Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > IL CAMPIONE DEL MONDO? è....
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2  >>

Warning: mysql_result(): Unable to jump to row 0 on MySQL result index 338 in /var/www/html/functions.php on line 515
Autore: Oggetto: IL CAMPIONE DEL MONDO? è....

Member




Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 26/09/2005 alle 19:11
PAOLO BETTINI.
Sarò troppo di parte, ma per me ieri il mondiale l\'ha vinto Paolino.
Troppo SUPERIORE.
Purtroppo su quella salita era difficile dare troppi distakki, e se non ci fosse stato il ricongiungimento (grazie Trenti! ) saremmo stati qui a fare ben altri discorsi.
La volata la vinceva lui.
Puntare tutto su un velocista scarso in salita come Petakki è stata una manovra rischiosa.
Il percorso era più difficile di quanto sembrava.
E cmq FORZA BETTINI.
Da ieri mi sta più simpatico!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 26/09/2005 alle 19:22
Peccato che la maglia la porterà in giro per un anno Boonen...
Sai, alla fine dei secondi, dei terzi, di chi ha dominato la corsa, di chi ha attacato ecc. ecc. dopo pochi giorni non se ne ricorda più nessuno...

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 26/09/2005 alle 20:29
Alla fine dire che puntare su Petacchi era sbagliato è facile a posteriori. Zabel, che in salita al Fiandre andava come un treno, alla fine stava in compagnia di Petacchi e Petacchi non è così scarso in salita. Cipollini era molto peggio, ha vinto la Sanremo a 35 anni dopo 15 anni che si staccava sul Poggio; Petacchi l\'ha vinta al secondo tentativo serio...
Sulla carta si poteva arrivare anche tutti in volata. E\' stata la dinamica della corsa a renderla dura con scatti e controscatti, non il percorso e la dinamica della corsa...non si poteva prevedere con la sfera di cristallo. A Zolder andò tutto liscio, la corsa venne tenuta bloccata...qui a Madrid la salita più dura durava 1,5 km per un dislivello di 70 metri: era ridicola!!!
Certo che se il gruppo va a tutta e in modo irregolare, molti si staccano, ma non era mica prevedibile prima!
L\'anno scorso, nell\'osannato circuito di Verona, si andò per 3/4 di gara ad andatura cicloturistica e alla fine Zabel e la Germania chiusero il buco in discesa con facilità irrisoria, come se la salita delle Torricelle fosse stata un cavalcavia!
Eppure tutti dicevano che il tracciato era più duro del \'99...invece sono arrivate più persone e ha rivinto lo stesso corridore.
La verità è che la corsa è stata davvero fatta dai corridori. Che Petacchi era un\'opzione da esercitare, così come gli australiani puntavano su McEwen (cosa erano loro? più fessi di noi?).
L\'errore tattico è stato quello di non impiegare Pozzato e Paolini per le fughe, ma era naturale che, con Bettini seconda punta, gli altri 5 dovessero restare con Petacchi.

 

____________________
"Un uomo solo è al comando; la sua maglia è bianco-celeste; il suo nome è Fausto Coppi", Mario Ferretti, Radiocronista Rai

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 26/09/2005 alle 20:31
Il Campione del Mondo è Tom Boonen.

Che è un Campione assolutamente degno della maglia che indosserà.

ad un grosso corridore, e ad una stupenda squadra (Van Petegem che si sacrifica per Tom è davvero un bel vedere...)!!

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 26/09/2005 alle 20:33
Se poi Petacchi stava male e non l\'ha detto...questo è un altro discorso. La tattica di Ballerini non è stata impeccabile. Forse nella prima fuga ci doveva entrare Pozzato, ma, onestamente, ricordatevi che l\'anno scorso, sotto sotto, vendendo come andarono le cose con volatone, c\'è chi rimpianse di non avere portato Petacchi in nazionale...
Ora dovremmo forse lagnarci che su un circuito molto più facile Petacchi fosse designato capitano?
Un\'altra domanda ancora: e se avessero abbandonato Petacchi gli altri azzurri? E se fosse andata male lo stesso (ha vinto Boonen mica Brochard...)? Risposta: qualcuno avrebbe detto che si era abbandonato il capitano...

 

____________________
"Un uomo solo è al comando; la sua maglia è bianco-celeste; il suo nome è Fausto Coppi", Mario Ferretti, Radiocronista Rai

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Ottavio Bottecchia




Posts: 548
Registrato: Mar 2004

  postato il 26/09/2005 alle 20:46
e poi secondo me non è che bettini fosse NETTAMENTE il più forte. E\' stato sicuramente il più appariscente e anche il più forte, ma insieme a Vinokourov, il quale però corre meglio: si nota meno ma non spreca energie inutilmente.

 

____________________
Via i dopati dal ciclismo.

Non è che mi sono staccato, è che il gruppo è andato in fuga!


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 26/09/2005 alle 22:21
Sorry Mario, ma non sono d\'akkordo a tutti questi applausi che lanci al buon Boonen...
Non ha fatto nulla x tutta la gara, e se non fosse per quel finale rocambolesco, avrebbe straperso.
E cmq NON HA stravinto.
Si è imposto in una volata, che, a parer mio NON MERITAVA nemmeno di disputare.
BETTINI ha fatto la corsa.
L\'ha anke persa, per carità, ma si è mosso tentando di vincerla.
A TOM, onestamente è andato tutto liscio, come andò a Cipollini 3 anni fa.
Non merita il titolo di campione del mondo BOONEN così come NON lo meritava CIPOLLINI.
Il più forte corridore del mondo non era Cipollini, e non è Boonen.
Il mondiale dovrebbe essere corsa per i veri fondisti.
Quello è il più forte.
Facciamo un mondiale con uno STELVIO da ripetere 3 volte!
QUESTA E\' LA PROPOSTA.
E se vincesse RUJANO, beh....
MEGLIO RUJANO CHE BOONEN.
robbo

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Member






Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 26/09/2005 alle 22:25
post scriptum:
dimenticavo di LODARE i grandissimi di questo mondiale oltre al buon paolino "californiano":
Valverde (in fuga e 2° in volata, forse l\'unico che avrebbe potuto impensierire Bettini se fosse arrivata la fuga)
VINOKUROV e BOOGERD (combattivissimi entrambi e sempre all\'attakko, anzi se Micky Boogerd non copriva quel bocozzo nel finale , il buon Vino era campione...)

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1671
Registrato: Dec 2004

  postato il 26/09/2005 alle 23:01
knightlake caro,
mi sembri un attimo acciiieecato.
la corsa l\\' ha vinta un grande campione (leggi età e palmares).
anche a me piacciono gli attacanti generosi, ma il ciclismo è così.
ognuno sfrutta le proprie caratteristiche.
se non chiudeva trenti, chiudeva uno spagnolo o qualcun altro.
era il mondiale, non il gp di roccacannuccia.
e poi scusa, se vinceva petacchi, cos\\'era, un ladro anche lui?
erano ladri anche cipo, abdu, van loy, van steenbergen, muuseuw?
vuoi vietare le corse ai velocisti o ai finisseur?
non è più ammesso l\\' arrivo in volata se non a tre, massimo.
dobbiamo solo prevedere arrivi in cima all\\' angliru, al granon, al mortirolo?
madddai
ciao
mestatore

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 26/09/2005 alle 23:05
Originariamente inviato da mestatore

knightlake caro,
mi sembri un attimo acciiieecato.
la corsa l\\\' ha vinta un grande campione (leggi età e palmares).
anche a me piacciono gli attacanti generosi, ma il ciclismo è così.
ognuno sfrutta le proprie caratteristiche.
se non chiudeva trenti, chiudeva uno spagnolo o qualcun altro.
era il mondiale, non il gp di roccacannuccia.
e poi scusa, se vinceva petacchi, cos\\\'era, un ladro anche lui?
erano ladri anche cipo, abdu, van loy, van steenbergen, muuseuw?
vuoi vietare le corse ai velocisti o ai finisseur?
non è più ammesso l\\\' arrivo in volata se non a tre, massimo.
dobbiamo solo prevedere arrivi in cima all\\\' angliru, al granon, al mortirolo?
madddai
ciao
mestatore



ah ah ah (ghignazzo)

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1476
Registrato: Mar 2005

  postato il 27/09/2005 alle 07:40
Mestatore, fututro avversario di battaglie biglio-pedalatorie...lasciati abbracciare....ma quanto vuoi essermi simpatico, eh??
Formiamo un sodalizio e andiamo a sbaragliare quel barbagianni del Bottecchia....ahhahah...non si è più sentito dopo il mondiale....lui e i suoi percorsi tipo Sallanches ahahhah...che ci provasse di persona a pedalarli, poi ce lo racconta quando andiamo a raccoglierlo col cucchiaino!!
Uhhuhhuhhhuhhh aahahhaha eheheheh

claudio

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Under 23




Posts: 13
Registrato: Sep 2005

  postato il 27/09/2005 alle 08:37
Ciao a tutti,
A mio parere dobbiamo imparare molto dalla Spagna tatticamente è superiore a tutte le altre nazioni e se avesse avuto a disposizione Freire non sò come sarebbe finita ......
Con il senno di poi Ballerini poteva convocare benissimo gente come Cunego,Di Luca e addirittura Basso a mio parere (la Spagna ha convocato Mancebo!!!) in quanto sarà stato un circuito facile, ma un mondiale si corre sulla distanza di 270 km e servono corridori con fondo...
Chi vince in Polonia o in Inghilterra tappe di 170 km ... non è detto che sia ok per gareggiare un Mondiale.....
Della truppa italiana assolvo solo Bettini e Pozzato anche se il primo,nonostante fosse il più forte, tatticamente qualcosa ha sbagliato e ha pagato irrimediabilmente sul finale...
A cosa è servito svoltire il plotoncino in fuga a due giri dalla fine?
I scatti in salita a due giri dalla fine hanno sfiancato proprio Bettini, di certo non Valverde ......
A mio parere doveva rimanere passivo fino a 5 km dall\'arrivo (aveva sempre Petacchi dietro) e dare tutto sull\'ultimo strappo ....
L\'unico che poteva stare con lui è Vino, ma purtroppo è andata diversamente

Stila

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 27/09/2005 alle 09:16
Originariamente inviato da Knightlake98
E se vincesse RUJANO, beh....
MEGLIO RUJANO CHE BOONEN.
robbo


spero che la tua sia solo una provocazione eche nonlo pensi veramente....
boonene nonèuncampione e non è unfondista? e come le ha vinte classiche come fiandre e roubaix?
siamo alle solite: uno vince una tappa inmontagna ed è un campionissimo, un altro vince varie classiche ed insomma....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Herman Van Springel




Posts: 452
Registrato: Jul 2005

  postato il 27/09/2005 alle 09:21
Non capisco perchè dire che puntare quasi tutto su Petacchi è troppo facile perchè detto a posteriori. Io il percorso mica lo avevo mai visto, io non sono pagato per capire là dove un velocista puro può arrivare e là dove rischia di prenderla nei denti.
Ma dirò di +...a testimoniare che è stata una stronzata puntare praticamente tutto su Petacchi ad esclusione di Bettini sta il fatto che è vero che Petacchi poteva pure arrivare in volata se lo portavano in carrozza ma ricordo che per 5 ore la corsa è stata di una noia mortale...hai presente che fine faceva Petacchi se anziche menare gli ultimi due giri menano per 4 giri? A me non importa se anche Zabel è saltato, io non so se la germania puntava tutto su di lui ma so che Ballerini ha lasciato a casa gente che domenica nel finale difficilmente si sarebbe trovata dietro Petacchi per cui le sue responsabilità al di là degli errori in gara che pure a mio parere ci sono stati sono da ricercarsi a monte. Ha cannato alla grande e questo lo dimostrano i fatti non mie fantasie.
Lo stesso Petacchi visto il percorso avrebbe dovuto capire che in caso di finale a tutta era a rischio. Certo poteva pure arrivare ma se puntano quasi tutto su di te non devi avere delle probabilità di arrivare allo sprint ma devi essere CERTO di poterci arrivare (esclusi guai meccanici e cadute o improvvisi malori in gara ovviamente ) per giocartela quanto meno.
Non solo ma a tre giri dalla fine uno capisce se la gamba è piena o se già sente la fatica e lui non ha fatto la cosa + logica ossia dare via libera ad una tattica alternativa (ammesso che ne esistesse una)
In entrambi questi due casi uno che corre per la squadra e non per il suo personale interesse avrebbe detto a Ballerini "scolta.... lasciami due uomini per la volata, gli latri facciano la loro gara".
A quel punto Ballerini avrebbe già capito d\'aver cannato a valutare il percorso ma magari poteva correggere qualcosa in gara. Vero che se poi mancano le gambe qualunque tattica va a remengo ma almeno uno può tentare.
Se ad esempio a tre giri dalla fine parte uno dei nostri di secondo piano magari bettini per Mezzo giro si ritrova uno che gli da una mano.
Su Bettini poi...il campione del mondo è quello che taglia per primo il traguardo, sarà banale ma è bene ricordarlo. Se è vero che Bettini era tanto superiore la sua condotta nel finale diventa un\'aggravante perchè ha gettato alle ortiche il mondiale.
Boonen avrà pure avuto fortuna ma di certo ha giocato al meglio delle sue possibilità non spendendo dove sapeva di non poter competere ma non naufragando come altri velocisti. Un campione non è solo uno che vince e che va forte...un campione o meglio un fuoriclasse è uno che nelle gare che contano riesce a rendere al 101% sia fisicamente che mentalmente.
Infine ritrovo l\'accenno a Trenti e ribadisco che Trenti non ci ha fatto perdere un bel nulla primo perchè non abbiamo la certezza che Bettini avrebbe vinto e se guardate come ha fatto la volata qualche dubbio sul fatto che fosse tanto superiore agli altri non può non venire ma soprattutto nessuno ci dice che in assenza di Trenti qualcun altro avrebbe dato una mano a chiudere quel buco anche magari senza una logica sensata altrimenti mi dovete spiegare la logica di un Boogert sicuramente meno veloce di Bettini che se lo tiene a ruota per un km chiudendo il buco su Vinokourov ...a volte la logica è sopraffatta dalla foga e dalla voglia comunque d\'arrivare davanti...al posto di trenti poteva pure menare uno che per cui arrivare nei 30 era un grosso risultato oppure uno a cui Boonen avesse promesso di far conoscere la sorella (ammesso che ne abbia..è solo una battuta)Certo c\'era Trenti a tirare ma noi dobbiamo vedere cosa abbiamo combinato noi nel bene e nel male e Trenti per noi deve essere visto come un qualunque corridore con maglia diversa da quella azzurra.
Rimane poi la domanda già posta...com\'è che Trenti era li a menare e dei nostri non c\'era l\'ombra??? Trenti fenomeno o forse i nostri non erano esattamente quel che si dice in forma smagliante????? e se così è, hanno mangiato tutti pesante la mattina o forse chi li ha convocati non ha scelto i più in forma ma chi si adattava meglio ad una tattica rivelatasi pura utopia?

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond




Posts: 843
Registrato: Aug 2005

  postato il 27/09/2005 alle 10:14
Sono d\'accordo con BJ su diverse questioni. Soprattutto su questo fastidio che alcuni manifestano rispetto alle critiche a posteriori. E quando le dovrebbe fare uno le critiche, prima? La critica è un elemento essenziale dell\'analisi e per l\'analisi. Prima del mondiale uno poteva esprimere la sua opinione rispetto alle scelte ma alla fine coloro che prendono le decisioni sono pochissimi e devono \'sopportare\' anche le critiche, soprattutto le devono ascoltare.
Ci voleva, dunque, la capacità di prevedere che un arrivo in volata non sarebbe stato poi così scontato e il fatto che nessun velocista puro sia arrivato nel primo grupppetto -cosa che da molti è stata portata a giustificazione di Petacchi- Proprio questo fatto dicevo, conferma l\'errore di impostazione iniziale.

Io comunque, ho visto un bel mondiale. Combattuto, incerto. Direi che le lacune della regia spagnola hanno aumentato la suspance. Per tutta la parte finale dell\'ultimo giro infatti, quando il gruppo è stato ignorato, se ne sentiva l\'incombere(dovevano essere vicini, non potevano essere lontano) sulle spalle, quasi come ad essere lì, a correrlo quel finale..
Certo, un finale un po\' amaro, un finale che, a posteriori, ci si può mettere a criticare.

 
Edit Post Reply With Quote

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 27/09/2005 alle 11:06
Non sono d\'akkordo.
Sarà una crociata la mia, ma sti mondiali x mezze CARTUCCE ne abbiamo piene le scatole!
Iraniani, afghani e castronerie simili lasciamoli ai cervellotici ambasciatori del Pro-Tour.
UN MONDIALE va rispettato.
REGOLA NUMERO 1: Devono esserci i migliori ciclisti del mondo ( e chi se ne frega se l\'Iran non porta nessuno e l\'Italia porta 140 corridori!, non è colpa nostra se sono dei pipponi!)
Quindi: CUNEGO DI LUCA e REBELLIN sarebbero stati della partita, così come molti altri.
REGOLA NUMERO DUE: Un mondiale dovrebbe stabilire il più forte (per quanto possa stabilire il più forte una corsa di un solo giorno...)
Quindi: PERCORSI SELETTIVI e ARRIVI IN SALITA.
Il giorno in cui BOONEN vincerà sull\'Alpe d\'Huez o sul Pordoi, allora sarò d\'akkordo nel ritenerlo un vero grande, quando si vince sui sassi della Parigi-Sassaix, se permettete là serve pure tanto CULO.
Forare a pochi km dall\'arrivo e non rientrare più, è ciclismo quello?
Il ciclismo è PERDERE PERCHE\' SI VA PIU\' PIANO DEGLI AVVERSARI.
O vincere perchè si va piu\' forti.
Non imprecare al dio Sampietrino...
Quella è corsa da fenomeni circensi, non a caso è stata allegramente snobbata dai più grossi campioni degli ultimi anni:
BUGNO
CHIAPPUCCI
INDURAIN
PANTANI
BARTOLI
ROMINGER
ARMSTRONG etc. etc.
E anke HINAULT l\'ha fatta (e vinta!) soltanto per far piacere ai francesi.
Ballerini per 10 anni ha corso solo quella praticamente...
ma che era un corridore??
Caxxo, se Armstrong correva 27 gg l\'anno, il buon Ballero ne correva 1.
...
Belli de zio, fascinosa quanto vi pare, ma la si poteva correre soltanto ai tempi di Bartali e Coppi, quando anke le ALTRE gare si facevano in parte su percorsi sterrati...

ciao
robbo
(se Petakki diventava campione vincendo in volata sarei stato contento ma solo perchè italiano... e non per questioni di meritocrazie).
E\' triste doverlo ammetterlo ragazzi, ma il numero 1 al mondo quest\'anno è stato proprio l\'ammeregano.
Dà appuntamento TUTTI GLI ANNI a TUTTI, al Tour.
E vince sempre.
Se non è SUPERIORITA\' questa....
No il mondiale e qualke corsa sui sassi...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 27/09/2005 alle 12:21
Non sarei così severo nei confronti di Boonen... se ha vinto, è perchè sicuramente l\\'ha meritato: difatti, tra i velocisti, è l\\'unico a non essersi staccato, e già questo è un merito non da poco.
E\\' un po\\' come l\\'attaccante d\\'area di rigore... magari segna a porta vuota il più facile dei gol, ma era lì pronto a sfruttare la situazione, e per questo è meritevole!
Che poi Bettini abbia dato più spettacolo negli ultimi giri, è innegabile... peccato solo per la volata finale, dov\\'è rimasto chiuso, e di conseguenza poteva fare sicuramente meglio del 13°posto.

Concordo poi che il mondiale vada rispettato, perchè è sicuramente una delle corse più importanti (forse la più importante) della stagione, ma ho la sensaziopne che, sia fra i corridori che per i mass-media, la settimana iridata abbia perso un po\\' del rispetto e dell\\'importanza che aveva sino a pochi anni fa. Spero di sbagliarmi...

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 27/09/2005 alle 12:47
Ciao,
Sono pienamente d\\'accordo con quanto sostenuto da BJH ed anche sul commento di Rinaldo, proprio centrati. Ed è ora di finirla sulla presunta scorrettezza delle critiche avanzate con il tanto vituperato senno di poi: andreste a vedere un film recensito da un critico che non si è nemmeno preso il disturbo di assistere alla sua proiezione ? Il punto è che tanti di noi si sono persino stancati di rivolgere a Ballerini sempre le stesse critiche perchè gli errori sono sempre gli stessi. D\\'altronde la sua stessa cooptazione al ruolo di ct è avvenuta in un modo che definire oscuro è già di per sè eufemistico... Ma è un po\\' tutto l\\'establishment del ciclismo italiano che ha una caratura molto bassa: qualcuno ha avuto la pazienza di ascoltarsi l\\'intervista ad Adorni fatta la mattina di domenica nel corso della telecronaca da Madrid ? A parte l\\'italiano stentato (anche in questo caso è doveroso pretendere di meglio da uno che ricopre quella posizione), era tutto un florilegio di luoghi comuni e di sgangherate banalità; e dire che di temi da mettere a fuoco dopo un anno di pro tour ce ne sarebbero, eccome...Che dire poi dell\\'imbarazzante Moser ? E\\' chiaro poi che persino un Saronni finisce con il giganteggiare in un simile contesto. Questa situazione si riflette poi anche al livello delle squadre, dove gli sponsor italiani finiscono con l\\'accontentarsi di cio\\' che passa il convento. Verrebbero spontanee alcune considerazioni su Locatelli...ma, allo stato delle cose potrebbero sembrare provocazioni...e non mette conto.
Perdonatemi il modesto sfogo.
Ciao a tutti.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gastone Nencini




Posts: 483
Registrato: Sep 2005

  postato il 27/09/2005 alle 14:07


Aho.. ma che sta a dì sto qua...!?!?
Ocio raga.. ocio che me parton via...

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 28/09/2005 alle 12:22
Ok ma nessuno fa i complimenti a Tom Boonen...ok che ce l\'ha messa nel.... ehm..scusate...però ha vinto un corridorone...uno che la maglia la postùrta sicuramente alla grande...

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 28/09/2005 alle 12:27
Cascata, credo tu non abbia letto tutti i post di questo thread...

...oppure io, Mestatore, Simociclo, BJH* ed altri scriviamo in arabo...

...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 28/09/2005 alle 12:36
Tromboonen ci ha Trombati perchè non è un Tombrocco!

Alla Vuelta si era mimetizzato bene però!
Rimane il fatto che ha messo la ciliegina su di un anno che difficilmente potrà ripetere...se così fosse al libro dei campionissimi dovremo aggiungere una pagina...
Ciao

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1825
Registrato: Jan 2005

  postato il 28/09/2005 alle 13:19
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Il Campione del Mondo è Tom Boonen.

Che è un Campione assolutamente degno della maglia che indosserà.



Concordo in pieno!!!

 

____________________
Il sito di Superandyweb

CAMPIONI IN CARICA

Team Raff
monsieur soixante
Dejanira
SuperSkunk
Pitoro
Zello Bike
Vigor cicling team
Silvia Team
Mercatone1
Pitoro
dmau
Ceramiche_Cauz
Superskunk

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Ottavio Bottecchia




Posts: 548
Registrato: Jul 2004

  postato il 28/09/2005 alle 17:25
Perchè si continuano ad aprire treahd sul mondiale\'

 

____________________
http://www.bloggers.it/bici



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 337
Registrato: Mar 2005

  postato il 28/09/2005 alle 18:00
Monsieur 40 %...

 

____________________
http://www.danielecolli.it

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Raymond Poulidor




Posts: 340
Registrato: Mar 2005

  postato il 28/09/2005 alle 18:29
PAOLINO: finiva secondo in volata dietro a Valverde, che già lo infilzò per l\'argento ad Hamilton 2003. Altro che vittoria sicura....

IL PERCORSO DI MADRID: colpevolmente sottovalutato, era ben diverso da Zolder. E soprattutto, è stato ignorato il vecchio detto che la durezza di una corsa dipende molto da come la interpretano i corridori e meno dal profilo altimetrico. Ed era scontato che gli spagnoli avrebbero fatto il diavolo a 4.

PETACCHI SULLA GRANDE DISTANZA E\' VULNERABILE: Ha vinto solo la Sanremo, ma un anno prima aveva steccato... come già gli era successo alla Parigi-Tours. PETACCHI E\' VULNERABILE DI TESTA: il carisma e la cattiveria agonistica di Cipo erano ben altra cosa, un mondiale si vince anche e soprattutto con il carisma (avere tutta la squadra con te, ma è una fiducia che ti devi guadagnare... se non parli quasi mai difficile che ciò ti riesca) e con la cattiveria agonistica, tipo Boonen che non ce la faceva quasi più ma non ha voluto mollare per nessun motivo.... e ha fatto bene.

TOM BOONEN E\' UN GRANDE CAMPIONE: io lo penso da quando ha fatto 3° nel debutto alla Roubaix. Il mio grande Moser nel debutto sui pietroni fece secondo (e se non cadeva nel finale avrebbe vinto) e poi guardate che razza di carriera ha fatto, soprattutto nelle corse di un giorno... Tra 5-6 anni, se le cose gli girano bene, avrà vinto 2-3 Fiandre e altrettante Roubaix.... e magari un altro mondiale.

Un saluto a tutti e buon lavoro a chi sta lavorando...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 28/09/2005 alle 19:51
Originariamente inviato da acmb

Perchè si continuano ad aprire treahd sul mondiale\\'


Caro Acmb,
non prendere questo appunto come un attacco personale.

Posso chiederti perché ogni tanto ti travesti da "giustiziere del *.php" e ti senti in diritto di dare delle dritte?

Il fatto che siano stati aperti troppi thread per il Mondiale è già stato evidenziato da Admin in un thread di quelli aperti, invece tu hai sentito il bisogno di aprire un thread chiamato: <>...

...lodevole iniziativa, non tanto nei modi (secondo me, potevi fare a meno di aprire un thread del genere, visto che già c\'è ed è posto in primo piano - perennemente - in prima pagina) quanto nella sostanza...

...poi? Mi apri un thread chiamato <> chiedendo dei partecipanti al GP di Zurigo quando due o tre thread più in basso è già ben presente un thread chiamato <>...

...delle due l\'una; o non l\'hai visto, per questo dovresti soprassedere anche delle mancanze degli altri, o l\'hai visto e "predichi bene e razzoli male"...

...ripeto, niente di personale, ma con questo appunto fatto a te spero anche di far capire ai "doppionatori abituali" che uno sguardo fatto bene almeno alla prima pagina lo si può dare prima di aprire un thread (e poi c\'è la tanto ignorata funzione CERCA)...

Mario


P.S.: Ah, se puoi, scrivi minuscolo e non MAIUSCOLO; nella "Netiquette", che sarebbe più o meno il galateo di forum e chat, quando si scrive in maiuscolo vuol dire che si sta urlando.

P.S.1: Ovviamente entrambi sono solo consigli...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Francesco Moser




Posts: 738
Registrato: Jun 2005

  postato il 28/09/2005 alle 19:52
Originariamente inviato da superandyweb

Originariamente inviato da Monsieur 40%

Il Campione del Mondo è Tom Boonen.

Che è un Campione assolutamente degno della maglia che indosserà.



Concordo in pieno!!!

 

____________________

Carpe diem, quam minimum credula postero!! (Orazio)

Mattia

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 28/09/2005 alle 21:38
A Knightlake98
SSSSSaaaaaaaaacccccccrrrrrrriiiiiiiiilllllllllleeeeeeggggggggiiiiiiiiioooooooo!!!!!!!!!!!!!
La Parigi Roubaix secondo me è importante quanto il mondiale, se non di più.
E\' verissimo che conta anche la fortuna, più che in altre corse, ma il ciclismo è nato ed esiste grazie alla Roubaix, unico anello di congiunzione del ciclismo eroico (che tutti rimpiangono) col ciclismo moderno, fatto delle disprezzatissime qualità di poca selettività, specializzazione, scontatezza.
Veniamo ad esaminare uno per volta i punti in difesa della Roubaix:
1) in una selva di mondiali del cavolo, dove tutto si risolve in una volata di 30 corridori, la selettività, provocata dalle pietre del pavè, dimostra che la Roubaix è più veritiera della corsa iridata. La lista degli ultimi 10 vincitori dell\'inferno del Nord non è peggio degli ultimi 10 campioni del mondo.
2) la Roubaix è una corsa per specialisti, d\'accordo. Ho sostenuto in un thread che era la più affascinante e anche la più antidemocratica corsa al mondo. Ma qualcuno, a tale proposito, mi fece notare che pure il Mortirolo è precluso a Backstedt, che il mondiale a cronometro era precluso a Pantani, che la Liegi Bastogne Liegi è preclusa a Cipollini. Ma, diciamocelo chi ha mai detto che un grande corridore è grande solo perchè stacca tutti in salita? Allora, se la mettiamo così, Josè Maria Jimenez è stato meglio Ballerini: falso!!!
La Roubaix è una grandissima corsa per specialisti della pianura, così come il Giro d\'Italia è la corsa a tappe più alla portata di scalatori. E non è che, per lo spettacolo, dobbiamo dire che tutti i corridori dai 70 kg in più devono essere tagliati fuori perchè fisiologicamente non super in salita.
3) Tom Boonen ha vinto la Roubaix regolando allo sprint 2 (o 3 non ricordo) corridori, facendo l\'andatura sul Carrefour de l\'Arbre che ha eliminato il vicnitore della passata stagione, mica era il volatone nei pressi di Parco Sempione...
Boonen ha vinto il mondiale di furbizia e non di forza. Come ho già scritto gli è caduto fra le mani e ciò non mi piace. Ma sulla sua reputazione...io mi tiro giù il cappello.
4) Se alla Roubaix la qualità tecnica è bassa perchè Bugno, Armstrong, Chiappucci, Indurain non ci sono mai stati...devo altresì dire che al Giro negli ultimi 10 anni non ci sono venuti (o è come se non ci fossero venuti) Armstrong, Ullrich, Riis i quali sono approssimativamente dal \'96 ad oggi 9 delle 10 edizioni della Grand Boucle.
Allora perchè la Parigi Roubaix dovrebbe essere la corsa per specialisti e invece il Giro è corsa di tutti? Per me, scusatemi, Van Petegem, Zabel, Museeuw, Ballerini, Boonen, Tchmil, Hincapie, Flecha, Ekimov, Kelly, Sorensen, Ludwig, Tafi, Cancellara non sono mica degli specialisti delle sole pietre...qui ci sono grandi cronomen, campioni del mondo, medaglie d\'oro alle olimpiadi e vincitori di tutte le altre grandi classiche monumento e, fra questi, pure corridori vincitori di grandi Giri: Kelly.
Se torniamo indietro conteremo Hinault e Moser..e siamo solo agli anni \'80.
Molti dei grandi campioni per salire all\'olimpo la Roubaix l\'hanno vinta, dedicando tempi e sforzi: Coppi, Merckx, Hinault, De Vleaminck, Gimondi ne sono i casi più noti...
Poi chi non viene ha sempre torto..come Bartoli che si è accorto nell\'ultimo anno che quella corsa poteva vincerla, come Fondriest che l\'ha corsa nella sua ultima stagione.

Io difenderò la Parigi Roubaix sempre come ultimo patrimonio di un ciclismo dove arrivano in 50 al traguardo e l\'ultimo con 10 minuti di ritardo, ultimo emblema di un ciclismo dove neppure le Torricelle di Verona riescono più a fare la selezione e dove i più forti devono morire per staccare un velocista.

 

____________________
"Un uomo solo è al comando; la sua maglia è bianco-celeste; il suo nome è Fausto Coppi", Mario Ferretti, Radiocronista Rai

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gastone Nencini




Posts: 483
Registrato: Sep 2005

  postato il 28/09/2005 alle 21:56
Originariamente inviato da Monsieur 40%
Posso chiederti perché ogni tanto ti travesti da "giustiziere del *.php" e ti senti in diritto di dare delle dritte?


Mario.. sei er mejo.. Davvero.. unico ed inimitabile!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 28/09/2005 alle 22:05
Roubaix è una corsa anomala, ma durissima, che purtroppo viene ingiustamente snobbata da molti tra i migliori corridori da classiche ma non per questo è inferiore al Giro delle Fiandre, alla Liegi Bastogne Liegi, alla Sanremo o al Lombardia. Il mondiale però è sempre un gradino sopra a questi "monumenti", proprio come il Tour è più importante del Giro e della Vuelta... e non mi venite a dire che il mondiale perde valore se lo vincono Vainsteins Brochard e Camenzind perchè anche il Fiandre l\'hanno vinto Sorensen e Wesemann, la Roubaix Guesdon Backstedt e Knaven, la Liegi Camenzind e Pascal Richard, la Sanremo Colombo e il Lombardia Rumsas

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 28/09/2005 alle 23:28
Concordo su molti dei concetti espressi da Lubat, ma non sono d\'accordo sul giudizio riguardo a certi corridori: Personalmente Sorensen per me era un campione; Wesemann non è certo un campione ma un buon corridore sempre piazzato nelle classice del nord, giusto che una l\'abbia vinta così come una la meriterebbe Baldato.
Pascal Richard per me è un campione: mondiali ciclocross, olimpiadi su strada, tappa del Sestriere al Giro (se non ricordo male), Liegi Bastogne Liegi e Giro di Lombardia: ha vinto proprio su tutti i "terreni".
Gli altri che hai nominato in effetti sono un gradino sotto.

Discorso a parte merita Camenzind che era un buon corridore ma è stato beccato positivo. Quindi possiamo quasi dire che Van Petegem è stato in effetti il vero campione del mondo 1998.

 

____________________
"Un uomo solo è al comando; la sua maglia è bianco-celeste; il suo nome è Fausto Coppi", Mario Ferretti, Radiocronista Rai

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1420
Registrato: Jun 2005

  postato il 29/09/2005 alle 13:51
D\'accordissimo con "Emiliano": "Knightlake98" non puoi considerare Campioni con la C maiuscola soltanto coloro che danno spettacolo in salita. E\' sicuramente una componente importantissima ma ci sono anche altre variabili in questo sport. Boonen ha attaccato alla Parigi-Roubaix, portandosi dietro solo più Hincapie e Flecha, con la stessa potenza e spettacolarità con cui Rujano e Parra hanno vinto le tappe al Giro. Sono d\'accordo che il mondiale andrebbe un po\' più duro ma poi la corsa vera la fanno i corridori non tanto i percorsi (certo, se sono totalmente piatti, diventa difficilino per tutti ...).
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 29/09/2005 alle 22:57
Vedo che la provocazione ha funzionato.
Vi ho smosso.
Effettivamente è INNEGABILE che la Roubaix ha fatto la storia del ciclismo.
Sicuramente.
Ed io non ho mai detto che ci sono MENO campioni che al GIRO.
In effetti il paragone lo farei col TOUR.
TUTTI I CAMPIONI FANNO IL TOUR.
Solo alcuni fanno il GIRO.
Solo i più bravi fra i passistoni fanno la Roubaix.
La componente fortuna in ogni caso CONTA TROPPO.
Sul fatto che c\'è molta selezione è verissimo, pur non essendoci
mai pianura!
ma spesso la selezione è data dalle forature o dagli scivoloni più che dalla differenza di forza fra gli ATLETI.
In altre parole:
è una CORSA DI CICLOCROSS.
Aveva senso correrla ai tempi di Coppi con le strade tutte sfasciate, ma oggi tanto vale andare a fare il mondiale ciclocross!
Anzi FACCIAMO LA ROUBAIX come MONDIALE di ciclocross.
Almeno gli diamo un senso!
Belli de zio, il ciclismo su strada è altra cosa.
E\' proprio uno sport differente.
Bravo a chi la vince, ma se permettete è molto meglio il gesto atletico dello scatto in salita, dove se vinci è per merito tuo e non delle pietr5e che infilzano il copertone di chi ti insegue!

ENNESIMA PROVOCAZIONE AGLI ESTEROFILI:
Roubaix?
No Alpitour???
ahiaiaiai
...
Roubaix?
MEGLIO IL GIRO DEL LAZIO
MEGLIO I CAMPI DI ANNIBALE DI ROCCA DI PAPA, ci sono i sampietrini ma almeno c\'è pure salita e non c\'è fango...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 29/09/2005 alle 23:46
Raccolgo la provocazione rilancio...l\'essenza del ciclismo è la Roubaix e tutto ciò che ora chiamiamo ciclismo è tale perchè è esistita la Parigi Roubaix.
In letteratura l\'Iliade e l\'Odissea sono considerate la genesi dei generi letterari moderni: dal dramma, alla poesia e alla prosa. Nei poemi omerici i tre modi di scrivere convivono nell\'unità.
Similmente la Roubaix è la sintesi suprema del mondo delle due ruote: in essa convivono ciclismo su strada, ciclocross e ciclismo su pista col magico arrivo al velodromo.

"In principio era la Roubaix, il ciclismo era presso la Parigi Roubaix...il ciclismo era la Parigi Roubaix"

 

____________________
"Un uomo solo è al comando; la sua maglia è bianco-celeste; il suo nome è Fausto Coppi", Mario Ferretti, Radiocronista Rai

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 29/09/2005 alle 23:53
Emilianuccio c\'ho le lakrime alle orekkie da cotanta poesia.
Se fossi il sindaco di Roubaix ti darei l\'ambrogino d\'oro....(celebre premio milanese che non si capisce perchè dovrebbe essere dato a Roubaix ma è la prima cosa a essermi venuta in mente )
Dimmi piuttosto, ti piace il mio nuovo avatar??
Il cagnolotto è andato a fare il bagno...nei pressi di qualke stagno di Roubaix

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 29/09/2005 alle 23:54
ma il bar sport ha cambiato gestione ????????????????

Per me le corse ciclistiche per eccellenza sono
fiandre, roubaix e lombardia.
La triade del ciclismo, ovvero
il nervoso, la follia e la durezza.

Dimenticavo, il campione del mondo è un campione .
tutto il resto è CT!!!!!!!!!!

CT= Chiacchiere (cazz...ate) e Tarallucci!!
il vino è finito me spiase!!!!!!!!


 

[Modificato il 30/09/2005 alle 00:00 by stress]

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 30/09/2005 alle 00:08
A Knightlake98: il tuo avatar mi piace, si tratta di Stoccarda 1991: Bugno batte in volata Rooks ed Indurain.

Sulla cittadinanza onoraria...non me ne faccio nulla...però mi accontenterei di trasformare la casa davanti a casa tua in una distesa di sconnessi sanpietrini.

 

____________________
"Un uomo solo è al comando; la sua maglia è bianco-celeste; il suo nome è Fausto Coppi", Mario Ferretti, Radiocronista Rai

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 30/09/2005 alle 00:09
A Stress: hai ragione, la Roubaix è follia: fascino amletico!!!

 

____________________
"Un uomo solo è al comando; la sua maglia è bianco-celeste; il suo nome è Fausto Coppi", Mario Ferretti, Radiocronista Rai

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 30/09/2005 alle 00:12
...quella che volevo lastricare di sanpietrini dinanzi casa tua era cmq una strada (errata corrige)

 

____________________
"Un uomo solo è al comando; la sua maglia è bianco-celeste; il suo nome è Fausto Coppi", Mario Ferretti, Radiocronista Rai

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 30/09/2005 alle 00:14
Originariamente inviato da Emiliano

Raccolgo la provocazione rilancio...l\\'essenza del ciclismo è la Roubaix e tutto ciò che ora chiamiamo ciclismo è tale perchè è esistita la Parigi Roubaix.
In letteratura l\\'Iliade e l\\'Odissea sono considerate la genesi dei generi letterari moderni: dal dramma, alla poesia e alla prosa. Nei poemi omerici i tre modi di scrivere convivono nell\\'unità.
Similmente la Roubaix è la sintesi suprema del mondo delle due ruote: in essa convivono ciclismo su strada, ciclocross e ciclismo su pista col magico arrivo al velodromo.

"In principio era la Roubaix, il ciclismo era presso la Parigi Roubaix...il ciclismo era la Parigi Roubaix"


Emiliano... sei un Grande!

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 30/09/2005 alle 00:17
Grazie Emiliano ma è troppo tardi!!!
nella stradina davanti il portone di casa mia già ci sono sampietrini per almeno 50 metri (fino alla strada principale).
Meno male che ti sei corretto....stavo per avvertire i signori del palazzo di fronte delle tue bellicose intenzioni...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Member






Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 30/09/2005 alle 00:25
x Marione Monsieur "salite al 40%"
che ti applaudi sui sampietrini???
Pensa se lastricassero con tal pietre tutte le strade di Nettuno....
hai voglia a ridere poi....pensa agli ammortizzatori della makkina!!!!

 

[Modificato il 30/09/2005 alle 00:28 by ]

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 30/09/2005 alle 00:28
Da Roubaix al borgo di Nettuno la differenza non è tanta.
Forse in Francia ci sarà più sport, ma a Nettuno c\'è molta più...

Andrea, Marco, Giuseppe, Eugenio ed Elisa possono confermare!!

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 30/09/2005 alle 09:14
Diciamo che a Nettuno c’è più…Gioventù!!!
Va bene come espressione o devo essere più colorito e…pittoresco???
Non farmi tornare in mente quei fantastici giorni…che al solo pensiero mi viene na nostalgia mista a malinconia conscio che la calda estate romana ha lasciato il posto ad un grigio autunno padano.
Ma l’anno prossimo prometto di tornare…magari con qualche capatina anche qua in inverno, lavoro, studio e amici compiacenti in loco permettendo!
Grazie Gius, Mario (che ha preferito la vacanza a Matera…come darti torto vista la compagnia!) e Marchiii

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote
<<  1    2  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.2266510