Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > OT i disastri dell’atletica leggera…
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
Autore: Oggetto: OT i disastri dell’atletica leggera…

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 12/08/2005 alle 10:44
Mai come quest’anno si sono registrate così tante malefatte in tutte le discipline, finali non raggiunte podi lontanissimi, il futuro mi sembra alquanto nero per l’atletica…
Baciozzi che ho conosciuto qualche anno fa su sfide ed è stato preso per fenomeno (come sicuro erede di Michael Johnson, certo su sfide eccedono e parecchio, non bastava un paragone con Mennea) si sta avviando lentamente (un po’ troppo lentamente a mio avviso) a competere coi migliori.
La Lavorato sono anni che si parla di lei, ma quest’anno non è arrivata in semifinale ed è scappata senza partecipare alla staffetta… mah, potrà arrivare mai in finale? E poi se non ottiene risultati con tutte queste defezioni quando li deve ottenere?
Poi oltre alla gia citata Lavorato, ci sono atleti, come Martinez e Camossi che con il passare degli anni invece di migliorare peggiorano e di parecchio, Camossi ricordo che qualche anno fa era tra i migliori al mondo… Dall’Oglio (l’altra triplista si chiamava così?) qualcuno sa cos’ha fatto? Dalla May non era lecito attendersi granchè, oltretutto a mio avviso non è stata mai atleta da grandi misure, per carità costante, ma il suo limite è di 7 mt. o giù di lì…
Da Gibilisco non ci si può attendere sempre il miracolo già lo ha fatto ad Atene…
Cmq i tempi di Mori, Panetta , Bordin, ecc. sono parecchio lontani

 

____________________
Il procuratore aggiunto di Catania Renato Papa: Nel 2003 è stato abrogato un comma della legge che permetteva l'arresto dei diffidati recidivi, e di chi non si presentava alla firma. E questo è stato un grave gesto di debolezza.
Uno nessuno centomila! Un libro di Pirandello? No! I castelli di Kessler secondo Bulba...
All'ombra del cavaliere oscuro (la biografia di G. Fini)
La regola del fallo di mani nel calcio? Superata, oramai si gioca con 11 portieri come la lotteria istantanea - ponzi ponzi po po po
Baci riddler/Massimo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1635
Registrato: Apr 2005

  postato il 12/08/2005 alle 10:57
L'ex promessa della velocità è la LEVORATO e la triplista la LA Mantia.
Cambia poco.
Siamo a terra , ma è un bel pò che succede. Santa marcia e santa maratona hanno coperto buchi notevoli . I maligni potranno dire che quando frequentavamo certe università....eccetera eccetera eccetera.

 

____________________
pedala che fa bene.....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 12/08/2005 alle 11:59
Su Fiona May: non è più stata ai suoi livelli da quando ha avuto la gravidanza. Rivolgo a Jan una domanda: è possibile, dal punto di vista di un medico, che sia stata la gravidanza a lasciare segni nel fisico dell'atleta oppure è più una questione di testa o di età?

 

____________________
"Un uomo solo è al comando; la sua maglia è bianco-celeste; il suo nome è Fausto Coppi", Mario Ferretti, Radiocronista Rai

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 12/08/2005 alle 12:04
Purtroppo questi deludentissimi (per noi italiani) Mondiali di Helsinki sono, a mio parere, in gran parte la conseguenza di un movimento che sta vivendo una fase agonizzante, da ormai troppi anni: esclusi i sopracitati Besozzi e La Mantia (nonchè Peppino Gibilisco), in pista e in pedana abbiamo sempre gli stessi atleti da troppo tempo, venendo meno il ricambio generazionale necessario a proseguire la tradizione che per parecchi anni ci ha visto pure protagonisti, seppur non al livello di Usa, Urss/Russia e Africa.

Nelle ultime kermesse mondiali/olimpiche/europee, senza gli acuti di Baldini, Brugnetti, Martinez e Gibilisco, la crisi dell'atletica sarebbe venuta a galla molto prima... e ciò, per un appassionato di sport, è davvero triste (sentimento misto a rabbia )...

PS: al di là di tutto, questi mondiali in quel della Finlandia sono stati abbastanza disastrosi anche in generale... tempo pessimo, organizzazione di dubbia qualità e professionalità (si vedano le batterie di qualificazione del salto con l'asta, chiedere a Gibilisco), defezioni importanti che di fatto hanno abbassato il livello qualitativo delle gare (Powell, la Pittman, El Guerrouj, la Lebedeva, Olsson e altri che sicuramente dimentico).

Insomma, mondiali che non passeranno alla storia...

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1635
Registrato: Apr 2005

  postato il 12/08/2005 alle 12:35
che sia stata la gravidanza a lasciare segni nel fisico dell'atleta oppure è più una questione di testa o di età?

Buona la seconda.
La storia di Fanny Blankes-Koen, postata dal divino Morris, ti ice che per una donna, la maternità non è sinonimo di tramonto fisico. Ecco..la testa e l'età possono cambiare. Oggi per raggiungere certi risultati occorre concentrazione primaria sugli allenamenti eccetera. Molte atlete arrivano ad avere figli tardi, per sfruttare al massimo il loro talento, e ricominciare...è durissima.

 

____________________
pedala che fa bene.....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 12/08/2005 alle 17:29
Ma Camossi e Levorato (io chiamo Lavorato perchè dovrebbe lavorare) erano forse + di una promessa...

 

____________________
Il procuratore aggiunto di Catania Renato Papa: Nel 2003 è stato abrogato un comma della legge che permetteva l'arresto dei diffidati recidivi, e di chi non si presentava alla firma. E questo è stato un grave gesto di debolezza.
Uno nessuno centomila! Un libro di Pirandello? No! I castelli di Kessler secondo Bulba...
All'ombra del cavaliere oscuro (la biografia di G. Fini)
La regola del fallo di mani nel calcio? Superata, oramai si gioca con 11 portieri come la lotteria istantanea - ponzi ponzi po po po
Baci riddler/Massimo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 4217
Registrato: Oct 2003

  postato il 12/08/2005 alle 18:24
Originariamente inviato da riddler

Ma Camossi e Levorato (io chiamo Lavorato perchè dovrebbe lavorare) erano forse + di una promessa...


Camossi e la Levorato erano pronosticabili al massimo per la finale, in posizioni di rincalzo, tra l'altro. Non sono loro delle delusioni cocenti. E' il resto della squadra che ha ciccato, non già per il non arrivo di medaglie, ma per le troppe finali mancate.

Come sempre però, ci salva la marcia e la prestazione di Alex Schwazer, ha dell'incredibile. Il ragazzino altoatesino, solo 20 anni, ha colto il bronzo nella gara più massacrante, nonchè quella che più si addice a marciatori maturi. Lui, invece, è un neofita o quasi, della disciplina. Nel suo passato ci sono sci alpino, hockey su ghiaccio, mountain bike e ciclismo, con intermezzi in atletica, ma come mezzofondista.
Passato alla marcia, ha saputo vincere, da subito, il titolo tricolore nella 50, con un tempo di tutto rispetto: 3h56'58". Oggi, alla sua prima vera gara di peso, ha marciato in bello stile in 3h41'54", nuovo record italiano. Una performance che migliora di due minuti e un secondo quella di Giovanni Perricelli, che era un gran marciatore. Soprattutto, Alex ha stupito per la sua consapevolezza tattica e per non essersi fatto coinvolgere da quei miraggi agonistici, che sono stati un cimitero per molti grandi marciatori nella 50 km.
Mi ha entusiasmato, è un sicuro campione, ma come tutti i poeti della sofferenza, dove testa e piedi ti sembrano lamette, finirà per avere un po' di luce solo in determinate occasioni. Un peccato, perchè questo ragazzino merita onori, attenzioni e sostegni. Immenso!

 

____________________
"Non discutere con gli stupidi, perchè scenderesti al loro livello e ti batterebbero per la loro esperienza".

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 12/08/2005 alle 18:32
Noooooooooooooooooo, che ingiusto lo sport: Arron ha perso ancora una medaglia d'oro possibilissima nei 200 m donne!

 

____________________
"Un uomo solo è al comando; la sua maglia è bianco-celeste; il suo nome è Fausto Coppi", Mario Ferretti, Radiocronista Rai

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Non registrato



  postato il 12/08/2005 alle 18:34
Caro Morris...sulla Lavorato è difficile dare un giudizio, ma forse tu (immagino io è!) conosci qualcuno che le è più vicino negli allenamenti.
Abitando ad un km dal su paese natale frequento più o meno gli stessi posti e dall'anno scorso l'ho rivista un paio di volte, ma mi sembra molto cambiata da quando si è trasferita.
Mi vien quasi da pensare che i raduni che fanno e gli allenamenti in cittadelle dell'atletica diano meno risultati che allenarsi con il proprio preparatore nella propria zona, o sbaglio?

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Luglio 2009




Posts: 4217
Registrato: Oct 2003

  postato il 12/08/2005 alle 19:17
Manuela è una gran bella atleta, con delle qualità notevoli, fra le bianche una delle migliori. Non è una scattista, ma una dalla grande progressione, un formato sul tipo di quella Christine Arron, proprio colei che s'è giocata l'ennesimo oro poco fa. Chi crede di poter giocare con facilità su simili fisici rischia grosso. Non è mai auspicabile portare via dal proprio ceppo (allenatore, ambiente ecc.) simili talenti così macchinosi. In più, su Manuela si sono levati troppi fulgori extrasportivi, non già per sua volontà, ma a causa di chi ha inteso spenderla per ricavare immagine e conseguenti quattrini. I cambi di allenamento, la ricerca spasmodica di aumentare l'esplosività allo sparo dello start, hanno poi prodotto catene di infortuni che hanno aumentato a dismisura il raggio della sfortuna. Non la davo finalista e non mi sono sbagliato. A 28 anni è un'atleta da ricostruire, ma io non la proietterei sui 100, ma solo sui 200 o, addirittura, sui 400. Sono sicuro che sul giro di pista, con una preparazione mentale adeguata, potrà togliersi delle belle soddisfazioni. Sicuramente molto, ma molto migliori di quelle che le potrebbero venire dai 100.
La ragazza è in confusione, e c'è il rischio che i suoi comportamenti alla Cassano (come ha detto il DT Bongiorni), siano dovuti proprio a questi ultimi tre anni così contraddittori, non solo per colpa sua. Poche ore fa, è fuggita da Casa Italia, avvisando le compagne della staffetta con un sms.
Ripeto, è da ricostruire, e per farlo al meglio ha di nuovo bisogno del suo clima e dell'ambiente che la vide formarsi stellina. Una bella scommessa per il suo allenatore d'un tempo.
Bravo Web, non sarai stato un grande ciclista, ma hai occhio per fare il dirigente.

 

____________________
"Non discutere con gli stupidi, perchè scenderesti al loro livello e ti batterebbero per la loro esperienza".

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1635
Registrato: Apr 2005

  postato il 12/08/2005 alle 19:27
Alex Swazer...oggi è nato un campione.
Non nella robotizzata 20 km di marcia, ma nella 50 km, dove la fatica fa emergere solo i campioni veri. Alto, dinoccolato, sfacciato, modesto....mi ha veramente entusiasmato.E' come la 50 km di fofondo a tecnica classica...LA medaglia che raggiungevano solo i grandissimi.
ciao.

 

____________________
pedala che fa bene.....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 240
Registrato: Jun 2005

  postato il 13/08/2005 alle 13:39
Ho letto da Morris che Alex Schwazer tra i tanti sport che ha praticato ha fatto anche ciclismo e mtb. Infatti nel 2003 ha corso come primo anno della categoria Under23 nell'Unidelta di Bruno Leali, compagno di Iannetti e Corioni, ma poi ha smesso subito per un incidente. Su dai esaltiamoci un pochino: qualche piccolo merito ce l'ha anche il nostro fantastico sport nella conquista di questa medaglia dell'atletica...
Saluti

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1771
Registrato: Jan 2005

  postato il 13/08/2005 alle 15:44
complimenti all'altoatesino schwazer peccato oggi baldini sia stato fisicamente out...
cmq rassegniamoci negli sport che non siano calcio ciclismo e qualcuno di squadra andremo purtroppo sempre peggio come nazionale vista la politica dello sport in italia coni senza soldi per lo sport di base,scuola assente e finanziamenti dirottati,spalmadebiti etc.
finchè al coni si continuerà a vivacchiare e a seguire i giochi politici la situazione per lo sport non seguito da grosso giro di quattrini la vedo dura

 

____________________
http://www.controcopertina.it

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 13/08/2005 alle 20:05
Disastro completo. Si salva solo il pivello Schwazer. Howe va allenato meglio. Se non lo rovinano, Schwazer è il futuro.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 13/08/2005 alle 20:34
Aspetta Morris di Camossi e Lavorato non parlo adesso di promessa, cioè del mondiale in corso, ma della carriera!

 

____________________
Il procuratore aggiunto di Catania Renato Papa: Nel 2003 è stato abrogato un comma della legge che permetteva l'arresto dei diffidati recidivi, e di chi non si presentava alla firma. E questo è stato un grave gesto di debolezza.
Uno nessuno centomila! Un libro di Pirandello? No! I castelli di Kessler secondo Bulba...
All'ombra del cavaliere oscuro (la biografia di G. Fini)
La regola del fallo di mani nel calcio? Superata, oramai si gioca con 11 portieri come la lotteria istantanea - ponzi ponzi po po po
Baci riddler/Massimo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3150
Registrato: Jun 2005

  postato il 13/08/2005 alle 21:20
con il tempo che hanno avuto, mi sembra ingeneroso definire "disastrosa" l'organizzazione di questi mondiali...
a parte queste vorrei fare una considerazione + generale sulle prestazioni degli italiani in atletica leggera.
è vero che siamo ormai da "terzo mondo) in quello sport, ma è anche vero che l'atletica è uno sport (forse l'unico) veramente universale (196 paesi presenti). di conseguenza primeggiare è difficilissimo, a differenza di altri sport (anche il nostro amato ciclismo), dove interi continenti sono di fatto tagliati fuori dalla possibilità di competere ad alto livello.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1635
Registrato: Apr 2005

  postato il 13/08/2005 alle 21:27
Riddler...L E V O R A T O .

 

____________________
pedala che fa bene.....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: Jun 2005

  postato il 14/08/2005 alle 12:25
Mondiali comunque stupendi, gli Italiani non sono stati protagonisti, ma ho assistito a delle gare fantastiche e mi sono davvero divertito. Del resto, il livello dell'atletica Italiana lo conosciamo, abbiamo due grandi individualità come Baldini e Gibilisco, ma se toppano loro come è successo quest'anno...c'è il vuoto. La Levorato è da spostare sicuramante sui 400 perchè non è assolutamente una scattista, ma è in grado di lanciarsi bene sulla distanza.
 
Edit Post Reply With Quote
Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.8322060