Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > Analizzando la classifica....
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
Autore: Oggetto: Analizzando la classifica....

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 13/07/2005 alle 20:02
La situazione non mi sembra così bianca! A parte 2 anni fa la classifica mi sembra cortissima, dopo le alpi che Vino si trovi dodicesimo a 4'47" mi sembra quasi anormale, in altri casi a meno di 5 minuti ci si trovava sul podio (o quasi) il secondo in classifica ragazzi si trova a 38" se Armstrong come il 90% di noi si augura trova una giornata storta qui stiamo a riscrivere il forum! Per me Basso deve stare in guardia il suo distacco non è impossibile, però quantomeno non deve + perdere terreno!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 5092
Registrato: Apr 2004

  postato il 13/07/2005 alle 20:09
Rasmussen può costituire un pericolo o no?
Come va a cronometro?

 

____________________
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 13/07/2005 alle 20:30
Ivan lo ha già dichiarato. Un attacco alla o la va o la spacca in una delle 2 tappe dei pirenei con arrivo in salita.
Io incrocio le dita

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 13/07/2005 alle 20:45
Originariamente inviato da maurofacoltosi

Rasmussen può costituire un pericolo o no?
Come va a cronometro?


Mauro credo che Rasmussen abbia trovato una condizione incredibile,figlia di un avvicinamemto alla corsa francese pressochè perfetto,ma vederlo chiedere il permesso alla Discovery e quindi al suo capitano,in giallo per soli 38 secondi proprio sul danese,per sprintare con un pò d'anticipo rispetto alla solita volata che lo vede spesso sconfitto col più veloce Moreau,fa veramente cadere le braccia e ti lascia riflettere per una classifica che seppur corta,credo più per l'assenza della solita cronometro "ammazza Tour" posta nella prima settimana che per altro,è cmq priva della presenza di Campioni dalla personalità e dalla gambe tali per poter provare un attacco deciso all'americano ma che sia convinto fino al punto di rischiare di saltare loro stessi!
Uno poteva essere Vino,come dimostrato oggi,ma si ritrova a quasi cinque minuti e con una crono in cui l'Armstrong visto a Noirmoutier rifilerà qualche minuto a tutti come quella si ST.Etienne al penultimo giorno,l'altro potrebbe essere proprio Ivan a patto che nn ci sia pretattica nell'affermare di sentirsi in netto crescendo rispetto alla defaillance patita ieri e di voler provare a far saltare il banco in uno dei due arrivi in salita,entrambi impegnativi e preceduti da salite molto dure come il Pailheres ed il Val Louron,tra i Pirenei!
X gli altri la vedo davvero difficile,a meno che il texano patisca la seconda crisi della sua "nuova" carriera..ma nella prima ci aveva messo molto del suo un certo Marco Pantani...

cmq Rasmussen,con i suoi 60kg,si potrebbe ritenere fortunato di prendere meno di 3.30-4 minuti dal texano alla crono del penultimo giorno e di nn venir scavalcato da chi gli sta dietro...

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3579
Registrato: May 2005

  postato il 13/07/2005 alle 22:18
Originariamente inviato da Pirata x sempre

Originariamente inviato da maurofacoltosi

Rasmussen può costituire un pericolo o no?
Come va a cronometro?


Mauro credo che Rasmussen abbia trovato una condizione incredibile,figlia di un avvicinamemto alla corsa francese pressochè perfetto,ma vederlo chiedere il permesso alla Discovery e quindi al suo capitano,in giallo per soli 38 secondi proprio sul danese,per sprintare con un pò d'anticipo rispetto alla solita volata che lo vede spesso sconfitto col più veloce Moreau,fa veramente cadere le braccia e ti lascia riflettere per una classifica che seppur corta,credo più per l'assenza della solita cronometro "ammazza Tour" posta nella prima settimana che per altro,è cmq priva della presenza di Campioni dalla personalità e dalla gambe tali per poter provare un attacco deciso all'americano ma che sia convinto fino al punto di rischiare di saltare loro stessi!
Uno poteva essere Vino,come dimostrato oggi,ma si ritrova a quasi cinque minuti e con una crono in cui l'Armstrong visto a Noirmoutier rifilerà qualche minuto a tutti come quella si ST.Etienne al penultimo giorno,l'altro potrebbe essere proprio Ivan a patto che nn ci sia pretattica nell'affermare di sentirsi in netto crescendo rispetto alla defaillance patita ieri e di voler provare a far saltare il banco in uno dei due arrivi in salita,entrambi impegnativi e preceduti da salite molto dure come il Pailheres ed il Val Louron,tra i Pirenei!
X gli altri la vedo davvero difficile,a meno che il texano patisca la seconda crisi della sua "nuova" carriera..ma nella prima ci aveva messo molto del suo un certo Marco Pantani...

cmq Rasmussen,con i suoi 60kg,si potrebbe ritenere fortunato di prendere meno di 3.30-4 minuti dal texano alla crono del penultimo giorno e di nn venir scavalcato da chi gli sta dietro...

Quoto in pieno il tuo brillante intervento, Giuseppe...

E aggiungo, dopo aver letto le parole di Riddler, che io personalmente non mi auguro una crisi netta dell'Americano... lo trovo un segno di poca sportività.
Spero semplicemente che Basso, Vino o Valverde (Kaiser Jan lo vedo giù di tono) svernicino la fiancata di quel motorino a stelle e strisce, ma senza che lui vada in crisi!

 

____________________
Lo stupido sa molto, l'intelligente sa poco, il saggio non sa nulla... MA EL MONA EL SA TUTO!!! (copyright sconosciuto)

ADOTTA ANCHE TU UNA AMY WINEHOUSE!!! Mangia poco, non sporca... e aspira tutta la polvere che hai in casa!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 13/07/2005 alle 23:07
Originariamente inviato da stress

Ivan lo ha già dichiarato. Un attacco alla o la va o la spacca in una delle 2 tappe dei pirenei con arrivo in salita.
Io incrocio le dita

Mi auto quoto ma questa è freschissima:
Il tedesco ex maglia gialla non e' stato ripescato
(ANSA) - BRIANCON (FRANCIA), 13 LUG - Il tedesco Jens Voigt (CSC), maglia gialla fino a ieri, ha concluso fuori tempo massimo l'11/a tappa del Tour. Voigt ha varcato il traguardo con una quarantina di secondo di ritardo rispetto al tempo limite fissato dalla giuria, che ha deciso di non riammetterlo alla corsa.

Brutta botta per la CSC (a Lourdes una puntatina la devono fare)

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Member





Posts: -1
Registrato: Aug 2006

  postato il 14/07/2005 alle 00:11
Non per fare il solito permaloso, ma non credete anche voi che se
per 40" fosse finito OUT un DISCOVERY....l'avrebbero riammesso?
In fin dei conti VOIGT è un CSC...un nemico per Leblanc...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Milano-Sanremo




Posts: 120
Registrato: May 2005

  postato il 14/07/2005 alle 00:54
azz dopo zabrieske pure voigt... speriamo altri corridori della csc non idnsossino la gialla sennò dovranno ritirarsi
Sarò patetico ma io spero in Basso sabato e domenica, anche se non è sembrato il miglior Basso

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 14/07/2005 alle 18:50
Non credo di approvare in pieno quello che ha detto Pirata per sempre, si Rasmussen ha chiesto il permesso ad Armstrong, ma io credo che stia cercando di centellinare le forze, perchè nei giorni passati ne ha fatta di fatica, se l'unico suo obiettivo era la maglia a pois ieri poteva scattare benissimo sulla Madeleine guadagnare punti e smuovere le acque, invece cerca di recuperare la condizione per sferrare un ultimo decisivo attacco sui pirenei... tre quattro/minuti dici? Secondo me andrà (se si troverà in alta classifica) al pari di Basso, nell'ultima crono conta chi ha + le forze!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Miguel Poblet




Posts: 530
Registrato: Oct 2004

  postato il 14/07/2005 alle 19:14
Ma cos'è succss a SBOONEN?
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2797
Registrato: Apr 2005

  postato il 14/07/2005 alle 19:18
So che Boonen è caduto almeno due volte e credo che si sia ritirato per le botte.
Mi stupisco del fatto che un velocista come lui cada così spesso, normalmente i velocisti sono dei funamboli in bici.
Forse una delle ragioni è quella che, come molti ciclisti alti (Indurain docet), usa una bicicletta di taglia molto più piccola di quella che dovrebbe utilizzare e questo forse gli toglie un'pò di sicurezza.

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 14/07/2005 alle 19:27
Relativamente all'analisi della classifica, qui un estratto dall'articolo odierno in homepage.


Le distanze, ora che abbiamo un attimo di tempo, vanno un po' analizzate, e confrontate magari con quelle del 2004. Un anno fa, dopo le prime due tappe di montagna (i Pirenei allora, le Alpi stavolta), Armstrong non era in maglia gialla, era secondo a 22" da Voeckler e aveva 1'17" su Basso terzo, 2'58" su Klöden quarto, 3'06" su Mancebo quinto, 6'46" su Totschnig sesto, 6'21" su Azevedo (suo compagno di squadra) settimo, 6'39" su Ullrich ottavo, 7'37" su Caucchioli nono, 8'07" su Casar (un altro figlio della fuga) decimo, 9'28" su Simoni undicesimo, 9'41" su Sastre dodicesimo, 9'51" su Pereiro tredicesimo.
Orbene, oggi Lance è in giallo, ma i distacchi che vanta sui rivali sono più contenuti. L'americano ha 38" su Rasmussen secondo, 2'34" su Moreau terzo, 2'40" su Basso quarto, 3'16" su Valverde quinto, 3'48" su Botero sesto, 3'58" su Leipheimer settimo, 4'00" su Mancebo ottavo, 4'02" su Ullrich nono, 4'16" su Klöden decimo e su Landis undicesimo, 4'47" su Vinokourov dodicesimo, e ci fermiamo qua.
In totale, il ragazzone di Austin ha dei vantaggi buoni sì, ma inferiori del 53% rispetto all'anno scorso sugli undici uomini che lo seguono in classifica. E questo è un primo punto da tenere a mente.
Un secondo punto è il seguente: prendiamo uno per uno i suoi rivali del 2004 e quelli del 2005. Si sono confermati, in un modo o nell'altro, Basso, Klöden, Mancebo e Ullrich. Riguardo agli altri, non c'è dubbio che, nella realtà del Tour, i sette "nuovi" siano ben più pericolosi dei sette della scorsa edizione. Ognuno potrà fare, tra quelli e questi, gli accoppiamenti e i testa a testa che vuole, fatto sta che non ci si schioda da questa realtà. Col primo e il secondo punto siamo alla seguente sintesi: più avversari forti, e più vicini in classifica.
Ma c'è anche un terzo punto da prendere in esame e da non sottovalutare. Nel 2004 le Alpi prevedevano due tapponi (come i prossimi Pirenei), e in più una cronoscalata che era nettamente favorevole ad Armstrong. Quel giorno all'Alpe d'Huez il texano rifilò 1'01" a Ullrich, 1'41" a Klöden, 2'23" a Basso e 3'41" a Mancebo (per restare ai quattro che sono lì a contrastarlo anche quest'anno). Stavolta Lance non potrà più contare su questi distacchi. Quindi, unendo infine i tre punti, abbiamo più avversari forti e più vicini in classifica, e meno spazio per distanziarli ulteriormente rispetto a un anno fa.
Fine del fantaciclismo. Qual è il senso di tutto ciò? Il senso è che se mai quelli che inseguono avessero bisogno di capire se valga la pena attaccare a fondo il marziano in giallo, queste cifre devono convincerli che mai come ora il gioco vale la candela. Poi magari Armstrong vince i due tapponi e buonanotte al secchio, ma i fatti al momento sono questi.
(Marco Grassi)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 14/07/2005 alle 19:34
Più o meno quello che intendevo io, no? Voeckler non era da considerare in giallo!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 14/07/2005 alle 19:38
Poi magari Armstrong vince i due tapponi e buonanotte al secchio, ma i fatti al momento sono questi.
(Marco Grassi)
Quoto in pieno quanto affermato dal mio quasi omonimo.

Dopodomani o domenica o la va o la spacca per tutti (spero sia Ivan lo spaccatore).

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 14/07/2005 alle 19:42
Però bisogna attaccare da loooontanoooo
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Giuseppe Saronni




Posts: 685
Registrato: Jun 2005

  postato il 14/07/2005 alle 19:45
Credo che Vinokourov sia l'unico disposto a saltare definitivamente pur di provare a far saltare Armstrong. L'unico in grado di partire da lontano, e di costringere comunque Armstrong a inseguire, esponendosi a eventuali contropiedi. Il problema è che gli altri corrono per il podio, mi sembra. Hanno tutti paura di saltare, anche la tappa di oggi l'hanno fatto passare così, eppure c'era una salita di seconda categoria a 30 km dall'arrivo con una discesa difficile. Basso non può dire di non poter attaccare perchè troppo vicino in classifica, cosa vuol dire che lo può fare solo quando come al Giro è fuori classifica? Ullrich ha i suoi limiti e Rasmussen e Valverde credo essendo per la prima volta davanti, avranno paura di peredere il piazzamento. Ripeto le speranze di veder almeno Armstrong sudarsi l'ultimo Tour sono due: un caldo terribile sui Pirenei che Armstrong soffre, e un attacco folle di Vinokourov.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 14/07/2005 alle 19:48
Se Rasmussen prova ad attaccare da lontano sabato guarda che Armstrong rischia di trovarsi da solo, se poi ci provano anche Vino e Basso, così si deve fare, attacchi a tempesta! Chi credo che non attaccherà saranno i due delle isole baleari, Mancebo non ha caratteristiche simili, su Valverde per me è già tanto che tenga.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Amstel Gold Race




Posts: 99
Registrato: Jun 2005

  postato il 15/07/2005 alle 07:57

Mauro credo che Rasmussen abbia trovato una condizione incredibile,figlia di un avvicinamemto alla corsa francese pressochè perfetto,ma vederlo chiedere il permesso alla Discovery e quindi al suo capitano,in giallo per soli 38 secondi proprio sul danese,per sprintare con un pò d'anticipo rispetto alla solita volata che lo vede spesso sconfitto col più veloce Moreau,fa veramente cadere le braccia e ti lascia riflettere per una classifica che seppur corta,credo più per l'assenza della solita cronometro "ammazza Tour" posta nella prima settimana che per altro,è cmq priva della presenza di Campioni dalla personalità e dalla gambe tali per poter provare un attacco deciso all'americano ma che sia convinto fino al punto di rischiare di saltare loro stessi!
Uno poteva essere Vino,come dimostrato oggi,ma si ritrova a quasi cinque minuti e con una crono in cui l'Armstrong visto a Noirmoutier rifilerà qualche minuto a tutti come quella si ST.Etienne al penultimo giorno,l'altro potrebbe essere proprio Ivan a patto che nn ci sia pretattica nell'affermare di sentirsi in netto crescendo rispetto alla defaillance patita ieri e di voler provare a far saltare il banco in uno dei due arrivi in salita,entrambi impegnativi e preceduti da salite molto dure come il Pailheres ed il Val Louron,tra i Pirenei!
X gli altri la vedo davvero difficile,a meno che il texano patisca la seconda crisi della sua "nuova" carriera..ma nella prima ci aveva messo molto del suo un certo Marco Pantani...

cmq Rasmussen,con i suoi 60kg,si potrebbe ritenere fortunato di prendere meno di 3.30-4 minuti dal texano alla crono del penultimo giorno e di nn venir scavalcato da chi gli sta dietro...

- Chi l'ha detto, e soprattutto chi ha visto, che Rasmussen ha chiesto il permesso ad Armstrong per fare lo scattino al GPM? O dobbiamo credere alle "cretinate" di un massimo incompetente cone Bulbarelli.
Suvvia siamo seri.

- Vinokurov non sarebbe mai stato lasciando andare via e non avrebbe mai vinto la sua tappa se fosse stato pericoloso per la classifica. E con se e i ma non si va da nessuna parte. Elementare no?

- Come riportato da altri non è sportivo augurarsi la crisi di Armstrong. Io mi auguro di vedere grandi attacchi. Questo sì.
Molto complicato però attaccare. E non c'è tattica che tenga se non hai le gambe adatte per attuarla.

- Armstrong avrà pure avuto quella che viene chiamata "crisi". Accettabile una crisi in 6 anni e maggior plauso allora se in questi 6 anni si vinconpo 6 Tour nonostante la suddetta "crisi"
.
- Può darsi che questa sia un'epoca senza campioni. Però al Tour, dei migliori corridori attuali al chi manca? Forse il troppo lodato Cunego?

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 15/07/2005 alle 20:25
Originariamente inviato da orsoold

- Può darsi che questa sia un'epoca senza campioni. Però al Tour, dei migliori corridori attuali al chi manca? Forse il troppo lodato Cunego?


Campione Olimpico e vincitore Coppa del Mondo: Bettini - ASSENTE
Campione del Mondo: Freire - ASSENTE
Vincitore Giro 2004 e numero uno UCI a fine 2004: Cunego - ASSENTE
Vincitore Tour 2004: Armstrong - Presente
Vincitore Vuelta 2004: Heras - Presente
Leader ProTour: Di Luca - ASSENTE

Mancano sei "allori" su otto... ne aveva molti più, paradosso, il Giro d'Italia...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 15/07/2005 alle 20:52
Monsieir sulla validità di Cunego e sullo stato di forma di Bettini ho parecchi dubbi
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Professionista




Posts: 38
Registrato: Jun 2005

  postato il 15/07/2005 alle 22:11
Non capisco davvero il modo di correre di Basso , certo non è da tutti stare a ruota dell'americano ma correre sempre in modo passivo non è il massimo per lo spettacolo e penso soprattutto per i suoi tifosi che probabilmente si attendono un'impennata , spero di essere smentito.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Amstel Gold Race




Posts: 99
Registrato: Jun 2005

  postato il 16/07/2005 alle 13:33
Non voglio essere il solito "bastian contrario" ma per migliori corridori intendevo corridori da corse a tappe.
Cunego, purtroppo per lui, ha problemi di salute. E Di Luca lo aspettiamo, con speranze di conferma, il prossimo anno.
Non dobbiamo considerare Basso una delusione perchè non attacca. E' che si attacca quando si è in grado di farlo. Cmq rimane pur sempre tra i migliori del mondo (dimentichiamo Armostrong per un attimo e noteremo che così è)

Buoni Pirenei a tutti (con la speranza di vero ciclismo senza calcoli. Alla Eddiy Merckx e soci)

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Amstel Gold Race




Posts: 99
Registrato: Jun 2005

  postato il 16/07/2005 alle 13:36
Ops!
Quanti errori di battuta faccio ma...

Ar(mostro)ng può sembrare voluto!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Marco Pantani




Posts: 1409
Registrato: Nov 2004

  postato il 16/07/2005 alle 18:40
Originariamente inviato da Monsieur 40%

Originariamente inviato da orsoold

- Può darsi che questa sia un'epoca senza campioni. Però al Tour, dei migliori corridori attuali al chi manca? Forse il troppo lodato Cunego?


Campione Olimpico e vincitore Coppa del Mondo: Bettini - ASSENTE
Campione del Mondo: Freire - ASSENTE
Vincitore Giro 2004 e numero uno UCI a fine 2004: Cunego - ASSENTE
Vincitore Tour 2004: Armstrong - Presente
Vincitore Vuelta 2004: Heras - Presente
Leader ProTour: Di Luca - ASSENTE

Mancano sei "allori" su otto... ne aveva molti più, paradosso, il Giro d'Italia...


Ora ve la sparo grossa. Secondo me al Tour, oltre ai vari campioni citati dal nostro Mario, manca.... la Selle Italia!
Ma insomma, il miglior "scalatore" di questo Tour é ... Armstrong!
Secondo me, se oggi ci fossero stati Parra e (soprattutto) Rujano, avrebbero salutato la compagnia ai piedi della penultima salita e li avrebbero rivisti solo al traguardo.
E quello che c'é di bello é che quei due non ci saranno nemmeno al Tour del prossimo anno!

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 16/07/2005 alle 18:45
Originariamente inviato da Felice

Originariamente inviato da Monsieur 40%

Originariamente inviato da orsoold

- Può darsi che questa sia un'epoca senza campioni. Però al Tour, dei migliori corridori attuali al chi manca? Forse il troppo lodato Cunego?


Campione Olimpico e vincitore Coppa del Mondo: Bettini - ASSENTE
Campione del Mondo: Freire - ASSENTE
Vincitore Giro 2004 e numero uno UCI a fine 2004: Cunego - ASSENTE
Vincitore Tour 2004: Armstrong - Presente
Vincitore Vuelta 2004: Heras - Presente
Leader ProTour: Di Luca - ASSENTE

Mancano sei "allori" su otto... ne aveva molti più, paradosso, il Giro d'Italia...


Ora ve la sparo grossa. Secondo me al Tour, oltre ai vari campioni citati dal nostro Mario, manca.... la Selle Italia!
Ma insomma, il miglior "scalatore" di questo Tour é ... Armstrong!
Secondo me, se oggi ci fossero stati Parra e (soprattutto) Rujano, avrebbero salutato la compagnia ai piedi della penultima salita e li avrebbero rivisti solo al traguardo.
E quello che c'é di bello é che quei due non ci saranno nemmeno al Tour del prossimo anno!


Concordo su tutte le assenza, compresi i Selle Italia.
Non so, e non lo sapremo mai, se avrebbero salutato la compagnia.
Per l'anno prossimo è ancora presto. per come corrono i Selle Italia io li preferisco al giro. Certo una puntatina qui non sarebbe male!

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/07/2005 alle 19:11
Ora ve la sparo grossa. Secondo me al Tour, oltre ai vari campioni citati dal nostro Mario, manca.... la Selle Italia!
Ma insomma, il miglior "scalatore" di questo Tour é ... Armstrong!
Secondo me, se oggi ci fossero stati Parra e (soprattutto) Rujano, avrebbero salutato la compagnia ai piedi della penultima salita e li avrebbero rivisti solo al traguardo.
E quello che c'é di bello é che quei due non ci saranno nemmeno al Tour del prossimo anno!


Bellalì Felice, è talmente grossa che è vera.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3270
Registrato: Jul 2005

  postato il 17/07/2005 alle 19:29
Non so se quelli della Selle Italia riescono a reggere il ritmo del tour, penso che resterebbero a piedi nelle tappe dove si sfiorano i 50 all'ora!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote
Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.9146059