Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Pozzato uomo da classiche
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
Autore: Oggetto: Pozzato uomo da classiche

Livello Tour




Posts: 197
Registrato: Oct 2004

  postato il 11/08/2005 alle 18:36

Le due grandi vittorie di Filippo Pozzato in una classica internazionale come Amburgo ed in una delle gare di più forte tradizione come il Lazio dimostrano, ulteriormente, come il corridore della Quik Step sia, ancora, un talento inespresso, dal forte potenziale e che, guardando oltre, potrebbe addirittura, per le gare di un giorno, eguagliare se non superare le indimenticabili gesta di Personaggi come MIchele Bartoli, Moreno Argentin e Gianni Bugno. Acume tattico, elevata personalità, potenza-velocità e una certa esplosività sul passo sono caratteristiche peculiari di un ragazzo che, sicuramente da qui fino al termine della stagione, potrà dire la sua in corse come il Lombardia e Zurigo, dando così un timbro davvero prestiguioso alla stagione in corso. Sicuramente gli utenti di cicloweb saranno d'accordo con il sottoscritto sul fatto che, al di là di Bettini, Di Luca e Rebellin( massima espresione attuale del prototipo di corridore "da classiche)", Pippo potrà, sin dalla prossima stagione, vincente in tutte le classiche internazionali, tranne forse San Sebastian: Roubaix, Sanremo e Fiandre in primis. La mia è quasi una proposta di sondaggio: potrà Pozzato, nelle gare di un giorno, diventare più forte dei vari Bugno, Fondriest, Museuuw, Bartoli?

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 11/08/2005 alle 19:41
Secondo me la Liegi-Bastogne-Liegi, San Sebastian ed il Lombardia stile 2004 sono troppo duri per Filippo Pozzato, che invece vedo molto bene soprattutto nel trittico Fiandre-Gand-Roubaix e nella Amstel Gold Race. A mio avviso (considerando la Sanremo ancora più adatta ai passisti più veloci di Pippo come Petacchi, Freire, Boonen) queste quattro, comprese Amburgo e Zurigo, le classiche cui Pippo, complice anche la cessione di Paolini alla Liquigas, dovrà farsi trovare pronto!!

Ah, benvenuto Casagrande!!

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Moreno Argentin




Posts: 378
Registrato: Aug 2005

  postato il 11/08/2005 alle 22:08
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Secondo me la Liegi-Bastogne-Liegi, San Sebastian ed il Lombardia stile 2004 sono troppo duri per Filippo Pozzato, che invece vedo molto bene soprattutto nel trittico Fiandre-Gand-Roubaix e nella Amstel Gold Race. A mio avviso (considerando la Sanremo ancora più adatta ai passisti più veloci di Pippo come Petacchi, Freire, Boonen) queste quattro, comprese Amburgo e Zurigo, le classiche cui Pippo, complice anche la cessione di Paolini alla Liquigas, dovrà farsi trovare pronto!!

Ah, benvenuto Casagrande!!



D'accordissimo tranne che sull'Amstel, che con quel arrivo in salita è poco adatto a Pozzato ma più a corridori più forti in salita. Lo vedo molto bene a Zurigo.
Ed infine anche se centro poco Monsieur 40% come lo vede il campione italiano under 23 Adriano Angeloni vittorioso in futuro nelle classiche?

 

[Modificato il 11/08/2005 alle 22:12 by THE DOCTOR]


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 11/08/2005 alle 22:19
Pozzato brucia le tappe, e la Quick lo ha fatto maturare. Non mi stupirei vincesse la prossima Sanremo.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 11/08/2005 alle 22:21
Originariamente inviato da THE DOCTOR

Ed infine anche se centro poco Monsieur 40% come lo vede il campione italiano under 23 Adriano Angeloni vittorioso in futuro nelle classiche?


Doctor, non darmi del "lei", ti prego...

...il mio "corregionale" Angeloni ha fatto un gran campionato italiano, ma lo conoscevo 0 prima di quel sabato, e si è fatto sentire 0 dopo quel sabato.

Altri "guru" del dilettantismo come aranciata_bottecchia, Maracaibo, forzainter, nonno e chi più ne ha più ne metta potrebbero dirti di più sul suo conto. Su Angeloni, se hai visto la prova tricolore in giugno, ne sappiamo uguale!!

CIAO!

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Moreno Argentin




Posts: 378
Registrato: Aug 2005

  postato il 11/08/2005 alle 22:21
Originariamente inviato da Angian

Pozzato brucia le tappe, e la Quick lo ha fatto maturare. Non mi stupirei vincesse la prossima Sanremo.


Questo lo vedo un pò difficile perchè in salita dovrebbe fare la differenza x magari scremare il gruppo, ma non è che poi sia così tanto forte nelle ascese. Comunque negli anni che seguiranno potrebbe migliorare e riuscire a vincere la Milano-San Remo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Greg Lemond




Posts: 858
Registrato: May 2005

  postato il 11/08/2005 alle 23:36
Pippo Pozzato e Damiano Cunego, che sono coetanei, sono sempre stati considerati grandissimi talenti fin da quando erano dei ragazzini; la sua esplosione quindi non mi sorprende affatto e ne sono contenta.
Sono d' accordo con Mario e non credo possa puntare alla classiche più dure tipo Liegi, San Sebastian e Lombardia (che sono invece adattissime a Damiano) ma credo che le altre siano assolutamente alla sua portata (tranne forse il trittico del Nord dove avrebbe a che fare con un certo Boonen... mica facile!)

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 11/08/2005 alle 23:40
Gabri, anche Knaven vinse una Roubaix essendo compagno di squadra di un certo Museeuw... metti caso che tutti marcassero Boonen, sai che bello vedere quella chioma bionda che entra tutta sola nel velodromo di Roubaix!??!

 

[Modificato il 30/03/2006 alle 18:07 by Monsieur 40%]

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2432
Registrato: Jan 2005

  postato il 11/08/2005 alle 23:43
caro mario hai dimenticato colpevolmente un particolare non trascurabile: pozzato entra nel velodromo di compaigne con la sua chioma bionda, ovviamente a velocità ridottissima per non venire spettinato nelle foto, dopo la pessima figura fatta al giro del lazio, dove in alcune foto scattate dal sottoscritto si presentava con dei capelli osceni...
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Greg Lemond




Posts: 858
Registrato: May 2005

  postato il 11/08/2005 alle 23:44
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Gabri, anche Knaven vinse una Roubaix essendo compagno di squadra di un certo Museeuw... metti caso che tutti marcassero Boonen, sai che bello vedere quella chioma bionda che entra tutta sola nel velodromo di Compeigne!??!



Certo, sarebbe bellissimo, e il fatto che Boonen sia fortissimo soprattutto in quelle corse non vuol mica dire che sia imbattibile, neppure Merckx lo era. Certo sarebbe /sarà difficile, ma non impossibile di sicuro

Euge,

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 11/08/2005 alle 23:46
Originariamente inviato da EugeRambler

caro mario hai dimenticato colpevolmente un particolare non trascurabile: pozzato entra nel velodromo di compaigne con la sua chioma bionda, ovviamente a velocità ridottissima per non venire spettinato nelle foto, dopo la pessima figura fatta al giro del lazio, dove in alcune foto scattate dal sottoscritto si presentava con dei capelli osceni...


Qualcuno mi fermi... sto camminando da seduto per le risate...



P.S.: Gabri, ho citato Knaven/Museuuw perché erano compagni di squadra alla Domo Farm Frites come lo sono Pozzato/Boonen nella Quick Step-Innergetic! (anche se Knaven ha il millesimo della classe di Pozzato - ndr)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 12/08/2005 alle 12:20
Quasi quasi sottoscrivo quanto scritto da Monsieur a proposito di Pozzato.
Qualche piccolo dubbio sulla sua adattabilità al Fiandre (non che non ce la possa fare), mentre Ardenne, San Sebastian e Lombardia allo stato attuale delle cose mi sembrano corse troppo ostiche per Filippo.
Gli aprirei invece uno spiraglio per la Sanremo se ci fosse il clima mite, e lo vedo assolutamente dentro ai giochi anche per la Parigi Tours, corsa dove i velocisti arrivano sempre distrutti (complice la stagione che hanno già nelle gambe).
Gran bel corridore comunque, ma prima di paragonarlo anche solo all’ombra di Bartoli dovrebbe provare un’azione in solitaria, non con il solito folto gruppetto che poi regola allo sprint.

Angeloni? Senza dubbio un buon corridore, il Campionato italiano e il GP di Montegranaro sono vittorie validissime.
Due dubbi: pochi piazzamenti, come se programmasse un risultato particolare, atteggiamento da professionista che un po’ fa storcere il naso; in seconda battuta non mi sono ancora fatto un’idea precisa sulla Futura/Matricardi, la squadra diretta da Chioccioli, cioè non saprei dire se è un ottimo biglietto da visita oppure il contrario.
Sai com’è, sono uno di quelli che non pensano che il dilettantismo sia tutto un minestrone.
Ciao!

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 12/02/2006 alle 01:26
Originariamente inviato da cyclingteam2001 nel thread sulla Finauto - Quick Step di Scinto

anche se va bene a cronometro e nelle pendenze pozzato può considerarsi velocista??? (batte bettini in volata?)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 3308
Registrato: Aug 2005

  postato il 16/02/2006 alle 15:59
Oggi leggevo la Gazzetta dello Sport e mi sono imbattuto in un trafiletto in cui si tornava sul Trofeo Laigueglia e si analizzava nello specifico la prova di Pozzato.Vi riporto integralmente il trafiletto in modo che anche voi possiate eventualmente commentare:
"Acque agitate in casa Quick Step.Il direttore sportivo Serge Parsani non ha gradito la prestazione di Filippo Pozzato martedi' al Laigueglia."Con la condizione di Filippo-spiega il tecnico-non e' possibile sparire dalla corsa dopo 40 chilometri e con 70 corridori davanti.Mi ha fatto arrabbiare.Filippo con la testa non era presente.Ha corso da snob perche' non considera importanti certe corse.Io,invece,voglio che i miei corridori siano sempre protagonisti".
Con una squadra che punta quasi tutto su Boonen e in più c'é Bettini,potrebbe essere che Pozzato si senta chiuso."Non penso che lui si senta chiuso-prosegue Parsani-.Avra' gli spazi che si merita.A Laigueglia doveva stare vicino a Bettini.Da quella posizione avrebbe potuto anche giocarsi le carte per la vittoria.Inoltre,non dimentichiamo che Filippo è cresciuto nella Mapei,dove c'erano tanti capitani".In un primo momento si era parlato anche di conseguenze per Pozzato.Ora Parsani frena:"Filippo ha capito.Non é il caso di farne un dramma".
Pozzato sdrammatizza:"Sono partiti subito forte e ho patito.Inoltre il venerdi' ero stato un pò male.Una giornata storta capita,ma da me ci si aspetta sempre tanto.La condizione c'é e io mi sento tranquillo.La mia stagione comincia all'Het Volk(sabato 25,ndr)".
"E' vero,lui pensa all'Het Volk.Ma per conquistarsi la fiducia della squadra ci sono passaggi obbligati",chiude Parsani.L'atmosfera non è delle migliori e anche il rapporto di Pozzato con Bettini sembra incrinato".
(tratto dalla Gazzetta dello Sport di giovedi' 16 febbraio 2006)

Personalmente credo che nonostante Pozzato si sia dichiarato tranquillo per quanto riguarda la sua condizione penso che gli manchi ancora un po' qualcosina,poiche' anche al Challenge di Maiorca non si era praticamente mai visto nelle posizioni d'avanguardia a differenza di Bettini.Probabile che anche qualche acciacco fisico l'abbia limitato a Laigueglia e questo andrebbe proprio in contraddizione con quanto detto da Parsani quando dichiara che Pozzato "ha corso da snob",perche' non dimentichiamoci che Pozzato pochi anni fa questa corsa l'ha vinta e quindi non penso che non gliene importasse nulla.Al di la' quindi di qualche polemica vedremo se nelle prossime gare in cui sarà impegnato darà qualche risposta,magari già dall'Het Volk che ha indicato come obiettivo.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 9090
Registrato: Nov 2005

  postato il 16/02/2006 alle 16:19
SPEROM in una decisiva nascita di sto ragazzo dal quale si aspetta tanto perchè ci si rende conto che può avere ottime potenzialità

 

____________________
EROE DEL GAVIA

A 2 Km dalla vetta mi sono detto "Vai Marco o salti tu o salta lui...E' saltato lui.
Marco Pantani.Montecampione 1998

27/28/29 giugno 2008...son stato pure randonneur

!platonicamente innamorato di admin!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1312
Registrato: Feb 2005

  postato il 16/02/2006 alle 16:45
Può anche essere che abbia corso da snob,nel senso che non ha dato il 100%...però in una corsa come al laugueglia questo ci può stare.I( grandi obbiettivi,quelli che fanno grande un corridore e lo trasformano in un campione sono altri,e sono quelli gli obbiettivo che filippo deve centrare.

Lo sfogo di parsani mi è sembrato stupido,sono altre le corse in cui bisognerà vedere Pozzato in prima linea.

 

____________________
DAvide

"Cause tramps like us,baby we were born to run" (Bruce Springsteen)

C.S.N.P.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2258
Registrato: Feb 2005

  postato il 30/03/2006 alle 18:06
ambizioni Pozzato

Originariamente inviato da falco46 in un thread doppione

scusate raga ma super pippo dove avrà + chances nella prima settimana del nord o nella settimana delle ardenne? io nn lo ricordo mica male alla gand-wevelgem...poi è strano nn vederlo tra i favoriti nella liegi o alla feccia...(www.gazzetta.it settore ciclismo) in effetti nn è prpro uguale a bettini,però...

 

[Modificato il 30/03/2006 alle 20:47 by Monsieur 40%]

____________________
"Se hai la fortuna clamorosa di diventare un cronista di ciclismo, non puoi fare a meno di essere coinvolto, trascinato in una passione infinita, irrinunciabile, che ti segna per sempre" - Pietro Cabras

"C'è una salita? Vai su, arriva in cima, e vedrai che sarai sempre vincitore" - Giordano Cottur

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 26/02/2007 alle 16:56
Pozzato, il nuovo re delle gare di un giorno

Originariamente inviato da Casagrande

Non posso che essere completamente d'accordo con chi afferma che, sino ad ora, è grande Italia. Se il buon giorno si vede al mattino..... anche per il grande Pippo Pozzato, oggi trionfatore alla classica Haut Var( una delle più prestigiose del calendario internazionale), abbiamo trovato, definitivamente, nelle gare di un giorno, a parte il buon Bettini, l'erede dei Moser, Bartoli e Argentin. Sì, sono convinto che sarà una stagione da ricordare per un atleta che può benissimo vincere una o più tra Milano sanremo, Gand Wevelgem, Fiandre e Parigi-Roubaix. E poi.... è un piacere ammirare Pozzato in bicicletta, stile e potenza impeccabili


Originariamente inviato da panta2

Pozzato se si allena può vincere anche un Lombardia o una Liegi. Oggigiorno può vincere GP Amburgo, Milano-SanRemo, Giro Delle Fiandre, Parigi-Roubaix, Gand-Wevelgem, Parigi-Tours.


Originariamente inviato da W00DST0CK76

La stagione appena iniziata è molto importante per Pozzato, sicuramente ha i numeri per diventare il faro delle corse in linea, forse solo la Liegi e il Lombardia sono ancora troppo duri per lui ma credo sia solo questione di tempo. Ora che ha cambiato squadra e si ritrova nelle vesti di leader deve riuscire a raggiungere quella continuità che fino ad ora gli è mancata, nel corso del 2006 l'ho visto molto maturato e spero che finalmente possa fare il salto di qualità.
Certo è che la concorrenza non manca, su molti traguardi dovrà lottare con gente come Boonen, Bettini, Freire ecc.


Originariamente inviato da superandyweb

Bhe mi sembra un po esagerato dare del RE delle gare di un giorno a Pozzato già adesso.
Sicuramente è un gran corridore ed è giovane, ma oggi ha vinto contro avversari semisconosciuti. I Big stanno corendo altrove!!!


Originariamente inviato da violetta

pienamente daccordo con superandyweb...


Originariamente inviato da Lore_88

Il ragazzo mi sta abbastanza sui cosiddetti ma le sue qualità sono innegabili. Al Fiandre già quest'anno potrà lottare con i migliori. Mentre Roubaix, Liegi e Lombardia sono classiche che gli reputo piuttosto precluse, specialmente l'ultima. Può piazzarsi ma difficilmente lo vedo vincente in queste corse, anche in futuro.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3025
Registrato: Feb 2006

  postato il 26/02/2007 alle 18:34
Pozzato è indubbiamente un talento, sia per il suo valore ciclistico sia per l'innegabile capacità di stare sulle palle.
Vincendo l'haut var ha aumentato il suo palmares, dichiarando la sua nuova "residenza" mi cresce anche in antipatia.....

Dopo questa divagazione, credo che il 2007 sarà un anno decisivo per il suo futuro: iniziano a stargli strette le classiche nazionali, ma lo vedo ancora leggerino sulle classiche monumento. Inoltre vista la sua discontinuità di rendimento e la programmazione dell'obiettivo, sparendo letteralmente nelle altre corse, ci andrei piano a definirlo un campione.

Secondo me sarebbe perfetto per la Roubaix, ha fondo, potenza e spunto veloce per un eventuale arrivo in gruppetto, ma non vorrei che tutta quella polvere o addirittura (orrore!) il fango gli sfibrassero i capelli.....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 04/03/2007 alle 22:25
Bellissima intervista a Pozzato su BS di Marzo.
Condivido le sue opinioni sui problemi del ciclismo e le ragioni che lo hanno spinto ad andare alla Liquigas.
Dalle sue parole sembra maturato, speriamo bene!!

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 04/03/2007 alle 23:40
Bravo Pozzato ma anche chi l'ha intervistato.

Vicennati è "dei nostri", nel senso che ha molto chiare le problematiche del ciclismo, e mi pare che siamo sulla stessa lunghezza d'onda anche per quel che riguarda le possibile soluzioni. Con lui molto più che col suo direttore (che invece chiude male il suo interminabile editoriale).

Bravo Enzo. Abbasso l'ipocrisia del ciclismo.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3166
Registrato: Feb 2006

  postato il 05/03/2007 alle 20:51
Originariamente inviato da Carrefour de l arbre
...ci andrei piano a definirlo un campione...


Bè uno che a 25 anni ha già vinto GP Amburgo, Milano-SanRemo, Tirreno-Adriatico... Mah, proprio na' schiappa non è. Bettini, per dire, alla sua età aveva vinto una tappa del Memorial Cecchi Gori. Poi guardate che palmares ha adesso!!!

 

____________________
Rebellin... l'ultimo Gattopardo

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Indurain




Posts: 677
Registrato: Jul 2006

  postato il 05/03/2007 alle 21:20
Originariamente inviato da THE DOCTOR

Originariamente inviato da Monsieur 40%

Secondo me la Liegi-Bastogne-Liegi, San Sebastian ed il Lombardia stile 2004 sono troppo duri per Filippo Pozzato, che invece vedo molto bene soprattutto nel trittico Fiandre-Gand-Roubaix e nella Amstel Gold Race. A mio avviso (considerando la Sanremo ancora più adatta ai passisti più veloci di Pippo come Petacchi, Freire, Boonen) queste quattro, comprese Amburgo e Zurigo, le classiche cui Pippo, complice anche la cessione di Paolini alla Liquigas, dovrà farsi trovare pronto!!

Ah, benvenuto Casagrande!!



D'accordissimo tranne che sull'Amstel, che con quel arrivo in salita è poco adatto a Pozzato ma più a corridori più forti in salita. Lo vedo molto bene a Zurigo.
Ed infine anche se centro poco Monsieur 40% come lo vede il campione italiano under 23 Adriano Angeloni vittorioso in futuro nelle classiche?




Bravissimo Pozzato una classica dell'inizio del nord molto importante, ma forse sulla Liegi qualche piccola possibilità può esserci se migliora in salita e se la corsa non è molto tirata.

 

____________________
W IL CICLISMO


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Indurain




Posts: 677
Registrato: Jul 2006

  postato il 05/03/2007 alle 21:21
C'è un video della suasua vittoria da qualche parte comunque?

 

____________________
W IL CICLISMO


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 05/03/2007 alle 23:06
Originariamente inviato da Admin

Bravo Pozzato ma anche chi l'ha intervistato.

Vicennati è "dei nostri", nel senso che ha molto chiare le problematiche del ciclismo, e mi pare che siamo sulla stessa lunghezza d'onda anche per quel che riguarda le possibile soluzioni. Con lui molto più che col suo direttore (che invece chiude male il suo interminabile editoriale).

Bravo Enzo. Abbasso l'ipocrisia del ciclismo.


Mi sono spuntati i brufoli quando ho letto l'articolo del direttore Sergio Neri che ha finito ritornando su OP e su Basso, "se ha sbagliato allora UCI deve dimostrarlo in tempi brevi e Basso sarà cancellato dal paesaggio del ciclismo."
che due palle!!!! fortuna che l'articolo si intitolava "Adesso vogliamo corse e campioni"......
------------------------------------------------------
Pozzato:
"è chiaro che con Boonen e Bettini si va per lavorare. Se vuoi una squadra per te non puoi restare lì.
A un certo punto doveva essere Bettini ad andare via. Non so che discorsi abbiano fatto, ma so quali avevano fatto a me.
La Liquigas mi cercava da due anni, ma avevo sempre la sensazione che non ci fosse la struttura per le classiche.
Se l'UCI vince sugli organizzatori, il ciclismo ne esce male, se i gruppisportivi schiacciano i corridori, il ciclismo ne esce male. Il ciclismo neesce male comunque.
N.B.:Se Valentino Rossi corre con un polso rotto e quattro infiltrazioni è un eroe. Se Totti gioca con le caviglie massacrate e poi gliele rompono, è un eroe. Se un corridore ha l'asma, è un drogato.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage
Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.7789340