Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Chi vincerà la Coppa del Mondo?
Sondaggio: Chi vincerà la Coppa del Mondo?
Bettini
Rebellin
Freire

Visualizza risultati
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
Autore: Oggetto: Chi vincerà la Coppa del Mondo?

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 11/10/2004 alle 02:47

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Ottavio Bottecchia




Posts: 548
Registrato: Mar 2004

  postato il 11/10/2004 alle 14:47
x me rebellin vince lombardia e coppa: in salita quest'anno vola. e poi bettini, se non erro, al lombardia non è mai entrato nei cinque.
tra i favoriti metto anche frigo (se ci sarà) boogerd e cunego

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 185
Registrato: Nov 2002

  postato il 11/10/2004 alle 16:19
Pure io per la classifica finale di Coppa vedo favorito Rebellin, credo che abbia ancora energie e 'rabbia' per poter far bene..

anche se a Bettini basterà controllare

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 11/10/2004 alle 18:22
55% a Bettini, 45% a Rebellin: Rebellin ha più energie, ma Bettini al Lombardia guarderà solo la ruota del corridore veneto e a costo di finire in barella cercherà di non staccarsi. Se quindi Rebellin non riuscirà a staccare Bettini (e non c'è arrivo in salita), non c'è dubbio su chi sia superiore in un arrivo allo sprint.
Per questo vedo Bettini leggermente favorito, pur in calando vistoso di condizione.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 203
Registrato: Sep 2004

  postato il 12/10/2004 alle 03:32
65%bettini.
33%rebellin.
2%freire.
l'unica cosa che mi dispiace è che bettini e rebellin rischiano di fare corsa a due,e questo potrebbe privarci dello spettacolo che il tracciato di quest'anno potrebbe mostrarci.per me come durezza non è inferiore alla liegi,almeno il lombardia di quest'anno

 

____________________
janny

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Professionista




Posts: 44
Registrato: Sep 2004

  postato il 12/10/2004 alle 08:50
sabato (in particolar modo se pioverà e farà freddo ) bettini non arriva neanche al rifornimento
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 12/10/2004 alle 09:08
diciamo che tecnicamente parlando bettini dovra'almeno in teoria,difenderesi sugli attacchi di rebellin sul ghisallo,eh li si che il grillo potrebbe staccarsi e se si stacca perde la coppa,ma sul civiglio e soprattutto sullo strappo di s.fermo vedo un bettini in buona forma addirittura favorito,e cmq nettamente piu'veloce allo sprint!
ricordiamoci che il lombardia quest'anno e'si piu'duro nella parte finale,ma i primi 190km.circa presentano due sole salite,molto distanti tra loro tra l'altro,e come dispendio di energie nella prima parte e'sicuramente inferiore agli ultimi lombardia e questo dovrebbe permettere al livornese di arrivare fresco o quasi all'inizio del ghisallo,certo che da bellagio la salita e'molto dura e son quasi10km.;insomma concordo con la percentuale data da emiliano,a meno che il veneto si sia nascosto e mostrera'lo strapotere visto in primavera,alllora li servirebbe il bettini d'agosto ma dubito che entrambi siano al loro top stagionale!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 203
Registrato: Sep 2004

  postato il 12/10/2004 alle 19:26
ma mi spieghi come farà rebellin a staccare il grillo sul ghisallo?
in base a quali riflessioni?
se escludiamo gli ultimi 500 metri del muro di huy alla freccia,dove tra l'altro ha staccato di luca,non certo il primo dei conquistadores,e le altrettante centinaia di metri che gli hanno consentito di gabbare boogerd(alla liegi e non all'amstel dove gli è servita la volata),quando mai rebellin ha staccato qualcuno,che tra l'altro in questo caso si chiama bettini a piu di 10 km. dall'arrivo?
non sò francamente come si possa puntare su rebellin.ma cosa c'è che vi piace di questo corridore...che per carità,è un onesto lavoratore,ma che nella sua carriera ha sempre bazzicato ai piedi del podio in maniera scialba e che solo quest'anno,per una settimana,alla tenera età di 33 anni si dice che abbia riscattato una carriera?...
guardate che il termine"riscatto di una carriera" è un pò misero..ricordiamoci che qualcuno aveva pensato bene anni addietro,di indicare rebellin come futuro vincitore di un giro,quando nelle prime tappe di una corsa rosa,prese la maglia per poco tempo....
addirittura quest'anno dopo le sue pur esimie imprese al nord,pure bicisport lo aveva pronosticato come uno dei sicuri protagonisti...mah...la prima volta che sergio neri ha detto una corbelleria...capisco che il giornale deve vendere anche per entusiasmare i tifosi di rebellin,che cmq. non sono pochi e se vogliamo sono anche meritati,ma dire e scrivere certe cose.
poi non sò..può darsi che in questi ultimi anni di carriera rebellin riesca a comporre l'anagramma delle sue frustazioni,ma finora,molto onestamente,non è che la sua carriera sia stata tanto piu brillante di quella dell'eterna promessa,di luca,che cmq.è piu giovane di lui e chissà mai che non maturi come tutti gli avevano pronosticato(non credo).

 

____________________
janny

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 12/10/2004 alle 20:03
Caro Melamarcia il problema è solo tuo, perchè Rebellin ti stà sulle balle e non riesci a fartene una ragione della stima e della simpatia che ispira agli altri, che non vuol dire che abbia già sconfitto Bettini, anzi.
Mi spiace sentirti dire affermazioni assurde tipo il paragone con DiLuca, perchè noi non stiamo valutando il Rebellin di due anni fà ma quello di quest'anno, che conta nel palmares della sua carriera quattro dicasi quattro gare di coppa del mondo più una freccia vallona, certo inferiore ai sei successi + olimpiade di Bettini, ma sempre meglio di un DiLuca che vanta un lombardia punto e basta.
Quanto all'essere incapace di staccare qualcuno, l'anno scorso a francoforte ha preceduto di 4 secondi Zabel, Astarloa e Freire, che un po' più conquistadores di DiLuca e Boogerd lo sono di certo.
Ciao e buona serata.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 12/10/2004 alle 20:07
premesso che l'ho data come ipotesi,tutt'altro che scontata visto che alla fine ho votato e scritto bettini come mio favorito,mi sembra innegabile che nelle salite superiori a 5-6km.il veneto sia superiore al livornese che ripeto e'pero'molto piu'completo e vincente del primo!i risultati ad alcune tappe del giro,alla coppa placci,al giro del veneto,al lombardia stesso(2002)sono esempi piuttosto evidenti della differenza,cmq nn grandissima tra i due,laddove gli strappetti diventano salite vere e proprie!detto questo ripeto servirebbe il rebellin visto nelle classiche del nord,e sara'molto difficile che ritrovi una forma che capita poche volte in una carriera,un livello che il pur buon Di luca nn ha mai raggiunto!d'altronde il primo ha collezionato ben 5 vittorie di coppa del mondo(per me la freccia lo e'eccome)oltre ad almeno una decina di piazzamenti sul podio in tali corse,l'abruzzese oltre al lombardia e 3-4podi nn e'mai andato!il paragone poteva starci fino all'anno scorso dopo questo splendido 2004 del veneto e il deludente anno di danilo penso sia a dir poco azzardato!
detto questo io penso che il grillo restera'incollato alla ruota di davide sul ghisallo e lo possa bruciare in volata se nn addirittura sullo strappo di s.fermo,ma visti i precedenti lombardia dei 2,sarebbe cmq una,x me piacevole,sorpresa!(anche se razionalmente il veneto merita questa coppa piu'di tutti!)

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 203
Registrato: Sep 2004

  postato il 12/10/2004 alle 21:01
in effetti è vero che rebellin non mi è per nulla simpatico aranciata.
ma se pensate che abbia cambiato parere su di lui solo dopo il cambio di nazionalità vi giuro su tutto quello che volete che non è così.
il problema è che non mi ha mai entusiasmato,cosa volete che vi dica.certo che se prendiamo come riferimento l'ultima stagione le valutazioni possono essere diverse.ma prima di tutto,dobbiamo dire che una carriera la si valuta nel suo complesso(infatti ho detto non si sà mai che abbia un buon colpo di coda nel finale di carriera).
in seconda battuta:se leggete il mio post,ho precedente asserito che al momento,la carriera di rebellin NON è CHE SIA TANTO MIGLIORE DI QUELLA DI LUCA,il che vuol dire:1)di luca non è assolutamente sullo stesso livello di rebellin,ma neanche 2 gradini sotto,diciamo che uno è il giusto.2:da rebellin,così come da di luca,anche se in questo caso il paragone non comporta dolo,perchè assolutamente casuale e in buona fede,non ditemi che non ci si attendeva una carriera diversa.non credo che la mia sia acrimonia quando penso e scrivo che rebellin,ottimo professionista(e non è una leccata,ammiro davvero la sua dedizione negli allenamenti,viceversa non si riesce a essere competitivi nelle classiche di agosto al cospetto di avversari che hanno fatto il tour),al tempo stesso non sia un agitatore di folle.io francamente ho sempre ammirato corridori che oltre alla fatica in bici,pur se piu che sufficiente,abbinassero al loro mestiere un'immagine pulita,e su questo rebellin assolve al suo,ma che al tempo stesso sappiano essere personaggi che vanno al di là del puro gesto tecnico,che sappiano trasmettere qualcosa alla gente in termini di positività energetica,come pantani ad esempio.....insomma,che sappiano bucare lo schermo.in fondo è questo che la gente si aspetta quando tifa per qualcuno.

per quello che riguarda la questione del rebellin che stacca di 4 secondi avversari sicuramente di ottima fattura,ma in una corsa che si chiama francoforte,cioè la gara della vita dell'attuale commentatore eurosport francesco frattini,tra l'altro ex uomo gewiss,non sò se la tua aranciata sia una provocazione o cos'altro.vabbè..ti è sfuggita.
ma del resto io mica bestemmio i veneti e quei pochi altri che tifano per lui...ci mancherebbe...cosa me ne infischia?
ho solo detto che rebellin non mi entusiasma e che la sua carriera si è rivelata essere al di sotto delle aspettative.
perchè aranciata devi reagire con supponenza
?se pensi che la mia avversione nei confronti di rebellin sia dovuta a fattori geo-politici,sappi che non è assolutissimamente vero.del resto il mio corridore preferito è cunego,che dovrebbe essere veronese,ma che vuol dire?
l'importante è che qualcuno,in questo caso parliamo di corridori,sappia trovare il modo di esprimere e farti trovare delle emozioni.viceversa pazienza,sarà cmq. applaudito per l'impegno.

p.s:ma perchè aranciata a volte manchi di savoir faire?le stesse risposte non me le sento dare da altri,in primis da emiliano che io soprannominerei guidolin,se lui è daccordo,per l'accortezza che esprime nelle sue dichiarazioni,ma anche di pirata,che riesce sempre a non intromettere elementi ostativi nei suoi discorsi,pur a volte non condividendo le mie esternazioni.

 

____________________
janny

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 12/10/2004 alle 22:29
anch'io concordo con te sul fatto che al contrario di tanti altri tra i quali cipollini,pantani,bartoli,bettini,frigo,tafi etc.il veneto e'di quella schiera di coridori che nn "bucano lo schermo" e tra essi,personalmente,aggiungo anche di luca,casagrande,in parte petacchi e simoni solo per citare gli italiani!pensavo fosse un fatto tecnico,il fatto che spesso vincevano ma mai facendo"l'impresa"emozionante,ma le 9 tappe di petacchi al giro,i 2 giri di simoni e lo splendido tris di rebellin son pronte a sconfessarlo,diciamo che e'una sensazione,del tutto soggettiva che forse nn li fara'entrare del tutto nel mio cuore ma che pero'nn mi priva della gioia nel vederli vincere,della grande ammirazione nei loro confronti e dell'obiettivita'nella giusta valutazione delle loro vittorie e del loro,grande,valore!

p.s. su gibo e'un po'diverso...il perche'chiedetelo a moser...!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 12/10/2004 alle 22:46
Caro Melamarcia, sei tu che hai scritto "fino ad ora non è che la carriera di Rebellin sia stata molto più brillante di quella di DiLuca", ed io interpreto la frase come un insulto, perchè i gradini di differenza non sono uno o due ma una scalinata da far impallidire piazza di spagna, fino ad ora.
Poi tiri in ballo "fattori geo-politici" che io non mi sognerei mai di imputarti, ma sei fuori?
Non ho fatto il militare a cuneo, ma anche io sono uomo di mondo!

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 12/10/2004 alle 22:54
Cari ragazzi, abbiamo tutti il nostro temperamento. Non prendiamocela per i post del forum! Alla fine ci unisce la passione per questo sport, che è il più bello del mondo! E'anche bello che emerga il carattere di ciascuno, se si resta nel limite del rispetto e della tollerenza reciproche.
Un saluto affettuoso a tutti.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 12/10/2004 alle 23:17
A Melamarcia: tra le altre cose non mi sembra di essermi mai sbilanciato in un giudizio critico favorevole a Rebellin rispetto a Bettini sul terreno del lombardia, quindi penso che il tuo post fosse indirizzato ad altri, ma ciò che mi ha fatto imbizzarrire è stato il tono delle tue frasi, lasciamelo dire supponenti, perchè partendo da un giudizio più o meno condivisibile, ovvero che difficilmente Rebellin staccherà Bettini, sei arrivato a conclusioni tenebrose con paragoni con DiLuca, dimenticando che alla amstel e a liegi Bettini c'era, solo un po' più indietro, hai parlato di "riscatto di carriera, ma guardate che il termine è un po' misero", quando il 99% dei corridori venderebbe la mamma per vincere un giorno quello che ha vinto Rebellin, fosse anche l'ultimo giorno della loro carriera.
Rebellin sarebbe quello che ha sempre "bazzicato ai piedi del podio in maniera scialba?".
Un conto è definirlo l'eterno secondo, ma tu usi parole offensive.

ps Se il mitico Pozzovivo si rivelasse un grandissimo corridore ma allo stesso tempo piagnone e lagnone, peggio di Max Biaggi e Gibo Simoni messi insieme, smetteresti di tifarlo?
Per inciso: io no.

ps2 ok Melamarcia, puoi chiamarmi Fabio Capello, non mi offendo, è un complimento.

 

[Modificato il 12/10/2004 alle 23:22 by aranciata_bottecchia]

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 12/10/2004 alle 23:21
Volevo spendere una parola sul Post di Pirata per sempre che ha come corollario i corridori che non bucano lo schermo. Concordo sui nomi che hai espresso; a differenza di quanto scrivi tu un corridore che io amo molto e che secondo me non ha raccolto la fama il suo straordinario palmares merita è Andrea Tafi.
Io non esito a considerarlo con Bettini, Bartoli e Rebellin il miglior corridore italiano da classiche del dopo Bugno. Il suo palmares è straordinario: Lombardia, Parigi Roubaix, Giro delle Fiandre, Parigi Tours, Leeds International Classic, Campionato italiano, Giro del Lazio (3 edizioni), Parigi Bruxelles . Ha vinto 5 gare di coppa del mondo. Davanti a lui ci sono solo Bartoli (7 successi) e Bettini (6 successi). Possono vantare almeno 5 successi solo i seguenti corridori: Zabel, Bartoli, Bettini, Museeuw. Ha vinto più classiche di coppa di Tchmil (4), di Bugno (4), di Jalabert (4). Ha vinto più gare di coppa di fondriest che pure ha trionfato 2 volte nella classifica generale di coppa. E' vero che i palmares di Bugno e Jalabert sono più completi perchè sono ricchi di grandi corse a tappe e di titoli mondiali, ma i numeri ci dicono che il gladiatore è forse un atleta un po'sottovalutato.
Oltre ai numeri c'è anche un commento romantico e contemporaneamente razionale da fare. Qualsiasi altro corridore che adottasse la tattica di gara di Tafi avrebbe preso delle legnate incredibili e forse sarebbe stato licenziato dopo un paio d'anni dal direttore sportivo. Il fatto che correndo in quel modo abbia ottenuto queste vittorie ci dimostra che lo spessore atletico del campione è a dir poco straordinario. E alla fine devo dire che il suo stile di correre con lunghi attacchi folli da lontano o scatti a ripetizioni trovati da sorgenti di forza inesauribili per anticipiare gli sprinter è stato solo apparentemente un modo scriteriato di correre. In realtà se uno pensa al suo profilo di corridore (per nulla forte in salita, assolutamente fermo in volata) si scopre che il suo modo di correre è stato forse quello giusto. Tafi è un grande davvero sottovalutato uomo da nazionale dopo il 1996 (il solo Martini aveva intuito le sue potenzialità), sarebbe stato una pedina fondamentale per attacchi da lontano, consentendo alla squadra di riposare. A questo punto credo che alla carriera di Tafi manchi una sola perla: la Milano Sanremo. Mi piacerebbe poter cullare il sogno di vederlo trionfare in via roma (è ancora lì il traguardo?) dopo essere partito prima della cipressa.
L'unico corridore che in qualche modo ha imitato il suo stile negli ultimi anni, seppur con risultati minori, è stato Durand. Si tratta di corridori entusiasmanti capaci di essere eternamente in fuga!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 203
Registrato: Sep 2004

  postato il 13/10/2004 alle 02:56
eh..eh.
bè...devo dire che come al solito la cosa piu giusta l'ha detta emiliano.in fondo ognuno ha il suo carattere.evidentemente io e aranciata siamo un pò impulsivi,ma credo che queste discussioni rappresentino il sale di un forum che poi in fondo ha tra i suoi obiettivi oltre che quello di parlare di tecnica,anche quello di confrontare e/o contrastare le idee altrui.pensate che
scocciatura un forum dove tutti la pensano alla stessa maniera......
in fondo io credo che anche admin,pure se non ce lo dirà mai,sia felice quando ci sono delle combutte ,purchè rientrino nella buona educazione,come credo in fondo succeda,perchè così anche la redazione un pò si divertirà(non credo che non leggano mai le discussioni),e poi magari un nuovo utente,leggendo di un forumverbio,potrà essere attirato a partecipare al forum iscrivendosi e mandando avanti un progetto,come questo forum,che è cmq.di ottima fattura,tentato dal prendere le posizioni dell'una o dell'altra tesi.diciamo che admin è un pò come maurizio costanzo,non ce lo dirà mai,ma si compiace delle nostre storielle.anch'io in fondo prima di entrare nei dibattiti,vi seguivo da parecchio tempo,e poi proprio a proposito di una discussione che faceva emergere diversità di pensiero,mi ci sono ficcato.
per ritornare cmq. al diverbio precedente,devo dire che in effetti forse le mie dichiarazioni sono state scritte calcando un pò troppo la tastiera.
però devo dire che il paragone con di luca forse non è stato compreso.sicuramente la carriera di rebellin è molto meno opaca di quella di di luca,lui sì veramente antipatico,ma il problema è stabilire quale metro di misura si vuole adottare.per me un gradino è tanto eh aranciata.diciamo non tantissimo,via.per quello che concerne l'affermazione "riscatto di carriera" e derivati,ho forse dato troppo peso ai concetti di alcuni media,che così lo hanno definito.ecco forse proprio questa dichiarazione fatta mia in un momento di poca lucidità(se tu bevi il grappino,aranciata,io bevo l'amaro lucano,che se bevuto in quantità dà piu o meno gli stessi effetti di un bicchierino di grappa),è un pò misera.anche se cmq. non penso di sbagliare quando dico che le vittorie primaverili di rebellin abbiano rappresentato un riscatto.non poteva il buon rebellin chiudere senza vittorie di un certo spessore la propria carriera.per la affermazione"ha bazzicato...etc.",la confermerei appieno invece togliendo il termine bazzicare che può dare l'idea di un protagonista della trasmissione"invisibili".
a proposito di pozzovivo vi devo dire la verità:anch'io ,se commettesse qualcosa di grave,difficilmente non lo tiferei piu.DI SICURO UN Pò MI SCEMEREBBE L'ENTUSIASMO,MAGARI NON ANDREI ALLE FESTE ORGANIZZATE PER LUI A MONTALBANO JONICO,ma cercherei di far capire a me stesso che le mie idee marce,non sono vere,prendendomi consapevolmente per il culo,anche se mi darebbe fastidio non tifare candidamente per lui.
per quello che riguarda l'autoinvestitura di aranciata nell'appellattivo di fabio capello,bè,ci credo che non ti offendi se ti chiamassi come lui.e in effetti un pò ci somigli.
OK.ALLORA EMILIANO è GUIDOLIN.ARANCIATA è CAPELLO.VI Và BENE SE MI AUTONOMINO ALEX FERGUSSON?CHE MAGARI VI TIRO QUALCHE SCARPA IN TESTA

 

[Modificato il 13/10/2004 alle 03:01 by melamarcia]

____________________
janny

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 13/10/2004 alle 12:06
Ovviamente assomiglio a Capello solo nei difetti.
Per me il caso è chiuso, mi davano fastidio i toni usati contro Rebellin, non le considerazioni tecniche che rispetto sempre, anche se discordanti, ci mancherebbe.
Ciao

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 13/10/2004 alle 13:43
x emiliano:bellissimo il tuo post su"tafone"ma forse nn hai letto bene la lista del tutto sommaria ed estemporanea che avevo scritto,per me andrea e'uno di quelli che mi ha espresso sempre tanta simpatia!d'altronde come fa a nn emozionarti un campione capace di vincere quel che tafi ha vinto col suo modo,assolutamente imprevedibile e rischioso,di correre!
grandioso e commovente nella roubaix,per me l'unico che tattiche di squadra(mapei)a parte poteva contrastare lo strapotere sul pave'di ballerini,spettacolare trionfatore di un fiandre a 35 e passa anni,insomma un campione e prima ancora un grandissimo attaccante e lottatore!
e poi uno che ha vinto 3 giri del lazio nn puo'nn restare nel mio cuore...

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 13/10/2004 alle 14:04
Caro melamarcia (e cari tutti)
la redazione legge, e con molto diletto, tutte le vostre discussioni

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 13/10/2004 alle 14:27
Ho letto benissimo il tuo post, caro Pirata. Secondo noi due Tafi è straordinario; io soltanto credo che la nostra opinione non sia condivisa dalla maggior parte del pubblico italiano, poco sensibile agli atleti da pavè e ai grandi passisti! E pensare che senza di loro molte corse pianeggianti o con piccoli strappetti sarebbero molto più noiose.
A proposito vi anticipo che nei mesi invernali aprirò una triade di sondaggi: il più grande corriore di corse in linea italiano degli anni '90 e 2000, il più grande corridore italiano da corse a tappe negli stessi anni (anche se ha poco senso fare un sondaggio che ha esito scontato (Pantani), quindi forse chiederò il secondo più bravo). Infine quale il miglior corridore completo (anche qui vedo un Bugno con pochi rivali, ma vedremo).

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 13/10/2004 alle 14:39
Tu, immenso Pirata per sempre, citando le 2 vittorie più esaltanti del gladiatore, spingi il mio animo al limite della commozione. La vittoria alla Roubaix è stato per dimostrazione di una schiacciante superiorità il punto più alto della sua carriera e allo stesso tempo è stata una delle più grandi 5 o 6 prestazioni del ciclismo italiano degli ultimi 10 anni, assieme al Galibier di Pantani, alle imprese di Pantani al Giro '98 e '99 ed assieme ai due successi di Ballerini sula classica delle pietre. Raramente si è visto nella storia della rounbaix un dominio così schiacciante, comparabile solo alle imprese di Ballero e di Gimondi sul pavè.
La vittoria che tuttavia mi ha fatto più esaltare è stato il giro delle Fiandre, un po' perchè è stata una corsa selettiva e poi perchè vedere sul Grammont l'andatura infernale imposta da Van Petegem e vedere Tafi e Nardello incollati alle sue ruote assieme ad Hincapie e Museeuw non può che farti capire la grandezza di quella giornata. Pensavamo tutti cheTafi si staccasse sul Grammont invece successivamente si è scatenato in una sequenza incredibile di scatti e accellerazioni che hanno eliminato di forza e non di sorpresa gli altri grandissimi pretendenti, tutti vincitori di grandi classiche. Incredibile per un uomo abituato a partire da lontano, incredibile forza per un uomo che scatta 7/8 volte nel finale di una corsa di 250 Km.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 13/10/2004 alle 14:43
...e lasciatemi conludere: incredibile per un uomo che a 36 anni era reduce da una stagione fallimentare.
Un altro Pantani non rinascerà facilmente perchè era unico, Tafi non aveva seppur i loro modi di correre non sono comparabili, il marchio di classe cristallina del Pirata, ma anche uno come lui nel nostro paese di scalatori e corridori delle ardenne faticherà a venire troppo presto.
Dai Andrea! c'è ancora tempo per una grande fuga alla Milano Sanremo...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 13/10/2004 alle 15:04
e'vero seppur di spessore diverso,e per personali gusti di corse(per me giro e tour sono cmq il top,giusto la roubaix e'di simil livello)d'emozioni imparagonabili,andrea aveva in comune con marco una cosa,assolutamente unica e speciale:la capacita'di rendere una corsa assolutamente imprevedibile e spettacolare,di farti vivere ogni km.col fiato in gola,e la mancanza,triste ed evidente nei tapponi di giro e tour da qualche anno a venire si e',magari in tono minore,notata anche nelle grandi corse in linea nazionali ed europee di questo 2004 dove il toscano ha,purtroppo ma comprensibilmente,sentito il peso degli anni!certo magari il pirata,per questo unico ed inarrivabile,scattava una volta e lo vedevi soltanto all'arrivo,ogni sogno con lui diventava relta',mentre andrea aveva,e spesso nn bastavano,bisogno di decine di scatti per far sua una corsa,ma era cmq un grande spettacolo e di certo con lui in forma nn ci si annoiava mai!
anch'io spero,ma la vedo dura,che tafi possa fare un'ultimo,ennesimo ma insperato acuto sulle strade della classicissima,sarebbe veramente un sogno per lui e per tutti quello che lo hanno amato in questa pazza,ma straordinaria carriera!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 13/10/2004 alle 17:11
Salve a tutti, per me, a parità di condizioni sia personali che esterne, vedo Bettini nettamente favorito.
Però, come avete già anticipato, le variabili sono veramente tante, anche tralasciando possibili e non augurabili incidenti meccanici o di altra natura.
Il tempo: quasi sicuramente sarà freddo e forse pioverà, in questo caso Rebellin avrà sicuramente qualche chance in +.
Il comportamento del resto del gruppo: se i due non fossero in grande giornata l'inserimento di altri pretendenti favorirebbe invece il corridore toscano.
Il percorso: come dice il Pirata, se si arriva al momento decisivo con un Bettini abbastanza riposato (anche perchè magari la media precedente non è stata elevata) ci vorrebbe un miracolo oppure una giornata stortissima del toscano perchè possa venire staccato.
Lo svolgimento della corsa stessa: se sa di non essere in gran forma Bettini potrebbe favorire una fuga a lunga gittata per far lavorare la GEROLSTEINER e poi aspettare gli eventi.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 203
Registrato: Sep 2004

  postato il 14/10/2004 alle 20:22
un'altra cosa.mi permetto di dissentire dalla maggior parte di voi e dei giornalisti che vedono un rebellin migliore di bettini sulle lunghe ascese.ora...,daccordo che bettini in effetti sulle lunghe salite non è un mostro,però non è che rebellin l'abbia visto spesso in condizioni eccezionali su questo tipo di ascese......in base a cosa affermate che rebellin sia migliore di bettini su questo tipo di percorsi?

 

____________________
janny

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 14/10/2004 alle 20:34
te l'ho detto hanno un palmares leggermente diverso come tipo di corse,e gia'da li puoi ben capire le differenze nelle caratteristiche di ognuno,ti faccio un paio di esempi:il veneto spesso si e'piazzato proprio al lombardia,correndolo anche da protagonista in salita,sulle stesse salite il grillo si e'dovuto difendere per raggiungere qualche,pochi,piazzamento tra i primi 10 al massimo!inoltre il veneto si e'permesso il lusso di vincere sul sirino che ora nn e',come abbiam detto spesso,il galibier pero'son sempre 15km di salita al 5-6%,e ha riconfermato ottimi piazzamenti in qualche altra salita lunga del giro,lo stesso nn si puo'dire di bettini che il suo unico risultato in classifica in una grande corsa a tappe l'ha fatto da neo-pro' giungendo settimo,proprio al giro,se nn sbaglio, sfruttando i suoi notevoli attacchi uno dei quali gli porto'ad accumulare piu'di mezz'ora sul gruppo dei migliori in tappe nn propriamente di salita!
ora io credo che la differenza tra i due nn sia cosi grande e che lo stato di forma,la classe e le motivazioni bilanceranno questa differenza,ma ripeto se il livornese restasse,anche in salita,incollato alla ruota del veneto sarebbe una piccola sorpresa,cosa che invece nn si puo'dire se si staccassa(magari recuperando in discesa e pianura)!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 15/10/2004 alle 13:54
tuttosport di oggi
bettini nn si fa troppe illusioni:"il tracciato e'piu'adatto al veneto ed io nn ho alternativa a marcarlo stretto,sperando che altri corridori attacchino cosi che io riesca a conservare i 13 punti di vantaggio in classifica"
l'italo-argentino e'invece apparso in gran forma:"sono concentrato ed ottimista,le sensazioni sono ottime,le ho testate sul monte grappa(un salitone),nn faro'molti calcoli,ma attacchero'dando tutto me stesso,punto alla vittoria"

insomma mi sembrano dichiarazioni abbastanza eloquenti, per dissolvere il tuo dubbio,cmq legittimo,sulla differenza,almeno teorica,dei due su un percorso come il lombardia di quest'anno!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 17/10/2004 alle 00:52
Un ultimo pensiero per Rebellin, grande campione che ha regalato ai suoi ammiratori una tripletta da leggenda, roba che neanche Merckx, perdendo la coppa del mondo per una manciata di punti, ma soprattutto costringendoci ad aspettare tantissimo tempo affinché tornasse ai livelli di quella strepitosa estate del 1997.
Un ultimo pensiero per la coppa del mondo che và in pensione, forse perchè gli italiani l'hanno vinta troppe volte, ma solo forse; comunque l'ultima coppa della storia non poteva avere un vincitore simbolicamente più importante del grandissimo Paolo Bettini, campione anche giù dal sellino, simpaticissimo e garbato; e che piacere dopo mille polemiche l'abbraccio con Rebellin, miele per il ciclismo.

ps Dico: notate che figurone il livello Johan Museeuw qui a fianco, eh?

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 17/10/2004 alle 13:07
hai ragione,una strana sensazione regna in me,la gioia per aver visto un mio"idolo"come il toscano trionfare per la terza volta consecutiva in coppa,primo e unico nella storia,ma anche la delusione perche'forse quest'ultima coppa se la meritava proprio il veneto memore di un'impresa eccezionale in primavera,dispiace rebellin,ma per le imprese e le emozioni date quest'anno la coppa e'anche tua!!!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 17/10/2004 alle 16:36
Proprio così, a volte penso che se Bettini non si fosse fatto uccellare a sansebastian, vincendo così la coppa in modo netto, io avrei goduto di più per la vittoria del Grillo e avrei sofferto meno per la sconfitta di Rebellin.
Onore a entrambi, Rebellin è un campione e Bettini un campionissimo.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote
Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.5111330