Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Abilitazione al Professionismo????
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
Autore: Oggetto: Abilitazione al Professionismo????

Livello Fausto Coppi




Posts: 1825
Registrato: Jan 2005

  postato il 24/10/2005 alle 21:48
Che trovata è questa? Me la spiegate?
--------------------------------------------------------------------


Tratto da TuttoBiciWeb
24/10/2005 Nominata la Commissione di abilitazione al professionismo

Sono state nominate oggi, in occasione del Consiglio Federale, due importanti commissioni.
La Commissione Federale di Abilitazione alProfessionismo (quella che deve autorizzare il passaggio nella massima categoria) sarà presieduta dall’avvocato Sergio Fusaro e sarà composta da Antonio Fusi, Daniela Isetti, Giuseppe Soldà e Milani.
A presiedere la Commissione Nazionale Commissari di Gara è stato chiamato invece Celeste Granziera al fianco del quale opererà il segretario Gianfilippo Mastroviti. I componenti della commissione stessa sono Vincenzo Garinci, Stefania Maggiolo e Raffaele Tirone.

 

____________________
Il sito di Superandyweb

CAMPIONI IN CARICA

Team Raff
monsieur soixante
Dejanira
SuperSkunk
Pitoro
Zello Bike
Vigor cicling team
Silvia Team
Mercatone1
Pitoro
dmau
Ceramiche_Cauz
Superskunk

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 24/10/2005 alle 21:50
I criteri di valutazione dell'abilitazione?!

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2432
Registrato: Jan 2005

  postato il 24/10/2005 alle 21:52
io credo che non riguardi i corridori, bensì i commissari di gara, o almeno così l'ho interpretata.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 24/10/2005 alle 21:58
E' una commissione nata lo scorso anno, ecco il link con i criteri: http://www.federciclismo.it/prof/abilitazione.asp

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2432
Registrato: Jan 2005

  postato il 24/10/2005 alle 22:00
ah ok...avevo capito male
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 24/10/2005 alle 22:01
Ah... direi che a grandi linee, dopo la prima lettura, può andare...

...l'unica cosa che mi spiace, è che non posso passare professionista nel 2006, ma neanche nel 2007, e neanche nel 2008...


 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 24/10/2005 alle 22:08
Già lo scorso anno, nonostante questa commissione, sono passati alcuni senza requisiti

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 24/10/2005 alle 22:12
Mi stai dando una possibilità () o stai lamentando e denunciando delle lacune?!

Vabbè, 'ste commissioni diventano sempre un modo per far mangiare qualcun altro... senza accuse né facili accostamenti, però... ma in Italia, qualcosa, funzionerà?!

 

[Modificato il 24/10/2005 alle 23:38 by Monsieur 40%]

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Miguel Poblet




Posts: 522
Registrato: Dec 2004

  postato il 24/10/2005 alle 22:15
cmq l'abilitazione al passaggio è una gran cazzata, perchè come avete visto ci sono modi di sviarla anche se la federazione non da l'autorizzazione...
e poi credo che in una causa legale un atleta avrebbe anche ragione se dovrebbe rivalersi contro la federazione...ricordate bosman nel calcio...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 337
Registrato: Mar 2005

  postato il 24/10/2005 alle 22:42
Originariamente inviato da Maracaibo

E' una commissione nata lo scorso anno, ecco il link con i criteri: http://www.federciclismo.it/prof/abilitazione.asp


Basta fare domanda con un avvocato al diritto al lavoro e si ha subito l abilitazione...quindi é un po ridicola la cosa..

 

____________________
http://www.danielecolli.it

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 151
Registrato: Aug 2005

  postato il 24/10/2005 alle 23:37
negli anni scorsi son passati corridori(??) che erano stai "bocciati" non avendo il benchè minimo requisito alcuni hanno trovato modo di prendere resdenza bulgara (??)
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 522
Registrato: Dec 2004

  postato il 25/10/2005 alle 12:04
be si...basta fare una tessera straniera e nn si ha nessun problema con la federazione!
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Freccia Vallone




Posts: 81
Registrato: Sep 2005

  postato il 25/10/2005 alle 13:10
Originariamente inviato da collidani

Originariamente inviato da Maracaibo

E' una commissione nata lo scorso anno, ecco il link con i criteri: http://www.federciclismo.it/prof/abilitazione.asp


Basta fare domanda con un avvocato al diritto al lavoro e si ha subito l abilitazione...quindi é un po ridicola la cosa..


Secondo me la commissione può funzionare sulla carta ma all'atto pratico si tratta pur sempre di un rapporto lavorativo tra due enti privati.
Se io ho una società e voglio assumere la figlia del mio vicino perchè è bona anche se non sa far nulla nessuno può vietarmelo. Sono io, datore di lavoro, che ci metto i soldi quindi è giusto che le scelte dipendano da me e dalla società che rappresento e non da una commissione esterna

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1825
Registrato: Jan 2005

  postato il 25/10/2005 alle 13:59
Ho letto un po il regolamento per essere Abilitati al Professionismo, e mi pare di capire che questa commissione da una parte è stata creata per tutelare il movimento ciclistico dal doping e dai relativi ciclisti che ne fanno uso, ma mi pare anche che sia un modo per riempire le casse della federazione, visto che questa abilitazione non è gratuita per niente!!

Poi il fatto che il contratto è tra due privati,in parte è vero, ma pero non è da paragonare al lavoro normale come tutti conosciamo.
In un'azienda se la "BONA" non sa fare nulla e non fa nulla, reca danni solo al suo datore di lavoro, mentre il CICLISTA scorretto o non con le caratteristiche adeguate crea problemi al GRUPPO ed al CICLISMO che è un patrimonio di tutti questo sport!!!
Vedi Doping che allontana gli Sponsor, quindi soldi, quindi crescita, quindi appassionati, ecc....

Essere professionisti è un PRIVILEGIO ed è giusto che ci siano i corridori che meritano di esserci!!!

 

____________________
Il sito di Superandyweb

CAMPIONI IN CARICA

Team Raff
monsieur soixante
Dejanira
SuperSkunk
Pitoro
Zello Bike
Vigor cicling team
Silvia Team
Mercatone1
Pitoro
dmau
Ceramiche_Cauz
Superskunk

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Gastone Nencini




Posts: 483
Registrato: Sep 2005

  postato il 25/10/2005 alle 14:23
Il contratto di un ciclista professionista è un contratto lavorativo a tutti gli effetti.. tra un datore di lavoro e un lavoratore.
Questa normativa in sè non la trovo scorretta..
Lato economico a parte trovo l'intenzione da parte della Federazione di tutelare la categoria del ciclista professionista, in quanto tale, ed espressione del ciclismo qualitativamente più alto.
Ci sono molti modi per ovviare a questo decreto.. e lo si può capire anche da chi è passato non per meriti anche nella corrente stagione.
Mi rivolgo ai più informati di me.. esiste un punteggio minimo per entrare nella categoria professionistica? Un atleta dilettante per poter passare deve conseguire un punteggio minimo di punti per potere passare? Quanto meno per quanto riguarda le squadre italiane..
Non penso cmq.. se la regola c'è penso sia da attribuire all'UCI, dato che le Federazioni nazionali hanno il potere completo di gestione solamente per la categoria Continental.. dove è possibile tesserare sia atleti con contratto professionistico che non.
Penso non sia un'iniziativa da intraprendere per Federazione questa.. quanto l'UCI che debba rstabilire criteri valevoli per tutti.. penso cmq esistano di già.. (chiedo info ai + esperti..).

 
Edit Post Reply With Quote
Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.6046619