Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Riecco Rujano
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2    3    4  >>
Autore: Oggetto: Riecco Rujano

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 06/10/2005 alle 15:42
E' giunta da poco questa notizia dal Venezuela:
"LA GRITA (Venezuela), 6 ottobre 2005 - Torna alla vittoria Josè Rujano: il 23enne venezuelano della Selle Italia-Colombia, grande protagonista al Giro d'Italia dove chiuse al terzo posto vincendo la tappa regina del Sestriere, si è imposto per distacco nella quarta frazione del Clasico Ciclistico Banfoandes, corsa classificata 2.2 nel calendario Uci. Rujano è anche il leader della corsa, che si concluderà sabato."
(fonte:www.gazzetta.it)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Professionista




Posts: 41
Registrato: Dec 2004

  postato il 06/10/2005 alle 15:55
Grande Rujano!!ho ancora indelebile nella mente la salita all'ultimo Giro dove guardò un esausto&sfinito Gilberto(la ricerca di fresco versandosi adosso l'acqua della borraccia fu un segno di sfinimento)come a dirgli:"non c'è la fai più?allora vado a vincere..."
E ancora l'intervista a fine tappa mentre si divora un ottimo panino al prosciutto!!!per me è già un personaggio scomodo:speriamo riesca a vincere qualcosa d'importate nelle prossima stagione.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 204
Registrato: Apr 2005

  postato il 06/10/2005 alle 17:06
non sai quanti nomi gli ho tirato quando ha fatto quell'attacco... è stato un parassita per 30km...
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 06/10/2005 alle 17:36
Originariamente inviato da NiKKi

non sai quanti nomi gli ho tirato quando ha fatto quell'attacco... è stato un parassita per 30km...


siamo in due...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Moreno Argentin




Posts: 372
Registrato: Oct 2004

  postato il 06/10/2005 alle 18:11
Invece Simoni sullo sterrato del Finestre (e non solo) cosa faceva??????
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 06/10/2005 alle 18:13
E chissà chi ha disintegrato il gruppoall'inizio della salita
in prima persona 3 volte e con l'ausilio di 2 compagni "colombia"?

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2475
Registrato: Sep 2004

  postato il 06/10/2005 alle 18:16
mi sbagliero',ma l'impressione che ho io e' che il passaggio alla Quick Step non gli fara' bene
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 06/10/2005 alle 18:27
Originariamente inviato da Guglielmo Tell

mi sbagliero',ma l'impressione che ho io e' che il passaggio alla Quick Step non gli fara' bene

Sono della tua stessa impressione: la Quick-Step non è propriamente la squadra migliore per uomini come Rujano che puntano alle corse a tappe, tutt'altro...

In ogni caso la stagione prossima ci dirà probabilmente di che pasta è veramente fatto il venezuelano: non avrà più, dalla sua, il fattore sorpresa e si troverà, di conseguenza, a gestire il ruolo (a volte scomodo, specie per un giovane) di favorito per la vittoria al Giro.
Vedremo...

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2490
Registrato: Dec 2004

  postato il 06/10/2005 alle 18:36
Purtroppo la quick step avrà,come in tutte le stagioni, più chanches per quanto riguarda le corse di un giorno..Rujano, a mio avviso non avrà la squadra giusta alle spalle per combattere al fine di un posto sul podio...

 

____________________
http://ilmiociclismo.blog.excite.it

"La vita e la morte.La pace e la guerra.La repubblica e la monarchia.Infine Bartali e Coppi e la progressiva identificazione di un popolo, che ripartiva da zero, in una coppia di campioni."Leo Turrini

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 06/10/2005 alle 18:42
Originariamente inviato da Lore_88

Originariamente inviato da NiKKi

non sai quanti nomi gli ho tirato quando ha fatto quell'attacco... è stato un parassita per 30km...


siamo in due...


TRE!

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 06/10/2005 alle 18:50
Ma daiiiiiiiiiiii, non ha attaccato, e Simoni che era cotto e s'è staccato.
Stavano dandosi cambi. Se ne aveva restava li e vinceva il giro.
E non dite palle, che nel falsopiano per arrivare al sestriere
hanno tirato sia simoni che rujano.
Siate onesti su.

 

[Modificato il 06/10/2005 alle 18:55 by stress]

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Gennaio 2009




Posts: 3948
Registrato: Apr 2005

  postato il 06/10/2005 alle 19:05
Originariamente inviato da stress
Ma daiiiiiiiiiiii, non ha attaccato, e Simoni che era cotto e s'è staccato.
Stavano dandosi cambi. Se ne aveva restava li e vinceva il giro.
E non dite palle, che nel falsopiano per arrivare al sestriere
hanno tirato sia simoni che rujano.
Siate onesti su.

fin qui tutto vero.
Ma fino all`ultima salita non ha tirato un metro....

 

____________________

"Non esistono montagne impossibili, esistono uomini che non sono capaci di salirle", Cesare Maestri

"Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, si` qualche storta sillaba e secca come un ramo...
codesto solo oggi possiamo dirti: cio` che non siamo, cio` che non vogliamo.", Eugenio Montale.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Roger De Vlaeminck




Posts: 640
Registrato: Sep 2004

  postato il 06/10/2005 alle 20:55
Sul Finestre ha corso succhiando le ruote di Simoni il quale succhhiava le ruote al Killer.Simoni perchè non ce la faceva mentre Rujano ha fatto il furbo
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 06/10/2005 alle 21:20
Originariamente inviato da nocs_84

Sul Finestre ha corso succhiando le ruote di Simoni il quale succhhiava le ruote al Killer.Simoni perchè non ce la faceva mentre Rujano ha fatto il furbo

Cumpà, sul finestre, con quelle pendenze, si succhiava altro, non le ruote.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Professionista




Posts: 41
Registrato: Dec 2004

  postato il 06/10/2005 alle 21:28
Purtroppo per gli anti colombiani Rujano ha vinto e Simoni è scoppiato...
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore
Utente del mese Agosto 2009




Posts: 6025
Registrato: Oct 2005

  postato il 06/10/2005 alle 22:00
alla quick steps rujano farà le classiche del nord! sarà l'alternativa a boonen alla roubaix!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Bernard Hinault




Posts: 1191
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/10/2005 alle 22:30
Originariamente inviato da stress

Ma daiiiiiiiiiiii, non ha attaccato, e Simoni che era cotto e s'è staccato.
Stavano dandosi cambi. Se ne aveva restava li e vinceva il giro.
E non dite palle, che nel falsopiano per arrivare al sestriere
hanno tirato sia simoni che rujano.
Siate onesti su.


Sono d'accordo con il mio amico Stress
Il topino doveva fare la sua corsa, stava per vincere il Giro e il suo principale avversario in quel momento era Simoni ed eventualmente per il 3° posto Di Luca.
Che doveva fare, tirare per essere staccato da entrambi.
Se Danilo forzava un po meno sul Finestre e se il topino si gestiva meglio nell'alimentazione il Giro era suo.
Poi sarà vero che il prox anno farà meno, questione di ingaggio che ti fa allenare un pochino meno.
Stessa cosa per il killer, quest'anno ha fatto un gram giro non preparandolo dettagliatamente, mentre il prox anno vedrete che farà peggio...
Anche se non me lo auguro perchè Danilo mi è simpatico.

 

____________________

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Roger De Vlaeminck




Posts: 640
Registrato: Sep 2004

  postato il 06/10/2005 alle 23:56
Si ma Di Luca non si è ritrovato in classifica grazie alle fughe.Ha corso il Giro a fianco dei favoriti alla vigilia senza prepararlo.Immaginati se lo preparava.Sul Finestre ha fatto un capolavoro.L'unica pecca(da lui ammessa) è stata di aver pedalato poco in discesa e quindi aver rilassato troppo i muscoli.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Octave Lapize




Posts: 471
Registrato: Aug 2005

  postato il 07/10/2005 alle 00:10
Originariamente inviato da stress

Originariamente inviato da nocs_84

Sul Finestre ha corso succhiando le ruote di Simoni il quale succhhiava le ruote al Killer.Simoni perchè non ce la faceva mentre Rujano ha fatto il furbo

Cumpà, sul finestre, con quelle pendenze, si succhiava altro, non le ruote.
SI.... I LECCA-LECCA

 

____________________
http://www.ivanbassoblog.com
http://nalya.wordpress.com
La vita è come una bicicletta con dieci velocità.
La maggior parte di noi ha marce che non userà mai.(Schultz Charles)




 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1502
Registrato: May 2004

  postato il 07/10/2005 alle 00:13
Originariamente inviato da nocs_84

Sul Finestre ha corso succhiando le ruote di Simoni il quale succhhiava le ruote al Killer.Simoni perchè non ce la faceva mentre Rujano ha fatto il furbo


Ma scusate... mi provate a spiegare per favore cosa cambia a quelle pendenze e sullo sterrato pedalare per secondo o per terzo???? Non è che se stai al vento spendi di più, perchè non si va certo a 30km/h!!! Di Luca ha fatto il forcing e gli altri hanno beneficiato della sua azione perchè ne seguivano il ritmo... ma darsi i cambi sul finestre non serve proprio a nulla! Rujano non ha fatto il furbo..

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Octave Lapize




Posts: 471
Registrato: Aug 2005

  postato il 07/10/2005 alle 00:21
Originariamente inviato da NiKKi

non sai quanti nomi gli ho tirato quando ha fatto quell'attacco... è stato un parassita per 30km...
IO INVECE MI SON GUSTATA QUEI MOEMNTI .... X NN PARLARE DELLE RISATE NEL VEDERE SIMONI INKAZZATO NELL'INKONTRO DEL DOPO GARA

 

____________________
http://www.ivanbassoblog.com
http://nalya.wordpress.com
La vita è come una bicicletta con dieci velocità.
La maggior parte di noi ha marce che non userà mai.(Schultz Charles)




 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Marco Pantani




Posts: 1409
Registrato: Nov 2004

  postato il 07/10/2005 alle 00:25
Tenete conto che Rujano, probabilmente, aveva una conoscenza del percorso più che approssimativa. Quanto era lungo il tratto in pianura tra il Finestre e l'ultima salita? Quanto era realmente dura quest'ultima salita? D'accordo, le distanze si leggono su una carta e le pendenze da qualche parte si possono anche trovare, ma provare é un'altra cosa, anche per sapere cosa succede quando si ha già un Finestre nelle gambe...
No, Rujano, per conto mio é stato proprio bravo. Tanto più che non si era certo risparmiato nelle precedenti tappe di montagna!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 204
Registrato: Apr 2005

  postato il 07/10/2005 alle 10:51
ma dai.... rujano ha fatto il parassita per tre settimane. anche quando andava in fuga non tirava un metro :|
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 07/10/2005 alle 11:05
Originariamente inviato da luna46

Purtroppo per gli anti colombiani Rujano ha vinto e Simoni è scoppiato...


macchè anti-colombiani! qui nessuno è contro nessuno! ma esaltare rujano come un campione per quanto fatto al giro mi sembra molto eccessivo! è un giovane di belle speranze con ancora molto da dimostrare! non sarebbe il primo sudamericano che viene e se ne và...
e se permetti sul finestre rujano ha fatto molto il furbo perchè poteva tirare e ha preferito far sfinire di luca...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 07/10/2005 alle 11:06
Povero Pollicino Spanky, cosa tocca leggere su di lui...

E' giovanissimo, ha fatto un grossissimo Giro d'Italia, è arrivato 3°, ha vinto la maglia verde di miglior scalatore, ha vinto la tappa che tutti, ad inizio Giro, volevano vincere.

Il suo Giro è stato pari a quello di Savoldelli (per il risultato finale) ed a quello di Di Luca (per la sorpresa suscitata, soprattutto verso sé stesso), e molto migliore di quello di tanti altri campioni, da Basso a Simoni, da Cunego a Garzelli.

Certo, l'attesa è tanta e la Quick Step non è attrezzata per le corse a tappe. Però:
1 - il Giro d'Italia 2006 Josè Rujano lo correrà con Gianni Savio e con la Selle Italia - Colombia, visto che il trasferimento sponda Crespi-Lefevre-Quick Step avverrà dopo la rassegna rosa;
2 - Ma, seriamente, pensate che la Selle Italia-Colombia sia più forte, per i GT, della Quick Step?

Quindi, con Gianni Savio in ammiraglia, ancora una crescita "coccolata" sulle strade Rosa, con l'obiettivo della vittoria finale, ma non a tutti i costi.

Poi, voi che parlate di fughe bidone: ma lo sapete che nella crono di Firenze José Rujano si è fermato 4 volte ed ha cambiato almeno 3 volte la bicicletta? Ci pensate quanto ha perso in quella occasione?

Qualcosa su Rujano: http://www.cicloweb.it/art344.html

 

[Modificato il 07/10/2005 alle 11:09 by Monsieur 40%]

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 07/10/2005 alle 11:15
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Poi, voi che parlate di fughe bidone: ma lo sapete che nella crono di Firenze José Rujano si è fermato 4 volte ed ha cambiato almeno 3 volte la bicicletta? Ci pensate quanto ha perso in quella occasione?


io non parlo di fughe bidone perchè sulle montagne è sempre stato con i migliori ma aspettiamo ancora fino a maggio 06 ad esaltarlo così tanto...
in fondo ha corso solo il giro ad un livello alto! poi dove l'abbiamo visto?
e ammetterai che sul finestre è stato piuttosto parassita...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3235
Registrato: Sep 2005

  postato il 07/10/2005 alle 11:30
parassita o meno ha vinto una grande tappa a volte per vincere non basta solo il cuore ci vuole anche furbizia e lui l'ha avuta ha fatto bene d'altronde stava tirando diluca e normale che viste le posizioni in classifica rujano doveva far stancare diluca e simoni per poi provare a recuparare sul sestriere le tattiche bisogna anche saperle interpretarle in corsa non basta sempre e soltanto il cuore
ricordiamoci la fuga che fece cunego nel 2004 poi aiutato da mazzoleni quanto riusci a guadagnare poi ci provo simoni senza aiuto e non fece un accidenti, secondo me i giri e le tappe si vincono molto con la testa e sfruttando tutte le occasioni che si hanno e rujano ha fatto bene a correre cosi consigliato alla grande dal quel volpone di gianni savio

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 07/10/2005 alle 11:33
Originariamente inviato da Lore_88

Originariamente inviato da Monsieur 40%

Poi, voi che parlate di fughe bidone: ma lo sapete che nella crono di Firenze José Rujano si è fermato 4 volte ed ha cambiato almeno 3 volte la bicicletta? Ci pensate quanto ha perso in quella occasione?


io non parlo di fughe bidone perchè sulle montagne è sempre stato con i migliori ma aspettiamo ancora fino a maggio 06 ad esaltarlo così tanto...
in fondo ha corso solo il giro ad un livello alto! poi dove l'abbiamo visto?
e ammetterai che sul finestre è stato piuttosto parassita...


Lore, Rujano ha corso il Giro da outsider, ed ha fatto bene, perché nessuno si poteva aspettare che dopo i G.p.M. lui e Parra tirassero fino all'arrivo come due ossessi.

Le tappe vinte da Parra (Ortisei e Livigno), Rujano le ha corse da leader dei G.p.M., per legittimare la maglia verde, ed in un certo senso questa libertà gli è stata dovuta grazie a quella cronometro in cui glien'è successa una dietro l'altra.
Però, altra faccia della medaglia, senza quella crono disgraziata magari non avrebbe avuto spazio nelle prime salite, sarebbe stato più coperto, e chissà se avremmo visto lo stesso Giro.
Di certo con i "se" e i "ma" non si va da nessuna parte.
Allora limitiamoci a dire che verso Firenze è stato fortunato e verso Ortisei e Livigno poco controllato.

Ma nell'ultima settimana, cacchio, questo volava e gli altri lo sapevano. Sul Colle di Tenda, con Simoni, hanno rosicchiato 10" a Basso e poi ha battuto Simoni in volata, e poi ha vinto la tappa col Finestre.
Capite? Un venezuelano (non colombiano, luna46, se devi criticare almeno fallo con un minimo di senno) che vince la tappa del Sestriere e si piazza 3° al Giro d'Italia.

E' del 1982, ed era la sua prima vetrina importante.
Su cosa dovremo valutarlo, allora? Io credo che nessuno abbia commesso peccato, l'anno scorso, nel considerare un Campione Cunego, dopo il Giro vinto, ed io credo non ci sia nessun peccato, nel 2005, considerare Rujano un grosso scalatore in grado di vincere il Giro, anche - se le premesse son queste - nel 2006.
Ovvio che dovrà dimostrare, ma il "dimostrare" è una componente comune per tutti i ciclisti. Anzi, no, per tutti gli sportivi. Anzi, no, proprio per tutti!

Esaltarlo? Io non l'ho fatto, mi sono limitato a costatare una rivelazione del Giro d'Italia. E se al Giro tarpiamo le ali alle rivelazioni ed agli outsider, allora forse ha ragione Ciclgian. Siamo provinciali...

Parassita sul Finestre? Lore, ti rendi conto di ciò che poteva dirgli Savio via auricolare? Penso tu sappia cosa vuol dire per un corridore vincere una tappa di quel calibro al Giro d'Italia, e penso tu sappia cosa volesse dire per la Selle Italia-Colombia far trionfare la sua "gallina dalle uova d'oro" su un traguardo così prestigioso?
Bè, non ci è voluto molto per scoprirlo, visto che Rujano è passato a suon di soldoni ad un colosso come la Quick Step.
Vallo a dire a Savio che non ha fatto bene, e magari anche a Rujano...

Per me, aveva l'obiettivo di vincere, ed ha vinto. Con la sua tattica, senza aiuti trasversali, visto che la sua squadra, ad inizio Finestre, ha imposto il ritmo che ha sfasciato il gruppo.

Per me Rujano ha corso un grandissimo Giro d'Italia, ed è uno scalatore in grado di farci emozionare, come ha fatto quest'anno. Confermerà? Speriamo, ma se guardiamo sempre troppo al futuro rischiamo di non gustarci il presente. Che a volte, invece, va proprio ammirato per ciò che è.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 07/10/2005 alle 11:39
Ma non è che lo si sopravvaluta un pò?

 

____________________
Il procuratore aggiunto di Catania Renato Papa: Nel 2003 è stato abrogato un comma della legge che permetteva l'arresto dei diffidati recidivi, e di chi non si presentava alla firma. E questo è stato un grave gesto di debolezza.
Uno nessuno centomila! Un libro di Pirandello? No! I castelli di Kessler secondo Bulba...
All'ombra del cavaliere oscuro (la biografia di G. Fini)
La regola del fallo di mani nel calcio? Superata, oramai si gioca con 11 portieri come la lotteria istantanea - ponzi ponzi po po po
Baci riddler/Massimo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Moreno Argentin




Posts: 372
Registrato: Oct 2004

  postato il 07/10/2005 alle 11:40
Concordo in tutto ma aggiungo e rammento a tutti che sul Sammommè Rujano si tolse da solo tutti dalla ruota (Basso compreso) ad eccezione di Cunego e Simoni (che rimasero attaccati con lo sputo!!!)
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 07/10/2005 alle 11:51
ma chi ha detto il contrario? certo non io...

Ovvio che dovrà dimostrare, ma il "dimostrare" è una componente comune per tutti i ciclisti. Anzi, no, per tutti gli sportivi. Anzi, no, proprio per tutti!

se permetti questa però è una frasina un pò paracul.o! sai benissimo cosa voglio dire! rujano ha dimostrato di avere grandi potenzialità e l'anno prossimo potrà essere una bomba e stravincere cm floppare alla grande come i sudamericani sanno fare bene... bettini (è il primo che mi è venuto in mente) non ha da dimostrare nulla o quasi... è un campione punto e basta...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 07/10/2005 alle 12:22
Originariamente inviato da Lore_88

ma chi ha detto il contrario? certo non io...


Vedi che basta spiegarsi, allora?!

Ovvio che dovrà dimostrare, ma il "dimostrare" è una componente comune per tutti i ciclisti. Anzi, no, per tutti gli sportivi. Anzi, no, proprio per tutti!

se permetti questa però è una frasina un pò paracul.o! sai benissimo cosa voglio dire! rujano ha dimostrato di avere grandi potenzialità e l'anno prossimo potrà essere una bomba e stravincere cm floppare alla grande come i sudamericani sanno fare bene... bettini (è il primo che mi è venuto in mente) non ha da dimostrare nulla o quasi... è un campione punto e basta...


Di paraculo c'è poco in quella frase, secondo il sottoscritto.
"Floppare" dopo annate importanti non è una prerogativa dei sudamericani, in quanto ne sono stati capaci anche italiani (Di Luca?, Garzelli?, Cunego?), spagnoli (Pecharroman?, Nozal?, Mayo?) ed anche atleti di altri paesi. Certo, lo scotto di Perez Cuapio è importante, ma in quel caso mi preme sottolineare come lo scalatore di Reverberi fosse messicano, quindi centro-americano, l'attinenza di continente quindi scadrebbe.

I campioni hanno da dimostrare niente? Io dico che non è così.
Armstrong, lasciando perdere Simeoni, poteva "dimostrare" di essere quantomeno una persona, ed invece si è rivelato una mezza-tacca. Di Luca, correndo un Giro d'Italia da protagonista nel 2006, potrà "dimostrare" di essere seriamente competitivo anche da professionista per la vittoria di una corsa a tappe. Cunego dovrà "dimostrare" che il 2004 non è stata un'annata isolata. Bettini dovrà "dimostrare" di saper continuare a vincere anche quando potrebbe sembrare che abbia finito lo spazio in carniere. Petacchi dovrà "dimostrare" di reggere salite e distanze meglio di quanto fatto finora, e dovrà "dimostrare" anche più carattere.

Come vedi l'esempio è meno paraculo di quanto pensi.

Ciao Lore!!

P.S.: Ohi, mi rivolgo a te, ma non è "verso" di te che parlo. Altrimenti ti manderei un Messaggio Privato. Sul Forum parlo con te, ma parlo con tutti. Così come vale per chiunque.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 07/10/2005 alle 19:19
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Di paraculo c'è poco in quella frase, secondo il sottoscritto.
"Floppare" dopo annate importanti non è una prerogativa dei sudamericani, in quanto ne sono stati capaci anche italiani (Di Luca?, Garzelli?, Cunego?), spagnoli (Pecharroman?, Nozal?, Mayo?) ed anche atleti di altri paesi. Certo, lo scotto di Perez Cuapio è importante, ma in quel caso mi preme sottolineare come lo scalatore di Reverberi fosse messicano, quindi centro-americano, l'attinenza di continente quindi scadrebbe.


mi hai letto quasi nel pensiero! stamani volevo scrivere in generale latini al posto di sudamericani proprio per evidenziare le annate altalenanti di tutti quelli che hablano spagnolo!
cmq guarda che gli italiani sono molto più costanti degli spagnoli!! garzelli a mio modesto parere non è mai stato un mostro e quello che ha vinto è anche grazie a varie vicende... poi quando c'è stata un pò più di concorrenza si è dovuto inchinare... cunego è stato fermato da sta maledetta mononucleosi e da una lampre che lo gestisce maluccio...

I campioni hanno da dimostrare niente? Io dico che non è così.
Armstrong, lasciando perdere Simeoni, poteva "dimostrare" di essere quantomeno una persona, ed invece si è rivelato una mezza-tacca. Di Luca, correndo un Giro d'Italia da protagonista nel 2006, potrà "dimostrare" di essere seriamente competitivo anche da professionista per la vittoria di una corsa a tappe. Cunego dovrà "dimostrare" che il 2004 non è stata un'annata isolata. Bettini dovrà "dimostrare" di saper continuare a vincere anche quando potrebbe sembrare che abbia finito lo spazio in carniere. Petacchi dovrà "dimostrare" di reggere salite e distanze meglio di quanto fatto finora, e dovrà "dimostrare" anche più carattere.

Come vedi l'esempio è meno paraculo di quanto pensi.

Ciao Lore!!

P.S.: Ohi, mi rivolgo a te, ma non è "verso" di te che parlo. Altrimenti ti manderei un Messaggio Privato. Sul Forum parlo con te, ma parlo con tutti. Così come vale per chiunque.


uffa! anche stavolta mi hai quasi convinto che hai ragione!
sottolineo il quasi...
per dirla in altre parole rujano è ancora un pò un'incognita, un corridore da scoprire! così ti piace di più??

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Ottavio Bottecchia




Posts: 559
Registrato: Jul 2005

  postato il 09/10/2005 alle 13:36
José Rujano è stato scoperto da un altro scalatore venezuelano, del suo stesso ceppo etnico, se posso usare questa espressione che non piace nemmeno a me. Diciamo - meglio - che viene dalla stessa zona del paese sudamericano. Parlo, ovviamente, di Leonardo Sierra che l'ha indicato prontamente a Gianni Savio.

Debuttare al giro d'Italia con un podio, la maglia del Gpm e una grande vittoria di tappa costituisce, per un classe '82 che - in pratica - non aveva mai messo piede nel ciclismo che conta, un risultato che è eufemistico definire eclatante.

Per dire però che è nato un campione con la "C" dovremo aspettare qualche anno. E' ingeneroso avanzare sospetti su questo atleta per il solo fatto che il suo exploit ci ha così tanto sorpresi. Se proprio devo dire qualcosa sul tema mi ha lasciato assai più perplessa la doppia vittoria di tappa di Ivan Parra, autore di due fughe eccezionali in due tapponi alpini ravvicinati. Senz'altro sorprendente per un atleta di 30 anni (il 14/10), che mai aveva corso su questi livelli in precedenza.

Ciò che piace di "pollicino", soprannome affibbiatogli dal compagno Leonardo Scarselli, è quello sguardo da bimbo su corpo da bimbo, quel sorriso un po' infantile, quell'espressione così simpatica e furba, la sensazione che lascia sempre di incarnare Davide contro Golia, quale che sia il suo avversario. Nell'animo umano c'è, quasi sempre, un sentimento di vicinanza nei confronti dei più deboli, sicché tutti ci siamo sentiti vicini, credo, a questo scricciolo sudamericano impegnato a lottare con un panino più grande di lui dopo la bella tappa del Colle delle Finestre all'ultimo giro d'Italia.

Nessuno, in ammiraglia, immaginava le vere potenzialità di José Rujano sicché - come giustamente Mario/Monsieur40 ha ricordato, è stato fatto correre nella prima parte del giro con obbiettivi minori (Gpm in primis) e quindi lanciato in fughe dispendiose.

Il fattore sorpresa, del resto, gli ha giovato perché, non essendo conosciuto e temuto, nessuno lo ha inseguito con pervicacia e ha quindi goduto di una certa libertà.

Tuttavia il finale di giro è stato di grandissimo spessore con una vittoria di tappa straordinaria nella quale - certo - ha potuto sfruttare anche il lavoro di altri. Ma era suo pieno diritto e anzi, era la logica conseguenza del fatto che il peso del pronostico e della corsa stava sulle spalle di corridori ben più quotati di lui, a cominciare da Gilberto Simoni.

Dopo lo splendido Giro la Quick Step si è interessata a lui e il manager di Rujano ha giocato sporco offrendolo a Patrick Léfèvre nonostante un regolare contratto con la Selle Italia fino a tutto il 2006.

Savio si è quindi rivolto all'Uci minacciando azioni legali. La QS rischiava grosso e ha deciso di trattare direttamente con la Selle Italia. Savio ha ottenuto un indennizzo e ha concesso alla squadra belga di mettere il corridore sotto contratto a partire dal 1 giugno 2006 (dopo il Giro).

Durante questa lunga trattativa Rujano ha pensato bene di sparire dalla circolazione dichiarandosi malato... una sorta di ricatto nei confronti di Savio per convincerlo a cedere e accettare il trasferimento in Quick Step. Ecco, dunque, il motivo della lunga assenza dalle competizioni.

Il prossimo Giro, pertanto, Rujano lo correrà con la maglia della Selle Italia a meno che - e qui un sospetto mi permetto di avanzarlo - comparisse all'ultimo momento un certificato medico che impedisse al buon José di disputare la corsa rosa salvo poi guarire giusto in tempo per essere al Tour con la Quick Step. Vedremo!

Ciao a tutti.

Alex

 

[Modificato il 09/10/2005 alle 13:48 by 55x11grimpeur]

____________________
Fu nel 1982 che capii. Odio le armi, ma la fucilata - quel giorno - mi fece innamorare.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 09/10/2005 alle 13:55
Originariamente inviato da 55x11grimpeur

Il prossimo Giro, pertanto, Rujano lo correrà con la maglia della Selle Italia a meno che - e qui un sospetto mi permetto di avanzarlo - comparisse all'ultimo momento un certificato medico che impedisse al buon José di disputare la corsa rosa salvo poi guarire giusto in tempo per essere al Tour con la Quick Step. Vedremo!


Urka, Alex,
credo che se questo accadesse, Gianni Savio farebbe di tutto - e credo già lo abbia fatto comunque - per tutelarsi almeno economicamente di questa grossissima perdita.

Certo, se succederà ti faremo i complimenti per la lungimiranza, ma poi, perché dovrebbe accadere?

Fare il Giro, a Rujano, non può che far bene, anche in vista Tour, visto che le corse che correrà prima del Giro saranno, presumibilmente come quest'anno, lontane dall'Italia e dalle competizioni con cui "si fa la gamba" per la Grande Boucle.

Ciao!

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Ottavio Bottecchia




Posts: 559
Registrato: Jul 2005

  postato il 09/10/2005 alle 14:00
Ciao Mario, sono totalmente d'accordo con te sul fatto che il Giro sia la corsa migliore per le caratteristiche di Rujano. Al massimo la Vuelta, ma la Selle Italia non sarà mai invitata se non cambiano le regole del Pro-Tour.

Il Tour con quelle medie nella prima settimana e tutte quelle crono... mah, non credo sia adatto a lui.

Credo che alla Quick Step siano intelligenti e non lo facciano alla fine. Il mio è un timore... non saprei dire quante probabilità abbia di verificarsi... però può succedere.

Nel qual casoaccetterò di buon grado i complimenti
ciao

 

____________________
Fu nel 1982 che capii. Odio le armi, ma la fucilata - quel giorno - mi fece innamorare.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Luison Bobet




Posts: 774
Registrato: Jan 2005

  postato il 10/10/2005 alle 00:44
Rujano ha vinto la corsa..purtoppo però c'e' una brutta notizia..


The race was unfortunately overshadowed by a tragedy, when Colombian rider Ubaldo Mesa died while preparing for the final stage. The 32 year-old, who collapsed and lost consciousness, was taken to hospital immediately, but doctors could not save him. Mesa died of heart failure, the Colombian Cycling Federation announced.

Ubaldo Mesa left behind his wife and kids, as well as his brother Uberlino, a pro rider like him at team Selle Italia Colombia, who was also participating in the race.

Born in Pajarito, Boyacà, Ubaldo Mesa rode in Mexico for the last four years, currently for the team Tecos de Guadalajara. He was placed 10th on General Classification of the Clàsico Banfoandes and wanted to defend his placing, with the Vuelta al Tàchira in January as next goal in mind.

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 10/10/2005 alle 10:26
...altra tristezza incredibile, purtroppo l'ennesima...

...condoglianze alla famiglia Mesa...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 10/10/2005 alle 10:30
Dispiace...ma fanno anche pensare!
Cmq condoglianze alla moglie, ai figli e alla famiglia.

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 10/10/2005 alle 12:12
Ecco qua in Italiano e con i risultati anche della gara

Venezuela: il trionfo di Rujano offuscato da una tragedia
Le notizie sportive a volte passano in secondo piano, come accaduto in Venezuela a causa della tragedia che ha colpito tutta la carovana del Clasico Banfoantes. Prima della partenza della cronometro conclusiva è infatti deceduto il trentunenne Ubaldo Mesa (Universitad de Guadalajara): dopo aver avuto delle convulsioni, il colombiano che di recente aveva preso la cittadinanza messicana, si è accasciato al suolo ed è morto a causa di un arresto cardiaco, secondo i primi accertamenti dei sanitari.
Gianni Savio ha dichiarato: «Oggi doveva essere una giornata bellissima con Josè Rujano trionfatore nello stadio di San Cristobal dopo aver vinto tre tappe di questo Clasico Banfoantes, purtroppo tutto passa in secondo piano per la terribile tragedia che ha colpito Ubaldo Mesa, fratello del nostro Uberlino, siamo tutti molto scossi e non ci sentiamo dell'umore di festeggiare questi successi».

La corsa. Josè Rujano ha vinto la settima tappa del Clasico Banfoantes che portava la carovana da Colon a Cerro el Cristo. Lo scalatore venezuelano con un attacco sulla penultima salita ha sbaragliato la concorrenza ed ha vinto in solitaria la settima tappa del Clasico Banfoantes, gara valida per il calendario UCI America Tour.
ORDINE D'ARRIVO
Settima Tappa Colon -Cerro el Cristo:
1. Josè Rujano (Selle Italia - Colombia) in 3h55'20'',
2. Gregorio Ladino a 1'31'',
3. Wilmer Vasquez a 2'39'',
4. Carlos Becerra a 2'54'',
5. Carlos Maya a 3'00''.

Nella ottava tappa, cronometro individuale di San Cristobal comprendente la temibile salita di Tariba, si è nuovamente imposto Josè Rujano incrementando ancora il suo vantaggio nella classifica generale che lo ha visto trionfatore. Rujano aveva aperto la sua stagione vincendo tre tappe e la classifica finale della Vuelta a Tachira e l'ha chiusa vincendo tre tappe e classifica finale al Clasico Banfoantes. Per "El pollicino" si tratta del nono successo stagionale, per la formazione di Gianni Savio è il sedicesimo sigillo.

ORDINE D'ARRIVO
Ottima Tappa Cronometro San Cristobal-San Cristobal:
1. Josè Rujano (Selle Italia - Colombia) in 45'40'',
2. Edgardo Simon (Selle Italia - Colombia) a 1'19'',
3. Carlos Maya a 1'52'',
4. Wilmer Vasques a 1'57'',
5. Gregorio Ladino a 1'58''.
CLASSIFICA FINALE:
1. Josè Rujano (Selle Italia - Colombia) in 27h57'54'',
2. Gregorio Ladino a 4'23'',
3. Wilmer Vasquez a 5'25'',
4. Carlos Maya a 6'28'',
5. Manuel Medina a 7'01''
Fonte Tuttobiciweb

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 10/10/2005 alle 12:39
Se per questo, in italiano, c'era anche:

09/10/2005 - 23.50
Clasico Banfoandes, muore Ubaldo Mesa

Una tragedia ha funestato il Clasico Banfoandes, gara a tappe che si è conclusa ieri in Venezuela e che è stata dominata da José Rujano (terzo all'ultimo Giro d'Italia). Prima della partenza della cronometro finale, è morto il corridore Ubaldo Mesa, colombiano che recentemente aveva assunto la cittadinanza messicana. Mesa, preso da convulsioni, si è accasciato al suolo ed è spirato a causa di un arresto cardiaco. Mesa aveva 31 anni.

(fonte: CICLOWEB.IT)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 10/10/2005 alle 12:40
e con i risultati della gara

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 10/10/2005 alle 14:23
Ed eccovi Spanky Rujano vincitore al Cerro del Cristo.



Nelle prossime ore inseriremo anche i risultati completi.

 
Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 11/10/2005 alle 11:53
Lo posto qui per non aprire un altro thread:

Fanini. «Morti sospette, morti silenziose: cosa aspettiamo?»

«La morte del colombiano Ubaldo Mesa di 32 anni per arresto cardiaco nell'ultima tappa del Clasico Banfoandes San Cristobal è l'ennesima dimostrazione che tanti atleti moriranno a causa del sistema doping in atto negli ultimi anni».
E' il commento di Ivano Fanini, patron dell'Amore e Vita, da anni in prima fila nella lotta al doping, alla morte del ciclista sudamericano. «Si tratta di un caso - osserva Fanini - (a differenza di altre morti che poi trascorso del tempo è non se ne sa più niente), sta passando perfino inosservato».
«Quanti altri morti dobbiamo constatare prima che si faccia qualcosa di veramente importante per fermare questo male? - chiede il patron della formazione toscana - Andando avanti così non riusciremo a bloccare nemmeno i tanti giovani che si avvicinano allo sport perchè sin da piccoli vogliono imitare i vari Maradona e Pantani che vengono definiti 'miti' e sui quali
vengono scritti libri o girati film come ad esempio ora su Pantani. Dal Coni, Pescante vuole bloccare la legge sul doping per il periodo delle Olimpiadi di Torino. Ma siamo matti! meno male che il ministro della Salute Storace ha detto che non ci pensa nemmeno ed io lo invito ad intervenire immediatamente anche con leggi più severe perchè le federazioni sportive non fanno niente di importante altrimenti lo sport tutto non è più da consigliare alle nuove generazioni».

Fonte Tuttobiciweb

 

[Modificato il 11/10/2005 alle 12:07 by Andrea_Web]

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 11/10/2005 alle 11:57
Delle cose condivisibili, altre meno.

E poi, cos'è 'sta storia di Pescante?!?

Inoltre, chi conosce qualcosa di più su Fanini può illuminarmi(ci)? Oltre a parlare, questo tipo, per combattere il doping, che fa!? Nessun preconcetto, ma è tanto per capire...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage
<<  1    2    3    4  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.2387409