Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Riuscirà Tom Boonen a vincere tutte le corse monumento?
Sondaggio: Riuscirà Tom Boonen a vincere tutte le corse monumento?
No
Forse

Visualizza risultati
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2  >>
Autore: Oggetto: Riuscirà Tom Boonen a vincere tutte le corse monumento?

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 28/10/2005 alle 11:34
Rik Van Looy ritiene che Boonen riuscirà ad eguagliare il suo record e riuscirà a vincere tutte le corse monumento (Milano-Sanremo, Fiandre, Parigi-Roubaix, Liegi-Bastogne-Liegi, Gand-Wevelg., Lombardia, Freccia, Parigi-Tours, Parigi-Bruxelles)cioé le maggiori prove in linea del calendario internazionale. Che ne pensate?
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 28/10/2005 alle 11:45
No!
Tanto per dirne una non vincerà mai un Lombardia...
Se ci riesce mi scomunico!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 28/10/2005 alle 11:45
A parte il fatto che le corse Monumento, universalmente riconosciute, sono 5 - Milano-Sanremo, Giro delle Fiandre, Parigi-Roubaix, Liegi-Bastogne-Liegi, Giro di Lombardia - e non tutte quelle che ha elencato Van Looy, direi che Liegi e Lombardia sono troppo anche per un fenomeno come Boonen.

Abbiamo storto tutti il naso per la prestazione di Hincapie sui Pirenei, già immaginiamo lo sdegno se il 14° posto del newyorkese del 2005 dovesse evolversi nel 2006, quindi dello stesso sdegno ci copriremo se Tom Boonen dovesse dimostare - con quel fisico e quel peso - di volare su cotes valloni e monti italiani.

La mia risposta è: no!

Però, un filotto Sanremo-Fiandre-Gand-Roubaix-Bruxelles-Tours è più che fattibile, e sarebbe da campionissimissimissimissimo!!

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1502
Registrato: May 2004

  postato il 28/10/2005 alle 12:05
Mah la Liegi secondo me non è affatto fuori dalla sua portata... il Lombardia però mi sembra un po' difficile...
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2432
Registrato: Jan 2005

  postato il 28/10/2005 alle 12:08
ma ve lo immaginate boonen scattare sul ghisallo?!

naaaaaa, non penso proprio possa vincere un certo tipo di corse, e spero che non gli passi nemmeno per la testa di puntare a un lombardia per esempio. si concentri sulle corse a lui congeniali e nelle quali ha dimostrato di essere una spanna sopra gli altri.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 28/10/2005 alle 12:10
Originariamente inviato da Zillo

Mah la Liegi secondo me non è affatto fuori dalla sua portata... il Lombardia però mi sembra un po' difficile...


Ehm...aggiungo che mi scomunico pure per la Liegi.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1795
Registrato: Sep 2005

  postato il 28/10/2005 alle 13:37
No, il Lombardia è troppo duro, presenta salite lunghe su cui Boonen no ha speranze di reggere.

P.S. Non son d'accordo sul fatto che la Parigi-Bruxelles allo stato attuale sia fra le corse più prestigiose, secondo me valgono di più San Sebastian (anche se non ha grande tradizione), Zurigo e Amstel.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 28/10/2005 alle 15:18
Avete già detto praticamente tutto voi...

NO perchè non è il tipo di corridore in grado di aggiudicarsi corse come Lombardia e Liegi (e anche Zurigo, che nonostante non sia "monumento" è pur sempre una corsa ex-Coppa del Mondo).
Se lo facesse, non mi scomunico come Andrea... ma mi limiterei ad accendere un cero alla Madonna del Ghisallo...

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 28/10/2005 alle 15:43
Come ho già detto nell'altro topic senza sondaggio, è molto difficile che possa vincere la Liegi-Bastogne-Liegi, la Freccia Vallone e il Giro di Lombardia. Solo con un radicale cambiamento di preparazione e di fisico potrebbe provare a dire la sua nelle corse delle Ardenne, ma la classica delle foglie secche non potrà mai essere alla sua portata

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 28/10/2005 alle 15:46
Non avevo fatto caso alla Freccia nell'elenco. Ecco, altra corsa, col finale sul Muro di Huy, che Boonen - col fisico attuale che spero mantenga per tutta la carriera ciclistica, perché è straordinario - non potrà vincere.

Forse il Cauberg è un poco più dolce...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 28/10/2005 alle 17:07
se di colpo al lombardia spariscono ghisallo san fermo e civiglio e lo fanno partire da milano ed arrivare a mantova dirrei che ha buone chance!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 28/10/2005 alle 17:23
Ma neanche nei sogni ci riuscirà.
Ma sono domande da fare queste!?!?!

A meno che non arrivi una malattia, che lo trasformi,
che lo renda diverso, più forte, più .............
NO, questa è la cronaca dell'uomo ragno.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Octave Lapize




Posts: 479
Registrato: Jun 2005

  postato il 28/10/2005 alle 18:13
Originariamente inviato da stress

A meno che non arrivi una malattia, che lo trasformi,
che lo renda diverso, più forte, più .............
NO, questa è la cronaca dell'uomo ragno.


Magari tutte le classiche monumento no, ma forse potrebbe fare un pensierino al tour
visto che recentemente un uomo da classiche ha poi finito per vincerlo tante volte che non stanno + su una mano sola
perchè porre limiti al destino
gall

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 28/10/2005 alle 18:19
Scusa ma francamente tra l'Armstrong pre-cancro e Boonen c'era una bella differenza: Lance non era né un velocista né un uomo da pavè, ma un corridore da classiche dure: ha vinto la Freccia Vallone, San Sebastian e ha fatto due volte secondo a Liegi. C'è una bella differenza...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gastone Nencini




Posts: 497
Registrato: Aug 2005

  postato il 28/10/2005 alle 19:20
non solo non vincerà freccia sanremo liegi ma non sono sicuro che si riconfermerà al fiandre roubaix e mondiale...

 

____________________
Demetrio Vilardi

sta firma la devo cambiare

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 28/10/2005 alle 20:16
Originariamente inviato da Petacchi

non solo non vincerà freccia sanremo liegi ma non sono sicuro che si riconfermerà al fiandre roubaix e mondiale...


Urgh... credo che al posto di "Sanremo" volessi dire "Lombardia"...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1635
Registrato: Apr 2005

  postato il 28/10/2005 alle 20:29
concordo con chi vede LBL e Lombardia fuori portata per Boonen....più il Lombardia , a dire il vero.

 

____________________
pedala che fa bene.....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 28/10/2005 alle 21:06
Tra i corridori che tuttora spopolano nelle corse di un giorno non vedo nessuno che possa essere competitivo per la vittoria in tutti e cinque i "monumenti", ma secondo me un corridore che tra qualche anno potrebbe dire la sua in tutte le classiche potrebbe essere Heinrich Haussler: mi ha impressionato soprattutto per la sua completezza: ha vinto una tappa alla Vuelta dopo una lunga fuga, sempre alla Vuelta è stato in grado di fare 3°, 5° e 6° in volate di gruppo e ha ottenuto un ottimo piazzamento anche in una corsa dura come Zurigo. Ha solamente ventun'anni quindi tra qualche stagione potrebbe diventare molto forte su tutti i terreni. Cosa ne pensate?

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 28/10/2005 alle 21:08
Originariamente inviato da lubat

Tra i corridori che tuttora spopolano nelle corse di un giorno non vedo nessuno che possa essere competitivo per la vittoria in tutti e cinque i "monumenti", ma secondo me un corridore che tra qualche anno potrebbe dire la sua in tutte le classiche potrebbe essere Heinrich Haussler: mi ha impressionato soprattutto per la sua completezza: ha vinto una tappa alla Vuelta dopo una lunga fuga, sempre alla Vuelta è stato in grado di fare 3°, 5° e 6° in volate di gruppo e ha ottenuto un ottimo piazzamento anche in una corsa dura come Zurigo. Ha solamente ventun'anni quindi tra qualche stagione potrebbe diventare molto forte su tutti i terreni. Cosa ne pensate?


Se vai nell'archivio di Cicloweb.it c'è una mia intervista a Rebellin pre-Ardenne che parla molto bene del suo giovane compagno di squadra, dichiarandolo adatto - in futuro - anche nelle corse BelgiOlandesi.

Sì, direi che Haussler potrebbe essere fortissimo, in prospettiva, così come Thomas Lövkvist, così come Stijn Devolder, ed attenzione a Carlos Barredo, tutti ragazzi in grado di poter ben figurare in tutte le classiche. E, se il Mondo gira ancora come deve, occhio a Kai Reus... parola di Morris...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 28/10/2005 alle 21:19
Già, anche Kai Reus è un giovane che mi ha molto impressionato, anche se purtroppo - a differenza di Haussler - ho potuto solamente leggere i suoi risultati e non ammirarlo correre; io stesso un po' di tempo fa avevo aperto un topic per parlare dei sorprendenti risultati ottenuti da questo ragazzo, che avevo scoperto girovagando per l'archivio di Cicloweb, prima di scoprire che Morris aveva già tessuto le lodi a questo giovane promettentissimo. Reus è addirittura un anno più giovane del tedesco sopracitato e, una volta passato dallo "junior team" della rabobank alla squadra vera, potrà dire la sua in molte corse importanti. Anche Lovkvist sembra davvero un futuro campione, soprattutto per le classiche più impegnative, ma lo vedo meno completo rispetto agli altri due; quanto a Barredo e Devolder, non esprimo un giudizio perché li conosco poco, ma non vorrei che restassero troppo a lungo delle eterne promesse perché non sono più alle prime armi, soprattutto il belga.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 28/10/2005 alle 21:26
Devo dire che l'unica volta che ho visto Kai Reus in televisione, alla crono under 23 di Madrid, ha lasciato molto a desiderare... date le belle parole spese su questo giovane!
Ma il grande Morris dice che è un giovane dal brillante futuro, non posso far altro che fidarmi di lui che ne capisce di sicuro più di me!

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 28/10/2005 alle 21:47
Kai Reus è del 1985 e quest'anno ha corso con la Rabobank Contintental (in pratica lo Junior Team della Rabobank, io lo chiamo così), e quest'anno ha vinto il Tour de Normandie con una vittoria di tappa, altre due tappe al Circuito Montanes (sia in linea che a cronometro), e soprattutto il Gp Pino Cerami, dove gareggiavano corridori e squadre ben più famosi. Se non erro Morris ha paragonato Reus ad un tale Eddy Merckx...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 28/10/2005 alle 22:43
secondo me vincerà tantissime classiche, anche + di museeuw ma non credo possa vincere un lombardia, una liegi o una freccia vallone.
credo che la sua carriera possa calcare quella di roger de vlaemink, magari sarà lui il nuovo monsier roubaix

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1635
Registrato: Apr 2005

  postato il 28/10/2005 alle 23:26
DeVlaeminck era più completo di Boonen, per lo meno fino a ora....
da sottolineare che a 24 anni, Roger aveva vinto LBL, freccia vallona, het-volk, campionato del belgio su strada, Kuurne-Bruxelles-Kuurne due volte, Gp d'Escault,4 giorni di Dunquerke, un secondo posto alla Roubaix e alla Gand Wewelghem...combattendo non contro Bettini, con tutto il rispetto, ma contro l'epoca d'oro di Eddy Merckx......
Gli avversari contano. Il gitano di Eeklo è fra i massimi rappresentanti dei rapinatori di corse di un giorno. Lui, V.Looy, Moser, Kelly, V.Steemberghen...De Bruyne...Raas.
Boonen è sulla buona strada, vedremo.... Maertens, per me, tecnicamente gli assomiglia di più.
Anche se Freddy per un pò andava ANCHE a cronometro come Boonen non è mai per ora andato. Guardate il curriculum a 24 anni di Freddy.....
Gand-Wewelgwm 2 volte, Parigi Bruxelles,4 giorni di dunquerke 2 volte, Amstel, Henningher turm, GP Zurigo, Campione Belga su strada, Campione del mondo.....
Poi è tramontato presto, ma fino ai 25 anni, era una ira di Dio. Lottando sempre contro Merckx, DeVlaeminck, Moser.......
Se avesse progredito in paragone, freddy sarebbe stato il nuovo cannibale . Per due anni (76-77....è un classe 52!!!!) ha vinto più di 40 corse all'anno.....numeri da cannibale.

 

____________________
pedala che fa bene.....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 179
Registrato: Jun 2005

  postato il 29/10/2005 alle 10:50
escludo il lombardia ma la liegi non del tutto, magari a fine carriera se deciderà di migliorare in salita e puntare ad altri traguardi potrebbe anche farcela
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 29/10/2005 alle 12:43
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Se vai nell'archivio di Cicloweb.it c'è una mia intervista a Rebellin pre-Ardenne che parla molto bene del suo giovane compagno di squadra, dichiarandolo adatto - in futuro - anche nelle corse BelgiOlandesi.

Sì, direi che Haussler potrebbe essere fortissimo, in prospettiva, così come Thomas Lövkvist, così come Stijn Devolder, ed attenzione a Carlos Barredo, tutti ragazzi in grado di poter ben figurare in tutte le classiche. E, se il Mondo gira ancora come deve, occhio a Kai Reus... parola di Morris...


Sui giovanissimi Haussler, Lovqvist e Reus non discuto, è possibile tutto e il contrario di tutto, Barredo però non mi convince del tutto (se stiamo parlando delle potenzialità sulle 5 classiche monumento).
Devolder? mah...capisco se mi citi il Giro delle Fiandre o, visti certi precedenti, la Parigi Roubaix, ma lo vedo troppo zavorrato perchè sia un vincente su tutte le classiche monumento, cos'ha più di Basso?

A mio avviso, allo stato attuale delle cose, l'unico corridore che potrebbe fare bene davvero in qualsiasi classica è Alejandro Valverde (più giovane di un anno rispetto a Devolder), sempre che non si esaurisca nella caccia al Tour, ma le sue qualità, di quelle si parla, sono eccellenti su ogni terreno.
In misura minore ma non troppo Damiano Cunego e Philippe Gilbert (la Roubaix a Cunego è preclusa, per esempio).

Poi certo, ci sta Haussler, e tra gli italiani ci metterei Visconti, tenace in salita, forte sul passo, a suo agio sul pavè, veloce allo sprint.
Ma i giovani promettenti sono tanti, dalle rivelazioni iberiche di Contador e Sanchez Gil, ai veloci italici Gasparotto Corioni Colli, agli olandesi T-Dekker & Boom...
Tra gli italiani c'è sicuramente Nibali da seguire, ed è un peccato che ragazzi come Dall'Antonia o Sestili non facciano parte di una squadra pro-tour.


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 29/10/2005 alle 12:54
Hai detto che Valverde ti sembra completo per tutte le classiche? Io non credo che possa essere competitivo sul pavé, un po' come Cunego: potranno fare grandi cose sulle Ardenne, al Giro di Lombardia, Zurigo, San Sebastian; Alejandro rispetto a Damiano è un po' più adatto alle corse di un giorno, quindi aggiungerei tra i suoi possibili obiettivi anche la Sanremo, Parigi-Tours e Amburgo. Quanto all'ultima parte del tuo post, dove parli delle altri corridori promettenti, sono pienamente d'accordo con te.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gastone Nencini




Posts: 497
Registrato: Aug 2005

  postato il 29/10/2005 alle 14:31
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Originariamente inviato da Petacchi

non solo non vincerà freccia sanremo liegi ma non sono sicuro che si riconfermerà al fiandre roubaix e mondiale...


Urgh... credo che al posto di "Sanremo" volessi dire "Lombardia"...

eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeesatto

 

____________________
Demetrio Vilardi

sta firma la devo cambiare

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 30/10/2005 alle 15:03
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Sui giovanissimi Haussler, Lovqvist e Reus non discuto, è possibile tutto e il contrario di tutto, Barredo però non mi convince del tutto (se stiamo parlando delle potenzialità sulle 5 classiche monumento).
Devolder? mah...capisco se mi citi il Giro delle Fiandre o, visti certi precedenti, la Parigi Roubaix, ma lo vedo troppo zavorrato perchè sia un vincente su tutte le classiche monumento, cos'ha più di Basso?


Ciao Dà,
Devolder è un fior di passista, più che a Basso lo accosterei ad Erik Dekker. Certo, le fughe "solitarie" sono sempre più difficili, ma visto anche il rendimento offerto dal belga fino a gran parte della Vuelta - montagne comprese - non mi sembra azzardato vedere Stijn qualitativamente in grado di ben figurare in ogni tipo di classica Monumento.

Barredo è un generoso, è vero, forse troppo, però vedendolo al Giro del Benelux correre da quasi-capitano della Liberty mi ha fatto una buona impressione. Certo, il Giro del Benelux è circoscritto al Giro del Benelux, ma uno spagnolo che va in fuga a Fiandre e Roubaix e poi si comporta bene sulle cotes e sui muretti affrontati in BelgiOlanda nella corsa di luglio non pongo limiti. Visto anche un necessario miglioramento nella distribuzione di forze in corsa e di una maturità che - evidentemente - ancora non ha.

Valverde? Direi come Cunego. La Roubaix potrebbe davvero tagliarli fuori.

Sanchez Gil e Visconti li aggiungo a quella lista. Colli aspetto di vederlo sul pavè, magari passando prima sull'Appia Antica. Lo stesso (pavè, ma senza Appia) vale per T. Dekker.
Gasparotto e Corioni? Credo che Liegi e Lombardia siano troppo per loro.
Più interessante Nibali, è vero. Direi potrebbe essere accomunato a Lövkvist, anche se finora ha fatto vedere meno (è anche da meno pro', a dire il vero...)!!

 

[Modificato il 30/10/2005 alle 15:11 by Monsieur 40%]

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1671
Registrato: Dec 2004

  postato il 30/10/2005 alle 23:53
cari arancia e monsieur,
devolder ha vinto la panne ed è considerato un predestinato per le classiche fiamminghe. anche a kurne,dove vinse hincapie, fece una corsa impressionante. ha sorpreso alla vuelta in salita. però una doyenne richiede cose che forse il belga non ha...
barredo si è fatto molto vedere quest' anno, ma una cosa è farsi vedere nei primi 180 km, una cosa è farlo nelle fasi decisive della corsa.
non lo vedo possibile vincitore. poi magari è il nuovo bettini.
staremo a vedere.

per quanto riguarda i giovani, concordo con le vostre valutazioni, ma mi sembra prematuro chiedersi se possano vincere tutti i monumenti, quando la maggor parte di loro non ha ancora vinto una corsa in linea tra i pro.

boonen non vincerà mai lombardia e liegi, però, se permettete un appunto, la questione del peso sta assumendo troppa rilevanza.
non voglio certo dire che non conti, anzi, però voigt è arrivato secondo ad una liegi. un forte passista resistente, non un campione.e pesa quasi come boonen.
e boonen è un campione con grandi caratteristiche di fondo e resistenza.
magari perdendo qualche kilo. anche indurain era pesante, però in salita...
quando si parla di campioni veri, e boonen lo è, è prudente non mettere troppi limiti.
discorso simile al thread bettini può vincere la roubaix?
ciao
mesty

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 31/10/2005 alle 02:12
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Ciao Dà,
Devolder è un fior di passista, più che a Basso lo accosterei ad Erik Dekker. Certo, le fughe "solitarie" sono sempre più difficili, ma visto anche il rendimento offerto dal belga fino a gran parte della Vuelta - montagne comprese - non mi sembra azzardato vedere Stijn qualitativamente in grado di ben figurare in ogni tipo di classica Monumento.



Boh, io Devolder lo vedo tagliato fuori da troppe corse monumento, Sanremo su tutte, ma anche Liegi e Lombardia, non ha la rasoiata per fare il vuoto, se gli va bene ricalca le orme di Voigt (ma a Tours ha preferito di no).
Allo sprint poi, se ho capito bene, è un sasso.
Certo, ha vinto a La Panne, ma nelle classiche monumento, è bene ricordarlo, non ci sono frazioni a cronometro.
Comunque, come dice Mesty, è tagliato per le classiche fiamminghe, anche se deve ancora cominciare a piazzarsi tra i primissimi (i primi sei, via).
Ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 2848
Registrato: Nov 2004

  postato il 31/10/2005 alle 12:07
Devolder sicuramente sul passo è molto forte (scuola Discovery...) ma per vincere deve arrivare da solo perchè in volata se la può giocare giusto con Basso.
Boonen non vincerà mai Lombardia e Liegi, mentre uno che potrebbe andare bene in tutte le classiche è Gilbert che tiene bene in salita e non è per nulla lento (6° alla Sanremo mi pare).
Per Valverde mi sa che la Roubaix è fuori dalla sua portata.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 31/10/2005 alle 12:39
E' ovvio che di giovani si parla di proiezioni e prospettive.
Sono nomi fatti assolutamente secondo un gusto e secondo delle qualità più o meno accentuate che hanno dimostrato sin qui.

Uno come Pozzato, ad esempio, dite che digerirebbe male il Lombardia? E Paolini sul pavè che trascorsi ha?
Due che possono fare bene (anche se sul primo ho il dubbio-pavè) sono il duo neo-TMobile rappresentato da Kirchen e Bernucci.
Anche Manuele Mori potrebbe essere un elemento di spicco, così come Alessandro Ballan.

Ovvio, da far bene a vincere il passo è lungo. Però...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 241
Registrato: Mar 2005

  postato il 31/10/2005 alle 20:36
Freccia, Liegi e Lombardia Boonen se le scorda!!! Le corse monumento che poteva vincere le ha già vinte!
Comunque (Cunego docet...) riconfermarsi subito per un corridore come Boonen non sarà affatto facile. E' un fenomeno, ma non è Merckx.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1635
Registrato: Apr 2005

  postato il 31/10/2005 alle 21:00
Freccia, Liegi e Lombardia Boonen se le scorda!!! Le corse monumento che poteva vincere le ha già vinte!
Comunque (Cunego docet...) riconfermarsi subito per un corridore come Boonen non sarà affatto facile. E' un fenomeno, ma non è Merckx.


io ho già espresso i miei dubbi, soprattutto sul Lombardia.
Ma davanti a tanta sicurezza....a me vengono i dubbi.
Considero Boonen forte. Molto forte. Più forte di...Godefroot.
Siete d'accordo?
Godefroot ha vinto 10 classiche, fra le monumento 2 fiandre, roubaix, Liegi-bastogne-Liegi. Mai la S.Remo. che tecnicamente sembrava adattissima a lui. poi la Gand-wewelghem,2 bordeaux-Parigi, 2 GP Zurigo, GP Francoforte ...
La Liegi non la vincono solo corridori forti in salita. Anche passisti veloci particolarmente in forma....
Solo nel dopoguerra,oltre a Godefroot, De Bruyne non era propio uno scalatore, o Van Swewelt (meteora...) o lo stesso Thurau...o Pintens o Val Lancker...
Insomma, a un Boonen non chiuderei mai le porte di Liegi a priori.
Ultma considerazione.
potere tecnicamente vincere una corsa, non significa affatto riuscire a vincerla. sennò Moser avrebbe prima o poi vinto un giro delle fiandre, Maertens la S.Remo e Kelly il fiandre......
cioè, fra la strada e la carta.....c'è un mare di pedalate.

 

____________________
pedala che fa bene.....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 31/10/2005 alle 21:05
Originariamente inviato da Deval
Le corse monumento che poteva vincere le ha già vinte!


Io non sarei così categorico: almeno la Sanremo mi sembra alla sua portata, e se consideriamo altre classiche non-monumento ci metterei la Gand-Wevelgem (che ha già vinto), Amburgo, Plouay (obtorto collo la considero classica visto che purtroppo sta nel Pro Tour) e la Parigi-Tours.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2475
Registrato: Sep 2004

  postato il 01/11/2005 alle 12:51
naturalmente la risposta al sondaggio e' no,corse come la Liegi,il Lombardia ma anche l'Amstel e la Freccia non riuscira' mai a vincerle
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 241
Registrato: Mar 2005

  postato il 02/11/2005 alle 14:49
OK, concedo la Sanremo, che mi ero colpevolmente dimenticato
Rispondendo a Janjanssen ed a Lubat ammetto di essere stato un po' categorico (comunque lo si deve essere per rispondere ad un sondaggio con risposte accettate si o no). In effetti se dieci anni fa avessi dovuto rispondere ad un quesito del tipo "Può Lance Armstrong vincere il Tour de France" avrei probabilmente risposto nello stesso modo...
Boonen è giovane e può migliorare, ma la vedo comunque praticamente impossibile per lui a Liegi e Lombardia se gli arrivi non saranno cambiati.
Ciò che voglio dire è che al tutt'oggi non mi sento di scommettere alla cieca su un ragazzo che ha fatto cose strabilianti ma che è ancora giovanissimo e con un peso sulle spalle da "favorito" con cui dovrà convivere per i prossimi anni.
In fondo vorrei non si dimenticassero i proclami di fine 2004 in cui si prevedeva un Cunego schiacciasassi per il futuro.
Sarò felice di essere smentito perchè amo il ciclismo e le grandi imprese e se Boonen vincerà a Liegi di grande impresa si sarà trattato.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 02/11/2005 alle 14:56
Deval, anche a Madrid Tom Boonen aveva l'onore/onere di essere annoverato tra i favoriti, e non mi pare sia "saltato"...

Per quello che si sa, ad esempio da certe dichiarazioni dell'ex massaggiatore di Museeuw, ora alle dipendenze di Boonen, il ragazzone di Mol è assolutamente abile a canalizzare le pressioni in energia, e a non pensare alla gara se non qualche giorno prima.

Le premesse purché diventi un uomo da classiche da 10 e lode ci sono tutte.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 241
Registrato: Mar 2005

  postato il 02/11/2005 alle 15:21
Mi fa molto piacere ciò che dici Monsieur 40% sulla maturità tattico-mentale di Boonen. Lungi da me il "remare contro" Boonen. Però converrai con me che il percorso di Madrid non aveva nulla a che vedere con Liegi e Lombardia. Io sono convinto che nel Fiandre e soprattutto nella Roubaix un Boonen al 100% sia oggi praticamente imbattibile, ma qua si parlava di altre corse che se Boonen dimostrerà di saper domare dovrà migliorare e molto nelle salite con gli avversari che non lo aspetteranno di certo.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 02/11/2005 alle 15:29
Originariamente inviato da Monsieur 40%

A parte il fatto che le corse Monumento, universalmente riconosciute, sono 5 - Milano-Sanremo, Giro delle Fiandre, Parigi-Roubaix, Liegi-Bastogne-Liegi, Giro di Lombardia - e non tutte quelle che ha elencato Van Looy, direi che Liegi e Lombardia sono troppo anche per un fenomeno come Boonen.

Abbiamo storto tutti il naso per la prestazione di Hincapie sui Pirenei, già immaginiamo lo sdegno se il 14° posto del newyorkese del 2005 dovesse evolversi nel 2006, quindi dello stesso sdegno ci copriremo se Tom Boonen dovesse dimostare - con quel fisico e quel peso - di volare su cotes valloni e monti italiani.

La mia risposta è: no!

Però, un filotto Sanremo-Fiandre-Gand-Roubaix-Bruxelles-Tours è più che fattibile, e sarebbe da campionissimissimissimissimo!!


Deval, questo è il mio primo post in questo thread.
Anche per me Liegi e Lombardia - tra le Monumento - ma anche Freccia e San Sebastian non sono alla sua portata attuale.

Però, le altre... fuoco alle polveri!!!

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 333
Registrato: Dec 2004

  postato il 02/11/2005 alle 17:27
NO

 

____________________
antonio

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 02/11/2005 alle 19:41
Stiamo parlando di un corridore di 25 anni, ricordiamocelo.
Ha la possibilità di migliorare ancora e di cambiare.
Chi di voi pensare che un velocista come Jalabert potesse vincere il Lombardia e la Vuelta!!
Credo che Boonen potrebbe con gli anni diventare competitivo anche alla Liegi (al Lombardia proprio no).
Quanto all'Amstel, è solo da quando ha l'arrivo in salita che è diventata ostica per i passisti veloci, ma fino a pochissimo tempo fà la vincevano Ludwig, Musseuw e Zanini, se dovesse tornare all'antico allora Boonene sarebbe tra i favoriti.
Un gara sicuramente da escludere è la Freccia!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 04/11/2005 alle 17:18
A proposito di Boonen, ho letto che ha intenzione di correre fino al 2010, perché avrà 30 anni e secondo lui non sarà più in grado di migliorare.
A me sembra un'pò come quelle rockstar che volevano morire da giovani e che vanno in tourné a 60 anni!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gastone Nencini




Posts: 497
Registrato: Aug 2005

  postato il 04/11/2005 alle 17:23
arrivato a quel punto sicuramente vorrà continuare a vincere

 

____________________
Demetrio Vilardi

sta firma la devo cambiare

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  1    2  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.1184859