Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > che spettacolo a camaiore...
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2  >>
Autore: Oggetto: che spettacolo a camaiore...

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 04/08/2004 alle 20:21
oggi mi sono emozionato e nn poco,nonostante le pessime riprese rai,sul circuito di camaiore con i nostri big,ma proprio tutti,a darsi battaglia:un bettini assolutamente in forma olimpiade,veramente bruciante il suo scatto ed impressionante il ritmo tenuto per piu'di10km.!un cunego davvero entusismante che dimostra,se ce ne fosse ancora bisogno,tutta la sua classe che gli permette di essere tra i piu'forti per nn dire il piu'forte dopo il grillo livornese dopo appena tre giorni di corsa nelle gambe,un fenomeno,e che se continua cosi'monopolizzera le gare di settembre del panorama italiano presentandosi al mondiale come capitano e favorito assoluto nell'occasione della vita,sulle sue strade, davanti ai suoi tifosi ed a quelli di tutta italia che cominciano ad amare il suo modo vincente di correre(simile a chi nn c'e'piu'...);un simoni battagliero,seppur invidioso del nuovo che avanza(damiano),che ha cercato una vittoria su un percorso ed un tipo di gara anomalo per un corridore da grandi corse a tappe come lui,un simeoni che con i fatti risponde ai ridicoli tentativi di armstrong di emarginarlo dal gruppo e con un di luca ed un casagrande sempre nel vivo della corsa!!!mensione speciale merita paolini come sempre anima,cuore e gambe al servizio del suo capitano,ma capace di piazzare una gran volata che gli vale il terzo posto a ribadire che la scelta del ballero nn poteva essere migliore:gran gregario si ma anche se le situazioni di gara lo richiedessero,corridore in grado di piazzare la zampata vincente;un po'di delusione invece per gli altri due "olimpionici"presenti in gara,moreni e pozzato,che dopo aver fatto tirare a tutta le rispettive squadre per annullare la fuga(a proposito il solito,generosissimo,grande sella) sono spariti nei momenti decisivi di corsa!!tutto cio'mi rende molto ottimista in vista delle imminenti olimpiadi ma anche(con damiano in particolare)della vuelta e del mondiale di verona;il mio unico "incubo"e'vedere quel valverde capace di dominare la vuelta a burgos vincendo in tappe nervose,in volate di gruppo ed in cima ad una salita difficile come la laguna de neila,che campione ragazzi!!!!

 

[Modificato il 04/08/2004 alle 20:25 by Pirata x sempre]


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 04/08/2004 alle 21:02
eh già, io per il futuro prospetto un dualismo Cunego-Valverde! già a partire dai mondiali di Verona o addirittura dalla Vuelta se Damiano parteciperà

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 05/08/2004 alle 01:34
Appunto: sbaglio o pare che Cunego alla Vuelta ci vada davvero?
Teniamolo d'occhio questo Valverde per le olimpiadi

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Classica San Sebastian




Posts: 72
Registrato: Jul 2004

  postato il 05/08/2004 alle 09:59
Quasi sicuramente Cunego parteciperà alla Vuelta, era già nei programmi di inizio stagione e la partecipazione è stata confermata recentemente dallo stesso Cunego.L'obiettivo,almeno sulla carta, non sarà quello di vincere la classifica generale ma solo di prepararsi per Verona. Poi chissà...

 

____________________
Damiano Cunego Blog

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 05/08/2004 alle 13:39
Beh stando così le cose non è escluso che cunego sia molto competitivo: mi sembra essere un corridore che trova rapidamente la condizione un po' come il Pantani degli inizi.
Non è da tutti andare così forte ad agosto senza il tour nelle gambe.
Io arrivo a credere addirittura che sulla carta possa essere più competitivo al giro di spagna che non ai mondiali di verona

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 05/08/2004 alle 14:33
Di sicuro Valverde è sulla bocca di tutti, come Cunego e Boonen del resto, sono questo le sorprese-conferme tra i giovani. Ma non credete che lo spagnolo debba ancora dimostrare di avere quelle qualità di fondista che, a mio avviso, un buon piazzamento alla scorsa vuelta non garantisce affatto? per ora mi sembra che Alejandro assomigli di più a kelly o Jalabert, veloci allo sprint, fortissimi nelle classiche più impegnative, quasi imbattibili in competizioni come la Parigi Nizza o il Catalogna ma, per quanto riguarda le grandi corse a tappe, "costretti ad accontentarsi della vuelta di Spagna. In ogni, anche da parte mia, paragonarlo a Kelly o Jalabert vuole essere un complimento.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 05/08/2004 alle 15:17
Originariamente inviato da srekal

L'obiettivo,almeno sulla carta, non sarà quello di vincere la classifica generale ma solo di prepararsi per Verona. Poi chissà...

beh anche al giro partiva da gregario.
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Ma non credete che lo spagnolo debba ancora dimostrare di avere quelle qualità di fondista che, a mio avviso, un buon piazzamento alla scorsa vuelta non garantisce affatto?

lo vedremo alla Vuelta...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 05/08/2004 alle 18:20
anche se il livello dei partecipanti nn e'eccelso come al tour(ma nn peggio del giro),ricordo che la vuelta propone spesso i percorsi piu'tecnici e suggestivi,le salite piu'dure e tappe corte ma affrontate a medie impressionanti,faccio un esempio quest'anno dovrebbe esserci al via oltre al vincitore dell'edizione 2003heras,in condizioni senza dubbio migliori di quello visto al tour(nn e'che ci voglia poi molto),un mayo che dovra'riscattare il fallimento in terra di francia,un beloki ed un casagrande con la rabbia di chi ha perso una stagione intera nn per loro colpe,un azevedo qiunto al tour facendo il gregario,forse anche hamilton,savoldelli e vinokourov,oltre a damiano e valverde appunto!!!insomma molto meglio di cio'che avevamo noi in corsa a maggio...!detto questo anche io nutro qualche dubbio sulla tenuta nelle tre settimane e piu'in generale sull'effettivo valore di valverde,nn fosse altro perche'corre nella kelme e sai com'e',aitor gonzales e sevilla docet...!se fosse cosi forte in qualsiasi squadra pero'si dovrebbe parlare di un fenomeno,perche'oltre alla sua imbattibilita'nelle corse di un giorno e nelle piccole gare a tappe(e su questo ha qualcosa di jalabert)ha un valore immenso il suo quarto posto alla vuelta a22anni!!!nn prendiamo come termine di paragone cunego,lui sembra essere di un'altra categoria,soprattutto nelle corse a tappe...e nn vedo l'ora di gustarmelo in spagna,sperando che la rai gli dia lo spazio che una corsa ed un corridore cosi' si meritano!!!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 05/08/2004 alle 19:00
Rispetto le vostre opinioni, ma rimango dell'idea che la vuelta sia una corsa per outsiders e per giovani sulla rampa di lancio. Faccio 4 nomi del passato: Anquetil, Merckx, Hinault, Indurain. Il loro palmarès conta 20 tour, 12 giri, 4 vuelta. Significherà qualche cosa? Anche se la collocazione autunnale ha accresciuto il valore della competizione continuo a pensare che la distanza tra giro e vuelta sia superiore a quella tra giro e tour.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 06/08/2004 alle 11:48
A proposito di Vuelta e di Heras, la Liberty ha in squadra il primo, il secondo e il quarto dell'anno scorso. cosa ha intenzione di fare? di schierarli tutti e tre per la classifica o di far fare da gregari a Galdeano e soprattutto Nozal?

Quanto a Valverde, ho notato una cosa: nell'ultima tappa della Vuelta a Burgos non ha disputato la volata accontentandosi del successo finale, nonostante avesse ottime chance di vincere allo sprint. non credete
che un certo americano avrebbe agito diversamente? (detto da un Armstronghiano convinto)

Inoltre, occhio a Vino che sono certo farà la sua figura in Spagna: ha vinto al Regio Tour una crono con vantaggio enorme (e non è che sia uno specialista). nella stessa tappa Savoldelli è tornato competitivo finendo nei primi dieci: sono proprio contento per il falco, che nel finale di stagione riscatterà due anni di jella alla Telekom!!

ps. se alla Kelme si sterebbe così bene, perché se ne sarebbero andati i vari Heras, Sevilla, Aitor Gonzalez, Botero?

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/08/2004 alle 15:07
IL DIO DENARO!
infatti se vedi sono andati tutti in squadre con budget,e quindi ingaggi,superiori alla kelme,nn sono cosi' informato ma era sulla bocca di tutti i faraonici contratti fatti a suo tempo con heras alla u.s.postal e botero(grazie per avermelo ricordato)alla telekom,addirittura aitor cambio'idea dopo aver firmato con la domina scegliendo l'offerta migliore della fassa e aprendo un lungo contenzioso tra le due squadre,ed immagino sara'stato cosi anche per sevilla vedendo il mercato faraonico fatto dalla phonak lo scorso anno!!!in fondo quello che per noi e'una passione per loro e'un lavoro,e'triste ammetterlo ma e'cosi'!!su armstrong,l'unica cosa che avevo sempre ammirato di lui era la sua signorilita',anche se un po'arrogante,rispetto ai suoi rivali,quest'anno dopo come si e'comportato con ullrich e kloden a villard de lans e le grand bornard nn ho piu'neanche quella;valverde,come la maggior parte dei campioni veri e'stato un grande,anche se cmq dubito che poteva vincere una volata dove D'amore nn e'andato oltre il quinto posto!!!per finire,la tappa di ieri del regio-tour ha dimostrato lo squadrone che ha la telekom,cinque piazzati nei primi dieci e tre nei primi cinque della generale con corridori nn presenti al tour;con l'ullrich del 2003 ed i vari vinoukourov, evans,il grande falco piu'kloden e guerini era sicuramente un'altro tour......

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 06/08/2004 alle 16:14
si ma guarda che la telekom non poteva mica schierare Ullrich, Vinokourov, Evans, Savoldelli, Guerini e Kloden tutti insieme, considerando che c'era anche Zabel e servivano anche uomini per la cronosquadre

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 06/08/2004 alle 16:19
e poi dubito che Clerc (vincitore di tappa a Burgos) sia molto più veloce di Valverde. comunque Alejandro non compare neanche nei primi 10, a riprova del fatto che non aveva nessuna intenzione di comportarsi da cannibale

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/08/2004 alle 17:08
su valverde se ne puo'palare,ogni volata ha storia a se ma nn penso sia piu'veloce di un d'amore quinto al traguardo,ma sulla telekom vorrei ricordarti che vinoukourov evans e in parte anche savoldelli sono ottimi cronomen e che raramente quest'anno si e'vista la telekom fare un treno per zabel,qualche gregario per ricucire le fughe si,ma niente di piu',spesso c'erano solo aldag e kirchen negli ultimi km.a dargli una mano,anche perche'hanno capito che in volata nn e'piu'un vincente,fatti due conti e vedi che si poteva schierare eccome,sarebbero andati meglio forse pure nella cronosquadre e di certo nn avrebbero permesso alla u.s.postal di fare il bello ed il cattivo tempo in salita ,anzi sarebbe stata la t-mobile il faro della corsa,e con un ullrich al massimo era tutto un'altro tour.....volevo vederli landis e azevedo stare al gancio avendo ancora evans ullrich kloden vinoukourov e savoldelli(se tutti al top)ancora freschi!!!!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 06/08/2004 alle 20:28
ad aranciata-bottecchia esprimo due mie idee:
1) Se Valverde diventasse come Kelly o Jalabert (in particolare se diventasse come il primo) sarebbe effettivamente un onore immenso. Il grande Kelly è senza mezzi termini dopo Hinault il più grande corridore del dopo-Merckx. L'unica pecca è quella di non avere mai vinto il mondiale.
2) Io credo che dopo il 1995 con la Vuelta a settembre, il livello tecnico della corsa spagnola sia leggermente (anche se non di molto) superiore alla corsa rosa. In particolare la corsa fra il 1990 e il 2000 con le 3 vittorie di Rominger, con le vittorie di Zulle, quella di Ullrich e quella di Jalabert ha espresso un albo d'oro vincenti molto superiore al giro. Con tutto il rispetto, ma nel nostro albo d'oro recente esistono due vittorie di Gotti e una di Savoldelli. In partioolare il successo di questo ultimo corridore è stato il punto più basso della storia della corsa rosa nel dopoguerra

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/08/2004 alle 20:33
scusate il lapsus,volevo dire kessler e nn kim kirchen della fassa,almeno fino a quando e'stato in corsa(st.flour)e mi ero pure dimenticato del solito straordinario nardello,che pero'piu'di una mano nn dava perche'vista la sua stazza fisica era impegnato spesso a proteggere,a nn far prendere vento ad ullrich,insomma x zabel nn c'erano piu'di2-3uomini e nn piu'la squadra intera(eccezion fatta per jan)degli scorsi anni!concludendo una t-mobile con evans-zabel-kloden-ullrich-savoldelli-vinoukourov-guerini-e due tra botero,aldag,kessler e nardello(io avrei visto meglio gli ultimi2)sarebbe stata sicuramente la squadra di riferimento del tour ed avrebbe fatto tremare nn poco lo scettro di lance...
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 06/08/2004 alle 20:37
Originariamente inviato da Emiliano

1) Il grande Kelly è senza mezzi termini dopo Hinault il più grande corridore del dopo-Merckx.

solo per quanto riguarda le corse di un giorno, ovviamente no?

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 06/08/2004 alle 20:43
Originariamente inviato da Pirata x sempre

scusate il lapsus,volevo dire kessler e nn kim kirchen della fassa,almeno fino a quando e'stato in corsa(st.flour)e mi ero pure dimenticato del solito straordinario nardello,che pero'piu'di una mano nn dava perche'vista la sua stazza fisica era impegnato spesso a proteggere,a nn far prendere vento ad ullrich,insomma x zabel nn c'erano piu'di2-3uomini e nn piu'la squadra intera(eccezion fatta per jan)degli scorsi anni!concludendo una t-mobile con evans-zabel-kloden-ullrich-savoldelli-vinoukourov-guerini-e due tra botero,aldag,kessler e nardello(io avrei visto meglio gli ultimi2)sarebbe stata sicuramente la squadra di riferimento del tour ed avrebbe fatto tremare nn poco lo scettro di lance...

beh aspetta va anche detto che non è che Vino avrebbe fatto da gregario tanto volentieri, considerando che doveva difendere un podio. comunque è inutile fare questi discorsi, anche per il futuro, perché l'intelligenza tattica di Jan Ullrich è proverbiale....

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 06/08/2004 alle 20:47
Hai raccolto la mia provocazione: secondo me in senso assoluto. il palmares di kelly è fantastico: 2 Parigi Roubaix, 2 Milano Sanremo, 1 giro di Spagna, 3 Giri di lombardia, 2 Liegi Bastogne Liegi, 1 coppa del mondo, 1 Parigi tours, 1 Gand Wewelgem, 2 Giri di svizzera, scusate se è poco! Forse Indurain e Museeuw possono competere...ho volutamente escluso Armstrong perchè fare solo il tour è davvero limitante
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/08/2004 alle 20:49
premettendo che emiliano sono d'accordo con te pero'mi duole ricordare che,delle tre da te citate due sono state edizioni del giro dilaniate dalla piaga(in taluni casi dal sospetto)del doping;nel 2002 furono trovati positivi simoni e garzelli,e casagrande espulso dalla corsa per scorrettezze e convieni con me sarebbero stati vincitori piu'degni del giro;e nel '99 ce lo ricordiamo tutti e mi fa male solo a ricordarlo...
detto questo penso anche io che i big stranieri(compresi noi italiani)alla vuelta negli ultimi 10anni ci abbiano partecipato piu'frequentemente(e'meglio dire meno raramente),i jalabert,zulle e ullrich sono venuti al giro in pochissime occasioni e due di loro tre nn per far classifica,diversamente dal loro comportamento alla vuelta e ne sarebbe ulteriore conferma la presenza di cunego in spagna!!!certo che dal dopo indurain,giro in particolare,ma anche la vuelta,corridori di casa a parte,si accontentano delle briciole....ed e'per questo che seppur con mille difetti reputo un'ottima idea la nascita dell'uci-pro-tour!!!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/08/2004 alle 20:52
su questo,lubat,nn ci piove,d'altronde lo sappiamo tutti che il problema di jan nn sono le gambe ma la testa!!!!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 06/08/2004 alle 20:58
Originariamente inviato da Emiliano

ad aranciata-bottecchia esprimo due mie idee:
2) Io credo che dopo il 1995 con la Vuelta a settembre, il livello tecnico della corsa spagnola sia leggermente (anche se non di molto) superiore alla corsa rosa. In particolare la corsa fra il 1990 e il 2000 con le 3 vittorie di Rominger, con le vittorie di Zulle, quella di Ullrich e quella di Jalabert ha espresso un albo d'oro vincenti molto superiore al giro. Con tutto il rispetto, ma nel nostro albo d'oro recente esistono due vittorie di Gotti e una di Savoldelli. In partioolare il successo di questo ultimo corridore è stato il punto più basso della storia della corsa rosa nel dopoguerra

negli ultimi 3 anni in spagna hanno vinto Casero, Aitor Gonzalez e per poco non vinceva anche uno come Nozal che in cinque tappe di montagna su sette è andato in crisi (tutto rispetto per Isidro, per carità)

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/08/2004 alle 22:35
Me' cojoni!!!!!!!!! Lubat, per una volta sono d'accordo con te al 100%, ma guarda che Valverde è come Cunego solo come incubo per Simoni, non ancora come corridore, ma se avrai ragione tu sarò pronto a farti i complimenti e ne saremo tutti contenti, di fuoriclasse per i grandi giri c'è sempre fame!
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 06/08/2004 alle 22:57
Per Emiliano: te lo dico cordialmente e senza ombra di polemica, ma la pecca di Kelly non è non aver vinto il mondiale, non lo hanno vinto nemmeno Anquetil o DeVlaeminck, la sua vera pecca è non avere vinto un grande giro, perchè la vuelta è un surrogato, il che lo "confina" nell'olimpo dei grandi per le corse in linea. Ma non è un degradamento, perchè il ciclismo è nato con le corse in linea, dove sono necessarie tutte le componenti di questo sport, mentre le corse a tappe spesso sono viziate dalle cronometro, dove l'atleta può spegnere il cervello ed assomigliano più a corse per cavalli che per assi delle due ruote. Quindi, se parliamo di corse in linea, almeno per il dopoguerra, io penso che Kelly, assieme a Coppi, Merckx e DeVlaeminck, è stato il corridore più completo, capace di vincere su tutti i terreni. Ciao
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 07/08/2004 alle 10:46
Sempre per Emiliano- permettimi una battuta: solo tre persone credono che Gotti abbia vinto il giro d'Italia del '99, Cannavò Tu e Gotti. La corsa del '99 come minimo è falsata e priva di vincitore, ma trovo ragionevole considerare Pantani il suo legittimo propietario.
VUELTA A ESPANA: vincitori come Casero e Gonzalez non portano prestigio alla vuelta più di quanto Gotti e Savoldelli ne diano al giro, ma non si può stare a discutere sul valore di una competizione guardando solo un paio dei suoi vincitori, perchè allora il mondiale lo hanno vinto Dhaenens e Brochard, la Sanremo Colombo e Furlan, la Roubaix Guesdon e Knaven, ma non mi sognerei mai di dire che sono gare dal valore tecnico in declino. Guardo l'albo d'oro della vuelta e vedo che il plurivincitore è Rominger con 3 titoli, scopro vincitori meteora come Caritoux, Pino, Giovannetti, Mauri, Casero e GonzalezJimenez, scopro che Indurain non l'ha mai vinta, oppure che l'hanno vinta corridori che al tour puntavano alla classifica a punti come Freddy Maertens, Sean Kelly e Laurent jalabert, oppure che Ullrich nel '99 aveva saltato il tour, e che Zulle e Rominger correvano per squadre spagnole quando il ciclismo in Spagna incassava parecchie pesetas, donde naturale che partecipassero alla vuelta, ma oggi l'economia del ciclismo spagnolo è collassata. La vuelta in autunno serve a lanciare nuovi giovani, serve a dare un senso alla stagione di chi non ha combinato niente al giro e al tour, serve a preparare il mondiale, insomma chi partecipa alla vuelta ha finalità secondarie, non si può dire lo stesso per il giro (e per il tour, ça va sans dire). Ecco la vuelta.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 07/08/2004 alle 12:05
pero'e'anche un fatto che per esempio quest'anno saranno presenti al via"stranieri"del calibro di cunego,vinoukourov,forse hamilton e un pluripiazzato sul podio a parigi come beloki....noi da un paio d'anni abbiamo popovich e corridori di casa che per anni neanche si fanno vedere,basso,cosa che loro nn fanno mai;poi posso anche concordare sul fatto che alcuni big ci partecipano in ottica mondiale o per salvare una stagione al contrario del giro che quando si e'presenti e'perche'si e'pianificato come obiettivo(spesso principale)di stagione,ma con questa scusa loro hanno l'ultimo vincitore di un tour trionfatore nella loro corsa,ullrich,capisco che se a marco permettevano di correre nn sarebbe stato cosi'(ed e'stato quello il vero suicidio dell'organizzazione,ma se lo meritano),pero'un qualcosa vorra'pur dire!

 

[Modificato il 07/08/2004 alle 12:08 by Pirata x sempre]


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 07/08/2004 alle 13:34
Accolgo le osservazioni di Lubat, Pirata per sempre e aranciata-bottecchia. In particolare vorrei precisare che è vero che il giro di spagna ha in passato mostrato vincitori meteora (ci si riferiva soprattutto a Giovannetti e Mauri, più altri nomi che ho notato scorrendo l'albo d'oro, ma di cui non conservo memoria, essendo troppo giovane come molti, o forse tutti, che scrivono in questo forum), ma è pur vero che con lo spostamento della vuelta a settembre e del mondiale ad ottobre si è assistito ad una svalutazione del Giro e ad un aumento di importanza della corsa spagnola. Ora il giro, se non sei corridore italiano, non ti invoglia più a partecipare, perchè resta una corsa isolata nel calendario. Non la corri per vincerla se sei un corridore da corse in linea che viene fuori dalle classiche del nord e non la corri se vuoi essere competitivo al tour. La Vuelta invece ti permette di correrla per se stessa, ma anche in funzione di mondiale e classiche autunnali. Inoltre venendo disputata ad una settimana di distanza dal campionato di zurigo diviene anche buona per chi ha corso molto bene ad agosto. E' una corsa in una posizione strategicamente perfetta, presenta dei tracciati molto belli e in quel periodo il clima in spagna è buono: direi che se io fossi un corridore straniero da corse in linea sceglierei di correre la vuelta per essere competitivo per le gare di ottobre, scartando giro e tour. Se fossi un corridore da corse a tappe al livello di Hamilton correrei giro e vuelta, con la speranza di vincerne una. Se fossi un Armstrong correrei tour e vuelta, perchè con un mese e mezzo di distanza fra l'una e l'altra potrei forse provare a vincerle tutte e due.
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 07/08/2004 alle 13:43
Riguardo ai giri del 1999 e del 2002 sono d'accordissimo con le vostre battute ed esposizioni:
1) nel 1999 o non si assegna una vincitore, o si considera Pantani legittimo proprietario della corsa, per ragioni che tutti conosciamo e che è inutile continuare ad esporre, con buona pace dei pensieri di Gotti e Cannavò.
2) Sulla vittoria di Savoldelli hanno pesato diversi fattori quali la squalifica di Simoni, quella di Garzelli, le solite cadute di Hamilton, la cacciata (di severità eccessiva) di Casagrande. E'probabile che il legittimo vincitore di quella corsa sarebbe potuto essere Casagrande che una maglia rosa alla carriera se la meritava, come del resto l'avrebbe meritata anche Chiappucci in tempi passati.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 07/08/2004 alle 14:05
concordo pienamente sia su casagrande nel2002,anche se e'ridicolo come ha buttato il giro del2000 quando fino a pratonevoso era nettamente il piu'forte,ma soprattutto sul diablo,il mio"mito"prima dell'avvento del fenomeno pantani,sempre portato ad attaccare,atteggiamento che gli e'si costato un tour('90)ma che lo ha fatto entrare diritto nei cuori degli appassionati;memorabile il suo attacco sull'iseran nella tappa del sestriere al tour'92,uno spettacolo,200km.in fuga solitaria e l'arrivo davanti al grande miguel,altro che virenque a st.flour(cmq un grande)e le sue spericolate discese negli ultimi anni di carriera,formidabili!e sfortunato ad agrigento quando si scontro' con un"super"leblanc!!senza dubbio il poulidor italiano...
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 07/08/2004 alle 15:22
Per Emiliano: chapeau! sono risposte di gran stile. Ciao
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 10/08/2004 alle 10:41
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Me' cojoni!!!!!!!!! Lubat, per una volta sono d'accordo con te al 100%, ma guarda che Valverde è come Cunego solo come incubo per Simoni, non ancora come corridore, ma se avrai ragione tu sarò pronto a farti i complimenti e ne saremo tutti contenti, di fuoriclasse per i grandi giri c'è sempre fame!

secondo te è un futuro dominatore delle corse a tappe uno che:
1) prende tre minuti in 52km a crono da Honchar (attenzione: ho detto Honchar non Ullrich)
2) non riesce a dare più di due minuti a corridori come lo stesso Honchar (che fino all'anno scorso grasso-che-cola se si piazzava nei primi 10) e un Simoni lontano parente di quello dell'anno passato
3) di quei due minuti uno e mezzo sono di abbuoni
4) su quattro tappe che vince tre sono allo sprint
5) ha veramente staccato tutti i rivali una sola volta
6) e quell'unica volta lo ha fatto solamente grazie a due gregari che lo hanno tirato fino all'ultima salita (dove tra l'altro ha anche perso rispetto ai principali avversari), altrimenti lo riprendevano in discesa e faceva la fine di Garzelli a Bormio

secondo me Valverde e Cunego sono corridori molto simili perché: 1.vanno forte in salita, 2.sono ottimi velocisti 3.il loro punto debole sono le crono (ma miglioreranno senz'altro perchè sono molto giovani)
del resto anche Cassani l'ha detto "Valverde e Cunego sono i corridori della nuova generazione: fortissimi in salita ma anche molto veloci" (parole + o - testuali)

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 10/08/2004 alle 10:44
quanto al resto, condivido in pieno quello che ha detto aranciata_bottecchia

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 10/08/2004 alle 14:04
Ahi ahi Lubat, ti ricordo che nella tappa della Presolana Cunego è stato frenato da Martinelli, che gli parlava nell'auricolare, e da Mazzoleni che gli stava accanto. Gli è stato imposto il divieto di recuperare su Simoni proprio come a Simoni fu impedito di recuperare su Cunego a Falzes. Sulla Presolana, per sferrare la rimonta, Cunego ha dovuto aspettare che partisse un avversario (non ricordo se era Cioni o un altro). Diciamo che, se gli fosse stata concessa briglia sciolta, due o tre minuti in più li avrebbe rifilati al simpatico ucraino?
Poi mi dispiace vederti spalare merda su Cunego per rivalutare la statura di Valverde. Se io seguissi il tuo metodo potrei dire che lo spagnolo, sulla pandera e in sierra nevada, non è stato capace di staccare uno come Cardenas che, dopo Aix les thermes del 2001, sono due anni che non combina niente che sia degno di nota.
Poi il fatto che Cunego e Valverde siano corridori molto simili, come dici Tu e come dice Cassani, pensiero sul quale sono anche d'accordo, non scioglie i miei dubbi sulla tenuta atletica di Alejandro in corse come il giro o il tour.
Certamente è stata un peccato l'ingiusta esclusione della kelme dalla lista invitati sia del tour che del giro, perchè molti dubbi sarebbero stati dissolti o, forse, alcune certezze incrinate. Ciao

 
Edit Post Reply With Quote

Amministratore




Posts: 5978
Registrato: Aug 2002

  postato il 10/08/2004 alle 14:12
Ragazzi, il dibattito procede bene, ma non usiamo termini sgradevoli, vi va? Spalare fango rendeva altrettanto bene l'idea
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 10/08/2004 alle 17:58
io credo che cunego e valverde siano corridori simili in volata,in pianura(valverde va un po'di piu'),ed in salite fino al 6-7%,poi se le pendenze cominciano ad alzarsi e'gia'tanto se valverde riesce a leggere il numero di corsa di damiano!!!anche perche'rispondendo a lubat dico che un ragazzino di23anni che vince il giro(il quinto piu'giovane di sempre..),con quattro tappe,partendo gregario,con praticamente un'unico attacco a falzes,dove perdere30sec.da figueras e nulla dal gruppo dei migliori dopo essersi fatto il furcia a tutta e'grandioso(nn prendiamo il marziano pantani come riferimento in salita,lui era unico!),lasciando cmq giocare a simoni le sue carte,e'un fenomeno,il futuro dominatore delle corse a tappe per l'appunto!e questo valverde lo deve ancora dimostrare...cosi come cunego deve dimostrare di essere vincente nelle corse di un giorno(ma ha gia'vinto un mondiale juniores),insomma nn sono poi cosi' simili,forse come potenziale,ma io vedo cunego con una marcia in piu'in salita,ed e'li che un campione diventa fenomeno...
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 10/08/2004 alle 19:32
e intanto cunego comincia a diventare campione completo cominciando dalle corse in linea italiane,prima giro dell'appennino e larciano,poi il criterium dedicato al grande pirata,oggi il gp mengoni....saro'ripetitivo ma lui sara'il corridore del futuro per la sua testa,la sua mentalita',certo accompagnate da gambe straordinarie!!!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 13/08/2004 alle 11:12
vabbè vediamo alla Vuelta se Valverde ha le gambe per tenere le 3settimane... secondo me è il favorito, Cunego correrà per le tappe, non avrebbe senso bruciarsi così

ps se io sto spalando fango su Cunego voi cosa avete fatto su Armstrong da un mese a questa parte?

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 13/08/2004 alle 11:30
ragazzi ieri Casagrande ha fatto secondo nella Subida Urkiola (dietro a Piepoli), vediamo che combina alla Vuelta...

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 14/08/2004 alle 01:28
ma noi,o almeno io nn discuto del valore tecnico di armstrong,almeno di quello del mese di luglio,sarei un folle,io nn tollero l'aureola da santo,miracolato,che continuamente sento ripetere parlando della sua storia;e'stato un grande ha sconfiggere il cancro ma se voleva diventare il numero uno(e,x me dopo pantani,negli ultimi10anni lo e')poteva fare affidamento sulla sua grande forza di volonta,nn di certo ricorrendo a pseudomedici come ferrari,gente che per soldi nn si fa scrupoli a danneggiare lo sport,cosi ci erano buoni quasi tutti....vedi berzin!!
 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 14/08/2004 alle 01:34
su cunego e valverde per ora parlano i fatti,alla stessa eta'il primo ha gia'vinto un giro d'italia,l'altro nn e'ancora salito sul podio di una granda corsa a tappe!!!detto questo aggiungo che valverde a me piace eccome ma lo vedo meglio in gare come quella di domani....purtroppo!sul probabile scontro alla vuelta ho sentito dire che la saeco(martinelli)e ballerini gli hanno consigliato di fare10-12giorni e poi ritirarsi in modo da recuperare per il mondiale,sarebbe un peccato!!!

 

[Modificato il 14/08/2004 alle 01:38 by Pirata x sempre]


 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 15/08/2004 alle 15:28
Mi risulta che Valverde abbia raggiunto il terzo posto al giro di Spagna del 2003 e quindi sia già salito sul podio di una grande corsa a tappe: inoltre è stato argento ai mondiali dello scorso anno...insomma è un bel corridore. Oggi anche se è prematuro fare un confronto fra i due, potrei azzardare una prima considerazione: Cunego meglio in salita, Valverde meglio allo sprint. Ho dato un'occhiata al sito della Vuelta del 2003 per valutare la performance a crono di Valverde (le gesta di Cunego sono a noi ben note) e ho notato questi piazzamenti:
22° nella prima crono di 43.8 km a 3'48" da Nozal (sesta tappa)
13° nella seconda crono di 53,3 km a 2'44" da Nozal (tredicesima tappa)
2° nella cronoscalata di 11,2 km a 14" da Roberto Heras (ventesima tappa)
Onestamente da questi dati non mi sembra che Valverde brilli più di cunego a crono; inoltre si notano le solite cose: più si va avanti nella corsa più va bene nelle cronometro come sembra tipico di corridori fondisti non cronomen puri.
Cmq anche questo Nozal a crono non è proprio un brocco...

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 15/08/2004 alle 15:31
Resta cmq il fatto che se fossi un direttoree sportivo sceglierei secondo questo ordine:
1) Valverde, perchè lo posso impiegare bene anche nelle corse in linea, anche se ad atene aha un po' deluso.
2) Cunego, che è ottimo per il Giro ed è un buon investimento per il futuro.
3) Popovych che però prende la paga dai primo due.
4) Basso, armandomi però di forcone per corrergli dietro e costringerlo ad attaccare.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 15/08/2004 alle 23:17
Per Emiliano: guarda che Valverde non è che abbia vinto così tante corse in linea, anzi, io non ne conto nessuna che abbia un certo rilievo, ho l'impressione che, salvo il bel podio mondiale, lo spagnolo si trovi a suo agio solo nelle frazioni delle corse a tappe.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/08/2004 alle 01:33
lasciamo perdere nozal che in 10 mesi e'passato dal primeggiare in una grande corsa a tappe come la vuelta a corridore a dir poco anonimo al tour,rientrando cosi nei ranghi della sua carriera...miracoli...del ciclismo,cmq si e'un passistone quindi la cronometro e'il suo terreno!su valverde mi ricordavo fosse arrivato quarto nella vuelta 2003,ma potrei sbagliarmi!ma forse nn mi spiego bene e'un gran corridore,un futuro campione,pero'e'un kelme e soprattutto e'abbastanza diverso da cunego che oggi e'cmq una spanna sopra allo spagnolo,ed io penso lo sara' sempre!!!

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Alfredo Binda




Posts: 1134
Registrato: Nov 2003

  postato il 17/08/2004 alle 11:46
Nozal doveva fare da gregario a Heras al Tour. e comunque anche lo stesso Heras l'anno scorso, dopo essere stato al Tour un gregario non-straordinario (per usare un eufemismo) in patria ha vinto lui

 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote
<<  1    2  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.2087471