Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Vuelta "sorella minore"?
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2  >>
Autore: Oggetto: Vuelta "sorella minore"?

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 27/08/2005 alle 19:44
Ho letto con interesse gli "spruzzi di Aranciata" con l'ananlisi dei partecipanti della vuelta. Come sempre sono precisi e dettagliati e rappresentano la migliore introduzione possibile ad una corsa ciclistica per chi, coem me, segue il ciclismo assiduamente se nza avere però la competenza di alcuni dei frequentatori e dei gestori di questo forum.
Su una cosa però non concordo: la definizione di "sorella minore" della vuelta nei confronti di tour e giro.
Che la corsa spagnola non sia al livello del tour non si discute, ma a mio avviso è della stessa levatura della "rosea". Dico questo perchè, se è vero che la vuelta è ormai una corsa "riservata" agli spagnoli, lo stesso si può dire del giro con gli italiani.
Anzi, da questo punto di vista gli ultimi vincitori stranieri della vuelta (ullhric, jalabert zulle e rominger) sono di livello nettamente superiore agli ultimi vincitori stranieri del giro (tonkov, lo stesso rominger e berzin, atleta che non passerà alla storia come fuoriclasse). per questo motivo voreri sapere perchè la vuelta è stata definita "sorella minore" e cosa ne pensano gli altri utenti del forum.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 252
Registrato: Aug 2005

  postato il 27/08/2005 alle 21:21
beh d sicuro come storia, vincitori passati e anzianità è d sicuro sorella minore d giro e tour....se poi guardiamo gli ultimi anni è alla stregua del giro e distante due lunghezze dal tour che ha fagocitato interessi soldi e sponsor negli ultimi anni....
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gastone Nencini




Posts: 497
Registrato: Aug 2005

  postato il 27/08/2005 alle 21:35
qualke anno fa il vero campione era ki vinceva l'accoppiata giro-tour, merckx indurain o come si scrive e pantani. Parliamoci chiaro i nostri italiani sono più forti in salita degli spagnoli e li battiamo anke in volata!!!

Ps: sii un po' nazionalista

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Giro delle Fiandre




Posts: 102
Registrato: Aug 2005

  postato il 27/08/2005 alle 22:02
Da quando è collocata a Settembre la Vuelta ha assunto maggiore importanza del Giro ed è più considerata dagli sponsor. Ma quest'anno sia Giro che Vuelta hanno visto le squadre Pro-Tour senza molti dei loro migliori corridori. Si privilegiano corse a tappe più brevi tipo il Giro di Germania che aveva una starting list di prim'ordine.
Mi domando se è giusto ammettere di diritto ai grandi giri le squadre di Pro Tour se poi queste lasciano a casi tutti i migliori, ad esempio al Giro e alla Vuelta la T-Mobile non ha schierato nè Ullrich, nè Kloden, nè Vinokourov.
Da questo punto di vista l'esperimento Pro-Tour mi pare un fallimento, sarebbe stato meglio vedere al via del Giro squadre come Barloworld, LPR o Naturino piuttosto che le seconde linee della T-Mobile o di altre grosse squadre.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 27/08/2005 alle 22:23
Potreste trovare interessante la discussione che si sviluppò intorno a questo tema nel thread "Vueltina?" di Aranciata_Bottecchia.

Il link è http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=234
Leggetelo con attenzione!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 28/08/2005 alle 13:48
Se a livello tecnico la Vuelta è inferiore forse solo al Tour, a livello mediatico è a tutti gli effetti la sorella minore dei Grandi Giri, specie da quando è stata spostata a settembre.

Ed è davvero un peccato, perchè spesso questa corsa ha offerto molto, dal punto di vista tecnico ed emotivo...

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 28/08/2005 alle 19:48
la vuelta è inferiore a tour e giro... specialemente cm storia... ultimamente il giro ha perso importanza a discapito del tour ma rimane una spanna sopra la vuelta...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Parigi-Nizza




Posts: 48
Registrato: Jun 2005

  postato il 28/08/2005 alle 21:53
Originariamente inviato da simociclo
(ullrich, jalabert zulle e rominger) sono di livello nettamente superiore a (tonkov, lo stesso rominger e berzin, atleta che non passerà alla storia come fuoriclasse).

Passi per Ullrich, ma davvero mi paragoni Tonkov a Jalabert nelle corse a tappe? Zulle a Rominger o allo stesso Berzin che pulito o no si è messo sotto i piedi Indurain?
O meglio vogliamo paragonare Pantani ad Olano?
Io sono un grande ammiratore della Vuelta per spettacolarità e per il tracciato, ma come livello tecnico penso sia ancora inferirore al Giro.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 29/08/2005 alle 12:08
Cosa??? La Vuelta alla stregua del Giro?? Ma che si scherza???? Non esiste!!! L'anno scorso non avevano nemmeno uno sponsor principale.. Ok; bella corsa, dura, spettacolare e ben organizzata ma prima ci sono Tour e Giro...poi arriva la Vuelta

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 29/08/2005 alle 13:30
Originariamente inviato da rocker biker

Passi per Ullrich, ma davvero mi paragoni Tonkov a Jalabert nelle corse a tappe? Zulle a Rominger o allo stesso Berzin che pulito o no si è messo sotto i piedi Indurain?
O meglio vogliamo paragonare Pantani ad Olano?


nessuno ha paragonato olano a pantani, rominger è + forte di zulle (infatti ha 3 vuele e un solo giro...) e tra jalabert e tonkov credo che non si possa nemmeno fare un paragone ( a favore di jaja ovviamente...)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5547
Registrato: Nov 2004

  postato il 29/08/2005 alle 17:05
Sinceramente non credo che sia questione di chi ha vinto o meno...di fare un paragone tra Olano e Tonkov o tra Pantani ed altri. E' un discorso di organizzazione e di storia. Il Tour è lassù ma poi in crescita c'è il Giro. La Vuelta ha buon successo solo per l'ubicazione in calendario...

 

____________________
www.vcoazzurratv.it
...- --- .-.. .-
.--. ..- .--. .. .-.. .-.. .-
...- --- .-.. .- !!!!

LA CAROVANA VA..CONFINI NON NE HA..E TUTTE LE DISTANZE ANNULLERA'!!
"..Dinnanzi a me non fuor cose create se non etterne.. Ed io in etterno duro!!
Lasciate ogni speranza voi ch'entrate...!!!

"C'è Bugno in testaaaa!!! è Bugnoooo!!! ed è campione del mondo Bugno su Jalabert!!!"

"...ma ti sollevero' tutte le volte che cadrai
e raccogliero' i tuoi fiori che per strada perderai
e seguiro' il tuo volo senza interferire mai
perche' quello che voglio e' stare insieme a te
senza catene stare insieme a te"...

"Cascata ha un pregio non da poco. ama il ciclismo e però lo riesce a guardare con l'occhio dello scienziato. informatissimo, sa sceglire personaggi sempre di levatira superiore, pur non "scadendo" nello scontato.
un bravo di cuore.
(post di Ilic JanJansen, nel Thread "Un ricordo: Pedro Delgado, il capitano di Indurain")

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2475
Registrato: Sep 2004

  postato il 29/08/2005 alle 17:15
comunque la Vuelta e' una corsa spaccata in due:il livello dei corridori spagnoli e' molto alto,ma quello dei non spagnoli e' basso.e anche i campioni tra i non spagnoli spesso non sono protagonisti e vengono solo a preparare il Mondiale.Tonkov a livello di corse a tappe e' superiore a Jalabert,ed e' anche finito sul podio alla Vuelta comunque,mentre Zulle e Rominger piu' o meno si equivalgono,il Berzin del 1994 poi era sicuramente un fuoriclasse,non dimentichiamo che aveva vinto anche alla Liegi

 

[Modificato il 29/08/2005 alle 17:17 by Guglielmo Tell]


 
Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 29/08/2005 alle 19:01
Qualche volta ci sarebbe da chiedersi anche..."ma perchè il livello dei corridori spagnoli alla Vuelta è mooolto più alto che in altre competizioni continentali?"
Comunque il paragone Vuelta-Giro non ci sta proprio, ne a livello di vincitori, ne come prestigio e tantomeno come spettacolarità.
L'unica fortuna l hanno avuta con lo spostamento dopo la meta stagione dove che prepara i mondiali punta a far bene, e a far fondo.
Ciao

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 29/08/2005 alle 19:06
Originariamente inviato da WebmasterNSFC

L'unica fortuna l hanno avuta con lo spostamento dopo la meta stagione dove che prepara i mondiali punta a far bene, e a far fondo.

Io invece penso che lo spostamento a settembre sia stato un handicap per la corsa spagnola: infatti, molti corridori che vi partecipano hanno come reale obiettivo trovare la gamba in vista del Mondiale, e non la corsa di per sè stessa.

E questo va sicuramente a discapito dello spettacolo...

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 333
Registrato: Dec 2004

  postato il 29/08/2005 alle 19:40
La Vuelta è sicuramente meno importante del giro, sia storicamente che per il livello tecnico dei partecipanti. Infatti l'albo d'oro della corsa evidenzia le vittorie di Jalabert ed Olano, ottimi corridori(Jalabert è stato un campione nelle gare in linea) che non hanno mai fatto bene, anche se ci hanno provato, al Giro e al Tour. Con la modifica del calendario, e il conseguente spostamento della vuelta a settembre, la corsa a tappe spagnola è diventata un bluf, ossia una parte dei ciclisti iscritti corre solo per trovare la condizione in vista del mondiale. Così la corsa si presenta "spaccata in due", chi la fa per vincere e chi per trovare la gamba. Da questo punto di vista è assai meglio il giro, che anche presentando dei partenti meno "nobili" ha tutti ciclisti motivati e determinati a fare bene!

 

____________________
antonio

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1671
Registrato: Dec 2004

  postato il 29/08/2005 alle 20:32
caro maiurana,
non c'è discussione tra vuelta e giro a livello di storia, prestigio etc etc;tutti d' accordo.
tuttavia ricordo che olano è salito sul podio al giro e anche il grandisimo jaja ha fatto molto bene nel 1998 e 99 al giro ed ha anche illuminato alcuni tour con le sue imprese.
quindi, anche se non rientrano tra i grandissimi delle corse a tappe,si sono a mio giudizio distinti anche negli altri GT oltre alla vuelta.
ciao
mestatore

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 29/08/2005 alle 20:42
Originariamente inviato da majurana

La Vuelta è sicuramente meno importante del giro, sia storicamente che per il livello tecnico dei partecipanti. Infatti l'albo d'oro della corsa evidenzia le vittorie di Jalabert ed Olano, ottimi corridori(Jalabert è stato un campione nelle gare in linea) che non hanno mai fatto bene, anche se ci hanno provato, al Giro e al Tour. Con la modifica del calendario, e il conseguente spostamento della vuelta a settembre, la corsa a tappe spagnola è diventata un bluf, ossia una parte dei ciclisti iscritti corre solo per trovare la condizione in vista del mondiale. Così la corsa si presenta "spaccata in due", chi la fa per vincere e chi per trovare la gamba. Da questo punto di vista è assai meglio il giro, che anche presentando dei partenti meno "nobili" ha tutti ciclisti motivati e determinati a fare bene!


be, a dire il vero olano è salito sul podio al giro ed è arrivato quarto al tour e jaja ha fatto bene sia al giro che al tour... mi dite cosa hanno fatto i vari gotti, savoldelli e simoni (be, lui qualcosa ha fatto), a parte il giro???
ora, alcuni interventi mi sono parsi equilibrati, altri mi sembrano dettati solo da un campalinismo che mi sembra insensato in una discussione come questa...
è una cosa che ho notato in alcuni (non tutti) partecipanti a questo forum: appena un italiano vince una corsa, è un campione; se uno straniero vince una corsa effettivamente importante, ci sono molti che iniziano con: "pero', forse, infondo, consideriamo che..."

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 333
Registrato: Dec 2004

  postato il 29/08/2005 alle 21:42
Jalabert l'unica volta che ha fatto bene in classifica tour ha fruttato una fuga bidone; per quanto riguarda olano in salita beccava cinque minuti dai migliori...questi risultati sono frutto di episodi...

 

____________________
antonio

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1671
Registrato: Dec 2004

  postato il 29/08/2005 alle 22:40
caro maiurana,
le tue osservazioni nascono da una visione del ciclismo molto diversa dalla mia.
che ognuno si tenga le proprie opinioni :jaja è stato un grande corridore non solo nelle corse in linea, la sua vittoria a mende resta nella storia del tour.
la carriera di olano è discutibile per molti aspetti, tuttavia non si può negare ad un campione del mondo e vincitore di un GT, sul podio del giro almeno una valutazione del palmares.
poi, se non conosci la storia del ciclismo,che ognuno , ripeto, si tenga le sue opinioni in questo caso
ciao
mestatore

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1635
Registrato: Apr 2005

  postato il 29/08/2005 alle 23:29
Come storia il giro è secondo solo al tour...e non poi da molto.
Alla vuelta non mancano Gotti e Savoldelli, ma Coppi...Bartali.....la scuola italiana, una delle più prestigiose del mondo come quella belga e francese.
Poi, bisogna ammettere che da un pò di anni, calendario aiutante, la Vuelta ha acquistato visibilità e prestigio. Ed anche contenuti tecnici. Oggi la vuelta è vicina al giro, e ancora lontana dal Tour. In questo c'è anche la grande crescita del ciclismo spagnolo, che ha superato da anni quello francese...

 

____________________
pedala che fa bene.....

 
Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 30/08/2005 alle 01:05
Lo spostamento a Settembre (come dice Jan) ha dato notevole visibilità grazie al prestigio portato dai grossi nomi che vanno per preparare il mondiale.
Che poi vi partecipino solo per far fondo e non per la classifica questo è un altro discorso ancora, però visto che nel ciclismo di oggi conta molto anche "l'apparire" dobbiamo ammettere che è un pò in crescita.
Poi io direi anche che da noi (appassionati) è poco considerata appunto perchè dal punto di vista mediatico siamo a 0 infatti solo i possessori di Parabola la vedono, gli altri si attaccano al...oppure si accontentano della diretta Flash di CicloWeb che poverina ha cmq i suoi limiti.
Se poi andiamo ad analizzare a fondo (decenni fa) tra i vari partecipanti la presenza o meno dei miti del ciclismo allora da un fossato che separa i GT, scaviamo un abisso.
Ciao

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 30/08/2005 alle 02:49
Originariamente inviato da simociclo

Ho letto con interesse gli "spruzzi di Aranciata" con l'ananlisi dei partecipanti della vuelta. Come sempre sono precisi e dettagliati e rappresentano la migliore introduzione possibile ad una corsa ciclistica per chi, coem me, segue il ciclismo assiduamente se nza avere però la competenza di alcuni dei frequentatori e dei gestori di questo forum.


Grazie!!

Su una cosa però non concordo: la definizione di "sorella minore" della vuelta nei confronti di tour e giro...
...per questo motivo voreri sapere perchè la vuelta è stata definita "sorella minore"...


Ho definito la Vuelta la "sorella minore" in primo luogo perché, delle tre grandi corse a tappe, quella spagnola è quella nata dopo le altre (il Tour è passato dalla 92a edizione in 102 anni, il Giro dalla 89a, la Vuelta tocca ora quota 60) e quindi la prima spiegazione è di carattere puramente linguistico.

In secondo luogo, lasciando da parte gli aspetti economici che non conosco (o che comunque non conosco a tal punto da considerarli per un articolo), i palmares della Vuelta poco hanno a che fare con quelli degli altri due GT: JanJanssen ti parlava di Coppi e Bartali, e già questo vuol dire molto. Anche da questo punto di vista c'è la penalizzazione per essere nata dopo.
Poi la Vuelta è nata, mi pare, come corsa minore (non so neanche se durasse tre settimane, in realtà) e si correva in aprile, finiva poco prima dell'inizio del Giro d'Italia e molti corridori italiani (e non) andavano ad affinare la gamba in vista della corsa rosa.
Un po' come succede ora, con lo spostamento ad agosto/settembre, per gli uomini "da Mondiale" (spostato da dopo-Tour a dopo-Vuelta, e scusate se è poco).

Perché lo spostamento di entrambe?
Beh, per la Vuelta è facilmente intuibile: la Sanremo che dà avvio alle classiche di primavera, a maggio il Giro, a giugno i campionati nazionali, a luglio il Tour, ad agosto le classiche d'estate, a settembre la Vuelta, ad ottobre le classiche di fine stagione, col Lombardia a chiudere. Quindi settembre era l'unico mese dove poter inserire "un'altra" corsa di tre settimane.
Per il Mondiale la scelta è - sempre stata - più discutibile, perché è innegabile che molti campioni scegliessero il Tour come vetrina ed il Mondiale come conseguente sfogo della grande condizione che la corsa francese - magari - gli lasciava in dote. Invece forse proprio per favorire la "sorella minore" e farla crescere, si è puntato alla partecipazione in Spagna di chi ambisce al Mondiale. Fatto sta che il livello dei vincitori della Vuelta è (forse) migliorato, ma in compenso è forse diminuito quello dei Campioni del Mondo.

E poi, una volta il Lombardia era "il mondiale d'autunno"... ora è rimasta "solo" la classica "delle foglie secche"...

CIAO!

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 30/08/2005 alle 09:21
...Sarà anche solo la "classica delle foglie secche", ma negli ultimi 2-3 anni è stata sicuramente più avvincente del Mondiale stesso.
Speriamo che li rianticipino...i mondiali ovviamentente!!!
Allarme O.T....passo e chiudo!
Ciaooo

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 333
Registrato: Dec 2004

  postato il 30/08/2005 alle 23:11
Ritengo che il lombardia, senza nulla togliere alla sua storia, si sia giovato dello spostatamento a ottobre dei mondiali, divenedo la controprova dei campioni mondiali!

 

____________________
antonio

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 31/08/2005 alle 01:21
Originariamente inviato da Monsieur 40%

E poi, una volta il Lombardia era "il mondiale d'autunno"... ora è rimasta "solo" la classica "delle foglie secche"...


Ovviamente il solo "virgolettato" era sarcastico...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Octave Lapize




Posts: 479
Registrato: Jun 2005

  postato il 07/09/2005 alle 09:42
Forse ne avete già parlato in qualche thread precedente ma colgo lo spunto dell'articolo di marco grassi per confermare l'impressione, avuta come spettatore televisivo, di una vuelta con scarsa partecipazione popolare; nulla a che vedere con il giro d'Italia.
Pianure deserte, salite facili con scarso pubblico questo è quello che si vede nell'oretta scarsa che tve (sul satellite) dedica alla vuelta.
E' un segnale preoccupate se una nazione con tali tradizioni, snobba la sua gara ciclistica maggiore. Speriamo non sia il segno di una disaffezione verso il ciclismo. Mettiamoci poi tutte le polemiche sul caso Armstrong e la frittata è fatta!!
Saluti
gall

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 07/09/2005 alle 10:33
Originariamente inviato da majurana

Ritengo che il lombardia, senza nulla togliere alla sua storia, si sia giovato dello spostatamento a ottobre dei mondiali, divenedo la controprova dei campioni mondiali!


Io sono favorevole alla collocazione fine settembre/inizio ottobre
dei mondiali, sia per il motivo indicato da majurana qui sopra, sia
perchè in precedenza l'interesse della stagione agonistica scemava vistosamente da fine agosto.
E' chiaro che correre il mondiale nel periodo attuale può comportare qualche problema in + legato ad una possibile giornata di maltempo, che in quel periodo e, soprattutto, a certe latitudini, può essere anche una variabile consistente nel determinare il risultato finale.
Questo non toglie, però, che il principio di "allungare" la stagione e la promozione dedicata al circuito Pro-tour vada, credo, nella direzione giusta.
Originariamente inviato da galliano

colgo lo spunto dell'articolo di marco grassi per confermare l'impressione, avuta come spettatore televisivo, di una vuelta con scarsa partecipazione popolare; nulla a che vedere con il giro d'Italia.
Pianure deserte, salite facili con scarso pubblico questo è quello che si vede nell'oretta scarsa che tve (sul satellite) dedica alla vuelta.


Sulla vuelta, che io non ho mai considerato come percorso inferiore al giro ne TANTOMENO al tour(anzi, sotto un certo aspetto, addirittura superiore...), devo rilevare che anche io sono rimasto colpito dalla scarsa presenza di pubblico, almeno all'arrivo di ieri e dalla mancanza, fino ad ora, di salite selettive con pendenze che possano fare la differenza.
La controprova di questo è che, la maggior parte dei ciclisti che giungono staccati dai primi, non accusano poi distacchi "esagerati"!!!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 07/09/2005 alle 10:44
La scarsa presenza del pubblico alla Vuelta è per me una cosa molto strana in un paese così affezionato la cicilismo. Basta vedere il pubblico debordante al Deutchland Tour nonostante il pessimo clima.
Provo a fornire una ( delle molte) possibili ragioni: ero in Spagna prima della Vuelta è ho notato con stupore la pochissima pubblicità che la TVE faceva all'evento, gli anni passati infatti iniziavano dai primi di agosto a parlarne e questo sicuramnte non ha aiutato l'affluenza del pubblico poco appassionato o informato. La ragione di questo scarso interesse è probabilmente dovuro al fatto che Antenna 3, il terzo canale spagnolo ha comprato la Vuelta e la dovrebbe trasmettere dall'anno prossimo. La TVE probabilmente non voleva dare troppa importanza ad una evento che il prossimo anno non trasmetterà più.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Octave Lapize




Posts: 479
Registrato: Jun 2005

  postato il 07/09/2005 alle 10:53
Originariamente inviato da Ottavio
La ragione di questo scarso interesse è probabilmente dovuro al fatto che Antenna 3, il terzo canale spagnolo ha comprato la Vuelta e la dovrebbe trasmettere dall'anno prossimo. La TVE probabilmente non voleva dare troppa importanza ad una evento che il prossimo anno non trasmetterà più.


Questo vuol dire che l'anno possiamo scordarci la vuelta sul satellite! a meno che la rai (o chi per lei) non la rimetta in palinsesto.
In ogni caso devo dire che tra gli spagnoli che ho conosciuto solo i baschi mi sembrano veramente interessati al ciclismo. Spero di sbagliarmi e che il campione non sia granchè rappresentativo
gall

ps: sapete qual'era la cifra richiesta per i diritti tv della vuelta (diritti per l'estero, ovviamente)?

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Moreno Argentin




Posts: 372
Registrato: Oct 2004

  postato il 07/09/2005 alle 10:56
Vero il rapporto TVE - Antenna3.
Ma gli spagnoli sono sopratutto esigenti ed un percorso ridicolo come quello della Vuelta attuale perlopiù corsa da pochissimi primattori (peraltro carneadi al Tour 2005) li ha tenuti lontani dalle strade. Comunque questo fatto sottolinea un altra grande differenza tra giro e vuelta:
il giro è tradizione e festa popolare a prescindere da Tv e protagonisti.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 07/09/2005 alle 10:59
Originariamente inviato da galliano

Questo vuol dire che l'anno possiamo scordarci la vuelta sul satellite!


a meno che, in un anno, antenna 3 non vada sul satellite pure lei....!!!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 07/09/2005 alle 11:00
Galliano ti assicuro che nella Comunidad Valenciana, Baleari e Murcia c'è molto interesse per il ciclismo, basta pensare che le prime due "regioni" sono gli sponsor di altrettante squadre e che la Kelme, industria della zona, per anni ha supportato il ciclismo.
Capita di attraversare dei paesini nell'interno della provincia di Alicante o Valencia e trovare dei piccoli negozzi di bici che tengono Colnago, Pinarello, orbea ecc.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Octave Lapize




Posts: 479
Registrato: Jun 2005

  postato il 07/09/2005 alle 11:13
Originariamente inviato da Ottavio

Galliano ti assicuro che nella Comunidad Valenciana, Baleari e Murcia c'è molto interesse per il ciclismo, basta pensare che le prime due "regioni" sono gli sponsor di altrettante squadre e che la Kelme, industria della zona, per anni ha supportato il ciclismo.
Capita di attraversare dei paesini nell'interno della provincia di Alicante o Valencia e trovare dei piccoli negozzi di bici che tengono Colnago, Pinarello, orbea ecc.


Caspita le mie conoscenze appartenevano sopratutto alla comunità Valenciana, quella di Casero, se non erro. Meglio così allora. Si vede che sono stato sfortunato da questo punto di vista
gall

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Marzo 2009
Utente del mese Giugno 2010




Posts: 4706
Registrato: Apr 2005

  postato il 07/09/2005 alle 11:21
sarà anche la sorella minore ma è quella che più di tutte voglio vincere a pro cycling manager

 

____________________
"Qui devi spingere con le tue gambe vecio" Davide Cassani a Gilberto Simoni alla ricognizione di Plan De Corones

"Signori non c'è ne sono più" Gilberto Simoni ad Aprica 2006

Il mio nome è Roberto che fa rima (guarda un pò che caso) con Gilberto

30 maggio 2007 ultima vittoria al giro sullo Zoncolan. 30 Maggio 2010 la fine di un lungo sogno duranto 15 anni fatto di tante gioie e tante delusioni, grazie di tutto Gibo!



 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 07/09/2005 alle 12:05
Dal punto di vista dell’importanza, dove per importanza si intende il bagaglio di valori sportivi e tradizioni storiche, tra Tour e Giro c’è un certo scarto (decisamente inferiore a quello che pensano i tifosi di calcio che in estate si improvvisano suiveurs del gran boccolo), ma tra Giro e Vuelta c’è grossomodo un abisso.
Ma se il perno della discussione diventa il "livello tecnico", il gioco cambia.
Il livello tecnico del Giro, per fare un esempio, quest’anno è stato nettamente superiore a quello del Tour, corsa peraltro assai legata e condizionata dalla reiterata presenza mefitica del Mangiafoco col teatro de li buratti suoi.
Ma, a meno che si voglia soppesare e indagare al microscopio ogni annata, direi che sommariamente, ma soprattutto mediamente, il livello tecnico del Giro è leggermente inferiore a quello del Tour, e il livello tecnico della Vuelta è leggermente inferiore a quello del Giro.
In sostanza, tuttora, vincere la Vuelta è ancora più qualificante che arrivare secondi al Tour de France.
Non bisogna dimenticare che il movimento spagnolo è per "valore" il secondo al mondo (ma nelle corse a tappe direi tranquillamente che sono alla pari con gli Italiani, forse anche qualcosa di più), quindi stiamo parlando di una corsa a tappe svolta nel cuore vivo del ciclismo.
Non fatevi dunque ingannare dalle circostanze di questo 2005, dove la corsa spagnola sembra essere quella che peggio ha metabolizzato la rivoluzione del Pro-Tour (sembra italianizzata, da quanto si legge nel diario del mitico Simone cada il muro Cadamuro, laddove il Giro si è invece infranciosato).
Chi vincerà la Vuelta sarà un corridore davanti al quale ci si toglierà il cappello, anche se le strade iberiche quest’anno non sono affollate come quelle del Ciro di Cermania, vinto da una meteora di stagione come Levi Leipheimer (a proposito, che odorino il Levi).

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 07/09/2005 alle 12:06
Galliano, in effetti Casero è di Valencia.
Molti dei paesi della costa della Comunidad valenciana hanno squadre ciclistiche amatoriale o giovanili e questo agosto, anche perché la zona è frequentatissima dai turisti, ho incrociato le ruote con moltissimi amatori (che inevitabilmente mi staccavano in salita....)

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3235
Registrato: Sep 2005

  postato il 07/09/2005 alle 12:28
io spero tanto che gli organizzatori del Giro si mettano in testa di effettuare una programmazzione a largo raggio di tipo decennale a livello di sponsorizzazioni come hanno fatto al tour a cavallo degli anni 80 e 90 e infatti vediamo i frutti in questi anni che a livello di immagine il tour e salito vertiginosamente se ricordiamo bene in quegli anni gli italiani erano poco propensi ad andare al tour perche ll giro era considerato quasi alla pari dopo questi grandi investimenti fatti dalla societè du tour de France chiamando grandi sponsor internazionali nel giro di pochi anni si e notata la grande differenza ecco io penso che al giro dovrebbero fare questo : cercare di portare grandi sponsor anche extra europei in modo da rendere visibile il giro fuori europa
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Octave Lapize




Posts: 479
Registrato: Jun 2005

  postato il 07/09/2005 alle 12:29
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia
Ma, a meno che si voglia soppesare e indagare al microscopio ogni annata, direi che sommariamente, ma soprattutto mediamente, il livello tecnico del Giro è leggermente inferiore a quello del Tour, e il livello tecnico della Vuelta è leggermente inferiore a quello del Giro.
In sostanza, tuttora, vincere la Vuelta è ancora più qualificante che arrivare secondi al Tour de France.


Non appertengo al partito di quelli che sostengono che I.Basso avrebbe vinto il giro a mani basse (appunto), ma faccio fatica, con tutta la buona volontà a considerarlo inferiore a colui che sarà vincitore della vuelta 2005. Altri Tour hanno avuto un podio sicuramente meno qualificante ma non quello di quest'anno; certo le gare bisogna vincerle nella realtà e non nella fantasia, però il livello di partecipazione mi sembra un po' basso unito ad un percorso finora non esaltante anche se non così disastrato. Certo mi stupisce un po' questo flop degli organizzatori visto che ho una certa considerazione per le capacità degli iberici.
saluti
gall

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Sean Kelly




Posts: 601
Registrato: Oct 2004

  postato il 07/09/2005 alle 15:01
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

In sostanza, tuttora, vincere la Vuelta è ancora più qualificante che arrivare secondi al Tour de France.


Come ben sai, caro Aranciata, io penso che su questo non ci piova!

E allora non sarebbe il caso che qualche nostro portacolori decidesse
di preparare adeguatamente la corsa spagnola!!
Magari sperando che nel prossimo anno il disegno delle tappe sia + in linea con la tradizione e ci regali magari l'Angrilu o qualcosa di equivalente?!?!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1795
Registrato: Sep 2005

  postato il 07/09/2005 alle 15:29
Secondo me molti italiani parlano male della vuelta (che, soprattutto come tradizone, non ha ancora raggiunto il giro) perchè temono che possa superarlo e diventare la corsa più importante dopo il tour (che per ora è inarrivabile).

Es: Quando Santi Perez, corridore sconosciuto, (poi si è scoperto che era dopato ma col mio discorso non c'entra) arriva 2° alla vuelta, tutti dicono che la vuelta non conta niente perchè degli sfigati qualsiasi salgono sul podio. Quando Rujano, corridore altrettanto sconosciuto, arriva 3° al giro tutti dicono che il giro è imporante perchè scopre nuovi talenti

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 07/09/2005 alle 17:23
Ciao Galliano, purtroppo quando dai discorsi astratti si scende nell’empirismo concreto ci possono essere dei contrasti difficili da digerire.
Mettiamola così: vincere la Vuelta per me è decisamente meglio che arrivare secondo al Tour, ma questo non significa implicitamente che la stagione del vincitore della Vuelta sarà superiore a quella di Ivan Basso, non trovi? Basso ha pure in carniere due tappe al Giro e la stagione non è ancora finita.
Ciao!

Carissimo Marc, io sono d’accordo con te, spero che le squadre Pro-Tour italiane imparino a programmare la stagione tenendo conto anche della Vuelta, magari proprio grazie ad una auspicata internazionalizzazione degli sponsor.
Certo, se l’UCI togliesse dai marroni qualche breve corsa a tappe sarebbe meglio, io lascerei solo Romandia, Delfinato, Svizzera e Germania.
Ciao

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Octave Lapize




Posts: 479
Registrato: Jun 2005

  postato il 07/09/2005 alle 17:33
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Certo, se l’UCI togliesse dai marroni qualche breve corsa a tappe sarebbe meglio, io lascerei solo Romandia, Delfinato, Svizzera e Germania.
Ciao

Già sarebbe proprio ora di levare dai piedi la miriade di micro gare che riempiono inutilmente il calendario ed il palmares di corridori appena appena presentabili tra i professionisti. Meno gare significa ovviamente partecipazione + qualificata. lasciamo pure qualche gara tra parigi-nizza, tirreno e giro dei paesi baschi, va là che è meglio.
e già che ci siamo anche qualche squadra in meno.
saluti gall

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Claudio Chiappucci




Posts: 324
Registrato: Jul 2005

  postato il 07/09/2005 alle 17:40
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Certo, se l’UCI togliesse dai marroni qualche breve corsa a tappe sarebbe meglio, io lascerei solo Romandia, Delfinato, Svizzera e Germania.
Ciao


sì, il calendario va sfoltito... però ora non esageriamo, perché ci sono corse a tappe spagnole che sono valide e hanno una certa tradizione da non sottovalutare. e poi: tirreno adriatico e parigi nizza, vuoi abolire pure quelle?
per il resto sono d'accordo con te quando dici che vincere la vuelta è più importante di un secondo posto al tour. io sono all'antica... guardo gli albi d'oro... e penso ancora che un vincitore di tour o di giro o di vuelta non può non tentare di vincere anche almeno un altro degli altri due grandi giri. troppo facile andare là, rimediare un quarto d'ora in un arrivo in montagna per poi puntare a una vittoria di tappa. un ragionamento del genere lo può fare un caucchioli, non un simoni.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 07/09/2005 alle 18:17
Ciao Galliano, sinceramente penso che con l’avvento del Pro-Tour stiano già soffocando le micro gare cui tu fai riferimento, e gli stessi corridori delle Professionali Continentali lamentano l’assenza di un calendario omogeneo e ben distribuito nell’arco della stagione.
Penso invece che bisognerebbe sfoltire il calendario Pro-Tour, per dare modo alle squadre di partecipare anche alle competizioni minori, tenendole in vita.
Queste competizioni minori sono una delle ricchezze del ciclismo italiano.
Paris Nice, Tirreno e País Vasco non hanno bisogno del Pro-Tour, sono da tempo la sede naturale per preparare prima la Sanremo e poi le Ardenne, circostanza che garantisce loro una partecipazione adeguata senza dover assillare nessuno con vincoli d’obbligo alla partecipazione.

Ciao Effebi, sono d’accordo che Simoni, corridore di grandissime potenzialità, avrebbe dovuto sbattersi un pochino di più, credo che soprattutto nella Vuelta avrebbe dovuto mostrare maggiore impegno nel corso degli anni.
Ciao!

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 3235
Registrato: Sep 2005

  postato il 07/09/2005 alle 18:37
io resto del parere che la vuelta E e resterà sorella minore, gia da quando è nata è sempre stata snobbata dai grandi campioni che vi hanno fatto solo qualche apparizione d'altronde l'accoppiata e sempre Giro e Tour e per dimostrarlo basta guardare Ullrich in pochi si ricordano che ha vinto una Vuelta ma tutti si ricordano la miriade di piazzamenti ottenuti al tour, la vuelta è una corsa per buoni corridori ma non per campioni anche lo stesso Indurain snobbava la vuelta per il giro e il tour, e lo spostamento da aprile a settembre per giovare chi va ai mondiali non mi pare sia servito a nulla
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
<<  1    2  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.1275401