Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Avete notato una cosa?
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
Autore: Oggetto: Avete notato una cosa?

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 15/07/2005 alle 21:14
Statisticamente la prima tappa a freddo del tour difficile fa + selezione delle altre... quella di Courchevel ad esempio sembrava la + facile delle 4 (tra pirenaiche e alpine) ma dubito che la selezione che c'è stata martedì possa esserci nel week end... come lo spiegate? O è solo una mia impressione?
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5092
Registrato: Apr 2004

  postato il 15/07/2005 alle 21:19
Va detto che si trattava della prima tappa veramente difficile. Inoltre veniva subito dopo il giorno di riposo, che per diversi corridori fa più male che bene, spezzando il ritmo della gara.

 

____________________
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Non registrato



  postato il 17/07/2005 alle 23:34
Il Week End è finito...e mi pare che i morti ci siano stati...mentre ne è risorto solo uno: Ivan Basso!!!

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 18/07/2005 alle 01:35
Originariamente inviato da riddler

Statisticamente la prima tappa a freddo del tour difficile fa + selezione delle altre... quella di Courchevel ad esempio sembrava la + facile delle 4 (tra pirenaiche e alpine) ma dubito che la selezione che c'è stata martedì possa esserci nel week end... come lo spiegate? O è solo una mia impressione?


Sicuramente le vittme nn sono mancate neanche sui Pirenei ma è anche vero che ciò che dici è spesso successo al Tour,ed in parte anche quest'anno.
Come ha detto Mauro sicuramente il giorno di riposo influisce nn poco,ma sono soprattutto il migliaio e più di km di pianura che,storicamente,ha sempre sfiancato tutti,ovviamente gli scalatori in primis.
Non so se Mayo piuttosto che Heras,ma anche Piepoli o in parte lo stesso Vino se avessero incontrato le montagne,ma quelle vere,già dopo un paio di tappe e con ricorrenza piuttosto regolare,come capita al Giro ma anche alla Vuelta,avrebbero fatto dei Tour,chi più chi meno è evidente,così al di sotto delle aspettative.
Anche per questo,pur mettendo un paio di tapponi di vera montagna in più (perchè quelli di Digne e di Pau lo sono soltanto per voce dell'organizzazione francese),il Tour resterebbe cmq una corsa fondamentalmente per passisti-scalatori che sanno difendersi anche nelle pendenze,molto rare per la verità,che di solito sono terra di conquista dei camosci,spagnoli ed italiani in particolare...quelle sopra il 10-12% per intenderci.
figuriamoci poi quando questi km vengono "divorati" a medie "stupefacenti" che sfiorano anche i 50km orari!!!
speriamo che la ventata di nuovo ciclismo che inizierà tra una settiamna esatta e nn parlo solo del ritiro di Armstrong ma anche del passaggio di consegne nella direzione di corsa,cambi davvero questo percorso che deve recuperare decenni se paragonato agli altri GT.

Preudhomme ce l'ha promesso,vedremo se è un tipo che le mantiene....

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 1635
Registrato: Apr 2005

  postato il 18/07/2005 alle 01:39
Le prime montagne, soprattutto dopo giorni di padelloni a 50 all'ora in pianura, fanno sempre male.
E' inevitabile. Se poi prima c'è il riposo, duplice difficoltà ad adattarsi alla salita.

 

____________________
pedala che fa bene.....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 18/07/2005 alle 12:52
Ma vi ricordate quella brevissima tappa di montagna (46 km. mi pare) dove Rijs andò in fuga e Berzin in maglia gialla e Indurain capitolò? Non ci vuole, per fare la differenza, una tappa di oltre 200 km!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 18/07/2005 alle 14:17
Originariamente inviato da riddler

Ma vi ricordate quella brevissima tappa di montagna (46 km. mi pare) dove Rijs andò in fuga e Berzin in maglia gialla e Indurain capitolò? Non ci vuole, per fare la differenza, una tappa di oltre 200 km!



Veramente se ho ben capito ti stai riferendo al tappone alpino del 96,mozzato per l impossibilità di transitare su cime storiche e durissime come l Iseran ed il Galibier,causa neve,spostando quindi la sede di partenza poco prima di Briançon per giungere all arrivo posto sul Sestriere,dopo aver fatto anche il Monginevro.
La tappa la vinse Monsieur 65%,vero,ma a capitolare fu il solo Berzin che perse la gialla proprio a vantaggio del danese.
Il Navarro invece,probabilmente prorio a causa del fatto che la tappa era stata mozzata di più di 150km e di due vette come quelle succitate,si difese alla grande,giungendo insieme ai migliori,Rominger,Leblanc e Virenque,ad una manciata di secondi dallo scatenato allievo di Ferrari,facendo pensare che quella di Les Arcs di due giorni prima fosse solo una crisi passeggera...

....fu nei Pirenei che si capì invece che era finita un epoca!

 

[Modificato il 18/07/2005 alle 14:19 by Pirata x sempre]

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 18/07/2005 alle 14:45

Veramente se ho ben capito ti stai riferendo al tappone alpino del 96,mozzato per l impossibilità di transitare su cime storiche e durissime come l Iseran ed il Galibier,causa neve,spostando quindi la sede di partenza poco prima di Briançon per giungere all arrivo posto sul Sestriere,dopo aver fatto anche il Monginevro.
La tappa la vinse Monsieur 65%,vero,ma a capitolare fu il solo Berzin che perse la gialla proprio a vantaggio del danese.
Il Navarro invece,probabilmente prorio a causa del fatto che la tappa era stata mozzata di più di 150km e di due vette come quelle succitate,si difese alla grande,giungendo insieme ai migliori,Rominger,Leblanc e Virenque,ad una manciata di secondi dallo scatenato allievo di Ferrari,facendo pensare che quella di Les Arcs di due giorni prima fosse solo una crisi passeggera...


La memoria potrebbe tradirmi ma secondo me quella tappa la vinse Berzin... ma potrei sbagliarmi.
Quasi sicuramente, invece, fu la tappa dove Bruyneel, l'attuale DS di Armstrong cadde in un dirupo con la bici... la telecamera lo riprese mentre come un crossista risaliva il bosco con la bici in spalla e riprendeva la corsa come se niente fosse.

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 18/07/2005 alle 14:47
Originariamente inviato da Frank VDB


Veramente se ho ben capito ti stai riferendo al tappone alpino del 96,mozzato per l impossibilità di transitare su cime storiche e durissime come l Iseran ed il Galibier,causa neve,spostando quindi la sede di partenza poco prima di Briançon per giungere all arrivo posto sul Sestriere,dopo aver fatto anche il Monginevro.
La tappa la vinse Monsieur 65%,vero,ma a capitolare fu il solo Berzin che perse la gialla proprio a vantaggio del danese.
Il Navarro invece,probabilmente prorio a causa del fatto che la tappa era stata mozzata di più di 150km e di due vette come quelle succitate,si difese alla grande,giungendo insieme ai migliori,Rominger,Leblanc e Virenque,ad una manciata di secondi dallo scatenato allievo di Ferrari,facendo pensare che quella di Les Arcs di due giorni prima fosse solo una crisi passeggera...


La memoria potrebbe tradirmi ma secondo me quella tappa la vinse Berzin... ma potrei sbagliarmi.
Quasi sicuramente, invece, fu la tappa dove Bruyneel, l'attuale DS di Armstrong cadde in un dirupo con la bici... la telecamera lo riprese mentre come un crossista risaliva il bosco con la bici in spalla e riprendeva la corsa come se niente fosse.


La tappa la vinse Riis. Stacco tutti, appena partiti, sul monginevro e arrivò solo sul sestriere.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 18/07/2005 alle 15:50
Ha ragione stress, la tappa la vinse un Rijs che pesava 2 o 3 Kg meno dell'anno prima.
Indurain era andato in crisi a Les Arc, la prima salita del Tour, quando aveva vinto Leblanc. Il giorno dopo vinse Rijs, che poi sui Pirenei guadagnò ancora, ma rischiò seriamente di perdere il Tour a favore del suo giovane compagno di squadra Ullrich, andando in crisi nella cronometro finale (dove tra l'altro bucò).

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 1635
Registrato: Apr 2005

  postato il 18/07/2005 alle 16:13
9 Le Monetier les Bains-Sestrières, 46 km


Iseran (HC-2770) -> Non disputé*
Galibier (HC-2640) -> Non disputé*
Montgenèvre (2-1890) -> Riis
Sestrières (1-2035) -> Riis


1. Bjarne Riis en 1h10'44"
2. Leblanc à 24"
3. Virenque à 26"
4. Rominger à 28"
5. Indurain
6. Bolts à 41"
7. Escartin à 42"
8. Ullrich à 44"
9. Luttenberger à 46"
10. Olano à 54"
Berzin aveva vinto la cronometro del giorno prima, di poco più di 30 km a val d'Isere.....

 

____________________
pedala che fa bene.....

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 18/07/2005 alle 19:09
Ah allora Berzin perse la maglia gialla, però Indurain a 41" da Rijs mica poco, no?
Non dimentichiamoci però che Indurain concluse la sua carriera strappando la maglia olimpica a Boardman nella crono...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 18/07/2005 alle 19:16
i secondi furono 28 e nn 41,arrivò,come riportato sopra dal grande Jan,insieme al suo eterno rivale Rominger ma soprattutto per chi si ricorda come fosse ieri quel Tour,ti assicuro che fu quella l unica tappa in cui Indurain diede l impressione di poter ancora riacciuffare per i capelli quello che sarebbe stato il suo sesto Tour consecutivo,magari proprio nella durissima tappa pirenaica a lui dedicata e che giungeva nella sua Pamplona...
....ma già il giorno prima,ad Hautacam,si ebbe la certezza che il grande Navarro stava cedendo il trono...

...ebbe,come tu ricordi,un ultimo acuto ad Atlanta,ma anche li vinse soffrendo nn poco e con un irrisiorio vantaggio su Olano,cui al Tour rifilava ben altri distacchi nelle prove contro il tempo!


ciao

 

[Modificato il 18/07/2005 alle 19:18 by Pirata x sempre]

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 18/07/2005 alle 19:19
Era su Olano o su Boardman? Non lo vinse l'inglese l'argento?
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 18/07/2005 alle 19:21
C'hai ragione pirata, era Olano però quella crono causa imprevisti spiacevoli non l'ho potuta vedere avevo sentito che Boardman era in vantaggio in tutti gli intermedi...
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 18/07/2005 alle 19:23
12 secondi su Olano
e 31 su Boardman
per la precisione!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Greg Lemond




Posts: 858
Registrato: May 2005

  postato il 18/07/2005 alle 19:28
Originariamente inviato da Pirata x sempre

Come ha detto Mauro sicuramente il giorno di riposo influisce nn poco,ma sono soprattutto il migliaio e più di km di pianura che,storicamente,ha sempre sfiancato tutti,ovviamente gli scalatori in primis.
Non so se Mayo piuttosto che Heras,ma anche Piepoli o in parte lo stesso Vino se avessero incontrato le montagne,ma quelle vere,già dopo un paio di tappe e con ricorrenza piuttosto regolare,come capita al Giro ma anche alla Vuelta,avrebbero fatto dei Tour,chi più chi meno è evidente,così al di sotto delle aspettative.
Anche per questo,pur mettendo un paio di tapponi di vera montagna in più (perchè quelli di Digne e di Pau lo sono soltanto per voce dell'organizzazione francese),il Tour resterebbe cmq una corsa fondamentalmente per passisti-scalatori che sanno difendersi anche nelle pendenze,molto rare per la verità,che di solito sono terra di conquista dei camosci,spagnoli ed italiani in particolare...quelle sopra il 10-12% per intenderci.
figuriamoci poi quando questi km vengono "divorati" a medie "stupefacenti" che sfiorano anche i 50km orari!!!
speriamo che la ventata di nuovo ciclismo che inizierà tra una settiamna esatta e nn parlo solo del ritiro di Armstrong ma anche del passaggio di consegne nella direzione di corsa,cambi davvero questo percorso che deve recuperare decenni se paragonato agli altri GT.

Preudhomme ce l'ha promesso,vedremo se è un tipo che le mantiene....


Concordo con te, e mi aggiungo di tutto cuore all' auspicio che fai. E' decisamente ora di cambiare rotta per il Tour. Speriamo che abbiano un occhio di riguardo per i giovani campioni completi come Cunego e Valverde e che il futuro non ci riservi mai più "spettacoli" come quelli degli ultimi tempi ma lotte entusiasmanti...con un esito che mi auguro sia !!!


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 18/07/2005 alle 19:29
Il discorso della prima tappa di montagna che fa grande selezione è risaputo, e per la maggior parte dei ciclisti (Lance a parte ) è proprio ciò che si verifica.
Ricordo ad esempio un certo sig. Pantani, che in genere non esprimeva il massimo del suo talento alla prima salita di un Tour (nel 1997 ad Andorra venne staccato da Ullrich, sacrilegio! )...

E ricordo bene anche quel tappone alpino del 1996, con arrivo al Sestrière, mozzato causa neve... quella sì che era una tappa alpina (parlo del tracciato previsto inizialmente)!
A confronto, quelle di quest'anno fanno veramente ridere...

E come dimenticare quel Riis di Hautacam e Pamplona... semplicemente impressionante, forse addirittura più impressionante di molti Armstrong visti in questi 7 anni!

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 18/07/2005 alle 19:29
Il palmares di Olano quindi s'era arricchito anche di questa medaglia, per me troppa pressione su di lui, avrebbe potuto dare mooolto di +, di quanto ha già dato che non è poco...

Originariamente inviato da Pirata x sempre

12 secondi su Olano
e 31 su Boardman
per la precisione!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.7413731