( velocità ) Frisoni ( 500mt da fermo ) , Carrara ( inseg. individuale ).
Domenica : Villa e Biolo ( americana ), Carrara e Cucinotta ( scratch ), Frisoni e Cucinotta ( keirin ) . Per info qs è il sito : http://moscowtrackcup.worlds2005.com.

Forza azzurri


Vera Carrara 7 posto nell'indiv. a punti ; a breve finali Keirin con Chiappa


Chiappa quarto

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 05/11/2005 alle 10:19
Tappa di brescia. Dal giornale di brescia:

(Altra carne al fuoco (anche per la pista!!! ))

Il ferro va battuto finche' e' caldo, rosso come si tinge l'entusiasmo che sa suscitare il ritorno in Italia della Sei Giorni di ciclismo, a tener viva la passione nella proposta di sfide da vivere al coperto nei giorni freddi del letargo ciclistico; e il ferro va ancor piu' battuto se colora di rosa, il colore del Giro. La Sei Giorni - Il progetto avanza non senza riflessioni dettate dall'impegno economico soprattutto e dalle difficolta' organizzative. C'e' una pista da ricomporre all'interno del Centro Fiera cittadino, la vecchia, ma ancor funzionale, pista in legno del palazzetto dello Sport di Milano, debitamente custodita dopo il crollo della copertura causata dalla grande nevicata del 1985. Ci sono 500mila euro da reperire, e non sono elemosina: meta' del costo dell'intera operazione che prevede allestimento della struttura con 3.000 posti in tribuna, 700 nel parterre, ingaggio dei pistard, spettacoli collaterali. Il Centro Fiera, trasformato in velodromo, rimarrebbe funzionante per due mesi, sede anche di un collegiale dei pistard azzurri; ancora, occasione per altre manifestazioni di spettaccolo. Il progetto avvince e gli ostacoli, secondo riconosciuta imprenditorialita' bresciana, possono essere superati. Ne scriveremo quando anche questo progetto diventera' notizia.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 05/11/2005 alle 14:52
Non riesco a capire perchè si continui a parlare di "ritorno" delle sei giorni in Italia, quando da nove anni se ne fa una a Fiorenzuola e da sei a Torino... mah....

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Under 23




Posts: 19
Registrato: Sep 2005

  postato il 05/11/2005 alle 15:09
sara' che non ci viene nessuno a vederle le 6 giorni
in italia
perche' parla parla ma a nessuno interessa davvero
la pista anche se a conoscerla e' una specialita'
davvero affascinate
come del resto maracaibo ed io sappiamo benissimo
ps effettivamente a fiorenzuola un po di movimento si e' creato

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 05/11/2005 alle 15:33
Originariamente inviato da capo verde

sara' che non ci viene nessuno a vederle le 6 giorni
in italia
perche' parla parla ma a nessuno interessa davvero
la pista anche se a conoscerla e' una specialita'
davvero affascinate


Esatto il punto è questo, tutti a fare proclami poi alle gare su pista il rapporto appassionati di ciclismo/curiosi (che vengono per passare una serata diversa) è 30% contro 70%.

Fate un giro su questi siti:
Fiorenzuola (http://www.6giornidellerose.com/)
Torino: www.ciclistica.org

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Marco Pantani




Posts: 1446
Registrato: Oct 2004

  postato il 06/11/2005 alle 08:31
Originariamente inviato da ciclgian

Giovedì 10/11 inizierà la sei giorni di Monaco (Germania).
La Tv tedesca Bayrisches Fernsehen trasmetterà in diretta l'americana di apertura nel programma sportivo che avrà inizio alle ore 23.
Credo che anche nelle serate successive verrano proposte telecronache dirette.
Segnalo che detta Tv si riceve IN CHIARO sul satellite Astra a 19° est .
freq. 11836 H 27500 3/4
freq. 11141 H Pal analogico.



Diretta anche sabato 12/11 :
dalle ore 16,05 del pomeriggio
dalle ore 03,15 della notte

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1446
Registrato: Oct 2004

  postato il 08/11/2005 alle 10:27
Lunedì 14/11 diretta per un'ora dalle 24 dell'americana gigante.
Assolutamente da non perdere.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1446
Registrato: Oct 2004

  postato il 09/11/2005 alle 08:06
Martedì 15/11 ore 23,15 diretta dell'ultima americana.
Spettacolo garantito!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 213
Registrato: May 2006

  postato il 12/12/2006 alle 18:57
Qualcuno mi sa dire dovo posso trovare un calendario aggiornato delle sei giorni in programma?
Quali sono le prossime corse in Europa?

Grazie!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 12/12/2006 alle 19:01
Originariamente inviato da lapis

Qualcuno mi sa dire dovo posso trovare un calendario aggiornato delle sei giorni in programma?
Quali sono le prossime corse in Europa?

Grazie!

Prova a vedere qui: http://www.uiv.dk/velkomst.html

Me spiase ma non è in Italiano

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 213
Registrato: May 2006

  postato il 12/12/2006 alle 19:34
va benissimo grazie!!!!!
tra l'altro qui: http://www.uiv.dk/
e' perlomeno in inglese!


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 12/12/2006 alle 19:37
Originariamente inviato da lapis

va benissimo grazie!!!!!
tra l'altro qui: http://www.uiv.dk/
e' perlomeno in inglese!


Grazie per il grazie!!!

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote
Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.9935319